La#ges'one#del#Por.olio# ta1co#e#Money# Management:#aspe1# opera'vi#a#confronto!

 
La#ges'one#del#Por.olio# ta1co#e#Money# Management:#aspe1# opera'vi#a#confronto!
La gestione del Portfolio tattico e Money Management

La#ges'one#del#Por.olio#
    ta1co#e#Money#
 Management:#aspe1#
 opera'vi#a#confronto!

               Relatore: Eugenio de Vito#
                Head of Marketing, Business Development & Financial advisory
La#ges'one#del#Por.olio# ta1co#e#Money# Management:#aspe1# opera'vi#a#confronto!
La gestione del Portfolio tattico e Money Management

I"quesiti:"
"
• Esistono tecniche di gestione capaci non solo di perseguire ma anche
   di raggiungere gli obiettivi del cliente?
• Quali sono i principali aspetti critici che possono ostacolare una
   gestione efficace del portafoglio del cliente?
• Quali strategie si adattano meglio alle reali esigenze dell’essere
   umano?
• Quali funzioni svolgono la gestione tattica ed il controllo del rischio
   nei portafogli dei clienti?
"

                                                                            2"
La#ges'one#del#Por.olio# ta1co#e#Money# Management:#aspe1# opera'vi#a#confronto!
Gli!anni!90!
La#ges'one#del#Por.olio# ta1co#e#Money# Management:#aspe1# opera'vi#a#confronto!
L’approccio!classico!

 La percentuale di azionario nel portafoglio è stabilita in funzione di:
 • Orizzonte Temporale
 • Propensione al rischio
 Esempio:
  Ho 10 anni di tempo e una propensione al rischio media(?)
 Al cliente viene consigliata una quota di azionario del 50%
 Si aspettano dieci anni senza intervenire radicalmente sul portafoglio

       tanto nel medio lungo periodo le borse salgono sempre
La#ges'one#del#Por.olio# ta1co#e#Money# Management:#aspe1# opera'vi#a#confronto!
L’approccio!classico!
La#ges'one#del#Por.olio# ta1co#e#Money# Management:#aspe1# opera'vi#a#confronto!
L’approccio!alterna2vo!
La#ges'one#del#Por.olio# ta1co#e#Money# Management:#aspe1# opera'vi#a#confronto!
L’approccio!classico!

  La percentuale di azionario nel portafoglio è stabilita in funzione di:
  • Orizzonte Temporale
  • Propensione al rischio

  Esempio:
   Homomento
E’ il  10 anni di tempo  e una propensione
                      giusto                 al rischio media(?)
                               per i total/absolute          return/ gestioni   attive
  Al cliente viene consigliata una quota di azionario del 50%
  Si aspettano dieci anni senza intervenire radicalmente sul portafoglio

               tanto nel medio lungo periodo le borse salgono sempre
La#ges'one#del#Por.olio# ta1co#e#Money# Management:#aspe1# opera'vi#a#confronto!
Facile!vincere!col!senno!del!poi!

 Chiunque potesse giocare a
 scacchi conoscendo
 anticipatamente le mosse del
 suo avversario, non avrebbe
 bisogno di studiare una
 strategia

 E’ ovvio: avendo ben in testa i
 piani dell’altro sarebbe
 semplice decidere come
 muoversi…
La#ges'one#del#Por.olio# ta1co#e#Money# Management:#aspe1# opera'vi#a#confronto!
Facile!vincere!col!senno!del!poi!

 Analogamente, se fosse possibile
 conoscere prima del tempo i
 rendimenti degli strumenti
 finanziari, basterebbe confrontare
 i grafici e selezionare il prodotto
 migliore. Tutti sarebbero concordi
 nell’effettuare la medesima scelta.
La#ges'one#del#Por.olio# ta1co#e#Money# Management:#aspe1# opera'vi#a#confronto!
Facile!vincere!col!senno!del!poi!

 Mol2,!però,!fanno!confusione!
 tra!la!certezza!che!deriva!dal!
 trovarsi!in!una!situazione!come!
 quella!appena!descri?a!con!la!
 convinzione!che!quello!che!è!
 stato!il!miglior!strumento!nel!
 passato!con2nui!a!esserlo!anche!
 nel!prossimo!futuro!e!quindi!sia!
 da!tenere!in!portafoglio!!
 !
 Succede,!quindi,!che!la!certezza!
 de?ata!dal!senno!di!poi!su!ciò!
 che!è!stato,!venga!scambiata!
 con!una!sensazione!su!ciò!che!
 sarà!che!si!basa!su!valutazioni!
 inconsisten2!e!discrezionali!!
 !
Facile!vincere!col!senno!del!poi!

