LA MOBILITÀ DELLA CONOSCENZA 2019 - SIS FVG

 
LA MOBILITÀ DELLA CONOSCENZA 2019 - SIS FVG
La mobilità della
conoscenza 2019

                    1
LA MOBILITÀ DELLA CONOSCENZA 2019 - SIS FVG
Hanno realizzato l’indagine: Ginevra Tonini e Anna Comini (Ufficio Sviluppo Parco e SiS FVG - Area Science Park)

Hanno collaborato all’indagine: Xavier Ronald Eekhout Chicharro della Fundación Española
para la Ciencia y la Tecnología (FECYT) di Madrid

Grafica e impaginazione: Incipit Srl
LA MOBILITÀ DELLA CONOSCENZA 2019 - SIS FVG
Indice

1/ Il Sistema Scientifico e dell’Innovazione del Friuli Venezia Giulia – SiS FVG > pag. 6

2/ L’indagine: metodologia e trend
   2.1 Le categorie mappate e l’arco temporale considerato > pag. 8
   2.2 Studenti, ricercatori e docenti stranieri: i dati 2019 e il trend degli ultimi anni > pag. 10

3/ I numeri dell’Alta Formazione
   3.1 Gli studenti > pag. 14
   3.2 I ricercatori e i docenti > pag. 18

4/ REBECA – Il programma di mentoring per giovani ricercatori > pag. 24
LA MOBILITÀ DELLA CONOSCENZA 2019 - SIS FVG
Si ringraziano le 18 Istituzioni scientifiche e accademiche del Friuli Venezia Giulia
che hanno partecipato all’indagine “La Mobilità della Conoscenza 2019”.
Area di Ricerca Scientifica e Tecnologica di Trieste - Area Science Park
CNR - IC Istituto di Cristallografia
CNR - IOM Istituto Officina dei Materiali
CNR - ISM Istituto di Struttura della Materia
CNR - ISMAR Istituto di Scienze Marine
Conservatorio Statale di Musica “Giuseppe Tartini” di Trieste
Conservatorio Statale di Musica “Jacopo Tomadini” di Udine
Consorzio Innova FVG
Elettra - Sincrotrone Trieste S.C.p.A.
Friuli Innovazione Centro di Ricerca e di Trasferimento Tecnologico
ICGEB - International Centre for Genetic Engineering and Biotechnology
INAF - Osservatorio Astronomico di Trieste
INFN - Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Sezione di Trieste
Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale - OGS
SISSA - Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati
The Abdus Salam International Centre for Theoretical Physics - ICTP
Università degli Studi di Trieste
Università degli Studi di Udine
LA MOBILITÀ DELLA CONOSCENZA 2019 - SIS FVG
5
>1                     Il Sistema Scientifico e dell’Innovazione
                           del Friuli Venezia Giulia - SiS FVG

