LA FAMIGLIA OGGI IN ITALIA - FQTS 2020 FORMAZIONE QUADRI DIRIGENTI TERZO SETTORE - MARIELLA NOCENZI Sapienza Università di Roma Dip. Comunicazione ...

 
LA FAMIGLIA OGGI IN ITALIA - FQTS 2020 FORMAZIONE QUADRI DIRIGENTI TERZO SETTORE - MARIELLA NOCENZI Sapienza Università di Roma Dip. Comunicazione ...
FQTS 2020
FORMAZIONE QUADRI DIRIGENTI TERZO
            SETTORE

LA FAMIGLIA OGGI IN ITALIA

                 MARIELLA NOCENZI
          Sapienza Università di Roma
  Dip. Comunicazione e ricerca sociale
LA FAMIGLIA OGGI IN ITALIA - FQTS 2020 FORMAZIONE QUADRI DIRIGENTI TERZO SETTORE - MARIELLA NOCENZI Sapienza Università di Roma Dip. Comunicazione ...
La docente e la lezione
Docente: Mariella Nocenzi,
mariella.nocenzi@uniroma1.it
É professore aggregato di Sociologia della famiglia e di Politiche
sociali per il governo locale. PhD. in Sociologia della cultura e dei
processi politici, è Assistant editor dell’“International Review of
Sociology”. È fondatrice dell’Osservatorio Interuniversitario di
Genere, Parità e Pari opportunità. Fra le sue pubblicazioni, Global
society, Cosmopolitism and Human Rights, (eds.), Cambridge
Scholar, 2013; L’avalutatività nelle scienze sociologiche ed
economiche, di Max Weber, Mimesis, 2015

Titolo: La famiglia oggi in Italia
Data e orario: Martedì 20 settembre 2016, ore 14-16,30
                                  FQTS 2020
                             FORMAZIONE QUADRI
                               DIRIGENTI TERZO
                                                         Pagina 2
                                   SETTORE
LA FAMIGLIA OGGI IN ITALIA - FQTS 2020 FORMAZIONE QUADRI DIRIGENTI TERZO SETTORE - MARIELLA NOCENZI Sapienza Università di Roma Dip. Comunicazione ...
Gli obiettivi della lezione

               La lezione intende fornire ai discenti
       un sintetico quadro descrittivo e interpretativo
      sull’istituzione familiare nell’attuale società italiana
 una valutazione dell’impatto dei più recenti fenomeni sociali
    (migrazioni, miglioramento della qualità della vita, crisi del
   welfare state, nuovi ruoli all’interno della struttura familiare e
                     della famiglia nella società)
 • una verifica del processo di pluralizzazione della famiglia
   analizzando alcuni ambiti sociali (lavoro, economia, diritto,
       politiche sociali) con qualche riferimento comparato

                                 FQTS 2020
                            FORMAZIONE QUADRI
                              DIRIGENTI TERZO
                                                        Pagina 3
                                  SETTORE
LA FAMIGLIA OGGI IN ITALIA - FQTS 2020 FORMAZIONE QUADRI DIRIGENTI TERZO SETTORE - MARIELLA NOCENZI Sapienza Università di Roma Dip. Comunicazione ...
Programma della lezione

 ricognizione sui concetti e i problemi fondamentali della
  famiglia in un’accezione sociologica, con riferimenti anche
  multidisciplinari
 analisi delle principali tipologie di famiglia nei diversi contesti
  storici, culturali e sociali e dei più recenti fenomeni sociali che
  hanno prodotto i più significativi cambiamenti di questa
  istituzione sociale e di quelle prossimali
 lettura delle trasformazioni demografiche, anagrafiche,
  economiche, giuridiche che stanno interessando questa
  istituzione attraverso alcuni dei principali fattori del
  cambiamento sociale (genere, età, mobilità sociale e
  geografica)
                                  FQTS 2020
                             FORMAZIONE QUADRI
                               DIRIGENTI TERZO
                                                         Pagina 4
                                   SETTORE
LA FAMIGLIA OGGI IN ITALIA - FQTS 2020 FORMAZIONE QUADRI DIRIGENTI TERZO SETTORE - MARIELLA NOCENZI Sapienza Università di Roma Dip. Comunicazione ...
Le competenze attese
La lezione intende fornire ai discenti:
- concetti di base dell’analisi sociologica e
   interdisciplinare delle istituzioni sociali e delle
   relazioni in una società complessa;
- riferimenti alle principali fonti dati per lo studio
   analitico e comparato dell’istituzione familiare;
- repertorio sui principali strumenti analitici delle
   trasformazioni della famiglia nella società
   italiana oggi utilizzando alcuni fattori di
   interpretazione
                            FQTS 2020
                      FORMAZIONE QUADRI
                        DIRIGENTI TERZO
                                          Pagina 5
                            SETTORE
LA FAMIGLIA OGGI IN ITALIA - FQTS 2020 FORMAZIONE QUADRI DIRIGENTI TERZO SETTORE - MARIELLA NOCENZI Sapienza Università di Roma Dip. Comunicazione ...
La metodologia della lezione

 illustrazione dei concetti attraverso le slides
 interazione fra docente e discenti e
reciproche      esperienze    o     richiesta    di
chiarimento (semplicemente prenotandosi per
intervenire sui contenuti della lezione alzando la
mano)
 visione e commento di dati, immagini, video

                          FQTS 2020
                    FORMAZIONE QUADRI
                      DIRIGENTI TERZO
                                        Pagina 6
                          SETTORE
LA FAMIGLIA OGGI IN ITALIA - FQTS 2020 FORMAZIONE QUADRI DIRIGENTI TERZO SETTORE - MARIELLA NOCENZI Sapienza Università di Roma Dip. Comunicazione ...
L’oggetto del corso
«La FAMIGLIA come spazio fisico, relazionale e simbolico
  nel quale avvengono quei rapporti che la società
  definisce e che acquisiscono per questo stesso processo
  un significato che va oltre la natura che li genera e
  l’esperienza individuale»

