EUROPA mosaico - Camera di Commercio di Rieti

 
EUROPA mosaico - Camera di Commercio di Rieti
mosaico
Newsletter Numero 14
                                                            EUROPA            15 luglio 2016
                                                                                                          in collaborazione con Unioncamere Europa asbl

L’INTERVISTA
Michela Matuella, Capo Unità Albania, Bosnia Erzegovina della DG Allargamento della Commissione europea

L’Albania sta facendo notevoli passi                                                             nel complesso è comunque positivo notare
avanti nel lungo percorso di adesione                                                            che nessun passo indietro sia stato fatto.
all’UE. Quali sono allo stato attuale i                                                          Dal punto di vista dei macro cambiamenti
principali ostacoli e le necessarie rifor-                                                       istituzionali, l’ultima grande riforma an-
me da compiere?                                                                                  cora da approvare rimane quella della giu-
                                                                                                 stizia. Si tratta di un cambiamento profon-
Le cinque priorità che il Consiglio UE ha                                                        do, che comporta la modifica di un terzo
identificato per l’Albania, prima di dare il                                                     della Costituzione albanese e l’approva-
via libera all’apertura dei negoziati d’ade-                                                     zione (o modifica) di circa 40 leggi d’at-
sione, includono la riforma della pubblica                                                       tuazione, oltre al riesame delle credenziali
amministrazione e della giustizia, il raf-                                                       di tutti gli 800 giudici e procuratori che
forzamento delle attività per la lotta alla                                                      compongono il giudiziario del paese. Il la-
corruzione ed al crimine organizzato e la        ese candidato nel giugno 2014, l’Albania        voro preparatorio svolto finora dalle auto-
protezione dei diritti umani, inclusi i dirit-   ha compiuto solidi e regolari progressi, in     rità albanesi è molto solido, anche grazie
ti delle minoranze e i diritti di proprietà.     tutte e cinque le priorità. Benché tante ri-
Da quando è stata riconosciuta come pa-          forme restino ancora da portare a termine,                                  (continua a pag. 2)

