PIANO TRIENNALE DELL'OFFERTA FORMATIVA - TRIENNIO 2019/2022 - Scuola Moro Barletta

 
PIANO TRIENNALE DELL'OFFERTA FORMATIVA - TRIENNIO 2019/2022 - Scuola Moro Barletta
PIANO TRIENNALE
DELL’OFFERTA FORMATIVA
     TRIENNIO 2019/2022
PIANO TRIENNALE DELL'OFFERTA FORMATIVA - TRIENNIO 2019/2022 - Scuola Moro Barletta
Il Piano Triennale dell’Offerta Formativa della scuola MORO è stato
 elaborato dal collegio dei docenti nella seduta del 14/12/2018 sulla base
dell’atto di indirizzo del dirigente prot. 2078/A19 del 12/10/2018 ed è stato
approvato dal Consiglio di Istituto nella seduta del 14/12/2018 con delibera
                                      n. 70

           Annualità di riferimento dell’ultimo aggiornamento:
                                 2019/20

                          Periodo di riferimento:
                             2019/20-2021/22

                                     1
Indice                                  PTOF - 2019/20-2021/22
                                                                    MORO

            INDICE SEZIONI PTOF

                     1.1. Analisi del contesto e dei bisogni del
                           territorio
LA SCUOLA E IL SUO   1.2. Caratteristiche principali della scuola

CONTESTO             1.3. Ricognizione attrezzature e
                           infrastrutture materiali
                     1.4. Risorse professionali

                     2.1. Priorità desunte dal RAV
                     2.2. Obiettivi formativi prioritari (art. 1,
LE SCELTE
                           comma 7 L. 107/15)
STRATEGICHE          2.3. Piano di miglioramento
                     2.4. Principali elementi di innovazione

                     3.1. Traguardi attesi in uscita
                     3.2. Insegnamenti e quadri orario
                     3.3. Curricolo di Istituto
L'OFFERTA            3.4. Iniziative di ampliamento curricolare

FORMATIVA            3.5. Attività previste in relazione al PNSD
                     3.6. Valutazione degli apprendimenti
                     3.7. Azioni della Scuola per l'inclusione
                           scolastica

                       2
Indice                            PTOF - 2019/20-2021/22
                                                            MORO

                 4.1. Modello organizzativo
                 4.2. Organizzazione Uffici e modalità di
                       rapporto con l'utenza
                 4.3. Reti e Convenzioni attivate
ORGANIZZAZIONE
                 4.4. Piano di formazione del personale
                       docente
                 4.5. Piano di formazione del personale
                       ATA

                   3
LA SCUOLA E IL                                       PTOF - 2019/20-2021/22
       SUO CONTESTO                                                                    MORO

            LA SCUOLA E IL SUO CONTESTO

            ANALISI DEL CONTESTO E DEI BISOGNI DEL TERRITORIO

La Scuola Secondaria di primo grado “R. Moro” è un luogo di ricerca, di esperienza

sociale e di dialogo ispirato ai valori democratici e alla crescita della persona in tutte le

dimensioni. Ubicato nel quartiere Settefrati, l'Istituto è situato in una realtà socio-

culturale particolarmente varia: le famiglie degli alunni sono costituite da operai,

impiegati, commercianti e professionisti. Negli ultimi anni la zona si è arricchita di

nuove costruzioni di edilizia privata, con la conseguente formazione di un tessuto

sociale eterogeneo dovuto alla coesistenza di famiglie di vario livello sociale,

economico e culturale.

Alla scuola secondaria di I grado “R. Moro” si rivolge, pertanto, un’utenza scolastica

culturalmente ed economicamente variegata che si esprime nella domanda di

istruzione e formazione orientata al proseguimento degli studi verso tutti i tipi di

scuole, dai Licei agli Istituti Professionali.

Nel circondario esistono poche agenzie culturali consolidate e collaudate, ad

eccezione degli oratori parrocchiali e delle strutture private, le quali offrono

opportunità ludico-sportive. Pertanto la Scuola intende essere un punto di riferimento

per la comunità territoriale attraverso l'offerta di attività extrascolastiche rivolte non

solo agli alunni ma anche alle famiglie utilizzando accordi di rete e collaborazioni con

agenzie esterne. L’Istituto è completamente adeguato alle norme di sicurezza vigenti

e dispone di diversi laboratori e aule multimediali, adeguatamente attrezzati, che

rappresentano un'opportunità per la scuola in quanto permettono di programmare

attività extracurricolari in cui coinvolgere l'utenza.

                                                 4
LA SCUOLA E IL                                            PTOF - 2019/20-2021/22
         SUO CONTESTO                                                                         MORO

                      CARATTERISTICHE PRINCIPALI DELLA SCUOLA

                                   MORO (ISTITUTO PRINCIPALE)

Ordine scuola                                         SCUOLA SECONDARIA I GRADO

Codice                                                BAMM08100D

                                                      VIA MONS. R. DIMICCOLI, S.N. BARLETTA 76121
Indirizzo
                                                      BARLETTA

Telefono                                              0883526144

Email                                                 BAMM08100D@istruzione.it

Pec                                                   bamm08100d@pec.istruzione.it

Sito WEB                                              www.scuolamorobarletta.it

Numero Classi                                         22

Totale Alunni                                         523

Approfondimento

         La scuola, nella prima annualità del triennio 2019/2022, a seguito dell'approvazione
         del Piano di dimensionamento della rete scolastica a.s. 2019/2020 della Regione
         Puglia, avrà un Dirigente reggente per il quarto anno consecutivo, avendo l'Ente
         regionale recepito la richiesta degli organi collegiali di avere la possibilità di
         recuperare l'autonomia, considerata un valore per il ruolo svolto dall'Istituto sul
         territorio come delineato nella sezione "Analisi del contesto". A tal fine si ritiene utile
         riportare le motivazioni di tale richiesta:

         il Collegio dei Docenti ha individuato le seguenti motivazioni a sostegno della
         proposta di salvaguardia dell’autonomia scolastica dell’Istituto, nella sua personalità
         giuridica:

             ·         E’ indispensabile considerare le caratteristiche socio-economico-

                                                  5
LA SCUOLA E IL                                             PTOF - 2019/20-2021/22
SUO CONTESTO                                                                         MORO

        culturali del bacino di utenza dell’Istituto, che si inserisce nella porzione
        zona Maranco del quartiere Settefrati in cui è in atto una trasformazione
        determinata dall’espansione edilizia        che richiede il mantenimento di
        un’Istituzione scolastica che ha sempre costituito un sicuro punto di
        riferimento territoriale. Si pensi che nella zona delimitata dalle vie Regina
        Margherita, Antonio Violante, Lungomare Pietro Paolo Mennea e Luigi
        Dicuonzo non vi è alcuna pubblica Istituzione, scuola, parrocchia, centro
        culturale se non la Scuola Secondaria di I grado Renato Moro;

    ·       La Scuola Secondaria di I grado “R. Moro” è collocata in un quartiere che
        ha registrato negli ultimi anni una notevole espansione edilizia, tutt’ora in
        atto, che fa facilmente prevedere un incremento demografico relativamente
        al bacino d'utenza su cui insiste l'Istituto, confermato anche dal trend positivo
        di iscrizioni alla classe prima rispetto al precedente anno scolastico

                                  Alunni classi
                                  prime n°

                   a.s.           166
                   2017/2018

                   a.s.           174
                   2018/2019

    ·       La struttura scolastica possiede la capacità ricettiva di un Istituto
        autonomo, capace di ospitare ben oltre i 600 alunni, garantendo altresì la
        presenza di numerosi laboratori e pertanto capace di garantire una offerta
        formativa di qualità anche in termini di risorse strutturali;

    ·       Si ritiene che l'attuale dimensionamento debba tener conto non solo dei
        dati quantitativi riferiti al numero di studenti iscritti, ma anche del contesto
        socio-economico-culturale del territorio in cui la scuola è collocata e del tasso
        di dispersione degli studenti;

