MASTER in LIGHTING DESIGN MLD

 
DIAPOSITIVE SUCCESSIVE
MASTER in LIGHTING DESIGN MLD
MASTER in LIGHTING DESIGN MLD
“Sapienza” Università degli Studi di Roma
Dipartimento di Architettura DIAR

In collaborazione con:
SOVRAINTENDENZA AI BENI CULTURALI DEL COMUNE DI ROMA

Patrocini:
MiBAC MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA’ CULTURALI - AIDI ASSOCIAZIONE ITALIANA DI ILLUMINAZIONE
APIL ASSOCIAZIONE PROFESSIONISTI DI ILLUMINAZIONE - ASSIL ASSOCIAZIONE PRODUTTORI DI ILLUMINAZIONE

Sponsor:
AMX - BTICINO - COMBOLED - DYNALITE - iGUZZINI - PHILIPS - SIMES - ZUMTOBEL

Software Partner:
RELUX
                                                           Presso la “Sapienza”, Università degli
                                                           Studi di Roma, è stato attivato dal mese
                                                           di febbraio 2004 il primo Master di II°
                                                           livello in Lighting Design - MLD.

Perchè un Master per progettisti della luce?
      Il Master MLD nasce per dare risposta alla domanda sempre più ampia, non soltanto in
Italia, di specialisti nella progettazione e nel management nel settore della luce. Il suo obiettivo è
la formazione delle figure professionali del lighting designer e del lighting project manager in
grado di affrontare la sfida tecnologica e la complessità espressiva del progetto urbano ed
architettonico contemporaneo.
         Il progettista della luce, che è cosa ben diversa dal vecchio perito industriale così come lo è
anche dall’ingegnere impiantista, si va imponendo come figura chiave del progetto architettonico
contemporaneo in tutti i casi dove la luce, naturale ma soprattutto artificiale, viene riscoperta come
fattore determinante del linguaggio espressivo contemporaneo: come materiale “moderno” per
eccellenza, mutevole ed evocativo, dello spazio in cui viviamo e in cui vorremmo vivere.
         Ai livelli d’eccellenza, al lighting designer si chiede di sapere coniugare la certezza
scientifica dell’ingegnere con la libertà creativa e il senso critico dell’architetto, in una sintesi
originale nelle diverse situazioni in cui è chiamato ad operare: dal teatro all’architettura, dall’evento
commerciale al museo, dall’abitazione allo spazio urbano.

          L’idea di un Master universitario in Lighting Design, rivolto a laureati prevalentemente in
architettura e ingegneria ma non solo, nasce anzitutto dalla constatazione della grave carenza, a
livello nazionale, di un’offerta formativa di livello superiore in questo settore. Ma anche dalla
consapevolezza che in Italia per questo tipo di profilo professionale si sta aprendo un campo
d’intervento estremamente ampio, in quanto finora trascurato. Non soltanto nel settore della
valorizzazione dell’enorme patrimonio storico, artistico e archeologico presente nel nostro territorio,
che rimane uno dei grandi compiti nazionali, ma più in generale nell’attuale processo di
trasformazione dell’architettura e dell’ambiente urbano che sta interessando profondamente
l’esperienza progettuale italiana in sintonia con quanto sta avvenendo negli altri paesi culturalmente
più avanzati.
          L’importanza del progetto della luce, in particolare della corretta illuminazione dei beni
artistici ai fini conservativi, troppo spesso ignorata, ha trovato conferma nel consenso espresso dal
Ministero per i Beni e le Attività Culturali e nella disponibilità di molte Sovraintendenze ad accogliere
presso di sé i tirocini di ricerca dei corsisti che ne hanno fatto richiesta.

Università degli Studi di Roma “La Sapienza”
Via Flaminia 359, 00196 Roma
T (+39) 06 32101220/29 F (+39) 06 32101250
http://w3.uniroma1.it/diar/
MASTER in LIGHTING DESIGN MLD
Pag 2

         Le attività del Master hanno coinvolto molte tra le principali realtà produttive italiane, e
buona parte dei tirocini di formazione sono stati organizzati presso Aziende leader del settore e
qualificati Studi professionali.