  rapporti di GENERE (ruolo della donna, paternità)
  rapporti fra GENERAZIONI (calo della natalità, aumento
  della speranza di vita alla nascita)
  rapporti fra entità GEOGRAFICHE e CULTURE
  (coppie miste, integrazione dei modelli culturali nella/con
  la famiglia)
                               FQTS 2020
                         FORMAZIONE QUADRI
                           DIRIGENTI TERZO
                                                Pagina 7
                               SETTORE
LA FAMIGLIA OGGI IN ITALIA - FQTS 2020 FORMAZIONE QUADRI DIRIGENTI TERZO SETTORE - MARIELLA NOCENZI Sapienza Università di Roma Dip. Comunicazione ...
Significati plurali e plurimi
da Dizionario Treccani
La FAMIGLIA come comunità umana, diversamente
  caratterizzata nelle varie situazioni storiche e geografiche,
  ma in genere formata da persone legate fra loro da un
  rapporto di convivenza, di parentela, di affinità, che
  costituisce l’elemento fondamentale di ogni società, essendo
  essa finalizzata, nei suoi processi e nelle sue relazioni, alla
  perpetuazione della specie mediante la riproduzione
Sotto l’aspetto antropologico e sociologico, la famiglia si
  definisce come gruppo sociale caratterizzato dalla
  residenza comune, dalla cooperazione economica, e dalla
  riproduzione [condizioni (non) coesistenti]

                                 FQTS 2020
                           FORMAZIONE QUADRI
                             DIRIGENTI TERZO
                                                  Pagina 8
                                 SETTORE
LA FAMIGLIA OGGI IN ITALIA - FQTS 2020 FORMAZIONE QUADRI DIRIGENTI TERZO SETTORE - MARIELLA NOCENZI Sapienza Università di Roma Dip. Comunicazione ...
La Famiglia secondo la sua struttura
Il Gruppo di Cambridge, diretto da Peter Laslett (1972)
   classifica le famiglia attraverso il tipo di vincolo che lega i
   suoi componenti (vincolo base: coniugale/generazionale)
 Gruppo domestico senza struttura: senza una coppia
   coniugale e/o generazionale (coppia di fratelli)
 Gruppo domestico semplice: con coppia coniugale con o
   senza figli o figli con un genitore
 Gruppo domestico esteso: famiglia semplice + parenti di
   altre generazioni (nonni, zii, cognati…)
 Gruppo domestico multiplo: più famiglie semplici
   (genitori, figli e nipoti, famiglie ceppo o congiunte)

                                 FQTS 2020
                           FORMAZIONE QUADRI
                             DIRIGENTI TERZO
                                                   Pagina 9
                                 SETTORE
LA FAMIGLIA OGGI IN ITALIA - FQTS 2020 FORMAZIONE QUADRI DIRIGENTI TERZO SETTORE - MARIELLA NOCENZI Sapienza Università di Roma Dip. Comunicazione ...
La Famiglia secondo le sue relazioni
Il sociologo italiano Barbagli (1984) propone una distinzione fra
    la struttura (composizione della famiglia secondo regole
    vigenti) e le relazioni (rapporti fra membri fondati su
    autorità, sentimenti ecc.)
 Relazioni di genere: maggiore autorità dei componenti
    maschi (padri, figli, fratelli, coniugi)
 Relazioni generazionali: predominanza delle generazioni più
    anziane
                                     Trasfomazioni del ciclo di vita
                                         tra
- sui vincoli familiari: nascite, matrimoni, decessi
- sulle relazioni familiari: invecchiamento, emancipazione
                                FQTS 2020
                          FORMAZIONE QUADRI
                            DIRIGENTI TERZO
                                                    Pagina 10
                                SETTORE
Il fattore MUTAMENTO
La FAMIGLIA non è un semplice terminale passivo del
  mutamento sociale, ma uno degli attori sociali che
  contribuiscono a definire modi e sensi del mutamento
  sociale (…)

La FAMIGLIA promuove il mutamento anche nelle
  esperienze dei suoi componenti diversi per genere e per
  generazione, più che in ogni altra istituzione sociale, ed è il
  luogo simbolico e sociale in cui le differenze di sesso e di
  generazione sono fondanti e in tal senso costruite
  culturalmente
           (da M. Naldini, C. Saraceno, Sociologia della famiglia, p. 11)
                                    FQTS 2020
                              FORMAZIONE QUADRI
                                DIRIGENTI TERZO
                                                        Pagina 11
                                    SETTORE
I principali cambiamenti nella FAMIGLIA
          (dal Secondo Dopoguerra)
                    Tendenze emergenti

a) semplificazioni delle strutture familiari
b) riduzione dell’ampiezza media della famiglia
c) segmentazione per classi di età
d) complessità crescente (nuove forme familiari)
e) privatizzazione/pubblicizzazione delle relazioni familiari
f) de-istituzionalizzazione della famiglia e delle relazioni
   sociali che la sostengono (sempre più ‘sentimentalizzate’)

                                FQTS 2020
                          FORMAZIONE QUADRI
                            DIRIGENTI TERZO
                                                Pagina 12
                                SETTORE
I cambiamenti nella FAMIGLIA
            (dal Secondo Dopoguerra) - 1
                     Fattori di cambiamento
a) economici
- famiglia come unità di consumo
- famiglia come insieme di soggetti che si rapportano
   individualmente al mercato del lavoro
- famiglia come produttrice e riproduttrice di forza lavoro
- nascita del welfare state