    ·       Considerato che il 10% circa della popolazione scolastica è costituita da
        Bisogni Educativi Speciali (BES), risulta irrinunciabile avere una conduzione
        autonoma al fine di “progettare e realizzare interventi di educazione,
        formazione e istruzione mirati allo sviluppo della persona umana, adeguati ai
        diversi contesti, alla domanda delle famiglie e alle caratteristiche specifiche
        dei soggetti coinvolti, al fine di garantire il loro successo formativo”;

                                          6
LA SCUOLA E IL                                           PTOF - 2019/20-2021/22
      SUO CONTESTO                                                                          MORO

       Inoltre, si ritiene che l'istituzione dell'I.C. “Musti–Dimiccoli”, che insiste sullo stesso
       bacino d'utenza della Scuola Secondaria di I grado “R. Moro” ed in particolare delle
       classi di scuola secondaria presso la sede centrale di via Musti, abbia determinato
       uno squilibrio la cui diretta conseguenza è stata la perdita di quella parte di utenza
       che avrebbe garantito alla Scuola Moro una popolazione stabile nel tempo e
       sufficiente per il mantenimento dell’autonomia scolastica. A suo tempo l'istituzione di
       tale comprensivo è stata fatta senza considerare il gradimento da parte dell’utenza
       della collocazione delle classi in particolare nel plesso di via Mura del Carmine. Ne è
       riprova il trend indiscusso delle iscrizioni dalla Scuola Musti-Dimiccoli alla Scuola
       Renato Moro che garantisce migliori condizioni strutturali. Con l’accorpamento delle
       classi di scuola secondaria di I grado della Musti-Dimiccoli alla Renato Moro, non solo
       verrebbe salvaguardata l'autonomia delle Istituzioni scolastiche del I ciclo presenti sul
       territorio cittadino, le quali rappresentano una risorsa per il Comune e i suoi abitanti,
       ma sarebbe anche garantita una migliore gestione del servizio di istruzione grazie ad
       una distribuzione più razionale e omogenea degli alunni sul territorio cittadino.

      RICOGNIZIONE ATTREZZATURE E INFRASTRUTTURE MATERIALI

Laboratori               Con collegamento ad Internet                                           3

                         Disegno                                                                1

                         Informatica                                                            1

                         Lingue                                                                 1

                         Musica                                                                 1

                         Scienze                                                                1

                         Aula di sostegno                                                       1

                         Laboratorio mobile                                                     1

                                               7
LA SCUOLA E IL                                                 PTOF - 2019/20-2021/22
       SUO CONTESTO                                                                      MORO

Biblioteche                  Classica                                                        1

Aule                         Magna                                                           1

                             Proiezioni                                                      1

                             Teatro                                                          1

Strutture sportive           Palestra                                                        1

Attrezzature
                             PC e Tablet presenti nei Laboratori                            45
multimediali

                             LIM e SmartTV (dotazioni multimediali)
                                                                                             2
                             presenti nei laboratori

                             PC e Tablet presenti nelle Biblioteche                          5

                             LIM e SmartTV (dotazioni multimediali)
                                                                                             1
                             presenti nelle Biblioteche

                             Proiettore - impianto audio e luci
                                                                                             1
                             auditorium

Approfondimento
              • Presidenza
              • Uffici di segreteria
              • Aula magna, fornita di un palcoscenico fisso, utilizzata per le riunioni e
                attività di drammatizzazione.
              • Biblioteca informatizzata per il territorio, dotata di n. 4 PC, n.1 stampante e
                n.1 LIM utilizzata per la consultazione e il prestito dei libri.
              • Palestra
              • Archivio
              • Sala docenti, dotata di n. 2 PC
              • Laboratorio di musica, dotato di n.1 Computer con stampante, n.1

                                                    8
LA SCUOLA E IL                                            PTOF - 2019/20-2021/22
    SUO CONTESTO                                                                          MORO

            pianoforte digitale, batteria, n. 15 chitarre classiche, strumentario Orff, n.
            5 tastiere, n. 1 basso, n. 1 chitarra elettrica, impianti di amplificazione,
            radioregistratori ed un mini impianto Hi-Fi.
          • Laboratorio Scientifico, dotato di attrezzature per esperimenti, reagenti e
            microscopi ottici e digitali, scheletro umano, lavagna interattiva
            multimediale, computer, videoproiettore
          • Aula per le attività artistico-espressive, utilizzata per le attività curricolari
            ed integrative dagli insegnanti di Arte ed immagine
          • Ambulatorio
          • Aula di sostegno
          • Laboratorio linguistico-multimediale, dotato di n. 24 postazioni PC collegati
            in rete, Lim con videoproiettore, stampante laser, televisore al plasma.
          • Lim (10 di cui 6 nelle aule, 1 nel Laboratorio Linguistico multimediale, , 1
            nel Laboratorio Scientifico e 1 in Biblioteca
          • Postazione mobile, dotata di 20 tablet e risponditori

                             RISORSE PROFESSIONALI

Docenti                                            44
Personale ATA                                      10

                                  Distribuzione dei docenti

                                                 Distribuzione dei docenti a T.I. per anzianità
Distribuzione dei docenti per tipologia di
                                                 nel ruolo di appartenenza (riferita all'ultimo
                contratto
                                                                    ruolo)

                                             9
LA SCUOLA E IL        PTOF - 2019/20-2021/22
SUO CONTESTO                            MORO

                 10
LE SCELTE                                              PTOF - 2019/20-2021/22
     STRATEGICHE                                                                       MORO

                   LE SCELTE STRATEGICHE

                            PRIORITÀ DESUNTE DAL RAV

Aspetti Generali

          La nostra Vision, elaborata e condivisa dall’intero Collegio Docenti, è quella

          di formare cittadini autonomi, responsabili e competenti attraverso il

          perseguimento delle priorità e degli obiettivi individuati nel Rapporto di Auto

          Valutazione

          Una scuola che ponga gli alunni nelle migliori condizioni per esprimere se

          stessi, accogliendoli, guidandoli e accompagnandoli nel percorso di crescita

          personale e sollecitando la partecipazione di tutti.

          Fonte di ispirazione fondamentale del Piano Triennale dell’Offerta Formativa

          della Scuola Secondaria di I grado “R. Moro” sono gli artt. 3, 33 e 34 della

          Costituzione italiana; pertanto, in ottemperanza delle linee direttrici stabilite

          dai suddetti articoli (promozione dell’uguaglianza formale e sostanziale dei

          cittadini e caratteristiche specifiche della scuola), considerando le finalità

          generali , tratte direttamente dalla legge 107 art.1, comma 1, e adeguate al

          tempo stesso al proprio contesto sociale e culturale, nonché le Indicazioni per

          il Curricolo per la Scuola del primo ciclo di istruzione, tale Istituzione si

          propone principalmente di:

                   -Affermare il ruolo centrale della scuola nella società della conoscenza

                   -Innalzare i livelli di istruzione e le competenze delle studentesse e

                                            11
LE SCELTE                                                     PTOF - 2019/20-2021/22
      STRATEGICHE                                                                                 MORO

                   degli studenti, rispettandone i tempi e gli stili di apprendimento

                   -Contrastare le diseguaglianze socio-culturali e territoriali

                   -Prevenire e recuperare l'abbandono e la dispersione scolastica

                   -Realizzare una scuola aperta, quale laboratorio permanente di

                   ricerca, sperimentazione e innovazione didattica, di partecipazione e

                   di educazione alla cittadinanza attiva

                   -Garantire il diritto allo studio, le pari opportunità di successo

                   formativo e di istruzione permanente dei cittadini

PRIORITÀ E TRAGUARDI

Risultati Scolastici

      Priorità
      Innalzamento delle percentuali delle fasce alte (8 - 9 - 10 - 10 e lode)
      Traguardi
      Elevare in percentuale - su base 28,2 dell'a.s. 2014/15 - il numero degli alunni che
      superano gli esami con valutazione alta

      Priorità
      Riduzione della variabilita' degli esiti scolastici tra le classi dell'Istituto
      Traguardi
      Perequare i risultati scolastici raggiunti dagli studenti dei diversi corsi alla fine del
      triennio

      OBIETTIVI FORMATIVI PRIORITARI (ART. 1, COMMA 7 L. 107/15)

ASPETTI GENERALI

     Considerando che “Le finalità della scuola devono essere definite a partire
     dalla persona che apprende, con l’originalità del suo percorso individuale e le
     aperture offerte dalla rete di relazioni che la legano alla famiglia e agli ambiti

                                                 12
LE SCELTE                                                 PTOF - 2019/20-2021/22
    STRATEGICHE                                                                                MORO

    sociali.” (Indicazioni nazionali 2012), tale Istituzione pone come imprescindibile
    la centralità dello studente nell’azione educativa in tutti i suoi aspetti: cognitivi,
    affettivi, relazionali, corporei, estetici, etici, spirituali, religiosi.

