PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-2020 REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA ALLEGATO TABELLA A - Misura 10 - Tabella raffronto impegni, condizionalità ...

 
PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-2020
         REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA

                     ALLEGATO
Misura 10 - Tabella raffronto impegni, condizionalità,
         greening e pagamenti accoppiati.
                     TABELLA A
CGO E BCAA – CONDIZIONALITÀ NAZIONALE E REGIONALE                                                                                                 COSTI AGGIUNTIVI
                                                                                                                                                                                                 E/O MANCATI
                                         REQUISITI MINIMI RELATIVI ALL’USO DI FERTILIZZANTI E PRODOTTI                                   SIGNIFICATO               VERIFICABILITA’ E           REDDITI DERIVANTI                   EVENTUALI SIMILITUDINI E/O
       DESCRIZIONE                                              FITOSANITARI                                                            AMBIENTALE E               CONTROLLABILITÀ              DAGLI IMPEGNI                  SOVRAPPOSIZIONI CON GLI IMPEGNI DI
        INTERVENTI
                                                                    PRATICHE ORDINARIE                                                  AGRONOMICO                  DELLE MISURE              PRESI IN CONTO NEL                GREENING E PAGAMENTI ACCOPPIATI
                                                                                                                                                                                                 CALCOLO DEI
                                               MANTENIMENTO DELLA SUPERFICIE E ATTIVITÀ MINIME                                                                                                    PAGAMENTI

10.1.1 - GESTIONE CONSERVATIVA DEI SEMINATIVI - 1. Pratiche conservative con minima lavorazione o lavorazioni sulla fila

I beneficiari devo rispettare il   CGO E BCAA – CONDIZIONALITÀ NAZIONALE E REGIONALE                                                 L’Agricoltura                 Controllo                  Metodologia                   Greening
seguente impegno base:                                                                                                               conservativa        (AC),     informatizzato  sul
                                   CGO 1 = direttiva 91/676/CEE, del 12 dicembre 1991, relativa alla protezione delle                persegue l’adozione di        100% delle domande.        Il premio relativo alla       Non si ravvisa il rischio di doppio finanziamento con
Divieto di aratura e di            acque dall’inquinamento provocato da nitrati provenienti da fonti agricole ( G:U: L 375           pratiche colturali ed                                    minima lavorazione è          la componente diversificazione, in quanto gli
lavorazioni che invertono gli      del 31.12.1991, pag. 1) Articoli 4 e 5.                                                           agronomiche                   Controllo in loco sul      stimato sulla base della      impegni previsti all’interno dei singoli interventi
strati del terreno. Sono                                                                                                             specificatamente              100% delle domande.        differenza di redditività     non si sovrappongono e pertanto non vi è il rischio
ammesse         esclusivamente     BCAA 1 = introduzione di fasce tampone lungo i corsi d’acqua.                                                                                              (valore aggiunto) che si      di doppio finanziamento. Inoltre non si ravvisa il
                                                                                                                                     sostenibile integrando        Non tutti gli impegni
tecniche        di       minima    BCAA 2 = rispetto delle procedure di autorizzazione quando l’utilizzo delle acque a fini          la salvaguardia dei                                      ottiene considerando          rischio di doppio finanziamento con la componente
lavorazione quali minimum                                                                                                                                          sono       controllabili   una rotazione colturale       EFA, in quanto, qualora le superfici vengano
                                   di irrigazione è soggetto a autorizzazione.                                                       processi e delle funzioni     informaticamente in
tillage e strip tillage in grado                                                                                                     del suolo e l’uso                                        in           agricoltura      utilizzate per soddisfare gli obblighi previsti dalle
di mantenere durante il            BCAA 3 = protezione delle acque sotterranee dall'inquinamento. Divieto di scarico                                               quanto alcuni dati         convenzionale rispetto        Aree di interesse ecologico ai sensi del
                                                                                                                                     sostenibile degli input       non sono presenti
periodo d’impegno una              diretto nelle acque sotterranee, requisiti autorizzativi allo scarico di sostanze                                                                          alla          medesima        Regolamento (UE) 1307/2013, il premio non verrà
                                                                                                                                     esterni. I principali         all’interno di banche
copertura di residui colturali     pericolose da attività agroindustriali e misure per prevenire l'inquinamento indiretto                                                                     rotazione in minima           corrisposto.
                                                                                                                                     obiettivi            che      dati         certificate
superiore al 30% (effetto          delle acque sotterranee attraverso lo scarico nel suolo e la percolazione nel suolo                                                                        lavorazione.
                                                                                                                                     l’intervento ”gestione        (fascicolo aziendale,                                    Pagamenti accoppiati
mulching);                         delle sostanze pericolose elencate nell'allegato della direttiva 80/68/CEE nella sua
                                                                                                                                     conservativa          dei     ecc.). I tracciati di      Il calcolo comprende i
                                   versione in vigore l’ultimo giorno della sua validità, per quanto riguarda l’attività                                                                                                    Il Friuli Venezia Giulia è interessato nello specifico
Effettuare     due     semine                                                                                                        seminativi” si propone        controllo     verranno     maggiori costi e i
                                   agricola.                                                                                                                                                                                dal Piano seminativi (Soia). Le misure del Piano
annuali nel rispetto del                                                                                                             di raggiungere sono i         esplicitati sul portale    mancati redditi dei
mantenimento              della    BCAA 4 = copertura minima del suolo. Riferimento alle disposizioni di cui al D.M.                 seguenti:                     VCM        messo       a   conti colturali relativi a    zootecnico e pagamenti relativi al riso,
copertura del suolo anche nel      30125/09 ss.mm.ii, riguardo l’assicurazione della copertura vegetale delle superfici a                                          disposizione da parte      mais, soia frumento.          barbabietola, pomodoro da industria, olio d’oliva
                                                                                                                                     Riduzione significativa                                                                valgono a livello Nazionale. Poiché le colture sopra
periodo autunno-invernale          seminativo ritirate dalla produzione e che manifestano fenomeni erosivi.                                                        dell’OP.                   Pertanto,     tutti     gli
                                                                                                                                     delle emissioni di gas-                                                                citate non sono significative a livello regionale
con l’obbligo dell’alternanza                                                                                                        serra      prodotte      in                              impegni relativi alla
                                   BCAA 5 = gestione minima delle terre che rispetti le condizioni locali specifiche per                                                                                                    viene descritta nel dettaglio solamente la misura
delle famiglie botaniche delle                                                                                                       campo legate anche al                                    misura sono stati
                                   limitare l’erosione. Riferimento alle disposizioni di cui al D.M. 30125/09 ss.mm.ii,                                                                                                     relativa alla soia. Per quanto riguarda i pagamenti
specie     coltivate      sulle                                                                                                      consumo di carburante,                                   considerati              e
                                   riguardo il contenimento dell’erosione, il mantenimento della rete idraulica aziendale                                                                                                   accoppiati relativi alla zootecnia, pur non essendo
superfici impegnate con le                                                                                                           e alla produzione dei                                    remunerati. Le elabora
                                   e il divieto di effettuare livellamenti non autorizzati.                                                                                                                                 specifici per la regione, rappresentano un settore
modalità sotto riportate:                                                                                                            fertilizzanti impiegati;                                 zioni fanno riferimento
                                                                                                                                                                                              a quanto testimoniato         significativo di interventi.
                                   BCAA 6 = mantenere i livelli di sostanza organica del suolo tramite pratiche
a) mantenere una copertura                                                                                                           Riduzione significativa                                  dagli operatori con la
                                   appropriate, compreso il divieto di bruciare le stoppie, se non per motivi di salute delle                                                                                               Piano seminativi
continua      del     terreno                                                                                                        dei processi erosivi                                     supervisione
                                   piante.
mediante la successione di                                                                                                           eolici e idrici e                                        dell’Università di Udine.     Misura 1 – Premio specifico alla soia (Nord)
colture     autunno-invernali,     BCAA 7 = mantenimento degli elementi caratteristici del paesaggio, compresi, se del               incremento                                               La stima dei costi delle
primaverili-estive ed erbai,       caso, siepi, stagni, fossi, alberi in filari, in gruppi o isolati, margini dei campi e terrazze                                                                                          Misura 1.1 – Premio specifico alla soia
                                                                                                                                     dell’infiltrazione  nel                                  operazioni è stata
indifferentemente se con           e compreso il divieto di potare le siepi e gli alberi nella stagione della riproduzione e         terreno delle acque in                                   effettuata sulla base         Seminativi.
funzioni     produttive,    di     della nidificazione degli uccelli e, come obbligo opzionale, eventuali misure per evitare         eccesso;                                                 della simulazione di
copertura o anche di catch         attacchi/diffusione di specie invasive.                                                                                                                    affidamento a terzi. Sia      L'area di intervento interessa le regioni del Nord
crops;                                                                                                                               Protezione del capitale                                  i costi delle operazioni      Italia tra le quali il Friuli Venezia Giulia.
                                   CGO 10 = regolamento CE n. 1107/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio , del                 suolo e della fertilità del
b)          divieto         di     21 ottobre 2009, relativo all’immissione sul mercato dei prodotti fitosanitari e che                                                                       che le spese per              Soia: Il premio è concesso alle aziende agricole che
                                                                                                                                     terreno        mediante                                  l’acquisto dei materiali
monosuccessione di cereali         abroga le direttive del Consiglio 79/117/CEE e 91/414/CEE ()GU l 309 del                          riduzione               del                                                            destinano fino al 10% della propria superficie a
(frumento duro, frumento           24.11.2009, pag. 1)                                                                                                                                        impiegati sono a prezzi       seminativi alla produzione di soia. Il premio è
                                                                                                                                     compattamento,                                           correnti così come i
tenero, triticale, spelta,                                                                                                           miglioramento         della                                                            concesso sull’intera superficie per i primi 5 ha. Oltre
segale, orzo, avena, miglio,       REQUISITI MINIMI RELATIVI ALL’USO DI FERTILIZZANTI E PRODOTTI                                                                                              prezzi di vendita delle       tale soglia l’aiuto è riconosciuto fino a un numero
                                   FITOSANITARI                                                                                      struttura, incremento                                    produzioni.
panico, scagliola, farro, mais                                                                                                       della sostanza organica                                                                massimo di ha seminati a soia pari al 10% della
e sorgo), cioè la coltivazione     Requisiti minimi all’uso dei fertilizzanti e dei prodotti fitosanitari come da Allegato 7         e della sua stabilità,                                   Fonti                         superficie aziendale.
dello stesso cereale portato       del DM 180 del 23/01/2015 e delle azioni obbligatorie previste dal regolamento                    incremento            della
a maturazione della granella                                                                                                                                                                  Le fonti di riferimento       Viene valutato il rischio di DF per le aziende che
                                   recante la disciplina dell’utilizzazione agronomica dei fertilizzanti azotati e del               disponibilità di nutrienti                                                             sono beneficiarie sia del premio specifico alla soia
sul medesimo appezzamento          programma d’azione nelle zone vulnerabili da nitrati della Regione.                               e della biodiversità                                     sono:
per 2 anni consecutivi; a tal                                                                                                                                                                                               che di un pagamento a superficie del PSR collegato
                                                                                                                                     edafica;                                                 ERSA             (Agenzia
CGO E BCAA – CONDIZIONALITÀ NAZIONALE E REGIONALE                                                                                   COSTI AGGIUNTIVI
                                                                                                                                                                                     E/O MANCATI
                                         REQUISITI MINIMI RELATIVI ALL’USO DI FERTILIZZANTI E PRODOTTI                               SIGNIFICATO            VERIFICABILITA’ E    REDDITI DERIVANTI                  EVENTUALI SIMILITUDINI E/O
       DESCRIZIONE                                              FITOSANITARI                                                        AMBIENTALE E            CONTROLLABILITÀ         DAGLI IMPEGNI               SOVRAPPOSIZIONI CON GLI IMPEGNI DI
        INTERVENTI
                                                                    PRATICHE ORDINARIE                                              AGRONOMICO               DELLE MISURE       PRESI IN CONTO NEL               GREENING E PAGAMENTI ACCOPPIATI
                                                                                                                                                                                     CALCOLO DEI
                                               MANTENIMENTO DELLA SUPERFICIE E ATTIVITÀ MINIME                                                                                        PAGAMENTI
fine si specifica che la                                                                                                                                                        regionale      per     lo    ad impegni di avvicendamento che possono
successione dei seguenti           Obbligo dei rispetti minimi così come previsto dall’art. 4 Regolamento (UE) n.                Risparmio        idrico,                       sviluppo     rurale     –    prevedere la necessità di ricorrere alla coltivazione
cereali (frumento duro,            1307/2013 e dalla normativa nazionale di riferimento.                                         riduzione significativa                        Servizio fitosanitario e     di questa coltura. In questo caso il pagamento PSR
frumento tenero, triticale,                                                                                                      di                                             chimico,         ricerca,    dovrà tener conto del valore corrispondente al
                                   FERTILIZZANTI                                                                                 percolazione/ruscellam
spelta, segale, orzo, avena,                                                                                                                                                    sperimentazione         e    premio specifico alla soia secondo modalità ed
miglio, panico, scagliola,         Requisiti minimi relativi all’uso di effluenti zootecnici in aziende site in Zone Ordinarie   ento di fitofarmaci e                          assistenza tecnica);         importi che saranno definiti in fase di attuazione
farro) è considerata come          (ZO).                                                                                         fertilizzanti,                                                              del regime di pagamenti accoppiati.
monosuccessione           dello                                                                                                  miglioramento      della                       Università degli Studi di
                                   Requisito minimo relativo all’uso dei fertilizzanti                                           qualità delle acque e                          Udine,         Testimoni
stesso cereale nei limiti di cui
sopra;                                                                                                                           dell’efficienza dell’uso                       privilegiati/agronomi
                                   D.M. 19 aprile 1999, “Approvazione del Codice di Buona Pratica Agricola”
                                                                                                                                 delle dotazioni idriche                        esperti, Organizzazioni
                                   (Supplemento Ordinario n. 86 G.U. n. 102 del 04-05-1999);
c) divieto di far succedere il                                                                                                   naturali;                                      Professionali e Studi
frumento a mais o sorgo: le        Decreto interministeriale 7 aprile 2006 recante “Criteri e norme tecniche generali per                                                       professionali     privati,
due colture devono essere                                                                                                        Migliore gestione del                          Consorzi e Associazioni.
                                   la disciplina regionale dell’utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento, di
intervallate da una coltura di                                                                                                   suolo, dei nutrienti e
                                   cui all’articolo 38 del decreto legislativo 11 maggio 1999, n. 152. (S.O. n. 120 alla G.U.
specie      dicotiledoni,   in                                                                                                   della difesa e riduzione
                                   n. 109 del 12-05-2006);
purezza o in consociazione;                                                                                                      dei     rischi   meteo-
                                   Zone di salvaguardia delle risorse idriche a norma del D.P.R. 24 maggio 1988, n. 236          climatici associati alla
d) colture ed erbai di specie      così come modificato dall’articolo 94 del decreto legislativo 152/2006.                       diversificazione
dicotiledoni, in purezza o in                                                                                                    colturale;
consociazione,         devono      Ai fini della verifica della conformità al Requisito Minimo relativo ai fertilizzanti, deve
essere presenti almeno 3           essere rispettato quanto indicato dal Codice di buona pratica Agricola, ai sensi del DM       Differenziazione    del
volte nel periodo di impegno,      19 aprile 1999, e quanto indicato nel Decreto interministeriale 7 aprile 2006 recante         rischio d’impresa e più
indifferentemente se con           “Criteri e norme tecniche generali per la disciplina regionale dell’utilizzazione             efficiente
funzioni produttive o di           agronomica degli effluenti di allevamento, di cui all’articolo 38 del decreto legislativo     organizzazione
copertura.                         11 maggio 1999, n. 152. (S.O. n. 120 alla G.U. n. 109 del 12-05-2006).                        aziendale.

