Cooperazione transfrontaliera in Europa - Interreg, ESPON, URBACT: cooperazione a valore aggiunto - regiosuisse

 
Cooperazione transfrontaliera in Europa - Interreg, ESPON, URBACT: cooperazione a valore aggiunto - regiosuisse
Cooperazione transfrontaliera
in Europa
Interreg, ESPON, URBACT: cooperazione a
valore aggiunto

                     Con il sostegno di

                   Cooperazione transfrontaliera in Europa — Interreg, ESPON, URBACT: cooperazione a valore aggiunto   1
Cooperazione transfrontaliera in Europa - Interreg, ESPON, URBACT: cooperazione a valore aggiunto - regiosuisse
Cooperazione transfrontaliera in Europa

                                                                                                                         Lanciando Interreg all’inizio degli anni 1990,
                                                                                                                         la Commissione europea ha creato uno stru-
                                                                                                                         mento che promuove la cooperazione al di là
                                                                                                                         delle frontiere nazionali. Negli ormai quattro
                                                                                                                         periodi di programmazione Interreg, e dal
                                                                                                                         2002 anche i programmi URBACT e ESPON,
                                                                                                                         hanno permesso di rafforzare la cooperazione
                                                                                                                         transfrontaliera in tutta Europa con migliaia di
                                                                                                                         progetti. Se negli anni 1990 si è trattato in
                                                                                                                         molti casi di instaurare e promuovere la coo-
                                                                                                                         perazione stessa, oggi ci si focalizza su obiet-
                                                                                                                         tivi comuni più concreti.

                                                                                                                         La cooperazione con i Paesi confinanti ha
                                                                                                                         un’importanza fondamentale per la Svizzera e
Indice                                                             Interreg aiuta le regioni in Europa ad affron-        rappresenta una priorità di politica estera.
                                                                   tare le sfide che si pongono a livello tran-          Oggi i mercati delle merci, del lavoro e della
Cooperazione transfrontaliera in Europa                     2      sfrontaliero e transnazionale – una neces-            ricerca, ma anche le reti di trasporto e le of-
Programmi di cooperazione territoriale                      3      sità per creare posti di lavoro, ridurre le           ferte culturali seguono un orientamento inter-
Interreg, ESPON e URBACT,                                          disparità sociali, sviluppare le infrastrutture       nazionale. In vari ambiti anche l’azione della
elementi della politica regionale svizzera                  4      di trasporto o proteggere l’ambiente in un            Confederazione e dei Cantoni oltrepassa i
Scambi arricchenti                                          5      mondo funzionalmente interconnesso e                  confini. Confederazione e Cantoni sosten-
Esempi pratici                                              6      interdipendente. Solo la cooperazione at-             gono ad esempio progetti infrastrutturali tran-
La politica regionale dell’UE 2014−2020                     8      traverso le frontiere permette di raggiun-            sfrontalieri e progetti di ricerca internazionali
Partecipazione svizzera 2014−2020                           9      gere gli obiettivi prefissati con la massima          o disciplinano la protezione e l’utilizzo delle
Interreg V A Francia−Svizzera                              10      efficienza e nel miglior modo possibile.              acque comuni (lago di Costanza, lago Lemano
Interreg V A Italia–Svizzera                               11                                                            o Reno) in collaborazione con i Paesi vicini.
Interreg V A Reno superiore                                12      Oggi la nostra vita e la nostra attività profes-      Sul piano politico e tecnico promuovono uno
Interreg V A Reno alpino–                                          sionale si svolgono in spazi funzionali che trava-    scambio regolare e intenso con i loro vicini e
Lago di Costanza–Alto Reno                                 13
                                                                   licano i confini amministrativi. Gli intensi scambi   partecipano attivamente ai programmi di coo-
Interreg V B Spazio Alpino                                 14
                                                                   al di là dei confini comunali, cantonali e – in mi-   perazione territoriale dell’UE.
Interreg V B Europa nord-occidentale                      15
                                                                   sura crescente – nazionali fanno ormai parte
Interreg Europe                                           16
                                                                   della realtà quotidiana. Lo sviluppo che ha           Interreg e URBACT permettono di raggiunge-
URBACT III                                                17
                                                                   interessato l’Europa negli ultimi decenni ha          re obiettivi di politica settoriale, in particolare
ESPON 2020                                                17
                                                                   abbattuto molti ostacoli alle frontiere: molte        obiettivi di sviluppo economico, e promuo-
EUSALP                                                    18
                                                                   persone vivono da un lato del confine e lavo-         vono la comprensione reciproca attraverso la
INTERACT                                                  19
                                                                   rano e consumano dall’altro. Anche le aziende         cooperazione concreta. Il programma ESPON
regiosuisse                                               19
                                                                   trovano clienti, partner commerciali e mano-          migliora le conoscenze scientifiche sullo svi-
Impressum                                                          dopera specializzata a prescindere dai con-           luppo regionale e territoriale.
Editore/concezione/redazione/realizzazione                         fini tradizionali. In un mondo globalizzato
Coordinazioni regionali e nazionali
svizzere Interreg V, SECO,                                         come il nostro è indispensabile pensare e
regiosuisse − Centro della rete di sviluppo regionale              agire partendo da un approccio basato sugli
Grafica
Kurt Brunner                                                       spazi funzionali. La collaborazione con i Paesi
Traduzione                                                         vicini schiude nuovi orizzonti, permette di
si dice sàrl, Friborgo
                                                                   imparare gli uni dagli altri e consente di lan-
Foto
Priska Ketterer, Lucerna; Stefan Bohrer (p. 12 a sinistra);        ciare progetti che offrono vantaggi a tutte le
Vincent Bourrut (p. 7 al centro); David Cesbron/Région
Franche-Comté (p. 4 a destra); CLUSTERIX (p. 16); Massimo          parti coinvolte.
Colombo (p. 11 a sinistra); Comet Photoshopping GmbH/
Dieter Enz (p. 15 a sinistra); ESPON (p. 8 a destra);
www.gzh.de (p. 6 a sinistra); Haus der elektronischen Künste
Basel (p. 12 a destra); P.-W. Henry (p. 10 a sinistra); IBK-
Archiv/BA21/Korner (p. 13 a sinistra); Alexander Jaquemet
(p. 14 a destra); Keystone/Gaetan Bally (p. 8 a sinistra);         Politica regionale dell’UE (politica di coesione)
Keystone/Branko de Lang (p. 8 al centro); Keystone/Thedi
Suter (p. 2 a destra); KTS (p. 6 al centro); mon-univert.fr        Dopo quella agricola, la politica regionale è la seconda politica di investimenti più importante
(p. 7 a sinistra); Rhätische Bahn/Peter Donatsch
(p. 11 a destra); Ingrid Singh, Biozentrum der Universität Basel   dell’Unione europea. Per mezzo di vari fondi (ad es. Fondo di coesione, Fondo europeo di svi-
(p. 6 a destra); Varlet (p. 10 a destra); Dietmar Walser
(p. 2 a sinistra); Erich Westendarp/pixelio.de (p. 15)             luppo regionale) sostiene gli Stati membri nei loro sforzi volti a rafforzare lo sviluppo economico
Stampa                                                             e sostenibile delle regioni europee e a promuovere la coesione sociale e territoriale. Dagli anni
Imprimerie St-Paul, Friborgo
                                                                   1970, la politica regionale ha permesso di realizzare numerose attività di ricerca, infrastrutture di
Edizione
Gennaio 2015                                                       trasporto, ottimizzazioni di processi amministrativi nonché progetti importanti nel settore dell’am-
La pubblicazione è disponibile in italiano, francese e tedesco     biente, dell’energia e dello smaltimento dei rifiuti.
e può essere ordinata o scaricata al sito www.interreg.ch.

2       Cooperazione transfrontaliera in Europa — Interreg, ESPON, URBACT: cooperazione a valore aggiunto
Cooperazione transfrontaliera in Europa - Interreg, ESPON, URBACT: cooperazione a valore aggiunto - regiosuisse
Programmi di cooperazione territoriale

Dal periodo di programmazione 2007–2013 i vari strumenti di promozione della coope-
razione transfrontaliera, transnazionale e interregionale in Europa sono raggruppati
sotto il termine generico «Cooperazione territoriale europea» (CTE).

