VIAGGI D'ISTRUZIONE ART. 1 LE FINALITA'

 
REGOLAMENTO VISITE GUIDATE E VIAGGI DI ISTRUZIONE

                                             VIAGGI D’ISTRUZIONE

                                                          ART. 1

                                                    LE FINALITA’

Come previsto dalla CM 253 del 1991, le visite guidate e i viaggi di istruzione vanno attentamente e
diligentemente programmati e progettati.1

    1. I viaggi di istruzione devono essere programmati con precise finalità culturali e preceduti da
       un’adeguata preparazione della classe da parte dei docenti promotori dell’iniziativa, che
       dovranno assumersi, di norma, l’onere di accompagnare gli allievi.

    2. La realizzazione di visite guidate, viaggi di istruzione e gemellaggi non deve costituire
         motivo di eccessivo aggravio economico per le famiglie degli studenti, né determinare
         all’interno delle classi discriminazioni legate a motivi economici. In caso di necessità, il
         Consiglio d’Istituto può deliberare un contributo alle spese delle famiglie, entro gli ambiti e
         con le modalità previste dalle vigenti normative a sostegno del diritto allo studio, attingendo
         al fondo di solidarietà.
    3. Le partenze di norma non possono avvenire prima delle ore 5,30 e i rientri devono essere
         effettuati entro le ore 22,30. Deroghe a questi limiti orari sono ammesse solo se per il
         viaggio si utilizza il treno, o per altri documentati motivi

    4. Le attività connesse allo svolgimento di settimane bianche o verdi, se effettuate durante il
       periodo delle lezioni, sono assimilabili, per la loro tipologia, salvo diverse disposizioni
       ministeriali, a quelle dei viaggi di istruzione, per cui si dispone la loro reciproca
       alternatività. La settimana bianca o verde avrà la durata massima di tre giorni per le classi
       del biennio e di sei giorni per tutte le classi del triennio.

    5. Le attività di cui al presente articolo rientrano nel piano delle attività del POF

1
   “Le visite guidate e i viaggi di istruzione, ivi compresi quelli connessi ad attività sportive, presuppongono, in
considerazione delle motivazioni culturali didattiche e professionali che ne costituiscono il fondamento e lo scopo
preminente, una precisa, adeguata programmazione didattica e culturale predisposta nelle scuole fin dall'inizio dell'anno
scolastico e si configurano come esperienze di apprendimento e di crescita della personalità, rientranti tra le attività
integrative della scuola.
Tale fase programmatoria rappresenta un momento di particolare impegno dei docenti e degli organi collegiali ad essa
preposti e si basa su progetti articolati e coerenti che consentono, per ciò stesso, di qualificare dette iniziative come vere
e proprie attività complementari della scuola e non come semplici occasioni di evasione.
Non è necessariamente prevista una specifica, preliminare programmazione per visite occasionali di un solo giorno ad
aziende, musei, unità produttive” (C.m. 253/2012 prf. 1.2).
ART. 2

                                 SCELTE DELLE DESTINANZIONI

    1. Le proposte relative ai viaggi di istruzione e alle visite guidate dovranno essere presentate
        per iscritto dal docente referente al consiglio di classe, convocato per la programmazione
        delle attività didattiche, entro e non oltre il termine stabilito dall’apposita circolare.
        Eventuali richieste presentate oltre tale data non verranno prese in considerazione. Il
        Consiglio di Classe propone, inoltre, gli accompagnatori e loro eventuali sostituti. Sono
        evitate destinazioni comunque sconsigliate da enti, istituzioni o per ragioni di sicurezza.

    2. A supporto dell’attività, è istituita una Commissione Viaggi con il compito di:

           1.   Proporre il regolamento dei viaggi d’istruzione e sottoporlo all’approvazione del
                collegio dei docenti,
           2.   Proporre mete,
           3.   Coordinare le richieste di viaggi d’istruzione
           4.   Esaminare le offerte pervenute dalle varie agenzie di viaggio
           5.   Redigere una tabella comparativa
           6.   Proporre la scelta del servizio
           7.   presentare al Consiglio di Istituto i preventivi pervenuti per l’approvazione finale

    3. Non è autorizzata di norma l’uscita di una singola giornata su più giorni consecutivi e non è
        autorizzata di norma l’uscita di una singola giornata oltre ad un massimo di cinque uscite
        l’anno.