                                   In ottemperanza a quanto previsto nel Codice di buona pratica Agricola e nel Decreto
                                   interministeriale 7 aprile 2006 si distinguono le seguenti tipologie d’impegno a carico
                                   delle aziende agricole che abbiano terreni completamente compresi nelle Zone
                                   Ordinarie:
                                         a)    obblighi amministrativi;
                                        b)     obblighi relativi allo stoccaggio degli effluenti;
                                        c)     obblighi relativi al rispetto dei massimali previsti;
                                        d)     divieti relativi all’utilizzazione degli effluenti (spaziali e temporali).
                                   Requisiti relativi all’inquinamento da fosforo
                                   E’ noto che, in generale, in Italia sono molto frequenti terreni con tessitura
                                   tendenzialmente argillosa che favorisce processi di immobilizzazione del fosforo,
                                   riducendo il rischio di lisciviazione di questo macro elemento nelle falde acquifere.
                                   Sebbene non vi siano disposizioni specifiche sull’uso agricolo dei fertilizzanti o di altri
                                    prodotti contenenti fosforo, varie indicazioni sui requisiti per limitare il rischio di
                                   inquinamento da fosforo sono contenute in altre prescrizioni generali di buona pratica
                                   agricola.
                                   FITOFARMACI
CGO E BCAA – CONDIZIONALITÀ NAZIONALE E REGIONALE                                                                                              COSTI AGGIUNTIVI
                                                                                                                                                                                                E/O MANCATI
                                          REQUISITI MINIMI RELATIVI ALL’USO DI FERTILIZZANTI E PRODOTTI                                  SIGNIFICATO              VERIFICABILITA’ E           REDDITI DERIVANTI       EVENTUALI SIMILITUDINI E/O
       DESCRIZIONE                                               FITOSANITARI                                                           AMBIENTALE E              CONTROLLABILITÀ              DAGLI IMPEGNI      SOVRAPPOSIZIONI CON GLI IMPEGNI DI
        INTERVENTI
                                                                     PRATICHE ORDINARIE                                                 AGRONOMICO                 DELLE MISURE              PRESI IN CONTO NEL    GREENING E PAGAMENTI ACCOPPIATI
                                                                                                                                                                                                CALCOLO DEI
                                                MANTENIMENTO DELLA SUPERFICIE E ATTIVITÀ MINIME                                                                                                  PAGAMENTI

                                    Requisiti minimi relativi all’uso dei prodotti fitosanitari
                                    D.Lgs 152/2006, art. 93 – individuazione delle zone vulnerabili da fitosanitari.
                                    Direttiva 2009/128/CE che istituisce un quadro per l'azione comunitaria ai fini
                                    dell'utilizzo sostenibile dei pesticidi sugli usi sostenibili degli agrofarmaci.
                                    D.Lgs 150/2012 del 14 agosto 2012 Attuazione della direttiva 2009/128/CE che
                                    istituisce un quadro per l'azione comunitaria ai fini dell'utilizzo sostenibile dei pesticidi.
                                    Obbligo di verifica funzionale dell’attrezzatura per l’irrorazione, con cadenza almeno
                                    quinquennale, dal 2015 controllo funzionale dell’attrezzatura per l’irrorazione.
                                    Obbligo dell’utilizzatore professionale alla difesa integrata attraverso la consultazione
                                    del bollettino dei trattamenti emesso dagli organi preposti al monitoraggio dei
                                    patogeni e dei fitofagi.
                                    Obbligo di seguire una formazione per l’uso dei prodotti fitosanitari e conseguimento
                                    della licenza per l’uso dei prodotti fitosanitari.
                                    Obbligo di magazzinaggio dei prodotti fitosanitari in condizioni di sicurezza.
                                    PRATICHE ORDINARIE
                                    La trinciatura dei residui colturali è praticata normalmente nel caso in cui non si
                                    effettui la raccolta delle paglie dei cereali autunno-vernini e degli stocchi di mais.
                                    Nella pratica agricola per le colture erbacee la successione colturale è impostata con
                                    la finalità principale di massimizzare il reddito aziendale. In alcune condizioni è diffusa
                                    anche la pratica della monosuccessione (es. mais).
                                    Le lavorazioni vengono effettuate senza preservare le caratteristiche del suolo (aratura
                                    profonda oltre le corrette tecniche agronomiche).
                                    MANTENIMENTO DELLA SUPERFICIE E ATTIVITÀ MINIME
                                    Pertinente DM 1420 del 26/02/2015
                                    Delibera Regione FVG n.551 del 27 marzo 2015

Alla luce di quanto sopra esposto gli impegni dell’intervento vanno al di là dei pertinenti criteri della condizionalità, requisiti minimi e pratiche ordinarie che l’agricoltore è tenuto a rispettare..
CGO E BCAA – CONDIZIONALITÀ NAZIONALE E REGIONALE                                                                                                COSTI AGGIUNTIVI
                                                                                                                                                                                                E/O MANCATI
                                        REQUISITI MINIMI RELATIVI ALL’USO DI FERTILIZZANTI E PRODOTTI                                    SIGNIFICATO              VERIFICABILITA’ E           REDDITI DERIVANTI                    EVENTUALI SIMILITUDINI E/O
       DESCRIZIONE                                              FITOSANITARI                                                            AMBIENTALE E              CONTROLLABILITÀ              DAGLI IMPEGNI                   SOVRAPPOSIZIONI CON GLI IMPEGNI DI
        INTERVENTI
                                                                    PRATICHE ORDINARIE                                                  AGRONOMICO                 DELLE MISURE              PRESI IN CONTO NEL                 GREENING E PAGAMENTI ACCOPPIATI
                                                                                                                                                                                                CALCOLO DEI
                                              MANTENIMENTO DELLA SUPERFICIE E ATTIVITÀ MINIME                                                                                                    PAGAMENTI
10.1.1 - GESTIONE CONSERVATIVA DEI SEMINATIVI – 2 Non lavorazione o semina diretta