  A dimostrazione di come questo bias possa portare a
   decisioni completamente errate, facciamo alcune
           riflessioni sui mercati finanziari
Riflessioni!sui!merca2!finanziari!

Negli ultimi anni il mercato obbligazionario ha espresso una forte tendenza positiva con
           bassa volatilità, provando di essere vincente rispetto all’azionario
Riflessioni!sui!merca2!finanziari!
 Ora cambiamo prospettiva. Fingiamo di poterci collocare indietro nel tempo
 prima della crisi del 2007: l’opinione sulle scelte di investimento cambierebbe
 radicalmente.
Proviamo!a!riassumere!

                    Inizio 2008   oggi
Proviamo!a!riassumere!

La fiducia in quello che è stato porta il primo individuo ad una soluzione poco
fortunata e se ne accorgerà quando la crisi sarà ormai conclamata.

E’ così che all’inizio del ventunesimo secolo, memori dei floridi anni ’90, la
tendenza era quella di proporre portafogli con una cospicua componente azionaria
per poi, intorno al 2010, a seguito dei deludenti risultati, switchare sulla
componente bond che nel frattempo era salita.

Ciò non significa che sicuramente sbaglierà, ma che non vi sono certezze tali per
cui si possa escludere un nuovo cambio di tendenza.
L’approccio!alterna2vo!

  Ciò che emerge da un mero confronto grafico è che buona parte
 degli strumenti Total Return che in questi ultimi dieci anni hanno
 generato performance positive, spesso hanno implementato sì stili
   di gestione attivi, ma investendo principalmente sul mercato
  obbligazionario, del quale abbiamo appena constatato l’ottimo
                             andamento
Il!mercato!obbligazionario:un!trend!di!lungo!periodo!
Coazione!a!ripetere!

 La distorsione cognitiva che spinge a
 inseguire le tendenze e a far sembrare
 evidente ex post quale sarebbe stata la
 miglior soluzione da adottare, si
 ripercuote sulle scelte finanziarie

 Infatti, l’ attitudine diffusa è quella di
 puntare sui migliori fondi all’interno del
 comparto Total Return nella convinzione
 che essendo stati i migliori degli ultimi
 cinque anni, continueranno ad esserlo
 ancora per un tempo indefinito
La!scelta!a!posteriori!
 • E SE IL PROSSIMO DECENNIO FOSSE IL MERCATO EQUITY A SALIRE ???

 • ALLORA FORSE SAREBBE MEGLIO DOTARSI DI UNA STRATEGIA CHE MI
   PERMETTA DI FARE DELLE SCELTE CONSAPEVOLI A PRIORI PIUTTOSTO
   CHE A POSTERIORI

 • CON QUESTO CORSO VOGLIAMO OFFRIRE UN’ALTERNATIVA AGLI
   STRUMENTI TOTAL RETURN, PERMETTENDO DI CAVALCARE I TREND
   DEL PROSSIMO DECENNIO, EVITANDO LE IMPREVEDIBILI POTENZIALI
   PERDITE
La!figura!del!consulente!

Oggi dobbiamo poter raccontare ai
clienti qualcosa di nuovo, qualcosa
che ci permetta fare la differenza
sul mercato

L’evoluzione del consulente, a
nostro avviso, consiste nel
passaggio dalla vendita di prodotti
finanziari alla proposizione di
strategie

Proporre alternative valide risulta
sempre più difficile, soprattutto
quando il controllo del rischio è il
vero motore della performance e la
chiave di successo di una
comunicazione persuasiva.
L’impatto di una perdita è decisamente superiore a quello di un guadagno !

Contenere le potenziali perdite, significa avere montanti crescenti nel tempo
#
CONTROLLO#DEL#MAX#DRAWDOWN#COME#MOTORE#DI#
PERFORMANCE!
!

