" Leonardo da Vinci " - Istituto Comprensivo

 
MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE
                       UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO

                   Istituto Comprensivo
                  " Leonardo da Vinci "

                                    PIANO
           DELL’OFFERTA FORMATIVA
               Viale della Grande Muraglia 37 - Via Lione 3 - 00144 ROMA

                           E mail: rmic8BZ00C@istruzione.it

                          Sito web: icleonardodavinci.eu

Distretto XX                                                       Tel. fax. 0652209322
                                                                             0652247594
Cod.Mecc.RMIC8BZ00C
         RMAA8BZ019 (Infanzia)
         RMEE8BZ01E(Primaria)
         RMMM8BZ01D(Sec. I°grado)                                  c/c post. : 60182003

                                           1
PIANO DELL’OFFERTA FORMATIVA
                        Istituto Comprensivo " Leonardo da Vinci "

                                               INDICE

•   Il Piano dell’offerta formativa
•   Identità della scuola
•   Informazioni utili
•   Analisi dei bisogni
•   Finalità
•   Obiettivi del nostro Pof
•   Metodologie strategie didattiche
•   Le risorse umane e strutturali
•   La scuola dell’infanzia
•   La scuola del Primo ciclo
•   La scuola primaria
•   Orario della scuola primaria
•   Organizzazione Scuola secondaria di I grado
•   I progetti della scuola dell’infanzia/primaria
•   I progetti della scuola secondaria di primo grado
•   Ampliamento dell’offerta formativa – Attività extracurricolari
•   Integrazione degli alunni in situazione di difficoltà e/o diversamente abili
•   Valutazione degli alunni
•   Valutazione di Istituto
•   Assicurazione
•   D. Lgs 196/03 art 13 “Codice in materia di protezione dei dati personali”
•   Sicurezza
•   Regolamento interno d’Istituto
•   Patto di corresponsabilità educativa
•   Regolamento viaggi e visite d’istruzione
•   Attività collegiale nella scuola
•   Genitori nella scuola
•   Attività culturali rivolte al territorio
•   Aggiornamento e formazione
•   Riferimenti normativi

                                                    2
IL PIANO DELL' OFFERTA FORMATIVA

         L’Istituto Comprensivo Leonardo da Vinci di Roma presenta ai genitori il suo “Piano dell'
Offerta Formativa” (POF), in conformità alle nuove disposizioni legislative ed in linea con il
processo di autonomia scolastica.
         Il Piano dell’offerta formativa, ai sensi dell’art. 3 del D.P.R. 275/99 (Regolamento recante
norme in materia di autonomia delle istituzioni scolastiche, ai sensi dell’art. 21 della legge 15
Marzo 1997, n. 59) è il “documento fondamentale” che orienta il processo di trasformazione della
scuola e nasce dalla consapevolezza dei bisogni formativi della comunità in cui è inserita la scuola
stessa.
         Esso, inoltre, costituisce il contratto formativo interno all'Istituto, ma è anche un contratto
esterno attraverso il quale la scuola chiarisce la propria identità e le proprie strategie, chiamando a
collaborare alunni, famiglie e collettività per realizzare un progetto comune di crescita civile e
culturale.
         L’Istituto, attraverso le linee contenute nel suo “Piano dell’offerta formativa” intende
consolidare un proficuo rapporto con le famiglie. Tale rapporto, integrandosi con
un’organizzazione moderna e flessibile della didattica imperniata sulla valorizzazione delle
professionalità degli insegnanti, favorisce il successo scolastico degli allievi e l’affermazione del
diritto allo studio in una dimensione di qualità, trasparenza ed assunzione di responsabilità in ordine
ai risultati.
       La nostra scuola promuove i processi formativi con lo scopo di adoperare il sapere (le
conoscenze) e il saper fare (le abilità) che è tenuta ad insegnare, come occasioni per sviluppare
competenze significative e stabili e per sviluppare armonicamente la personalità degli alunni in
tutte le direzioni (etiche, sociali, affettive, creative, operative). Aiuta, inoltre, lo studente ad
acquisire un’immagine sempre più chiara e approfondita della realtà sociale economica e tecnico-
scientifica della società contemporanea.
       E’ una scuola che si qualifica per il rispetto delle finalità fondamentali dell’ AUTONOMIA
scolastica: lavora sulla continuità, combatte la dispersione e mira all’orientamento di ciascuno,
mettendo l’alunno in condizione di conquistare la propria identità. Utilizza modalità motivanti
per facilitare gli apprendimenti e, leggendo i bisogni e il disagio, interviene per prevenire il disagio
scolastico.
       Il nostro P.O.F. vuole essere quindi un documento organico e innovativo di programmazione
dell’intera proposta formativa dell’Istituto, attento alle aspettative del territorio e alle potenzialità
dell’utenza, con una struttura aperta e flessibile nel tempo.
     E’ un piano attento ai cambiamenti normativi in atto per realizzare percorsi formativi sempre
più rispondenti alle inclinazioni personali degli studenti, valorizzando gli aspetti peculiari della
personalità di ognuno.
     E’ dunque il progetto di una scuola attenta ad offrire ad ogni alunno occasioni di
apprendimento dei saperi e dei linguaggi culturali di base; a far sì che gli allievi acquisiscano gli
strumenti di pensiero necessari per apprendere a selezionare le informazioni; a promuovere in loro
la capacità di elaborare metodi e categorie che siano in grado di fare da guida negli itinerari
personali; a favorire l’autonomia di pensiero, orientando la propria didattica alla costruzione di
saperi a partire da concreti bisogni formativi.
Il Piano prevede un sistema di monitoraggio dei processi formativi e organizzativi per valutarne la
conformità e l’efficacia rispetto agli obiettivi e alle aspettative del territorio.