I beneficiari devo rispettare il   CGO E BCAA – CONDIZIONALITÀ NAZIONALE E REGIONALE                                                 L’eliminazione           o   Controllo                  Metodologia                   Greening
seguente impegno base:                                                                                                               riduzione di interventi      informatizzato  sul
                                   CGO 1 = direttiva 91/676/CEE, del 12 dicembre 1991, relativa alla protezione delle                meccanici              che   100% delle domande.        Il premio relativo alla       Non si ravvisa il rischio di doppio finanziamento con la
divieto di aratura e di            acque dall’inquinamento provocato da nitrati provenienti da fonti agricole ( G:U: L               comportano                                              non lavorazione o             componente diversificazione, in quanto gli impegni
lavorazioni che invertono gli      375 del 31.12.1991, pag. 1) Articoli 4 e 5.                                                       l’inversione degli strati    Controllo in loco sul      semina      diretta     è     previsti all’interno dei singoli interventi non si
strati del terreno. Sono                                                                                                             del        terreno       e   100% delle domande.        stimato sulla base della      sovrappongono e pertanto non vi è il rischio di doppio
ammesse        esclusivamente      BCAA 1 = introduzione di fasce tampone lungo i corsi d’acqua.                                                                                             differenza di redditività     finanziamento. Inoltre non si ravvisa il rischio di
                                                                                                                                     l’affinamento, unita alla    Non tutti gli impegni
tecniche di non lavorazione o      BCAA 2 = rispetto delle procedure di autorizzazione quando l’utilizzo delle acque a               copertura        continua                               (valore aggiunto) che si      doppio finanziamento con la componente EFA, in
semina su sodo ed in grado di                                                                                                                                     sono       controllabili   ottiene considerando          quanto, qualora le superfici vengano utilizzate per
                                   fini di irrigazione è soggetto a autorizzazione.                                                  offerta dai residui          informaticamente in
mantenere durante il periodo                                                                                                         colturali determinano                                   una rotazione colturale       soddisfare gli obblighi previsti dalle Aree di interesse
d’impegno una copertura di         BCAA 3 = protezione delle acque sotterranee dall'inquinamento. Divieto di scarico                                              quanto alcuni dati         in           agricoltura      ecologico ai sensi del Regolamento (UE) 1307/2013,
                                                                                                                                     benefici effetti sulla       non sono presenti
residui colturali superiore al     diretto nelle acque sotterranee, requisiti autorizzativi allo scarico di sostanze                                                                         convenzionale rispetto        il premio non verrà corrisposto.
                                                                                                                                     qualità      del    suolo,   all’interno di banche
70% (effetto mulching);            pericolose da attività agroindustriali e misure per prevenire l'inquinamento indiretto                                                                    alla          medesima
                                                                                                                                     sull’uso delle risorse       dati         certificate                                 Pagamenti accoppiati
                                   delle acque sotterranee attraverso lo scarico nel suolo e la percolazione nel suolo                                                                       rotazione       in non
Effettuare due semine annuali                                                                                                        idriche ed energetiche e     (fascicolo aziendale,
                                   delle sostanze pericolose elencate nell'allegato della direttiva 80/68/CEE nella sua                                                                      lavorazione o semina          Il Friuli Venezia Giulia è interessato nello specifico dal
nel rispetto del mantenimento                                                                                                        sull’efficienza d’uso dei    ecc.). I tracciati di
                                   versione in vigore l’ultimo giorno della sua validità, per quanto riguarda l’attività                                                                     diretta.                      Piano seminativi (Soia). Le misure del Piano
della copertura del suolo                                                                                                            fertilizzanti, soprattutto   controllo     verranno
                                   agricola.                                                                                                                                                                               zootecnico e pagamenti relativi al riso, barbabietola,
anche nel periodo autunno-                                                                                                           azotati.                     esplicitati sul portale    Il calcolo comprende i
invernale      con    l’obbligo    BCAA 4 = copertura minima del suolo. Riferimento alle disposizioni di cui al D.M.                                              VCM        messo       a   maggiori costi e i            pomodoro da industria, olio d’oliva valgono a livello
dell’alternanza delle famiglie     30125/09 ss.mm.ii, riguardo l’assicurazione della copertura vegetale delle superfici a                                         disposizione da parte      mancati redditi dei           Nazionale. Poiché le colture sopra citate non sono
botaniche       delle    specie    seminativo ritirate dalla produzione e che manifestano fenomeni erosivi.                                                       dell’OP.                   conti colturali relativi a    significative a livello regionale viene descritta nel
coltivate     sulle   superfici                                                                                                                                                              mais, soia frumento.          dettaglio solamente la misura relativa alla soia. Per
                                   BCAA 5 = gestione minima delle terre che rispetti le condizioni locali specifiche per                                                                                                   quanto riguarda i pagamenti accoppiati relativi alla
impegnate con le modalità                                                                                                                                                                    Pertanto,    tutti      gli
                                   limitare l’erosione. Riferimento alle disposizioni di cui al D.M. 30125/09 ss.mm.ii,                                                                                                    zootecnia, pur non essendo specifici per la regione,
sotto riportate:                                                                                                                                                                             impegni relativi alla
                                   riguardo il contenimento dell’erosione, il mantenimento della rete idraulica aziendale                                                                                                  rappresentano un settore significativo di interventi.
                                                                                                                                                                                             misura sono stati
a) mantenere una copertura         e il divieto di effettuare livellamenti non autorizzati.
                                                                                                                                                                                             considerati              e    Piano seminativi
continua del terreno mediante                                                                                                                                                                remunerati.
                                   BCAA 6 = mantenere i livelli di sostanza organica del suolo tramite pratiche
la successione di colture                                                                                                                                                                                                  Misura 1 – Premio specifico alla soia (Nord)
                                   appropriate, compreso il divieto di bruciare le stoppie, se non per motivi di salute
autunno-invernali, primaverili-                                                                                                                                                              Le          elaborazioni
                                   delle piante.                                                                                                                                                                           Misura 1.1 – Premio specifico alla soia
estive        ed         erbai,                                                                                                                                                              presentate         fanno
indifferentemente se con           BCAA 7 = mantenimento degli elementi caratteristici del paesaggio, compresi, se del                                                                       riferimento a quanto
                                                                                                                                                                                                                           Seminativi.
funzioni     produttive,    di     caso, siepi, stagni, fossi, alberi in filari, in gruppi o isolati, margini dei campi e terrazze                                                           testimoniato        dagli
copertura o anche di catch         e compreso il divieto di potare le siepi e gli alberi nella stagione della riproduzione e                                                                 operatori      con     la     L'area di intervento interessa le regioni del Nord Italia
crops;                             della nidificazione degli uccelli e, come obbligo opzionale, eventuali misure per                                                                         supervisione                  tra le quali il Friuli Venezia Giulia.
                                   evitare attacchi/diffusione di specie invasive.                                                                                                           dell’Università di Udine.
b) divieto di monosuccessione                                                                                                                                                                La stima dei costi delle      Soia: Il premio è concesso alle aziende agricole che
di cereali (frumento duro,         CGO 10 = regolamento CE n. 1107/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio , del                                                                         operazioni è stata            destinano fino al 10% della propria superficie a
frumento tenero, triticale,        21 ottobre 2009, relativo all’immissione sul mercato dei prodotti fitosanitari e che                                                                      effettuata sulla base         seminativi alla produzione di soia. Il premio è
spelta, segale, orzo, avena,       abroga le direttive del Consiglio 79/117/CEE e 91/414/CEE GU l 309 del 24.11.2009,                                                                        della simulazione di          concesso sull’intera superficie per i primi 5 ha. Oltre
CGO E BCAA – CONDIZIONALITÀ NAZIONALE E REGIONALE                                                                        COSTI AGGIUNTIVI
                                                                                                                                                                          E/O MANCATI
                                          REQUISITI MINIMI RELATIVI ALL’USO DI FERTILIZZANTI E PRODOTTI                            SIGNIFICATO   VERIFICABILITA’ E     REDDITI DERIVANTI                   EVENTUALI SIMILITUDINI E/O
        DESCRIZIONE                                               FITOSANITARI                                                    AMBIENTALE E   CONTROLLABILITÀ         DAGLI IMPEGNI                 SOVRAPPOSIZIONI CON GLI IMPEGNI DI
         INTERVENTI
                                                                    PRATICHE ORDINARIE                                            AGRONOMICO      DELLE MISURE        PRESI IN CONTO NEL                GREENING E PAGAMENTI ACCOPPIATI
                                                                                                                                                                          CALCOLO DEI
                                                MANTENIMENTO DELLA SUPERFICIE E ATTIVITÀ MINIME                                                                            PAGAMENTI
miglio, panico, scagliola, farro,   pag. 1)                                                                                                                          affidamento a terzi. Sia      tale soglia l’aiuto è riconosciuto fino a un numero
mais e sorgo), cioè la                                                                                                                                               i costi delle operazioni      massimo di ha seminati a soia pari al 10% della
coltivazione dello stesso           REQUISITI MINIMI RELATIVI ALL’USO DI FERTILIZZANTI E PRODOTTI                                                                    che le spese per              superficie aziendale.
cereale portato a maturazione       FITOSANITARI                                                                                                                     l’acquisto dei materiali
della granella sul medesimo                                                                                                                                          impiegati sono a prezzi       Viene valutato il rischio di DF per le aziende che sono
                                    Requisiti minimi all’uso dei fertilizzanti e dei prodotti fitosanitari come da Allegato 7                                                                      beneficiarie sia del premio specifico alla soia che di un
appezzamento per 2 anni             del DM 180 del 23/01/2015 e delle azioni obbligatorie previste dal regolamento                                                   correnti così come i
consecutivi; a tal fine si                                                                                                                                           prezzi di vendita delle       pagamento a superficie del PSR collegato ad impegni
                                    recante la disciplina dell’utilizzazione agronomica dei fertilizzanti azotati e del                                                                            di avvicendamento che possono prevedere la
specifica che la successione        programma d’azione nelle zone vulnerabili da nitrati della Regione.                                                              produzioni.
dei seguenti cereali (frumento                                                                                                                                                                     necessità di ricorrere alla coltivazione di questa
duro,      frumento      tenero,    Vedasi specifiche intervento 10.1.1                                                                                              Tutti     gli    impegni      coltura. In questo caso il pagamento PSR dovrà tener
triticale, spelta, segale, orzo,                                                                                                                                     previsti nelle deroghe        conto del valore corrispondente al premio specifico
                                    PRATICHE ORDINARIE                                                                                                               non           comportano      alla soia secondo modalità ed importi che saranno
avena,       miglio,     panico,
scagliola, farro) è considerata                                                                                                                                      variazioni      nell’entità   definiti in fase di attuazione del regime di pagamenti
                                    La trinciatura dei residui colturali è praticata normalmente nel caso in cui non si
come monosuccessione dello                                                                                                                                           dell’aiuto       previsto     accoppiati.
                                    effettui la raccolta delle paglie dei cereali autunno-vernini e degli stocchi di mais.
stesso cereale nei limiti di cui                                                                                                                                     dall’intervento.
sopra;                              Nella pratica agricola per le colture erbacee la successione colturale è impostata con
                                                                                                                                                                     Premio aggiuntivo
                                    la finalità principale di massimizzare il reddito aziendale. In alcune condizioni è diffusa
c) divieto di far succedere il      anche la pratica della monosuccessione (es. mais).                                                                               Il costo dell’operazione
frumento a mais o sorgo: le                                                                                                                                          è     stato      stimato
due colture devono essere           Le lavorazioni vengono effettuate senza preservare le caratteristiche del suolo
                                                                                                                                                                     consultando gli esperti.
intervallate da una coltura di      (aratura profonda oltre corretto le corrette tecniche agronomiche
specie dicotiledoni, in purezza                                                                                                                                      Fonti
                                    Per le aziende zootecniche la biomassa epigeica viene asportata per destinarla
o in consociazione;                 all’alimentazione degli animali allevati come erbai o insilati.                                                                  Le fonti di riferimento
d) colture ed erbai di specie                                                                                                                                        sono:
                                    MANTENIMENTO DELLA SUPERFICIE E ATTIVITÀ MINIME).
dicotiledoni, in purezza o in
                                                                                                                                                                     ERSA            (Agenzia
consociazione, devono essere        Pertinente DM 1420 del 26/02/2015
                                                                                                                                                                     regionale      per      lo
presenti almeno 3 volte nel
                                    Delibera Regione FVG n.551 del 27 marzo 2015                                                                                     sviluppo     rurale      –
periodo       di     impegno,
                                                                                                                                                                     Servizio fitosanitario e
indifferentemente se con
                                                                                                                                                                     chimico,          ricerca,
funzioni produttive o di
                                                                                                                                                                     sperimentazione          e
copertura.
                                                                                                                                                                     assistenza tecnica);
Premio aggiuntivo
                                                                                                                                                                     Università degli Studi di
Oltre agli impegni sopra                                                                                                                                             Udine,         Testimoni
elencati, possono essere                                                                                                                                             privilegiati/agronomi
adottati ulteriori impegni                                                                                                                                           esperti, Organizzazioni
volontari su parte o su tutta la                                                                                                                                     Professionali e Studi
SOI aziendale, al fine di                                                                                                                                            professionali     privati,
incrementare ulteriormente le                                                                                                                                        Consorzi e Associazioni
performance ambientali:
1.Interramento    dei liquami
attraverso         attrezzature
dedicate
Le aziende, nel rispetto
dell’impegno di non invertire
gli strati del terreno, possono
distribuire liquami zootecnici
CGO E BCAA – CONDIZIONALITÀ NAZIONALE E REGIONALE                                                                                             COSTI AGGIUNTIVI
                                                                                                                                                                                               E/O MANCATI
                                          REQUISITI MINIMI RELATIVI ALL’USO DI FERTILIZZANTI E PRODOTTI                                 SIGNIFICATO              VERIFICABILITA’ E           REDDITI DERIVANTI       EVENTUALI SIMILITUDINI E/O
        DESCRIZIONE                                               FITOSANITARI                                                         AMBIENTALE E              CONTROLLABILITÀ              DAGLI IMPEGNI      SOVRAPPOSIZIONI CON GLI IMPEGNI DI
         INTERVENTI
                                                                     PRATICHE ORDINARIE                                                AGRONOMICO                 DELLE MISURE              PRESI IN CONTO NEL    GREENING E PAGAMENTI ACCOPPIATI
                                                                                                                                                                                               CALCOLO DEI
                                                MANTENIMENTO DELLA SUPERFICIE E ATTIVITÀ MINIME                                                                                                 PAGAMENTI
tramite l’impiego di idonee
attrezzature dotate di iniettori
di liquame.
Deroghe

