OMAN - www.infomercatiesteri.it

 
OMAN

A cura di:
Ambasciata d'Italia - OMAN

Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese
dgsp1@esteri.it

Con la collaborazione di:
Agenzia per la promozione all'estero e
l'internazionalizzazione delle imprese italiane - ICE

Camere di Commercio italiane all'estero

ENIT - Agenzia Nazionale del Turismo

www.infomercatiesteri.it
INDICE

PERCHE'

     Perchè OMAN
     Dati generali
     Dove investire
     Cosa vendere

OUTLOOK POLITICO

     Politica interna
     Relazioni internazionali

OUTLOOK ECONOMICO

     Quadro macroeconomico
     Politica economica
     Indicatori macroeconomici
     Tasso di cambio
     Bilancia commerciale
     Saldi e riserve internazionali
     Investimenti - Stock
     Investimenti - Flussi
     Materie prime
     Barriere tariffarie e non tariffarie

COMPETITIVITA' E BUSINESS ENVIRONMENT

     Indici di Global Competitiveness e Libertà Economica
     Indici di Apertura al commercio internazionale
     Fattori maggiormente problematici per fare business
     Business Cost
     Indice Doing Business

ACCESSO AL CREDITO

     Accesso al credito

RISCHI

     Rischi politici
     Rischi economici
     Rischi operativi

RAPPORTI CON L'ITALIA

     Overview
     Scambi commerciali
     Investimenti con l'Italia - Stock
     Investimenti con l'Italia - Flussi

TURISMO

     SCHEDA TURISMO OMAN

                                                            OMAN
PERCHE'

PERCHÈ OMAN

        Infrastrutture.
        Turismo
        Industria
        Mercato
        Imposizione fiscale

 Infrastrutture.                           Considerato l'ottimo andamento dell'economia omanita ed in particolare del settore
                                           infrastrutturale, numerose sono le opportunita' per le imprese italiane del settore.

 Turismo                                Grazie all'apertura del volo diretto Oman Air su Milano e all'inserimento delle citta' di
                                        Mascate e Salalah nel circuito della Costa Crociere, i flussi turistici italiani verso l'Oman
hanno avuto un considerevole incremento. La formazione nel settore turistico puotrebbe rappresentare una interessante opportunita'
come anche la realizzazione di alberghi ed altre strutture turistiche

 Industria                                 Tenuto conto della volonta' del Governo omanita di diversificare la propria economia e gli
                                           ingenti investimenti a tale scopo, sarebbe auspicabile una maggiore presenza d'imprese
italiane nel settore industriale. Nel Sultanato sono presenti diverse Free Zone che offrono importanti agevolazioni alle imprese estere
interessate ad investire in questo Paese.

 Mercato                                   Le dimensioni del mercato omanita sono contenute ma la posizione geografica del Sultanato
                                           consente, con forti riduzioni di costi, di poter operare nei vicini mercati asiatici quali India,
Pakistan e Cina.

 Imposizione fiscale                       La normativa fiscale sulle societa' e' particolarmente vantaggiosa (12% sugli utili eccedenti i
                                           60.000 euro circa l'anno). E' possibile costituire societa' a capitale misto con quota minima
omanita pari al 30% e capitale sociale minimo pari a circa 300.000 euro. Non e' presente ne' l'imposta sul valore aggiunto ne' sulle
persone fisiche. I diritti di dogana sono, per la quasi totalita', pari al 5%. L'Oman e' membro dell'unione doganale del Golfo GCC.

                                                                                                                  Ultimo aggiornamento: 25/05/2015

^Top^

DATI GENERALI

 Forma di stato               Monarchia - Capo dello Stato dal 1970 Sultan Qaboos Al Said bin Said
 Superficie                   309.500 Kmq (85% deserto, 15% montagna, 3% pianura)
 Lingua                       Arabo. L'inglese e' diffuso (sono parlate dalle minoranze beluci, urdu e swahili)
 Religione                    Musulmana (ibaditi e sunniti ed una minoranza di sciiti)
 Moneta                       Reale omanita

                                                                                                                  Ultimo aggiornamento: 14/01/2013

^Top^

                                                                     OMAN
                                                                       1
DOVE INVESTIRE

        Coke e prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio
        Flussi turistici
        Prodotti in metallo, esclusi macchinari e attrezzature
        Servizi di informazione e comunicazione
        Attività finanziarie e assicurative

Coke e prodotti derivanti dalla            Il settore petrolifero rappresenta la principale risorsa del Paese. Numerose sono le
raffinazione del petrolio                  opportunita' offerte alle imprese anche straniere del settore: dalla fornitura (tubi per oleodotti
                                           e gasdotti, valvole, generatori ecc.) all'esplorazione e alla perforazione.

Flussi turistici                           Trasporti aerei e turismo.

Prodotti in metallo, esclusi               Fonderia.
macchinari e attrezzature

Servizi di informazione e                  Telefonia fissa e mobile.
comunicazione

Attività finanziarie e assicurative        Il gruppo Saud Bahwan opera in numerosi settori dell'economia (turismo, automotive,
                                           industriale, commercio, ecc.)

                                                                                                               Ultimo aggiornamento: 18/01/2013

^Top^

                                                                    OMAN
                                                                      2
COSA VENDERE

        Prodotti alimentari
        Articoli di abbigliamento (anche in pelle e in pelliccia)
        Mobili
        Prodotti delle miniere e delle cave
        Macchinari e apparecchiature

 Prodotti alimentari                     I prodotti italiani quali l'alimentare, l'arredo e l'abbigliamento sono particolarmente apprezzati
                                         in Oman. I prodotti alimentari vengono distribuiti, principalmente, dalle seguenti societa':
Carrefour, Al Fair, Sultan Centre e Lulu. Il sistema di distribuzione e di vendita all’ingrosso degli alimentari e’ ben organizzato: circa il
65% delle vendite viene realizzato tramite le grandi catene di supermercati. La difficolta’ di accesso dei prodotti italiani nella grande
distribuzione e’ anche legata alla modalita’ di acquisto tramite grandi “consolidator” delle grandi catene.

 Articoli di abbigliamento (anche           Le imprese che importano i prodotti di abbigliamento e gli accessri sono, generalmente, di
 in pelle e in pelliccia)                  piccole dimensioni.