PA S SA PA RO L A
European Innovation Council: il rilancio dell’innovazione in chiave europea
Con la consultazione recentemente con-           connessi tra loro e con le altre iniziative     dell’innovazione puramente tecnologica,
clusa dalla Commissione Europea e che            europee (KIC, JTI, Fondi strutturali e lo       con il coinvolgimento di tutta la catena
ha visto più di 1000 risposte da organizza-      stesso Piano Juncker). I margini di inter-      dell’innovazione, dalla ricerca alla com-
zioni, imprese e singoli cittadini, lo Euro-     vento sono quindi enormi e un ulteriore         mercializzazione. Le regole per l’inter-
pean Innovation Council (EIC) si avvia a         incoraggiamento deriva dai risultati posi-      vento finanziario devono essere il più
prendere forma e contenuti. Che l’Unione         tivi raggiunti in meno di 10 anni dal cu-       possibile flessibili e l’impegno del ventu-
Europea debba recuperare posizioni nel           gino European Research Council, nato nel        re capital deve essere rafforzato. Ma per
mondo anche nel settore dell’innovazione         2007 per favorire la ricerca con approc-        chi innova il finanziamento non è tutto.
è un dato condiviso da tutti. Basti pensa-       cio bottom-up e che ad oggi ha finanzia-        Servono servizi di supporto, mentoring,
re che solo 19 sono le start up in Europa        to quasi 3000 ricercatori dell’eccellenza,      contatti con il mondo dei consumatori.
che hanno un valore di mercato superiore         ottenendo, per l’attuale programmazione,        Il percorso che porterà non prima del
al miliardo di USD, confrontate con le 36        un finanziamento complessivo di ben 13          2018 alla creazione dell’EIC lavorerà su
della Cina e le 101 degli Stati Uniti; o che     miliardi di EUR. La consultazione euro-         piani diversi di intervento: un’interfaccia
le società di venture capital nell’UE sono       pea, alla quale il Sistema Italia presente      user friendly per gli utenti; un supporto
il 20% rispetto agli USA. È anche vero           a Bruxelles, dalle associazioni, alle Uni-      alla crescita delle aziende innovatrici in
che, di fronte ad una politica europea che       versità, alle Camere di Commercio, agli         fase di start up; un finanziamento mirato
ha visto solo nella programmazione 2014-         enti territoriali e di ricerca ha partecipato   all’eccellenza a partire dagli strumen-
2020 una più forte collocazione dei temi         attivamente attraverso il coordinamento         ti lanciati proprio da Horizon 2020: le
dell’innovazione grazie a Horizon 2020,          della piattaforma GIURI, ha mostrato al-        Azioni Innovative, lo Strumento PMI e
le attività al riguardo continuano ad essere     cuni primi dati interessanti: l’innovazione     il Fast Track to Innovation.
disperse in diversi filoni spesso non inter-     va intesa nel senso più ampio, ben al di là     flavio.burlizzi@unioncamere-europa.eu
EUROPA mosaico - Camera di Commercio di Rieti
15 luglio 2016                                                                                                       Newsletter N° 14/2016   2
alla collaborazione costante con la Com-       nell’attuazione dell’Agenda di Riforma,           Gli stessi criteri di eleggibilità del soste-
missione di Venezia del Consiglio d’Eu-        il Consiglio UE potrebbe decidere presto          gno al bilancio contengono importanti
ropa e con le missioni di assistenza tecni-    di incaricare la Commissione di redigere          elementi di “capacity building” in quan-
ca europee e statunitensi, EURALIUS e          un’Opinione sulla domanda d’adesione              to richiedono un impegno da parte dei
OPDAT, che si occupano specificatamen-         del paese. A tal fine, la Commissione in-         governi locali nell’adottare strategie ri-
