PROGRAMMA ANNUALE 2017 - IC NAVARRO

 
PROGRAMMA ANNUALE 2017
             DOCUMENTO ILLUSTRATIVO DELLA DIRIGENTE SCOLASTICA
PROT. N.332/06-03
DEL   23/01/2017

           PREMESSA

L       a presente relazione sul Programma Annuale esercizio finanziario 2017, predisposta dalla Dirigente
        Scolastica coadiuvata, nella parte contabile, dal D.S.G.A., illustra alla Giunta Esecutiva gli obiettivi
        da realizzare, attraverso un’efficace gestione del Programma annuale e l’allocazione delle risorse, in
coerenza con le previsioni del Piano Triennale dell’Offerta Formativa per l’a.s. 2016/17, in ottemperanza alle
disposizioni dettagliate più avanti nella sezione “Struttura del Programma Annuale”.
        Si ritiene, a tal fine, necessario evidenziare alcuni elementi caratterizzanti l’I. C. “V. Navarro”.
          La programmazione delle attività didattiche che nasce da un'attenta analisi dei fabbisogni del
territorio, dell’utenza, contemplati nel R.A.V. (Rapporto di Auto Valutazione), risponde pienamente alle
attività ed ai progetti previsti nel nostro P.T.O.F. Tali azioni progettuali saranno realizzate e monitorate
impegnando le relative e previste risorse finanziarie, strutturali e umane che vengono dettagliate nel
presente documento.
        Con l’introduzione dell’Organico dell’Autonomia, previsto dalla legge 107/15, finalizzata alla piena
attuazione dell'autonomia scolastica di cui all'articolo 21 della legge 15 marzo 1997, n. 59 e successive
modifiche, è stato richiesto l’organico potenziato per gli aa.ss. 2015/16 e 2016/17.
         I posti assegnati, comunque inferiori rispetto alle richieste e non sempre in linea con gli obiettivi di
qualificazione che la scuola si è posta, sono stati valorizzati in coerenza con il Piano di Miglioramento.
         In particolare per la Scuola Primaria n. 2 docenti sono impegnati in attività pomeridiane di recupero
per gruppi di alunni con carenze nelle competenze di base inerenti l’ambito linguistico e/o logico-matematico
e n. 1 insegnante per attività di potenziamento per le eccellenze in ambito musicale con la costituzione del
laboratorio di coro scolastico, finalizzato, anche, a valorizzare alcune manifestazioni di interesse locale, quali
il Natale, le manifestazioni di inizio e di fine anno scolastico della nostra Scuola.
Nella Secondaria di I Grado i docenti di lettere sono impegnati, per parte dell’orario d’obbligo, in attività
laboratoriali di ampliamento dell’Offerta Formativa ed in parte, nelle ore di contemporaneità, in attività di
recupero/consolidamento o potenziamento delle abilità, adeguatamente programmate, per alunni in
“difficoltà” con svantaggio socio - economico-culturale, stranieri, con BES e/o eventuali D.S.A., tenendo
conto sia del ritmo di apprendimento e di maturazione, sia dell'impegno, dell'interesse e del livello di
preparazione di base di ciascun ragazzo. Per quanto attiene le attività laboratoriali di ampliamento
dell’offerta formativa della suola secondaria di primo grado, si è delineata la seguente progettualità:
Laboratori di Italiano
Classe prima: Grammaticando (solo le classi a tempo prolungato); Lettura e scrittura creativa.
Classe seconda: Culture a confronto per il Giornalino d’istituto; Lettura espressiva e giochi linguistici.
Classe terza: Mi preparo alle prove Invalsi;www.Navarro.it: il giornale d’istituto.
Laboratori di Matematica
Classe prima, seconda e terza: GEOM@TICA.
Laboratori di Scienze
Classe prima: Il piccolo scienziato I;
Classe seconda: Il piccolo scienziato II;
Classe terza: Il piccolo scienziato III; Le “Maccalube” tra scienza e mito.
A questi progetti si aggiunge quello di “Orientamento” rivolto agli alunni in uscita delle classi terze.
         Per consolidare i risultati finora raggiunti e affrontare i nuovi impegni della riforma della scuola ai
sensi della Legge 107/2015, sarà necessario un maggiore sforzo in direzione della formazione del
personale, anche nell’ottica della realizzazione del P.N.S.D. (Piano Nazionale Scuola Digitale) per
incrementare le competenze nelle T.I.C. del personale docente ed A.T.A. (operatori amministrativi,
collaboratori scolastici). Un percorso formativo orientato, soprattutto, al fine di ottimizzare l’utilizzo del
registro elettronico, del Protocollo informatico e delle L.I.M.

                                                         1
Dall’inizio dell’anno scolastico, la scuola, è dotata di un sito istituzionale costantemente aggiornato e
rispondente, anche ai requisiti tecnici per l’accessibilità dei disabili.
        Si sta portando a termine il progetto (FESR) - Asse II Infrastrutture per l’istruzione. Obiettivo
specifico 10.8: Diffusione della società della conoscenza nel mondo della scuola e della formazione e
adozione di approcci didattici innovativi. Azione 10.8.1: Interventi infrastrutturali per l’innovazione
tecnologica, laboratori di settore e per l’apprendimento delle competenze chiave. Sotto-Azione 10.8.1.A:
Dotazioni tecnologiche e ambienti multimediali.

         DATI DI CONTESTO

        DATI QUANTITATIVI DELLA SCUOLA
         1.    PLESSI, CLASSI, ALUNNI.

        L’Istituto, nell’anno scolastico 2016/17, risulta così composto:
                                                         Classi/Sezion
           Settore                  Plesso                                   Alunni            di cui H
                                                                i
 Scuola infanzia                “E. Cufalo”                   6                121                 2
 Scuola primaria                “E. Cufalo”                  11                230                2
 Scuola sec. 1° grado           “V. Navarro”, via            14                295                10
                                Imbornone
                                          Totali              41               646                14

         2.      IL PERSONALE

                                                a tempo indet.
                                                                                     totale
       PROFILO PROFESSIONALE                       e determ.