La Cooperazione territoriale europea (CTE) si articola in tre componenti fondamentali:

Programmi transfrontalieri                              Programmi transnazionali                                Scambi interregionali
La componente transfrontaliera della CTE                La componente transnazionale della CTE pro-             La componente interregionale della CTE favori-
promuove la cooperazione tra regioni conti-             muove la cooperazione nelle grandi regioni              sce lo scambio di esperienze in Europa. I pro-
gue nell’ambito di 59 programmi Interreg A.             europee attraverso 13 programmi Interreg B.             grammi di cooperazione interregionale puntano
La cooperazione permette di raggiungere                 Queste regioni si estendono sul territorio di           a creare reti tematiche per lo scambio di cono-
meglio e a costi più contenuti gli obiettivi pre-       vari Paesi e per la loro situazione geografica          scenze e informazioni, a promuovere il mutuo
fissati e getta ponti al di là delle frontiere nazio-   ed economica si trovano confrontate con sfide           apprendimento e a sostenere gli altri programmi
nali. La Svizzera partecipa a quattro pro-              e problematiche analoghe. La Svizzera par-              di politica regionale per migliorare l’efficacia
grammi: Francia–Svizzera (pag. 10), Italia–             tecipa a due programmi Interreg B: Spazio               delle politiche e degli strumenti. In questa com-
Svizzera (pag. 11), Reno alpino–Lago di                 Alpino (pag. 14) e Europa nord-occidentale              ponente rientrano il programma Interreg Europe
Costanza–Alto Reno (pag. 12) e Reno supe-               (pag. 15).                                              (pag. 16), il programma per lo scambio di espe-
riore (pag. 13). Partner svizzeri partecipano                                                                   rienze tra città URBACT (pag. 17), l’osservato-
inoltre ad alcuni progetti del programma Ita-                                                                   rio in rete dell’assetto del territorio europeo
lia–Francia Alcotra (pag. 18).                                                                                  ESPON (pag. 17) e il programma di accompa-
                                                                                                                gnamento INTERACT (pag. 19). La Svizzera
                                                                                                                partecipa a tutti i programmi.

                                                        Area del programma Spazio Alpino

                                                                                                                     Area dei programmi Interreg Europe
                                                                                                                     e URBACT

                                                                                                                     Area del programma ESPON

                                                        Area del programma Europa
                                                        nord-occidentale                                        www.interreg.ch

Strategie macroregionali
Nel 2009 le tre componenti della CTE sono state completate da strategie macroregionali, che
permettono di sfruttare meglio il potenziale di grandi regioni. Le strategie mirano a identificare
le sfide comuni cui sono confrontate determinate regioni geografiche e a fissare obiettivi con-
giunti. In questo modo viene rafforzata la cooperazione e semplificato il coordinamento a livello
economico, sociale e territoriale. La Svizzera partecipa alla Strategia macroregionale per la
regione alpina EUSALP (pag. 18).

                                                               Cooperazione transfrontaliera in Europa — Interreg, ESPON, URBACT: cooperazione a valore aggiunto   3
Cooperazione transfrontaliera in Europa - Interreg, ESPON, URBACT: cooperazione a valore aggiunto - regiosuisse
Interreg, ESPON e URBACT, elementi della politica
regionale svizzera

Con la Nuova politica regionale (NPR) lan-                Particolarità della partecipazione svizzera        La NPR si basa su tre componenti
ciata nel 2008, la Confederazione e i Cantoni             Poiché la Confederazione finanzia la parteci-      strategiche
sostengono lo sviluppo economico delle                    pazione a Interreg, ESPON e URBACT nell’am-
regioni di montagna, delle aree rurali e delle            bito della NPR, per l’attuazione dei progetti in   La componente 1, principale pilastro della
regioni di frontiera. La NPR si prefigge di               Svizzera si applicano le regole della NPR.         NPR, si propone di sostenere iniziative, pro-
migliorare le condizioni quadro per l’impren-                                                                getti e programmi che rafforzano l’innovazione,
ditorialità e di promuovere l’innovazione,                Per ottenere aiuti finanziari, i progetti devono   la competitività e la creazione di valore aggiunto
la creazione di valore aggiunto e la compe-               perseguire l’obiettivo primario della NPR,         nelle regioni. Spirito d’iniziativa e capacità
titività sul piano qualitativo a lungo termine.           ossia promuovere l’innovazione, l’impren-          innovativa sono le premesse per incrementare
                                                          ditorialità e la creazione di valore aggiunto.     la competitività regionale e ottenere una cre-
La Nuova politica regionale (NPR) è una poli-             Cantoni e terzi possono anche finanziare con       scita qualitativa. Gli attori di questa compo-
tica strutturale regionale con un orientamento            i propri mezzi o con i mezzi ottenuti da altri     nente sono la Confederazione, i Cantoni e le
economico che sostiene i cambiamenti strut-               Uffici federali, comuni, aziende o fondazioni      regioni, in stretta collaborazione con il mondo
turali nelle regioni rurali, di montagna e di             progetti che mirano ad esempio a migliorare        economico. La responsabilità dell’attuazione
frontiera e rafforza la loro competitività. Con-          le infrastrutture di trasporto o a promuovere      incombe ai Cantoni.
tribuisce a creare e mantenere posti di lavoro e,         lo scambio culturale, senza peraltro contribu-
indirettamente, l’occupazione decentralizzata             ire agli obiettivi della NPR. Nell’ambito di In-   La componente 2 punta a rafforzare la colla-
del territorio e a ridurre le disparità regionali.        terreg B, ESPON e URBACT la NPR può fi-            borazione e le sinergie fra la politica regionale
La NPR sostiene progetti, iniziative e program-           nanziare anche progetti che non perseguono         e altre politiche settoriali della Confedera-
mi che rafforzano la competitività delle regioni.         obiettivi specifici della NPR ma che hanno         zione che hanno un impatto sul territorio.
Il suo orientamento strategico è definito e svi-          un’importanza strategica a livello nazionale.      Queste riguardano fra l’altro la promozione
luppato dalla Segreteria di Stato dell’econo-                                                                dell’innovazione, le PMI, il turismo, l’agricol-
mia (SECO), mentre la sua attuazione spetta               www.regiosuisse.ch                                 tura e l’energia. Le sinergie che ne risultano
in primo luogo ai Cantoni.                                www.interreg.ch                                    vanno a vantaggio dei Cantoni e delle regioni,
                                                                                                             che sono stimolate a promuovere coopera-
La NPR riunisce gli strumenti di promozione                                                                  zioni analoghe. La responsabilità dell’attua-
di politica regionale della Confederazione.                                                                  zione di questa componente incombe alla
Finanzia progetti cantonali e intercantonali e so-                                                           Confederazione.
stiene la partecipazione svizzera alla Coopera-
zione territoriale europea (CTE) nell’ambito dei                                                             La componente 3 si propone di istituire e man-
programmi Interreg, ESPON e URBACT.                                                                          tenere un sistema di conoscenze sullo svi-
                                                                                                             luppo regionale, di promuovere le competenze
                                                                                                             del management regionale e di monitorare lo
                                                                                                             sviluppo economico nelle regioni svizzere. Per
                                                                                                             adempiere questa missione, nel 2008 è stato
                                                                                                             creato il Centro della rete di sviluppo regionale
                                                                                                             − regiosuisse –, finanziato dalla SECO (pag.
                                                                                                             19). La responsabilità dell’attuazione incombe
                                                                                                             alla Confederazione.