te di questo settore cosi delicato. A metà     vierà quindi a Sarajevo un questionario           levanti nel settore, realizzare le riforme
maggio la commissione parlamentare che         con migliaia di domande che ricoprono             richieste, assicurare la stabilità macro-
si occupa di sviluppare il pacchetto di ri-    dai diritti fondamentali e lo stato di di-        economica, una corretta gestione delle
forma ha dato parere favorevole. Il proget-    ritto, alle politiche socio-economiche,           finanze pubbliche e la trasparenza del
to di revisione costituzionale è stato così    per finire con tutte le aree interessate dal      bilancio.
inoltrato a metà giugno per il necessario      diritto e le politiche comunitarie. Tra gli       La coerenza degli sforzi sarà sostenuta
iter in Parlamento. Restano alcuni dissensi    obiettivi del questionario, sotto il profilo      anche da una gestione indiretta con or-
sui dettagli della riforma tra maggioranza     meramente istituzionale, ci sarà anche            ganizzazioni internazionali o agenzie di
e opposizione, che speriamo si ricompon-       quello di comprendere la compatibilità            cooperazione degli Stati Membri.
gano presto. Questo garantirebbe l’ado-        delle strutture statali con l’UE – un pro-        IPA II promuoverà anche la gestione
zione di una riforma che è tanto necessa-      cesso che dovrebbe permettere agli attori         indiretta da parte dei paesi beneficiari
ria per consolidare lo stato di diritto nel    locali di riflettere e pensare a soluzioni        quando consideriamo le autorità locali
paese, quanto ambita da tutti i cittadini      endogene per la riforma dello stato.              preparate nella gestione dei fondi europei
(ben oltre il 90% della popolazione chiede                                                       e quando è giustificato iniziare il lungo
che la riforma sia adottata, per avviare un    Sebbene il percorso di valutazione che            processo di preparazione per la gestione
processo di eradicazione della corruzione      porterà nel 2017 alla revisione di me-            dei futuri fondi strutturali.
e delle inefficienze dal sistema giudiziario   dio termine relativa all’implementa-
nazionale).                                    zione dello strumento di pre-adesione             Il bacino adriatico-ionico ha notevoli
                                               IPA II sia appena iniziato è possibile            potenzialità di crescita, ma vi è ancora
I tempi della tutela internazionale volu-      già delineare i primi insegnamenti e le           troppa differenza in termini di svilup-
ta dagli Accordi di Dayton sono ormai          eventuali correzioni?                             po tra la sponda occidentale e quella
lontani e la Bosnia ed Erzegovina appa-                                                          orientale. Su quali settori si dovrebbe
re avviata verso un futuro nell’Unione         Il percorso di revisione dello strumento          puntare maggiormente per consentire
Europea. Quali possibilità vi sono che         di pre-adesione IPA II è appena iniziato          uno sviluppo economico armonioso
la domanda di adesione recentemente            ed è quindi prematuro trarre delle conclu-        nell’intera area?
presentata possa essere accolta?               sioni. In ogni caso l’analisi sulle attività
                                               sinora svolte nella Regione ha evidenziato        Lo sviluppo economico dei paesi dei
Dopo anni di stagnazione all’interno del       l’importanza strategica di ulteriormente          Balcani occidentali è una priorità co-
paese, il dialogo con la Bosnia ed Erze-       promuovere il principio del “sector policy        mune, e si potrà realizzare solo con una
govina è ripartito e il paese ha iniziato ad   support” nella programmazione e realiz-           maggiore integrazione regionale. Presi