Il!rischio!per!gli!operatori!è!quello!di!aver!consigliato!prodoL!nel!
lungo! periodo! molto! performan2! ed! allo! stesso! tempo! avere! la!
maggioranza!dei!clien2!delusi!
!
Un! rendimento! del! fondo! anche! molto! posi2vo! potrebbe!
generare!rendimen2!nega2vi!per!il!cliente!!
La!dinamica!dei!flussi!di!inves2mento!!

                       200                    +1000

       Il fondo, nel periodo ha guadagnato il 50%
              Il cliente ha perso più del 18%
                                150
                                               900

                  +50%
 100
Indagine!KPMG!2012!

Questi studi documentano come il
trend delle masse del patrimonio
gestito rifletta l’andamento dei
mercati finanziari

La prociclicità del settore del
risparmio gestito é collegata al bias
molto diffuso secondo cui il
risparmiatore proietta l’andamento
passato verso il futuro e dunque “…
compra in periodi di espansione (a
prezzi elevati) e vende in periodi di
recessione
Gli!ul2mi!20!anni!in!Europa!

                          J54%!            J61%!
        +300%!

                                  +115%!

                                                   +76%!
DOVE#AVREBBERO#COMPRATO#GLI#INVESTITORI?!

                  C!

                                            J#25%!

                        +#20%!
            B!

                                 +#200%!

 A
 !
DOVE#AVREBBERO#COMPRATO#GLI#INVESTITORI?!

Se poi volessimo realizzare un’analisi più approfondita arriveremmo alla conclusione che, in
realtà, gli investitori insoddisfatti sono potenzialmente il 100%. Non si tratta di una provocazione
ma di una semplice riflessione basata sui fatti.
DOVE#AVREBBERO#COMPRATO#GLI#INVESTITORI?!
Il controllo del rischio dinamico è prioritario!

 Qualsiasi profilo MiFID definisce un portafoglio strategico su un determinato
 orizzonte temporale

 La questione è come intervenire in corso d’opera al verificarsi di vari eventi
 Tipici dei mercati finanziari che possono incidere sullo scenario ipotizzato in
 Origine (gestione tattica del portafoglio)

 I modelli di risk management fondati sul VaR, in qualsiasi variante e anche
 quelli che considerano le distribuzioni asimmetriche, non gestiscono il rischio
 in maniera dinamica, quindi potrebbero non proteggere il capitale del cliente
 nelle fasi di trend ribassista dei mercati
Per!quale!prodo?o!optare!allora?!

  Meglio avere una soluzione che si impegni a offrire rendimenti
    più costanti e crescenti nel tempo, ma che allo stesso tempo
     contenga la massima oscillazione negativa e permetta al
  risparmiatore di non perdere denaro a causa della proverbiale
    errata scelta del timing di ingresso e/o delle tempistiche dei
                        successivi versamenti.
Per!quale!prodo?o!optare!allora?!
La!traccia!

 • Il!controllo!del!rischio:!un!modello!matema2co!
 • Il!portafoglio!taLco:!contenimento!della!vola2lità!nega2va!
 • Le!tendenze!di!lungo!periodo:!l’approccio!Trend!Following!
La!traccia!

• Il!controllo!del!rischio:!un!modello!matema2co!
• Il!portafoglio!taLco:!contenimento!della!vola2lità!nega2va!
• Le!tendenze!di!lungo!periodo:!l’approccio!Trend!Following!
La!soluzione!
 L’implementazione di un modello che:

 • cerchi di partecipare ai trend positivi di medio lungo termine

 • controlli le potenziali perdite investendo in funzione della volatilità e del
   rischio specifico del momento in cui prendiamo posizione sui mercati

 • rischi sempre molto poco per ogni operazione ma non per questo limita
   l’esposizione al mercato

 •   permetta di accrescere in maniera significativa le probabilità di raggiungere
     i risultati attesi
Money management
        Un modello matematico

Il nostro modello affianca il VAR permettendo il controllo della volatilità del
portafoglio che resterà confinata entro i parametri scelti insieme al cliente, a
prescindere dall’andamento dei mercati
Il!Money!Management!

•   Il!modello!proprietario!4t!parte!da!un!certo!budget!di!rischio!che!viene!
    monitorato!e!speso!in!maniera!graduale!e!non!esauribile…!
!
• Tale!modello!perme?e!di!affrancarsi!dal!rischio!di!entrare!sui!massimi!di!
  mercato!e!rompersi!le!gambe...!
!
• !Proprio!questo!meccanismo!a?rae!il!PF/!PB…!
Il!Money!Management:!MS!Global!Brands!
Il!Money!Management:!MS!Global!Brands!
Il!Money!Management:!Gli!assun2!

