PIANO TRIENNALE OFFERTA FORMATIVA - ISTITUTO COMPRENSIVO MANTOVA 3 - Triennio 2019-2022 - Istituto Comprensivo ...

 
PIANO TRIENNALE OFFERTA FORMATIVA - ISTITUTO COMPRENSIVO MANTOVA 3 - Triennio 2019-2022 - Istituto Comprensivo ...
I.C. Mantova 3 - PTOF 2019/2021

ISTITUTO COMPRENSIVO MANTOVA 3

PIANO TRIENNALE OFFERTA
       FORMATIVA
         Triennio 2019-2022

                    Pagina 1
PIANO TRIENNALE OFFERTA FORMATIVA - ISTITUTO COMPRENSIVO MANTOVA 3 - Triennio 2019-2022 - Istituto Comprensivo ...
I.C. Mantova 3 - PTOF 2019/2021

                                            INDICE

Premessa                                                                                           3
Identità dell’istituto                                                                             3
L’istituto in sintesi                                                                              4
I bisogni formativi dell’utenza e del territorio                                                   7

La proposta educativa                                                                              9
   Scelte formative della scuola                                                                   9
   Programmazione educativa e didattica di istituto                                               10
   Condivisione delle scelte formative con le famiglie                                            12

L’offerta formativa                                                                               13
   Organizzazione didattica della scuola dell’infanzia                                            13
   Organizzazione didattica della scuola primaria                                                 14
   Organizzazione didattica della scuola secondaria di primo grado                                16
   Scelte metodologiche della scuola                                                              17
   Come si insegna                                                                                17
   • Le classi Montessori                                                                         18
   Come si valuta                                                                                 20
   Inclusione e successo formativo                                                                27
   Continuità tra gli ordini di scuola                                                            31
   Orientamento permanente e in uscita                                                            32

Il potenziamento e l'ampliamento dell’offerta formativa                                           34
    Progettualità d'istituto e sviluppo delle competenze chiave di cittadinanza                   34
    La scuola “fuori”: uscite didattiche, visite d’istruzione, gemellaggi, soggiorni all’estero   44
    Progetti nell’ambito del PNSD                                                                 45

L’organizzazione dell’istituto                                                                    47
   Supporto all’organizzazione scolastica                                                         47
   Organi collegiali e partecipativi                                                              49
   Organizzazione e gestione dell’offerta formativa                                               50
   Organico dell’autonomia                                                                        51
   Formazione del personale                                                                       55
   La scuola "in rete" con altre scuole                                                           57

Il Piano Triennale dell'Offerta Formativa e le sue prospettive di sviluppo                        60

Allegato 1 - Patto educativo di corresponsabilità (scuola primaria)
Allegato 2 - Patto educativo di corresponsabilità (scuola secondaria)
Allegato 3 - Griglia per la valutazione del comportamento (scuola primaria)
Allegato 4 - Griglia per la valutazione del comportamento (scuola secondaria)
Allegato 5 - Esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione
Allegato 6 - Certificazione delle competenze
Allegato 7 – Protocollo di accoglienza degli alunni stranieri
Allegato 8 – Scheda orientativa
Allegato 9 - Dettaglio dei progetti a.s. 2018-2019
Allegato 10 – Curriculum verticale di istituto

                                             Pagina 2
PIANO TRIENNALE OFFERTA FORMATIVA - ISTITUTO COMPRENSIVO MANTOVA 3 - Triennio 2019-2022 - Istituto Comprensivo ...
I.C. Mantova 3 - PTOF 2019/2021

Premessa
Il collegio docenti redige il PTOF (Piano triennale dell’Offerta Formativa) in
ottemperanza alla legge n. 107 del 13/07/2015 recante la “Riforma del sistema
nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni
legislative vigenti”.
L’art.1 della predetta legge, ai commi 12-17, prevede che:
1) le istituzioni scolastiche predispongono, entro il mese di ottobre dell'anno
scolastico precedente il triennio di riferimento, il piano triennale dell'offerta formativa;
2) il piano deve essere elaborato dal collegio dei docenti sulla base degli indirizzi per
le attività della scuola e delle scelte di gestione e di amministrazione definiti dal
dirigente scolastico;
3) il piano è approvato dal consiglio d’istituto;
4) esso viene sottoposto alla verifica dell’USR per accertarne la compatibilità con i
limiti di organico assegnato e, all’esito della verifica, trasmesso dal medesimo USR
al MIUR;
5) una volta espletate le procedure di cui ai precedenti punti, il Piano verrà
pubblicato nel portale unico dei dati della scuola.

Identità dell’istituto
L’Istituto Comprensivo Mantova 3 nasce il
1^ settembre 2009 dalla fusione della
Direzione        Didattica     di    Mantova
(comprendente le scuole elementari Martiri
di Belfiore, don Leoni, don Minzoni e De
Amicis, e le scuole materne ad esse
collegate) con la scuola media Bertazzolo,
in un'ottica di istituto verticale atto ad
accogliere alunni dai 3 ai 14 anni.
L’istituto si trova nell'area sud-ovest del Comune di Mantova, che comprende una
parte del centro storico e la prima periferia residenziale con i quartieri di Valletta
Paiolo, Pompilio-Due Pini, Borgo Chiesanuova e Borgo Angeli.
Il contesto economico e socio-culturale è complessivamente medio-alto e negli ultimi
anni è stato caratterizzato da un incremento della popolazione straniera al pari
dell'intera provincia di Mantova.
Il territorio è caratterizzato da numerose strutture e risorse utili per la scuola quali
cooperative, associazioni di volontariato, associazioni culturali e sportive.
Fanno parte dell’Istituto Comprensivo Mantova 3:
● Le scuole dell’infanzia: “Campogalliani”, “Collodi”, “Tom Sawyer”, “Ricordo ai
     Caduti”;
●   Le scuole Primarie: “Martiri di Belfiore”, “De Amicis”, “Don Minzoni”, “Don Leoni”;
●   La Scuola Secondaria di 1° Grado “G. Bertazzolo”.

                                          Pagina 3
PIANO TRIENNALE OFFERTA FORMATIVA - ISTITUTO COMPRENSIVO MANTOVA 3 - Triennio 2019-2022 - Istituto Comprensivo ...
I.C. Mantova 3 - PTOF 2019/2021

L’istituto in sintesi

Scuole dell’infanzia

                               Campogalliani
                                                             Sezioni: 2       •   Mensa
                               via Parilla n. 3                               •   Spazio
                                                             Alunni: 44 (*)       esterno
                               Mantova

                               Collodi
                                                             Sezioni: 1       •   Mensa
                               via Indipendenza n.                            •   Spazio
                                                   Alunni: 24 (*)                 esterno
                               22A
                               Mantova

                               Tom Sawyer
                                                             Sezioni: 2       •   Mensa
                                                                              •   Spazio
                               Via Miglioretti n.4                                esterno
                               Mantova                       Alunni: 46 (*)

                               Ricordo ai
                                                             Sezioni: 2       •   Mensa
                               Caduti                                         •   Spazio
                                                                                  esterno
                               Via Cremona n.56              Alunni: 41 (*)
                                                                              •   Palestra
                               Mantova

(*) dati riferiti all’anno scolastico 2018-2019

                                                  Pagina 4
PIANO TRIENNALE OFFERTA FORMATIVA - ISTITUTO COMPRENSIVO MANTOVA 3 - Triennio 2019-2022 - Istituto Comprensivo ...
I.C. Mantova 3 - PTOF 2019/2021

Scuole primarie

                                    Martiri di
                                    Belfiore                 Classi: 19       ● Mensa
                                                                              ● Spazio
                                                             Alunni: 410        esterno
                                    Viale Gobio n.8/10                        ● Laboratori
                                    Mantova                  (*)
                                                                              ● Biblioteca
                                                                              ● Palestra