                                                   3
IDENTITA' DELLA SCUOLA

    L’Istituto Comprensivo Leonardo da Vinci opera e si identifica nei quartieri EUR e Torrino. E’
situato in viale della Grande Muraglia 37 (Sede centrale - Scuola Sec. di primo grado) e in via
Lione 3 ( Sede dell’ Infanzia e della Primaria), poco lontano dal Palalottomatica, ex “ Palazzo
dello sport”, in edifici moderni, al cui esterno ci sono spazi esterni, campo di calcio, pallavolo e
pista per gare di atletica. Gli interni sono ampi e abbastanza luminosi disposti su più piani e con
vari laboratori e ampie e funzionali palestre.
    La nostra scuola ha una lunga e consolidata tradizione; prima ubicata nel centro del quartiere
EUR, vicino al Palazzo della Civiltà Romana, si è trasferita nelle attuale sede centrale nel
settembre 2001. Inizialmente il Municipio aveva assegnato la sede di via Lione al 188° Circolo
Didattico. Fino all’anno 2004 era perciò solo Scuola Media; poi, in seguito al dimensionamento di
alcune scuole primarie e secondarie di I grado del quartiere Torrino, ha annesso 3 classi di Scuola
dell’Infanzia e 3 corsi di Scuola Primaria provenienti dall’ex 188° C. D, assumendo l’attuale
configurazione di Istituto Comprensivo “verticalizzato”, che ci permette di lavorare in continuità
educativa e didattica con tutti i nostri alunni dai 3 ai 13 anni.
    L’istituto è frequentato da:
             • alunni residenti nei quartieri EUR e Torrino;
             • alunni i cui genitori lavorano negli uffici dell' EUR;
             • alunni provenienti da altri quartieri, le cui famiglie scelgono questa scuola per le sue
                peculiarità.
    Le famiglie, in media non numerose, provengono da varie zone della capitale e hanno una
composizione relativamente giovane.
    La dimensione sociale del territorio si avvale di forti stimoli culturali, quali musei,
biblioteche, centri sportivi di importanza anche internazionale e associazioni culturali.
    La scuola utilizza le numerose risorse del territorio e collabora con le associazioni e gli enti
locali per realizzare attività di supporto e di integrazione alla didattica. Essa, inoltre, gode dei
numerosi servizi di cui i quartieri sono dotati: metropolitana, autobus, presìdi ospedalieri e servizi
sociali.
    Nel corrente anno scolastico nel nostro Istituto Comprensivo ci sono 3 classi di scuola
dell’infanzia, 15 classi di scuola primaria e 21 classi di scuola secondaria di I grado.
    La nostra scuola, da anni, è impegnata in attività di collaborazione con le Università del
territorio.I nostri docenti, infatti, accolgono e formano gli studenti laureati della Scuola di
Specializzazione della III° Università di Roma, che saranno futuri insegnanti, nell’ambito del
progetto “Tutor”.
    Offre ai genitori moduli orari flessibili per andare incontro alle loro esigenze e organizza attività
extracurricolari varie per coinvolgere gli alunni i cui genitori hanno orari differenziati di lavoro.

                                   INFORMAZIONI UTILI
INDIRIZZO: - Via G.Muraglia, 37- Via Lione, 3- 00144 - Roma – tel 065296334 - fax 0652209322
DISTRETTO SCOLASTICO: XX
DIRIGENTE SCOLASTICO: Prof.ssa Maria Federica Grossi
D.S.G.A.: Sig.ra Silvana De Vito
E-MAIL: rmic8bz00c@istruzione.it
SITO INTERNET : ……………………………………………..
CODICE DELL’ISTITUTO:RMIC8BZ00C
CODICE FISCALE:80235210582
CONTO CORRENTE POSTALE:60182003
ORARIO UFFICIO DI PRESIDENZA: il Dirigente riceve in orario di ufficio previo appuntamento.
ORARIO DI APERTURA AL PUBBLICO DELLA SEGRETERIA AMMINISTRATIVA E DIDATTICA:
LUNEDÌ - VENERDÌ dalle ore 11.30 alle 13.30; MARTEDÌ dalle ore 8.30 alle 10.00;
MERCOLEDÌ-GIOVEDÌ dalle ore 14.30 alle 15.30

                                                   4
ANALISI DEI BISOGNI

L'osservazione sistematica degli alunni, i rapporti scuola-famiglia, le risposte alle indagini
statistiche proposte ai genitori hanno individuato i seguenti bisogni rilevabili nel territorio:
• adeguare il tempo scuola ai ritmi odierni della vita sociale e familiare fornendo alle famiglie la
   possibilità di scegliere orari settimanali diversi, a seconda delle proprie esigenze e dei propri
   ritmi di vita;
• avere opportunità di confronto, di condivisione di obiettivi, di collaborazione e
   compartecipazione tra gli operatori della scuola, i genitori, gli alunni, e le istituzioni;
• potenziare la collaborazione con gli enti, le agenzie educative del territorio, le altre istituzioni
   scolastiche per garantire una gestione partecipata e integrata e favorire le attività progettuali
   attraverso Conferenze di servizio, accordi di programma, protocolli d’intesa previsti dalla Legge
   241/90;
• ampliare l’offerta formativa anche in orario extracurricolare;
• fornire agli alunni un solido bagaglio culturale e una preparazione accurata poiché quasi tutti gli
   alunni proseguono gli studi nei Licei classico e scientifico.
Si evince, inoltre, la seguente situazione relativa agli alunni:
• i genitori lavorano spesso entrambi fino al pomeriggio; gli alunni frequentano, quindi, corsi
    pomeridiani di vario tipo, spesso all’interno della nostra scuola;
• i nostri alunni amano dedicarsi ad attività sportive, musicali e informatiche;
• vivono realtà culturalmente abbastanza stimolanti ;
• il rapporto con l'ambiente e con i coetanei è generalmente positivo;
• in genere hanno bisogno di essere ascoltati e di condividere le problematiche adolescenziali;
• sono generalmente interessati alle discipline di studio;
• proseguono i loro studi nei licei della zona.

             FINALITÀ DEL PIANO DELL’OFFERTA FORMATIVA

    Le finalità della scuola devono essere definite a partire dalla persona che apprende, con
l’originalità del suo percorso individuale e con l’unicità della rete di relazioni che la legano alla
famiglia e agli ambiti sociali.
La scuola garantisce il successo formativo, in coerenza con gli obiettivi generali del Sistema
Nazionale d’Istruzione e della Riforma in atto ai sensi della Legge n. 53 del 28 marzo 2003,
successive modifiche ai sensi del D.M. 31 luglio 2007 e relative Indicazioni per il curricolo ad esso
allegate, con l’esigenza di migliorare l’efficacia del processo di insegnamento/apprendimento per
formare cittadini responsabili mediante:
    • accoglienza, continuità e orientamento scolastico per sostenere la crescita dell’allievo
        stimolando la sua curiosità, il suo desiderio di sapere e la sua capacità di scegliere;
    • individuazione delle capacità e delle attitudini nella convinzione che queste siano le risorse
        per promuovere lo sviluppo della personalità e delle competenze di ciascuno;
    • personalizzazione dell’insegnamento, che mira a mettere al centro l’apprendimento
        dell’alunno, attraverso una didattica efficace per rispondere ai diversi interessi e bisogni;
    • integrazione e socializzazione con valorizzazione delle diversità e superamento del disagio e
        della competizione nel gruppo;
    • arricchimento del bagaglio culturale, attraverso una didattica che risponda alle esigenze di
        ciascuno, fornendo una solida preparazione per la prosecuzione degli studi;

                                                  5
OBIETTIVI DEL NOSTRO POF

Gli obiettivi rappresentano il fulcro del nostro processo formativo e sono adeguati e significativi per
i singoli allievi, nonché volti a garantire la trasformazione delle capacità di ciascuno in reali e
documentate competenze.
Possono così sintetizzarsi:
sviluppare competenze significative e comportamenti consapevoli, nel rispetto dei diritti, dei
    doveri e delle diversità di ogni tipo;
acquisire una valida metodologia di studio e di ricerca;
arricchire gli orizzonti culturali per una integrazione e valorizzazione delle conoscenze
disciplinari e trasversali;
valorizzare le potenzialità personali emerse in varie situazioni come espressione di autostima e
    capacità di scelta.
sviluppare il senso storico, per una corretta collocazione dei problemi nel tempo e nello spazio;
prevenire e recuperare le situazioni di disagio personale e il disadattamento scolastico.

