La nuova PMI s.r.l. L'opportunità del crowdfunding e sua utilità nella gestione dell'impresa - ODCEC Roma

 
Commissione Diritto dell'Impresa

              La nuova PMI s.r.l.

  L’opportunità del crowdfunding e
sua utilità nella gestione dell’impresa
                   Roma 06 febbraio 2019

                  Relatore Dott. Michele Polini
  Dottore Commercialista – Revisore Legale - Consulente del Lavoro
              Dottore Magistrale in Giurisprudenza
L’opportunità del crowdfunding e sua utilità nella gestione dell’impresa – Roma 06.02.2019

Concetto di crowdfunding e sua utilità nella
gestione dell’impresa. Il quadro normativo

 CROWDFUNDING                                Finanziamento della folla

 Cos’è: un finanziamento collettivo che
 consente a chi ha idee o necessità, di
 sostenerle raccogliendo i fondi necessari
 c.d. Finanza alternativa

                                                                Commissione Diritto dell'Impresa
                                                                  Relatore Dott. Michele Polini
L’opportunità del crowdfunding e sua utilità nella gestione dell’impresa – Roma 06.02.2019

                          DEFINIZIONE

CROWDFUNDING:è un particolare tipo di finanziamento
collettivo che, sfruttando le potenzialità di Internet,
consente a coloro che hanno delle idee o delle necessità, ma
non i fondi per realizzarle o soddisfarle, di provare ad
accedere a risorse economiche di terzi attraverso specifiche
piattaforme online, andando ad offrire ai propri sostenitori
delle ricompense di natura finanziaria o non finanziaria.

                                                               Commissione Diritto dell'Impresa
                                                                 Relatore Dott. Michele Polini
L’opportunità del crowdfunding e sua utilità nella gestione dell’impresa – Roma 06.02.2019

Quadro normativo di riferimento :

• Decreto crescita 2.0 L 17/12/2012 nr 221
• Delibera Consob 18592 del 26 giugno 2013 , Regolamento CONSOB
• Decreto 33 del 24.03.15 Investment Compact
• Delibera Consob 19520 del 24 febbraio 2016, Regolamento
  CONSOB.
• Delibera Consob 29 novembre 2017 n. 20204 del 5 dicembre 2017
• Art 50 quinquies TUF
• Art 100 ter TUF

                                                               Commissione Diritto dell'Impresa
                                                                 Relatore Dott. Michele Polini
L’opportunità del crowdfunding e sua utilità nella gestione dell’impresa – Roma 06.02.2019

Esistono cinque modelli standard di crowdfunding,
definiti modelli "classici" : donation-based
crowdfunding, equity-based crowdfunding, reward-
based crowdfunding, royalty-based crowdfunding e
social lending.
• I modelli equity-based, reward-based e social
  lending sono più conformi all'attività aziendale;
• Il donation-based si presta di più alle realtà no-
  profit.

                                                               Commissione Diritto dell'Impresa
                                                                 Relatore Dott. Michele Polini
L’opportunità del crowdfunding e sua utilità nella gestione dell’impresa – Roma 06.02.2019

DONATION-BASED, ossia un modello tipico di donazione, in cui
si devolve altruisticamente il proprio denaro a sostegno di una
causa specifica, non ricevendo - in cambio - alcuna ricompensa
o, al massimo, ricompense simboliche, spesso intangibili.
Forma originaria di crowdfunding che ha dato il via al fenomeno

Per la disciplina del donation crowdfunding è utile fare
riferimento alla disciplina delle donazioni contenuta all'interno
del Codice Civile. In particolare l’ art. 769 c.c. «la donazione è il
contratto col quale, per spirito di liberalità, una parte arricchisce
l'altra, disponendo a favore di questa di un suo diritto o
assumendo verso la stessa una obbligazione.

