Rassegna stampa Febbraio 2013 - Supsi

 
Rassegna stampa Febbraio 2013 - Supsi
Rassegna stampa
Febbraio 2013
Rassegna stampa Febbraio 2013 - Supsi
Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana

Rassegna stampa
Febbraio 2013

SUPSI – Rassegna stampa, febbraio 2013
Rassegna stampa Febbraio 2013 - Supsi
Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana

Sommario rassegna stampa

Pagina      Articolo                                                  Pagina   Articolo

5           Corriere del Ticino, 1 febbraio 2013                      21       laRegione, 21 febbraio 2013
            Nominate le finaliste del Prix SVC Svizzera italiana                Politica universitaria: luce verde al programma del
                                                                               prossimo quadriennio
6           laRegione, 1 febbraio 2013
            Selezionati i finalisti del Prix Svc Svizzera italiana     22       Corriere del Ticino, 22 febbraio 2013
                                                                               Magico viaggio nei segreti scientifici
7           Rivista di Lugano, 1 febbraio 2013
            Laureati SUPSI subito attivi in campo professionale       23       Giornale del popolo, 22 febbraio 2013
                                                                               Un bel viaggio a tutta scienza
8           Corriere del Ticino, 2 febbraio 2013
            Scelto il progetto per il campus della SUPSI              24       Rivista di Lugano, 22 febbraio 2013
                                                                               Green Village, com’è verde la nostra valle
9           Giornale del popolo, 2 febbraio 2013
            Si impone “Ascensus” su 22 progetti dal mondo             25       laRegione, 23 febbraio 2013
                                                                               Premiate dal Lions le maestre di domani
10          laRegione, 2 febbraio 2013
            Il campus SUPSI sarà come Ascensus                        26       Azione, 25 febbraio 2013
                                                                               Verso nuovi stili di mobilità
11          laRegione, 2 febbraio 2013
            Sbancare la lotteria e vivere felici perché il fisco non   27       Corriere del Ticino, 25 febbraio 2013
            porta via quasi tutto                                              Premiati dal Lions Club tre diplomati al DFA

12          laRegione, 2 febbraio 2013                                28       laRegione, 25 febbraio 2013
            La congiuntura non tocca i laureati della SUPSI                    “Il viaggiatore scientifico” la 7a edizione al DFA della
                                                                               SUPSI
13          Corriere del Ticino, 4 febbraio 2013
            SUPSI, occupazione positiva                               29       Corriere del Ticino, 27 febbraio 2013
                                                                               E la scienza esce dai laboratori
14          Giornale del popolo, 7 febbraio 2013
            Organizzare il personale e gestire i costi                30       Giornale del popolo, 27 febbraio 2013
                                                                               La scienza esce dai laboratori
15          laRegione, 9 febbraio 2013
            Politica universitaria cantonale 2013-16                  31       Corriere del Ticino, 28 febbraio 2013
            “Più spazio ai docenti svizzeri in USI e SUPSI”                    Un futuro a basso consumo

16          Giornale del popolo, 11 febbraio 2013                     32       TES Magazine, febbraio 2013
            USI e SUPSI: la crescita continuerà inarrestabile                  Die revolution in Tessiner Hochschulwesen

17          Rivista di Lugano, 15 febbraio 2013                       36       Ticino Management, gennaio-febbraio 2013
            In laboratorio più attrezzati                                      Old money

18          Corriere del Ticino, 16 febbraio 2013                     38       Ticino Management, gennaio-febbraio 2013
            Politica universitaria “Piena fiducia per USI e SUPSI”              Nominati nuovi professori

19          Corriere del Ticino, 21 febbraio 2013                     39       Ticino Management, gennaio-febbraio 2013
            USI e SUPSI, maggior collaborazione                                Un laboratorio vivente per la mobilità

20          Corriere del Ticino, 21 febbraio 2013                     40       Ticino Management, gennaio-febbraio 2013
            Successione: molte le implicazioni fiscali                          Aperte le iscrizioni

SUPSI – Rassegna stampa, febbraio 2013
Rassegna stampa Febbraio 2013 - Supsi
Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana

Pagina      Articolo

41          Ticino Management, gennaio-febbraio 2013
            A scuola di eccellenza

43          Ticino Management, gennaio-febbraio 2013
            Design d’eccellenza

SUPSI – Rassegna stampa, febbraio 2013
Rassegna stampa Febbraio 2013 - Supsi
Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana

Corriere del Ticino, Venerdì 1 febbraio 2013

!%() )'%(1 & (&%/1
& .%6  5%77. %1&%(
 . 7C .557 05 74K5 K5AQ0 5 0              C90 + ,7+3047 9B 40B ?K 33 9073 /
37+0CH0 05H +BH K5 +BK997 . 9B7+ HH            4 0 Q0 5 . C0 75HB0CH05+K757
+B7CC0 04905H0 05KCHB030 K5 9B7KHH7B 0          9 B 3 37B7 9B CHQ0750  33 5H0 KBHKB 
40B7 47H7B0 K5A049B C $B4 KH0 K5            . 557 9B7M 0 57H M73 257N/.7N
$B0 0 $BKHH 50H K5 $7B50H7B 0             90H 0 HH4 5H7 0 404 5H0
9B77HH0 3 HHB7500@ 757 HKHH Q0 5 5/             . B 57 5K7M0 97CH0 0 3M7B7-= 3 M050H7/
7BH 5 3 H BB0H7B07 5H753  . .557              B C0 ++0K0. B 3 9BH 09Q075 33
97BHH7 M5H0 75 CK CC7 3 37B7 HH0M0H        $7B4Q075 45+ B03  3 K9C0 O KH0/
HB K5 05?K5H05 0 50H0 C0 C757             M     CH B 7$ KC05 CC 4050CHBH075 7$/
?K30'H 74 '530CH 9 B 03 B0O                  $ BH  B 0H K0CC K9C0=
M0QQ B 0H305 JR8I= 0 HBHH 0 05.0           +0KB0  3 B0O  M0QQ B 0H305 "
7=  BK997 C3  K3. B 05047/               7497CH  57H0 C975 5H0  33 C 5
H7B 055   5B7 5050   ? =                75740 5H753 =  $557 9BH 3 C/
    B73 1 8) 4++07 JR8I K5 0 37B7 C0 +/         C5B 3 BH0 0B HHB0 .773H H 33 D
+0K0. B 03 ?K05H7 B0O  M0QQ B 0H30/          K 3 BH750 0B HH7B 4 B 0 74/
5= 7 N0CC  5HKB 3K " K5A7B+50QQ/               4 B07 0057D H $57 0 B C975C03
Q075 9B0MH C 5Q C797 0 3KB7 . C0              B5CH  7K5+ 05 0057D KB7  33 B B /
049 +5  $M7B  33            CM0QQ B  4 /        C975C03 7B97BH KC05 CC N0CC74 05
05H 37 CM03K997 0 K5 90HH$7B4 .               0057D 50 3 7HH0 9B C0 5H   D 3/
7%B 3 97CC0030H 0 B B KH030 75HHH0 75         BH7  HBKQQ 33 B C975C03  +075 0/
0 9B050930 HH7B0  33 C 5 75740              057  3 B 0H K0CC D 04HH0CH M57
C703 CM0QQ B= +50 K 550 37  CC /            0B HH7B  3 09BH04 5H7 H 5737+0 0557/
+5 5 33 M0QQ B 0H305 03 B0O = 3/          MH0M  33 K9C0      057  B30QQ0 M0 0B H/
 BH7  HBKQQ 33 9B C0 5H  33 +0KB0            H7B  3 7BB0 B  3 0057=