 Mobili                                 Gli arredi italiani, particolarmente apprezzati in Oman, sono difficilmente reperibili in loco e
                                        pertanto potrebbero rappresentare una valida' opportunita di business. Il settore
arredamento e componenti per edilizia sta ricevendo sempre piu’ interesse sia da parte degli operatori italiani interessati ad entrare
in contatto con operatori omaniti in merito a progetti di costruzione e arredamento in particolare nel settore alberghiero-turistico-
contract, sia da parte omanita nei confronti delle produzioni italiane.

 Prodotti delle miniere e delle       L'incremento nel settore delle costruzioni in Oman continua a registrare un ritmo sostenuto
 cave                                 da una forte crescita economica e dall'esecuzione abbastanza regolare di progetti su larga
                                      scala. Il driver principale della rapida espansione del settore delle costruzioni è stata la
spesa pubblica, che ha registrato un notevole aumento negli ultimi anni. La popolazione e' giovane in rapida crescita, mentre la
diversificazione economica del sultanato traina lo sviluppo di progetti di costruzione e lo sfruttamento di cave di pietre naturali
abbondanti nel Paese.

 Macchinari e apparecchiature              Macchine per la lavorazione dei marmi, macchinari in generale.

                                                                                                               Ultimo aggiornamento: 25/05/2015

^Top^

                                                                    OMAN
                                                                      3
OUTLOOK POLITICO

POLITICA INTERNA

La vita politica dell’Oman è dominata dalla figura del Sultano Qaboos bin Said Al-Said - al potere dal 1970 - che detiene le
principali cariche istituzionali dello Stato. In Oman, non è ammessa la costituzione di partiti e sindacati che non siano l’emanazione
del Governo o di corporazioni, ma viene incoraggiata la partecipazione, su base individuale, al processo politico e la partecipazione
femminile alla vita politica, economica e sociale del Paese. Il mantenimento di una politica d’equilibrio tribale, religioso e
regionale è uno dei principi che viene rispettato anche nella composizione del Governo e delle istituzioni pubbliche. Si tratta di un
Paese conservatore, oculato nella gestione economica e in politica estera si ispira al principio “friends of all, enemy of none”. Nel
1996 il Sultano ha concesso - tramite decreto reale - la Legge Fondamentale dello Stato (Basic Law), i cui 81 articoli delineano il
quadro istituzionale dello Stato omanita (monarchia araba ed islamica) regolamentando la successione, stabilendo i principi –
politici, economici, sociali e di sicurezza – che devono guidare l’azione del governo, i diritti e doveri dei cittadini, nonché il
funzionamento degli organi statali e del sistema giudiziario. L’ordinamento è di tipo bicamerale, con un’Assemblea di nomina regia
(Majlis ÀDawla) e un Consiglio Consultivo (Majlis ÀShura) i cui 84 membri sono eletti a suffragio universale. Modifiche di rilievo alla
Legge Fondamentale sono state apportate nell’ottobre 2011 con 3 Decreti reali che hanno rafforzato ed allargato le funzioni attribuite
al Majlis ÀShura, al Majlis ÀDawla (simile al Consiglio di Stato) ed hanno istituito un Consiglio di Saggi con un ruolo chiave nella
designazione del nuovo Sultano. Al Majlis ÀShura vengono attribuiti poteri di iniziativa legislativa, con facoltà di richiedere modifiche
alla Legge Fondamentale. Esso puo', inoltre, esercitare poteri di controllo e verifica sull’attività del Governo e chiedere le dimissioni
dei Ministri. Il Presidente del Majlis ÀShura (Speaker) non sarà più nominato dal Sultano, ma eletto a maggioranza dai membri del
Parlamento tra i deputati eletti. Il Majlis ÀDawla, di contro, con il nuovo assetto vede estendere i suoi poteri di garante della Legge
Fondamentale. I suoi membri (il cui numero viene fissato in 84, analogamente al Majlis ÀShura) rimangono di nomina del Sultano
che li sceglie tra gli alti funzionari dello Stato e insigni personalità omanite. I componenti del Majlis ÀDawla potranno eleggere i due
Vice Presidenti mentre il Presidente continuerà ad essere scelto dal Sovrano. Il nuovo Consiglio dei Saggi, invece, è composto da
cinque membri (i Presidenti del Majlis ÀShura e del Majlis ÀDawla, il Presidente della Corte Suprema ed i suoi due più anziani Vice
Presidenti) e dovrà “certificare” la scelta del candidato successore al trono in caso di morte o abdicazione dell’attuale Sultano. Il
Paese si sta inoltre impegnando per il raggiungimento di standard giuridici più moderni. Da alcuni anni, la Magistratura inquirente è
totalmente separata dagli organi di polizia e, nel 2005, si è riunito per la prima volta il “Supreme Judiciary Council” (istituito nel 1996
dalla Legge Fondamentale dello Stato) col compito di vigilare sulla corretta amministrazione della giustizia e di indirizzare le politiche
del Governo nel settore giudiziario.

