PIANO DI INTERVENTO PER L'ATTUAZIONE DEL DIRITTO ALLO STUDIO - Anno Scolastico 2016/2017 - Approvato con Deliberazione Consiglio Comunale n.40 del ...

 
PIANO DI INTERVENTO PER L'ATTUAZIONE DEL DIRITTO ALLO STUDIO - Anno Scolastico 2016/2017 - Approvato con Deliberazione Consiglio Comunale n.40 del ...
PIANO DI INTERVENTO PER L’ATTUAZIONE
         DEL DIRITTO ALLO STUDIO
         Anno Scolastico 2016/2017

                       Assessore all’Istruzione
                          Avv. Diego Orlotti

Approvato con Deliberazione Consiglio Comunale n.40 del 25/10/2016

                                                                 1
INDICE
PREMESSA                                                                  pag.       3
Riferimenti Normativi                                                     pag.       4
Analisi del Territorio - Istituti scolastici sul territorio               pag.       5
Popolazione Scolastica                                                    pag.       6
Calendario scolastico                                                     pag.       7

PIANO DIRITTO ALLO STUDIO – ANNO SCOLASTICO 2016/2017                     pag.       8

INTERVENTI VOLTI A FAVORIRE L’ACCESSO E LA FREQUENZA AL SISTEMA SCOLASTICO
Trasporto Comunale                                                        pag.       10
Refezione scolastica                                                      pag.       11
Assistenza educativa agli alunni diversamente abili                       pag.       13
Servizio Pre scuola                                                       pag.       13
Fornitura gratuita libri di testo scuola primaria                         pag.       14
Borse e Premi di studio comunali                                          pag.       14

INTERVENTI VOLTI A REGOLAMENTARE GLI ASPETTI ORGANIZZATIVI DEL SISTEMA EDUCATIVO
Convenzioni: Scuole dell’Infanzia Paritarie                              pag. 15

INTERVENTI VOLTI A FAVORIRE LA QUALITA’ DEL SISTEMA EDUCATIVO             pag.       17

INTERVENTI VOLTI AD AMPLIARE L’OFFERTA FORMATIVA                          pag.       18
Progetti Formativi                                                        pag.       19

INTERVENTI COMPLEMENTARI AL SISTEMA EDUCATIVO
Attività finanziate da altri assessorati                                  pag.       22
Altri Interventi                                                          pag.       22

TABELLE RIASSUNTIVE delle spese e delle entrate                           pag.       23

                                                                                 2
PREMESSA

Il Piano di Diritto allo Studio è lo strumento di programmazione annuale attraverso il quale
l’Amministrazione comunale garantisce e sostiene l’azione delle istituzioni scolastiche in un’ottica
di stretta collaborazione.
Il Comune si assume e dà coerente attuazione al suo dovere etico e sociale irrinunciabile di
promuovere e tutelare l’educazione, l’infanzia e l’adolescenza, oltre a quello di sostenere le giovani
generazioni durante tutta la loro formazione, sia all’interno delle scuole pubbliche che all’interno
delle scuole private.
Ogni ente pubblico e ciascun soggetto responsabile è perciò obbligato a garantire la trasmissione di
valori e di conoscenze, che diano attuazione alle pari opportunità di istruzione e permettano alle
nuove generazioni una crescita armonica ed integrata, in attuazione della Costituzione italiana e
della Carta Internazionale dei Diritti dell’ONU.
E’ necessario quindi che il Comune sostenga l’educazione e l’istruzione con la presentazione di un
Piano per il Diritto allo Studio che risponda il più possibile alle esigenze di una scuola di qualità, in
cui i diversi “attori”, alunni, genitori, operatori scolastici, organismi, collaborino per costruire un
rapporto di fiducia, promuovendo iniziative comuni finalizzate a creare condizioni di benessere
nell’ambiente scolastico.
Il ruolo dell'Amministrazione comunale, nei limiti delle proprie competenze, sarà attivo e
propositivo e non circoscritto alla semplice erogazione di servizi di supporto. E’ tuttavia indubbio
che in questo momento le esigenze della scuola riguardano non solo il potenziamento e
l’arricchimento dell’attività didattica, ma anche il regolare funzionamento della stessa, dal punto di
vista didattico e amministrativo, intendendo riferirsi anche alla possibilità di disporre del materiale
e delle attrezzature necessarie e di garantire il complesso delle azioni e dei progetti di cui si compone
l’offerta formativa per gli alunni e per le famiglie. In questa logica verrà lasciata libertà alla scuola,
in accordo con gli organi collegiali, di definire le priorità all’interno degli obiettivi che sottendono
alla realizzazione dei diversi progetti previsti dalla programmazione.
Nello specifico delle competenze comunali verranno garantiti i servizi di mensa, trasporto e
assistenza all’autonomia e alla comunicazione per gli alunni in situazione di handicap, con modalità
e formule il più possibili rispondenti alle effettive esigenze delle famiglie.
Anche quest’anno l’Amministrazione Comunale ha mantenuto una costante attenzione nei confronti
della valorizzazione della formazione didattica, educativa e della progettualità scolastica, investendo
sulla Scuola, mantenendo il livello di finanziamenti ad un sostanziale equilibrio rispetto
all’anno precedente.
In tale ambito, tenendo presente le richieste pervenute dall’Istituto Comprensivo è stato redatto il
presente documento.
Il piano per il diritto allo studio 2016/17, proposto all’approvazione del Consiglio Comunale, è un
documento ampio ed articolato e descrive gli interventi da realizzare a favore delle scuole del
territorio, quantificando i costi degli interventi sostenuti ed esplicitando contestualmente la
disponibilità di risorse.
Con questa descrizione e quantificazione economica degli interventi si permette al Consiglio
Comunale, ai cittadini ed alla Scuola di acquisire una reale consapevolezza delle consistenti risorse
che il Comune stanzia in termini di qualità, quantità ed opportunità per la formazione dei nostri
bambini e ragazzi.
Nello schema finale viene analiticamente riassunto, dal punto di vista economico, il quadro del Piano
per il Diritto allo Studio 2016-2017.
                                                           L’Assessore alla Pubblica Istruzione
                                                                         Diego Orlotti
                                                                                                    3
RIFERIMENTI NORMATIVI