A chi si rivolge il corso di Master MLD ?
              L’accesso al corso di Master è consentito ai possessori di laurea quinquennale
conseguita in base al vecchio ordinamento oppure ai possessori di laurea specialistica senza
limitazione della facoltà di appartenenza presso Università italiane o straniere delle quali sia
riconosciuto il titolo di laurea. L’iscrizione è subordinata alla valutazione da parte della direzione del
Master dell’idoneità dei richiedenti in base al loro curriculum e ai risultati del colloquio sostenuto
con i membri dello staff delegati dalla direzione.

         Un’ulteriore possibilità di accesso alle attività didattiche del Master viene offerta come
partecipazione ai singoli moduli settimanali specialistici monotematici, denominati workshop, che
sono parte integrante del corso di Master. I workshop sono aperti anche a chi non ha interesse a
seguire l’intero corso di Master ma desidera approfondire singoli temi specifici del progetto
architettonico della luce. L’offerta è rivolta sia agli studenti universitari che, attenti all’evoluzione in
atto del progetto contemporaneo intendono formarsi nel settore dell’illuminazione, sia ai
professionisti che vogliono ampliare le proprie esperienze progettuali.
         I workshop settimanali comprendono una introduzione teorica sulle tecnologie e sulle
metodologie specifiche inerenti il tema in oggetto e una parte pratica consistente nella
progettazione del tema sotto la guida di professionisti di chiara fama e con il supporto di aziende
primarie.

Il rapporto del Master MLD con le Istituzioni e le aziende.
       Lo spirito dell’attività formativa del Master MLD, concreta e attenta alle esigenze operative
del contesto culturale e sociale con cui i giovani progettisti devono confrontarsi, ha portato a
fondare l’intera programmazione didattica, in particolare le esperienze progettuali dei workshop,
sul rapporto diretto con le aziende del settore e con le Istituzioni che aprono prospettive di
committenza qualificata.
   I risultati ottenuti dai workshop svolti in collaborazione con la Sovraintendenza ai Beni Culturali
   di Roma, per la Colonna Traiana e l’Emiciclo Napoleonico, con il Centro di Ricerche Musicali CRM
   di Roma, per gli allestimenti illuminotecnici dei concerti internazionali di Arte e Scienza 2006,
   con Artemide per uno spazio cromatico interattivo nel Museo dei bambini “Explora” di Roma,
   l’allestimento e progetto delle luci per la mostra “Adolf Loos: architettura, utilità e decoro” e per
   la mostra “ Emilio Vedova – 1919-2006” presso la Galleria Nazionale di Arti Moderne di Roma,
   incoraggiano a proseguire in questo senso ampliando il raggio d’azione. A questo si ricollega il
   programma di incontri internazionali che il Master MLD, in collaborazione con la
   Sovraintendenza ai Beni Culturali di Roma e la Facoltà d’Architettura Ludovico Quaroni, intende
   realizzare presso il nuovo Museo dell’Ara Pacis.

        Non ultimo per importanza va sottolineato, infine, che il processo di internazionalizzazione
avviato dalla direzione del Master ha incontrato l’interesse del Ministero degli Affari Esteri che ha
elargito borse di studio principalmente a favore di Rappresentanze Diplomatiche dei Paesi
dell’America Latina, ponendo le basi di una collaborazione più ampia.
        Attualmente più di un terzo degli iscritti è rappresentato da studenti stranieri, e nel corso
delle quattro edizioni il Master ha ospitato studenti provenienti da Grecia, Malta, Romania, Israele,
Macedonia, Svizzera, Venezuela, Brasile, Guatemala, Giappone.

        Nelle scorse edizioni sono inoltre state erogate dalla Regione Puglia diverse borse di studio
in favore di laureati ivi residenti.
Pag 3

         Il Master MLD si avvia alla sua sesta edizione che avrà inizio il giorno 11 Maggio
2009.
La domanda di ammissione deve essere consegnata o inviata via fax entro le ore 13 del
31 marzo 2009
Il corso di Master si svolge in dodici mesi consecutivi, con l’interruzione del mese di agosto, e si
articola in 12 settimane, una per ogni mese. Alla fine del corso sono previste 300 ore da dedicare
agli stage e ai tirocini presso aziende, istituzioni o studi professionali di provata eccellenza nei
settori del lighting.