                                                   ART.4

                                       COMMISSIONE VIAGGI

    1. La Commissione sarà composta da:

           2.   Dirigente Scolastico o suo delegato (membro di diritto)
           3.   Da 4 docenti suddivisi per indirizzo e tra Sede centrale e sede succursale;
           4.   Da un Rappresentante degli studenti e uno dei genitori del Consiglio d’Istituto;2
           5.   Da un Rappresentante ATA della segreteria.

                                                   ART.5

                                      ORGANI DELIBERATIVI

    1. I viaggi d'istruzione sono rimessi all'autonomia decisionale degli organi collegiali della
        scuola. In particolare, spetta al Consiglio di Istituto, ai sensi dell'art. 6 del D.P.R. 416/74,
        determinare, sulla base delle accertate disponibilità finanziarie, i criteri generali per la
        programmazione e l'attuazione delle iniziative, utilizzando gli orientamenti programmatici
        dei consigli di classe (art. 3 del succitato D.P.R. n. 416/74), dei quali si rende promotore il
2
 N.B. I rappresentanti degli studenti e dei genitori sono ammessi a partecipare senza oneri a carico del
bilancio della scuola e hanno funzioni consultive in ordine alle destinazioni
collegio dei docenti (art. 4). La delibera del Consiglio di istituto, come ribadito dalla
   suddetta circolare “rappresenta, in sostanza, nella procedura relativa alla programmazione,
   progettazione ed attuazione del viaggio, l'atto finale che conclude varie fasi costituenti un
   vero e proprio procedimento amministrativo”.

                                            ART. 6

                                   ACCOMPAGNATORI

1. Per le uscite e i viaggi di istruzione è stabilito un rapporto di norma di un accompagnatore
   ogni 15 alunni. Eventuali deroghe motivate soprattutto sul piano economico, possono essere
   concesse dal Consiglio di Istituto comunque entro un limite massimo di 3-4 alunni per
   accompagnatore, comunque a condizione che gli accompagnatori dichiarino di assumersene
   la responsabilità e di assicurare la dovuta sorveglianza.
2. Nei viaggi all’estero almeno un docente accompagnatore deve conoscere la lingua del Paese
   che si intende visitare o la lingua inglese, o francese o spagnola. Se partecipano alunni
   diversamente abili deve essere deliberata l’aggiunta di un ulteriore accompagnatore in
   relazione alle necessità. Ciascun docente non può partecipare a più di un viaggio nel
   medesimo anno scolastico, salvo il caso di irreperibilità di un insegnante accompagnatore, o
   per sopraggiunta impossibilità di partecipare per l’insegnante già individuato. Onde
   garantire l’effettuazione del viaggio d’istruzione, dovrà essere individuato, di norma, per
   ogni iniziativa programmata, anche un docente supplente. Il personale non docente, ove
   ritenuto possibile alla luce delle valutazioni condivise dal DSGA, sono ammessi a
   partecipare come accompagnatori, ovvero, per le sole di un giorno ed in casi del tutto
   eccezionali, sono ammessi a partecipare come accompagnatori genitori solo se
   rappresentanti nel Consiglio di Classe o di Consiglio di Istituto, senza oneri a carico del
   bilancio della scuola e a condizione che si impegnino a partecipare alle attività programmate
   e a vigilare sulla scolaresca al pari dei docenti e di altro personale scolastico, previa
   sottoscrizione di apposito modulo di autodichiarazione allo svolgimento
   dell’accompagnamento.
3. Nei viaggi finalizzati allo svolgimento di attività sportive, la scelta degli accompagnatori
   cadrà sui docenti di educazione fisica, con l'eventuale integrazione di docenti di altre materie
   cultori dello sport interessato o in grado per interessi e prestigio di aggiungere all'iniziativa
   una connotazione socializzante e di promuovere un contatto interdisciplinare che verifichi il
   binomio cultura-sport. Le attività connesse allo svolgimento di settimane bianche o verdi, se
   effettuate durante il periodo delle lezioni, sono assimilabili, per la loro tipologia, salvo
   diverse disposizioni ministeriali, a quelle dei viaggi di istruzione, per cui si dispone la loro
   reciproca alternatività. La settimana bianca o verde avrà la durata massima di tre giorni per
   le classi del biennio e di sei giorni per tutte le classi del triennio.