Nel caso del verificarsi di
condizioni       pedoclimatiche
particolarmente avverse è
consentito          l’uso      di
decompattatori e nel limite di
tre interventi nel corso del
periodo di impegno. La
richiesta di accesso alla
deroga deve essere effettuata
dal beneficiario ed autorizzata
dai competenti uffici attuatori
di      misura.      L’uso    dei
decompattatori sulle SOI
potrà avvenire unicamente a
seguito      della      pervenuta
autorizzazione da parte degli
uffici attuatori di misura.
Per le aziende zootecniche che
presentano un carico di
animali >= 0,8 UBA/ha di SAU
sulle particelle destinate a
colture la cui biomassa
epigeica viene asportata per
destinarla    all’alimentazione
degli animali allevati (es: erbai
o insilati) in deroga alla
copertura del 30% o 70% deve
essere eseguita, una coltura
proteoleaginosa o una coltura
intercalare o una cover-crop i
cui residui colturali devono
essere mantenuti sul terreno.
Tutti gli impegni previsti nelle
deroghe non comportano
variazioni nell’entità dell’aiuto
previsto dall’intervento.

Alla luce di quanto sopra esposto gli impegni dell’intervento vanno al di là dei pertinenti criteri della condizionalità, requisiti minimi e pratiche ordinarie che l’agricoltore è tenuto a rispettare.
10.1.2 - GESTIONE INTEGRATA DEI SEMINATIVI, DELLE ORTICOLE, DEI FRUTTETI E DEI VIGNETI* Si rimanda alla tabella concordata a livello nazionale riportata alla fine del presente documento.

                                           CGO E BCAA – CONDIZIONALITÀ NAZIONALE E REGIONALE                                                                                         COSTI AGGIUNTIVI
                                                                                                                                                                                       E/O MANCATI
                                      REQUISITI MINIMI RELATIVI ALL’USO DI FERTILIZZANTI E PRODOTTI                              SIGNIFICATO              VERIFICABILITA’ E          REDDITI DERIVANTI                     EVENTUALI SIMILITUDINI E/O
DESCRIZIONE INTERVENTI                                        FITOSANITARI                                                      AMBIENTALE E              CONTROLLABILITÀ             DAGLI IMPEGNI                    SOVRAPPOSIZIONI CON GLI IMPEGNI DI
                                                                PRATICHE ORDINARIE                                              AGRONOMICO                 DELLE MISURE             PRESI IN CONTO NEL                  GREENING E PAGAMENTI ACCOPPIATI
                                                                                                                                                                                       CALCOLO DEI
                                            MANTENIMENTO DELLA SUPERFICIE E ATTIVITÀ MINIME                                                                                             PAGAMENTI
10.1.3 - INERBIMENTO PERMANENTE DEI FRUTTETI E DEI VIGNETI

Mantenere         stabilmente    CGO E BCAA – CONDIZIONALITÀ NAZIONALE E REGIONALE                                           L’inerbimento                Controllo                 Metodologia                    Non incorre nel rischio DF.
inerbiti gli appezzamenti                                                                                                    permanente di frutteti       informatizzato  sul
interessati dai vigneti o dai    BCAA 1 = introduzione di fasce tampone lungo i corsi d’acqua                                e dei vigneti è una          100% delle domande.       I costi aggiuntivi per         Impegno non interessato dai pagamenti accoppiati.
frutteti.                                                                                                                    tecnica      agronomica                                l’adozione
                                 BCAA 2 = rispetto delle procedure di autorizzazione quando l’utilizzo delle acque a fini                                 Controllo in loco 5%.     dell’inerbimento
                                 di irrigazione è soggetto a autorizzazione                                                  atta a contrastare i
Il controllo della vegetazione                                                                                               fenomeni          erosivi,                             permanente riguardano
sotto fila dovrà essere                                                                                                                                   Tutti gli impegni sono    le           lavorazioni
                                 BCAA 4 = copertura minima del suolo.                                                        inoltre, l’obbligo di        controllabili
eseguito solo con lavorazioni                                                                                                eseguire      lavorazioni                              meccaniche sotto fila
meccaniche o sfalcio             BCAA 5 = gestione minima delle terre che rispetti le condizioni locali specifiche per                                    informaticamente in       rispetto al diserbo
                                                                                                                             meccaniche                   quanto i dati sono
                                 limitare l’erosione.                                                                                                                               chimico.
                                                                                                                             contribuisce a ridurre       presenti all’interno di
                                 BCAA 6 = mantenere i livelli di sostanza organica del suolo tramite pratiche                gli input fitosanitari in    banche             dati   La determinazione del
                                 appropriate, compreso il divieto di bruciare le stoppi, se non per motivi di salute delle   ambito agricolo              certificate (fascicolo    pagamento si basa sul
                                 piante .                                                                                                                 aziendale, ecc.). I       costo     del     diserbo
                                                                                                                                                          tracciati di controllo
                                 CGO 1 = direttiva 91/676/CEE, del 12 dicembre 1991, relativa alla protezione delle                                                                 chimico      della     fila
                                                                                                                                                          verranno esplicitati
                                 acque dall’inquinamento provocato da nitrati provenienti da fonti agricole ( G:U: L 375                                                            (Baseline), che prevede
                                                                                                                                                          sul portale VCM
                                 del 31.12.1991, pag. 1) Articoli 4 e 5.                                                                                                            due          trattamenti
                                                                                                                                                          messo a disposizione
                                 REQUISITI MINIMI RELATIVI ALL’USO DI FERTILIZZANTI E PRODOTTI                                                            da parte dell’OP.         diserbanti durante la
                                 FITOSANITARI                                                                                                                                       stagione,             uno
                                                                                                                                                                                    primaverile     e uno
                                 Requisiti minimi all’uso dei fertilizzanti e dei prodotti fitosanitari come da Allegato 7
                                 del DM 180 del 23/01/2015 e delle azioni obbligatorie previste dal regolamento                                                                     estivo.
                                 recante la disciplina dell’utilizzazione agronomica dei fertilizzanti azotati e del
                                 programma d’azione nelle zone vulnerabili da nitrati della Regione.                                                                                L’impegno          richiede
                                                                                                                                                                                    l’inerbimento           con
                                 Vedasi specifiche intervento 10.1.1
                                                                                                                                                                                    lavorazioni meccaniche
                                 PRATICHE ORDINARIE                                                                                                                                 sotto fila. Sono previsti
                                                                                                                                                                                    cinque           interventi
                                 La gestione agronomica delle superfici interessate dai vigneti o dai frutteti, per
                                 contenere eventuali malattie della pianta, non prevede l’inerbimento sotto la fila                                                                 all’anno, uno invernale e
                                                                                                                                                                                    quattro       primaverili-
                                 MANTENIMENTO DELLA SUPERFICIE E ATTIVITÀ MINIME                                                                                                    estivi, per ottenere un
                                 Pertinente DM 1420 del 26/02/2015                                                                                                                  contenimento           delle
                                                                                                                                                                                    malerbe simile a quello
                                 Delibera Regione FVG n.551 del 27 marzo 2015
                                                                                                                                                                                    ottenuto con il diserbo
                                                                                                                                                                                    chimico.       I       costi
                                                                                                                                                                                    aggiuntivi sono dati dal
                                                                                                                                                                                    differenziale tra il
                                                                                                                                                                                    metodo                  con
                                                                                                                                                                                    lavorazione meccanica
                                                                                                                                                                                    e il metodo del diserbo
CGO E BCAA – CONDIZIONALITÀ NAZIONALE E REGIONALE                                                                                             COSTI AGGIUNTIVI
                                                                                                                                                                                                E/O MANCATI
                                          REQUISITI MINIMI RELATIVI ALL’USO DI FERTILIZZANTI E PRODOTTI                                 SIGNIFICATO              VERIFICABILITA’ E           REDDITI DERIVANTI               EVENTUALI SIMILITUDINI E/O
DESCRIZIONE INTERVENTI                                            FITOSANITARI                                                         AMBIENTALE E              CONTROLLABILITÀ               DAGLI IMPEGNI             SOVRAPPOSIZIONI CON GLI IMPEGNI DI
                                                                     PRATICHE ORDINARIE                                                AGRONOMICO                 DELLE MISURE              PRESI IN CONTO NEL            GREENING E PAGAMENTI ACCOPPIATI
                                                                                                                                                                                                CALCOLO DEI
                                                MANTENIMENTO DELLA SUPERFICIE E ATTIVITÀ MINIME                                                                                                  PAGAMENTI
                                                                                                                                                                                            chimico.