                                    Edmondo
                                    De Amicis                Classi: 4        ● Mensa
                                                                              ● Spazio
                                                             Alunni: 80 (*)     esterno
                                    Via Indipendenza                          ● Laboratori
                                    n.49                                      ● Biblioteca
                                    Mantova                                   ● Palestra

                                    Don Leoni
                                                             Classi: 5        ● Mensa
                                                                              ● Spazio
                                    Via Miglioretti n.4
                                                             Alunni: 95 (*)     esterno
                                    Mantova                                   ● Laboratori
                                                                              ● Palestra

                                    Don Minzoni
                                                             Classi: 5        ● Mensa
                                                                              ● Spazio
                                    Via Cremona n.60
                                                             Alunni: 102        esterno
                                    Mantova                                   ● Laboratori
                                                             (*)
                                                                              ● Biblioteca
                                                                              ● Palestra

(*) dati riferiti all’anno scolastico 2018-2019

                                                  Pagina 5
PIANO TRIENNALE OFFERTA FORMATIVA - ISTITUTO COMPRENSIVO MANTOVA 3 - Triennio 2019-2022 - Istituto Comprensivo ...
I.C. Mantova 3 - PTOF 2019/2021

Scuola secondaria di primo grado

                                Bertazzolo
                                                             Classi: 24        ● Spazio
                                                                                 esterno
                                Via Conciliazione
                                                                               ● Laboratori
                                n.75                         Alunni: 554 (*)
                                                                               ● Biblioteca
                                Mantova                                        ● Palestra

(*) dati riferiti all’anno scolastico 2018-2019

                                                  Pagina 6
PIANO TRIENNALE OFFERTA FORMATIVA - ISTITUTO COMPRENSIVO MANTOVA 3 - Triennio 2019-2022 - Istituto Comprensivo ...
I.C. Mantova 3 - PTOF 2019/2021

I bisogni formativi dell’utenza e del territorio

L’individuazione dei Bisogni Formativi degli studenti che frequentano l’Istituto
avviene attraverso l’osservazione, l’analisi e l’interpretazione del contesto territoriale
nei suoi diversi aspetti (sociali, economici, etc.) e si effettua in classe con gli alunni,
negli incontri con le famiglie, negli Organi Collegiali, negli incontri con associazioni
del territorio ed enti locali.

                                                                      In        particolare,
                                                                      attraverso         un
                                                                      questionario,        è
                                                                      stato chiesto ai
                                                                      genitori,           di
                                                                      esprimersi
                                                                      relativamente ad
                                                                      alcuni aspetti della
                                                                      vita scolastica e
                                                                      della progettazione
                                                                      didattica. I risultati
                                                                      sono stati rilevati
                                                                      nell’ottobre 2018 e
                                                                      si riferiscono ad un
                                                                      campione di 841
                                                                      famiglie su 1360.
La maggior parte delle famiglie ha indicato quale valore prioritario da sostenere il
rispetto, nelle sue diverse sfaccettature: rispetto degli altri, della diversità, delle
regole, dell’ambiente, chiamando la scuola ad una costante attenzione e promozione
di momenti di riflessione sui temi della legalità e della cittadinanza attiva.

                                          Pagina 7
PIANO TRIENNALE OFFERTA FORMATIVA - ISTITUTO COMPRENSIVO MANTOVA 3 - Triennio 2019-2022 - Istituto Comprensivo ...
I.C. Mantova 3 - PTOF 2019/2021

E, per favorire una cittadinanza non solo attiva, ma europea e globale, i genitori
chiedono una scuola che potenzi principalmente l’insegnamento delle lingue
straniere, favorendo l’inserimento di docenti madrelingua nelle classi.

Si aspettano una scuola che, prima ancora che trasmettere nozioni, guidi gli alunni
verso l’acquisizione di un metodo di studio e di lavoro che li possa sostenere nei
diversi contesti in cui saranno chiamati ad operare in futuro e li sappia rinforzare e
valorizzare nelle proprie caratteristiche individuali con opportuni interventi di recupero
o potenziamento.

Cercano, infine, una scuola che fornisca un sostegno alla genitorialità e collabori
nella crescita dei loro figli anche attraverso ulteriori servizi quali l’aiuto compiti o la
proposta di attività ricreative extrascolastiche.

                                         Pagina 8
PIANO TRIENNALE OFFERTA FORMATIVA - ISTITUTO COMPRENSIVO MANTOVA 3 - Triennio 2019-2022 - Istituto Comprensivo ...
I.C. Mantova 3 - PTOF 2019/2021

La proposta educativa

ll nostro Istituto, ispirandosi alla normativa vigente, per il prossimo triennio intende
concentrarsi in via prioritaria sull’ambito dell’orientamento e sulle aree ad esso
afferenti con l’intento di garantire il successo scolastico a tutti gli alunni.
L’attuazione del diritto di ciascun alunno all’istruzione, alla formazione e
all’educazione costituisce il fine di ogni attività organizzata dall’Istituto Comprensivo,
in riferimento al suo compito istituzionale di Scuola Pubblica Statale.
I docenti esercitano il proprio diritto alla libertà d’insegnamento nella garanzia del
diritto all’apprendimento degli alunni.

Scelte formative della scuola
Le scelte formative della nostra scuola si ispirano alle "Indicazioni Nazionali per il
curricolo della scuola dell'infanzia e del primo ciclo di istruzione", secondo le quali "la
finalità generale della scuola è lo sviluppo armonico e integrale della persona,
all'interno dei principi della Costituzione Italiana e della tradizione culturale europea,
nella promozione della conoscenza e nel rispetto e nella valorizzazione delle
diversità individuali"
L'Istituto pone sempre al centro dell'attenzione il diritto dell’alunno all’apprendimento
e allo sviluppo delle sue potenzialità personali, sociali e culturali nella
consapevolezza che la personalità di ogni alunno si struttura su aree e capacità
diversificate (cognitive, affettive, emotive, senso-motorie, sociali) al cui sviluppo
concorrono tutte le discipline.
Da queste scelte deriva un’idea di scuola che:
● si propone di promuovere la valorizzazione delle individualità e di favorire lo
     scambio e la relazione a tutti i livelli;
● si organizza secondo un modello flessibile nella scelta del tempo scuola, delle
     metodologie di lavoro e delle proposte didattiche nell'intento di condurre ogni
     singolo alunno attraverso un percorso pluriennale di crescita personale;
● è aperta al territorio e sa rapportarsi alle diverse realtà e istituzioni;
● seleziona le proposte delle associazioni ed enti del territorio coerentemente con
     gli obiettivi formativi individuati.

                                         Pagina 9
PIANO TRIENNALE OFFERTA FORMATIVA - ISTITUTO COMPRENSIVO MANTOVA 3 - Triennio 2019-2022 - Istituto Comprensivo ...
I.C. Mantova 3 - PTOF 2019/2021

Programmazione educativa e didattica d’istituto
Nel rispetto e nella valorizzazione dell’autonomia delle Istituzioni Scolastiche, le
Indicazioni Nazionali costituiscono il quadro di riferimento delle scelte affidate alla
progettazione delle scuole. Il curricolo consente di guardare all’educazione a scuola
come ad un processo complesso di trasmissione culturale e di orientamento
personale e di focalizzarne le diverse componenti.
La proposta formativa dell'istituto si suddivide in attività:
● obbligatorie relative ai diversi campi di esperienza nella scuola dell'infanzia e alle
   diverse aree disciplinari nella scuola primaria e secondaria di primo grado; tali
   attività possono essere arricchite attraverso la proposta di specifici progetti che
   scaturiscono dalle possibilità di arricchimento individuate dai docenti, dai bisogni
   formativi manifestati dalle famiglie e dall’analisi della nostra realtà locale;
● facoltative/opzionali basate su specifiche scelte effettuate dalle famiglie.

