POF 2014-2015 LICEO DELLE SCIENZE UMANE SOFONISBA ANGUISSOLA

 
LICEO DELLE SCIENZE UMANE
  SOFONISBA ANGUISSOLA

POF 2014-2015
INDICE

Carta d’identità dell’Istituto…………………………………………………..pag. 1

Spazi e attrezzature………………………………………………………….....pag. 3

Risorse umane……………………………………………………………..........pag. 4

Struttura organizzativa………………………………………………………...pag. 5

I principi che ispirano il POF…………………………………………....…...pag. 6

Scuola inclusiva……………………………………………………………….....pag. 7

Scuola solidale ………………………………………………………………......pag. 9

Scuola di sistema……………………………………………………………......pag. 9

Scuola di progetto …………………………………………………………......pag.10

Scuola di qualità …………………………………………………………….....pag.12

Scuola in Rete……………………………………………………………….......pag.13

Scuola e lavoro……………………………………………………………….....pag.14
Liceo delle Scienze Umane “Sofonisba Anguissola” – POF 2014-2015

                  CARTA D’IDENTITA’ DELL’ISTITUTO

Denominazione generale           Liceo delle Scienze Umane “Sofonisba Anguissola”

Denominazione dei corsi          Liceo delle Scienze Umane
                                 Liceo delle Scienze Umane opzione economico-sociale
                                 Liceo delle Scienze Umane opzione economico-
                                 sociale:
                                 con curvatura biomedica
                                 con curvatura d e l l a comunicazione
                                 Liceo Musicale Coreutico, sezione Coreutica

Indirizzo                        Via Palestro, 30
Città                            Cremona
Provincia                        Cremona
Cap                              26100
Telefono                         0372 21757 -        0372 531175
e-mail                           crpm02000e@istruzione.it
Sito Web                         www.liceoanguissola.gov.it
Numero totale studenti           843
Numero totale docenti            73
Numero totale non docenti        24
Numero classi                    36

                                                                                    1
Liceo delle Scienze Umane “Sofonisba Anguissola” – POF 2014-2015

Il Liceo delle Scienze Umane “Sofonisba Anguissola” di Cremona è sito in via Palestro n.30, nel
cinquecentesco palazzo Araldi-Erizzo. Da alcuni anni, essendo aumentato considerevolmente il numero
delle classi, si utilizzano come aule anche i locali della vicina ex Scuola Media Campi.
L’attuale Liceo Sofonisba Anguissola è frutto di una lunga tradizione pedagogica, che ha visto nell’ultimo
trentennio subentrare all’Istituto Magistrale, dapprima, nel 1993, il Liceo Socio-Psico-Pedagogico della
sperimentazione Brocca, quindi nel 1998 il Liceo delle Scienze Sociali, con tre opzioni, Musicale,
Biomedica e della Comunicazione, per rispondere meglio alle richieste di una società varia e complessa
in continua trasformazione.
Nel 2010, in seguito al riordino del ciclo secondario di istruzione, con i decreti del Presidente della
Repubblica n.87,88,89, l’Istituto è divenuto Liceo delle Scienze Umane e Liceo delle Scienze Umane con
opzione Economico-sociale. Grazie all’autonomia scolastica, il Liceo ad opzione Economico-sociale ha
potuto mantenere le curvature Biomedica e della Comunicazione.
E’ stata inoltre autorizzata l’attivazione del Liceo Coreutico, dall’anno scolastico 2013/2014, a
coronamento dei percorsi in atto e in sinergia con la politica territoriale musicale e coreutica cremonese,
del quale si prevede l’avvio nel prossimo anno scolastico 2015/2016. (vedi allegato 1, Quadri orari).

L'Istituto "S. Anguissola" di Cremona ha sempre perseguito, nel corso degli anni, finalità culturali di
ampio respiro, conformemente alle tradizioni della scuola e del territorio. Nel panorama scolastico
cremonese questa scuola si è distinta per l'incentivazione della cultura in tutte le sue forme ed espressioni
e per l'attenzione mostrata nei confronti dell'utenza.
La realtà sociale, in continuo e incessante mutamento, è il versante privilegiato cui si rivolge il nostro
istituto: negli ultimi anni, infatti, le richieste territoriali hanno evidenziato il bisogno crescente di esperti
in ambito sociale e giuridico-economico, forniti di competenze e abilità specifiche.
L’Istituto, pur preparando ad ogni possibile ambito universitario, è caratterizzato da
una formazione spiccatamente antropologica e psico -sociale, attenta ai problemi
emergenti della società, in un’ottica inclusiva e interculturale.
Inoltre, l’attenzione che gli Enti Locali, lo Stato e la Comunità Europea rivolgono al benessere sociale
hanno motivato una più specifica definizione degli obiettivi formativi dell’Istituto e hanno determinato
l’ampliamento della didattica attraverso le Nuove Tecnologie come metodo di insegnamento per tutte
le classi e per i soggetti con problematiche.
L'Istituto partecipa attivamente a numerose iniziative locali, in sintonia con le programmazioni
comunali e provinciali e incentiva rapporti di collaborazione con molteplici realtà territoriali.

                                                                                                               2
Liceo delle Scienze Umane “Sofonisba Anguissola” – POF 2014-2015

                         SPAZI E ATTREZZATURE (SEDE E SUCCURSALE)

La scuola dispone di 21 aule per l'attività didattica delle classi presso la sede di Via Palestro e 15 aule
presso la succursale dell’ex scuola Media Campi, per un totale di 36 aule (tutte dotate di un accesso alla
rete, avendo la scuola il registro elettronico, alcune attrezzate con LIM).