Legge Regionale 20 marzo 1980, n. 31 “Diritto allo studio – norme di attuazione”, dispone che le
funzioni amministrative attribuite ai Comuni, ai sensi dell’art. 45 del D.P.R. 24/07/1977, n. 616,
comprendano tutti gli interventi atti a garantire il diritto allo studio secondo i principi di cui agli
articoli 3 e 34 della Costituzione italiana e n. 3 dello Statuto della Regione Lombardia.
Legge 59/77 “Delega al Governo per il conferimento di funzioni e compiti alle regioni ed enti locali,
per la riforma della pubblica amministrazione e per la semplificazione amministrativa.” Art. 21:
l’autonomia delle Istituzioni scolastiche e degli Istituti educativi si inserisce nel processo di
realizzazione della autonomia e della riorganizzazione dell’intero sistema formativo.
D.P.R. 275/99 “Regolamento per l’autonomia didattica e organizzativa” art. 1, comma 1: “le
Istituzioni scolastiche sono autonomie funzionali alla definizione e realizzazione dell’offerta
formativa e a tal fine interagiscono tra loro e con le Comunità locali” – comma 2: “L'autonomia delle
istituzioni scolastiche è garanzia di libertà di insegnamento e di pluralismo culturale e si sostanzia
nella progettazione e nella realizzazione degli interventi di educazione, formazione e istruzione
mirati allo sviluppo della persona umana, adeguati ai diversi contesti, alla domanda delle famiglie e
alle caratteristiche specifiche dei soggetti coinvolti, al fine di garantire loro il successo formativo,
coerentemente con le finalità e con gli obiettivi generali del sistema di istruzione e con l’esigenza di
migliorare l’efficacia del processo di insegnamento e di apprendimento”.
Art. 139 del D. Lgs. 112/98 che trasferisce rilevanti funzioni in materia di istruzione in capo ai
Comuni nel complessivo quadro di decentramento delle funzioni amministrative.
D. Lgs. 267/2000 che individua “il Comune quale Ente locale che rappresenta la propria comunità,
ne cura gli interessi e ne promuove lo sviluppo”.
Legge quadro n. 328/2000 avente per oggetto la realizzazione del sistema integrato dei servizi sociali
cioè: interventi di integrazione per alunni stranieri, equipe socio-psicopedagogica e lo sportello
alunni, progetti in favore di alunni diversamente abili, progetti finalizzati alla tutela dei minori e
partecipazione degli istituti ai tavoli tematici.
Legge n. 53 del 28/03/2003, avente per oggetto “delega al Governo per la definizione delle norme
generali sull’istruzione e dei livelli essenziali delle prestazioni in materia di istruzione e formazione
professionale”.
Legge Regionale 6 agosto 2007, n. 19 “Norme sul sistema educativo di istruzione e formazione della
Regione Lombardia”, di fatto sostituisce, senza abrogarla, la Legge Regionale 31/80, la legge sul
diritto allo studio. Con questa legge, la Regione Lombardia disciplina il ruolo e le competenze
proprie, quelle delle Province e quelle dei Comuni e l’articolazione del sistema di istruzione e della
formazione professionale. Con delibera del Consiglio regionale del 19/02/2008 sono stati individuati
gli indirizzi pluriennali ed i criteri per la programmazione dei servizi educativi di istruzione e
formazione, a norma dell’art. 7 della sopra citata legge.
Legge 5 febbraio 1992, n. 104 “Legge quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle
persone handicappate”, integrata dalla Legge 21 maggio 1998, n. 162.
Legge 10 marzo 2000, n. 62 “Norme per la parità scolastica e disposizioni sul diritto allo studio”.

                                                                                                   4
ANALISI DEL TERRITORIO
                      ISTITUTI SCOLASTICI SUL TERRITORIO

Asilo Nido Privato
Denominazione         “LE CORTE DELLE FARFALLE”

Indirizzo             Via Leonardo da Vinci, 7
Recapito Telefonico   0309826126, Cell. 347223153
E-mail                lacortedellefarfalle@gmail.com

Scuole Materne Paritarie
Denominazione         Scuola dell’Infanzia Paritaria“Santa Maria degli Angeli”
Indirizzo             Via Duranti, 8 - Borgonato
Recapito Telefonico   030984414 –
E-mail:               maternaborgonato@alice.it

Denominazione         Scuola dell’Infanzia Paritaria “Principessa Mafalda”
Indirizzo             Via Manzoni, 15 - Colombaro
Recapito Telefonico   0309826606
E-mail:               asilo.colombaro@virgilio.it

Denominazione         Scuola dell’Infanzia Paritaria “Mons. Geremia Bonomelli”
Indirizzo             Via Bonomelli, 4 - Nigoline
Recapito Telefonico   0309826309
E-mail:               maternagb@bresciaonline.it

Denominazione         Scuola dell’Infanzia Paritaria“Don Angelo Roveglia”
Indirizzo             Via Roma, 28 - Timoline
Recapito Telefonico   030984218
E-mail                materna.roveglia@libero.it

Istituto Comprensivo di Corte Franca
Denominazione         Istituto Comprensivo “Don Milani”
                      (Scuola Primaria e Scuola Secondaria di Primo Grado
Indirizzo             Piazza Cattaneo, 5
Recapito Telefonico   030984180
E-mail                bsic822006@istruzione.it

                                                                                 5
POPOLAZIONE SCOLASTICA

                                      ASILO NIDO PRIVATO
           Totale iscritti                        Residenti                         Non residenti
                30                                   22                                  8

                     ISTITUTO COMPRENSIVO “Don Milani”

                Scuola Primaria                                    Scuola Secondaria di Primo Grado

Totale                                  Non                    Totale                                 Non
                   Residenti                                                     Residenti
Iscritti                              residenti                Iscritti                             residenti

 338                  319                19                     195                 178                17

                                              Totale Alunni
                                                    n. 533

                               Residenti                      Non Residenti
                                  n. 497                              n. 36

                      SCUOLE DELL’INFANZIA PARITARIE
              Scuola dell’Infanzia                                         Scuola dell’Infanzia

            Paritaria di Borgonato                                        Paritaria di Colombaro

Totale                                  Non                   Totale                                 Non
                   Residenti                                                    Residenti
Iscritti                              residenti               Iscritti                             residenti

  33                   23                10                     72                 68                 4

              Scuola dell’Infanzia                                         Scuola dell’Infanzia

              Paritaria di Nigoline                                        Paritaria di Timoline

Totale                                  Non                   Totale                                 Non
                   Residenti                                                    Residenti
Iscritti                              residenti               Iscritti                             residenti

  35                   35                0                      46                 41                 5

                                                                                                               6
CALENDARIO SCOLASTICO REGIONALE
                                      ANNO SCOLASTICO 2016-2017

  Il calendario scolastico si configura come uno strumento di programmazione territoriale e al tempo stesso
  riconosce il valore dell’autonomia scolastica. Rientra nell’autonomia delle istituzioni scolastiche la possibilità
  di stabilire l’articolazione dell’attività didattica, nel rispetto del monte ore annuale degli adattamenti del
  calendario scolastico di ciascun istituto.
  La Giunta Regionale della Lombardia ha deliberato le date di inizio e fine del calendario scolastico nel proprio
  territorio.
  Per effetto di questa decisione, gli alunni delle Scuole Primarie e Secondarie di 1° grado, dopo le vacanze
  estive, ritorneranno sui banchi, lunedì 12 settembre e termineranno le lezioni giovedì 8 giugno 2017.
  Gli alunni della Scuola dell'Infanzia hanno iniziato le attività didattiche lunedì 5 settembre 2016 e
  termineranno venerdì 30 giugno 2017.
  Le lezioni saranno sospese nei seguenti giorni:

           ISTITUTO COMPRENSIVO DI CORTE FRANCA                                         Organo Deliberante
                                                                                    Normativa Statale e Regione
Lunedì 26 settembre 2016 – Festa del Santo Patrono
                                                                                           Lombardia
Lunedì 31 ottobre 2016                                                                   Consiglio d’Istituto
                                                                                    Normativa Statale e Regione
Martedì 1 novembre 2016 (Tutti i Santi)
                                                                                           Lombardia
                                                                                    Normativa Statale e Regione
Giovedì 8 dicembre 2016 (Immacolata Concezione)
                                                                                           Lombardia
Venerdì 9 dicembre 2016 (solo primaria)                                                  Consiglio di Istituto
Marted’ 13 dicembre 2016 (solo primaria)                                                 Consiglio di Istituto

Da venerdì 23 dicembre 2016 a venerdì 6 gennaio 2017 (vacanze                       Normativa Statale e Regione
natalizie)                                                                                 Lombardia
Sabato 7 gennaio 2017 (solo secondaria di primo grado)                                   Consiglio d’Istituto
Lunedì 27 e martedì 28 febbraio 2017 (Carnevale)                                         Regione Lombardia
                                                                                    Normativa Statale e Regione
Da giovedì 13 aprile a martedì 18 aprile 2017 (Vacanze Pasquali)
                                                                                           Lombardia
Lunedì 24 aprile 2017                                                                    Consiglio d’Istituto
                                                                                    Normativa Statale e Regione
Martedì 25 aprile 2017 (Anniversario Liberazione)
                                                                                           Lombardia
                                                                                    Normativa Statale e Regione
Lunedì 1 maggio 2017 (Festa del Lavoro)
                                                                                           Lombardia
                                                                                    Normativa Statale e Regione
Venerdì 2 giugno 2017 (Festa della Repubblica)
                                                                                           Lombardia