Tutte le attività concorrono alla progressiva acquisizione delle Competenza Chiave e
di cittadinanza previste dalla Raccomandazione del Parlamento Europeo e del
Consiglio del 18 dicembre 2006 (2006/962/CE), così come ripresa e rinnovata dal
recente decreto n.62 del 13 aprile 2017.

Tra le varie interpretazioni del concetto di competenza, infatti, l’Istituto Comprensivo
Mantova 3 ritiene che la più valida debba essere quella che identifica la competenza
come la capacità di comprendere, interpretare e dominare la realtà.
Partendo da questa idea, riteniamo che l’acquisizione delle competenze avvenga in
tre momenti fondamentali:
    ● acquisizione delle conoscenze (il sapere), vale a dire i fatti, i principi, le
       teorie, i concetti che sono alla base delle discipline;

                                        Pagina 10
I.C. Mantova 3 - PTOF 2019/2021

   ● acquisizione delle capacità (il saper fare), cioè le procedure e il modo di
      operare;
   ● acquisizione delle competenze vere e proprie (il saper essere), cioè la
      capacità di utilizzare autonomamente le conoscenze per applicarle a contesti
      diversi e acquisirne di nuove.
Sapere, saper fare e saper essere sono alla base di tutti i processi didattici di tutti i
docenti di tutti gli ordini di scuola.

Il dettaglio dei traguardi per lo sviluppo delle competenze in uscita dai diversi ordini
di scuola è riportato nell’allegato 10.
Nel corso del triennio 2019-2022 l’istituto sarà impegnato nella revisione del
curriculum di istituto in un’ottica di sviluppo verticale dall’infanzia alla secondaria di
primo grado, nel rispetto del documento delle “Indicazioni nazionali per il curricolo
della scuola dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione” e del successivo documento
delle “Indicazioni nazionali e nuovi scenari”.

                                         Pagina 11
I.C. Mantova 3 - PTOF 2019/2021

 Condivisione delle scelte formative con le famiglie
 Affinché la proposta educativa e didattica sia efficace è essenziale che l’istituto
 comprensivo condivida costantemente con le famiglie le azioni quotidiane e le finalità
 a cui si ispirano.
 In tutti gli ordini di scuola sono previsti incontri periodici tra i docenti e le famiglie
 per favorire la conoscenza reciproca, verificare la graduale progressione degli alunni
 ed analizzare specifiche problematiche didattiche o relazionali.
 Di particolare rilievo è il Patto Educativo di Corresponsabilità (allegati n.1-2)
 illustrato alle famiglie della scuola primaria e secondaria nell’assemblea di inizio
 anno scolastico.
 Il Patto Educativo di Corresponsabilità (DPR 249/1998; Art. 3 DPR 21 novembre
 2007) ha l’obiettivo esplicito di definire in maniera chiara e condivisa i diritti e i doveri
 nel rapporto tra l’istituzione scolastica, le famiglie, le studentesse e gli studenti. Si
 basa su un positivo dialogo fra tutti i soggetti coinvolti.

 Negli ultimi anni la condivisione di intenti con le famiglie si è rafforzata grazie alla
 nascita di associazioni di genitori che perseguono finalità comuni e complementari a
 quelle dell'istituzione scolastica. Rientrano tra queste:

Associazione Montessori Mantova:
finalizzata al sostegno del metodo
Montessori nella scuola primaria;

Associazione PonteBaleno2000: nata
nell'ambito del progetto "Scuole aperte"
finanziato dal Settore Servizi Educativi del
Comune di Mantova nell'intento di rendere
fruibili gli spazi scolastici in orario extra-
curricolare.

                                           Pagina 12
I.C. Mantova 3 - PTOF 2019/2021

L’offerta formativa

Organizzazione didattica della scuola dell’infanzia

Ogni plesso di scuola dell’infanzia è aperto per 8 ore al giorno dalle 7.50 alle 15.50
per 5 giorni alla settimana per comprensive 40 ore settimanali.

La giornata educativa è di regola scandita dalle seguenti attività:

 7.50 - 9.00            Ingresso

 7.50 - 9.30            Accoglienza e attività libere

 9.30 - 10.30           Conversazione, canti, attività di routine e piccola colazione
                        con frutta

10.30 - 11.30           Attività didattiche a piccoli gruppi omogenei per età

11.30 - 11.45           1^ uscita

11.45 - 13.00           Pranzo e riordino sezione

13.00 - 13.15           2^ uscita

13.00 - 13.30           Lettura, racconto, gioco libero o guidato in sezione, in
                        salone o in giardino

13.30 - 15.30           Servizi, riposo

15.30 - 15.50           3^ uscita

                                          Pagina 13
I.C. Mantova 3 - PTOF 2019/2021

Organizzazione didattica della Scuola Primaria

L’istituto comprensivo offre nei diversi plessi tre diversi tempi-scuola:
  Tempo scuola                       Orario                             Plessi
   Antimeridiano          Da lunedì a sabato               Martiri di Belfiore
                          • Ingresso ore: 8.00
                          • Intervallo: 10.00 – 10.15
                          • Uscita ore: 13.00

   Settimana corta        Da lunedì a venerdì              Martiri di Belfiore
                          Tre giorni:                      De Amicis (solo classe quarta)
                           ● Ingresso ore: 8.00            Don Leoni
                           ● Intervallo: 10.00 – 10.15     Don Minzoni
                           ● Uscita ore: 13.00
                          Due giorni:
                           ● Ingresso ore: 8.00
                           ● Intervallo: 10.00 – 10.15
                           ● Uscita ore: 16.00
                          Servizio mensa facoltativo

    Tempo pieno           Da lunedì a venerdì              Martiri di Belfiore
                          ● Ingresso ore: 8.00             De Amicis (solo classi prima,
                          ● Intervallo: 10.00 – 10.15      seconda e terza)
                          ● Uscita ore: 16.00              Don Leoni e Don Minzoni
                          Servizio mensa obbligatorio

L'istituto comprensivo attiva ulteriori servizi facoltativi a sostegno delle esigenze delle
famiglie. I servizi sono effettuati a fronte di un numero minimo di richieste di
partecipazione, in collaborazione con cooperative di educatori professionali
adeguatamente selezionati e/o con le associazioni dei genitori. Per tali servizi si
richiede un contributo da parte delle famiglie.

        Servizi                      Orario                             Plessi
      Pre-scuola          Dalle 7.30 alle 7.55           Tutti i plessi
                          Antimeridiano –                Martiri di Belfiore
     Post-scuola          dalle 13 alle 13.30            Don Leoni
                                                         Don Minzoni
                          Pomeridiano –                  Martiri di Belfiore
                          dalle 16 alle 16.30            De Amicis
                          Dalle 13 alle 16               Don Leoni
    Dopo-scuola           nei tre giorni della settimana Don Minzoni
                          con lezioni solo al mattino

                                         Pagina 14
I.C. Mantova 3 - PTOF 2019/2021

                              SETTIMANA CORTA
                                  (2 rientri)

                                           1^        2^      3^    4^    5^
Italiano                                    8        7        7    7     7
Storia - Cittadinanza                       2        2        2    2     2
Geografia                                   2        2        2    2     2
Inglese                                     1        2        3    3     3
Matematica                                  6        6        6    6     6
Scienze                                     2        2        2    2     2
Musica                                      1        1        1    1     1
Arte immagine                               2        2        1    1     1
Tecnologia/informatica                      1        1        1    1     1
Motoria                                     2        2        2    2     2
IRC /att. alternative                       2        2        2    2     2
ORE DIDATTICA                              29        29      29    29    29
Mensa (non obbligatoria)                    2        2        2    2     2
TOTALE tempo scuola                        31        31      31    31    31

                             TEMPO PIENO
                       ANTIMERIDIANO (solo 30 ore)