    SiS FVG rappresenta, dall’agosto 2016, l’iniziativa di                    Divulgare e diffondere la conoscenza tecnico-scientifica e
    networking delle istituzioni di ricerca del Friuli Venezia Giulia,        sull’innovazione.
    frutto di un Accordo di Programma sottoscritto da Ministero
    degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale                 La regione Friuli Venezia Giulia è uno dei principali “hub”
    (MAECI), Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della             europei della scienza e della tecnologia, con infrastrutture di
    Ricerca (MIUR) e Autorità regionale, che potenzia e rafforza i          ricerca internazionali e una numerosa e vivace comunità di
    contenuti del precedente Accordo del 2004.                              ricercatori e studenti stranieri. Partner del Network sono 18
                                                                            enti tra Università, Centri di Ricerca, Organizzazioni nazionali
    Gli obiettivi del SiS FVG sono:                                         e internazionali, Parchi Scientifici e Tecnologici e Conservatori
       Realizzare una “Rete scientifica di eccellenza” che rafforzi la      Statali di Musica. SiS FVG è dunque lo strumento strategico
       competitività del territorio a livello nazionale e internazionale;   volto a valorizzare questa particolare realtà regionale e a
       Ottimizzare le azioni che valorizzano l’innovazione e la 		          incrementare le ricadute sociali ed economiche dell’attività di
       ricerca scientifica e tecnologica;                                   ricerca sul territorio.
       Promuovere servizi di supporto all’internazionalizzazione            Il Sistema si prefigge di realizzare progetti e attività
6      dei centri di ricerca;                                               per rafforzare la rete scientifica quali, ad esempio,
l’infrastruttura dedicata all’HPC - High Performance              operatori pubblici in grado di generare sviluppo economico
Computing per rinforzare il primato regionale nell’ambito         è stato anche sviluppato il progetto complesso denominato
del calcolo scientifico ad alte prestazioni e il Laboratorio di   “Sistema Argo”, le cui attività si concentrano proprio sullo
Meccatronica Avanzata - Lama FVG, in modo da valorizzare          sviluppo industriale, la trasformazione digitale, le piattaforme
anche il trasferimento della conoscenza a livello applicativo e   di ricerca e sviluppo e la creazione di impresa.
industriale.                                                      Infine, per rafforzare l’internazionalizzazione dei centri, il
L’attrattività del Network è inoltre supportata dagli accordi
                                                                  SiS FVG, tramite il Welcome Office FVG, sviluppa un punto
quadro della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia con
                                                                  di incontro e un front office per l’accoglienza di studenti e
l’Associazione europea nell’ambito del Programma AAL -
Ambient Assisted Living, e con il JRC, Centro Comune di           ricercatori internazionali.
Ricerca della Commissione Europea, ma anche da programmi
di scambio e collaborazione scientifica come il progetto          Le attività e la programmazione strategica del SiS FVG sono
sviluppato con il MIT - Massachusetts Institute of Technology.    disponibili sul sito web www.sisfvg.it, che propone anche
Per contribuire al rafforzamento della competitività regionale    informazioni e dati sui Partner, in italiano e inglese, scaricabili e
e per costruire un sistema strutturato di imprese private e       condivisibili, in un’ottica di open data.                               7
>2                     L’indagine:
                           metodologia e trend

    > 2.1                                                            mappare la cittadinanza e l’area scientifica di afferenza dei
                                                                     ricercatori, docenti e studenti stranieri che, per periodi
    Le categorie mappate                                             anche brevi, scelgono uno dei Centri del SiS FVG.
    e l’arco temporale considerato                                   A questa edizione hanno partecipato 13 enti di ricerca, 3
                                                                     atenei e 2 conservatori di musica.
                                                                     I dati raccolti si riferiscono alle seguenti categorie:
                                                                        studenti iscritti alle università e ai conservatori
                                                                        regionali
    “LA MOBILITÀ DELLA CONOSCENZA”1 è un’indagine che                   studenti stranieri che hanno svolto un periodo di
    viene realizzata annualmente dall’Ufficio Sviluppo Parco            studi in regione (mobilità incoming, es. Erasmus+)
    e SiS FVG di Area Science Park per monitorare il grado              studenti iscritti alle università e ai conservatori
    di attrattività del Sistema Scientifico e dell’Innovazione          regionali che hanno svolto un periodo di studio
    regionale attraverso la rilevazione del numero di ricerca-          all’estero (mobilità outgoing)
    tori e studenti stranieri presenti presso gli enti, gli atenei      docenti (solo di I e II fascia) e ricercatori degli enti
8   e i conservatori di musica. Ulteriore obiettivo è quello di         (inclusi gli assegnisti e i collaboratori di ricerca)
docenti e ricercatori stranieri che hanno lavorato 		             incoming e outgoing e per i collaboratori di ricerca
  per un periodo in regione (mobilità incoming)                     degli enti.
  docenti (solo di I e II fascia) e ricercatori degli enti
  (inclusi gli assegnisti e i collaboratori di ricerca) 		       I questionari sono stati somministrati via e-mail e auto
  che hanno svolto la loro attività all’estero per 		            compilati dai referenti di ciascuna istituzione, che hanno
  almeno 1 mese (mobilità outgoing).                             potuto contare sul supporto dell’Ufficio Sviluppo Parco e
                                                                 SiS FVG.
Inoltre, per ciascuna categoria è stata rilevata la
cittadinanza, l’area scientifico-disciplinare di studio e, per
la mobilità outgoing, l’area geografica di destinazione.