SUPSI – Rassegna stampa, febbraio 2013
Rassegna stampa Febbraio 2013 - Supsi
Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana

laRegione, Venerdì 1 febbraio 2013

Selezionati i finalisti del Prix Svc Svizzera italiana
                                                    Lugano – Che cosa hanno in comune un’azienda            Petruzzella (nella foto), presidente della giuria,
                                                    di logistica integrata, un gruppo che progetta          spiega: “Vogliamo premiare quelle piccole-me-
                                                    grossi impianti industriali, un produttore di mi-       die aziende che si contraddistinguono per le
                                                    cro motori, un’impresa farmaceutica, una fab-           loro prestazioni eccellenti e durature, che dan-
                                                    brica di frutta candita e un fornitore di prodotti      no prova di notevole know-how e capacità di
                                                    elettronici? Sono tutte aziende ancorate sul ter-       adattamento ai cambiamenti e che creano nuovi
                                                    ritorio cantonale, che hanno portato avanti con         posti di lavoro”.
                                                    successo la loro attività, e, tra una cinquantina       La giuria annuncerà il nome del vincitore del
                                                    di candidati, si sono qualificate come finaliste          Prix Svc il prossimo 15 maggio nel corso di una
                                                    per il Prix Svc Svizzera italiana 2013. Si tratta di:   cerimonia di premiazione al Palazzo dei Con-
                                                    Bianchi & Co. Sa, Gruppo Casale, Faulhaber Mi-          gressi di Lugano. Il vincitore si aggiudicherà la
                                                    nimotor, Linnea Sa, Sandro Vanini Sa e Teq SA.          partecipazione alla formazione manageriale
                                                    Il prossimo 15 maggio una di loro si aggiudiche-        della Supsi Executive master of business admi-
                                                    rà il quinto Prix Svc Svizzera italiana.                nistration, offerta da Credit Suisse e Supsi. Al
                                                    Lo Swiss Venture Club, fondato nel 2003, è un’or-       secondo classificato sarà offerta da Ernst &
                                                    ganizzazione privata senza scopo di lucro, che si       Young la partecipazione all’Entrepreneur of the
                                                    impegna a favore delle piccole e medie aziende          Year-Retreat in Sudafrica. Il terzo premio consi-
                                                    in Svizzera, mediante lo sviluppo di una piatta-        ste in una formazione, offerta da Swisscom.
                                                    forma che offre loro la possibilità di creare utili     Mentre i quarti classificati pari merito riceve-
                                                    contatti con i principali attori della scena econo-     ranno un iPad Mini offerto da FoxTown.
                                         TI-PRESS

                                                    mica e sociale svizzera. Ogni due anni lo Svc as-       La giuria è composta da noti esponenti della sce-
                                                    segna nella Svizzera italiana il Prix Svc. Alberto      na economica del Cantone.

SUPSI – Rassegna stampa, febbraio 2013
Rassegna stampa Febbraio 2013 - Supsi
Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana

Rivista di Lugano, Venerdì 1 febbraio 2013

Novità in ambito formativo ed esito dell’indagine occupazionale
Laureati Supsi subito attivi in campo professionale
Si è tenuto venerdì 25 gennaio il meeting degli orientatori scolastici e professionali
organizzato dalla Supsi e dall’ufficio dell’orientamento scolastico e professionale del
canton Ticino. In particolare sono stati presentati i 20 corsi bachelor e i 13 master of-
ferti dalla scuola negli ambiti dell’architettura e delle costruzioni, del design, della
formazione docenti, della tecnica e IT, della sanità, dell’economia, del lavoro sociale,
della musica e del teatro. Durante la giornata è stato presentato l’esito dell’indagine
occupazionale sui percorsi d’inserimento professionale dei laureati della Supsi. I ri-
sultati confermano il trend positivo degli ultimi anni, con 164 studenti occupati a un
anno dalla laurea su un totale di 206 rispondenti, dei quali 8 hanno scelto di conti-
nuare gli studi. L’88% ha trovato un posto di lavoro in Ticino, il 10% in Svizzera in-
terna e il restante 2% all’estero. Altro dato significativo è il tempo di ingresso nel
mondo del lavoro, che per il 77% dei laureati è inferiore ai 4 mesi. I dati migliorano
ulteriormente se si guarda la situazione occupazionale dei laureati Supsi a tre anni
dalla laurea, dove su 179 rispondenti 150 lavorano e 14 continuano gli studi.

SUPSI – Rassegna stampa, febbraio 2013
Rassegna stampa Febbraio 2013 - Supsi
Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana

Corriere del Ticino, Sabato 2 febbraio 2013

           # * #  '* 66 3//2* +* *!55/% #+" !!)% 2#3*+/*%(                                                                

 #*+% #   ##                                                                                                           85L. 8118DL8D.  D.DL8D.A 1
                                                                                                                                       3
Rassegna stampa Febbraio 2013 - Supsi
Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana

Giornale del popolo, Sabato 2 febbraio 2013

CAMPUS SUPSI A MENDRISIO Ecco il vincitore

Si impone “Ascensus”
su 22 progetti dal mondo

L’ex stabile Riri dove sorgerà il campus nei pressi della ferrovia.

Al termine di una                           Architectes SA (Ginevra) in collabo-
                                            razione con lo studio d’ingegneria
riunione di tre giorni,                     civile Spataro Petoud Partner SA
Ascensus è stato scelto                     (Viganello) e con gli studi speciali-
                                            stici Dumont-Schneider SA (Plan-
per la «precisa volontà                     les-Ouates) e CSD Ingegneri SA
                                            (Carouge).
di appartenenza alla                           Il progetto Ascensus, elaborato
regione e alla struttura                    dal team interdisciplinare guidato
                                            dall’architetto Andrea Bassi, at-
del territorio.                             tualmente professore al Politecni-
                                            co Federale di Losanna, ha saputo
                                            convincere la giuria presieduta dal
  A Mendrisio si può finalmente co-         sindaco Carlo Croci, «per la sua pre-
minciare ad entrare in una fase più         cisa volontà di appartenenza alla
operativa con la decisione giunta           regione e alla struttura territoriale»,
ieri sul progetto vincitore del con-        si legge nella nota stampa SUPSI.
corso internazionale d’architettura         «La giuria ha infatti apprezzato in
per il Campus universitario SUPSI,          modo particolare l’approccio sem-
al termine di una riunione della            plice d’inserimento del nuovo e
giuria durata tre giorni. Ventidue i        voluminoso corpo nel tessuto ur-
progetti consegnati, dopo una se-           bano presente: una chiara presenza
lezione di 67 team di progettazio-          lungo l’asse della ferrovia e una vo-
ne interdisciplinari, provenienti           lumetria decrescente verso il quar-
dal Ticino, da oltre Gottardo, così         tiere antistante. Ascensus convince
come da diversi paesi europei e             così per la sua chiara e semplice ri-
d’oltremare, ma a vincere è stato il        sposta urbanistica». Tutti i progetti
progetto Ascensus, sviluppato dallo         verranno esposti a Mendrisio all’i-
studio di architettura Bassicarella         nizio del mese di marzo.

SUPSI – Rassegna stampa, febbraio 2013
Rassegna stampa Febbraio 2013 - Supsi
Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana

laRegione, Sabato 2 febbraio 2013

Il campus Supsi sarà come Ascensus
Mendrisio, il progetto vincitore scelto tra una ventina di finalisti. Sarà una sede ‘chiara e semplice’
   Sono stati tre giorni fitti di la-
voro. Ma ieri (prima del previ-
sto) la giuria del concorso in-
ternazionale d’architettura sul
nuovo campus universitario a
Mendrisio ha consegnato il suo
verdetto. Tra i 22 progetti am-
messi alla fase finale (e in mo-
stra a marzo) si è scelto Ascen-
sus. Questo il nome che declina
la proposta architettonica fir-
mata dal team interdisciplina-
re Bassicarella di Ginevra, gui-
dato dall’architetto Andrea
Bassi. Proposta che dà forma
alla futura sede del Diparti-
mento ambiente, costruzioni e
design (Dacd) della Supsi, oggi
a Lugano-Canobbio. Un Dipar-                                                       Visto dall’esterno...                                                                        ...e dall’interno
timento che, nelle intenzioni,
dialogherà in modo più diretto
e proficuo con l’Accademia.             prende il ‘la’ da queste cifre. La   semplice d’inserimento del         Spataro Petoud Partner di Vi-        dard energetici elevati ci sono       altre cinque proposte di im-
L’obiettivo, del resto, è chiaro e     struttura, invece, affonderà le      nuovo e voluminoso corpo nel       ganello, e con gli studi speciali-   tutte. E questo in linea con la       pronta elvetica: ‘Surface Veil
dichiarato: “Creare un vero e          fondamenta lì dove oggi si tro-      tessuto urbano presente: una       stici Dumont-Schneider di            Scuola universitaria professio-       IV’ di Dürig Ag Architekten,
proprio polo universitario per         vano i vecchi stabilimenti della     chiara presenza lungo l’asse       Plan-les-Ouates e Csd Ingegne-       nale della Svizzera italiana e        Zurigo      (secondo     rango);
l’architettura, le costruzioni e       Riri, a due passi dalla stazione     della ferrovia e una volumetria    ri di Carouge. Come detto a di-      della città.                          ‘300509’ di Mario Botta, Men-
il design”.                            ferroviaria. Un elemento che la      decrescente verso il quartiere     rigere il team è l’architetto An-       La proclamazione del vinci-        drisio (terzo rango); ‘BINARIO-
   Un investimento globale di          soluzione premiata fa suo. Sul-      antistante”. In due parole una     drea Bassi, oggi professore al       tore rappresenta, dunque, l’ul-       SETTE’ di Michele Arnaboldi
circa 75 milioni di franchi. Una       la giuria presieduta dal sindaco     risposta “chiara e semplice”.      Politecnico di Losanna, ieri         timo atto di un percorso inizia-      architetti Sagl, Locarno (quar-
realtà che annuncia la capacità        Carlo Croci ha fatto leva infatti    Una visione frutto del lavoro di   (negli anni 80) studente alla        to il maggio scorso: 67 i gruppi      to rango); ‘BIS’ di Studio we ar-
di accogliere oltre 500 studenti.      “la sua precisa volontà di ap-       squadra dello studio d’architet-   Scuola tecnica superiore a Tre-      iscritti che hanno coinvolto (in      chitetti, Lugano, e Buzzi studio
Accanto un parcheggio (park&-          partenenza alla regione e alla       tura Bassicarella Architectes,     vano. Tutto torna. Sta di fatto      parti uguali) professionisti tici-    di architettura, Locarno (quin-
raid) in grado di fare posto a 400     struttura territoriale”. Apprez-     che nel raccogliere questa sfida    che il suo progetto ha convinto,     nesi, da Oltregottardo e dal-         to rango); ‘AGORA’ di Bol-
veicoli. Il campus immaginato          zato soprattutto, si spiega nella    urbanistica ha collaborato con     anche per la sua sostenibilità.      l’estero (Europa e oltremare).        tshauser Architekten Ag, Zuri-
dentro il perimetro della città        nota diffusa ieri, “l’approccio      lo studio d’ingegneria civile      Le premesse per toccare stan-           La giuria ha premiato anche        go (sesto rango).            D.C.

SUPSI – Rassegna stampa, febbraio 2013
Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana

laRegione, Sabato 2 febbraio 2013

Sbancare la lotteria e vivere felici                                                                                                                                      Nuove disposizioni
                                                                                                                                                                          entro il 1° gennaio 2016
perché il fisco non porta via quasi tutto                                                                                                                                  Il ‘caso’ Canton Ticino
   Il sogno di tutti (o quasi)?       scono direttamente nelle casse        osserva Samuele Vorpe, re-                                                   posta annua intera. Per deter-         so non si tiene conto di nessuna
Fare sei al lotto. Vincere una        dell’erario. Ma forse solo pochi      sponsabile del Centro di compe-                                              minare la medesima, alle vinci-        deduzione, come le spese per le
bella somma e risolvere i propri      sanno anche che quella vincita        tenze tributarie della Supsi, in                                             te è applicabile la scala delle ali-   giocate (in altri Cantoni è previ-
problemi (finanziari). Già. Ma         deve essere dichiarata all’auto-      un articolo pubblicato ieri su                                               quote dei coniugi e delle fami-        sto).
attenzione, perché se fosse il        rità fiscale perché il 35% rappre-     “Diritto tributario svizzero”.                                               glie monoparentali indipenden-            Ebbene, a partire dal 2016
caso – presi da un’esplosione di      senta solo un’imposta di garan-          La buona notizia è che il Can-                                            temente dalla situazione del           l’imposizione sulle vincite do-
euforia – prima di gettarsi in fol-   zia. E a questo punto molto (se       ton Ticino sino ad oggi si distin-                                           contribuente (meglio essere nu-        vrà essere armonizzata a livello
li spese è bene fare un salto dal     non tutto) dipende dal Cantone        gue dalla stragrande maggio-                                                 bili o celibi, non solo perché non     federale e dunque qualcosa
fiscalista di fiducia. Per evitare      in cui si risiede. E già, perché il   ranza dei Cantoni che aggiunge                                               si divide con nessuno... ma an-        cambierà anche in Ticino. In-
sgradevoli sorprese, tipo ritro-      sistema impositivo delle vincite      le vincite agli altri redditi. Non                                           che perché si pagano meno im-          tanto dovranno essere conside-
varsi in breve messi peggio di        a lotterie o manifestazioni ana-      così a sud delle Alpi, dove all’ar-                                          poste). Detta altrimenti, sulla        rate le deduzioni per le giocate,
prima.                                loghe non è omogeneo in tutta         ticolo 36 della Legge tributaria                                             somma vinta alla lotteria sono         stabilite in percentuale della
   Tutti (o quasi) sanno che in       la Confederazione. Sino ad ora.       si stabilisce una regola speciale                                            sempre applicabili le aliquote         vincita. L’importo esente, poi,

                                                                                                                  TI-PRESS
Svizzera le vincite alle lotterie     Con la nuova legge lo sarà, en-       per l’imposizione di questi pro-                                             più favorevoli, tenuto conto di        dovrà essere sì stabilito, ma an-
sottostanno al 35% d’imposta          tro il 1° gennaio 2016, due anni      venti. Quale? Non vengono cu-                                                un’aliquota minima del 5%.             che non cumulato – come capita
preventiva: detta altrimenti, su      dopo l’entrata in vigore delle        mulati con gli altri redditi, come               Tentare il colpo. E dopo?   Sono poi esenti le vincite infe-       invece oggi – ad altre vincite nel
10.000 franchi vinti, 3.500 fini-      nuove normative federali, come        detto, ma sottostanno a un’im-                                               riori ai 1.000 franchi. In compen-     corso dell’anno fiscale.       RED

SUPSI – Rassegna stampa, febbraio 2013
Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana

laRegione, Sabato 2 febbraio 2013

La congiuntura non tocca i laureati della Supsi
I dati della quinta edizione dell’indagine occupazionale. Meeting degli orientatori
   I risultati confermano “il trend       mento professionale dei laureati            relazioni con le realtà professionali     fondi e continui mutamenti nel
positivo” degli ultimi anni, con 164      della Supsi. Un altro dato significati-      del territorio sono da sempre facili-     mondo universitario e professiona-
laureati occupati a un anno dalla         vo è il tempo di ingresso nel mondo         tate”.                                    le, con l’aumento delle possibilità di
laurea su un totale di 206 che hanno      del lavoro che per il 77 per cento dei         I risultati dell’indagine sono stati   scelta dei percorsi formativi e dei
risposto al sondaggio, dei quali otto     diplomati è inferiore ai quattro            illustrati durante il recente meeting     ruoli lavorativi, per gli orientatori è
hanno scelto di continuare gli studi.     mesi. “I dati migliorano ulterior-          degli orientatori scolastici e profes-    necessario poter beneficiare di mo-
L’88 per cento ha trovato un posto di     mente – osserva la Supsi in una             sionali organizzato dalla stessa          menti di informazione dedicati”. Du-
lavoro in Ticino, il 10 in Svizzera in-   nota – se si guarda la situazione oc-       Scuola universitaria professionale e      rante il meeting sono stati così pre-
terna e il restante 2 per cento al-       cupazionale dei laureati a tre anni         dall’Ufficio cantonale dell’orienta-      sentati i venti corsi Bachelor e i tre-
l’estero. Questi i risultati principali   dal titolo: su 179 rispondenti, 150 la-     mento scolastico e professionale. Un      dici corsi Master offerti dalla Supsi
della quinta edizione dell’indagine       vorano e 14 continuano gli studi”. In       incontro, si spiega nel comunicato,       negli ambiti dell’architettura e delle

                                                                                                                                                                          TI-PRESS
occupazionale realizzata dal Servi-       altre parole la congiuntura “non            voluto dalle due istituzioni per per-     costruzioni, del design, della forma-
zio orientamento della Scuola uni-        sembra toccare le formazioni propo-         mettere agli orientatori cantonali di     zione docenti, della tecnica, della sa-
versitaria professionale della Sviz-      ste dalla Supsi, centrate sulla prati-      aggiornarsi sulle offerte formative       nità, dell’economia, del lavoro socia-               A un anno dal titolo la maggior parte ha un lavoro
zera italiana sui percorsi di inseri-     ca, e attraverso le quali i contatti e le   della Supsi: “In un momento di pro-       le, della musica e del teatro.