                                                1^    2^      3^    4^   5^
Italiano                                        8     7       7      7   7
Storia - Cittadinanza                           2     2       2      2   2
Geografia                                       2     2       2      2   2
Inglese                                         1     2       3      3   3
Matematica                                      7     7       7      7   7
Scienze                                         2     2       2      2   2
Musica                                          1     1       1      1   1
Arte immagine                                   2     2       1      1   1
Tecnologia/informatica                          1     1       1      1   1
Motoria                                         2     2       2      2   2
IRC /att. alternative                           2     2       2      2   2
ORE DIDATTICA                                   30    30      30    30   30
Mensa 10 ore - obbligatoria                     10    10      10    10   10
TOTALE tempo scuola                             40    40      40    40   40

                                       Pagina 15
I.C. Mantova 3 - PTOF 2019/2021

Organizzazione didattica della Scuola Secondaria di 1° grado

Nella scuola secondaria sono previsti due diversi tempi-scuola:
                   Tempo scuola                                           Orario
                     Antimeridiano                       Da lunedì a sabato
                                                         ● Ingresso ore: 8.00
                                                         ● Intervallo ore: 10.55 – 11.05
                                                         ● Uscita ore: 13.00

                    Settimana corta                      Da lunedì a venerdì
                                                         ● Ingresso ore: 8.00
                                                         ● Primo intervallo ore: 10.55 – 11.05
                                                         ● Secondo intervallo: 13.00 – 13.05
                                                         ● Uscita ore: 14.00

La quota oraria delle discipline è la medesima, indipendentemente dal tempo scuola
frequentato.

(*) si specifica la quota oraria settimanale

                        Discipline                              Tempo scuola 30 ore
 Italiano                                                                    6

 Storia                                                                      2

 Geografia - Cittadinanza                                                    2

 Inglese                                                                     3

 Seconda lingua comunitaria (francese,                                       2
 tedesco, spagnolo)

 Matematica e scienze                                                        6

 Informatica e tecnologia                                                    2

 Musica                                                                      2

 Arte e immagine                                                             2

 Scienze motorie e sportive                                                  2

 Religione cattolica o attività alternativa                                  1

                                                    Pagina 16
I.C. Mantova 3 - PTOF 2019/2021

Scelte metodologiche della scuola
Le scelte metodologiche tendono a migliorare sia i risultati individuali, sia le proposte
didattiche attraverso:
    ● adattabilità ai cambiamenti;
    ● interventi differenziati;
    ● valorizzazione delle competenze metacognitive;
    ● valorizzazione delle competenze comunicative;
    ● valorizzazione dei concetti di tolleranza, solidarietà e accettazione del diverso,
        nei rapporti interpersonali.
L’interazione di queste scelte ha lo scopo di agevolare il raggiungimento di uno degli
obiettivi primari della nostra scuola: la riduzione dell’insuccesso scolastico e della
dispersione.

Come si insegna
Il nostro istituto mantiene come nucleo
principale delle attività didattiche il gruppo di
classe o di sezione, ma non esclude la
possibilità di modulare, suddividere e allargare i
gruppi-classe secondo altri criteri.
Il lavoro viene organizzato secondo diverse
modalità, adattate di volta in volta alle situazioni
ed ai contenuti: possono essere utilizzate
lezioni frontali, attività per gruppi di ricerca,
attività a classi aperte, in piccolo gruppo, in rapporto diretto alunno-insegnante per il
recupero o il potenziamento.
I docenti sperimentano varie metodologie didattiche, scelte ogni volta il relazione alla
tipologia di classe ed al contesto educativo di riferimento: laboratori, cooperative
learning, flipped classroom, strategie didattiche basate sul gioco,
insegnamento peer to peer, scuola senza libri sono alcune delle scelte
metodologiche attuate negli anni più recenti.

                                        Pagina 17
I.C. Mantova 3 - PTOF 2019/2021

Le classi montessoriane

Nell’intento di rafforzare l’azione didattica attraverso la sperimentazione e l’adozione
di nuove metodologie, nell'ambito della convenzione tra M.I.U.R. e Opera Nazionale
Montessori per l'attuazione della metodologia Montessori all'interno dei diversi ordini
di scuola, l’istituto ha stipulato una convenzione con l'Opera Nazionale
Montessori per l’adozione del metodo Montessori alla scuola primaria.
Dall'anno scolastico 2016/2017 è stata attivata una classe prima montessoriana
presso la scuola primaria De Amicis; la scuola risulta, infatti, dotata di classi ampie
e di diversi spazi in cui poter svolgere le attività didattiche secondo la metodologia.
Particolare attenzione viene rivolta all'acquisizione del materiale scientifico e alla
formazione del personale che deve essere specializzato secondo il metodo di
differenziazione didattica “Montessori”.
Attraverso la convenzione tra MIUR e Opera Nazionale MONTESSORI i contenuti
che vengono veicolati nel corso della scuola primaria sono i medesimi della scuola
tradizionale.

L’attualità del metodo è insita nei suoi principi fondamentali quali la libertà intesa
come la capacità dell’alunno di affrancarsi dal docente e non dipendere da questi per
l’attuazione del percorso educativo. La potenza del metodo sta nel regalare al
bambino il “piacere della scoperta”, dando al bambino costantemente la possibilità di
sperimentarsi in esperienze positive che accrescono la stima di sé donandogli la
gioia del fare e l’interesse per apprendere.

                                                 La grande conquista del bambino di
                                                questa età è l’apprendimento della
                                                lettura che gli apre una finestra infinita
                                                sul sapere, e della scrittura come
                                                strumento attraverso il quale può
                                                condividere il proprio pensiero e
                                                lasciarne traccia agli altri.

                                                L’ambiente        scolastico   offre    le
                                                occasioni per dare stimoli ai bambini di
                                                scrivere, di utilizzare questo strumento
                                                nella modalità che gli è più congeniale.
                                                Attraverso la scrittura spontanea il
                                                bambino,         con       il    supporto
                                                dell’insegnante, inizia il lungo percorso
                                                verso il perfezionamento ortografico.

                                        Pagina 18
I.C. Mantova 3 - PTOF 2019/2021

Nel frattempo prosegue il percorso di esplorazione della
natura ma ora si pone quesiti più complessi: la formazione
della Terra, dell’Universo, la comparsa della vita, la presenza
dell’uomo. Ma anche lo studio dei fenomeni atmosferici,
geologici e fisici l’analisi del mondo animale e vegetale.
Tutto questo avviene attraverso l’Educazione cosmica che
Maria Montessori definisce la chiave di accesso al sapere per i
bambini di questa fascia di età poichè dà loro la possibilità di
fare esperienza sul mondo in modo chiaro, completo ed
approfondito, valorizzando allo stesso tempo la comprensione
delle relazioni. In questo modo i bambini sviluppano una
visione ecologica e responsabile del mondo, ne colgono la
complessità e la bellezza e se ne sentono parte come soggetti
attivi.
                                           Il bambino della scuola primaria ha la
                                           necessità di relazionarsi con il gruppo dei
                                           pari e di starvi bene. I bambini interagiscono
                                           in modo più costruttivo perché via via
                                           acquistano       progressiva      capacità   di
                                           organizzare progetti comuni sulla base di
                                           regole condivise, sono interessati a
                                           comprendere gli stati d'animo di chi li
                                           circonda e le dinamiche che li provocano.
                                           Maturano autocritica, spirito di giustizia e
                                           senso morale. I bambini sono abituati a
condividere spazi, materiali, sono incentivati a comprendere e rispettare gli stati
d’animo dell’altro e vivono la relazione con gruppi eterogenei d’età rivestendo il ruolo
di tutor ma anche apprendendo attraverso l’esempio altrui.
                                                             La giornata scolastica è
                                                             scandita dai ritmi e dalle
                                                             esigenze dei singoli bambini
                                                             che scelgono e svolgono in
                                                             modo libero ed autonomo le
                                                             attività, ci sono momenti in
                                                             cui i bambini lavorano in
                                                             piccoli      gruppi    guidati
                                                             dall’insegnante.
L’insegnante supporta il bambino verso la maturazione della capacità di
autovalutazione ma anche di autocorrezione, ognuno costruisce il proprio processo
di apprendimento. Non vengono richiesti compiti da svolgere a casa ma possono
essere i bambini stessi che spontaneamente, anche lontano da scuola, continuano
a volersi occupare ciò che li interessa.