L’arco temporale considerato è stato:
   l’Anno Accademico 2017/2018 per gli studenti
   i dati al 31.12.2018 per ricercatori e docenti degli enti     1 - I dati, raccolti ed elaborati dall’Ufficio Sviluppo Parco e SiS
   l’intero anno 2018 per i ricercatori e i docenti 		           FVG, possono essere utilizzati previa citazione della fonte.          9
>2.2
                                                                         14.500
     Studenti, ricercatori e docenti stranieri:
     i dati 2019 e il trend degli ultimi anni
                                                                                        14.018                         14.062
                                                                         14.000

                                                                                                       13.577
                                                                         13.500
     PER MEGLIO CAPIRE IL TREND internazionale di studen-
     ti, ricercatori e docenti stranieri presenti o in arrivo per un
     determinato periodo sul territorio regionale, si è voluto           13.000
     confrontare i dati degli ultimi anni.                                          Edizione 2017   Edizione 2018   Edizione 2019
     Sfogliando le ultime tre edizioni dell’Indagine, si scopre
     così che il numero complessivo di studenti, ricercatori e
     docenti stranieri, dopo il calo del 2018, è tornato stabile        GRAFICO 1: Trend del numero complessivo di studenti,
     sulle 14.000 presenze (Grafico 1). Il Sistema mantiene
                                                                        ricercatori e docenti stranieri
     dunque una buona attrattività per quanto riguarda la
     componente internazionale, anche grazie ai qualificati
     servizi di accoglienza che continuano a supportare questi         Guardando alle singole categorie che formano l’utenza
     target.                                                           internazionale (Grafico 2), come lo scorso anno i ricercatori
                                                                       rappresentano oltre i due terzi (68%), seguiti dagli studenti
10                                                                     (24%) e dai docenti (8%).
3.400
                 3329                                                                                         3.329

                                                                                              3.264
                             24%                                3.300
                                                                              3.235
                        8%              68%    9541
          1192
                                                                3.200

                                                                3.100
                                                                          Edizione 2017   Edizione 2018   Edizione 2019

            Ricercatori            Docenti    Studenti

 GRAFICO 2: Numero complessivo di utenti internazionali       GRAFICO 3: Numero complessivo di studenti stranieri
 per categoria (Ed. 2019)                                     (iscritti e incoming)

Negli ultimi anni, il numero complessivo di studenti         2019 ha raggiunto le 3.300 unità (Grafico 3). La loro
stranieri iscritti alle università e ai conservatori o che   percentuale sul totale degli studenti iscritti rimane invece
hanno svolto un periodo di studi in regione era rimasto      stabile al 7,8%.
mediamente stabile sulle 3.200 unità circa mentre nel                                                                       11
Dopo aver registrato un calo nel 2018, il numero complessivo
     di ricercatori e docenti stranieri in organico negli enti o che
     hanno svolto parte delle loro attività presso un’istituzione        11.100
     scientifica regionale è tornato in linea con i dati raccolti nel
     2017, attestandosi sulle 10.700 unità circa (Grafico 4).
                                                                                     10.783                          10.733
                                                                        10.800
     Possiamo affermare che i dati raccolti sulla presenza
     di studenti stranieri (iscritti e incoming) confermano
     l’attrattività delle università e dei conservatori regionali.
     Per quanto riguarda i ricercatori e docenti stranieri che          10.500
     lavorano presso le istituzioni regionali o che hanno svolto                                     10.313
     parte della loro attività in regione, dopo il calo registrato
     lo scorso anno, il loro numero è aumentato tornando in linea       10.200
     con quello del 2017. A essere più numerosi sono stati
     in particolare i ricercatori incoming, seguiti da quelli in
     organico negli enti.
                                                                        9.900

     Infine, spostando l’attenzione alla questione di genere, non                 Edizione 2017   Edizione 2018   Edizione 2019
     si notano cambiamenti significativi, sia per la categoria degli
     studenti (Grafico 5) che per quella dei ricercatori e docenti
     (Grafico 6). Come si può notare anche graficamente, le donne
     superano la metà del campione se si considerano gli studenti
     iscritti alle università e conservatori, mentre si riducono a      GRAFICO 4: Numero complessivo di ricercatori e docenti
12   circa un terzo se si guarda ai ricercatori e docenti.              stranieri (degli enti e incoming)
Edizione 2019
                                                                    Edizione 2019