4     Cooperazione transfrontaliera in Europa — Interreg, ESPON, URBACT: cooperazione a valore aggiunto
Cooperazione transfrontaliera in Europa - Interreg, ESPON, URBACT: cooperazione a valore aggiunto - regiosuisse
Scambi arricchenti

Le valutazioni finora condotte hanno per-           Questo sviluppo è stato portato avanti nel               Oltre ai progetti finanziati con la NPR, negli
messo di stilare un bilancio positivo della         periodo programmatico 2007–2013 nell’am-                 scorsi anni sono stati realizzati altri importanti
partecipazione svizzera alla cooperazione           bito di Interreg IV, ESPON 2013 e URBACT                 progetti grazie a finanziamenti privati, locali,
transfrontaliera, transnazionale e interre-         II. In seguito all’integrazione degli strumenti          cantonali e nazionali. Particolarmente efficaci
gionale in Europa.                                  nella politica regionale della Confederazione            si sono rivelati quelli nel settore dei trasporti,
                                                    (NPR), la Svizzera si è focalizzata sui progetti         che hanno migliorato l’attrattiva delle regioni
Negli anni 1990 la partecipazione della Con-        orientati all’economia, in particolare su quelli         di confine grazie al potenziamento transfron-
federazione, dei Cantoni e delle regioni alla co-   che generano un valore aggiunto tangibile per            taliero dei trasporti pubblici o alla creazione di
operazione transfrontaliera europea perse-          lo sviluppo dell’economia regionale.                     unioni tariffarie.
guiva soprattutto obiettivi di integrazione. Lo
scopo prioritario era la cooperazione in sé e per   I Cantoni responsabili dell’attuazione di Inter-
sé, che partendo dalla conoscenza reciproca         reg valutano positivamente la partecipazione
permetteva di instaurare e costruire un clima       al programma Interreg IV. Soprattutto per le
di fiducia. Dopo che sono state create un po’       regioni frontaliere (in particolare gli agglome-
ovunque le strutture necessarie, l’interesse si     rati), la cooperazione è considerata molto
è spostato maggiormente su obiettivi concreti,      importante. In particolare, nella ricerca e nella
come la creazione di posti di lavoro, il collega-   promozione dell’innovazione e del turismo i
mento di regioni turistiche o l’organizzazione di   Cantoni hanno realizzato un ampio spettro di
programmi di scambio per apprendisti.               progetti che hanno avuto un impatto sullo svi-
                                                    luppo economico regionale. È il caso ad esem-
                                                    pio di BodenseeMeeting (pag. 6), che offre
                                                    una piattaforma volta a rendere più visibile e
                                                    competitiva sul mercato l’infrastruttura con-
                                                    gressuale esistente e in fase di sviluppo nella
                                                    regione del Lago di Costanza. Il progetto
                                                    transnazionale CABEE (pag. 7) e il progetto
                                                    NEUREX+ della regione del Reno superiore
                                                    (pag. 6) mostrano i risultati che si possono
                                                    conseguire nel settore dell’innovazione. Il pri-
                                                    mo mira a capitalizzare le competenze nel set-
                                                    tore dell’edilizia a energia zero nello spazio
                                                    alpino tramite la messa in rete dell’innovazione
                                                    e della sostenibilità, il secondo favorisce lo svi-
                                                    luppo di una ricerca e un’innovazione d’eccel-
                                                    lenza nel settore accademico e industriale
                                                    delle neuroscienze. Alcuni progetti di car poo-
                                                    ling lanciati nell’Arco giurassiano e nella re-
                                                    gione del Lemano mostrano come si possono
                                                    risolvere con soluzioni innovative problemati-
                                                    che attuali che interessano spazi funzionali
                                                    (pag. 7).

                                                            Cooperazione transfrontaliera in Europa — Interreg, ESPON, URBACT: cooperazione a valore aggiunto   5
Cooperazione transfrontaliera in Europa - Interreg, ESPON, URBACT: cooperazione a valore aggiunto - regiosuisse
Esempi pratici

Nel periodo programmatico 2007–2013 i                    BodenseeMeeting                                        NEUREX+: concorrenza e innovazione
partner svizzeri hanno partecipato a oltre               Interreg IV A Reno alpino–                             Interreg IV A Reno superiore
450 progetti della Cooperazione territoriale             Lago di Costanza–Alto Reno
europea (CTE). Qui di seguito sono illu-                                                                        La rete trinazionale NEUREX riunisce circa
strati alcuni esempi pratici.                            Nella regione del Lago di Costanza il settore          110 istituti di ricerca con oltre 1200 ricerca-
                                                         congressuale ha una grande importanza eco-             tori come pure aziende farmaceutiche attive
                                                         nomica. Negli scorsi anni sono stati investiti         nel settore delle neuroscienze fondamentali,
                                                         circa 200 milioni di euro in nuove infrastrutture      cliniche e applicate nella regione del Reno
                                                         ed è prevista la realizzazione di altri progetti.      superiore. NEUREX mira a promuovere pro-
                                                         La rete BodenseeMeeting, che comprende                 cessi e sinergie che permettono di sviluppare
                                                         tredici centri e organizzazioni congressuali           una ricerca e un’innovazione d’eccellenza in
                                                         della Germania, dell’Austria, del Liechtenstein        ambito accademico e industriale. Lo scopo è
                                                         e della Svizzera, permette di aumentare la visi-       di consolidare, ampliare e dinamizzare la strut-
                                                         bilità nei confronti degli organizzatori inter-        tura trinazionale della ricerca di punta nelle
                                                         nazionali di eventi. Il marketing sotto un mar-        neuroscienze per lottare attivamente contro la
                                                         chio comune attira più facilmente assemblee,           fuga di cervelli. La rete promuove inoltre la for-
                                                         incentivi, congressi e eventi (MICE) nella re-         mazione nelle nuove tecnologie delle neuro-
                                                         gione. Nell’ambito del progetto è stato creato         scienze, mettendo tra l’altro a disposizione
                                                         un forum dedicato alla ricerca sul «congresso          borse di studio transfrontaliere per tesi di dot-
                                                         del futuro»: si tratta del primo progetto di ri-       torato (finora 22). Sono stati creati posti di la-
                                                         cerca nell’area germanofona che promuove in            voro per i ricercatori che hanno conseguito un
                                                         modo mirato il dialogo tra specialisti dell’ap-        dottorato e sono stati sostenuti in particolare il
                                                         prendimento. In un laboratorio (BodenseeMe-            rientro di giovani ricercatori e il loro trasferimen-
                                                         eting-Lab) gli esperti di varie discipline svilup-     to nella regione. La rete ha anche promosso la
                                                         pano drammaturgie, forme di comunicazione e            creazione di start-up. Numerosi eventi, ad
                                                         metodi pratici per gli organizzatori congres-          esempio nell’ambito della «Settimana del cer-
                                                         suali. Il dialogo con i collaboratori, i clienti e i   vello 2014» sono serviti a sensibilizzare il pub-
                                                         partner del gruppo BodenseeMeeting pro-                blico sulle neuroscienze e sulla loro impor-
                                                         duce un intenso input di conoscenze per la             tanza per la regione del Reno superiore.
                                                         regione, che viene diffuso in particolare su una
                                                         piattaforma Internet. Il progetto ha avuto una         www.neurex.org
                                                         vasta eco presso i clienti. Con un finanzia-
                                                         mento iniziale relativamente modesto, ha per-
                                                         messo la collaborazione degli attori economici
                                                         in una forma che porta vantaggi ad ognuno e
                                                         che permette di profilarsi rispetto alla concor-
                                                         renza. La collaborazione e il forum per la ricer-
                                                         ca congressuale proseguiranno indipendente-
                                                         mente dai finanziamenti pubblici.