                                         Pagina 19
I.C. Mantova 3 - PTOF 2019/2021

Come si valuta

La valutazione degli alunni avviene nel rispetto del Decreto Legislativo 13 aprile
2017, n. 62 "Norme in materia di valutazione e certificazione delle competenze nel
primo ciclo ed esami di Stato, a norma dell'articolo 1, commi 180 e 181, lettera i),
della legge 13 luglio 2015, n. 107".

La valutazione disciplinare

La valutazione disciplinare ha per oggetto il processo di apprendimento ed il
rendimento scolastico degli alunni. In particolare, la valutazione disciplinare:
• è indirizzata sugli apprendimenti e non sulla persona;
• si basa su diverse tipologie di prove (scritta, orale, pratica) scelte di volta in volta
   dai docenti in relazione agli apprendimenti da verificare;
• si concentra sull'evoluzione dell'apprendimento e non solo sul risultato, sul
   processo più che sul prodotto;
• si concretizza in descrizioni sintetiche dei processi di apprendimento dalle quali
   gli alunni e le loro famiglie possano trarre elementi per comprendere quanto e
   cosa è stato valutato e come l'alunno possa migliorare;
• si riferisce agli obiettivi proposti alla classe e/o al singolo alunno; nel caso in cui i
   risultati raggiunti siano ritenuti insoddisfacenti, si vaglierà una riformulazione degli
   obiettivi ed una messa a punto nuove di strategie di intervento;
• è numerica (tranne che per l'insegnamento della religione cattolica) e può
   assumere un valore da 5 a 10 nella scuola primaria e da 4 a 10 nella scuola
   secondaria di primo grado.

La validità dell'anno scolastico

Nella scuola secondaria di primo grado sono ammessi alla valutazione finale solo gli
allievi che hanno frequentato per almeno tre quarti del monte ore annuale
personalizzato ai sensi del D.Lgs.62/2017 art.5 c.1.
L'istituto Comprensivo Mantova 3 ha stabilito di derogare al suddetto limite nel caso
di:
• motivi di salute adeguatamente documentati;
• bisogni educativi speciali formalmente riconosciuti dall'istituto;
• partecipazione ad attività sportive e agonistiche, almeno a livello regionale,
     organizzate da federazioni riconosciute dal CONI e certificate dall’associazione
     sportiva o FSN di appartenenza.

                                         Pagina 20
I.C. Mantova 3 - PTOF 2019/2021

La valutazione disciplinare intermedia e finale

La valutazione intermedia e finale sarà basata sui risultati raggiunti da ciascun
alunno, sia nel campo cognitivo, sia in quello della socializzazione, cioè sul
progresso e sul grado di maturazione effettivamente raggiunti.
Per una corretta valutazione, il Team docente/Consiglio di Classe terrà conto non
solo dei risultati emersi da una pluralità di verifiche (almeno 3 per discipline con
monte ore settimanale superiore a 3, almeno 2 per le altre discipline) ma anche:
● del reale livello di partenza dell’alunno;
● della partecipazione, ovvero della collaborazione con compagni e docenti;
● dell’impegno e della motivazione allo studio (il lavoro svolto a casa, la
    responsabilità, l’interesse, lo svolgimento dei compiti assegnati, gli
    approfondimenti);
● del grado di autonomia e della capacità di organizzare il proprio lavoro;
● delle concrete possibilità di recupero e sviluppo nelle classi successive.

Verranno utilizzati i voti in decimi da 5 a 10 alla scuola primaria e da 4 a 10 alla
scuola secondaria di primo grado.

                                                   Descrittore

           4            Difficoltà tali da richiedere azioni didattiche specifiche per il
                        recupero dei prerequisiti necessari all'acquisizione delle
                        conoscenze ed abilità di base.

           5            Mancata acquisizione delle conoscenze ed abilità di base;
                        l’allievo manifesta difficoltà tali da richiedere azioni didattiche
                        specifiche.

           6            Acquisizione delle conoscenze ed abilità di base

           7            Conoscenze ed abilità acquisite con l’ausilio di mediazioni e
                        procedure, che l’allievo utilizza in situazioni guidate

           8            Competenza sicura, che l’allievo tende             a   manifestare
                        prevalentemente in situazioni strutturate

           9            Competenza sicura, che l'allievo manifesta in sostanziale
                        autonomia.

          10            Competenza piena, che l’allievo manifesta in autonomia, anche
                        in situazioni nuove e diversificate

                                       Pagina 21
I.C. Mantova 3 - PTOF 2019/2021

La valutazione del comportamento

La valutazione del comportamento si riferisce allo sviluppo delle competenze di
cittadinanza ed è espressa mediante un giudizio sintetico attribuito collegialmente
dal team docente della scuola primaria o dal consiglio di classe della scuola
secondaria.

La formulazione del giudizio sintetico è basata sulla valutazione delle seguenti
abilità, ritenute fondamentali al fine di un'adeguata crescita delle competenze di
cittadinanza:

•   Rispettare, accettare, accogliere: l'alunno ha rispetto di se stesso, degli altri
    (compagni e adulti) e degli ambienti, nella consapevolezza dei diversi ruoli, delle
    diverse istituzioni e delle regole che le caratterizzano.

•   Assumere impegni e responsabilità: l'alunno si impegna con determinazione e
    perseveranza nelle attività proposte e le porta a termine in maniera autonoma e
    personale. Sa assumersi responsabilità e contribuire fattivamente alla soluzione
    di situazioni problematiche.

•   Collaborare e partecipare: insieme agli altri compagni e agli adulti, l'alunno
    contribuisce attivamente alla realizzazione di un obiettivo comune, mettendo a
    disposizione il proprio sapere e le proprie capacità in modo consapevole,
    riconoscendo i diversi punti di vista ed accettando i contributi altrui.

In ciascun ordine di scuola, per ciascuna delle tre abilità elencate è assegnato un
giudizio graduato su quattro livelli: avanzato, intermedio, base ed iniziale.
Il giudizio sintetico espresso ai sensi del D.Lgs.62/2017 scaturisce dal giudizio delle
tre abilità e dall'importanza assegnata a ciascuna di esse. Per i docenti dell'istituto
risulta prioritaria la capacità dell'alunno di "Rispettare, accettare, accogliere", cui
fanno seguito le altre abilità, proprio nell'ordine in cui sono state elencate.

Di seguito è riportata una griglia sintetica con i giudizi assegnati a ciascuna abilità e
graduati su quattro livelli nei vari ordini di scuola. In allegato (Allegati 4 e 5) sono
riportate le griglie di valutazione del comportamento distinte per ordine di scuola.

                                        Pagina 22
I.C. Mantova 3 - PTOF 2019/2021

                                  RISPETTARE, ACCETTARE E ACCOGLIERE
                         INFANZIA                PRIMARIA                                                             SECONDARIA
             Riconosce il ruolo degli adulti.      Rispetta i compagni e gli adulti riconoscendo Rispetta i compagni e gli adulti riconoscendo e
             Rispetta le diversità. interagisce e  e accettando le diversità personali e culturali. accettando le diversità personali e culturali.
             ascolta gli altri bambini. Utilizza i Rispetta l'ambiente circostante sia in           Rispetta l'ambiente circostante sia in situazioni
             materiali in maniera corretta e li    situazioni formali che in situazioni informali. formali che in situazioni informali . Rispetta
avanzato     riordina. Rispetta autonomamente le Rispetta pienamente le regole scolastiche e pienamente le regole scolastiche e assolve
             regole nelle diverse situazioni.      assolve responsabilmente i doveri scolastici. responsabilmente i doveri scolastici.

