EUROPA mosaico - Camera di Commercio di Rieti

 
EUROPA mosaico - Camera di Commercio di Rieti
mosaico
Newsletter Numero 3
                                                          EUROPA         17 febbraio 2017
                                                                                                        in collaborazione con Unioncamere Europa asbl

L’INTERVISTA
Claudia Vernotti, Direttore di ChinaEU

                                               Quali conseguenze nei rapporti UE-Cina          strumenti di difesa commerciale euro-
                                               dobbiamo attenderci dal rafforzamen-            pea. Ad oggi, tale proposta non ha alcun
                                               to degli strumenti europei di difesa            valore legale, essendo ancora in attesa
                                               commerciale?                                    dell’approvazione del Parlamento europeo
                                                                                               e del Consiglio. Il problema non consiste
                                               Allo scadere di certe disposizioni dell’ar-     quindi di per sé nella decisione dell’UE
                                               ticolo 15 (d) del protocollo di adesione        di rafforzare la politica antidumping, ma
                                               della Cina all’OMC dell’11 dicembre             nel fatto che da qui alla formalizzazione
                                               2016, la Commissione Europea ha pro-            di tale proposta, l’UE stia ancora utiliz-
                                               posto delle modifiche alla normativa an-        zando la vecchia metodologia nel trattare
                                               ti-dumping a anti-sovvenzioni dell’UE,
                                               avanzando di fatto un rafforzamento degli                                   (continua a pag. 2)

PA S SA PA RO L A
Parlamento Europeo: chi vince, chi perde
Il cambio di mezza legislatura al vertice      decisioni. Nuovi equilibri che peseranno        Democratico rafforza sicuramente la sua
del Parlamento Europeo ci aveva nel pas-       anche in prospettiva delle prossime elezio-     posizione nei posti chiave: due Presiden-
sato abituati ad un avvicendamento tra         ni europee del 2019. Per quanto riguarda        ze di Commissione (Diritti dell’uomo
i due maggiori gruppi politici, il Partito     le Commissioni parlamentari, dove si co-        con Pier Antonio Panzeri e la conferma
Popolare europeo (PPE) ed i Socialisti e       struiscono le posizioni politiche da votare     di Roberto Gualtieri nella delicata Com-
Democratici (S&D), uniti in una solida         in aula, nessuna differenza nella distribu-     missione ECOFIN) due prime Vicepresi-
“grande coalizione”. La recente elezione       zione degli incarichi chiave rispetto alla      denze (Patrizia Toja, Mercato Interno e
di Antonio Tajani a Presidente del Par-        precedente tornata, per quanto riguarda         Paolo De Castro, Agricoltura) e altre tre
lamento Europeo rende invece il quadro         i gruppi di appartenenza. Numerose e si-        Vicepresidenze con Nicola Danti (Mer-
molto più incerto. La scelta del terzo più     gnificative invece le novità sul fronte del-    cato Interno), Andrea Cozzolino, (Svi-
importante gruppo, i liberali dell’ALDE,       la nazionalità dei parlamentari nominati,       luppo regionale) e Renata Briano (alla
di ritirare la propria candidatura e di ap-    come ci fa rilevare un interessante studio di   Pesca). Da non dimenticare infine i quat-
poggiare il candidato PPE, ha di fatto rotto   VoteWatch. Ottimo risultato per i Maltesi       tro posti di coordinatore per S&D nelle
il patto pluriennale. Cosa comporta questo     (probabilmente favoriti dalla coincidenza       Commissioni Commercio, Industria ed
nuovo scenario? Si prevede una maggiore        del loro turno di Presidenza al Consiglio)      Energia, Aff. Costituzionali e Cultura,
difficoltà a raggiungere posizioni comuni      ma anche per Lituani, Cechi, Svedesi ed         che vedrà due ulteriori coordinatori ita-
sui futuri grandi dossier (vedi Brexit), con   Italiani. Per la Germania, la perdita della     liani, dal M5S e dal Gruppo Indipenden-
un rafforzamento del potere del Consiglio,     Presidenza ha influito senz’altro negativa-     te. Una presenza italiana significativa,
nel caso in cui gli Stati membri riescano a    mente, così come il percorso Brexit per il      completata dalla Vicepresidenza di Bar-
parlare con un’unica voce. I Presidenti dei    Regno Unito. Per quanto riguarda i partiti      bara Spinelli (GUE-Indipendente) agli
tre maggiori gruppi, Gianni Pittella (S&D),    italiani, la Presidenza di Antonio Tajani,      Affari costituzionali e di Laura Ferrara
Manfred Weber (PPE) e Guy Verhofstadt          unita alle Vicepresidenze di Barbara Ma-        (M5S) alla Commissione giuridica, che
(ALDE) vedranno aumentare considere-           tera alla Commissione Diritti della donna       potrà assicurare il presidio sui dossier
volmente il loro ruolo ma così sarà anche      e Stefano Maullu alla Commissione Cul-          estremamente sensibili in discussione nei
per i gruppi minori, sempre più indispen-      tura, rappresentano un successo per Forza       prossimi mesi.