Aule speciali adibite alla didattica di laboratorio e a particolari attività:

       1 aula video adibita anche a biblioteca e attività alternative
       1 aula magna per assemblee, conferenze e proiezioni con LIM
       1 laboratorio di fisica adibito anche ad aula LIM
       1 aula LIM anche per attività alternative
       1 laboratorio di scienze
       1 magazzino per scienze e fisica
       3 laboratori di informatica ( uno dei quali presso la succursale)
       2 palestre con 2 spogliatoi
       1 aula polivalente nella succursale adibita anche ad aula LIM
       1 aula di musica variamente attrezzata con strumenti musicali (altri 6 pianoforti sono collocati in
        aule normali)
       1 laboratorio musicale adeguatamente insonorizzato
       2 aule insegnanti (di cui una adibita anche a biblioteca)
       1 aula udienze (adibita anche a biblioteca e contenente 3 postazioni multimediali)
       1 aula CIC
       1 ufficio tecnico con postazioni computer per i tecnici di laboratorio
       1 ufficio collaboratori D. S. e Funzioni strumentali
       1 aula per approfondimenti, recuperi e CIC presso la succursale
       3 uffici per segreteria
       1 archivio

Spazi all’aperto :                                                                         .

       2 parcheggi interni riservati al personale della scuola
       2 cortili interni (occupati a verde)
       1 giardino, piccolo, ora occupato in gran parte dalla scala antincendio
       1 parcheggio coperto per biciclette e motocicli

Attrezzature

Oltre alle attrezzature in dotazione dei laboratori, la scuola dispone di fotocopiatrici, fax, LIM,
lavagna luminosa, televisori, videolettori, un proiettore per diapositive, videoproiettori, antenna
parabolica, apparecchi stereofonici, strumentazioni per la produzione musicale.
Le attrezzature scientifiche di cui sono dotati i vari laboratori, il patrimonio librario, informatico e
multimediale sono affidati a responsabili individuati fra docenti e non docenti, che ne curano l'ordine, la
catalogazione, la conservazione e il rinnovo.
L'utilizzo dei laboratori da parte degli studenti, per la delicatezza della strumentazione, avviene sempre alla
presenza di un tecnico o di un docente che garantisce il rispetto dei relativi regolamenti (Vedi allegato 2).

                                                                                                             3
Liceo delle Scienze Umane “Sofonisba Anguissola” – POF 2014-2015

                                              RISORSE UMANE
STUDENTI
Le studentesse e gli studenti iscritti al Liceo “Sofonisba Anguissola” di Cremona provengono dalla città,
dalla provincia e dalle zone limitrofe. Nell’anno scolastico 2014-2015 sono iscritti e frequentanti
843 studenti, ripartiti in 36 classi così come segue:

                        INDIRIZZI                                    STUDENTI              CLASSI
 Liceo delle Scienze Umane                                              264                  13
 Liceo delle Scienze Umane Economico-sociale                             99                   4
 Liceo delle Scienze Umane Economico-sociale con curvatura              312                  12
 Biomedica
 Liceo delle Scienze Umane Economico-sociale con curvatura               128                  5
 Comunicazione
 Liceo delle Scienze Umane Economico-sociale con curvatura                   40               2
 Musicale

DOCENTI
Gli insegnanti in servizio sono complessivamente 74, dei quali 58 impiegati a tempo pieno presso questa
scuola, 8 part-time, 7 con spezzone ore,1 per completamento ore.

 DISCIPLINA           INSEGNANTI A INSEGNANTI                   SPEZZONE             COMPLETAMENTO
                      TEMPO PIENO PART TIME                     ORE                  ORE
 Religione                  2
 Materie letterarie        13           3                                1
 Filisofia e Scienze        9           1                                                     1
 umane
 Lingue straniere           8           1                                2
 Matematica         e       7           1                                1
 Fisica
 Scienze, Biologia,         2           1                                1
 Chimica
 Diritto          ed        4
 Economia
 Politica
 Scienze Motorie            4
 Arte                       1           1                                1
 Musica             e                                                    1
 strumento
 Sostegno                   8

NON DOCENTI
Il personale non docente in servizio nella scuola è composto da 24 persone in organico di diritto, una
ditta per le pulizie, COLSER di Cremona, con appalto a carico della Ditta Gorla di Milano e 3 assistenti
alla persona alle dipendenze di varie cooperative sociali.

 TIPOLOGIA                  PERSONALE              A PERSONALE            PART PERSONALE
                            TEMPO PIENO              TIME                      SPEZZONE ORE
                                                                                                       4
Liceo delle Scienze Umane “Sofonisba Anguissola” – POF 2014-2015

 Direttore dei servizi                 1
 generali               ed
 amministrativi
 Assistenti amministrativi             4                          2                        2
 Assistenti tecnici                    1                          1                        1
 Collaboratori scolastici              8                          2                        2

