Sartorius ProControl for Windows : Basic

Sartorius ProControl for Windows : Basic

Istruzioni per l’uso Sartorius ProControl for Windows® : Basic Articolo 628990-BASIC 98646-002-46

Indice 3 Indice 4 Uso previsto e descrizione del sistema 5 Installazione 5 Installazione con CD-ROM 9 Attivazione della versione integrale mediante file di licenza 11 Gestione della licenza (licence viewer) 13 Impostazioni 13 Configurazione 18 Menu di setup per rilevamento su PC 19 Setup software 26 Gestione dati di base 31 Pianificazione 41 Copiatura dei controlli selezionati Funzionamento 45 Esecuzione di campionamento con tara fissa 48 Campionamento con il tipo di controllo Esecuzione di «pesata tara variabile» (tara – lordo) 48 Campionamento con il tipo di controllo Esecuzione «controllo distruttivo» (lordo – tara) 49 Rilevamento su PC: valutazione 51 Storno campionamento o pesata iniziale 53 Pesata della tara 55 Modifica della densità 56 Pesata test 56 Monitoraggio funzionamento: protocollo del campionamento in corso Valutazione 65 Statistica automatica 68 Valutazione grafica 70 Preparazione dati 72 Configurazione della scala delle assi 77 Valutazione del protocollo del campionamento 78 Stampa del protocollo del campionamento 79 Salvataggio dati ed archiviazione 81 Salvataggio volume banca dati 82 Riorganizzazione 84 Messaggi di errore 85 Indice delle parole chiave Spiegazione dei simboli In questo manuale di istruzioni sono stati impiegati i seguenti simboli: § indica i consigli per l’utilizzo $ indica i consigli per l’utilizzo, che possono essere eseguiti solo in base a certe condizioni > descrive cosa succede dopo l’esecuzione di una certa azione – si trova davanti ad una enumerazione ! indica un pericolo 3

Uso previsto e descrizione del sistema Range di funzioni Il Sartorius ProControl per Windows: versione base è un programma software per il controllo della quantità di riempimento con le seguenti caratteristiche: – Gestione dati centralizzata – Visualizzazione di un protocollo del campionamento in corso – Rilevamento del controllo dei preconfezionati a PC o mediante pollprogramm Ethernet con bilance compatte di controllo preconfezionati Combics 3 collegate. – Controllo della quantità di riempimento con tutte le modalità di tara – Valutazioni su stampante Windows – Gestione licenza software Le presenti istruzioni per l’uso descrivono il procedimento d’installazione e di disinstallazione su un PC con sistema operativo Windows® XP.

L’installazione sotto Windows® 2000 è molto simile all’installazione sotto Windows® XP. Configurazione minima: – CPU 400 MHz – Memoria di lavoro 256 MB RAM – Monitor 800 + 600 pixel – Windows® 2000 SP4 – Windows® XP SP1 Informazioni legali: Copyright Senza espressa autorizzazione scritta da parte della Sartorius AG è vietato riprodurre o trasferire parti di questa documentazione per qualsiasi tipo di utilizzo. La Sartorius AG si riserva tutti i diritti secondo la normativa sui diritti d’autore.

L’acquirente può utilizzare la documentazione solo per uso proprio e non può cederla a terzi né gratuitamente né previo compenso. Il programma memorizzato su questo CD è proprietà della Società Sartorius AG. Il software non può essere riprodotto, modificato, reingegnerizzato o modificato mediante integrazione. L’acquirente può utilizzare il software solo per uso proprio e non può cederlo a terzi né gratuitamente né previo compenso. Nel caso si avessero problemi con il software allegato, si prega di darne comunicazione al fornitore. La Sartorius AG è autorizzata ad utilizzare software attualizzati.

Non è prevista alcuna garanzia per software già installati. In caso di uso improprio del programma la responsabilità è dell’utente. Nota Windows® 2000, Windows® XP sono marchi di fabbrica registrati della Microsoft Inc.

Entità della fornitura – CD (versione integrale con file di licenza) – Istruzioni per l’uso 4

5 Installazione Installazione con CD-ROM § Avviare il programma d’installazione: \SPCfWBasic.exe Conferma del messaggio: § premere il pulsante [Next>] (Avanti) § Accettazione dell’accordo di licenza: selezionare «Accetto i termini dell’accordo» e continuare con il pulsante [Next>] (Avanti)

Indicare la cartella target = C:\Programmi\Sartorius AG\ SPCfWin-Basic e confermare con il pulsante [Next>] Avvertenza 1: molte installazioni Windows riservano il drive C: al sistema operativo ed utilizzano un drive separato D: per i software applicativi ed i dati.

In questo caso indicare D:\Programmi... Avvertenza 2: a seconda dalla lingua della versione Windows l’indicazione per la cartella «Programmi» può essere differente. Adattare in conformità il prompt dei comandi. La directory dei programmi non deve essere modificata a posteriori.

Selezionare i componenti di programma per il funzionamento e confermare con il pulsante [Next>]: $ La selezione consigliata è evidenziata. § Indicare la cartella target per i simboli di programma (scelta rapida) = ...\Sartorius AG\SPCfWin-Basic e confermare con il pulsante [Next>] 6

Installazione dei componenti di programma: § Fare clic sul pulsante [Install] > I file di programma vengono copiati sul disco rigido. § Selezionare la lingua § Uniformare i parametri d’interfaccia del computer alle impostazioni della bilancia (vedere anche il manuale d’istruzioni della bilancia).