sabili per trovare una maggioranza nelle       Italia all’interno del PPE. Mentre il Partito    flavio.burlizzi@unioncamere-europa.eu
EUROPA mosaico - Camera di Commercio di Rieti
17 febbraio 2017                                                                                                      Newsletter N° 3/2017   2
nuovi casi anti-dumping nei confronti del-      seguenti aree: nella lotta contro la con-        tenzialità di sviluppo nel mercato cinese,
la Cina sorti dopo l’11 dicembre. Questo        traffazione, ambito nel quale l’Europa può       grazie alla connessione con gli investito-
ha portato la Cina a fare appello all’OMC.      forse insegnare qualcosa alla Cina; nello        ri locali, le autorità e potenziali business
La questione di concedere o no alla Cina        sviluppo di un sistema di logistica più ef-      partner.
lo “status di economia di mercato”, fino a      ficiente, rapido e vantaggioso, settore in
quel momento tema fisso e delicatissimo         cui la Cina, dove un prodotto non supera         Com’è possibile rafforzare ancor di più
di qualsiasi forum sulle relazioni UE-Cina      i tre giorni di viaggio per attraversare le      la rete di partnership imprenditoriale
è ora non più una questione politica, bensì     23 province, può essere da modello per           tra le due aree? Che funzione posso-
una questione tecnica, in mano ai giuristi      un’Europa ancora divisa in 28 mercati di-        no svolgere a riguardo gli organismi
dell’OMC. La questione si è di fatto spo-       gitali; nella diffusione di sistemi affidabili   intermediari come le Camere di Com-
stata da Bruxelles a Ginevra. Se l’appello      di pagamento online, e qui ancora la Cina        mercio?
della Cina all’OMC contro l’UE è di per         è anni luce avanti con sistemi quali Alipay
sé un fatto negativo, la buona notizia è che    e WeChatPay; nella politica fiscale, dove        La chiave risiede nell’individuare inizia-
ora l’agenda bilaterale non è più inquinata     possono essere stipulati accordi per ridur-      tive concrete dove la comunità business
dal veleno del “market economy status”.         re le tasse sul commercio transnazionale         delle due regioni trovi vantaggio a lavo-
Le due economie si possono ora focaliz-         online; e ancora, nell’inclusione delle PMI      rare insieme. I cinesi amano parlare di
zare su un’agenda più positiva, mettendo        nel commercio online su scala globale –          “win-win”. Per quanto suoni come concet-
in pratica la volontà condivisa tanto dal       proposta avanzata un anno fa da Jack Ma,         to ricco di senso diplomatico ma privo di
Presidente cinese Xi Jinping – vedi di-         dirigente del colosso Alibaba.                   significato reale, è proprio e solo tramite
scorso di apertura pronunciato a Davos –                                                         l’individuazione di benefici comuni che si
quanto da Cecilia Malmström, Commis-            La partecipazione al piano Juncker               può creare una partnership duratura. Una
saria UE per il commercio, di rinvigorire       rafforza il ruolo della Cina nel rilancio        joint venture non potrà mai funzionare se
il commercio mondiale e lottare insieme         degli investimenti in Europa. Quali le           a guadagnarci è una sola delle due parti.
contro le nuove tendenze protezioniste di       prospettive in tal senso?                        In questo senso, la classica lobby mirata
certi leader politici.                                                                           ad individuare ed enfatizzare i problemi
                                                Il 28 settembre 2015, in occasione dell’Hi-      e livellare le differenze costringendo una
In che modo la collaborazione tra UE            gh-Level Economic Dialogue tenutosi a            delle due parti ad adottare il modo di la-
e Cina può contribuire allo sviluppo            Pechino, la Cina ha annunciato ufficial-         vorare dell’altra non ha grande successo
dell’e-commerce mondiale?                       mente l’intenzione di investire nel piano        con la Cina, dove le parole chiave sono
                                                Juncker, iniziativa di punta dell’attuale        compromesso e adattamento. ChinaEU
UE e Cina insieme contano oltre 1.1 mi-         Commissione volta al rilancio degli in-          mira a fornire una piattaforma per favo-
liardi di internauti. Lo sviluppo del com-      vestimenti privati all’interno dell’UE. Da       rire lo scambio, il dialogo, la cooperazio-
mercio online tra le due regioni presenta       quel giorno ad oggi si sono seguiti diversi      ne tra attori europei e cinesi nell’ambito
non solo dimensioni gigantesche ma an-          incontri a livello di lavoro tra la Commis-      del digitale, dalle telecomunicazioni alle
che un altissimo livello di complementa-        sione Europea, la Banca Europea degli            tecnologie avanzate. Base per creare una
rietà: il consumatore cinese è affascinato      Investimenti e il Silk Road Fund, al fine        solida rete di partnership imprenditoriale
da prodotti di qualità, di cui l’Europa è       di accordarsi su come il capitale cinese         è la comprensione reciproca, a partire da
emblema, dall’agro-alimentare – basti           possa venire incanalato nel funzionamen-         leggi e normative che regolano il settore
pensare al volume di importazioni di lat-       to del piano. È importante che l’UE non si       e che molto spesso nascondono notevoli
te in polvere in seguito agli scandali della    lasci sfuggire questa opportunità, tenendo       complicazioni per l’investitore straniero.