                                                               Commissione Diritto dell'Impresa
                                                                 Relatore Dott. Michele Polini
L’opportunità del crowdfunding e sua utilità nella gestione dell’impresa – Roma 06.02.2019

EQUITY-BASED CROWDFUNDING è un finanziamento da parte di soggetti che
investono denaro nel capitale proprio di una società, acquistando sue azioni
o quote.
• Meccanismo più semplice rispetto ai mercati regolamentati e non .
• Costi molto più contenuti. I gestori delle piattaforme chiedono una
   percentuale (4-7%) sul capitale raccolto.
• Il modello equity-based «può fornire credenziali per il prestito bancario e
   per i finanziamenti pubblici», consentendo un primo passo verso
   l'ottenimento di finanziamenti da parte di enti quali società di venture
   capital e/o business angel.
• L'equity crowdfunding presenta analogie con l'Offerta Pubblica Iniziale –
   IPO (Initial Public Offering). Nella pratica l'equity crowdfunding si
   configura come un aumento di capitale a pagamento. Potenziale rischio
   "diluizione", nel caso in cui la società in cui si è investito lanci altre
   campagne di equity crowdfunding.
• Rischio di impresa.
                                                                 Commissione Diritto dell'Impresa
                                                                   Relatore Dott. Michele Polini
L’opportunità del crowdfunding e sua utilità nella gestione dell’impresa – Roma 06.02.2019

        NUOVI MODELLI DI CROWDFUNDING:

• CIVIC, CORPORATE , DO-IT-YOURSELF , INVOICE TRADING E REAL
  ESTATE.
• CIVIC CROWDFUNDING si ricorre all'utilizzo del crowdfunding per il
  finanziamento di opere e progetti pubblici da parte dei cittadini
  stessi. Questo modello potrebbe generare degli interrogativi dal
  momento che, solitamente, tali progetti dovrebbero essere
  finanziati con le tasse, tuttavia sembrerebbe che dando
  l'opportunità ai cittadini di scegliere se sostenere progetti culturali,
  sociali e/o ambientali di pubblica utilità si riesca ad avere un
  maggior coinvolgimento degli stessi. Il civic crowdfunding, in
  genere, può essere del tipo donation, reward o do-it-yourself ,

                                                                 Commissione Diritto dell'Impresa
                                                                   Relatore Dott. Michele Polini
L’opportunità del crowdfunding e sua utilità nella gestione dell’impresa – Roma 06.02.2019

INVOICE TRADING o INVOICE «consiste nella cessione di una fattura
commerciale attraverso un portale Internet che seleziona le
opportunità, e sostituisce il tradizionale 'sconto‘ della fattura attuato
dalle banche per supportare il capitale circolante.
• Gli investitori anticipano l'importo della fattura, al netto della
   remunerazione richiesta» Il modello, in Italia, è stato definito nelle
   sue caratteristiche essenziali da una ricerca della School of
   Management del Politecnico di Milano (PoliMi). L’invoice trading
   non è un modello di raccolta di capitale online, ma finanziariamente
   parlando non risulta molto dissimile . Nella pratica viene ceduta una
   fattura commerciale online per smobilizzare capitale circolante .
• La remunerazione è data dalla differenza tra il valore di
   liquidazione della fattura ed il relativo prezzo di acquisto.
• Piattaforme italiane : Cashinvoice , Cashme, Credimi.

                                                                 Commissione Diritto dell'Impresa
                                                                   Relatore Dott. Michele Polini
L’opportunità del crowdfunding e sua utilità nella gestione dell’impresa – Roma 06.02.2019