    Pertanto, accanto al profilo dello studente, delineato nelle succitate Indicazioni
    Nazionali, il nostro Istituto, per la realizzazione del progetto formativo della
    scuola, individua come prioritari gli obiettivi formativi indicati di seguito
    (legge 107/2015, art.1, comma 7).

    Tali obiettivi sono stati selezionati e ordinati dal Collegio Docenti, sulla base
    dell’Atto di indirizzo redatto dal Dirigente Scolastico. Essi tengono conto
    dell’identità dell’istituto, delle linee educative poste in essere nei precedenti
    anni scolastici, delle criticità emerse dal Rapporto di Autovalutazione e delle
    prospettive delineate nelle linee essenziali del Piano di Miglioramento.

OBIETTIVI FORMATIVI INDIVIDUATI DALLA SCUOLA

         1 ) valorizzazione e potenziamento delle competenze linguistiche, con
         particolare riferimento all'italiano nonché alla lingua inglese e ad altre lingue
         dell'Unione europea, anche mediante l'utilizzo della metodologia Content
         language integrated learning

         2 ) potenziamento delle competenze matematico-logiche e scientifiche

         3 ) potenziamento delle competenze nella pratica e nella cultura musicali,
         nell'arte e nella storia dell'arte, nel cinema, nelle tecniche e nei media di
         produzione e di diffusione delle immagini e dei suoni, anche mediante il
         coinvolgimento dei musei e degli altri istituti pubblici e privati operanti in tali
         settori

         4 ) sviluppo delle competenze in materia di cittadinanza attiva e democratica
         attraverso la valorizzazione dell'educazione interculturale e alla pace, il rispetto
         delle differenze e il dialogo tra le culture, il sostegno dell'assunzione di
         responsabilità nonché della solidarietà e della cura dei beni comuni e della
         consapevolezza dei diritti e dei doveri; potenziamento delle conoscenze in
         materia giuridica ed economico-finanziaria e di educazione

                                             13
LE SCELTE                                                  PTOF - 2019/20-2021/22
STRATEGICHE                                                                             MORO

     all'autoimprenditorialità

     5 ) sviluppo delle competenze digitali degli studenti, con particolare riguardo al
     pensiero computazionale, all'utilizzo critico e consapevole dei social network e
     dei media nonché alla produzione e ai legami con il mondo del lavoro

     6 ) potenziamento delle metodologie laboratoriali e delle attività di laboratorio

     7 ) prevenzione e contrasto della dispersione scolastica, di ogni forma di
     discriminazione e del bullismo, anche informatico; potenziamento
     dell'inclusione scolastica e del diritto allo studio degli alunni con bisogni
     educativi speciali attraverso percorsi individualizzati e personalizzati anche con
     il supporto e la collaborazione dei servizi socio-sanitari ed educativi del territorio
     e delle associazioni di settore e l'applicazione delle linee di indirizzo per favorire
     il diritto allo studio degli alunni adottati, emanate dal Ministero dell'istruzione,
     dell'università e della ricerca il 18 dicembre 2014

     8 ) valorizzazione della scuola intesa come comunità attiva, aperta al territorio e
     in grado di sviluppare e aumentare l'interazione con le famiglie e con la
     comunità locale, comprese le organizzazioni del terzo settore e le imprese

     9 ) valorizzazione di percorsi formativi individualizzati e coinvolgimento degli
     alunni e degli studenti

                        PIANO DI MIGLIORAMENTO

PROGETTARE, REALIZZARE E VALUTARE PROVE AUTENTICHE
 Descrizione Percorso

 La competenza si presenta come un costrutto sintetico, nel quale
 confluiscono diversi contenuti di apprendimento – formale, non formale ed
 informale – insieme a una varietà di fattori individuali che attribuiscono alla
 competenza un carattere squisitamente personale. Spostare l’attenzione
 sulle competenze non significa trascurare il ruolo determinante che tutti i
 risultati di apprendimento, identificati principalmente nelle conoscenze e
 nelle abilità, svolgono in funzione di esse. Non è infatti pensabile che si

                                         14
LE SCELTE                                            PTOF - 2019/20-2021/22
STRATEGICHE                                                                    MORO

possano formare delle competenze in assenza di una sicura padronanza
delle strumentalità di base. La competenza costituisce il livello di uso
consapevole e appropriato di tutti gli oggetti di apprendimento, ai quali si
applica con effetti elaborativi, metacognitivi e motivazionali, in grado di
favorirne l’acquisizione. La certificazione delle competenze richiede, pertanto,
un’azione didattica incisiva e specifica e una corretta e diffusa cultura della
valutazione. Ciò vuol dire adeguare le tre operazioni che sostanziano
l’insegnamento: progettazione, attività didattica in classe, valutazione.
L’azione didattica non può limitarsi ad una prospettiva esclusivamente
disciplinare; i contenuti, proprio per abituare gli alunni a risolvere situazioni
problematiche complesse e inedite, devono essere caratterizzati da maggiore
trasversalità ed essere soggetti ad un’azione di ristrutturazione continua da
parte degli alunni, facendo ricorso anche a modalità di apprendimento
cooperativo e laboratoriale, capaci di trasformare la classe in una piccola
comunità di apprendimento. Ai fini dello sviluppo delle competenze, la
modalità più efficace è quella che vede l’apprendimento situato e distribuito,
collocato cioè in un contesto il più possibile reale e ripartito tra più elementi e
fattori di comunicazione (materiali cartacei, virtuali, compagni, insegnante,
contesti esterni e interni alla scuola, ecc.). Si rende, pertanto, necessario
ripensare il modo di “fare scuola”, integrando la didattica dei contenuti e dei
saperi – riferiti ai nuclei fondanti delle discipline – con modalità interattive e
costruttive di apprendimento. Fondando il proprio insegnamento su
esperienze significative che mettono in gioco contenuti e procedure che
consentano di “imparare facendo”, i docenti rendono l’alunno protagonista
del processo di acquisizione delle competenze. Compiti di realtà e progetti
però hanno dei limiti in quanto per il loro tramite noi possiamo cogliere la
manifestazione esterna della competenza, ossia la capacità dell’allievo di
portare a termine il compito assegnato con la presentazione del prodotto
finale, ma veniamo ad ignorare tutto il processo che compie l’alunno per
arrivare a dare prova della sua competenza. Per questi motivi, per verificare il
possesso di una competenza è necessario fare ricorso anche ad osservazioni
sistematiche che permettono agli insegnanti di rilevare il processo, ossia le
operazioni che compie l’alunno per interpretare correttamente il compito, per

                                     15
LE SCELTE                                                    PTOF - 2019/20-2021/22
   STRATEGICHE                                                                                MORO

   coordinare conoscenze e abilità già possedute, per ricercarne altre, qualora
   necessarie, e per valorizzare risorse esterne (libri, tecnologie, sussidi vari) e
   interne (impegno, determinazione, collaborazioni dell’insegnante e dei
   compagni). Per rispondere a queste esigenze e per legittimare la
   certificazione delle competenze al termine del I ciclo di Istruzione, i
   Dipartimenti per Assi Culturali progettano UDA interdisciplinari e trasversali.
   Prove in situazione, compiti di realtà da fare affrontare a tutti gli alunni e
   tutte le alunne dell'Istituto. Questo percorso si interseca con il progetto,
   nell'ambito del PNSD, "Future classroom lab" che prevede la creazione di
   uno spazio laboratoriale, collaborativo e attivo, integrato dalla tecnologia, che
   offra agli alunni un contesto e delle risorse adeguate per esercitare le
   competenze. L'Istituto ha partecipato con una propria progettazione
   all'Avviso    Pubblico        del    MIUR   per    la    realizzazione     di   ambienti   di
   apprendimento innovativi Prot. n.                 30562 del 27/11/2018. L'eventuale
   posizionamento della Scuola in posizione utile nella graduatoria permetterà
   di arricchire il laboratorio con tecnologia ed arredi innovativi.