                                                         www.bodenseemeeting.com

6    Cooperazione transfrontaliera in Europa — Interreg, ESPON, URBACT: cooperazione a valore aggiunto
Cooperazione transfrontaliera in Europa - Interreg, ESPON, URBACT: cooperazione a valore aggiunto - regiosuisse
Promozione del car pooling nell’Arco giu-
rassiano e Car pooling transfrontaliero nel
                                                        CABEE
                                                        Interreg IV B Spazio Alpino
                                                                                                                               "     Informazioni su altri progetti
                                                                                                                                     ai quali la Svizzera partecipa
bacino del Lemano                                                                                                                    nell’ambito della coopera-
Interreg IV A Francia–Svizzera                          Il progetto transnazionale CABEE mira a pro-                                 zione territoriale in Europa
                                                        muovere l’edilizia a energia zero nelle Alpi per                             al link:
Tra la Francia e la Svizzera la mobilità pendo-         contribuire all’utilizzo efficiente delle risorse                            www.regiosuisse.ch/
lare casa-lavoro sta diventando un problema             nei Paesi partecipanti e al raggiungimento                                   progetti ➝ Banca dati
con un impatto negativo sulle condizioni qua-           degli obiettivi di politica climatica. A tale                                dei progetti NPR
dro necessarie a un buon sviluppo del territo-          scopo sono state sviluppate linee guida per                                  ➝ Altre banche dati dei
rio transfrontaliero. Nell’Arco giurassiano e nel       la definizione, la costruzione o il rinnovo, la                              progetti
bacino del Lemano sono quindi stati lanciati            valutazione e la promozione di case a energia
due progetti di car pooling per promuovere la           zero (net zero energy buildings, NZEB). Agli
mobilità condivisa.                                     attori della politica, ai progettisti e ai costrut-
                                                        tori vengono così fornite basi decisionali e
Dal 2011 otto partner istituzionali (tra cui i          impulsi per futuri progetti. Per elaborare le
Cantoni di JU, BE, NE e VD) hanno lanciato un           linee guida il progetto CABEE si fonda sui
programma di promozione del car pooling per             risultati ottenuti e sui fattori di successo iden-
i collaboratori delle aziende dell’Arco giuras-         tificati nell’ambito di progetti europei conclusi
siano. Il progetto sviluppa un dispositivo              o in corso e nell’ambito di progetti del pro-
partecipativo che coinvolge sia gli enti locali         gramma Spazio Alpino.
(comuni) che le imprese e il loro personale
(oltre 70 aziende e 20 000 collaboratori) ba-           A CABEE partecipano scuole universitarie,
sato su una hotline e un sito Internet interat-         amministrazioni regionali e reti. Il partner sviz-
tivo. Il progetto prevede di mettere a punto en-        zero è l’associazione InnovationsTransfer
tro il 2017 un servizio destinato alle aziende e        Zentralschweiz (ITZ). Nell’ambito del progetto
di garantirne la sostenibilità finanziaria.             sono state realizzate varie misure pilota per
                                                        migliorare il posizionamento sul mercato
Nella regione del Lemano, che ha un bacino              dell’edilizia a energia zero ed è stato svilup-
occupazionale dinamico alimentato dal fronta-           pato un label transnazionale per le case a
lierato, sette partner istituzionali (tra cui i Can-    basso consumo di energia. Un label di questo
toni di GE, VD e VS) collaborano dal 2013 per           tipo non solo facilita la commercializzazione e
sviluppare una soluzione di car pooling, oltre a        la comunicazione efficace delle misure a ener-
quelle di trasporto pubblico esistenti, nell’am-        gia zero nel settore della costruzione ma pro-
bito di una politica globale volta a promuovere         muove anche il dialogo tra esperti del settore
la mobilità sostenibile. L’obiettivo del progetto       e rafforza l’industria locale.
è di organizzare un servizio transfrontaliero po-
tenziando l’offerta di car pooling e di sensibi-        www.cabee.eu
lizzare il pubblico, i lavoratori frontalieri e i da-
tori di lavoro svizzeri.

www.covoiturage-arcjurassien.com

                                                                Cooperazione transfrontaliera in Europa — Interreg, ESPON, URBACT: cooperazione a valore aggiunto   7
Cooperazione transfrontaliera in Europa - Interreg, ESPON, URBACT: cooperazione a valore aggiunto - regiosuisse
Politica regionale dell’UE 2014−2020

La politica regionale dell’UE, ossia la politica          Nel periodo 2014–2020 per gli 80 programmi          scita qualitativa maggiormente incentrata
di coesione, è una politica di investimento che           CTE sono stati stanziati complessivamente           sull’innovazione e intende stanziare i fondi in
si prefigge di creare posti di lavoro, promuo-            8,9 miliardi di Euro provenienti dal budget         modo più mirato, puntando su settori di cre-
vere la competitività e la crescita economica,            della politica regionale UE.                        scita strategici (cfr. riquadro). La politica regio-
migliorare la qualità della vita e incentivare uno                                                            nale europea mira inoltre a conseguire obiettivi
sviluppo sostenibile. Tramite la politica regio-          La politica regionale dell’UE per il periodo di     chiari e misurabili, esige il rispetto di determi-
nale, nel periodo 2014−2020 la Commis-                    promozione 2014–2020 ha subito un cambia-           nate condizioni di base da parte degli Stati
sione europea investirà complessivamente                  mento di paradigma. Finora era piuttosto            membri che intendono utilizzare i fondi della
325 miliardi di Euro per lo sviluppo regionale.           incentrata sulla perequazione, i fondi erano        politica regionale e prevede un miglior coordi-
Questi fondi saranno completati da finanzia-              distribuiti ad annaffiatoio e investiti in nume-    namento dei vari programmi di sostegno.
menti nazionali e regionali. La Cooperazione              rose attività. Oggi, invece, persegue una cre-
territoriale europea (CTE) e gli strumenti di cui
dispone (Interreg, URBACT, ESPON e INTE-
RACT) nonché le strategie macroregionali                  Strategia Europa 2020                               Settori strategici di crescita della politi-
quali l’EUSALP rappresentano la componente                                                                    ca regionale dell’UE
transfrontaliera della politica regionale e               La Strategia Europa 2020 per una crescita
devono contribuire a incentivare lo sviluppo              intelligente, sostenibile e inclusiva persegue      La politica regionale UE 2014–2020 punta su
economico, sociale ed ecologico dell’UE e dei             cinque obiettivi principali da raggiungere entro    un impiego mirato delle risorse finanziarie in
Paesi vicini non solo all’interno di singole              il 2020:                                            settori di crescita strategici. La novità consiste
regioni, ma anche al di là delle frontiere. I pro-                                                            nel fatto che i suoi programmi, e quindi anche
grammi sostenuti devono quindi concorrere in                Occupazione: il 75 per cento della popola-        la CTE, sono imperniati su 11 ambiti tematici
primo luogo a realizzare gli obiettivi della Stra-          zione di età compresa tra i 20 e i 64 anni è      e che gli Stati membri devono investire i loro
tegia Europa 2020 (cfr. riquadro).                          attivo.                                           fondi in maniera mirata. I singoli programmi
                                                            Innovazione: il 3 per cento del prodotto in-      CTE scelgono fra gli ambiti tematici le priorità
                                                            terno lordo dell’UE è impiegato per la ricer-     da perseguire. Gli ambiti tematici 1–4 sono
                                                            ca e lo sviluppo.                                 prioritari:
                                                            Cambiamenti climatici: sono raggiunti gli         1. Ricerca, sviluppo tecnologico e
                                                            obiettivi di protezione climatica e energetici        innovazione
                                                            «20/20/20» (ridurre le emissioni di gas serra     2. Tecnologie dell’informazione e della
                                                            di almeno il 20 per cento rispetto al 1990, au-       comunicazione (TIC)
                                                            mentare al 20 per cento la quota di energie       3. Potenziamento della competitività delle
                                                            rinnovabili del consumo totale di energia,            PMI
                                                            aumentare del 20 per cento l’efficienza ener-     4. Economia a bassa emissione di CO2
                                                            getica).                                          5. Cambiamenti climatici e gestione del
                                                            Istruzione: la quota di abbandono scolastico          rischio
                                                            scende al di sotto del 10 per cento e almeno      6. Ambiente e efficienza delle risorse
                                                            il 40 percento delle persone di età compresa      7. Trasporti sostenibili
                                                            tra i 30 e i 34 anni consegue un titolo di stu-   8. Occupazione e mobilità della
                                                            dio universitario o un titolo equivalente.            manodopera
                                                            Povertà: il numero delle persone a rischio di     9. Inclusione sociale e lotta alla povertà e
                                                            povertà è ridotto di 20 milioni.                      alla discriminazione
                                                                                                              10. Educazione e formazione permanente
                                                                                                              11. Miglioramento delle capacità istituzionali
                                                                                                                  delle autorità pubbliche

8     Cooperazione transfrontaliera in Europa — Interreg, ESPON, URBACT: cooperazione a valore aggiunto
Cooperazione transfrontaliera in Europa - Interreg, ESPON, URBACT: cooperazione a valore aggiunto - regiosuisse
Partecipazione svizzera 2014−2020