REAL ESTATE CROWDFUNDING è una tipologia di finanziamento
collettivo in cui avviene una raccolta di capitali per investimenti
immobiliari.
Si tratta di un modello riconducibile, sulla base dei portali attualmente
operativi, all'equity crowdfunding oppure al social lending.
L'investimento immobiliare avviene sia in modalità equity-based sia
attraverso un normale prestito bancario. Il capitale da finanziare viene
suddiviso in due componenti: equity e debt. L'equity, ossia l'acquisto di
titoli di capitale proprio (azioni), pesa per il 65-70% dell'interno
investimento e viene così ripartito: il 25-30% in capo all'imprenditore e
il 40% disponibile per la 'folla' online. Il restante 30-35% dell'importo
da raccogliere viene erogato da una banca (debt) sotto forma di
prestito, il che consente di ridurre il rischio complessivo
dell'operazione.
Piattaforme italiane : House4crowd, Housers, Walliance
                                                                 Commissione Diritto dell'Impresa
                                                                   Relatore Dott. Michele Polini
L’opportunità del crowdfunding e sua utilità nella gestione dell’impresa – Roma 06.02.2019

        I requisiti dei soggetti destinatari

I requisiti che devono possedere le Pmi disciplinate con decreto del
ministero             dello           Sviluppo             economico:
1) o microimprese con meno di 10 dipendenti e un fatturato (oppure
un totale di bilancio) inferiore a 2 milioni di euro;
2) o piccole imprese con meno di 50 dipendenti e un fatturato (oppure
un totale di bilancio) inferiore a 10 milioni di euro;
3) o medie imprese con meno di 250 dipendenti e un fatturato non
superiore a 50 milioni (oppure un totale di bilancio non superiore a 43
milioni di euro).

                                                                 Commissione Diritto dell'Impresa
                                                                   Relatore Dott. Michele Polini
L’opportunità del crowdfunding e sua utilità nella gestione dell’impresa – Roma 06.02.2019

  REGOLAMENTO CONSOB NOVITA’ INTRODOTTE DAL 2018
L'estensione della possibilità di raccogliere capitali tramite portali
autorizzati online anche a tutte le tipologie di PMI (S.p.A. ed S.r.l.).
La riduzione dal 5% al 3% della quota di capitale che deve essere
sottoscritta da un investitore istituzionale, limitatamente alle «offerte
effettuate da piccole e medie imprese in possesso della certificazione
del bilancio.
L'obbligo per i portali equity-based di aderire ad un «sistema di
indennizzo a tutela degli investitori [...] o, in alternativa, la stipula di
un'assicurazione a copertura della responsabilità civile per i danni
derivanti da negligenza professionale» e «per ciascuna richiesta di
indennizzo, una copertura di almeno ventimila Euro» e «per l'importo
totale delle richieste di indennizzo, una copertura di almeno un milione
di Euro all'anno per i gestori che effettuano direttamente la verifica».
                                                                 Commissione Diritto dell'Impresa
                                                                   Relatore Dott. Michele Polini
L’opportunità del crowdfunding e sua utilità nella gestione dell’impresa – Roma 06.02.2019

     REGOLAMENTO CONSOB NOVITA’ INTRODOTTE DAL 2018
L'inclusione fra i 'gestori di diritto' di portali di equity crowdfunding anche
di numerose tipologie di organismi di gestione collettiva del risparmio, le
SGR (Società di Gestione del Risparmio), le SICAV (Società di Investimento a
Capitale Variabile) e le SICAF (Società di Investimento a Capitale Fisso) a
differenza del passato in cui tale possibilità era limitata unicamente agli enti
bancari ed alle imprese di investimento;
La possibilità di auto quotazione di partecipazioni proprie, di soggetti
controllanti, controllati o sottoposti a comune controllo, a norma della
direttiva MiFID II, «secondo la quale le imprese di investimento [...] che
collocano ai clienti strumenti finanziari di propria emissione devono
prevedere, nelle procedure per la gestione dei conflitti di interesse, anche
l'ipotesi di astensione dallo svolgimento di tale attività, qualora i conflitti
stessi non possano essere gestiti in modo da evitare effetti negativi per i
clienti.
                                                                 Commissione Diritto dell'Impresa
                                                                   Relatore Dott. Michele Polini
L’opportunità del crowdfunding e sua utilità nella gestione dell’impresa – Roma 06.02.2019