   "OBIETTIVI DI PROCESSO COLLEGATI AL PERCORSO"
        "OBIETTIVI DI PROCESSO" CURRICOLO, PROGETTAZIONE E VALUTAZIONE
                "Obiettivo:" Progettare e realizzare prove autentiche in tutte le classi
                dell'istituto.

                      "PRIORITÀ COLLEGATE ALL’OBIETTIVO"

                      » "Priorità" [Risultati scolastici]
                        Innalzamento delle percentuali delle fasce alte (8 - 9 - 10 - 10 e
                        lode)

                      » "Priorità" [Risultati scolastici]
                        Riduzione della variabilita' degli esiti scolastici tra le classi
                        dell'Istituto

ATTIVITÀ PREVISTA NEL PERCORSO: COMPETENZE IN GIOCO

                                               16
LE SCELTE                                              PTOF - 2019/20-2021/22
    STRATEGICHE                                                                         MORO

 Tempistica prevista per la                                  Soggetti Interni/Esterni
                                      Destinatari
  conclusione dell'attività                                          Coinvolti

         01/05/2022                    Studenti                       Docenti

                                                                        ATA

                                                                     Studenti

Responsabile

Funzione strumentale area 1 - Coordinamento dell’Offerta Formativa e del Piano
Triennale dell’Offerta Formativa.

Risultati Attesi

    • Favorire la didattica per competenze, intesa come progettazione che mette al
      centro trasversalità, condivisione e cocreazione, e come azione didattica
      caratterizzata da esplorazione, esperienza, riflessione, autovalutazione,
      monitoraggio e valutazione;

    • Promozione della valutazione autentica.

  INCLUSIONE E DIFFERENZIAZIONE
    Descrizione Percorso

    Per migliorare gli esiti formativi degli alunni, saranno proposte attività di
    potenziamento, consolidamento e di recupero volte a favorire la crescita
    umana, culturale e sociale degli alunni. Tali interventi saranno attuati sia in

                                          17
LE SCELTE                                                   PTOF - 2019/20-2021/22
   STRATEGICHE                                                                               MORO

   orario curricolare, grazie ad attività di individualizzazione dei percorsi di
   apprendimento realizzate in itinere e durante le pause didattiche, sia in
   orario extra-curricolare con la partecipazione a progetti di recupero –
   potenziamento previsti nel PTOF.

   Inoltre, sarà possibile lavorare in parallelo e per classi aperte, al fine di
   realizzare attività didattiche varie ovvero interventi di potenziamento e
   recupero su gruppi di alunni. In questa ottica il docente non sarà più inteso
   come il “docente del corso” ma della scuola nel suo insieme.

   "OBIETTIVI DI PROCESSO COLLEGATI AL PERCORSO"
         "OBIETTIVI DI PROCESSO" INCLUSIONE E DIFFERENZIAZIONE
               "Obiettivo:" Organizzare attivita' di recupero e potenziamento, al fine di
               ridurre la varianza interna fra le classi e nelle classi

                     "PRIORITÀ COLLEGATE ALL’OBIETTIVO"

                     » "Priorità" [Risultati scolastici]
                       Innalzamento delle percentuali delle fasce alte (8 - 9 - 10 - 10 e
                       lode)

                     » "Priorità" [Risultati scolastici]
                       Riduzione della variabilita' degli esiti scolastici tra le classi
                       dell'Istituto

ATTIVITÀ PREVISTA NEL PERCORSO: PROGETTUALITÀ PER IL RECUPERO E PER IL
POTENZIAMENTO

 Tempistica prevista per la                                       Soggetti Interni/Esterni
                                        Destinatari
  conclusione dell'attività                                                Coinvolti

        01/05/2022                        Studenti                         Docenti

                                                                           Studenti

Responsabile

                                             18
LE SCELTE                                                   PTOF - 2019/20-2021/22
     STRATEGICHE                                                                                   MORO

 Coordinatori dei Dipartimenti disciplinari

 Risultati Attesi

    • Possibilità di recupero e potenziamento degli apprendimenti e sviluppo delle
       competenze degli alunni individuati sulla base degli esiti delle prove per classi
       parallele e degli scrutini intermedi.

                     PRINCIPALI ELEMENTI DI INNOVAZIONE

SINTESI DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICHE INNOVATIVE

        Attività                         Caratteristiche innovative

        Organizzare attività di
        recupero e potenziamento,
                                            • Valorizzazione di percorsi formativi
        al fine di ridurre la varianza
                                               individualizzati e coinvolgimento degli alunni.
        interna fra le classi e nelle
        classi

                                            • Valorizzazione della dimensione collegiale nelle
                                               le attività di programmazione e valutazione.
        Progettare e realizzare
                                            • Realizzazione di un sistema di valutazione
        prove per classi parallele e
                                               oggettivo, a livello di istituto, che permetta
        prove comuni con
                                               una comparazione dei risultati conseguiti e una
        strumenti di valutazione
                                               definizione attendibile dei punti di criticità al
        comuni e condivisi
                                               fine di individuare scelte didattiche strategiche
                                               e obiettivi di miglioramento pertinenti;

                                            • Potenziamento delle metodologie attive,
        Progettare e realizzare
                                               laboratoriali e collaborative, delle attività di
        prove autentiche in tutte le
                                               laboratorio
        classi dell'istituto.
                                            • Trasformazione del modello trasmissivo della

                                                19
LE SCELTE                                                PTOF - 2019/20-2021/22
 STRATEGICHE                                                                            MORO

                                       scuola
                                   •    Realizzazione di strumenti e situazioni di
                                       apprendimento che promuovano una
                                       valutazione autentica.

AREE DI INNOVAZIONE

     PRATICHE DI INSEGNAMENTO E APPRENDIMENTO

     Soggetti coinvolti                      Attività

                                             Progettazione di UDA interdisciplinari e
                                             trasversali ed elaborazione di strumenti
     Dipartimenti per Assi Culturali
                                             per la rilevazione del livello di acquisizione
                                             delle competenze,

                                             Personalizzazione dell'UDA alla realtà del
                                             gruppo classe di riferimento, con
                                             definizione dei nuclei tematici da
     Consigli di classe
                                             sviluppare, delle metodologie da utilizzare,
                                             del setting d'aula, dei tempi di attuazione,
                                             della tipologia di prova.

     Docenti                                 Attuazione della progettazione

     Alunni                                  Prova in situazione reale

                                        20
L'OFFERTA                                                  PTOF - 2019/20-2021/22
       FORMATIVA                                                                                 MORO

                     L'OFFERTA FORMATIVA

                               TRAGUARDI ATTESI IN USCITA

SECONDARIA I GRADO

ISTITUTO/PLESSI                               CODICE SCUOLA

 MORO                                         BAMM08100D

Profilo delle competenze al termine del primo ciclo di istruzione:

        - Lo studente al termine del primo ciclo, attraverso gli apprendimenti sviluppati a
        scuola, lo studio personale, le esperienze educative vissute in famiglia e nella
        comunità, è in grado di iniziare ad affrontare in autonomia e con responsabilità, le
        situazioni di vita tipiche della propria età, riflettendo ed esprimendo la propria
        personalità in tutte le sue dimensioni.
        Ha consapevolezza delle proprie potenzialità e dei propri limiti, utilizza gli strumenti
        di conoscenza per comprendere se stesso e gli altri, per riconoscere ed apprezzare le
        diverse identità, le tradizioni culturali e religiose, in un'ottica di dialogo e di rispetto
        reciproco. Interpreta i sistemi simbolici e culturali della società, orienta le proprie
        scelte in modo consapevole, rispetta le regole condivise, collabora con gli altri per la
        costruzione del bene comune esprimendo le proprie personali opinioni e sensibilità.
        Si impegna per portare a compimento il lavoro iniziato da solo o insieme ad altri.