• Definiamo a monte un obiettivo di massima oscillazione negativa del montante, che
  verrà monitorata in termini matematici

• Il controllo del rischio viene effettuato sia a livello di portafoglio sia a livello di singolo
  investimento

• Capitale protetto ogni giorno : max perdita sul capitale in funzione di quanto siamo
  investiti e della volatilità

• Monitoraggio deinamico del rischio sui flussi successivi

• Controllo del max DD sui massimi relativi
Il!Money!Management:!Gli!assun2!

 Un meccanismo di stop loss (livello      Andamento del
                                            montante
 di protezione) permetterà di                                             3%
 partecipare in maniera consistente
 alle fasi rialziste e di conservare il
                                                             Livello
 capitale in caso di ribasso,                             di protezione

 consentendo al cliente di investire in
 modo svincolato rispetto alle fasi di
 mercato
Il!cliente!is2tuzionale!

     Gestione Patrimoniale con obiettivo di
                  protezione
Premessa!

Un Ente previdenziale (Cassa Professionale) ha intenzione di conferire un mandato di gestione ad
una primaria Istituzione con le seguenti caratteristiche:
Premessa!

Viene richiesto al gestore di rispettare il seguente vincolo di massima perdita attesa:
Premessa!

 Le principali caratteristiche della gestione si possono quindi sintetizzare come

 segue:

  • Mandato di tipo Flessibile

  • Esposizione al rischio in 3 aree geografiche con diversi pesi

  • Perdita massima supportabile pari al 8% (del maggior importo tra il

     capitale conferito in gestione e quello rilevato alla scadenza di ciascun

     successivo trimestre.
Il!processo!di!inves2mento!

PORTAFOGLIO                   su cosa investire
STRATEGICO

PORTAFOGLIO TATTICO           quando investire

                              definisce ex ante il
MONEY MANAGEMENT
                              livello di protezione
(quanto investire)
Il!portafoglio!taLco!ed!il!MM!

  • Trend following ( individuazione dei trend)
     – Definisce, una volta stabilito il portafoglio strategico, l ingresso e
       l uscita nei mercati di riferimento
  • Money management ( gestione del rischio)
     – Definisce , ex ante con il cliente, la massima oscillazione negativa
       e controlla le quantità investite nei singoli strumenti
Trend!Following!

 1998
                                                    2013

          L evidenza empirica: MSCI WORLD (local)
L’algoritmo!trend!following!

 •   Sulla base del livello di protezione l’algoritmo di controllo del rischio definirà
     quanto investire su quello strumento rispettando il mandato del cliente (max
     oscillazione negativa10%)

                          p

                           s
Il!controllo!del!rischio!

               Trend di
            lungo periodo

                            Livello di protezione
Il!controllo!del!rischio!
Il!controllo!del!rischio!
Definizione!delle!quan2tà!

•    Supponiamo di investire un milione di euro: quanta parte del mio
     milione investirò, in ogni operazione, per contenere le perdite entro i
     100.000 euro?

Capitale##di#rischio#   Frazione#del#k#di#   Stop#loss#   Numero#di#    Capitale#inves'to#
                        rischio#                          operazioni#   per#ogni#
                                                                        operazione#
€100.000!               €10.000!             5%!          1!            €!200.000!

•    Dopo 10 operazioni consecutive in perdita ho esaurito il capitale di
     rischio del cliente e ho finito la benzina
L’alterna2va!

 Anzichè!rischiare,!di!volta!in!volta,!una!frazione!fissa!del!capitale!di!rischio,!ad!
 esempio!€!10.000,!rischio!ogni!volta!il!10%!del!capitale!di!rischio!residuo!
Il!controllo!del!rischio!

                            Numero#       Capitale#di#     Capitale#
                            operazioni#   rischio#         residuo#
                                          residuo#con#     rischiando#
                                          controllo#del#   ogni#volta#€#
                                          rischio#         10.000##
                                                           #

                            o!            100.000!         100.000!

                            1!            !!!9!0.000!      !!90.000!
Il!controllo!del!rischio!