                                                    M         F                       M/F

 Dirigente scolastico                               0         1                        1
 Direttore servizi generali e amministrativi.       1         0                        1
 Docenti scuola dell’infanzia                       0         15                      15
 Docenti scuola primaria                            3         16                      19
 Docenti scuola secondaria 1° grado                 22        31                      53
 Assistenti amministrativi                          2         2                        4
 Collaboratori scolastici                           5         3                        8
 Docenti ex art. 113                                          3                        3

 TOTALE                                             33        71                      104

         3.      ORGANIZZAZIONE DEL COLLEGIO DEI DOCENTI

Ai fini di un’articolazione funzionale e di uno snellimento del lavoro del Collegio dei Docenti si sono costituite
le seguenti Commissioni:
Nazionali
 Gruppo di Studio Indicazioni
 Commissione insegnamento I.R.C
 Commissione Gruppo “H”
 Commissione revisione PTOF
 Commissione per l’organizzazione tempo scuola Primaria e
     Secondaria di I grado

                                                          2
 Commissione accertamento competenze alunni stranieri
  Commissione Progetti curricolari/extracurricolari scuola Infanzia,
     Primaria e Secondaria di I grado
  Commissione formazione sezioni/classi
Sono stati nominati i seguenti Referenti:

                              Referenti
  1  Educazione alla Legalità e alla convivenza civile - Pari
  .       opportunità uomo-donna
  2  Educazione alimentare e alla salute- Educazione ambientale
  .       e ai Beni culturali
  3
     Referente sicurezza d'Istituto
  .
  4
     Referente Giornalino d’Istituto
  .
  5
     Referente “Insiemecultura”: musica, teatro, danza
  .
  6
     Coordinatore Inclusività BES/DSA d’Istituto
  .
Sono state attivate le seguenti funzioni strumentali di supporto alla didattica, alla formazione e di supporto ai
docenti:

n. docenti                                               Funzioni
             AREA 1 Gestione del Piano dell’offerta Formativa - Coordinamento delle attività del PTOF:
    2        progettazione, elaborazione, revisione ed aggiornamento del P.T.O.F e documenti allegati

             AREA 2 Sostegno al lavoro dei docenti e tecnologie informatiche:
             - Analisi dei bisogni formativi e gestione del piano di formazione ed aggiornamento-
             Coordinamento dell’utilizzo delle nuove tecnologie informatiche (gestione aule informatica,
    1        sussidi multimediali)- Cura del sito della scuola e del registro elettronico - Produzione e
             cura dei materiali educativo-didattici e della documentazione pedagogica - Accoglienza
             nuovi docenti - Cura dei rapporti con l’Invalsi e coordinamento attività correlate - Assistenza
             ai fini dell’informazione e della somministrazione delle prove Invalsi - Autovalutazione
             interna/esterna
             AREA 3 Coordinamento dei rapporti col territorio e con Enti:
             - Coordinamento rapporti col territorio - Coordinamento delle attività extracurriculari
             (progetti, uscite didattiche e viaggi d’istruzione) - Coordinamento rapporti con Enti pubblici
    1        e aziende;
             Informazione e predisposizione delle modalità i partecipazione a iniziative, manifestazioni e
             concorsi - Relazioni con gli organi di stampa allo scopo di promuovere l’attività e la visibilità
             dell’Istituto nel territorio - Progetti formativi d’intesa con Enti esterni e relative convenzioni.
             AREA 4 Interventi e servizi per gli studenti:
             - Coordinamento delle iniziative per la continuità orizzontale e verticale e orientamento;
             - Progettazione delle attività di accoglienza-continuità-orientamento - Coordinamento delle
    1
             problematiche legate all’obbligo scolastico, alla dispersione scolastica e al successo
             formativo - Coordinamento della gestione dei rapporti scuola-famiglia - Predisposizione di
             attività ed elaborazione di strumenti di monitoraggio dei bisogni formativi dell’utenza
             AREA 4 BIS Interventi e servizi per gli studenti:
             - Coordinamento delle attività di integrazione e di recupero - Coordinamento del Gruppo
    1        G.L.H.I. e del G.L.I.;
             - Raccordo con i servizi socio-sanitari del territorio - Consulenza ai docenti nella
             stesura/realizzazione del P.E.I. - Cura, compilazione,monitoraggio del Piano di Inclusione.

Totale 6

                                                          3
Il Dirigente Scolastico, ai sensi dell’art. 1 comma 83 della legge 107/2015, ha nominato i seguenti
 collaboratori:

                       Collaboratori del D.S.
Primo Collaboratore con delega funzioni
Secondo Collaboratore
Responsabili– Infanzia e Primaria
Inclusività
Gestione Sicurezza
Animatore digitale

 Si precisa, inoltre che in seguito alla nota MIUR.AOODGEFID.REGISTRO UFFICIALE (U).0004604 del 03-
 03-2016 che dà avvio ai percorsi formativi del personale scolastico per il periodo marzo 2016 – agosto 2017
 per l’attuazione complessiva del P.N.S.D., è stato individuato e nominato il seguente T.I.D. (Team per
 l’Innovazione Digitale):

                  Team per l’Innovazione Digitale
Prof.ssa Calcara Lorena – Animatrice digitale
Prof.ssa Ferrigno Antonina
Ins. Palminteri Chiara
Ins. Muscarnera Pellegrino
Ass. Amm. sig.ra Spataro Francesca
Ass. Amm. sig. Parla Giuseppe

              4.       RISORSE STRUTTURALI: LA SITUAZIONE EDILIZIA

          L’Istituto Comprensivo “Vincenzo Navarro”, nato nel settembre del 2000, consta di tre ordini
 scolastici: Scuola dell’Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado. Esso è dislocato in due sedi ubicate
 nello stesso Comune e grazie al progetto “Scuole Belle” sono stati tinteggiate i cancelli, e parte dell’area
 dei muri perimetrali di entrambi i plessi scolastici.

        1)         Scuola dell’Infanzia e Primaria plesso “E. Cufalo”
         L'edificio, una costruzione dei primi anni del 2000, tiene conto delle vigenti normative
 dell'abbattimento delle barriere architettoniche. È dotato di aule ampie, arieggiate e ben illuminate, molte di
 esse sono fornite di una parete-finestra ed adibite allo svolgimento delle lezioni curricolari.
          Scuola dell’Infanzia
         Vi alloggiano sei sezioni di scuola dell'infanzia con orario a tempo normale su cinque giorni (dalle
 ore 8,15 alle ore 16,15). Le aule, ampie, arieggiate e ben illuminate, sono ubicate al piano terra dell’edificio.
 La scuola dell’Infanzia è dotata di spazi all’aperto, di un vasto androne attrezzato con giochi, di un ampio
 salone, adibito a teatro, per le rappresentazioni, di un refettorio per la mensa scolastica. Gli ingressi sono
 adeguati alla normativa sulla sicurezza. Adeguati risultano gli arredi, mentre le attrezzature didattiche
 dovrebbero essere implementate.
          Scuola Primaria
           È dotata di n.11 aule ampie, arieggiate e ben illuminate, allocate al piano primo dell’edificio e quasi
 tutte fornite di LIM. Per le attività di laboratorio e integrative comprese nel Piano dell’Offerta Formativa
 Triennale sono utilizzate le seguenti aule speciali:
 il laboratorio di Informatica; l’Aula finalizzata alle attività Integrative per "bisogni speciali"; un ambiente
 polifunzionale per le attività motorie, di educazione musicale e coro della scuola.
 All'interno del perimetro scolastico esistono, inoltre, ampi spazi adibiti ad attività sportive e ricreative.