                                                                                                             7
PIANO DIRITTO ALLO STUDIO
                                  ANNO SCOLASTICO 2016-2017

“Il diritto allo studio è assicurato mediante interventi diretti a facilitare la frequenza nelle
scuole materne e dell’obbligo; a consentire l’inserimento nelle strutture scolastiche e la
socializzazione dei minori disadattati o in difficoltà di sviluppo e di apprendimento; ad
eliminare casi di evasione e di inadempienza dell’obbligo scolastico; a favorire le innovazioni
didattiche ed educative che consentono un’ininterrotta esperienza educativa in stretto
collegamento tra i vari ordini di scuola, tra scuola, strutture parascolastiche e società; a fornire
un adeguato supporto per l’orientamento scolastico e per le scelte degli indirizzi dopo il
compimento dell’obbligo di studio…”.

                                                      Legge Regionale 20 marzo 1980, n. 31, art. 2

Gli interventi previsti nel presente Piano Comunale mirano a:
   facilitare e agevolare la frequenza nella scuola dell’infanzia e dell’obbligo a tutti i minori in
    pari misura siano essi o meno in situazione di difficoltà sociale o di apprendimento;
   contenere l’inadempienza dell’obbligo scolastico;
   attivare interventi atti a favorire la sperimentazione didattica ed educativa e l’innovazione
    metodologica;
       fornire un adeguato supporto per l’orientamento scolastico;
       favorire la prosecuzione degli studi ai capaci e meritevoli anche se privi di mezzi;
       garantire un’adeguata assistenza, con personale qualificato, finalizzata alla migliore
        integrazione degli alunni portatori di handicap;
       favorire gli aspetti dell’organizzazione familiare connessi alla frequenza della scuola
        dell’infanzia e dell’obbligo;
       assicurare agli alunni residenti nelle frazioni Borgonato, Colombaro e Nigoline e
        frequentanti la scuola dell’obbligo, il servizio di trasporto.

Il Comune, in base al disposto degli artt. 159 e 190 del T.U. 297/1994, è tenuto a provvedere alle
spese di gestione per le scuole pubbliche ubicate nel suo territorio e precisamente:
      1. alla fornitura di locali idonei per il funzionamento delle scuole;

      2. al riscaldamento, all’illuminazione, all’utenza telefonica e alla sorveglianza degli edifici
         scolastici;
      3. alle spese necessarie per l’acquisto, la manutenzione, il rinnovamento del materiale
         didattico e degli arredi scolastici;
      4. alla manutenzione ordinaria e straordinaria dei locali e degli spazi esterni;

      5. all’adeguamento delle strutture per l’abbattimento delle barriere architettoniche e per il
         raggiungimento degli standards richiesti dalla vigente normativa.

Il Testo Unico n. 297/1994 attribuisce ai Comuni:

   1. Le funzioni destinate a facilitare l’assolvimento dell’obbligo scolastico e la prosecuzione
        degli studi agli studenti capaci e meritevoli, privi di mezzi, mediante erogazioni e

                                                                                               8
provvidenze in denaro o mediante servizi individuali o collettivi a favore degli alunni di
        istituzioni scolastiche pubbliche o private, anche se adulti.
    2. L’assistenza agli alunni diversamente abili.

    3. L’erogazione gratuita dei libri di testo agli alunni delle scuole primarie. Restano ferme le
        competenze degli organi scolastici in merito alla scelta dei libri di testo e le competenze degli
        organi statali concernenti le caratteristiche tecniche e pedagogiche dei medesimi. La L.R. n.
        31/1980, inoltre, individua la scala degli interventi per l’erogazione dei vari servizi scolastici
        e le innovazioni scolastiche educative e didattiche che consentono un’ininterrotta esperienza
        educativa in stretto collegamento tra i vari ordini di scuola e tra scuole, strutture
        parascolastiche e società.

Il Comune di Corte Franca, in ottemperanza a quanto stabilito dalla vigente normativa, attraverso il
Piano Diritto allo Studio, provvede al miglioramento della qualità dell’offerta formativa, nel rispetto
dei principi della Costituzione.

Gli interventi si articolano in sezioni autonome, qui di seguito indicate:
    •   interventi volti a favorire l’accesso e la frequenza al Sistema Scolastico;
    •   interventi volti a regolamentare gli aspetti organizzativi del Sistema Educativo;
    •   interventi volti a favorire la qualità del Sistema Educativo;
    •   interventi volti ad ampliare l’Offerta Formativa;
    •   interventi complementari al Sistema Educativo;
    •   tabelle riassuntive.

Nelle pagine che seguono si presenteranno in breve i servizi e gli interventi previsti nella nostra
comunità per l’anno scolastico corrente, secondo le distinzioni della L.R. 31/80.
Tutti i dati economici sono allegati al termine del presente documento che consente una visione
globale degli interventi e ne facilita la lettura a testimonianza dell’attenzione che l’Amministrazione
Comunale dedica al mondo della Scuola.

Il Documento sarà messo a disposizione di tutti i cittadini mediante la sua pubblicazione sul
sito Web del Comune (www.comune.cortefranca.bs.it).

                                                                                                    9
INTERVENTI VOLTI A FAVORIRE L’ACCESSO E LA
             FREQUENZA AL SISTEMA SCOLASTICO

                       TRASPORTO SCOLASTICO COMUNALE
OBIETTIVI: Il trasporto scolastico è un servizio a richiesta istituito per facilitare il raggiungimento
dell’Istituto scolastico comprensivo “Don Lorenzo Milani” sito in Piazzale Cattaneo n. 5 agli alunni
che risiedono in zone lontane dalla sede scolastica, le cui famiglie abbiano difficoltà ad
accompagnare gli alunni.
Il servizio è assicurato quotidianamente nei giorni di lezione, in base al calendario scolastico, dal
primo giorno di scuola sino alla fine dell’anno scolastico.
Il servizio è gestito ad oggi dalla ditta appaltatrice SAIA trasporti S.p.A. di Brescia e si sta
predisponendo il bando di gara per nuovo appalto.
Il servizio trasporto alunni riveste il peso maggiore all’interno delle voci del piano per il diritto allo
studio soprattutto per l’estensione del territorio comunale e per la volontà dell’amministrazione di
contenere il più possibile i costi a carico delle famiglie.
Sugli autobus che trasportano gli alunni della scuola primaria è prevista a bordo la presenza di adulti
con funzioni di vigilanza.