Contatti

Direttore del Master
Prof. Arch. Corrado Terzi                             Segreteria Amministrativa
                                                      Dipartimento DIAR Università degli Studi di
Coordinamento Organizzativo e tutor                   Roma “ La Sapienza “
Arch. Floriana Cannatelli                             Via Flaminia n. 359, 00196 Roma

Coordinamento Didattico e tutor                       Sito internet:
Ing. Marco Frascarolo                                 www.masterlighting.it
                                                      e-mail: info@masterlighting.it
Assistenza all’organizzazione e alla didattica        +39-339-2007187
Arch. Roberta D’Onofrio

La sede operativa del Master è presso il Facoltà di Architettura, Via Gianturco 2, Roma.

PROGRAMMA MASTER E WORKSHOP
1^ settimana: Fondamenti di illuminotecnica, colore e percezione visiva
2^ settimana: Impianti elettrici
3^ settimana: Sorgenti di luce
4^ settimana: Luce naturale
5^ settimana: L'hardware del sistema luce: gli apparecchi, i sostegni, il design
6^ settimana: Software per il calcolo illuminotecnico ed il rendering
7^ settimana: La luce per l'habitat: la residenza, l'albergo, l'ufficio
8^ settimana: La luce negli spazi commerciali
9^ settimana: La luce negli spazi espositivi
10^ settimana: Illuminazione urbana
11^ settimana: Illuminazione monumentale
12^ settimana: La luce per lo spettacolo
Pag 4

Articolazione didattica

Le discipline

Nella definizione dei contenuti didattici sono state individuate due principali sezioni, a loro volta
suddivise in moduli. Ognuno dei moduli prevede esercitazioni pratiche, testimonianze e visite presso
laboratori scientifici universitari o aziendali che operano in ambiti specialistici del settore della luce e
dell’ottica.

       ƒ    la prima sezione (primo semestre) ha lo scopo di approfondire i fondamenti conoscitivi del
            fenomeno luminoso, i fondamenti disciplinari dell’ingegneria della luce e l'attuale stato
            dell'arte dei sistemi tecnologici;
       ƒ    la seconda sezione (secondo semestre) sviluppa i temi metodologici e tecnologici specifici
            del progetto illuminotecnico nei diversi campi di applicazione. Particolare attenzione sarà
            dedicata ai fattori umani del progetto della luce e alla integrazione dell' illuminazione con le
            altre fasi del progetto dell'ambiente costruito.

W=workshop E=esercitazioni L=laboratori T=testimonianze
Sono stati previsti per la prima sezione quattro moduli fondamentali.

           Aree disciplinari                                         crediti

   1. FOTOMETRIA:                                                              2.5
   - Luce e radiazioni elettromagnetiche;
   - Percezione visiva, fisiologia della; percezione
      luminosa;
   - Grandezze fotometriche;
   - Colori e colorimetria

           2. LUCE NATURALE                                                     3
   -       Fisica della luce naturale;
   -       Misurazione della luce e sistemi di controllo
           nell’ambiente costruito;
   -       Luce naturale e luce artificiale nel progetto
           architettonico (aspetti fisici)

           3. SORGENTI LUMINOSE ARTIFICIALI                                     2
   -       Tipologie e tecnologia delle lampade;
   -       Spettri di emissione, resa cromatica,
           efficienza;
   -       Tipologie e caratteristiche delle sorgenti
           secondarie;
Pag 5

       4. APPARECCHI DI ILLUMINAZIONE                                      3                     E
   -   Ingegneria e componenti degli apparecchi;                                                 L
   -   Caratteristiche fotometriche, caratteri fisici e
       costruttivi;
   -   Installazione e manutenzione;
   -   Accessori ottici;
   -   Morfologia degli apparecchi, problemi di
       impatto ambientale

                                                  totale                  10.5

Inoltre sette moduli di approfondimento disciplinare.
Sono previsti, oltre alle lezioni, testimonianze professionali, esercitazioni pratiche e workshop

       5. ERGONOMIA E COMFORT DELLA LUCE                                   2
          NELL’AMBIENTE COSTRUITO

       6. PSICOLOGIA DELLA PERCEZIONE DELLA                                1                     E
          LUCE E DEL COLORE

       7. INTERIOR        DESIGN. Costanti e variabili                    2.5                    W
       metodologiche, il design dell’hardware del                                                T
       sistema luce, lighting e arredo urbano.

