INSIEME - Auguri di un Santo e Gioioso Natale - Benvenuti

 
INSIEME - Auguri di un Santo e Gioioso Natale - Benvenuti
INSIEME
                                                                    Anno XXV
                                                                    Dicembre
                                                                      2019

Mensile sulla vita pastorale delle Missioni di:
Berna
Solothurn
          Burgdorf-Utzenstorf, Langenthal
               Konolfingen
                                                Olten-Schönenwerd
                                 Oberland Bernese
                                                                    12

                                                                               Post CH AG

                                                                                            CH-3007 Bern
                                                                                             PP / Journal

                                                                                                       AZB

                 Auguri di un Santo
                  e Gioioso Natale
INSIEME - Auguri di un Santo e Gioioso Natale - Benvenuti
Illnauerstrasse 26 · 8307 Effretikon                                              73058 Tuglie (LE)                          Per la Svizzera
    Nella: 079 507 94 18 · Ufficio: 052 343 00 24                                         Tel. 0039 345 613 54 12                Tel. 079 652 49 70

                 Articoli regalo · Bomboniere

                            SAIAS - COSTA
                             Ufficio vendite solo su appuntamento
                            Güterstrasse 1 (2o piano) · 2540 GRENCHEN
A. Lauda GmbH l Mailandstrasse 31 l CH-4053 Basel
                  Tel. 032 652 58 33 · Mobil 078 778 98 02
       Tel. 061 331 20 60 l Fax 061 301 10 93
                                 facebook Bijouterie Saias-Costa                                     Sebastiano PANNITTERI
                                                                                           Worblaufenstrasse 161 · 3048 Worblaufen
Traslochi
BELLISSIMA     Internazionali
           ESPOSIZIONE DI BOMBONIERE
    Preventivi                                                                             Tel. 031 921 99 09 · Fax 086 031 921 99 09
➽ Ultime   novità delgratuiti      in da
                      2014, vestitini  tutta    la Svizzera
                                           battesimo,
Daarticoli
    oltre 30daanni
               regalo,
                   siamo moderne    e raffinate
                             un‘azienda         Bomboniere
                                          nel settore          per
                                                        dei Traslochi                                 info@garageduo.ch
   Matrimoni,
e Trasporti  cheComunioni,     Battesimi,
                  opera a livello         etc. ed Internazionale.
                                    Nazionale
Siamo
➽       all‘avanguardia
   Confezioni                e capaci
                esclusive (già         di soddisfare
                                 a partire  da Fr. 3.-) qualsiasi esi-                       Riparazioni e servizio di tutte le marche.
genza
➽       nei2012-2013
   Articoli  traslochi indiliquidazione
                             appartamenti     di ogni
                                          a prezzi      dimensione.
                                                   vantaggiosissimi                       Lavori di carrozzeria e sostituzioni parabrezza.

                                                  Il vostro
                                                  Partner per:
                                                  • Idraulica
 H a u s t e c h n i k       G m b H
Consulenza • Progettazione • Realizzazione • Impianti
                                                    di riscaldamento                      A. Lauda GmbH l Solothurnerstrasse 19 l CH-4053 Basel
Geschäftsführer: Giovanni IACONO
                                                • Decalcificazione                               Tel. 061 301 18 41 l Fax 061 301 10 93
Tellplatz 1 • CH-3014 BERN • Tel. 031 333 07 80
                                                  boiler
Fax 031 333 07 85 • Mobile: 079 414 02 80
                                                  • Stasatura e                           Traslochi Internazionali
                                                    pulizia tubi di scarico
                                                                                             Preventivi gratuiti in tutta la Svizzera
                                                  • Arredamento bagno
                                                                                          Da oltre 30 anni siamo un‘azienda nel settore dei Traslochi
                                                    e cucina                              e Trasporti che opera a livello Nazionale ed Internazionale.
                                                  • Sistemi di energia                    Siamo all‘avanguardia e capaci di soddisfare qualsiasi esi-
                                                    alternativa                           genza nei traslochi di appartamenti di ogni dimensione.

    www.egli-ag.ch · mail: office@egli-ag.ch
                                                                                            In caso di lutto potete raggiungerci in
                                                                                            qualsiasi momento - anche di notte, così
                                                                                            come la domenica e nei giorni festivi.
                                                                             ONORANZE FUNEBRI BERNA e REGIONE
   Siamo a vostra disposizione per servizi                            Breitenrainplatz 42, 3014 Berna, tel. 031 333 88 00
                                                                    R. Giovanelli
   funebri completi e trasporti nella regione                   Amministratore delegato
   di Berna e in tutta la Svizzera o all’estero                       ■ Trasporti funebri nazionali e internazionali
   e viceversa.
                                                       In caso di lutto Servizi
                                                                      ■potete    funebri completi
                                                                              raggiungerci in     ovunque
   - Servizi funebri
                                                       qualsiasi momenti.
                                                                   Siamo Anche  di notte,
                                                                          raggiungibili    cosìe notte come pure nei giorni festivi.
                                                                                        giorno                                                           31
   - Disbrigo pratiche ufficiali
   - Trasporti nazionali e internazionali              come la domenica e nei giorni festivi.
   - Rimpatri salme in tutto il mondo
   - Assistenza completa (parliamo italiano)           Le buone prestazioni non devono necessariamente essere costose.
   Abbetti AG Berna (sede principale)                  Offriamo sepolture riverenti a Berna e dintorni a partire da CHF 1’480.–
   Numero (24 ore su 24): 031 381 90 60
   Murtenstrasse 5 | 3008 Berna                        (IVA esclusa).
   info@abbetti.ch | www.abbetti.ch

   Abbetti AG Kirchberg (filiale)                      Sentitevi liberi di chiamarci senza impegno. Saremo lieti di consigliarvi in italiano, tedesco,
   Solothurnstrasse 4 | 3422 Kirchberg BE              francese o inglese. Ulteriori informazioni sono disponibili anche all’indirizzo www.abbetti.ch.
   Numero (24 ore su 24): 034 445 50 00
INSIEME - Auguri di un Santo e Gioioso Natale - Benvenuti
indice                                                                        editoriale                                       3

                                                                                        Quattro candele
     CHIESA
4    La Chiesa alleata dell’Amazzonia

                                                                                        Ilia Bestetti-Izar
     SPIRITUALITÀ
8    La follia di Dio e il senso profondo della venuta di Gesù

                                                                         Vigilare nella speranza e nella gioia dovrebbe essere l’atteg-
     EVENTI
24   Emigrati sì ma protagonisti in Svizzera                             giamento prevalente di chi guarda al Natale e si prepara ad ac-
                                                                         cogliere “Colui che viene nel nome del Signore”, rispondendo
                                                                         alle attese dell’umanità bisognosa di aiuto e di salvezza.
     TRADIZIONI
28   Chi porta i doni ai bimbi buoni?                                    Non vedo intorno a me speranza e gioia, bensì paura; un mon-
                                                                         do che non si aspetta più nulla di buono e di bello; una marea
                                                                         di oppressi, delusi, rassegnati.
                                                                         E io non sono da meno. Anch’io spesso sono sfiduciata, incer-
                                                                         ta, timorosa di un futuro che non immagino roseo, dubbiosa
                                                                         nella fede.