STRUTTURA ORGANIZZATIVA
La struttura organizzativa comprende persone e organismi che operano nella scuola a diversi livelli di
responsabilità:
     Dirigente Scolastico
     Staff di Presidenza, composto da 2 collaboratori designati dal Dirigente Scolastico, di cui 1
        Rappresentante della Direzione per la Qualità
     Responsabile sistema di gestione della Qualità
     Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi
     Consiglio di Istituto, composto da 19 Consiglieri: Dirigente Scolastico, 8 docenti, 2
        rappresentanti del personale ATA, 4 genitori, 4 studenti
     Giunta Esecutiva, composta da 6 membri: Dirigente Scolastico, Dirigente dei Servizi
        Amministrativi, 4 membri eletti dal Consiglio di Istituto (1 docente, 1 impiegato ATA, 1
        genitore, 1 studente)
     Organismo di Garanzia, composto da 4 membri: Dirigente Scolastico, 1 docente, 1
        genitore, 1 studente
     Collegio dei Docenti, composto da tutti i docenti in servizio
     4 Figure strumentali: P.O.F., Inclusione, Nuove tecnologie e didattica, Comunicazione.
     36 Consigli di classe: organi collegiali di programmazione e verifica delle attività e relativi
        Coordinatori dei Consigli
     Comitato degli Studenti, composto dai rappresentanti eletti nei Consigli di Classe e nel
        Consiglio d’Istituto
     Comitato dei Genitori, composto dai rappresentanti eletti nei Consigli di Classe e nel
        Consiglio d’Istituto
     Consulta degli Studenti, formata da 2 studenti eletti
     Responsabile della sicurezza, che, in ottemperanza alla normativa vigente, ha il compito di
        garantire la sicurezza e la salute dei lavoratori e degli utenti.
     RLS Responsabile dei lavoratori per la sicurezza.
     Responsabili dei laboratori, che garantiscono il rispetto dei relativi regolamenti
     Coordinatori dei dipartimenti disciplinari, c h e coordinano le programmazioni e le attività
        degli insegnanti della stessa disciplina
     R.S.U. di Scuola: la Rappresentanza Sindacale Unitaria, che stipula ogni anno con la Dirigenza il
        Contratto di tutto il personale docente e ATA del nostro Istituto.
Si veda l’allegato 3 per l’organigramma d’Istituto e l’allegato 4 per il funzionigramma.

                                                                                                     5
Liceo delle Scienze Umane “Sofonisba Anguissola” – POF 2014-2015

                             I PRINCIPI CHE ISPIRANO IL POF

I principi del POF, che sono la base per le linee guida della Politica della Qualità,
costituiscono l’orizzonte valoriale ed attuativo di tutte le attività scolastiche del Liceo “S.
Anguissola” e dell’innovazione didattica.
Questi aspetti favoriscono la crescita individuale, culturale e professionale delle persone
che operano all’interno dell’Istituto e che lo connotano sul territorio, caratterizzando anche
gli aspetti organizzativi e il miglior funzionamento possibile dell’intero sistema scolastico.

Scuola inclusiva: attenzione alle persone che vivono nella scuola e che lavorano per
il miglioramento del servizio scolastico; comprensione delle esigenze e delle aspettative
dell’utenza; promozione dei processi di crescita e sviluppo dei giovani anche in
prospettiva orientativa e professionalizzante; valorizzazione delle diversità, delle
specificità individuali d’apprendimento e di relazione.

Scuola solidale: promozione dell’educazione alla cittadinanza, alla democrazia, alla
legalità, alla solidarietà, alla pace e ai diritti umani.

Scuola di sistema: attenzione agli aspetti organizzativi e gestionali del sistema scolastico,
al fine di garantire la trasparenza dei processi, il coinvolgimento del personale e la
condivisione dei risultati, anche in rete con il territorio.

Scuola di progetto: innovazione dell’offerta formativa e della didattica curricolare, in
termini di sperimentazione e ricerca, in coerenza con le trasformazioni del sistema
scolastico e del contesto sociale.

Scuola di qualità: implementazione della cultura per la qualità e allineamento agli
standard territoriali della qualità.

Scuola in rete: attivazione della collaborazione con altre scuole italiane ed europee.

Scuola e lavoro: metodologia didattica innovativa a t t r a v e r s o i t i r o c i n i f o r m a t i v i
e i tirocini volontari.

                                      1. SCUOLA INCLUSIVA

                                                                                                        6
Liceo delle Scienze Umane “Sofonisba Anguissola” – POF 2014-2015

1.1 ATTENZIONE ALLE PERSONE
Nel Liceo “Sofonisba Anguissola” si ritiene essenziale, per la buona riuscita della formazione
educativa e culturale degli studenti, favorire situazioni di benessere scolastico, nel rispetto delle
diverse fasi d i c r e s c i t a p e r s o n a l e , di apprendimento e di arricchimento culturale. Pertanto:
     si promuove l’educazione integrale della persona, favorendone la crescita, il raggiungimento
        dell’autostima, l’espressione della creatività e delle doti individuali;
     si opera, con interventi didattici specifici, per il conseguimento del successo scolastico e
        formativo, per il recupero delle lacune e il superamento delle difficoltà, per la prevenzione del
        disagio e dell’abbandono;
     si favorisce l’acquisizione degli strumenti atti ad esercitare una cittadinanza consapevole;
     si garantisce l’attenzione alla diversità intesa come pluralità di modi di essere, di culture, etnie,
        religioni e credenze;
     si favorisce l’approfondimento e il potenziamento delle competenze tramite iniziative realizzate anche
        in collaborazione con enti, istituzionali e non, operanti sul territorio;
     si favorisce l’integrazione all’interno del gruppo classe e della comunità scolastica.

1.2 ACCOGLIENZA
Le attività di accoglienza hanno come destinatari privilegiati gli allievi delle classi prime e si propongono
di soddisfare il loro bisogno di interazione nel gruppo classe e nella comunità scolastica, favorendo
l’instaurarsi di un clima di lavoro sereno, che renda proficua l’azione didattica e il consolidamento della
motivazione personale che ha orientato la scelta scolastica.
Le attività si svolgono prevalentemente nei primi giorni di frequenza e si estendono lungo tutto l’arco
dell’anno scolastico, nelle forme di sostegno e guida attivate dai docenti nell’ambito delle diverse
discipline.
Anche i nuovi insegnanti e i nuovi operatori scolastici sono accolti dai colleghi designati e sono
informati sui principali aspetti che caratterizzano questa scuola. Ciò favorisce il rapido inserimento dei
nuovi arrivati, ne incentiva la partecipazione e la collaborazione alle attività scolastiche.
Il Sistema Qualità favorisce dette condivisioni del percorso curricolare.

