Sistemi Informativi Aziendali I

 
Sistemi Informativi Aziendali I
Modulo 3

     Sistemi
     Informativi
     Aziendali I
1             Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003

                                                Modulo 3

    Costruire i Sistemi Informativi d’Impresa:

            Decidere il Sistema d’Impresa;
            Progettare il Sistema d’Impresa;
            Realizzare e gestire il Sistema d’Impresa;

            Il ruolo delle Persone.

2             Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003
Sistemi Informativi Aziendali I
Decidere il Sistema d’Impresa

    Una visione generale delle fasi di
     costruzione del Sistema d’Impresa;
    La prima fase: preparazione ed
     approccio al progetto ;
    Definire missione ed obiettivi
     progettuali.

3               Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003

                          Costruire il Sistema Informativo

    Diversi livelli di obiettivo/opportunità :

     Integrare ed ammodernare i sistemi esistenti e
      fornire informazioni più precise e tempestive a
      dipendenti, clienti e fornitori;
     Consentire la riprogettazione dei processi chiave
      di business su nuove basi, fino a ripensare
      l’intera impresa.

4               Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003
Sistemi Informativi Aziendali I
E’ un Processo Complesso

    Il processo di inserimento di un Sistema Informativo
    Integrato offre la possibilità di benefici hard,
    immediatamente raggiungibili, e benefici soft, o
    potenziali, di maggior valore, che sono abilitati dal
    nuovo sistema, ma sono raggiungibili solo attraverso
    una riprogettazione dell’Impresa e del suo modo di
    operare.

    E’ il processo massivo, complesso, costoso, spesso
    traumatico, che chiamiamo implementazione di sistema.

5                 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3                   Angelo Caruso, 2003

                         Il “System Development Life Cycle”

                                   1.
                                    1.Fattibilità
                                       Fattibilità

          6.
           6.Gestione
             Gestione                                                2.
                                                                      2.Analisi
                                                                        Analisi

      5.                                                         3.
                                                                  3.Progettazione
       5.Implementazione
          Implementazione                                            Progettazione

                                    4.
                                     4.Codifica
                                        Codifica

6                 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3                   Angelo Caruso, 2003
L’evoluzione del Ciclo di Sviluppo

    L’approccio “su misura”;
       “fatto in casa”;
       “realizzato ad hoc”
    L’approccio “verticale”;
       realizzato ad hoc per settore industriale;
    L’approccio “package configurabile” o ERP;
    L’approccio a modelli d’Impresa ed oggetti.

7              Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003

                                  L’approccio “su misura”

     E’ stato, all’inizio, l’approccio delle grandi aziende che,
     studiate le proprie specifiche esigenze (analisi)
     iniziavano, poi, la realizzazione (programmazione) del
     proprio Sistema Informativo tramite un gruppo interno
     di specialisti. Piu’ tardi aziende di minori dimensioni
     utilizzavano l’approccio con specialisti esterni.

     Teoricamente la migliore risposta, in pratica costi
     elevatissimi, soprattutto in manutenzione (nessuna
     economia industriale) e progetti infiniti.

8              Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003
L’approccio “verticale”

     Aziende specializzate “Software House” realizzano
     software in forma di “package personalizzabile” per il
     Sistema Informativo di un certo segmento industriale,
     appunto, “verticale”.
     Ad esempio “calzaturifici” o “grande distribuzione”.

     L’approccio funziona per alcuni segmenti industriali, in
     altri la dimensione del segmento non giustifica i costi di
     uno sviluppo standard, lasciando un ampio spazio,
     critico, per la “personalizzazione”, ovvero coprendo solo
     parzialmente i bisogni.

9               Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003

                        L’approccio “a modelli ed oggetti”

     In fase di ricerca, basato sulle tecnologie software “ad
     oggetti”, in corso di consolidamento, potrà fornire “parti
     di modello aziendale” tra loro interoperanti e
     completamente flessibili.

     E’ la frontiera, ancora prospettica, di un insieme di
     moduli software utilizzabili come “mattoni elementari”
     ed estremamente configurabili, in grado di adattarsi alla
     evoluzione continua dell’impresa e del suo ambiente.