Terminare l’installazione (setup): § Fare clic sul pulsante [Finish] > Dopo questa prima installazione il sistema viene considerato inizialmente come versione di prova. 8

Attivazione della versione integrale mediante file di licenza Caratteristiche della versione di prova Dopo la prima installazione il sistema viene considerato inizialmente come versione di prova. L’utente ha la possibilità di provare attivamente il sistema per un periodo di 30 giorni. A tale scopo sono disponibili tutte le funzioni del pacchetto software con tutti i moduli di programma.

Attivazione del sistema Per attivare il sistema per il funzionamento reale è necessario, dopo l’installazione, inviare i codici del sistema 2 e 3 al seguente indirizzo: Sartorius AG 37070 Goettingen, Germania E-mail: spcfwin@sartorius.com oppure per fax al numero: +49 551 308 3441 9

Ricerca del codice del sistema § Avviare il programma: Fare clic sul simbolo sul desktop di Windows. > Vengono visualizzate le seguenti informazioni: – Data di scadenza della versione di prova – Codice del sistema § Trascrivere i codici 2 e 3 del sistema visualizzati e inviarli al numero di fax o all’indirizzo e-mail Sartorius indicato accanto. !Avvertenza: per il trasferimento del file di licenza su di un altro PC è necessario un nuovo file di licenza! $ Finestra informativa (SPCfWin Licence Protector): Viene visualizzata dopo l’avvio del programma se non è presente alcun file di licenza oppure se il file non può essere letto.

In questo caso non è possibile avviare il Licence Viewer. 10

Nel licence viewer sono elencate le licenze attuali con i relativi parametri. Vengono visualizzati anche i codici d’installazione legati al tipo di computer. Il codice d’installazione è riferito al computer (PC) su cui viene caricato il file di licenza. Può trattarsi di una stazione di lavoro locale o di un server. La prima fornitura comprende sempre un file di licenza con versioni di prova a scadenza limitata del programma (30 giorni). Dopo aver eseguito l’installazione è possibile leggere i codici d’installazione specifici del computer mediante il licence viewer.

11 Gestione della licenza (licence viewer) Scopo In alternativa è possibile ricercare il codice del sistema mediante il licence viewer. Questo programma avvia la gestione della licenza (licence viewer) con accesso al file di licenza attuale. § Nella directory di avvio di SPCfWin BASIC avviare il licence viewer:

Invio del codice del sistema alla Sartorius: § Inviare i codici del sistema alla Sartorius: vedere l’indirizzo a pagina 9. Sartorius utilizza i codici del sistema 2 o 3 (per sistemi con più schede di rete). Caricamento del codice del sistema in versione integrale: $ Il nuovo file di licenza contiene l’intero volume delle licenze acquistate.

Questo file deve essere poi copiato al posto del vecchio file (in genere sul percorso della banca dati p.e. «SPCfWDBF» per un sistema in rete sul server). Il vecchio file viene sovrascritto.

Codice del sistema in caso di trasferimento su altro computer (p.e. server): $ Se si dovesse cambiare il computer su cui è memorizzato il file di licenza, cambierebbe il codice del sistema legato al tipo di computer. All’utente viene inviato un nuovo file di licenza (per e-mail, ecc.). Questo file sostituisce il vecchio file di licenza. Il licence viewer è in grado di visualizzare per i singoli moduli di programma la durata delle diverse versioni di prova, nel caso in cui non tutti i moduli fossero stati avviati nello stesso giorno (data di avvio: + 30 giorni).

Licenze bloccate: $ Nel file di licenza viene memorizzata in modo dinamico la gestione della licenza attuale.

Mediante il licence viewer (SPCfWinLic.exe) vengono visualizzati i computer registrati per ogni modulo. Chiudendo correttamente i singoli moduli di programma vengono abilitate nuovamente le licenze occupate. Se un programma non è stato chiuso correttamente (caduta del sistema, ecc.) la licenza continua ad essere occupata. Una licenza non chiusa correttamente può essere riutilizzata sulla stessa stazione di lavoro PC e viene abilitata anche per le altre stazioni di lavoro dopo che il programma è stato chiuso correttamente.

Questa licenza occupata non può essere utilizzata da un’altra stazione di lavoro. Una volta raggiunto il numero massimo di licenze (concorrent user), questa licenza deve essere attivata manualmente mediante il pulsante «Disattiva» nel licence viewer. Le licenze bloccate vengono abilitate automaticamente, dopo un certo periodo di tempo, mediante un segnale SQE (Signal Quality Error). Questo però può essere attivato attraverso un’altra stazione attiva. 12

Impostazioni Configurazione Scopo: La configurazione serve ad impostare il sistema. Le 5 diverse sezioni di configurazione di seguito riportate si riferiscono al sistema: – Sistema – Stampa – Numero delle statistiche – Tempi delle statistiche – Stampa delle statistiche 13 Sistema $ Visualizzazione del percorso della banca dati: qui si trovano tutti i dati del sistema relativi al prodotto specifico.

Configurazione: stampa Immissione di «Ragione sociale nel modulo di stampa» Su ogni modulo di stampa interno viene visualizzata la ragione sociale nelle righe d’intestazione. La lunghezza massima è di 36 caratteri. § Casella «Ragione sociale nel modulo di stampa»: p.e. immettere la propria ragione sociale L’utente deve controllare la stampa dopo una modifica, perché viene utilizzato un carattere non proporzionale. Impostazione di «Stampa liste con anteprima di stampa» Prima di ogni stampa viene visualizzata un’anteprima di stampa. L’utente può controllare la stampa e correggere eventuali errori.

Configurazione: numero delle statistiche Scopo Impostare il numero delle statistiche redatte che devono essere memorizzate dal sistema e che possono essere richiamate nella valutazione. Le statistiche meno recenti vengono cancellate in fase di riorganizzazione. Immissione di «Numero delle statistiche pronte»: § Per i singoli tipi di statistica è possibile immettere numeri diversi. Se sono disponibili più statistiche di un tipo, le statistiche meno recenti vengono cancellate durante una riorganizzazione.