Edizione 2018
                                                                    Edizione 2018

Edizione 2017
                                                                    Edizione 2017

                    2.000     6.000    10.000    14.000    18.000
                0        4.000     8.000    12.000    16.000                        0    1.000    2.000   3.000    4.000   5.000

                     Femmine            Maschi                                          Femmine           Maschi

GRAFICO 5: Studenti iscritti per genere                             GRAFICO 6: Ricercatori e docenti degli enti per genere         13
>3                   I numeri dell’Alta
                          Formazione

     > 3.1                                                           di iscritti è pari al 7,8%, dato che rimane in linea con il
                                                                     trend degli ultimi anni. Il numero di quanti hanno invece
     Gli studenti                                                    svolto un periodo di studi in regione (mobilità incoming) è
                                                                     leggermente aumentato, passando da 580 a 641 presenze.
                                                                     Complessivamente, gli studenti stranieri nell’Anno
                                                                     Accademico 2017/2018 sono stati 3.329 (iscritti e
                                                                     incoming).
     OSSERVANDO PIÙ NEL DETTAGLIO i dati 2019 relativi
     agli studenti, le tre università e i due conservatori contano   Se si guarda ai soli conservatori di musica, la presenza di
     complessivamente 34.679 iscritti (Grafico 7). Il dato è         stranieri iscritti rispetto al totale passa dal 22% al 24%,
     in leggero aumento rispetto all’anno precedente, grazie         confermando la particolare attrattività di questi istituti nel
     soprattutto al maggior numero di studenti iscritti ai           panorama regionale.
     master e, più in generale, ai corsi o alle specializzazioni
     successive alla laurea. Per quanto riguarda gli stranieri,      Passando alle aree scientifiche2, non ci sono variazioni
14   come anche visto nel precedente capitolo, la percentuale        rispetto alla scorsa edizione.
2.688                                   Il 46% degli studenti sceglie le Scienze Umane e Sociali,
                                                                 a cui seguono le Scienze della Vita con il 28% e la macro
                               8%                                area composta da Matematica, Fisica, Informatica,
                                                                 Ingegneria, Scienze della Terra e dell’Universo, che
                                    92%        31.991            raccoglie il restante 26%.

                                                                 Rimane praticamente invariata anche la proporzione tra
                                                                 studenti maschi e femmine iscritti (Grafico 8).
                                                                 Le studentesse continuano a superare di poco la metà del
                                                                 campione (54%).
                    Italiani           Stranieri

                                                                 2 - La suddivisione delle aree scientifiche è stata ripresa in base
                                                                 ai macro settori ERC (Social Sciences and Humanities –SH,
                                                                 Mathematics, physical sciences, information and communication,
GRAFICO 7: Studenti iscritti alle Università e ai Conservatori   engineering, universe and earth sciences – PE, Life Sciences – LS)    15
Passando ad analizzare la mobilità outgoing, sono stati
                                                                       1.290 gli studenti, di cui ben 802 donne, che hanno
                                                                       trascorso un periodo di studio o formazione all’estero.
                                                                       Questi rappresentano il 3,7% degli iscritti, come rilevato
            18.705           54%          46%          15.974
                                                                       anche nella scorsa edizione dell’indagine. Rimane
                                                                       inalterata pure la scelta delle destinazioni, con i Paesi UE
                                                                       che si confermano predominanti, ospitando ben l’85%
                                                                       degli studenti, sempre grazie all’Erasmus+. Seguono i
                                                                       Paesi dell’Europa non UE, che ne accolgono il 6%, e il Nord
                                                                       America, scelto dal 5%.
                             Maschi         Femmine
                                                                       Le aree scientifiche di afferenza degli studenti outgoing
                                                                       sono prevalentemente le Scienze Umane e Sociali, che co-
                                                                       prono il 56% del totale, seguite a pari merito dalle Scienze
      GRAFICO 8: Studenti iscritti alle Università e ai Conservatori   della Vita e dalla macro-area composta da Matematica,
                                                                       Fisica, Informatica, Ingegneria, Scienze della Terra
                                                                       e dell’Universo, che contano ciascuna il 22% (Grafico 10).
     Per quanto riguarda la cittadinanza degli studenti stranieri
     che hanno trascorso un periodo di studio in regione (Grafico      Complessivamente, i dati rilevati in questa edizione sulle
     9), i Paesi UE, grazie soprattutto all’Erasmus+, prevalgono       varie categorie di studenti (iscritti, incoming e outgoing),
     nettamente rappresentando, con 470 presenze, il 73% di            rimanendo in linea con quelli dell’anno precedente
     questo target. Infine, anche per quanto concerne l’area           riconfermano il buon grado di attrattività del sistema
     scientifica degli studenti incoming, le Scienze Umane e           dell’Alta Formazione regionale.
16   Sociali rimangono predominanti.
287
Europa UE (esclusa Italia)                                        470