produzione domestica – al lusso – i cinesi      a mente che la Cina rimane di fatto l’unico      Con questo obiettivo, ChinaEU sta fon-
consumano quasi il 40% dei prodotti di          Paese extra-europeo a supportare finan-          dando, in partnership con la China Inter-
lusso a livello mondiale. Il consumatore        ziariamente il piano di investimenti euro-       net Development Foundation, un centro di
europeo trae vantaggio dall’importazione        peo. Oggi la Cina è la fonte principale di       ricerca su tutte le normative su Internet,
di prodotti a basso costo di origine cine-      importazioni extra-UE, ma sta diventando         TLC e e-commerce in vigore in Cina e
se, dall’elettronica all’accessoria. I cinesi   anche un importante fonte di investimenti        nell’UE. Il secondo elemento decisivo per
amano in modo particolare fare shopping         diretti esteri (IDE). Il piano Juncker è im-     promuovere lo sviluppo di relazioni bu-
online. L’e-commerce apre così un poten-        portante perché mira a rilanciare investi-       siness basate sulla fiducia consiste nella
ziale enorme per le aziende europee che         menti laddove il privato da solo non avreb-      condivisione di una metodologia di lavoro
possono entrare nel mercato cinese con          be incentivi sufficienti ad investire, o per     comune e nello scambio di benefici reci-
barriere e costi estremamente ridotti ri-       insufficienza di capitale o per assenza di       proci. E su questo punto, ChinaEU inten-
spetto al commercio tradizionale, grazie        un solido business case. Parliamo di in-         de creare una rete che metta in contatto
a piattaforme online come WeChat. Lo            vestimenti in infrastrutture strategiche in      investitori cinesi interessati ad investire in
scorso 11 novembre, il famoso “double           zone meno densamente popolate o di inve-         brand e tecnologie europee con PMI eu-
eleven” che marca il giorno dei single in       stimenti in PMI, che rimangono il motore         ropee interessate a lavorare con la Cina, e
Cina, Alibaba da sola ha registrato $17.7       principale della crescita e dell’occupazio-      promuovere lo scambio di giovani impren-
miliardi di vendite contro i $3.45 miliardi     ne in Europa. Ed è in particolare in que-        ditori cinesi ed europei nella fase iniziale
registrati dai rivenditori americani il 28      sto ultimo campo che ritengo che la par-         della loro attività.
novembre, noto come “Cyber Monday”.             tecipazione cinese possa giocare un ruolo                      claudia.vernotti@chinaeu.eu
Una collaborazione tra la Cina e l’UE           importantissimo, non solo alimentando le
nell’ambito del commercio online può            nostre PMI con il capitale necessario alla
essere particolarmente vantaggiosa nelle        sopravvivenza, ma anche aprendo loro po-
EUROPA mosaico - Camera di Commercio di Rieti
17 febbraio 2017                                                                                                              Newsletter N° 3/2017   3

OSSERVATORIO EUROCHAMBRES
Le camere europee in vetrina
                                                    ferta digitale a livello nazionale e locale, che,
                                                    per quanto ancora allo stadio di prototipo,
                                                    sarà presto accessibile attraverso applicazio-
                                                    ni web e mobili; CCI Business builder, stru-
                                                    mento di accompagnamento personalizzato
Il restyling digitale delle Camere                  per le start up d’impresa; lesaides.fr, portale     mondo del lavoro, la piattaforma tedesca
francesi: una realtà in divenire                    che consente l’accesso al panorama europeo,         Industria 4.0, sviluppata da 300 soggetti
                                                    nazionale e locale degli strumenti di finan-        interessati e 159 organizzazioni politiche,
Alla luce della recente riforma costituzio-         ziamento disponibili. Non solo: la nuova            imprenditoriali, accademiche e sindacali e
nale, che di fatto ne ha generato la raziona-       veste digitale delle Camere propone anche           dalla rete delle Camere di Commercio della
lizzazione della presenza sul territorio – 13       servizi di supporto all’internazionalizza-          Germania, si propone di fornire una risposta
le Camere regionali e 90 le Camere loca-            zione – CCI Implantation plus, che prevede          efficace a questi obiettivi attraverso il lavoro
li – continua il cammino delle Camere di            un’assistenza dedicata, anche grazie al soste-      dei suoi organi e di gruppi di lavoro ad hoc.