             INSIEME                                                     Le ragioni della paura e dello sconforto sono oggettive: una
                                                                         situazione sociale estremamente deteriorata, con tante povertà
                                                                         vecchie e nuove; corruzione e ingiustizie; conflitti, violenze e
                                                                         sopraffazioni in ogni luogo della terra; morti in mare vittime
 Mensile della Missione di Berna in collaborazione con le Missioni di:   della loro speranza e della crudeltà altrui; tratta di persone;
 Burgdorf-Utzenstorf, Langenthal, Konolfingen,                           un futuro buio per i giovani... e in più i guai e le prove della
 Olten-Schönenwerd, Solothurn, Oberland Bernese
                                                                         quotidianità.
 Direttore responsabile: padre Antonio Grasso
                                                                         Dove va a finire la speranza in un mondo così? C’è ancora
 Capo Redattrice: Ilia Bestetti-Izar
                                                                         spazio per lei? Chi o cosa può darci ancora fiducia?
 Amministrazione e Redazione Missione Cattolica Italiana:
 3007 Berna, Bovetstrasse 1, tel. 031 371 02 43, fax 031 372 16 56       “Coraggio, sono io, non temete”, dice Gesù ai discepoli in
 redazione.insieme@bluewin.ch – toniograsso@gmail.com                    panico per le acque della tempesta; “Non spaventatevi”, dice
 I. Bestetti Izar, A. Janik, A.M. Migliore, M. D’Orazio, W. Nazarczuk,   l’angelo alle donne che trovano il sepolcro vuoto. “Nolite ti-
 A. Grasso, S. Viola.
                                                                         mere”(non temete) è esortazione frequente nel Vangelo e S.
 Impaginazione e stampa: La Buona Stampa
 Via Fola 11, 6963 Pregassona, tel. 091 973 31 71, info@tbssa.ch
                                                                         Giovanni Paolo II l’ha fatta sua: “Non abbiate paura, aprite le
                                                                         porte a Cristo!”
  Redazioni locali                                                       È inutile cercare appigli di qua e di là. La mia speranza la
  Berna:                                                                trovo solo in Gesù morto e risorto: Lui ha sconfitto il male e
   Bovetstrasse 1, 3007 Bern, tel. 031 371 02 43, fax 031 372 16 56
                                                                         la morte e con Lui le ragioni della paura non possono averla
 Burgdorf-Utzenstorf, Langenthal
   Pestalozzistrasse 48, 3400 Bugdorf                                    vinta.
   tel. 034 42254 20, fax 034 423 43 10                                  Non sarà facile, ma con questa consapevolezza posso farcela
   Konolfingen: vedi MCI di Berna                                        a superare l’egoismo nato dalla paura, per entrare nell’ottica
   Olten-Schönenwerd:                                                    della solidarietà fraterna e del perdono; posso farcela ad af-
   Hausmattrain, 4 – 4600 Olten (SO)                                     frontare le prove della vita con serenità d’animo, perché so di
   tel. 062 212 19 17, fax 062 212 13 22
                                                                         non essere sola.
   Solothurn:
   Rossmarktplatz 5, 4500 Solothurn                                      “Non temere Sion, non lasciarti cadere le braccia. Il Signore
   tel. 032 622 15 17, e-mail: mciso@bluewin.ch                          tuo Dio è con te, è un Salvatore potente. Esulterà di gioia, ti
   Oberland Bernese:                                                     rinnoverà con il suo amore” (Sof 3, 16-18).
   Kapellenweg 7, 3600 Thun, tel. 033 225 03 58                          Una presenza, un amore che rinnova i cuori, fa scoprire la gio-
   Periodico iscritto alla FUSIE e alla F.S.S                            ia, dà nuova freschezza ai nostri gesti e parole, al nostro essere
   Pubblicità:
                                                                         insieme.
   Missione Cattolica italiana, Bovetstrasse 1
   3007 Berna, tel. 031 371 02 43, info@paneevinoberna.ch                Con la speranza rinata è bello accendere una, due, tre, quattro
   Libero contributo per l’abbonamento conto: 30-28140-8                 candeline, aspettando il Natale.

 INSIEME esce ogni inizio mese.
 I lettori che vogliono inviare materiale da pubblicare
 (fotografie, pubblicità etc.) nel numero di gennaio sono pregati
 di contattare le Redazioni locali entro il 27 novembre 2019.
 Per nuovi indirizzi o per aggiornamenti rivolgersi e scri-
 vere solo a questo indirizzo di posta elettronica:
 insieme.cambiamenti@gmail.com. Grazie.

                                                                                                                Dicembre 2019 – INSIEME
INSIEME - Auguri di un Santo e Gioioso Natale - Benvenuti
4                  Chiesa
                 La chiesa alleata dell’Amazzonia
                    Il Documento finale del Sinodo panazzonico

    D
            opo tre settimane di “scambio aperto, libero, ri-        no dato la vita per l’annuncio del vangelo nelle terre
            spettoso”, il Sinodo panamazzonico si è conclu-          amazzoniche e anche come spesso l’annuncio sia stato
            so il 26 ottobre scorso, con un ricco e strutturato      compiuto in connivenza con i poteri oppressori delle po-
    Documento finale.                                                polazioni. Ammonisce pertanto a prendere le distanze
    Tra i temi in esame: missione, inculturazione, ecologia          dalle nuove potenze colonizzatrici, all’ascolto dei popoli
    integrale, difesa dei popoli indigeni, rito amazzonico,          amazzonici e alla trasparenza dell’attività profetica.
    ruolo della donna e nuovi ministeri, soprattutto nelle           In questo contesto il dialogo, sia ecumenico che interre-
    zone dove è difficile l’accesso all’Eucaristia.                  ligioso, riveste grande importanza; cristiani e non cristia-
    Filo conduttore del Documento la “conversione” decli-            ni, insieme per la difesa della casa comune.
    nata in diverse accezioni: integrale, pastorale, culturale,      Si richiama inoltre l’urgenza di una pastorale indigena e
    ecologica e sinodale.                                            di un ministero giovanile. Maggior impulso missionario,
                                                                     quindi, tra le popolazioni autoctone, perché l’Amazzo-
    La conversione integrale                                         nia deve essere evangelizzata dagli amazzonici. Spazio
                                                                     inoltre per i giovani, con le loro luci e ombre. Per loro è
    Il primo capitolo del Documento si apre con la frase di          necessario “un rinnovato e audace ministero giovanile”
    san Paolo VI “Cristo indica l’Amazzonia”, una terra nei          con una pastorale sempre attiva e centrata su Gesù.
    cui 7,8milioni di chilometri quadrati si concentrano le          Infine il Documento sinodale si sofferma sulla pastorale
    grandi sfide globali: la crisi socio-ambientale, il dramma       urbana e della famiglia: bisogna lottare, dice il testo, per-
    delle migrazioni, lo sfruttamento, il narcotraffico, l’alco-     ché anche nelle “favelas” e nelle “villas miseras” siano
    lismo, la tratta, la criminalità e l’illegalità, la convivenza   garantiti i diritti fondamentali di base e affinché le poli-
    tra culture e religioni differenti.                              tiche pubbliche migliorino la qualità di vita nelle zone
    È una terra minacciata, ferita, deformata da tanti dolori        rurali, onde fermare il trasferimento incontrollato nelle
    e tante sofferenze. Il grido della terra e dei poveri non        città.
    possono restare inascoltati.
    Perciò l’ascolto dell’Amazzonia “nello spirito del disce-
                                                                     La conversione culturale
    polo e alla luce della Parola di Dio e della tradizione,
    ci porta a una profonda conversione dei nostri schemi e          È un’apertura sincera all’altro visto non come mezzo di
    strutture a Cristo e al suo Vangelo”.                            cui servirsi, ma come fratello da cui imparare. In quest’ot-
    Una conversione integrale, un cambiamento autentico              tica si sviluppa l’alleanza tra gli indigeni e la Chiesa che
    “in cui la Chiesa - così il Documento - ha l’opportunità         si esprime in una sempre maggiore inculturazione della
    di prendere le distanze dalle nuove potenze colonizza-           fede nella carne dei popoli.
    trici, esercitando “in modo trasparente” la sua attività         La Chiesa si impegna ad essere alleata delle popolazioni
    profetica.                                                       indigene soprattutto per denunciare gli attacchi perpe-
    Tanti sono stati i testimoni che hanno aperto il cammino         trati contro a loro vita, i progetti di sviluppo predatorio
    e hanno spesso dato la vita al servizio di Dio presso i          etnocidi ed ecocidi e la minimalizzazione di movimenti
    popoli dell’Amazzonia.                                           sociali.
                                                                     “La difesa della terra-si legge-non ha altro scopo che la
    La conversione pastorale                                         difesa della vita” basata sul principio evangelico della
                                                                     dignità umana. Bisogna quindi rispettare i diritti all’au-
    Centrale il richiamo alla missionarietà della Chiesa: “La        todeterminazione, alla delimitazione dei territori e alla
    missione non è qualcosa di facoltativo, perché la Chiesa         consultazione preventiva, libera e informata dei popoli
    è missionaria e l’azione missionaria è il paradigma di tut-      indigeni.
    ta l’opera della Chiesa”.                                        Nell’ottica dell’inculturazione si afferma il rifiuto netto
    In Amazzonia la Chiesa dovrà essere “samaritana”, cioè           di “un’evangelizzazione di stile colonialista e del “pro-
    andare incontro a tutti; “maddalena”, amata e riconciliata       selitismo” in favore di un annuncio inculturato, che pro-
    per annunciare con gioia Cristo Risorto; “mariana” ossia         muova una Chiesa dal volto amazzonico, in pieno rispet-
    generatrice di figli alla fede; “inculturata” tra i popoli a     to e parità con la storia, la cultura e lo stile di vita delle
    cui presta servizio.                                             popolazioni locali.
    Importante, sottolinea il Sinodo, è passare da una pasto-
    rale “di visita” a una pastorale di “presenza permanente”.
                                                                     La conversione ecologica
    I vescovi ricordano i tanti missionari martiri che han-
                                                                     Il Documento denuncia con coraggio e fermezza lo scem-