        Approfondimento

        Da Indicazioni nazionali 2012, Profilo delle competenze al termine del primo
        ciclo di istruzione.

        Lo studente dimostra una padronanza della lingua italiana tale da consentirgli
        di comprendere enunciati e testi di una certa complessità, di esprimere le

                                                 21
L'OFFERTA                                            PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA                                                                         MORO

proprie idee, di adottare un registro linguistico appropriato alle diverse
situazioni. Nell’incontro con persone di diverse nazionalità è in grado di
esprimersi a livello elementare in lingua inglese e di affrontare una
comunicazione essenziale, in semplici situazioni di vita quotidiana, in una
seconda lingua europea. Utilizza la lingua inglese nell’uso delle tecnologie
dell’informazione e della comunicazione. Le sue conoscenze matematiche e
scientifico-tecnologiche gli consentono di analizzare dati e fatti della realtà e di
verificare l’attendibilità delle analisi quantitative e statistiche proposte da altri.
Il possesso di un pensiero razionale gli consente di affrontare problemi e
situazioni sulla base di elementi certi e di avere consapevolezza dei limiti delle
affermazioni che riguardano questioni complesse che non si prestano a
spiegazioni univoche. Si orienta nello spazio e nel tempo dando espressione a
curiosità e ricerca di senso; osserva ed interpreta ambienti, fatti, fenomeni e
produzioni artistiche. Ha buone competenze digitali, usa con consapevolezza
le tecnologie della comunicazione per ricercare e analizzare dati ed
informazioni,   per    distinguere   informazioni     attendibili   da   quelle   che
necessitano di approfondimento, di controllo e di verifica e per interagire con
soggetti diversi nel mondo. Possiede un patrimonio di conoscenze e nozioni di
base ed è allo stesso tempo capace di ricercare e di procurarsi velocemente
nuove informazioni ed impegnarsi in nuovi apprendimenti anche in modo
autonomo. Ha cura e rispetto di sé, come presupposto di un sano e corretto
stile di vita. Assimila il senso e la necessità del rispetto della convivenza civile.
Ha attenzione per le funzioni pubbliche alle quali partecipa nelle diverse forme
in cui questo può avvenire: momenti educativi informali e non formali,
esposizione pubblica del proprio lavoro, occasioni rituali nelle comunità che
frequenta, azioni di solidarietà, manifestazioni sportive non agonistiche,
volontariato, ecc. Dimostra originalità e spirito di iniziativa. Si assume le
proprie responsabilità e chiede aiuto quando si trova in difficoltà e sa fornire
aiuto a chi lo chiede. In relazione alle proprie potenzialità e al proprio talento
si impegna in campi espressivi, motori ed artistici che gli sono congeniali. È
disposto ad analizzare se stesso e a misurarsi con le novità e gli imprevisti.

                                     22
L'OFFERTA                                            PTOF - 2019/20-2021/22
        FORMATIVA                                                                       MORO

                           INSEGNAMENTI E QUADRI ORARIO

MORO BAMM08100D (ISTITUTO PRINCIPALE)
SCUOLA SECONDARIA I GRADO

   TEMPO SCUOLA

TEMPO ORDINARIO                                     SETTIMANALE               ANNUALE

Italiano, Storia, Geografia                              9                      297

Matematica E Scienze                                     6                      198

Tecnologia                                               2                      66

Inglese                                                  3                      99

Seconda Lingua Comunitaria                               2                      66

Arte E Immagine                                          2                      66

Scienze Motoria E Sportive                               2                      66

Musica                                                   2                      66

Religione Cattolica                                      1                      33

Approfondimento Di Discipline A Scelta
                                                         1                      33
Delle Scuole

Approfondimento

    ·

    · L’organizzazione oraria del tempo scuola è la seguente:

                       ·      Lunedì, Martedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì:

                                               23
L'OFFERTA                                        PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA                                                                  MORO

                ·   INGRESSO ore 8, 05; USCITA ore 13.29.

                     LUNEDI’     MARTEDI’      MERCOLEDI’       GIOVEDI’   VENERDI’

      08.05 –
                         1             1             1              1             1
      08.59

      08.59 –
                         2             2             2              2             2
      09.53

      09.53 –
                         3             3             3              3             3
      10.47

      10.47 –
                         4             4             4              4             4
      11.41

      11.41 –
                         5             5             5              5             5
      12.35

      12.35 –
                         6             6             6              6             6
      13.29

                                     Sabato:

                     ·   INGRESSO ore 8:05; USCITA ore 11:05.

                                  SABATO

                                 08.05 1
                                 –

                                  24
L'OFFERTA                                         PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA                                                               MORO

                                    09.35

                                    09.35 2
                                    –
                                    11.05

 Il Monte ore annuale personalizzato consta di 990 ore di lezione.

  INSEGNAMENTI                              NUMERO DI ORE SETTIMANALI

  Italiano, storia e geografia              9

  Attività di approfondimento materie
  letterarie*                               1

  Matematica e Scienze                      6

  Tecnologia                                2

  Inglese                                   3

  Francese                                  2

  Arte e immagine                           2

  Scienze motorie                           2

  Musica                                    2

                                    25
L'OFFERTA                                               PTOF - 2019/20-2021/22
         FORMATIVA                                                                           MORO

           Religione cattolica*                         1

                                                        30

          * Il Collegio Docenti ha deliberato di utilizzare l’ora di “Approfondimento in
          Materie letterarie” finalizzata ad un ampliamento dell’ora di “Geografia”.

        * Per gli studenti che non si avvalgono della Religione cattolica, su richiesta delle

                        famiglie, gli studenti svolgeranno attività alternative.

                                  CURRICOLO DI ISTITUTO

NOME SCUOLA
MORO (ISTITUTO PRINCIPALE)

SCUOLA SECONDARIA I GRADO

Approfondimento

    ·     Curricolo di Istituto

          “Il curricolo di istituto è espressione della libertà d’insegnamento e dell’autonomia
          scolastica e, al tempo stesso, esplicita le scelte della comunità scolastica e l’identità
          dell’istituto (…). Ogni scuola predispone il curricolo all’interno del Piano dell’offerta
          formativa con riferimento

    Ø Al profilo dello studente al termine del primo ciclo di istruzione,

                                                26
L'OFFERTA                                                   PTOF - 2019/20-2021/22
  FORMATIVA                                                                                 MORO

Ø Ai traguardi per lo sviluppo delle competenze,

Ø Agli obiettivi di apprendimento specifici per ogni disciplina.

   A partire dal curricolo di istituto, i docenti individuano

Ø Le esperienze di apprendimento più efficaci

Ø Le scelte didattiche più significative,

Ø Le strategie più idonee, con attenzione all’integrazione fra le discipline e alla loro possibile
   aggregazione in aree, così come indicato dal Regolamento dell’autonomia scolastica,
   che affida questo compito alle istituzioni scolastiche. (Indicazioni nazionali per il
   curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo d’istruzione, Settembre
   2012).

   Pertanto, i docenti di questa Istituzione, riuniti per dipartimenti disciplinari e

   per Assi, hanno rielaborato un Curricolo d’Istituto unitario (disponibile sul sito

   web dell’Istituzione scolastica), che descrive, per ciascuna classe, gli obiettivi di

   apprendimento, le conoscenze, le competenze, i tempi e le tipologie di

   verifica, nonché una rubrica di valutazione in cui sono esplicitati indicatori e

   descrittori disciplinari, infine la valutazione.