          Europa non UE               67                                          22%

                   Africa        3
                                                                                                    56%           724
           Nord America          18                                               22%

    Centro-Sud America                35

                Australia        3
                                                                                 279
                    India        11

                     Cina        8
                                                                             Scienze Umane e Sociali
           Resto dell’Asia            26
                                                                             Matematica, Fisica, Informatica, Ingegneria,
                                                                             Scienze della Terra e dell’Universo

                             0         100   200   300    400   500          Scienze della Vita

GRAFICO 9: Cittadinanza degli studenti che hanno svolto                 GRAFICO 10: Aree scientifiche degli studenti
un periodo di studio in regione (mobilità incoming)                     che si sono recati all’estero (A.A. 2017/2018)      17
> 3.2                                                             allo scorso anno, conta 792 presenze superando I’Europa
                                                                       UE, che ne conta “solo” 753.
     I ricercatori e i docenti                                         I restanti Paesi di origine dei ricercatori rimangono
                                                                       il Centro-Sud America (589), l’India (410), il Nord
                                                                       America (248), l’Europa Non UE (244), la Cina (177) e
                                                                       infine l’Australia (10). I docenti provengono invece quasi
                                                                       esclusivamente dall’Italia.
     PASSANDO AD ANALIZZARE I DATI relativi ai ricercatori
     e docenti italiani e stranieri presenti nelle istituzioni         Matematica, Fisica, Informatica, Ingegneria, Scienze
     scientifiche regionali, il loro numero è aumentato rispetto       della Terra e dell’Universo si riconferma l’area scientifica
     all’anno precedente, passando da 7.049 a 7.320 unità              prevalente di questo target, con 5.536 unità, seguita dalle
     (Grafico 11). Ciò è dovuto soprattutto a un incremento            Scienze della Vita (1.001 unità) e dalle Scienze Umane
     della componente straniera, passata da 3.837 a 4.047              e Sociali (783 unità).
     presenze, mentre il numero di italiani è rimasto stabile.
     Se si guarda infatti alla sola componente internazionale,         Rimane immutata anche la situazione di genere, dove le
     il numero di ricercatori e docenti stranieri degli enti, che si   ricercatrici e docenti degli enti (Grafico 13) rappresentano
     attestava mediamente sulle 3.800 unità circa negli ultimi         un terzo del campione rispetto ai colleghi maschi.
     anni, ha visto in questa edizione un leggero aumento,
     raggiungendo la soglia delle 4.000 presenze.                      Osservando gli arrivi sul territorio regionale di ricercatori
                                                                       e docenti stranieri, anche per brevi periodi (Grafico 14),
     Per quanto riguarda la cittadinanza (Grafico 12),                 i docenti rappresentano poco meno di un quinto del
     gli italiani che lavorano presso gli enti regionali sono          campione (18%), dato in linea con la scorsa edizione.
     3.273. Seguono i Paesi Asiatici (escluse India e Cina) con
18   824 unità e l’Africa che, grazie a un incremento rispetto
8.000                                          2.500
                                  7.320                2.258
7.000
                                               2.000

6.000                                          1.500
                                                            1.015                                                                                    823
5.000                                          1.000
                                                                    735                  792                 589
            3.273      4.047
                                                                                                                               410
4.000                                           500
                                                                               243                 248                                    177
                                                                          18         1         0         0         0   10 0           0         0            1
3.000
                                                  0