SUPSI – Rassegna stampa, febbraio 2013
Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana

Corriere del Ticino, Lunedì 4 febbraio 2013

                    
                 $& !#%
  6# ##%  !! ! 6.  &1 /36#3 !!         /6 591   ##%
. /'%/3%  ##% 3.%7 3% 6#-%6' 8 %# "#3. !3.   ##%  /% 
%#3 #6 . ! /36 + % . 7! 6#- #  # ! .7 8 %  %. #3 "#3%
!!- /3 363% './#3 3 #! /%./  %.#  ##%+ -*  3.%7 3% 6#
'%/3% #  #% ! &9* # 7 88. #3.#  ! 5* !!-/3.%+ . ! 00* !
3"'%  #.//% #! "%#% ! ! 7%.%  #. %.  "/ +  3. ##
 !! ! 6.  /6 &0$ . /'%##3  &9 ! 7%. #%  & %#3 #6 #% ! /36 +

SUPSI – Rassegna stampa, febbraio 2013
Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana

Giornale del popolo, Giovedì 7 febbraio 2013

FARMA INDUSTRIA TICINO

Organizzare
il personale
e gestire i costi
   È partita la prima edizione del corso di for-
mazione FIT, organizzato in collaborazione
con la SUPSI, e dedicato al middle manage-
ment delle aziende associate, e pensato per
sviluppare capacità di gestione del personale,
dei progetti e di controllo dei costi. Questo è
un tema prioritario all’interno di Farma In-
dustria Ticino. Una volontà dettata, tra l’altro,
dalla necessità, sempre attuale, di scoprire e
formare i futuri collaboratori delle aziende.
L’attività dell’associazione su questo argo-
mento è impreniata sulla promozione di tutte
le opportunità formative destinate ai giovani
e legate alle professioni del settore. Farma In-
dustria organizza corsi di introduzione de-
stinati ai giovani che svolgono il tirocinio nei
diversi rami del settore.

SUPSI – Rassegna stampa, febbraio 2013
Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana

laRegione, Sabato 9 febbraio 2013

Politica universitaria cantonale 2013-16                                                                                                                 È l’auspicio manifestato
                                                                                                                                                         dai deputati Scolastica
‘Più spazio ai docenti svizzeri in Usi e Supsi’                                                                                                          nel rapporto al GC
   Due progetti faro, due scelte strate-   no Robbiani, Lega), hanno saputo cre-                                          nella difesa della lingua e della cultu-    attività nella formazione e nella ricer-
giche per il quadriennio 2013-16 che       scere quantitativamente in poco tem-                                           ra italiana in Svizzera. Il prossimo        ca, accrescere il ruolo di luogo di for-
confermano e potenziano il profilo          po e si stanno guadagnando un posto                                            passo in questa direzione “è ben rap-       mazione e di lavoro. Anche in questo
originale dell’Università della Svizze-    “ben preciso in determinati campi”.                                            presentato dall’avvio di un Bachelor        caso, si legge nel rapporto della Scola-
ra italiana (Usi) nel sistema svizzero.       Gli scenari a breve termine indica-                                         in ‘Lingua, letteratura e civiltà italia-   stica, si dovrebbe cercare nel limite
Stiamo parlando dello sviluppo del-        no un’ulteriore espansione delle iscri-                                        na’ che completa l’offerta formativa        del possibile “pur sempre favorendo
l’Istituto di scienze computazionali       zioni in tutte le università (+3,7%) e                                         attuale dell’Istituto di studi italiani”.   l’eccellenza come criterio di base, di
(Isc) creato nel 2008 nella Facoltà di     scuole universitarie professionali                                             Altro obiettivo, “che sta molto a cuo-      favorire il corpo docente e il persona-
Scienze informatiche e del Master in       (+4,9%) elvetiche. Crescita che com-                                           re” alla Scolastica, “lo sviluppo del       le svizzero”. Stessa preoccupazione,
medicina clinica, in stretta collabora-    porterà, per forza di cose, anche                                              campus, per il quale si auspica una         inoltre, per il futuro dei tre campus
zione con una o più facoltà d’Oltralpe.    un’espansione dei costi. A parere dei                                          realizzazione senza problemi”.              previsti per la Supsi; strutture neces-
   Vi è piena adesione (una sola firma      commissari della Scolastica, “l’Usi                                               E veniamo ai bilanci finanziari. In       sarie per la crescita sul piano scienti-
con riserva) nella Commissione sco-        deve continuare ad essere globalizza-                                          totale, si precisa, il finanziamento         fico e didattico dell’istituto.
lastica del Gran Consiglio sul mes-        ta e aperta a studenti e docenti prove-                                        cantonale dovrebbe rappresentare               In buona sostanza, i deputati della
saggio governativo relativo alla Politi-   nienti da tutto il mondo”. Al contem-                                          per gli anni che vanno dal 2013 al 2016,    Scolastica auspicano un futuro con-
ca universitaria cantonale 2013-16 che     po, però, “è auspicabile che nella scel-                                       il 30 per cento circa dei ricavi dell’Usi   solidato per Usi e Supsi anche in fun-
coinvolge la già citata Usi, ma anche      ta del corpo docente vengano valoriz-                                          (quindi attorno ai 30 milioni).             zione di un maggior sviluppo econo-
                                                                                        TI-PRESS

la Supsi, il Dfa e gli accordi intercan-   zati, a parità di requisiti, anche le per-                                        Non certo meno importante lo svi-        mico, occupazionale e culturale del
tonali nell’ambito specifico.               sonalità svizzere e ticinesi disponibi-                                        luppo della Supsi che nei prossimi          Canton Ticino. Non ultimo, l’auspicio
   Usi e Supsi, si osserva nel rapporto    li”. Non ultimo, i deputati sottolinea-                 Aspettando il campus   anni intende affermare la propria           a nuovi finanziamenti per potenziare
della Scolastica (relatore Massimilia-     no il ruolo culturale dell’Usi anche                                           identità, consolidare il volume delle       la ricerca scientifica.              RED

SUPSI – Rassegna stampa, febbraio 2013
Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana

Giornale del popolo, Lunedì 11 febbraio 2013
                                                                      p g p
PARLAMENTO              Presentato il rapporto sulla politica universitaria 2013-16

USI e SUPSI: la crescita
continuerà inarrestabile
                                                                                                                                  a questo proposito prevede di rea-
Massimiliano Robbiani                                                                                                             lizzare il terzo anno di Bachelor e
                                                                                                                                  un Master, in collaborazione con
(Lega) chiede agli atenei                                                                                                         le università d’Oltralpe. Il secondo
ticinesi di dare priorità                                                                                                         obiettivo è poi quello di incremen-
                                                                                                                                  tare l’impegno dell’istituzione uni-
a docenti svizzeri,                                                                                                               versitaria per la difesa della com-
                                                                                                                                  ponente italiana in Svizzera. Infine,
privilegiando anche                                                                                                               l’USI vuole restare un ateneo dalla
chi parla le tre lingue                                                                                                           dimensioni contenute, limitando
                                                                                                                                  la capacità di accoglienza delle sue
del nostro Paese.                                                                                                                 quattro facoltà a circa 3.500 studen-
                                                                                                                                  ti.

