BOLLETTINO PARROCCHIALE - Pazzalino - Pregassona - Cureggia - Ancillae Domini - Primavera 2020 - Anno 109 - N. 1 - Parrocchia Pazzalino Pregassona

 
BOLLETTINO PARROCCHIALE - Pazzalino - Pregassona - Cureggia - Ancillae Domini - Primavera 2020 - Anno 109 - N. 1 - Parrocchia Pazzalino Pregassona
BOLLETTINO PARROCCHIALE
 Pazzalino - Pregassona - Cureggia
    Primavera 2020 – Anno 109 – N. 1

     Gesù buon pastore - chiesa di Pazzalino

           Ancillae Domini
BOLLETTINO PARROCCHIALE - Pazzalino - Pregassona - Cureggia - Ancillae Domini - Primavera 2020 - Anno 109 - N. 1 - Parrocchia Pazzalino Pregassona
Pazzalino - Pregassona - Cureggia                                 Inverno-primavera 2020

Lettera del parroco
Carissimi fratelli e sorelle,                    lità dell’esperienza umana anche nella sua
                                                 dimensione corporea, così come la risurre-
Dopo le feste natalizie, la vita continua e      zione del crocefisso nella carne ha portata
alla fine di questo mese si inizia il tempo      nella vita eterna la carne del nostro tempo
quaresimale, tempo che deve aprire cia-          mortale, fatta propria dal Figlio di Dio.
scuno di noi all’eternità nascosta nelle pic-    Non sappiamo immaginare cosa e come
cole cose quotidiane. Vorrei meditare con        sarà la risurrezione della carne. Sappia-
voi su una verità fondamentale del nostro        mo, però, che si tratta di una trasformazio-
Credo cristiano (Simbolo degli Apostoli):        ne che raccoglie ciò che siamo, la nostra
“Credo la risurrezione della carne e la vita     carne, per aprirla a una vita nuova, a un
eterna”. Con questa professione, diciamo         dono più grande. La fede nella risurre-
di credere che, dopo la morte, non ci sarà       zione della carne, in ogni caso, non può
soltanto la vita dell’anima immortale, ma        essere intesa e non può essere vissuta
che anche i nostri corpi mortali riprende-       come un’ attesa passiva di un vago “dopo
ranno vita (Catechismo della Chiesa catto-       morte”. La speranza nella risurrezione
lica, n.990).                                    della carne deve tradursi nell’impegno a
La carne è la dimensione dell’uomo che lo        seminare in questa carne – nella concre-
lega al mondo materiale e alle sue leggi.        tezza e ambivalenza della nostra condi-
Molti pensano che sia addirittura l’unica        zione storico-mondana – gesti che apra-
natura dell’uomo. La carne è ciò che deli-       no alla nuova vita, superando la fragilità
mita e particolarizza l’uomo e lo costringe      e le ambiguità della carne. Deve diventare
in una prospettiva rinchiusa nello spazio e      impegno per anticipare nella nostra vita
nel tempo. Ma è anche ciò che apre l’uo-         terrena gesti che dicano e tengano aper-
mo al mondo e lo mette in comunicazione          to il desiderio di qualcosa di incorruttibile,
con gli altri. Essa dice concretezza, solidi-    di forte, di spirituale. Deve esprimersi in
tà, realismo, ma anche debolezza, fragilità,     un impegno costante per vivere gesti di
fatica, provvisorietà.                           giustizia, di solidarietà, di condivisione, di
L’esperienza della carne è sempre ambiva-        amore, che rimangono per sempre.
lente: testimonia fragilità, fatica, decaden-    Credere nella risurrezione della carne
za, eppure apre al desiderio di comunica-        significa affidare alla potenza di Dio il
re, alla possibilità di aiutare, alla capacità   desiderio che esistano per sempre le cose
di trasformare la materia in energia, azio-      vere e belle sperimentate nella carne.
ne e vita. Credere la “risurrezione della        Perché ciò possa avvenire, queste stesse
carne” significa affermare che la nostra         cose devono andare al di là della fragilità
carne – e quindi, tutta la concretezza sto-      di questa esperienza e, quindi, rimanda-
rica della nostra esistenza personale – è        re e anelare a una carne risorta. La fede
resa partecipe della condizione gloriosa di      nella risurrezione della carne è, in defini-
Gesù ed è così destinata a una vita al di        tiva, la sola e giusta prospettiva per poter
là della morte. Nella luce della risurrezione    vivere in pienezza le cose più belle della
di Gesù possiamo intuire qualcosa di ciò         vita, raccogliendo positivamente la pro-
che sarà la risurrezione della carne. In essa    messa che esse contengono. Finiamo que-
l’essere con Cristo si estenderà ad abbrac-      sto pensiero con le parole dell’apostolo
ciare la pienezza della persona e la globa-      Paolo:” Ma qualcuno dirà: come risusci-

Si ringraziano per le foto: Paolo Barberis - Cantori di Pregassona , Herminia Dorici -
Fiorella Sequeri, Eliana Federspiel.

2   Boll. Parr. 2020/1
BOLLETTINO PARROCCHIALE - Pazzalino - Pregassona - Cureggia - Ancillae Domini - Primavera 2020 - Anno 109 - N. 1 - Parrocchia Pazzalino Pregassona
Pazzalino - Pregassona - Cureggia                              Inverno-primavera 2020

tano i morti? Con quale corpo verranno?”       le, risorge un corpo spirituale” (1 Cor 15,
Stolto! Ciò che tu semini non prende vita,     35-38.42-44).
se prima non muore; e quello che semi-         Non c’è da fuggire dal mondo, ma c’è da
ni non è il corpo che nascerà, ma un           rimanerci dentro valorizzando e aman-
semplice chicco, di grano per esempio          do il tempo presente, assumendo tutte le
o di altro genere. E Dio gli dà un corpo       proprie responsabilità per concorrere a
come ha stabilito, e a ciascun seme il pro-    costruire un mondo più giusto, più abi-
prio corpo… Così anche la risurrezione         tabile, più umano, preparando così quei
dei morti: si semina corruttibile e risorge    cieli nuovi e quella terra nuova nei quali
incorruttibile; si semina ignobile e risor-    avranno stabile dimora la giustizia e la
ge glorioso, si semina debole e risorge        pace (2 Pietro 3, 13-14).
pieno di forza; si semina un corpo morta-                      Don Darius Solo, parroco

Sacrificio quaresimale 2020:
Osare il cambiamento, promuovere la giustizia
Se ci fosse più giustizia nel mondo non ci sarebbe bisogno di carità!
Sacrificio quaresimale collabora localmen-     sona abbia abbastanza per vivere. Allora
te con organizzazioni partner in 14 paesi      diventa anche tu parte del cambiamento.
del sud del mondo, con l’obiettivo di raf-
forzare le persone e le comunità in modo       Un cambiamento in meglio è possi-
che, con le loro sole forze, possano           bile. Nella sua enciclica “Laudatio si”,
migliorare le proprie condizioni di vita. In   papa Francesco chiede con urgenza un
Svizzera, realizziamo programmi interna-       nuovo dialogo su come plasmare insie-
zionali per portare a un cambiamento di        me il futuro del pianeta Terra. Che cosa
mentalità. La missione principale di Sacri-    si può fare contro questa crisi sistemati-
ficio Quaresimale è quella di porre rime-      ca? Le misure politiche, le riforme giuri-
dio alla povertà, sensibilizzare il pubblico   diche e le innovazioni tecniche sono sì
sulla realtà quotidiana delle persone del      importanti e inevitabili, ma non basta-
Sud del mondo e influenzare le condizio-       no. Siamo chiamati ad essere coinvolti
ni quadro per garantire condizioni di vita     nei cambiamenti interiori e nelle que-
dignitose a tutte e a tutti. Lo scopo è che    stioni legate agli stili di vita.
insieme per un mondo, dove ogni per-           Sono tanti gli ambiti che richiedono giu-

                                                                    2020/1 Boll. Parr. 3
BOLLETTINO PARROCCHIALE - Pazzalino - Pregassona - Cureggia - Ancillae Domini - Primavera 2020 - Anno 109 - N. 1 - Parrocchia Pazzalino Pregassona
Pazzalino - Pregassona - Cureggia                               Inverno-primavera 2020

stamente la nostra responsabilità per un        qualità, buona salute, sconfiggere la fame
mondo migliore: pace e giustizia, flora         e la povertà, buona occupazione e cresci-
e fauna terrestre, lotta contro il cambia-      ta economica.
mento climatico, consumo responsabile,          Il tempo quaresimale ci aiuti a riflettere e
ridurre le disuguaglianze, energia rin-         a meditare sulla nostra responsabilità per
novabile, acqua pulita e servizi igienico-      costruire questo mondo. Grazie di cuore
sanitari, parità di genere, istruzione di       per il suo aiuto e sostegno.

