UNIONE DEI COMUNI BASSA ROMAGNA - Domenica, 24 marzo 2019 - Unione dei Comuni della ...

 
UNIONE DEI COMUNI BASSA ROMAGNA - Domenica, 24 marzo 2019 - Unione dei Comuni della ...
UNIONE DEI COMUNI BASSA ROMAGNA
         Domenica, 24 marzo 2019
UNIONE DEI COMUNI BASSA ROMAGNA - Domenica, 24 marzo 2019 - Unione dei Comuni della ...
UNIONE DEI COMUNI BASSA ROMAGNA
                                                       Domenica, 24 marzo 2019

Prime Pagine
 24/03/2019 Prima Pagina
 Il Sole 24 Ore                                                                                            1
 24/03/2019 Prima Pagina
 Corriere di Romagna (ed. Ravenna-Imola)                                                                   2
 24/03/2019 Prima Pagina
 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna)                                                                        3
Il Resto del Carlino Ravenna
 24/03/2019 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 40
 «Dopo le gare ciclistiche dobbiamo tenerle sorvegliate»                                                   4
 24/03/2019 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 52
 Alle Dune di Campiano si ride in vernacolo                                                                5
 24/03/2019 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 55
 LA MADONNA DEI GARZONI                                                                                    6
 24/03/2019 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 58
 «La nostra città senza periferie» Ranalli, rendiconto...                                                  7
 24/03/2019 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 58
 Banda Ultra Larga per le aziende, domani l' incontro                                                      8
 24/03/2019 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 58
 La storia della medicina e l'Opera: serata all'hotel Ala d'oro                                            9
 24/03/2019 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 59
 «Punteremo sulla sicurezza»                                                                               10
 24/03/2019 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 59
 Inaugurata la sede del comitato                                                                           12
 24/03/2019 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 60
 'Il Mare di Filippo', soci e volontari in visita a San Patrignano                                         13
 24/03/2019 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 60
 Passeggiata nel Canale dei Mulini con gli studenti di Liceo e Polo tecnico                                14
 24/03/2019 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 74
 L' Alfonsine cerca l' allungo nel derby della Reale                                                       15
 24/03/2019 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 76
 L' avvio di Lugo è da incubo Poi trova la rincorsa giusta                                                 17
Corriere di Romagna Ravenna
 24/03/2019 Corriere di Romagna (ed. Ravenna-Imola) Pagina 7                          MARCO FOCACCIA
 Un sito di e -commerce per le botteghe storiche del territorio                                            18
 24/03/2019 Corriere di Romagna (ed. Ravenna-Imola) Pagina 25
 Domenica da battaglia con la 65ª Coppa Senio                                                              20
 24/03/2019 Corriere di Romagna (ed. Ravenna-Imola) Pagina 31                    FRANCESCO ZAMBIANCHI
 Orva, che remuntada con la Bmr Parte 0-17 ma si rialza e vince                                            21
 24/03/2019 Corriere di Romagna (ed. Ravenna-Imola) Pagina 38
 I medici all'opera oggi a Lugo                                                                            22
 24/03/2019 Corriere di Romagna (ed. Ravenna-Imola) Pagina 39
 BAGNACAVALLO                                                                                              23
 24/03/2019 Corriere di Romagna (ed. Ravenna-Imola) Pagina 39
 LUGO                                                                                                      24
 24/03/2019 Corriere di Romagna (ed. Ravenna-Imola) Pagina 39
 RUSSI                                                                                                     25
 24/03/2019 Corriere di Romagna (ed. Ravenna-Imola) Pagina 39
 FUSIGNANO                                                                                                 26
 24/03/2019 Corriere di Romagna (ed. Ravenna-Imola) Pagina 45
 Studenti coinvolti nella settimana del "Donacibo"                                                         27
 24/03/2019 Corriere di Romagna (ed. Ravenna-Imola) Pagina 47                      AMALIO RICCI GAROTTI
 «A Conselice serve una terza via con forze di sinistra»                                                   28
 24/03/2019 Corriere di Romagna (ed. Ravenna-Imola) Pagina 47
 elettrici al posto dei diesel»                                                                            30
 24/03/2019 Corriere di Romagna (ed. Ravenna-Imola) Pagina 47
 il bilancio di fine mandato                                                                               31
 24/03/2019 Corriere di Romagna (ed. Ravenna-Imola) Pagina 47
 Il centrodestra si affida a Maria Elena Morra                                                             32
Pubblica Amministrazione ed Enti Locali
 24/03/2019 Il Sole 24 Ore Pagina 4
 Via a rilancio trasporto regionale: «È priorità del...                                                    34
 24/03/2019 Il Sole 24 Ore Pagina 4                                                                G.Tr.
 «Senza autonomia il gap Nord-Sud crescerà»                                                                35
UNIONE DEI COMUNI BASSA ROMAGNA - Domenica, 24 marzo 2019 - Unione dei Comuni della ...
24 marzo 2019
                          Il Sole 24 Ore
                                   Prima Pagina

                -Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013-2018

                                                                             1
UNIONE DEI COMUNI BASSA ROMAGNA - Domenica, 24 marzo 2019 - Unione dei Comuni della ...
24 marzo 2019
                Corriere di Romagna
                (ed. Ravenna-Imola)
                                   Prima Pagina

                -Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013-2018

                                                                             2
UNIONE DEI COMUNI BASSA ROMAGNA - Domenica, 24 marzo 2019 - Unione dei Comuni della ...
24 marzo 2019
                Il Resto del Carlino (ed.
                        Ravenna)
                                    Prima Pagina

                 -Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013-2018

                                                                              3
UNIONE DEI COMUNI BASSA ROMAGNA - Domenica, 24 marzo 2019 - Unione dei Comuni della ...
24 marzo 2019
Pagina 40                        Il Resto del Carlino (ed.
                                         Ravenna)
                                            Il Resto del Carlino Ravenna