                                                                       lia

                                                                         )

                                                                     UE

                                                                                          a

                                                                                                              a

                                                                                                              a

                                                                                                            lia

                                                                                                                                  a

                                                                                                                                            na

                                                                                                                                                       sia
                                                                      lia
2.000

                                                                                       ric

                                                                                                           ic

                                                                                                           ic

                                                                                                                                di
                                                                   Ita

                                                                                                          ra

                                                                                                                                          Ci

                                                                                                                                                   ll’A
                                                                  Ita

                                                                                                         er

                                                                                                         er

                                                                                                                              In
                                                                   n

                                                                                     Af

                                                                                                        st
                                                                no

                                                                                                      Am

                                                                                                      Am

                                                                                                                                                 de
                                                               sa

                                                                                                      Au
                                                             pa
                                                             lu

                                                                                                                                              o
                                                                                            d

                                                                                                   ud
                                                           sc

                                                                                                                                            st
1.000

                                                                                          or
                                                          ro

                                                                                                 -S

                                                                                                                                          Re
                                                        (e

                                                                                         N
                                                       Eu

                                                                                               ro
                                                       UE

                                                                                             nt
                                                      pa

                                                                                           Ce
                                                    ro
    0

                                                  Eu
           Italiani   Stranieri   Totale                                                                                 Ricercatori                 Docenti

GRAFICO 11: Ricercatori e docenti degli enti   GRAFICO 12: Cittadinanza dei ricercatori e docenti degli enti                                                     19
Il numero complessivo di ricercatori e docenti incoming,
                                                                 dopo il calo rilevato nel 2018, è invece aumentato,
                    2.360                                4.960   passando da 6.476 a 6.686 unità.
                                    32%         68%
                                                                 Nel complesso, è dunque la componente internazionale
                                                                 quella che, in questa edizione, ha visto un incremento,
          Maschi
                                                                 sia per quanto riguarda gli stranieri che lavorano
                                                                 negli enti regionali sia per quelli che si fermano solo
          Femmine
                                                                 per un determinato periodo. In particolare, i numeri
                                                                 della mobilità incoming per periodi inferiori al mese,
     GRAFICO 13: Ricercatori e docenti degli enti per genere     rappresentati dagli stranieri che partecipano a eventi o
                                                                 corsi promossi dalle istituzioni scientifiche regionali, si
                            1.172                                mantengono consistenti.
                                          18%
                                                                 Inoltre, i soli docenti stranieri che hanno lavorato per un
                                                82%      5.514   breve periodo (meno di un mese) nei conservatori sono
                                                                 stati circa il 19% se confrontati con il totale dei docenti in
          Ricercatori
                                                                 organico dei due istituti.

          Docenti                                                Se ci si sofferma sulla cittadinanza dei ricercatori e
                                                                 docenti stranieri che hanno svolto un periodo di lavoro in
                                                                 regione (Grafico 15), i Paesi UE, confermando il dato dello
20   GRAFICO 14: Ricercatori e docenti stranieri incoming        scorso anno, continuano a prevalere con 2.208 unità.
2.500
                    2.208

  2.000

   1.500
                                                                                                                  1.095
                                           878
   1.000
                                                         551            713
                                   381                                                    587
    500
                                                                                                    246
                                                                                  27
         0
                     )

                                  UE

                                              a

                                                          a

                                                                         a

                                                                                    lia

                                                                                              a

                                                                                                    na

                                                                                                                  sia
                  lia

                                           ric

                                                        ic

                                                                       ic

                                                                                            di
                                                                                  ra

                                                                                                  Ci

                                                                                                              ll’A
               Ita

                                                      er

                                                                     er

                                                                                          In
                               n

                                         Af

                                                                                st
                             no

                                                    Am

                                                                   Am

                                                                                                            de
               sa

                                                                              Au
                             pa
             lu

                                                                                                             o
                                                     d

                                                                   ud
           sc

                                                                                                           st
                                                   or
                           ro