b) demografici
- invecchiamento della popolazione
- riduzione di tassi di fecondità, natalità, nuzialità
                                  FQTS 2020
                            FORMAZIONE QUADRI
                              DIRIGENTI TERZO
                                                     Pagina 13
                                  SETTORE
I cambiamenti nella FAMIGLIA
                      (dal Secondo Dopoguerra) - 2
                              Fattori di cambiamento
c) culturali
-privatismo
-individualizzazione delle e nelle relazioni dentro la famiglia
-etica dell’autorealizzazione, dell’autodeterminazione, della negoziazione
-personalità di base formata attraverso processi di separazione/individualizzazione,
    piuttosto che legame/fusione
-spostamenti di confine tra pubblico e privato nelle relazioni familiari
d) giuridici
- tendenza alla de-giurisdizione delle relazioni familiari
- il diritto, lo Stato non ‘prescrive’ più come normale un unico modello familiare
e) Storici
l’attuale panorama delle famiglie dipende anche dall’eredità del passato: dalla forza e/o
    dalla debolezza dei tradizionali modelli di vita
                                             FQTS 2020
                                       FORMAZIONE QUADRI
                                         DIRIGENTI TERZO
                                                                      Pagina 14
                                             SETTORE
Un processo di mutamento:
                   l’individualizzazione
Individualizzazione delle relazioni familiari: (dal sec. XVIII)
- nascita del matrimonio solidale
- la famiglia si costituisce come ambito privato
- la famiglia si appropria della funzione educativa
- la famiglia si emancipa dalla parentela e dalla comunità di appartenenza
Indicatori:
- mutamento nelle forme allocative e allocutorie (meno distanza e deferenza)
- scelta del coniuge
- la dote della moglie è amministrata dal marito e non dalla famiglia di origine
- lenta riappropriazione dei figli da parte della famiglia: fine dell’apprendistato
    presso altre famiglie per gli adolescenti
- primi orientamenti puerocentrici: dal figlio come destino, al figlio come
    investimento per il futuro
                                        FQTS 2020
                                  FORMAZIONE QUADRI
                                    DIRIGENTI TERZO
                                                             Pagina 15
                                        SETTORE
Un processo di mutamento:
                   l’individualizzazione
Individualizzazione delle relazioni familiari: (dal Secondo Dopoguerra)
- ogni componente la famiglia assume una sua individualità ed unicità che
non può essere facilmente rimpiazzata o sostituita
- simmetrizzazione strutturale della relazione di coppia
- scompare la dote
- la relazione coniugale diventa ‘negoziabile’
- si affievoliscono, dentro la famiglia, le differenze di genere e di autorità
- la famiglia si ‘sentimentalizza’ ed è percepita solo come unità di affetti
Indicatori:
- matrimonio da fatto sociale totale a fatto privato
- de-normativizzazione del matrimonio: crescita delle unioni di fatto
- matrimonio come autorealizzazione di un progetto di vita individuale

                                         FQTS 2020
                                   FORMAZIONE QUADRI
                                     DIRIGENTI TERZO
                                                               Pagina 16
                                         SETTORE
Problemi di definizione (1)
L’accezione occidentale fa confluire le tipologie di relazioni in due indicatori
    apparentemente più stabili:
1. Coresidenzialità (è sempre possibile?)
2. Bilancio socio-economico condiviso (e gli scambi con l’esterno?, art. 7 del
    Dpr 23 ottobre 1971 non più considerato)

       Definizione Istat = Determinazione amministrativa
«Insieme di persone legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità,
   adozione, tutela o vincoli affettivi, coabitanti e aventi dimora abituale
   nello stesso Comune (anche se non sono ancora iscritte nell’anagrafe della
   popolazione residente del comune medesimo). Una famiglia può essere
   costituita anche da una sola persona (unipersonali). L’assente
   temporaneo non cessa di appartenere alla propria famiglia sia che si trovi
   presso altro alloggio (o convivenza) dello stesso comune, sia che si trovi in
   un altro Comune»
                                       FQTS 2020
                                 FORMAZIONE QUADRI
                                   DIRIGENTI TERZO
                                                            Pagina 17
                                       SETTORE
Problemi di definizione (2)
         Definizione Nazioni Unite/Unione europea (EuSilc)
«Ai fini censuari la famiglia dovrebbe essere definita in senso stretto il nucleo
   familiare, cioè le persone entro un aggregato domestico che sono tra loro legate
   come marito e moglie, o genitore e figlio/i (di sangue o adozione) celibe o
   nubile. Perciò un nucleo familiare comprende una coppia sposata senza o con
   figli celibi/nubili di qualsiasi età, o un genitore solo senza o con figli celibi o
   nubili di qualsiasi età.
L’espressione «coppia sposata» dovrebbe includere ove possibile coppie che
   dichiarano di vivere in unione consensuale e, dove possibile, si dovrebbero
   dare dati distinti sulle coppie legalmente sposate e quelle consensuali.
Una donna che vive con i propri figli celibi o nubili deve essere considerata come
   facente parte dello stesso nucleo dei figli, anche se essa stessa è nubile e se vive
   con i propri genitori. Lo stesso vale per un uomo in situazione analoga.
Per «figli» si intendono anche i figli del coniuge/convivente e i figli adottivi, ma
   non i figli in affidamento»

                                                                Pagina 18
Approccio multifattoriale

         FAMIGLIA
                                    Contesto
                                   GEOGRA
Genere
                                    FICO E
          Generazioni              CULTURA
                                      LE

         FAMIGLIE
                 FQTS 2020
           FORMAZIONE QUADRI
             DIRIGENTI TERZO
                               Pagina 19
                 SETTORE
L’approccio multifattoriale:
              la famiglia nella storia
 La famiglia come impresa
 Struttura multipla e progressiva contrazione (Durkheim)

 Famiglie nucleari (dal XV sec.) a causa della prima
  industrializzazione (Laslett)
  Età al matrimonio relativamente alta (23-24 anni)
  Differenza età coniugi bassa
  Fecondità ridotta
      Famiglie orientali e meridionali

 Centro-nord: differenti per ceti/città-campagna/regioni
 Sud: famiglie rurali (multiple, congiunte ciclo di vita)

                                FQTS 2020
                          FORMAZIONE QUADRI
                            DIRIGENTI TERZO
                                                 Pagina 20
                                SETTORE
L’approccio multifattoriale:
                 la famiglia nella storia
           Fenomeni di trasformazione
                (XV-XVII sec.)
   Diminuzione carestie ed epidemie
   Diminuzione famiglie incomplete
   Mutamenti nelle regole di trasmissione patrilineare
   Riduzione personale domestico

 Differenze di età e di sesso di fronte alla morte e sue
  conseguenze (vedove e vedovi, orfani di madre o di
  padre, matrigne e patrigni)
 Migrazioni rurali (figli eccedenti, contadini proletari)

                             FQTS 2020
                       FORMAZIONE QUADRI
                         DIRIGENTI TERZO      Pagina 21
                             SETTORE
L’approccio multifattoriale:
                    la famiglia nella storia
             Fenomeni di trasformazione
                  (XVII-XX sec.)
 Rapida diffusione famiglie nucleari
   - Urbanizzazione
   - Fenomeni demografici (migrazioni dalla campagna,
     aumento nascite = prole)
   - Nuove forme divisione del lavoro (effetti sulla famiglia
     per tempi, ruoli, fonti di reddito)
   - Cambiamento nella divisione del lavoro salariale:
           • Maschi adulti e giovani
           • Anziani, donne, bambini lavoro agricolo e a
             domicilio
                                FQTS 2020
                          FORMAZIONE QUADRI
                            DIRIGENTI TERZO
                                                Pagina 22
                                SETTORE
L’approccio multifattoriale:
                 la famiglia nella storia
   Fenomeni di trasformazione per fattori
             (XVII-XX sec.)
 Distinzione funzione di produzione/riproduzione
            - Lavoro di cura
            - Distinzione netta spazi uomini/donne
              (operaio/casalinga)
 Rapporti tra le generazioni
           - Forte solidarietà economica