  GLI APPASSIONATI L' INCUBO DI CHI VENDE O ACQUISTA MEZZI DI VALORE

  «Dopo le gare ciclistiche dobbiamo tenerle
  sorvegliate»
  DA SPECIALISSIMA il ricordo è ancora fresco.
  Era la notte tra il 6 e il 7 febbraio 2018 e due
  ladri entrarono in negozio utilizzando un
  tombino di ghisa e un furgone come ariete.
  Sparirono 15 bici in carbonio per un totale di
  50mila euro, rimase solo l' amarezza per l'
  ennesimo colpo andato a segno: «Oltre a
  questo qui a Ravenna abbiamo anche un
  negozio a Lugo - spiega Gianluca Ancarani
  (foto) - e in 6/7 anni che siamo aperti abbiamo
  subìto 5/6 furti tra le due attività. L' ultima volta
  è stata una delle più devastanti: infissi distrutti
  e un bottino ingente. È una lotta senza tregua,
  siamo indifesi e non tutelati. E quel che è
  peggio è che capita spessissimo, quasi
  quotidianamente, di sentire di clienti che
  hanno subìto furti: è una piaga che poi
  scoraggia anche l' acquisto, perché c' è gente
  che vorrebbe cambiare la bici ma sceglie di
  tenere quella che ha per la paura che poi gli
  portino via la nuova. E alla fine tanti non
  comprano proprio per questo motivo. Tanti
  vivono nel terrore, e dai ladri comunque non ti
  salvi: portano via anche le bici da 200 euro».
  IN VIA Marconi un altro riferimento per il mondo dei ciclisti è Sambi personal bike: il titolare, Christian
  Sambi, ha anche una propria squadra amatoriale di appassionati delle due ruote, il Sambi team.
  «Siamo aperti da quattro anni, e quasi tutti i giorni capita di ricevere dei clienti che hanno subìto un furto
  - racconta -. Per chi corre e ha mezzi di un certo valore le gare stesse sono momenti di vulnerabilità.
  Dopo la competizione ci si ferma sempre a mangiare insieme, e quello è il momento in cui entrano in
  azione bande che aprono le auto in cui sono contenute le biciclette e le portano via». Il Sambi team l' ha
  visto in prima persona: «Tempo fa c' era una banda che agiva in questo tipo di eventi con una multipla:
  nell' ambiente la cosa era conosciuta - spiega Sambi - e un paio d' anni fa notammo quell' auto durante
  il Gran premio che organizziamo tutti gli anni col nostro team il primo maggio.
  Riuscimmo a metterla in fuga, e i ladri vedendosi scoperti da allora non si sono più fatti vedere.
  Però il problema resta: per questo è prassi mettere qualcuno a sorvegliare le bici mentre si mangia
  nelle competizioni. Nelle gare più organizzate, come la Nove Colli, c' è addirittura un' area custodita
  apposita, a cui accede solo chi corre. D' altronde ci sono bici col telaio in carbonio che possono arrivare
  a costare anche fino a 14mila euro».
  sa.ser © RIPRODUZIONE RISERVATA.

                                   -Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013-2018

                                                                                                                   4
UNIONE DEI COMUNI BASSA ROMAGNA - Domenica, 24 marzo 2019 - Unione dei Comuni della ...
24 marzo 2019
Pagina 52                       Il Resto del Carlino (ed.
                                        Ravenna)
                                           Il Resto del Carlino Ravenna

  TEATRO IN DIALETTO

  Alle Dune di Campiano si ride in vernacolo
  AL teatro Le Dune di Campiano prosegue la
  rassegna del teatro dialettale. Stasera andrà in
  scena, alle 21, la compagnia dialettale G.A.D
  Città di Lugo che presenterà 'La camisa dla
  Madona', tre atti brillanti di Corrado Contoli,
  regia di Laura Ercolani.
  Biglietti: interi 8 euro, ridotti 5.

                                  -Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013-2018

                                                                                               5
UNIONE DEI COMUNI BASSA ROMAGNA - Domenica, 24 marzo 2019 - Unione dei Comuni della ...
24 marzo 2019
Pagina 55                      Il Resto del Carlino (ed.
                                       Ravenna)
                                          Il Resto del Carlino Ravenna

  STORIE

  LA MADONNA DEI GARZONI
  LUNEDÌ 25 marzo, dedicato all'
  Annunciazione, è per noi un giorno come un
  altro. Fino all' ultima guerra era invece un
  giorno importante per il mondo contadino
  romagnolo. Era la festa della 'Madona di
  garzun' (Madonna dei garzoni): in tale giorno
  si stringevano o si rinnovavano i contratti dei
  garzoni agricoli. Si trattava in genere di
  ragazzi dai 12 ai 18 anni, trovatelli, figli di
  braccianti o di mezzadri molto poveri,
  provenienti prevalentemente dal Casolano e
  dal Brisighellese che venivano assoldati dai
  piccoli proprietari e dai mezzadri della pianura
  tra Castelbolognese, Lugo e Faenza. In base
  all' accordo stretto col padre del ragazzo il
  garzone aveva diritto, oltre ad una misera
  paga, al vitto e alloggio, spesso scarso il
  primo e precario il secondo, come un giaciglio
  nel solaio.
  Questo poneva il garzone al punto più basso
  della gerarchia della famiglia contadina, alla
  pari di un servo. Secondo i patti era obbligato
  a tutti i lavori nei campi, nell' aia e nella stalla e
  quando pioveva doveva aiutare le donne di
  casa: per lui, col buono o cattivo tempo, non c' era mai riposo.
  Un impegno non da poco, malgrado l' età, per cui, si dice, per valutarne la forza prima di prenderlo in
  casa per un anno, gli si faceva saltare un fosso.

                                 -Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013-2018

                                                                                                            6
UNIONE DEI COMUNI BASSA ROMAGNA - Domenica, 24 marzo 2019 - Unione dei Comuni della ...
24 marzo 2019
Pagina 58                        Il Resto del Carlino (ed.
                                         Ravenna)
                                             Il Resto del Carlino Ravenna

  «La nostra città senza periferie» Ranalli, rendiconto
  di fine mandato: «Nessuno si deve sentire escluso»
  «ABBIAMO lavorato con l' obiettivo di fare di
  Lugo una 'città senza periferie', ovvero una
  città dove nessuno si senta escluso». Con
  queste parole Davide Ranalli, sindaco di Lugo,
  ha aperto la presentazione del rendiconto di
  fine mandato 2014-2019, svoltasi venerdì sera
  nel Salone Estense della Rocca con la
  presenza di tutti gli assessori. Ranalli, che
  correrà alle elezioni amministrative di maggio
  per il secondo mandato, ha quindi illustrato
  tutte le azioni intraprese dall' amministrazione
  comunale nell' ultimo quinquennio, iniziando
  dagli investimenti, la cui priorità, ha affermato,
  «è stata la manutenzione del patrimonio
  pubblico, in particolare degli edifici scolastici,
  degli impianti sportivi, degli edifici storici, oltre
  alla manutenzione delle strade e alla
  realizzazione di piste ciclabili».
  Nel 2014, la giunta Ranalli ha destinato agli
  investimenti 6.598.955 euro, nel 2015
  4.637.636, nel 2016 4.370.104, nel 2017
  2.700.281, nel 2018 3.599.385. Il sindaco si è
  poi soffermato sugli investimenti dedicati alla
  riqualificazione del Pavaglione, che in totale
  sono stati pari a 2.000.000 di euro, finanziati in gran parte da fondi europei.
  Con questa cifra è stato riqualificato il piazzale interno e sono state restaurate le logge e le facciate
  interne ed esterne.
  GLI EDIFICI di proprietà comunale su cui sono stati eseguiti interventi sono la Rocca (ala est, con
  realizzazione dei nuovi servizi di urp e anagrafe) per 700.000 euro, Palazzo Rossi (dove di recente si è
  traferita l' Agenzia delle Entrate in comodato gratuito) per 80.000 euro, Villa Malerbi (sede della scuola
  comunale di musica) per 200.000 euro, la Piscina comunale per 400.000 euro, il Pala Banca di
  Romagna per 380.000 euro, il Pala Lumagni per 50.000 euro.
  Tra gli interventi sugli spazi pubblici spicca la riqualificazione di piazza Savonarola, attualmente in
  corso per un investimento di 700.000 euro. Numerosi anche gli interventi per la sicurezza idraulica,
  anche alla luce, ha detto Ranalli, «dei cambiamenti climatici e del conseguente aumento del rischio di
  allagamenti»: tra le altre cose, per il bacino di laminazione previsto a Lugo Sud è stato stanziato
  1.000.000 di euro, ed è in corso di realizzazione anche il bacino di laminazione di Lugo Nord per un
  investimento di 500.000 euro.
  Ranalli ha chiuso il suo intervento sottolineando l' importanza del progetto di riqualificazione dell' ex
  acetificio Venturi, che partirà a fine 2019, proprio nell' ottica, ha affermato, «di una città senza periferie».
  Lorenza Montanari © RIPRODUZIONE RISERVATA.