Configurazione: tempi delle statistiche Immissione dell’inizio del turno per i singoli turni § Stabilire l’ora di inizio dei tre turni.

La fine del turno corrisponde all’inizio del turno successivo (meno un secondo). Il turno successivo viene impostato per la stessa ora del turno precedente, se il lavoro è organizzato su solo uno o due turni. Impostazione del giorno della settimana di inizio § Le statistiche della settimana iniziano con il giorno della settimana impostato. Immissione del giorno di inizio del mese § Impostare il giorno con cui deve iniziare il mese corrispondente. Impostare la stessa data per il 12° e 13° mese, se non si ha bisogno del 13° mese. Non è possibile impostare il 29 febbraio.

Configurazione: stampa delle statistiche Impostazione della stampa per statistiche di prodotto e macchina § Impostazione dei diversi tipi di statistica Queste statistiche sono suddivise a seconda del prodotto. La stampa automatica avviene: – Statistiche orarie: all’inizio dell’ora successiva – Statistiche per turno: all’inizio del turno successivo – Statistiche giornaliere: il giorno successivo – Statistiche settimanali: il primo giorno della settimana successiva – Statistiche mensili: il primo giorno del mese successivo – Statistiche annuali: il primo giorno del nuovo anno Immissione del numero di stampe § Immissione del numero di stampe per tipo di statistica.

Impostazione dell’orario del protocollo giornaliero $ Se viene impostato un orario diverso da «00:00« tutte le statistiche prodotte automaticamente vengono stampate esattamente a quell’ora. Impostazione di questa stazione come stazione di stampa § Impostare questa stazione come stazione di stampa della rete per la stampa automatica delle statistiche. Per tutto il sistema SPCfWin Basic dovrebbe essere configurata solo una stazione. Menu di setup per rilevamento su PC Scopo: con questo pulsante viene richiamato il setup del programma. Qui è possibile modificare le impostazioni del programma.

La configurazione completa di un terminale viene salvata sia nella directory locale sia nella relativa directory della banca dati.

Richiamare il menu di setup: fare clic su «Strumenti» nella barra degli strumenti e selezionare «Sampling» (Rilevamento su PC) oppure § Fare clic sul simbolo sul desktop di Windows. > Viene visualizzato il menu di controllo del terminale Avviare il menu di setup: § Fare clic sul pulsante [Setup menu] (nuova versione del software: Menu di Setup) 18

19 Sequenza – Inserire ID operatore: immettere il codice personale prima della richiesta dei dati base. – Nascondere ID operatore: l’immissione del codice personale è criptata (con asterischi ) . – Inserire ID operatore ogni volta (no default): la casella d’immissione per il codice personale viene cancellata prima dell’immissione.

Inserire ID macchina: immettere il codice macchina prima della richiesta dei dati base. – Inserire ID lotto: immettere il codice del lotto prima della richiesta dei dati base.

Con la password attivata: confermare l’immissione con il pulsante [OK] Senza password: Fare clic sul pulsante [OK] > Viene visualizzato il menu di setup del terminale Setup software Scopo: con la voce di programma Setup software è possibile impostare parametri di programma ripartiti su più aree. Ogni area può essere raggiunta facendo clic sul registro desiderato. § Fare clic sul pulsante [Software setup]1 ) § Fare clic sul registro desiderato (qui: «Dati») – Inserimento della densità permessa Sul terminale è possibile immettere la densità.

Controllare/confermare l’attuale densità prima di pesare2 ): Prima di un campionamento per il controllo statistico del peso viene visualizzato il valore di densità attuale.

Se questo valore non viene confermato (valore errato), il programma passa automaticamente all’immissione della densità, se questa è attivata. – Includere la densità dell’aria: per prodotti con densità superiore a zero viene calcolato anche un fattore per correggere la spinta verso l’alto. 1 ) Nuova versione software: Setup software 2 ) Nuova versione software: Confermare/rilevare l’attuale densità prima del campionamento

20 Campionamento – Visualizzare la differenza dal target: Durante la registrazione del valore misurato viene visualizzata la differenza rispetto al valore target. – Inserimento manuale ammesso1 ): nel caso in cui il programma non riuscisse a collegarsi alla bilancia, è possibile immettere i valori misurati manualmente. – Trasferimento automatico del dato peso2 ): se la bilancia si trova in stabilità e il valore misurato è entro i limiti di plausibilità, il programma accetta automaticamente il peso.

Usare la tara/densità principale per i lotti decentrati3 ): in questo modo è possibile accettare gli ultimi valori di tara e densità rilevati per una combinazione prodotto/macchina per un nuovo lotto.

Se l’opzione non è attivata, vengono utilizzati i valori target di tara e densità come valori effettivi per i campionamenti fino a quando viene calcolato un valore di tara e di densità per il lotto. – Tarare bilancia (FPC4 ): Questa opzione influisce sulla taratura della bilancia durante i campionamenti per il controllo di preconfezionati. È possibile selezionare una delle seguenti opzioni: – Prima di ogni campionamento – Prima di ogni valore singolo (dopo aver scaricato la bilancia) – Dopo ogni valore singolo (dopo aver accettato il valore) 1 ) Nuova versione software: Possibile inserimento manuale 2 ) Nuova versione software: Registrazione automatica del valore di peso 3 ) Nuova versione software: Usare la misurazione tara/densità precedente per i nuovi lotti decentrati 4 ) Nuova versione software: CSP

Grafico – Griglia attiva: il grafico della media dei valori viene memorizzato con una griglia lineare. – Nr. di ore per il grafico del valore medio: impostare il numero delle ore (max. 99) che, partendo a ritroso dal momento attuale, devono essere considerate per la realizzazione del grafico. Se viene immesso il valore «0», viene utilizzato automaticamente il valore massimo di «99». – Scorrimento verticale (default1 ): determina la scala dell’asse Y per il grafico dei valori medi durante l’immissione. È possibile scegliere tra: – Graduazione automatica dell’asse sulla base dei limiti di tolleranza – Indicazione di un valore percentuale o assoluto riferito al valore nominale – Graduazione dell’asse sulla base di limiti interni – Scorrimento verticale (toggle2 ): determina la graduazione dell’asse Y per il grafico della media dei valori durante la commutazione all’interno del grafico.