1.3 ORIENTAMENTO
Il Collegio Docenti ha individuato nell’orientamento uno degli ambiti primari in cui sviluppare la propria
azione educativa, per garantire agli studenti e alle loro famiglie un’offerta formativa di qualità,
privilegiando risorse umane ed economiche significative.
L’orientamento è articolato in diverse attività, con lo scopo di sostenere le scelte degli studenti
dall’ultimo anno delle scuole secondarie di primo grado fino all’avvio degli studi universitari.
A partire dalla valorizzazione delle inclinazioni di ciascuno, l’orientamento tende a verificare sul campo
attitudini e abilità acquisite. La programmazione interdisciplinare fra docenti, l’attivazione di laboratori
di ricerca e documentazione, di attività di tirocinio, di seminari in collaborazione e/o in rete con soggetti
esterni sono finalizzati a promuovere la conoscenza di sé in rapporto con la realtà scolastica e lavorativa
territoriale.

La Scuola collabora con soggetti ed enti a livello territoriale e nazionale; aderisce a progetti di ricerca,
ad iniziative di formazione, di promozione culturale, sociale e civile, proprio per ampliare e approfondire
la preparazione dei giovani e favorirli nell’acquisizione di abilità e competenze spendibili nel mondo
del lavoro e/o nel percorso universitario.
Il progetto si sviluppa nei seguenti ambiti:
      Continuità con la Scuola Secondaria di I grado (Microstage per gli alunni delle classi terze presso
         la nostra scuola, giornate di Scuola Aperta, colloqui individuali con gli alunni delle classi terze e
         i loro genitori, partecipazione al Salone dello Studente, visite del referente Orientamento presso le
         scuole medie).

                                                                                                            7
Liceo delle Scienze Umane “Sofonisba Anguissola” – POF 2014-2015

       Orientamento in itinere (Curricula disciplinari con moduli orientativi, attività di T i r o c i n i o ).
       Riorientamento in itinere (favorisce il passaggio tra diversi indirizzi e/o tra diverse scuole
        secondarie di secondo grado)
       Orientamento in uscita (incontri con orientatori delle Università, colloqui individuali presso il
        C.I.C., collaborazione e progettazione d i azioni orientative post diploma con
        Amministrazione Provinciale e Comunale - agenzia Informagiovani).

1.4 RECUPERO E POTENZIAMENTO
Le attività di recupero sono finalizzate a colmare le lacune e le carenze disciplinari evidenziate dagli
alunni nel corso dell’anno scolastico. L’articolazione di queste attività è organizzata sulla base del D.M. n.
80 del 3/10/2007 e dell’O.M. n.92 del 5/11/2007 nell’arco dell’intero anno scolastico. Per il recupero
dei debiti assegnati dai Consigli di Classe si predispongono, pertanto, le seguenti attività:
     corsi di recupero di tipo disciplinare per gruppi omogenei di alunni, in orario extrascolastico;
     corsi di recupero in itinere, rivolti alla classe e attuati in orario scolastico, nel caso in cui ci siano
        lacune disciplinari dal 50% in poi degli studenti;
     sportello didattico (lezioni individuali o a piccoli gruppi su argomenti disciplinari specifici);
     studio autonomo guidato dall’insegnante su programma di recupero individuale;
     studio autonomo scelto dalla famiglia in alternativa al corso di recupero (D.M. n. 80 art. 2) su
        programma di percorso individualizzato inviato dalla scuola insieme alla comunicazione dei
        debiti;
     studio autonomo tra ragazzi in ambito scolastico per l’apprendimento cooperativo (peer education).
Eventuali casi particolari di fragilità scolastica sono sostenuti con modalità decise dal
Consiglio di Classe e/o con colloqui di riorientamento e di counseling psicologico.
Inoltre, tramite attività di ricerca sul campo di carattere storico-sociale, laboratori musicali e teatrali,
partecipazione a convegni, mostre, seminari, lezioni fuori sede, si approfondiscono percorsi curricolari
interdisciplinari e si favorisce l’emergere di attitudini, interessi e competenze personali.
Infine ogni anno vengono erogate borse di studio per gli alunni più meritevoli.

1.5 INTEGRAZIONE
Il Collegio dei Docenti di questo Istituto si è sempre mostrato disponibile ad attuare le migliori forme di
accoglienza per gli studenti diversamente abili, per quelli stranieri e per quelli che presentano bisogni
educativi speciali.
A seguito della Direttiva M. 27/12/2012 e della CM n° 8 del 6/3/2013, applicative della Legge 170 dell’8
ottobre 2010 e alle Linee guida emanate con Decreto 5669 del 12 luglio 2011, la Funzione Strumentale
“Inclusione”, in collaborazione con una specifica commissione, ha predisposto un “Piano annuale di
Inclusione” (PAI), in cui sono state elaborate strategie didattiche e culturali finalizzate a facilitare
l’integrazione di tutti gli alunni nella realtà scolastica, fino alla eventuale stesura di piani educativi
personalizzati (vedi allegato 5).
In particolare, il supporto agli alunni diversamente abili avviene attraverso frequenti incontri tra insegnanti,
famiglie e operatori socio-sanitari territoriali. Nel corso dell’anno, secondo le necessità, sono realizzati
interventi aggiuntivi di sostegno e recupero.
Si attivano, inoltre, piani personalizzati per alunni con DSA (Disturbi specifici di apprendimento) e/o
ADHD (disturbi di comportamento).
Si pone attenzione agli allievi con BES (bisogni educativi speciali) e, secondo le Direttive MIUR, anche
ad alunni con fragilità affettivo-relazionali, con particolare riguardo a realtà di affido o adozione, in rete con
il gruppo di lavoro provinciale attivato dall’UST.
L’inserimento in classe e l’integrazione degli alunni stranieri avviene attraverso un percorso di
collaborazione con la famiglia, per comprenderne il retroterra linguistico e socio-culturale, e attraverso
un percorso, condiviso all’interno del Consiglio di Classe, di accoglienza e di educazione interculturale.
Dall’a. s. 2007-2008 l'Istituto aderisce alla rete di scuole in sinergia con le Politiche Educative del Comune
di Cremona per i Corsi di Alfabetizzazione e Lingua di Studio per alunni stranieri.