    INSIEME – Dicembre 2019
INSIEME - Auguri di un Santo e Gioioso Natale - Benvenuti
5
pio dell’estrattivismo. E, nel profilare nuovi cammini di        È urgente conferire ministeri non ordinati a uomini e
sviluppo “amichevoli” verso la casa comune, la Chiesa            donne in modo paritario. Al volto femminile della Chiesa
fa un’opzione decisa per la “difesa della vita, della terra      amazzonica viene dedicata una intera sezione del Docu-
e delle culture originarie amazzoniche”.                         mento, dal titolo “La presenza e l’ora della donna”.
Si comprende in tale ottica il “peccato ecologico”: ogni         Il ruolo straordinario dell’evangelizzazione al femminile
azione o omissione contro Dio, il prossimo –contempo-            viene riconosciuto con forza e si chiede la possibilità che
raneo e futuro – e l’ambiente.                                   anche le donne possano accedere ai ministeri di lettorato,
Si invoca una Chiesa amazzonica che sia capace di pro-           accolitato, dirigente di comunità.
muovere un’ecologia integrale e una conversione ecolo-           Si evidenzia inoltre che nel corso dell’assemblea sono emerse
gica in cui “tutto sia intimamente connesso”.                    voci a favore del diaconato femminile. A tal proposito si chie-
Ciò si traduce in un atteggiamento che colleghi la cura          de di poter condividere esperienze e riflessioni con la Com-
pastorale della natura alla giustizia per i più poveri e         missione di studio convocata da papa Francesco nel 2016.
svantaggiati della terra. L’ecologia integrale non sia in-       Contrariamente agli altri punti, che sono stati approvati
tesa come un cammino in più che la Chiesa può sceglie-           con pochissimi no (massimo 17), quest’ultimo ha avuto
re per il futuro, ma come l’unico cammino possibile per          30 non placet.
salvare la regione dall’estrattismo predatorio, dallo spar-      Ne ha ottenuti 41 il paragrafo che apre la possibilità “nel-
gimento di sangue innocente e dalla criminizzazione dei          le zone più remote” di “ordinare sacerdoti uomini idonei
difensori dell’Amazzonia.                                        e riconosciuti dalla comunità, che abbiano un diaconato
Un grande appello alla responsabilità; si chiede alla            permanente fecondo” “potendo avere una famiglia legit-
Chiesa di essere alleata del popolo amazzonico nella             timamente costituita e stabile”.
cura, protezione e difesa del creato e dei popoli; per que-      Quest’ultima è un’ipotesi eccezionale, spiegata dalla
sto gli agenti pastorali e i ministri ordinati devono essere     necessità di garantire l’Eucaristia a comunità costrette a
formati a una giusta sensibilità sacro-ambientale.               privarsene per mesi o anche anni. È esposta come ultima
È ricordato l’impegno della Chiesa nella difesa della vita       ratio accanto alla valorizzazione del diaconato perma-
“dal concepimento al suo tramonto”, perciò un ennesimo           nente, della promozione delle vocazioni e alla riafferma-
appello al dialogo interculturale ed ecumenico, per con-         zione del celibato.
tenere strutture di morte, peccato, violenza e ingiustizia.
Tra le proposte citiamo quella di un fondo mondiale per          Il testo prospetta, in conclusione, la costituzione di un
coprire parte dei bilanci delle comunità amazzoniche e la        organismo episcopale permanente e rappresentativo, che
creazione di un osservatorio socio-ambientale pastorale,         promuova la sinodalità nella Panamazzonia in articola-
che lavori con i vari attori ecclesiali nel continente, a par-   zione con il Celam e la Repam (servizio di coordina-
tire dal Consiglio Episcopale Latino-americano (Celam)           mento delle attività di religiosi e organizzazioni gover-
e con i rappresentanti delle etnie autoctone.                    native cattoliche in Amazzonia). A quest’ultimo affida,
                                                                 attraverso una commissione ad hoc, lo studio e l’even-
La conversione sinodale                                          tuale elaborazione di un rito amazzonico “che esprima il
Una conversione sinodale è necessaria affinché “in tale          patrimonio liturgico, teologico, disciplinare e spirituale
orizzonte di comunione e partecipazione cerchiamo i              amazzonico”.
                                                                   (Liberamente tratto da: www.avvenire.it; www.vatican news.va)
nuovi cammini ecclesiali, soprattutto nella ministeria-                                      Per il testo integrale del Documento:
lità e nella sacramentalità della Chiesa con volto amaz-           www.press.vatican.va/content/salastampa/it/bollettino/pubblico/
zonico”.                                                                                             2019/10/26/0820/01706.html

                      A tutti i nostri lettori, alle loro famiglie, ai nostri
                          inserzionisti auguriamo un Natale santo,
                                    latore di pace, luce e speranza.

                                                                                                       Dicembre 2019 – INSIEME
INSIEME - Auguri di un Santo e Gioioso Natale - Benvenuti
6                     fede
      Il dogma dell’Immacolata Concezione

    G
              ià celebrata dal secolo XI, la solennità dell’Im-
              macolata Concezione della Vergine Maria si
              inserisce nel contesto dell’Avvento e del Natale,
    congiungendo l’attesa messianica e il ritorno glorioso di
    Cristo con la memoria della Madre. In tal senso questo
    periodo liturgico deve essere considerato un tempo par-
    ticolarmente adatto per il culto della Madre del Signore.
    Immacolata Concezione significa che la Vergine Maria, pur
    essendo stata concepita dai suoi genitori (sant’Anna e san
    Gioacchino) così come vengono concepite tutte le creature
    umane, non è mai stata toccata dal peccato originale fin dal
    primo istante del suo concepimento.
    Ciò perché la Vergine Maria non solo avrebbe dovuto conce-
    pire il Verbo incarnato e quindi portare con sé, nel Suo Grem-
    bo, il Dio fattosi uomo; ma anche perché avrebbe dovuto dare
    al Verbo incarnato la natura umana. Cristo è vero Dio ma an-
    che vero uomo, nell’unico soggetto che è divino. Perciò, non
    si può pensare che Dio, somma perfezione e somma purezza,
    possa aver ricevuto la natura umana da una creatura toccata
    –anche se brevemente – dal peccato e, quindi, in quanto tale,
    soggetta in qualche modo all’azione del Maligno.
    Il dogma fu promulgato nella Cappella Sistina dal beato Pio
    IX l’8 dicembre 1854. Il Pontefice, durante il suo esilio in
    Gaeta (1849-1851) – dovuto alla Rivoluzione mazziniana
    che nel 1848-1849 aveva portato alla costituzione della Se-
    conda Repubblica Romana, per sua natura massonica e anti-
    cristiana – aveva fatto voto in una cappella dedicata all’Im-
    macolata che, qualora avesse ricevuto la grazia del ritorno a
    Roma e del ripristino dell’ordine cristiano nell’Europa allora
    sconvolta dalla Rivoluzione, avrebbe appunto impegnato
                                                                         Bartolomé Esteban Murillo, L’immacolata.
    tutto se stesso nell’attuazione della proclamazione del gran
    dogma mariano. Come Pio IX ebbe poi a dire, sentì tale esi-
    genza come una chiamata interiore, che ricevette mentre era          si avrà quattro anni dopo a Lourdes (La Vergine si presentò a
    assorto in preghiera dinanzi all’immagine dell’Immacolata.           Bernadette con queste testuali parole: “Io sono l’Immacolata
    Vari i motivi per cui il dogma è stato promulgato solo nel           Concezione”), furono una risposta cattolica a questo errore. Se
    diciannovesimo secolo.                                               la Vergine Maria è stata concepita immacolatamente vuol dire
    Innanzitutto perché il dogma dell’Immacolata Concezione è un         che tutti gli altri uomini nascono macchiati dal peccato. E la sal-
    dogma di approfondimento della Rivelazione (approfondimen-           vezza non ci viene dalla scienza o dal progresso, ma solo dalla
    to vuol dire che è comunque contenuto implicitamente nella           grazia divina e dalla nostra adesione – di fede e di opere – alla
    Rivelazione) per cui era naturale che tale approfondimento av-       Redenzione di Cristo. Occorre aggiungere anche che il fatto
    venisse nel corso della storia. Inoltre perché tale dogma fu una     che si sia atteso tanto tempo prima di promulgare il dogma, è
    risposta all’influenza illuminista (prima) e positivista (poi) che   fattore ulteriormente accertativo della validità della decisione
    affermavano una sorta di “immacolata concezione” dell’uomo.          di Pio IX, in quanto fu frutto di secolari discussioni teologiche,
    Si tratta del mito del buon selvaggio secondo cui l’uomo sa-         che, pur basate su iniziali posizioni distanti, portarono però alla
    rebbe in natura buono ma poi verrebbe rovinato dalle strutture       scoperta della verità sulla materia del dogma. Inoltre, un altro
    sociali. La conseguenza di questa errata antropologia era il rite-   fattore decisivo, era costituito dal fatto che ormai già da secoli,
    nere che la soluzione di ogni male non stesse prima di tutto nel-    ovunque nella cattolicità, si venerava Maria anche sotto il titolo
    la conversione del cuore dell’uomo ma solo nella teorizzazione       di Immacolata, e centinaia erano le cappelle già consacrate al
    di ideologie rivoluzionarie e utopiche atte a realizzare una sorta   suo immenso privilegio. Proprio in una di queste, come detto,
    di “paradiso sulla terra”. Ebbene, il dogma dell’Immacolata          il beato Pio IX ebbe la suggestione di giungere alla grande epo-
    Concezione nel 1854 e la sua conferma venuta dall’Alto che           cale decisione del dogma.