MODALITÀ DI GESTIONE DEL SERVIZIO: Il servizio Scuolabus comunale, si configura
come “servizio speciale” e viene assicurato dal lunedì al sabato per la scuola secondaria e dal lunedì
al venerdì per la scuola primaria, all’inizio e al termine delle lezioni, secondo il calendario scolastico.
Il Comune all’inizio dell’anno scolastico, sulla base delle domande pervenute, predispone un Piano
Trasporto con l’indicazione delle fermate, degli orari e dei percorsi, finalizzato alla riuscita ottimale
del servizio, tenendo conto dell’orario di funzionamento dell’istituto scolastico comprensivo. Non
possono essere accolti sul mezzo gli alunni che si presentino in luoghi di raccolta diversi da quelli
prestabiliti.
Compatibilmente con i posti disponibili, possono accedere al servizio, anche alunni non residenti
che frequentano l’Istituto scolastico di Corte Franca, avvalendosi dei punti di raccolta individuati
lungo il percorso stradale del territorio comunale.
I percorsi sono stati rivisti sulla base della richiesta effettiva; alcune fermate sono state soppresse,
altre sono state istituite per la prima volta, i flussi di utenza sono stati individuati con precisione.
Ciascun utente del servizio deve essere munito nel corso dell’anno scolastico di apposito tesserino
di trasporto personale e dovrà tenere durante il tragitto un comportamento corretto. In caso contrario,
su segnalazione degli autisti e/o assistenti, l’alunno potrà essere sospeso dal servizio.
Per l’utilizzo del servizio, è stato introdotto una contribuzione mensile, differenziata in relazione al
numero dei fratelli che usufruiscono del servizio di trasporto. A tale scopo, sono state definite le
seguenti tariffe:

                      ALUNNI                     TARIFFA MENSILE
                      1° figlio                       € 30,00
                      2° figlio                       € 15,00
                       3° figlio                           € 5,00

                                                                                                    10
Il pagamento del servizio di trasporto scolastico deve essere effettuato nel seguente modo:
entro il 15/11/2016 pagamento del trimestre ottobre-novembre dicembre 2016;
entro il 15/02/2017 pagamento del trimestre gennaio-febbraio marzo 2017;
entro il 15/05/2017 pagamento del trimestre aprile maggio-giugno 2017

Il pagamento delle tariffe viene effettuato presso la Tesoreria comunale Banca popolare di Sondrio
– Piazza di Franciacorta -, il cui funzionario appone il timbro sul tesserino personale dell’alunno.
Chi non è in regola con i pagamenti non può accedere al servizio.
E’ necessario esibire il tesserino personale ogni qualvolta venga richiesto. Qualora l’utente preveda
di non usufruire più del servizio, è tenuto a comunicarlo per iscritto ed a restituire il tesserino entro
la fine del mese in corso.
Gli alunni sono tenuti a rispettare le persone ed i mezzi di trasporto utilizzati. In caso di eventuali
danni a persone o a cose, gli autisti e gli accompagnatori sono autorizzati a ritirare il documento di
viaggio e a consegnarlo in Comune per i provvedimenti conseguenti.
La quota deve essere versata indipendentemente dai giorni di frequenza e di utilizzo del servizio in
quanto l’iscrizione costituisce la base per la pianificazione dello stesso con tutti i relativi costi di
gestione ed è perciò assimilabile ad un abbonamento annuale. In considerazione di ciò, la domanda
di utilizzo del servizio scuolabus comporta necessariamente il pagamento dell’intera quota.

                                  REFEZIONE SCOLASTICA

OBIETTIVI: Il servizio di refezione scolastica è un aspetto di alto rilievo all’interno del sistema
scolastico, costituisce un valido strumento per incoraggiare una corretta educazione alimentare sia
per ciò che concerne la qualità che la quantità dei nutrienti contenuti in ogni pasto.
MODALITÀ DI GESTIONE DEL SERVIZIO: Il servizio è rivolto agli alunni iscritti alla scuola
primaria (per n. 4 giorni alla settimana) e secondaria di primo grado che frequentino il tempo
prolungato (per n. 2 giorni alla settimana) . Usufruisce del servizio anche il personale docente in
servizio al momento della somministrazione del pasto con funzioni di vigilanza e assistenza.
L’Amministrazione, principale responsabile della refezione scolastica, continua la graduale
riqualificazione del servizio in ogni suo aspetto: nutrizionale, organizzativo e relativo alle strutture
ricettive.
Il gestore del Servizio di preparazione, consegna, scodellamento, pulizia locali per la refezione
scolastica delle scuole primarie e secondaria di primo grado del Comune di Corte Franca è la ditta
Markas Srl fino alla fine del mese di novembre 2016, per il periodo dicembre 2016-giugno 2017 è
in corso la gara per l’affidamento del servizio.
Il servizio è assicurato nei giorni di lunedì, martedì, giovedì e venerdì per la scuola primaria e nei
giorni di martedì e giovedì per la scuola secondaria di primo grado, in coincidenza con i rientri
pomeridiani, secondo un menù invernale/estivo, articolato su quattro settimane e prevede l’impiego
di materie prime di qualità (con ricorso a prodotti biologici, DOP, IGP, prodotti del commercio equo
e solidale), in conformità alle indicazioni dell’Unità Dipartimentale di Nutrizione dell’ASL di
Brescia, a garanzia dell’equilibrio calorico/dietetico dei cibi. Il Centro di cottura della ditta è anche
attrezzata per fornire diete differenziate sia per intolleranze alimentari (su presentazione di certificato
medico) che per motivi culturali-religiosi (su autocertificazione). Inoltre, è possibile richiedere la
variazione del pasto giornaliero (dieta in bianco, in caso di malessere), previa comunicazione all’atto
della prenotazione.

                                                                                                   11
Il servizio è soggetto ai controlli previsti dalla normativa (HACCP), ovviamente anche
l’Amministrazione comunale, vigilerà sul rispetto dei requisiti in materia di igiene e di controllo
della qualità merceologica delle derrate. Un’ulteriore vigilanza della qualità del servizio viene
effettuata dalla Commissione Mensa, che rileva sistematicamente informazioni circa l’accettabilità
e la gradibilità dei piatti proposti, la composizione dei menù, le dosi e modalità di somministrazione.
È facoltà comunque della commissione effettuare tutte le segnalazioni inerenti il servizio di refezione
scolastica, con l’obiettivo di migliorarne la qualità.
La refezione scolastica essendo un servizio a domanda individuale comporta una quota fissa, detta
anche di iscrizione, da pagare per numero dei figli iscritti e una quota di compartecipazione, invece
diversificata sulla base del numero dei figli iscritti al servizio. Le tariffe della ristorazione scolastica
saranno incassate direttamente dal Comune secondo le modalità di seguito indicate, così come le
competenze del Comune nella determinazione delle tariffe nella gestione delle procedure di
riscossione coattiva.
A carico dell’Amministrazione rimane la spesa dei pasti usufruiti dal personale docente che
successivamente verrà parzialmente rimborsato dallo Stato. Sono, altresì, a carico del Comune le
spese connesse ai consumi di energia elettrica, metano, manutenzione, attrezzature, riscaldamento,
ecc.
Il servizio si svolge con le seguenti modalità:
    •   servizio multiporzione: i pranzi sono confezionati in contenitori di acciaio inox
        multiporzione inseriti in contenitori termici di polistirolo/propilene espanso, dei quali si
        allega certificazione;
    •   consumo cibi: i pranzi vengono consumati usando piatti, bicchieri, posate, tovaglie e
        tovaglioli in materiale eco compostabile;
    •   trasporto: il trasporto è effettuato con automezzi muniti di idoneità sanitaria e con libretto
        sanitario degli autisti;
    •   distribuzione: la distribuzione è effettuata da personale idoneo e munito di libretto sanitario

                                                TARIFFE

                      Alunni                Costo blocchetto               Quota fissa
                      1° figlio                 € 35,00                     € 40,00
                      2° figlio                   € 25,00                    € 40,00
                      3° figlio                   € 15,00                    € 40,00

Ogni mattina, all’inizio dell’orario scolastico, i bambini che risultano presenti in classe,
consegnano il buono pasto relativo alla giornata agli insegnanti; il personale Ata procede
successivamente al conteggio dei buoni ed all’ordine del numero dei pasti giornalieri alla Ditta
appaltatrice del servizio.