 Assemblee parrocchiali nel 2020
 Quest’anno si terranno due assemblee parrocchiali: una straordinaria prevista per il
 prossimo 2 marzo e una ordinaria il 20 aprile. L’assemblea straordinaria si rende
 necessaria perché la Parrocchia ha ricevuto in eredità un appartamento sul quale
 grava un debito ipotecario, la cui assunzione, a norma di legge, deve essere approva-
 ta dall’assemblea. Saranno inoltre presentati altri due messaggi: il primo con la richie-
 sta di autorizzazione a procedere a lavori di impermeabilizzazione alla Casa della
 Gioventù e il secondo con analoga richiesta per il tinteggio dei locali del pianterreno
 e del seminterrato del Centro Presenza Cristiana. L’assemblea ordinaria del 20 aprile
 sarà invece dedicata alla consueta approvazione del consuntivo dell’anno precedente
 e del preventivo dell’anno in corso. La convocazione delle assemblee con i rispettivi
 ordini del giorno sarà fatta entro i termini e con le modalità stabilite dalla legge.

Vita parrocchiale
A San Massimiliano ogni venerdì della quaresima animazione della Via Crucis alle ore 19.45;
In chiesa parrocchiale la Via Crucis ogni venerdì alle ore 16.15, seguita dalla Santa Messa.
QUARESIMA 2020 in cammino verso Pasqua
Cari fratelli e sorelle in Cristo,
Cari responsabili dei nostri movimenti in parrocchia,
Come negli anni scorsi, anche in questo 2020, ci proponiamo di animare il nostro
cammino di fede verso la Santa Pasqua, con la meditazione della VIA CRUCIS
ogni venerdì alle ore 19.45 nella chiesa dei Santi Giovanni Battista e Massimiliano
Maria Kolbe.
Ringraziamo gruppi e movimenti per la loro disponibilità ad animare queste serate.
Programma:
venerdì 6 marzo            Gruppo Giovani
venerdì 13 marzo           Rinnovamento nello Spirito – Movimento dei Focolari
venerdì 20 marzo           Catechiste
venerdì 27 marzo           Comunione e Liberazione e Cammino Neocatecumenale
venerdì 3 aprile           Cellule parrocchiali di evangelizzazione
Venerdì Santo 10 aprile ore 20.00: VIA CRUCIS
animata dal gruppo Cresima insieme alla comunità parrocchiale lungo le vie della
parrocchia; con partenza dalla Chiesa dei Santi Giovanni Battista e Massimiliano Kolbe
fino alla chiesa parrocchiale di Pazzalino.
Nell’attesa di incontrarci tutti a questi appuntamenti per continuare a vivere assieme la
nostra fede, vi salutiamo e porgiamo i nostri cordiali saluti.

4   Boll. Parr. 2020/1
BOLLETTINO PARROCCHIALE - Pazzalino - Pregassona - Cureggia - Ancillae Domini - Primavera 2020 - Anno 109 - N. 1 - Parrocchia Pazzalino Pregassona
Pazzalino - Pregassona - Cureggia                            Inverno-primavera 2020

La Candelora: Festa della luce e dell’incontro
La gioia provata da Simeone ed Anna nell’incontrare il Signore, mi pare sia segno di
quel giusto e vivo desiderio che è racchiuso nel cuore di ogni uomo: riconoscerci
nella gioia dell’incontro con l’altro; poter gioire della presenza dell’altro è ciò che
muove la maggior parte delle nostre scelte. Fatti come siamo per il dialogo, per la
relazione, per l’amore, la possibilità di un incontro è davvero fondamentale per il
nostro bene, per il nostro essere persone, per la nostra vita. (Dall’omelia di Mons.
Zanini, Pazzalino 02.02.2020)

Mons. Zanini, celebrante della festa della Candelora, assieme a sacerdoti, priori,
ministranti e accoliti

                                                                  2020/1 Boll. Parr. 5
BOLLETTINO PARROCCHIALE - Pazzalino - Pregassona - Cureggia - Ancillae Domini - Primavera 2020 - Anno 109 - N. 1 - Parrocchia Pazzalino Pregassona
Pazzalino - Pregassona - Cureggia                              Inverno-primavera 2020

Presentazione del Signore: omelia di Mons. Zanini
2 febbraio 2020 – Pregassona
Mal 3,1-4; Eb 2,14-18; Lc 2,22-40

La festa della Presentazione di Gesù           con noi solo un pezzo di cera. Verremo,
al Tempio che celebriamo oggi, nella           invece, accompagnati dalla presenza
nostra tradizione è chiamata la Cande-         stessa di Cristo. La sua luce entrerà nelle
lora. La liturgia d’Oriente chiama que-        nostre case. Una luce che dobbiamo
sto giorno la festa dell’Incontro. Vorrei      accendere proprio nei momenti in cui
soffermarmi con voi su questi due nomi         imperversa il “temporale”, che sono le
che caratterizzano questa celebrazione,        fatiche; una luce dentro le nostre gior-
perché ci offrono un significato che può       nate nella vita di coppia, nelle difficoltà
aiutarci a trasformare la liturgia che cele-   tra genitori e figli, o quando un brutto
briamo in vita di santità.                     momento sta visitando la nostra vita.
                                                    Un segno e un gesto che non sono
1. “Mosso dallo Spirito, si recò al tem-       semplicemente un amuleto o un cornet-
pio…”. Così il vangelo ci ha descritto il      to scaccia spiriti del male. No, accende-
cammino del vecchio Simeone. Anche             re di nuovo nel corso dell’anno questa
noi, mossi dallo Spirito, siamo venuti in      candela – e vi invito a farlo – signifi-
questa nostra chiesa per la festa patro-       ca dire al Signore e in un certo senso
nale. Ma non lo abbiamo fatto come al          ammettere che ci sono momenti che
solito. All’inizio di questa liturgia abbia-   non possiamo attraversare animati sol-
mo infatti ricevuto una candela che ha         tanto dal nostro saper fare. Significa
illuminato il nostro entrare in chiesa.        avere l’umiltà di dire che ci sono situa-
Una candela che al termine della cele-         zioni in cui abbiamo bisogno di una
brazione, penso, potremo portare a casa        luce che viene dalla fede. Accendere
con noi per custodirla gelosamente, con        quella candela vuol dire essere illumina-
premura e attenzione. Proprio da questo        ti dal Signore per intravedere soluzioni
rito nasce uno dei nomi di questa festa        di pace, passi da compiere, serenità da
della Presentazione di Gesù al tempio,         ritrovare, solitudine da vincere, buio da
la Candelora.                                  attraversare. Quella luce ci richiama che
      Che senso ha portarsi a casa que-        c’è qualcos’altro o meglio Qualcun’al-
sto cero ? Nella tradizione popolare dei       tro a cui prestare attenzione; accende-
nostri paesi e delle nostre famiglie que-      re quella candela significherà confida-
sta candela benedetta veniva accesa nei        re nell’aiuto del Signore, più che sulle
momenti in cui infuriava il temporale o        nostre forze, perché se il Signore non
la tempesta o quando incombeva qual-           costruisce la casa, invano faticano gli
che pericolo naturale. Mi pare un gesto        operai.
tutt’altro che banale e sorpassato. Pro-
prio all’inizio della celebrazione, infat-     2. Candelora, ma anche festa dell’Incon-
ti, con la Chiesa abbiamo pregato così:        tro. Non bisogna certo andare all’univer-
“Benedici questi ceri e ascolta le pre-        sità per capire il motivo per cui i nostri
ghiere del tuo popolo, che viene incon-        fratelli d’Oriente definiscono la festa
tro a te con questi segni luminosi. Gui-       della Presentazione in questi termini.
dalo sulla via del bene, perché giunga         Difatti il Vangelo ci ha parlato di nume-
alla luce che non ha fine”.                    rosi incontri: Simeone ed Anna che
      Tornando a casa, non porteremo           incontrano il Signore; oppure l’antica