                                                                                                                                                                                            Nel     calcolo      non
                                                                                                                                                                                            vengono      prese     in
                                                                                                                                                                                            considerazione le spese
                                                                                                                                                                                            riguardanti le sementi e
                                                                                                                                                                                            le operazioni di semina.
                                                                                                                                                                                            Fonti
                                                                                                                                                                                            Le fonti di riferimento
                                                                                                                                                                                            sono:
                                                                                                                                                                                            ERSA            (Agenzia
                                                                                                                                                                                            regionale      per      lo
                                                                                                                                                                                            sviluppo     rurale      –
                                                                                                                                                                                            Servizio fitosanitario e
                                                                                                                                                                                            chimico,          ricerca,
                                                                                                                                                                                            sperimentazione          e
                                                                                                                                                                                            assistenza tecnica);
                                                                                                                                                                                            UNIMA       -     Unione
                                                                                                                                                                                            Nazionale Imprese di
                                                                                                                                                                                            Meccanizzazione
                                                                                                                                                                                            Agricola      - tariffari
                                                                                                                                                                                            provinciali e regionali
                                                                                                                                                                                            dei      costi      medi
                                                                                                                                                                                            d’esercizio         delle
                                                                                                                                                                                            principali    lavorazioni
                                                                                                                                                                                            agromeccaniche.
                                                                                                                                                                                            Testimoni
                                                                                                                                                                                            privilegiati/agronomi
                                                                                                                                                                                            esperti, Organizzazioni
                                                                                                                                                                                            Professionali e Studi
                                                                                                                                                                                            professionali     privati,
                                                                                                                                                                                            Consorzi e Associazioni
Alla luce di quanto sopra esposto gli impegni dell’intervento vanno al di là dei pertinenti criteri della condizionalità, requisiti minimi e pratiche ordinarie che l’agricoltore è tenuto a rispettare.

                                               CGO E BCAA – CONDIZIONALITÀ NAZIONALE E REGIONALE                                                                                             COSTI AGGIUNTIVI
                                                                                                                                                                                               E/O MANCATI
                                          REQUISITI MINIMI RELATIVI ALL’USO DI FERTILIZZANTI E PRODOTTI                                 SIGNIFICATO              VERIFICABILITA’ E           REDDITI DERIVANTI               EVENTUALI SIMILITUDINI E/O
        DESCRIZIONE                                               FITOSANITARI                                                         AMBIENTALE E              CONTROLLABILITÀ              DAGLI IMPEGNI              SOVRAPPOSIZIONI CON GLI IMPEGNI DI
         INTERVENTI
                                                                     PRATICHE ORDINARIE                                                AGRONOMICO                 DELLE MISURE              PRESI IN CONTO NEL            GREENING E PAGAMENTI ACCOPPIATI
                                                                                                                                                                                               CALCOLO DEI
                                                MANTENIMENTO DELLA SUPERFICIE E ATTIVITÀ MINIME                                                                                                 PAGAMENTI
CGO E BCAA – CONDIZIONALITÀ NAZIONALE E REGIONALE                                                                                              COSTI AGGIUNTIVI
                                                                                                                                                                                               E/O MANCATI
                                         REQUISITI MINIMI RELATIVI ALL’USO DI FERTILIZZANTI E PRODOTTI                                   SIGNIFICATO              VERIFICABILITA’ E          REDDITI DERIVANTI                 EVENTUALI SIMILITUDINI E/O
       DESCRIZIONE                                               FITOSANITARI                                                           AMBIENTALE E              CONTROLLABILITÀ             DAGLI IMPEGNI                SOVRAPPOSIZIONI CON GLI IMPEGNI DI
        INTERVENTI
                                                                    PRATICHE ORDINARIE                                                  AGRONOMICO                 DELLE MISURE             PRESI IN CONTO NEL              GREENING E PAGAMENTI ACCOPPIATI
                                                                                                                                                                                               CALCOLO DEI
                                               MANTENIMENTO DELLA SUPERFICIE E ATTIVITÀ MINIME                                                                                                  PAGAMENTI