                                                                                                                8
Liceo delle Scienze Umane “Sofonisba Anguissola” – POF 2014-2015

L’Istituto risponde inoltre, con un Servizio di Istruzione Domiciliare, alle esigenze di studenti e famiglie
e garantisce l’offerta formativa a chi è impossibilitato alla frequenza scolastica quotidiana per particolari
motivi di salute, grazie anche al cablaggio di entrambe le sedi e alle possibilità offerte dall’uso del registro
elettronico.

                                       2. SCUOLA SOLIDALE

L’Istituto partecipa a seminari e conferenze e si fa promotore di iniziative, in proprio e/o in rete con altre
scuole ed Enti territoriali ed associazioni o movimenti nazionali, sui temi della Legalità, della Pace, della
diversità di Genere, della Salute, dell’Ambiente, della solidarietà e dei diritti umani, secondo le direttive
ministeriali.
Tali tematiche risultano particolarmente in sintonia con la mission della scuola, orientata a sensibilizzare
i ragazzi ai temi della cittadinanza attiva e responsabile, della democrazia, della gratuità e della
solidarietà, a promuovere e valorizzare esperienze concrete di volontariato in collaborazione con
associazioni no profit e cooperative sociali.
Sempre in questo ambito si colloca il nuovo protocollo di intesa “Scuola spazio di legalità” del 10
dicembre 2014, sottoscritto dalla nostra scuola con Prefettura, Forze dell’Ordine, Polizia Municipale di
Cremona, ASL di Cremona, Dipartimento Dipendenze, Dirigenti delle scuole superiori e dei CFP di
Cremona, Crema, Casalmaggiore e Soresina, Ufficio Scolastico Provinciale, al fine di contrastare e
prevenire situazioni di rischio legate all’assunzione di sostanze stupefacenti.

                                      3. SCUOLA DI SISTEMA
Gli aspetti organizzativi e gestionali del sistema scolastico sono finalizzati ad ottimizzare l’azione
didattica. La partecipazione e l a collaborazione tra tutti gli operatori scolastici favorisce, infatti, la
condivisione degli obiettivi e dei successi formativi, la soluzione di problemi organizzativi e didattici.
Per questo motivo si cura la comunicazione interna ed esterna alla scuola e la trasparenza dei processi,
sia tramite il sito, sia tramite posta elettronica e dispositive o circolari.
Grazie all’attenzione e alla competenza del personale dirigente, docente e tecnico, dal 2013 è attivato
il sito governativo della scuola.
Gli obblighi di servizio e relativa generale organizzazione sinergica sono oggetto anche di contrattazione
d’Istituto con la RSU delegata.
Gli spazi della scuola sono gestiti in modo tale da garantire a tutti una fruizione corretta, tramite le
necessarie programmazioni calendarizzate e richieste dal personale.
Un responsabile della sicurezza vigila sulle infrastrutture, si relaziona con l’ente esterno addetto alla
manutenzione dell’edificio e predispone piani di evacuazione in caso di calamità e catastrofi, curando
l’aggiornamento delle procedure ai sensi del T.U. n 81 del 2009.
L’organizzazione interna del lavoro e la definizione dei ruoli di ciascuno sono annualmente
declinati nell’organigramma nominativo e d’Istituto ( Vedi allegato 3).

3.1 RAPPORTI SCUOLA-FAMIGLIA
I rapporti tra scuola e famiglia sono un aspetto fondamentale nella formazione degli studenti.
L’articolazione dei rispettivi compiti è declinata nel “Patto educativo di corresponsabilità”, stipulato tra
genitori e insegnanti all’inizio dell’anno scolastico, con l’obiettivo di rafforzare la collaborazione tra
scuola e famiglie in vista della crescita umana, civile e culturale degli studenti.
L’Istituto promuove, di volta in volta, incontri con i genitori riguardanti problematiche educative di
attualità e/o percorsi didattici significativi realizzati dai figli.
I rapporti scuola-famiglia si declinano in assemblee di classe, colloqui settimanali e generali,
comunicazioni individuali in caso di situazioni particolarmente gravi ed urgenti, controllo informatico di
valutazioni ed assenze.
I coordinatori di classe, in particolare, sono disponibili a monitorare costantemente ed accompagnare le

                                                                                                              9
Liceo delle Scienze Umane “Sofonisba Anguissola” – POF 2014-2015

situazioni problematiche.
I rapporti scuola-famiglia si svolgono attraverso il ricevimento settimanale dei docenti, i colloqui generali
quadrimestrali, la consegna di schede informative per situazioni di insufficienze gravi e/o diffuse,
l’operatività del Consiglio di Istituto.

