ACCORDI REGIONALI DI INSEDIAMENTO E SVILUPPO DELLE IMPRESE

 
 
ACCORDI REGIONALI DI INSEDIAMENTO E SVILUPPO DELLE IMPRESE
ACCORDI
          REGIONALI DI
        INSEDIAMENTO E
    SVILUPPO DELLE IMPRESE
    Legge regionale 14/2014 per la promozione degli
            investimenti in Emilia-Romagna




1
UNA RAGIONE IN PIÙ PER INVESTIRE IN
            EMILIA-ROMAGNA

      INFRASTRUTTURE

      ECONOMIA SOLIDA

      COMPETENZE E CONOSCENZE

      QUALITÀ DELLA VITA

      POLITICHE, INCENTIVI, GOVERNANCE


                    LEGGE REGIONALE
                     14/2014 PER LA
                      PROMOZIONE
                          DEGLI
                      INVESTIMENTI
2
LEGGE REGIONALE 14/2014 PER LA
               PROMOZIONE DEGLI INVESTIMENTI

                                        Art. 1
                                       Obiettivi
    Al fine di accrescere l’attrazione e la competitività del sistema economico
    dell’Emilia-Romagna e di raggiungere elevati livelli di sostenibilità
    ambientale e sociale dello sviluppo, concorrendo alla realizzazione della
    strategia europea per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva, la
    Regione:
    • promuove il rafforzamento,             l’innovazione, la specializzazione
       intelligente e l’internazionalizzazione delle imprese e delle filiere
       produttive;
    • valorizza i progetti di ricerca e innovazione, la responsabilità sociale
       d’impresa, l’imprenditorialità sociale e la partecipazione dei lavoratori;
    • favorisce l’afflusso di investimenti nazionali ed esteri sul territorio e nelle
       imprese regionali.




3
LEGGE REGIONALE 14/2014 PER LA
      PROMOZIONE DEGLI INVESTIMENTI

                      o A luglio 2014 la Regione
                        Emilia-Romagna ha
                        approvato la legge
          Art. 6
        ACCORDI       o 15 MARZO 2016
      REGIONALI DI      pubblicazione
    INSEDIAMENTO E      bando per accedere
     SVILUPPO DELLE     agli Accordi
         IMPRESE         (Delibera di Giunta regionale
                         n. 31/2016)


                      o 15 MAGGIO 2016
                        chiusura bando
4
PRESENTAZIONE
      BANDO LEGGE REGIONALE 14/2014 PER LA
     PROMOZIONE DEGLI INVESTIMENTI - ACCORDI
    REGIONALI DI INSEDIAMENTO E SVILUPPO DELLE
                      IMPRESE
       • FINALITA’
       • TIPOLOGIE DI PROGRAMMI DI INVESTIMENTO
       • SOGGETTI BENEFICIARI
       • TIPOLOGIE DI INTERVENTI AMMISSIBILI
       • PROCEDURA DI SELEZIONE (FASE 1 e 2)
       • PRINCIPALI CRITERI DI VALUTAZIONE – FASE 1
       • CRITERI E SPESE AMMISSIBILI PER CATEGORIE DI
          AIUTO – FASE 2
       • CONTACT POINT

5
ACCORDI
      REGIONALI DI
    INSEDIAMENTO E
     SVILUPPO DELLE
         IMPRESE
                        FINALITA’
                      SOSTENERE PROGRAMMI DI INVESTIMENTO DI
                      INTERESSE REGIONALE E DI ELEVATO VALORE
                      STRATEGICO, TALI DA:

                      o ACCRESCERE COMPETITIVITA’ E CAPACITÀ
                        INNOVATIVA DELLE FILIERE PRODUTTIVE
                        REGIONALI

                      o PRODURRE SIGNIFICATIVI EFFETTI OCCUPAZIONALI
                        DIRETTI E INDIRETTI, QUALITATIVI E QUANTITATIVI

                      o GENERARE POSITIVE RICADUTE SUL TERRITORIO IN
                        TERMINI DI IMPATTO ECONOMICO E SOSTENIBILITÀ
                        AMBIENTALE E SOCIALE