Commercio francesi verso una fornitura di           gno delle Camere francesi all’estero – e alla       Da un punto di vista operativo, la piattafor-
servizi più moderna ed in linea con il pro-         formazione digitale delle imprese attraverso        ma si occupa di sviluppare alleanze per la
cesso di digitalizzazione camerale in atto          l’identificazione delle competenze, oltre a         fase pre-competitiva al fine di coinvolgere il
in buona parte d’Europa. La CCI France              soluzioni di sviluppo sostenibile in sinergia       maggior numero di imprese tedesche nella
guidata da Pierre Goguet – Presidente del-          con altre aziende. Un percorso senza dubbio         nuova dimensione digitale. Attraverso spon-
la CCI Bordeaux Gironde eletto lo scorso            innovativo, reso possibile dai contributi del       sorizzazioni di eventi locali, l’accesso ad una
6 febbraio dall’Assemblea generale – punta          Fondo di modernizzazione e perequazione             libreria pubblica online e mappe interattive,
infatti alla realizzazione di tre ambiziosi         del sistema camerale francese e dallo spirito       questo strumento si rivolge anche alle PMI
obiettivi, la cui attuazione dovrebbe portarla      di cooperazione degli altri stakeholder, che        che sono ancora riluttanti a digitalizzare i
a posizionarsi come unico punto di raccolta         ha peraltro consentito alle CCI di sviluppa-        loro processi di produzione e di business.
dell’eccellenza dei servizi digitali a favore       re un processo di etichettatura di alcuni dei       A tal fine il tool, rappresentando uno sno-
delle imprese: la costituzione di un network        propri servizi.                                     do centrale per le attività nazionali e inter-
connesso, in grado di investire sulla digita-            stefano.dessi@unioncamere-europa.eu            nazionali sulla trasformazione digitale della
lizzazione come centro delle proprie attività;                                                          produzione in Germania, si impegna ad in-
collaborativo, capace di operare in partena-        La cooperazione piuttosto che la                    staurare dialoghi a livello transfrontaliero.
riato costante con tutti gli attori territoriali;   concorrenza per l’industria del futuro              Infatti, con l’obiettivo di assumere un ruolo
dinamico, pronto a soddisfare i bisogni delle                                                           di leadership nel mercato di riferimento, la
imprese e ad adattarsi rapidamente ai cam-          Nata con lo scopo di diventare la principa-         piattaforma collabora con i mercati statuni-
biamenti del mercato. Variegate le modalità         le fonte di soluzioni innovative, svolgere un       tensi e asiatici (soprattutto Cina e Giappone)
di declinazione del progetto: la realizzazio-       ruolo determinante nella definizione delle          senza tuttavia tralasciare il regolare dialogo
ne di CCI Store, una piattaforma collettiva         normazioni tecniche e far beneficiare del           a livello europeo.
di e-services, concepita per promuovere l’of-       progresso anche i soggetti appartenenti al                angelo.tedde@unioncamere-europa.eu

Efficientamento dell’energia nell’UE:                                                                   e dalle Regioni fino al 2020, che garanti-
piccole luci e grandi ombre                                                                             scono alle PMI 5.000 € per audit e 10.000
                                                                                                        € per sistemi di gestione energetica al netto
Come stabilito dall’Articolo 8 della Diret-                                                             dell’IVA), nel supporto alle PMI in ambito di
tiva europea sull’efficienza dell’energia, gli                                                          sviluppo delle competenze, ma ancora limi-
Stati membri Ue hanno l’obbligo di realiz-                                                              tata in fase d’implementazione dei risultati
zare programmi atti a promuovere, presso le                                                             degli audit. Da notare la campagna informa-
PMI, controlli energetici su base volontaria        di Commercio è capofila. Il rapporto delinea        tiva indetta dall’Agenzia ENEA, iniziata a
e sistemi di gestione dell’energia, da rea-         uno scenario non uniforme: se, in ambito            novembre 2016 e che avrà durata triennale.
lizzarsi anche attraverso la concessione di         audit, una buona metà degli Stati intervistati      Oltre ad un’azione più mirata della Commis-
incentivi finanziari. Interessanti, in questo       mostra di non aver ancora sviluppato misure         sione per l’adempimento degli obblighi da
contesto, i risultati di uno studio pubblicato      concrete di supporto finanziario, il quadro         parte degli SM e ad un aumento del sostegno
recentemente da EUROCHAMBRES, che                   migliora decisamente nel settore dell’imple-        alle PMI in campo finanziario da parte di
ha analizzato la qualità degli audit nel set-       mentazione delle raccomandazioni e delle            questi ultimi, EUROCHAMBRES invita ad
tore dell’energia e i sistemi di gestione della     campagne promozionali, operative in 8 Pae­          una maggior collaborazione fra le autorità
stessa in 10 Stati membri Ue (AT, BE, EE,           si su 10. Perfettamente inserita nel contesto       pubbliche e le organizzazioni intermediarie,
ES, FR, HR, HU, IT, LV, RO) identificati            generale la situazione italiana: lacunosa nei       quali le Camere di Commercio, per garanti-
sulla base del loro coinvolgimento nel pro-         due macrosettori dal punto di vista operati-        re la promozione degli audit e dei sistemi di
getto STEEEP (vedi ME N° 12 e 16, 2016),            vo, efficiente da quello finanziario (grazie        gestione energetici fra le PMI.