    INSIEME – Dicembre 2019
INSIEME - Auguri di un Santo e Gioioso Natale - Benvenuti
7

Nemica del male amata per sempre
                              L’Immacolata e la nostra umanità
Le parole di Ermes Ronchi (da Avvenire, 08.12.2009) ci
aiutano a comprendere e vivere con consapevolezza la
festa grande dell’Immacolata Concezione.

 “Vergine, se tu non riappari / anche Dio sarà triste”
(Davide Turoldo). Se tu non riappari come alfabeto di
speranza, come modello d’umano, il cristianesimo si fa
triste, impoverito di tutta la dimensione gioiosa e dan-
zante del Magnificat, della dimensione gratuita e festosa
del vino di Cana, di un Dio che privilegia non lo sforzo,
ma il dono. Si impoverisce del primo annuncio dell’an-
gelo a Maria: “Kaire, sii lieta, sii felice, tu sei colmata
di grazia”.
Questa parola mai risuonata prima nella Bibbia, quel
nome inaudito - Piena di grazia -, che ha il potere di stupi-
re Maria perché nulla di simile aveva mai letto nel Libro,
significa: tutto l’amore di Dio è su di te; significa: il tuo
nome è “amata per sempre”.
L’annuncio dell’angelo si estende da Maria a ogni creden-
te: gioisci, il tuo nome è “amato per sempre, amato miste-
ro di peccato e di bellezza”. In un mondo di disgrazia è
possibile ancora trovare grazia, anzi è la grazia che trova
noi.
Questo nodo di ombra e di luce che compone la nostra
umanità profonda, è affiorato alla coscienza della storia
in molti modi, ad esempio nella architettura del romanico        Giovan Battista Tiepolo, L’Immacolata (particolare).
pisano e senese: sulle facciate, sulle fiancate, sui pilastri,
sugli archi di queste chiese si alternano linee di pietre
bianche e linee dal colore dell’ombra: verde scuro o nero.       Anche Lei ha lottato con il serpente, ha conosciuto la fati-
Questa alternanza di luce e di notte è la trascrizione sa-       ca del credere, la crescita nella fede, la noia del quotidia-
piente della profonda conoscenza dell’uomo che il grande         no, il dolore lacerante e poi l’abbraccio pacificante.
Medioevo conservava. Il bianco e il nero che si alternano        Immacolata non significa senza tentazioni o senza fatica
in ogni persona umana, il bene e il male che intrecciano         del cuore. Anche Eva era immacolata, eppure è caduta,
profondamente le loro radici nel cuore, spesso in modo           con il cuore diviso.
inestricabile, in Maria non ci sono, lei è l’inizio dell’uma-    I dogmi che si riferiscono a Maria riguardano anche noi,
nità finalmente riuscita.                                        sono la grammatica per capire l’umanità, per parlare la
“Non temere, Maria”, aggiunge l’angelo. Lei è la donna           lingua di ogni uomo, perché il suo destino è il nostro. Ce-
senza paura. La paura entra nel mondo dopo il peccato.           lebriamo con l’Immacolata la festa di tutta la luce sepolta
Nel paradiso terrestre Adamo parla con Dio e con il ser-         in noi e che dobbiamo liberare. Festa delle radici sante e
pente, e non ha paura. Poi volta le spalle a Dio, e la prima     profezia del nostro destino: “amati e santi”, santi perché
emozione che prova è la paura: mi sono nascosto, ho avu-         amati (Rom 1,7).
to paura. Gli occhi della paura, la percezione di pericolo       Piena di grazia la dice l’angelo, Immacolata la procla-
nascono con il male, perché il peccato è minaccia per la         ma il popolo cristiano ed è la stessa cosa. È bello risen-
vita, è l’anti-vita.                                             tire oggi, da Dio e dal suo angelo, i due nomi di Maria
Prima della caduta niente e nessuno era pericoloso per la        e, in Eva, di ogni creatura: nemica del male e amata per
vita, niente minaccioso. Il peccato porta il suo triste corteo   sempre. E ascoltare, in pagine piene di ali e di fessure
di paure, perché in qualche modo percepiamo che è peri-          sull’eterno, l’inedito: una donna che parla con Dio e con
coloso per la vita, è diminuzione d’umano, sottrazione di        gli angeli come un profeta o un patriarca. E per la prima
esistenza.                                                       volta, nei dialoghi con il cielo, è a una creatura della terra
Tuttavia Immacolata non significa preservata dalla lotta.        che spetta l’ultima parola.

                                                                                                     Dicembre 2019 – INSIEME
INSIEME - Auguri di un Santo e Gioioso Natale - Benvenuti
8       spiritualità
      La follia di Dio e il senso profondo
        della venuta al mondo di Gesù
              La riflessione sul Natale di un biblista controcorrente,
                                frate Alberto Maggi

                                                                                          È Natale
                                                                                    di Madre Teresa di Calcutta

                                                                                          È Natale ogni volta
                                                                                       che sorridi a un fratello
                                                                                          e gli tendi la mano.
                                                                                          È Natale ogni volta
                                                                                         che rimani in silenzio
                                                                                          per ascoltare l’altro.
                                                                                          È Natale ogni volta
                                                                                    che non accetti quei principi
                                                                                       che relegano gli oppressi
                                                                                       ai margini della società.
                                                                                          È Natale ogni volta
                                                                                 che speri con quelli che disperano
    Con Gesù Dio non è più da cercare, ma da accogliere.                          nella povertà fisica e spirituale.
                                                                                          È Natale ogni volta
    “ Solo un Dio pazzo poteva pensare di diventare un uomo.                           che riconosci con umiltà
    Ma chi gliel’ha fatto fare al Signore di lasciare il privi-                    i tuoi limiti e la tua debolezza.
    legio della condizione divina per assumere la debolezza                               È Natale ogni volta
    della condizione umana?                                                             che permetti al Signore
    In ogni tempo il sogno dei potenti è stato quello di diven-                  di rinascere per donarlo agli altri.
    tare dèi, di elevarsi sopra di tutti (“Salirò in cielo, sulle
    stelle di Dio innalzerò il trono… mi farò uguale all’Al-
    tissimo”, Is 14,12.14). Raggiungere il Signore è stata
    anche la massima aspirazione di ogni persona religiosa:
    salire, spiritualizzarsi, per fondersi misticamente con il      tra Dio e gli uomini, e tra questi e il loro Signore. Con
    Dio invisibile. I potenti pensavano di raggiungere Dio e        Gesù Dio non è più da cercare, ma da accogliere. L’uo-
    di essere al suo pari mediante l’accumulo del potere per        mo non deve salire per incontrare il Signore, ma scendere
    meglio dominare il popolo; le persone religiose aspira-         verso gli altri uomini, perché in Gesù Dio si è fatto uomo,
    vano a unirsi a Dio attraverso l’accumulo delle preghiere       profondamente umano e non chiede di essere servito, ma
    per presentarsi quali modelli di santità. Ma più l’uomo si      lui si è messo a servizio di ogni uomo.
    separava dagli altri per incontrare Dio e più questi pareva     Per questo, che una persona sia in comunione con Dio non
    allontanarsi, diventare irraggiungibile.                        si vede da quel che crede, ma da come ama, non da quanto
    Con Gesù si è capito perché. Con il Natale Dio diventa          prega, ma da quanto presta ascolto ai bisogni degli altri,
    uomo, abbassandosi al livello di ogni altra creatura. Solo      non dai sacrifici verso Dio, ma dal sapersi sacrificare per il
    la “follia di Dio” (1 Cor 1,25) poteva spingere l’Altissimo     bene dell’altro. È questa la meravigliosa sorpresa del Na-
    non solo a diventare un uomo, ma a restarlo: “Svuotò se         tale del Signore: più l’uomo è umano e più scopre e libera
    stesso, assumendo una condizione di servo, diventando           il divino che è in lui, un Dio che non assorbe le energie de-
    simile agli uomini” (Fil 2,7). Non si era mai sentito par-      gli uomini, ma gli comunica le sue, un Dio che non chiede
    lare di un Creatore che si abbassava al livello delle sue       di vivere per lui ma di lui, e, con lui e come lui, irradiare
    creature.                                                       amore, tenerezza e compassione per ogni creatura, un Dio
    Il Signore l’ha fatto, per amore della sua creazione, l’u-      che non chiede di obbedire a un Libro ritenuto sacro, ma
    manità. Con la nascita di Gesù, Dio non è più lo stesso e       di considerare sacra ogni creatura.
    l’uomo neanche. È cambiato completamente il rapporto                                                      (da: www.ilLibraio.it)