 Transizione demografica
   - bassa mortalità e bassa fecondità
   - percorso non lineare in tempo e spazio
   - coniugi: sempre meno partner di lavoro e sempre più partner
     di reddito e di reti sociali

                               FQTS 2020
                         FORMAZIONE QUADRI
                           DIRIGENTI TERZO
                                                  Pagina 23
                               SETTORE
L’approccio multifattoriale:
                       la famiglia nell’attualità
         Fenomeni di trasformazione per fattori
                       (XXI sec.)
   Aumento del numero delle famiglie
   Riduzione ampiezza famiglie
   Variabilità delle tipologie di famiglia

    - Tassi nuzialità (stabilizzati e poi diminuiti= + n. famiglie e –
    popolazione, ad es. + 10% famiglie e pop. stabile fra 2001 e 2011)
    - Nuclearizzazione famiglie: invecchiamento + riduzione delle nascite =
    cambia il ciclo di vita familiare
    - In ripresa famiglie estese (ricoabitazione: due persone o famiglie che
    tornano a vivere insieme dopo un periodo da sole)
    - Trasformazioni del ciclo di vita
                                       FQTS 2020
                                 FORMAZIONE QUADRI
                                   DIRIGENTI TERZO
                                                          Pagina 24
                                       SETTORE
L’approccio multifattoriale:
                      la famiglia nell’attualità
           Fenomeni di trasformazione per fattori
                    (XXI sec. in Italia)
   Diminuiscono famiglie nucleari con figli
     Aumentano famiglie unipersonali

       INVECCHIAMENTO E CALO DELLE NASCITE
              1) STRUTTURA (nuclei senza coppie coniugali o con figli)
              2) AMPIEZZA
       I FIGLI VIVONO A LUNGO CON I GENITORI (famiglie lunghe, ma anche
        pendolarismo familiare)
             - FATTORI ECONOMICI (crescente povertà)
             - FATTORI CULTURALI (matrimonio e responsabilità generazioni, più
             donne che uomini)
             - FATTORI ANAGRAFICI
       DONNE ANZIANE E UOMINI GIOVANI (le donne giovani escono per
        matrimonio, o sono separate/divorziate, o migranti uomini)
                                     FQTS 2020
                               FORMAZIONE QUADRI
                                 DIRIGENTI TERZO
                                                        Pagina 25
                                     SETTORE
Due modelli di formazione e
funzionamento della famiglia in Europa
Europa centro-settentrionale                    Europa meridionale
-Uscite precoci dei giovani dalla               -Uscite tardive dei giovani dalla
famiglia d’origine                              casa dei genitori
-Forte diffusione di convivenze e               -Convivenze e nascite fuori dal
nascite fuori dal matrimonio                    matrimonio poco diffuse
-Alti tassi di divorzio                         -Tassi inferiori di separazioni e
                                                divorzio
-Alta partecipazione delle donne
al mercato del lavoro                           -La partecipazione delle donne al
                                                mercato del lavoro si attesta su
-Elevati tassi di fecondità
                                                valori medio-bassi
                                                -Bassa fecondità

                                      FQTS 2020
                                FORMAZIONE QUADRI
                                  DIRIGENTI TERZO
                                                             Pagina 26
                                      SETTORE
L’approccio multifattoriale:
                        la famiglia nell’attualità
            Fenomeni di trasformazione per fattori
                     (XXI sec. in Italia)
                   LE NUOVE TIPOLOGIE DI FAMIGLIE
 FAMIGLIE UNIPERSONALI (vedovi, separati/divorziati, per scelta)
 FAMIGLIE CON UN SOLO GENITORE (famiglie con figli Scelta e non più per
  cause naturali)
        Diversa definizione in Europa di questo nucleo familiare
        Condizione socio-economica disagiata (madri)
        Diverse motivazioni (vedovi, separati/divorziati, fuori matrimonio)
        Affidamento /confini permeabili (pendolari; di chi risorse e responsabilità?)

 FAMIGLIE RICOSTITUITE
     Diverse motivazioni (matrimoni precedenti, vedovanza)
     Confini permeabili (coppia coniugale e genitoriale non coincidono e più figli da
      matrimoni precedenti)
     Difficile reperire dati (solo per secondo matrimonio)
     Problemi di identificazione soggettiva
                                       FQTS 2020
                                 FORMAZIONE QUADRI
                                   DIRIGENTI TERZO             Pagina 27
                                       SETTORE
L’approccio multifattoriale:
                        la famiglia nell’attualità
                  Fenomeni di trasformazione per fattori
                           (XXI sec. in Italia)
                   LE NUOVE TIPOLOGIE DI FAMIGLIE
 COPPIE NON CONIUGATE
             •   NON STRUTTURALE
             •   FORMA DI LEGITTIMAZIONE (assenza di matrimonio, ma riconoscimento
                 figli naturali al pari dei legittimi))
 COPPIE ETEROSESSUALI
            •    RICONOSCIMENTO (valori, linguaggio, diritto eterogeneo in Europa)
             •   CONVIVENZE GIOVANILI/ ADULTE (frequenti e sistemiche le seconde)
             •   CASO ITALIANO (= solo con convivenza sotto uno stesso tetto, pre-
                 matrimoniale)
 COPPIE OMOSESSUALI
             •   SESSUALITÀ E RIPRODUZIONE
             •   PROBLEMA LINGUISTICO
             •   FAMIGLIA ANAGRAFICA = ALCUNI DIRITTI PENALI E ASSICURATIVI
             •   RICONOSCIMENTO: NO DIRITTI CIVILI, EREDITARI, PENSIONISTICI
 COPPIE MISTE (prevalenza del coniuge straniero donna e giovane)
                                       FQTS 2020
                                 FORMAZIONE QUADRI
                                   DIRIGENTI TERZO            Pagina 28
                                       SETTORE
Mutamenti nella composizione familiare

                                                      1,4% sul totale

Famiglie con almeno un cittadino straniero 1.828.338 (7,4% sul totale)
                                  FQTS 2020
                            FORMAZIONE QUADRI
                              DIRIGENTI TERZO
                                  SETTORE
                                                     Pagina 29
Negli ultimi anni sono in crescita alcuni fenomeni