6
ACCORDI
      REGIONALI DI
    INSEDIAMENTO E
                           TIPOLOGIE DI
     SVILUPPO DELLE
         IMPRESE           PROGRAMMA (1)
                      a)   PROGRAMMA DI INVESTIMENTO E SVILUPPO
                           INDUSTRIALE O DI SERVIZI DI INTERESSE
                           REGIONALE CON UN IMPATTO OCCUPAZIONALE DI
                           ALMENO 150 ADDETTI AGGIUNTIVI

                      b)   PROGRAMMA DI INVESTIMENTO AD ALTO VALORE
                           STRATEGICO CON UN IMPATTO OCCUPAZIONALE DI
                           ALMENO 50 ADDETTI AGGIUNTIVI (LAUREATI
                           > 40%)

                      c)   PROGRAMMA DI INVESTIMENTO PER LA
                           CREAZIONE DI CENTRI DI RICERCA E SVILUPPO E
                           INNOVAZIONE CON IMPATTO OCCUPAZIONALE DI
                           ALMENO 20 ADDETTI LAUREATI

                      d)   PROGRAMMA DI RICONVERSIONE PRODUTTIVA


7
ACCORDI
      REGIONALI DI
    INSEDIAMENTO E
                         TIPOLOGIE DI
     SVILUPPO DELLE
         IMPRESE         PROGRAMMA (2)
                      d) PROGRAMMA DI RICONVERSIONE
                      PRODUTTIVA

                      • IMPRESE >100 ADDETTI
                      • ALMENO 10% ADDETTI AGGIUNTIVI
                      • INTERVENTI IN R&I >5 ADDETTI DEDICATI
                      • ACCORDO SINDACALE SU PIANO
                      OCCUPAZIONALE




8
ACCORDI
      REGIONALI DI
    INSEDIAMENTO E
     SVILUPPO DELLE
         IMPRESE
                          BENEFICIARI
                      o   IMPRESE SINGOLE o AGGREGAZIONI DI
                          IMPRESE (costituite in forma consortile)


                          - che esercitano attività di PRODUZIONE DI
                          BENI E SERVIZI
                          - possono essere NON ANCORA ATTIVE IN
                          REGIONE (che intendono investire in Emilia-
                          Romagna) o GIA’ PRESENTI IN REGIONE (con
                          almeno un’unità locale)




9
ACCORDI
        REGIONALI DI
      INSEDIAMENTO E
                            TIPOLOGIE DI
       SVILUPPO DELLE
           IMPRESE          INTERVENTI
     GRANDI IMPRESE E PMI                SOLO PMI
     o RICERCA & SVILUPPO                o PROGETTI DI INNOVAZIONE
     o TUTELA DELL’AMBIENTE E            o INVESTIMENTI PRODUTTIVI
         RISPARMIO ENERGETICO
                                         o INVESTIMENTI E ACQUISIZIONE DI
     o   FORMAZIONE, ASSUNZIONE,            SERVIZI DI CONSULENZA
         OCCUPAZIONE DI LAVORATORI
         SVANTAGGIATI E CON DISABILITÀ

     o   INFRASTRUTTURE DI RICERCA

     o   INVESTIMENTI PRODUTTIVI NELLE
         AREE ASSISTITE



10
PRINCIPALI
         ACCORDI
       REGIONALI DI
     INSEDIAMENTO E
                       CONDIZIONI DI
      SVILUPPO DELLE
          IMPRESE      AMMISSIBILITA’
                       DEGLI INTERVENTI
                       I SINGOLI INTERVENTI OGGETTO DI CONTRIBUTO NON
                       DEVONO RISULTARE AVVIATI ALLA DATA DI PRESENTAZIONE
                       DELLA RICHESTA DI CONTRIBUTO RELATIVA ALLA SECONDA
                       FASE (vedere slide successive);

                       LA DURATA DEL PROGRAMMA DI INVESTIMENTO NON DEVE
                       SUPERARE LA TEMPISTICA PREVISTA DAL BANDO;

                       Il PROPONENETE DEVE DIMOSTRARE, PENA LA DECADENZA
                       DEL BENEFICIO, LA DISPONIBILITÀ DI ALMENO UN’UNITÀ
                       LOCALE SUL TERRITORIO       DELLA REGIONE EMILIA-
                       ROMAGNA      ALLA DATA DI RICHIESTA DELLA PRIMA
                       EROGAZIONE DELL’AGEVOLAZIONE, DOVE EFFETTUARE
                       L’INVESTIMENTO




11
IL BANDO PER GLI ACCORDI REGIONALI DI INSEDIAMENTO
E SVILUPPO
                                                                                         BANDO

      TIPOLOGIE DI
      PROGRAMMA                                               TIPOLOGIE DI
           DI                         BENEFICIARI              INTERVENTI
     INVESTIMENTO