6   Boll. Parr. 2020/1
BOLLETTINO PARROCCHIALE - Pazzalino - Pregassona - Cureggia - Ancillae Domini - Primavera 2020 - Anno 109 - N. 1 - Parrocchia Pazzalino Pregassona
Pazzalino - Pregassona - Cureggia                              Inverno-primavera 2020

alleanza, rappresentata dal Tempio, che       fa aprire strade che nemmeno possiamo
incontra il nuovo Tempio, Gesù Cristo.        immaginare. Maria e Giuseppe erano
      La gioia provata da Simeone ed          andati per adempiere-obbedire a una
Anna nell’incontrare il Signore, mi pare      legge e si ritrovano a essere il tramite
sia segno di quel giusto e vivo desiderio     della gioia per due anziani che posso-
che è racchiuso nel cuore di ogni uomo:       no partire nella gioia. Mai lo avrebbero
riconoscersi nella gioia dell’incontro con    immaginato.
l’altro. Poter vedere il volto dell’altro           E aggiungo un’ultima cosa: un’ob-
“a tu per tu”, poter gioire della presen-     bedienza fatta di concretezza. Partiamo
za dell’altro, è ciò che muove la mag-        ancora dalla nostra esperienza: l’ incon-
gior parte delle nostre scelte. Fatti come    tro, per essere vero, si manifesta con
siamo per il dialogo, per la relazione,       dei gesti e un cuore che accompagna-
per l’amore, la possibilità di un incon-      no, attraverso un bacio, una carezza,
tro è davvero fondamentale per il nostro      uno sguardo, un sorriso, una smorfia,
bene, per il nostro essere persone, per       se necessario. Anche con il Signore è
la nostra vita. Per mancanza di incon-        cosi: gli incontri ai quali Dio convoca
tri si muore. Immaginatevi se stasera o       non bypassano mai l’umano. Simeone
domani non potreste più incontrarvi con       ed Anna sono passati attraverso il tocca-
la persona amata o con i figli e i geni-      re concretamente ed il vedere il Signo-
tori. Quando accade, soffriamo. Siamo         re. Per noi questa concretezza passa ad
come morti.                                   esempio nell’incontro con Dio nel pane
     Dio che conosce il cuore dell’uomo       e nel vino di questa Eucaristia, o attra-
e sa dunque che abbiamo bisogno di            verso le molteplici presenza del Signore.
incontri, nella festa di oggi non fa altro    Non dimentichiamolo: “Ho avuto fame e
che dirci di essere “Incontro per noi”.       tu mi hai dato da mangiare”, ci ripeterà
Lo ha fatto nell’Incarnazione, incontran-     alla fine dei tempi. Se diciamo di obbe-
doci attraverso Gesù. Non a caso, come        dire al Signore, ma non accettiamo di
ci ricordava la liturgia all’inizio di que-   incontrarlo cosi nel nostro prossimo …
sta Messa, la festa della Presentazione       arrischiamo di costruire la nostra casa
è strettamente legata al Natale, 40 gior-     sulla sabbia.
no dopo (40 è un numero significativo             Carissimi, portiamo nelle nostre case
per la Scrittura). Noi siamo in relazione     la luce del Signore che oggi abbiamo
con un Dio che è luce, che dà orien-          ricevuto. Alimentiamola senza paura,
tamento dentro i nostri temporali, un         soprattutto nei temporali della nostra
Dio che incontra, perché suo deside-          vita. Ci aiuti, la luce del Signore dona-
rio è prendersi cura. Ce lo ha ricordato      ta a noi da Maria, a rendere i nostri
la lettera agli Ebrei: “Egli infatti non si   incontri sempre più divini, passan-
prende cura degli angeli, ma della stirpe     do però dall’umano; ci aiuti a ricucire
di Abramo” (Eb 2,16). Di noi si prende        incontri spezzati; ci aiuti ad accordare
cura! Desidera incontrarci. E noi: qual è     i nostri cuori; ci sproni a riconoscere
il nostro termometro di desiderio per lui?    le tante presenza del Signore. Se sarà
      Un Dio che incontriamo, allora,         così, anche noi come Simeone ed Anna,
nell’obbedienza. Questo è il termome-         potremo avere il cuore in pace, vivere
tro per dire se lo desideriamo. Ce lo ha      sereni per poter morire sereni e portare
ricordato il Vangelo attraverso l’obbe-       a desiderio quel che più ci sta a cuore:
dienza di Maria e di Giuseppe. Obbe-          aere incontri veri tra di noi ed incontrare
dienza, che non è un peso. No: l’ob-          Lui, il Signore, la luce delle genti, nell’at-
bedienza al Signore e alla sua Parola ci      tesa dell’incontro definitivo nel tempio
permette di incontrarlo e soprattutto ci      santo del Cielo.

                                                                    2020/1 Boll. Parr. 7
BOLLETTINO PARROCCHIALE - Pazzalino - Pregassona - Cureggia - Ancillae Domini - Primavera 2020 - Anno 109 - N. 1 - Parrocchia Pazzalino Pregassona
Pazzalino - Pregassona - Cureggia                      Inverno-primavera 2020

     Festa della Candelora: la tradizionale processione con la statua della
     Madonna con la coppia Francesca e Carmelo Rossini, priori della festa

La condivisione del pranzo                  Grazie di cuore all’equipe delle donne

8   Boll. Parr. 2020/1
BOLLETTINO PARROCCHIALE - Pazzalino - Pregassona - Cureggia - Ancillae Domini - Primavera 2020 - Anno 109 - N. 1 - Parrocchia Pazzalino Pregassona
Pazzalino - Pregassona - Cureggia                             Inverno-primavera 2020

Il Coro Principale dei Giovani Cantori di Pura diretti dal maestro Christian Barel-
la ha dato un tocco gioioso alla Festa.

La Parrocchia ha organizzato
per la prima volta un corso Alpha
Il corso Alpha organizzato nei mesi di settembre, ottobre e novembre 2019
Una testimonianza di Crivelli Mario

Il primo corso di questo genere è stato        tri settimanali, oltre ad un fine settima-
tenuto al Centro Presenza Cristiana fra        na. Ad ogni incontro viene presentato
il 20 settembre e il 13 dicembre 2019,                      un
                                                             tema aperto di carattere
con un’interruzione durante il weekend                      esistenziale
                                                                           attraverso un
del 15-17 novembre, dove i parteci-                         video
                                                                   dopo   il quale c’è un
panti si sono riuniti presso la Fraternità                  confronto a gruppi.
                                                            
Francescana di Betania a Rovio. Erano                       Ogni corso ha in comu-
                                             
17 i partecipanti, alcuni venuti da Par-       ne tre aspetti: il cibo, la presentazione
                                             
rocchie vicine. È stata per tutti un’espe-     del tema, una conversazione in piccoli
rienza molto gratificante, che ha aiuta-      gruppi.
to ognuno di essi a rendere la propria         Sono più di 23 milioni nel mondo le
fede più robusta e appassionata.               persone che hanno provato questo meto-
                                               do, uno degli strumenti più efficaci di
Ma che cos’è Alpha?                            Nuova Evangelizzazione.
È un corso che si sviluppa su 11 incon-        Se la Chiesa non esce sulle strade e non

                                                                   2020/1 Boll. Parr. 9
BOLLETTINO PARROCCHIALE - Pazzalino - Pregassona - Cureggia - Ancillae Domini - Primavera 2020 - Anno 109 - N. 1 - Parrocchia Pazzalino Pregassona
Pazzalino - Pregassona - Cureggia                                Inverno-primavera 2020

Alcuni momenti della cena durante l’incontro conclusivo del 13 dicembre

evangelizza, allora si ammala. Questo            L’Associazione – per raggiungere tale
il messaggio più volte ripetuto da Papa          scopo – si prefigge in modo particolare
Francesco, utile a ricaricare le batterie        di:
della Nuova Evangelizzazione in cui              • sostenere l’evangelizzazione in ogni
la Chiesa è già attiva da diversi anni.          sua forma e necessità (spirituale, finan-
I corsi Alpha da molto tempo hanno               ziaria, organizzativa);
raccolto questo invito e hanno costrui-          • promuovere e sostenere in modo par-
to una proposta d’introduzione pratica           ticolare i progetti pastorali ritenuti più
alla fede cristiana. Sono 66’000 i corsi         idonei per un’evangelizzazione capilla-
in atto in questo momento in 170 Paesi           re, come ad esempio:
del mondo.                                          – il “Sistema internazionale delle Cel-
La diffusione dei Corsi Alpha nella Dio-               lule parrocchiali di Evangelizzazio-
cesi è uno dei compiti assunti dalla                   ne” in Svizzera;
neo-costituita Aggelìa, un’Associazione             – i Corsi Alpha, nelle loro varie decli-
privata di fedeli, approvata da un’As-                 nazioni;
semblea di soci fondatori e dal Vescovo             – i Corsi di evangelizzazione per
di Lugano.                                             adulti (Weg-erwachsenen- Glau-
                                                       bens);
Lo scopo ideale dell’Associazione, sotto             – i Corsi Sant’Andrea, nelle loro varie
la protezione di San Nicolao della Flüe, è             declinazioni;
quello di promuovere la fede, la speran-            – altre possibili forme per la diffusio-
za e la carità, quali strumenti efficaci di            ne e lo sviluppo della fede;
evangelizzazione al fine di costruire una        • raccogliere fondi nonché incoraggiare
società più fraterna attenta a tutti i bisogni   azioni e iniziative per il finanziamento
spirituali e materiali dell’individuo.           delle attività di evangelizzazione.