   Tra i temi che saranno trattati
nella prossima seduta di Gran Con-                                                                                                … e la SUPSI
siglio (prevista per il 18 di febbraio)
vi sarà anche la politica universi-                                                                                                 La SUPSI ha pure individuato
taria cantonale 2013-2016. Con un                                                                                                 tre obiettivi strategici per gli anni
rapporto redatto da Massimiliano                                                                                                  2013-2016: da un lato «affermare e
Robbiani (Lega) e sottoscritto dai                                                                                                comunicare la propria identità», poi
commissari di diversi schieramenti                                                                                                «consolidare il volume delle attivi-
si chiede al plenum di accettare il                                                                                               tà nella formazione e nella ricerca,
messaggio del Governo.                                                                                                            puntando a migliorare costante-
                                          La prevista evoluzione del numero di studenti dell’USI fino al 2016.                     mente la qualità, e pure, in modo
                                                                                                                                  controllato, la quantità», e infine
Un po’ più di Svizzera                    (nuovo centro di calcolo a Lugano-        ra di continuare a potersi profilare          «accrescere l’attrattiva della SUPSI
                                          Cornaredo) e la partecipazione del-       per alcuni progetti faro, capaci di           quale luogo di formazione e di la-
   E rispetto a quest’ultimo non vi       la Svizzera a programmi di ricerca        assicurare anche al territorio delle          voro». In quest’ambito il rapporto
sono cambiamenti di rilievo. Il re-       europei».                                 ricadute interessanti e utili sul pia-        dedica particolare spazio anche al
latore ha però tenuto a sottolineare                                                no nazionale. Questi progetti sono            DFA, e alle sue strategie, volte a raf-
un paio di aspetti che l’esecutivo                                                  in particolare l’ulteriore sviluppo           forzare il processo di accademizza-
cantonale non aveva menzionato            Gli orientamenti: USI...                  dell’Istituto di Scienze computa-             zione degli studi a questo livello, ma
nel suo messaggio. In particolare                                                   zionali (ICS), creato nel 2008 nella          garantendo un necessario rapporto
evidenzia come sarebbe necessa-             Da parte sua l’Università della         Facoltà di Scienze informatiche, e            di ascolto con le necessità del mon-
rio puntare, nella scelta del corpo       svizzera italiana ha tre obiettivi ge-    la creazione del Master in medicina           do della scuola (basti pensare al si-
docente e a parità di requisiti, su       nerali. Nei prossimi anni l’USI spe-      clinica. Lo scenario più realistico           stema di formazione en emploi). RED
personalità svizzere e ticinesi. Ov-
viamente le Università devono con-
tinuare a essere globalizzate sia per     DECS   A sud delle Alpi sono arrivate tutte e 12 le università svizzere
quanto riguarda gli studenti sia per

                                          OrientaTI, per scegliere
quanto riguarda i docenti, tutta-
via si fa presente che (per l’USI e la
SUPSI) si dovrebbe dare una certo
valore anche alle nostre eccellenze.
   In secondo luogo auspica che, al
fine di migliorare le possibilità di
impiego dei licenziati, essi sappia-
no le lingue nazionali (francese e
soprattutto tedesco) e che l’apporto
delle Università al dibattito cultu-
rale possa essere intensificato negli
                                          l’università... ideale
anni a venire. Pure messa in luce la         Per due giorni più di 1.200 stu-                                                                                     L’universit
necessità di realizzare dei campus        denti del 3° anno provenienti dai li-                                                                                   di Friburg
che possano assicurare alle struttu-      cei cantonali, privati e dalla Scuola                                                                                   con Zurigo
re necessarie all’ulteriore sviluppo      cantonale di commercio a un anno                                                                                        e Losanna
degli istituti superiori del Cantone.     dal termine degli studi medio su-                                                                                       fra le più
                                          periori hanno avuto la possibilità                                                                                      frequenta
                                          di raccogliere informazioni sulle                                                                                       dagli stud
Le cifre                                  diverse università svizzere e sui                                                                                       ticinesi.
                                          diversi percorsi di studio offerti. Il
   Secondo gli scenari studiati fino      bilancio positivo di questa manife-
al 2016 USI e SUPSI dovrebbero            stazione è stato illustrato negli scor-
conoscere un aumento di studen-           si giorni da Manuele Bertoli, Piero
ti lineare a dimostrazione di una         Martinoli, Rita Beltrami e Daniele
realtà, seppur giovane, ma ancora         Sartori.
in crescita. E per accompagnare              Il ricco programma infatti, ha
questo sviluppo è previsto un con-        visto presenti i rappresentati i due      ganizzatori sono riusciti a comple-           traversare il Gottardo e venire nella
tributo del 3,7% medio annuo per le       politecnici federali (Zurigo e Lo-        tare il quadro e l’ultimo ateneo che          Svizzera italiana per presentare la
Università, mentre per le SUP l’au-       sanna), le università pubbliche di        mancava all’appello, l’Università di          propria offerta accademica. In que-
mento annuo si attesterà al 4,9%.         Basilea, Berna, Friburgo, Ginevra,        Zurigo, quest’anno è stato presente.          sta terza edizione, con l’adesione
Per quanto riguarda i crediti alla        Losanna, Lucerna, Neuchâtel, San             Per organizzare OrientaTI diversi          anche dell’Università di Zurigo, ad
ricerca e all’innovazione, annota         Gallo, Zurigo e della Svizzera ita-       istituti del Cantone hanno unito le           OrientaTI sono state per la prima
ancora il rapporto: «il finanziamen-      liana. Sono inoltre stati presenti la     proprie competenze, risorse e con-            volta rappresentate tutte e dodici
to federale dovrebbe garantire un         SUPSI e l’Ufficio dell’orientamento       tatti al fine di offrire ai liceali ticine-   le Università del nostro Paese i due
consolidamento e una leggera cre-         scolastico e professionale del Can-       si un evento che permetta loro di in-         Politecnici federali.
scita del sistema (+3,7% per il Fon-      tone.                                     dividuare più facilmente il proprio              La manifestazione - apprezzata
do nazionale svizzero e +5,7% per            Gli atenei hanno partecipato con       percorso universitario. Per la terza          dai partecipanti - è stata organizza-
al Commissione per la tecnologia          stand e mostre disseminati all’in-        volta non sono più stati i ticinesi a         ta dal Servizio orientamento dell’U-
e l’innovazione). Inoltre saranno         terno del Campus di Lugano.               dover fare il primo passo spostan-            SI, dall’Ufficio dell’orientamento
finanziati dei progetti strategici pri-      La novità di quest’anno è che          dosi oltralpe ma, analogamente a              scolastico e professionale (UOSP) e
oritari nell’ambito delle nuove tec-      dopo l’Università di Friborgo che ha      quanto succede già in altri Cantoni,          dall’Ufficio dell’insegnamento me-
nologie che comprendono il CSCS           raggiunto OrientaTi nel 2012, gli or-     sono state le università stesse ad at-        dio superiore (UIMS).

SUPSI – Rassegna stampa, febbraio 2013
Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana

Rivista di Lugano, Venerdì 15 febbraio 2013

Nuova specializzazione farmaceutica
In laboratorio più attrezzati
Ha preso il via la prima edizione del corso
di formazione di Farma industria Ticino
(Fit), associazione delle industrie chimi-
che e farmaceutiche. Organizzato in col-
laborazione con la Supsi, è pensato per
sviluppare capacità di gestione del perso-
nale, dei progetti e di controllo dei costi.
I destinatari sono, di conseguenza, perso-
ne con incarichi manageriali implicate
nella conduzione e sviluppo di progetti
complessi. Per ulteriori informazioni si
può consultare il sito internet www.far-
maindustriaticino.ch.

SUPSI – Rassegna stampa, febbraio 2013
Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana

Corriere del Ticino, Sabato 16 febbraio 2013

+'6:& & )*#$&#
  ) !#    
 (     =55=>0+          :D>A2 5=,22 F== ="2=HA
A02 5= ,. 02>A=2 0A20 D0 ,+        0* . 2..2=H,20 20
'.,AA2  F,>,A ,0 F,HH= 2/       .<  AA=F=>2 . >,0H 2/+
..A=2)  5= , 5=2>>,/, 00,        5DAH,20.,9 . 5,02 >A=A',2
ADAA,  A= '., ,>A,ADA, 5=F202       ..  5=F 5= , 5=2>>,+
D0 =>,A >, , 0D/=2 ,            /, A= 00, , 20>2.,= . AA,+
>AD0A, >, , 20A=,DA,  D0         F,A , !2=/H,20 , >  ,
="2=H/0A2 .. AA,F,A , =,+       ,0=/0A= . 2"=A .'A .+
=*9  :D0A2 >, .'' 0. =5+       . !2=/H,20 20A,0D9  .,F..2
52=A2 .. 2//,>>,20 >5+             , 2>A,  5=F,>A2 D0 20>,=+
,. >2.>A, ,0 =.H,20 ..       F2. D/0A2 .. D>,A  .
52.,A, D0,F=>,A=, CI4B+4?           2//,>>,20 (AA,= .,'.,2 F.DA=           >D.. 0>>,A , 52=F, =,/,2)9     
>AA,/0 5=2>>,/9 5=2'AA,                2//,>>,20 D>5, ,02.A=         5 & -5+66&(& ))& 
.., !2.,HH=002 >D D         * (0.. >.A . 2=52 2+        -5>&6:+ =) =():+
>.A >A=A',* .2 >F,.D552          0A F0'02 F.2=,HHA,  5=,+     ' )=(5+ !'&
..< >A,ADA2 , >,0H 2/5DA+        A , =:D,>,A, 0* . 5=>20.,+   6:=):&1
H,20., 6 7 =A2 0. CII            A >F,HH=  A,,0>, ,>520,,.,)9        
..>,20 =,002F . >D
/A,  ,. />A= ,0 /,,0           $D, , D ,>A,ADA, 5= , 5=2>>,+
.,0, 6,0 2..2=H,20 20           /, 00, ,0F,A02.,  5=2=
.,A , D=,'279 20A=,+         5=2AA,F/0A 0..> .
DA, 0A20., D/0A=002              ,,02   A=2F= 0D2F !2=/ ,
. &8 2'0, 002 $02 . CI4?  ,0        $00H,/0A29