    INSIEME – Dicembre 2019
INSIEME - Auguri di un Santo e Gioioso Natale - Benvenuti
devozione                                          9

 La Novena di Natale per prepararsi
        alla nascita di Gesù
L
       a Novena di Natale si celebra nei nove giorni pre-            Convitto Ecclesiastico che i missionari gestivano per la for-
       cedenti la solennità del Natale cioè a partire dal            mazione del clero.
       16 dicembre fino al 24. Comprende vari testi che              Fra i missionari maggiormente stimati del Convitto vi era il
vogliono aiutare i fedeli a prepararsi spiritualmente alla           padre Carlo Antonio Vacchetta (1665-1747), che era “ma-
festa della nascità di Gesù.                                         estro di sacre cerimonie e prefetto della chiesa e del canto”.
Fino al Concilio Vaticano II si celebrava in latino, dopo il Con-    Amico e frequentatore della casa dei missionari era il beato
cilio ne sono state approntate traduzioni nelle varie lingue.        Sebastiano Valfré.
In generale, le novene sono celebrazioni popolari che nell’arco      Entrambi avevano una particolare pietà verso l’umanità di Gesù
dei secoli hanno affiancato le “liturgie ufficiali”. Esse sono an-   e ne propagavano la devozione invitando i fedeli a contemplare
noverate nel grande elenco dei “pii esercizi”. «I pii esercizi»,     e ad adorare il mistero dell’Incarnazione e della Natività di Cri-
afferma J. Castellano, «si sono sviluppati nella pietà occidentale   sto. È in questo ambiente particolarmente attento a vivere litur-
del Medioevo e dell’epoca moderna per coltivare il senso della       gicamente il Mistero di Gesù, Verbo Incarnato, che fu scritta e
fede e della devozione verso il Signore, la Vergine, i santi, in     per la prima volta eseguita in canto la Novena di Natale.
un momento in cui il popolo rimaneva lontano dalle sorgenti          La tradizione attribuisce a padre Vacchetta la redazione dei
della Bibbia e della liturgia o in cui, comunque, queste sorgenti    testi e della musica.
rimanevano chiuse e non nutrivano la vita del popolo cristiano».     Grazie alle missioni popolari portate avanti dai vincenziani,
                                                                     la Novena fu diffusa in Piemonte, e da qui in tutta Italia. La
                                                                     diffusione fu facilitata dal fascino del suo canto e dalla sem-
Le origini storiche                                                  plicità della melodia.
La Novena del Santo Natale fu eseguita per la prima volta in         A favorirne la devozione e la diffusione fu Gabriella Marol-
una casa di missionari vincenziani di Torino nel Natale del          les delle Lanze, marchesa di Caluso. Questa, che aveva vis-
1720, nella chiesa dell’Immacolata che si trovava a fianco del       suto una giovinezza spensierata, e si era sposata prima con
                                                                     Carlo Agostino di Sale delle Lanze, e poi con il marchese di
                                                                     Saluzzo, rimasta vedova, e venuta ad abitare nei pressi della
                                                                     casa dei vincenziani di Torino, scelse come direttore spiri-
                                                                     tuale il superiore, padre Domenico Amosso. E frequentando
                                                                     la chiesa dell’Immacolata restò particolarmente commossa
                                                                     dalle funzioni di preparazione al Natale, per cui stabilì nelle
                                                                     sue disposizione testamentarie che si facesse “ogni anno et
                                                                     in perpetuo la suddetta Novena”.

                                                                     Significato della Novena
                                                                     Le profezie della nascita di Gesù furono tratte da brani
                                                                     dell’Antico Testamento e particolarmente dal profeta Isaia.
                                                                     In esse è espresso non solo il profondo desiderio messiani-
                                                                     co dell’Antico Testamento con il desiderio che Dio si faccia
                                                                     presente sulla terra, ma in maniera espressiva viene cantata
                                                                     la supplica per la venuta di Gesù, l’eterno Presente nella sto-
                                                                     ria degli uomini.
                                                                     Varie sono le metafore che alimentano la gioia dell’attesa
                                                                     nella Novena: Gesù verrà come luce, come pace, come ru-
                                                                     giada, come dolcezza, come novità, come Re potente, come
                                                                     dominatore universale, come bambino, come Signore giusto.
                                                                     La Novena vuole suscitare un atteggiamento nel credente:
                                                                     fermarsi ad adorarLo.

                                                                     La forma tradizionale
                                                                     La novena di Natale, pur non essendo “preghiera ufficiale”
                                                                     della Chiesa, costituisce un momento molto significativo
                                                                     nella vita delle nostre comunità cristiane. Proprio perché non
                                                                     è una preghiera ufficiale essa può essere realizzata secondo
                                                                     diverse usanze, ma un indiscusso “primato” spetta alla nove-
                                                                     na tradizionale, nella notissima melodia gregoriana nata sul
                                                                     testo latino ma diffusa anche nella versione italiana curata
                                                                     dai monaci benedettini di Subiaco.
                                                                                                     (fonte: www.famigliacristiana.it)

                                                                                                            Dicembre 2019 – INSIEME
INSIEME - Auguri di un Santo e Gioioso Natale - Benvenuti
10      dalla missione di Berna
                                                                     RICORRENZE
        Agenda Pastorale dicembre 2019                               Novena dell’Immacolata 1-8 dicembre: ore 18.00, pri-
      MESSE DOMENICALI                                               ma della S. Messa, con la preghiera del Rosario
      BERNA                                                          Lunedì 9 dicembre: Immacolata Concezione B. V. Ma-
      Sabato ore 18.30 Prefestiva                                    ria. Berna: S. Messa della festività ore 18.30
      Domenica ore 11.00 e 18.30                                     Lunedì 26 dicembre: S. Stefano protomartire
      Domenica 15 dicembre: S. Messa ore 11.00 per Am-               Domenica 29 dicembre: Sacra Famiglia
      malati e Disabili, animata dalla Diaconia FAC.
                                                                     APPUNTAMENTI
      BÜMPLIZ
                                                                     Cammino di Fede – Lectio Divina: v. flyer pag. 11
      ogni domenica ore 9.30
                                                                     Domicil Schwabgut: venerdì 6 dicembre S. Messa ore
      Domenica 22 dicembre: S. Messa bilingue
                                                                     15.00
      MÜNSINGEN                                                      Famiglie con bambini 0-5 anni: 8 dicembre ore 16.00
      domenica 1 dicembre ore 16.00                                  Formazione Genitori: 14 dicembre ore 16.30
      KONOLFINGEN                                                    Diaconia FAC: domenica 15 dicembre Festa di Natale
      Domenica 20 dicembre ore 16:00                                 per gli ammalati e disabili (v. pag. 13)
                                                                     Gruppo Anziani ‘Essere Insieme’: ogni giovedì dalle
      OSTERMUNDIGEN                                                  14.00 alle 18.00. 19 Dicembre: Festa di Natale (v. pag.13)
      Sabato 14 dicembre ore 18.00                                   Liturgia Penitenziale Comunitaria e Confessione indi-
      Messa settimanale                                              viduale: venerdì 20 dicembre ore 19.30
      BERNA – ogni giorno alle ore 18.30                             CATECHESI
                                                                     Sabato 14 dicembre, ore 16.30: confessioni ragazzi/e del
      PERIODO DI NATALE                                              Catechismo
      Novena di Natale: Berna dal 17 dicembre durante la S.          Domenica 15, ore 16.00 presso la chiesa SS. Trinità:
      Messa ore 18.30                                                Concerto di Natale insieme alle MCLS e MCLP.
      Vigilia di Natale, martedì 24 dicembre
                                                                     Dal 21 dicembre al 6 gennaio: Vacanze di Natale –
      Berna: ore 17.00 S. Messa per Bambini, Famiglie, Anziani.
                                                                     Winterferien – SOSPESO IL CATECHISMO
      Ore 23.00 solenne S. Messa della Natività
      Konolfingen: S. Messa ore 23.00                                Pellegrinaggio in Giordania: v. flyer pag. 14
      Natale del Signore, mercoledì 25 dicembre
      Berna: Ss. Messe ore 11.00 e 18.30                              IL CORSO PER FIDANZATI, in preparazione al Matrimo-
      Bümpliz: S. Messa ore 9.30                                      nio Religioso, inizierà venerdì 10 gennaio 2020. Gli inte-
      Ostermundigen: S. Messa ore 11.00                               ressati si annuncino in Missione entro il 30 dicembre 2019.
      Capodanno
      Martedì 31 dicembre: Berna: S. Messa con il canto               Nel sito web della Missione (http://www.missione-ber-
      del TE DEUM ore 18.30                                           na.ch/it/agenda) trovate l’Agenda di tutte le attività sem-
      Mercoledi 1 gennaio – Maria SS. Madre di Dio:                   pre aggiornato. Vi invitiamo, pertanto, a consultarlo re-
      Berna: Ss. Messe ore 11.00 e 18.30                              golarmente.