   Oltre alle U.d.A. disciplinari, il Collegio Docenti ha previsto la realizzazione di

   U.d.A. interdisciplinari, con un tema deciso collegialmente.

a. Attività interdisciplinari

     DENOMINAZIONE                 COMPETENZE          CHIAVE ATTIVITA’
                                   DI CITTADINANZA

                                            27
L'OFFERTA                                               PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA                                                                              MORO

                            ·       Agire      in   modo
 Educazione          Alla                                   Percorsi     di         accoglienza         ed
                                autonomo                e
 Cittadinanza                                               integrazione degli alunni stranieri;
                                responsabile
                                                            contrasto al bullismo; incontri con i
                            ·         Imparare          a
                                                            Rappresentanti            delle       Forze
                                imparare
                                                            dell’Ordine sulla legalità; incontri
                            ·        Collaborare        e
                                                            con        Rappresentanti                 degli
                                partecipare
                                                            Organismi nazionali/internazionali
                                                            che operano per la salvaguardia
                                                            dei Diritti Umani (Progetto ALMA)

 Progetto lettura           Comunicare                      Sviluppare il gusto della lettura
                                                            come esigenza di vita quotidiana e
 Libriamoci                 Imparare ad imparare
                                                            come       fonte    di      piacere,         di
                            Individuare                     arricchimento       culturale         e      di
                                                            crescita personale, finalizzata a
                            collegamenti e relazioni
                                                            creare        una            disposizione
                            Acquisire e interpretare permanente, che fa rimanere
                            l’informazione           lettori per tutta la vita. Sono
                                                            previsti incontri con l’autore.

 Educazione Ambientale      Agire         in        modo Attività svolte per la conoscenza
                            autonomo                    e delle problematiche ambientali e
                            responsabile                    l’acquisizione     di     comportamenti
                                                            corretti
                            Imparare ad imparare

                            Risolvere problemi

                            Individuare

                            collegamenti e relazioni

 Educazione alla salute     Agire         in        modo Attività finalizzate all’acquisizione di
                            autonomo                    e una maggiore consapevolezza e
                            responsabile                    responsabilità per promuovere la

                                     28
L'OFFERTA                                               PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA                                                                                MORO

                                 Imparare ad imparare      difesa della salute intesa come
                                                           benessere in senso globale; visite al
                                                           Consultorio         e         percorsi        di
                                                           educazione affettiva; interventi di
                                                           prevenzione         e     contrasto          alle
                                                           dipendenze; percorsi di educazione
                                                           alimentare;              incontri            con
                                                           rappresentanti          del    118/      Croce
                                                           Rossa     per     elementi       di      primo
                                                           soccorso.

 Continuità e                    Agire        in   modo Incontri di raccordo con le scuole
 Orientamento                    autonomo               e Primarie e Secondarie
                                 responsabile

                                 Imparare ad imparare

 Progetto cinema/teatro          Comunicare                Visione   di      spettacoli     teatrali      e
                                                           cinematografici.

 Crescere       attraverso       Agire        in   modo Attività Manipolativa, rivolta ad
 l’attività laboratoriale        autonomo               e alunni BES e normodotati, facilitata
                                 responsabile              attraverso          la          concretezza
                                                           dell’operatività,        che    implica       lo
                                 Imparare ad imparare
                                                           stimolo      di      funzioni         mentali
                                                           finalizzate alla realizzazione del
                                                           prodotto e della conoscenza.

 Bullismo   e   parità      di   Collaborare            e Attività di prevenzione                   e
 genere                                                   contrasto del bullismo.
                                 partecipare
                                                           Attività finalizzate a promuovere la
                                 Agire        in   modo sensibilizzazione nella Prevenzione

                                 autonomo               e della violenza di genere tramite
                                                          l’educazione tra pari
                                 responsabile

                                         29
L'OFFERTA                                     PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA                                                                MORO

                        Risolvere problemi

 OLIMPIADI    Problem Collaborare              e Gare   di          informatica       per
 solving                                         promuovere        la   diffusione    del
                        partecipare
                                                   Pensiero Computazionale tramite
                                                   attività   coinvolgenti      che    si
                        Risolvere problemi
                                                   applicano alle diverse discipline
                        Individuare                scolastiche

                        collegamenti e relazioni

                        Acquisire e interpretare

                        l’informazione

 Generazioni connesse   Collaborare            e Attività volte a conoscere e
                                                 orientarsi nella gestione di alcune
                        partecipare
                                                   problematiche connesse all'utilizzo
                                                   delle tecnologie digitali, da parte
                        Agire        in   modo
                                                   dei più giovani, al fine di sviluppare
                        autonomo               e
                                                   la consapevolezza e la competenza
                        responsabile               per un uso positivo della rete.

                        Risolvere problemi

                        Individuare

                        collegamenti e relazioni

                        Acquisire e interpretare

                        l’informazione

                                30
L'OFFERTA                                                 PTOF - 2019/20-2021/22
      FORMATIVA                                                                               MORO

                  INIZIATIVE DI AMPLIAMENTO CURRICOLARE

   PROGETTO LATINO

     Competenze chiave europee: Comunicazione nella madrelingua Competenze di
     cittadinanza:   Imparare ad imparare      Agire in modo autonomo e responsabile
     Individuare collegamenti e relazioni Priorità e obiettivi di processo a cui si riferisce la
     proposta progettuale (cfr.PTOF e PDM) AREA PRIORITÀ Risultati scolastici OBIETTIVI DI
     PROCESSO Inclusione e differenziazione: Organizzare attività di recupero e
     potenziamento Attività previste Prima fase (n. 6 ore): • Conoscenza di elementi
     caratterizzanti della civiltà greca e romana; L’etimologia; L’uso consapevole del
     vocabolario. Seconda fase (n. 14 ore) • Consolidamento delle principali regole
     ortografiche e morfo-sintattiche della lingua italiana; Curiosità etimologiche e
     semantiche; Riflessione guidata sulla flessione nominale; Il Modo Indicativo;
     Traduzione di semplici testi di lingua latina.

     Obiettivi formativi e competenze attese
     Obiettivi formativi • Favorire il successo formativo; • Sostenere la motivazione
     all’apprendimento attraverso il coinvolgimento intellettivo suscitato dai contenuti
     proposti; • Sviluppare la capacità di concentrazione, di osservazione e ragionamento; •
     Potenziare le capacità logico-critiche ed espressive. Competenze attese • Migliorare la
     capacità di giudizio dei ragazzi sulle proprie attitudini, anche in funzione di una scelta
     più serena della scuola secondaria di secondo grado; • Far riflettere gli alunni
     sull’importanza storica del latino come elemento unificante della civiltà europea; •
     Fugare ogni naturale diffidenza e pregiudizio degli studenti nei confronti delle "note"
     difficoltà e oscurità delle lingue classiche; • Stimolare la concentrazione degli studenti
     e la loro facoltà di osservazione e ragionamento; • Sviluppare una capacità critica più
     spiccata, non solo dal punto di vista linguistico, ma anche culturale.

              DESTINATARI                                RISORSE PROFESSIONALI

 Classi aperte parallele                     Interno

Risorse Materiali Necessarie:

         Laboratori:                          Con collegamento ad Internet
                                              Multimediale

                                               31
L'OFFERTA                                                 PTOF - 2019/20-2021/22
      FORMATIVA                                                                                MORO

         Aule:                                Aula generica

   CAMBRIDGE A2/B1

     Competenze chiave europee: Comunicazione nelle lingue straniere Competenze di
     cittadinanza:   Imparare ad imparare       Comunicare     Collaborare e partecipare
     Agire in modo autonomo e responsabile Priorità e obiettivi di processo a cui si
     riferisce la proposta progettuale (cfr.PTOF e PDM) AREA PRIORITÀ Risultati scolastici
     OBIETTIVI DI PROCESSO Inclusione e differenziazione: Organizzare attività di recupero
     e potenziamento Attività previste: Il progetto prevede una serie di attività volte a dare
     maggiore consapevolezza nell’uso delle conoscenze e abilità linguistiche con
     preparazione di esercizi e testi attinenti alle prove d’esame. Il progetto prevede studio
     individuale e di gruppo (pair work, cooperative learning)

     Obiettivi formativi e competenze attese
     Obiettivi formativi • Educare gli alunni ad uno stile cognitivo aperto. • Educare gli
     alunni all’interculturalità. • Porre gli alunni in condizioni di esprimere le loro diverse
     opinioni, in modo da confrontarsi tra di loro. • Sviluppare negli alunni atteggiamenti di
     curiosità. • Offrire percorsi formativi completi e coerenti alle loro diverse esigenze.
     Competenze attese • Potenziamento delle quattro abilità in lingua (ascolto, lettura,
     scrittura e parlato). • Acquisizione e ampliamento del lessico • Consolidamento delle
     strutture grammaticali e sintattiche acquisite • Ampliamento delle conoscenze
     grammaticali e sintattiche, in funzione di quanto richiesto all’esame • Perfezionamento
     nell’uso delle funzioni comunicative • Superamento della prova d’esame e
     conseguimento della certificazione