1. SVILUPPO INDUSTRIALE O DI      •   IMPRESE SINGOLE        • INNOVAZIONE DELLE PMI
   SERVIZI DI INTERESSE
                                                             • INVESTIMENTI NELLE AREE ASSISTITE
   REGIONALE, IMPATTO             •   AGGREGAZIONI DI
   OCCUPAZIONALE > 150                IMPRESE (costituite    • INVESTIMENTI E ACQUISIZIONE DI SERVIZI DA
   ADDETTI                            in forma consortile)     PARTE DELLE PMI
2. ALTO VALORE STRATEGICO,                                   • RICERCA & SVILUPPO
   IMPATTO OCCUPAZIONALE >        che esercitano attività
                                                             • TUTELA DELL’AMBIENTE
   50 ADDETTI (LAUREATI > 40%)    di PRODUZIONE DI
                                  BENI E SERVIZI             • FORMAZIONE, ASSUNZIONE, OCCUPAZIONE DI
3. CENTRI DI RICERCA E SVILUPPO
   E INNOVAZIONE, IMPATTO                                      LAVORATORI SVANTAGGIATI E CON DISABILITÀ
   OCCUPAZIONALE > 20 ADDETTI                                • INFRASTRUTTURE DI RICERCA
4. PROGRAMMA DI
   RICONVERSIONE PRODUTTIVA

12
ACCORDI REGIONALI DI INSEDIAMENTO E SVILUPPO DELLE IMPRESE

               PROCEDURA DI SELEZIONE: 2 FASI
     LA PROCEDURA DI SELEZIONE DEL PROGRAMMA DI INVESTIMENTO E’ DI TIPO
                                 VALUTATIVO
                       LA FASE 1 PUNTA A DEFINIRE:
                       • LA STRATEGICITÀ DEL PROGRAMMA,
                       • L’IMPATTO SU OCCUPAZIONE E COMPETITIVITA’
           FASE 1      • LA COERENZA DELLA STRATEGIA GENERALE DI
                          INTERVENTO
                       • LA COMPATIBILITÀ DELLO STESSO RISPETTO AI
                          PROGRAMMI DI SVILUPPO LOCALE

     PER I PROGRAMMI DI INVESTIMENTO CHE HANNO SUPERATO LA PRIMA FASE


                       LA FASE 2 PREVEDE LA VALUTAZIONE DEI
                       SINGOLI INTERVENTI DI DETTAGLIO E GIUNGE
           FASE 2      ALLA DEFINIZIONE DEGLI ACCORDI DI
                       INSEDIAMENTO E DI SVILUPPO



13
ACCORDI REGIONALI DI INSEDIAMENTO E SVILUPPO DELLE IMPRESE

                          PROCEDURA DI SELEZIONE
                     PRINCIPALI ATTIVITA’ FASE                         1
          Soggetto
                                 Funzionari della         In caso di       Regione/ Enti
       proponente:
                                    Regione:                 esito            locali:
      presentazione
                                  istruttoria di           positivo         avvio delle
      della domanda
                                  ammissibilità                             valutazioni
     per via telematica




          Resp. di                                                     NdV, Ervet, Resp.
      procedimento:           A seguito                                Di procedimento:
                             dell’appro-       Giunta regionale:
      comunicazione                                                     Preistruttoria,
                               vazione           approvazione
         formale al                                                       istruttoria e
                                della             graduatoria
       proponente e                                                         proposta
        parti sociali          Giunta                                     graduatoria




14
ACCORDI REGIONALI DI INSEDIAMENTO E SVILUPPO DELLE IMPRESE (ARIS)

                          PROCEDURA DI SELEZIONE
                     PRINCIPALI ATTIVITA’ FASE                         2
                                                                           Nucleo di
                                                                          Valutazione:
          Soggetto                                                        Valutazione
        proponente:                                                  Programma e singoli
                                             ERVET:
      presentazione dei                                                     progetti,
                                        preistruttoria dei
     progetti di dettaglio                                            informazione della
                                         singoli progetti
       entro 60gg dalla                                              Giunta Regionale che
       comunicazione                                                    consulta le Parti
                                                                             sociali

                                                                    In caso di esito positivo




     Regione ER, Soggetto                                                  Resp. di
       proponente, Altri                Giunta regionale:             procedimento con
      soggetti interessati:               approvazione                 supporto ERVET:
        Sottoscrizione                    dell’Accordo)               Stesura della bozza
         dell’Accordo                                                    dell’Accordo




15
ACCORDI REGIONALI DI INSEDIAMENTO E SVILUPPO DELLE IMPRESE

          PROCEDURA DI SELEZIONE – FASE 1
        PRINCIPALI CRITERI DI VALUTAZIONE (1)


                                                                  CAPACITÀ
       QUALITÀ DEL              RILEVANZA DELLE
                                                                  TECNICA E
     PROGRAMMA DI                RICADUTE DEL
                                                               FINANZIARIA ED
      INVESTIMENTO               PROGRAMMA
                                                                 ESPERIENZA




                                                               CANTIERABILITÀ
     SOSTENIBILITÀ                SOSTENIBILITÀ
                                                              DEL PROGRAMMA
       SOCIALE                     AMBIENTALE
                                                              DI INVESTIMENTO