                                            ART.7

                        REQUISITI PER L’AUTORIZZAZIONE

1. Per effettuare la visita guidata o il viaggio d’istruzione occorre:

   A.      Che l’itinerario sia uno di quelli proposti dal consiglio di classe o dalla commissione
           viaggi con l’indicazione degli obiettivi, delle modalità e delle finalità.
B.   Che il Consiglio di classe abbia previsto il viaggio o la visita guidata nella
     programmazione e che ci sia un accompagnatore ogni 15 alunni.

C.   Detto incarico comporta l'obbligo di una attenta ed assidua vigilanza degli alunni, con
      l'assunzione delle responsabilità di cui all'art. 2047 del Codice Civile integrato dalla
      norma di cui all'art. 61 della Legge 11 luglio 1980, n. 312, che limita la
      responsabilità patrimoniale del personale della scuola ai soli casi di dolo e colpa
      grave. Nel caso di partecipazione di alunni portatori di handicap, dovrà essere
      prevista la presenza di un docente di sostegno, Aec o altro accompagnatore ogni due
      alunni;

D.    che ci sia l’autorizzazione scritta dei genitori e l’assunzione di responsabilità
      dell’allievo ai viaggi di istruzione (Allegato C);

E.   che partecipino al viaggio o alla visita guidata almeno il 70% della classe. Eventuali
      deroghe non inferiori al 50%, sono possibili in casi del tutto eccezionali, solo per le
      classi per cui è previsto il viaggio studio su proposta motivata del Consiglio di classe
      in coordinamento con altri Consigli di Classe di cui risulti apposita progettazione di
      interclasse adottata all’inizio dell’anno scolastico, per cui prevedere, tra l’altro,
      l’impegno sia degli studenti interessati alla partenza sia di quelli interessati alla
      permanenza in Istituto, riuniti appunto in gruppo interclasse;

D.    che siano state raccolte le necessarie autorizzazioni e tutta la documentazione
      necessaria per effettuare il viaggio;

E.    Che almeno quindici giorni prima della partenza (visita guidata) venti giorni (viaggio
      d’istruzione) il docente proponente, compili la Scheda di Uscita (Allegato B) e lo
      consegni al referente della commissione viaggi (o ai fiduciari o ai collaboratori) che
      provvederà a consegnarli all’ufficio di Presidenza per la necessaria autorizzazione
      del Dirigente. L’Ufficio di segreteria predisporrà, tutta la documentazione necessaria
      (elenco alunni, protocollo per l’autorizzazione ecc.) che consegnerà al docente
      accompagnatore, entro due giorni precedenti la partenza.

F.   Che le somme relative all’uscita, a carico dei genitori, siano state versate dai genitori
      sul conto corrente postale della scuola e che le ricevute siano raccolte dal referente
      dell’uscita ovvero dal rappresentante degli alunni/genitori.

G.    Che il docente referente produce la Scheda Uscite e Viaggi su cui compilare tutta la
      progettazione dell’iniziativa almeno quindici giorni prima della partenza (visita
      guidata) venti giorni (viaggio d’istruzione) al referente della commissione viaggi (o
      ai fiduciari o ai collaboratori)

H    Che il progetto di uscita è stato deliberato dal Consiglio di classe dal Consiglio di
     Istituto.
ART.8

                                           TEMPI

1. Considerata l’opportunità che per il completo svolgimento dei programmi di insegnamento
   non vengano sottratti tempi eccessivi alle normali lezioni in classe, pare adeguato indicare in
   sei giorni il periodo massimo utilizzabile per le visite guidate, i viaggi d’istruzione e per
   attività sportive, per ciascuna classe, da utilizzare in un’unica o più occasioni (C.M. n. 291
   del 14/10/92).

2. È auspicabile che i viaggi di istruzione avvengano tutti nel medesimo periodo in modo da
   arrecare il minor disagio possibile ad altre attività della scuola. In ogni caso non si possono
   organizzare viaggi di istruzione nell’ultimo mese di lezione, né in coincidenza di scrutini o
   elezioni scolastiche, né in coincidenza di corsi di recupero o sostegno.

3. Le classi quarte e quinte possono effettuare un viaggio di istruzione della durata massima di
   5 giorni con 4 pernottamenti all’estero alcune deroghe possono esserci per i viaggi studio; le
   classi terze possono arrivare ad un massimo di 4 giorni con 3 pernottamenti se in Italia;
   all’estero si rispettano i tempi delle classi quinte e quarte ; le seconde possono effettuare
   viaggi della durata massima di 4 giorni con 3 pernottamento in Italia, all’estero solo se sono
   previsti viaggi studio salvo adesione a settimane bianche o verdi o progetti particolari; le
   classi prime possono partecipare a campi scuola per un massimo di 4 giorni con 3
   pernottamenti.