                                    -Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013-2018

                                                                                                                     7
UNIONE DEI COMUNI BASSA ROMAGNA - Domenica, 24 marzo 2019 - Unione dei Comuni della ...
24 marzo 2019
Pagina 58                        Il Resto del Carlino (ed.
                                         Ravenna)
                                            Il Resto del Carlino Ravenna

  Banda Ultra Larga per le aziende, domani l' incontro
  DOMANI alle 17 l' Unione dei Comuni della
  Bassa Romagna organizza un incontro
  informativo pubblico sulla nuova call per la
  Banda Ultra Larga rivolta alle aziende della
  Bassa Romagna.
  All' iniziativa, che si svolge presso la Sala del
  Consiglio del Comune di Lugo, interverranno
  Nicola Pasi, Sindaco di Fusignano, Marco
  Mondini, dirigente ai sistemi informativi e
  Gianluca Mazzini, direttore generale di Lepida
  S.c.p.A.

                                   -Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013-2018

                                                                                                8
24 marzo 2019
Pagina 58                        Il Resto del Carlino (ed.
                                         Ravenna)
                                            Il Resto del Carlino Ravenna

  La storia della medicina e l'Opera: serata all'hotel
  Ala d'oro
  LA storia della medicina raccontata nel teatro
  d'opera. Oggi alle 18 all'hotel Ala d'oro, in via
  Matteotti 56, si parlerà del libro A un dottor
  della mia sorte' (Pendragon, 2018) di Giulia
  Vannoni. L'incontro introdotto da Alberto
  Spano sarà accompagnato da brani d'Opera
  eseguiti al piano da Maria Elena Ceccarelli.
  L'igresso è a pagamento e comprende
  aperitivo o cena a buffet.

                                   -Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013-2018

                                                                                                9
24 marzo 2019
Pagina 59                       Il Resto del Carlino (ed.
                                        Ravenna)
                                           Il Resto del Carlino Ravenna

  «Punteremo sulla sicurezza»
  Maria Elena Morra, candidata di Lega, Forza Italia, FdI e Udc

  «QUANDO mi è stata proposta questa
  candidatura non ho avuto alcuna remora. Ho
  accettato questo incarico anche in segno di
  ringraziamento nei confronti di una terra che
  nei miei confronti è stata sempre generosa,
  consentendo di realizzarmi sia dal punto di
  vista professionale che da quello affettivo».
  Era emozionata ma nello stesso tempo sicura
  di sè, ieri nella sala Zaccaria-Facchini di
  Massa Lombarda, M a r i a E l e n a M o r r a , i n
  occasione della presentazione della sua
  candidatura a sindaco di Massa Lombarda per
  il centrodestra, in vista delle amministrative di
  fine maggio. Originaria della Campania e
  residente da 10 anni nella cittadina, la Morra
  ha 46 anni, è sposata, ha un figlio di 8 anni,
  insegna nella scuola primaria di Sant' Agata. A
  sostenere la lista denominata 'Uniti per Massa
  Lombarda - P e r i l B u o n G o v e r n o ' è u n a
  coalizione che comprende, oltre alla Lega (alla
  quale la Morra è iscritta da 3 anni), Forza
  Italia, Fratelli d' Italia e Udc. «Quella che
  abbiamo allestito - osserva la neocandidata - è
  una squadra composta da persone
  determinate e con alle spalle un importante bagaglio di esperienza, alle quali sono affiancati giovani
  carichi di entusiasmo e con tante idee. Al momento il nostro programma è in corso di definizione, ma
  posso già anticipare che uno dei suoi punti cardine verterà sulla sicurezza. Sono poi particolarmente
  legata a tutti i problemi riguardanti la disabilità, argomento che, a livello programmatico, non sempre
  viene collocato in prima linea».
  SAMANTHA Gardin, segretario provinciale della Lega, ha sottolineato che la lista in questione «non è
  composta soltanto da partiti politici ma anche dalla società civile. A Maria Elena auguro di portare a
  casa la sedia di sindaco e di dimostrare che, dove c' è alternanza di governo, i cittadini stanno meglio.
  In queste zone ci sono ancora troppi sindaci che pare abbiano dimenticato quello che deve essere il
  loro ruolo, ossia essere essere al servizio dei cittadini e non del partito».
  BRUNO Fantinelli è commissario provinciale di Forza Italia: «Ritengo che vi sia veramente la possibilità
  di cambiare il governo di questa cittadina che, essendo diventata di serie B, vogliamo riportare nella
  massima serie». Daniela Mazzoni è consigliere nazionale dell' Udc: «Il fatto che persone nuove si
  avvicinano alla politica e che i partiti del centrodestra si uniscano a sostenere un candidato è un segnale
  forte. Significa che quel monolite costituito dal Pd comincia a sgretolarsi».
  Infine Alberto Ferrero, coordinatore provinciale di Fratelli d' Italia: «Ci troviamo nello straordinario
  momento storico di far cadere, anche a Massa, il muro di Berlino. Uso appositamente questa metafora
  perché quel muro è caduto una trentina di anni fa, l' Unione Sovietica non esiste più da decenni, ma

                                  -Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013-2018

                                                                                               Continua -->     10
24 marzo 2019
Pagina 59                      Il Resto del Carlino (ed.
24 marzo 2019
Pagina 59                          Il Resto del Carlino (ed.
                                           Ravenna)
                                               Il Resto del Carlino Ravenna

  DANIELE BASSI

  Inaugurata la sede del comitato
  «CERCHEREMO di continuare, migliorandolo,
  il buon lavoro che abbiamo messo in campo
  fino ad ora, in particolare per quanto riguarda
  la coesione sociale.
  Ci impegneremo a fornire tutte quelle risposte
  ai bisogni dei cittadini. Risposte che in questi
  anni abbiamo saputo rafforzare a seconda di
  come cambiavano i bisogni stessi. Saremo
  quindi attenti più di ogni altra cosa ad
  ascoltare quello che le persone avranno da
  proporci. Voler bene a Massa Lombarda
  significa curarne il territorio e la bellezza.
  Vogliamo una comunità in cui lavoro, imprese,
  volontariato, collaborino insieme per una città
  sempre più giusta ed equa. Tutto questo con
  la cifra essenziale della mia idea di politica:
  ridurre al massimo la distanza tra
  amministratori e cittadini». Sono alcuni
  passaggi di Daniele Bassi, in occasione dell'
  inaugurazione, avvenuta ieri al civico 55 di via
  Vittorio Veneto, del comitato elettorale della
  Lista 'Il Futuro in comune', a sostegno della
  s u a c a n d i d a t u r a a s i n d a c o d i Massa
  Lombarda.