10              Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003
L’approccio “Package Configurabile” o
                            “Enterprise Resource Planning”

      I packages ERP (Enterprise Resource Planning),
       spesso chiamati, in Italia, “Sistemi Informativi
       Integrati” provengono dal filone dei sistemi per
       l’impresa manifatturiera.
         MRP o “Material Requirement Planning” per la gestione
          ottimale dei materiali di produzione a fronte di ordini;
         MRP II o “Manufacturing Resource Planning”, in grado di
          prevedere e gestire anche le risorse produttive;
         ERP o “Enterprise Resource Planning”, per gestire il
          complesso delle risorse aziendali, anche per aziende
          multistabilimento.

11                Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3                    Angelo Caruso, 2003

                              Fasi di Sviluppo di un Sistema
                                         d’Impresa

                                1.
                                 1.Preparazione
                                    Preparazione

         6.
          6.Gestione
            Gestione                                             2.
                                                                  2.Pianificazione
                                                                     Pianificazione

                                                                         3.
                                                                          3.Analisi
                                                                            Analisiee
       5.
        5.Transizione
           Transizione                                               ridisegno
                                                                      ridisegnoprocessi
                                                                                processi

                                4.
                                 4.Realizzazione
                                    Realizzazione

12                Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3                    Angelo Caruso, 2003
Alcune riflessioni…

     Storicamente il Ciclo di Sviluppo ruotava
      attorno alla fase di codifica ed, in generale,
      alla costruzione di software ad hoc;
     L’ampia disponibilità di DataBase e Reti
      standard ha reso possibili i package ERP;
     Il fuoco si è spostato sulle fasi di evoluzione
      organizzativa e di inserimento ottimale del
      nuovo Sistema Informativo
      nell’organizzazione.

13              Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003

                         Le fasi di Sviluppo di un Sistema
                                      d’Impresa

            Preparazione;
            Pianificazione;
            Analisi e Ridisegno Processi;
            Realizzazione;
            Transizione;
            Gestione.

14              Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003
Preparazione

     E’ la fase in cui si ipotizzano gli obiettivi di business che
     guideranno l’implementazione del sistema, e si
     prendono decisioni chiave sui confini del progetto e
     sulla strategia di implementazione. Queste importanti
     decisioni sono usualmente documentate nel Project
     Charter (Atto Costitutivo del Progetto).
     In particolare si sceglie la metodologia, i fornitori
     (partner) hardware e software ed i consulenti per le fasi
     implementative.

15                 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003

                                                Pianificazione

       E’ la fase in cui si forma il gruppo di progetto, si
       stabiliscono e documentano gli obiettivi generali e
       specifici, si acquisiscono le risorse necessarie e si
       stabiliscono le metriche progettuali.
       Grande attenzione alle tempistiche, non troppo
       strette e non troppo larghe….

16                 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003
Analisi e Ridisegno dei Processi

     Questa fase include l’analisi dell’organizzazione e dei
     processi attuali, riprogettandoli secondo necessità, e
     la creazione di un mapping tra l’organizzazione as-is
     e l’organizzazione to-be.
     E’ una fase delicata e complessa, di sintesi tra
     competenze legate al package scelto, alla storia
     dell’Impresa ed alle sfide che attendono l’Impresa
     stessa nel futuro.

17               Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003

                                               Realizzazione

     La fase in cui si installa un Sistema Base, ovvero
     non configurato, lo si parametrizza in funzione
     dell’organizzazione, si progettano, realizzano e
     verificano (test) eventuali estensioni o
     personalizzazioni.
     In questa fase, che passa attraverso diversi
     prototipi, si procede via, via alla formazione degli
     utenti sul sistema.

18               Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003
Transizione

     E’ la fase di passaggio tra i sistemi informativi
     precedenti ed il nuovo Sistema Integrato d’Impresa.
     In questa fase si opera la verifica finale dal vivo del
     funzionamento del sistema. La fase include anche la
     migrazione dei dati storici ed anagrafici e
     l’interfacciamento del nuovo sistema con eventuali
     altre applicazioni in uso (es. automazione degli
     impianti, interfacce EDI/internet, etc.).