                                                                                                               Ultimo aggiornamento: 25/05/2015

^Top^

RELAZIONI INTERNAZIONALI

L’Oman è un paese politicamente stabile con forte valenza strategica e geo-politica a causa dell’importanza dello stretto di
Hormuz quale via di comunicazione. La politica estera omanita è filo-occidentale e vanta legami privilegiati con il Regno Unito e con
gli Stati Uniti. Più strategico è il legame con gli Stati Uniti, che costituisce un punto di riferimento costante delle scelte del Sultanato,
nei settori militare – presenza di basi a Masirah e Thumrait - ed economico. Nonostante la sua naturale vocazione islamica, l’Oman
si caratterizza per un’accentuata proiezione verso l’Asia. Gli stretti rapporti politici ed economici con l’India e il consistente traffico
commerciale con i Paesi del subcontinente asiatico e dell’Estremo Oriente sono anche la base sulla quale il Governo persegue un
proprio disegno strategico, teso a valorizzare la posizione geo-economica del Sultanato. L’Oman coltiva rapporti con i Paesi dell’Asia
Centrale (Accordo di Ashgabat), legati, fra l’altro, all’importanza crescente che essi stanno assumendo nel mercato degli
idrocarburi. La quasi totalità della produzione petrolifera omanita viene esportata in Asia. Di particolare rilievo è il ruolo che sta
assumendo la Cina, con la quale il Sultanato ha firmato accordi bilaterali in molti settori e ha organizzato una serie di scambi di visite
ad alto livello. Le visite, al più alto livello, in Oman e nel Regno Unito sono molto frequenti, in considerazione degli stretti rapporti
storici e strategici che legano l’Oman alla Gran Bretagna. Ottime le relazioni con l'Olanda. Le relazioni bilaterali con la Turchia sono
eccellenti. Il Sultanato, pur mantenendo gelosamente la propria indipendenza, in particolare su alcuni punti chiave (rapporti con
Israele), ha appoggiato e promosso il principio di una visione politica panaraba, sottoscrivendo e rispettando le posizioni adottate in
politica estera nei principali fori islamici, sia a livello generale (Lega Araba, Organizzazione della Conferenza Islamica) che regionale
(Consiglio di Cooperazione del Golfo e Dichiarazione di Damasco). Nel contesto arabo, l’Oman si allinea con i Paesi moderati e non
ha contenziosi bilaterali di rilievo.          Mascate ospita la sede del MEDRC (Centro di Ricerca in Medio Oriente sulla
Desalinizzazione delle Acque). L'Oman è membro del CCG con cui si consulta pur mantenendo una certa autonomia nelle decisioni
chiavi delle politica nazionale.

                                                                                                               Ultimo aggiornamento: 14/08/2014

^Top^

                                                                  OMAN
                                                                    4
OMAN
  5
OUTLOOK ECONOMICO

QUADRO MACROECONOMICO

Il settore petrolifero e del gas naturale contribuiscono per circa il 50% del PIL e costituiscono circa l 80% del totale delle entrate del
bilancio dello Stato. Il Sultanato, che non e’ membro dell’OPEC, e’ favorevole all’attuale processo di autolimitazione della produzione
per i positivi effetti che questo sta avendo sul prezzo del petrolio (nelle prime settimane del 2018 non lontano “break even point”
omanita). La netta riduzione del prezzo del greggio registrata a partire dalla fine del 2014 ha avuto un impatto considerevole sulle
finanze pubbliche, determinando una riduzione sostanziale delle entrate e un conseguente deficit di bilancio, che nei primi 10 mesi
del 2017 ha raggiunto 3.20 miliardi di riali omaniti e al quale le autorità omanite stanno facendo fronte attraverso una rimodulazione
e prioritarizzazione degli investimenti strategici (comunque confermato l’impulso allo sviluppo delle zone economiche speciali – ZES)
e l’incentivazione alla diversificazione dell’economia. A questo proposito, particolare importanza viene attribuita allo sviluppo di
settori strategici, in particolare quelli manifatturiero, trasporto e logistica, turismo, ittico. Il Governo incentiva lo spirito imprenditoriale
e lo sviluppo del settore privato attraverso Fondi ad hoc ed iniziative legislative volte a favorire in particolare le PMI. Il Sultanato
punta molto sul modello PPP con partners stranieri (vedasi il recente esercizio Tanfeedh) per incentivare gli investimenti esteri diretti
e la produttivita’ del sistema.

                                                                                                                  Ultimo aggiornamento: 29/01/2018

^Top^

POLITICA ECONOMICA

Il Sultanato si presenta come un Paese capace di conciliare tradizione e modernità, sviluppo economico, ma anche progresso
sociale, attraverso una accorta gestione delle leve fondamentali dell'economia, che ha permesso di tenere sotto controllo l'inflazione
malgrado una politica monetaria accomodante volta a favorire la crescita. Membro dell’Unione doganale del Consiglio Cooperazione
del Golfo e dell'OMC, le sue tariffe doganali salvo alcuni settori sensibili sono molto contenute.

L'economia è fortemente dipendente dal petrolio che contribuisce a circa il 50 per cento del PIL (e costituisce circa il 78% del totale
delle entrate del bilancio dello Stato). Nel 2015 la produzione di greggio e' stata di 358 miliardi di barili (+4% rispetto al 2014) ad un
prezzo di produzione medio di 56,5 US$ a barile. Il Paese non ha aderito all'OPEC. La costante crescita economica del Paese
registrata negli ultimi anni e' stata accompagnato a sua volta da un aumento dei consumi da parte della popolazione,
che incide consistentemente sul fabbisogno energetico, che l’Oman si trova a dover soddisfare investendo nella esplorazione
gassifera e petrolifera. Lo sviluppo di fonti alternative di energia è allo studio sia per la produzione di energia eolica sia per quella
solare. L'obiettivo di assicurare il fabbisogno crescente di energia e' fondamentale anche alla luce degli investimenti avviati nel
settore dell'industria a valle, che il Sultanato cerca di potenziare per favorire l'occupazione e lo sviluppo industriale. Tali investimenti
si inquadrano nel processo di "diversificazione" della propria economia avviato dalle autorità omanite, cui si accompagna una
legislazione favorevole agli investimenti stranieri.

Particolarmente significative le trasformazioni avviate sul piano infrastrutturale, le cui linee sono dettate dal piano di sviluppo, la cd
"2020 Vision" del Sultano Qaboos. L’obiettivo e’ la realizzazione di un polo logistico intermodale, che assicuri l’interoperabilità dei
trasporti attraverso l’integrazione di aeroporti, porti, strade e ferrovie. Tra tutte spicca il progetto per la realizzazione della rete
ferrovia che collegherà da sud a nord il paese fino alle reti del GCC. Le politiche sviluppo del settore logistico definite dal Consiglio
dei Ministri con il “Sultanate of Oman Logistics Strategy 2040” (SOLS 2040), intendono trasformare entro il 2040 il Sultanato in una
delle prime dieci economie “logistics-friendly” al mondo.

Alla luce del declino delle entrate fiscali per effetto del crollo dei prezzi del greggio sui mercati internazionali, il documento di bilancio
di previsione 2016 del Sultanato si propone di stimolare la crescita economica rafforzando la politica di diversificazione produttiva del
Paese volta ad accrescere il contributo del settore non petrolifero e aumentando la quota di gettito fiscale proveniente dal comparto
non energetico. In tale ottica, il Sultanato prevede l’introduzione di nuove misure fiscali, una rimodulazione degli investimenti non
essenziali mantenendo i progetti di sviluppo considerati prioritari per natura sociale ed economica e l’incentivazione del settore
privato. Tali misure sono accompagnate da una politica di razionalizzazione dei costi e da maggiore efficienza della spesa pubblica,
il cui risultato dovrebbe portare ad un contenimento del deficit, stimato nel 2016 in 3,3 miliardi di reali omaniti. Tra le nuove misure
fiscali contemplate dal governo figurano l’eliminazione dei sussidi sui carburanti e sulle utilita' pubbliche, l’incremento del 3% delle
aliquote fiscali sulle persone giuridiche a partire dal 2017 e la possibile introduzione dell’imposta sul valore aggiunto.