                                      -Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013-2018

                                                                                                   12
24 marzo 2019
Pagina 60                    Il Resto del Carlino (ed.
                                     Ravenna)
                                        Il Resto del Carlino Ravenna

  INIZIATIVA BENEFICA

  'Il Mare di Filippo', soci e volontari in visita a San
  Patrignano
  SOCI e volontari de 'Il Mare di Filippo',
  associazione di volontariato che ha sede ad
  Alfonsine, si sono recati a San Patrignano
  presso la Comunità per recupero
  tossicodipendenti. La finalità era quella di fare
  beneficenza e sostenere la comunità 'Vivi e
  Gusta Sampa' . In mattinata la nutrita comitiva
  ha visitato i settori formativi, tra cui gli
  allevamenti di mucche e suini, le scuderie, la
  cantina e i laboratori artigianali.
  Alle 12.30, nel grande salone, gli ospiti hanno
  pranzato con i circa1.300 ragazzi presenti
  nella comunità. Ad accompagnare per la tutta
  la giornata soci e volontari de 'Il Mare di
  Filippo' sono stati alcuni dei ragazzi della
  comunità di San Patrignano: alcuni di loro
  hanno raccontato la loro esperienza del
  passato, spiegando come vivono adesso e
  quello che si prospetta per il loro futuro. «E'
  stata un' esperienza bellissima - osserva
  Angela Nicoletto, madre di Filippo Babini, il
  21enne di Alfonsine scomparso nel maggio del
  2009 in seguito a un incidente stradale - e
  molto toccante. Negli occhi di quei ragazzi
  abbiamo visto la determinazione nel voler rimettersi in gioco e concedersi un' opportunità. Un'
  esperienza da provare e da vivere, alla scoperta di valori».
  lu.sca.
  © RIPRODUZIONE RISERVATA.

                               -Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013-2018

                                                                                                    13
24 marzo 2019
Pagina 60                       Il Resto del Carlino (ed.
                                        Ravenna)
                                            Il Resto del Carlino Ravenna

  Passeggiata nel Canale dei Mulini con gli studenti di
  Liceo e Polo tecnico
  Anche oggi la giornata del Fai per scoprire le bellezze del territorio

  IL Canale dei Mulini è il luogo scelto dal
  Gruppo Fai Lugo in occasione delle Giornate
  di primavera del Fai (fondo ambiente italiano),
  che si svolgeranno anche oggi in tutt' Italia
  dopo la prima giornata organizzata ieri.
  A guidare le visite al Canale dei Mulini saranno
  gli studenti del Liceo e del Polo Tecnico
  Professionale di Lugo, in veste di 'apprendisti
  ciceroni' appositamente preparati. Le visite si
  svolgeranno oggi dalle 9,30 alle 12,30 e dalle
  14,30 alle 17,30 (ultimo ingresso alle 17). La
  partenza sarà al Parco del Loto di Lugo, con
  ritrovo nell' aula didattica per un
  inquadramento generale; da qui si camminerà
  per un breve tratto nell' ambiente naturale,
  accompagnati dai volontari del Nordic
  Walking, lungo il Canale fino al Ponte delle
  Lavandaie, manufatto risalente al 1600 ed
  utilizzato per lavare i panni fino al primo
  dopoguerra. Di seguito, si camminerà fino
  Parco Golfera, dove si trova il bacino di
  laminazione, e ritorno.
  IL CANALE dei Mulini, fa sapere il FAI,
  «affonda le sue origini alla fine del 1300: un
  importante manufatto, che con l' acqua portava la 'forza motrice' per macinare il grano e gli altri cereali,
  ma aveva anche molte altre funzioni.
  L' itinerario alla scoperta del Canale dei Mulini, per il suo paesaggio e per i manufatti posti lungo il suo
  percorso, sarà come un viaggio a ritroso nel tempo per scoprire la storia del nostro territorio e le nostre
  radici. Inoltre esso rappresenta un' importante risorsa naturalistica e paesaggistica che deve essere
  assolutamente salvaguardata».
  l.m.

                                   -Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013-2018

                                                                                                                 14
24 marzo 2019
Pagina 74                        Il Resto del Carlino (ed.
                                         Ravenna)
                                            Il Resto del Carlino Ravenna

  L' Alfonsine cerca l' allungo nel derby della Reale
  Eccellenza Occasione per il Faenza, Cotignola all' ultima spiaggia

  Ravenna SI DISPUTANO oggi, alle 14.30, le
  gare della 12ª giornata di ritorno nel
  campionato di Eccellenza. Massa Lombarda-
  Fya Riccione è stata posticipata a mercoledì
  sera alle 20.30 per via della convocazione di
  alcuni giocatori ospiti con la nazionale
  sammarinese.
  Argentana-Alfonsine. O l t r e a l l e r a g i o n i d i
  campanile ci sono quelle di classifica. Il derby
  della 'Reale' mette in palio infatti punti
  importantissimi per i rispettivi obiettivi. I
  padroni di casa - che fra le mura amiche non
  vincono dal 6 gennaio - devono guardarsi alle
  spalle, visto che la zona playout dista appena
  2 lunghezze. La capolista, che invece deve
  amministrare un tesoretto di 4 punti sulla
  Virtus Castelfranco, non può permettersi passi
  falsi. Di fronte si ritrovano 2 delle squadre col
  minor numero di pareggi (6 gli estensi, 3 i
  ravennati). La tradizione è tutta alfonsinese.
  Negli ultimi 14 scontri diretti, i biancoazzurri
  hanno vinto 11 volte. Pagani (9 reti) è il
  bomber di un' Argentana che annovera anche
  l' ex ravennate Semprini, specialista nelle
  punizioni; l' Alfonsine risponde con Salomone (17), Riccardo Innocenti, ex di turno, e Tavolieri (6 a
  testa). «L' Argentana - ha commentato mister Gori, che ha Sarto e Bertoni ko, nonché Mingozzi in forse -
  è tornata ad essere al completo e, in questo modo, diventa fra le squadre più tecniche del girone.
  Calcoli?
  Uno solo: mancano 6 gare, e dobbiamo vincerne 5».
  Sanpaimola-Marignanese. La teoria dei piccoli passi (10 pareggi complessivi, ma anche 16 punti nelle
  ultime 11 gare, con un solo ko) si sta rivelando redditizia per l' undici di Tinti, che però non è ancora
  riuscita nell' intento di abbandonare la zona playout. Al 'Dalle Vacche' di Sant' Agata sul Santerno arriva
  la 5ª forza del campionato, staccata di 10 punti dalla zona playoff, ma tutt' altro che in vacanza, visto che
  è reduce da 2 successi consecutivi contro Argentana e Massa Lombarda.
  Faenza-Medicina. Situazione complicata, ma non compromessa in casa biancoazzurra. Lo scontro
  diretto col Medicina (che ha 2 punti in più ed è privo dello squalificato Callegari e dell' infortunato
  Ferretti) diventa una occasionissima per compiere il grande balzo. I manfredi - Gavelli acciaccato - si
  sono sbloccati in zona gol, ma sono reduci da un filotto negativo (1 punto nelle ultime 4 gare).
  Attenzione al bomber Tonelli (12 reti) e a Maiorano, ex faentino nel 2007-08.
  Corticella-Cotignola. A 6 turni dalla conclusione, è in pratica l' ultima spiaggia per il Cotignola, che -
  primo degli squalificati Serra e Carapia - ha 10 punti di ritardo dalla zona playout. I bolognesi, che nell'
  ultima uscita casalinga ne hanno rifilate 4 all' Alfonsine, non possono permettersi distrazioni (Sbaragli

                                   -Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013-2018

                                                                                                Continua -->      15
24 marzo 2019
Pagina 74                        Il Resto del Carlino (ed.
24 marzo 2019
Pagina 76                        Il Resto del Carlino (ed.
                                         Ravenna)
                                            Il Resto del Carlino Ravenna