19                Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003

                                                     Gestione

      Il Sistema entra nella sua vita utile, dobbiamo
      tenerne sotto controllo le prestazioni ed assicurarne
      il regolare funzionamento.
      Le fasi di formazione e di aggiornamento degli utenti,
      e di inserimento di funzionalità aggiuntive,
      proseguono attraverso la vita del sistema.

20                Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003
Fasi di Sviluppo di un Sistema
                                         d’Impresa

                                1.
                                 1.Preparazione
                                    Preparazione

        6.
         6.Gestione
           Gestione                                              2.
                                                                  2.Pianificazione
                                                                     Pianificazione

                                                                         3.
                                                                          3.Analisi
                                                                            Analisiee
       5.
        5.Transizione
           Transizione                                               ridisegno
                                                                      ridisegnoprocessi
                                                                                processi

                                4.
                                 4.Realizzazione
                                    Realizzazione

21                Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3                    Angelo Caruso, 2003

                                     La fase di Preparazione

     Detta anche Fase Pre-Progettuale è critica,
      deve essere seguita con attenzione e pone le
      basi per tutto quanto segue;
     Parte con la definizione del Project Charter,
      che è il documento che, una volta approvato
      dall’alta direzione, avvia il progetto;
     Questo viene completato con altre decisioni
      conseguenti che lo trasformano in un
      documento di pianificazione di alto livello .

22                Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3                    Angelo Caruso, 2003
Il Project Charter

     Missione e scopi fondamentali;
     Obiettivi e risultati misurabili attesi;
     Forze esterne e/o interne ed evoluzioni che
      spingono l’impresa a sviluppare il progetto;
     Fattori critici e barriere che possono mettere a
      rischio il successo del progetto.
     Metriche, ovvero misure attraverso le quali
      l’organizzazione misura lo stato di
      avanzamento del progetto.

23             Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003

                                 Tipi di Implementazione

     Iniziale (a partire da zero);
     Inserimento di un sistema in una nuova area
      di affari o locazione geografica dell’impresa
      (rollout);
     Miglioramenti incrementali ad un sistema già
      esistente (upgrade);
     Allargamenti a nuove aree funzionali o moduli
      di un sistema base pre-esistente.

24             Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003
Strategie di Implementazione

     Top-Down (Secondo Schema)
      Selezionati i processi fondamentali si confronta l’as-is
      dell’impresa con il to-be del sistema (o previsto dal
      management). A quel punto si può, ovviamente, modificare
      il Sistema o l’Impresa. E’ solitamente più efficace il secondo
      approccio.
     Bottom-Up (Guidato dai Dati)
      Si determinano le entità utilizzate dall’impresa e si
      mappano con quelle gestite nel database del package scelto.
      Si procede, poi, a generare interfacce software per ottenere
      le traduzioni tra le entità non conformi. Tende ad essere
      meno dispendioso e rischioso, usato per sedi periferiche e
      situazioni più semplici.

25                 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003

                              Approccio di Implementazione

     Approccio Big-Bang (…di colpo)
      Tutti (…o la maggior parte) dei moduli vengono messi in
      servizio insieme. Il vantaggio è che si sfrutta da subito
      l’integrazione del nuovo sistema, e non si spendono tempo e
      risorse a definire e costruire interfacce tra il vecchio ed il
      nuovo. La gestione del progetto è molto complessa.
     Approccio per fasi (…graduale)
      Si procede gradualmente, per sito geografico e/o area
      funzionale. E’ meno traumatico, però porta spesso a
      compromessi tra il vecchio ed il nuovo ed a tempistiche più
      lunghe. Le tempistiche lunghe tendono, a loro volta a
      diluire la convinzione aziendale sul progetto.

26                 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003
Metodologia di Progetto

     Solitamente suggerita dal Partner di Package o
      Implementazione:
        SAP suggerisce Accelerated-SAP;
        Intentia suggerisce Implex;
        Oracle suggerisce Fast-Forward;
        Baan suggerisce TARGET;
        Peoplesoft suggerisce Compass….
     Non è una scelta critica; prescrive la forma della
      documentazione di progetto, l’importante è
      seguirne con scrupolo una.