16
ACCORDI REGIONALI DI INSEDIAMENTO E SVILUPPO DELLE IMPRESE

             PROCEDURA DI SELEZIONE – FASE 1
           PRINCIPALI CRITERI DI VALUTAZIONE (2)


                                                                         CAPACITÀ
         QUALITÀ DEL                 RILEVANZA DELLE
                                                                         TECNICA E
       PROGRAMMA DI                   RICADUTE DEL
                                                                      FINANZIARIA ED
        INVESTIMENTO                  PROGRAMMA
                                                                        ESPERIENZA




     •grado di completezza e     •relazioni di filiera con il      •capacità tecnica e
      definizione della           sistema della fornitura locale    finanziaria ed
      proposta                   •penetrazione dei mercati          esperienza del
     •valenza industriale         esteri                            proponente e degli
     •prospettive di mercato     •coerenza con le strategie di      eventuali partner di
     •sostenibilità economica     sviluppo, crescita e              realizzare il programma
     •rilevanza                   competitività della RER (S3)      di investimento e di
      occupazionale prevista     •conoscenze e competenze           attirare risorse
                                  per l’occupabilità delle          finanziarie
                                  persone
                                 •competitività della filiera
17
ACCORDI REGIONALI DI INSEDIAMENTO E SVILUPPO DELLE IMPRESE

              PROCEDURA DI SELEZIONE – FASE 1
            PRINCIPALI CRITERI DI VALUTAZIONE (3)


                                                                           CAPACITÀ
          QUALITÀ DEL                 RILEVANZA DELLE
                                                                           TECNICA E
        PROGRAMMA DI                   RICADUTE DEL
                                                                        FINANZIARIA ED
         INVESTIMENTO                  PROGRAMMA
                                                                          ESPERIENZA




     •grado30di completezza e     •relazioni di filiera con il       •capacità tecnica e
      definizione della            sistema20della fornitura locale    finanziaria
                                                                          20 ed
      proposta         18         •penetrazione dei mercati           esperienza del
     •valenza industriale          esteri                12           proponente e 12    degli
     •prospettive di mercato,     •coerenza con le strategie di       eventuali partner di
     •sostenibilità economica      sviluppo, crescita e               realizzare il programma
     •rilevanza                    competitività della RER (S3)       di investimento e di
      occupazionale    prevista
        Punteggio Soglia minima   •conoscenze
                                        Punteggio e Soglia
                                                    competenze
                                                           minima     attirare
                                                                       Punteggiorisorse
                                                                                   Soglia minima
        massimo                          massimo
                                   per l’occupabilità delle             massimo
                                                                      finanziarie
                                   persone
                                  •competitività della filiera
18
ACCORDI REGIONALI DI INSEDIAMENTO E SVILUPPO DELLE IMPRESE

              PROCEDURA DI SELEZIONE – FASE 1
            PRINCIPALI CRITERI DI VALUTAZIONE (4)


                                                                     CANTIERABILITÀ
         SOSTENIBILITÀ                  SOSTENIBILITÀ               DEL PROGRAMMA
          AMBIENTALE                      SOCIALE                   DI INVESTIMENTO




     •razionalizzazione delle     •inclusione sociale             •valutazione della
      risorse                     •valorizzazione del lavoro in    presenza di elementi
     •risparmio energetico         termini di sicurezza dei        utili a rilevare la
     •riduzione delle emissioni    lavoratori                      tempistica di
     •minor consumo di suolo      •responsabilità sociale nella    intervento
                                   filiera dei fornitori




19
ACCORDI REGIONALI DI INSEDIAMENTO E SVILUPPO DELLE IMPRESE

              PROCEDURA DI SELEZIONE – FASE 1
            PRINCIPALI CRITERI DI VALUTAZIONE (5)


                                                                              CANTIERABILITÀ
         SOSTENIBILITÀ                        SOSTENIBILITÀ                  DEL PROGRAMMA
          AMBIENTALE                            SOCIALE                      DI INVESTIMENTO




     •razionalizzazione
            10          delle          •inclusione
                                               10 sociale                  •valutazione
                                                                               10          della
      risorse            6             •valorizzazione del lavoro
                                                              6       in    presenza di elementi
                                                                                              6
     •risparmio energetico              termini di sicurezza dei            utili a rilevare la
     •riduzione delle emissioni         lavoratori                          tempistica di
     •minor consumo di suolo           •responsabilità sociale nella        intervento
         Punteggio     Soglia minima        Punteggio   Soglia minima       Punteggio   Soglia minima
                                        filiera dei fornitori
         massimo                            massimo                         massimo




20
ACCORDI REGIONALI DI INSEDIAMENTO E SVILUPPO DELLE IMPRESE

              PROCEDURA DI SELEZIONE– FASE 1
            PRINCIPALI CRITERI DI VALUTAZIONE (6)