Grafico media senza y graduato (default): disattiva la graduazione o la denominazione dell’asse Y per la visualizzazione standard. Anche la legenda (limiti, valore nominale, ecc.) viene visualizzata senza valori.

Toggle grafico media senza Y graduato: disattiva la graduazione o la denominazione dell’asse Y per la visualizzazione alternata. Anche la legenda (limiti, valore nominale, ecc.) viene visualizzata senza valori. 21 Valutazione – Accettare la violazione dev. std. max.: se il programma, durante la valutazione dei dati di campionamento, riscontra uno scarto dei valori superiore a quello massimo consentito, procede alla visualizzazione di quest’ultimo ed il valore dovrà essere accettato.

1 ) Nuova versione software: Graduazione verticale (default) 2 ) Nuova versione software: Graduazione verticale (toggle)

22 Plausibilità – Attivare i limiti di plausibilità: la plausibilità dei dati base viene ignorata e vengono considerati i seguenti limiti di plausibilità per il controllo. – Limite inferiore/superiore di plausibilità (in %): Vengono accettati solo quei valori misurati che non sono inferiori o superiori di più di n % al valore lordo. – Limite inferiore/superiore di plausibilità tara (in %): Durante una pesata con tara fissa vengono accettati solo quei valori misurati che non sono superiori o inferiori di più di n % alla media dei valori di tara attuale. – Limite inferiore/superiore di plausibilità – densità (in %): durante un cambiamento della densità vengono accettati solo quei valori misurati che non sono superiori o inferiori di più di n % rispetto alla densità attuale.

Configurazione della stazione – Scopo: la funzione «Configura stazione» serve al caricamento della configurazione del computer centrale e alla modifica dei nomi delle singole stazioni. § Qui è possibile caricare sul terminale un setup memorizzato nel computer centrale. Dopo che è stata selezionata questa funzione, il programma cerca nel computer centrale la configurazione memorizzata per la relativa stazione e la carica sul terminale. Se il programma non trova alcuna informazione memorizzata, il terminale mantiene le impostazioni attuali. Le impostazioni attuali vengono memorizzate nella directory della banca dati del SPCfWin Basic.

Con questa funzione è possibile modificare il nome della stazione. Il nome della stazione serve ad identificare il terminale nell’ambito del sistema di pesata SPCfWin Basic e può avere una lunghezza massima di 16 caratteri (alfanumerici). Modifica del menu di controllo § Il menu di controllo può essere configurato secondo le proprie esigenze. È possibile selezionare sino a 6 funzioni. Violazione dei limiti Scopo: qui vengono memorizzati i nomi per il valori limite –T2, –T1 e +T e le password per la conferma di violatori dei valori limite.

Configurare le seguenti funzioni: – Accettazione dei cosiddetti violatori di limiti – Modifica delle denominazioni dei limiti – Assegnazione password da immettere per l’accettazione.

Richiesta della password anche durante una pesata di test: Se questa opzione è attivata vengono richieste le password definite qui sopra anche durante le pesate test nell’area di controllo dei preconfezionati, in caso di eventuali violatori di limiti. – Nuova designazione: Con questo pulsante vengono attivati i campi d’immissione per la designazione dei limiti ed è possibile assegnare le nuove designazioni. Se i campi per le nuove designazioni sono vuoti, vengono impostati i valori standard. Reset del terminale Consente di azzerare tutte le impostazioni effettuate riportandole a quelle di base.

Immettere le password Scopo: assegnazione di password per consentire l’accesso a determinate sezioni di programma (setup, campionamento, fine programma, ecc.). In caso di campo d’immissione vuoto ma con password attivata è possibile ovviare alla relativa richiesta di password facendo clic sul pulsante [OK]. Le voci contrassegnate con un segno di spunta sono protette da password. Con il pulsante [] viene sostituita nuovamente con ] . I seguenti punti possono essere protetti con una password: Campionamento – Campionamento – Pesate di tara1 ) – Cambio densità2 ) – Pesate di test3 ) – Cancellazione campionamento4 ) Statistica – Richiamo della statistica cumulata – Memoria del valore singolo Avvertenza: le funzioni «Recupero statistiche cumulative» e «Valore ind.

di memoria5 )» saranno disponibili in una versione successiva del programma. Altro – Setup – Cancellazione tara – Cancellazione campionamento – Fine programma 25 1 ) Nuova versione software: Pesata della tara 2 ) Nuova versione software: Modifica della densità 3 ) Nuova versione software: Pesata test 4 ) Nuova versione software: Annulla campionamento 5 ) Nuova versione software: Memoria valore singolo