SUPSI – Rassegna stampa, febbraio 2013
Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana

Corriere del Ticino, Giovedì 21 febbraio 2013

'"#%     
# #+
  52/,B, E1,G
Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana

Corriere del Ticino, Giovedì 21 febbraio 2013

%#4#% # 
"  &  
 0 1412D4 00 @G@@.42 7G5 ?7-            0>.17GDL.42 . ?..0)).4; 2 D0. D0.
7?@2D? G2>4774?DG2.D 7? ?)40?.LL-           )I40L.42. 242 @.@D424  41 , ?.4?-
? I?. *2@4@D.+ 1 .0 =G?4 2 .-            D4 2)0G. 0 24?1 @424 7?D.40?-
I?@4 "? I.LL?  D0.;  ,224 .-            12D *DD.I+ 7? . 2. 242 .,.?D.
@G@@4 .2 G2 42I)24 7?414@@4  G)24              D2GD. .2 @. *0/ 0.@D+ =G0. 0 I.LL-
00  ?L.4 40.  .DD4?.4 ?.1.          ?; 0. I?. @. 7?@G1424 @@? "?GDD4 .
?.@7DD.I12D 74G$.4  K 00 .-            ?.D. @4DD?DD. 00>.174@.L.42  @424 D@-
I.@.42 00 42D?.GL.42. 0 2D42 ..-         @D.  0.=G4D 0D.@@.1 40D?  @G.? 0D?
24 .?7404 2)0G. 411?.0.@D              7@2D. @2L.42. 2, .2 ?0L.42 00
004 DG.4 ?.GD?.4 @@4.D4 ,.2.           12D 417.0L.42 0 =G?4  00
4@@. ?.42. . .024  2L4 1. .G-            .,.?L.42 %@0; ?.D. 0 74@.L.42
0.24 II4D4  24D.4  .024; 0 @.@D1         00>? .D0.24 , ?.@G0D@@ 7?4G?D4-
@I.LL?4 7?I G2 7?4G? . ?G7-            ? . G2 42D4 @D?4  0.D 2, 0
?4 @170.%D4 . =G2D4 242 .,.?D4 0          =G@D.42. ?0D.I  @@DD . @.G?LL 
 G.G@ )0. ?. #DDG24 0>1?@.42           740.LL I.D @2L 42D2GD4 @@.G?D.I4
4004?24 200 %2.L.42 00>.2I2D-           ?0; ?.1. , .2%2 .00G@D?D4 0>.2.L.D.I
?.4 7)24 .0 4IGD4 8?."?.D4 . E 22. 7?-       74740? @G00 D@@ . @G@@.42 "?0
2D. .2I , . 24?10. 6M9 42 0.-           , 407.@ .2.@D.2D12D 0 FM: 0 .-
=G4D 7?"?2L.0. I.D24 0 1G0D; 2           I?@ D)4?. . ?. 0 42L.42. #D-
@404 ? 7G5 II.? 0>.D? . G. DGDD. 74.      DGD  7?D.? 0 FM6F  0 @D?GDDG? =G0. 0
2%.24;  12D .,.?L.42 74?-             "42L.42.; ? ?.1. D0 0)) 74D?
D .2I @ @47?D  @2L.42. 2 7.H           I? #DD. 2)D.I. @G. ?@.2D. "40D4@.
7@2D.  2. @. )?I. @DD? 7?4@@.1-        .2G240.  0@.? 0 I.LL?;
12D .2 @ 00 .?DD.I  2,                                                

SUPSI – Rassegna stampa, febbraio 2013
Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana

laRegione, Giovedì 21 febbraio 2013

Politica universitaria: luce verde
al programma del prossimo quadriennio
A larga maggioranza il plenum ha salutato favore-
volmente obiettivi e strategie riguardo la politica
universitaria di Usi e Supsi per il periodo 2013-2016.
Due i progetti faro nei prossimi anni: l’ulteriore
sviluppo dell’Istituto di scienze computazionali e il
master in medicina clinica (leggi anche a pagina 4).

SUPSI – Rassegna stampa, febbraio 2013
Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana

Corriere del Ticino, Venerdì 22 febbraio 2013

SUPSI Magico viaggio
nei segreti scientifici
❚❘❙ Il prossimo 2 marzo è in pro-        viste due sessioni parallele; nel-
gramma al Dipartimento for-              la prima Marco Miranda, astro-
mazione e apprendimento della            fisico e collaboratore del
SUPSI a Locarno la settima edi-          Technorama, presenterà «Co-
zione della giornata di studio «Il       smologicamente parlando... di
viaggiatore scientifico», dedica-        cosa è fatto il nostro Universo?»
ta ai docenti di ogni ordine di          a cui farà seguito Adriano Ga-
scuola e a tutti coloro che s’inte-      ronna del CERN che parlerà de-
ressano di scienza. L’edizione di        gli «Acceleratori del CERN: stru-
quest’anno vede la presenza di           menti per una fisica che affasci-
Ennio Peres, esperto in giochi           na e cura». Nella sessione paral-
matematici che parlerà di Mate-          lela si parlerà dell’apprendi-
matica semplice e magica, di             mento numerico tra scuola
Monica Marelli, scrittrice di libri      dell’infanzia e scuola elementa-
divulgativi, a cui è stato affidato      re con Silvia Sbaragli (DFA
il compito di raccontare del mo-         SUPSI) e Lorella Campolucci
dello atomico di Bohr a 100 anni         (Matematica in Rete) per termi-
dalla pubblicazione dell’artico-         nare con le «Proposte innovati-
lo. Seguirà un intervento di Da-         ve per l’educazione scientifica
niele Gouthier cofondatore del-          dei bambini» di Maria – Cristina
la casa editrice scienzaeXpress.         Ciocci.
Durante la pausa Dumeng Sec-             Iscrizione, con pranzo offerto,
chi proporrà i suoi oggetti vo-          entro il 24 febbraio, tramite e-
lanti. Nel pomeriggio sono pre-          mail a dfa.fc@supsi.ch.

SUPSI – Rassegna stampa, febbraio 2013
Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana

Giornale del popolo, Venerdì 22 febbraio 2013

SUPSI – Rassegna stampa, febbraio 2013
Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana

Rivista di Lugano, Venerdì 22 febbraio 2013

        Green Village, com’è verde la nostra valle
        DIPARTIMENTO AMBIENTE COSTRUZIONI E DESIGN DELLA SUPSI E PATRIZIATI ALLEATI
        ATTORNO AD UN PROGETTO DI PROMOZIONE DEL TERRITORIO.
        OBIETTIVO: DARE VISIBILITÀ ALLE VALLI DI LUGANO ATTRAVERSO EXPO 2015.