                                                                 -S

                                                                                                         Re
         (e

                                                  N
                         Eu

                                                               ro
    UE

                                                             nt
    pa

                                                           Ce
  ro
Eu

  GRAFICO 15: Cittadinanza dei ricercatori e docenti stranieri che hanno svolto un periodo di lavoro in regione           21
Se si esclude l’Europa (UE e non UE), i Paesi asiatici        (23%). La terza destinazione è rappresentata in questa
     (escluse India e Cina) rimangono in testa alla classifica     edizione dall’Asia (Cina e India escluse) con il 7%, seguita
     delle presenze di ricercatori e docenti incoming con 1.095    dal Centro-Sud America (6%), dall’Europa Non UE (5%),
     unità.                                                        dalla Cina (3%) e infine dall’Australia (2%).
     Segue l’Africa, che passa da 689 a 878 unità, il Centro-Sud
     America, anche lui aumentando le presenze da 574 a 713,       Matematica, Fisica, Informatica, Ingegneria, Scienze della
     l’India, che con 587 unità supera il Nord America (551), e    Terra e dell’Universo sono le materie di afferenza di ben
     la Cina (246). L’Australia rimane la meno rappresentata,      il 67% di chi si reca all’estero; seguono le Scienze Umane
     vedendo la propria presenza scendere da 38 a 27 unità.        e Sociali (27%) e le Scienze della Vita (6%) (Grafico 16).

     Osservando l’area scientifica di questo target,               I fondi dell’ente e le opportunità di finanziamento europee
     predomina come sempre la macro area della Matematica,         come Horizon 2020 rimangono la principale risorsa per
     Fisica, Informatica, Ingegneria, Scienze della Terra e        sostenere le attività all’estero di ricercatori e docenti.
     dell’Universo.
                                                                   Complessivamente, il numero dei soli ricercatori stranieri
     Passando ad analizzare la mobilità outgoing, ovvero           incoming, dopo aver subito un calo nel 2018, ha ripreso
     il numero di ricercatori e docenti che si sono recati         ora a crescere passando da 5.249 a 5.514. Gli incrementi
     all’estero nel 2018 per svolgere le proprie attività, il      maggiori sono stati quelli dei ricercatori provenienti
     dato rimane complessivamente stabile rispetto a quello        dall’Africa e dal Centro Sud-America.
     dello scorso anno (94 unità). Si tratta tuttavia di un
     numero sicuramente sottostimato vista la difficoltà
     delle istituzioni nel mappare questo tipo di mobilità.
     Le principali destinazioni rimangono sempre i Paesi
22   dell’Europa UE (54% dei viaggi), seguiti dal Nord America
6

                           6%

                                      27%             25

      63             67%

           Scienze Umane e Sociali

           Matematica, Fisica, Informatica, Ingegneria,
           Scienze della Terra e dell’Universo

           Scienze della Vita

GRAFICO 16: Aree scientifiche dei ricercatori e docenti
che si sono recati all’estero nel 2018                     23
>4                      REBECA – Il programma di mentoring
                             per giovani ricercatori