di cui l’Associazione europea delle Camere          anche ai 30 MIL di € stanziati dal MISE                   stefano.dessi@unioncamere-europa.eu
EUROPA mosaico - Camera di Commercio di Rieti
17 febbraio 2017                                                                                                 Newsletter N° 3/2017   4

A MISURA CAMERALE
Un focus sulla legislazione UE

Cittadinanza a portata di
click: “e-Residency”

La cittadinanza digitale rappresenta la
nuova frontiera del web. E l’ha capito
molto bene l’Estonia, promotrice di un
progetto, avviato nel 2014, che la porterà
soprattutto ad accrescere la sua economia
digitale. Bastano 100 euro, una smart card
con chip e un software da scaricare sul        per l’innovazione, la crescita e la com-     Una miglior mobilità per
pc per chiedere la e-Residency. Una volta      petitività nei mercati globali: è ciò che    l’apprendimento attraverso
approvata, in una decina di giorni lavo-       emerge dal Digital Transformation Sco-       il Mobility Scoreboard
rativi, bisognerà presentarsi alla polizia     reboard 2017, pubblicato recentemente
di frontiera di Tallinn (o in ambasciate/      dalla Commissione europea. Il rapporto       Sviluppato sulla scia della raccomanda-
consolati del proprio Paese) per ricevere      di monitoraggio, basato su una survey        zione del Consiglio Youth on the Move del
il kit, lasciare le impronte digitali ed ef-   alle aziende europee, ha lo scopo di illu-   2011, il Mobility Scoreboard è uno stru-
fettuare una scansione del proprio viso.       strare il grado di trasformazione digitale   mento che dispone di mappe dinamiche
Insomma, in un solo mese il gioco è fat-       in Europa per aiutare i decisori politici    che consentono all’utente di comprendere
to! Obiettivo primario della e-Residency è     europei e nazionali a portare avanti po-     nell’immediato il contesto delle politiche
aiutare milioni di imprenditori stranieri a    litiche di sostegno per le imprese dell’UE   di mobilità per l’apprendimento all’inter-
far crescere il proprio business nel piccolo   nei processi di questo tipo. Se Belgio,      no dell’UE. Gli indicatori in esso utilizzati
Stato baltico, abbattendo i costi e il lungo   Danimarca, Finlandia e Irlanda hanno         hanno lo scopo principale di aiutare i sin-
iter burocratico, ma anche attrarre investi-   saputo creare le migliori condizioni per     goli Paesi a identificare quelle azioni ne-
tori e risorse da tutto il mondo. Fino ad      l’integrazione delle tecnologie digitali,    cessarie per eliminare gli ostacoli alla mo-
ora, il governo estone ha raccolto più di      al gradino più basso troviamo Bulgaria,      bilità dei giovani europei. In quest’ambito,
17000 richieste provenienti da oltre 137       Polonia e Grecia. L’Italia, da parte sua,    oltre ad una sezione dedicata all’istruzio-
Paesi. Finlandia, Russia, USA e Ucraina        insieme a Paesi come il Portogallo, la Li-   ne superiore, è possibile accedere ad una
figurano tra gli Stati che hanno maggior-      tuania e la Repubblica ceca, ha un grado     piattaforma concepita ad hoc per l’istru-
mente aderito all’iniziativa, mentre in Ita-   di trasformazione digitale “moderato”.       zione e formazione professionale iniziale
lia il progetto inizia ad essere conosciu-     In effetti, pur dimostrando performance      (IVET - Initial Vocational Education and
to solo ora. In definitiva, sviluppando il     superiori alla media europea rispetto alla   Training). Quest’ultima si rivolge a policy
concetto di e-Residency, il governo estone     diffusione della cultura dell’imprendito-    maker, a ricercatori ed esperti, oltre che ai
si sta muovendo verso l’idea di un Paese       rialità, ulteriori sforzi dovranno essere    cd. “mobility users” (Istituti di formazione
senza confini. Ovviamente siamo ancora         fatti in materia di domanda/offerta di       professionale e di orientamento, agenzie e
ben lontani da un risultato del genere, ma     competenze, di start-up ICT, di e-leader-    aziende coinvolte nella mobilità, Camere
gli intenti dell’Estonia appaiono davvero      ship, di integrazione delle tecnologie di-   di Commercio etc) attivi sia a livello na-
molto interessanti e pionieristici.            gitali e di brevetti high-tech. Un esempio   zionale che europeo. Il tool permette di
   angelo.tedde@unioncamere-europa.eu          di iniziativa italiana che va nella giusta   recuperare, attraverso strumenti specifici,
                                               direzione è Design+3, esplicitamente ci-     numerose informazioni sui singoli Paesi,
Italia ancora troppo indietro                  tata dal rapporto, lanciata dal Ministero    tra cui: panoramiche dei punti di forza e di
nella trasformazione digitale                  dello Sviluppo Economico in collabora-       debolezza, dettagli su politiche, strutture e
                                               zione con Unioncamere per supportare         prassi, analisi delle prestazioni calibrate su
Pur in presenza di forti disparità all’in-     finanziariamente le imprese di micro,        settori mirati, aree di forza e di debolezza
terno dei paesi UE, le imprese europee         piccola e media dimensione nella valoriz-    per l’UE nel suo complesso, raccolta delle
stanno finalmente comprendendo l’im-           zazione di disegni e modelli.                migliori performance e best practices.