adempiere alle tante riforme necessarie        zazione dell’assistenza finanziaria ai Pae-       globalmente, parliamo di una regione
per l’avvicinamento all’UE. L’attuazione       si. L’esperienza ha inoltre dimostrato che        di circa venti milioni di abitanti, in cui
dell’Agenda di Riforma lanciata nel 2014       si ottengono maggiori risultati adattando         l’economia può svilupparsi solo grazie
è in corso, e dovrebbe accompagnare la         i diversi strumenti di realizzazione delle        ad economie di scala che vanno oltre la
ripresa socio-economica del paese. Ciò         attività alle specificità dei rispettivi Paesi.   dimensione dei piccoli mercati naziona-
dovrebbe permettere al Consiglio UE di         Si continuerà nel 2017 a cofinanziare i           li. La Commissione finanzia progetti di
prendere in considerazione la doman-           grandi progetti infrastrutturali in coor-         cooperazione transfrontaliera tra i paesi
da d’adesione della Bosnia, purché altri       dinamento con le Istituzioni Finanziarie          UE e i paesi candidati, e tra i paesi dei
due obiettivi siano raggiunti nel breve        Internazionali nell’ambito del “Western           Balcani occidentali stessi. Nella cornice
termine: dev’essere aggiornato l’Accor-        Balkans Investment Framework” (WBIF)              del Processo di Berlino di cooperazione
do d’Associazione e Stabilizzazione per        che permette ai differenti paesi di trarre        intergovernativa, inoltre, negli ultimi due
tener conto dell’adesione della Croazia        profitto da un importante effetto leva e          anni si è posto molto l’accento sulla con-
all’UE; inoltre, le autorità della Bosnia      migliorare la connettività nella regione.         nettività dell’energia e dei trasporti all’in-
ed Erzegovina devono accordarsi su un          Per un sostegno specifico saranno pro-            terno della regione, per collegare meglio i
meccanismo di coordinamento funzio-            grammate azioni di assistenza tecnica,            mercati, gli operatori e facilitare l’azione
nante tra le varie istituzioni competenti      Twinning o Taiex a seconda del tipo e             delle imprese. Infine la strategia euro-
sui dossier di rilevanza UE. Per quanto        della finalità dell’intervento.                   pea per la macroregione adriatico-ionica
riguarda il primo obiettivo, i negoziati       Per il supporto più ampio ad un pacchet-          (EUSAIR), lanciata l’anno scorso, inten-
tra la Commissione Europea e la Bosnia         to di riforme prevediamo l’utilizzo dello         de sostenere la cooperazione territoriale
ed Erzegovina sono in dirittura d’arrivo;      strumento di sostegno al bilancio setto-          tra le due sponde dell’Adriatico: qualità
mentre per il secondo obiettivo, i primi       riale (SBS) a causa del suo maggiore ef-          dell’ambiente, turismo sostenibile e svi-
ministri dello stato e delle due entità de-    fetto leva. Tale strumento ha permesso            luppo dell’economia marittima sono vola-
vono ancora accordarsi sui dettagli per il     di avviare riforme in settori fondamentali        ni di crescita che potranno permettere ai
preciso funzionamento del meccanismo           per il processo di adesione dei Paesi quali       paesi dei Balcani occidentali di favorire
di coordinamento. Se entrambi tali obiet-      la riforma della pubblica amministrazio-          lo sviluppo economico nel rispetto della
tivi dovessero essere raggiunti a breve, e     ne, la gestione delle finanze pubbliche e         sostenibilità ambientale.
se si registreranno progressi significativi    dell’occupazione.                                           michela.matuella@ec.europa.eu
EUROPA mosaico - Camera di Commercio di Rieti
15 luglio 2016                                                                                                     Newsletter N° 14/2016   3