                   METODOLOGIE E STRATEGIE DIDATTICHE

     Con le riforme avviate l’attuale scuola ha subito un processo di trasformazione, sia per quanto
riguarda il monte ore obbligatorio, che per quanto riguarda l’introduzione di laboratori didattici
dove gli alunni, usando i diversi linguaggi della comunicazione possono condividere esperienze ed
emozioni, attuare forme di cooperazione e aiuto reciproco, esercitare e rafforzare le proprie
capacità.
       La nostra scuola è impegnata ad applicare le innovazioni con gradualità, intesa come
cambiamento programmato e senza traumi, in quanto condizione necessaria affinché il
cambiamento diventi un patrimonio condiviso e l’esperienza sia arricchimento per la
sperimentazione.
         Le linee strategiche di sostegno al nuovo quadro normativo, in evoluzione, passano da due
condizioni necessarie: il rispetto dell’autonomia della istituzione scolastica, ormai elevata a rango
costituzionale e la valorizzazione del personale che nella scuola opera.
         Lo sfondo dell’innovazione è rappresentato dall’autonomia intesa come flessibilità
dell’offerta formativa, dei percorsi didattici e dei tempi di insegnamento/apprendimento (vedi art.
21 della Legge 15 Marzo 97 n° 59 e D.P.R. 275/99 Regolamento recante norme in materia di
autonomia delle istituzioni scolastiche).
         L’autonomia è infatti lo strumento che permette alle scuole di trasformare, nel rispetto
degli obiettivi generali del Ministero dell’Istruzione, le conoscenze disciplinari ed interdisciplinari e
le abilità operative, il sapere e il saper fare in competenze trasversali di base, essenziali e
irrinunciabili e in competenze specifiche mirate, duttili e flessibili, anche in relazione alle
molteplici tipologie di linguaggi che una società moderna e in veloce trasformazione propone in
misura sempre più ampia.
         Tali competenze, intese secondo il documento ministeriale del 3 -04-2007 -Il curricolo nella
scuola dell’autonomia- come ”ciò che un alunno sa fare e sa diventare con quello che sa”,
verranno certificate in uscita dal primo ciclo d’istruzione, dopo l’Esame di Stato.
     In tale fase transitoria, quindi, la nostra scuola, mettendo al centro di ogni intervento l’alunno ed
il suo apprendimento e sollecitando la varietà delle “intelligenze” di cui ogni alunno dispone,
progetta un apprendimento caratterizzato da obiettivi formativi adatti e significativi per gli allievi
col fine di sviluppare in maniera armonica le capacità (intellettuali, estetico- espressive, motorie,

                                                    6
operative, ecc) di ciascuno, per porlo nella condizione di capire il mondo che lo circonda e la
società in costante cambiamento.
     La definizione e la realizzazione delle strategie educative e didattiche tengono sempre conto
della singolarità di ogni persona, della sua articolata identità, delle sue capacità e delle sue fragilità,
nelle varie fasi di sviluppo e di formazione.
     Lo studente è posto al centro della nostra azione educativa in tutti i suoi aspetti: cognitivi,
affettivi, relazionali, corporei, estetici, etici, spirituali. In questa prospettiva, i docenti pensano e
realizzano i loro progetti educativi e didattici non per individui astratti, ma per le persone che hanno
nella classe.
     I docenti della nostra scuola guidano gli alunni alla consapevolezza del loro stile cognitivo e
delle strategie che mettono in atto per conoscere e apprendere anche attraverso l’Orientamento
scolastico.
     L’acquisizione dei contenuti da parte degli alunni avviene in modo significativo e per scoperta;
significativo perché le conoscenze via via acquisite sono collegate alle conoscenze già possedute,
per scoperta perché il cammino per arrivare all’apprendimento di una nuova conoscenza è
autonomo e dinamico, attraverso domande e discussioni che sollecitano l’intera classe
all’intervento.
     Si tiene conto dei diversi modi di apprendere e si presta attenzione all’aspetto affettivo per
superare i momenti di disagio o di rifiuto che i ragazzi mostrano talvolta nei confronti di alcune
discipline.
     La finalità primaria è la prevenzione all’insuccesso e alla dispersione scolastica, il recupero di
motivazioni e partecipazione, la fiducia verso la funzione e l’operato degli insegnanti e della scuola
in genere.
       L’idea cardine della scuola dell’autonomia è la flessibilità dell’offerta formativa , dei percorsi
didattici e dei tempi di insegnamento/apprendimento. In tale ottica i nostri docenti preparano le
loro programmazioni attuando indicazioni metodologiche compatibili con la didattica per obiettivi,
con quella per concetti o per problemi,o, attraverso la preparazione di unità didattiche o di
apprendimento, nell’ottica del raggiungimento dei traguardi per lo sviluppo delle competenze attese
alla fine del primo ciclo d’istruzione e dei relativi obiettivi di apprendimento previsti dalla riforma
in atto,ai sensi della legge n. 53 del 28 marzo 2003 e sue successive modifiche. Tutto ciò nel
rispetto della libertà d’insegnamento e delle scelte metodologiche di ogni docente.
     Il nostro Istituto Comprensivo, lavorando nell’ottica della continuità, ha elaborato mappe di
competenze (vedi allegati) che riguardano il passaggio dalla scuola dell’infanzia a quella primaria,
dalla scuola primaria a quella secondaria e dalle secondaria di I grado alla secondaria di II grado.
Tutti i docenti lavorano poi alla declinazione degli obiettivi formativi delle singole discipline,
relativi alle competenze individuate indispensabili al passaggio da un ordine di studi all’altro.

                                                    7
LE RISORSE DELLA SCUOLA

                 UMANE                                                  STRUTTURALI
Il personale , sostanzialmente stabile,                  Per la Scuola dell’Infanzia e Primaria:
è costituito dal Dirigente scolastico,
dai docenti, dal personale amministrativo e                 • Spazi esterni divisi in 3 anfiteatri e relativi
dai collaboratori scolastici.                                   cortili
Nel personale docente si individuano:                       • Teatro interno
• Docenti Collaboratori del Dirigente                       • Palestra
• Docenti “Funzioni strumentali al piano dell’offerta       • Laboratorio Informatico
    formativa”, facenti parte dello Staff di Presidenza,    • Mensa con cucina annessa
    che si occupano,nel rispetto del mandato del            • Biblioteca
    Collegio dei docenti:
- della elaborazione, aggiornamento e gestione del POF e della sua
presentazione ai genitori e agli organi collegiali; della ricerca e
dell’approfondimento          degli aspetti innovativi in relazione       Per la Scuola secondaria I grado:
all’evolversi del quadro normativo;della valutazione di Istituto;
- del supporto ai docenti nella gestione dei progetti del POF e              •   Palestra ed impianto sportivo polivalente
relativa produzione di strumenti didattici, dell’ organizzazione delle       •   esterno
attività di recupero e potenziamento, delle attività trasversali e
alternative alle ore curriculari, della valutazione del personale della      •   Laboratorio di Educazione Tecnologica
scuola;                                                                      •   Laboratorio di Educazione Artistica
 - della organizzazione delle attività di accoglienza,continuità e           •   Laboratorio linguistico
dell’orientamento con relativa organizzazione di Open-day; di
attività di prevenzione del fenomeno della dispersione e di
                                                                             •   Laboratorio scientifico
educazione alla salute;                                                      •   Laboratorio multimediale
- dei rapporti con il territorio, favorendo la massima conoscenza            •   Biblioteca con sala di consultazione, sala
delle offerte e delle proposte;                                                  video e multimediale
- dell’educazione alla cittadinanza, all’accoglienza, all’integrazione
e alla alfabetizzazione degli alunni stranieri,alla organizzazione
                                                                             •   Sala mensa con cucina annessa
delle attività per il diisagio, l’handicap,l’integrazione.
Nel personale A.T.A. si individuano:
• Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi
• Assistenti amministrativi
• Collaboratori scolastici
                                                      Le risorse esterne