27               Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003

                                    Selezione del Package…

     …spesso detta package selection è una parte
      importante della fase preparatoria;
     Solitamente un sottoinsieme dell’analisi as-is
      viene sottoposta a diversi possibili fornitori
      (shortlist), preselezionati sulla base del segmento
      di mercato cui l’impresa appartiene e di un esame
      della documentazione;
     Ciascun fornitore presenta una possibile
      realizzazione di una parte di processo basata sul
      proprio package;
     Molto importante per la scelta è la verifica, anche
      sul posto di installazioni di successo del fornitore
      (le referenze).
28               Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003
Selezione del Partner
                                            Implementativo

     O la Software House che fornisce il package:
       Migliore conoscenza e possesso del package;
       Maggiore consonanza di obiettivi con il Cliente;
       Tipicamente interessata a investire su Clienti Pilota e
        Grandi Imprese.
     O una società di consulenza indipendente:
       Può aiutare anche nella fase di package selection;
       Migliore conoscenza dei diversi settori di business;
       Competenza nel Business Process Reengineering,
        formazione aziendale e tecniche organizzative.

                                In ogni caso è cruciale l’esperienza concreta dei
                                                consulenti di implementazione !

29                 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3     Angelo Caruso, 2003

                          Selezione di Architettura e Partner
                                       Hardware

       L’architettura a più livelli, orientata ad
        internet è ormai una costante per tutti i
        package;
       La spesa per hardware pesa per un 15% circa
        dell’investimento, è opportuno dimensionare
        generosamente;
       La integrazione con quanto si possiede è utile,
        conviene peraltro seguire gli standard.

30                 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3     Angelo Caruso, 2003
Facciamo il punto…

      Abbiamo discusso l’implementazione di un
       sistema d’Impresa ad un livello d’insieme;
      Anche il metodo di conduzione del progetto
       e le sue criticità sono cambiate in funzione
       della tecnologia e dell’organizzazione
       aziendale;
      Occorre tenere conto che, a differenza di
       altri progetti IT, il Sistema Integrato cambia
       l’organizzazione;
      Abbiamo descritto le diverse fasi ed abbiamo
       approfondito la prima fase di Preparazione.

31                   Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003

                                 Progettare il Sistema d’Impresa

      La fase di Pianificazione del
       Sistema d’Impresa;
      Analisi e Progettazione dei
       Processi;
      Le questioni, operazioni e
       decisioni chiave durante
       l’implementazione.

32                   Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003
Fasi di Sviluppo di un Sistema
                                         d’Impresa

                                1.
                                 1.Preparazione
                                    Preparazione

         6.
          6.Gestione
            Gestione                                             2.
                                                                  2.Pianificazione
                                                                     Pianificazione

                                                                         3.
                                                                          3.Analisi
                                                                            Analisiee
       5.
        5.Transizione
           Transizione                                               ridisegno
                                                                      ridisegnoprocessi
                                                                                processi

                                4.
                                 4.Realizzazione
                                    Realizzazione

33                Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3                    Angelo Caruso, 2003

                                                       E ora ?

     La fase preparatoria ci ha fatto ottenere
       l’approvazione ed il supporto del top
       management;
     Molti dettagli devono essere ancora curati
       prima di parlare di hardware e software;
      Pianificazione, ovvero creare il gruppo di
       progetto, definire tempistiche ed obiettivi…
     …e prima di finire la pianificazione possiamo
       lanciare la fase di analisi e progettazione dei
       processi.

34                Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3                    Angelo Caruso, 2003
Creare il Gruppo di Progetto

      Il migliore Project Manager che possiamo mettere a
       disposizione;
      Definire ed utilizzare efficaci metodi e strumenti di
       project management;
      Garantire al PM l’autorità necessaria, conferita
       direttamente dal Top Management;
      Sviluppare controlli per identificare e governare i
       rischi che il progetto può incontrare;
      I fattori umani e di Change Management sono cruciali
       per il successo;
      Prepararsi a mettere in discussione finanche il
       modello di business dell’Azienda.
35                 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003

                   Le competenze nel Gruppo di Progetto

      Project Management, metodologie ed esperienza;
      Conoscenza della soluzione scelta, funzionalità e
       problemi;
      Processi di Business e Settore Industriale;
      Specialisti tecnici di Interfacce, strutture e dati del
       sistema attuale, tecnologie specifiche di database,
       reti e software di base utilizzati;
      Esperti di usi e regole di business nei paesi in
       cui/con cui si fanno affari;
      Change Management sia tecnico che organizzativo
       (BPR) e legato alle persone.