Gestione dati di base Panoramica I dati di base sono composti dalle caratteristiche di controllo seguenti: – Prodotto – Macchina – Operatori – Lunghezza dei dati di base ID dati base (prodotto, macchina, personale) max. 16 caratteri – Lunghezza del nome (prodotto, macchina, personale): max. 40 caratteri Funzione di ricerca mediante pulsanti di controllo: Il controllo dei record di dati può essere effettuato anche mediante i pulsanti grafici che hanno il seguente significato: : Andare all’inizio della lista (primo record di dati) : Selezionare il record di dati precedente : Selezionare il record di dati successivo : Andare alla fine della lista (ultimo record di dati) Funzione di ricerca mediante ID dati base: § Facendo clic con il tasto destro del mouse sulla lista dei dati base corrispondente (prodotto, macchina, personale) > Viene visualizzata il campo d’immissione per l’ID § Immettere l’ID cercato nel campo > Viene visualizzato l’ID ricercato, completo di nome, evidenziato nella lista 26

Dati di prodotto Lista § Selezionare i prodotti visualizzati: fare doppio clic con il mouse sulla riga desiderata oppure fare clic con il mouse su una riga e richiamare il prodotto mediante il pulsante [Modifica]. > Viene visualizzata la scheda di modifica per il prodotto selezionato. Avvertenza: i prodotti non possono essere modificati nella lista di selezione. Immissione di un prodotto § Visualizzare la scheda di modifica vuota: fare clic sul pulsante [Nuovo]. > È ora possibile modificare i campi per un prodotto.

Uscendo dalla scheda di modifica o in caso di modifica del record di dati confermare la domanda di sicurezza relativa alla memorizzazione dei dati (Sì/No?).

Memorizzare i nuovi dati immessi e chiudere la finestra: fare clic sul pulsante [OK]. 27

Dati della macchina Scopo: i dati della macchina devono essere rilevati se si vogliono eseguire valutazioni relative alle singole macchine. Lista § Selezionare le macchine visualizzate: fare doppio clic con il mouse sulla riga desiderata oppure fare clic con il mouse su una riga e richiamare la macchina mediante il pulsante [Modifica]. > Viene visualizzata la scheda di modifica per la macchina selezionata. Avvertenza: le macchine non possono essere modificate nella lista di selezione. 28

Immissione di una macchina § Visualizzare la scheda di modifica vuota: fare clic sul pulsante [Nuovo].

È ora possibile modificare i campi per una macchina. – Regolazione1 ): Regolazione delle macchine riempitrici. Lo step di regolazione deve essere definito per il valore di regolazione consigliato opzionale. Se il valore immesso è «0» non si ha alcun valore consigliato di regolazione. Lo step di regolazione determina la correzione. In caso di configurazione sulla macchina viene utilizzato lo step di regolazione basato sui dati della macchina per il calcolo della correzione.

Il valore di regolazione consigliato potrebbe essere positivo, nonostante riempimento eccessivo, nel caso in cui il valore di deviazione standard sia tale che più del 2% delle confezioni si trovi tra il limite –T1 e –T2 oppure le confezioni siano al di sotto di –T2 (regolamento sul controllo preconfezionati tedesco). Con l’impostazione del valore di regolazione consigliato il riempimento avviene secondo un valore target che è al di sopra del valore nominale. $ Uscendo dalla scheda di modifica o in caso di modifica del record di dati confermare la domanda di sicurezza relativa alla memorizzazione dei dati (Sì/No?).

Memorizzare i nuovi dati immessi e chiudere la finestra: fare clic sul pulsante [OK]. 29 1 ) Nuova versione software: Step di regolazione

Dati personali Scopo – I dati personali sono necessari se si desidera una gestione delle password per le singole voci di menu. I controlli possono essere assegnati ad un operatore. Lista § Selezionare le persone visualizzate: fare doppio clic con il mouse sulla riga desiderata oppure fare clic con il mouse su una riga e richiamare i dati personali mediante il pulsante [Modifica]. > Viene visualizzata la scheda di modifica per gli operatori selezionati. Avvertenza: gli operatori non possono essere modificati nella lista di selezione. Immissione dati base degli operatori § Visualizzare la scheda di modifica vuota: fare clic sul pulsante [Nuovo].

È ora possibile modificare i campi per un record di dati base personali.

Per un record di dati devono essere sempre immessi una ID personale e un codice dell’operatore. Codice dell’operatore: – La rappresentazione durante la modifica non è criptata – Il codice viene memorizzato criptato nella banca dati. $ Uscendo dalla scheda di modifica o in caso di modifica del record di dati confermare la domanda di sicurezza relativa alla memorizzazione dei dati (Sì/No?). § Memorizzare i nuovi dati immessi e chiudere la finestra: fare clic sul pulsante [OK]. 30

Pianificazione Scopo La pianificazione serve alla selezione del piano di controllo da modificare.

A tale scopo immettere i seguenti dati chiave: – Prodotto – Macchina – Lotto Al termine vengono visualizzati i controlli già definiti per questa combinazione. È possibile completare, cancellare, modificare attributi di controllo oppure stampare piani di controllo completi. Pianificazione: richiamare il piano di campionamento1 ) § Fare clic sul simbolo del sistema SPCfWin Basic sul desktop di Windows. § Fare clic su «Pianificazione» nella barra degli strumenti e selezionare «Piano di controllo» oppure § Fare clic sul simbolo nella barra dei simboli > Viene visualizzata la lista degli attributi di controllo 31 1 ) Nuova versione software: Piano di controllo

Pianificazione: Lista: Prodotti § Immettere il prodotto da modificare direttamente mediante l’ID del prodotto oppure operare una selezione mediante la lista di selezione disponibile con un doppio clic o con il tasto Enter. > Al termine viene completata la maschera immettendo il nome di prodotto come informazione. Se viene immesso il nome di un prodotto non esistente, il nuovo prodotto verrà inserito tra i dati base. Pianificazione: Lista: Macchine § Se sono configurate delle macchine: – immettere direttamente l’ID della macchina oppure – operare una scelta mediante la lista di selezione con un doppio clic oppure – selezionare una macchina con il tasto Enter > Al termine viene completata la maschera immettendo il nome della macchina come informazione.