3.2 RAPPORTI CON GLI ENTI ESTERNI
I rapporti con gli Enti e le Istituzioni esterne alla Scuola sono curati da diverse persone all’interno
dell’Istituto, per favorire una progettualità più efficace, flessibile, adeguata alle esigenze del territorio,
rispondente ai principi guida del POF.
Infatti se ne occupano il Dirigente Scolastico, il Dirigente dei Servizi Generali ed Amministrativi, i
Collaboratori del Dirigente, i docenti Funzione strumentale e i Referenti dei vari progetti.
Per gli Enti e le Istituzioni (vedi l’allegato 6).

                                      4. SCUOLA DI PROGETTO

4.1 L’OFFERTA FORMATIVA
L’offerta formativa del nostro Istituto, nella varietà degli indirizzi dei corsi di studi e
nell’articolazione differenziata dei percorsi proposti, risponde alle istanze culturali del territorio, ai
continui mutamenti sociali e normativi.
Dall’anno scolastico 2010-2011 l’Istituto ha attuato la Riforma con l’attivazione del Liceo delle Scienze
Umane e dell’opzione Economico-sociale; dal 2013-2014, inoltre, è stato autorizzato l’avvio del Liceo
Musicale e Coreutico, sezione Coreutica.
Nel        Liceo        Economico-sociale                    proseguono                i     curricoli         delle
curvature Biomedica e della Comunicazione.
La quotidianità scolastica è aperta alla pluralità dei modelli e dei valori, centrata sui processi di crescita
degli adolescenti, accolti nelle diversità di provenienza e di stili di apprendimento. La cura delle
Programmazioni, della Metodologia, della Didattica e d e l l a Valutazione, consente a questa scuola di
offrire il raggiungimento di un buon livello formativo e di competenze specifiche.
I progetti e le attività c u r r i c o l a r i e di ampliamento dell’offerta formativa si svolgono secondo
le procedure indicate dalla Commissione Qualità.
Le linee portanti dell’azione pedagogica del Liceo “Sofonisba Anguissola” perseguono i seguenti
obiettivi:
      potenziamento dell’offerta formativa (azioni e progetti volti ad ottenere una maggiore interazione
         con la realtà sociale del territorio, esperienze di laboratori espressivi e comunicativi, esperienze
         di tirocinio volte ad incentivare la consapevolezza e l’autonomia del percorso formativo)
      consolidamento e ampliamento della rete interscolastica e interistituzionale (progetti in rete con altre scuole
         o enti del territorio, progetti di orientamento allo studio e al lavoro in collaborazione con il
         Comune e la Provincia di Cremona, le Università, progetti di alfabetizzazione ed integrazione
         degli studenti stranieri)
      sviluppo della didattica sperimentale (costruzione di percorsi interdisciplinari fondati sulla
         valorizzazione delle specifiche competenze dei docenti e sul dialogo tra docenti e studenti,
         esperienze didattiche in cui vengono utilizzate e sperimentate le nuove tecnologie e nuove
         metodologie).

La programmazione della Scuola e del POF, redatta sulla base delle Indicazioni ministeriali,
comprensiva anche degli indirizzi della Regione Lombardia relativamente alla quota regionale dei piani
di studio personalizzati, tenuto conto degli Indirizzi generali del Consiglio d’Istituto (Vedi all. 7) è
finalizzata alla formazione di soggetti capaci di interagire criticamente nei diversi contesti, di elaborare
capacità di scelta, di acquisire criteri di analisi, strumenti di giudizio critico, solidi elementi di cultura
generale, che li rendano in grado di comprendere, interpretare le complesse dinamiche sociali e civili dei
nostri giorni, e prendere parte attivamente ad esse.
Particolare cura viene posta affinché gli studenti acquisiscano competenze e "strutture concettuali" di

                                                                                                                   10
Liceo delle Scienze Umane “Sofonisba Anguissola” – POF 2014-2015

base trasversali alle discipline, per la conoscenza e la soluzione delle problematiche anche
quotidianamente incontrate.

La programmazione avviene per dipartimenti disciplinari, per consiglio di classe, per singolo
docente, fissando obiettivi da verificarsi in itinere, con monitoraggi intermedi, e a fine anno, così come
indicato dalle procedure di gestione della Qualità (Vedi all. 8).
La valutazione rispetta i compiti assegnati ai vari organi collegiali, nella considerazione dovuta della
libertà di insegnamento ma anche della condivisione di indicatori e modalità valutative insieme
concertate.

4.2 CRITERI DI VALUTAZIONE

Il Collegio dei Docenti ritiene che le verifiche e le valutazioni siano momenti essenziali del
processo formativo. Finalizzate a rivelare conoscenze, abilità e competenze in funzione dell’offerta
didattica, devono anche sviluppare processi di autoconsapevolezza e autovalutazione. È indispensabile,
pertanto, che i criteri di valutazione, definiti e approvati dal Collegio dei Docenti alla luce delle ultime
disposizioni normative (D.L. 137 e Legge 169 e D.P.R. n. 122 del 22 giugno 2009 circolari applicative
e integrative 2010 e 2011, circolare 89 del 18/10/2012), siano condivisi da tutti gli insegnanti ed
esplicitati agli alunni e alle famiglie. Le modalità di verifica si attuano, a cadenza periodica, sulla base
dell’ampia tipologia di prove (scritte, orali, pratiche) prevista dalla legge; i risultati ottenuti sono
comunicati tempestivamente ai diretti interessati.
Le valutazioni formative sono quadrimestrali con voto unico per tutte le discipline.
I vari documenti relativi alla valutazione (griglie di valutazione, tabella di attribuzione dei crediti
formativi ecc) costituiscono l’allegato 9 del POF.