36                 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003
Struttura di Progetto (1)

                                                                 Comitato Guida

                                                                                   Sponsor                   Senior Manager

                                                                             Project Manager

                              Metodologia e
                               Pianificazione                                                 Team Leader Tecnico            Team Change Management

                         Team Leader             Team Leader            Team Leader            Team Leader            Team Leader           Team Leader
                         Di Processo             Di Processo            Di Processo            Di Processo            Di Processo           Di Processo

                                                                                                Gestione                                  Organizzazione
                          Contabilità             Controllo              Vendite e                                   Produzione e            e Risorse
                                                                                               Materiali e
                          e Finanza              Di Gestione             Marketing                                     Logistica               Umane
                                                                                                Acquisti
Key Users ------------------+----------------------+-----------------------+---------------------------+---------------------+------------------+------------

        37                                         Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3                                                 Angelo Caruso, 2003

                                                                           Struttura di Progetto (2)

                                                        Project Manager

                                                                   Team Leader Tecnico

                                                                                             System Administrator

                                                     Sviluppatore
                                                                                             Security Administrator
                                                      Applicativo

                                                                                             Database Administrator
                                                     Sviluppatore
                                                      Interfacce                             Network Administrator

                                                                                             Oper. System Administrator

        38                                         Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3                                                 Angelo Caruso, 2003
Scopi ed obiettivi del Progetto

     Un accordo specifico, concordato e scritto sugli
      obiettivi da perseguire è utile, non solo per
      tracciare la direzione iniziale;
     Il progetto attraverserà fasi critiche e necessiterà
      di verifiche sugli obiettivi da raggiungere e su
      cambiamenti di rotta o aggiornamenti degli
      obiettivi stessi;
     La revisione di questo documento durante il
      percorso potrà mostrare nuovi benefici per il
      progetto, individuati, magari, durante lo
      sviluppo.

39                 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003

                          Assicurare le risorse per il Progetto

     Una volta definiti obiettivi e team di progetto, definiamo
     budget e pianificazione delle risorse. I principali capitoli
     di investimento sono:

            Trasferimento di conoscenze (documentazione,
             formazione);
            Hardware;
            Software di base ed applicativo;
            Personale Interno;
            Personale Esterno (consulenza, affiancamento…).
      Le risorse esterne possono essere acquisite nella forma a
      prezzo fisso o a tempo e materiali.
40                 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003
Le Metriche di Progetto

                      E’ importante stabilire misure relative al
                       completamento del progetto, o ‘metriche’;
                      Possiamo definirle sia da un punto di vista
                       dello stato di avanzamento e delle tempistiche;
                       “A che punto siamo ?” che da un punto di
                       vista dei miglioramenti sul business; “Che
                       obiettivi abbiamo fin qui raggiunto ?”;
                      E’ anche importante rispondere alle domande:
                       “Quando avremo finito il progetto ?” e
                       “Quando dichiareremo finita una fase ?”

41                                       Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3             Angelo Caruso, 2003

                                          Strumenti per il Project Management

                      Project
     - WBS

                                                                        Diagramma di Gannt

                        Phase I
                                                                   Project Phase                  June, 4
                                                     Activity
                                                                   20         30        40   50   0     10
     Structure

                           Activity 1

                                                     Task 1
                                Task 1
                                                     Task 2
                                Task 2               Task 3
     Work BreakDown

                                Task n

                           Activity 2

                           Activity n

                        Phase II

                        Phase n

42                                       Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3             Angelo Caruso, 2003
Strumenti per il Project Management (2)

     WBS o Work Breakdown Structure:
      Elenco, strutturato gerarchicamente delle fasi,
      sottoprogetti, attività da svolgere con
      indicazione dei legami (requisito/dipendenza)
      tra le attività.
     Diagramma di Gannt:
      Rappresentazione grafica delle informazioni
      della WBS che mostra il loro svolgersi e
      concatenarsi nel tempo. Consente di verificare
      graficamente le conseguenze di slittamenti e
      variazioni.