             Riconosce il ruolo degli adulti.         Rispetta i compagni e gli adulti. Rispetta        Rispetta i compagni e gli adulti. Rispetta
             Interagisce e ascolta gli altri bambini. l'ambiente circostante soprattutto in             l'ambiente circostante soprattutto in situazioni
             Utilizza i materiali in maniera          situazioni formali. Rispetta consapevolmente      formali. Rispetta consapevolmente le regole
intermedio   corretta e li riordina. Condivide e      le regole scolastiche e assolve in maniera        scolastiche e assolve in maniera regolare i
             rispetta le regole della scuola.         regolare i doveri scolastici.                     doveri scolastici.

             Interagisce con i coetanei. Utilizza i   Rispetta generalmente i compagni e gli            Rispetta generalmente i compagni e gli adulti.
             materiali in maniera corretta, ma        adulti. Rispetta l'ambiente circostante solo in   Rispetta l'ambiente circostante solo in
             non li riordina. Applica le regole di    situazioni formali e rielabora i richiami in      situazioni formali. Rispetta generalmente le
  base       base della scuola, sollecitato           caso di mancanze. Rispetta generalmente le        regole scolastiche. Assolve di massima i doveri
             dall'adulto.                             regole scolastiche ed assolve di massima i        scolastici.
                                                      doveri scolastici.
             Non riconosce il ruolo degli adulti.     Non sempre rispetta i compagni e gli adulti e     Non sempre rispetta i compagni e gli adulti e
             Ha atteggiamenti scorretti nei           deve essere guidato alla comprensione delle       deve essere guidato alla comprensione delle
             confronti dei pari. Usa i materiali in   diversità personali e culturali. Non sempre       diversità personali e culturali. Non sempre
 iniziale    maniera inappropriata, senza             rispetta l'ambiente circostante e necessita di    rispetta l'ambiente circostante e necessita di
             riordinarli e/o danneggiandoli. Non      richiami. Non rispetta le regole scolastiche e    richiami. Non rispetta le regole scolastiche e
             accetta le regole e non le applica.      assolve in modo discontinuo i doveri              assolve in modo discontinuo i doveri scolastici
                                                      scolastici

                                         ASSUMERE IMPEGNI E RESPONSABILITÀ
                       INFANZIA                                 PRIMARIA                                            SECONDARIA
              Porta a termine               Sa portare a termine in maniera autonoma le Sa pianificare e portare a termine in maniera
              autonomamente le attività proprie attività, fornendo il proprio contributo autonoma le proprie attività, fornendo il proprio
              in maniera adeguata. Aiuta il personale.                                   contributo personale.
 avanzato     compagno in difficoltà
              attivando azioni di tutoring
              con i più piccoli.

              Porta a termine                  Sa svolgere e portare a termine le proprie        Sa svolgere e portare a termine le proprie attività in
              autonomamente attività           attività in situazioni note.                      situazioni note.
intermedio    consuete. Con qualche aiuto
              svolge attività nuove. Aiuta i
              compagni su richiesta.
              Esegue e porta a termine le      Sa portare a termine le proprie attività          Sa svolgere e portare a termine le proprie attività
              attività su sollecitazione       seguendo indicazioni.                             seguendo indicazioni.
   base       dell'insegnante

              Richiede l'affiancamento        Svolge compiti semplici in situazioni note solo Svolge compiti semplici in situazioni note solo se
              dell'insegnante e               se opportunamente guidato.                      opportunamente guidato.
              l'incoraggiamento
  iniziale    dell'insegnante per svolgere
              le attività e ha difficoltà nel
              portarle a termine.

                                                               Pagina 23
I.C. Mantova 3 - PTOF 2019/2021

                                                  COLLABORARE E PARTECIPARE
                        INFANZIA                                    PRIMARIA                                         SECONDARIA
             Interagisce in modo propositivo        Interagisce in modo propositivo e                 Interagisce in modo propositivo e collaborativo
             con i compagni, organizzando           collaborativo con il gruppo classe ed è           con il gruppo classe, è disponibile all'ascolto e
             insieme a loro giochi ed attività.     disponibile all'ascolto e al confronto con i      al confronto con i compagni e con gli adulti
 avanzato                                           compagni e con gli adulti accettando i diversi    accettando i diversi punti di vista. Apporta
                                                    punti di vista. Apporta validi contributi alle    validi contributi alle attività comuni.
                                                    attività comuni.
             Interagisce con i compagni             Interagisce in modo collaborativo con il          Interagisce in modo collaborativo con il gruppo
             organizzandosi nel gioco libero.       gruppo classe ed è disponibile all'ascolto e al   classe, è disponibile all'ascolto e al confronto
                                                    confronto con i compagni e con gli adulti.        con i compagni e con gli adulti. Apporta
intermedio                                          Apporta contributi alle attività comuni.          contributi alle attività comuni.

             Vive serenamente il distacco dalla Se sollecitato interagisce con il gruppo classe, Se sollecitato interagisce con il gruppo classe,
             famiglia, gioca vicino ai compagni e anche se talvolta ha difficoltà a riconoscere anche se talvolta ha difficoltà a riconoscere ed
             talvolta insieme a loro.             ed accettare i diversi punti di vista. Apporta accettare i diversi punti di vista. Apporta
   base                                           contributi alle attività che suscitano il suo  contributi alle attività che suscitano il suo
                                                  interesse.                                     interesse.

             Non interagisce con gli adulti ed i    Non sempre interagisce e collabora col            Non sempre interagisce e collabora col gruppo
             compagni e tende ad isolarsi.          gruppo classe, assumendo talvolta                 classe, assumendo talvolta atteggiamenti
  iniziale                                          atteggiamenti conflittuali.                       conflittuali.

La valutazione dei processi di apprendimento

La valutazione degli alunni del primo ciclo scolastico e' integrata dalla descrizione
del processo e del livello globale di sviluppo degli apprendimenti raggiunto. Tale
descrizione si basa sull’analisi dei seguenti indicatori:
• frequenza che può essere regolare, discontinua o saltuaria;
• impegno nel lavoro scolastico che può essere intenso e costante, costante,
   alterno, saltuario e superficiale;
• organizzazione del lavoro scolastico che può essere espressa attraverso uno
   delle seguenti voci: sa organizzare il proprio lavoro in modo funzionale e
   produttivo; sa organizzare il proprio lavoro; non sempre sa organizzare il lavoro; il
   lavoro scolastico non viene organizzato in maniera adeguata.
• progresso negli obiettivi rispetto alla situazione di partenza che può essere
   significativo, regolare, discontinuo o minimo.

                                                             Pagina 24
I.C. Mantova 3 - PTOF 2019/2021

Le strategie per il recupero degli apprendimenti

A fronte di valutazioni intermedie e/o finali insufficienti gli insegnanti attivano una tra
le seguenti strategie:

Pausa didattica Sospensione dello svolgimento di nuove parti di programma per dare
                agli alunni la possibilità di consolidare/recuperare i contenuti trattati
Recupero in         Prevedere uno spazio, all'interno della lezione, per dare la possibilità
itinere             ad alcuni alunni di recuperare parte dei contenuti trattati
Verifica di         Proporre una ulteriore verifica sugli argomenti trattati dopo aver fornito
recupero            agli alunni spiegazioni sugli errori commessi. La verifica di recupero
                    può riguardare solo gli obiettivi minimi
Predisposizione In particolari situazioni il consiglio di classe può predisporre un piano
di PDP          didattico personalizzato per individuare modalità idonee di recupero.
                Questo strumento è destinato in modo particolare agli alunni con
                bisogni educativi speciali certificati o rilevati dal consiglio di classe.
Interventi          Affiancamento di un educatore o di un insegnante all'alunno o a gruppi
individualizzati    di alunni con necessità di recupero, in classe o individualmente.
Lavori di           Formazione di gruppi con alunni a livelli diversi, per la realizzazione di
gruppo              un obiettivo comune.
Peer tutoring       Lavoro a coppie, in cui uno studente che ha raggiunto la piena
                    competenza nella disciplina affianca l'alunno in difficoltà.
Attività a classi   Formazioni di gruppi omogenei a classi parallele, per il recupero e il
aperte              consolidamento

In sede di scrutinio i docenti predispongono una scheda attraverso la quale
comunicano alle famiglie le strategie di recupero adottate per ciascuna disciplina.