    CAMERE EUROPEE CON VISTA
    Un viaggio attraverso 40 destinazioni

    Cambi di prospettiva nei rapporti
    fra amministrazione e
    cittadino: Czech Point

    L’iniziativa Czech Point
    (denominata          anche
    Czech Submission Ve-
    rification Information
    National Terminal) si
    posiziona come unico
    Punto di Singolo Contat-
    to virtuale a disposizione
    dei cittadini e delle impre-
    se della Repubblica ceca che
    hanno necessità di comunicare
    con l’autorità nazionale: attraverso
    di esso, infatti, gli utenti possono ri-
    cevere o verificare documenti o atti         Un polo di innovazione digitale per il         senta la propria area di specializzazione
    ufficiali provenienti dalla pubblica         futuro delle PMI: Allianz Industrie 4.0        e descrive nel dettaglio la propria azien-
    amministrazione. Partito nel 2005                                                           da e le tecnologie utilizzate. Il network
    come progetto pilota e implementa-           Le Information & Communication Tech-           inoltre affianca le imprese nella fase
    to dalle Camere di Commercio della           nologies, pur rappresentando la chiave di      di gestione e preparazione dei progetti,
    Repubblica ceca, Czech Point ha tro-         volta per garantire la crescita economica      aiutandole a trovare le opportunità di
    vato una rapida diffusione nel Paese,        nella moderna era digitale, sono al tem-       sostegno finanziario più adeguate e pub-
    sviluppando una rete di centri infor-        po stesso una delle maggiori sfide che le      blicando materiale informativo e report
    mativi – tra essi le sedi Camerali, gli      imprese devono affrontare. In quest’am-        relativi alle novità sull’industria 4.0. Il
    uffici postali e gli uffici notarili – at-   bito, il punto di eccellenza tedesco Al-       sito promuove altresì varie attività regio-
    tivi sia nelle città che nel territorio:     lianz Industrie 4.0 di Baden-Württemb-         nali quali congressi, workshop, labora-
    fra i documenti disponibili, si posso-       erg - un network, con sede a Stoccarda,        tori - tra questi spiccano le fabbriche di
    no richiedere, ad un costo contenuto,        di imprese, Camere di Commercio, as-           apprendimento, finanziate dal Ministero
    atti catastali e atti del registro delle     sociazioni, istituti di ricerca applicata      delle Finanze e degli Affari economici,
    imprese, certificati penali, estratti        e partner sociali, fondato e patrocinato       destinate ai giovani professionisti che
    di licenze commerciali, documenti            dal governo regionale - costituisce un         vogliono approfondire le loro conoscen-
    relativi alle licenze di guida ecc. Lo       esempio emblematico di sostegno alle           ze in materia di tecnologie industriali - e
    strumento, dopo una fase iniziale che        PMI nei processi di innovazione e digi-        concorsi a carattere territoriale, tra i qua-
    non ha avuto un impatto immediato            talizzazione. Previa consulenza iniziale,      li si segnala 100 Orte für Industrie 4.0 in
    sulla riduzione degli oneri burocratici      volta alla definizione delle strategie e del   Baden-Württemberg, rivolto soprattutto
    a causa anche di una certa resisten-         planning, Allianz fornisce supporto per        a fornitori e utilizzatori delle nuove tec-
    za dei cittadini, ha trovato una sua         la ricerca e la selezione di partner trami-    nologie, che permette alle PMI di passa-
    dimensione decisamente positiva in           te una rete diversificata e cross-industry,    re in rassegna le proprie idee, valutate da
    tempi abbastanza recenti, non solo           alla quale partecipano più di un migliaio      una giuria di esperti in base al grado di
    grazie alla possibilità di convertire la     di imprese operanti nel settore delle TIC:     innovazione, digitalizzazione, rilevanza
    documentazione cartacea in forma-            il principale servizio offerto è un atlante    di mercato e fattibilità.
    to digitale, ma soprattutto attraverso       di competenze, in cui ciascun utente pre-          stefano.dessi@unioncamere-europa.eu
    l’implementazione dello spazio on
    line Infoport, che fornisce all’utente
    l’opportunità di usufruire dei servizi
    offerti in modalità telematica, previa
    l’apertura di un dossier personale.
     stefano.dessi@unioncamere-europa.eu
EUROPA mosaico - Camera di Commercio di Rieti
15 luglio 2016                                                                                                       Newsletter N° 14/2016   4

OSSERVATORIO EUROCHAMBRES
Il percorso comune in Europa

                                                                                                 Best practices sull’imprenditoria:
                                                                                                 EUROCHAMBRES live!