portanza che le tecnologie digitali hanno          angelo.tedde@unioncamere-europa.eu          stefano.dessi@unioncamere-europa.eu
17 febbraio 2017                                                                                                         Newsletter N° 3/2017   5

   PROcamere
   PROgrammi e PROgetti europei
   Link sostenibili tra l’Asia e l’Africa:       DG DEVCO organizzerà a Bruxelles una               giovani, la crescita, la sicurezza e lo stato
   la call Switch Africa Green                   giornata informativa.                              di diritto, il rafforzamento delle PMI per
                                                    stefano.dessi@unioncamere-europa.eu             mezzo dell’arrivo di altri capitali e il po-
   Con leggero ritardo rispetto al lancio del                                                       tenziamento della collaborazione contro la
   bando Switch Asia 2017 (vedi ME N°1 –         Nuovi sviluppi per il Forum delle                  lotta alla corruzione.
   2017), la Commissione ha pubblicato la        Camere di Commercio balcaniche                         angelo.tedde@unioncamere-europa.eu
   call a valere sulla seconda fase del pro-
   gramma Switch Africa Green, in sca-           Un forum permanente tra le Camere di               Gli open data al servizio di tutti
   denza il prossimo 31/03 e con un budget       Commercio dei Balcani occidentali che
   complessivo di 15.500.000 €. Numerosi         ha l’obiettivo di stimolare la cooperazio-         Co-finanziato dalla Commissione europea
   i punti in comune fra le due azioni, a        ne economica regionale ed i progetti di            nell’ambito del programma Horizon 2020,
   cominciare dalle priorità del program-        investimento: è questo il fine ultimo del          Yourdatastories (YDS) è un progetto di
   ma SAG, che prevede: una componente           Western Balkans Chamber Investment                 ricerca che mira a rendere l’accesso degli
   di assistenza green alle Micro, Piccole e     Forum (CIF), costituito nel 2015 nel più           open data più strutturato e trasparente. Il
   Medie Imprese dei Paesi target (Burki-        ampio contesto del cd. “Processo di Ber-           consorzio, composto da 9 membri (aziende
   na Faso, Etiopia, Ghana, Kenya, Mauri-        lino”, un’iniziativa diplomatica voluta            tecnologiche, istituti di ricerca, enti pub-
   tius, Sud Africa, Uganda) per accelerare      dalla Germania nel 2014 alla quale han-            blici) provenienti da 5 Paesi europei, ha
   l’attuazione di iniziative di consumo e       no aderito l’Italia, l’Austria, la Francia, la     l’obiettivo di coniugare e fondere le due
   di produzione sostenibili; una compo-         Slovenia, la Croazia ed i 6 Paesi balcanici.       sorgenti di dati (quelli tradizionali e quel-
   nente di policy di supporto per la realiz-    Finalizzato a rilanciare la crescita econo-        li generati dagli utenti) al fine di sfruttare
   zazione di strumenti e di strutture che       mica dell’area attraverso investimenti in          il valore aggiunto che ne deriva soddisfa-
   incentivino lo sviluppo dell’imprendi-        progetti infrastrutturali, il CIF ha defini-       cendo al meglio le esigenze del mercato.