        Il nome, ancora provvisorio, «Green Villa-       evento comune, e proporle al grande pub-
        ge» è evocatore di quanto i promotori in-        blico. La straordinaria occasione è offerta
        tendano realizzare: un villaggio tempora-        da Expo 2015, di cui il Ticino, e Lugano in
        neo sostenibile ed ecologico dal quale in-       particolare, è partner riconosciuto.
        traprendere un itinerario che valorizzi le       Elisabetta Lazzaroni, ideatrice e collabora-
        risorse ambientali e paesaggistiche presen-      trice presso la Supsi si è chiesta come le           Opportunità per dire ai luganesi:
        ti nel territorio a ridosso della città di Lu-   valli del Luganese potessero approfittare di         «Ci siamo anche noi!»
        gano. Un luogo dove accogliere e promuo-         questo palcoscenico internazionale e ha
        vere un modo nuovo di vivere e scoprire la       trovato una possibile risposta nel progetto          Vico Malfanti, presidente del patriziato
        regione, in particolare la val Colla e la Ca-    «Green Village». Un concetto nato sotto              di Sonvico è felice di aver aderito al
        priasca.                                         forma di moderno e innovativo eco-villag-            progetto. «Siamo stati stuzzicati dalla Su-
        Il progetto ha trovato un primo appoggio         gio temporaneo (della durata di 6 mesi co-           psi e per il momento, nei due incontri avu-
        nel patriziato di Sonvico che ha accettato       me Expo 2015) e riutilizzabile in occasione          ti, mi è sembrato di cogliere un certo entu-
        il ruolo di ente promotore. Sicura e con-        di successive manifestazioni, che sarà ag-           siasmo da parte dei partecipanti. Va detto
        vinta è stata in seguito l’adesione di un        ganciato idealmente ai temi dell’esposizio-          che siamo solo all’inizio e bisognerà vedere
        buon numero di patriziati (altri seguiran-       ne milanese (l’alimentazione sana e di               più avanti, quando si entrerà nel dettaglio
        no) che hanno colto il valore dell’iniziati-     qualità, la salute e il benessere, i prodotti        delle proposte e ci si renderà conto anche
        va in termini di promozione del territorio e     della terra) e finalizzato a promuovere il           dell’impegno che questo progetto compor-
        delle sue risorse: le testimonianze storiche     territorio luganese sul piano culturale, am-         ta, se questo slancio sarà ancora presente.
        legate alle tradizioni (mulini, fornaci, tor-    bientale, turistico ed economico.                    È interessante per i patriziati del compren-
        chi…), le abilità artistiche e artigianali       Elisabetta Lazzaroni precisa: «Siamo allo            sorio l’idea di lavorare tutti assieme, di ri-
        praticate negli atelier e nei laboratori, e      stadio embrionale in cui ognuno dei partecipan-      trovarsi per sviluppare un progetto comune
        naturalmente le attività economiche come         ti è invitato a esporre suggestioni, idee e propo-   a favore del territorio. Ci sono degli ele-
        la gestione delle selve, delle sorgenti, degli   ste. Entro primavera si vorrebbe procedere alla      menti in discussione che sono strettamente
        alpeggi. Senza dimenticare l’escursionismo       stesura di una proposta per svolgere uno studio      legati alla durata dell’Expo, altri invece i
        che qui trova un terreno ideale e ben at-        di fattibilità necessario per il coinvolgimento      cui benefici continueranno anche dopo l’e-
        trezzato.                                        della città di Lugano, ed eventualmente del          sposizione». Nell’alta val Colla c’è otti-
        L’idea è appunto quella di aggregare queste      cantone, nell’elaborazione e nel finanziamento       mismo attorno a questo progetto. «È
        ricchezze, valorizzandole attraverso un          del progetto che si vorrà compiere».                 una buona opportunità per valorizzare il
                                                                                                              nostro comprensorio e dare visibilità agli
                                                                                                              elementi territoriali e culturali», rileva Al-
                                                                                                              berto Rossini, presidente del patriziato
                                                                                                              di Corticiasca-Insone. «Nelle prime due
                                                                                                              sedute del gruppo di lavoro c’è stata una
                                                                                                              buona partecipazione. Importante per lo
                                                                                                              sviluppo dell’inziativa sarà il prossimo in-
                                                                                                              contro, a fine febbraio, quando ognuno do-
                                                                                                              vrà indicare la propria visione e si comin-
                                                                                                              cerà a ragionare su delle proposte concre-
                                                                                                              te». Green Village è entrato subito nel
                                                                                                              cuore di Cherubina Ravasi, sindaco di
                                                                                                              Cimadera e presidente del locale patri-
                                                                                                              ziato. «Mi è piaciuta molto l’idea del prin-
                                                                                                              cipio e della fine, ossia di un progetto limi-
                                                                                                              tato nel tempo e agganciato a un evento
                                                                                                              ben preciso. Per la valle è l’occasione di
                                                                                                              farci conoscere, ai luganesi prima ancora
                                                                                                              che ai turisti, di dimostrare che ci siamo an-
                                                                                                              che noi, che con la nostra entrata il nuovo
                                                                                                              comune di Lugano è cambiato. Ecco, i lu-
                                                                                                              ganesi devono prendere consapevolezza che
                                                                                                              il loro comune comprende anche questa
                                                                                                              realtà di montagna. Adesso dobbiamo cer-
                                                                                                              care di stare attenti e di dare la priorità a
                                                                                                              quegli elementi che meglio ci rappresentano
                                                                                                              e che vale la pena prendere in considerazio-
                                                                                                              ne per il bene dell’intera valle».

SUPSI – Rassegna stampa, febbraio 2013
Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana

laRegione, Sabato 23 febbraio 2013

 Premiate dal Lions le maestre di domani

 È stato consegnato a Daria Dell’Avo, Deborah Vigliante e Vale-
 ria Menghini il Premio magistrale del Lions Club Lugano-Cere-
 sio per i migliori lavori di diploma conseguiti nell’ambito della
 formazione bachelor per l’insegnamento nella scuola elementa-
 re e nella scuola dell’infanzia presso il Dipartimento formazione
 e apprendimento della Supsi.

SUPSI – Rassegna stampa, febbraio 2013
Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana

Azione, Lunedì 25 febbraio 2013

Verso nuovi
stili di mobilità
Motori Con e-mobiliTi il Luganese
diventerà una piattaforma sperimentale
in cui indagare le opportunità nella diffusione
e utilizzo dei mezzi di trasporto elettrici

Mario Alberto Cucchi                           elettriche, abbonamenti al trasporto
                                               pubblico e a servizi di car-sharing e bi-
Il Luganese si trasformerà presto in un        ke-sharing.
«laboratorio vivente» in cui sperimen-               Le alternative sono numerose, gli
tare nuovi stili di vita. E-mobiliTI, que-     studiosi seguiranno negli spostamenti
sto è il nome del progetto interdiscipli-      quotidiani i partecipanti al progetto in-
nare promosso dalla Supsi (Scuola uni-         teragendo con loro. La ricerca dei can-
versitaria professionale della Svizzera        didati è partita lo scorso dicembre e do-
italiana) con l’obiettivo di «indagare le      po circa un mese sono arrivate ben 350
opportunità di diffusione della mobilità       candidature da parte di cittadini del Lu-
elettrica individuale in Ticino e di iden-     ganese. Un vero successo per il progetto
tificare i fattori socio-culturali che faci-   svolto in collaborazione con infovel –        Veicolo elettrico Supsi. (Supsi)
litano la transizione verso nuovi stili di     Centro di competenze per la mobilità
mobilità».                                     sostenibile – e patrocinato dalla Città di    ciò di riuscire a mantenere vivo l’entu-            R20 è un gruppo, fondato dall’ex         Climate Action» è una partnership
                                               Lugano.                                       siasmo che abbiamo riscontrato nella           governatore della California, che lotta       pubblico-privata senza scopo di lucro
I manager dell’alleanza                              In questi giorni i ricercatori Supsi    prima fase di questo importante proget-        contro gli effetti del cambiamento cli-       fondata nel 2010 da Arnold Schwarze-
                                               sono chiamati a un compito difficile di       to di ricerca». E-mobiliti.supsi.ch è il si-   matico. I due costruttori automobili-         negger e da altri leader mondiali in coo-
Renault-Nissan hanno                           selezione, i posti disponibili sono, infat-   to internet tramite cui si potrà seguire       stici hanno messo a disposizione di           perazione con le Nazioni Unite. «Una
scelto di diventare                            ti, solo una ventina. Luogo di residenza      l’avanzamento del progetto.                    R20 una flotta di veicoli elettrici. I par-   coalizione di partner» ha spiegato
                                               e lavoro, composizione del nucleo fami-             Avere l’opportunità di provare e te-     tecipanti dell’importante conferenza,         Schwarzenegger, «che opera per la pro-
partner della conferenza                       gliare e attuale dotazione di forme di        stare su strada, nell’utilizzo quotidiano,     che si è tenuta tra fine gennaio e inizio     mozione e la realizzazione di progetti
Viennese di R20                                trasporto saranno tra i parametri esa-        mezzi innovativi facilita indubbiamen-         febbraio, hanno scelto tra Nissan Leaf        concepiti per generare vantaggi econo-
                                               minati. Il responsabile del progetto, Ro-     te il passaggio, la transizione verso un       e i modelli Renault Fluence Z.E. e Re-        mici e ambientali, sotto forma di una ri-
                                               man Rudel, spiega che «per il successo        nuovo tipo di mobilità. Lo credono fer-        nault Kangoo Z.E. Tutti veicoli elettri-      duzione del consumo energetico e di
In parole povere, grazie a e-mobiliTI          del progetto è estremamente importan-         mamente anche i manager dell’alleanza          ci che sono alimentati unicamente da          emissioni di gas a effetto serra, del con-
alcune famiglie del Ticino avranno             te che i partecipanti garantiscano co-        Renault-Nissan che hanno scelto di di-         una batteria e non emettono alcun gas         solidamento delle economie locali, del
l’opportunità di sperimentare nuovi            stanza e disponibilità per tutto il perio-    ventare partner della conferenza vien-         di scarico.                                   miglioramento della sanità pubblica e
mezzi di trasporto: veicoli e biciclette       do in cui esso si svolgerà. Speriamo per-     nese di R20 (www.regions20.com).                    L’organizzazione «R20 Regions of         della creazione di impieghi ecologici».