  Basket B Super Seravalli, Bedin e Lucarelli, Reggio ko

  L' avvio di Lugo è da incubo Poi trova la rincorsa
  giusta
  Orva Lugo 8 7 R e g g i o E m i l i a 8 2 O R V A :
  Lucarelli 16 (4/8, 2/5), Demarchi 3 (0/1, 1/4),
  Seravalli 24 (4/7, 1/7), Bedin 21 (9/13), Brighi 9
  (2/7, 1/4), Leardini 11 (2/3, 1/3), Bracci (0/4),
  Rossi 3 (1/2, 0/1), Pietrini ne, Melandri ne,
  Mariani ne, Bazzocchi ne. All. Galetti.
  BMR: Crusca 2 (1/2, 0/4), Bertocco 22 (2/2,
  6/10), Mastrangelo 8 (1/2, 2/9), Graziani (0/1),
  Gatto 3 (1/4 da 3), Germani 21 (9/14),
  Zampogna 5 (1/2, 1/4), Marchetti 18 (3/6, 2/4),
  Garofoli ne, Farabegoli 3 (1/5 da 3). All.
  Eliantonio.
  Arbitri: Ugolini, Nocera Note - Parziali: 21-29,
  44-43, 61-58. Uscito per falli: Germani.
  Lugo LA PROVA generale dei playout è un
  successo per l' Orva Lugo c h e v i n c e d i
  rincorsa una partita importante con Reggio
  Emilia dopo un pessimo avvio.
  I biancoverdi vincono sull' asse Seravalli-
  Bedin-Lucarelli, bravi non solo a segnare ma
  anche a tenere viva la squadra nei momenti di
  pericolo. L' Orva sale a 14 e tiene Desio a
  distanza di sicurezza. Ma i primi 120'' sono da
  incubo per i romagnoli.
  Guidati da 6 punti di Germani, i reggiani scappano subito 0-11 e allungano sullo 0-17 con una tripla di
  Bertocco, prima che l' Orva lanci qualche segnale di risveglio. È Seravalli il primo a scuotersi con 6
  punti che interrompono l' emorragia. Il capitano riesce nell' intento di svegliare i suoi perché in breve
  tempo l' Orva ricuce lo strappo con un gioco da 3 punti di Bedin e le triple di Brighi e Demarchi: 19-23.
  La Bmr accusa il colpo e pur rimanendo avanti, accumula errori e palle perse. Lugo, al contrario, è più
  precisa e al 13' pareggia i conti con Lucarelli sul 33-33. L' equilibrio resiste fino al 19'53'', quando Bedin
  consegna all' Orva il primo vantaggio, 44-43. Dopo l' intervallo sono ancora Lucarelli e Bedin a portare l'
  affondo che vale il +6 (52-46), mentre gli ospiti continuano ad accumulare palle perse (19). Quando
  però l' inerzia sembra saldamente in possesso, anche l' Orva inizia a perdere qualche palla di troppo,
  consentendo ai reggiani di tornare sotto. Mastrangelo e Marchetti riportano un possesso tra le due
  squadre (61-58) prima del 30'. Bertocco apre il quarto periodo con la tripla del 61-61 inaugurando una
  lunga fase punto a punto nella quale nessuno riesce a prendere il sopravvento. Al 38' l' ottimo Bedin
  segna il 79-77 e poco dopo Seravalli lucra un paio di gite in lunetta mandando a bersaglio i liberi del 83-
  77. Si chiude a 87-82.
  s. p.

                                   -Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013-2018

                                                                                                                   17
24 marzo 2019
Pagina 7                           Corriere di Romagna
                                   (ed. Ravenna-Imola)
                                          Corriere di Romagna Ravenna

  Un sito di e -commerce per le botteghe storiche del
  territorio
  Si chiama Compracomodo.it. È possibile anche ritirare direttamente nei negozi la merce
  ordinata

  Una piattaforma di shopping online tutta locale
  che ospita le botteghe storiche di Ravenna e
  provincia: si chiama Compracomodo.it, un
  nome, una missione. Ideato tre anni fa dall'
  Ascom di Faenza, il progetto offre alle attività
  commerciali uno spazio personalizzato per la
  vendita dei prodotti online facile da usare,
  flessibile, performante.
  Per il gestore del portale Jacopo Baldini «l'
  obiettivo è creare un sistema integrato e far
  capire che l' online deve essere
  complementare ai negozi, non un loro
  nemico».

  Ad ogni esercente, la propria vetrina.
  Come è nato il progetto e come si
  sviluppa?
  «Compracomodo.it è stato creato per dare la
  possibilità alle attività della città di poter
  usufruire di un e -commerce in modo
  professionale, colmando determinate lacune.
  Tre le principali: la mancanza di una risorsa
  formata per la gestione delle ven dite online
  interna ai negozi, il fattore tempo e l'
  investimento che un e -commerce richiede.
  L' 80% del lavoro viene infatti svolto da noi: ad
  ogni attività offriamo un vero e proprio shop
  online, caricando il catalogo del negozio in un'
  area dedicata, visibile a tutti i fruitori del
  portale, con la possibilità di attivare
  promozioni e azioni di marketing sui social. Ogni attività viene formata in modo da poter poi gestire in
  totale autonomia la propria pagina ed effettua vendita e incasso direttamente: noi non guadagniamo da
  alcuna transazione dei negozi».
  Un portale che stima 9mila visite al mese tutte a beneficio degli esercizi commerciali ospitati.

  Quanti ad oggi e di quali settori?
  «Le attività sono 37, provenienti da Ravenna, Faenza, Lugo e Cotignola. Le tipologie commerciali sono
  molto varie: si va dalla gioielleria e dall' abbigliamento, quelle più classiche, a strutture ricettive e
  ristoranti. Stiamo inserendo anche stabilimenti balneari per i quali sarà possibile prenotare lettini, cene

                                  -Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013-2018

                                                                                               Continua -->     18
24 marzo 2019
Pagina 7                             Corriere di Romagna
24 marzo 2019
Pagina 25                            Corriere di Romagna
                                     (ed. Ravenna-Imola)
                                            Corriere di Romagna Ravenna

  CICLISMO JUNIORES

  Domenica da battaglia con la 65ª Coppa Senio
  CASSANIGO Secondo weekend di gare
  ciclistiche in Romagna per la categoria
  Juniores, con la "65ª Coppa Senio - 31°
  Memorial Marco Mazzolini". Con l'
  organizzazione della Baracca di Lugo si corre
  a partire dalle 14.15, sul tradizionale circuito
  pianeggiante di Cassanigo, 5.750 km da
  ripetere 16 volte per un totale di 92 km e con
  arrivo atteso alle 16.30.
  Ben 108 corridori iscritti provenienti dal centro
  -nord Italia. Il circuito stretto e nervoso sarà
  portato a numerosi tentativi di fuga con le
  formazioni che avranno l' obiettivo di inserire
  un uomo all' interno dell' azione decisiva. In
  caso di arrivo involata tra i favori Il podio dell'
  edizione 2018 ti c' è sicuramente il bolognese
  Tommaso Gozzi appartenente alla formazione
  della Sidermec - F.ll Vitali, il veronese
  Federico Zorzan (ContriAutozai), già apodio
  domenica scorsa, il trevisano Fabio Vidotto
  (Moro Spercenigo) eil bolognese Riccardo
  Sofia (Italia Nuova -Borgo Panigale). L.M.