                                           ART. 9

                                       SICUREZZA

1. Particolare attenzione va posta, nella programmazione delle iniziative in esame, al
   problema della sicurezza. Deve essere pertanto evitata quanto più possibile l'organizzazione
   dei viaggi in periodi di alta stagione turistica e nei giorni prefestivi, durante i quali, com'è
   noto, vi è un eccessivo carico di traffico nelle strade.

2. Le quote individuali di partecipazione dovranno essere versate, a cura del singolo studente,
   sul conto corrente postale della scuola prima della prenotazione.

3. L’insegnante accompagnatore, entro 15 giorni dallo svolgimento del viaggio, deve
   presentare una relazione in cui riferisce il comportamento della classe e indicazioni utili
   sugli aspetti tecnici e logistici del viaggio come da modello.

4. Entro un mese dal termine del viaggio gli allievi partecipanti dovranno esporre in una
   relazione il programma svolto, evidenziandone gli aspetti più rilevanti dal punto di vista
   culturale e formativo.
5. Dal confronto delle relazioni la commissione viaggi trarrà gli spunti per il futuro sia per la
   conferma delle mete sia per la scelta dell’agenzia di viaggio.
6. Sono esclusi dalla partecipazione ai viaggi d’istruzione (salvo motivata delega del consiglio
   di classe):

  a)       Gli studenti per i quali è stato previsto un provvedimento disciplinare adottato dal
           CdC o dal CdI.

  b)       Gli studenti che abbiano avuto nel primo quadrimestre 6 in condotta, i ragazzi esclusi
           verranno comunque conteggiati per l’individuazione dei due terzi dei partecipanti.

7. E' vietato modificare il programma di viaggio se non per cause di forza maggiore.

8. Gli allievi che non partecipano ai viaggi d'istruzione sono tenuti a frequentare le lezioni e a
   svolgere esercitazioni sul programma svolto precedentemente.

9. Prima di ciascun viaggio i genitori dovranno segnalare situazioni particolari di ordine
   medico sanitario concernenti allergie dietetiche e autorizzare i Docenti accompagnatori a
   svolgere le azioni in favore della salute psico-fisica degli studenti.

10. Contestualmente alla consegna del prescritto atto di assenso, che deve essere firmato per i
   minorenni e maggiorenni da entrambi i genitori gli alunni dovranno versare sul c/c
   dell’istituto un acconto la cui entità sarà definita per ogni viaggio e che non potrà essere
   rimborsato in caso di non partecipazione dell’alunno al viaggio. Nel caso in cui l’alunno, il
   cui genitore ha dato l’assenso al viaggio e pagato l’anticipo, non potesse più parteciparvi per
   seri e comprovati motivi, potrà chiederne il rimborso detratta una somma pari al 50% della
   somma versata a copertura delle spese fisse comunque sostenute per l’organizzazione
   dell’attività e al fine di non provocare aggravio di spesa per gli altri partecipanti .

                               ART. 10 VISITE GUIDATE

1. I docenti possono organizzare visite guidate che abbiano attinenza con la materia insegnata,
   purché venga impiegato un solo giorno. Saranno organizzate dall’insegnante interessato
   possibilmente almeno due settimane prima dell’evento e le autorizzazioni dei genitori
   devono pervenire all’insegnante responsabile una settimana prima dell’attuazione

2. Nella domanda deve essere specificato l’oggetto, il luogo della visita e l’obiettivo didattico,
   e deve essere riportata la firma per presa visione dei docenti in servizio nella giornata.
   Inoltre il docente accompagnatore deve annotare sul registro di classe almeno due settimane
   prima l’uscita e consegnare al coordinatore l’elenco degli alunni partecipanti. Il giorno della
   visita guidata deve fare l’appello e annotare gli eventuali assenti che riporterà il giorno
   successivo sul registro di classe e ne darà comunicazione al coordinatore di classe. Per
   quanto riguarda l’autorizzazione rilasciata dai genitori si evidenzierà che gli alunni saranno
   liberi alla fine dell’evento e che da quel momento la scuola declina ogni responsabilità.