              DESTINATARI                                RISORSE PROFESSIONALI

 Classi aperte parallele                     Interno

Risorse Materiali Necessarie:

         Laboratori:                          Con collegamento ad Internet
                                              Lingue

         Aule:                                Aula generica

   CERTIFICAZIONE DELF A1

                                               32
L'OFFERTA                                                 PTOF - 2019/20-2021/22
      FORMATIVA                                                                                MORO

     Competenze chiave europee: Comunicazione nelle lingue straniere Competenze di
     cittadinanza:    Imparare ad imparare      Comunicare     Collaborare e partecipare
     Agire in modo autonomo e responsabile Priorità e obiettivi di processo a cui si
     riferisce la proposta progettuale (cfr.PTOF e PDM) AREA PRIORITÀ Risultati nelle prove
     standardizzate nazionali OBIETTIVI DI PROCESSO Inclusione e differenziazione:
     Organizzare attività di recupero e potenziamento Attività previste: Il progetto prevede
     una serie di attività volte a dare maggiore consapevolezza nell’uso delle conoscenze e
     abilità linguistiche con preparazione di esercizi e testi attinenti alle prove d’esame. Il
     progetto prevede studio individuale e di gruppo (pair work, cooperative learning)

     Obiettivi formativi e competenze attese
     Obiettivi formativi • Educare gli alunni ad uno stile cognitivo aperto. • Educare gli
     alunni all’interculturalità. • Porre gli alunni in condizioni di esprimere le loro diverse
     opinioni, in modo da confrontarsi tra di loro. • Sviluppare negli alunni atteggiamenti di
     curiosità. • Offrire percorsi formativi completi e coerenti alle loro diverse esigenze.
     Competenze attese • Potenziamento delle quattro abilità in lingua (ascolto, lettura,
     scrittura e parlato). • Acquisizione e ampliamento del lessico • Consolidamento delle
     strutture grammaticali e sintattiche acquisite • Ampliamento delle conoscenze
     grammaticali e sintattiche, in funzione di quanto richiesto all’esame • Perfezionamento
     nell’uso delle funzioni comunicative • Superamento della prova d’esame e
     conseguimento della certificazione DELF livello A1

              DESTINATARI                                RISORSE PROFESSIONALI

 Classi aperte parallele                     Esterno

Risorse Materiali Necessarie:

         Laboratori:                          Con collegamento ad Internet
                                              Lingue

         Aule:                                Aula generica

   ATTIVITÀ TEATRALE

     Competenze chiave europee: • Comunicazione nella madrelingua • Consapevolezza ed
     espressione culturale Competenze di cittadinanza:        Imparare ad imparare
     Progettare      Comunicare   Collaborare e partecipare      Agire in modo autonomo e
     responsabile Priorità e obiettivi di processo a cui si riferisce la proposta progettuale

                                               33
L'OFFERTA                                                  PTOF - 2019/20-2021/22
      FORMATIVA                                                                                MORO

     (cfr.PTOF e PDM) AREA PRIORITÀ Risultati scolastici OBIETTIVI DI PROCESSO Inclusione
     e differenziazione: Organizzare attività di recupero e potenziamento Attività previste:
     Fasi operative delle attività Il progetto teatrale viene organizzato sviluppando alcune
     fasi fondamentali, distinte ma integrate.      FASE I Esercizi di lettura espressiva e
     presentazione dell’argomento       FASE II Lavoro di gruppo Scrittura della sceneggiatura
     dell’opera da rappresentare.      FASE III Realizzazione scenografie e costumi
     Realizzazione degli elementi scenografici delle coreografie, scelta delle musiche        FASE
     IV Rappresentazione teatrale finale.

     Obiettivi formativi e competenze attese
     Obiettivi Formativi • Promuovere le competenze chiave in lingua madre con esercizi di
     scrittura creativa volti a liberare il vissuto dei preadolescenti • Sviluppare la
     conoscenza e l’uso consapevole della lingua e dei molteplici linguaggi nelle diverse
     funzioni • Saper esprimersi intenzionalmente con gesti, azioni e parole • Conoscere il
     campo semantico attinente al teatro • Saper memorizzare i testi ed interpretare
     emozioni e sentimenti con sicurezza e padronanza • Saper porre in relazione
     personaggio, voce e movimento • Saper improvvisare • Conoscere se stessi per sapersi
     Competenze attese • Potenziamento delle abilità espressive in lingua italiana con
     particolare cura dell’arricchimento lessicale • Saper usare bene la voce attraverso
     l’intensità, l’intonazione ed il timbro • Saper recitare ed interpretare in modo
     espressivo parti assegnate • Saper esprimersi intenzionalmente con gesti, azioni e
     parole • Saper usare consapevolmente i molteplici linguaggi nelle diverse funzioni •
     Sapersi esibire davanti al pubblico controllando e superando le inibizioni

              DESTINATARI                                 RISORSE PROFESSIONALI

 Classi aperte verticali                     Interno

Risorse Materiali Necessarie:

          Laboratori:                         Con collegamento ad Internet

          Aule:                               Magna
                                              Teatro

   ATTIVITÀ ARTISTICHE

     Competenze chiave europee: • Consapevolezza ed espressione culturale Competenze
     di cittadinanza:      Imparare ad imparare     Comunicare     Collaborare e partecipare

                                               34
L'OFFERTA                                                 PTOF - 2019/20-2021/22
      FORMATIVA                                                                                MORO

     Agire in modo autonomo e responsabile          Acquisire ed interpretare l’informazione
     Priorità e obiettivi di processo a cui si riferisce la proposta progettuale (cfr.PTOF e
     PDM) AREA PRIORITÀ Risultati scolastici OBIETTIVI DI PROCESSO Inclusione e
     differenziazione: Organizzare attività di recupero e potenziamento Attività previste
     •Progettazione figurativa •Realizzazione

     Obiettivi formativi e competenze attese
     Obiettivi formativi: • Favorire la conquista e l'attuazione di un sistema di vita e di
     rapporti interpersonali basati sulla cooperazione, lo scambio e l'accettazione delle
     diversità, come valori e crescita democratica. Competenze attese : • Comunicazione e
     collaborazione fra gruppi di lavoro. • Capacità di elaborazione e di creatività
     espressiva. • Padronanza degli strumenti specifici di lavoro. • Abilità grafico-pittorica

              DESTINATARI                                RISORSE PROFESSIONALI

 Classi aperte verticali                     Interno

Risorse Materiali Necessarie:

          Laboratori:                         Con collegamento ad Internet
                                              Disegno

   ATTIVITÀ MUSICALE DI CANTO CORALE E STRUMENTALE

     Competenze chiave europee: Consapevolezza ed espressione culturale Competenze di
     cittadinanza:    Imparare ad imparare      Comunicare     Collaborare e partecipare
     Agire in modo autonomo e responsabile Priorità e obiettivi di processo a cui si
     riferisce la proposta progettuale (cfr.PTOF e PDM) AREA PRIORITÀ Risultati scolastici
     OBIETTIVI DI PROCESSO Inclusione e differenziazione: Organizzare attività di recupero
     e potenziamento Attività previste Animazione musicale di momenti significativi per la
     vita scolastica; partecipazione ad eventi cittadini organizzati dall’Amministrazione
     Comunale durante l’anno scolastico.

     Obiettivi formativi e competenze attese
     Obiettivi Trasversali • Contribuire alla formazione integrale del preadolescente
     attraverso la musica e il canto. • Contrastare la dispersione scolastica. • Sviluppo e
     potenziamento dell’autostima e delle capacità di socializzazione. • Sviluppo delle
     competenze in materia di cittadinanza attiva e democratica attraverso la
     valorizzazione dell'educazione interculturale e alla pace, il rispetto delle differenze e il

                                               35
L'OFFERTA                                                  PTOF - 2019/20-2021/22
      FORMATIVA                                                                                MORO

     dialogo tra le culture, il potenziamento dell'assunzione di responsabilità nonché della
     solidarietà e della consapevolezza dei diritti e dei doveri. • Sviluppo di comportamenti
     responsabili ispirati alla conoscenza e al rispetto della legalità. • Offrire al territorio
     occasioni di crescita umana e culturale • I suddetti obiettivi saranno perseguiti
     attraverso la proposta di canti finalizzati alla presa di coscienza di temi di attualità e
     del vivere sociale. Competenze attese: Costruzione di una identità musicale che
     permetta l’espressione e la comunicazione interpersonale attraverso il linguaggio
     sonoro.