                                         Pagina 25
I.C. Mantova 3 - PTOF 2019/2021

La comunicazione delle valutazioni alle famiglie

In base al recente D.Lgs.62/2017, per favorire i rapporti scuola-famiglia, "le istituzioni
scolastiche adottano modalità di comunicazione efficaci e trasparenti in merito alla
valutazione del percorso scolastico delle alunne e degli alunni”.

Al riguardo l'istituto prevede:

                     Comunicazione              Comunicazione delle           Comunicazione dei
                     dell'andamento                  valutazioni              risultati intermedi e
                  generale del percorso          interquadrimestrali                  finali
                       scolastico

   Scuola         • comunicazioni                           ------------            --------------
 dell'infanzia      quotidiane        con   i
                    genitori alla consegna
                    e al ritiro dei bambini

                  • colloqui sul percorso di
                    crescita dei bambini a
                    richiesta delle famiglie

                  • colloqui con le famiglie
                    dei bambini iscritti alla
                    scuola primaria
    Scuola        • colloqui    pomeridiani     • compilazione               • scheda di valutazione
   primaria         (una       volta        a     quotidiana          del      individuale          (*)
                    quadrimestre)                 registro elettronico e       eventualmente
                                                  contemporanea                accompagnata         da
                                                  registrazione       sul      lettera      per      la
                                                  diario scolastico            segnalazione       delle
                                                                               carenze disciplinari e
                                                                               delle    strategie    di
                                                                               recupero

    Scuola        • colloqui      individuali   • compilazione               • scheda di valutazione
secondaria di       mattutini con i singoli       quotidiana           del     individuale          (*)
 primo grado        docenti sulla base di         registro elettronico         eventualmente
                    un       orario       di                                   accompagnata         da
                    ricevimento prefissato      • lettere individuali per      lettera      per      la
                                                  segnalare specifiche         segnalazione       delle
                  • colloqui   pomeridiani        difficoltà nel profitto      carenze disciplinari e
                    (una      volta     a         e/o                 nel      delle    strategie    di
                    quadrimestre)                 comportamento e/o            recupero
                                                  nella frequenza

(*) Nel primo quadrimestre la scheda di valutazione è fornita in formato digitale, mentre nel secondo
quadrimestre è consegnata dai docenti direttamente alle famiglie in formato cartaceo

                                                Pagina 26
I.C. Mantova 3 - PTOF 2019/2021

Inclusione e successo formativo

Il concetto di “inclusione” si applica a tutti gli alunni come garanzia diffusa e stabile di
poter partecipare alla vita scolastica e di sviluppare al massimo livello le proprie
potenzialità.
La Direttiva Ministeriale del 27/12/2012 ha introdotto nella scuola i BES (Bisogni
Educativi Speciali) intendendo per essi qualsiasi difficoltà in ambito educativo e/o di
apprendimento che richieda una speciale attenzione da parte della scuola e che non
contempli necessariamente una certificazione di deficit.
Tra i Bisogni Educativi Speciali si distinguono tre categorie:
• La disabilità (Legge104/1992);
• I disturbi evolutivi da distinguere in DSA/deficit del linguaggio, delle abilità non
    verbali, della coordinazione motoria, dell’attenzione e dell’iperattività;
• Lo svantaggio socio-economico-linguistico e culturale.
Nel nostro Istituto la presenza di alunni Stranieri, con DSA e con BES ha assunto
una rilevanza numerica significativa riferibile a tutte le tipologie indicate dalla
normativa.

Gli interventi per gli alunni con BES
Per tutti gli alunni con Bisogni Educativi Speciali l’Istituzione scolastica elabora un
documento progettuale che esplicita il percorso di personalizzazione elaborato per
ciascuno di essi (PEI / PDP) in cui sono contemplate le strategie e le modalità di
intervento che il Consiglio di Classe predispone al momento della individuazione.
Tali interventi prevedono:
• la programmazione di misure dispensative e compensative di flessibilità
    didattica nel corso dei cicli di istruzione e formazione;
• l’utilizzo di una didattica individualizzata o personalizzata, con forme efficaci e
    flessibili di lavoro scolastico;
• l’utilizzo di strumenti compensativi, comprese le nuove tecnologie;
• la possibilità di dispensare l’alunno da alcune prestazioni non essenziali ai fini
    della qualità dei concetti da apprendere;
• l‘uso di strumenti compensativi per l’apprendimento delle lingue straniere
    finalizzati a favorire la comunicazione verbale prevedendo anche la possibilità
    dell’esonero.

L'organizzazione scolastica a favore degli alunni con BES
In ottemperanza al Decreto Legislativo 66 del 13 aprile 2017, nell'istituto opera un
Gruppo di lavoro per l'inclusione (GLI) nominato e presieduto dal dirigente scolastico
con "il compito di supportare il collegio dei docenti nella definizione e realizzazione
del Piano per l'inclusione nonchè i docenti contitolari e i consigli di classe
nell'attuazione dei PEI".

                                          Pagina 27
I.C. Mantova 3 - PTOF 2019/2021

Annualmente il gruppo di lavoro predispone il Piano Annuale per l’Inclusione (PAI)
in cui sono riportate le opzioni programmatiche e le variabili significative che
orientano le azioni volte a migliorare il livello di inclusività dell’Istituzione scolastica.

L’accoglienza degli alunni stranieri

L’accoglienza degli alunni stranieri è effettuata nel rispetto dei criteri indicati dal DPR
31/08/99 n.394, sulla base di uno specifico protocollo dell’istituto (Allegato 7) che
specifica le procedure di carattere:
1) Amministrativo-burocratico-informativo, riguardanti l'iscrizione e l'inserimento
a scuola degli alunni stranieri;
2) Comunicativo-relazionale, riguardanti i compiti e i ruoli degli operatori scolastici
e le fasi dell'accoglienza a scuola;
3) Educativo-didattico, relative all'assegnazione della classe.
Si prevede un iniziale inserimento in una classe corrispondente all’età anagrafica
durante il quale i docenti del team didattico o del consiglio di classe osserveranno
l’alunno per verificare se la classe assegnata corrisponda ai suoi bisogni. Nel caso in
cui i docenti del consiglio di classe ritengano necessario uno spostamento, il
Dirigente provvederà all’assegnazione ad altra classe immediatamente inferiore o
superiore a quella dell’età anagrafica, previa consultazione con gli insegnanti
incaricati. La fase di osservazione dovrà concludersi entro un mese dall'ingresso
dell'alunno.

                                          Pagina 28
I.C. Mantova 3 - PTOF 2019/2021

I progetti per l'inclusione

L’istituto mette in atto, attraverso l’operato dei docenti, strategie, metodologie e
specifici interventi in grado di far fronte ai bisogni educativi speciali dei singoli
studenti e di garantire il loro successo formativo.

Alfabetizzazione     Percorsi di PRIMA E SECONDA ALFABETIZZAZIONE per alunni
dell'italiano per    stranieri (infanzia, primaria e secondaria di primo grado) come
    studenti di      strumento fondamentale di comunicazione, integrazione ed
cittadinanza o di    apprendimento. L’acquisizione della lingua è, infatti, lo strumento
    lingua non       fondamentale del processo di comunicazione e di integrazione,
      italiana       soprattutto per quegli alunni che si trovano ad affrontare una realtà
                     scolastica per molti aspetti diversa da quella di origine.