Per le attività trasversali all'insegnamento:                             Per le attività extra-curriculari:
Provincia, Comune, XII Municipio, XX Distretto                            - Polisportiva Leonardo da Vinci
scolastico, ASL, Medico scolastico, Equipe socio-                          -Associazione sportiva Darus
psico pedagogica, Parrocchia, ISTAT, WWF, FAO,                             -Esperti esterni
Coop, Caritas, Biblioteca Ostiense, A.M.A., L’isola che                   - L’Isola che c’è
c’è, Il cerchio ed il centro, Chelonea, Ateneo Salesiano,                 - Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni
Vigili Urbani, Enti locali, Enti territoriali, Assessorati                  popolari
comunali e regionali, , Consulta per l’integrazione, Casa                 -Associazione “Kult generation”
famiglia "Provvidenza", Istituto Nazionale della                          -ANCEI
Nutrizione, Università La Sapienza, Università Roma                       -Assessorato alle Politiche Educative
Tre.                                                                      -Assessorato alle Politiche Ambientali
                                                                          -Ufficio Scuola XII Municipio

                                                                    8
LA SCUOLA DELL’INFANZIA

   La scuola dell’infanzia, liberamente scelta dalle famiglie, si rivolge a tutti i bambini dai 3 ai 6
anni di età ed è la risposta al loro diritto all’educazione.
   Per ogni bambino o bambina, la scuola dell’infanzia si pone le seguenti finalità
         • promuovere lo sviluppo dell’identità
         • promuovere lo sviluppo dell’autonomia
         • acquisire fiducia in sé e negli altri;
         • acquisire competenze trasferendo le esperienze e i saperi in campi diversi da quelli
             appresi e in tutti i contesti della vita quotidiana;
         • educare alla cittadinanza accettando le regole condivise
         • gestire le difficoltà
         • valorizzare il gioco in tutte le sue forme ed espressioni
         • valorizzare il fare produttivo e le esperienze dirette
         • far partecipare in modo attivo le famiglie alla vita della scuola

    La nostra scuola dell’Infanzia propone, quindi, una pedagogia attiva e delle relazioni che si
manifesta nella capacità di ascolto e di attenzione a ciascun bambino, nella cura dell’ambiente, dei
gesti e delle cose e nell’accompagnamento verso forme di conoscenza sempre più elaborate e
consapevoli.
    Le sezioni sono organizzate per gruppi eterogenei di 3 - 4 e 5 anni, ma sono programmate anche
attività per gruppi di età e di livello, a classi aperte.
    In orario scolastico vengono svolte attività motorie, musicali e di lingua inglese con
l’intervento di esperti esterni a pagamento.
     Le sezioni della scuola dell’infanzia possono essere organizzate o a tempo prolungato ore 8 /
16, o a tempo normale 8 / 13, sulla base delle richieste delle famiglie.
    L’entrata è per tutti dalle ore 8.00 alle ore 9.00. L’uscita è dalle 12.45 alle 13.00 per la sezione
antimeridiana; dalle 15.45 alle 16.00 per le classi a tempo lungo
    E’ possibile usufruire di un pre-scuola dalle 7.30 alle 8.00 e di un post-scuola dalle 16.00 alle
18.00. (a pagamento).

Interventi Formativi

   •   Accoglienza
   •   Continuità
   •   Integrazione alunni portatori di handicap
   •   Piani di lavoro ai sensi delle Indicazioni Nazionali per il Curricolo
   •   Progetti della scuola
   •   Utilizzazione di compresenze e contemporaneità
   •   Visite d’istruzione
   •   Collaborazioni esterne

                                                   9
LA SCUOLA DEL PRIMO CICLO

    Il primo ciclo dell’istruzione comprende la scuola primaria e la scuola secondaria di primo
grado, già elementare e media. Esso ricopre un arco di tempo fondamentale per l’apprendimento e
la costruzione della identità degli alunni, nel quale si pongono le basi per lo sviluppo delle
competenze indispensabili per continuare ad apprendere a scuola e lungo l’intero arco della vita.
    La finalità del primo ciclo è la promozione del pieno sviluppo della persona. Per realizzarla la
scuola concorre con altre istituzioni alla rimozione di ogni ostacolo alla frequenza, cura l’accesso
facilitato per le persone con disabilità e combatte l’evasione dell’obbligo scolastico e la dispersione.
Persegue con ogni mezzo il miglioramento della qualità del sistema di istruzione.
    La scuola accompagna gli alunni nell’elaborare il senso della propria esperienza, promuove la
pratica consapevole della cittadinanza attiva e l’acquisizione degli alfabeti di base della cultura.

                                     SCUOLA PRIMARIA
La scuola primaria attiva percorsi finalizzati allo sviluppo integrale della persona attraverso:

                                           Attività
                                          curricolari

               Progetti                      Visite                   Campi
                                            guidate                   scuola

                                            Attività
                                            sportive

                 La scuola primaria e’ impegnata nello sviluppo delle competenze:

                 Relazionali                                      Comunicative

                                                                 Operativo-
                 Cognitive                                       Strumentali

Tenendo conto delle diverse modalità di apprendimento, la scuola valorizza le capacità di ciascun
alunno che diventano competenze grazie all’impiego formativo di conoscenze ed abilità secondo
quanto previsto dalla normativa vigente. Gli insegnanti predispongono unità di apprendimento
(obiettivi formativi, scelte di metodi e contenuti, modalità di verifica e valutazione) per sviluppare
in maniera armonica le capacità di ciascuno e per trasformare gli obiettivi in competenze.