10.1.4 - DIVERSIFICAZIONE COLTURALE PER LA RIDUZIONE DELL’IMPATTO AMBIENTALE -1 No Mais

I beneficiari hanno l’obbligo di   CGO E BCAA – CONDIZIONALITÀ NAZIONALE E REGIONALE                                                 La sostituzione di           Controllo                 Metodologia                 Greening
non coltivare a mais più del                                                                                                         colture ad elevato           informatizzato  sul
20% della SAU aziendale            CGO 1 = direttiva 91/676/CEE, del 12 dicembre 1991, relativa alla protezione delle                fabbisogno idrico con        100% delle domande.       Il calcolo considera        L’impegno presenta un rischio di sovrapposizione
sostituendo questa coltura         acque dall’inquinamento provocato da nitrati provenienti da fonti agricole ( G:U: L 375           altre meno esigenti e                                  come baseline una           con la componente diversificazione del greening di
con altre colture, sia a ciclo     del 31.12.1991, pag. 1) Articoli 4 e 5.                                                           più      resistenti   alle   Controllo in loco 5%.     situazione che rispetta     base ove pertinente.
autunno-vernino (ad esempio                                                                                                          carenze d’acqua e alle                                 il greening.
                                   BCAA 1 = introduzione di fasce tampone lungo i corsi d’acqua                                                                   Tutti gli impegni sono                                Diversificazione dei seminativi
cereali a paglia, foraggere o                                                                                                        alte temperature offre       controllabili             La        determinazione
proteaginose) che primaverile-     BCAA 2 = rispetto delle procedure di autorizzazione quando l’utilizzo delle acque a fini          maggiori probabilità di      informaticamente in       economica             del   Le aziende con superfici a seminativo, orticole,
estivo (ad esempio soia, sorgo     di irrigazione è soggetto a autorizzazione                                                        mantenimento di livelli      quanto i dati sono        pagamento          viene    foraggere,     che presentano   le     seguenti
o colture proteo-oleaginose),                                                                                                        produttivi       adeguati,   presenti all’interno di   effettuata                  caratteristiche:
                                   BCAA 3 = protezione delle acque sotterranee dall’inquinamento: divieto di scarico
meno esigenti in termini di                                                                                                          riducono i prelievi          banche             dati   confrontando i Margini
                                   diretto nelle acque sotterranee e misure per prevenire l’inquinamento delle acque                                                                                                       a)    superfici comprese tra 10 e 30 ettari, non
input        colturali      come                                                                                                     d’acqua e quindi la          certificate (fascicolo    Lordi, ricavati dalla
                                   sotterranee attraverso lo scarico nel suolo e la percolazione nel suolo delle sostanze                                                                                                        interamente investite a colture sommerse;
fertilizzanti e fitofarmaci                                                                                                          pressione sulle fonti di     aziendale, ecc.). I       Banca Dati RICA 2008-
                                   pericolose elencate nell’allegato della direttiva 80/68/CEE nella sua versione in vigore
                                                                                                                                     approvvigionamento e,        tracciati di controllo    2012, nel rispetto del         b)    b) superfici superiori a 30 ettari, non
                                   l’ultimo giorno della sua validità, per quanto riguarda l’attività agricola
                                                                                                                                     infine, contengono i         verranno esplicitati      greening - rotazione                 interamente investite a colture sommerse;
                                   BCAA 4 = copertura minima del suolo.                                                              costi               legati   sul portale VCM           (mais, frumento soia)
                                                                                                                                     all’irrigazione.                                                                   hanno l’obbligo di rispettare alcuni vincoli e
                                                                                                                                                                  messo a disposizione      con gli obblighi previsti
                                   BCAA 5 = gestione minima delle terre che rispetti le condizioni locali specifiche per                                                                                                potrebbero incorrere nel rischio DF. Nel primo caso
                                                                                                                                                                  da parte dell’OP.         dall’intervento (colture
                                   limitare l’erosione.                                                                                                                                                                 (a) vi devono essere almeno due colture e la coltura
                                                                                                                                                                                            sia a ciclo autunno-
                                                                                                                                                                                                                        principale non deve superare il 75% della superficie
                                   BCAA 6 = mantenere i livelli di sostanza organica del suolo tramite pratiche                                                                             vernino              che
                                                                                                                                                                                                                        a seminativo. Nel secondo caso (b) le colture
                                   appropriate, compreso il divieto di bruciare le stoppi, se non per motivi di salute delle                                                                primaverile-estivo).
                                                                                                                                                                                                                        devono essere almeno tre, la coltura principale non
                                   piante                                                                                                                                                   Pertanto il mancato
                                                                                                                                                                                                                        deve occupare più del 75% della superficie e
                                                                                                                                                                                            reddito            viene
                                   BCAA 7 = mantenimento degli elementi caratteristici del paesaggio, compresi, se del                                                                                                  l’insieme delle due colture principali non deve
                                                                                                                                                                                            determinato dal divieto
                                   caso, siepi, stagni, fossi, alberi di filari, in gruppi o isolati, margini dei campi e terrazze                                                                                      occupare più del 95% della superficie.
                                                                                                                                                                                            di coltivare mais su
                                   compreso il divieto di potare le siepi e gli alberi nella stagione della riproduzione e                                                                  parte della superficie      Per queste aziende è stato valutato il rischio di DF
                                   della nidificazione degli uccelli e, a titolo facoltativo, misure per combattere le specie                                                               aziendale.                  con la componente “diversificazione” del
                                   vegetali invasive                                                                                                                                                                    pagamento greening.
                                                                                                                                                                                            Fonti
                                   CGO 10 = regolamento CE n. 1107/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio,                                                                                                         Ove pertinente il pagamento del PSR verrà
                                   del 21 ottobre 2009,relativo all’immissione sul mercato dei prodotti fitosanitari e che                                                                  Le fonti di riferimento
                                                                                                                                                                                                                        differenziato informaticamente eliminando dal
                                   abroga le direttive del Consiglio 79/117/CEE e 91/414/CEE (GU l 309 del                                                                                  sono:
                                                                                                                                                                                                                        calcolo del mancato reddito e dei costi aggiuntivi
                                   24.11.2009, pag. 1)                                                                                                                                                                  l’impegno che si sovrappone con il pagamento
                                                                                                                                                                                            Banca dati RICA 2008-
                                   REQUISITI MINIMI RELATIVI ALL’USO DI FERTILIZZANTI E PRODOTTI                                                                                            2012;                       greening. Pertanto il premio risulterà scomposto in
                                   FITOSANITARI                                                                                                                                                                         due pagamenti distinti (pagamento e pagamento
                                                                                                                                                                                            UNIMA       -     Unione    greening rispettato).
                                   Requisiti minimi all’uso dei fertilizzanti e dei prodotti fitosanitari come da Allegato 7                                                                Nazionale Imprese di
                                   del DM 180 del 23/01/2015 e delle azioni obbligatorie previste dal regolamento                                                                           Meccanizzazione
                                   recante la disciplina dell’utilizzazione agronomica dei fertilizzanti azotati e del                                                                      Agricola      - tariffari
                                                                                                                                                                                                                        Pagamenti accoppiati
                                   programma d’azione nelle zone vulnerabili da nitrati della Regione.                                                                                      provinciali e regionali
                                                                                                                                                                                            dei      costi      medi    Il Friuli Venezia Giulia è interessato nello specifico
                                   Vedasi specifiche intervento 10.1.1                                                                                                                      d’esercizio         delle   dal Piano seminativi (Soia). Le misure del Piano
                                   PRATICHE ORDINARIE                                                                                                                                       principali    lavorazioni   zootecnico e pagamenti relativi al riso,
                                                                                                                                                                                            agromeccaniche              barbabietola, pomodoro da industria, olio d’oliva
                                   La mono successione del mais è pratica ricorrente nel territorio regionale che inficia                                                                                               valgono a livello Nazionale. Poiché le colture sopra
                                   la biodiversità e la diversità del paesaggio agrario del territorio regionale. Dall’analisi                                                              Testimoni
                                                                                                                                                                                                                        citate non sono significative a livello regionale
                                   delle aziende del campione RICA del triennio 2010-11-12 si riscontra una copertura                                                                       privilegiati/agronomi
                                                                                                                                                                                                                        viene descritta nel dettaglio solamente la misura
CGO E BCAA – CONDIZIONALITÀ NAZIONALE E REGIONALE                                                                                             COSTI AGGIUNTIVI
                                                                                                                                                                                                E/O MANCATI
                                          REQUISITI MINIMI RELATIVI ALL’USO DI FERTILIZZANTI E PRODOTTI                                  SIGNIFICATO              VERIFICABILITA’ E          REDDITI DERIVANTI                 EVENTUALI SIMILITUDINI E/O
        DESCRIZIONE                                               FITOSANITARI                                                          AMBIENTALE E              CONTROLLABILITÀ              DAGLI IMPEGNI               SOVRAPPOSIZIONI CON GLI IMPEGNI DI
         INTERVENTI
                                                                     PRATICHE ORDINARIE                                                 AGRONOMICO                 DELLE MISURE             PRESI IN CONTO NEL              GREENING E PAGAMENTI ACCOPPIATI
                                                                                                                                                                                                CALCOLO DEI
                                               MANTENIMENTO DELLA SUPERFICIE E ATTIVITÀ MINIME                                                                                                   PAGAMENTI
                                    della superficie a Mais pari al 65% in pianura. Considerando l’impegno imposto dal                                                                      esperti, Organizzazioni     relativa alla soia. Per quanto riguarda i pagamenti
                                    greening (al massimo il 75% della superficie per la prima coltura) le potenziali aziende                                                                Professionali e Studi       accoppiati relativi alla zootecnia, pur non essendo
                                    soggette a diversificazione, che attualmente non diversificano, presentano una                                                                          professionali    privati,   specifici per la regione, rappresentano un settore
                                    incidenza della superficie destinata a mais pari al 90,8%                                                                                               Consorzi e Associazioni     significativo di interventi.
                                    MANTENIMENTO DELLA SUPERFICIE E ATTIVITÀ MINIME                                                                                                                                     Piano seminativi
                                    Pertinente DM 1420 del 26/02/2015                                                                                                                                                   Misura 1 – Premio specifico alla soia (Nord)
                                    Delibera Regione FVG n.551 del 27 marzo 2015                                                                                                                                        Misura 1.1 – Premio specifico alla soia
                                                                                                                                                                                                                        Seminativi.
                                                                                                                                                                                                                        L'area di intervento interessa le regioni del Nord
                                                                                                                                                                                                                        Italia tra le quali il Friuli Venezia Giulia.
                                                                                                                                                                                                                        Soia: Il premio è concesso alle aziende agricole che
                                                                                                                                                                                                                        destinano fino al 10% della propria superficie a
                                                                                                                                                                                                                        seminativi alla produzione di soia. Il premio è
                                                                                                                                                                                                                        concesso sull’intera superficie per i primi 5 ha. Oltre
                                                                                                                                                                                                                        tale soglia l’aiuto è riconosciuto fino a un numero
                                                                                                                                                                                                                        massimo di ha seminati a soia pari al 10% della
                                                                                                                                                                                                                        superficie aziendale.
                                                                                                                                                                                                                        Viene valutato il rischio di DF per le aziende che
                                                                                                                                                                                                                        sono beneficiarie sia del premio specifico alla soia
                                                                                                                                                                                                                        che di un pagamento a superficie del PSR collegato
                                                                                                                                                                                                                        ad impegni di avvicendamento che possono
                                                                                                                                                                                                                        prevedere la necessità di ricorrere alla coltivazione
                                                                                                                                                                                                                        di questa coltura. In questo caso il pagamento PSR
                                                                                                                                                                                                                        dovrà tener conto del valore corrispondente al
                                                                                                                                                                                                                        premio specifico alla soia secondo modalità ed
                                                                                                                                                                                                                        importi che saranno definiti in fase di attuazione
                                                                                                                                                                                                                        del regime di pagamenti accoppiati.
Alla luce di quanto sopra esposto gli impegni dell’intervento vanno al di là dei pertinenti criteri della condizionalità, requisiti minimi e pratiche ordinarie che l’agricoltore è tenuto a rispettare..

                                               CGO E BCAA – CONDIZIONALITÀ NAZIONALE E REGIONALE                                                                                              COSTI AGGIUNTIVI
                                                                                                                                                                                                E/O MANCATI
                                          REQUISITI MINIMI RELATIVI ALL’USO DI FERTILIZZANTI E PRODOTTI                                  SIGNIFICATO              VERIFICABILITA’ E           REDDITI DERIVANTI                EVENTUALI SIMILITUDINI E/O
        DESCRIZIONE                                               FITOSANITARI                                                          AMBIENTALE E              CONTROLLABILITÀ              DAGLI IMPEGNI               SOVRAPPOSIZIONI CON GLI IMPEGNI DI
         INTERVENTI
                                                                     PRATICHE ORDINARIE                                                 AGRONOMICO                 DELLE MISURE              PRESI IN CONTO NEL             GREENING E PAGAMENTI ACCOPPIATI
                                                                                                                                                                                                CALCOLO DEI
                                                 MANTENIMENTO DELLA SUPERFICIE E ATTIVITÀ MINIME                                                                                                 PAGAMENTI

10.1.4 - DIVERSIFICAZIONE COLTURALE PER LA RIDUZIONE DELL’IMPATTO AMBIENTALE -2 Conversione dei seminativi a prato