Gli indirizzi di pianificazione a medio e lungo termine delineati dal IX Piano di Sviluppo Quinquennale 2016-2020 intendono favorire
una crescita economica sostenuta dai settori manifatturiero, minerario, trasporti e turismo, nell’ambito dei quali si intende attrarre un
sempre maggiore numero di investimenti privati.

Prosegue la cosiddetta politica di “omanizzazione”, ossia la previsione di una quota della forza lavoro in favore dei cittadini omaniti
(in una politica che intende favorire l’occupazione giovanile, in un paese in cui l'età media è 24 anni). Numerose sono le questioni da
risolvere, tra le quali la mancanza di forza lavoro omanita qualificata e le differenze di trattamento riservate ai lavoratori omaniti
rispetto agli altri.

                                                                                                                  Ultimo aggiornamento: 25/02/2016
                                                                    OMAN
                                                                      6
^Top^

        OMAN
          7
INDICATORI MACROECONOMICI

                                                                          2012     2013     2014       2015       2016       2017
 PIL Nominale (mln €)                                                    58.516   61.854   57.720    71.169     66.929     73.769
 Variazione del PIL reale (%)                                                5       5,1      3,4         3         1,6        2,3
 Popolazione (mln)                                                         3,37     3,48     3,96      4,31        4,58       4,86
 PIL pro-capite a parita di potere d'acquisto ( $)                       26.948   28.036   41.891    40.129     38.887     38.258
 Disoccupazione (%)                                                        14,6     14,2
 Debito pubblico (% PIL)                                                    4,3      4,4      4,7       8,9         6,5          9
 Inflazione (%)                                                             3,1      3,4       1        0,1           2        3,1
 Variazione del volume delle importazioni di beni e servizi (%)            5,59     3,23     4,93      1,18         9,6
 Fonte:
 Elaborazioni Ambasciata d'Italia su dati EIU e IMF.

                                                                                                    Ultimo aggiornamento: 01/03/2016

^Top^

TASSO DI CAMBIO

Controlla il cambio giornaliero sul sito di Banca d'Italia

                                                                  OMAN
                                                                    8
BILANCIA COMMERCIALE

                       OMAN
                         9
OSSERVAZIONI

   OMAN
    10
SALDI E RISERVE INTERNAZIONALI

                                                        2013        2014                   2015
Saldo commerciale (Exp. - Imp.) (mln. €)               17.838   19.068,12                7.429,4
Saldo dei Servizi (mln. €)                              4.823   -5.391,04              -4.179,32
Saldo dei Redditi (mln. €)                              2.668   -2.870,15              -1.543,92
Saldo dei Trasferimenti correnti (mln. €)               6.433   -7.753,86              -8.874,19
Saldo delle partite correnti (mln. €)                   3.912    3.053,07              -7.168,03
Riserve internazionali (mln. €)                        12.342   12.287,54             14.082,79
Fonte:
Elaborazioni Ambasciata d'Italia su dati EIU.

                                                                  Ultimo aggiornamento: 03/03/2016

^Top^

                                                OMAN
                                                 11
INVESTIMENTI - STOCK

                       OMAN
                        12
OSSERVAZIONI

   OMAN
    13
INVESTIMENTI - FLUSSI

                        OMAN
                         14
OSSERVAZIONI

   OMAN
    15
MATERIE PRIME

                                 MATERIE PRIME

                Materia              Unità         2010   2011   2012   2013   2014   2015   2016
Gas                       Miliardi di metri cubi   294    298    0      0      0
Petrolio                  Barili/giorno            864    896    0      0      0

                                          OMAN
                                           16
BARRIERE TARIFFARIE E NON TARIFFARIE

Market Access Database della Commissione Europea

                                                   OMAN
                                                    17
COMPETITIVITA' E BUSINESS ENVIRONMENT

INDICI DI GLOBAL COMPETITIVENESS E LIBERTÀ ECONOMICA

                                                                                   2016                           2017                            2018
                                                               Val             Pos.            Val            Pos.            Val            Pos.
                                                            (0 - 100)        138 paesi      (0 - 100)       137 paesi      (0 - 100)       140 paesi
GCI                                                                4,3               66               4,3           62            64,4               47
Sub indici
Requisiti di base ( %)                                                  5            42               5,1           38
Istituzioni (25%)                                                       5            28                 5           28          63,05                36
Infrastrutture (25%)                                               4,8               38               4,9           36          81,83                24
Ambiente macroeconomico (25%)                                      4,5               81               4,7           66              85               58
Salute e Istruzione Primaria (25%)                                 5,7               69               5,9           63          81,89                65
Fattori stimolatori dell'efficienza ( %)                           4,2               63               4,2           66
Alta Istruzione e Formazione professionale (17%)                   4,1               85               4,4           71          71,58                36
Efficienza del mercato dei beni (17%)                              4,5               51               4,5           47          62,45                33
Efficienza del mercato del lavoro (17%)                            4,1               82               3,5          122          55,56                93
Sviluppo del mercato finanziario (17%)                             4,2               55               4,2           54          63,37                56
Diffusione delle tecnologie (17%)                                  4,4               57               4,5           59          56,88                61
Dimensione del mercato (17%)                                       3,8               68               4,1           62          55,77                62
Fattori di innovazione e sofisticazione ( %)                       3,6               69               3,6           70
Sviluppo del tessuto produttivo (50%)                              3,9               66                 4           72          62,75                52
Innovazione (50%)                                                  3,3               76               3,3           76          32,63                86
Fonte:
Elaborazioni Ambasciata d'Italia su dati World Economic Forum – Global Competitiveness Index.
Note:
La percentuale tra parentesi indica il peso della voce nella composizione dell’indice / sub indice.