Se per il controllo non deve essere definita alcuna macchina: immettere «NESSUNA». Se viene immesso il nome di una macchina non esistente, la nuova macchina verrà inserita tra i dati base. 32 Pianificazione: Lista: Lotti § Se sono configurati dei lotti: – immettere il lotto direttamente oppure – operare una scelta mediante la lista di selezione con un doppio clic oppure – selezionare un lotto con il tasto Enter $ Se si desidera una gestione decentralizzata dei lotti: immettere «DECENTRALIZZATA» § Se si desidera non utilizzare alcun lotto: immettere «NESSUNO»

Funzioni dei pulsanti: : Fine del piano di controllo.

oppure : Richiamo della funzione di copiatura del piano di controllo. Se si vogliono copiare posizioni particolari: evidenziare in precedenza le posizioni desiderate. oppure : Pianificazione «Controllo peso medio1 )»: Richiamo della maschera di modifica degli attributi di controllo selezionati nella lista. oppure : Pianificazione «Tipo di controllo»: Definire un nuovo controllo per la combinazione chiave selezionata. Nella finestra di dialogo visualizzata sono disponibili solo i tipi di controllo che non sono ancora compresi nella pianificazione. Se non è possibile definire ulteriori controlli, viene visualizzato il relativo messaggio.

oppure : Cancellazione di tutti i controlli evidenziati, se possibile. Se per i controlli sono ancora disponibili dati di misura o link ad altri controlli, non è possibile rimuovere il relativo controllo. La cancellazione deve essere confermata mediante una richiesta di conferma. Se non è stato possibile cancellare tutti gli attributi selezionati, viene visualizzato un messaggio corrispondente.

oppure : Stampa del piano di controllo attuale sulla stampante Windows standard. In questo modo viene stampato il piano di controllo completo per il prodotto attuale e non solo per la combinazione macchina/lotti selezionata. 1 ) Nuova versione software: Controllo statistico del peso 33

Pianificazione: tipo di controllo Scopo È possibile selezionare i diversi tipi di controllo del peso medio in combinazione con test di tara e densità. Preparazione § Richiamare la pianificazione «Tipo di controllo»: Fare clic sul pulsante o § Selezionare il tipo di controllo mediante la relativa casella d’opzione.

Nella finestra di dialogo visualizzata sono disponibili solo i tipi di controllo che non sono ancora compresi nella pianificazione. Se non è possibile definire ulteriori controlli, viene visualizzato il relativo messaggio.

Funzioni dei pulsanti: : Conferma della selezione del controllo da definire e richiamo della relativa maschera per l’immissione degli attributi di controllo. : Interruzione della nuova immissione di un attributo di controllo. 34

Scopo Definizione dei dati per il controllo peso medio. Contemporaneamente vengono immessi automaticamente controlli di tara e densità eventualmente necessari. Preparazione § Richiamare la pianificazione «Controllo peso medio1 )»: oppure > Visualizzazione della maschera di modifica degli attributi di controllo selezionati. 35 Modifica: controllo peso medio 1 ) Nuova versione software: Controllo statistico del peso

Funzioni dei pulsanti: : L’immissione dei dati per il controllo del peso medio viene conclusa e i valori immessi vengono memorizzati. : L’immissione viene annullata e i dati immessi non vengono memorizzati. Se si sono effettuate delle modifiche viene visualizzata la richiesta di conferma della non memorizzazione dei dati. : Richiamo della selezione per le statistiche automatiche. Qui è possibile definire quali statistiche devono essere effettuate per l’attuale controllo dei preconfezionati.

Caratteristiche Tipo di controllo Con questa informazione viene indicato il tipo di controllo del peso medio da definire: – Prodotto (tara fissa) secondo il tipo di controllo «Controllo: con tara, media» – Prodotto (tara var.) secondo il tipo di controllo «Controllo: con tara individuale, tara-lordo» – Controllo distruttivo pesata finale (-> Netto) secondo il tipo di controllo «Controllo distruttivo, lordo-tara» Valore nominale I valori nominali validi del prodotto preconfezionato devono essere superiori a zero.

In caso di immissione di un valore non valido viene assunto nuovamente il valore iniziale.

Modifica del valore nominale: i valori limite vengono poi ricalcolati automaticamente. Aggiunta I valori validi per l’aggiunta opzionale al valore nominale devono essere maggiori o pari a zero (nessuna aggiunta). In caso di immissione di un valore non valido viene assunto nuovamente il valore iniziale. Tipo di aggiunta Il tipo di aggiunta definisce come viene considerata l’aggiunta definita. «Volatile» significa che l’aggiunta è presente solo al momento del controllo ma non è contenuta nel prodotto finale. «Costante» significa che l’aggiunta è contenuta anche nel prodotto finale.

Tara I valori validi per una tara eventualmente necessaria devono essere superiori a zero.

In caso di immissione di un valore non valido viene assunto nuovamente il valore iniziale. Il campo di testo è disponibile solo se è necessaria l’immissione di una tara per il controllo da definire. Densità I valori validi per una densità eventualmente necessaria devono essere superiori a zero. In caso di immissione di un valore non valido viene assunto nuovamente il valore iniziale. Il campo di testo è disponibile solo se è necessaria l’immissione di una densità per il controllo da definire.