                                                                                                    12
ASSISTENZA AGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

OBIETTIVI: Il Comune di Corte Franca, in ottemperanza a quanto disposto dalla L.104/92, D.P.C.M. n.
185/2006, D.G.R. n. 3449/2006 e n. 2185/2011 e dalla L.328/00, contribuisce al processo di integrazione
degli alunni diversamente abili, mediante interventi di assistenza educativa, definiti “ad personam” che mirino
a valorizzare l’autonomia e la comunicazione personale, lavorando in stretta sinergia con i servizi sociali, i
servizi sanitari e le istituzioni scolastiche.
Il servizio di assistenza ad personam è garantito agli alunni residenti portatori di handicap, frequentanti le
scuole dell'infanzia, primarie e secondarie di 1°grado, statali e paritarie del territorio o site in altri Comuni,
per agevolarne l'integrazione scolastica e favorirne l'inserimento nelle migliori condizioni.
L’intervento è attuato con operatori specializzati che coadiuvano l’alunno in classe nelle attività didattiche
programmate, durante lo svolgimento delle attività di gioco e di laboratorio, durante la refezione per l'aiuto
alla corretta assunzione del cibo, nelle visite di istruzione.

MODALITÀ DI GESTIONE DEL SERVIZIO: Il Servizio di Assistenza Educativa scolastica viene
erogato a favore degli alunni residenti nel territorio comunale e, sulla base di certificazione comprovante la
diagnosi funzionale, disposta da apposite commissioni medico-collegiali dell’ASL, in particolare dall’Unità
Operativa di Neuropsichiatria Infantile (UONPIA) e/o Strutture accreditate, su richiesta dei genitori
dell’alunno interessato (non possono essere richiesti dall’Istituzione scolastica).
Il servizio prevede, oltre alle ore frontali sull’alunno (ore dirette) anche delle ore di programmazione
scolastica dedicate alla stesura ed alla verifica del PEI (Piano Educativo Individualizzato).
Il servizio viene espletato da una Cooperativa Sociale la quale, avvalendosi di personale professionale proprio,
interviene solo nel settore dell’assistenza/affiancamento dei portatori di handicap, poiché all’istruzione
provvede direttamente lo Stato mediante la nomina degli insegnanti di sostegno. Gli educatori incaricati
agiscono in sintonia con gli insegnanti titolari e gli altri organi competenti, mediante un’assistenza educativa
specialistica che miri a valorizzare l’autonomia e la comunicazione dell’alunno diversamente abile.
Gli alunni assistiti nell’anno scolastico 2016/2017 sono in totale n. 13 di cui n. 1 iscritto all’asilo nido, n.3
iscritti alla scuola dell’infanzia, n. 5 iscritti alla scuola primaria, n. 2 iscritti alla scuola secondaria di primo
grado e n. 2 iscritti alle scuole secondarie di secondo grado, per un totale di circa 7000 ore per il periodo
12/09/2016-31/07/2017 per un costo di €. 16,58 all’ora (+ iva 5%).
La Cooperativa aggiudicataria dell’appalto per la gestione del servizio è risultata la Serena Soc. Coop. Sociale
Onlus, con sede legale in Via Montessori n. 8 – Lograto (BS).

                                       SERVIZIO PRE SCUOLA
Il servizio a domanda individuale – finalizzato ad agevolare le famiglie con l’accoglienza anticipata degli
alunni - è assicurato per gli alunni della scuola primaria direttamente dal personale ausiliario scolastico.

DESTINATARI: alunni della scuola primaria.
DURATA: intero anno scolastico
OBIETTIVI: Al fine di facilitare la frequenza, anche in presenza di sentite esigenze derivanti da condizioni
legate alle diverse realtà socio-lavorative delle famiglie l’istituto scolastico comprensivo ha istituito il servizio
di pre-scuola.
MODALITÀ DI GESTIONE DEL SERVIZIO: Il servizio di pre scuola, consiste nell'accoglienza e
vigilanza dei bambini in orario precedente l’inizio delle lezioni ed è funzionante dalle ore 8.00 alle ore 8.30.
Per l’anno scolastico 2016-2017 gli iscritti sono 17. Il servizio viene garantito, dal lunedì al sabato, per tutta
la durata dell’anno scolastico e secondo il calendario deliberato dal Consiglio d’Istituto.

                                                                                                             13
FORNITURA GRATUITA LIBRI DI TESTO SCUOLA
                               PRIMARIA

DESTINATARI: Alunni residenti a Corte Franca frequentanti la Scuola primaria.
OBIETTIVI: L’Amministrazione Comunale, in ottemperanza alla legislazione vigente, provvede a fornire
gratuitamente i libri di testo agli alunni che frequentano le scuole primarie, sulla base delle indicazioni fornite
dal collegio dei docenti dell’Istituzione Scolastica nell’ambito della propria autonomia.
MODALITÀ DI GESTIONE DEL SERVIZIO: La fornitura dei libri di testo viene garantita solo agli alunni
residenti nel Comune di Corte Franca. Per l’applicazione del principio della residenzialità risulta necessaria
una stretta collaborazione tra Ente Locale e Amministrazioni scolastiche.
La dotazione libraria della scuola primaria viene fornita gratuitamente a tutti gli alunni attraverso la consegna
dei libri tramite librerie o cartolibrerie diverse a scelta dei genitori.

                         BORSE E PREMI DI STUDIO COMUNALI
DESTINATARI: Studenti della Scuola Secondaria di Primo grado, Scuola Secondaria di Secondo
grado e universitari laureati.
OBIETTIVI: L’Amministrazione Comunale considera importante riconoscere il merito scolastico.
E’ per questo che anche per il corrente anno scolastico istituisce un fondo destinato all’erogazioni di
totali n. 29 borse di studio a favore degli studenti particolarmente meritevoli, residenti nel Comune
di Corte Franca, frequentanti le scuole secondarie di 1° grado e 2° grado superiori e n, 6 premi di
studio rivolti a studenti universitari laureati.
MODALITÀ DEGLI INTERVENTI: Al fine di informare tutte le famiglie interessate sulle
modalità e i criteri di erogazione, viene pubblicizzato il bando tramite l’affissione sul territorio e
l’inserimento sul sito Internet del Comune (www.comune.cortefranca.bs.it).
Le Borse di studio da attribuire sono così ripartite:
-   n. 15 per scuola secondaria di primo grado da € 300,00 ciascuna, per un importo complessivo di
    € 4.500,00 agli studenti non ripetenti che abbiano frequentato nell’anno scolastico 2016-2017 la
    classe terza conseguendo il voto finale uguale o superiore a Nove;
-   n. 14 per scuola secondaria di secondo grado da € 500,00 ciascuna, per un importo complessivo
    di € 7.000,00 agli studenti non ripetenti che abbiano frequentato la classe 5° e sostenuto l’esame
    di maturità conseguendo nello scrutinio finale il voto finale uguale o superiore ai 90/100
    nell’anno scolastico 2016-2017;
    Qualora il numero delle richieste sia superiore alle borse di studio messe a disposizione, le
    stesse saranno assegnate a coloro che hanno ottenuto un voto in condotta superiore. A parità
    di voto in condotta, la borsa sarà divisa equamente tra coloro che hanno raggiunto il
    medesimo risultato.
I premi di studio da attribuire sono così ripartiti:
-   n. 6 per studenti universitari laureati da € 1.000,00 ciascuna, per l’importo complessivo di €
    6.000,00 che da novembre dell’anno 2016 a ottobre dell’anno 2017 abbiano conseguito il titolo
    di Laurea Specialistica con votazione finale uguale o maggiore a 100/110; che siano residenti
    a Corte Franca da almeno quattro anni alla data del 31/10/2017 e che non siano fuori-corso con il
    normale piano di studi previsto dalla rispettiva facoltà.
    Qualora il numero delle richieste sia superiore alle borse di studio messe a disposizione, in
    caso di studenti con pari votazione l’importo della relativa borsa di studio verrà divisa
    equamente tra gli stessi.