3. Nel caso di uscite dalla scuola in orario scolastico per la partecipazione a conferenze, film,
   rappresentazioni teatrali, mostre, ecc. valgono le stesse procedure previste per le visite
   guidate. Per quanto riguarda l’autorizzazione rilasciata dai genitori si evidenzierà che gli
alunni saranno liberi alla fine dell’evento e che da quel momento la scuola declina ogni
       responsabilità.

                          ART. 11 DOCENTE ACCOMPAGNATORE

   1. Verificherà il numero e il nominativo dei partecipanti annotando eventuali assenti o alunni
       che non partecipano.

   2. Vigilerà nel luogo prescelto gli alunni come previsto nel programma presentato fino alla fine
       dell’attività.

         ART. 12 FASI OPERATIVE DALL’IDEAZIONE ALLO SVOLGIMENTO
                              DELL’INIZIATIVA

       La procedura istruttoria delle iniziative di cui al presente regolamento devono seguire di
       norma le fasi previste dall’allegato A “vademecum viaggi e uscite”

                        ART. 13 COMPARTAMENTO DEGLI STUDENTI

Visto il regolamento di disciplina inserito nel Regolamento di Istituto, vista anche la Valutazione
del Comportamento degli Studenti, qualsiasi circostanza che veda la partecipazione degli studenti in
contesto esterno alle pertinenze scolastiche, quindi in qualsiasi contesto di uscita, costituisce
circostanza sensibile ai fini della Valutazione del Comportamento, secondo criteri e strumenti
adottati dal Collegio dei Docenti, nonché sul piano disciplinare, per cui il contesto esterno in cui
venga rilevata l’infrazione diventa aggravante ai fini dell’irrogazione della sanzione da parte del
Consiglio di Classe o del Consiglio di Istituto.

                                           ALLEGATI

ALLEGATO A
VADEMECUM VIAGGI E USCITE

                Fasi operative: i passi da seguire se si vuole partire

Prima fase

Il Consiglio di classe si organizza e propone l’iniziativa comprensiva della

    -   destinazione di interesse

    -   degli obiettivi e del programma

    -   degli accompagnatori

    -   mezzi di trasporto

    -   altre informazioni utili

per la delibera.

Il consiglio di classe deve arrivare a proporre la delibera dopo avere già raccolto:

    -   adesione da parte degli studenti/famiglie (almeno 70%) rispetto ad un’idea di costo fornita
        dal referente dell’iniziativa (attraverso indagine personale, brochure pervenute a scuola,
        altro materiale informativo/pubblicitario)

    -   rilevata anche attraverso la richiesta di preventivi

    -   autorizzazione dei genitori

    -   sottoscrizione dell’allegato A (dichiarazione dei genitori)

Seconda Fase

La commissione viaggi raccoglie le proposte deliberate dai consigli di classe per

    -   per coordinare le operazioni e le fasi delle iniziative

    -   per preparare il materiale da inoltrare al CdI per la delibera finale

    -   per preparare il materiale da sottoporre alla segreteria per la gestione del bando di gara
        delle agenzie interpellate dai referenti, dai coordinatori e dalla commissione viaggi, oltre a
        quelle eventualmente interpellate dalla segreteria attraverso indagine di mercato o
        desumendolo dall’abo fornitori3

3
 N.B. La gestione della procedura in economia per la selezione del fornitore va espletata su tutto il
complesso delle iniziative. Rispetto a tale punto va attentamente considerato il fattore tempo sia rispetto a
quello necessario per la richiesta dei preventivi d parte della segreteria – almeno 20 giorni – sia a quello
necessario per la selezione/periodo di pubblicazione – per un periodo complessivo di gestione da
considerare in non meno di 30gg di lavoro
Terza fase

Delibera del Consiglio di Istituto

La segreteria invia il materiale per la gestione delle procedure di evidenza pubblica e la delibera di
adozione dell’iniziativa in Giunta Esecutiva per il successivo inoltro della proposta di delibera al
Consiglio di Istituto .4

Quarta fase

Completamento e controllo della Scheda allegato B al regolamento per l’inoltro alla commissione
viaggi, che a sua volta inoltra il modulo alla segreteria.