Anche nel nuovo periodo di programmazione             Le priorità dei programmi CTE ai quali la Sviz-          Come nel caso dei periodi precedenti, i pro-
2014–2020 la Confederazione e i Cantoni               zera partecipa nel periodo di programmazione             grammi Interreg, ESPON e URBACT permet-
sosterranno la partecipazione della Svizzera          2014−2020 (cfr. pag. 10–19) sono fissate in              tono di finanziare solo una parte dei costi pro-
alla cooperazione transfrontaliera in Europa          base agli ambiti tematici definiti dalla politica        gettuali. Di norma, una parte sostanziale del
nell’ambito della Nuova politica regionale            regionale europea (cfr. riquadro). A seconda             finanziamento deve essere sostenuta con
(NPR). Rispetto al periodo precedente, i con-         del programma, i progetti possono essere pre-            fondi propri o di terzi.
tributi pubblici da parte della Svizzera sono no-     sentati nell’ambito di un bando di concorso,
tevolmente aumentati. Inoltre, grazie a risorse       entro una data prefissata, oppure durante tutto
finanziarie private, cantonali e nazionali saran-     l’anno. I servizi di coordinamento dei vari pro-
no finanziati progetti che concernono altri am-       grammi in Svizzera fungono da punto di con-
biti settoriali e che non perseguono gli obiettivi    tatto per le persone interessate e per i partner
della NPR.                                            svizzeri. Forniscono informazioni sulle priorità
                                                      della promozione, le procedure di richiesta di
Le novità introdotte nella politica regionale         finanziamento e i criteri di selezione dei pro-
dell’UE implicano un riorientamento della             getti, aiutano a trovare possibili partner e forni-
Cooperazione territoriale europea (CTE) e             scono un sostegno anche durante l’attuazione
influiscono anche sulla partecipazione della          del progetto.
Svizzera ai programmi Interreg V, ESPON
2020 e URBACT III. La nuova politica regio-           Nel periodo di programmazione 2014−2020,
nale dell’UE, e con essa la CTE, si focalizza su      i servizi di coordinamento sono liberi di appro-
un numero ridotto di tematiche o di ambiti di pro-    vare qualsiasi progetto ritenuto valido. I part-
mozione e si orienta su obiettivi concreti, conver-   ner svizzeri possono partecipare a tutti i pro-
gendo così con la politica regionale svizzera         getti e possono lanciare progetti nell’ambito
(NPR), che si basa sugli stessi principi. Tale        della CTE. La NPR sostiene tuttavia solo quelli
convergenza può facilitare la collaborazione          che rafforzano la competitività di una regione
all’interno dei programmi. Come nel caso della        e generano valore aggiunto. La NPR si foca-
NPR in Svizzera, i progetti sostenuti nell’am-        lizza pertanto sui progetti dai quali le aziende
bito della CTE nel periodo di programmazione          regionali possono trarre direttamente vantag-
2014−2020 devono essere scelti e valutati             gio. È proprio questo effetto, e non l’orienta-
più sistematicamente in funzione degli effetti        mento tematico, ad essere determinante per
che producono. Ciò permetterà ai Cantoni di           valutare se un progetto può essere sostenuto
conseguire meglio gli obiettivi che si sono pre-      grazie alle risorse della NPR. I fondi NPR pos-
fissati con la NPR attraverso progetti CTE.           sono anche servire a sostenere progetti che
                                                      riguardano il settore ambientale e sociale se, ad
                                                      esempio, creano concretamente posti di lavoro.

                                                              Cooperazione transfrontaliera in Europa — Interreg, ESPON, URBACT: cooperazione a valore aggiunto   9
Cooperazione transfrontaliera in Europa - Interreg, ESPON, URBACT: cooperazione a valore aggiunto - regiosuisse
Interreg V A Francia–Svizzera
           Pour une frontière dynamique

Il programma Interreg V A Francia−Svizzera                Si tratta innanzitutto di incentivare il trasferi-
                                                                                                                 Punto di contatto
s’inserisce in una lunga tradizione di co-                mento di conoscenze tra gli attori della ricerca
                                                                                                                 Coordination régionale Interreg
operazione nei territori frontalieri dell’Arco            e dello sviluppo, in modo da favorire le sinergie
                                                                                                                 arcjurassien.ch
giurassiano e del bacino del Lemano. Inter-               all’interno dei settori chiave specifici all’area di
                                                                                                                 Rue de la Paix 13
reg sostiene queste dinamiche transfron-                  cooperazione. Il programma sostiene anche la
                                                                                                                 CH-2300 La Chaux-de-Fonds
taliere storiche per sviluppare progetti                  gestione concertata delle risorse economiche
                                                                                                                 france-suisse@interreg.ch
strutturanti che mobilitano ampiamente i                  e turistiche regionali allo scopo di stimolare lo
responsabili politici e gli attori locali.                scambio di esperienze, di tecnologie o di meto-
                                                          dologie. Sostiene inoltre le azioni volte a ottimiz-
Il programma comprende due aree di coope-                 zare una dinamica di crescita economica regio-
razione: da una parte il bacino del Lemano,               nale in quanto migliora la pianificazione inno-
caratterizzato da diverse grandi agglomera-               vativa dell’accessibilità. Infine, il programma
zioni e dalla prevalenza del settore terziario, e         promuove la diffusione dell’imprenditorialità
                                                                                                                 Priorità
dall’altra l’Arco giurassiano, che si contraddi-          nella regione e la creazione di un’offerta innova-
                                                                                                                  Innovazione, trasferimento di sapere
stingue per una minore densità urbana e da un             tiva che tenga conto delle sfide del mercato del
                                                                                                                  Turismo, gestione integrata delle risorse
know-how industriale nei settori della micro-             lavoro e di quelle del settore della formazione.
                                                                                                                  regionali, attrattività
tecnica, della trasformazione di materie plasti-
                                                                                                                  Pianificazione dell’accessibilità
che e della meccanica.                                    Tutti gli attori pubblici o privati del tessuto eco-
                                                                                                                  Impiego, promozione dell’imprenditorialità
                                                          nomico possono ricevere un sostegno, a con-
L’ambizione del programma Interreg V è note-              dizione che il progetto abbia l’appoggio di un
                                                                                                                 Cifre chiave
volmente aumentata. Il Cantone di Friborgo,               partner da entrambi i lati della frontiera. Il va-
                                                                                                                  38 982 km2 di superficie
un tempo territorio adiacente, ha deciso di par-          lore aggiunto della dimensione transfrontaliera
                                                                                                                  5,2 milioni di abitanti
tecipare a pieno titolo al partenariato.                  è un elemento fondamentale per la valutazione
                                                                                                                  Circa 110 000 lavoratori frontalieri
                                                          del progetto.
                                                                                                                  Cantoni coinvolti nel programma:
La governance di questo programma bilaterale
                                                                                                                  BE, FR, GE, JU, NE, VD, VS
associa un Paese membro e un Paese non                    In generale i progetti vengono presentati lungo
membro dell’UE. I partner svizzeri partecipano            tutto l’anno, ma durante il periodo di program-
attivamente alla guida del programma e all’at-            mazione potranno essere lanciati dei bandi di
tuazione degli obiettivi, conciliando quadri nor-         progetto attinenti a tematiche specifiche.
mativi distinti. Una coordinazione regionale uni-
ca riunisce la totalità dei Cantoni coinvolti e un        I partner svizzeri del programma hanno voluto
segretariato tecnico congiunto svizzero è stato           riunirsi in una coordinazione regionale Interreg,
istituito in stretta collaborazione con le autorità       la cui attuazione strategica e finanziaria è dele-
di gestione presenti in Francia.                          gata all’associazione intercantonale arcjuras-
                                                          sien.ch, responsabile anche della parte svizzera
I partner francesi e svizzeri hanno elaborato una         del segretariato tecnico congiunto.
strategia congiunta volta a consolidare uno
spazio funzionale dinamico al fine di rispondere          www.interreg-francesuisse.org
alle sfide sul piano della competitività, dello svi-
luppo economico e dell’occupazione. Gli obiet-
tivi del programma rientrano negli obiettivi
tematici 1, 6, 7 e 8 del quadro strategico comu-
ne della Commissione europea.

10    Cooperazione transfrontaliera in Europa — Interreg, ESPON, URBACT: cooperazione a valore aggiunto
Interreg V A Italia–Svizzera

Il programma di cooperazione transfron-                 Al fine di consentire ai portatori di progetto di
                                                                                                                  Punto di contatto
taliera tra Svizzera e Italia per il periodo            inserirsi al meglio in questo nuovo contesto, si è
                                                                                                                  Coordinazione regionale Interreg
2014−2020 è volto alla risoluzione di pro-              pensato di instaurare delle modalità operative al
                                                                                                                  Viale S. Franscini 17
blematiche concrete che toccano uno dei                 servizio dell’idea progettuale. Infatti, per quel che
                                                                                                                  CH-6501 Bellinzona
territori più centrali e strategici d’Europa.           concerne la parte di progetto attuata in territorio
                                                                                                                  italia-svizzera@interreg.ch
                                                        svizzero, i portatori di progetto possono avvaler-
Il territorio interessato dall’attuazione del pro-      si, di norma e sin dall’idea progettuale, di una con-
gramma comprende i Cantoni Ticino, Grigioni             sulenza da parte dei servizi cantonali. Lo scopo
                                                                                                                  Cifre chiave
e Vallese e le Regioni italiane Lombardia, Pie-         di questo nuovo modo di procedere è quello di
                                                                                                                     Circa 38 000 km2 di superficie
monte, Aosta e Bolzano.                                 operare in maniera efficace affinché le risorse
                                                                                                                     4,9 milioni di abitanti
                                                        investite vadano realmente al servizio del territo-
                                                                                                                     Lavoratori frontalieri: TI circa 65 000,
Un attento lavoro di concerto per la scelta             rio. Questo permette di avvalersi di un adeguato
                                                                                                                     GR circa 5600, VS circa 3000
delle priorità tematiche sulle quali incentrare         partenariato e di avere un progetto con chiare e
                                                                                                                     Cantoni coinvolti nel programma:
la progettualità transfrontaliera ha fatto sì che       durature ricadute transfrontaliere che si inserisca
                                                                                                                     GR, TI, VS
queste spazino dalla promozione della com-              coerentemente con quanto promosso a livello
petitività delle piccole e medie imprese, alla          cantonale attraverso l’attuazione delle leggi set-
classica valorizzazione del patrimonio natu-            toriali di riferimento.
rale e culturale, passando per la promozione
dei trasporti sostenibili. Saranno pure incen-          Seppur con un’unità di intenti definita nel pro-
tivati progetti nell’ambito dell’accessibilità dei      gramma, ogni Cantone coinvolto pone l’ac-
servizi sociali di interesse generale e progetti        cento su progettualità diverse che verranno
incentrati sul rafforzamento della governance           comunicate chiaramente ad ogni bando di
transfrontaliera.                                       concorso.