     EURAXESS – RESEARCHERS IN MOTION è un’iniziativa              di ampliare la tipologia di servizi dedicati ai ricercatori,
     della Commissione Europea per promuovere le carriere          in particolare per quanto riguarda le tematiche legate
     dei ricercatori e facilitare la loro mobilità in Europa       allo sviluppo di carriera, alle opportunità lavorative
     tramite servizi personalizzati e gratuiti. La rete è          al di là del settore accademico e, più in generale,
     composta da oltre 500 uffici e uno staff di oltre 1.500       all’imprenditorialità scientifica. REBECA durerà sei
     persone, con sedi prevalentemente in Europa ma anche          mesi, da luglio a dicembre 2019, e sarà sperimentato in
     nel resto del mondo (ad es. nei Paesi Asiatici, Nord          contemporanea in Italia, Spagna, Bulgaria, Danimarca e
     America, Cina, India, Giappone e Sud America).                Israele. Abbiamo chiesto a Xavier Eekhout Chicharro,
                                                                   esperto in progetti internazionali presso la Fundación
     Il programma di mentoring REBECA – REsearchers                Española para la Ciencia y la Tecnologia – FECYT, che
     BEyond aCAdemia Mentoring Programme è una delle               coordina il programma, di illustrarci in breve le principali
     azioni sviluppate dal progetto EURAXESS TOP IV “Open          caratteristiche.
     EURAXESS - To strengthen the effectiveness and optimise the
     services of all partners in an innovative and open EURAXESS
24   network”, finanziato da H2020 e il cui obiettivo è quello
Quali sono gli obiettivi di REBECA e a chi è rivolto?        zione della maggioranza dei giovani ricercatori.
Il programma di mentoring è rivolto principalmente ai        Grazie a questo programma si sta cercando di integrare
giovani ricercatori del mondo accademico. Lo scopo è         le informazioni che un ricercatore può avere sulle oppor-
quello di mostrare loro le opportunità professionali al      tunità di carriera alternative all’accademia.
di fuori dell’accademia affiancandoli a dei professionisti   È importante sottolineare che REBECA non sta cercando
appartenenti a diversi settori aziendali. Dall’altro lato,   di incentivare i ricercatori ad abbandonare il mondo acca-
anche i mentor potranno trarre dei benefici in quanto        demico, ma mira ad accrescere la loro consapevolezza sulle
avranno l’opportunità di ampliare il loro network            potenziali alternative professionali per aiutarli a gestire
includendo dei giovani professionisti.                       al meglio la propria carriera. Inoltre, diversi studi hanno
                                                             sottolineato come le difficoltà di collaborazione intersetto-
Perchè REBECA si rivolge soprattutto a questo target?        riale nel campo della ricerca, sviluppo e innovazione siano
Sebbene i numeri varino da paese a paese, è noto che solo    legate a un certo livello di sfiducia tra mondo accademico e
una piccola percentuale di quanti iniziano un dottorato      imprenditoriale, spesso basata su falsi presupposti.
prosegue poi la carriera in ambito accademico, nonostante    Dunque, creare una specie di legame personale tra questi
diverse fonti sottolineino come questa sia invece l’inten-   due mondi può anche contribuire a superare questi ostacoli.     25
Quali sono le attività previste dal programma?                   Prima dell’inizio del mentoring, è stato organizzato un
     Ovviamente al centro del programma ci sono gli incontri          workshop online, in linea con i contenuti del manuale,
     mentor-mentee. Proprio per facilitare questa attività è          per mentor e mentee, in modo da fornire loro una base
     stato fornito ai partecipanti un manuale con dei consigli        comune di informazioni dalle quali partire con le attività.
     sugli argomenti da trattare e su come affrontarli per            Inoltre, sono previsti altri due workshop per i mentee:
     poter organizzare almeno 6 incontri nell’arco dei 6 mesi         uno sulle opportunità professionali per ricercatori al
     previsti. La flessibilità rimane tuttavia una delle principali   di fuori dell’accademia e un altro su come redigere un
     caratteristiche del programma e, dunque, i partecipanti          CV per il mondo non accademico mettendo in risalto le
     sono liberi di scegliere anche altre tematiche, se di loro       competenze del ricercatore. Per quanto riguarda i mentor,
     maggiore interesse.                                              REBECA offre loro anche la possibilità di organizzare

26
un seminario ad hoc per quanti volessero condividere le
proprie esperienze come mentor, al fine di coinvolgerli
maggiormente nel programma.

In particolare, l’edizione italiana si è focalizzata molto
sugli aspetti imprenditoriali, proponendo tematiche quali
il business development, i brevetti, la creazione di start up
e offrendo ai mentee ulteriori workshop ad hoc con degli
esperti proprio su questi aspetti, segnalati dalla stessa
utenza. I mentor coinvolti sono infatti prevalentemente
imprenditori con un passato da ricercatori o professionisti
con una specifica esperienza sugli argomenti richiesti
dai mentee. Questi ultimi sono invece giovani ricercatori,
metà dei quali sta ultimando il proprio PhD. Lo scopo
ultimo di questo programma è dunque quello di fornire
ai ricercatori ulteriori conoscenze e strumenti, tra cui gli
stessi centri Euraxess, per orientare al meglio la propria
carriera professionale, sia per coloro che vogliono
proseguirla in ambito accademico sia per quanti vogliano
invece creare una propria azienda o, più in generale,
passare al mondo dell’industria.

                                                                27
28
Puoi anche leggere
DIAPOSITIVE SUCCESSIVE ... Annulla