                                                                                                                         Ultimo aggiornamento: 15/02/2019

^Top^

                                                                                   2016                           2017                            2018
                                                               Val             Pos.            Val            Pos.            Val            Pos.
                                                            (0 - 100)        186 paesi      (0 - 100)       186 paesi      (0 - 100)       186 paesi
Indice di Liberta Economica                                       67,1               52           62,1              82              61               88
Fonte:
Elaborazioni Ambasciata d'Italia su dati The Heritage Foundation – Index of Economic Freedom.

                                                                                                                         Ultimo aggiornamento: 15/02/2019

^Top^

                                                                            OMAN
                                                                             18
INDICI DI APERTURA AL COMMERCIO INTERNAZIONALE

                                                                                                        2010                                    2012
                                                                         Val                  Pos.               Val                  Pos.
                                                                        (0 - 7)             132 paesi           (0 - 7)             132 paesi
ETI                                                                               4,7                     29              4,8                     25
Sub indici
Accesso al mercato (25%)                                                          4,6                     34              4,5                     33
Accesso al mercato interno ed esterno (100%)                                      5,5                     20              5,3                     22
Amministrazione doganale (25%)                                                    4,5                     47              4,7                     37
Efficienza dell'amministrazione doganale (33%)                                    4,3                     52              4,2                     61
Efficienza delle procedure di import e export (33%)                               4,3                     82              5,1                     40
Trasparenza dell'amministrazione di frontiera (33%)                               4,9                     29              4,8                     33
Infrastrutture di trasporto e di comunicazione (25%)                               4                      47              4,5                     35
Disponibilita e qualita delle infrastrutture di trasporto (33%)                   4,8                     46              4,8                     42
Disponibilita e qualita dei servizi di trasporto (33%)                            4,1                     40              4,2                     34
Disponibilita ed utilizzo dell'ICT (33%)                                          3,1                     68              4,6                     40
Contesto business (25%)                                                           5,6                     14              5,5                     13
Regolamentazione (50%)                                                            4,9                     18              4,9                     18
Sicurezza (50%)                                                                   6,2                      9              6,1                      7
Fonte:
Elaborazioni Ambasciata d'Italia su dati World Economic Forum – Enabling Trade Index.
Note:
La percentuale tra parentesi indica il peso della voce nella composizione dell’indice / sub indice.

                                                                                                                      Ultimo aggiornamento: 13/01/2013

^Top^

                                                                                                        2010                                    2012
                                                                                    Valore (%)                              Valore (%)
Peso % del commercio sul PIL                                                                            95,18                                   97,29
Fonte:
Elaborazione Ambasciata d'Italia su dati EIU.

                                                                                                                      Ultimo aggiornamento: 13/01/2013

^Top^

                                                                       OMAN
                                                                        19
FATTORI MAGGIORMENTE PROBLEMATICI PER FARE BUSINESS

                                                                                                 2015 / 2016            2016 / 2017             2017 / 2018
Accesso al finanziamento                                                                                  4,8                    8,9                   13,8
Aliquote fiscali                                                                                            0                    0,2                     3,5
Burocrazia statale inefficiente                                                                          14,3                   15,6                   13,4
Scarsa salute pubblica                                                                                    0,2                    0,4                     0,3
Corruzione                                                                                                6,1                    3,4                     2,4
Crimine e Furti                                                                                           0,3                    0,2                     0,3
Scarsa etica del lavoro della forza lavoro locale                                                        11,1                   10,3                     6,6
Forza lavoro non adeguatamente istruita                                                                  13,7                   15,8                   17,5
Inadeguatezza dell'offerta di infrastrutture                                                              5,5                      4                     4,4
Inflazione                                                                                                1,7                    1,7                     2,4
Instabilita delle politiche                                                                               5,7                    4,8                     1,7
Instabilita del governo/colpi di stato                                                                    0,4                    0,3                         1
Normative del lavoro restrittive                                                                         25,6                   23,5                   19,2
Normative fiscali                                                                                         0,1                    1,2                     2,2
Regolamenti sulla valuta estera                                                                             1                    0,2                     3,7
Insufficiente capacita di innovare                                                                        9,5                    9,5                     7,6
Fonte:
Elaborazioni Ambasciata d'Italia su dati World Economic Forum - Global Competitiveness Index.
Note:
I fattori sono selezionati sulla base delle risposte degli imprenditori intervistati per la compilazione del Rapporto citato in Fonte. Tra una lista di 16
fattori, gli intervistati dovevano indicare i 5 fattori maggiormente problematici ( da 1: maggiormente problematico, a 5). I valori mostrati in tavola
rappresentano le risposte pesate secondo la loro posizione nel ranking complessivo.

                                                                                                                            Ultimo aggiornamento: 19/10/2017

^Top^

                                                                         OMAN
                                                                          20
BUSINESS COST

                                                                                                            Unita        2010      2011 2012
Remunerazione totale media per Capi Funzione/Capi Divisione di una multinazionale o Chief                 € per anno 170.000 180.000
Executive in organizzazioni medio-grandi.
Remunerazione totale media per manager al di sotto dei Capi Funzione nelle multinazionali, o che          € per anno 135.000 140.000
riportano al CEO nelle organizzazioni medio-grandi, o Chief Executive in organizzazioni piccole.
Remunerazione totale media per personale vendite senior con competenze gestionali o regionali.            € per anno    90.000   95.000
Remunerazione totale media per posizioni di supervisione e junior management con predominanza             € per anno    75.000   75.000
della responsabilita di staff.
Remunerazione totale media per account manager e staff vendite senza competenze gestionali o              € per anno    55.000   60.000
regionali.
Remunerazione totale media per personale impiegatizio, amministrativo e di segreteria senza o con         € per anno    30.000   30.000
ridotte responsabilita di supervisione.
Remunerazione totale media per operai, receptionist, centralinisti e dattilografi supervisionati da       € per anno    15.000   15.000
posizioni senior.
Affitto per ufficio centrale in uno dei principali distretti industriali. Prezzo medio per m2 per anno.    € per m2        12         14
                                                                                                           per anno
Affitto di un deposito. Prezzo medio per m2 per anno.                                                      € per m2          8        10
                                                                                                           per anno
Elettricita per uso industriale/intenso con consumo annuo di 2000MWh o più. Prezzo per KwH.               € per kwH        0,4       0,4
Acqua per uso industriale /commerciale.                                                                    € per m3        1,6       1,6
Sottoscrizione telefonica standard mensile per uso commerciale di una linea telefonica.                         € per      30         30
                                                                                                          linea/mese
Aliquota fiscale corporate media.                                                                                   %      12         12
Fonte:
Stime Ambasciata d'Italia su dati di mercato disponibili, benefit esclusi.