                                    Missionari Scalabriniani:        Organisti:                               Konolfingen:
                                                                     Gianni Venuti, tel. 031 991 32 80         Chiesa parrocchiale, ore 16.00
                                    p. Antonio Grasso
                                                                     Fernando D’Amico                          (3a domenica del mese)
                                    p. Enrico Romanò
                                    p. Gildo Baggio                  tel. 031 991 21 12                       Münsingen:
                                                                     Patronato ACLI:                          Chiesa parrocchiale, ore 16.00
                                    Suore S. Giuseppe di Cuneo:
                                                                     il venerdì dalle 09.00-12.00,            (1a domenica del mese)
                                    sr. Albina Maria Migliore
                                                                     tel. 079 429 11 40,                      Sante Messe Feriali:
                                    Segretaria:                      raffaele.lavanga@acli.it                 Berna (MCLI), ore 18.30
                                    lun.-ven. 08.00-12.00
                                    Giovanna Arametti                Sante Messe Festive                      Battesimi:
     BERNA                                                           Berna:                                   1a e 3a domenica del mese
                                    Collaboratrice sociale:          MCLI
     Missione Cattolica Italiana                                                                               ore 11.00 e 12.15 alla Missione
                                    Roberta Gallo                    ore 18.30 (sabato prefestiva),            Confessioni:
     Responsabile:                  tel. 079 675 06 13               ore 11.00, ore 18.30                      sabato ore 18.00
     padre Antonio Grasso           mer. 9.30-12.30 e 13.30-17.30,
                                                                     Bümpliz:                                  e su richiesta alla Missione
     Bovetstrasse 1, 3007 Berna     giov. 14.00-17.00, ven. 9.00-
                                                                     Chiesa S. Antonio, ore 9.30               Matrimoni:
     tel. 031 371 02 43             13.00
                                                                                                               annunciarsi un anno prima
     fax 031 372 16 56              Direttore del Coro:              Ostermundigen:
     www.missione-berna.ch          Elvino Arametti                  Chiesa Buon Pastore, ore 18.00
     missione.berna@bluewin.ch      tel. 031 842 10 33               (2° e 4° sabato del mese – prefestiva)

     INSIEME – Dicembre 2019
dalla missione di Berna                                    11

                                    È NATALE
                                            N
                                                    atale: il Verbo eterno nasce come uomo da Maria Vergine.
                                                    Perché lui che ha tutto è venuto dove non c’è niente o c’è così
                                                    poco? Non solo, ma perché venire dove c’è il dolore e la mor-
                                            te? E sappiamo che a lui il dolore non è certo stato risparmiato.
                                            O ci raccontano favole, o dobbiamo ammettere candidamente che noi
                                            non capiamo niente della vita, del mondo, dell’esistenza, dell’uomo.
                                            “Dio avrebbe potuto accontentarsi di essere Dio – dice Meister Eckart,
                                            il successore di Sant’Alberto Magno alla Scuola di teologia di Colo-
                                            nia nel 1300 – ma non è quello che ha fatto: ha scelto di divenire
                                            uomo. Essere compassionevole è impossibile senza la fragilità, essere
                                            coraggioso è impossibile senza prove e senza sofferenza. Chi può co-
                                            noscere la gioia se non ha conosciuto il dolore?”.
                                            L’uomo quindi sarebbe la possibilità per Dio di nascere?
                                            Io sarei la possibilità che ha Dio di nascere?
                                            Se io sono la possibilità che ha Dio di nascere, allora io di me stesso
                                            non so niente, eccetto una cosa di cui sono certo: sarà una grande fa-
                                            tica per Dio nascere. Mi viene da dire: povero Dio, se hai scommesso
                                            tutto su di me. Ma di fronte a questo lui non si tira indietro!
                                            Mi rendo conto che, se non so niente di me stesso, ancor meno so
                                            dell’amore.
                                            Non lo spaventa nulla: il rifiuto, il dolore, la morte.
                                            Vuole nascere in me per amare il mondo attraverso di me, come scrive
                                            Margherita Porete, una mistica del 1300, facendo parlare Amore: “E
                                            questo egli vi manda a dire attraverso di me, che abbiate fiducia in lui,
                                            e che lui non amerà cosa alcuna senza voi”. In effetti, pensando alla
nostra esperienza, possiamo confer-
mare che, quando siamo innamorati
di qualcuna o qualcuno, tutto il resto                       LECTIO E CAMMINO DI FEDE
lo amiamo attraverso di lei o di lui.
A questo punto non posso non pormi             Le tradizionali Lectio di Avvento, riflessioni comunitarie sulla
la domanda: quanto amore arriverà al           parola Dio in preparazione al Natale, fanno parte del Cammino
mondo se Dio lo vuole amare attra-             di fede, iniziato il 25 ottobre. L’invito è aperto a tutti.
verso di me?                                   Date di dicembre: mercoledì 4, 11 e 18
Quindi, il Natale sarebbe che io sono
responsabile e di Dio e del mondo?
A questo punto diciamolo pure: ma
Dio non ha pensato le cose troppo
in grande? Non ha rischiato troppo?
Non ha presunto delle sue forze, o                                                    Una proposta per prepararci insieme al Natale
meglio delle nostre?
Pensieri da far “tremare le vene e i pol-
si”, per usare una espressione di un al-
tro mistico del 1300, Dante Alighieri.                                             In ascolto della Parola
                                                                Attraverso la lettura attenta del Vangelo della Domenica,
Però, se guardo il bambino nella cul-                         cercheremo di approfondire la conoscenza della Parola di Dio.
la, non sono preso da timore, ma da                                     La preghiera e la meditazione della Parola

una dolce fiducia.
                                                     ci aiuteranno a vivere in maniera più consapevole questo momento di “attesa”
                                                                                e di preparazione al Natale,
Forse proprio qui sta il segreto: nella                              andando incontro al Signore che nasce per noi.
direzione dello sguardo. E, dato che                                          Per 4 Mercoledì: 27.11; 04.12; 11.12; 18.12
non si può non guardare un bambino,                                                              Alle ore 19.30 in Chiesa
mi dico: c’è speranza nel mondo, è
Natale!                                              Missione Cattolica di Lingua Italiana – Bovetstrasse 1 CH– 3007 Berna. Tel: 031.3710243
                                    G. B.