I progetti sono presentati secondo una proce-           www.interreg-italiasvizzera.it
dura di concorso a bandi. Particolare atten-
zione è data alla compatibilità delle azioni
di progetto con la politica regionale federale
(NPR) e con le politiche settoriali in vigore a
livello cantonale. I progetti transfrontalieri tra
Svizzera e Italia devono, ancor più che nel
recente passato, armonizzarsi con le azioni poli-
tiche in atto a livello cantonale e avere delle rica-
dute tangibili sul territorio al di qua e al di là
della frontiera.

                                                                 Cooperazione transfrontaliera in Europa — Interreg, ESPON, URBACT: cooperazione a valore aggiunto   11
Interreg V A Reno superiore
           Schulterschluss für Innovation und Wachstum

Il Reno superiore è una regione transfron-                tale. La Confederazione e i Cantoni Argovia,
                                                                                                               Punto di contatto
taliera trinazionale fortemente integrata,                Basilea-Città, Basilea-Campagna, Giura e
                                                                                                               REGIO BASILIENSIS (IKRB)
che cerca di sfruttare i propri punti di forza            Soletta stanziano fondi per promuovere pro-
                                                                                                               Freie Strasse 84
intensificando la collaborazione nel campo                getti nell’ambito di questo programma. Pos-
                                                                                                               CH-4010 Basilea
della formazione e della ricerca, promuo-                 sono presentare una domanda gli attori del
                                                                                                               oberrhein@interreg.ch
vendo il trasferimento del sapere e la mobi-              mondo economico e scientifico, della società
lità dei lavoratori e migliorando la propria              civile e dell’amministrazione pubblica. Vengono
sostenibilità ecologica e sociale sia come                sostenuti i progetti transfrontalieri che soddi-
area economica che come spazio vitale.                    sfano uno dei dodici obiettivi tematici dei quat-
Il programma Interreg V A Reno superiore                  tro assi del programma Interreg (cfr. priorità) e
dà un grande contributo in questo senso.                  che hanno un impatto nell’area del programma.
                                                          Poiché anche la Confederazione partecipa al
La regione del Reno superiore abbraccia il                programma nell’ambito della Nuova politica
Palatinato meridionale, l’Alsazia, il Baden e la          regionale (NPR), i progetti che contribuiscono
Svizzera nord-occidentale e attraversa tre fron-          al raggiungimento degli obiettivi prioritari della
tiere nazionali e due regioni linguistiche. Il Reno,      NPR (rafforzamento o miglioramento della
                                                                                                               Priorità
lungo il quale corre la porzione più lunga del            capacità di innovazione, della creazione di
                                                                                                                Sostegno allo sviluppo di una regione
confine nazionale, rappresenta una barriera na-           valore aggiunto e della competitività) possono
                                                                                                                transfrontaliera del sapere e dell’innovazione
turale ma nello stesso tempo funge da impor-              ottenere anche un sostegno federale.
                                                                                                                competitiva a livello internazionale
tante anello di congiunzione, ad esempio per
                                                                                                                Promozione dello sviluppo del territorio,
quanto concerne la protezione ambientale, la              Le candidature possono essere presentate in
                                                                                                                dell’economia e della mobilità a livello
prevenzione dei rischi e i trasporti. La regione          qualsiasi momento. Due volte l’anno il Comitato
                                                                                                                transfrontaliero nel rispetto dell’ambiente
compresa tra la Foresta nera, i Vosgi e il Giura          di accompagnamento trinazionale si riunisce
                                                                                                                Promozione dell’occupazione a livello
svizzero è caratterizzata da aree coltivate, una          per esaminarle prima di decidere se sostenerle
                                                                                                                transfrontaliero
fitta rete di centri urbani, una percentuale ele-         o meno. Inoltre, vengono indetti bandi di gara
                                                                                                                Promozione della collaborazione transfronta-
vata di lavoratori frontalieri e una capacità di ge-      regionali, ad esempio nel settore «Ricerca e
                                                                                                                liera tra amministrazioni e cittadini
nerare valore aggiunto superiore alla media na-           sviluppo».
zionale, con un prodotto interno lordo pari a 235
                                                                                                               Cifre chiave
miliardi di euro circa (39 300 euro pro capite).          Nell’ambito di Interreg e della NPR, l’associa-
                                                                                                                21 500 km2 di superficie
                                                          zione REGIO BASILIENSIS (IKRB) funge da
                                                                                                                6 milioni di abitanti
Nel Reno superiore la collaborazione transfron-           servizio di coordinazione regionale della Con-
                                                                                                                116 700 lavoratori frontalieri
taliera è iniziata già intorno al 1960 ed è quindi        federazione e dei Cantoni della Svizzera nord-
                                                                                                                Cantoni che partecipano al programma:
molto radicata. Oggi la regione dispone di so-            occidentale. L’IKRB ha partecipato alla pre-
                                                                                                                AG, BL, BS, JU, SO
lide strutture di cooperazione che consentono             parazione del programma Interreg, è membro
non solo di coinvolgere nella formazione di una           degli organi del programma e contribuisce atti-
volontà transfrontaliera anche gruppi di attori           vamente alla sua attuazione. L’IKRB fornisce
finora poco integrati ma anche di continuare a            informazioni e consulenza ai partner di progetto
migliorare l’efficacia e le strutture collaborative.      della Svizzera nord-occidentale, verifica se le
                                                          candidature possono beneficiare di un finanzia-
La regione ha puntato su Interreg fin dall’inizio. I      mento da parte della Confederazione e/o dei
progetti di cooperazione danno nuovi impulsi a            Cantoni, amministra le sovvenzioni federali e
questo spazio vitale ed economico comune e                rende conto dell’attività svolta alla Confedera-
creano importanti sinergie oltre i confini nazio-         zione, ai Cantoni e alla popolazione.
nali. Tra le regioni che beneficiano di queste
dinamiche c’è anche la Svizzera nord-occiden-             www.interreg-rhin-sup.eu

12    Cooperazione transfrontaliera in Europa — Interreg, ESPON, URBACT: cooperazione a valore aggiunto
Interreg V A Reno alpino−Lago di Costanza−Alto Reno
          Vier Länder – ein Programm