                                                                                                 Nel quadro di un ciclo di webinar dedicati
                                                                                                 all’educazione all’imprenditoria, organizzati
                                                                                                 dai 4 partner della rete European Entrepre-
                                                                                                 neurship Education NETwork – EE-HUB.
                                                                                                 EU. (vedi ME N°5-2015), nel prossimo au-
                                                                                                 tunno EUROCHAMBRES sarà coinvolta
                                                                                                 nell’organizzazione di due interventi speci-
                                                                                                 fici dedicati al ruolo delle Camere di Com-
                                                                                                 mercio in materia di competenze. Comple-
                                                                                                 tamente gratuiti e della durata massima di
EUROCHAMBRES dice no a norme europee sull’insolvenza                                             un’ora, i 7 seminari on line, che prenderanno
                                                                                                 il via il prossimo 29 settembre per conclu-
Costruire un quadro giuridico chiaro,           per un motivo di carattere giuridico-ope-        dersi l’8 dicembre 2016, affronteranno sia
trasparente, solido e funzionale delle si-      rativo: l’intervento armonizzatore del legi-     tematiche di specifico interesse camerale,
tuazioni di insolvenza, che colpisce ogni       slatore europeo è giustificato solo quando       come l’educazione all’imprenditoria, la col-
anno 200000 imprese europee con con-            si propone di eliminare gli ostacoli alla li-    laborazione gli istituti di istruzione secon-
seguente perdita di 1,7 milioni di posti di     bera circolazione o abbia un effetto diret-      daria e superiore, lo sviluppo delle strategie
lavoro, è di vitale importanza per la ripre-    to sul funzionamento del Mercato interno.        nazionali, sia tematiche di impronta più
sa e lo sviluppo dell’economia europea. È       Tuttavia, le decisioni di investimento de-       generale, quali l’educazione all’imprendito-
per tale motivo che la Commissione, nel         gli imprenditori così come le transazioni        ria come competenza chiave nel passaggio
quadro delle azioni previste dalla Strate-      transfrontaliere non sono certo ostacolate       dall’età adulta alla terza età e le competenza
gia per il Mercato Unico, appare intenzio-      dalla diversità delle normative nazionali in     degli insegnanti nella diffusione della mate-
nata a riformare, entro l’anno, il quadro       materia, ma dal loro buon funzionamento.         ria. Decisamente operativo il taglio dei due
giuridico delle situazioni di insolvenza        Piuttosto che un intervento dell’Europa          contributi dell’Associazione europea delle
attraverso un approccio armonizzato che         è dunque prioritario migliorare le proce-        Camere di Commercio (29/09 e 08/12), che
permetta il corretto funzionamento e lo         dure interne agli Stati membri attraverso        si proporranno di illustrare esempi di buo-
sviluppo dei mercati finanziari a livello       linee guida, scambio di buone pratiche e,        ne pratiche camerali sulla cooperazione con
nazionale. EUROCHAMBRES ritiene                 eventualmente, una pressione della Com-          scuole ed università e sulla creazione di un
invece che l’armonizzazione delle norma-        missione attraverso il Semestre europeo.         eco-sistema per lo start up d’impresa.
tive nazionali non sia la risposta corretta        angelo.tedde@unioncamere-europa.eu                 stefano.dessi@unioncamere-europa.eu