                                                                                                                Dicembre 2019 – INSIEME
12      dalla missione di Berna

                                                 E se fossi io?
     “Ma vengono in Svizzera ancora tante persone dall’Ita-                A., che si arrangia in Italia facendo lavoretti in nero, si
     lia?”.                                                                rende conto a un certo punto di non poter più far fronte
     Pochi sono informati sul fenomeno migratorio italiano di que-         alle varie spese, si sente schiacciato, “come sott’acqua,
     sti ultimi anni. Si pensa inoltre che i connazionali siano ‘a po-     con la testa che di tanto in tanto emerge per prendere
     sto’, che se la cavino in qualche modo. Molto spesso non è            una boccata d’aria”. Il peso di portare avanti la famiglia
     così. Ecco la storia di A., uno dei tanti ‘nuovi arrivati’ a Berna.   lo costringe a prendere una decisione per niente facile:
                                                                           lasciare la famiglia ed emigrare.
                                                                           Aveva sempre sentito dire che in Svizzera si trova lavo-
                                                                           ro facilmente e “in passato, dopotutto, molti sono venuti
                                                                           con le loro famiglie... quindi perché non dovrebbe riu-
                                                                           scirci anche lui?”. Purtroppo A. non sa che nel frattempo
                                                                           le cose in Svizzera sono cambiate e che per fare anche
                                                                           lavori nell’ambito della ristorazione o nelle ditte di puli-
                                                                           zie bisogna avere una formazione accreditata e conoscere
                                                                           il tedesco.
                                                                           I datori di lavoro non possono assumere persone che non
                                                                           hanno il permesso di soggiorno e il permesso di soggiorno
                                                                           non viene rilasciato se non si ha una abitazione, che nes-
                                                                           suno ti dà se non hai un lavoro. E così A. dopo un mese
                                                                           non sa ancora se riuscirà a rimanere in Svizzera o tornare
                                                                           a casa sconfitto. Ci vorrebbero aziende disposte ad inve-
                                                                           stire in un progetto di formazione e inserimento per gli
                                                                           immigrati.
                                                                           Chi avesse idee, proposte, suggerimenti può contattarci
                                                                           all’indirizzo info@welchome.ch.

                        Succede anche in Svizzera
     Lunedì 28 ottobre si è tenuta alla Missione di Berna una              spesso può essere un vicino, un cliente di un ristorante,
     serata informativa sulla “TRATTA DI ESSERI UMANI”.                    ad accorgersi che qualcosa non va e aiutare queste vit-
     Titolo della relazione, tenuta da R. Iannarelli, consulente           time. Come nel caso di Kamal di 21 anni, venuto dal
     OIM per il ritorno e la integrazione delle vittime di tratta:         Bangladesh, o di Katalin, venuta dall’Ungheria, storie
     SUCCEDE ANCHE IN SVIZZERA.                                            raccontate nella serata.

     Molti dei presenti, accorsi numerosi, si sono resi conto              Un Autobus informativo ha aiutato i presenti a farsi un’i-
     per la prima volta di un fenomeno che pensavano lon-                  dea della complessità e gravità del fenomeno, spesso oscu-
     tano, e che invece avviene anche sotto i nostri occhi,                ro. La Tratta costituisce una «piaga profonda nell’umanità
     anche qui in Svizzera, senza che ce ne accorgiamo. Per-               di chi la subisce e di chi la attua. Per questo essa è da
     sone costrette a lavorare in nero con turni massacranti,              ritenersi un crimine contro l’umanità», come si è espresso
     per pagare il denaro del trasporto, per esempio, con la               Papa Francesco, incoraggiando le chiese locali e gli orga-
     minaccia di rivalersi sulla famiglia in patria se si lamen-           nismi ecclesiali a farsi carico di questo problema, incorag-
     tano o vanno dalla polizia. Prendere coscienza del feno-              giando coloro che già se ne occupano, come “avanguardie
     meno è importante, perché è un fenomeno sommerso, e                   nell’azione missionaria della chiesa”.
     INSIEME – Dicembre 2019
dalla missione di Berna                         13

               PERCHÉ FARE LA CRESIMA
A
        nche se non si è ancora sparsa la voce che il 5°
        gruppo della catechesi farà la cresima, loro però
        stanno marciando svelti lungo il cammino della
preparazione. Dopo l’incontro del 19 ottobre, i ragazzi si
sono fermati per rispondere a delle domande:
Perché si sono messi in cammino? Cosa sono disposti a
dare nel loro “sì” come testimoni di Dio e membri della
Chiesa? Qual è e quale sarà il loro ruolo come cresimati?
Le risposte mostrano l’unione che hanno tra di loro i ra-
gazzi. Vogliono aiutare quelli con difficoltà nel gruppo, a
essere supporter – ovvero coloro su cui ci si può appog-
giare.
Pronti ad arrivare a un momento molto importante, i ra-
gazzi scelgono di sacrificare il tempo libero, difendere il
gruppo e a discutere – sia su sé stessi che sul mondo.
L’obiettivo che hanno davanti agli occhi è di approfondire
la fede, continuare un cammino (...) perché è importante
avere qualcosa in cui credere e di farlo per un futuro mi-
gliore.
E tu, perché fai/hai fatto la Cresima?
Facci conoscere la tua testimonianza inviando una mail
alla nostra catechista: saraie.esposito@hotmail.it

                                FESTE DI NATALE
  Gruppo Volontari “Diaconia F.A.C” (Fraterno Aiuto Cristiano) e Gruppo Anziani “Essere Insieme”

Diaconia è una parola greca che vuol dire “servizio” e che        GIOVEDÌ 19 DICEMBRE 2019 per il gruppo anziani
oggi possiamo rendere anche con “volontariato”. La natu-          “ESSERE INSIEME”
ra stessa della chiesa è di essere a servizio dell’uomo in        • Ore 11.45 solenne S. Messa nella Chiesa della Missione
tutte le situazioni, specialmente là dove se ne sente di più      • Ore 13.00 pranzo natalizio presso il salone teatro “Sca-
il bisogno.                                                          labrini”
Un gesto concreto tradizionale di questo servizio sono le         Chi desidera partecipare si annunci entro giovedì 12
feste di Natale per i malati, i disabili e gli anziani, con Ce-   dicembre.
lebrazione della S. Messa e il pranzo comunitario.

DOMENICA 15 DICEMBRE 2019 Festa per AMMA-
LATI, DISABILI e ANZIANI
• Ore 11.00 solenne S. Messa nella Chiesa della Missione
• Ore 12.30 festoso pranzo natalizio presso il Ristorante
   “Pane e vino” della Missione.
Chi desidera partecipare si annunci entro domenica 8
dicembre.

                                                                                                     Dicembre 2019 – INSIEME
14      dalla missione di Berna
                                                                        Sono tornati alla Casa del Padre
     Vita della Comunità
                                                                 † DI GIACOMO Donato Nato l’8.09.1941 a Notaresco (TE),
                                                                 è deceduto il 5.10.2019 a Gümligen. Riposa presso il cimitero
                          Matrimoni                              di Gümligen.
                                                                 † DORIA Carlo Rocco Nato l’8.10.2019 a Berna, è deceduto
                                                                 l’8.10.2019 a Berna.
                                                                 † IMBESI Santi Nato il 16.01.1937 a Berna, è deceduto il
                                                                 10.10.2019 a Berna. Riposa presso il cimitero di Schosshal-
                                                                 den.
                                                                 † D’ANDREA Mariantonia Nata il 6.07.1956 a S. Sofia d’E-
                                                                 piro, è deceduta il 12.10.2019 a Köniz. Riposa presso il cimi-
                                                                 tero di Schosshalden.
                                                                               † MELZI Luigi Nato il 5.04.1939 a Episcopia
                                                                               (PZ), è deceduto il 13.10.2019 a Berna. Riposa
                                                                               presso il Cimitero di Köniz.
                  Anniversario 50 anni di
               Antonio e Ljubica Tommasone
                       6 ottobre 2019                                          † SANDRI Wilma Nata il 7.07.1924, è deceduta
                                                                               a Berna il 20.10.2019.

                                                                               † DE PAOLIS Paola Rossana Nata a Berna il
                                                                               13.02.1960, è deceduta il 21.10.2019 a Berna.
                                                                               Riposa presso il cimitero di Bremgarten.

                                                                 † GIOVANELLI Marino Nato il 2.11.1931 a Riccione (RN),
                                                                 è deceduto il 5.11.2019 a Berna. Riposa presso il cimitero di
                                                                 Bremgarten.
                                                                 Agli occhi degli stolti parve che morissero; la loro fine fu ri-
                                                                 tenuta una sciagura, la loro partenza da noi una rovina, ma
                 Anniversario 50 anni di                         essi sono nella pace (Sap., 3, 2-3).
             Marisa Lizzit e Ettore Pischedda
                     13 ottobre 2019

       Perciò l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà
       alla sua donna e i due saranno una cosa sola. Così essi
       non sono più due ma un unico essere. Perciò l’uomo non
             separi ciò che Dio ha unito (Matteo 19:5,6).