10    Boll. Parr. 2020/1
Pazzalino - Pregassona - Cureggia                            Inverno-primavera 2020

Oltre ai Corsi Alpha, Aggelìa offre altri    Lo spunto di tali corsi attinge le sue ori-
programmi che mirano ad avvicinare           gini in Svizzera tedesca, dopo un’espe-
cristiani e non.                             rienza trentennale. I cosiddetti “Glau-
                                             benkurse” (corsi sulla fede) sono serate
Sistema delle Cellule parrocchiali           proposte settimanalmente, su un tema
di Evangelizzazione                          generale o specifico.
             Le cellule sono dei gruppi      Attualmente esistono molteplici corsi
             di laici che si radunano ogni   quali:
             settimana in una casa privata      > “Vieni e vedi”, “Trovare il cen-
             alternando canti, preghiere           tro”, “Padre nostro”, “Eucarestia”,
             di lode, condivisione, cate-          “Nuovo inizio”, “Riaccendere il
chesi e offrendo un servizio nella comu-           fuoco”, “Il credo”.
nità.                                        Sono proposte basate su quattro prin-
Il tessuto in cui si innesta il sistema      cipi:
delle cellule è proprio ed esclusiva-           > la catechesi (chiamata “impulsi”),
mente la parrocchia, definita da Gio-           > la preghiera e il canto, intercalato
vanni Paolo II nella Christi fideles Laici         da momenti di silenzio e medita-
(n. 26): «Comunità di fede e comunità              zione,
organica... nella quale il parroco – che        > la condivisione in gruppi sul tema
rappresenta il Vescovo diocesano – è il            trattato nella serata,
vincolo gerarchico con tutta la chiesa».        > Un quaderno quale sussidio per la
Secondo il metodo delle cellule, l’ado-            settimana con proposte di preghie-
razione eucaristica è alla base dell’e-            ra e meditazione sul tema trattato la
vangelizzazione. Il motivo è semplice:             volta precedente.
Gesù è stato il primo adoratore e il suo
Spirito è l’agente principale dell’evange-   Il corso Sant’Andrea
lizzazione.                                             Corsi della durata di un fine
L’incontro di cellula ha luogo una volta                settimana: Non sono propo-
alla settimana, è centrato sull’evange-                 ste isolate ma fanno parte di
lizzazione e dura all’incirca un’ora e                  un programma di corsi all’in-
mezza.                                       terno di un progetto pastorale della dio-
In Parrocchia sono attive due cellule,       cesi, vicariato o parrocchia. Lo scopo è
che si incontrano di regola ogni martedì.    di formare formatori per far crescere la
                                             propria scuola dievangelizzazione.
I corsi di evangelizzazione                  La Scuola di Evangelizzazione Sant’An-
per adulti                                   drea (SESA) è formata da una comunio-
              Sono corsi di 7/8 serate       ne di scuole in tutto il mondo che con-
              o pomeriggi con temi di        dividono una visione, una metodologia
              introduzione alla fede e       e un programma di formazione.
              di approfondimento. Ci si      L’obiettivo è formare evangelizzatori in
              orienta con degli “impul-      grado, a loro volta, di formare scuole
si” introduttivi per ricevere uno stimo-     parrocchiali o una scuola diocesana di
lo alla riflessione e poi condividerla       evangelizzazione.
in piccoli gruppi. Un quaderno per
i partecipanti sarà consegnato per la
meditazione settimanale al tema pro-
posto.

                                                                2020/1 Boll. Parr. 11
Pazzalino - Pregassona - Cureggia                              Inverno-primavera 2020

La traditio della Comunità
Neocatecumenale durante la Quaresima

L’esperienza del Cammino neocatecu-            Quanta generosità e zelo nell’annunzio
menale è presente da diversi anni nella        del Vangelo di Gesù Cristo, in particolare
Parrocchia di Pregassona. Ma cos’è il          ai più lontani!”.
Cammino? Un’iniziazione cristiana fatta in     La stessa generosità, lo stesso zelo che
piccole comunità dove poter riscoprire la      porteranno, nei prossimi mesi, alcuni fra-
grazia del proprio Battesimo, e gustare la     telli e sorelle a percorrere a due a due
gioia e la bellezza del vivere la propria      le strade di Pregassona annunciando la
fede nelle vicende quotidiane.                 Buona Notizia.
San Giovanni Paolo II, il 21 settembre         Gesù, inviando i suoi discepoli ad annun-
2002, incontrando a Castel Gandolfo gli        ziare il Regno di Dio, dice loro: “Gratuita-
Iniziatori e gli Itineranti del Cammino        mente avete ricevuto, gratuitamente date”
neocatecumenale, diceva:                       (Mt 10, 8). Così questi fratelli, inviati dal
“In una società secolarizzata come la          Parroco, passeranno di casa in casa, lad-
nostra, dove dilaga l’indifferenza religiosa   dove troveranno accoglienza, a testimo-
e molte persone vivono come se Dio non         niare con la loro esperienza di vita che la
ci fosse, sono in tanti ad aver bisogno di     fede non è un salto nel buio, o una serie
una nuova scoperta dei sacramenti dell’i-      di leggi da osservare, ma è l’incontro con
niziazione cristiana; specialmente di quel-    una persona, Gesù Cristo vivo e operante
lo del Battesimo.                              nella Chiesa. Incontro gratuito con l’amo-
Il Cammino è senz’altro una delle risposte     re di Dio che libera, che perdona i pec-
provvidenziali a questa urgente necessità.     cati, che apre cammini di riconciliazione,
Guardiamo le vostre comunità: quante           che dona sapore e senso alla vita.
riscoperte della bellezza e della grandez-                     I catechisti del Cammino
za della vocazione battesimale ricevuta!                               Neocatecumenale

12   Boll. Parr. 2020/1
Pazzalino - Pregassona - Cureggia                                             Inverno-primavera 2020

Vieni e vedi!
Colgo l’invito di don Darius di scrive-
re un breve pensiero su un’iniziativa
che vorrei proporre alla comunità par-
rocchiale di Pregassona. Prima di farlo
suggerisco una storiella simpatica a
mo’ di introduzione.
Un uomo si reca un giorno dal barbie-
re per tagliarsi i capelli e farsi radere
la barba. Come sempre succede in que-
sti casi, si parla di molteplici cose della
 più svariata natura. All’improvviso si
 tocca il tema di Dio e il barbiere dice:
 “Sappia che io non credo affatto all’e-
sistenza di Dio, come lei afferma!”. “E
perché mi dice questo?” domanda il
cliente. “È semplicissimo! basta uscire
 sulla strada
sulla   strada per  per accorgersi
                            accorgersi che    che Dio Dio
 non esiste!
non    esiste! O O mi
                    mi dica:
                          dica: sese Dio
                                      Dio veramen-
                                             veramen-
 te esistesse,
te  esistesse, ci ci sarebbero
                     sarebbero tanti  tanti malati?
                                               malati?
Ci sarebbero bambini abbandonati? EE
 Ci  sarebbero      bambini        abbandonati?              non tutte le persone lo cercano e vanno
 la sofferenza?
la  sofferenza? EE ilil doloredolore cheche pervade
                                               pervade       da lui!”
 l’umanità?       Io  non      posso
l’umanità? Io non posso pensare che     pensare        che   Nella mia esperienza di parroco ho
 esista un     Dio  che     permetta
esista un Dio che permetta tutte queste   tutte    queste    avuto molte occasioni di sentirmi dire
 cose!” IlIl cliente
cose!”        cliente rimane
                         rimane per  per un un attimo
                                                  attimo     dalla gente le stesse cose del barbiere
 senza     parole    e   decide
senza parole e decide infine di non  infine     di    non    e non sempre ho saputo dare rispo-
rispondere per evitare la discussione. IlIl
 rispondere      per  evitare     la  discussione.           ste intelligenti come il cliente. Non di
 barbiere finisce
barbiere      finisce ilil suo
                           suo lavoro
                                lavoro ed   ed ilil clien-
                                                    clien-   rado, nell’attività di evangelizzazione
 te esce   dal   negozio.      Appena
te esce dal negozio. Appena sulla stra-     sulla    stra-   per gli adulti, ho incontrato persone
da, incontra un uomo con la barba ee
 da,  incontra      un     uomo     con    la  barba         con parecchie domande e dubbi in
ii capelli
   capelli lunghi
             lunghi ed ed incolti.
                             incolti. Ritorna
                                        Ritorna allo-allo-   sospeso nel paesaggio del sacro. L’in-
 ra  di corsa      nel   negozio
ra di corsa nel negozio del barbiere   del    barbiere       tenzione è quella di creare un ambien-
 esclamando: “Sa
esclamando:        “Sa cosa
                          cosa lele dico
                                     dico ?? II barbie-
                                                  barbie-
                                                             te favorevole dove esprimersi libera-
ri non esistono!” Replica il barbiere: ““
 ri non    esistono!”      Replica     il  barbiere:
                                                             mente senza essere giudicati su temi
 Come non esistono ? Io sono qui e sono                      quali la fede, la propria vita, Dio, …
Come non esistono ? Io sono qui e sono
 un barbiere!” Continua il cliente: “No ,                    La proposta che mi permetto di avan-
un barbiere!” Continua il cliente: “No ,
 non esistono, perché se esistessero non                     zare è semplice e riassunta con due
non esistono, perché se esistessero non
 ci sarebbero persone coi capelli e la                       parole: “Vieni
                                                                        “Vieni ee vedi”.
                                                                                     vedi”. Una
                                                                                              Una serata
                                                                                                      serata
ci sarebbero persone coi capelli e la                        parole:
 barba tanto lunga e incolta come quel-                      dove,  attraverso   il canto,   la preghiera,
barba tanto lunga e incolta come quel-                       dove, attraverso il canto, la preghiera,
 la di quell’uomo che c’è fuori dal suo                      alcuni stimoli
                                                                     stimoli alla
                                                                             alla riflessione
                                                                                    riflessione ee discus-
                                                                                                     discus-
la di quell’uomo che c’è fuori dal suo                       alcuni
 negozio, sulla strada!” “Eh no! I bar-                      sioni di
                                                                   di gruppo,
                                                                      gruppo, sisi prova
                                                                                    prova aa far
                                                                                               far riscopri-
                                                                                                   riscopri-
negozio,       sullaèstrada!”
 bieri esistono,        solo che “Eh quelle no!persone
                                                   I bar-    sioni
bieri  esistono,     è solo    che   quelle    persone       re la
                                                             re la presenza
                                                                   presenza di di Dio
                                                                                  Dio in in noi
                                                                                            noi ee l’avvici-
                                                                                                    l’avvici-
 non vengono da me!” “Infatti, proprio                       namento    a Lui.
non
 questovengono      da me!”
           è il punto!        Dio“Infatti,     proprio
                                    esiste, solo       che   namento a Lui.
                                                                                   don Gabriele Diener
questo è il punto! Dio esiste, solo che                                            don Gabriele Diener
                                                                                  2020/1 Boll.
                                                                                  2020/1 Boll. Parr
                                                                                               Parr.. 13
Pazzalino - Pregassona - Cureggia                             Inverno-primavera 2020