L'intervento è finalizzato a        CGO E BCAA – CONDIZIONALITÀ NAZIONALE E REGIONALE                                               La sostituzione delle        Controllo                  Metodologia                 Greening
incentivare la trasformazione                                                                                                       colture è una misura di      informatizzato  sul
in     prato    di    superfici     BCAA 1 = introduzione di fasce tampone lungo i corsi d’acqua                                    adattamento di lungo         100% delle domande.        Il calcolo considera        L’impegno presenta un rischio di sovrapposizione
                                                                                                                                                                                            come baseline una           con la componente diversificazione del greening di
CGO E BCAA – CONDIZIONALITÀ NAZIONALE E REGIONALE                                                                                                   COSTI AGGIUNTIVI
                                                                                                                                                                                                       E/O MANCATI
                                            REQUISITI MINIMI RELATIVI ALL’USO DI FERTILIZZANTI E PRODOTTI                                    SIGNIFICATO                VERIFICABILITA’ E           REDDITI DERIVANTI                EVENTUALI SIMILITUDINI E/O
        DESCRIZIONE                                                 FITOSANITARI                                                            AMBIENTALE E                CONTROLLABILITÀ               DAGLI IMPEGNI              SOVRAPPOSIZIONI CON GLI IMPEGNI DI
         INTERVENTI
                                                                       PRATICHE ORDINARIE                                                   AGRONOMICO                   DELLE MISURE              PRESI IN CONTO NEL             GREENING E PAGAMENTI ACCOPPIATI
                                                                                                                                                                                                        CALCOLO DEI
                                                  MANTENIMENTO DELLA SUPERFICIE E ATTIVITÀ MINIME                                                                                                       PAGAMENTI
precedentemente destinate a                                                                                                             periodo per limitare                                      situazione che rispetta     base ove pertinente. In questo caso si ravvisa il
seminativi al fine di aumentare       BCAA 2 = rispetto delle procedure di autorizzazione quando l’utilizzo delle acque a fini          l’impatto degli effetti         Controllo in loco 5%.     il greening.                rischio di doppio finanziamento con la componente
la biodiversità e la diversità del    di irrigazione è soggetto a autorizzazione                                                        del          cambiamento                                                              EFA. Qualora le superfici vengano utilizzate per
                                                                                                                                                                        Tutti gli impegni sono    La        determinazione
paesaggio.                            BCAA 3 = protezione delle acque sotterranee dall’inquinamento: divieto di scarico                 climatico (ad esempio           controllabili                                         soddisfare gli obblighi previsti dalle Aree di
                                                                                                                                        siccità       estiva);     la                             economica             del   interesse ecologico ai sensi del Regolamento (UE)
a) la conversione deve essere         diretto nelle acque sotterranee e misure per prevenire l’inquinamento delle acque                                                 informaticamente in       pagamento          viene
                                      sotterranee attraverso lo scarico nel suolo e la percolazione nel suolo delle sostanze            sostituzione di colture         quanto i dati sono                                    1307/2013, il premio non verrà corrisposto.
effettuata entro il primo anno                                                                                                          ad elevato fabbisogno                                     effettuata
d’impegno;                            pericolose elencate nell’allegato della direttiva 80/68/CEE nella sua versione in vigore                                          presenti all’interno di   confrontando i Margini
                                      l’ultimo giorno della sua validità, per quanto riguarda l’attività agricola                       idrico con altre meno           banche             dati
                                                                                                                                        esigenti e più resistenti                                 Lordi, ricavati dalla
b) la conversione può essere                                                                                                                                            certificate (fascicolo    Banca Dati RICA 2008-       Diversificazione dei seminativi
effettuata sul 100% della SAU         BCAA 4 = copertura minima del suolo.                                                              alle carenze d’acqua e          aziendale, ecc.). I
                                                                                                                                        alle alte temperature                                     2012, nel rispetto del      Le aziende con superfici a seminativo, orticole,
aziendale;                            BCAA 5 = gestione minima delle terre che rispetti le condizioni locali specifiche per                                             tracciati di controllo    greening - rotazione
                                                                                                                                        offre              maggiori     verranno esplicitati                                  foraggere,     che presentano   le     seguenti
c) il prato va mantenuto per          limitare l’erosione.                                                                                                                                        (mais, frumento soia)       caratteristiche:
                                                                                                                                        probabilità                di   sul portale VCM
l’intero periodo;                                                                                                                       mantenimento di livelli                                   con gli obblighi previsti
                                      BCAA 6 = mantenere i livelli di sostanza organica del suolo tramite pratiche                                                      messo a disposizione                                     a)    superfici comprese tra 10 e 30 ettari, non
                                                                                                                                        produttivi        adeguati,                               dall’intervento (prato
d) la semina deve essere              appropriate, compreso il divieto di bruciare le stoppi, se non per motivi di salute delle                                         da parte dell’OP.                                              interamente investite a colture sommerse;
                                                                                                                                        riducono i prelievi                                       polifita). Pertanto il
effettuata entro il 30 di giugno      piante
                                                                                                                                        d’acqua e quindi la                                       mancato reddito è
con un miscuglio composto in                                                                                                                                                                                                     b)    b) superfici superiori a 30 ettari, non
                                      BCAA 7 = mantenimento degli elementi caratteristici del paesaggio, compresi, se del               pressione sulle fonti di                                  derivato              dal
prevalenza di graminacee e                                                                                                                                                                                                             interamente investite a colture sommerse;
                                      caso, siepi, stagni, fossi, alberi di filari, in gruppi o isolati, margini dei campi e terrazze   approvvigionamento e,                                     differenziale         dei
comunque da almeno quattro            compreso il divieto di potare le siepi e gli alberi nella stagione della riproduzione e                                                                     Margini Lordi.              hanno l’obbligo di rispettare alcuni vincoli e
                                                                                                                                        infine, contengono i
delle seguenti specie: Poa            della nidificazione degli uccelli e, a titolo facoltativo, misure per combattere le specie                                                                                              potrebbero incorrere nel rischio DF. Nel primo caso
                                                                                                                                        costi                  legati                             Fonti
pratensis, Dactylis glomerata,        vegetali invasive                                                                                                                                                                       (a) vi devono essere almeno due colture e la coltura
                                                                                                                                        all’irrigazione.
Festuca pratensis, Lolium                                                                                                                                                                         Le fonti di riferimento     principale non deve superare il 75% della superficie
perenne,       Festuca       rubra,   CGO 1 = direttiva 91/676/CEE, del 12 dicembre 1991, relativa alla protezione delle                Il prato è composto                                                                   a seminativo. Nel secondo caso (b) le colture
                                                                                                                                                                                                  sono:
Arrhenatherum elatius. E’             acque dall’inquinamento provocato da nitrati provenienti da fonti agricole ( G:U: L 375           generalmente da specie                                                                devono essere almeno tre, la coltura principale non
inoltre ammessa nel miscuglio         del 31.12.1991, pag. 1) Articoli 4 e 5.                                                           foraggere appartenenti                                    Banca dati RICA 2008-       deve occupare più del 75% della superficie e
una percentuale non superiore                                                                                                           a diverse famiglie                                        2012;                       l’insieme delle due colture principali non deve
                                      CGO 10 = regolamento CE n. 1107/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio,
al 10% delle seguenti specie di                                                                                                         botaniche ed è un                                                                     occupare più del 95% della superficie.
                                      del 21 ottobre 2009,relativo all’immissione sul mercato dei prodotti fitosanitari e che                                                                     Testimoni privilegiati/
leguminose:              Trifolium                                                                                                      ambiente con spiccate
                                      abroga le direttive del Consiglio 79/117/CEE e 91/414/CEE (GU l 309 del                                                                                     agronomi        esperti,    Per queste aziende è stato valutato il rischio di DF
pratense, Lotus corniculatus.                                                                                                           caratteristiche
                                      24.11.2009, pag. 1)                                                                                                                                         Organizzazioni              con la componente “diversificazione” del
Al fine di incrementare                                                                                                                 ecologiche poiché tali
ulteriormente la biodiversità                                                                                                                                                                     Professionali e Studi       pagamento greening.
                                      REQUISITI MINIMI RELATIVI ALL’USO DI FERTILIZZANTI E PRODOTTI                                     superfici costituiscano
delle specie prative è                                                                                                                                                                            professionali    privati,
                                      FITOSANITARI                                                                                      ecosistemi a elevato                                                                  Ove pertinente il pagamento del PSR verrà
ammesso nell’inserimento del                                                                                                                                                                      Consorzi e Associazioni
                                                                                                                                        valore aggiunto in                                                                    differenziato informaticamente eliminando dal
miscuglio di cui sopra, fino al       Requisiti minimi all’uso dei fertilizzanti e dei prodotti fitosanitari come da Allegato 7         termini di protezione
                                      del DM 180 del 23/01/2015 e delle azioni obbligatorie previste dal regolamento                                                                                                          calcolo del mancato reddito e dei costi aggiuntivi
100%, la presenza di sementi o                                                                                                          del suolo, utilizzo idrico,
                                      recante la disciplina dell’utilizzazione agronomica dei fertilizzanti azotati e del                                                                                                     l’impegno che si sovrappone con il pagamento
fiorume di provenienza locale                                                                                                           sequestro del carbonio
                                      programma d’azione nelle zone vulnerabili da nitrati della Regione.                                                                                                                     greening. Pertanto il premio risulterà scomposto in
di prati spontanei permanenti                                                                                                           e        di         valore                                                            due pagamenti distinti (pagamento e pagamento
polifiti e/o prati stabili;           I codici di buone pratiche agricole istituiti a norma della direttiva 91/676/CEE per le           paesaggistico                                                                         greening rispettato).
e) la gestione del prato e il         aziende al di fuori della ZVN
                                                                                                                                                                                                                              Aree di interesse ecologico
controllo della vegetazione           Vedasi specifiche intervento 10.1.1
avverrà tramite l’esecuzione di                                                                                                                                                                                               Le aziende con superfici a seminativo, ortive e
due o più sfalci, con asporto         PRATICHE ORDINARIE                                                                                                                                                                      foraggere che superano i 15 ha debbono destinare
della biomassa ottenuta;                                                                                                                                                                                                      una superficie corrispondente ad almeno il 5% dei
                                      La mono successione del mais o la coltivazione di colture da reddito comportano una
                                                                                                                                                                                                                              seminativi dell’azienda ad aree di interesse
f) al fine di favorire la tutela di   riduzione della biodiversità e una mancanza di diversificazione del paesaggio agrario.
                                                                                                                                                                                                                              ecologico (EFA). Per queste aziende è stato
potenziali siti riproduttivi per      La mono successione del mais è pratica ricorrente nel territorio regionale che inficia la
                                                                                                                                                                                                                              valutato il rischio di DF con la componente “EFA”
l’avifauna mantenere una              biodiversità e la diversità del paesaggio agrario del territorio regionale. Dall’analisi
                                                                                                                                                                                                                              del pagamento greening.
porzione pari al 15% della SOI        delle aziende del campione RICA del triennio 2010-11-12 si riscontra una copertura
CGO E BCAA – CONDIZIONALITÀ NAZIONALE E REGIONALE                                                                                             COSTI AGGIUNTIVI
                                                                                                                                                                                               E/O MANCATI
                                          REQUISITI MINIMI RELATIVI ALL’USO DI FERTILIZZANTI E PRODOTTI                                 SIGNIFICATO              VERIFICABILITA’ E           REDDITI DERIVANTI         EVENTUALI SIMILITUDINI E/O
        DESCRIZIONE                                               FITOSANITARI                                                         AMBIENTALE E              CONTROLLABILITÀ              DAGLI IMPEGNI        SOVRAPPOSIZIONI CON GLI IMPEGNI DI
         INTERVENTI
                                                                     PRATICHE ORDINARIE                                                AGRONOMICO                 DELLE MISURE              PRESI IN CONTO NEL      GREENING E PAGAMENTI ACCOPPIATI
                                                                                                                                                                                               CALCOLO DEI
                                               MANTENIMENTO DELLA SUPERFICIE E ATTIVITÀ MINIME                                                                                                  PAGAMENTI
a prato non sfalciata. Ai fini di   della superficie a Mais pari al 65% in pianura. Considerando l’impegno imposto dal
evitare     l’incespugliamento      greening (al massimo il 75% della superficie per la prima coltura) le potenziali aziende                                                                                     Pagamenti accoppiati
delle superfici deve essere         soggette a diversificazione, che attualmente non diversificano, presentano una
effettuato lo sfalcio della         incidenza della superficie destinata a mais pari al 90,8%                                                                                                                    Impegno non     interessato   dai   pagamenti
porzione del 15% dopo il 30                                                                                                                                                                                      accoppiati.
agosto di ogni anno. Le aree        Lo sfalcio viene eseguito sulla totalità della superficie agricola utilizzabile senza tener
non sfalciate possono essere        conto di accorgimenti che favoriscano la tutela e la salvaguardia della fauna selvatica.
anche      aree      marginali,     MANTENIMENTO DELLA SUPERFICIE E ATTIVITÀ MINIME
prospicenti fossi, canali o
scoline oppure localizzate nei      Pertinente DM 1420 del 26/02/2015
pressi di arbusti, siepi od
                                    Delibera Regione FVG n.551 del 27 marzo 2015
alberi;
g) non utilizzare prodotti
fitosanitari,      diserbanti,
disseccanti e concimi chimici
di sintesi