43              Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3                    Angelo Caruso, 2003

                            Fasi di Sviluppo di un Sistema
                                       d’Impresa

                              1.
                               1.Preparazione
                                  Preparazione

      6.
       6.Gestione
         Gestione                                              2.
                                                                2.Pianificazione
                                                                   Pianificazione

                                                                       3.
                                                                        3.Analisi
                                                                          Analisiee
     5.
      5.Transizione
         Transizione                                               ridisegno
                                                                    ridisegnoprocessi
                                                                              processi

                              4.
                               4.Realizzazione
                                  Realizzazione

44              Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3                    Angelo Caruso, 2003
Tre fasi diverse…

     Documentare l’As-Is: Analizzare i processi
      esistenti;
     Progettare il To-Be: Ridisegnare i processi
      di business;
     Analizzare i Gap e progettare il percorso di
      Change Management.

                                                Con le metodologie del BPR o del
                                                  Miglioramento Continuo (BPI)

45                 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3                        Angelo Caruso, 2003

                               …per guidare il cambiamento

                            tech-                                                         tech-
                            nology                                                        nology
      human                                                    human

              As is                                                        To be

                  orga-                                                         orga-
                 nization                                                      nization

                                           design
        assess                                                        define

46                 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3                        Angelo Caruso, 2003
I Gap

       Sono differenze, spazi da colmare, tra i processi
       e strumenti attuali e quelli ritenuti necessari a
       regime. Si possono colmare:

                   Modificando il modo di operare
                    attuale dell’impresa;
                   Modificando il package ERP;
                   Aggiungendo nuove funzionalità o
                    moduli al package ERP.

47                 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003

                                          Facciamo il punto…

      E’ importante che tutti gli attori del
       progetto diano il loro contributo attivo
       alla fase di pianificazione;
      La fase di pianificazione da’ origine ad
       un piano di dettaglio del progetto;
      La fase di analisi e ridisegno dei
       processi analizza la situazione attuale
       dei processi, detta as-is, definisce la
       configurazione futura, to-be e progetta
       il percorso tra le due.

48                 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003
Realizzare e Gestire il Sistema d’Impresa

     Le fasi operative del progetto;
     Le fasi finali del progetto e le
      loro criticità ;
     La fase di messa in servizio, il
      supporto e le sfide successive
      alla partenza.

49                Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3                    Angelo Caruso, 2003

                              Fasi di Sviluppo di un Sistema
                                         d’Impresa

                                1.
                                 1.Preparazione
                                    Preparazione

         6.
          6.Gestione
            Gestione                                             2.
                                                                  2.Pianificazione
                                                                     Pianificazione

                                                                         3.
                                                                          3.Analisi
                                                                            Analisiee
       5.
        5.Transizione
           Transizione                                               ridisegno
                                                                      ridisegnoprocessi
                                                                                processi

                                4.
                                 4.Realizzazione
                                    Realizzazione

50                Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3                    Angelo Caruso, 2003
Nella fase realizzativa…

     …dai requisiti definiti nelle fasi di analisi e di
      disegno dei processi si passa alla configurazione o
      parametrazione;
     Il sistema di sviluppo viene installato, configurato,
      sottoposto ad approfonditi test e validato per il
      successivo test di integrazione;
     I programmi di interfaccia, di conversione, di
      stampa e reports, ed eventuali programmi
      complementari vengono progettati, realizzati e
      sottoposti a test nell’ambiente di sviluppo;
     Il test finale e la messa in servizio vengono
      pianificati.

51                Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003

                                               L’installazione

       I sistemi previsti esistere in parallelo
       (produzione, test, sviluppo…) descritti
       nel modulo due, devono essere
       fisicamente installati, e deve essere
       caricato il software di base (sistema
       operativo, rete, database management
       system, software applicativo, etc.).