Quinta Fase

Autorizzazione del Dirigente Scolastico

Sesta fase

Svolgimento dell’iniziativa

4
  N.B. anche per prassi della scuola, si richiede ai tour operator la disponibilità e la programmazione per un
incontro informativo con le famiglie.
ALLEGATO B
                            SCHEDA
   PER VIAGGI D'ISTRUZIONE – CAMPI SCUOLA – VIAGGI STUDIO –
                    USCITE – VISITE GUIDATE
(RIQUADRO DA COMPILARE A CURA DEI REFERENTI DELLA COMMISSIONE VIAGGI)

1. USCITA (di un giorno)                      CLASSE /I ____________________
□ Uscita promossa da altri Enti
□ Visita guidata                              DESTINAZIONE
□ Viaggi Studio                               A: __________________________________
□ Altro
___________________________________________   Località _____________________________

2. USCITA (su più giorni)                     Indirizzo_____________________________
□ Uscita promossa da altri Enti
□ Visita guidata                              _____________________________________
□ Viaggio di istruzione (comprese settimana
   bianca/verde)                              DATA____________________
□ Campi Scuola
□ Viaggi Studio                               □ in orario scolastico
□ Altro                                       □ oltre orario scolastico
___________________________________________
                                              PARTECIPANTI
                                              □ n° totale alunni partecipanti _____________
                                              □ n° totale insegnanti partecipanti __________
                                              □ n° totale altri accompagnatori ___________
                                              □ n° totale eventuali genitori____________
                                              Tot. Partecipanti in %___________

                                              TRASPORTO
                                              □ Aereo
                                              □ Treno
                                              □ Nave
                                              □ Autobus della ditta di trasporto

(RIQUADRO DA COMPILARE A CURA DEI REFERENTI DELLA COMMISSIONE VIAGGI)
                                      PROGETTO
Obiettivi pedagogici – didattici
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________

                              PROGRAMMA ANALITICO
Orario previsto per la partenza ________________Presso ___________________________
Orario previsto di arrivo _____________________Presso ___________________________
Attività e pause _____________________________________________________________
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
___________________________________________________________________________

RIQUADRO DA COMPILARE A CURA DEL REFERENTE

                                    SCHEDA ECONOMICA
 Ditta trasporto _______________________         Agenzia Viaggi _______________________
 Costo preventivato € __________________         Costo preventivato € __________________
 Ingressi_____________________________           Ingressi_____________________________
 Costo preventivato € __________________         Costo preventivato € __________________
 Altre spese preventivate________________        Altre spese preventivate________________
 Costo preventivato € __________________         Costo preventivato € __________________

Costi per gli alunni

                                      In € per alunno   In € per
                                                        lasse/gruppo
 Quota trasporto per alunno
 Quota ingressi per alunno
 Quota complessiva alunno
 Quota accompagnatori
 Quota Albergo
 Quota altri servizi
 Quota a carico del bilancio
 scolastico
 Quota a carico Fondo di Istituto

                       TOTALI

   o   Gli studenti si sono già impegnati a versare un acconto

   o   Gli studenti hanno già versato tutta la quota

Si allegano bollettini di pagamento

   PARTE DA COMPILARE A CURA DEL COORDINATORE DI CLASSE

   I sottoscritti insegnanti e personale non docente
Cognome e nome               Qualifica             Orario
                                                   Dalle ore________ alle ore _______
                                                   n° ore_____in orario di servizio;
                                                   n°ore _____ in orario aggiuntivo;
                                                   Dalle ore________ alle ore _______
                                                   n° ore_____in orario di servizio;
                                                   n°ore _____ in orario aggiuntivo;
                                                   Dalle ore________ alle ore _______
                                                   n° ore_____in orario di servizio;
                                                   n°ore _____ in orario aggiuntivo;
                                                   Dalle ore________ alle ore _______
                                                   n° ore_____in orario di servizio;
                                                   n°ore _____ in orario aggiuntivo;
                                                   Dalle ore________ alle ore _______
                                                   n° ore_____in orario di servizio;
                                                   n°ore _____ in orario aggiuntivo;