  Corso “Vieni e Vedi!” sarà da proporre ogni mercoledì sera alle ore 20.30 per le se-
  guenti date:
            22 aprile              13 maggio          3 giugno
            29 aprile              20 maggio        10 giugno
             6 maggio              27 maggio        17 giugno
  Ricordo che il corso è gratuito e aperto a tutti.
                                  Commissione Famiglia ed Evangelizzazione

Adorazione in chiesa parrocchiale
ogni giovedì sera dalle 20.30 alle 21.30 e venerdì pomeriggio dalle 15.00 alle 16.30.

Calendario liturgico
Mercoledì delle Ceneri: digiuno e preghiera
Febbraio
Mercoledì 26 ore 07.15 Santa Messa a Fatima con imposizione delle ceneri
		 ore 17.00 Santa Messa in chiesa parrocchiale con imposizione
			                     delle ceneri
Sabato    29 ore 20.30 -24.00 in San Massimiliano, adorazione eucaristica
			                            guidata dal gruppo Rinnovamento nello Spirito

Marzo
Domenica 1° marzo           I domenica di Quaresima A: orario normale
Domenica 1° ore 09.00 Santa Messa a Cureggia
Mercoledi 18 ore 17.30 Santa Messa prefestiva
Solennità di San Giuseppe
Giovedi    19 ore 10.00 in chiesa parrocchiale
		 ore 10.30 in San Massimiliano
Domenica 29 ore 09.00 a S. Pietro, Orlino

Aprile
Domenica 5 Domenica delle Palme
		 Benedizione degli ulivi:
		 ore 10.00 sul sagrato della chiesa parrocchiale (segue processione
			                in chiesa)
		 ore 10.15 piazzale chiesetta Fatima (segue processione e Santa
			                Messa in San Massimiliano
			                Si raccolgono le buste del Sacrificio Quaresimale
Mercoledì 8 ore 20.00 in chiesa parrocchiale, celebrazione penitenziale
			                   comunitaria

14   Boll. Parr. 2020/1
Pazzalino - Pregassona - Cureggia                       Inverno-primavera 2020

                         TRIDUO PASQUALE
Giovedì 9 Giovedì Santo
		 ore 20.00 in chiesa parrocchiale Santa Messa nella Cena
			                del Signore e adorazione eucaristica silenziosa fino
			                alla mezzanotte

Venerdì 10 Venerdì Santo
		 giorno di magro e di digiuno per adulti e giovani
		 ore 15.00 Liturgia della Passione
			          in San Massimiliano
		 ore 20.00 in San Massimiliano,
			          percorso della Via Crucis
			          fino alla chiesa parrocchiale

Sabato 11 Sabato Santo
		 ore 10.00 – 11.30 in San Massimiliano confessioni
		 ore 15.00 – 18.00 in chiesa parrocchiale confessioni
		 ore 21.00                     VEGLIA PASQUALE in chiesa parrocchiale

Sabato     11 mattina: visita del parroco ai malati

Domenica 12    Domenica di Pasqua
		             ore 08.30 in San Massimiliano
		             ore 10.00 in chiesa parrocchiale
		             ore 10.30 in San Massimiliano

Lunedi 13 Lunedi di Pasqua
		 ore 10.00 in chiesa parrocchiale
		 ore 10.30 in San Massimiliano

Domenica 19    II di Pasqua, domenica della Divina Misericordia
		             ore 08.30 in San Massimiliano
		             ore 09.00 a Cureggia
		             ore 10.00 in chiesa parrocchiale
		             ore 10.30 in San Massimiliano

Domenica 26 ore 09.00 Santa Messa a S. Pietro, Orlino

Maggio
Venerdì 1° S. Giuseppe lavoratore
		 ore 20.00 all’Oratorio di S. Giuseppe

     Nel mese di maggio, ogni sera alle ore 20.00 recita del Santo Rosario
                    nell’Oratorio di San Pietro ad Orlino

                                                          2020/1 Boll. Parr. 15
Pazzalino - Pregassona - Cureggia                             Inverno-primavera 2020

  A Cureggia 4-10 maggio
  festa di San Gottardo
  Lunedì 4 giorno del santo
  ore 9.00 Santa Messa
  		 Sono attivi banco del dolce,
  		 vendita dei lumini
  Domenica 10
  ore 10.00    Santa Messa solenne
  		           e processione con la statua
  		           del santo nelle vie del paese
  		           (attivi banco del dolce,
  		           e vendita dei lumini)

Domenica 10 ore 9.00 in chiesa parrocchiale
		 ore 10.00 Cureggia: Festa di San Gottardo
		 ore 10.30 in San Massimiliano Santa Messa
			                  della Prima Comunione
Domenica 17      Festa della chiesa dedicata ai santi Martiri Giovanni Battista
		               e Massimiliano Kolbe
		               ore 10.30 in San Massimiliano
		               ore 10.00 in chiesa parrocchiale
Mercoledì 20 ore 17.30 Santa Messa prefestiva
Giovedì 21 Solennità dell’Ascensione del Signore
		 ore 10.00 a Pazzalino
		 ore 10.30 in San Massimiliano
Domenica 24      ore   08.30   in San Massimiliano
		               ore   09.00   a S. Pietro, Orlino
		               ore   10.00   in chiesa parrocchiale
		               ore   10.30   in San Massimiliano
Domenica 31      Solennità di Pentecoste
		               ore 08.30 in San Massimiliano
		               ore 10.00 in chiesa parrocchiale
		               ore 10.30 in San Massimiliano
Domenica 31 ore 20.00 conclusione della recita del rosario ad Orlino

Giugno
Lunedi di Pentecoste 1° Gita Diocesana con Mons.Vescovo Valerio Lazzeri
			                     a Sotto il Monte - Bergamo
Lunedi      1° ore 17.30 Santa Messa in chiesa parrocchiale
Sabato       6 ore 17.30 in chiesa parrocchiale Santa Cresima

Domenica     7 ore 09.00 a Cureggia

16   Boll. Parr. 2020/1
Pazzalino - Pregassona - Cureggia                       Inverno-primavera 2020

  Giovedì 11 giugno 2020
  celebrazione solenne del Corpus Domini
  Programma:
  ore 8.30: in San Massimiliano
  ore 10.00: in chiesa parrocchiale
               celebrazione della Santa Messa
  • Processione con il SS Sacramento
    lungo Via alla Chiesa di Pazzalino, Viale
    Cassone, Piazzetta S. Giuseppe, sosta per
    la preghiera e ritorno stesso tragitto
  •	In chiesa parrocchiale:
    benedizione eucaristica e conclusione
  • Aperitivo offerto dal Consiglio parroc-
    chiale a tutta la popolazione a conclusio-
    ne dell’anno pastorale

  Domenica 28
  ore 17.30 in chiesa parrocchiale prefestiva

  Lunedi 29: SS Pietro e Paolo
  all’Oratorio di Orlino
  ore 10.15 Santa Messa solenne

  ore 8.30 in San Massimiliano

Orario estivo Sante Messe feriali
  Da lunedì 22 giugno a venerdì 28 agosto 2020
  La Santa Messa feriale a Pazzalino viene posticipata alle ore 20.00
  In agosto: La Santa Messa alle ore 7.15 a Fatima viene celebrata soltanto il
  martedì e giovedì.
Orario estivo Sante messe festive
  Da domenica 28 giugno a domenica 30 agosto 2020
  sabato sera ore 17.30 a Pazzalino
  domenica    ore 08.30 a San Massimiliano
  domenica    ore 10.00 a Pazzalino

                                                           2020/1 Boll. Parr. 17
Pazzalino - Pregassona - Cureggia         Inverno-primavera 2020

Vita parrocchiale
Ottobre festa Madonna di Fatima
La tradizionale processione con la sta-
tua della Madonna di Fatima da San
Massimiliano a Fatima, con preghiere
e canti.