                                                          4
La palestra, ampia e moderna è, purtroppo ancora interdetta alle attività scolastiche, poiché l’Ente
locale deve, nonostante i vari e ricorrenti solleciti, completare alcuni interventi per la messa in sicurezza
definitiva della stessa ed eliminare, definitivamente, problemi strutturali che ne hanno condizionato l’uso
negli ultimi anni.

        Sede centrale “V. Navarro” – Scuola Secondaria di I Grado
         La sede Centrale è un edificio abbastanza grande che ospita, oltre alle n.14 classi di scuola
secondaria di primo grado, locali adibiti alle attività di laboratorio rispondenti a quanto previsto nella nostra
offerta formativa. Vengono utilizzate le seguenti aule/laboratori speciali:
n. 2 laboratori di Informatica, n. 1 laboratorio linguistico, n. 1 laboratorio Scientifico, n. 1 aula per le Attività
Integrative per "bisogni speciali", un ambiente polifunzionale, dotato anche di LIM, che funge da Biblioteca -
Sala video – Aula magna.
    La sede della dirigenza didattica e amministrativa, sita in Via Imbornone, in un’area intermedia tra il
centro storico e la nuova area di espansione, è caratterizzata da costruzioni private e da edilizia popolare.
          Gli uffici di segreteria, la presidenza, i laboratori e le aule comuni sono dotati di cablaggio e linea
internet autonoma, mentre in tutte le aule, dotate di LIM è possibile l’accesso a internet attraverso una rete
wireless che è stata appena potenziata grazie ad un finanziamento F.E.S.R. nell’ambito della precedente
programmazione europea. La nota negativa, da evidenziare, è che, purtroppo, la scuola di recente ha subito
il furto di alcuni p.c. portatili che erano a corredo delle LIM istallate nelle classi.
         All'interno del perimetro scolastico esistono, inoltre, ampi spazi adibiti ad attività sportive (pallavolo,
calcio, ecc.), nonché utilizzati dagli alunni durante la ricreazione.
         Il plesso è dotato di una palestra ampia, ben tenuta con attrezzature sportive che la rendono più
funzionale ai bisogni: rete di pallavolo, canestri, palloni ecc.
         All’interno l’edificio non presenta grossi problemi strutturali. È stato messo a norma l’impianto
elettrico ed antincendio e il relativo impianto d’illuminazione, nonché i bagni alunni e disabili. Aule, corridoi e
androne sono stati completamente ritinteggiati.

         5.      CONTESTO SOCIO-CULTURALE DEL TERRITORIO

        Il contesto socio-culturale della nostra scuola è eterogeneo poiché attinge ad un vasto e variegato
bacino d’utenza.
       Il ceto impiegatizio è alquanto numeroso e manifesta interessi culturali vari. Le famiglie in genere
seguono l’iter scolastico dei propri figli con interesse.
          Sono presenti nella stessa zona il plesso di scuola primaria “Imbornone” dell’I.C. “Don Bosco” e
l’I.I.S.S. “Francesco Crispi”, con tutti i suoi indirizzi scolastici”, con il quale si effettuano attività di
orientamento per gli allievi della scuola secondaria di i I grado.
        Mancano i centri di associazione sia ricreativi che culturali ed aree verdi attrezzate e curate.

      TIPOLOGIA DEGLI ALUNNI

       L’utenza scolastica non solleva gravi problemi di dispersione né di disadattamento. Gli alunni hanno
generalmente un rapporto positivo con la scuola e quasi tutti frequentano volentieri.
         Conseguono in buona parte risultati positivi a livello cognitivo e relazionale e alcuni particolarmente
dotati e motivati, mostrano di avere un’apprezzabile patrimonio culturale.
          Tuttavia non mancano allievi, specie nella secondaria di I grado, poco sensibili al dialogo educativo
per carenze di base o perché distratti da interessi extrascolastici, che richiedono percorsi motivanti di
socializzazione, orientamento e di apprendimento particolari e più complessi, di fronte ai quali, il nostro
Istituto pianifica interventi adeguati e personalizzati.
         Ai fini del successo formativo, vengono intraprese iniziative di monitoraggio sulla situazione attuale
delle frequenze e sul funzionamento della scuola in relazione alle esigenze di sviluppo e di documentazione
degli esiti scolastici. Tutto ciò va attuato nella piena consapevolezza che un buon grado di informazione
verso le famiglie permette alla scuola di conoscere meglio eventuali situazioni di disagio degli alunni e di
andare oltre le semplici operazioni di iscrizione/accoglienza degli stessi.

                                                         5
Il rapporto con i genitori è generalmente positivo, ma è quasi sempre la figura della madre più
presente nell’educazione dei figli e più partecipe alla loro vita scolastica.
        È inoltre presente un cospicuo numero di alunni diversamente abili e qualche sporadico caso con
Bisogni Educativi Speciali o Disturbi Specifici dell’Apprendimento, nei cui confronti l’Istituto si organizza per
gestire al meglio la loro integrazione intesa come opportunità di crescita formativa e relazionale.

         PRIORITÀ STRATEGICHE IN COERENZA CON IL PIANO DI MIGLIORAMENTO ED IL P.T.O.F.

L’Istituto Comprensivo “V. Navarro”, in quanto istituzione educativa, persegue:
      obiettivi generali di sviluppo e formazione del bambino/ragazzo e del futuro cittadino;
      obiettivi specifici di apprendimento derivanti dal curricolo verticale d’Istituto per lo sviluppo delle
          competenze;
      obiettivi di ampliamento dell’offerta formativa attraverso laboratori e progetti speciali;
      obiettivi di formazione continua del personale, rientranti nel Piano di formazione triennale inserito nel
          P.T.O.F. d’Istituto.

L’Istituto Comprensivo “V. Navarro”, in quanto scuola che offre un servizio, sceglie di:
       garantire la continuità delle prestazioni attraverso la migliore utilizzazione del personale e la
           sostituzione di quello assente;
       incrementare le attrezzature e le dotazioni multimediali;
        sostenere e diffondere la cultura dell’autonomia e della qualità e la didattica orientata alle
         competenze attraverso la formazione e l’aggiornamento del personale.