                                                                                                           14
INTERVENTI VOLTI A REGOLAMENTARE GLI ASPETTI
         ORGANIZZATIVI DEL SISTEMA EDUCATIVO

                  CONVENZIONI CON SCUOLE DELL’INFANZIA
                               PARITARIE

DESTINATARI: alunni da 3 a 5 anni, residenti a Corte Franca nelle frazioni di Borgonato,
Colombaro, Nigoline e Timoline.
OBIETTIVI: Il Comune assicura il sostegno alle quattro Scuole dell’Infanzia Paritarie operanti sul
territorio comunale con lo scopo principale di contenere il costo sostenuto dalle famiglie che hanno
liberamente scelto di fruire dell’offerta scolastica privata, nonché al fine di incrementare lo standard
qualitativo dei servizi offerti da tale settore.
MODALITÀ DEL SERVIZIO: La convenzione prevede dei contributi da parte del Comune che
variano di anno in anno, in relazione al numero degli iscritti.
Essa prevede il riferimento agli orientamenti educativi di cui al D.P.R. 647/69, la costituzione di
organi collegiali in analogia a quelli previsti dal D.P.R. 416/74 per assicurare una gestione
partecipata, e ricalca in pratica lo “Schema tipo di convenzione”, che costituisce l’allegato A della
Legge Regionale n.8 dell’11 febbraio 1999, che ha per oggetto “Interventi regionali a sostegno del
funzionamento delle scuole materne autonome”.
Il Comune concede ai sensi dell’articolo 5 della legge regionale 20 marzo 1980, n.31 un contributo
economico alle quattro scuole Materne autonome esistenti per consentire il contenimento delle rette
a carico delle famiglie residenti e per garantire il diritto allo studio secondo i seguenti criteri:

       -        quota fissa di € 60.000,00 da suddividersi in quattro parti uguali;

       -        quota variabile di € 90.000,00 da erogarsi a ciascuna singola scuola in proporzione al
                numero degli utenti residenti a Corte Franca regolarmente iscritti;

Il contributo sarà erogato alle scuole materne nel corso dell’anno 2017 e, in base al criterio sopra
specificato, sarà suddiviso come segue:

                                           Numero
           Scuola                                           Quota
                          Quota fissa       utenti                          Totale contributo
           materna                                       proporzionale
                                           residenti
           Colombaro       15.000,00           68           36.647,00            51.647,00

           Timoline        15.000,00           41           22.096,00            37.096,00

           Nigoline        15.000,00           35           18.862,00            33.862,00

           Borgonato       15.000,00           23           12.395,00            27.395,00

           TOTALE          60.000,00          167           90.000,00           150.000,00

                                                                                                 15
Sarà inoltre erogato, a favore della Scuola materna della frazione Colombaro, un contributo di €
900,00 a sostegno della realizzazione del progetto “Sportello ascolto psicologico” attivato dalla
scuola per il secondo anno.

Verranno parzialmente finanziati, per un importo complessivo di € 15.000,00, nel corso del 2017,
previa verifica dell’effettivo svolgimento degli stessi, i progetti educativi proposti dalle scuole
materne del territorio, secondo i seguenti criteri:
       -        quota fissa di € 4.800,00 da suddividere in quattro parti uguali;
       -       quota variabile di € 10.200,00, da erogarsi a ciascuna singola scuola in proporzione
               al numero degli utenti regolarmente iscritti, a condizione che la spesa sostenuta dalle
               scuole per la realizzazione dei progetti educativi sia almeno pari al contributo teorico
               da concedere;
i progetti educativi proposti dalle scuole materne del territorio sono i seguenti:

Scuola Materna di Borgonato:
1.Progetto attività psicomotoria                                            spesa prevista € 1.575,00
2.Progetto lingua inglese “Hocus and lotus”                                 spesa prevista € 2.548,00
3.Progetto Giocapoeira                                                      spesa prevista € 900,00
Spesa totale prevista                                                                      € 5.023,00
Scuola Materna di Colombaro :
1.Laboratorio teatrale                                                      spesa prevista €. 3.550,00
2.Progetto pratica psicomotoria                                             spesa prevista € 4.636,00
Spesa totale prevista                                                                      € 8.186,00
Scuola Materna di Nigoline:
1.Progetto laboratorio didattico teatrale
“I linguaggi del teatro“                                                    spesa prevista € 800,00
2.Progetto musicale                                                         spesa prevista € 700,00
3.progetto inglese                                                          spesa prevista € 440,00
Spesa totale prevista                                                                      € 1.940,00
Scuola Materna di Timoline:
1.Progetto attività psicomotoria “Crescere giocando”                        spesa prevista € 3.342,00
Spesa totale prevista                                                                      € 3.342,00

La previsione degli importi da erogare alle quattro scuole materne, basata sui criteri sopra riportati,
previa rendicontazione della spesa sostenuta da parte delle scuole stesse, è la seguente:

     Scuola                           N. utenti Quota proporzionale            Totale contributo
     Materna        Quota fissa       con non            €                            teorico
                                        res.                                          €
   Colombaro          1.200,00              72          4.009,00                    5.148,00

     Timoline         1.200,00              46          2.523,00                    3.723,00

     Nigoline         1.200,00              35          1.919,00                    3.119,00

    Borgonato         1.200,00              33          1.810,00                    3.010,00

    TOTALE            4.800,00          186            10.200,00                    15.000,00

                                                                                                16
INTERVENTI VOLTI A FAVORIRE LA QUALITA’ DEL
                    SISTEMA EDUCATIVO
     SCUOLA PRIMARIA E SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

                           SOSTEGNO ATTIVITÀ DIDATTICA

OBIETTIVI: l’Amministrazione Comunale sostiene l’attività didattica dell’Istituto scolastico
comprensivo “Don Lorenzo Milani” con l’obiettivo di assicurare strumenti adeguati per rispondere
alle esigenze dell’attività didattica stessa. Il Comune stanzia contributi per sostenere le azioni che le
scuole inseriscono nel proprio Piano dell’Offerta Formativa (POF).
ATTIVITÀ PROGETTUALI: trattasi di progetti che esulano dalle normali attività curriculari
scolastiche e si inseriscono ad integrazione, a carattere interdisciplinare, alle proposte didattiche nel
quadro dell’ampliamento dell’offerta formativa dell’Istituto Comprensivo. La somma derivante
viene assegnata nel seguente modo:
viene confermato il medesimo finanziamento dello scorso anno, dato in gestione all’Istituto
Comprensivo per l’attivazione di progetti educativi finalizzati a:
    1. elevare l’offerta formativa attraverso prestazioni didattiche di qualità, adatte alle potenzialità
        di apprendimento di ciascun alunno;
    2. migliorare il dato finale del successo scolastico e delle iscrizioni all'I.C. degli alunni residenti
        nel Comune di Corte Franca;
    3. sostenere l’integrazione scolastica degli alunni in situazione di handicap;

    4. favorire e promuovere l’accoglienza e l’integrazione degli alunni stranieri.