52                Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003
La configurazione

     Configurazione (o parametrazione) è il
     termine utilizzato per indicare le
     modifiche ad un sistema originale per
     consentirgli di supportare un insieme
     specifico di processi. Si tratta di
     inserire opportuni parametri in tabelle
     del database che ne influenzano
     opportunamente il comportamento.

53              Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003

                         Interfacce verso i legacy systems

     Occorre anche, solitamente, realizzare una
      serie di programmi per prelevare dati dai
      sistemi esistenti e caricarli nel nuovo ERP e
      viceversa;
     Alcuni di questi programmi saranno usati
      temporaneamente durante le fasi di sviluppo
      in cui il nuovo convive con il preesistente, altri
      rimarranno nelle fasi successive, ad esempio
      per sincronizzare i sistemi di automazione con
      il nuovo sistema gestionale.

54              Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003
Maschere, stampe, formati e grafici
                                   specifici

     Oltre alle interfacce, occorrerà sviluppare parti
      di human interface personalizzate:
       Tracciati di stampa;
       Maschere video,
       Formati di stampa per fatture, ordini, etc.
     Si opera evitando modifiche ai programmi
      originali, che genererebbero incompatibilità,
      ma aggiungendo ulteriori programmi;
     E’ utile, per la reportistica, realizzare un data-
      warehouse da cui ricavare informzioni da
      selezionare e stampare.

55                 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003

                                   Permessi ed autorizzazioni

         Un ulteriore attività di questa fase è
         definire la sicurezza del sistema, le chiavi
         di accesso ed i permessi che saranno
         utilizzati dagli utenti per accedere alle
         varie parti del sistema. Per ogni utente e
         per ogni entità informativa occorre
         definire se l’utente può leggerla, scriverla
         o modificarla.

56                 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003
Conversione dei dati

      Prima di avviare il nuovo sistema occorre
       anche trasferire i dati correnti, talvolta anche
       una parte di quelli storici, sul nuovo sistema;
      La conversione include la transcodifica,
       attraverso tabelle e formule, di dati che hanno
       significati diversi sui due sistemi;
      I programmi di conversioni sono normalmente
       usati solo una volta, spesso il fornitore del
       package fornisce programmi di utilità per
       velocizzarne lo sviluppo.

57              Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003

                                                Il test finale

     Prima della messa in servizio il sistema dovrà
      essere testato nel suo insieme, con interfacce,
      definizione della sicurezza, e programmi
      aggiuntivi;
     E’ importante operare il test approfondito anche
      di una o più chiusure di periodo;
     Sono spesso eseguiti anche test di stress, test di
      carico, test di backup e restore per verificare la
      sicurezza del funzionamento.

58              Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003
Go-Live e Supporto

      Altre attività della fase finale sono:
          Assicurazione di qualità;
          Ottimizzazione e tuning del sistema di produzione;
          Formazione degli utenti finale;
          Creazione delle procedure di gestione;
          Review di progetto;
      Il passaggio definitivo dal vecchio al nuovo
       sistema può essere operato in modi diversi, in
       funzione della situazione e dei rischi.

59                  Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3             Angelo Caruso, 2003

                                      Approcci alla transizione

             Passaggio Diretto         Vecchio                         Nuovo

     Transizione con Parallelo               Vecchio
                                                                       Nuovo

         Transizione per fasi          Vecchio                          Nuovo

       Transizione con Pilota                                          Vecchio
                                         Nuovo
60                  Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3             Angelo Caruso, 2003
Facciamo il punto…

      Abbiamo discusso le diverse attività della
       fase realizzativa;
      Si tratta normalmente della fase più
       articolata;
      E’ iterativa poiché si trovano gli errori e li si
       deve correggere;
      Si provvede al training degli utenti finali;
      Infine il team di sviluppo lascia il posto al
       team di supporto e mantenimento.

61                  Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003

                                          Il Ruolo delle Persone

     I Ruoli durante il Progetto di
      Realizzazione;
     ruoli al di fuori del Progetto;
     …in ottica manageriale ed
      occupazionale;
     La funzione Sistemi Informativi.