18   Boll. Parr. 2020/1
Pazzalino - Pregassona - Cureggia                          Inverno-primavera 2020

Natale 2019: i presepi allestiti nelle nostre chiese della parrocchia

A Pazzalino

A San Massimiliano

A San Pietro, Orlino
                                                              2020/1 Boll. Parr. 19
Pazzalino - Pregassona - Cureggia   Inverno-primavera 2020

A Cureggia

Luminarie a Pazzalino

20   Boll. Parr. 2020/1
Pazzalino - Pregassona - Cureggia                         Inverno-primavera 2020

Santa Messa di ringraziamento di fine anno con il canto del TeDeum

Rassegna corale con i cantori di Pregassona e il Coro delle Cime

                                                             2020/1 Boll. Parr. 21
Pazzalino - Pregassona - Cureggia                         Inverno-primavera 2020

        Un saluto dal parroco don Darius Solo

A San Massimiliano concerto di Natale dei Cantori di Pregassona e il coro ospite di
Sessa-Monteggio

22   Boll. Parr. 2020/1
Pazzalino - Pregassona - Cureggia                              Inverno-primavera 2020

Teatro Epifania
Il sei gennaio, come ogni anno, festa dell’Epifania. I bambini piccoli attori della nostra
parrocchia hanno rappresentato la culla del piccolo Re. Attraverso costumi, canti e
dialoghi della recita hanno fatto presente l’Amore di Dio per i suoi figli.

                                                                  2020/1 Boll. Parr. 23
Pazzalino - Pregassona - Cureggia                  Inverno-primavera 2020

19 gennaio a San Massimiliano Santa Messa animata dai bambini della Prima
Comunione di quest’anno

24   Boll. Parr. 2020/1
Pazzalino - Pregassona - Cureggia                           Inverno-primavera 2020

 Formazione biblica, con Giancarlo Camisasca
 Durante la Quaresima abbiamo pensato a tre serate di formazione bibli-
 ca e di preparazione alla Pasqua. Date previste: mercoledì 4, 11 e 25
 marzo 2020 al Centro di Presenza Cristiana alle ore 20.00. Tema: il libro
 di Gioele.

Il libro di Gioele
Da alcuni anni ci dedichiamo durante        Dio”. D’altro lato il periodo pasquale
la Quaresima alla lettura di testi bibli-   può terminare nel segno del libro di
ci, non perché pensiamo che si tratti       Gioele, che fornisce una delle pos-
di una penitenza (anzi siamo convin-        sibili prime letture della messa della
ti che l’incontro con essi sia fonte di     vigilia di Pentecoste (Gl 3,1-5), dove
gioia), ma perché il periodo quaresi-       l’argomento è l’effusione dello spirito
male è un’occasione per approfondire        su tutti i fedeli: “Così dice il Signore:
la nostra fede e per cercare di mettere     «Io effonderò il mio spirito sopra ogni
a fuoco le sue implicazioni con l’aiu-      uomo»”.
to della Scrittura. Tre anni fa ci limi-    Ma dove collocare nella Bibbia il libro
tammo a leggere i salmi e i vangeli di      di Gioele? Si tratta di un libro profe-
tre domeniche quaresimali, due anni fa      tico, che fa parte di quei dodici testi
affrontammo un testo senz’altro adatto      chiamati “profeti minori” non nel senso
all’austerità della Quaresima, le Lamen-    che siano di minore importanza rispet-
tazioni, con una lettura completa e         to ai “profeti maggiori” (Isaia, Geremia,
continua, mentre l’anno scorso si diede     Ezechiele e, nella tradizione cristiana,
spazio anche a un libro del Nuovo           Daniele) ma perché si tratta di scritti
Testamento, la lettera ai Galati. Volen-    significativamente più brevi. Quando si
do continuare con la lettura comple-        scriveva su rotoli di papiro o di per-
ta di un libro, è necessario sceglierne     gamena il contenuto complessivo di
qualcuno non molto lungo, che possa         questi dodici scritti era di dimensioni
essere trattato nel corso di tre o quat-    tali da riempirne uno e così si è creata
tro serate. Quest’anno ho proposto il       una specie di affinità tra di loro, mal-
libro di Gioele, che è piuttosto breve      grado le differenze tra i singoli autori
(quattro capitoli per un totale di 73       e i vari contesti storici nel quale si col-
versetti) ed è significativamente lega-     locano. L’ordine nel quale li troviamo
to alla liturgia della Quaresima e del      nelle nostre bibbie è, a grandi linee,
tempo pasquale. Infatti da esso è tratto    cronologico: il primo (Osea) e il terzo
il brano con il quale si apre la Quare-     (Amos) sono esplicitamente collegati a
sima: la prima lettura della messa del      fatti e personaggi della metà del sec.
mercoledì delle Ceneri (Gl 2,12-18),        VIII a.C., cioè di un periodo nel quale
che contiene un invito ad una sincera       Israele è diviso nei due regni con capi-
conversione: “laceratevi il cuore e non     tale Gerusalemme e Samaria ma anco-
le vesti, ritornate al Signore, vostro      ra indipendente e relativamente sicuro.

                                                               2020/1 Boll. Parr. 25
Pazzalino - Pregassona - Cureggia                           Inverno-primavera 2020

Le tensioni di quell’epoca sono piut-
tosto nell’ambito sociale e in quello
religioso. Gioele si trova tra questi due
libri, secondo dei dodici profeti mino-
ri. Segue il brevissimo libro di Abdia,
difficilmente databile, e poi vengo-
no Giona e Michea, dove è chiaro
il collegamento con il periodo di
massima potenza degli Assiri, che alla
fine del medesimo sec. VIII distrug-
gono Samaria e minacciano seriamen-
te Gerusalemme. I tre libri successivi
(Naum, Abacuc e Sofonia) ci porta-
no già a circa un secolo più tardi, alla
distruzione della potenza assira e di
Ninive, la loro capitale. Gli ultimi tre
profeti minori (Aggeo, Zaccaria e Mala-
chia) si riferiscono chiaramente ad
avvenimenti del VI sec., legati al ritor-
no dall’esilio dopo la distruzione di
                                            Il profeta Gioele
Gerusalemme ad opera dei Babilonesi
nel 587 a.C e la fine della deportazione
cinquant’anni più tardi grazie al re per-   sembra suggerire: Gioele considera il
siano Ciro. Seguendo questo criterio        livello della cronaca, poi quello della
cronologico implicito nell’ordine con       storia e infine quello della fine della
il quale i “profeti minori” ci sono stati   storia o dell’escatologia. Il profetismo
tramandati, Gioele dovrebbe dunque          infatti non si occupa solo del futuro,
risalire alla metà del sec. VIII a.C. ma    ma cerca un senso da dare agli avve-
una datazione è molto difficile. Infat-     nimenti, anche del passato e del pre-
ti il libro non dice nulla della persona    sente, proiettati in una prospettiva di
e della vita di Gioele (tranne il nome      fede. In questo senso anche il tema del
del padre, Petuel, del quale tuttavia       “giorno del Signore” sul quale il libro
non sappiamo nulla) e inoltre parla di      torna a più riprese non si riferisce solo
diversi eventi (un’invasione di locuste,    alla fine del mondo ma è uno sguar-
una siccità, la conquista di un esercito    do al di là dei limiti dei singoli eventi,
nemico) che non riusciamo a colloca-        applicabile alla storia di un popolo o
re in un quadro storico preciso, perché     dell’umanità come anche alle vicende
mancano di riferimenti concreti a fatti     di ogni persona che riflettendo sulla
e personaggi ben identificabili. Gioele     sua vita scopre la presenza discreta
è quindi un profeta che non possia-         (“elusiva”, per usare un termine caro
mo collegare ad una situazione deter-       a uno studioso dell’Antico Testamen-
minata (anche se probabilmente per i        to, Samuel Terrien) del Dio di Abramo,
suoi contemporanei non era così). La        di Isacco, di Giacobbe e anche di tanti
nostra lettura seguirà un certo sche-       altri!
ma, forse arbitrario ma utile almeno
                                                                Giancarlo Camisasca
per un primo approccio, che il testo