       7. LA CULTURA DELLA LUCE                                            1
          NELL’ESPERIENZA ARTISTICA.

       8. TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE                                     4
          GRAFICA E SISTEMI DI CALCOLO                                                           E

       10. IL PROGETTO DELLA LUCE IN                                       1
       ARCHITETTURA                                                                          T
       integrazione della luce nel progetto
       architettonico

       11. NORMATIVA E PROCEDURE DI                                        1
       FINANZIAMENTO E GESTIONE DEGLI
       INTERVENTI

                                                  totale                  12.5
Pag 6

Per la seconda sezione sono previsti sette moduli specialistici,
cinque dei quali collegati a workshop progettuali.

       12. L’ILLUMINAZIONE URBANA                                         3                    W
       l’urbanistica della luce spazi verdi                                                    T

       13. L’ILLUMINAZIONE DEI MONUMENTI; luce                            3                    W
       ed interpretazione nell’illuminazione dei                                               T
       monumenti e degli ambienti storici

       14. L’ILLUMINAZIONE SCENICA                                        3                    W
       teatro, eventi, installazioni artistiche                                                T

       15. L’ILLUMINAZIONE NEGLI SPAZI                                    3                    W
       ESPOSITIVI E MUSEALI                                                                    T

       16. L’ILLUMINAZIONE DEGLI SPAZI                                    3                    W
       COMMERCIALI                                                                             T

       17. IMPIANTI ELETTRICI E SICUREZZA                                 3

       18. SISTEMI DI AUTOMAZIONE E                                       2
       CONTROLLO

       totale                                                             20

Hanno partecipato alla didattica docenti, provenienti da aree disciplinari ed esperienze professionali
differenti, coerentemente con l’impostazione interdisciplinare ed olistica del percorso formativo del
Master MLD :

Maurizio Anastasi (Sovraintendenza di Roma)             Filippo Cannata
Alessandro Andreucci                                    Floriana Cannatelli
Adriana Annunziata                                      Piergiorgio Capparucci
Giordana Arcesilai                                      Giovanni Caprotti (ERCO)
Roberto Bartolo                                         Giovanni Carbonara (Un. La Sapienza)
Mao Benedetti                                           Giorgio Castaldi (ING. CASTALDI
Andrea Benussi ( THORN )                                ILLUMINAZIONE)
Marco Beretta (HOFER & ZELGER)                          Piero Castiglioni
Maurizio Bertoni (ING. CASTALDI                         Paolo Ceccherini (PHILIPS)
ILLUMINAZIONE)                                          Piergiovanni Ceregioli ( iGUZZINI )
Alessandro Bessi ( PHILIPS )                            Alessandro Conforti ( ZUMTOBEL STAFF –
Eugenio Bettinelli (BTICINO)                            BEGA)
Francesco Bianchi (Terza Un. Roma)                      Piero Cutilli
Fabio Bisegna (Un. La Sapienza)                         Andrea De Lieto Vollaro (Un. La Sapienza)
Mario Bonomo                                            Livio De Santoli (Un. La Sapienza)
Aldo Bottoli (PoliMi)                                   Massimo de Vico Fallani
Gennaro Bracale (SOLAR PROJECT)                         Luciano Di Fraia (Un. Federico II-Na)
Antonella Briganti                                      Antonio Di Gangi ( DGA )
Pag 7