                                                   10
ORARIO SCUOLA PRIMARIA

    Il processo formativo nella Scuola Primaria è unitario e non può essere frammentato. È compito
peculiare di questo ciclo scolastico porre le basi per l’esercizio della cittadinanza attiva,
potenziando e ampliando gli apprendimenti promossi nella scuola dell’infanzia.
L’educazione alla cittadinanza viene promossa attraverso esperienze significative che consentono di
apprendere il concreto prendersi cura di se stessi, degli altri e dell’ambiente e favoriscono forme di
cooperazione e di solidarietà. Questa fase del processo formativo è il terreno favorevole per lo
sviluppo di un’adesione consapevole a valori condivisi e di atteggiamenti cooperativi e collaborativi
che costituiscono la condizione per praticare la convivenza civile.
L’orario settimanale indicativo delle classi è così articolato:

                                                      4 giorni h. 8.15/13.40 (dal lunedì al giovedì)

       Tempo modulare (27 ore su 5 giorni)
                                                      1 giorno h. 8.15/13.35 (il venerdì)

       Tempo pieno       (40 ore su 5 giorni) con mensa                   h. 8.15/16.15

La scuola offre un servizio a pagamento di prescuola dalle 7.30 alle 8.15 e postscuola con attività
varie dalle 16.15 alle 18.15.

                                                 11
ORGANIZZAZIONE DELLA SCUOLA SECONDARIA I Grado

         La scuola secondaria di I grado ha carattere formativo e orientativo. E’ articolata in un
biennio e in un terzo anno che completa prioritariamente il percorso disciplinare ed assicura
l’orientamento ed il raccordo con il secondo ciclo.
          La nostra scuola, in relazione ai bisogni rilevati e alle prevalenti richieste delle famiglie,
nell’ottica di creare una proficua e puntuale collaborazione con esse, organizza insegnamenti e
attività per 30 e 40.
         La nostra organizzazione oraria è schematizzata nelle pagine successive.
         Tutte le attività aggiuntive, a seguito delle opzioni fatte dalle famiglie sul tempo scuola,
diventano parte integrante del “curriculum”; sono valutate come attività obbligatorie e favoriscono
la personalizzazione dell’offerta formativa.
         La nostra scuola, al fine di facilitare l’organizzazione dei genitori che lavorano e su loro
richiesta, predispone inoltre un servizio di pre-scuola, a partire dalle ore 7,30.
         E’ previsto anche un servizio di post-scuola al termine dell’ orario delle lezioni con attività
ludico sportive (scacchi, tennis, pallavolo ecc.).
         Per l’attivazione del pre-scuola e del post-scuola, è necessario che i genitori facciano
apposita domanda e che si raggiunga un numero minimo di alunni.
         Dall’anno 2009-2010 viene introdotto lo studio di “Cittadinanza e costituzione” e si
    attiveranno iniziative per lo studio degli statuti regionali.Le competenze relative a “Cittadinanza
    e Costituzione” sono acquisite nell'ambito dell’area storico-geografica.
         Sia nel tempo a 30 ore, che in quello a 40 ore è prevista un’ora di attività di
    approfondimento in materie letterarie, in aggiunta alle 9 ore curricolari obbligatorie di italiano,
    storia e geografia.
         Nel tempo prolungato alle 30 ore curricolari previste dalla normativa vigente si
aggiungeranno le ore della mensa e le ore di attività laboratoriali durante le quali verranno
organizzate attività di Cineforum, di giornalino scolastico, di studio assistito, di recupero e
potenziamento per personalizzare l’offerta formativa; verranno inoltre sfruttate le opportunità
offerte dalla nostra biblioteca scolastica per guidare gli alunni ad amare la lettura.
Le attività pomeridiane laboratoriali avranno carattere prevalentemente operativo, saranno svolte
con specifiche metodologie didattiche, a classi aperte o per gruppi di alunni, gruppi di livello o di
compito.
         Gli alunni del tempo prolungato, per quanto riguarda i compiti assegnati per casa, saranno
chiamati ad un ripensamento del lavoro eseguito a scuola per consolidare quanto è stato
ampiamente già svolto durante le ore di lezione. L’esercizio a casa serve per rendere stabili le
conoscenze, le abilità e le competenze apprese a scuola e per rafforzare il metodo.
         Consci che è il metodo di trasmissione del sapere ad essere è fondamentale, il lavoro sarà
commisurato all’età e quindi, in crescita, gradatamente dalla prima alla terza media e non sarà
assegnato per il giorno seguente, ma con un certo intervallo di tempo affinché l’alunno, oltre ad
assumere un atteggiamento responsabile nei confronti del dovere scolastico, impari ad ottimizzare il
proprio tempo anche in relazione agli impegni sportivi, di gioco o altro.

                                                  12
ORARIO SCOLASTICO – CLASSI I - II- III - 30 ore
           INSEGNAMENTI SETTIMANALE           ANNUALE
    1   ITALIANO,STORIA       9                 297
        E GEOGRAFIA
    2   MATEMATICA            4                 132
    3   SCIENZE               2                  66
    4   TECNOLOGIA            2                  66
    5   INGLESE               3                  99
    6   II                    2                  66
        LINGUA/INGLESE
    7   ARTE                  2                 66
    8   MUSICA                2                 66
    9   SCIENZE MOTORIE       2                 66

    10 RELIGIONE                     1          33
    11 Attività di                   1          33
       approfondimento in
       materie letterarie
       TOTALE                        30         990

    ORARIO SCOLASTICO – CLASSI I- II- III - 40 ore
           INSEGNAMENTI         SETTIMANALE   ANNUALE
     1 ITALIANO,STORIA,               9         297
       E GEOGRAFIA
     2 MATEMATICA                         4     132
     3 SCIENZE                            2      66
     4 TECNOLOGIA                         2      66
     5 INGLESE                            3      99
     6 II LINGUA/INGLESE                  2      66
     7 ARTE                               2      66
     8 MUSICA                             2      66
     9 SCIENZE MOTORIE                    2      66
    10 RELIGIONE                          1      33
    11 Attività di                        1      33
       approfondimento in
       materie letterarie
    12 Attività laboratoriali            5      165
       Mensa                             5      165
       TOTALE                            40     1320

PROGETTI SCUOLA DELL’INFANZIA /SCUOLA PRIMARIA
                                13
Definiamo progetti la pianificazione da parte dei docenti o degli operatori scolastici di attività
trasversali a quelle curriculari per qualificare ed arricchire l’Offerta Formativa della Scuola:

   •    A scuola insieme”

Progetto indirizzato ai bambini, docenti, genitori, non docenti, .
Finalità: promuovere la continuità fra la scuola dell’infanzia e primaria e la collaborazione fra tutte
le componenti, per mezzo di attività interdisciplinari varie. Acquisire il valore della convivenza
democratica, della cultura multietnica, della pace e della solidarietà; sviluppare un atteggiamento
positivo nel rapporto uomo/ambiente; favorire la conoscenza dei meccanismi della comunicazione e
della comprensione reciproca.
Realizzazione: si sviluppa per l’intero arco dell’anno scolastico, coinvolgendo gli alunni della
scuola dell’infanzia e primaria, il personale docente e non docente.