26   Boll. Parr. 2020/1
Pazzalino - Pregassona - Cureggia                            Inverno-primavera 2020

Battesimi in Parrocchia anno 2019

21 bambini sono rinati a vita nuova per il dono di Cristo nel battesimo
Aurora            Ietto                   di Fabio e Maria Josè           27.01.19
Amelie            Bonifazi                di Daniele e Giusi              28.04.19
Alyssa            Bonifazi                di Daniele e Giusi              28.04.19
Elinor Rose       Bachanouskaya           di Bernard e Natallia           26.05.19
Noah              Mioni                   di Roberto e Takebe             01.06.19
Laiana Silvia     Da Costa                di David e Daniela              01.06.19
Nicole            Campana                 di Luca e Gloria                15.06.19
Nicolas           Delle Donne             di Luca e Paloma                16.06.19
Céline            Cassina                 di Edy e Filomena               21.07.19
Anita             Silvagni                di Andrea e Giovanna            08.09.10
Emma              Saurwein                di Massimiliano e Valentina     08.09.19
Aaron             Fanelli                 di Marco e Laura                08.09.19
Elisabetta        Bianchi                 di Alessandro e Niluka          15.09.19
Liam              Danesi                  di Daniele e Ylenia             15.09.19
Mattia            Pellegrino              di Massimo e Daniela            22.09.19
Eloise            Almeida                 di Vasco e Giada                29.09.19
Sofia Ginevra     Bova                    di Graziano e Annalisa          06.10.19
Emely Aurora      Alexander-David         di Iradj e Alba                 06.10.19
Alysia            Ibanez De Jesus         di Marco e Jessica              27.10.19
Theo              Giovinazzo              di Corrado e Cristina           03.11.19
Kyle Nicola       Sigrisi                 di Antonio e Sharon             29.12.19

4 coppie hanno consacrato il loro amore nella chiesa, con il sacramento del matrimonio
Corradin Rico                e            Grosso Rita
Tartaglia Antonio            e            Fontana Eleonora
Steiner Joel                 e            Viglezio Valentina
Graziotti Gianluca           e            Sulser Elena

                                                                2020/1 Boll. Parr. 27
Pazzalino - Pregassona - Cureggia                      Inverno-primavera 2020

                L’eterno riposo dona loro o Signore
     e splenda ad essi la luce perpetua riposino in pace. Amen
     Maria Nives Pedrozzi, 1934
     Bruna Pagnamenta, 1945
     Jean-Antoine Wild, 1944
     Michele De Muru, 1932
     Maria Divina Regazzoni, 1949
     Pia Solari, 1928
     Flavia Fasolis-Brivio, 1931
     Settimia Ruoholahti, 1930
     Gianni Vitali, 1945
     Matteo Cantoreggi, 1984
     Luca Fraquelli, 1965
     Silvana Knecht, 1927

 Avvertenza: Per ragioni di praticità questo bollettino viene distribuito a
 tutti i fuochi di Pregassona. Ci scusiamo con coloro che non fossero inte-
 ressati a riceverlo e confidiamo nella loro comprensione.

Angolo della generosità

Dal 16 settembre al 31 gennaio 2020        Piero Barelli, Riccardo Barlotti, Beny
Contributo volontario                      Barresi, Ernesto Bassi, Sandro Bassi,
(per un totale di fr. 43’145)              Francesco Beltraminelli, Paolo Bel-
                                           traminelli, Othmar Benz, Oscar Bera,
A Maria Acocella, Adele Acquaro,           Nicoletta Beretta-Piccoli, Adriano
  Evelyne Aerni, Davide Agostinis,         Bergamini, Pietro Bernardo Ciddio,
  Anna Albertella, Mauro Aldeghi, Teo-     Nicla Bernasconi, Franco Bernasco-
  doro Amadò, Ferdinando Amoretti,         ni, Curio Bernasconi, Rosa Berna-
  Rossella Andaloro, Giovanna Andre-       sconi, Mauro Bernasconi, Giorgio
  etti, Lorenza Ariatta, Angelo Arigoni,   Bernasconi, Valeria Bertarelli, Gianni
  Gianantonio Aspali, Siro Aspali, Dario   Berto, Isidoro Bertoni, Jonathan Bet-
  Avesani.                                 tosini, Fabio Biaggi, Angelo Biaggini,
B Anna Bacchia, Luciana Baceda,            Luciano Bianchi, Raimondo Bianchi,
  Priska Bakàcsovà, Michela Balmel-        Ilario Bignasci, Eugenio Biolzi, Gian
  li, Renato Barchiesi, Bruno Barella,     Antonio Bloch, Fiorenza Bloch, Maria

28    Boll. Parr. 2020/1
Pazzalino - Pregassona - Cureggia                             Inverno-primavera 2020

  Antonia Bocchese, Giovanni Bocchi,              nio Della Sala, Fiorenzo Dell’Era,
  Renzo Boisco, Lorenza Bolzani, Con-             Oskar Delmenico, Arminio Delorenzi,
  cetta Bonadies, Marta Bonaglia Hum-             Adua Demarchi, Ilario Di Giuseppe,
  bert, Natalina Borioli, Waldo Borioli,          Enzo Di Maira, Antonio Di Marco,
  Ann Borioli, Filippo Bortone, Giam-             Nicola Di Meo, Domenico Di Meo,
  paolo Boscato, Rosanna Botta, Danilo            Immacolata Di Meo, Silvio Di Resta,
  Bottinelli, Noris Bottinelli, Tania Bot-        Samuele Dietler, Katharina Dipasqua-
  tinelli, Bruno Bottinelli, Fabio Bottini,       le, Josef Dornbierer, Valter Dossi.
  Sergio Bricalli, Marco Briccola, Sergio     E   Christiane Eberle, Anna Eggemann,
  Brugnoli, Ferruccio Brusa, Giancarla            Carlos Eguia Budiño, Cecilia Eisen-
  Buser.                                          hardt, Christa Elsener, Claudio
C Gioacchino Cadei, Athos Calanchini,             Ermanni.
  Antonio Calanchini, Attilio Calzola-        F   Anna Maria Facchinetti, Carlo Fac-
  ro, Corrado Calzoni, Mirella Camil-             chini, Adalgisa Faccioli, Marco Fan-
  lotti, Giancarlo Camisasca, Emanuele            toni, Viviana Fasoletti, Flavia Fasolis,
  Camozzi, Giorgio Campana, Augusto               Marco Federspiel, Luigi Ferrara, Rita
  Campana, Luca Campana, Alfonsina                Ferraro, Giovanni Ferretti, Fiorenzo
  Cantoreggi, Vincenzo Capano, Euge-              Filipponi, Flavio Finale, Daniele Fini,
  nio Capocasale, Lodovico Carrara,               Charles Florio, Gyula Foeldesi, Marco
  Veronica Caruso, Roberto Casac-                 Folini, Anna Maria Fontana, France-
  cia, Carla Casanova, Adele Casano-              sco Formenti, Chiara Formenti, Lino
  va, Angelo Casarella, Marco Caso-               Fornoni, Alessio Fornoni, Renato
  ni, Mauro Cassina, Chiara Cassina,              Franceschi, Gianfranco Franzi, Massi-
  Giuseppe Cassina, Heidy Cassina,                mo Friedrich, Arnoldo Frigerio, Emi-
  Margrit Castelbuono, Ivonne Castelli-           lio Fumagalli.
  Marquardt, Antonio Casuscelli, Gianni       G   Dolores Galli, Dorotea Galli, Elena
  Cattaneo, Laura Catteruccia, Adriano            Galvaligi, Viviana Gatsis, Flavio Geni-
  Cavadini, Alessandro Cavadini, Silva-           ni, Ivano Genini,. Francesca Geno-
  na Cavalleri, Mauro Cecchini, Monica            vese, Angela Giacomini, Giorgio
  Cereghetti, Fabio Chiozzani, Miche-             Gianora, Marco Gilardi, Luciano Gior-
  la Cicala, Gaetano Cillo, Maurizio              dani, Octavio Gisler, Arnaldo Gobbin,
  Cimino, Filomena Cimino, Ottorina               Pedro Gordillo, Clelia Giovanna Gori,
  Clerici, Mario Colombo, Giuseppe                Luca Grisanti, Elisabeth Guerini, Fran-
  Colucci, Ignazio Consagra, Giovanna             co Guglielmini, Gabriele Guglielmini.
  Conte, Salvatore Cortese, Rosa Cri-         H   Erika Haak, Paul Heman, Remo
  stiano, Mario Crivelli, Sergio Crivelli,        Hochstrasser.
  Luca Crivelli, Pierluigi Croci, Paolo       I   Davide Iannunzio, Marco Imperado-
  Crucitti, Francesco Curioni,                    re, Carlo Iorio, Giorgio Izzo.
D Manuel da Costa Ribeiro da Mota,            J   Franca Jaconi, Peter André Jäggi, Vit-
  Davide Daglio, Vito D’Agostino,                 toria Jäggi, Achille Jelmini, Angelo
  Giuliana D’Agostino, Carlo Daldini,             Jelmini.
  Romano Daldini, Domenica Danesi,            K   George Kauffman, Gianni Kaufmann,
  Sergio Darni, Stefano Daume, Stépha-            Laurence Keller, Peter Knapp, Gladys
  nie Dayer, José De Almeida Gabriel,             Kühne.
  Anna Maria De Carli, Aldo De Gaspe-         L   Aldo Lanciano, Maria Laporta, Silvano
  ri, Salvatore Della Badia, Francesco            Larghi, Fahrudin Lemo, Maria Lentini,
  Della Badia, Sandro Della Sala, Anto-           Rita Leonardi, Gilbert Lepori, Agnese