                            Numero#       Capitale#di#   Capitale#
                            operazioni#   rischio#       residuo#
                                          residuo#con#   rischiando#
                                          controllo#     ogni#volta#
                                          del#rischio#   €#10.000##
                                                         #
                            o!            100.000!       100.000!

                            1!            !!90.000!      !!90.000!

                            2!            !!81.000!      !!80.000!
Il!controllo!del!rischio!

                            Numero#       Capitale##di#   Capitale#
                            operazioni#   rischio#        residuo#
                                          residuo#con#    rischiando#
                                          controllo#      ogni#volta#
                                          del#rischio#    €#10.000##
                                                          #
                            o!            100.000!        100.000!

                            1!            !!9!0.000!      !!90.000!

                            2!            !!81.000!       !!80.000!

                            3!            !!72.900!       !!70.000!

                            4!            !!65.610!       !!60.000!

                            5!            !!59.050!       !!50.000!
Il!controllo!del!rischio!

                            Numero#       Capitale##di#   Capitale#
                            operazioni#   rischio#        residuo#
                                          residuo#con#    rischiando#
                                          controllo#      ogni#volta#
                                          del#rischio#    €#10.000##
                                                          #

                            o!            100.000!        100.000!

                            1!            !!9!0.000!      !!90.000!

                            2!            !!81.000!       !!80.000!

                            3!            !!72.900!       !!70.000!

                            4!            !!65.610!       !!60.000!

                            5!            !!59.050!       !!50.000!

                            8!            !!43.050!       !!20.000!
Il!controllo!del!rischio!

                            Numero#       Capitale##di#   Capitale#
                            operazioni#   rischio#        residuo#
                                          residuo#con#    rischiando#
                                          controllo#      ogni#volta#
                                          del#rischio#    €#10.000##
                                                          #

                            o!            100.000!        100.000!

                            1!            !!9!0.000!      !!90.000!

                            2!            !!81.000!       !!80.000!

                            3!            !!72.900!       !!70.000!

                            4!            !!65.610!       !!60.000!

                            5!            !!59.050!       !!50.000!

                            8!            !!43.050!       !!20.000!

                            10!           !!34.870!       !!!!0!
Il!controllo!del!rischio!

SI SCALANO LE QUANTITA’ IN MANIERA TALE DA NON RAGGIUNGERE MAI LA PERDITA MASSIMA
Implicazioni!del!Money!Management!

     Quanta parte del mio milione investirò in ogni operazione per contenere
                           le perdite entro i € 100.000?

Capitale#di#    Frazione#del#k#di#   Stop#loss#     Numero#di#fondi#   Capitale#          Quota#di#
rischio#        rischio#                            in#portafoglio#    inves'to#per#      inves'mento#
                                                                       ogni#operazione#   cumulata#

100.000!        10%!                 5%!            1!                 €!200.000!         €!200.000!

!!90.000!       10%!                 5%!            2!                 €!180.000!         €!380.000!
                !                       93.7%!del!capitale!
!!81.000!       10%!                 5%! inves2to!con!6!
                                                    3!                 €!162.000!         €!542.000!
                !
                                            compar2!
…!              10%!                 5%!            4!                 €!145.800!         €!687.800!
                !
…!              10%!                 5%!            5!                 €!131.200!         €!819.000!
                !
…!              10%!                 5%!            6!                 €!118.100!         €!937.100!
                !
Un!caso!reale!

     Il rapporto tra opportunità e rischio
K2:!L’allocazione!del!rischio!

  Porzione di                                                                   Oscillazione Max
                                               N° Strumenti Distribuzione %                           Rischio per
                1/3        Asset class                                              negativa                      Pesi %
   rischio                                    per asset class del Rischio                                trade
                                                                              (o Capitale di rischio)
                      Azionario USA                        4        14,660%                   2,05%    0,16942%   13,55%
Stop loss medio
                5%    Azionario Europa                     5        14,660%                   2,05%    0,13554%   13,55%
   azionario
                      Azionario P.Emergenti                4        14,660%                   2,05%    0,16942%   13,55%
  Stop Loss           Azionario Settoriale                10        21,942%                   3,07%    0,10143%   20,29%
    medio       2%    Azionario Pacifico                   5        14,660%                   2,05%    0,13554%   13,55%
obbligazionario       Obbligazionari                       8        19,417%                   2,72%    0,11220%   44,88%
                      Totale                                       100,000%                  14,01%                 119%

  Allocazione Max % per asset                                       Distribuzione del rischio
                                                                         per asset class
Il!controllo!del!rischio:!per!concludere!