               DESTINATARI                                RISORSE PROFESSIONALI

 Classi aperte verticali                      Interno

Risorse Materiali Necessarie:

          Laboratori:                          Con collegamento ad Internet
                                               Musica

          Aule:                                Aula generica

   ATTIVITÀ SPORTIVE

     Competenze chiave europee: Competenze sociali e civiche Competenze di
     cittadinanza:    Collaborare e partecipare      Agire in modo autonomo e responsabile
     Priorità e obiettivi di processo a cui si riferisce la proposta progettuale (cfr.PTOF e
     PDM) AREA PRIORITÀ Risultati scolastici OBIETTIVI DI PROCESSO Inclusione e
     differenziazione Attività previste Progetti di attività sportiva in collaborazione con
     associazioni sportive del territorio ai sensi del D.P.R. 275/99 – Regolamento
     sull’autonomia scolastica e della L. 13 luglio 2015 n. 107

     Obiettivi formativi e competenze attese
     Considerare l’attività sportiva extracurricolare come espansione del tempo dedicato
     alle ore curriculari di Scienze Motorie, per realizzare un percorso finalizzato non
     soltanto al conseguimento di fondamentali obiettivi di ordine fisico-organico e
     motorio-sportivo, ma anche alla formazione integrale del ragazzo.

               DESTINATARI                                RISORSE PROFESSIONALI

 Classi aperte verticali                      Interno

                                                36
L'OFFERTA                                          PTOF - 2019/20-2021/22
      FORMATIVA                                                                       MORO

Risorse Materiali Necessarie:

         Strutture sportive:        Palestra

                  ATTIVITÀ PREVISTE IN RELAZIONE AL PNSD

STRUMENTI                                            ATTIVITÀ

                                • Piano per l’apprendimento pratico (Sinergie -
                                  Edilizia Scolastica Innovativa)

                                  Destinatari

                                  Alunni dell'Istituto      Attività laboratoriali

                                  Docenti                   Attività di formazione

                                                            Attuazione della
                                  Docenti
                                                            progettualità

SPAZI E AMBIENTI PER
L’APPRENDIMENTO                   Risultati attesi

                                                Rafforzare le competenze relative
                                                alla comprensione e alla produzione
                                                di contenuti complessi e articolati
                                                anche all’interno dell’universo
                                                comunicativo digitale grazie alla
                                                realizzazione di un ambiente di
                                                apprendimento attivo e
                                                collaborativo propedeutico agli
                                                apprendimenti attivi e laboratoriali,
                                                nonché per quelli costruttivisti o per
                                                progetto.

                                     37
L'OFFERTA                                      PTOF - 2019/20-2021/22
    FORMATIVA                                                                     MORO

STRUMENTI                                        ATTIVITÀ

                                            Favorire l'acquisizione di soft skills

COMPETENZE E CONTENUTI                           ATTIVITÀ

                            • Un framework comune per le competenze digitali
                              degli studenti

                              Destinatari

                                      Docenti
                                      Alunni
                                      Famiglie

COMPETENZE DEGLI STUDENTI

                              Risultati attesi

                                      Maggiore integrazione nella didattica delle
                                      tecnologie informatiche al fine di favorire
                                      l'acquisizione delle competenze digitali;
                                      Implementazione della didattica per
                                      competenze.

                                 38
L'OFFERTA                                                PTOF - 2019/20-2021/22
      FORMATIVA                                                                               MORO

FORMAZIONE E
                                                              ATTIVITÀ
ACCOMPAGNAMENTO

                                        • Un animatore digitale in ogni scuola

                                           Destinatari

                                           Comunità scolastica

                                           Risultati attesi
 ACCOMPAGNAMENTO
                                           Favorire la partecipazione e stimolare il
                                           protagonismo degli studenti nell’organizzazione
                                           di workshop e altre attività, anche strutturate,
                                           sui temi del PNSD, anche aprendo i momenti
                                           formativi alle famiglie e altri attori del territorio,
                                           per la realizzazione di una cultura digitale
                                           condivisa

                      VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI

ORDINE SCUOLA: SCUOLA SECONDARIA I GRADO

NOME SCUOLA:
MORO - BAMM08100D

     Criteri di valutazione comuni:
           La valutazione rappresenta una dimensione importante dell’insegnamento
           perché incide notevolmente sulla formazione della persona, contribuisce a
           determinare la costruzione dell’identità nei ragazzi, può far crescere la fiducia in

                                              39
L'OFFERTA                                               PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA                                                                               MORO

   sé quale presupposto della realizzazione e della riuscita nella scuola e nella vita.
   Il decreto legislativo n.62 recante norme in materia di valutazione e di
   certificazione delle competenze, approvato ai sensi dell’art.1 commi 180 e 181
   della Legge 107/2015, apporta importanti modifiche al decreto n.122 del 2009,
   Regolamento recante coordinamento delle norme vigenti per la valutazione. “La
   valutazione ha per oggetto il processo formativo e i risultati di apprendimento
   delle alunne e degli alunni, (…) ha finalità formativa ed educativa e • Concorre al
   miglioramento degli apprendimenti e al successo formativo degli stessi, •
   Documenta lo sviluppo dell'identità personale • Promuove la autovalutazione di
   ciascuno in relazione alle acquisizioni di conoscenze, abilità e competenze. (Art.1)
   “La valutazione periodica e finale degli apprendimenti delle alunne e degli alunni
   nel primo ciclo, ivi compresa la valutazione dell'esame di Stato, per ciascuna delle
   discipline di studio previste dalle Indicazioni Nazionali per il curricolo, è espressa
   con votazioni in decimi che indicano differenti livelli di apprendimento”(Comma
   1, Art.2) Gestire bene la valutazione è fattore di qualità dell’insegnante e della sua
   stessa azione educativa e didattica. Per fare ciò è necessario prima di tutto avere
   presenti le diverse funzioni da assegnare alla valutazione e perseguirle in
   equilibrio senza sbilanciamenti verso l’una o l’altra. • Valutazione iniziale,
   diagnostica: permette di delineare un profilo iniziale dell'alunno permettendo di
   calibrare le linee progettuali in relazione ai bisogni formativi emersi; •
   Valutazione formativa: si concentra sul processo, promuove l'autoorientamento
   e l'autovalutazione; ha funzione regolativa, in quanto consente di adattare gli
   interventi alle singole situazioni didattiche e di attivare eventuali strategie di
   rinforzo; • Valutazione sommativa: mira ad accertare con vari strumenti di
   verifica il possesso di conoscenze, abilità, competenze, concentrandosi sul
   prodotto finale; definisce, altresì i livelli di apprendimento raggiunti dagli alunni
   nelle varie discipline. • Valutazione proattiva: riconosce ed evidenzia i progressi,
   anche piccoli, compiuti dall'alunno nel suo cammino, gratifica i passi effettuati,
   cerca di stimolare le “emozioni di riuscita” che rappresentano il presupposto per
   le azioni successive. La valutazione è dunque un atto imprescindibile della prassi
   didattica, presente in tutti i momenti del percorso curricolare. In aderenza a
   quanto disposto dal D.P.R. del 22 giugno 2009 n. 122, anche il Decreto 62 intende
   la valutazione come espressione dell’autonomia professionale dei docenti sulla
   base di criteri e modalità di valutazione definiti dal collegio dei docenti e inseriti
   nel piano triennale dell'offerta formativa. Pertanto i docenti, riuniti in
   Dipartimenti, hanno predisposto strumenti da utilizzare in sede di valutazione
   intermedia e finale (griglie, schede, questionari e prove parallele), soffermandosi

                                       40
Puoi anche leggere
Prossima slide ... Annulla