4.3 FORMAZIONE IN SERVIZIO

Il Liceo “S. Anguissola” si pone l’obiettivo di perseguire il costante aggiornamento della didattica, in
conformità con le migliori proposte didattico - educative emergenti dalle più qualificate agenzie formative
e con la normativa in atto. A tale scopo, annualmente, tutti gli operatori scolastici svolgono attività
di formazione in servizio, organizzata all’interno dell’istituto e/o presso Enti esterni qualificati ad
hoc (Vedi all. 10).
La didattica della scuola, improntata sulla positiva relazione fra i diversi soggetti e finalizzata al successo
formativo, favorisce in particolare:
     la disponibilità ai rapporti interpersonali
     la conoscenza e la comprensione della realtà sociale e delle problematiche ad essa connesse
     l’esperienza diretta delle più aggiornate metodologie educative e di ricerca sociale nei diversi
        contesti.

4.4 PROGETTI

Nel Liceo “Anguissola” si definiscono progetti tutte quelle attività curricolari e/o extracurricolari che:
    necessitano di particolare pianificazione, perché innovative e/o complesse
    forniscono competenze e abilità aggiuntive e integrative rispetto al curricolo
    offrono attività laboratoriali
    propongono attività di insegnamento/approfondimento in rete con enti o altre scuole
    prevedono una rendicontazione sulle spese e sui risultati, trasparente anche per le famiglie

I progetti sono sottoposti a monitoraggio intermedio e a verifica finale per valutare il raggiungimento
degli obiettivi, il gradimento dell’utenza e l’opportunità di riproporre l’iniziativa l’anno successivo.
I progetti e le attività sono conformi all’indicazione del Collegio Docenti, che, per il loro svolgimento,

                                                                                                             11
Liceo delle Scienze Umane “Sofonisba Anguissola” – POF 2014-2015

ha previsto un tetto massimo del 5% dell’orario curricolare annuo per il biennio e del 10% per il triennio,
al fine di non danneggiare l’offerta didattica curricolare.
L’offerta progettuale è intesa come supporto ai diversi indirizzi/curvature: pertanto, tutti i progetti
devono essere coerenti alla specificità del curricolo e ai “punti forti” della nostra scuola. Essi devono,
inoltre, tener conto dell’analisi delle esigenze degli alunni, emergenti dalle loro richieste e dai
monitoraggi del precedente anno scolastico.
Tutti i progetti presenti nel POF saranno realizzati solo se sarà garantita la relativa copertura
finanziaria. Nell’eventualità in cui non si possa procedere all’attuazione di tutti, la priorità sarà attribuita
a quelli inerenti alle suddette “aree forti” e secondo le indicazioni del Consiglio d’Istituto.
Le aree forti, intorno alle quali è stata costruita l’offerta formativa, sono:
      Educazione alla salute
      Educazione alla cittadinanza e alla legalità
      Potenziamento delle lingue comunitarie
      Potenziamento della qualità dei servizi
      Tirocini in alternanza scuola-lavoro
Per i Progetti proposti per l’anno in corso s i v e d a l ’ a l l e g a t o 1 0 .

4.5 GLI STUDENTI

L’apporto della componente studentesca alle attività di ampliamento dell’offerta formativa della scuola
da anni si esplica prevalentemente attraverso proposte di incontri con esperti per l’approfondimento
di alcune tematiche (individuate e definite all’inizio dell’anno scolastico), con cinema e dibattito, con
laboratori pluridisciplinari ( monteore).

Continua la possibilità di peer – education, proposta già da alcuni anni dai rappresentanti del Consiglio
d’Istituto, finalizzata all’apprendimento cooperativo, in orario extracurricolare presso la sede scolastica in
appositi spazi.
Proprio per favorire e motivare la partecipazione competente agli organi collegiali, all’interno del
Progetto “Educazione alla legalità” è previsto uno specifico percorso di educazione alla cittadinanza per
i rappresentanti di classe.

                                      5. SCUOLA DI QUALITÀ
Dal maggio 2003 il nostro Istituto continua a confermare la Certificazione della Qualità secondo i
requisiti specificati dalla norma UNI EN ISO 9001:2008 al fine di:
     focalizzare l’attenzione sull’utenza, per favorire sia il successo scolastico, che la formazione della
         persona, valorizzando l’individualità degli studenti attraverso percorsi diversificati;
     garantire la trasparenza dei processi e il coinvolgimento del personale attraverso la realizzazione
         del servizio e la condivisione dei risultati;
     perseguire l’innovazione dell’offerta formativa in coerenza con le trasformazioni del sistema
         scolastico e con le richieste di professionalità del mondo del lavoro;
     promuovere la cultura della salute, della sicurezza e della legalità;
     attivare collaborazioni in rete con il territorio;
     soddisfare gli standard di qualità definiti dalle istituzioni del territorio, adeguandosi ai requisiti per
         l’accreditamento stabiliti dalle Istituzioni Nazionali, regionali e Locali.
Alla fine dell’anno scolastico vengono somministrati ad un campione rappresentativo dell’utenza i
questionari di customer satisfaction predisposti dalla commissione qualità, al fine di rilevare il grado di
soddisfazione in merito ai diversi aspetti della vita e dell’organizzazione scolastica.
I principi guida della Qualità dell’Istituto magistrale “S. Anguissola” sono riconducibili ai principi guida

                                                                                                             12
Liceo delle Scienze Umane “Sofonisba Anguissola” – POF 2014-2015

del POF, già precedentemente declinati.
Il manuale della Qualità è disponibile, per chi volesse prenderne visione, presso la Direzione e sul
sito.