   toria verde; una componente di networ-        to o già realizzato 26 progetti congiunti          In termini pratici, attraverso la collabo-
   king, che favorisca la promozione della       di sviluppo regionale e collaborato con le         razione con diversi altri progetti Horizon
   comunicazione e dei contatti fra le parti     Istituzioni europee per l’implementazione          2020 che condividono uno o più obiettivi
   interessate del settore. I beneficiari –      delle cosiddette “soft measures” in mate-          di ricerca comuni, il processo inizia con
   tra essi le CCIAA – dovranno presen-          ria di trasporti ed energia (ad esempio una        la definizione di un campo d’azione in un
   tare delle proposte dotate di approccio       strategia per la riforma del sistema ferro-        particolare settore: attraverso la raccolta
   integrato, con focus su alcune attività       viario, la rimozione degli ostacoli giuridici      delle informazioni da un’ampia varietà di
   standard, quali, ad es., lo sviluppo e la     alla creazione di mercati dell’elettricità re-     fonti, YDS riversa i dati in un grande mel-
   fornitura di sostegno tecnico alle impre-     golamentati, etc). Gli obiettivi del CIF po-       ting pot e osserva come questi ultimi pos-
   se sull’efficienza delle risorse, l’eco-in-   tranno in un prossimo futuro essere meglio         sano fondersi a vicenda aggiornandosi in
   novation e l’eco-labelling, i cicli di vita   raggiunti grazie alla sua trasformazione in        modo continuativo, fornendo loro un con-
   produttiva, le opportunità commercia-         una piattaforma regionale per le PMI che           testo storico. In questo modo si prevede di
   li, la gestione finanziaria e la gestione     faciliti la collaborazione inter-camerale,         sviluppare un software che, consentendo
   d’impresa, l’accesso ai finanziamenti,        consenta un più semplice accesso al credi-         la gestione trasparente dei dati, acquisisce
   lo scambio di competenze e di migliori        to delle PMI, migliori i servizi già offerti       un ruolo significativo nell’attività sociale
   pratiche. La durata dei progetti varierà      dalle Camere balcaniche. Di primo piano            del cittadino. YourDataStories mira a col-
   dai 36 ai 48 mesi, il cofinanziamento         il ruolo dell’Italia: sua sarà, infatti, la Pre-   mare il divario fra la domanda e l’offerta,
   comunitario massimo ammonterà al              sidenza del Processo di Berlino e suo, dun-        soddisfare le esigenze della pubblica am-
   90% dei costi ammissibili, mentre il bu-      que, il compito di organizzare il Summit           ministrazione, del mondo produttivo e dei
   dget per singolo progetto sarà compreso       che si terrà il 12 luglio 2017 a Trieste. Tra      cittadini e migliorare, in ultima analisi, la
   fra un minimo di 600.000 € ed un mas-         i temi centrali, oltre a quello classico della     trasparenza e la lotta alla corruzione.
   simo di 1.200.000 €. Il 01/03/2017 la         connettività, figurano i collegamenti tra i            angelo.tedde@unioncamere-europa.eu

   EsperienzEUROPA
   Le best practice italiane
   Camere di Commercio in evoluzione: i progetti europei come leva di sviluppo del sistema

   Sono numerosi i drivers esterni che           Commercio, in relazione alle imprese. Da           piccole e medie imprese devono operare:
   influenzano (e influenzeranno) de-            un lato, l’ambiente in rapida evoluzione           cambiano modelli di business, cresce la
   cisamente il futuro delle Camere di           e altamente competitivo in cui le nostre           necessità di cooperare all’interno delle
17 febbraio 2017                                                                                                               Newsletter N° 3/2017    6
value chains, diventa necessario innova-        Accanto a queste iniziative si aggiunge               iniziative del sistema camerale italiano,
re e crescere sui mercati internazionali;       il grande pilastro dell’innovazione e del             gestite con grandi players come Google.
dall’altro, le strategie politiche nazionali    supporto alla competitività delle PMI.                Dalla definizione di servizi generalisti,
ed europee emergenti decretano un ruolo         Grazie ai programmi COSME e Hori-                     risalente ai primi anni duemila, la Ca-
sempre più forte dei servizi di supporto        zon 2020 sono stati ampliati i servizi e              mera di Commercio di Torino punta ora
alle PMI in un’ottica di contenimento           gli strumenti a supporto delle aziende                all’ottenimento di risorse europee per ero-
delle risorse e di disponibilità finanzia-      per l’accesso al capitale e il sostegno alle          gare servizi ad alto valore aggiunto ad un
rie sempre più scarse. In questo contesto,      PMI innovative, contribuendo a colmare                numero di aziende selezionato: ne sono
anche alla luce della recente riforma delle     il divario tra ricerca e mercato, aiutan-             un esempio i progetti dedicati alle cosid-
Camere di Commercio, risulta strategico         do le imprese innovative a trasformare i              dette aziende in “iper crescita o scale-up”,
definire obiettivi camerali di medio pe-        loro progetti di innovazione in prodotti              finanziati dal programma H2020 e dal
riodo a cui legare progettualità che ac-        che abbiano un reale potenziale com-                  programma Interreg Spazio alpino (pro-
compagnino l’erogazione di servizi in           merciale. Nella nuova programmazio-                   getto SCALE(up)ALPS). Quest’ultimo
ottica di reti aperte all’Europa.               ne UE 2014-2020  è rafforzato  il ruolo               rappresenta un’occasione unica per legare
La Camera di Commercio di Torino par-           chiave assegnato alla rete Enterprise Eu-             il sistema camerale a reti di policy maker
tecipa da diversi anni a progetti europei e     rope Network, di cui la Camera di Com-                e di stakeholder specifici che si occupano
con questi è riuscita a sviluppare servizi      mercio di Torino è coordinatore per il                di giovani aziende ad alto potenziale di
nuovi ad elevato impatto per le aziende         nodo ALPS del Nord Ovest di Italia (in                sviluppo internazionale e per sviluppare
del territorio, in sinergia con l’ecosiste-     partenariato Unioncamere Piemonte, Re-                ulteriormente servizi integrati di assisten-
ma locale. Innovazione, Digitalizzazione        gione Piemonte, Confindustria Piemonte,               za individuale.