   •   Eco-School

Progetto in rete con le scuole del XII Municipio ed in collaborazione con la FEE,in continuità con la
Scuola Sec. di I grado indirizzato agli alunni, docenti, genitori, non docenti.
Finalità: favorire e potenziare la conoscenza e il rispetto per l’ambiente( dell'ecosistema, risparmio
energetico, idrico, riciclaggio...); educare all'uso consapevole dei materiali; educare al rispetto e alla
conservazione di strutture e servizi di pubblica utilità dell’ambiente circostante;.
Realizzare attività finalizzate al miglioramento della fruibilità dell’ambiente, anche attraverso
l’adozione di aree verdi curate dagli alunni.
Realizzazione: Elezione di un comitato di insegnanti, alunni, genitori che lavoreranno insieme su
tematiche comuni, per identificare le azioni in materia di gestione ambientale e per favorire negli
alunni la conoscenza dell’ambiente esterno della scuola e creare un interesse spontaneo per la
natura.
Aderiscono al progetto tutte le classi della scuola primaria, personale docente e non docente,
associazioni operanti sul territorio, per l’intero arco dell’anno, finalizzando le varie attività
all’assegnazione della bandiera verde .

   •   Continuità e accoglienza

Progetto indirizzato ai bambini della scuola dell’infanzia, delle classi prime e quinte della scuola
primaria, in sinergia con la scuola secondaria.
Finalità: facilitare il passaggio fra i vari ordini di scuola; sostenere l’integrazione e favorire la
disponibilità alla progettualità, all’impegno e alla collaborazione; accogliere, in un ambiente di
dialogo aperto, tutti gli alunni e le rispettive famiglie, nella consapevolezza che sono portatori di
diversità, di esistenze complesse e varie.
Nel nostro Istituto sono previste inoltre attività specifiche e momenti di raccordo curricolare e
organizzativo per migliorare l’unitarietà del percorso educativo verticale e per aree disciplinari. Gli
alunni saranno guidati a conoscere se stessi e gli altri per un percorso formativo personalizzato che
li porti a operare scelte efficaci per realizzare un progetto personale di vita.
Realizzazione: durante l’arco dell’anno scolastico le sezioni della scuola dell’infanzia e le classi
prime della scuola primaria affrontano tematiche educative comuni; contestualmente le classi quinte
della primaria in continuità con le classi prime della scuola secondaria di I grado realizzano attività
a confronto per lo sviluppo di competenze in uscita ed in ingresso .

        •   Progetto Biblioteca -Amico Libro
                                                   14
Progetto di lettura e comprensione dei testi .
Finalità: guidare gli alunni attraverso l’uso dei libri presenti nella Biblioteca scolastica, alle buone
pratiche di lettura, alla comprensione del testo scritto, a favorire l’ esplorazione, la concentrazione
e il gusto critico, a conoscere e utilizzare linguaggi diversi, a favorire la socializzazione e il
confronto; consapevoli che buone letture potenziano la capacità di espressione e comunicazione.
Realizzazione sarà affrontato sia dal singolo insegnante che in attività interdisciplinari - trasversali
anche sotto forma di gioco, ricerca e discussione e la metodologia potrà avvalersi anche di materiali
audiovisivi e multimediali. E’ indirizzato a tutte le classi

       PROGETTI ELABORATI CON L’APPORTO DI ESPERTI ESTERNI
                         (Scuola Primaria)

  •          Progetto “Star bene a scuola “
Progetto indirizzato a tutti gli alunni .
Finalità: prevenire problemi di disagio scolastico e collaborare con i docenti per la conoscenza
degli alunni, per la gestione dei conflitti interpersonali nella classe e per l’individuazione delle
attitudini specifiche finalizzate anche all’orientamento, anche con l’uso di test e strumenti di
recente validazione.
Realizzazione: presenza , previa autorizzazione delle famiglie e con il loro volontario contributo,di
un operatore psico-pedagogico che entra nelle classi. E’ necessaria la partecipazione di ¾ degli
alunni della classe.

  • Progetto “Sportello d’ascolto”
Finalità: aiutare la componente docenti e i genitori in difficoltà, attraverso uno sportello di ascolto
Realizzazione: presenza di uno psicologo a scuola, disponibile un giorno a settimana per 4 ore,su
prenotazione e i cui costi sono a carico dell’amministrazione scolastica, previa approvazione del
Consiglio d’istituto.

  •        Progetto Educazione Motoria
 (a cura dell’ Associazione Culturale scolastica “Leonardo da Vinci)
Finalità: diffondere i valori dello sport e far acquisire agli alunni un corretto stile di comportamento
che favorisca il rispetto delle regole comuni e l’educazione al vivere insieme.
Realizzazione:durante le ore scolastiche dedicate all’educazione motoria.

 • Progetto CORO della scuola
Finalità: educare all’amore per la musica e organizzare momenti di riflessione sulla cultura
musicale con lo scopo finale di avere un coro permanente della scuola formato dai nostri alunni.
Scoprire il piacere del vivere insieme momenti di alto valore culturale.
Realizzazione: attività corali a classi aperte di alunni particolarmente sensibili e dotati per il
canto. Corso pomeridiano.

Vengono inoltre gestite da associazioni esterne                  attività di prescuola e postscuola
(ASSOCIAZIONE DARUS), attività laboratoriali , di approfondimento di tematiche storiche e
spettacoli teatrali e a carattere musicale a cura di vari esperti esterni

                                                  15
I PROGETTI DELLA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO

- Continuità e Orientamento
Progetto indirizzato a tutti gli alunni della scuola secondaria di I grado.
Finalità:
-offrire agli alunni le informazioni che permettono loro di leggere la realtà e di servirsene in
funzione delle proprie esigenze e potenzialità;
-sviluppare la personalità in tutte le direzioni e rendere gli alunni consapevoli dei propri interessi,
delle proprie attitudini e anche dei propri limiti. facilitare il passaggio fra i vari ordini di scuola.
Tempi :il progetto si sviluppa in tre anni, fino alla scelta della scuola superiore, e prevede l’
osservazione dell’andamento degli allievi stessi durante il primo anno del ciclo superiore.
Realizzazione :
 1) Raccordo tra i diversi ordini di scuola tramite incontri frequenti tra i docenti , scambio di
 informazioni su dati non sensibili per la formazione delle classi, attività di gemellaggio e di
 accoglienza effettuate durante l’anno scolastico,e organizzazione di un “OPEN DAY”,giornata di
 incontro con genitori e alunni per illustrare le caratteristiche della nostra scuola.
 2) Progetto “AIRONE -”Giornate dedicate all’orientamento”
  Nella prima settimana di scuola molta cura è dedicata all’accoglienza degli alunni delle classi
 prime attraverso attività che prevedono giochi, dialoghi e schede, il tutto finalizzato ad un
 inserimento sereno, che prevede attività di socializzazione e conoscenza degli alunni tra loro e
 degli alunni con i nuovi docenti; il terzo giorno è prevista l’esecuzione di test d’ingresso;il quarto e
 quinto giorno sono lasciati alla libera organizzazione delle attività disciplinari dei docenti delle
 varie materie, e alla loro accoglienza specifica.
 Una volta al mese, tre ore di una giornata scelta dal consiglio di classe, vengono dedicate alle
 attività di orientamento. Le classi lavorano su materiali strutturati, su schede tematiche,
 parteciperanno ad attività di Cineforum , a discussioni guidate,alla preparazione di cartelloni, di
 lavori di tipo informatico ecc..Il “pacchetto” delle attività viene consegnato al coordinatore e
 all’interno di questo i singoli consigli di classe operano una libera scelta.