                            PUNTEGGIO
                             25
                                TOTALE
                            MASSIMO:

                              100
                                PUNTEGGIO TOTALE
                                 SOGLIA MINIMA:

                                       75
     NB: SOMMANDO LE SOGLIE MINIME DI PUNTEGGIO PER OGNI CRITERIO NON
     SI GIUNGE ALLA SOGLIA MINIMA TOTALE (75) MA SI ARRIVA A 60 PUNTI

21
ACCORDI REGIONALI DI INSEDIAMENTO E SVILUPPO DELLE IMPRESE

                MODALITA’ DI PRESENTAZIONE
                     •LE DOMANDE DI ACCESSO ALL’ACCORDO
     APERTURA         DOVRANNO ESSERE COMPILATE PER VIA                 CHIUSURA
      BANDO           TELEMATICA                                         BANDO
     15 MARZO        •LE MODALITA’ DI ACCESSO SARANNO                  15 MAGGIO
        2016          RESE DISPONIBILI SU:                                2016
                  http://imprese.regione.emilia-romagna.it


                • VALUTAZIONE E PUBBLICAZIONE GRADUATORIE

                     •La Regione Emilia-Romagna, al termine del processo di
                      valutazione, individua le eventuali risorse finanziarie ancora
                      disponibili e valuta se riaprire il bando con una successiva
      NUOVO           scadenza.
      BANDO
                     •A tale scopo, ad ogni scadenza, la presentazione delle domande
                      sarà sospesa per 60 (sessanta) giorni e sarà ripresa a seguito di
                      atto del dirigente competente.


22
FASE 2
        CRITERI E SPESE
       AMMISSIBILI PER
      CATEGORIE DI AIUTO
     Legge regionale 14/2014 – Accordi regionali di
        insediamento e sviluppo delle imprese




23
ACCORDI
        REGIONALI DI
      INSEDIAMENTO E
                            CATEGORIE DI
       SVILUPPO DELLE
           IMPRESE          AIUTO
     A. RICERCA & SVILUPPO
     B. INNOVAZIONE DELLE PMI
     C. INVESTIMENTI PRODUTTIVI (SOLO NELLE AREE ASSISTITE E/O NELLE PMI)
     D. ACQUISTO DI SERVIZI DI CONSULENZA PER LE PMI
     E. TUTELA DELL’AMBIENTE E RISPARMIO ENERGETICO
     F. REALIZZAZIONE DI STRUTTURE DI RICERCA
     G. PROGETTI DI FORMAZIONE E INCENTIVI ALL’ASSUNZIONE DI LAVORATORI
        SVANTAGGIATI E DI LAVORATORI CON DISABILITA’




24
CATEGORIE DI AIUTO

                                     A) RICERCA & SVILUPPO

  CRITERI DI VALUTAZIONE                    SOGLIE                               • Nuovo personale di ricerca
                                             45
                                                  27                             • Per personale adibito ad attività di ricerca,




                                                             SPESE AMMISSIBILI
a. qualità tecnico scientifica e
   completezza dell’intervento di                                                  progettazione, sperimentazione
   ricerca e sviluppo                       Max.Min.                             • Personale adibito a funzioni di produzione, o
                                             10                                    personale di ricerca non laureato o con
b. adeguatezza del piano finanziario              6
                                                                                   esperienza inferiore a 10 anni
   previsto per la realizzazione del
   l’intervento                             Max.Min.
                                                                                 • Acquisto o locazione di strumenti e impianti
                                             20
                                                  12
                                                                                 • Ricerca contrattuale
c. grado di innovazione rispetto allo
   stato dell’arte                                                               • Realizzazione fisica di prototipi
                                            Max.Min.                             • Spese generali
d. contributo all’avanzamento
                                             10
   tecnologico della filiera e impatto            6




                                                             MASSIMALI
   dei risultati della filiera regionale
                                                                                 • Ricerca industriale: 50%
   sulla competitività internazionale       Max.Min.
                                                                                 • Sviluppo sperimentale: 25%
e. capacità ed esperienza del                10
                                                  6
                                                                                 • Contributo max 4 milioni per progetto
   proponente rispetto agli obiettivi
   dell’intervento e alle attività          Max.Min.
   previste
                                              5
f. capacità di intercettare le direttrici         3

   di cambiamento della S3
                                            Max.Min.
25
CATEGORIE DI AIUTO

                                 B) INNOVAZIONE DELLE PMI

  CRITERI DI VALUTAZIONE                         SOGLIE
                                                  10
                                                         6
a. definizione degli obiettivi