                                         DICHIARANO CHE

   A. l’itinerario sia uno di quelli proposti dal consiglio di classe o dalla commissione viaggi con
       l’indicazione degli obiettivi, delle modalità e delle finalità.
   B. Che il Consiglio di classe abbia previsto il viaggio o la visita guidata nella programmazione e
       che ci sia un accompagnatore ogni 15 alunni.
   C. sono consapevoli che detto incarico comporta l'obbligo di una attenta ed assidua vigilanza
       degli alunni, con l'assunzione delle responsabilità di cui all'art. 2047 del Codice Civile
       integrato dalla norma di cui all'art. 61 della Legge 11 luglio 1980, n. 312, che limita la
       responsabilità patrimoniale del personale della scuola ai soli casi di dolo e colpa grave.
   D. che c’è l’autorizzazione scritta dei genitori e l’assunzione di responsabilità dell’allievo ai
       viaggi di istruzione;
   E. che partecipa al viaggio o alla visita guidata almeno il 70% della classe. Che a tal fine in
       richiesta della deroga alla partecipazione non inferiore al 50%, di cui all’art. 7 comma E del
       Regolamento uscite, il Consiglio di Classe così motiva la richiesta:
       __________________________________________________________________________
       ________________________________________________________ riportata in verbale il
       _______________________;
   D. che sono state raccolte le necessarie autorizzazioni e tutta la documentazione necessaria per
       effettuare il viaggio;
   E. che il docente referente produce la presente scheda
       o almeno quindici giorni prima della partenza (visita guidata)
      o venti giorni (viaggio d’istruzione) al referente della commissione viaggi o ai fiduciari o ai
          collaboratori)
   F. che il progetto di uscita è stato deliberato
   - dal Consiglio di classe il ____________________
   - dal Consiglio di Istituto il _____________________

Data,_____________                                                      Firme Accompagnatori

Il docente coordinatore                                     __________________________
Prof ____________________                                   __________________________
                                                            __________________________
Il referente Commissione Viaggi

Prof._______________________
CONTROLLI FINALI PER L’AUTORIZZAZIONE

CONTROLLO PRELIMINARE DA PARTE DEL REFERENTE DEL PROGETTO
DELL’USCITA (da compilare prima della trasmissione della scheda al coordinatore di classe
e da consegnare in copia al coordinatore di classe)

CLASSE/I_____________________SEZIONE/I_______________

VISITA GUIDATA/ GITA SCOLASTICA / CAMPO SCUOLA / CITTA’ COME SCUOLA /
ALTRO
____________________________________________________________________________

DA EFFETTUARE IL _____________________
Per controllo effettuato e regolarità progetto uscita d’istruzione e scheda
Data_____/______/________

Il docente coordinatore                                     Il referente del progetto dell’uscita

Prof.____________________________                           Prof. ____________________________

Il referente commissione viaggi
Prof._____________________

Data __________

(il coordinatore dovrà allegare tale scheda al verbale primo consiglio di classe utile dopo averne
data comunicazione al consiglio di classe e dopo che da quest’ultimo abbia deliberato)

                      CONTROLLO DELLA COMMISSIONE VIAGGI
Esaminato la documentazione si dichiara la regolarità dell’iniziativa e si dà l’autorizzazione della
classe alla partecipazione del viaggio d’istruzione, campi scuola ecc.

Data_____/______/________
                                            Prof__________________________________

                                            Prof__________________________________

                                            Prof__________________________________

                                            Prof__________________________________

                          CONTROLLO PREVENTIVO DEL DSGA

Esaminata la documentazione e verificato la regolarità dei pagamenti si dichiara favorevole
dell’iniziativa e ne dà autorizzazione

Data_____/______/________
                                                   __________________________________

CONTROLLO FINALE E AUTORIZZAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

Visti i controlli del referente dell’uscita, della commissione viaggi, del DGSA;
Vista la delibera del Consiglio di Classe
Vista la delibera del Consiglio d’Istituto
Visto il regolamento delle uscite didattiche e dei viaggi d’istruzione

 AUTORIZZA L’USCITA

 NON AUTORIZZA L’USCITA

Data_____/______/________

                                                       Il Dirigente Scolastico
                                                   ____________________________
ALLEGATO C

   Autorizzazione scritta dei genitori e l’assunzione di responsabilità dell’allievo nei viaggi
                                           d’istruzione.

(Parte per il genitore)

AUTORIZZAZIONE ALLA PARTECIPAZIONE A VIAGGI D’ISTRUZIONE

Il sottoscritto …………………………………………………………….