L’Amministrazione comunale concorre alla realizzazione degli obiettivi della programmazione
educativa e didattica ai sensi dell’art. 8 della L.R. 20.03.1980, n. 31 mettendo a disposizione degli
organi collegiali della scuola dell’obbligo contributi finalizzati a sostenere la scuola stessa in tutte le
sue attività.
                                                                          Scuola
        MATERIALI DI MODESTA
                                                 Scuola primaria       secondaria di      TOTALE
      ENTITA’ E FACILE CONSUMO,
                                                    Classi 16          primo grado        Alunni 533
        MANUTENZIONI VARIE
                                                                          Classi 9
    Materiali specifici per ogni classe            € 3.200,00           € 1.500,00        € 4.700,00
    Materiale per laboratori manipolativi,
                                                   € 1.500,00           € 1.200,00        € 2.700,00
    espressivi e piccoli attrezzi palestra
    Inchiostri, toner, matrici per
                                                   € 3.500,00           € 2.500,00        € 6.000,00
    fotocopiatori, incisori, carta, stampati
    Contratti manutenzione e riparazione
                                                   € 4.000,00           € 3.500,00        € 7.500,00
    sussidi didattici, videoproiettori e altro
    Formazione genitori sui temi: bullismo,
                                                   €     500,00         € 1.000,00        € 1.500,00
    affettività
    Contributo organizzazione e supporto
                                                   €     100,00         €   100,00        €   200,00
    festa della scuola
       TOTALE PER MATERIALI DI
                                                   € 12.800,00          € 9.800,00       € 22.600,00
                   CONSUMO

                                                                                                    17
INTERVENTI VOLTI AD AMPLIARE L’OFFERTA FORMATIVA

OBIETTIVI: L’Amministrazione Comunale, nell’ambito degli interventi volti a favorire la qualità
del sistema educativo, sostiene ulteriori progetti dell’istituto Scolastico Comprensivo.

                     PROGETTI SCUOLA PRIMARIA
                                                                                 IMPORTI
                                 A.S. 2016/2017
      1. Assistenza pre-scuola                                                   €    500,00
      2. Progetti: cucina, orto, nuoto, materiale librario                       € 1.000,00
      3. Progetto nuoto – classi 1 -.                                            € 2.500,00
      4. Progetto madrelingua (lingua inglese) classi III-IV e V.                € 1.400,00
      5. Progetto “circoliamo” classi II                                         € 1.850,00
      6. Progetto musica – classi III -                                          € 1.880,00
      7. Progetto teatro (animazione teatrale) classi IV                         € 2.400,00
      8. Progetto socio affettivo sessuale - classi V                            € 2.100,00
      9. Progetto Cittadinanza e Costituzione                                    € 1.200,00
      10. Alfabetizzazione (nuovi alunni)                                        € 1.000,00
      11. Alfabetizzazione motoria – tutte le classi                             € 2.000,00
      12. Progetto bocce e golf (con trasporto)                                  €     00,00
      TOTALE PROGETTI SCUOLA PRIMARIA                                            € 17.830,00

         PROGETTI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO
                                                                                 IMPORTI
                                  A.S. 2016/2017
     1. Progetto educazione stradale con Polizia locale                          €     300,00
     2. Lavorando con il F.A.I. – tutte le classi                                €     300,00
     3. Registriamo CD e lezioni concerto                                        €     500,00
     4. Progetto madrelingua + Trinity                                           €   2.000,00
     5. Progetto lettura con bibliotecaria                                       €       0,00
     6. Progetto orientamento - classi II e III                                  €   2.600,00
     7. Progetto sport – tutte le classi                                         €     500,00
     8. Progetto alunni diversamente abili – tutte le classi                     €     700,00
     9. Progetto Città dei ragazzi – tutte le classi                             €   1.000,00
     10. Progetti educazione alimentare, Aido, accoglienza, teatro affettività   €     300,00
     11. Progetto primo soccorso (compreso materiali)                            €     150,00
     12. Alfabetizzazione                                                        €   1.000,00
     13. Progetto natura                                                         €     220,00
     TOTALE PROGETTI SCUOLA SECONDARIA                                           €   9.570,00

                                                                                               18
PROGETTI FORMATIVI

OBIETTIVO: L’Amministrazione Comunale, nell’ambito degli interventi volti a favorire la qualità
del sistema educativo, sostiene ulteriori iniziative.
ARTICOLAZIONE DEGLI INTERVENTI: di seguito si sintetizzano i progetti proposti
dall’Istituto scolastico Comprensivo di Corte Franca.

              PROGETTI FORMATIVI DELLA SCUOLA PRIMARIA

                   Piedibus
                   DESTINATARI: Alunni della scuola primaria
                    Il Servizio Piedibus è uno scuolabus a piedi, un’azione partecipata che promuove
                    la mobilità a piedi nel tragitto casa-scuola. Le sue finalità consistono:
nell’individuare modelli di mobilità alternativi all’auto e ai mezzi privati; nel permettere ai bimbi di
socializzare durante i percorsi; nel favorire la conoscenza e padronanza del territorio urbano; nello
sviluppare la sensibilità ecologica dei bambini.

Progetto Nuoto
DESTINATARI: Alunni della scuola primaria.
Il Progetto Nuoto ha l’obiettivo di migliorare la confidenza con l’acqua ed introdurre nuovi stili per
i bambini più esperti.
Intende favorire il processo di socializzazione, migliorare la propria autonomia, superare
gradualmente la paure rispetto all’ambiente acquatico.

Educazione socio-affettiva e sessuale
DESTINATARI: Alunni della scuola primaria.
OBIETTIVI:
 conoscenza delle proprie e delle altrui emozioni;
 modalità per il controllo delle proprie emozioni;
 stimolare un buon clima e cooperazione in classe;
 conoscenza dei vari aspetti della affettività preadolescenziale;
 familiarizzazione con i temi e il linguaggio della sessualità;
 confronto su aspettative e dubbi delle modalità di manifestare i propri sentimenti.

Circoliamo – progetto di circo/teatro
DESTINATARI: Alunni della scuola primaria.
Il progetto vuole favorire, attraverso gli esercizi proposti, la concentrazione,
l’equilibro, la collaborazione, la coordinazione, la pazienza nei bambini a livello
individuale e di gruppo.

Progetto “Continuità”
DESTINATARI: Alunni della scuola primaria.
E’ un progetto che vede il coinvolgimento delle quattro scuole materne e la scuola secondaria di
primo grado. Ha l’obiettivo di stabilire linee guida tra le varie Scuole dell’Infanzia del Comune di
Corte Franca, inoltre di rafforzare lo scambio sulle osservazioni de bambini tra i due ordini di
                                                                                               19
scuole, di rielaborare la griglia di osservazione adottata dalle Scuole dell’Infanzia per il passaggio
alla Scuola Primaria. Infine di predisporre attività condivise da effettuare con i bambini delle varie
materne in occasione della visita degli insegnanti della Scuola Primaria.

               “DANZE DAL MONDO”
              DESTINATARI: Alunni della scuola primaria.
              Il progetto “Le danze etniche” intende stimolare la capacità di muoversi in modo
              libero e creativo individualmente ed in gruppo; far conoscere il carattere aggregante
              della danza etnica; fornire indicazioni storiche, culturali, geografiche legate alle
danze presentate; favorire la socializzazione e l’espressione corporea; migliorare l’ascolto.
“RICICLARTI”
DESTINATARI: Alunni della scuola primaria.
Questa attività ha lo scopo di sensibilizzare gli alunni all’utilizzo di materiale di riciclo, intesa come
risorsa in termini ecologici, didattici e formativi.

Progetto “CUCINA”
DESTINATARI: Alunni della scuola primaria.
Con questo progetto si vuole potenziare la consapevolezza delle percezioni tattili, visive, olfattive,
ma anche saper eseguire istruzioni rispettando la giusta sequenza, oltre che mettere in ordine
temporale le sequenze del lavoro: Altri obiettivi sono la promozione e migliorare l’autonomia
personale e l’interazione dei compagni.