                                                                  SPESE AMMISSIBILI
b. qualità della metodologia e delle             Max.Min.                             • Brevetti (ottenimento, convalida e difesa)
                                                  10
   procedure di attuazione dell'intervento               6
                                                                                      • Altri attivi immateriali
                                                                                      • Servizi di consulenza e di sostegno
c. capacità ed esperienza di intercettare le     Max.Min.
                                                                                        all’innovazione
   direttrici di cambiamento della S3
   oppure grado di innovazione                    10
                                                         6
                                                                                      • Personale altamente qualificato
   dell’intervento proposto e contributo
   rispetto all’avanzamento tecnologico,         Max.Min.
   organizzativo, strategico del proponente

d. adeguatezza del piano finanziario              10




                                                                  MASSIMALI
                                                         6
   previsto per la realizzazione                                                      • Brevetti e consulenze: 50%
   dell’intervento                               Max.Min.                             • Personale altamente qualificato: 50%
                                                                                      • Max 0,5 milioni di EUR per impresa e per
e. impatto sulla competitività della filiera,                                           progetto
                                                  10
   ricadute industriali e occupazionali per il           6

   proponente e per la filiera, grado di
   diversificazione produttiva e di mercato      Max.Min.



26
CATEGORIE DI AIUTO

                     C) INVESTIMENTI PRODUTTIVI
              (SOLO NELLE AREE ASSISTITE E/O PER LE PMI)
 CRITERI DI VALUTAZIONE                        SOGLIE                                • Opere e Infrastrutture specifiche aziendali, ad




                                                                 SPESE AMMISSIBILI
                                                                                       eccezione di edificazione di nuovi immobili
a. Qualità tecnica dell'operazione :
- definizione degli obiettivi;                 10                                    • Macchinari, Impianti, Attrezzature varie
                                                    6
- qualità della metodologia e delle procedure                                        • Programmi informatici, Brevetti, Licenze
di attuazione dell'intervento;
- capacità di generare effetti in termini di  Max. Min.                              • Know-how e conoscenze tecniche non brevettate
rilancio produttivo, crescita e ricadute                                               concernenti nuove tecnologie di prodotti e
occupazionali                                                                          processi produttivi
                                                                                     • Costi salariali stimati relativi ai posti di lavoro
                                                  10
b. Qualità economico finanziaria                       6                               creati per effetto di un investimento iniziale,
dell’intervento in termini di sostenibilità e di                                       calcolati su un periodo di due anni
economicità della proposta                       Max. Min.
                                                                                       Investimenti nelle aree assistite
c. Capacità di intercettare le migliori                                                30% piccole imprese – max 1,5 milioni di euro
                                                 10
soluzioni tecnologiche e migliorare la                   6                             20% medie imprese imprese – max 1,5 milioni di euro
sicurezza e sostenibilità ambientale delle                       MASSIMALI             10%: Grandi imprese solo per nuove attività – max 3 milioni
produzioni                                                                             di euro
                                                Max. Min.
                                                                                       Aiuti agli investimenti delle PMI
d. Contributo delle azioni di innovazione
                                                                                       Piccole imprese: 20%
tecnologica alla creazione o al              10
                                                  6                                    Medie imprese: 10%
miglioramento dei prodotti dell'impresa per
                                                                                       Max 1 milione di EUR per impresa e per progetto di
una migliore presenza e competitività sui
                                            Max. Min.                                  investimento
mercati di riferimento
27
CATEGORIE DI AIUTO

       D) ACQUISTO DI SERVIZI DI CONSULENZA PER LE PMI

  CRITERI DI VALUTAZIONE                       SOGLIE




                                                                SPESE AMMISSIBILI
a. chiara identificazione del contributo
                                                10
                                                        6
                                                                                    • Servizi di consulenza connessi al progetto
   della consulenza alla realizzazione degli                                          d’investimento prestati da consulenti esterni
   obiettivi previsti                          Max. Min.
   dal programma di investimento
                                                10
                                                       6
b. qualità delle procedure di attivazione
   delle prestazioni previste                  Max. Min.
                                                10
c. qualità delle competenze coinvolte                  6




                                                                MASSIMALI
   nell’intervento                                                                  • 50% dei costi sostenuti da PMI
                                               Max. Min.
                                                                                    • Max 0,5 milioni di EUR per impresa e per
                                                                                      progetto




28
CATEGORIE DI AIUTO

           E) INVESTIMENTI PER LA TUTELA DELL’AMBIENTE

  CRITERI DI VALUTAZIONE                       SOGLIE                               • Impianti (comprese le opere accessorie) e
                                                                                      attrezzature destinati all’intervento specifico e
                                                                                      volti ad adattare i metodi di produzione