Genitore/tutore dell’allievo/a …………………………………… frequentante la classe
………………. autorizzo /non autorizzo mio figlio/a a partecipare al viaggio d’istruzione che avrà
luogo      a …………………… con partenza                          il    giorno …………………….. da
………………………… alle ore ………………….. e arrivo a ……………………………. il
giorno …………………. alle ore (stimata) ………………….. Sono consapevole che mio figlio/a
per tutta la durata del viaggio sarà sottoposto all’autorità e alla responsabilità del docente
accompagnatore del gruppo. Delego il docente accompagnatore ad adottare le disposizioni
necessarie in caso di urgenti motivi di salute, nonché altri provvedimenti resisi necessari dal
comportamento degli alunni, compresa l’esclusione dalla prosecuzione del viaggio. Dichiaro di
essere consapevole che per la vigilanza sugli alunni, nelle ore notturne subentra una responsabilità
in educando dei genitori ( in termini di corresponsabilità in vigilando, come da giurisprudenza della
Cassazione) per dare ai docenti stessi la possibilità di un giusto riposo. Mi impegno a fornire mio/a
figlio/a del tesserino sanitario europeo e a specificare eventuali situazioni relative allo stato di salute
del figlio/a ( medicinali, allergie, intolleranze …). Mi impegno inoltre a rimborsare eventuali danni
materiali provocati da mio figlio/a durante il viaggio. Dichiaro di essere a conoscenza che la quota
globale di partecipazione è di € ………………… di cui ho provveduto a versare l’importo per €
…………………. come attestato dalla allegata ricevuta e sono a conoscenza del fatto che tale
importo non mi verrà restituito in caso di mancata partecipazione al viaggio e se il ritiro sarà fatto
dopo aver pagato l’intera quota . Nel caso il ritiro avvenga quando è stato fatto il versamento
dell’acconto esso sarà rimborsato nella quota del 50% se la rinuncia avverrà 10 giorni del
pagamento della rata finale a copertura delle spese fisse comunque sostenute per l’organizzazione
dell’attività e al fine di non provocare aggravio di spesa per gli altri partecipanti e solo per seri e
comprovati motivi. Dichiaro di aver preso visione del programma di massima del viaggio e di
accettarlo in ogni sua parte. Mi impegno ad attendere mio figlio/a al ritorno nel luogo indicato come
termine del viaggio. Dichiaro di sapere che qualsiasi comportamento inflattivo degli allievi potrà
essere sanzionato sia sul piano disciplinare, sia sulla valutazione del comportamento. Dichiaro
inoltre di aver informato mio figlio /a sul comportamento corretto da tenere durante i viaggi
d’istruzione e sulle responsabilità individuali che ne derivano in caso di inadempienze e sul divieto
di detenere o assumere sostanze stupefacenti e alcoliche, nella consapevolezza che la legislazione
nazionale e locale prevede pene gravi o l’immediato rimpatrio.
Roma              ,                                  firma del genitore

                                                   ____________________________

(Parte per l’allievo anche se maggiorenne deve essere controfirmato dai genitori)

DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITA’

Io sottoscritto…………………………………………………….. allievo della classe ………………
mi impegno per la durata del viaggio a comportarmi secondo quanto previsto dal patto di
corresponsabilità e dal Regolamento di Istituto, e quindi:

   1. Ad evitare spostamenti non necessari e rumori eccessivi, sui mezzi di
      trasporto, in albergo e nei luoghi di visita;

   2. A muovermi in modo ordinato, evitando ogni rumore che possa ledere il diritto all’altrui
        tranquillità a rimborsare eventuali danni materiali provocati durante il soggiorno in albergo
        e durante il viaggio;

   3. A non allontanarmi dall’albergo su iniziativa personale sia di giorno sia di notte;

   4. A rimanere unito al gruppo durante la visita alla città ed attenermi alle indicazioni degli
        accompagnatori;

   5. A non detenere né assumere sostanze alcoliche o stupefacenti e qualsiasi altro
        comportamento a rischio. Sono consapevole che: la responsabilità degli allievi è personale;
        pertanto qualunque comportamento difforme determina l’applicazione di provvedimenti
        disciplinari, graduabili in base alla gravità della mancanza commessa nei casi di gravi
        violazioni, d’intesa tra i docenti accompagnatori e il dirigente scolastico, può essere prevista
        l’immediata interruzione del viaggio con onere finanziario a carico degli allievi responsabili,
        il cui rientro sarà gestito in prima persona dalle rispettive famiglie

Roma,                                                   firma dell’allievo

                                                     _______________________

firma dei genitore dell’allievo

_____________________________________________

(approvato dal consiglio d’istituto del 19/3/2013)
Puoi anche leggere
DIAPOSITIVE SUCCESSIVE ... Annulla