                                          PRINCIPALI TIPOLOGIE
                                          FAMILIARI NEL 2012-2013

Famiglie monoparentali:
 vedovanza
 separazione o divorzio
 madri mai sposate

                            FQTS 2020
                      FORMAZIONE QUADRI
                        DIRIGENTI TERZO
                                                    Pagina 30
                            SETTORE
Matrimoni per tipologia di coppia e principali indicatori
                         (Anno 2013 )

      Matrimoni celebrati                               194.057

Tipologia di coppia                                                  Per 100 matrimoni
Entrambi stranieri                                                               4,0
Sposa straniera e sposo italiano                                                 7,4
Sposa italiana e sposo straniero                                                 2,0
Entrambi italiani                                                               86,6

Matrimoni con rito civile                                                       42,5
Matrimoni con rito civile da sposi entrambi italiani                            35,7

                            Fonte: Istat, Annuario Statistico 2015; Rilevazione sui matrimoni.
                                      FQTS 2020
                                FORMAZIONE QUADRI
                                  DIRIGENTI TERZO
                                                                        Pagina 31
                                      SETTORE
Matrimoni con almeno uno sposo straniero
        per tipologia di coppia
         Anni 1995-2013 val. assoluti
                                                13,4%

                    FQTS 2020
              FORMAZIONE QUADRI
                DIRIGENTI TERZO
                                        Pagina 32
                    SETTORE
Tassi di primo-nuzialità per genere ed età
   Anni 2008 e 2013, valori per mille abitanti

    Accentuato fenomeno posticipazione
           Età media degli sposi
              Maschi              Femmine
 2013            34                 31
                    FQTS 2020
              FORMAZIONE QUADRI
                DIRIGENTI TERZO
                                            Pagina 33
                    SETTORE
Separazioni e divorzi
                             Anni 1971-2012
                                                                +22,7%

                                                                +36,6%

          Instabilità coniugale

Anno 2012             Per 10 mila abitanti
Separazioni                  14,8
Divorzi                       8,6

                                     FQTS 2020
                               FORMAZIONE QUADRI
                                 DIRIGENTI TERZO
                                                    Pagina 34
                                     SETTORE
Divorzi nei paesi Ue Anni 2003 e 2012
       (per 1.000 abitanti)
                          3,6 per mille

                                                                                                                                          0,9 per mille

                                                                                                      Fonte: Eurostat, Demography; Istat
(a) La media Ue include la Croazia, che ha aderito all'Ue ufficialmente il 1°luglio 2013, anche se i dati si riferiscono ad un periodo precede
(b) (b) L'ultimo dato disponibile è riferito al 2010.
(c) L'ultimo dato disponibile è riferito al 2011.
(d) Divorzio introdotto nel 2011.
                                                                      FQTS 2020
                                                                FORMAZIONE QUADRI
                                                                  DIRIGENTI TERZO
                                                                                                                   Pagina 35
                                                                      SETTORE
…meno figli

Negli ultimi decenni si è anche assistito alla flessione del tasso di
fecondità       numero medio di figli per donna

  Dopo la Seconda Guerra Mondiale il tasso di fecondità è
  sceso in tutta Europa ed è molto al di sotto della soglia di
  rimpiazzo circa 2,1 figli in media per donna, cioè del
  livello di ricambio generazionale

    Anno 2013

    Numero medio di figli per donna                 1,39
    Tasso di natalità (per mille abitanti)          8,5

                                     FQTS 2020
                               FORMAZIONE QUADRI
                                 DIRIGENTI TERZO
                                                           Pagina 36
                                     SETTORE
Nati vivi della popolazione presente per sesso
                Anni 1933-2013
                                     Numero medio
                                     di figli per donna
                                     1961                 2,41
                                     1981                 1,60
                                     2001                 1,25
                                     2013                 1,39
                                     2030 (previsione)    1,49

                                     Nati per 1000 residenti

                                     1961                 18,3
                                     1981                 11,1
                                     2001                 9,4
                                     2013                 8,5
                                     2030 (previsione)    8,1

                     FQTS 2020
               FORMAZIONE QUADRI
                 DIRIGENTI TERZO
                                        Pagina 37
                     SETTORE
Nati Italiani e Stranieri della popolazione residente in
Italia. Anni 1995-2013, valori assoluti

           Inserire grafico
                                                           1,29

                                                           2,10

                             FQTS 2020
                       FORMAZIONE QUADRI
                         DIRIGENTI TERZO
                                             Pagina 38
                             SETTORE
A che età si fa il primo figlio nei paesi UE
Anno 2014
                                              30,6

                                          Neo-mamme quarantenni
                                          Italiane 6,1%
                                          Media Europea 2,8%

                                          Neo-mamme ventenni
                                          Italiane 1,8%
                                          Media Europea 5,4%

                                       Fonte: Eurostat
                         FQTS 2020
                   FORMAZIONE QUADRI            Pagina 39
                     DIRIGENTI TERZO
                         SETTORE
FQTS 2020
FORMAZIONE QUADRI
  DIRIGENTI TERZO
                    Pagina 40
      SETTORE
I PROCESSI DI FORMAZIONE DELLA COPPIA
IL PERCORSO DI FORMAZIONE DELLA VITA A DUE

  Fino al XX sec.: matrimonio come obiettivo biografico
  socialmente definito
 Ultime tendenze: matrimonio progressivamente
  deistituzionalizzato a favore anche di vincoli de facto

 L’istituzione culturale MATRIMONIO oggi
       - RINVIATO
       - PRECEDUTO DA ALTRE ESPERIENZE
       - MAI SUPERATO
       - PRIMA FONDAVA, OGGI PERFEZIONA ED
         UFFICIALIZZA
                               FQTS 2020
                         FORMAZIONE QUADRI
                           DIRIGENTI TERZO
                                               Pagina 41
                               SETTORE
LA POSTICIPAZIONE DEL MATRIMONIO
   FENOMENI MACRO

       o AUMENTO SCOLARITÀ per DURATA DEI
         PERCORSI E QUALITA’ FORMAZIONE
       o DIFFICILE INGRESSO MERCATO LAVORO
       o PRECARIETÀ OCCUPAZIONI
       o PRESENZA DELLE DONNE NEL MERCATO
         DEL LAVORO
       o INDIPENDENZA ECONOMICA (COSTO
         DELLA VITA E DELLA FORMAZIONE DEL
         NUCLEO FAMILIARE)