Il programma Interreg V A Reno alpino–               Il programma Reno alpino–Lago di Costanza–
                                                                                                              Punto di contatto
Lago di Costanza–Alto Reno (ABH) vuole               Alto Reno vuole rafforzare la già buona colla-
                                                                                                              Netzwerkstelle Ostschweiz
valorizzare maggiormente le potenzialità             borazione transfrontaliera per permettere a
                                                                                                              Regierungsgebäude
di questa regione di confine non soltanto            questa regione di confine di sfruttare ancora
                                                                                                              CH-9001 San Gallo
rafforzando la competitività e l’innovazio-          meglio le proprie potenzialità. I progetti devono
                                                                                                              abh@interreg.ch
ne, ma anche salvaguardando l’ambiente               generare un valore aggiunto concreto miglio-
e migliorando la gestione dei problemi a             rando la competitività e l’innovazione nella
livello transfrontaliero.                            regione o portando miglioramenti negli ambiti
                                                     settoriali prioritari «competitività, innovazione,
L’area del programma si estende alla regione         occupazione e formazione», «ambiente, ener-
di frontiera compresa tra Germania, Austria,         gia e trasporti», «collaborazione a livello ammi-
Principato del Liechtenstein e Svizzera, che è       nistrativo e impegno civile».
anche una delle piazze economiche più dina-
                                                                                                              Priorità
miche d’Europa. Qui hanno sede numerose              Ogni buon progetto si basa su una buona
                                                                                                                 Competitività, innovazione, occupazione
aziende che operano su scala globale, molte          idea. Grazie alla rete di sviluppo che sta pren-
                                                                                                                 e formazione
delle quali sono leader del loro settore. Pur        dendo forma e agli intensi scambi di cono-
                                                                                                                 Ambiente, energia e trasporti
essendo complessa, la sua struttura econo-           scenze a livello transfrontaliero, la realizza-
                                                                                                                 Collaborazione a livello amministrativo
mica presenta una porzione superiore alla            zione dei progetti genera valore aggiunto per
                                                                                                                 e impegno civile
media di imprese industriali high tech con           ogni singolo partner. Il finanziamento è conce-
quote di esportazione piuttosto elevate.             pito come contributo iniziale unico, necessario
                                                                                                              Cifre chiave
Numerose aziende, per lo più di piccole e            per far partire il progetto con il piede giusto.
                                                                                                                 30 080 km2 di superficie
medie dimensioni, offrono posti di lavoro e di       Possono presentare un progetto aziende,
                                                                                                                 5,8 milioni di abitanti
apprendistato molto interessanti. Nella re-          organizzazioni ed enti pubblici ma anche altre
                                                                                                                 46 600 lavoratori frontalieri
gione hanno sede anche centri di formazione          associazioni e privati cittadini. I progetti de-
                                                                                                                 Cantoni che partecipano al programma:
prestigiosi, in particolare scuole universitarie     vono obbligatoriamente avere carattere tran-
                                                                                                                 AG, AI, AR, GL, GR, SG, SH, TG, ZH
e istituti di ricerca. Per diverse sottoaree anche   sfrontaliero ed essere realizzati da almeno due
il turismo rappresenta un fattore economi-           partner di Paesi diversi, uno dei quali deve
co importante, se non addirittura strategico.        avere sede in uno Stato membro dell’UE.
La regione di frontiera oggetto del program-
ma comprende uno spazio naturale eteroge-            Le domande di finanziamento possono essere
neo. Al suo centro si trova il Lago di Costanza,     inviate in qualsiasi momento per via elettro-
uno specchio d’acqua comune particolar-              nica. Tutte le informazioni necessarie sono a
mente meritevole di tutela, da cui traggono          disposizione sul sito Internet.
acqua potabile più di 4 milioni di persone.
                                                     Il Netzwerkstelle Ostschweiz (Centro della rete
                                                     per la Svizzera orientale) rappresenta i nove
                                                     Cantoni svizzeri che partecipano al programma
                                                     e funge da «sportello unico» in caso di domande
                                                     da parte dei soggetti svizzeri interessati. Si rac-
                                                     comanda di contattarlo non appena si inizia a
                                                     elaborare un progetto, per avere già un primo
                                                     parere sull’eleggibilità della propria idea e infor-
                                                     mazioni sulla procedura da seguire.

                                                     www.interreg.org

                                                             Cooperazione transfrontaliera in Europa — Interreg, ESPON, URBACT: cooperazione a valore aggiunto   13
Interreg V B Spazio Alpino

L’obiettivo del programma Interreg V B                    Anche i trasporti e le emissioni di CO2 sono un
                                                                                                               Punto di contatto
Spazio Alpino è di fare di questa regione                 tema rilevante per la regione, situata nel cuore
                                                                                                               Ufficio federale dello sviluppo territoriale
una piazza economica competitiva a livello                dell’economia europea. Il programma Spazio
                                                                                                               (ARE)
internazionale garantendo ai suoi abitan-                 Alpino vuole contribuire a ridurre le emissioni e
                                                                                                               Affari internazionali
ti un’elevata qualità di vita. Per dare una               garantire una mobilità sostenibile e uno stile di
                                                                                                               CH-3003 Berna
spinta all’area alpina nel suo insieme,                   vita efficiente. Gli altri obiettivi del programma
                                                                                                               interreg@are.admin.ch
occorre affrontare le sfide comuni con stra-              sono migliorare la qualità della vita e proteggere
tegie transnazionali.                                     l’ecosistema, sensibilizzare al patrimonio natu-
                                                          rale e culturale e mettere a punto strategie in-
Il programma Spazio Alpino interessa un’area              novative per la gestione delle risorse.
molto vasta, caratterizzata da diverse culture e
paesaggi straordinari ma anche da un’econo-               La governance multilivello e transnazionale
mia specializzata e innovativa. Nella cintura             gioca un ruolo fondamentale in tutte le aree
                                                                                                               Priorità
perialpina che circonda questa regione si tro-            tematiche del programma Spazio Alpino. Gli
                                                                                                                 Innovazione a livello economico,
vano alcune delle metropoli più attrattive e più          strumenti e i modelli internazionali atti a mi-
                                                                                                                 sociale e di governance
competitive d’Europa, come Milano, Lione,                 gliorare i processi istituzionali e amministrativi
                                                                                                                 Riduzione delle emissioni di CO2
Zurigo e Vienna. La centralità di questa re-              sono una delle priorità del programma, che è
                                                                                                                 e miglioramento della sostenibilità a livello
gione è un atout che può essere sfruttato con             anche uno strumento fondamentale per imple-
                                                                                                                 di trasporti e mobilità
iniziative improntate alla collaborazione e al            mentare la Strategia macroregionale per la
                                                                                                                 Sfruttamento sostenibile del patrimonio
coordinamento transnazionali.                             regione alpina (EUSALP) (pag. 18).
                                                                                                                 culturale e naturale, protezione dell’eco-
                                                                                                                 sistema
Gli Stati e le regioni che partecipano a questo           I partner di progetto del programma possono
                                                                                                                 Governance multilivello e transnazionale
programma vogliono promuovere lo Spazio                   trarre vantaggio dallo scambio di esperienze
Alpino con azioni comuni transnazionali e farne,          all’interno di un’ampia rete, instaurare partena-
                                                                                                               Cifre chiave
con l’aiuto di partner privati, una regione eco-          riati professionali e nello stesso tempo svilup-
                                                                                                                390 000 km2 di superficie
nomicamente forte, attrattiva e sostenibile.              pare soluzioni specifiche per le loro regioni e
                                                                                                                70 milioni di abitanti
                                                          per i settori economici di loro interesse. Al pro-
                                                                                                                Stati che partecipano al programma:
L’orientamento economico del programma                    gramma possono partecipare istituzioni di ogni
                                                                                                                Svizzera, Austria, Liechtenstein, Slovenia e
riveste un’importanza enorme. Lo Spazio Alpino            tipo. I partner svizzeri possono anche assume-
                                                                                                                alcune regioni di Germania, Francia e Italia
deve diventare una regione dinamica, sede di              re la responsabilità amministrativa di progetti.
PMI locali solide. A tale scopo, occorre sem-
plificare le condizioni quadro per la promo-              In Svizzera, la direzione operativa del pro-
zione dell’innovazione, in modo tale che il know-         gramma è affidata all’Ufficio federale dello svi-
how locale acquisti maggiore visibilità sia               luppo territoriale (ARE). L’ARE funge da inter-
all’interno che all’esterno dello Spazio Alpino.          faccia per i partner di progetto e rappresenta
                                                          la Svizzera in seno al comitato direttivo del
                                                          programma.