Il Programma Annuale è stato elaborato in modo da finalizzare la destinazione delle risorse finanziarie
disponibili al perseguimento dei seguenti obiettivi, coerenti con il Piano di Miglioramento dell’Istituto:
      ampliare e migliorare l’offerta formativa (corsi aggiuntivi, certificazione lingua Inglese Trinity,
         accoglienza in ingresso ed orientamento in uscita, progetti didattici curricolari ed extracurricolari,
         kangorou della matematica, etc.);
      migliorare i servizi alla persona e quindi l’attenzione alla crescita degli allievi (consulenza
         psicopedagogia – sportello ascolto);
      rafforzare il patrimonio delle risorse informatiche e tecnologiche della Scuola e le attrezzature
         (Multimedialità e Spese di investimento);
      Gestire la struttura organizzativa ed amministrativa dell’istituto;
      sostenere la professionalità dei docenti e del personale ATA con percorsi formativi, anche in rete
         con altre scuole. Le attività formative rivolte al personale saranno selezionate anche tenendo conto
         dell’offerta del territorio, in coerenza con il PdM di istituto. La tabella mostra un alcune aree estratte
         dal Piano di Miglioramento di Istituto e dal PTOF

Attività formativa                      Personale coinvolto        Priorità strategica correlata
Area normativa                          DS, DSGA, Assistenti       Digitalizzazione dell’amministrazione.
Software di gestione segreteria         Amministrativi             Processo di dematerializzazione

Formazione      obbligatoria    sulla   Tutto                      Area sicurezza.
sicurezza

Area normativa                          Tutto, in condivisione     Educazione     alla   legalità   e   alla
Prevenzione e gestione casi di          con famiglie/territorio    cittadinanza
bullismo e cyberbullismo

Metodologie didattiche innovative       Docenti                    Diffusione     e   disseminazione    di
(flipped    classroom,    didattica                                metodologie didattiche inclusive con
laboratoriale, classi scomposte e                                  l’uso delle I.C.T. Diffusione e
classi aperte, ecc.)                                               disseminazione       di     metodologie
                                                                   didattiche orientate alle competenze

                                                        6
OBIETTIVI COMPLESSIVI DEL PROGRAMMA ANNUALE

        L’obiettivo princeps dell’Istituto è di accompagnare la formazione di tutti gli alunni dai 3 ai 14 anni,
dalla prima infanzia alle soglie dell'adolescenza, fornendo opportunità di apprendimento, adeguate alle
diverse età, sapendone riconoscere e rispettare la specificità e la diversità.
           Questo è l'impegno coerente e condiviso da tutto il personale, docente e non docente, che opera
nell'istituto, al fine di fornire un servizio quanto più efficiente e qualificato e che soddisfi nel contempo le
richieste di genitori, alunni e territorio.
        L'idea di continuità non è l'unica "ragione sociale" delle scuole verticali, perché la crescita dei ragazzi
implica anche discontinuità, nuovi incontri, nuove sfide, in un ambiente via via più stimolante e ricco di
occasioni di sviluppo.
          Nel nostro istituto comprensivo ciò che emerge è lo "sguardo lungo" sull'educazione degli allievi, la
possibilità di accompagnarne i momenti più delicati, di soffermarsi sui punti di crisi, di rallentare o accelerare
il ritmo, di realizzare quello che in gergo si chiama "curricolo verticale", cioè un piano degli studi coordinato
che porti ogni ragazzo all'uscita dal primo ciclo d’istruzione ad acquisire le conoscenze fondamentali, le
abilità (cognitive, operative, sociali) e le competenze indispensabili per affrontare le tappe successive della
propria formazione.
        Per meglio definire il ruolo del nostro Istituto nel contesto socio-culturale contemporaneo, è stato
avviato col corpo docente, i genitori e le varie agenzie che a vario titolo operano nel territorio e interagiscono
con la scuola, un confronto sul percorso da tracciare perché la frequenza di questa scuola lasci un segno
intangibile in individui in formazione, affinché possano essere pronti a entrare in relazione con la
problematica realtà del mondo odierno.
         Queste sono le motivazioni di sostanza e le procedure che hanno portato alla definizione del Piano
Triennale dell’Offerta Formativa del nostro istituto, elaborato dal Collegio dei Docenti sulla base dell’Atto di
indirizzo del Dirigente Scolastico e approvato dal Consiglio di Istituto.
        Il passo successivo, dopo questi fondamentali passaggi, è rappresentato dall’elaborazione del
Programma annuale procedendo ad un’attenta analisi delle attività e dei progetti contenuti nel P.T.O.F.,
evidenziandone le finalità e gli obiettivi, individuando le risorse umane, logistiche, materiali e organizzative,
necessarie per la realizzazione di un servizio efficace ed efficiente. Tale attività è stata gestita dalla Dirigente
scolastica, dal Direttore dei Servizi GG.A.A., dai docenti collaboratori del dirigente e dalle Funzioni
Strumentali.
         Le varie attività fissate nel Piano saranno realizzate e monitorate impegnando le risorse finanziarie,
strutturali e umane previste e dettagliate nella presente relazione.
         Le diverse azioni previste nel programma annuale sono finalizzate a:
    1.   Garantire la continuità nell’erogazione del servizio, mediante:
          un’organizzazione didattica flessibile;
          la stipula di contratti a tempo determinato per la sostituzione dei docenti assenti, dopo avere
          utilizzato le risorse umane dell’Organico dell’Autonomia;
          una flessibilità organizzativa per il personale ausiliario.
    2.   Garantire il miglioramento complessivo dell’azione amministrativa e didattica, trasformando
         la scuola in un’organizzazione che apprende, mediante:
          il pieno utilizzo delle risorse assegnate per le funzioni strumentali;
          il pieno utilizzo delle risorse assegnate per gli incarichi specifici al personale A.T.A.;
          l’utilizzo di parte del fondo dell’istituzione scolastica per compensare attività aggiuntive e/o
          organizzative funzionali all’insegnamento e per le prestazioni aggiuntive/intensificazioni del
          personale A.T.A.
    3.   Garantire il successo formativo ad ogni alunno, mediante:
          l’utilizzo di gran parte del fondo dell’istituzione scolastica per ulteriori impegni didattici finalizzati
          alla realizzazione di attività di recupero e arricchimento dell’offerta formativa, anche con
          un’utilizzazione mirata della dotazione di docenti dell’organico potenziato;
          l’incremento delle attività laboratoriali in campo scientifico e multimediale;

                                                         7
stimolare la partecipazione degli alunni ai viaggi d’istruzione e alle visite guidate.
    4.   Promuovere la cultura dell’autonomia scolastica e sostenere la formazione e l’aggiornamento
         del personale, mediante:
           Attuazione di corsi di aggiornamento/formazione del personale docente e ATA;
           facilitare la partecipazione dei docenti a progetti speciali in rete con altre scuole
           l’accesso ad Internet in tutte le classi.
    5.   Promuovere la cultura della sicurezza della scuola, mediante:
           informazione del personale e degli utenti della scuola;
           formazione del personale;
           acquisizione di comportamenti corretti di prevenzione generale;
           organizzazione dell’emergenza e di evacuazione;
           individuazione dei rischi e riduzione del pericolo;
           attuazione del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.