                                                                                                                 Ultimo aggiornamento: 17/01/2013

^Top^

                                                                        OMAN
                                                                         21
INDICE DOING BUSINESS

                                                                                                     2018                                        2019
                                                                       Val                 Pos.                  Val                 Pos.
                                                                      (0 - 7)            190 paesi              (0 - 7)            190 paesi
Posizione nel ranking complessivo                                                                      71                                         78
Avvio Attivita (Posizione nel ranking)                                                                 31                                         37
Procedure - numero (25%)                                                         4,5                                       4,5
Tempo - giorni (25%)                                                             6,5                                       6,5
Costo - % reddito procapite (25%)                                                 4                                        3,7
Permessi di costruzione (Posizione nel ranking)                                                        60                                         66
Procedure - numero (33,3%)                                                       14                                        14
Tempo - giorni (33,3%)                                                          172                                       172
Costo - % reddito procapite (33,3%)                                              1,3                                       1,4
Accesso all'elettricita (Posizione nel ranking)                                                        61                                         66
Procedure - numero (33,3%)                                                        6                                         6
Tempo - giorni (33,3%)                                                           62                                        62
Costo - % reddito procapite (33,3%)                                             77,7                                      81,5
Registrazione della proprieta (Posizione nel ranking)                                                  54                                         52
Procedure - numero (33,3%)                                                        2                                         2
Tempo - giorni (33,3%)                                                           16                                        16
Costo - % valore della proprieta (33,3%)                                          5                                         5
Accesso al credito (Posizione nel ranking)                                                            133                                        134
Indice di completezza delle informazioni sul credito (0 min - 8                   1                                         6
max) (37,5%)
Indice di forza dei diritti legali (0 min - 12 max) (62,5%)                       6                                         1
Protezione degli investitori (Posizione nel ranking)                                                  124                                        125
Indice di disclosure (0 min - 10 max) (33,3%)                                     8                                         8
Indice di responsabilita dell'amministratore (0 min - 10 max)                     5                                         5
(33,3%)
Indice dei poteri dello shareholder in caso di azione giudiziaria                 3                                         3
(0 min - 10 max) (33,3%)
Tasse (Posizione nel ranking)                                                                          11                                         12
Pagamenti annuali - numero (33,3%)                                               15                                        15
Tempo - ore annuali per gestire le attivita connesse ai                          68                                        68
pagamenti (33,3%)
Tassazione dei profitti (33,3%)                                                 10,8                                      27,4
Procedure di commercio (Posizione nel ranking)                                                         72                                         72
Adempimenti doganali per esportare - tempo (ore)                                 52                                        52
Adempimenti doganali per esportare - costo (USD)                                261                                       261
Preparazione dei documenti neccessari per esportare - tempo                       7                                         7
(ore)
Preparazione dei documenti neccessari per esportare - costo                     107                                       107
(USD)
Adempimenti doganali per importare - tempo (ore)                                 70                                        70
Adempimenti doganali per importare - costo (USD)                                394                                       394
Preparazione dei documenti neccessari per imporatare - tempo                      7                                         7
(ore)
Preparazione dei documenti neccessari per importare - costo                     124                                       124
(USD)
Rispetto dei contratti (Posizione nel ranking)                                                         67                                         73
Risolvere una controversia - giorni (33,3%)                                     598                                       598
Costi - % del risarcimento (33,3%)                                              15,1                                      15,1
Indice di qualità dei processi giudiziari (0-18) (33,3%)                         6,5                                       6,5
Soluzione delle insolvenze (Posizione nel ranking)                                                     98                                        100
Fonte:
Elaborazioni Ambasciata d'Italia su dati Banca Mondiale, indice Doing Business.
Note:
I dati riportati sono quelli pubblicati nell’anno di riferimento. Per ogni aspetto metodologico, consultare www.doingbusiness.org/methodology.

                                                                                                                      Ultimo aggiornamento: 29/03/2019

^Top^

                                                                     OMAN
                                                                      22
OMAN
 23
ACCESSO AL CREDITO

ACCESSO AL CREDITO

Operano nel Paese 17 banche commerciali di cui 7 locali (6 quotate alla Muscat Secutities Market) e 10 straniere, prevalentemente
indiane, mediorientali e iraniane. Il settore è stabile e con una buona capacità di assorbire eventuali shock esterni.

La Sace e l'OCSE hanno inserito il Sultanato dell'Oman nella fascia n. 3 su 7 (la categoria con il maggior rischio Paese e' la 7ma)
con apertura senza condizioni dell'assicurabilità del rischio (sovrano, privato e bancario).
L'agenzia di 'ratings' Standard & Poor's Services, nella periodica valutazione sul Paese, ha assegnato un giudizio BBB- , l'outlook e'
stabile.

                                                                                                          Ultimo aggiornamento: 03/03/2016

^Top^

                                                              OMAN
                                                               24
RISCHI

RISCHI POLITICI

        Disoccupazione
        Situazione politica
        nd
        nd
        nd

 Disoccupazione                           L'elevato tasso di disoccupazione, sopratutto nella fasca giovanile, e' stata la causa dei
                                          disordi del marzo 2011. Il Governo ha adottato diverse misure per venire incontro alle
richieste quali l'aumento del salario minimo e del sussidio di disoccupazione per i lavoratori omaniti.