    Quali misure per un sano                    zione delle competenze, gli Stati membri
    ambiente imprenditoriale                    dovrebbero introdurre la formazione im-
                                                prenditoriale nei curricula di ogni livello,
    Stand-up, start-up, Scale-up: è parten-     prevedere training in impresa nella forma-
    do da questi tre concetti, su cui non vi    zione professionale iniziale, offrire mo-
    è ancora uniformità di definizioni a li-    menti di accompagnamento e di coaching
    vello UE, che Ia Commissione europea        nonché programmi di job shadowing.
    è intenzionata a portare avanti iniziati-   Onde favorire la creazione d’impresa, l’As-
    ve volte a creare condizioni favorevoli     sociazione europea delle Camere di Com-          BRES sottolinea l’importanza del comple-
    per gli imprenditori europei che inten-     mercio ritiene che sia necessaria un’azione      tamento del Mercato interno, raccomanda
    dono avviare o accrescere la propria        a livello UE per una “educazione finan-          la creazione di reti regionali di sostegno
    attività. Capire quali debbano essere       ziaria” volta a far meglio comprendere ed        alle scale-up e ricorda il ruolo che l’Enter-
    tali misure è tuttavia ancora oggetto       utilizzare gli strumenti esistenti (dall’equi-   prise Europe Network ha nelle attività di
    di discussione tra gli stakeholders. Da     ty finance ai business angels) di supporto       matchmaking e nel facilitare la conclusio-
    parte sua, EUROCHAMBRES ritiene             alle start-up. Infine, riguardo al momento       ne di accordi di partenariato.
    che, rispetto alla prima fase di acquisi-   espansivo delle imprese, EUROCHAM-                  angelo.tedde@unioncamere-europa.eu
EUROPA mosaico - Camera di Commercio di Rieti
15 luglio 2016                                                                                                      Newsletter N° 14/2016   5

A MISURA CAMERALE
Un focus sulla legislazione UE
Erasmus +Projects results: un’utile piattaforma online

Consultare liberamente
le informazioni relative
ai progetti tramite ricer-
che avanzate accedendo
alle best practices e ai
casi di successo, crea-
re network tematici e
settoriali tra proposte
simili,    incrementan-
do esponenzialmente
la disseminazione dei
propri progetti, conoscere in maniera più
approfondita il programma di finanzia-
mento: queste sono alcune tra le funzio-
nalità della piattaforma
online Projects results,
finanziata dalla Com-
missione, che offre una
panoramica comprensiva
degli oltre 35.000 pro-                                                                               Sorveglianza di mercato: un
getti Erasmus+, Lifelong                                                                              problema tuttora aperto
Learning       Programme
e Youth in Action. La                                                                                  La normativa europea sulla sorve-
banca dati viene aggior-                                                                               glianza di mercato, le azioni previste
nata     automaticamente                                                                               per migliorare l’applicazione e il ri-
con le sintesi di tutti i                                                                             spetto nel mercato unico delle merci
progetti approvati e le                                                                               hanno certamente rappresentato un
informazioni       relative                                                                           miglioramento rispetto all’immissio-
alle organizzazioni par-                                                                              ne di prodotti industriali sul mercato
tner, immediatamente                                                                                  europeo conformi alle normative in
dopo la firma dell’accordo                                                                            materia di salute, sicurezza ed am-
finanziario da parte dei beneficiari. Tali        accordo perché eliminerà praticamente          biente. Tuttavia, la scarsa dimestichezza
informazioni vengono successivamente              tutti i dazi doganali permettendo alle im-     con la normativa europea in materia di
riprese così come proposte nella candida-         prese dell’UE di risparmiare centinaia di      prodotti non alimentari e i pochi incen-
tura del progetto attraverso il sistema di        milioni di euro all’anno, incrementerà lo      tivi a rispettare le norme per le imprese
gestione comune a tutte le Agenzie nazio-         scambio di servizi, consentirà il recipro-     hanno comportato che, ancora in troppi
nali. È poi un obbligo contrattuale degli         co riconoscimento dei cosiddetti “certifi-     casi, i cittadini entrino in contatto con
stessi beneficiari aggiornare tutti i dati,       cati di valutazione della conformità” per      prodotti potenzialmente pericolosi. Per
verificando che la sintesi risponda all’ef-       un’ampia gamma di prodotti, da quelli          tale motivo, la Commissione europea ha
fettivo andamento del progetto e inseren-         elettrici ai giocattoli. Senza considerare     recentemente lanciato una consultazione
do via via i risultati e i prodotti realizzati.   che oltre 140 indicazioni geografiche di       pubblica, aperta fino al 31 ottobre, sulle
   angelo.tedde@unioncamere-europa.eu             prodotti alimentari e di bevande potranno      disposizioni della legislazione vigente e
                                                  beneficiare di un elevato livello di prote-    sulle azioni da compiere per aumentarne
CETA: quale futuro per la politica                zione sul mercato canadese. Il problema è      l’applicazione e la conformità nel mercato
commerciale europea?                              che la Commissione ha deciso di proporre       interno dei beni. In particolare, l’obietti-
                                                  il CETA come un accordo misto, soggetto        vo è quello di raccogliere il feedback delle
La Commissione europea lo definisce il            dunque alla ratifica dei Parlamenti nazio-     parti interessate, ed in particolare delle
trattato commerciale più ambizioso che            nali. Questo espone il trattato ad una boc-    organizzazioni rappresentative delle eco-
l’UE abbia mai concluso, ma l’Accor-              ciatura politica nei confronti di Bruxelles.   nomie locali, riguardo alla rilevanza, alle
do Economico e Commerciale Globale                Il rischio conseguente è che ciò travolga      ragioni e alle conseguenze del problema
(CETA) tra l’Europa ed il Canada rischia          anche i negoziati commerciali con gli          della non conformità dei prodotti, alle
seriamente di compromettere quella che            Stati Uniti ed il Giappone e con essi l’af-    opzioni disponibili per affrontare il pro-
fino ad oggi era una competenza esclusi-          fidabilità dell’Unione dal punto di vista      blema,  all’impatto di tali opzioni e  alla
va di Bruxelles: la politica commerciale.         internazionale.                                questione della sussidiarietà.
Il CETA è considerato dall’UE un ottimo              angelo.tedde@unioncamere-europa.eu             angelo.tedde@unioncamere-europa.eu
EUROPA mosaico - Camera di Commercio di Rieti
15 luglio 2016                                                                                                                  Newsletter N° 14/2016    6