 - Educazione alla salute
Progetto indirizzato a tutti gli alunni della scuola secondaria di I grado.
Finalità: star bene con sé e con gli altri, a casa , a scuola, ovunque
Realizzazione :specifiche attività di informazione,di prevenzione e di educazione sanitaria,
attraverso un’impostazione pedagogica adeguata ed una programmazione coerente e mirata al suo
raggiungimento.
Nell’ambito dell’ Educazione alla salute è inserito il progetto Sapere i Sapori di Educazione
Alimentare che intende affrontare la complessità del tema dell’alimentazione non solo dal punto di
vista nutrizionale e scientifico ma tenendo conto della sua valenza interdisciplinare e interculturale.
 Nell’ambito delle attività progettuali di Educazione alla salute si inseriscono gli interventi di
 Educazione sessuale/ Educazione all’affettività, prevenzione delle tossico-dipendenze ,educazione
 ad una postura corretta, realizzati in collaborazione con esperti esterni ( medico scolastico –
 operatori ASL).

 - Progetto Intercultura
Progetto indirizzato a tutti gli alunni della scuola secondaria di I grado.
Finalità: conoscenza delle diverse culture familiari rappresentate dai nostri allievi per costruire
forme di dialogo capaci di far convivere in pace persone di culture diverse, educando i ragazzi al
rispetto di tutte le civiltà e consentendo loro di sperimentare in vivo la mondialità
Realizzazione: costruzione di percorsi relativi all’integrazione e alfabetizzazione degli alunni
stranieri e attività curricolari ed extracurricolari per il disagio,l’handicap e l’integrazione.
In questo ambito si colloca il progetto Intermundia, progetto del Comune di Roma,al quale la
nostra scuola aderisce già da tre anni: .      .
    La nostra scuola,inoltre, per assicurare una positiva accoglienza e integrazione, anche in corso
d’anno, mette in atto specifiche attività e progetta azioni di monitoraggio continuo sulle situazioni
                                                   16
esistenti. Favorisce la comunicazione tra scuola e famiglie anche al fine di prevenire le cause di
disagio e insuccesso scolastico negli alunni .

 - Educazione alla legalità ed al rispetto dell'ambiente
Progetto indirizzato a tutti gli alunni della scuola secondaria di I grado.
Finalità: elaborare e diffondere un’autentica cultura di valori civili e sviluppare la consapevolezza
che condizioni quali dignità, libertà, solidarietà, sicurezza, non possono considerarsi come acquisite
per sempre,ma vanno perseguite, volute e, una volta conquistate, protette. La scuola, dopo la
famiglia, è la prima fondamentale istituzione con cui i giovani si confrontano e su cui
misurano immediatamente l’attendibilità del rapporto tra le regole sociali ed i comportamenti reali.
  Realizzazione :percorsi di lavoro e progetti di educazione alla legalità ed all’ambiente per
sviluppare nei giovani sensibilità, conoscenze, atteggiamenti e comportamenti necessari per una
più corretta e responsabile gestione dell’ambiente in cui si vive.
La nostra scuola organizza, nel triennio, attività educative e didattiche che ,così come previsto nella
riforma,avranno lo scopo di trasformare in competenze conoscenze e abilità relative alla
”Educazione stradale” e”Educazione Ambientale” – Il Progetto Eco-schools a cui la nostra scuola
partecipa da anni insieme ad altre 30 scuole,prevede la realizzazione di un percorso partecipato per
il miglioramento della fruibilità dell’ambiente, anche attraverso l’adozione di aree verdi curate dagli
alunni. A tal proposito, un comitato di insegnanti, alunni, genitori lavoreranno per identificare le
azioni in materia di gestione ambientale.

 - Educazione al rispetto del patrimonio culturale
Progetto indirizzato a tutti gli alunni della scuola secondaria di I grado.
Finalità: educare al rispetto del patrimonio culturale, sviluppare l’amore verso l’arte e sviluppare
la sensibilità degli allievi verso il grande potere che essa ha di valorizzare l’ambiente di vita
esteriore ed interiore dell’individuo.
 Realizzazione : esperienze divulgative e conoscitive, pratiche e di laboratorio,partecipazione ai
grandi eventi dell’arte,in particolare alle mostre più importanti attinenti la pittura, la scultura,
l’architettura. Il progetto Adotta un monumento si inserisce in questo ambito.

- Scuola multimediale
    Progetto indirizzato a tutti gli alunni della scuola secondaria di I grado.
Finalità: grazie al finanziamento delle Cassa di Risparmio di Roma la nostra scuola ha ottenuto un
finanziamento che le permetterà di potenziare le nuove tecnologie per quanto riguarda i laboratori
informatico e linguistico, con postazioni di lavoro complete, collegate in rete, da utilizzare come
strumento didattico e trasversale, atto ad integrare metodi e contenuti.
  Realizzazione: fornire agli alunni le competenze informatiche e multimediali
  come parte integrante della propria cultura, in un itinerario che permette a tutte
  le discipline di interagire.
       Nel campo linguistico l'insegnamento della lingua e la cultura straniera saranno integrate
con uno strumento operativo che permette una " full immersion" nella lingua.

- Sport a scuola
Finalità: favorire l’evoluzione della personalità, offrire opportunità di espressione corporea,
individuare risorse personali importanti, educare alla conoscenza di sé ed al confronto con gli altri,
all’autocontrollo, alla disciplina, al rispetto delle regole del al vivere insieme, allo sviluppo delle
capacità di coordinamento oculo-manuali e spazio-temporali.
 Realizzazione : sono previsti due distinti progetti:
     1. tornei di pallavolo interni alla scuola per gruppi di alunni per 2 ore a settimana in orario
         extracurricolare
     2. attività di avviamento al gioco del Tennis 1 ora a settimana in orario curricolare. Gli
         alunni delle classi prime e seconde, durante l’ora di educazione fisica, nel rispetto di quanto
                                                  17
previsto da specifico protocollo d’intesa con il Coni e con le attrezzature fornite dalla
        scuola,potranno frequentare specifiche attività sotto la guida di un maestro della
        Federazione Italiana Tennis.