Identificazione nazionale L’identificazione nazionale determina la preassegnazione dei valori limite. Il Paese viene selezionato mediante il campo di combinazione. Una volta effettuata la selezione di un nuovo Paese vengono calcolati nuovamente i valori limite. Questo campo serve (insieme con l’unità) solo per la preassegnazione dei limiti di controllo dei preconfezionati. Se questi valori sono già stati definiti oppure se i limiti devono essere modificati manualmente o non devono essere modificati per nulla, saltare questo campo senza apportarvi modifiche.

Unità L’unità influisce sulla preassegnazione dei valori limite. L’unità viene selezionata mediante il campo di combinazione. Una volta effettuata la selezione di una nuova unità vengono calcolati nuovamente i valori limite. Questo campo serve (insieme con il riconoscimento del Paese) solo per la preassegnazione dei limiti di controllo dei preconfezionati. Se questi valori sono già stati definiti oppure se i limiti devono essere modificati manualmente o non devono essere modificati per nulla, saltare questo campo senza apportarvi modifiche. Deviazione standard max. I valori validi per la deviazione standard massima consentita per il controllo dei preconfezionati devono essere superiori a zero.

In caso di immissione di un valore non valido viene assunto nuovamente il valore iniziale.

T1 I valori validi per il limite –T1 imposto dalla legge devono essere inferiori al valore nominale. In caso di immissione di un valore non valido viene assunto nuovamente il valore iniziale. –T I valori validi per il limite inferiore, selezionabile liberamente, devono essere inferiori al valore nominale. In caso di immissione di un valore non valido viene assunto nuovamente il valore iniziale. –T2 I valori validi per il limite –T2, imposto dalla legge, devono essere inferiori al limite –T1. In caso di immissione di un valore non valido viene assunto nuovamente il valore iniziale.

T I valori validi per il limite superiore, selezionabile liberamente, devono essere superiori al valore nominale.

In caso di immissione di un valore non valido viene assunto nuovamente il valore iniziale. Numero I valori validi per il numero di campionamenti per il controllo dei preconfezionati rientrano in un intervallo di valori singoli da 1 a 999 per campionamento. In caso di immissione di un valore non valido viene assunto nuovamente il valore iniziale. Regolazione Lo step di regolazione deve essere definito per il valore di regolazione consigliato opzionale. Un valore superiore a zero comporta l’emissione di un valore di regolazione consigliato sui terminali a seconda del risultato di campionamento.

I valori validi devono essere superiori o pari a zero (zero = nessun valore di regolazione consigliato). In caso di immissione di un valore non valido viene assunto nuovamente il valore iniziale. Intervallo di prova L’intervallo di prova definisce la frequenza con cui vengono eseguiti i campionamenti. L’intervallo viene definito in minuti. Questa funzione non viene supportata da tutti i terminali!

Pianificazione: statistiche Scopo Selezione delle statistiche automatiche per i controlli dei preconfezionati che devono essere eseguite per il relativo controllo. Preparazione Richiamare la selezione per le statistiche automatiche sotto Pianificazione – Prodotto (tara fissa) – Controllo preconfezionati: § Fare clic sul pulsante . > Qui è possibile definire quali statistiche devono essere effettuate per l’attuale controllo dei preconfezionati. § Selezionare singolarmente ogni tipo di statistica mediante le caselle di controllo.

Funzioni dei pulsanti: : Terminare l’immissione dei dati per il controllo dei preconfezionati e memorizzare i valori immessi.

La selezione delle statistiche desiderate viene annullata. Non viene accettata alcuna modifica. Pianificazione: controllo della densità Scopo Definizione dei dati per il controllo della densità. Qui è possibile modificare a posteriori una misura di densità necessaria per il controllo dei preconfezionati oppure definire un controllo della densità indipendentemente da ogni altro controllo.

Preparazione § Pianificazione – evidenziare «Densità» del prodotto e quindi fare clic sul pulsante [Modifica]. 38

Vengono visualizzati i campi d’immissione per il controllo della densità: Caratteristiche Valore target I valori target di densità validi devono essere superiori a zero. In caso di immissione di un valore non valido viene assunto nuovamente il valore iniziale. LTS I valori validi per il limite di tolleranza superiore del controllo devono essere superiori al valore target. In caso di immissione di un valore non valido viene assunto nuovamente il valore iniziale.

LTI I valori validi per il limite di tolleranza inferiore del controllo devono essere inferiori al valore target e superiori a zero. In caso di immissione di un valore non valido viene assunto nuovamente il valore iniziale.

Numero I valori validi per il numero di campionamenti per il controllo della densità rientrano in un intervallo di valori singoli da 1 a 120 per ogni controllo. Funzioni dei pulsanti: : Viene terminata l’immissione dei dati di densità e vengono memorizzati i valori immessi. : La selezione delle statistiche desiderare viene annullata. Non viene accettata alcuna modifica. : Commutare a Pianificazione- «Statistiche» Pianificazione: controllo della tara Scopo Definizione dei dati per il controllo della tara.

Preparazione § Pianificazione – evidenziare «Tara» del prodotto e quindi fare clic sul pulsante [Modifica].

Vengono visualizzati i campi d’immissione per il controllo della tara: Caratteristiche Valore target I valori validi per la tara devono essere superiori a zero. In caso di immissione di un valore non valido viene assunto nuovamente il valore iniziale. Aggiunta alla tara Il valore d’aggiunta alla tara può essere sia positivo che negativo. Sia per il rilevamento dei dati che per le valutazioni viene sempre considerata la somma risultante tra il valore target della tara e il valore d’aggiunta.

L’aggiunta alla tara consente di lavorare con valori di tara variabili, p.e. in caso di un controllo distruttivo durante la pesata finale il coperchio di una bottiglia non è più disponibile.