     REGOLAMENTO CONSOB - Informazioni sull’investimento.
Rischio su investimento , rischio di illiquidità a breve dell’investimento ,
assenza dividendi fino a quando sarà start up, benefici fiscali , diritto di
recesso.
• il rischio di perdita dell'intero capitale investito;
• il divieto di distribuzione di utili previsto per le start-up innovative [...];
• il trattamento fiscale di tali investimenti (con particolare riguardo alla
   temporaneità dei benefici ed alle ipotesi di decadenza dagli stessi);
• per le start-up innovative le deroghe al diritto societario, nonché al
   diritto fallimentare;
• per le PMI innovative le deroghe al diritto societario;
• il diritto di recesso che il gestore assicura agli investitori diversi dagli
   investitori professionali;
                                                                 Commissione Diritto dell'Impresa
                                                                   Relatore Dott. Michele Polini
L’opportunità del crowdfunding e sua utilità nella gestione dell’impresa – Roma 06.02.2019

                       Informazioni sulle singole offerte
• le informazioni della singola offerta ed i relativi aggiornamenti forniti
  dall'offerente, anche in caso di significative variazioni intervenute o
  errori materiali rilevati nel corso dell'offerta;
• descrizione dei rischi specifici dell'offerente e dell'offerta, la descrizione
  del progetto industriale e l'informativa contabile, oltreché la
  descrizione delle clausole predisposte dalle start-up innovative o dalle
  PMI innovative con riferimento alle ipotesi in cui i soci di controllo
  cedano le proprie partecipazioni a terzi successivamente all'offerta;
• descrizione degli strumenti finanziari oggetto dell'offerta, della
  percentuale che essi rappresentano rispetto al capitale sociale
  dell'offerente, dei diritti amministrativi e patrimoniali ad essi connessi
  e delle relative modalità di esercizio;

                                                                  Commissione Diritto dell'Impresa
                                                                    Relatore Dott. Michele Polini
L’opportunità del crowdfunding e sua utilità nella gestione dell’impresa – Roma 06.02.2019

                       Informazioni sulle singole offerte
• condizioni generali dell'offerta, ivi inclusa l'indicazione dei destinatari,
  di eventuali clausole di efficacia e di revocabilità delle adesioni;
• informazioni sulla quota eventualmente già sottoscritta da parte degli
  investitori professionali o delle altre categorie di investitori, con
  indicazione della relativa identità di questi ultimi;
• informazioni sullo svolgimento da parte dell'offerente di offerte aventi il
  medesimo oggetto su altri portali;
• la legge applicabile e il foro competente;
• la lingua o le lingue in cui sono comunicate le informazioni relative
  all'offerta;
• «le modalità di esercizio del diritto di revoca,

                                                                  Commissione Diritto dell'Impresa
                                                                    Relatore Dott. Michele Polini
L’opportunità del crowdfunding e sua utilità nella gestione dell’impresa – Roma 06.02.2019

                          Le novità del 2019
Una delle più interessanti novità è senza dubbio l’aumento delle
detrazioni e deduzioni fiscali, che dal 30% passano al 40%.
Questo ulteriore beneficio vale, però, solo per gli investimenti
effettuati nel 2019 e non per quelli degli anni passati.
È la Manovra Finanziaria 2019 (legge 148 del 30 dicembre 2018,
art.1, comma 218) ad aver stabilito l’incremento dell’aliquota delle
agevolazioni fiscali per chi investe in startup e PMI innovative, sotto
forma di detrazione IRPEF per le persone fisiche e di deduzione
IRES per le persone giuridiche. Come si legge nel testo, “Il predetto
incremento sarà pienamente efficace previa autorizzazione della
Commissione europea secondo le procedure previste dall’articolo
108, paragrafo 3, del Trattato sul funzionamento dell’Unione
Europea”.