- Giochi Sportivi studenteschi
Gli alunni della scuola parteciperanno alle gare inerenti i Giochi Studenteschi.
Finalità:Infondere amore per l’attività sportive e interiorizzare il rispetto delle regole e lo spirito di
gruppo.Comprendere il valore di una sana competizione
Realizzazione:tutti gli alunni ,divisi in gruppi suddivisi per attività sportive (atletica,scacchi,Tennis
tavolo e calcetto)in orario curricolare ed extracurricolare

- Progetto Biblioteca - Amico Libro
Progetto indirizzato a tutte le classi
Finalità : educa gli alunni all’amore per la lettura , all’espressione e alla comunicazione . Consci che
buone letture comportano una maggiore capacità di espressione e comunicazione, il nostro progetto
vuole guidare gli alunni della nostra scuola, anche attraverso l’uso dei libri presenti nella Biblioteca
scolastica, all’interesse verso la lettura, a svilupparne la pratica, a sviluppare il gusto di esplorare il
testo scritto, ad attivare processi cognitivi sottesi al comprendere, a favorire la concentrazione e il
gusto critico, a conoscere e utilizzare linguaggi diversi,a favorire la socializzazione e il confronto.
Vuole inoltre attivare negli alunni la capacità di usare una valida metodologia della ricerca di
informazioni e la capacità di raccogliere documentazioni mediante una regolare frequenza della
biblioteca
Realizzazione: il progetto sarà affrontato sia dal singolo insegnante che in attività interdisciplinari -
trasversali, anche sotto forma di gioco, ricerca e discussione e la metodologia potrà avvalersi anche
di materiali audiovisivi e multimediali.

- Rete interscolastica del XII Municipio di ROMA - SCUOLEINSIEME
La nostra scuola, ai sensi di quanto prevede il Regolamento dell’ autonomia D.P.R.275/99, ha
stretto un accordo di rete con le scuole del XII Municipio per la progettazione e realizzazione , di
attività didattiche, di ricerca sperimentazione e sviluppo, orientamento scolastico e professionale, di
accrescimento della qualità dell’offerta formativa, di documentazione e scambio di esperienze e
informazioni e di formazione dei docenti di tutte le scuole in rete.
Finalità:     raccolta, organizzazione e documentazione delle attività e delle esperienze prodotte.
L’approccio metodologico proposto prevede una pluralità di momenti informativi e formativi, di
ricerca, di studio e riflessione personale e soprattutto uno stretto collegamento con la pratica
didattica , oltre che l’elaborazione e produzione di modelli, materiali e strumenti.
A partire dall’anno 2006 le scuole in rete hanno partecipato ad un meeting autogestito durante il
quale ogni istituzione scolastica si presenta al territorio con le sue specifiche peculiarità.

                                                    18
PROGETTI ELABORATI CON L’APPORTO DI ESPERTI ESTERNI
                        (Scuola Secondaria)

 Progetto “Star bene a scuola “
Progetto indirizzato a tutti gli alunni della scuola secondaria di I grado.
Finalità: prevenire problemi di disagio scolastico,e collabora con i docenti per la conoscenza degli
alunni, per la gestione dei conflitti interpersonali nella classe e per l’individuazione delle attitudini
specifiche finalizzate anche all’orientamento, anche con l’uso di test e strumenti di recente
validazione.
 Realizzazione :presenza , previa autorizzazione delle famiglie e con il loro volontario contributo,di
 un operatore psico-pedagogico che entra nelle classi. E’ necessaria la partecipazione di ¾ degli
 alunni della classe.

 - Progetto “Sportello d’ascolto”
Finalità: aiutare la componente docenti e i genitori in difficoltà, attraverso uno sportello di ascolto
Realizzazione :presenza di uno psicologo a scuola, disponibile un giorno a settimana per 4 ore,su
prenotazione e i cui costi sono a carico dell’amministrazione scolastica, previa approvazione del
Consiglio d’istituto.

- Progetto CORO della scuola
 Finalità :educare all’amore per la musica e organizzare momenti di riflessione sulla cultura
 musicale con lo scopo finale di avere un coro permanente della scuola formato dai nostri alunni.
 Scoprire il piacere del vivere insieme momenti di alto valore culturale.
 Realizzazione:individuazione da parte degli insegnanti di alunni particolarmente sensibili e dotati
 per il canto.Corso pomeridiano.

                                                   19
AMPLIAMENTO DELL’OFFERTA FORMATIVA
                       ATTIVITA’EXTRACURRICOLARI
                           Scuola secondaria di I grado

         Nell’esercizio dell’autonomia organizzativa e didattica la scuola realizza un ampliamento
dell’offerta formativa che prevede percorsi formativi per alunni e adulti, iniziative di utilizzazione
delle strutture e delle tecnologie anche in orario extrascolastico.
Corso di Latino
Gli alunni delle classi terze, oltre alla possibilità di usufruire dell’insegnamento del Latino nei
laboratori curricolari previsti all’ interno dell’orario obbligatorio potranno usufruire di un ulteriore
pacchetto di 25 ore totalmente gratuite, in orario extracurricolare.
Corsi di potenziamento di Lingua Inglese,Francese e Spagnola per gli alunni delle classi terze
La scuola darà l’opportunità agli alunni delle classi III di frequentare corsi di potenziamento di
lingua Inglese , Francese e Spagnolo in orario extrascolastico.
Alla fine di tali corsi sarà rilasciata certificazione esterna, con la valutazione del livello di
competenza, secondo i criteri indicati nel Quadro Comune Europeo redatto dal Consiglio d’Europa.
 Corsi di recupero e di potenziamento
I docenti della Scuola programmano e svolgono,nel corso dell’anno, corsi di recupero, totalmente
gratuiti, per gli alunni in difficoltà.
Sono previsti anche corsi di potenziamento per la valorizzazione delle eccellenze
Tale programmazione prevede attività organizzate per piccoli gruppi di alunni di una stessa classe
o di classi parallele.
Il “CORO” della scuola
Il nostro Istituto Comprensivo, organizza, un coro costituito da alunni della “Scuola primaria” e
della “Scuola secondaria di I grado”
Attività extracurriculari facoltative (Saranno attivate in presenza di un congruo numero di
partecipanti. Per alcune è previsto il contributo delle famiglie )
- Informatica
- Drammatizzazione
- Attività sportive (tennis, pallavolo, scacchi, ginnastica, arti marziali, ballo )
- Musica (pianoforte, violino, chitarra, canto corale)
- Laboratorio artistico
I corsi di francese, spagnolo, sono programmati solo per gli alunni interni.
Tutti gli altri corsi sono aperti anche a soggetti esterni alla scuola.
Integrazione alunni stranieri
La Scuola organizza corsi di lingua italiana per gli alunni stranieri
Per l’organizzazione di tali corsi si farà ricorso , oltre che alle risorse del fondo d’istituto, anche a
risorse di progetti finanziati dell’esterno (Ufficio Scolastico Regionale,Ufficio Scolastico
Provinciale ecc ).Vedi Progetto Intercultura.
Corsi per gli adulti
La scuola può organizzare corsi ,gratuiti se finanziati da EE.LL. Tali si attiveranno, qualora non sia
possibile reperire fondi da associazioni, privati o enti superiori, con il contributo degli interessati,
in orario pomeridiano e serale e riguarderanno:
 - Attività motorie
 - Attività musicali (corali, strumentali, ecc.)
 - Lingua italiana per stranieri

                                                   20
Puoi anche leggere
DIAPOSITIVE SUCCESSIVE ... Annulla