   Istruzione        In forza del DIRITTO ALLO STUDIO DEGLI ALUNNI, sono previsti
   domiciliare       percorsi di apprendimento all’interno delle proprie mura domestiche
                     per alunni che abbiano gravi problematiche di salute (alunni con
                     gravi patologie già ospedalizzati) che impediscono di frequentare la
                     scuola.
    Adozioni         La scuola garantisce ai bambini e ai ragazzi adottati e alle loro
                     famiglie uno sguardo specifico sul loro percorso di crescita
                     proponendosi in primo luogo come ambiente protettivo e sicuro, sulla
                     base delle linee guida fornite dal MIUR.
                     Con il coordinamento di un docente referente per le adozioni, la
                     scuola costruisce una didattica ed un’organizzazione flessibile con
                     particolare cura verso l’aspetto relazionale secondo un protocollo
                     condiviso.
   Progetto          Realizzazione di attività individualizzate o in micro-gruppo mirate al
“AFFRONTARE E        superamento dei disagi degli alunni.
 SUPERARE IL         Il progetto è attivo in tutti gli ordini di scuola e garantisce la presenza
   DISAGIO”          di docenti e/o educatori professionali e/o docenti volontari in
                     compresenza per il recupero e il potenziamento dell’azione svolta
                     dai docenti curricolari.

 “APPRENDERE         Rilevazione in maniera precoce delle difficoltà di apprendimento
SERENAMENTE”         nella letto-scrittura e individuazione delle modalità per superarle.
                     Nell'ambito di un più ampio progetto a livello provinciale, si prevede
                     per tutte le classi prime. seconde e terze della scuola primaria:
                     • Verifica del livello dei prerequisiti richiesti per l’apprendimento
                          della letto-scrittura, attraverso l'uso di materiale strutturato.
                     • Tabulazione dei dati e confronto sui risultati e sulle eventuali
                          difficoltà rilevate.
                     • Monitoraggio in itinere.

                                          Pagina 29
I.C. Mantova 3 - PTOF 2019/2021

   Progetto      Nella scuola secondaria di primo grado si organizzano dei laboratori
 "NON UNO DI     disciplinari in piccoli gruppi omogenei di alunni scarsamente motivati
   MENO"         alle attività curricolari o sufficientemente motivati per i quali risulti più
                 efficace il piccolo gruppo di lavoro o il laboratorio disciplinare. Per
                 quanto riguarda gli alunni delle classi terze i laboratori disciplinari
                 saranno finalizzati alla preparazione agli esami secondo indicazioni
                 del Consiglio di classe.
    Progetto    Alla scuola secondaria di primo grado, con l'intervento di esperti
"LABORATORIO    volontari si attivano laboratori di attività manuali da svolgersi una
DI MANUALITÀ"   volta alla settimana, per la realizzazione di oggetti e manufatti da
                parte degli alunni. Gli alunni coinvolti sono alunni scarsamente
                motivati alle attività curricolari o con difficoltà ad esprimersi secondo
                le modalità proprie delle discipline scolastiche e che possono
                esprimere maggiormente le loro potenzialità proprio attraverso
                linguaggi e attività non verbali. Attraverso la creazione di oggetti ci si
                pone l'obiettivo di potenziare l'autostima, il senso di autoefficacia, la
                capacità di organizzazione e pianificazione ed un metodo di lavoro
                proficuo.
  Supporto      Nella scuola primaria e secondaria di primo grado è previsto
 psicologico    l'intervento di uno psicologo esterno a supporto dell'operato dei
                docenti; la figura dello psicologo può fornire ai docenti indicazioni
                riguardo alle strategie metodologiche e/o relazionali da mettere in
                atto in situazioni problematiche.

                                      Pagina 30
I.C. Mantova 3 - PTOF 2019/2021

Continuità tra gli ordini di scuola
L’istituto mette in atto una serie di attività volte a favorire il raccordo tra i diversi
ordini di scuola.

        Attività'             Periodo di                 Modalità di effettuazione
                             effettuazione
Incontri pomeridiani di Gennaio                  Presentazione della scuola alle famiglie
presentazione     delle
scuole                                         Open day con proposte laboratoriali per gli
                                               alunni (solo per la scuola secondaria di
                                               primo grado)
“Gemellaggi” tra classi    Gennaio / Febbraio Con la collaborazione dei docenti dei diversi
per                                            ordini di scuola, tra classi di ordini di scuola
visite mattutine alle                          diversi, si creano "gemellaggi" che si
scuole                                         concretizzano in momenti di accoglienza
                                               degli alunni nelle scuole di futura frequenza.
Passaggio             di   Maggio              Incontri tra i docenti di ordini di scuola
informazioni tra diversi                       diversi per un passaggio di informazioni sui
ordini di scuola                               futuri studenti basato sulla redazione e sulla
                                               successiva condivisione di una "scheda di
                                               raccordo" comune.
Formazione delle classi    Giugno              Un'apposita commissione individuata dal
                           (dopo la fine delle Collegio dei Docenti provvede alla
                           lezioni)            formazione dei gruppi classe sulla base
                                               delle iscrizioni pervenute e dei criteri definiti
                                               nel Regolamento di Istituto.
Verifica delle azioni di   Ottobre             Incontri tra i docenti di ordini di scuola
continuità                                     diversi per un "feedback" sui nuovi studenti
                                               acquisiti; gli incontri sono basati sulla
                                               redazione e sulla successiva di una "scheda
                                               di raccordo" comune.

                                          Pagina 31
I.C. Mantova 3 - PTOF 2019/2021

Orientamento permanente e in uscita

L'Orientamento viene definito come un processo evolutivo trasversale, continuo ed
esteso lungo tutto l'arco di vita: lo studente in questo percorso costruisce la propria
scelta insieme alla scuola, alla famiglia e al territorio. Insegnanti, genitori e orientatori
lo accompagnano in modo misurato e costruttivo per una ricerca di costruzione
identitaria e di autoaffermazione.
In quest'ottica, l’istituto non si limita solo ad informare gli alunni in uscita dalla scuola
secondaria di primo grado sull'offerta scolastica territoriale e sui percorsi delle
diverse scuole superiori, ma tiene conto della globalità della persona e della rete
sociale di cui fa parte.

Gli obiettivi, le abilità fondamentali e le competenze orientative condivise dai tre
ordini di scuola sono:
• acquisizione di un’identità consapevole nel duplice rapporto con se stessi e con
    gli altri;
• rimozione degli ostacoli che impediscono la formazione della persona;
• promozione della capacità di operare scelte autonome;
• espressione di una propria progettualità (primaria e secondaria).

In particolare nella scuola secondaria di primo grado gli obiettivi orientativi
sono:
    • Analisi interessi scolastici ed extra scolastici;
    • Esplorazione del sé (livello interpersonale e intrapersonale);
    • Competenza relazionale e comunicativa;
    • Info sul sistema scolastico e professionale (generale e territoriale)

Le attività proposte nel percorso orientativo sono:
    • Analizzare valori, aspettative, bisogni personali;
    • Valutare successi ed insuccessi scolastici;
    • Trovare strategie di risoluzione;
    • Confrontare il successo scolastico con le aree di interesse;
    • Individuare gli elementi che caratterizzano un metodo di studio produttivo e
        compiere pianificazioni a riguardo;
    • Valutare punti di forza e debolezza relativamente alle proprie potenzialità;
    • Individuare la scelta di orientamento e progettarne le fasi attuative;
    • Individuare vincoli e condizionamenti individuali e sociali insiti alla scelta;
    • Conoscere l’offerta formativa del territorio e l’ordinamento della scuola
        secondaria di secondo grado e della formazione professionale.

                                          Pagina 32
Puoi anche leggere
DIAPOSITIVE SUCCESSIVE ... Annulla