                                    -Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013-2018

                                                                                                 20
24 marzo 2019
Pagina 31                           Corriere di Romagna
                                    (ed. Ravenna-Imola)
                                            Corriere di Romagna Ravenna

  Orva, che remuntada con la Bmr Parte 0-17 ma si
  rialza e vince
  Gli ex ci provano in tutti i modi ma Lugo ha cuore e un super Seravalli

  LU G O VALERIO ROILA Cuore e garretti.
  Un'Orva tutta sostanza resuscita da un
  approccio scioccante, argina la verve della
  Reggio dei tre ex (Gatto, Bertocco e
  Farabegoli), e la schiaccia con un Leardini
  versione Dea Kalì, un prezioso Lucarelli,
  l'infinito e cinico Seravalli (38' sul parquet,
  13/15 dalla lunetta) ed un Bedin da doppia
  doppia (21+12). E con la caduta di Desio
  aBernareggio tornaa +6dalla retrocessione
  diretta.
  Lugo finisce sotto sale in avvio: priva dello
  scavigliato Pietrini e con Bracci ancora al 50%,
  subisce la mobilità sotto canestro di Germani,
  ed i pick and roll di Marchetti. Le triple di
  Mastrangelo e Bertocco fanno piombare in
  depressione un'Orva che, tra palloni persi e
  ferri scossi, crolla 0-17 in 3'. Rianimata dagli
  assalti all'arma bianca di Seravalli (8-0 di
  controbreak),Lugo trovalaserenità per infilare
  le prime triple, pur subendo la rapidità di un
  Marchetti ispiratore delle scorribande ospiti. La
  spinta per ribaltare il tavolo arriva con Bedin a
  prendersi rivincite su Germani ed i recuperi
  con voli al ferro di Lucarelli: 36-33.
  Più sciolta, l'Orva riparte dai blocchi di
  metàcon impeto persino eccessivo ed errori
  per eccessi di foga. L'applicazione in
  retroguardia fa la differenza, con un Leardini
  commovente a difendere su tutti i ruoli, da
  Marchetti a Germani, difficili da arginare ma limitati. Pare così un premio alla sua abnegazione una sua
  tripla generosamente accolta dal ferro che trascina l'Orva 61-53, ma lì la Bmr resuscita,
  sempredall'arco, conMastrangelo e Bertocco a riequilibrare al 31': 63-63. Pagata la crisi energetica,
  Galetti fa rifiatare e poi riporta sul parquet i suoi uomini migliori, mentre Bertocco prosegue il suo show
  dall'arco fino al 70-73. La reattività a rimbalzo di Bedin rigira il match e Seravalli dalla lunetta issa l'83-
  77. Sempre l'ex avvelenato fa -3 a 24 dal gong, ma non si va oltre: è festa Lugo.
  © RI PRODUZION E R ISERVATA

                                                                                         FRANCESCO ZAMBIANCHI

                                    -Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013-2018

                                                                                                                    21
24 marzo 2019
Pagina 38                            Corriere di Romagna
                                     (ed. Ravenna-Imola)
                                            Corriere di Romagna Ravenna

  I medici all'opera oggi a Lugo
  LU G O La storia della medicina raccontata nel
  teatro d'opera nel nuovo appuntamento con le
  serate conviviali del Caffè letterario di Lugo.
  Oggi alle 18 all'hotel Ala d'oro, in via Matteotti
  56, si parlerà del libro A un dottor della mia
  sorte (Pendragon, 2018) di Giulia Vannoni. Il
  libro della riminese è dedicato ai medici: infatti
  nessun'altra categoria professionale più di loro
  ha destato l'interesse di compositori e librettisti
  d'opera. Nel tempo si è così venuta a creare
  una galleria di ritratti memorabili: da Don
  Bartolo del Barbiere a Dulcamara dell'Elisir
  fino al crudele Dottore del Wozzeck, passando
  per Grenvil della T ra v ia ta . L'incontro sarà
  accompagnato da brani d'opera eseguiti al
  pianoforte da Maria Elena Ceccarelli. Ingresso
  con aperitivo, 9 euro; 18 con cena a buffet.

                                    -Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013-2018

                                                                                                 22
24 marzo 2019
Pagina 39                          Corriere di Romagna
                                   (ed. Ravenna-Imola)
                                           Corriere di Romagna Ravenna

  BAGNACAVALLO
  :: M OSTRA Ultimo giorno per visitare nella
  sala di palazzo Vecchio Le parole dei colori.
  Reticoli di vita e collages, mostra di pittura di
  Elledi.

                                   -Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013-2018

                                                                                                23
24 marzo 2019
Pagina 39                           Corriere di Romagna
                                    (ed. Ravenna-Imola)
                                            Corriere di Romagna Ravenna

  LUGO
  :: CAFFÈ LETTERARIO Alle 18 all'hotel Ala
  d'oro si parlerà del libro A un dottor della mia s
  o r t e (Pendragon) di Giulia Vann o n i.

                                    -Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013-2018

                                                                                                 24
24 marzo 2019
Pagina 39                          Corriere di Romagna
                                   (ed. Ravenna-Imola)
                                          Corriere di Romagna Ravenna

  RUSSI
  :: GIORNATE FAI Per l'occasione si potrà
  visitare Palazzo         San G i a c o m o . : :
  INTERNATIONAL STREET FOOD Dalle 11
  alle 24 in piazza Farini sarà possibile gustare
  le prelibatezze della tradizione gastronomica
  di strada italiana ed estera.

                                  -Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013-2018

                                                                                               25
24 marzo 2019
Pagina 39                          Corriere di Romagna
                                   (ed. Ravenna-Imola)
                                          Corriere di Romagna Ravenna

  FUSIGNANO
  :: GIORNATE FAI Oggi e domani i volontari
  dell'Au - ser aprono al pubblico la chiesa santa
  Maria del Pilaro di Maiano di Fusignano per
  permettere di ammirare alcune opere di
  Annibale Luigi Bergamini.

                                  -Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013-2018

                                                                                               26
24 marzo 2019
Pagina 45                           Corriere di Romagna
                                    (ed. Ravenna-Imola)
                                            Corriere di Romagna Ravenna

  Studenti coinvolti nella settimana del "Donacibo"
  FAENZA Dal 25 al 30 si svolgerà in tutte le
  scuole medie di Faenza, Brisighella,
  Granarolo, Reda e Fusignano e all' Istituto
  Oriani di Faenza la settimana del Donacibo
  organizzata dall' Associazione Onlus Banco di
  Solidarietà della città di Faenza con il
  patrocinio dell' Ufficio Scolastico Regionale
  per l' Emilia- Romagna e il sostegno della
  Federazione Nazionale Banchi di Solidarietà.
  È il terzo anno che a Faenza e dintorni viene
  promossa questa iniziativa: l' anno scorso
  furono coinvolti oltre 1000 studenti che
  donarono oltre una tonnellata di alimenti.
  Un gesto semplice Quest' anno oltre 1500
  studenti sono stati invitati a sperimentare che
  interessandosi degli altri, compiono il
  supremo, anzi unico, dovere dellavita, che è
  realizzare sé stessi, compiere sé stessi.
  Attraverso un gesto semplice come il portare
  dei generi alimen tari non deperibili, frutto di
  qualche loro rinuncia, al punto di raccolta nella
  loro scuola, gli studenti diventeranno
  protagonisti di questa verifica. Il cibo donato
  verrà poi distribuito alle famiglie e associazioni
  assistite dal Banco di Solidarietà di Faenza.
  Sono coinvolti gli studenti degli istituti Lanzoni,
  San Rocco, Strocchi, Europa, Brisighella,
  Reda, Granarolo e Fusignano e per la prima
  volta anche gli studenti dell' Istituto Oriani.
  Come partecipare Che cosa si deve fare per
  partecipare? Basta poco, si chiede di donare del cibo non deperibile alle persone che sono in difficoltà,
  portandolo a scuola durante la settimana del Donacibo. I volontari dell' onlus Banco di Solidarietà di
  Faenza, penseranno a consegnarli alle persone che ne hanno bisogno.
  Il Donacibo si propone come ideale prosecuzione della Colletta alimentare, un' iniziativa che nella
  nostra città coinvolge oltre 250 volontari e che trova risposta nella solidarietà di buona parte della
  cittadinanza. Gli alimenti consigliati sono: biscotti e merendine, tonno, pelati, riso, olio, farina, zucchero.