                                                                 PELLEGRINAGGIO IN GIORDANIA
                       A.C.F.E
                                                                 dal 13 al 20 aprile 2020
        Associazione Centro Familiare Emigrati                   Prezzo a persona in camera doppia CHF 2095.–
                Seftigenstrasse 41 – CH-3007 Bern                Supplemento camera singola (*) CHF 370.–
                                                                 Assicurazione contro le spese d’annullamento + SOS
           Tel. +41 31 381 3106    Fax +41 31 381 9763
                                                                 CHF 105.– / 125.– (*) Posti limitati. Iscrizioni quanto prima!
         info@centrofamiliare.ch     www.centrofamiliare.ch      Per informazioni: MCLI, Tel. 031 371 02 43
                                                                 Per informazioni e iscrizioni: italtours 031 370 90 90

     INSIEME – Dicembre 2019
dalla missione di
                                                                                       Burgdorf-Utzenstorf,
                                                                                           Langenthal                               15
Agenda Pastorale
                                             Sabato 21 dicembre                            Gennaio 2020
                                             S. Messa:                                     Mittwoch 1 gennaio
                                             – o re 17.30 Utzenstorf (it./ted.)           SS. Messe:
                                                                                           – ore 11.00 Burgdorf (it./ted.)
                                             Domenica 22 dicembre                          – ore 16.30 Langenthal
                                             SS. Messe:
                                             – o re 9.00 Burgdorf                         Ragazzi
                                             – o re 11.00 Roggwil (it./ted)               Roggwil/Langenthal
                                                                                           6 dicembre 19.00
                                             Martedi 24 dicembre                           (Prove generali a Roggwil)
                                             Vigilia del S. Natale
                                             SS. Messe:                                    Over 60
                                             – o re 19.00 Roggwil                         Herzogenbuchsee / Langenthal
                                             – o re 23.30 Burgdorf (it./ted.) con la      11 dicembre 14.30 – 17.00 “Avvento,
                                               partecipazione del Coro Svizzero            tradizione dei dolci di Natale” pres-
                                               Cäcilia                                     so la Kirchgemeindehaus di Herzo-
                                                                                           genbuchsee
                                             Mercoledi 25 dicembre
                                             Solennità di Natale                           Burgdorf
Dicembre 2019                                SS. Messe:                                    12 dicembre 15.30 – 18.30 “Avvento,
                                             – o re 9.00 Burgdorf                         tombola”
Domenica 1 dicembre                          – o re 11.00 Roggwil (it./ted.)
SS. Messe:                                                                                 Gruppo Preghiera
– o re 11.00 Utzenstorf                     Domenica 29 dicembre                          “Rinnovamento dello Spirito
– o re 16.30 Langenthal                     SS. Messe:                                    Herzogenbuchsee
                                             – o re 11.00 Burgdorf con la partecipa-       4 dicembre ore 19.30
Sabato 7 dicembre                              zione del Coro della Missione               11 dicembre ore 19.30
S. Messa:                                    – o re 16.30 Langenthal                      18 dicembre ore 19.30
– o re 17.00 Langnau (it./ted.tam.)

Domenica 8 dicembre
S. Messa:                                                          È tornato alla Casa del Padre
– ore 9.00 Burgdorf
– ore 11.00 Herzogenbuchsee (it./ted.)        † Salvatore CUORDILEONE
Sabato 14 dicembre                                                Nato il 01.01.1936 a Santa Caterina Villarmosa (CL) è de-
S. Messa:                                                         ceduto il 14.09.2019 a Langenthal.
– ore 18.00 Burgdorf (it./ted.)
Domenica 15 dicembre                                              “Io sono ormai in questa luce, non piangete se mi amate.
SS. Messe:                                                        Sono ormai assorbito nell’incanto di Dio e nella sua sconfi-
– ore 9.00 Burgdorf                                              nata bellezza.” Riposa nel cimitero di Langenthal.
– ore 11.00 Roggwil

                                   Pestalozzistrasse 48                                               Hasenmattstrasse 36
                                   3400 Burgdorf                                                      4900 Langenthal
                                   tel. 034 422 54 20                                                 tel. 034 422 54 20
                                                                                                      missione@kath-burgdorf.ch
                                   cellulare del Missionario:
                                   079 108 46 19                                                      Missionario:
                                   missione@kath-burgdorf.ch                                          Waldemar Nazarczuk
                                   Missionario:                                                       Segreteria:
                                   Waldemar Nazarczuk                                                 Nadia Rosa
                                                                                                      Per comunicazioni e
                                   Segreteria:                                                        appuntamenti:
                                   Nadia Rosa                                                         tel. 034 422 54 20
                                   martedì, mercoledì e giovedì                                       In casi urgenti:
                                   ore 08.15-12.15                                                    tel. 079 108 46 19
                                   Coro di Missione:                                                  Patronato INAS:
BURGDORF                           martedì ore 20.00                 LANGENTHAL                       3o giovedì del mese,
Missione Cattolica Italiana                                          Missione Cattolica Italiana      ore 14.00-18.00

                                                                                                          Dicembre 2019 – INSIEME
dalla missione di
          Burgdorf-Utzenstorf,
16            Langenthal

       FESTA DI NATALE
       Con canti e recite i bambini e i ragazzi augureranno Buon Natale ai genitori, ai parenti, agli amici e alla comunità.

       Langenthal / Roggwil                                             Burgdorf
       La festa di Natale si terrà il 7 dicembre alle ore 19.00 nella   La festa di Natale si terrà il 14 dicembre alle ore 19.00 nella
       sala parrocchiale di Roggwil.                                    sala parrocchiale di Burgdorf.
       Chi volesse offrire dolci o altre specialità può                 Chi volesse offrire dolci o altre specialità può
       contattare Anna Sacheli                                          contattare Rosalba Di Luca
       telefono (062 929 18 62).                                        telefono (076 524 60 14).

                                          Fotocronaca delle nostre attività

     OVER 60 Herzogenbuchsee / Langenthal
     Pomeriggio ricreativo con Umberto Castra «Cantando sen-tiamo il nostro corpo, lasciamo andare le tensioni e respiriamo
     meglio» Cantare non soltanto ci rende felici, ma fa bene anche alla nostra salute.

                          Matrimonio

       Si sono uniti in matrimonio il 3.8.2019 nella Chiesa di S.
       Michele Arcangelo di Castrignano del Capo (LE), Chiffi
       Alessandro e Vantaggio Alessia.
       L’amore fra sposi cristiani partecipa dell’amore di              Corso memoria attiva
       Cristo: essi si amano come lui li ha amati; per questo           Un corso di stimolazione cognitiva per combattere l’invecchi-
       essi assaporano la gioia che Gesù stesso dona.                   amento della mente attraverso esercizi per il potenziamento di
                                              Giovanni 15, 9-12         memoria, linguaggio, attenzione, orientamento, ragionamento,
                                                                        percezione e per il miglioramento dell’umore.

     INSIEME – Dicembre 2019
dalla missione di
                                                                               Burgdorf-Utzenstorf,
                                                                                   Langenthal                               17
Castagnata over 60
Un unico prodotto: La castagna, un frutto che, nei difficili anni di guerra, è stato una fonte importante di nutri-
mento per la popolazione civile. Come ogni anno la «CASTAGNATA» ha fatto incontrare gran parte della nostra
comunità per stare insieme, dialogare e gustare le caldarroste.

  Tutti per Natale ci aspettiamo qualcosa: chi un po’ di      incontrarlo nel proprio cuore, dove aspetta di nascere.
  pace, chi un po’ di salute, chi di ritrovare in fondo al    A chi chiede che almeno Lui non si metta contro, Dio in-
  proprio cuore un po’ di bontà perduta.                      via il Figlio perchè sia l’Emmanuele, cioè il Dio-con-noi.
  Ma il Natale cristiano supera ogni nostra attesa, anche     A chi si meravigliache Dio non l’abbia ancora fatta finita
  quelle più profonde.                                        con il nostro mondo, Egli mostra il volto di un bimbo che
  A chi aspetta un po’ di pace, il Signore dona la capacità   è venuto a seminare amore.
  di costruirla con i fratelli.                               A chi domanda di prolungare di qualche anno la proprio
  A chi attende qualche regalo, una telefonata, un augurio,   vita, spalanca la finestra su una giovinezza senza tramon-
  Egli dona un Bambino – Dio.                                 to.
  A chi cerca un po’ di bontà in fondo al proprio cuoree,     A chi lo saprà accogliere, Egli darà il potere di diventare
  Dio fa scoprire un tesoro da donare agli altri.             figli di DIO.
  A chi va dietro alla Stella, il Signore dona la grazia di                                           Don Natale Azzan

                                               BUONE FESTE
                       Il missionario, la segretaria e i collaboratori della Missione augura
                                 serene Feste Natalizie e un Felice Anno 2020.

                                                                                                  Dicembre 2019 – INSIEME
Puoi anche leggere
DIAPOSITIVE SUCCESSIVE ... Annulla