                       FQTS 2020
                 FORMAZIONE QUADRI
                   DIRIGENTI TERZO
                                     Pagina 42
                       SETTORE
LA POSTICIPAZIONE DEL MATRIMONIO
   FENOMENI CULTURALI E VALORIALI
        o AUTOMOMIA INDIVIDUALE (ved. TEORIA SECONDA
          TRANSIZIONE DEMOGRAFICA di Van De Kaa, 1987;
          Lestaeghe 1995)
            EDONISMO
            AUTOREALIZZAZIONE
            RIFIUTO AUTORITÀ
            DIFFIDENZA ISTITUZIONI
        o INDIVIDUALISMO
            ASPIRAZIONI OPPORTUNITÀ LAVORATIVE
            FIGLI come SCELTA BIOGRAFICA
            ASPETTATIVE DI PARI ASSUNZIONE delle
               RESPONSABILITA’
        o DEISTITUZIONALIZZAZIONE del MATRIMONIO
            MATRIMONIO COME POSSIBILITÀ NON UNICA
                           FQTS 2020
                     FORMAZIONE QUADRI
                       DIRIGENTI TERZO
                                         Pagina 43
                           SETTORE
OLTRE IL MATRIMONIO
       LE FORME DI VITA FAMILIARE
1)   GIOVANI SOLI (7,9% fra i 18 e i 34 anni)
2)   GIOVANI NELLE FAMIGLIE DI ORIGINE
         18-34 ANNI 6 SU 10
         FINO A 24 QUASI 10 SU 10
         25-29 ANNI 6 SU 10
         29-34 ANNI 3 SU 10
         PREVALENZA MASCHI (ANCHE OCCUPATI)
3)   CONVIVENZE
     1) CRESCIUTE RAPIDAMENTE
     2) PERIODO 5 ANNI
     3) SPERIMENTAZIONE
     4) FIGLI NATI DA PRECEDENTI RELAZIONI
     5) MOTIVAZIONI ECONOMICHE E CULTURALI
     6) TEORIA RECIPROCO RINFORZO

                          FQTS 2020
                    FORMAZIONE QUADRI
                      DIRIGENTI TERZO
                                          Pagina 44
                          SETTORE
L’ISTITUZIONE DEL MATRIMONIO
         LEGAME GIURIDICO

                 FQTS 2020
           FORMAZIONE QUADRI
             DIRIGENTI TERZO
                               Pagina 45
                 SETTORE
L’ISTITUZIONE DEL MATRIMONIO
                      LEGAME ECONOMICO

 Balbo (1991) Teoria della DOPPIA PRESENZA
      - LAVORO FEMMINILE
      - A MAGGIOR RISCHIO DI NON TROVARE LAVORO
      - NECESSITÀ DI CONCILIAZIONE
          - ORARI POCO FLESSIBILI
     - MANCANZA SERVIZI (welfare familiare)
     - CONTESTI MASCHILI

     -   CONGEDO MATERNITA’ (5 MESI)- ESTENDIBILE
     -   DONNE SENZA CONTRATTO ESCLUSE DA FORME DI TUTELA
     -   AUMENTANO DIFFERENZE TRA DONNE
     -   ABBANDONO LAVORO PER MATRIMONIO?
     -   ABBANDONO LAVORO PER FIGLI? (1 SU 5)
              - VINCOLI OGGETTIVI A CARRIERA
              - LAVORO DOMESTICO
              - TITOLO DI STUDIO E TIPO CONTRATTO
                                 FQTS 2020
                           FORMAZIONE QUADRI
                             DIRIGENTI TERZO
                                                    Pagina 46
                                 SETTORE
LA PARENTELA NELLA SOCIETA’ CONTEMPORANEA
              La teoria sociologica:
         Parentela come RETE SOCIALE
- insieme di scambi e rapporti, anche indiretti, mutevole per libertà
  e flessibilità nello spazio e nelle regole che disciplinano i
  rapporti fra ruoli diversi
- dimensione individuale prevalente specie nelle scelte di quali
  relazioni intensificare e con quali regole
- anche il diritto riflette una maggior individualizzazione e libertà
  nei rapporti di parentela (divorzio, adozione etc.)
- l’assenza di importanti legami di parentela (contatti/sostegno) è
  uno dei principali indicatori di povertà
- flusso degli aiuti in direzione generazionale (dai più anziani ai
  più giovani) e flusso dei servizi anche intragenerazionale
               la «generazione di mezzo»
                                  FQTS 2020
                            FORMAZIONE QUADRI
                              DIRIGENTI TERZO
                                                    Pagina 47
                                  SETTORE
LA PARENTELA NELLA SOCIETA’ CONTEMPORANEA
                    La teoria sociologica:
       I LIMITI della parentela come RETE SOCIALE
- progressiva riduzione del flusso dei servizi delle generazioni più
  giovani a favore di quelle più anziane (impegni di lavoro, mobilità
  geografica, non più vincolo etico)
- progressiva trasformazione del rapporto quantitativo fra
  generazioni più anziane e più giovani (flessione natalità)
- aumento dell’instabilità e della non formalizzazione coniugale e,
  quindi, di parentela con limiti più labili per la sua identificazione (il
  divorzio dei genitori con indebolimento del rapporto con i figli e il
  divorzio dei figli con rafforzamento rapporto con i genitori)

                                     FQTS 2020
                               FORMAZIONE QUADRI
                                 DIRIGENTI TERZO
                                                         Pagina 48
                                     SETTORE
FAMIGLIA COME UNITA’ PRODUTTIVA

                 FQTS 2020
           FORMAZIONE QUADRI
             DIRIGENTI TERZO
                               Pagina 49
                 SETTORE
FQTS 2020
FORMAZIONE QUADRI
  DIRIGENTI TERZO
                    Pagina 50
      SETTORE
I TEMPI DELLA CURA NELLA FAMIGLIA

Fonte: Istat, Uso del tempo e ruoli di genere. Tra lavoro e famiglia nel ciclo di vita