                                    -Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013-2018

                                                                                                                    27
24 marzo 2019
Pagina 47                           Corriere di Romagna
                                    (ed. Ravenna-Imola)
                                           Corriere di Romagna Ravenna

  «A Conselice serve una terza via con forze di
  sinistra»
  L'appello di Tiziano Bordoni per una lista con Rifondazione Comunista e Pci

  CONSELICE «Serve una terza via referente
  delle forze comuniste alle prossime elezioni
  del 26 Maggio. La politica non è una
  professione: deve essere impegno, passione,
  etica e uno strumento per migliorare il
  mondo». Lo afferma Tiziano Bordoni, 56 anni,
  capogruppo per Rifondazione Comunista -
  Comunisti italiani, scrittore, giornalista,
  sociologo e con la passione della politica da
  sempre, che si candiderà col sostegno di altri
  cittadini di sinistra. «Credo in un Comune
  dotato di potenzialità per essere laboratorio di
  nuove pratiche sociali, di opportunità
  lavorative per i propri cittadini con forme
  cooperative e di associazionismo, di
  esperienze lavorative che non siano solo
  sfruttamento ma realizzazione di se stessi e di
  progettualità comuni. Un Comune in grado di
  fornire ai propri cittadini la necessaria
  protezione sanitaria e assistenziale battendosi
  per ottenerla nei confronti degli interlocutori
  esterni o intervenendo in maniera creativa ove
  essa manca, che sappia garantire opportunità
  formative permanenti, un Comune che da
  periferia possa diventare nodo informativo e
  produttivo, un Comune che per la sicurezza
  stradale lavori prima sulla prevenzione e poi
  sulla sanzione e intanto si batta veramente per
  difendere mezzi di circolazione alternativi in
  particolare su rotaia.Con una nuova politica
  edilizia e residenziale in grado di contrastare i cartelli vendesied il degrado edilizio». Per Bordoni
  occorre l'aggrega - zione di un fronte popolare atto a scegliere una terza via tra quella praticata sino ad
  ora dal Partito Democratico e dalle forze di destra. Una lista a cui si adatta bene la definizione di
  comunitaria e non quella di civica, un modello in crisi. A suo parere, il Comune «deve essere scudo a
  tutela del territorio, dell'ambiente, del posto di lavoro, dei diritti costituzionali, nelriconoscimento della
  differenza di genere e nella lotta contro ogni violenza . Costruiamo un futuro migliore per i tanti cittadini
  che lo meritano e per quelli che erediteranno ciò che abbiamo costruito». L'esponente comunista
  esprime, inoltre, «la ferma condanna per i furti e le violazionisubite neigiorniscorsi da enti pubblici nel
  nostro territorio. Un'azione vile che violando i luoghi del sapere e della salute della nostra comunità ci
  colpisce tutti e chiede la più alta vigilanza». A. R. G.

                                   -Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013-2018

                                                                                                 Continua -->      28
24 marzo 2019
Pagina 47       Corriere di Romagna
24 marzo 2019
Pagina 47                           Corriere di Romagna
                                    (ed. Ravenna-Imola)
                                            Corriere di Romagna Ravenna

  elettrici al posto dei diesel»
  LUGO Da vari anni tra la stazione di Lugo e il
  Centro Merci ogni ora del giorno e della notte
  sono in servizio due locomotori diesel, superati
  ed inquinanti. «Oltre a utilizzare una fonte di
  energia fossile che andrebbe abbandonata, -
  dicono i Verdi - sono anche veramente
  obsoleti, tanto da spargere nell' aria quantità
  incredibili di fumi tossici». Giustamente i Piani
  per la qualità dell' aria prevedono automezzi in
  regola con le norme e arrivano a escludere, in
  particolari condizioni atmosferiche, l' uso dei
  veicoli diesel più vecchi.
  Purtroppo nella pianura padana ogni anno
  abbiamo 70.000 morti in più per inquinamento
  dell' aria ed è quindi necessario il massimo
  impegno di tutti per fermare questo fenomeno.
  Invece i due locomotori in questione
  appestano con inquinanti tossici e cancerogeni
  da anni la zona e in più disturbano la quiete
  pubblica.Il centro mercipotrebbe usare mezzi
  elettrici fino all' ingresso del centro stesso, in
  quanto la linea è elettrificata e magari, se
  necessario, mezzi diversi all' interno del
  Centro stesso».(A.R.G.).

                                    -Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013-2018

                                                                                                 30
24 marzo 2019
Pagina 47                            Corriere di Romagna
                                     (ed. Ravenna-Imola)
                                             Corriere di Romagna Ravenna

  il bilancio di fine mandato
  LUGO Venerdì scorso il sindaco Davide
  Ranalli e la giunta hanno presentato alla
  cittadinanza il rendiconto di fine mandato
  2014-2019, nel Salone estense della Rocca.
  «Con questo appuntamento abbiamo voluto
  illustrare alla cittadinanza i progetti che
  abbiamo sostenuto e concretizzato in questi
  cinque anni - ha dichiarato il sindaco -. Nelle
  nostre scelte ab biamo sempre cercato di farci
  guidare da una sola volontà, che era quella di
  migliorare la nostra città, in tutti i suoi aspetti:
  renderla più bella, più vivibile, più accogliente.
  Ogni investimento scelto, ogni azione
  intrapresa, è stata animata da questo scopo.
  Dagli investimenti più in vista, come il
  rifacimento del Pavaglione, fino alle piccole
  manutenzioni nelle scuole, tutto concorre a
  voler rendere Lugo un posto in cui sia bello
  vivere».