        PIANO DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO

     Le profonde trasformazioni della società italiana e le sfide da affrontare a livello europeo e globale
impongono, oggi più che mai, una particolare attenzione allo sviluppo del capitale culturale, sociale e umano
che rappresenta l’insieme dei fattori fondamentali per sostenere e accelerare la crescita del nostro Paese. In
questo contesto, il sistema di istruzione è una delle risorse strategiche su cui occorre investire, a partire dal
personale della scuola. I continui cambiamenti e la complessità del sistema formativo e sociale impongono,
pertanto, una riflessione sul ruolo del docente e degli attori tutti della scuola evidenziando esigenze
formative ineludibili
      Risulta evidente che la formazione del personale scolastico durante tutto l’arco della vita professionale
sia un fattore decisivo per il miglioramento e per l’innovazione del sistema educativo italiano. La legge
107/2015 interviene a sostegno di questa politica proponendo un nuovo quadro di riferimento per lo sviluppo
professionale di tutti gli operatori della scuola. In particolare, la formazione in servizio del personale docente,
“obbligatoria, permanente e strutturale” (comma 124), è ripensata attraverso alcuni passaggi innovativi: a. il
principio dell’obbligatorietà della formazione in servizio in una logica strategica e funzionale al
miglioramento; b. la definizione e il finanziamento di un Piano Nazionale Triennale di formazione; c.
l’inserimento, nel piano triennale dell’offerta formativa di ogni scuola, della ricognizione dei bisogni formativi
e delle conseguenti azioni di formazione da realizzare; d. l’assegnazione ai docenti di una carta elettronica
personale per la formazione e i consumi culturali; e. il riconoscimento della partecipa zione alla ricerca e alla
documentazione di buone pratiche, come criteri per valorizzare e incentivare la professionalità docente.
      In questo scenario, è imprescindibile il forte legame tra bisogni individuali, della scuola e del territorio.
La programmazione degli interventi formativi si basa non solo sulle Direttive ministeriali, ma anche
sull’Autovalutazione di istituto (R.A.V.), sul Piano di miglioramento (P.d.M.), sul Piano Triennale dell’Offerta
formativa il quale indica le azioni formative, rilevate tramite un’indagine conoscitiva, che il nostro Istituto si
impegna a realizzare per tutto il personale.
     Alla luce, tra l’altro, dell’attuazione della “Buona Scuola” con la legge n. 107/2015, che presenta
parecchi punti di criticità che saranno comunque risolti con i decreti attuativi e che presuppone nuove e più
complesse competenze da parte di tutto il personale docente e non, gli interventi di aggiornamento e
formazione in servizio rappresentano una strategia indispensabile per la crescita del personale, per il
conseguimento degli obiettivi educativi e formativi e per un’efficace politica di sviluppo delle risorse umane.
      Per conseguire tali ambiziose finalità, il Piano annuale delle attività di Aggiornamento e Formazione,
destinate ai docenti e al personale tutto della scuola, deliberato dal Collegio docenti sulla base dell’art. 65
del CCNL vigente ed inserito nel PTOF, si avvale delle offerte di formazione promosse dall’Amministrazione
centrale e periferica, di iniziative progettate dalla scuola autonomamente o consorziata in rete, anche in
collaborazione con l’Università, con le Associazioni professionali qualificate, con gli Istituti di Ricerca e con
gli Enti Accreditati.
     In particolare, si ricordano al Collegio le azioni formative previste dall'Istituto Navarro, da svolgere in un
percorso pluriennale e rivolte a:

    -        docenti neoassunti (con impegno a far "crescere" l'attenzione ai processi interni di accoglienza e
         prima professionalizzazione);

                                                         8
-          gruppo di miglioramento (impegnato nelle azioni conseguenti al R.A.V. a al P.d.M.)
    -         docenti impegnati nello sviluppo dei processi di digitalizzazione e innovazione metodologica (nel
           quadro delle azioni definite nel PNSD);
    -          consigli di classe, team docenti, personale comunque coinvolto nei processi di inclusione e
           integrazione e in particolare i docenti di sostegno;
    -           insegnanti impegnati in innovazioni curricolari ed organizzative, prefigurate dall'istituto anche
           relativamente alle innovazioni introdotte dalla legge 107/2015; figure sensibili impegnate a vari livelli
           di responsabilità sui temi di sicurezza, prevenzione, primo soccorso etc.

        Per quanto riguarda il nostro P.d.M., le azioni da porre in essere sono finalizzate all'innovazione e
    miglioramento della didattica, supportata dalle TIC, con una nuova organizzazione di spazi laboratoriali,
    tempi e gruppi classe. Conseguentemente nel Piano annuale delle attività di aggiornamento e di
    formazione dell’Istituto, articolato secondo un ordine di priorità e di fattibilità, è stata avvertita l’esigenza
    di progettare, pianificare e realizzare i seguenti corsi di formazione, previsti per gli anni scolastici 2016-
    2017; 2017-2018 e 2018-2019 ed inseriti nel nostro PTOF:

                            CORSI PREVISTI PER L’ANNO SCOLASTICO 2016/2017

          Corso di formazione sulla didattica per competenze: italiano e matematica

1a- Corso di formazione sulla didattica per competenze per i docenti di tutte le discipline
Finalità             Sviluppare la capacità di progettare percorsi didattici funzionali al
                     perseguimento delle competenze. Il corso, in fase di realizzazione, ha
                     l’obiettivo di potenziare le tecniche di insegnamento favorendo una riflessione
                     sulla metodologia didattica delle varie discipline, anche in verticale. I
                     destinatari sono tutti i docenti. Si utilizzano le metodologie didattiche della
                     lezioni frontali, attività laboratoriali, circle time, lavori di gruppo e ricerca-azione
Destinatari          Docenti di scuola dell’Infanzia, primaria e secondaria di primo grado
Durata               Anno scolastico 2016/2017

          Interventi formativi previsti per l’attuazione del decreto legislativo 81/2008 sulla sicurezza
           nelle scuole: conoscenza del Piano di Gestione dell’Emergenza, elaborato sulla scorta del
           Documento di Valutazione dei Rischi; aggiornamento e formazione delle competenze del
           personale in materia di Primo soccorso e Prevenzione degli incendi

Finalità                   Facilitare la comprensione degli obblighi e delle sanzioni da parte dei diversi
                           attori coinvolti, assicurando la tutela dei lavoratori in ogni campo di attività,
                           pubblica e privata
Destinatari                Docenti e personale ATA responsabili della sicurezza nella scuola
Durata                     Anno scolastico 2015/16 e 2016/2017

          Processo di dematerializzazione e digitalizzazione per assistenti amministrativi e staff
           dirigenza

Finalità                   Realizzare una completa gestione dematerializzata dei documenti e delle
                           comunicazioni e superare la loro gestione cartacea
Destinatari                Assistenti Amministrativi, Staff dirigenza
Durata                     Anno scolastico 2016/2017

          Corso di formazione per l’uso degli strumenti tecnologici presenti a scuola (PNSD)

Finalità                   Sviluppare e potenziare l’innovazione didattica attraverso l’uso delle tecnologie
                           informatiche. Mira a sviluppare e potenziare l’innovazione didattica attraverso
                           l’uso delle tecnologie informatiche. Metodologia didattica, lezione frontale,
                           attività laboratoriali, lavori di gruppo, ricerca-azione, workshop, social-network