                                                               Commissione Diritto dell'Impresa
                                                                 Relatore Dott. Michele Polini
L’opportunità del crowdfunding e sua utilità nella gestione dell’impresa – Roma 06.02.2019

                     A chi spettano i benefici
Le persone fisiche: possono detrarre nella loro
dichiarazione dei redditi annuali un importo pari
al 40% per gli investimenti in startup o PMI
innovative fatti nel 2019 per un limite massimo
di €1 milione l’anno, mentre per quelli del 2018 la
detrazione resta del 30%.
L’ammontare dell’agevolazione non detraibile nel
periodo d’imposta può essere portato in
detrazione dall’imposta sul reddito delle persone
fisiche nei periodi d’imposta successivi, ma non
oltre il terzo.
                                                               Commissione Diritto dell'Impresa
                                                                 Relatore Dott. Michele Polini
L’opportunità del crowdfunding e sua utilità nella gestione dell’impresa – Roma 06.02.2019

                     A chi spettano i benefici
Società: quelle che investono nel capitale di
startup o PMI innovative hanno diritto a dedurre
dal reddito imponibile complessivo un importo
pari al 40% per gli investimenti del 2019, e al 30%
per quelli del 2018, per un massimo
di €1.800.000 annui investiti. Valgono sia gli
investimenti diretti sia quelli indiretti per tramite
di OICR o altre società che investono
prevalentemente in startup e PMI innovative.

                                                               Commissione Diritto dell'Impresa
                                                                 Relatore Dott. Michele Polini
L’opportunità del crowdfunding e sua utilità nella gestione dell’impresa – Roma 06.02.2019

                             Regola comune

In entrambi i casi per non perdere l’agevolazione è
necessario mantenere l’investimento per almeno 3
anni. In sede di dichiarazione dei redditi bisognerà
presentare la certificazione relativa all’investimento,
che verrà fornita dalla società che lo ha ricevuto.

                                                               Commissione Diritto dell'Impresa
                                                                 Relatore Dott. Michele Polini
L’opportunità del crowdfunding e sua utilità nella gestione dell’impresa – Roma 06.02.2019

                              Le altre novità

La nuova Legge di bilancio, conferma inoltre la
possibilità, per startup e PMI, di raccogliere capitale di
rischio online tramite portali di equity crowdfunding
autorizzati        da       Consob        come         ad
esempio Mamacrowd, 200Crowd e CrowdFundMe.

                                                               Commissione Diritto dell'Impresa
                                                                 Relatore Dott. Michele Polini
L’opportunità del crowdfunding e sua utilità nella gestione dell’impresa – Roma 06.02.2019

                               Le altre novità
In particolare le startup innovative sono ora esonerate
dal pagamento dell’imposta di bollo e diritti di segreteria
per iscrizione al registro delle imprese e dal diritto
annuale alle camere di commercio; godono di
agevolazioni fiscali per amministratori, dipendenti o
collaboratori remunerati attraverso strumenti finanziari
come stock option; possono usufruire del credito
d’imposta del 35% sulle assunzioni a tempo
indeterminato di personale altamente qualificato fino a
un massimo di 200mila euro; hanno accesso semplificato
gratuito e diretto al Fondo Centrale di Garanzia, che
facilita l’accesso al credito bancario e alla concessione dei
prestiti.
                                                                Commissione Diritto dell'Impresa
                                                                  Relatore Dott. Michele Polini
L’opportunità del crowdfunding e sua utilità nella gestione dell’impresa – Roma 06.02.2019

                                       Fine

                    Grazie dell’attenzione

                              Dott. Michele Polini
                  Dottore Commercialista – Revisore Legale –
                             Consulente del Lavoro
                    Dottore Magistrale in Giurisprudenza
                   E mail : dott.polini.michele@gmail.com

                                                               Commissione Diritto dell'Impresa
                                                                 Relatore Dott. Michele Polini
Puoi anche leggere
DIAPOSITIVE SUCCESSIVE ... Annulla