                                     -Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013-2018

                                                                                                  31
24 marzo 2019
Pagina 47                          Corriere di Romagna
                                   (ed. Ravenna-Imola)
                                           Corriere di Romagna Ravenna

  ELEZIONI A MASSA LOMBARDA

  Il centrodestra si affida a Maria Elena Morra
  Insegnante e mamma, di area leghista, guiderà la lista Uniti per Massa aperta anche a
  forze civiche

  MASSA         LOMBARDA A M A L I O R I C C I
  GAROTTI È Maria Elena Morra la candidata
  alle elezioni amministrative per il Centro
  Destra. Ieri mattina i vertici delle quattro anime
  del Centro Destra (Samantha Gardin per la
  Lega, Bruno Fantinelli per F.I., Daniela
  Mazzone per l'Udc, Alberto Ferrero per Fratelli
  d'I t alia), dopo la spontanea rinuncia a
  candidarsi espressa da Antonella Brini (leader
  locale storica di Forza Italia), hanno presentato
  ufficialmente la candidata Maria Elena Morra
  sostenuta dalla coalizione Uniti per Massa
  Lombarda. La candidata Morra ha 46 anni, è
  sposata con un figlio di 8 anni, residente a
  Massa da diecie insegna nella scuola primaria
  di S. Agata sul Santerno. La neo-candidata, di
  area leghista, emozionata ha detto: «Ho
  accettato senza remore questo incarico che
  riguarda il Comune dove risiedo e nel quale mi
  trovoa mioagio comelavoro e come
  conoscenze. Mi supporta una squadra decisa
  e determinata formata da persone esperte in
  grado, assieme a me, di contrastare la statica
  gestione del territorio occupandosi soprattutto
  di sicurezza delle persone, di tutela del
  territorio e delle disabilità». Samantha Gardin
  ha precisato «Comprendo a pieno lo stato
  d'animo di questa nostra candidata, molto
  preparata ed in grado di affrontare il compito
  affidatole, a guida di una coalizione non solo di
  iscritti ai nostri quattro partiti, bensì di persone non impegnate in politica, desiderose ed intenzionate a
  contribuire ad un miglioramento delle condizioni di vita della collettività». I sostenitori Dello stesso
  tenore le valutazioni di Fantinelli «Crediamo nella capacità di Maria Elena Morra, una donna in gamba, a
  guida di un gruppo determinato a cambiare governo della città, mandando a casa il Pd. Facendo un
  parallelo calcistico, è nostro desiderio rivalutare nella sua globalità Massa, ora confinata in serie B,
  elevandola alla serie A». Pieno l'ap - prezzamento e la fiducia, per voce della Mazzone, nelle forze di
  centro destra: «Possiamo farcela, confidando nella obiettività degli elettori-cittadini, facendoli sentire
  protagonisti della propria realtà territoriale, mentre il Pd ha perso contatto con la gente, per cui è
  propensa a sostenere un governo del territorio diverso».PerFerrero «IlPdhasempre combinato disastri».
  La candidata sindaca ha annunciato che ogni venerdì in occasione del mercato sarà in piazza per
                                   -Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013-2018

                                                                                                Continua -->     32
24 marzo 2019
Pagina 47                         Corriere di Romagna
24 marzo 2019
Pagina 4                                    Il Sole 24 Ore
                                   Pubblica Amministrazione ed Enti Locali

  l' annuncio dell' ad battisti

  Via a rilancio trasporto regionale: «È priorità del
  nuovo piano Fs»
  Parte il rilancio con il prossimo piano
  industriale di Fs (anticipato sul Sole 24 ore del
  21 marzo) del trasporto regionale, quello caro
  ai pendolari, con seicento nuovi treni regionali
  e un investimento economico di 6 miliardi: «È
  la priorità del Piano industriale, che
  presenteremo nelle prossime settimane, anche
  perché il trasporto regionale vive ancora un
  deficit qualitativo che colmeremo con migliori
  standard, performance e più comfort anche
  grazie a nuovi convogli, il servizio di customer
  care regionale e gli investimenti nella
  digitalizzazione», ha annunciato ieri
  Gianfranco Battisti, ad e direttore generale di
  Fs, alla stazione di Bologna centrale alla
  presentazione dei treni Rock e Pop. Treni,
  questi, ha sottolineato l' amministratore
  delegato, «sostenibili, riciclabili e costruiti
  attorno alle esigenze delle persone che
  viaggiano e dei ferrovieri che ci lavorano» e
  che permetteranno entro il 2023 di avere «la
  flotta con l' età media più bassa in Europa».
  «Vogliamo migliorare la qualità di vita dei
  pendolari che oggi viaggiano ancora su treni
  molto vecchi», ha aggiunto Battisti che ha
  ricordato anche il collega Davide Diversi,
  scomparso circa un anno fa e Direttore del trasporto regionale dell' Emilia-Romagna, a cui è stato
  dedicato il Rock presentato ieri.
  © RIPRODUZIONE RISERVATA.

                                  -Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013-2018

                                                                                                       34
24 marzo 2019
Pagina 4                                      Il Sole 24 Ore
                                     Pubblica Amministrazione ed Enti Locali

  SEMINARIO INTERGRUPPO SUSSIDIARIETà-PWC AL SOLE 24 ORE

  «Senza autonomia il gap Nord-Sud crescerà»
  Il sottosegretario Giorgetti: contro il progetto la cultura nemica delle responsabilità

  Contro l' autonomia differenziata c' è nel Paese
  «una cultura che ha paura della responsabilità
  a tutti i livelli, dalla famiglia all' impresa vista
  come soggetto tendenzialmente pericoloso.
  Ma se non cambia questa cultura il Paese non
  si muove e la distanza Nord-Sud crescerà».
  Giancarlo Giorgetti mette i piedi nel piatto su
  uno dei più divisivi fra i tanti temi che agitano
  la maggioranza di governo. Non è la prima
  volta che il sottosegretario a Palazzo Chigi si
  fa portavoce dell' impazienza crescente nella
  Lega del nord per i binari sempre più lenti su
  cui arranca il dossier. Questa volta, però, il
  messaggio non filtra in modo più o meno
  velato. Ma arriva diretto dal palco del
  convegno su «Autonomie, Riforme,
  Istituzione» promosso ieri dall' Intergruppo
  parlamentare per la sussidiarietà con la
  collaborazione di Pwc alla sede milanese del
  Sole 24 Ore.
  Il seminario nasce per «cercare il minimo
  comun denominatore che serve a evitare lo
  scontro parlamentare», spiega Maurizio Lupi,
  presidente dell' Intergruppo. Perché l'
  esperienza insegna che senza questo
  passaggio «il risultato è la stasi». Complice l'
  assenza di un pezzo da novanta dei Cinque Stelle al nord come Stefano Buffagni, sottosegretario agli
  Affari regionali invitato ma rimasto a Roma per la visita di Xi Jinping, il denominatore comune non è
  complicato da trovare. Mariastella Gelmini (Fi) suona le stesse corde di Giorgetti quando spiega che «i
  costi standard sono un' operazione faticosa perché toglie alibi e impone trasparenza agli
  amministratori», e attribuisce alle «divisioni della maggioranza» i ritardi dell' autonomia. Il capogruppo
  leghista al Senato Massimiliano Romeo risponde che le divisioni sono «interne a tutti i partiti, perché
  nella classe politica del Sud le resistenze sono trasversali». Nemmeno il senatore Pd Alessandro Alfieri,
  fino a dicembre segretario democratico in Lombardia, è ostile all' autonomia. Ma spiega che «lo Stato
  deve poter intervenire con più forza nelle regioni inefficienti e con più flessibilità in quelle efficienti», e
  aggiunge che solo a queste ultime dovrebbe aprirsi la chance delle competenze in più (lo prevedeva la
  riforma bocciata il 4 dicembre). Altrimenti «il regionalismo differenziato rischia di essere affossato dalle
  richieste indiscriminate delle Regioni».
  Ma oltre alla geografia economica c' è quella parlamentare. E spiega che sono i Cinque Stelle la chiave
  di volta per le sorti del nuovo tentativo di ridisegnare le istituzioni territoriali.
  Giorgetti evita di citarli direttamente.
                                    -Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013-2018

                                                                                                  Continua -->      35
24 marzo 2019
Pagina 4                                     Il Sole 24 Ore
Puoi anche leggere
Prossima slide ... Annulla