5.1 LA VERIFICA DEL P.O.F.

La verifica del P.O.F. viene attuata in itinere e a fine anno dalla Responsabile Direzione Qualità e
collaboratori tramite la visione delle fasi di attuazione, i livelli di conseguimento degli obiettivi indicati,
gli effetti di ricaduta e diffusione all’interno delle componenti scolastiche, gli esiti conseguiti in relazione
al successo formativo, così come rilevati dai singoli Consigli di Classe in ordine ai progetti e alle varie
attività.
Il gruppo di lavoro suddetto, in collaborazione con le altre Figure strumentali, attua il monitoraggio
sul gradimento del servizio erogato del nostro istituto relativamente alle componenti (alunni,
d o c e n t i , operatori scolastici e genitori) al termine di ogni anno scolastico (allegato 11). La
conseguente valutazione non attiene unicamente al conseguimento degli obiettivi disciplinari e formativi,
ma investe la Scuola nel suo complesso ed è rivolta ai singoli progetti e all’efficacia dell’Offerta formativa.
La valutazione della qualità del P.O.F. diviene punto di partenza per l’analisi dei bisogni che non hanno
trovato un’adeguata risposta nel corso dell’anno scolastico e per la riformulazione di nuove strategie
d’intervento. Il Dirigente Scolastico e i suoi Collaboratori, i Docenti Coordinatori dei Consigli di
Classe e dei Dipartimenti disciplinari, i Docenti Responsabili di Funzione Strumentale e di Commissione,
nell’ambito delle loro specifiche responsabilità, si rendono garanti della didattica, della gestione
organizzativa delle attività della scuola e, più in generale, dell’attuazione del P.O.F.

                                          6. SCUOLA IN RETE
Nell’ultimo decennio i nuovi scenari socio-educativi hanno evidenziato profondi cambiamenti grazie
anche a scelte di dirigenti e docenti che pongono la dimensione internazionale al centro dei curricoli
scolastici e dei percorsi formativi. Progetti di partenariato, gemellaggi, attività di scambio, virtuali o in
presenza tramite visite e soggiorni di studio, e tirocini formativi all’estero in realtà culturali, sociali,
produttive, professionali stanno sempre più caratterizzando spazi formativi “allargati”.
A livello ordinamentale, nelle Indicazioni Nazionali dei Licei, nelle Linee Guida degli Istituti Tecnici e
Professionali e nei vari Accordi sulla Istruzione e Formazione Professionale siglati in sede di Conferenza
Stato – Regioni, le esperienze di studio e formazione all’estero degli studenti vengono considerate parte
integrante dei percorsi di formazione e istruzione.
L’Unione Europea, in base ai Trattati, contribuisce allo sviluppo di una istruzione di qualità
incentivando la cooperazione tra gli Stati, sostenendo e integrandone l’azione. In particolare,
Raccomandazioni e specifiche azioni puntano a sviluppare la dimensione europea dell’educazione e a
favorire la mobilità degli studenti e degli insegnanti. Il Programma Lifelong Learning pone al suo centro
attività di cooperazione e mobilità nelle quali è previsto il coinvolgimento di studenti.

L’Istituto favorisce periodi di studio o formazione all’estero in collaborazione con altri enti, in particolare
con il Rotary, tramite il quale la scuola ospita anche studenti stranieri; per gli studenti italiani che effettuino
questa esperienza i consigli di classe coinvolti si regolano in base all’articolo 13, comma 1, del D.L.vo 17
ottobre 2005, n.226, che prevede che, “sulla base degli esiti della valutazione periodica, gli istituti
predispongano gli interventi educativi e didattici ritenuti necessari all’eventuale recupero e allo
sviluppo degli apprendimenti”.
Ai fini della valutazione intermedia, i Consigli di classe possono definire i voti per le materie comuni
sulla base di quanto certificato dalla scuola straniera, mentre per le materie non presenti nel curricolo si
procederà ad assegnare il voto sulla base della verifica dell’apprendimento dei contenuti essenziali
con attribuzione di credito scolastico.
Al termine dell’attività didattica annuale all’estero, gli studenti verranno regolarmente ammessi alla classe
successiva con la valutazione di cui sopra.

                                                                                                                13
Liceo delle Scienze Umane “Sofonisba Anguissola” – POF 2014-2015

L’istituto aderisce all’ASCA, Associazione delle scuole autonome cremonesi.

                                      7 . SCUOLA E LAVORO
L’Istituto “Anguissola” ha una decennale esperienza di attività di stage, che si è progressivamente
modificata, adeguandosi alle nuove normative in materia di tirocini (D.g.r. 25/10/2013 n.X/825 Nuovi
indirizzi regionali in materia di tirocinio).
Il Tirocinio costituisce una modalità didattica finalizzata a far conoscere agli studenti alcune realtà del
mondo lavorativo e a far loro acquisire le competenze e le abilità previste dal corso di studi.
A tale proposito l’Istituto organizza tirocini curricolari deliberati dai Consigli di Classe, quindi inseriti
nella programmazione didattica di classe, e tirocini estivi sulla base dell’interesse manifestato dai singoli
studenti.
Tutte le attività d i t i r o c i n i o vengono svolte dagli allievi con la supervisione dei docenti, s u l l a
base di convenzioni siglate tra l’Istituto e gli Enti ospitanti.
Le attività di tirocinio del corrente anno scolastico sono oggetto dell’allegato 12.

FUNZIONE STRUMENTALE                                          IL DIRIGENTE SCOLASTICO
(Prof. Laura Barbieri)                                              (Prof. Flavio Arpini)

P.O.F. approvato dal Collegio Docenti il 17 ottobre 2014
P.O.F. approvato dal Consiglio d’Istituto il 1 9 d i c e m b r e 2 0 1 4

                                                                                                            14
Puoi anche leggere
DIAPOSITIVE SUCCESSIVE ... Annulla