Il valore della tara (fissa) (separato) viene poi definito come valore d’aggiunta positivo alla tara. LTS I valori validi per il limite di tolleranza superiore del controllo devono essere superiori al valore target. In caso di immissione di un valore non valido viene assunto nuovamente il valore iniziale.

LTI I valori validi per il limite di tolleranza inferiore del controllo devono essere inferiori al valore target. In caso di immissione di un valore non valido viene assunto nuovamente il valore iniziale. Numero I valori validi per il numero di campionamenti per il controllo della tara rientrano in un intervallo tra 1 a 120. In caso di immissione non valida viene assunto nuovamente i valore iniziale. Funzioni dei pulsanti: : Terminare l’immissione dei dati di tara e memorizzare i valori immessi. : La selezione delle statistiche desiderare viene annullata. Non viene accettata alcuna modifica.

Commutare a Pianificazione – «Statistiche» 40

Caratteristiche Nell’ambito della funzione di copiatura si procede alla selezione del tipo di procedimento di copiatura e poi vengono selezionate le relative destinazioni. Per la selezione delle destinazioni di copiatura sono disponibili liste di dati base già definiti nel sistema. Le destinazioni di copiatura desiderate devono essere trasferite nelle liste di copiatura corrispondenti con la funzione «Inserisci». Al termine è possibile eseguire il procedimento di copiatura.

41 Copiatura di controlli selezionati Scopo La funzione di copiatura serve a duplicare in modo efficiente controlli già definiti.

A tale scopo si procede alla selezione dei controlli desiderati dalla maschera principale di pianificazione e poi si attiva la funzione di copiatura.

Copiare il piano completo1 ) Con questa funzione è possibile copiare piani di controllo completi per un nuovo prodotto. § Selezionare i prodotti per i quali il piano di controllo di partenza genera una copia. Selezionare inoltre per ogni controllo i lotti da generare. Un «*» indica che i lotti iniziali sono stati accettati. Copiare il piano completo2 ) Con questa funzione è possibile copiare su ulteriori macchine controlli all’interno di un piano di controllo esistente, senza dover rilevare nuovamente tutti i controlli per ogni macchina. § Selezionare le macchine da creare. Selezionare inoltre per ogni controllo i lotti da generare.

Un «*» indica che i lotti iniziali sono stati accettati. Copia i controlli selezionati del piano attuale3 ) Con questa funzione vengono copiati i controlli evidenziati del programma di controllo di partenza. § Selezionare i prodotti e le macchine in cui devono essere copiati i controlli. Selezionare inoltre per ogni controllo i lotti da generare. Un «*» indica che i lotti iniziali sono stati accettati. Gruppo prodotto Il gruppo di prodotti serve come preselezione per la lista di prodotti seguente. Come jolly può essere utilizzato l . Mediante l’elenco a cascata è possibile selezionare tutti i gruppi di prodotti disponibili nei dati base.

Prodotto(i) In questo campo vengono selezionate le destinazioni di copiatura desiderate.

Accettare le immissioni nella lista di copiatura con il pulsante [Aggiungi]. Sono disponibili le seguenti possibilità: – Selezione di singoli prodotti dalla lista di selezione oppure – Accettazione contemporanea di più prodotti mediante la funzione jolly (le funzioni jolly sono sempre riferite al gruppo di prodotti selezionati al momento). È possibile selezionare le seguenti possibilità di jolly: * Accettazione di tutti i prodotti nella lista . Accettazione di tutti i prodotti che iniziano con » e terminano con . » * Accettazione di tutti i prodotti che iniziano con . » . Accettazione di tutti i prodotti che iniziano con , contengono due caratteri qualsiasi e terminano con .

Se si utilizzano dei jolly, vengono accettati solo i prodotti che non sono ancora contenuti nella lista di copiatura. 42 1 ) Nuova versione software: Copia il piano completo (tutte le macchine e lotti) 2 ) Nuova versione software: Crea nuova(e) macchina(e) all’interno del piano 3 ) Nuova versione software: Duplica i controlli selezionati del piano attuale

Macchina(e) In questo campo vengono selezionate le destinazioni di copiatura desiderate. § Accettare le immissioni nella lista di copiatura con il pulsante [Aggiungi]. Sono disponibili le seguenti possibilità: – Selezione di singole macchine dalla lista di selezione oppure – Accettazione contemporanea di più macchine mediante la funzione di jolly Nella lista di selezione macchine già contenute nel piano di controllo iniziale sono contrassegnate con «*». È possibile selezionare le seguenti possibilità di jolly: * Accettazione di tutte le macchine nella lista . Accettazione di tutte le macchine che iniziano con » e terminano con .

Accettazione di tutte le macchine che iniziano con . » . Accettazione di tutte le macchine che iniziano con , contengono due caratteri qualsiasi e terminano con . » Se si utilizzano dei jolly, vengono accettate solo le macchine che non sono ancora contenute nella lista di copiatura.

Esecuzione di un procedimento di copiatura § Avviare il procedimento di copiatura dopo aver selezionato i «Dati di destinazione» desiderati: oppure : > Durante la creazione delle copie viene visualizzata una barra che consente di seguire il progredire del procedimento di copiatura. Al termine del procedimento di copiatura viene visualizzato un riepilogo dei risultati di copiatura: Il riepilogo dei risultati di copiatura contiene: – «Numero dei piani copiati correttamente»: questo valore indica il numero di record di dati creati (sono stati generati record di dati base nuovi).

Numero dei gruppi esistenti: Questo valore indicata il numero dei record di dati già esistenti che non possono essere sovrascritti.

Numero degli errori di copia Questo valore indicata il numero di errori verificatisi durante il procedimento di copiatura (errore di sistema: non è stato possibile aprire la banca dati, record di dati bloccati, ecc.) 43