Alla luce di quanto sopra esposto gli impegni dell’intervento vanno al di là dei pertinenti criteri della condizionalità, requisiti minimi e pratiche ordinarie che l’agricoltore è tenuto a rispettare.
COSTI AGGIUNTIVI
                                              CGO E BCAA – CONDIZIONALITÀ NAZIONALE E REGIONALE                                                                                                      E/O MANCATI
                                           REQUISITI MINIMI RELATIVI ALL’USO DI FERTILIZZANTI E PRODOTTI                                    SIGNIFICATO                VERIFICABILITA’ E           REDDITI DERIVANTI                   EVENTUALI SIMILITUDINI E/O
        DESCRIZIONE
                                                                   FITOSANITARI                                                            AMBIENTALE E                CONTROLLABILITÀ              DAGLI IMPEGNI                  SOVRAPPOSIZIONI CON GLI IMPEGNI DI
         INTERVENTI
                                                               PRATICHE ORDINARIE                                                          AGRONOMICO                   DELLE MISURE              PRESI IN CONTO NEL                GREENING E PAGAMENTI ACCOPPIATI
                                               MANTENIMENTO DELLA SUPERFICIE E ATTIVITÀ MINIME                                                                                                       CALCOLO DEI
                                                                                                                                                                                                      PAGAMENTI

10.1.5 - TUTELA DELLA BIODIVERSITÀ DEI PRATI E DEI PRATI STABILI – 1 Prati

 Le superfici oggetto di             CGO E BCAA – CONDIZIONALITÀ NAZIONALE E REGIONALE                                                 Salvaguardare              il   Controllo                  Metodologia                   Greening
intervento   sono    così                                                                                                              paesaggio            rurale,    informatizzato  sul
individuate:                         CGO 1 = direttiva 91/676/CEE, del 12 dicembre 1991, relativa alla protezione delle                tutelando la sua tipicità       100% delle domande.        La       determinazione       L’impegno non presenta un rischio di
                                     acque dall’inquinamento provocato da nitrati provenienti da fonti agricole ( G:U: L 375           e garantendone la                                          economica              del    sovrapposizione        con       la    componente
  prati permanenti;                 del 31.12.1991, pag. 1) Articoli 4 e 5.                                                           fruibilità a fini turistico-    Controllo in loco sul      pagamento           viene     diversificazione del greening di base.
                                                                                                                                       ambientali;                     5% delle domande.          effettuata
  medicai a fine ciclo: si          CGO 2 = direttiva 2009/147/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 30                                                                                 confrontando             il
   considerano a fine ciclo i        novembre 2009, concernente la conservazione degli uccelli selvatici (GU l 20 del                                                  I controlli in loco                                      Si ravvisa il rischio di doppio finanziamento con la
                                                                                                                                       favorire la biodiversità                                   Margine Lordo e i costi
   medicai impiantati da oltre       26.01.2010, pag., 7). Articolo 3 del paragrafo 1, articolo 3 paragrafo 2, lettera b),             animale e vegetale              potranno richiedere        specifici ricavati dalla      componente EFA. Qualora le superfici vengano
   quattro anni;                     articolo 4 paragrafi 1,2,4.                                                                       mantenendo habitat              ulteriori visite o         Banca Dati RICA 2008-         utilizzate per soddisfare gli obblighi previsti dalle
                                                                                                                                       aperti e di particolare         essere di natura           2012 riferiti ai prati e      Aree di interesse ecologico ai sensi del
  prati pascoli, ovvero tutte le    CGO 3 = direttiva 92/43/CEE del Consiglio del 21/05/1992, relativa alla                                                           aggiuntiva (comma 4
   tipologie previste alle           conservazione degli habitat naturali e seminaturali e della flora e della fauna selvatica         pregio      naturalistico                                  pascoli      permanenti       Regolamento (UE) 1307/2013, il premio non verrà
                                                                                                                                       idonei ad ospitare un           art. 26 Reg UE             condotti secondo le
   lettere precedenti dove,          (GU L 206 del 22.7.1992, pag.. 7) articolo 6, paragrafi 1 e 2.                                                                    809/2014).                                               corrisposto.
   oltre allo sfalcio, viene                                                                                                           ricco patrimonio di flora                                  indicazioni contenute
                                     CGO 10 = regolamento CE n. 1107/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio,                      e di fauna autoctona,           Tutti gli impegni sono     nella            baseline
   praticato il pascolamento                                                                                                                                                                                                    Gli impegni non presentano il rischio di doppio
                                     del 21 ottobre 2009, relativo all’immissione sul mercato dei prodotti fitosanitari e che                                          controllabili              (situazione ante) con
   con un carico compreso tra                                                                                                          tutelare     il    suolo                                                                 finanziamento con la componente mantenimento
                                     abroga le direttive del Consiglio 79/117/CEE e 91/414/CEE (GU l 309 del                                                           informaticamente in        quelli ottenibili da un
   0,4 e 1,4 UBA/ettaro e                                                                                                              limitando i rischi di                                                                    dei prati e pascoli permanenti, poiché le operazioni
                                     24.11.2009, pag.. 1)                                                                                                              quanto i dati sono         prato       permanente
   comunque         idoneo      a                                                                                                      dissesto idrogeologico
                                                                                                                                                                       presenti all’interno di    gestito in base alle          vanno oltre gli obblighi previsti dal greening.
   garantire il buono stato di       BCAA 5 = gestione minima delle terre che rispetti le condizioni locali specifiche per             e di erosione, in
   conservazione del cotico                                                                                                                                            banche              dati   prescrizioni contenute
                                     limitare l’erosione.                                                                              particolare nelle zone
   erboso; al fine del rapporto                                                                                                                                        certificate (fascicolo     nella          presente       Pagamenti accoppiati
                                                                                                                                       montane                 e                                  operazione (situazione
   UBA/ettaro si intendono le        BCAA 7 = Mantenimento degli elementi caratteristici del paesaggio, compresi, se del                                               aziendale, BDN, ecc.).
                                                                                                                                       mantenendo           un                                    post).
   specie bovine, bufaline,          caso, siepi, stagni, fossi, alberi di filari, in gruppi o isolati, margini dei campi e terrazze                                   I tracciati di controllo                                 Impegno non         interessato    dai   pagamenti
                                                                                                                                       adeguato livello di
   equine, ovine, caprine e          compreso il divieto di potare le siepi e gli alberi nella stagione della riproduzione e                                           verranno esplicitati                                     accoppiati.
                                                                                                                                       fertilità e di sostanza                                    In     particolare,     i
   cervidi.                          della nidificazione degli uccelli e, a titolo facoltativo, misure per combattere le specie                                        sul portale VCM
                                                                                                                                       organica nel terreno                                       differenziali tra la
                                     vegetali invasive                                                                                                                 messo a disposizione
La gestione del prato (tranne                                                                                                          soprattutto in pianura.                                    situazione ante e post
                                                                                                                                                                       da parte dell’OP.          possono           essere
prati pascoli) e il controllo        REQUISITI MINIMI RELATIVI ALL’USO DI FERTILIZZANTI E PRODOTTI
della vegetazione avverranno         FITOSANITARI                                                                                                                                                 ricondotti
tramite l’esecuzione di due o                                                                                                                                                                     essenzialmente:
                                     Requisiti minimi all’uso dei fertilizzanti e dei prodotti fitosanitari come da Allegato 7
più sfalci, con asporto della        del DM 180 del 23/01/2015 e delle azioni obbligatorie previste dal regolamento                                                                               -al divieto dell’uso di
biomassa       ottenuta.       La    recante la disciplina dell’utilizzazione agronomica dei fertilizzanti azotati e del                                                                          concimi chimici di
gestione del prato e il              programma d’azione nelle zone vulnerabili da nitrati della Regione.                                                                                          sintesi;
controllo della vegetazione
avverrà tramite l’esecuzione di      I codici di buone pratiche agricole istituiti a norma della direttiva 91/676/CEE per le                                                                      -divieto di spargimento
due o più sfalci all’anno con        aziende al di fuori della ZVN                                                                                                                                di liquami, letami e
asporto della biomassa. Al                                                                                                                                                                        deiezioni avicole;
fine di salvaguardare la fauna,      Vedasi specifiche intervento 10.1.1
                                                                                                                                                                                                  -al divieto dell’uso di
le operazioni di sfalcio dei prati   PRATICHE ORDINARIE                                                                                                                                           prodotti fitosanitari;
(tranne prati pascoli) dovranno
procedere dal centro degli           La gestionale dei prati prevede l‘esecuzione di operazioni di sfalcio durante la                                                                             -al divieto dell’uso di
appezzamenti         verso      il   stagione vegetativa                                                                                                                                          prodotti diserbanti e
perimetro esterno dando così                                                                                                                                                                      disseccanti;
                                     Gli sfalci vengono eseguiti razionalizzando e limitando i tempi di esecuzione senza
agli animali presenti la
                                     tener conto di accorgimenti che favoriscano la tutela e la salvaguardia della fauna
Puoi anche leggere
DIAPOSITIVE SUCCESSIVE ... Annulla