                                                           9
saranno le metodologie utilizzate.
Destinatari              Tutti i docenti
Durata                   Anno scolastico 2016/2017

          Formazione per l’uso di applicazioni utili per l’inclusione. (PNSD)

Finalità                 Sviluppare e potenziare l’innovazione didattica attraverso l’uso delle tecnologie
                         informatiche. L'insegnamento individualizzato, la personalizzazione dei
                         percorsi e delle relazioni educative per alunni disabili e con Bisogni speciali da
                         parte del docente di sostegno e quello di posto comune presuppone il
                         possesso di particolari competenze, che saranno sviluppate in parte da
                         iniziative del Centro Territoriale Risorse per l’Handicap, in parte da attività di
                         formazione promosse dalla nostra scuola con presenza di esperti o con
                         l’iscrizione a corsi on –line. È stato già concluso il corso on-line “Dislessia
                         amica”.
Destinatari              Docenti di sostegno, coordinatori e con alunni Bes in classe dei tre ordini di
                         scuola.
Durata                   Anno scolastico 2016/2017

          Corso di formazione sulle competenze digitali del personale docente. Piano nazionale scuola
           digitale (P.N.S.D.)

Finalità                 Promosso dal Ministero nell’ambito del Piano Nazionale per la Scuola Digitale,
                         mira a completare il percorso di formazione già iniziato nello scorso anno
                         scolastico (015-2016) dall’Animatore Digitale e dalle altre figure del T.I.D.
Destinatari              Nel corrente anno saranno coinvolti nella formazione gestita dal Ministero altri
                         9 docenti dei tre ordini presenti nel nostro istituto, due assistenti amministrativi,
                         oltre che il Dirigente Scolastico e il D.S.G.A.
Durata                   Anno scolastico 2016/2017

                          CORSI PREVISTI PER L’ANNO SCOLASTICO 2017/2018

           1 - Corso di formazione per l’uso dei nuovi linguaggi e delle nuove tecnologie. (PNSD)

Finalità                 Sviluppare e potenziare l’innovazione didattica attraverso l’uso delle tecnologie
                         informatiche
Destinatari              Tutti i docenti dei tre ordini di scuola
Durata                   Anno Scolastico 2017/2018

           2 - Formazione per lo sviluppo di competenze relative alla produzione di percorsi didattici
           disciplinari e interdisciplinari con particolare riferimento agli alunni con (DSA) e con bisogni
           educativi speciali

Finalità                 Creare un’effettiva integrazione degli alunni con BES (disabilità, difficoltà di
                         apprendimento, disagio socio-culturale, difficoltà linguistiche) nel sistema
                         scuola e nell’ambiente di vita, da realizzare attraverso lo sviluppo della
                         personalità e l’acquisizione di saperi, competenze, autonomie personali,
                         strumentali e sociali. L'insegnamento individualizzato, la personalizzazione dei
                         percorsi e delle relazioni educative per tali alunni, da parte del docente di
                         sostegno e quello di posto comune, presuppone il possesso di particolari
                         competenze, che saranno sviluppate in parte da iniziative del Centro
                         Territoriale Risorse per l’Handicap, in parte da attività di formazione promosse
                         dalla nostra scuola con presenza di esperti e con corsi a distanza.
Destinatari              Docenti di sostegno e con alunni BES. Docenti interessati ad essere informati
                         sulla tematica dei disturbi specifici dell’apprendimento

                                                        10
Durata                   Anno Scolastico 2017/2018

           3 - Formazione per assistenza non specialistica agli alunni disabili e per l’utilizzo di prodotti
           igienico – sanitari (ATA)

Finalità                 Fornire alcune conoscenze fondamentali per un utilizzo sicuro dei prodotti
                         igienico – sanitari. Assicurare agli alunni diversamente abili il servizio di
                         assistenza non specialistica
Destinatari              Collaboratori scolastici
Durata                   Anno Scolastico 2017/2018

4 - Interventi formativi previsti per l’attuazione del decreto legislativo 81/2008 sulla sicurezza nelle
scuole: conoscenza del Piano di Gestione dell’Emergenza, elaborato sulla scorta del Documento di
Valutazione dei Rischi; aggiornamento e formazione delle competenze del personale in materia di
Primo soccorso e Prevenzione degli incendi, RLS

Finalità                 Facilitare la comprensione degli obblighi e delle sanzioni da parte dei diversi
                         attori coinvolti, assicurando la tutela dei lavoratori in ogni campo di attività,
                         pubblica e privata
Destinatari              Docenti e personale ATA responsabili della sicurezza nella scuola (n.20)
Durata                   Anno Scolastico 2017/2018

                           CORSI PREVISTI PER L’ANNO SCOLASTICO 2018/2019

           Corso di Formazione base all’uso del coding nella didattica. (PNSD)

Finalità                 Sviluppare e potenziare l’innovazione didattica attraverso l’uso delle tecnologie
                         informatiche.
Destinatari              Tutti i docenti dei tre ordini di scuola
Durata                   Anno scolastico 2018/2019

           Formazione per la creazione da parte dei docenti del proprio e-portfolio. (PNSD)

Finalità                 Sviluppare e potenziare l’innovazione didattica attraverso l’uso delle tecnologie
                         informatiche
Destinatari              Tutti i docenti dei tre ordini di scuola
Durata                   Anno scolastico 2018/2019

Il suddetto Piano di Aggiornamento/Formazione d’Istituto, rispondendo ad un’esigenza di flessibilità in linea
con la complessità del sistema formativo in atto, risulta comunque modificabile e aperto ad ogni richiesta o
proposta che in corso d’anno dovesse pervenire da parte del personale scolastico, da Enti o Istituzioni.

    Il Piano nazionale di formazione del personale A.T.A.

       Il M.I.U.R. con il D.D. n. 1443 del 22/12/2016 ha ripartito le risorse per la formazione del personale
ATA. Con la nota n. 40587 del 22/12/2016 ha emanato il Piano di formazione per il personale A.T.A., per
l’a.s. 2016-2017.
     I destinatari delle azioni formative sono le figure del Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi
(D.S.G.A.), gli Assistenti Amministrativi e il Collaboratori scolastici con le seguenti tematiche:
      D.S.G.A.: le tematiche specifiche al profilo professionale e il ruolo del D.S.G.A. nell’organizzazione
scolastica, la collaborazione con gli insegnanti e con il Dirigente scolastico nell’ambito dei processi
d’innovazione della scuola (organico dell’autonomia, piano nazionale di scuola digitale, PTOF, RAV, etc.);
      Assistenti Amministrativi: il servizio pubblico: dalla cultura dell’adempimento alla cultura del risultato,
i contratti e le procedure amministrativo-contabili, la dematerializzazione (fatturazione elettronica, gestione
della trasparenza e dell’albo-online, protocolli in rete, neoassunti, etc.), le procedure digitali sul SIDI;
     Collaboratori scolastici: l’accoglienza, la vigilanza e la comunicazione, l’assistenza agli alunni con
disabilità, la partecipazione alla gestione dell’emergenza e del primo soccorso.