Progetto “ORTO”
DESTINATARI: Alunni della scuola primaria.
Sviluppare e diffondere la cultura di un rispettoso rapporto uomo, natura, ambiente è la linea
principale di questo progetto: Si desidera, inoltre far
migliorare la manualità fine; far accrescere
l’autostima, utilizzando una modalità di
apprendimento attivo: “imparare facendo”; favorire lo
sviluppo della pazienza e l’accettazione di svolgere
ruoli non graditi ma utili al gruppo.

Progetto “Madrelingua inglese”
DESTINATARI: Alunni della scuola primaria.
Favorire la motivazione ad apprendere la lingua inglese con occasioni di conversazione ed uso
pratico della lingua. Favorire una riflessione sulle differenze ed analogie tra la propria lingua di
origine e quella inglese.

            PROGETTI FORMATIVI DELLA SCUOLA SECONDARIA
                         DI PRIMO GRADO

Progetto “LA CITTÀ DEI RAGAZZI”
DESTINATARI: Alunni della scuola secondaria di primo grado.
Stimolare nei ragazzi un interesse sincero e serio verso la Costituzione ed aiutarli a maturare
atteggiamenti responsabili e consapevoli.

                                                                                                  20
Progetto “Madrelingua inglese”
                      DESTINATARI: Alunni della scuola secondaria di primo grado.
                      Favorire la motivazione ad apprendere la lingua inglese con occasioni di
                      conversazione ed uso pratico della lingua. Favorire una riflessione sulle
                      differenze ed analogie tra la propria lingua di origine e quella inglese.

Progetto “Teatro”
DESTINATARI: Alunni della scuola secondaria di primo grado.
Il progetto si prefigge di far ascoltare, leggere, riflettere e apprendere in modo giocoso. Promuovere
l’attenzione all’ascolto, il gusto per la lettura e l’esplorazione dei testi scritti. Accostare il bambino
a varie forme di espressione artistica (recitazione, musica, movimento, pittura). Maturare la capacità
di controllare le emozioni davanti ad un pubblico.
Progetto “Accoglienza e continuità”
DESTINATARI: Alunni della scuola secondaria di primo grado
Garantire la continuità del processo educativo fra scuola primaria e scuola secondaria di primo grado
da intendersi come percorso formativo integrale e unitario seppur differenziato sotto l’aspetto dei
contenuti. Prevenire e limitare lo svantaggio utilizzando opportunità molteplici in grado di motivare
maggiormente gli alunni.
Progetto “Educazione stradale
DESTINATARI: Alunni della scuola secondaria di primo grado
Conoscenza delle elementari regole di educazione stradale. Conoscenza delle
norme che regolano la circolazione (codice della strada).

Progetto “Lavorando con il F.A.I.”
DESTINATARI: Alunni della scuola secondaria di primo grado
Riuscire a concretizzare idee valutando l’evoluzione del tema letto nei vari ambiti: storico, territoriale
e artistico. Lettura del territorio e sue evoluzioni nel tempo.

       PROGETTI FORMATIVI PER ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

Progetto “Alunni diversamente abili”
L’obiettivo del progetto è finalizzato all’integrazione scolastica attraverso strumenti di
socializzazione e di miglioramento delle abilità di base.

                      Progetto “Piscina”
                      L’integrazione scolastica avviene anche attraverso questo progetto che ha il
                      fine di migliorare l’autonomia personale e sociale, la motricità di base e la
                      relazione con i compagni ed insegnanti.

                              ALTRI PROGETTI FORMATIVI

Progetto “Lettura”
Progetto “Orientamento”
Progetto “Primo soccorso”
Progetto “Sport in rete”
Progetto “Theatrino (spettacolo teatrale in lingua inglese”
Progetto “Certificazione Trinity”
Progetto “CD AUDIO”
                                                                                                  21
INTERVENTI COMPLEMENTARI AL SISTEMA EDUCATIVO

               ATTIVITÀ FINANZIATE DA ALTRI ASSESSORATI

IN COLLABORAZIONE CON L’ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI
   •   Interventi socio-educativi: Sono previsti degli incontri periodici, presso le scuole del territorio, con
       l’assistente sociale, per la presa in carico di alcune situazioni problematiche degli alunni, segnalati
       dai docenti
   •   Contributi alle famiglie meno abbienti: gli alunni provenienti da famiglie che versano in condizioni
       economiche precarie, potranno ottenere l’esenzione dal pagamento dei pasti del servizio previa
       relazione e valutazione dei Servizi Sociali e in ogni caso tramite la prestazione di attività in favore
       della collettività da parte della famiglia beneficiaria.

IN COLLABORAZIONE CON L’ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI
   • Interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria:
     gli interventi più significativi sono rappresentati dai lavori di adeguamento antisismico
     dell’Istituto scolastico Comprensivo (ancora in corso) per un importo complessivo di €
       590.000,00

                                       ALTRI INTERVENTI

   •   Utenze scolastiche: nel corso dell’anno scolastico 2015/2016, l’Amministrazione Comunale
       ha provveduto al pagamento delle utenze di fornitura di energia elettrica, metano, acqua,
       telefono, per l’Istituto scolastico comprensivo “Don Lorenzo Milani” per un importo di €
       104.000,00

   •   TARSU - T.I.A.: il pagamento della tassa rifiuti da qualche anno non è più a carico
       dell’Istituto Comprensivo, ma viene pagato direttamente al Comune dal Ministero
       dell’Istruzione. Tuttavia, per l’anno 2016 (come gli anni precedenti) il rimborso ministeriale
       copre solo parzialmente l’importo comunale, ed è stato di € 2941,87. L’Amministrazione
       provvederà a coprire la differenza.

                                                                                                        22
TABELLE RIASSUNTIVE

                                         SPESE
                                 Anno Scolastico 2016/2017
Capitolo                                                 Bilancio 2016   Bilancio 2017     Totale
                Descrizione capitolo di spesa
bilancio                                                       €               €             €

            Spese per servizio trasporto scolastico
 5700                                                     57.250,00       79.000,00      136.250,00
                       da parte di terzi

 4950        Spese per gestione mensa scolastica          45.000,00       104.000,00     149.000,00

               Contributo alle 4 scuole materne
 4500                                                         ---         150.000,00     150.000,00
                          autonome
               Contributo alle 4 scuole materne
 4490                                                         ---          15.000,00      15.000,00
               autonome per progetti educativi
             Assistenza scolastica ad personam e
 9810                                                     55.000,00        78.560,00     133.560,00
              fruizione gratuita pasti assistenti
           Sostegno programmazione educativa e
 5800                                                         ---          30.630,00      30.630,00
                 didattica scuola primaria
           Sostegno programmazione educativa e
 5900                                                         ---          19.370,00      19.370,00
                didattica scuola secondaria

 6000              Assegni e borse di studio              17.500,00           ---         17.500,00
            Fornitura gratuita libri di testo scuola
 5100                                                     13.500,00           ---         13.500,00
                          primaria

           Altre spese per edifici scolastici (utenze,
               manutenzioni, fornitura materiali
           pulizia, cancelleria, nuove attrezzature).
                                                              ---
diversi    (somma presunta sulla base delle spese                         104.000,00     104.000,00
            sostenute per l’anno 2015 calcolate in
                         dodicesimi)

                     Totale                              188.250,00      580.560,00      768.810,00

                                       ENTRATE
                                 Anno Scolastico 2016/2017
Capitolo                                                 Bilancio 2016   Bilancio 2017     Totale
                Descrizione capitolo di spesa
bilancio                                                       €               €             €
 3530         Proventi servizio mensa scolastica          13.445,83       26.891,67      40.337,50
 3500       Proventi servizio trasporto scolastico        11.277,00       22.554,00      33.831,00

                     Totale                               24.722,83       49.445,67      74.168,50

                                                                                              23
Puoi anche leggere
DIAPOSITIVE SUCCESSIVE ... Annulla