                                             FQTS 2020
                                       FORMAZIONE QUADRI
                                         DIRIGENTI TERZO
                                                                       Pagina 51
                                             SETTORE
FAMIGLIA E STRATIFICAZIONE SOCIALE
         Quale legame fra famiglia ed economia?
 Società tradizionali = la famiglia come unità produttiva, divisione
  del lavoro secondo i ruoli familiari e stratificazione sociale a
  seconda della produzione economica
 Società moderne = separazione delle attività economiche della
  famiglia dal ménage familiare (Weber) specie nelle famiglie agiate
  che possedevano i mezzi e le risorse di produzione vs famiglie
  salariate in cui i redditi confluivano nel budget comune      maggior
  autonomia di chi ne alla famiglia portava reddito, spesso l’uomo
 Società contemporanee = il fattore economico incide sulla famiglia
  perché la colloca nello spazio sociale e diventa essa stessa spazio in
  cui si realizzano attività economiche della e per la famiglia

                                  FQTS 2020
                            FORMAZIONE QUADRI
                              DIRIGENTI TERZO
                                                     Pagina 52
                                  SETTORE
FAMIGLIA E STRATIFICAZIONE SOCIALE
                Quale legame fra famiglia ed economia?
   Superamento dello schema teorico tradizionale della collocazione
     familiare nella struttura sociale a seconda della posizione professionale del
     capofamiglia (male breadwinner)
     - assumendo il fattore di genere come discriminante, si valuta anche la
  condizione professionale della moglie occupata, oppure quella che risulta dalla
  combinazione di quelle di tutti i componenti della famiglia o soppesa anche la
  presenza di disoccupati/inattivi

FAMIGLIE CROSS CLASS (Barbagli)           FAMIGLIE SECONDO POSIZIONE
                                          DOMINANTE (Schizzerotto)
Le risorse e lo stile di vita della       Nella definizione della famiglia si
famiglia come risultante di condizioni    considera la condizione
specifiche e di insieme delle             professionale migliore fra quelle
condizioni professionali dei suoi         attestate dai membri della famiglia
componenti                                (spesso quella maschile)
                                       FQTS 2020
                                 FORMAZIONE QUADRI
                                   DIRIGENTI TERZO
                                                            Pagina 53
                                       SETTORE
FAMIGLIA E STRATIFICAZIONE SOCIALE
                Quando la redistribuzione non è funzionale

POVERTA’ = assenza delle risorse monetarie occorrenti per garantire a sé e alla
  propria famiglia «dignitose» condizioni materiali di vita (Townsend, 1979)
     relativa: definita da una soglia convenzionale – una «linea di povertà» - che
fissa il valore della disponibilità di spesa per consumi al di sotto della quale una
famiglia (o una persona) viene definita «relativamente povera»
ISTAT (2011): una famiglia di due componenti con spesa media mensile per
persona pari a 1.011,03 euro
    assoluta: spesa mensile minima necessaria per acquisire il paniere di
beni e servizi considerati essenziali per una determinata famiglia, a conseguire
uno standard di vita “minimamente accettabile» e si differenzia per dimensione
e composizione per età della famiglia, per ripartizione geografica e ampiezza
demografica del comune di residenza

                                      FQTS 2020
                                FORMAZIONE QUADRI
                                  DIRIGENTI TERZO
                                                             Pagina 55
                                      SETTORE
FAMIGLIA E STRATIFICAZIONE SOCIALE
       Indicatori di povertà assoluta per ripartizione geografica –
           Anni 2013-2014, migliaia di unità e valori percentuali

Fonte: Istat, «La povertà in Italia», 2014
                                     FQTS 2020
                               FORMAZIONE QUADRI
                                 DIRIGENTI TERZO
                                                       Pagina 56
                                     SETTORE
FAMIGLIA E STRATIFICAZIONE SOCIALE
Incidenza di povertà assoluta per ampiezza, tipologia familiare, numero di figli minori
                          e di anziani presenti in famiglia –
                          Anni 2013-2014, valori percentuali

   Fonte: Istat, «La povertà in Italia», 2014
                                               FQTS 2020
                                         FORMAZIONE QUADRI
                                           DIRIGENTI TERZO
                                                                Pagina 57
                                               SETTORE
Il costo di minori e anziani e incidenza povertà

                         FQTS 2020
                   FORMAZIONE QUADRI
                     DIRIGENTI TERZO
                                       Pagina 58
                         SETTORE
Le politiche di cura per gli anziani e il fattore di genere

                                               assegno di cura

                              FQTS 2020
                        FORMAZIONE QUADRI
                          DIRIGENTI TERZO
                                            Pagina 59
                              SETTORE
Le politiche di cura per gli anziani in GER e FIN

Viaggio in Finlandia, tra crisi economica e stato sociale all'avanguardia
http://www.rainews.it/dl/rainews/media/Autunno-finlandese-tra-segnali-di-crisi-e-
stato-sociale-all-avanguardia-fe93de34-8c94-4488-832f-b5595af6fb57.html

                                        FQTS 2020
                                  FORMAZIONE QUADRI
                                    DIRIGENTI TERZO
                                                             Pagina 60
                                        SETTORE
Le famiglie «di fatto» e il diritto
 Separazione fra istituzione familiare e formalizzazione
  religiosa e/o di diritto con il matrimonio (o unione non
  matrimoniale)
    il diritto e anche la religione hanno una progressiva minor funzione
     regolativa del matrimonio
     deistituzionalizzazione del matrimonio (ved. separazione fra filiazione e
   matrimonio)
    il diritto e anche la religione riconoscono e non discriminano le unioni
     non matrimoniali, le nascite e le relazioni parentali di queste unioni
    il diritto e meno la religione (ved. Papa Francesco) pongono basi
     regolamentative anche alle unioni non matrimoniali come possibili
     istituzioni sociali
     degiuridificazione della coppia

                                     FQTS 2020
                               FORMAZIONE QUADRI
                                 DIRIGENTI TERZO
                                                          Pagina 61
                                     SETTORE
Le unioni fra persone dello stesso sesso
             Unioni di fatto fra persone di sesso diverso
       il genere costituisce motivo di non estensione degli stessi
diritti e doveri alle coppie omosessuali se si parte dalla funzione
riproduttiva della famiglia

 In UK diritti e doveri delle coppie omosessuali sono stati riconosciuti
  prima di quelle eterosessuali perché per le prime non è prevista una
  possibile successiva regolamentazione con il matrimonio
 In alcuni Paesi, a partire dalla DAN (1989) le coppie omosessuali
  hanno visto riconosciuta la relazione con l’istituto della convivenza
  registrata (unione civile) con quasi uguali diritti e doveri del
  matrimonio (fiscali, poi genitoriali con adozione), poi il riconoscimento
  del matrimonio
 In FRA il PACS a tutte le coppie di fatto e con minori diritti/doveri