                                                          www.alpine-space.eu

14    Cooperazione transfrontaliera in Europa — Interreg, ESPON, URBACT: cooperazione a valore aggiunto
Interreg V B Europa nord-occidentale

L’innovazione, la ricerca e lo sviluppo tecno-    L’Europa nord-occidentale è la regione più
                                                                                                           Punto di contatto
logico sono le priorità del programma Inter-      densamente popolata d’Europa e comprende
                                                                                                           Ufficio federale dello sviluppo territoriale
reg V B Europa nord-occidentale, che mira         centri urbani ed economici importanti come
                                                                                                           (ARE)
a mettere in rete a livello transnazionale        Londra, Parigi, Bruxelles, Lussemburgo, Fran-
                                                                                                           Affari internazionali
questa vasta area del vecchio continente          coforte e Stoccarda. Per questo motivo, molti
                                                                                                           CH-3003 Berna
per farne una piazza economica attrattiva e       dei progetti che fanno capo al programma
                                                                                                           interreg@are.admin.ch
sostenibile, in grado di affrontare le sfide      Europa nord-occidentale sono incentrati su
specifiche con strategie comuni. In tal           temi che riguardano specificamente le città.
modo, la regione potrà assumere un ruolo          La regione ospita anche un gran numero di
chiave nello scacchiere internazionale.           lavoratori altamente qualificati, soprattutto nel
                                                  settore dell’alta tecnologia. Pertanto, l’econo-
Il programma interessa un’importante regione      mia basata sulle conoscenze, lo scambio di
economica e urbana europea, un’area che           innovazioni e la promozione delle PMI locali
                                                                                                           Priorità
riveste un’importanza centrale nel campo          sono aspetti centrali di questo programma.
                                                                                                              Rafforzamento della ricerca, dello sviluppo
dell’innovazione, della governance e della
                                                                                                              tecnologico e dell’innovazione
ricerca.                                          Tuttavia, poiché questa regione è caratterizzata
                                                                                                              Sostegno al passaggio verso un’economia
                                                  anche da aree rurali, la cooperazione città-
                                                                                                              a basse emissioni di CO2 in tutti i settori
Interreg V B Europa nord-occidentale pro-         campagna per lo sviluppo e le questioni legate
                                                                                                              Protezione dell’ambiente e promozione
muove la collaborazione transnazionale e          alla mobilità hanno un ruolo determinante.
                                                                                                              dell’efficienza energetica
sostiene i progetti che puntano a uno svi-        Molta importanza viene data, inoltre, all’inno-
luppo territoriale, sociale ed economico di       vazione in campo sociale e ambientale, con
                                                                                                           Cifre chiave
tipo integrato e sostenibile. Altre importanti    un’attenzione particolare ai temi energetici e
                                                                                                            844 000 km2 di superficie
tematiche affrontate dal programma sono il        alla riduzione delle emissioni di CO2.
                                                                                                            180 milioni di abitanti
miglioramento della gestione delle risorse
                                                                                                            Stati che partecipano al programma:
naturali e la protezione dell’ambiente. Le coo-   I partner di progetto del programma Europa
                                                                                                            Svizzera, Lussemburgo, Belgio, Regno
perazioni regionali devono permettere di raf-     nord-occidentale possono trarre vantaggio
                                                                                                            Unito, Irlanda e alcune regioni dei Paesi
forzare la regione nel suo insieme.               dallo scambio di esperienze all’interno di
                                                                                                            Bassi, della Germania e della Francia
                                                  un’ampia rete di attori, instaurare partenariati
                                                  e nello stesso tempo sviluppare soluzioni spe-
                                                  cifiche per le loro regioni e per i settori econo-
                                                  mici di loro interesse. Al programma possono
                                                  partecipare istituzioni di ogni tipo.

                                                  In Svizzera, la direzione operativa del pro-
                                                  gramma è affidata all’Ufficio federale dello svi-
                                                  luppo territoriale (ARE). L’ARE funge da inter-
                                                  faccia per i partner di progetto e rappresenta
                                                  la Svizzera in seno al comitato direttivo del
                                                  programma.

                                                  www.nweurope.eu

                                                          Cooperazione transfrontaliera in Europa — Interreg, ESPON, URBACT: cooperazione a valore aggiunto   15
Interreg Europe

                                                                                                                     Area dei programmi Interreg Europe
                                                                                                                     e URBACT
                                                                                                                     Area del programma ESPON

Il programma Interreg Europe promuove lo                  Il programma IR-E si focalizza su quattro tema-
                                                                                                                  Punto di contatto
scambio di esperienze e conoscenze tra gli                tiche (cfr. priorità). Le priorità «Sistemi regionali
                                                                                                                  Segreteria di Stato dell’economia (SECO)
attori della politica regionale di tutta Eu-              di innovazione» e «competitività delle PMI»
                                                                                                                  Politica regionale e d’assetto del territorio
ropa. Il suo obiettivo è di consolidare e ren-            sono particolarmente interessanti dal punto di
                                                                                                                  CH-3003 Berna
dere più efficienti i programmi nazionali e               vista della NPR. I progetti in questi settori pos-
                                                                                                                  interregeurope@interreg.ch
regionali promossi dalla politica di coe-                 sono riguardare i temi seguenti: modelli regio-
sione e dalla politica regionale.                         nali di governance per i sistemi di innovazione
                                                          delle PMI, sviluppo di una competenza strate-
                                                                                                                  Priorità
Spesso anche regioni europee completa-                    gica di gestione dell’innovazione, migliora-
                                                                                                                    Politica di rafforzamento della ricerca,
mente diverse tra loro devono affrontare sfide            mento della cooperazione tra imprese e scuole
                                                                                                                    dello sviluppo tecnologico e dell’innovazione
molto simili quando si tratta di rafforzare l’eco-        universitarie, nuove idee per il trasferimento di
                                                                                                                    Politica delle promozione della competi-
nomia regionale. Per cercare possibili soluzio-           innovazione o creazione di un servizio regionale
                                                                                                                    tività delle PMI
ni, può essere utile gettare uno sguardo oltre            dell’innovazione. Gli attori svizzeri possono par-
                                                                                                                    Politica di sostegno al passaggio verso
confine. Un aiuto in tal senso viene offerto dal          tecipare anche a progetti incentrati sugli altri
                                                                                                                    un’economia a basse emissioni di CO2
programma Interreg Europe (IR-E), che crea                due ambiti prioritari. In questi casi la partecipa-
                                                                                                                    in tutti i settori
una piattaforma di scambio di conoscenze ed               zione svizzera può essere finanziata da altre
                                                                                                                    Politica della protezione dell’ambiente e
esperienze sulle buone pratiche della politica            politiche settoriali.
                                                                                                                    della promozione di una gestione efficiente
regionale (policy learning) per gli attori della po-
                                                                                                                    delle risorse
litica regionale di tutta Europa. I progetti IR-E         Per ogni tema prioritario del programma si
devono dare impulsi concreti alla definizione di          crea una piattaforma che riunisce il know-how
                                                                                                                  Cifre chiave
nuovi approcci in materia di politica regionale           maturato nell’ambito dei progetti e lo si mette
                                                                                                                    519 milioni di abitanti
o all’ulteriore sviluppo di una politica.                 a disposizione degli interessati. I poli di com-
                                                                                                                    Stati che partecipano al programma:
                                                          petenze che ne derivano possono offrire alle
                                                                                                                    tutti gli Stati membri UE, Svizzera e
I risultati dei progetti IR-E devono migliorare           regioni servizi quali valutazioni tra pari (peer
                                                                                                                    Norvegia
l’efficacia dei programmi UE in termini di cre-           review), supporto nella ricerca di partner pro-
scita e occupazione. Anche la NPR mira a                  gettuali e assistenza per la creazione di centri
sfruttare il know-how in modo efficiente e red-           regionali d’innovazione o per l’integrazione
ditizio. Perciò, la Segreteria di Stato dell’eco-         delle scuole universitarie nei sistemi d’innova-
nomia (SECO) ha stanziato dei fondi per finan-            zione. Queste piattaforme servono anche a
ziare la partecipazione dei partner svizzeri ai           rendere accessibili a un più vasto pubblico i
progetti IR-E. Questi fondi sono a disposizione           risultati del programma che ha preceduto
degli attori che elaborano o realizzano misure            Interreg Europe, ovvero Interreg IV C.
di politica regionale e servono a favorire lo
scambio di esperienze e il trasferimento di               Nell’ambito del programma Interreg Europe,
know-how. Il programma è rivolto alle autorità            tra la primavera del 2015 e il 2018 saranno
cantonali e ai management regionali ma anche              probabilmente indetti dai tre ai cinque bandi di
agli attori che fanno parte di un Sistema regio-          gara. Gli attori svizzeri sono ammessi come part-
nale di innovazione, quali facilitatori di inno-          ner di progetto ma non come capofila (lead
vazione, intermediari per il trasferimento di sa-         partner). È quindi opportuno contattare con
pere e di tecnologia (TST), cluster o start-up,           ampio anticipo i potenziali partner UE.
camere di commercio regionali e scuole uni-
versitarie, purché la politica li abbia material-         www.interregeurope.eu
mente incaricati di elaborare misure di politica
regionale. Nei progetti devono essere coinvolti
anche i principali decisori politici regionali.

16    Cooperazione transfrontaliera in Europa — Interreg, ESPON, URBACT: cooperazione a valore aggiunto
Puoi anche leggere