                                                                SPESE AMMISSIBILI
                                                                                    • Programmi informatici
a. chiara identificazione del contributo
                                                10
                                                       6                            • Brevetti
   della consulenza alla realizzazione degli                                        • Licenze
   obiettivi previsti                          Max. Min.                            • Know-how e conoscenze tecniche non
   dal programma di investimento
                                                10                                    brevettate concernenti nuove tecnologie di
                                                       6
                                                                                      prodotti e processi produttivi
b. qualità delle procedure di attivazione
   delle prestazioni previste                  Max. Min.
                                                                                    • Servizi di consulenza connesse all’intervento
                                                                                      per adattare i metodi produzione (solo per le
                                                10
c. qualità delle competenze coinvolte                  6                              PMI)
   nell’intervento

                                                                MASSIMALI
                                               Max. Min.

                                                                                    • Vedi le 2 slide successive




29
ACCORDI REGIONALI DI INSEDIAMENTO E SVILUPPO DELLE IMPRESE

           E) INVESTIMENTI PER LA TUTELA DELL’AMBIENTE
                                  MASSIMALI DI INVESTIMENTO (1)

           FINALITÀ DELL’AIUTO                         INTENSITÀ ED ENTITÀ MAX DELL’ AIUTO



                                                                        30% grandi imprese
                                                                         40%medie imprese
     Investimenti per l’efficienza
                                                                        50% piccole imprese
     energetica*
                                                                        + 5% aree assistite**
                                                          Max 0,5 milionI di EUR per impresa e per progetto



                                                                        45% grandi imprese
                                                                        55% medie imprese
                                                                        65% piccole imprese
     Cogenerazione ad alto rendimento*
                                                                       + 5% regioni assistite**


                                                          Max 0,5 milionI di EUR per impresa e per progetto


      * Il contributo va calcolato sul sovraccosto
30    ** Vedere bando
ACCORDI REGIONALI DI INSEDIAMENTO E SVILUPPO DELLE IMPRESE (ARIS)

           E) INVESTIMENTI PER LA TUTELA DELL’AMBIENTE
                                  MASSIMALI DI INVESTIMENTO (2)

           FINALITÀ DELL’AIUTO                         INTENSITÀ ED ENTITÀ MAX DELL’ AIUTO

                                                                      30%-45% grandi imprese
                                                                      40%-55% medie imprese
     Investimenti per la produzione di
                                                                     50%-65% piccole imprese
     energia da fonti rinnovabili*
                                                                        + 5% aree assistite**
                                                          Max 0,5 milioni di EUR per impresa e per progetto
                                                                         45% grandi imprese

     Teleriscaldamento e                                                55% medie imprese

     teleraffreddamento: costruzione                                    65% piccole imprese

     impianti e reti di distribuzione*                                  + 5% aree assistite**
                                                          Max 0,5 milioni di EUR per impresa e per progetto
                                                                        35% grandi imprese
                                                                        45% medie imprese
     Riciclo e riutilizzazione di rifiuti
                                                                        55% piccole imprese
     (oltre lo stato dell’arte)*
                                                                       + 5% aree assistite**
                                                          Max 0,5 milioni di EUR per impresa e per progetto
      * Il contributo va calcolato sul sovraccosto
31    ** Vedere bando
CATEGORIE DI AIUTO

              F) REALIZZAZIONE DI LABORATORI DI RICERCA
  CRITERI DI VALUTAZIONE                    SOGLIE
                                             45
                                                                                 • Opere e infrastrutture specifiche, ad eccezione
                                                                                   di edificazione di nuovi immobili




                                                             SPESE AMMISSIBILI
a. qualità tecnico scientifica e                  27

   completezza dell’intervento di                                                • Impianti
   ricerca e sviluppo                       Max.Min.                             • Attrezzature
b. adeguatezza del piano finanziario         10
                                                  6                              • Programmi informatici
   previsto per la realizzazione del
                                                                                 • Brevetti
   l’intervento                             Max.Min.
                                             20                                  • Licenze
c. grado di innovazione rispetto allo             12
                                                                                 • Know-how e conoscenze tecniche non
   stato dell’arte
                                                                                   brevettate concernenti nuove tecnologie
                                            Max.Min.
d. contributo all’avanzamento
   tecnologico della filiera e impatto       10
                                                  6




                                                             MASSIMALI
   dei risultati della filiera regionale
   sulla competitività internazionale                                            • 50%
                                            Max.Min.
                                                                                 • Max 1,5 milioni di EUR per impresa/
e. capacità ed esperienza del                10
                                                  6                                infrastruttura
   proponente rispetto agli obiettivi
   dell’intervento e alle attività
                                            Max.Min.
   previste
                                             5
                                                  3
f. capacità di intercettare le direttrici
   di cambiamento della S3
                                            Max.Min.
32
CATEGORIE DI AIUTO