e Competitività, Istruzione sono parole         Unioncamere Liguria e Regione Liguria),               Sempre sul fronte dell’assistenza speci-
chiave in ognuna delle azioni che l’U-          per sostenere l’innovazione e la compe-               fica alle imprese la partecipazione alla
nione Europea prevede per raggiungere           titività delle imprese. Enterprise Europe             rete europea Enterprise Europe Network
gli obiettivi di Europa 2020, la strategia      Network rappresenta lo strumento per                  ha facilitato la costruzione di progetti
decennale per la crescita e l’occupazione       favorire l’accesso delle imprese ai mercati           volti all’erogazione di servizi “verticali”,
che l’Unione europea ha varato nel 2010.        esteri e facilita   la ricerca partner per la         come ad esempio il progetto SESAM di
Queste sono state, nel tempo, alcune tra-       presentazione di progetti e l’utilizzo dello          recente approvazione supportato dal pro-
iettorie seguite anche dall’ente camerale       “Strumento per le PMI” per realizzare il              gramma COSME dedicato all’assistenza
torinese per partecipare ai progetti euro-      passaggio dalla ricerca all’innovazione di            alla partecipazione delle PMI agli appalti
pei.                                            processo e di prodotto, nonché attività di            internazionali.
Le azioni a supporto delle nuove imprese        mentoring e formazione sulla gestione dei             Prendendo esempio da buone prassi eu-
sono state, ad esempio, arricchite dalla        programmi di innovazione aziendale.                   ropee, dal duemila anche la Camera di
partecipazione al programma “Erasmus            A queste attività si sono affiancati alcuni           Commercio di Torino, nell’ambito del
for Young Entrepreneurs (EYE)” di CO-           servizi personalizzati ad alto valore ag-             suo mandato di rappresentante delle forze
SME cycle 7, il cui obiettivo è la mobilità     giunto in campo innovativo offerti dalla              economiche, si è attrezzata per la parte-
transfrontaliera di nuove imprese e aspi-       rete EEN, grazie allo specifico supporto              cipazione a progetti europei che nel solo
ranti imprenditori.                             di H2020 e di progettualità ad esso lega-             2016 hanno portato un valore di circa
Nel corso del periodo 2014-2016 10 nuovi        te. Ne sono un esempio i servizi di valu-             1 milione di euro per l’ente camerale, a
imprenditori e 5 aziende ospitanti sono         tazione della gestione dell’innovazione               fronte di una gestione budgetaria com-
stati i beneficiari dell’attività ed una nuo-   cd “Enhancing Innovation Management                   plessiva (come capofila o partner) pari a
va programmazione è in corso per il pe-         Capacities of SMEs with high EU-wi-                   oltre 6 milioni di euro.
riodo 2016-2021, grazie a sinergie create       de market and innovation potential” ed                A questo si aggiungono le azioni di lob-
con altre Camere di Commercio europee,          il supporto dedicato ai beneficiari dello             bying nella costruzione di partenariati e
coordinate dalla Camera di Commer-              Strumento PMI.                                        forti azioni di networking sugli assi stra-
cio di Terrassa (Spagna), con il progetto       Dopo la valutazione individuale del po-               tegici, il monitoraggio costante delle fonti
Ulixes Eyes.                                    tenziale innovativo, realizzato su piatta-            dei programmi di finanziamento europei
                                                forma Imp3rove (AT Kearney) e spesata                 (ed internazionali), la costruzione di una
                                                dal progetto, sono in fase di attivazione             task force interna a supporto degli uffici
                                                nuovi servizi, sempre EEN, dedicati alla              per lo sviluppo di progettualità da inserire
                                                valutazione del “Quoziente digitale”                  in programmi europei nonché la gestione
Supplemento a La bacheca di Unioncamere
                                                d’impresa, per uno sviluppo di percorsi               di progetti strategici pluriregionali.
Anno 8 N. 2                                     formativi dedicati e supportati da altre                            n.marchiandi@to.camcom.it
Mensile di informazione tecnica
Registrazione presso il tribunale
civile di Roma n. 330/2003
del 18 luglio 2003
Editore: Unioncamere – Roma
                                                                Il sito web Spazio Europa http://asbl.unioncamere.net/, regolarmente aggiornato a cura
Redazione: p.zza Sallustio, 21 – 00187 Roma                     dello staff di Unioncamere Europa, si propone d’informare le Camere di Commercio sulle
                                                                novità legislative europee. Unitamente a schede di approfondimento sulle tematiche
Tel. 0647041                                                              europee d’interesse, in Spazio Europa sono disponibili le edizioni settimanali degli
Direttore responsabile: Willy Labor                                                 strumenti di monitoraggio legislativo e di monitoraggio bandi.

    Lo staff di Unioncamere Europa asbl (sede.bruxelles@unioncamere-europa.eu) rimane a disposizione per rispondere a
    richieste di chiarimenti specifici sui temi contenuti in questo numero o a quesiti su altre tematiche europee di interesse.
Puoi anche leggere
Prossima slide ... Annulla