SUPSI – Rassegna stampa, febbraio 2013
Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana

Corriere del Ticino, Lunedì 25 febbraio 2013

               
     5)&;& ( &,*6 (>
   ;5 &/(,);& ( 
    4,;( &(( 66  >!*, $
   ,6/&;;, ( 5&),*& & /5)&C&,%
   * (( ;5 @&*&;5&& ( 5)&,
      !&6;5( ,5;, ( &,*6 (>
     >!*,%56&, /5 )&!(&,5& (@,5&
   & &/(,) (  ((   2 5
   !&,@*& &*6!**;& % >* & 6>,(
   ((4&**C&  > & ()*;5 %
   $**, /56*;;, & (,5, (@,5& 6&
   ;5;; & 5& ((4@, ,5$
   &!(&*;  (5& *!$&*&2 ( /5%
   6&*; ( &,*6 (> 56&, ,%
   5; >)( $ ,*6!*;, & 5&,%
   *,6&)*;& &* /56*C ( &5;;,%
   5 (  &$( &*5&2

SUPSI – Rassegna stampa, febbraio 2013
Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana

laRegione, Lunedì 25 febbraio 2013

‘Il viaggiatore scientifico’
la 7ª edizione al Dfa della Supsi
  Il 2 marzo è in programma al Dfa della Supsi la 7ª edizione della
giornata di studio “Il viaggiatore scientifico”, dedicata ai docenti
di ogni ordine di scuola e a tutti coloro che s’interessano di scien-
za, ai suoi aspetti spettacolari e a nuove proposte didattiche.
L’edizione di quest’anno vede la presenza di Ennio Peres, esperto
in giochi matematici; di Monica Marelli, scrittrice di libri divul-
gativi che racconterà il modello atomico di Bohr; e di Daniele
Gouthier, editore. La pausa pranzo sarà allietata nel chiostro del
Dfa dagli oggetti volanti proposti da Dumeng Secchi, cui seguirà
la sessione poster con i lavori delle studentesse del terzo anno Ba-
chelor per docenti di scuola dell’infanzia. Nel pomeriggio sono
previste due sessioni parallele; nella prima l’astrofisico Marco
Miranda presenterà “Cosmologicamente parlando... di cosa è fat-
to il nostro Universo?”, poi Adriano Garonna del Cern parlerà de-
gli acceleratori. Nella sessione parallela si parlerà dell’apprendi-
mento numerico tra scuola dell’infanzia e scuola elementare con
Silvia Sbaragli e Lorella Campolucci per terminare con le “Pro-
poste innovative per l’educazione scientifica dei bambini” di Ma-
ria-Cristina Ciocci.

SUPSI – Rassegna stampa, febbraio 2013
Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana

Corriere del Ticino, Mercoledì 27 febbraio 2013

Ascona E la scienza esce dai laboratori
La seconda edizione di «Asconosc(i)enza» è in programma dal 1. marzo all’8 maggio
❚❘❙ L’edizione 2013 di Asconosc(i)enza,       culturali e di formazione, di unire gli       «La mostra interattiva Il Ficcanaso in       organizzatori di Asconosc(i)enza è in-
dopo la riuscita della prima edizione         sforzi al fine di – spiega Giorgio Gilardi,   Borgo, organizzata dall’Ideatorio            fatti quella di interessare e stupire, dan-
(quasi 3’000 visitatori) si presenta con il   direttore delle scuole comunali del           dell’Università della Svizzera Italiana e    do alla scienza un volto artistico, pur
motto «Meravigliosa scienza per tutti»        borgo e coordinatore della manifesta-         che si terrà nella cornice di Casa Sero-     mantenendo il giusto rigore. A questo
all’insegna della volontà di divulgare e      zione – «offrire un incontro positivo         dine – spiega Gilardi – è prevista per il    fine è prevista la partecipazione dei
promuovere le conoscenze tecnico-             con la scienza affinché diventi patri-        periodo pasquale, l’apertura al pubbli-      professori Ennio Peres, Davide Cassi,
scientifiche in un bacino d’utenza ete-       monio culturale di tutti». Del medesi-        co sarà perciò un’attrazione anche turi-     Massimo Polidoro, Marco Cagnotti,
rogeneo, allargato potenzialmente a           mo auspicio anche le autorità del bor-        stica, tenendo conto che le spiegazioni      Monica Marelli, Marcia Childress, Al-
chiunque, a partire dai più giovani, in       go: per il sindaco Luca Pissoglio è im-       saranno fornite anche in lingua tede-        bert Wu, Annegrete Hannava, Brian
un momento storico in cui le materie          portante che «la manifestazione sia           sca».                                        Stafford e Marco Miranda, con l’ausilio
scientifiche non godono di grande po-         coordinata dal direttore delle scuole,        Grande attenzione è stata rivolta pure       dei giornalisti Letizia Bolzani e Paolo
polarità. La rassegna scientifica di          luogo privilegiato di incontro con il sa-     ai luoghi scelti per ospitare il ventaglio   Attivissimo. Tra i momenti in program-
Ascona, frutto degli sforzi di un gruppo      pere nel senso più ampio possibile».          di eventi: dalla già citata Casa Serodine    ma (consultabili su www.asconoscien-
di lavoro numeroso ed affiatato che           Se i valori di fondo seguono una strada       in Piazza S.Pietro al Monte Verità, pas-     za.com), segnaliamo anche uno «Star
coinvolge diverse personalità del setto-      confermata, già tracciata la scorsa edi-      sando per le scuole (elementari e colle-     Party», con la possibilità di osservare le
re, è nata in seguito allo spunto, deter-     zione, la grande differenza rispetto alla     gio Papio) e per la biblioteca popolare.     volte celesti tramite i telescopi messi a
minante, dovuto all’apertura da parte         stessa risiede nella durata dell’evento,      Al DFA/SUPSI a Locarno, invece, si           disposizione dalla Società astronomica
di Giorgio Haeusermann, docente alla          che prenderà il via il 1. marzo e si pro-     terrà la giornata de «Il viaggiatore         ticinese; il 6 maggio invece, le viuzze
DFA/SUPSI, de «Il giardino della scien-       trarrà sino all’8 maggio (la prima edi-       scientifico», predisposta alla formazio-     asconesi ospiteranno La Festa della
za», un progetto attivo dal 2011 che si       zione ebbe una durata di 3 settimane),        ne di docenti ed appassionati. Per Mi-       scienza in Borgo, a cura delle scuole
occupa di proporre animazioni e con-          in un susseguirsi di mostre, incontri,        chele Mainardi, direttore del DFA, «an-      elementari, in cui giovani scienziati si
sulenze a scopo didattico nelle scuole        spettacoli teatrali, conferenze ed espe-      che per i futuri insegnanti è un’oppor-      cimenteranno nell’animazione di
comunali. Ascosc(i)enza si presenta           rienze pratiche, indirizzate alle scola-      tunità di avvicinarsi alla scienza da una    «bancarelle scientifiche» (per iscrizioni
quindi come l’occasione, per i vari enti      resche, ma anche al grande pubblico.          prospettiva diversa». La volontà degli       ed info. tel. 091 759 80 60).         FI.MO.

SUPSI – Rassegna stampa, febbraio 2013
Puoi anche leggere
Prossima slide ... Annulla