                                   FQTS 2020
                             FORMAZIONE QUADRI
                               DIRIGENTI TERZO
                                                       Pagina 62
                                   SETTORE
IL RICONOSCIMENTO GIURIDICO DELLE COPPIE
              OMOSESSUALI

                     FQTS 2020
               FORMAZIONE QUADRI
                 DIRIGENTI TERZO
                                   Pagina 63
                     SETTORE
IL RICONOSCIMENTO GIURIDICO COPPIE
           OMOSESSUALI

                  FQTS 2020
            FORMAZIONE QUADRI
              DIRIGENTI TERZO
                                Pagina 64
                  SETTORE
Le unioni di fatto e il diritto in Italia prima
 dell’approvazione del Disegno di legge cd. Cirinnà 11
                       maggio 2016

I conviventi sono “estranei” per il Codice civile: non sono
   previsti obblighi di mantenimento e assistenza
   reciproca né diritti di alcun tipo (sostegni di carattere
   economico, pensione di reversibilità, successori – a meno
   che il defunto non avesse fatto esplicitamente
   testamento)
Riconoscimento minimo nel diritto penale, in alcune
   legislazioni regionali (in materia di edilizia popolare)
Registri delle unioni civili istituiti da diverse città: non
   creano diritti e doveri riconosciuti giuridicamente ma
   garantiscono la “pubblicità” dell’unione e l’accesso ad
   alcuni diritti a livello locale (es. accesso all’edilizia
   popolare)

                           FQTS 2020
                     FORMAZIONE QUADRI
                       DIRIGENTI TERZO
                                            Pagina 65
                           SETTORE
Legge per la regolamentazione delle unioni civili tra persone dello
 stesso sesso e disciplina delle convivenze (Disegno di Legge cd.
                              Cirinnà)

 inserisce nell’ordinamento giuridico italiano l’istituto dell’unione
  civile tra persone dello stesso sesso come “specifica formazione
  sociale”, secondo quanto previsto dall’art. 2 della Costituzione
 per stipulare un’unione civile, le due persone devono essere
  maggiorenni e recarsi con due testimoni da un ufficiale di stato
  civile che provvede alla registrazione
 con l’unione civile i contraenti indicano il regime patrimoniale
  vogliono (comunione legale o separazione dei beni), un indirizzo
  di residenza comune e possono assumere un cognome comune che
  può anche sostituire o affiancare quello da celibe o nubile

                                  FQTS 2020
                            FORMAZIONE QUADRI
                              DIRIGENTI TERZO
                                                   Pagina 66
                                  SETTORE
Legge per la regolamentazione delle unioni civili tra persone dello
   stesso sesso e disciplina delle convivenze (Disegno di Legge
                              Cirinnà)
 i contraenti hanno gli stessi diritti e assumono i medesimi doveri
  (obbligo reciproco NO alla fedeltà, ma all’assistenza morale e
  materiale e alla coabitazione, contribuzione ai bisogni comuni)
 per sciogliere l’unione civile si deve ricorrere al divorzio
 riconoscimento della convivenza di fatto tra due persone dello
  stesso sesso o di sesso diverso, per coppie di maggiorenni che
  vivono insieme e che non hanno contratto matrimonio o unione
  civile, ma con gli stessi diritti dei coniugi in caso di malattia, di
  carcere o di morte di uno dei due (ciascun convivente può
  designare l’altro come suo rappresentante in caso di malattia o di
  morte, stipula contratto di convivenza per regolare questioni
  patrimoniali)

                                  FQTS 2020
                            FORMAZIONE QUADRI
                              DIRIGENTI TERZO
                                                    Pagina 67
                                  SETTORE
Legge per la regolamentazione delle unioni civili tra persone dello
   stesso sesso e disciplina delle convivenze (Disegno di Legge
                              Cirinnà)
http://video.sky.it/news/politica/unioni_civili_italia_ed_europa_a
_confronto/v283609.vid

http://video.repubblica.it/spettacoli-e-cultura/unioni-civili-
crozza-amici-gay-ma-siete-proprio-sicuri-di-volervi-
sposare/239018/238905

http://www.ilsecoloxix.it/p/italia/2016/02/12/ASalbtXB-
bagnasco_reazioni_cardinale.shtml

http://video.repubblica.it/dossier/unioni-civili-stepchild-
adoption-cirinna/gandolfini-family-day-macche-fanalino-di-
coda-su-famiglia-l-italia-e-faro-di-civilta/226537/225818
                                   FQTS 2020
                             FORMAZIONE QUADRI
                               DIRIGENTI TERZO
                                                      Pagina 68
                                   SETTORE
FQTS 2020
FORMAZIONE QUADRI
  DIRIGENTI TERZO
                    Pagina 69
      SETTORE
LA FAMIGLIA COME SOGGETTO DI DIRITTO OGGI

                                    http://www.repubblica.it/s
                                       pettacoli/cinema/2016/
                                       05/03/foto/frozen_elsa
                                       _paladina_dei_diritti_l
                                       gbt_il_web_auspica_u
                                       na_regina_lesbica_nel
                                       _sequel-
                                       138964578/1/#1

                      FQTS 2020
                FORMAZIONE QUADRI
                  DIRIGENTI TERZO
                                              Pagina 70
                      SETTORE
I testi di riferimento
1. Chiara SARACENO e Manuela NALDINI, Sociologia della
   famiglia, Bologna, il Mulino, 2013.

2. Paola DI NICOLA, Famiglia: sostantivo plurale. Amarsi,
   crescere e vivere nelle famiglie del terzo millennio, Milano,
   Franco Angeli, 2014, (3° ed.).

3. Gaia PERUZZI, Amori possibili. Le coppie miste nella provincia
   italiana, Milano, Franco Angeli, 2008.

4. Anna Laura ZANATTA; Le nuove famiglie, Bologna, il Mulino,
   2009.
                                 FQTS 2020
                            FORMAZIONE QUADRI
                              DIRIGENTI TERZO
                                                   Pagina 71
                                  SETTORE
Grazie per l’attenzione

mariella.nocenzi@uniroma1.it

               FQTS 2020
          FORMAZIONE QUADRI
            DIRIGENTI TERZO
                              Pagina 72
                SETTORE
Puoi anche leggere
DIAPOSITIVE SUCCESSIVE ... Annulla