 Situazione politica                     Il sultano Qaboos bin Said al-Said è alla guida del paese da oltre quaranta anni accentrando
                                         a sé le funzioni del capo del governo, ministro delle finanze e della difesa. Sul fronte interno
si stanno avviando molteplici iniziative nei settori infrastrutturale (la c.d. "2020 Vision"), sanitario, dell?istruzione e del welfare. Sul
fronte internazionale, invece, l?Oman ha ottime relazioni con gli Stati Uniti,Regno Unito, India e Cina, Paesi con cui ha firmato
accordi commerciali.

 nd

 nd

 nd

                                                                                                              Ultimo aggiornamento: 31/05/2015

^Top^

                                                                 OMAN
                                                                  25
RISCHI ECONOMICI

        Piccole e medie imprese
        nd
        nd
        nd

 Piccole e medie imprese                  Lungaggini nei pagamenti da parte delle PMI omanite alle imprese estere fornitrici.

 nd

 nd

 nd

                                                                                                              Ultimo aggiornamento: 17/01/2013

^Top^

RISCHI OPERATIVI

        Inadeguatezza della normativa sul lavoro.
        Difficolta' di reperire in loco forza lavoro adeguatamente preparata
        Scarsa etica del lavoro dei lavoratori meno qualificati
        Documentazione
        Rischio operativo

 Inadeguatezza della normativa            Il Ministero del Lavoro e degli Affari Sociali regolamenta il mercato del lavoro in Oman,
 sul lavoro.                              determina gli orari lavorativi, i termini dei contratti d'impiego, fissa dei limiti per stipendi,
                                          remunerazioni, congedi.

 Difficolta' di reperire in loco          Le società private sono tenute ad assumere una certa percentuale di impiegati di nazionalita'
 forza lavoro adeguatamente               omanita. Questa percentuale è decisa dal Ministero del Lavoro e varia a seconda del settore
 preparata                                o categoria/qualifica d'impiego. Inoltre, certe categorie d'impiego sono riservate unicamente
                                          ai locali.

 Scarsa etica del lavoro dei
 lavoratori meno qualificati

 Documentazione                           La documentazione per la pubblica amministrazione deve essere redatta in lingua araba

 Rischio operativo                         Il sistema legale è basato principalmente sulla legge islamica e di non facile comprensione,
                                           sebbene sia giudicato equo nelle questioni che coinvolgono gli investitori esteri. L'apparato
burocratico è lento, ma il livello della corruzione è comunque basso rispetto alla media regionale. Il livello di infrastrutture è adeguato
e in fase di espansione grazie al rilancio dei servizi e alla forte spesa pubblica.

                                                                                                              Ultimo aggiornamento: 01/06/2015

^Top^

                                                                 OMAN
                                                                  26
RAPPORTI CON L'ITALIA

OVERVIEW

Le relazioni bilaterali sono ottime e destinate a crescere, pur nel quadro congiunturale di questa economia. L’Oman presenta
numerose opportunità. Oltre all’industria petrolifera, principale risorsa del Paese, di rilievo per l’Italia il piano di sviluppo
infrastrutturale e il comparto dei macchinari. Altri settori di interesse crescente: turismo, energia, ambiente, trasporti marittimi,
acquicoltura, pesca, sicurezza alimentare, sanita’. Le prospettive di crescita per i prodotti del Made in Italy si presentano in
particolare nell’arredamento, parallelamente allo sviluppo del settore residenziale e turistico. Particolarmente qualificata, anche se
ancora limitata, la presenza italiana alle Fiere omanite. Le società italiane operano in Oman soprattutto nella progettazione e nella
realizzazione delle infrastrutture (strade, aeroporti, porti e dighe, edilizia residenziale, scuole e ospedali, ecc.). Sempre più numerose
le società italiane che si installano nel Sultanato, in joint-venture con partner locali (come d’obbligo): sono principalmente studi di
architettura e società di progettazioni e costruzioni, con una presenza italiana triplicata nel corso dell’ultimo biennio. Nei primi nove
mesi del 2017, le esportazioni italiane di merci verso l'Oman sono diminuite del 34,8% rispetto allo stesso periodo del 2017 per un
valore di oltre 430 milioni di euro. Le importazioni dell'Italia dall'Oman sono invece aumentate dell’11,3% (oltre 41 milioni di euro). Il
saldo commerciale, pari a 390 milioni, e' quindi diminuito di oltre 234 milioni di euro. Vale la pena sottolineare come il notevole
incremento registrato delle esportazioni registrato nel 2016 (+48,5%) sia sostanzialmente dovuto ad una commessa per la vendita di
imbarcazioni (circa 200 milioni di euro) che ha quindi influito positivamente sulla crescita aggregata delle vendite. Al primo posto per
i primi dieci mesi del 2017 le esportazioni di macchine per impiego generale (seppur con una flessione del 4,2% rispetto al 2016),
seguito dalla categoria residuale delle altre macchine di impiego generale che hanno subito un aumento delle vendite per il 31,5%
Seguono le altre macchine per impiego speciale (con una flessione del 2,9% rispetto al precedente anno) le tubazioni, con una
diminuzione delle esportazioni del 22,1% Fortissima l'espansione delle vendite di motori, generatori e trasformatori elettrici (+
170,6%), seguono gli autoveicoli (con una flessione del 6,9%), le macchine per la formatura dei metalli (+39,3%) i mobili (+22,2%), i
metalli di base preziosi e altri metalli non ferrosi (+239%), gli apparecchi per illuminazione (+10,3%). Sul fronte delle importazioni, al
primo posto i metalli di base preziosi e altri metalli non ferrosi, i prodotti della siderurgia (seppure con una flessione del 58,6%), i
prodotti chimici di base (+80,6%). Seguono le importazioni di pesce, crostacei e molluschi (-56,3%), articoli in materie plastiche
(+17,5%), prodotti farmaceutici di base (-53,6%)

La presenza italiana in Oman conta attualmente oltre 40 aziende italiane nel Sultanato. Tra gli investimenti italiani nel Sultanato si
rileva in particolare l’acquisto della maggioranza di Oman Cables da parte dell’italiana Prysmian, non rilevanti al momento gli
investimenti omaniti in Italia. Oltre al settore delle infrastrutture, esistono opportunità per le imprese italiane nella realizzazione di
impianti industriali, sviluppo e ammodernamento delle strutture sanitarie, industria turistica, energia rinnovabile, protezione
ambientale, nautica. Nel settore energertico preme sottolineare l’ingresso di ENI nell’offshore dell’Oman, con l’attribuzione di un
esteso blocco (n.52) per le attivita’ di esplorazione e l’aggiudicazione da parte di SAIPEM di una importante contratto per una fase
dello sviluppo della nuova raffineria di Duqm.