                                                                  2020/1 Boll. Parr. 29
Pazzalino - Pregassona - Cureggia                              Inverno-primavera 2020

     Lepori, Alessandro Levorato, Pieral-         lo Pisano, Carla Polo, Emilio Porretti,
     fredo Livio, Giacomo Lombardo, Atti-         Bianca Porta, Alberto Porta, Ferruc-
     lio Lovatti, Teresa Luminati.                cio Pozzali, Edi Pozzi, Andrea Prada,
M    Alessandro Maccagnan, Pasqualina             Rita Prinz, Serafino Privitera, Stephan
     Macconi Venco, Daniele Maffi, Gior-          Probst, Jasmina Pucar, Carlo Puddu.
     gio Mainini, Maria Agatha Malfanti,      Q   Renato Quadranti, Fernando Quadrel-
     Germana Maltese, Ricardo Mangui-             li, Natalina Quadri, Juan Quadri.
     to Vida, Andrea Marano, Eugenio          R   Iole Ragni, Rocco Rainone, Marco
     Marazzi, Maria Marchese, Carlo Mar-          Ranzi, Brigitte Ranzoni, Andrea
     con, Dalmazio Marcozzi, Giordano             Rathey, Gianfranco Rathey, Pie-
     Marelli, Marica Mariani, Monica Mar-         tro Reali, Mauro Realini, Marialuisa
     mori, Stefano Marotta, Karl Marti,           Regazzo, Daniele Regazzoni, Stefano
     Virgilio Martinelli, Mercedes Marti-         Regazzoni, Stefano Regazzoni, Fran-
     nez Torri, Anna Maria Martino, Maria         cis Reinhard, Kreszentia Remonda,
     Martins De Castro Mesquita, Maria            Umberto Ren, Sergio Renzi, Alberto
     Matos Ribeiro Mesquita, Damiano              Resende Rodrigues, Angelo Rezzoni-
     Mattei, Gemma Mazza, Alfio Maz-              co, Liliana Rezzonico, Elvira Rezzo-
     zola, Simona Mazzucchelli, Anna              nico, Veronica Righini, Silvia Rigia-
     Maria Mazzucchelli, Romano Medica,           ni, Gianluigi Rimoldi, Sonia Rinaldi,
     Angelo Melchiori, Gabriella Merlini,         Danilo Rizzi, Fernanda Rizzi, Gaetan
     Marco Micciché, Sergio Mojana, Tizia-        Robveille, Claudio Roduit, Donato
     na Molinari, Maurizio Monga, Pietro          Rosamilia, Hermenegilda Rosano,
     Montagna Maffongelli, Eurico Mon-            Marco Rossi, Ivan Rossi, Carmelo
     teiro Rodrigues, Carlo Monti, Giorgio        Rossini, Gabriele Roveri, Riccardo
     Mora, Marisa Morelli, Franca More-           Ruisi, Sergio Rusconi.
     si, Giuliano Moretti, Nando Morini,      S   Thekla Sabbioni, Mara Sajic, Tina
     Annamaria Morotti, Pietra Morrea-            Saluto, Domingo Sampietro, Bruno
     le, Jim Moser, Bruno Motta, Hugo             Sandmeier, Maria Santelli, Giovanni
     Müller, Marco Muscionico, Cosima             Sardelli, Sergio Sartoris, Marilena Sas-
     Muscogiuri, Gabriella Musio.                 saro, Giovanna Saviolo, Mariangelo
N    Patrizia Naldi, Domenico Nicotina,           Scalena, Gianpaolo Scheurer, Antonio
     Carlo Norghauer.                             Schiavone, Luca Schwank, Vincenzo
O    Georges Oberson, Henriette Onder-            Scoppa, Clara Scossa-Baggi, Giusep-
     ka, Doris Ortelli, Andreas Osterwal-         pe Scudo, Sandrasekaram Selvarasa,
     der, Manfred Oswald.                         Paolo Servida, Marco Soardi, Aldi-
P    Pierfranco Pagani, Rosanna Paga-             no Soldati, Santa Sofia, Tazio Solari,
     ni, Giorgio Palladini, Silvia Panel-         Rosanna Soldati, Pasquale Soldini,
     la, Lorenzo Panzeri, Mirella Papais,         Marco Soldini, Luca Soncini, Mirko
     Mauro Parma, Mirella Parolini, Anto-         Starcevic, Peter Steiner, Eliana Steiner,
     nio Paronesso, Fabio Pedrazzani,             Caterina Surace.
     Eugenio Pedrazzini, Maria Pedrozzi,      T   Enrica Taddei, Dario Taddei, Mauro
     Mauro Pedrozzi, Giorgio Pedrozzi,            Tantardini, Maria Tarozzi, Marilena
     Angela Pedrozzi, Dragica Pejic, Vene-        Tenzi, Arcangelo Terrana, Carla Tirel-
     ra Pennisi, Luigi Perfetti, Pasqualino       li, Vittorio Togneri, Despina Tosca-
     Petriella, Fausto Pianezzi, Americo          nelli, Iole Triaca, Michel Tricarico,
     Piazza, Giacomo Pieralli, Cinzia Pie-        Susanna Trojani, Luciano Tropea,
     trafitta, Raoul Pietrogiovanna, Carme-       Graziella Tunesi, Daniela Tunesi.

30     Boll. Parr. 2020/1
Pazzalino - Pregassona - Cureggia                            Inverno-primavera 2020

U Roberta Udabotti, Marisa Unternährer.       fam. Knecht (per il funerale di Silvana
V Gian Battista Vaghi, Franca Valne-          Knecht), Movimento dei Focolari (per
  gri, Maria Grazia Valoti, Ada Valsan-       la messa in ricordo di Chiara Lubich),
  giacomo, Simone Vannini, Alberto            fam. Alfredo Pagnamenta (per il funera-
  Venanzetti, Irene Venturato, Giacomo        le della moglie Bruna), fam. Ruoholahti
  Venturato, Marisa Vicari, Ivan Vicari,      (per il funerale di Settimia Ruoholahti),
  Aleardo Villa, Gianni Vitali, Marilena      fam. Vitali (per in funerale di Gianni
  Volpi, Moreno Volpi, Andrea von Fel-        Vitali).
  ten, Alphons von Felten, Jacqueline
  Vonderach.                                  In memoria
W Cornelia Widmer, Hermann Wilhelm,           (per un totale di fr. 1’120)
  Rosa Wolk.
Z Andrea Zambarda, Regina Zambel-             Edvino e Olga Andreetta (in memoria
  li, Marco Zambotti, Rossella Zanin,         di Gianni Vitali), Giovanna Marcheggia-
  Marzio Zanzi, Maria Zappalà, Marino         ni (in memoria di Guido Marcheggiani),
  Zotti, Giorgio Zurfluh.                     Carlo Reali (in memoria di Annie Reali),
                                              Daniele Regazzoni (in memoria di Maria
Bollettino parrocchiale                       Divina), Marco ed Edith Regazzoni (in
(per un totale di fr. 515)                    memoria di Giuseppe, Candida e Lucia),
                                              Paolina Valnegri (in memoria di Fausta
Fernanda Bettoli, Giusy Di Meo, Franco        Crivelli).
Marangi, Rosanna Pagani, Emilio e Mari-
nella Porretti, Stephan Probst, Giovanna      Altre offerte
ed Elide Ronchetti, Franca Valnegri, Pao-     (per un totale di fr. 2’158)
lina Valnegri, Mary Zanetti, Marino Zotti.
                                              Cantori di Pregassona (contributo per la
Per servizi resi                              rassegna corale), Bruno e Loredana Gia-
(per un totale di fr. 1’580)                  nella, Grifone Autofficina (per i poveri),
                                              R.O. e V.M.V. Mancini, Katja Matiazza,
Fam. Irodj e Alba Alexander-David (per        Mercedes Martinez, Laura Moghini (per
il battesimo di Emely Aurora), fam.           il pranzo della festa di Fatima), Federico
Vasco e Giada Almeida-Rutner (per il          Remonda, Gianni Mario Ricciardi, Alear-
battesimo di Eloise), Umberta Arrigo-         do Villa (per l’oratorio di Orlino).
ni (per messa in suffragio dei defunti
fam. Arrigoni/Pradolini), fam. Grazia-
no e Annalise Bova (per il battesimo di
Sofia), fam. Cantoreggi (per il funerale di
Matteo Cantoreggi), Roberto e Loredana
Castelluccio (per il battesimo di Edoar-                   A tutti
do), Milva De Maria (per il funerale della
mamma Maria Pedrozzi), fam. Giabar-                      il nostro
do Bettoni (per il funerale di Adriana),
fam. Corrado e Cristina Giovinazzo (per                 più sentito
il battesimo di Teo), Michel e Veronica
Gorsatt Pedroli (per il battesimo di Elyse           ringraziamento
ed Elisey), fam. Marco e Jessica Ibanez
de Jesus (per il battesimo di Alysia),

                                                                 2020/1 Boll. Parr. 31
Puoi anche leggere
DIAPOSITIVE SUCCESSIVE ... Annulla