 “Molto&più&saggio&assumersi&rischi&che&si&
   è&in&grado&di&misurare&piu6osto&che&&
    misurare&i&rischi&che&ci&si&assume”&
                                    Nassim Nicholas Taleb
La!traccia!

 • Il controllo del rischio: un modello matematico
 • Il portafoglio tattico: contenimento della volatilità negativa
 • Le tendenze di lungo periodo: approccio Trend Following
Il!paradigma!classico!

  • L’assunto del modello classico, secondo cui la distribuzione dei rendimenti
    segua la legge di normalità è valida solamente se i rendimenti sono casuali.
    Difficile da credere….

  • L ipotesi fondamentale è che ogni determinazione sia indipendente da
    quelle passate, ossia che le distribuzioni dei rendimenti siano indipendenti
    (Random). Ovvero ancora, che tra i rendimenti non vi sia correlazione
    seriale
L’evidenza!empirica!

 1998
                                                    2013

          L evidenza empirica: MSCI WORLD (local)
L’Asimmetria!della!serie!storica!

  A questo punto per controllare il rischio del ptf è importante
         verificare l’evoluzione del capitale nel tempo
L’evoluzione!del!montante!

•    Lo Sharpe Ratio è insensibile alla
     sequenza cronologica dei rendimenti, ma
     lo stesso non può dirsi del montante
•    L’ordine sequenziale dei rendimenti non
     cambia il risultato finale, ma cambia
     sostanzialmente l’andamento del mio
     investimento
•    Se la sequenza dei rendimenti fosse
     ordinatadal peggiore al migliore (linea
     verde), oppure dal migliore al peggiore
     (linea rossa) avrei lo stesso risultato
     finale, stessa media varianza ma traiettore
     completamente diverse
•    i modelli gaussiani non guardano
    all’autocorrelazione
•    Sottostimano il rischio
Ma!il!punto!è!

    Se si lavora esclusivamente su scenari attesi,
  comunque essi siano generati, si rischia sempre
 di sottostimare il rischio, non potendo controllare
              dinamicamente le perdite
Il!ruolo!del!portafoglio!taLco!rispe?o!a!quello!strategico!

                                                                                  Orizzonte temporale dell'investimento (95% di
                                                                                                  probabilità)
 La gestione dinamica permette di:                                            80.0%

 1.   Accorciare l orizzonte temporale di investimento del                    60.0%
      capitale gestito e quindi minimizzare il “time to
      recovery”                                                               40.0%

                                                                Rendimento%
 2.   Essere presente su tutti gli importanti trend in atto                   20.0%

 3.   Raggiungere i rendimenti attesi delle gestioni statiche                  0.0%
                                                                                   -       2.0     4.0     6.0     8.0     10.0   12.0
      ma con una volatilità di portafoglio di gran lunga
      inferiore e maggiore costanza di risultati negli anni                   -20.0%

 4.   Perfezionare la profilatura del cliente attraverso il                   -40.0%
                                                                                                          Anni
      drawdown, in grado di dire quanti euro potranno essere
      persi dal cliente nel momento peggiore di mercato
La!traccia!

 •   Il!controllo!del!rischio:!un!modello!matema2co!
 •   Il!portafoglio!strategico:!genesi!ed!evoluzione!!
 •   Il!portafoglio!taLco:!contenimento!della!vola2lità!nega2va!
 •   Le!tendenze!di!lungo!periodo:!approccio!Trend!Following!
L’approccio!Trend!Following!

• Approcciamo!al!mercato!a?raverso!un!modello!sistema2co!che!ci!preme?e,!per!
  mezzo!della!serie!dei!prezzi,!di!leggere!le!inefficienze!dei!merca2!e!di!interpretare!
  le!tendenze!di!medio!lungo!periodo!

• Inefficienze!nel!senso!gaussiano,!ossia!!mercato!efficiente!ed!imprevedibile!dove!il!
  movimento!giornaliero!e!indipendente!da!quello!precedente!ed!il!prezzo!resterà!in!
  un!intorno!del!valore!di!equilibrio!rispe?o!ai!fondamentali!
!
• la!teoria!del!mercato!efficiente!sos2ene!che!i!prezzi!dei!2toli!sono!stre?amente!
  collega2!ai!valori!fondamentali,!calcola2!come!valore!a?uale!ne?o!dei!dividendi!
  futuri!
!
Perché!il!metodo!trend!following?!