Nel 2017 si e’ svolta la prima missione di sistema italiana in Oman, guidata dal Sottosegetario allo Sviluppo Economico Ivan
Scalfarotto e in occasione di un Business Forum Italia Oman (80 aziende ed enti italiani, oltre 200 controparti omanite) con un
particolare focus su Oil&Gas e infrastrutture. Sempre nel 2017 ha avuto luogo a Mascate la VI Commissione Mista Italia -
Oman (presieduta dal Sottsegretario agli Esteri Vincenzo Amendola) ed un collegato business forum.

                                                                                                             Ultimo aggiornamento: 29/01/2018

^Top^

                                                                OMAN
                                                                 27
SCAMBI COMMERCIALI

EXPORT ITALIANO VERSO IL PAESE: OMAN

         Export italiano verso il paese:                       2016                   2017                  2018                 2018                2019
                      OMAN
Totale                                                         816,81 mln. €          656,26 mln. €        671,58 mln. €         nd mln. €           nd mln. €
                                                         Merci (mln. €)                                                            2016       2017      2018
Prodotti dell'agricoltura, pesca e silvicoltura                                                                                     2,93       3,49         4,21
Prodotti alimentari                                                                                                                14,51      11,75     12,28
Bevande                                                                                                                             0,21       0,53         1,17
Prodotti tessili                                                                                                                    2,32       2,76         2,43
Articoli di abbigliamento (anche in pelle e in pelliccia)                                                                           1,92       1,48          1,2
Articoli in pelle (escluso abbigliamento) e simili                                                                                  3,15       4,42         3,88
Legno e prodotti in legno e sugheri (esclusi i mobili); articoli in paglia e materiali da intreccio                                     2,4    2,16         3,48
Carta e prodotti in carta                                                                                                           1,49       1,82         2,17
Coke e prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio                                                                           36,4       0,05         4,51
Prodotti chimici                                                                                                                   14,58      13,83     17,39
Prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici                                                                                  2,1    2,56         3,93
Articoli in gomma e materie plastiche                                                                                              13,91       8,82         9,34
Altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi                                                                       11,17       13,1     12,98
Prodotti della metallurgia                                                                                                         70,57      59,42     30,05
Prodotti in metallo, esclusi macchinari e attrezzature                                                                             36,16      38,34     46,25
Computer e prodotti di elettronica e ottica; apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi                       23,71      19,97     24,92
Apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche                                                      36,36      62,23     71,19
Macchinari e apparecchiature                                                                                                      289,22 352,44        370,27
Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi                                                                                               30,52      30,41     20,58
Altri mezzi di trasporto (navi e imbarcazioni, locomotive e materiale rotabile, aeromobili e veicoli spaziali, mezzi militari)    201,18       3,79          4,2
Mobili                                                                                                                             12,31      16,09         16,4
Prodotti delle altre industrie manufatturiere                                                                                       7,92       5,29         6,72
Altri prodotti e attività                                                                                                           0,79       1,09         1,59
                                        Elaborazioni Ambasciata d’Italia su dati Agenzia ICE di fonte ISTAT.

                                                                               OMAN
                                                                                28
IMPORT ITALIANO DAL PAESE: OMAN

         Import italiano dal paese:                      2016                    2017                    2018                    2018             2019
                   OMAN
Totale                                                   50,21 mln. €            54,66 mln. €            83,67 mln. €            nd mln. €         nd mln. €
                                                          Merci (mln. €)                                                                2016    2017     2018
Prodotti dell'agricoltura, pesca e silvicoltura                                                                                          0,91    0,91     1,01
Prodotti alimentari                                                                                                                      5,07    3,98     3,22
Prodotti chimici                                                                                                                        10,16   13,95     1,44
Prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici                                                                                   1,91    0,89      nd
Articoli in gomma e materie plastiche                                                                                                    1,13    1,41      1,2
Prodotti della metallurgia                                                                                                              28,29   30,21    58,04
Macchinari e apparecchiature                                                                                                             0,52    0,82      1,9
Altri mezzi di trasporto (navi e imbarcazioni, locomotive e materiale rotabile, aeromobili e veicoli spaziali, mezzi militari)           0,89    1,14     1,04
Altri prodotti e attività                                                                                                                0,43    0,55    15,21
                                        Elaborazioni Ambasciata d’Italia su dati Agenzia ICE di fonte ISTAT.

                                                                    OSSERVAZIONI

                                                                           OMAN
                                                                            29
INVESTIMENTI CON L'ITALIA - STOCK

                                    OMAN
                                     30
OSSERVAZIONI

   OMAN
    31
INVESTIMENTI CON L'ITALIA - FLUSSI

                                     OMAN
                                      32
OSSERVAZIONI

   OMAN
    33
TURISMO

SCHEDA TURISMO OMAN

                                                        Graduatoria dei 5 paesi più visitati del 2016
#      Paese            Totale viaggiatori                   Var % su anno precedente                       Quota parte su totale outgoing %
            Posizione dell'Italia                         Totale viaggiatori                            Quota parte su totale outgoing
                                           nd                                  11500                                                                     nd
                                                 I 5 prodotti turistici italiani più apprezzati del 2016
        #                                                Prodotto                                                           Quota
                                                               Destinazioni Italiane del 2016
 Sebbene il numero di turisti omaniti che visitano l’Italia sia ancora limitato, le mete preferite da parte di famiglie, gruppi di amici e coppie in viaggio
                       di nozze sono le principali citta' d'arte (Roma, Venezia e Firenze) e Milano (per lo shopping e grazie ai collegamenti aerei).
Anno        Arrivi/viaggiatori totali in         Variazione % rispetto all'anno               Presenze/pernottamenti totali in            Permanenza
                       Italia                             precedente                                      Italia                             media
2016                                11.500                                       1816.67                                     46.600                      nd
2015                                  600                                         -90.77                                      2.400                      nd
2014                                 6.500                                             nd                                    31.900                      nd
    Anno                       Spesa totale in Italia                                       Spesa pro capite giornaliera in Italia
2016                                                      6.000.000                                                                                      nd
2015                                                        700.000                                                                                      nd
2014                                                     10.300.000                                                                                      nd
                                                                 Collegamenti aerei diretti
                                                                                       Volo diretto di Oman Air su Milano Malpensa ( 4 voli a settimana)

                                                                         OMAN
                                                                          34
Puoi anche leggere
DIAPOSITIVE SUCCESSIVE ... Annulla