Sveva Di Martino                        Giampaolo Monti ( BITICINO )
Maurizio Di Puolo                       Marco Nichelini ( DGA )
Ruggero Donati (MARTINI )               Pio Nahum ( MARTIN )
Viviano Donnini ( ILTI LUCE )           Massimiliano Negri ( SCHREDER )
Stefano Dragonetti ( ZUMTOBEL STAFF)    Sergio Padula (LIGHTWEB)
Massimo Dragoni (BTICINO)               Vincenzo Parisse (PPML)
Nicola Dusi                             Marinella Patetta (METIS)
Fiore Paolo Dragone ( 3M LIGHTING )     Anna Pellegrino (PoliTo)
Paolo Drigo ( OSRAM )                   Gary Perez (ENEL SOLE)
Stefano Elia (Un. La Sapienza)          Marcella Pesenti (3M)
Alessandro Farini (INOA)                Marco Piatti ( HESS )
Gaetano Fasano (ENEA)                   Ruggero Pierantoni
Ricky Ferrero                           Karl Pickering
Matteo Fiore ( FLOS )                   Olindo Polizza ( PHILIPS )
Marco Frascarolo (Terza Un. Roma)       Luigi Prestinenza Puglisi
Giorgio Galli (Un. La Sapienza)         Anna Quattroccolo (SCHREDER)
Bruno Gecchelin                         Alessandra Reggiani
Gianfranco Gencarelli                   Riccardo Roselli (Studio King & Roselli)
Agostino Ghirardelli (Studio Fuksas )   Nicoletta Rossi
Gianluigi Giammetta                     Ely Rozenberg
Lapo Grassellini ( TARGETTI )           Silvano Sala ( OVA BARGELLINI )
Alessandro Grassia                      Leonardo Sangiorgi . Studio Azzurro
Cristiano Guarnaschelli (LIGHTWEB)      Ezio Santini (Un. La Sapienza)
Michael Hill ( ERCO )                   Riccardo Sarfatti ( LUCEPLAN )
Ernst Holzapfel (ARTEMIDE)              Stefano Sassi (ZUMTOBEL STAFF)
Onorato Honorati                        Cristiana Simoncini
Marco Incagnoli                         Filippo Squillace ( ZUMTOBEL STAFF )
Francesco Karrer (Un. La Sapienza)      Margherita Suss (PoliMi)
Jeremy King (Studio King & Roselli)     Andrea Tamagnini (INTERMARK)
Dimitri Koroliouk ( CISNETCOM )         Enrico Tamaro (MARTIN)
Carmine La Mura (OSRAM)                 Corrado Terzi (Un. La Sapienza)
Claudio Lazzarini                       Danilo Tognarini (SCHREDER)
Gianfranco Maria Lelj                   Luciano Tovoli
Vittorio Libertucci (LUCEPLAN)          Daniele Traferro ( ANTROX )
Lino Linardi (PHILIPS)                  Gianni Traverso
Luigi Longinotti ( TARGETTI )           Huub Ubbens (ARTEMIDE)
Giacomo Longoni (PHILIPS)               Maurizio Varratta
Valerio Lo Verso (PoliTo)               Olivia Verdiani ( TARGETTI )
Cosimo Masone                           Paola Vighy
Luca Mercatelli                         Thomas Weissenberg
Simone Micheli                          Salvatore Zoppi ( OVA BARGELLINI )
Pag 8

Hanno inoltre contribuito alla didattica del Master MLD le Aziende:

AMX                                                    LUCEPLAN
ANTROX                                                 LUTRON
ARTEMIDE                                               MARTIN
BEGA                                                   MARTINI
BTICINO                                                3M LIGHTING
CISNETCOM                                              OSRAM
CRESTRON                                               OVA BARGELLINI
DGA                                                    PHILIPS
DYNALITE                                               PPML
ERCO                                                   RELUX
FLOS                                                   SCHREDER
HESS                                                   SIMES
HOFER & ZELGER                                         SOLAR PROJECT
iGUZZINI                                               TARGETTI
ILTI LUCE                                              THORN
ING. CASTALDI ILLUMINAZIONE                            ZUMTOBEL
INTERMARK
Puoi anche leggere
DIAPOSITIVE SUCCESSIVE ... Annulla