Il nostro modello si basa sulla strategia Trend Following che a nostro avviso si
coniuga meglio con le reali esigenze del cliente, dato che lascia correre i
guadagni e limita matematicamente le perdite

Si sposa bene anche con le esigenze del consulente che sempre più necessita di
strumenti trasparenti capaci di creare valore aggiunto nel dialogo con il cliente
Il!trend!primario!ha!3!fasi!

•   Accumulazione: i più astuti
    credono che tutte le notizie
    negative siano scontate nei
    prezzi
•   Convinzione: i trend
    followers prendono
    posizione, i prezzi salgono e
    le notizie economiche sono
    sempre più positive
•   speculazione: siamo sui max
    ed entra il “parco buoi”
La!nostra!filosofia!

• L’EMH afferma che i prezzi si discostano dai valori razionali casualmente e per brevi
  intervalli. La Finanza comportamentale ritiene che alcuni scostamenti siano sistematici
  e abbastanza durevoli per essere sfruttati attraverso certe strategie d’investimento.

• È un modello più allineato ai precetti di finanza comportamentale e, a come essa spiega
  l atteggiamento dell’essere umano nei confronti delle scelte d investimento, che non
  al paradigma classico dei mercati efficienti, dei valori quali il prezzo uguale al valore
  fondamentale del titolo, l uomo quale macchina razionale…..

• Negli ultimi anni si è dimostrato che il mercato è fortemente condizionato dalle
  aspettative e dall emotività degli operatori, che danno vita alle tendenze
Principi!basilari!
 • I!merca2!possono!essere!irrazionali!per!molto!più!tempo!di!quanto!io!possa!essere!
   solvibile!!
 !
 • I!da2!sono!fondamentali!solo!quando!diventano!informazioni!u2li,!altrimen2!
   cos2tuiscono!solo!rumore!e!distrazione!

 • Il!prezzo!è!il!risultato!di!tu?e!le!no2zie,!le!aspe?a2ve,!le!sensazioni,!gli!umori!e!le!
   speranze!che!aleggiano!sul!mercato!!

 • Processo#sistema'co#che#non#genera#scenari#probabilis'ci#ma#che#interpreta#i#
   merca'#e,#sulla#base#di#una#serie#di#indicatori#sta's'ci,#ci#dice#se#c’è#trend#
 !
 !
 !
La!nostra!filosofia:!i!presuppos2!teorici!

   Attraverso l analisi delle serie storiche degli indici di mercato e delle relative
   misure statistiche, emergono dati che permettono di avvalorare i presupposti teorici
   del nostro approccio:

    – I mercati non sono efficienti
    – I rendimenti difficilmente si distribuiscono in maniera simmetrica rispetto al
      rendimento atteso; si creano delle distribuzioni asimmetriche
    – La razionalità dell investitore, assunta dall ipotesi dei mercati efficienti, è solo
      una illusione
    – Emergono delle strutture ricorrenti e più in particolare la formazione di
      tendenze rialziste / ribassiste e di periodi di non tendenza, che grazie alla loro
      stazionarietà una volta individuate permettono di essere sfruttate
L’approccio!dinamico!al!rischio!

 Un approccio proprietario che ha come driver:

     – un motore trend following per la gestione dei trend di medio lungo termine, che
       cattura attraverso comparti di sicav direzionali equity, bond ed altre asset class
       direzionali
     – un modello di MM proprietario che definisce insieme al cliente una massima
       oscillazione negativa del montante (budget di rischio) che verrà rispettato in
       termini matematici e non statistici
     – Tale modello permette di affrancarsi dal rischio di entrare sui massimi di
       mercato dato che misurerà il rischio di mercato in maniera dinamica e in
       funzione del momento in cui costituiamo l’asset asset.
     – Il sitema adottato eviterà di esporre il cliente ai rischi dovuti al timing di
       ingresso
Cosa!può!aspe?arsi!il!cliente!

   Partecipare ai potenziali rialzi dei mercati col paracadute
Puoi anche leggere
DIAPOSITIVE SUCCESSIVE ... Annulla