                                                        11
Autoaggiornamento

     La Legge sulla Buona Scuola finanzierà anche per il corrente anno scolastico la formazione in
servizio del personale docente elargendo un bonus di 500 euro, spendibile mediante l’utilizzo della
Carta del docente (Card), per accedere a corsi di formazione, attività culturali varie o acquisto di libri e
hardware e software, riconducibili comunque al miglioramento delle competenze didattiche del
docente.

                                            PROGRAMMA ANNUALE – E.F. 2017

                               LA STRUTTURA DEL PROGRAMMA ANNUALE
          Il programma annuale è stato organizzato ed impostato secondo le linee dettate dalla Regione Sicilia
con Decreto Ass. Reg. ai BB.CC.AA. e P.I. n.895/U.O. IX del 31/12/2001, con integrazioni nel piano dei conti
sia delle entrate che delle uscite di sottovoci identificative degli istituti contrattuali vigenti per lo Stato, per gli
enti e privati al fine di avere momento per momento i dati di monitoraggio voluti dal ministero sia per le
attività che per i progetti per gli enti, comune e privati.
         Il criterio di base è stato quello di attribuire ad ogni progetto sia quelli finanziati dallo Stato che
dall'Unione Europea, da enti pubblici territoriali come Regione e Comune o dagli alunni, le spese a loro
afferenti, evitando di caricare essi di spese improprie. Questa scelta mira ad avere riscontri contabili quanto
più possibili vicini al vero e al fine di ottimizzare gli aspetti economici del servizio scolastico. Il risultato che si
raggiungerà consentirà di ipotizzare sin da adesso un armonico sviluppo del piano di monitoraggio.
          Il programma annuale è stato redatto seguendo le direttive impartite

                  dalla Circolare Ass. Reg. ai BB.CC.AA. e P.I. n.27 del 03/10/2016

                  dalla Circolare M.I.U.R. prot. n.14207 del 29/09/2016

 ENTRATE

A/01 Avanzo di amministrazione €.41.836,68 Così originato:
                                 AVANZO VINCOLATO E.F. 2016
                     STATO                                  REGIONE SICILIA                                   ALTRI
               Specifica                   Importo           Specifica             Importo        Specifica           Importo
Alunni in situazione di handicap          € 1.866,90Manutenzione edifici L.R.        € 27,40Famiglie                   € 21.215,27
                                                     n.15/88
Acquisto libri in comodato d'uso             € 13,06                                         Unione Europea            € 14.926,47
Formazione docenti ed A.T.A.                 € 31,24                                         Atri                       € 1.362,06
Formazione obbligatoria sicurezza e          € 43,21
incremento offerta formativa
Formazione docenti di sostegno              € 213,55
Incremento offerta formativa                 € 18,57
Orientamento scolastico                     € 928,91
                                   Totale € 3.115,44                                 € 27,40                           € 37.503,80
                           Totale avanzo vincolato               € 40.615,51
               AVANZO NON VINCOLATO E.F. 2016
Stato                                                                    € 72,55
Regione Sicilia                                                    € 1.117,49
                                             Totale               € 1.190,00

A/02/01 Dotazione ordinaria €.59.249,06

                                                                 12
Tale somma è quella determinata nella nota M.I.U.R. prot. n.14207 del 29/09/2016 sopra indicata così
ripartita:
     €. 120,00 quale quota per alunno diversamente abile
     €.59.129,06 quota per servizi di pulizia ex L.S.U.
A/03/01 Dotazione ordinaria Regione Sicilia €. 6.654,96
60% della dotazione dell’assegnazione accertata nell’anno precedente, come da Circolare Ass. Reg. ai
BB.CC.AA. e P.I. n.27 del 03/10/2016 sopra citata

A/05 Contributi da privati

      –   A/05/02 Famiglie vincolati €2.604,20 così suddivisi: €.19,60 assicurazione alunni a.s. 2016/17 ed
          €.2.584,60 acconto viaggi d'istruzione a.s. 16/17
      –   A/05/04 Altri vincolati: €.382,20 assicurazione personale docente ed A.T.A. a.s. 16/17

A/07/1 Interessi attivi €.31,05

      –   €.31,01 interessi e.f. 2016 maturati sul c/c postale
      –   €. 0,04 interessi e.f. 2016 maturati sul conto di tesoreria unica presso Banca d'Italia

Le entrate sopra esposte ed i relativi impegni di spesa sono evidenziati nel prospetto analitico
sottostante

                                                            ENTRATE
Aggregazione 01
                                                     Descrizione
  1       1    Avanzo Non vincolato
  1       1 1 Avanzo non vincolato Stato                                                                   72,55
  1       1 2 Avanzo non vincolato Regione Sicilia                                                      1.117,49
  1       1 3 Avanzo non vincolato Altri
  1       2    Avanzo Vincolato
  1       2 1 Avanzo vincolato Stato                                                                   3.115,44
  1       2 2 Avanzo vincolato Regione Sicilia                                                            27,40
  1       2 3 Avanzo vincolato altri                                                                  37.462,67
                            TOTALE Aggregazione 01                                                    41.795,55
Aggregazione 02
Aggr. Voce Sv.                         Descrizione
  2    1       Dotazione Ordinaria                                                                    59.249,06
  2    2       Dotazione perequativa
  2    3       Altri finanziamenti non vincolati
  2    4       Altri finanziamenti vincolati
  2    5       Fondo Aree Sottoutilizzate FAS
                            TOTALE Aggregazione 02                                                    59.249,06
Aggregazione 03
                                      Descrizione
  3       1   Dotazione Ordinaria (regione)                                                             6.654,96
  3       2   Dotazione perequativa (regione)
  3       3   Altri finanziamenti non vincolati (regione)
  3       4   Altri finanziamenti vincolati (regione)
                                  TOTALE Aggregazione 03                                                6.654,96
Aggregazione 04
                                   Descrizione

                                                            13
4     1      Unione Europea
  4     2      Provincia non vincolati
  4     3      Provincia vincolati
  4     4      Comune non vincolati
  4     5      Comune vincolati
  4     6      Altre istituzioni
                               TOTALE Aggregazione 04                                                 0,00
Aggregazione 05
Aggr. Voce Sv.                        Descrizione
  5    1       Famiglie non vincolati
  5    2       Famiglie vincolati                                                                 2.604,20
  5     3      Altri non vincolati
  5     4      Altri vincolati                                                                      382,20
                         TOTALE Aggregazione 05                                                   2.986,40