                               G) PROGETTI DI FORMAZIONE
  CRITERI DI VALUTAZIONE                     SOGLIE
a. Finalizzazione:




                                                               SPESE AMMISSIBILI
  - Coerenza della proposta rispetto al piano
  di investimento;                             45
  - Qualità e completezza dell’analisi dei         27
                                                                                   • Le spese ammissibili si riferiscono a quanto
  fabbisogni professionali e formativi;                                              previsto dalla Deliberazione di Giunta
  - Qualità e completezza dell'analisi sui                                           Regionale n.1568 del 2 novembre 2011 e dalla
  bisogni dei potenziali destinatari.         Max.Min.                               Deliberazione di Giunta Regionale n. 970 del
                                                                                     20 luglio 2015
b. Qualità progettuale:
  - Coerenza della proposta rispetto a
  competenze, conoscenze e abilità attese al
                                               35
  termine;                                         21
  - Congruenza dei contenuti didattici, delle
  modalità e metodologie di intervento
  rispetto ai risultati di apprendimento      Max.Min.
                                                                                   • 50%
                                                               MASSIMALI
  attesi;
  - Adeguatezza delle risorse professionali e                                      • + 10% per svantaggiati o disabili
  strumentali.
                                                                                   • + 10-20% per PMI (max. 70%)
c. Rispondenza alle priorità:                  20
                                                                                   • Max 0,5 milioni di EUR per progetto di
  - Sviluppo economico;                              12
                                                                                     formazione
  - Sviluppo territoriale;
  - Pari opportunità, non discriminazione,   Max.Min.
  interculturalità.
33
CATEGORIE DI AIUTO

             G) PROGETTI DI ASSUNZIONE DI LAVORATORI
           SVANTAGGIATI E DI LAVORATORI CON DISABILITÀ




                                                               SPESE AMMISSIBILI
  CRITERI DI VALUTAZIONE                     SOGLIE
a. Finalizzazione:
  - Coerenza della proposta rispetto al piano
  di investimento;                             45
  - Qualità e completezza dell’analisi dei         27
                                                                                   • Le spese ammissibili si riferiscono a quanto
  fabbisogni professionali e formativi;                                              previsto dalla Deliberazione di Giunta
  - Qualità e completezza dell'analisi sui                                           Regionale n.1568 del 2 novembre 2011 e dalla
  bisogni dei potenziali destinatari.         Max.Min.                               Deliberazione di Giunta Regionale n. 970 del
                                                                                     20 luglio 2015
b. Qualità progettuale:                        35
  - Coerenza della proposta rispetto ad              21

  azioni per sostenere l’occupabilità dei
  lavoratori.
                                             Max.Min.
c. Rispondenza alle priorità:
  - Sviluppo economico;                        20

  - Sviluppo territoriale;
                                                     12
                                                               MASSIMALI           • 50%
  - Pari opportunità, non discriminazione,   Max.Min.                              • + 10% per svantaggiati o disabili
  interculturalità.
                                                                                   • + 10-20% per PMI (max. 70%)
                                                                                   • Max 0,5 milioni di EUR per progetto di
                                                                                     formazione


34
ACCORDI REGIONALI DI INSEDIAMENTO E SVILUPPO DELLE IMPRESE

                  TIPOLOGIE DI INTERVENTI:
               PUNTEGGIO MINIMO COMPLESSIVO
     GRANDI IMPRESE E PMI                       SOLO PMI

     o   RICERCA & SVILUPPO 70                  o   PROGETTI DI INNOVAZIONE 35

     o   TUTELA DELL’AMBIENTE E                 o   INVESTIMENTI PRODUTTIVI 28
         RISPARMIO ENERGETICO 21
                                                o   INVESTIMENTI E ACQUISIZIONE DI
     o   FORMAZIONE, ASSUNZIONE,                    SERVIZI DI CONSULENZA 21
         OCCUPAZIONE DI LAVORATORI
         SVANTAGGIATI E CON DISABILITÀ 70

     o   INFRASTRUTTURE DI RICERCA 70

     o   INVESTIMENTI PRODUTTIVI NELLE
         AREE ASSISTITE 28

                                     NB:
     SOMMANDO LE SOGLIE MINIME DI PUNTEGGIO DI OGNI CRITERIO RELATIVO
       ALLE TIPOLOGIE INTERVENTO ELENCATE, NON SI GIUNGE AL PUNTEGGIO
               MINIMO COMPLESSIVO ELENCATO IN QUESTA PAGINA

35
CONTACT POINT
                 ERVET
              +39 051 6450411
       infoleggeregionale14@ervet.it

     WWW.INVESTINEMILIAROMAGNA.EU




36
Parte successiva ... Annulla