PROcamere
PROgrammi e PROgetti europei
                                                  rato dal MIUR. Incaricata della presidenza            all’anno, è assicurata da funzionari di Si-
                                                  annuale della rete dal primo luglio 2016,             mest, Cassa Depositi e Prestiti e Ministero
                                                  la Spagna si occuperà principalmente del              dell’Economia e delle Finanze.
                                                  miglioramento della strategia internazio-                 stefano.dessi@unioncamere-europa.eu
                                                  nale, dell’ottimizzazione degli strumenti,
Terreno fertile per le PMI                        del perfezionamento della gestione e dell’            Proprietà intellettuale, un
innovative: la rete Eureka                        analisi della performance.                            patrimonio da tutelare
                                                      stefano.dessi@unioncamere-europa.eu
Il network intergovernativo Eureka si pro-                                                              Migliorare i servizi offerti alle PMI riguar-
pone di migliorare la competitività europea       Opportunità di investimento per                       danti la protezione della proprietà intellet-
promuovendo l’innovazione fra le PMI e la         le PMI nei Balcani: WB EDIF                           tuale: è questo lo scopo di INNOVACCESS,
grande industria, i centri di ricerca e le uni-                                                         una piattaforma online che riunisce una
versità. Attiva dal 1985, la rete fornisce sup-   L’obiettivo strategico dell’iniziativa WB             rete di uffici di proprietà intellettuale di 30
porto a progetti di ricerca e sviluppo dotati     EDIF (Western Balkans Enterprise De-                  diversi Paesi europei. Gestita dal consor-
di un valido business plan, indipendente-         velopment & Innovation Facility), fondata             zio VIP4SME (di cui è capofila il Centro
mente dai loro aspetti tecnici e dalla natura     dall’Unione europea e coordinata dal FEI,             di Ricerca Fraunhofer Gesellschaft e che
delle organizzazioni coinvolte, basando le        è il miglioramento dell’accesso ai finan-             conta, tra gli altri partners, la Camera di
sue attività su un approccio completamente        ziamenti per le PMI dei Paesi dell’Area               Commercio di Venezia Rovigo Delta-La-
bottom-up. Molteplici le iniziative lanciate      Balcanica occidentale: Albania, Bosnia Er-            gunare) a partire dal 2015 e cofinanzia-
da Eureka: si va dalla costruzione di pro-        zegovina, Croazia, Kosovo, Repubblica di              ta dalla Commissione Europea, questa
getti transnazionali, attraverso la propo-        Macedonia, Serbia. A fronte di un capitale            piattaforma - il cui progetto di sviluppo
sta congiunta di almeno due partner del           iniziale di 145 milioni di EUR che dovreb-            è stato possibile grazie a partners come
network, alla partecipazione al program-          be movimentare circa 300 milioni di EUR               la rete EEN e gli European e China IPR
ma Eurostars, elaborato da Commissione            di finanziamenti diretti, la piattaforma              Helpdesks, che hanno lavorato negli ul-
europea ed Eureka a favore delle PMI at-          gestisce quattro differenti strumenti finan-          timi anni per salvaguardare il valore del
tive nel settore della ricerca, all’impegno       ziari, alcuni dei quali cogestiti dalla Banca         know-how prodotto dalle imprese – pun-
nei Cluster Eureka, attivi in Uk, Francia,        europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo,           ta a sostenere la definizione di strategie
Belgio e Olanda, alla creazione di associa-       attivi in diverse macro-aree: l’Enterprise            e buone pratiche per la trasformazione di
zioni ombrello nel settore tecnologico e dei      Innovation Fund (ENIF), che sostiene le               tale capitale in patrimonio commerciale
servizi, formate da almeno cinque network         PMI innovative dalla nascita alla fase di             tangibile e, in definitiva, ad aumentare
tematici a livello nazionale, all’adesione        sviluppo, l’Enterprise Expansion Fund                 la competitività. Sul sito web è possibile
al programma E!Innovest, che fornisce             (ENEF) - che annovera tra i partner anche             ricevere informazioni sulle procedure e
servizi specifici per le PMI desiderose           il governo italiano - a supporto dell’espan-          sui referenti dei vari Paesi per il consegui-
di approfondire le proprie competenze in          sione delle PMI già radicate nei mercati              mento di brevetti, marchi, diritti d’autore
materia di investimenti. Composto da 41           locali ma con alto potenziale di crescita, il         e calcolare le tasse ed i costi relativi a tali
membri, Ue inclusa, Eureka conta 3 Pae-           Western Balkans EDIF Guarantee Facili-                diritti. Le imprese hanno anche l’opportu-
si associati - Canada, Sud Africa e Corea         ty, che fornisce strumenti di garanzia agli           nità di testare online il proprio livello di
del Sud – e due Punti Nazionali d’Informa-        intermediatori finanziari per incentivarne            conoscenza della proprietà intellettuale e
zione in Albania e Bosnia Erzegovina; in          il portafoglio clienti, il Support Services           di consultare una rassegna di best practi-
ambito italiano, il coordinamento è assicu-       Facility, che consente ai governi nazio-              ces e di casi studio.
                                                  nali della regione di ottenere assistenza                 angelo.tedde@unioncamere-europa.eu
                                                  nell’implementazione delle riforme al fine
                                                  di creare un ambiente normativo favorevo-
Supplemento a La bacheca di Unioncamere           le alla crescita delle PMI. La rappresentan-
Anno 7 N. 7
                                                  za italiana nel Platform Advisory Group
Mensile di informazione tecnica                   di EDIF, che si riunisce almeno due volte
Registrazione presso il tribunale
civile di Roma n. 330/2003
del 18 luglio 2003
Editore: Unioncamere – Roma
                                                                Il sito web Spazio Europa http://asbl.unioncamere.net/, regolarmente aggiornato a cura
Redazione: p.zza Sallustio, 21 – 00187 Roma                     dello staff di Unioncamere Europa, si propone d’informare le Camere di Commercio sulle
                                                                novità legislative europee. Unitamente a schede di approfondimento sulle tematiche
Tel. 0647041
Direttore responsabile: Willy Labor                                             europee d’interesse, in Spazio Europa sono disponibili le edizioni settimanali
                                                                                       degli strumenti di monitoraggio legislativo e di monitoraggio bandi.

    Lo staff di Unioncamere Europa asbl (sede.bruxelles@unioncamere-europa.eu.) rimane a disposizione per rispondere a
    richieste di chiarimenti specifici sui temi contenuti in questo numero o a quesiti su altre tematiche europee di interesse.
Puoi anche leggere
Prossima slide ... Annulla