Aggregazione 06
                                                     Descrizione
  6     1     Azienda agraria
  6     2     Azienda speciale
  6     3     Attività per conto terzi
  6     4     Attività convittuale
                                     TOTALE Aggregazione 06
Aggregazione 07
                                                    Descrizione
                                                                               Anno corrente
  7     1     Interessi                                                                              31,05
  7     2     Rendite
  7     3     Alienazione di beni
  7     4     Diverse
                              TOTALE Aggregazione 07                                                 31,05
Aggregazione 08
                                                     Descrizione
                                                                               Anno corrente
  8     1      Mutui
  8     2      Anticipazioni
                                     TOTALE Aggregazione 08
                                     TOTALE ENTRATE                                            110.758,15

                                                                       SPESE
Aggregazione A
Aggr Voce Sv.                       Descrizione
 A A01        Funzionamento amministrativo generale
 A A01 1 Spese generali di funzionamento a carico Regione Sicilia                                  6.436,01
              Manutenzione edifici scolastici - L.R. 15/88 - Regione
 A A01 2                                                                                             27,40
              Sicilia
 A A01 3 Assicurazione alunni, personale docente ed A.T.A.                                         3.278,10
 A A01 4 Revisori dei conti                                                                        1.117,49
 A A01 5 Spese di funzionamento con fondi statali                                                     72,55
 A A01 6 Residui- restituzione economie per supplenze brevi al

                                                            14
31/12/2012
 A      A01 99 Anticipo al DSGA per minute spese
 A      A02    Funzionamento didattico generale

 A      A02    1
             Spese finanziate con fondi delle famiglie                                                 4.406,97
 A      A02    2
             Spese per alunni in situazione di handicap                                                1.986,90
 A      A02    3
             Spese per viaggi d'istruzione                                                            16.516,60
 A      A02    4
             Acquisto libri in comodato d'uso                                                             13,06
 A      A03  Spese di personale
 A      A031 Spese per appalti di pulizia ex L.S.U.                                                   59.129,06
 A      A032 Incremento offerta formativa                                                                 93,02
 A      A033 Formazione docenti di sostegno                                                              213,55
 A      A04  Spese di investimento
 A      A041 Attrezzature multimediali e sussidi tecnologici
 A      A05  Manutenzione edifici
 A      A051 Manutenzione edifici a carico Enti Locali – art 3 L.R. n.23/96                                0,00
                                           TOTALE Aggregazione A                                     93.290,71
 Aggregazione P
                                         Descrizione
Aggr.   Voce Sv.                                                              Anno corrente
 P      P01      Orientamento scolastico                                                                 928,91
 P      P02      10.8.1.A1-FESRPON-SI-2015-512                                                        14.926,47
 P      P03      Residui rete nazionale “Coro voci bianche“
 P      P04      Residui “Insieme per prevenire“

                                              TOTALE Aggregazione P                                   15.855,38
Aggregazione G

Aggr.   Voce Sv. Descrizione                                                  Anno corrente
 G      G01      Azienda agraria
 G      G02      Azienda speciale
 G      G03      Attività per conto terzi
 G      G04      Attività convittuale
                                             TOTALE Aggregazione G
Aggregazione R

Aggr. Voce Sv. Descrizione                                                    Anno corrente
 R R98         Fondo riserva                                                                             250,00
                                       TOTALE Aggregazione R                                            250,00
Aggregazione Z

Aggr. Voce Sv. Descrizione                                                    Anno corrente
 Z Z01         Disponibilità finanziaria da programmare                                                1.362,06

                                                   TOTALE SPESE                                     110.758,15

                                                              ATTIVITA’

L'area A01 (funzionamento amministrativo generale, a finanziamento regionale e comunale) è stato
identificato come il centro di costo degli uffici di segreteria e delle spese generali di funzionamento per un
importo presunto di €.10.931,55.
Per l’attività AO2 (funzionamento didattico generale finanziato con fondi delle famiglie degli alunni e dello
Stato) con uno schema di aggregazioni per il funzionamento didattico, è stata fatta una previsione totale di
€.22.923,53.

                                                                 15
Le spese di personale, area AO3 con tutti gli istituti contrattuali, verranno gestite in una ottica di budget, in
armonia con quanto verrà concordato in sede di contrattazione d'istituto con una ottimizzazione dei costi
relativi e della qualità del servizio erogato per un importo di previsione di €.59.435,63.
Le spese dell’area AO5 spese manutenzione edifici scolastici non è stato previsto alcun importo, eventuali
accreditamenti verranno inseriti all’atto dell’introito.
P Progetti: è stato previsto un totale di spesa di € 15.855,38.
R Fondo di riserva: è stato previsto €.250,00.
Z Disponibilità da programmare: è stata prevista la somma di €.1.362,06, derivante dalla somma dei residui
attivi n.31_2015 di €.21,37, n.33_2015 di €.83,84, 36_2015 di €.842,09, n.49_2016 di €373,63 in attesa della
loro effettiva riscossione, più €41,13 di incerta collocazione.
Totale generale del programma annuale 2017 inserito nel mod. A di €.110.758,15.
In aggiunta a quanto sopra esposto le somme riguardanti il F.I.S. verranno gestite mediante “Cedolino
Unico”.

         STRUMENTI DI MONITORAGGIO E DI VERIFICA DELLE ATTIVITA’ PROGETTUALI

         La valutazione delle attività e progetti previsti dal presente Programma annuale sarà condotta nelle
sedi collegiali tenendo in considerazione i seguenti indicatori:
•   Valenza culturale individuata dal Collegio dei Docenti;
•   Coinvolgimento di allievi diversamente abili e condizioni caratterizzanti le pari opportunità;
•   Esportabilità del progetto stesso;
•   Parametri di successo attesi.

    Gli stessi indicatori saranno utilizzati per il monitoraggio in itinere.
    La verifica dell’attività progettuale e la valutazione sulla qualità dell’intervento, in coerenza con quanto
previsto dalle vigenti norme di legge, sarà effettuata tenendo conto degli obiettivi attesi e la misura del loro
raggiungimento. Le verifiche finali di ogni processo, in coerenza con gli obiettivi prefissati, saranno effettuate
con il metodo dell'autoanalisi da parte dei protagonisti (con costante monitoraggio in itinere e puntuali
informazioni alla dirigenza circa ogni aspetto problematico).

        La liquidazione di eventuali compensi avverrà a consuntivo e previa verifica della corrispondenza
sostanziale fra i risultati attesi e quelli effettivamente conseguiti.

                                                        CONCLUSIONI

          Tanto premesso, si propone alla Giunta Esecutiva e, dopo l'approvazione di questa, al Consiglio
d’Istituto di approvare il Programma Annuale E.F. 2017.
         S’invitano, inoltre, i docenti e i non docenti ad adoperarsi per la migliore riuscita del programma nel
rispetto delle indicazioni ivi contenute.
        Ribera 23/01/2017
                                                                               Il Dirigente Scolastico
                                                                               Dott.ssa Paola Triolo

                                                          16
Puoi anche leggere
DIAPOSITIVE SUCCESSIVE ... Annulla