62                  Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003
Osservazioni generali

     Il mondo del lavoro è in una fase di profonda
      trasformazione;
     Il progresso tecnologico crea nuove necessità di
      lavoro per persone con buona competenza
      mentre riduce le possibilità per chi è meno
      qualificato;
     Il tipo di lavoro e la modalità di contribuire
      cambiano insieme all’ambiente stesso del lavoro;

63               Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003

                                   Osservazioni generali (2)

     Le analisi rilevano crescita aggressiva della
      richiesta nelle aree della Salute e nella
      Information Technology;
     C’è forte richiesta per i lavori più qualificati in
      genere;
     Le aziende cercano persone flessibili ed
      autonome, in grado di assicurare risultati.

64               Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003
Le persone durante il Progetto

     Come abbiamo già discusso, il progetto e la
      realizzazione del Sistema Informativo vanno ben
      oltre l’installazione di strumenti tecnologici;
     Nel corso delle diverse fasi del progetto saranno
      coinvolte molteplici competenze, interne ed
      esterne;
     Il coinvolgimento assicura l’apporto di competenza
      ed anche l’acquisizione del Sistema da parte
      dell’organizzazione;
     Il giusto mix tra persone interne ed esterne
      all’impresa è importante per il progetto.

65                 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003

                                      Le persone dell’Azienda

       Esperti di Processo:
        il progetto richiede persone competenti di ogni processo di
        business per ognuno dei moduli funzionali che fanno parte
        del progetto. Queste persone hanno il compito di analizzare,
        documentare e proporre l’evoluzione dei processi di lavoro
        di cui si occupano. Sono tipicamente persone di esperienza,
        oltre che propense all’innovazione.
       Utenti Finali:
        sono le persone che useranno il sistema per il loro lavoro
        quotidiano. Normalmente distinguiamo i “Key Users” o
        “Power Users”, che hanno una buona visibilità del processo
        come viene svolto, dagli “End Users” che operano all’interno
        delle singole fasi.

66                 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003
Le persone dell’Azienda (2)

      Supporto:
       Sono le persone, normalmente presenti all’interno delle
       organizzazioni più estese, che curano le eccezioni o i
       problemi che si possono verificare nello svolgimento del
       lavoro degli utenti. Dove il ruolo non è presente viene
       spesso istituito durante il progetto. E’ chiamato anche “Help
       Desk”
      Esperti IT:
       Lo staff tecnico presente in Azienda presta la propria opera
       nel progetto, e provvede ad aggiornare le proprie
       competenze sulle nuove tecnologie adottate. Database, Reti,
       Sicurezza, Sviluppo di Software, Sistemisti sono le aree
       solitamente presenti. Le tecnologie di Internet sono un’are
       sempre più presidiata.

67                   Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003

                                    Le competenze dall’Esterno

      Consulenti Organizzativi:
       Normalmente provenienti dalle “Big Five” offrono
       consulenza e studi relativi al settore industriale ed alle
       problematiche strategiche ed organizzative. La competenza
       offerta varia molto in funzione delle esperienze personali
       del consulente.
      Consulenti Applicativi;
       Sono conoscitori approfonditi di un settore aziendale
       (amministrazione, produzione, ecc.) e della parte del
       package (modulo) che gestisce quel settore organizzativo.
       Sono le persone che operano (o supportano ) la
       parametrazione del software a partire dall’analisi
       organizzativa compiuta e dai colloqui con i Key Users
       interni.

68                   Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003
Le competenze dall’Esterno (2)

      Consulenti Tecnici:
      Fanno il lavoro tradizionalmente compiuto da “analisti” e
      “programmatori” nello sviluppo di software ad hoc e, nelle
      diverse specializzazioni, forniscono competenza sui
      meccanismi tecnici (sistemi operativi, dbms, reti, ecc.).
      Subject Matter Expert:
      Sono i consulenti di livello superiore per quanto riguarda la
      conoscenza del processo aziendale e della modalita’ di
      approccio e funzionamento del package in quell’area.
      Formatori:
      Provvedono a costituire nel team di progetto la conoscenza
      ed un lessico comune sul package utilizzato. Si rivolgono
      particolarmente a Key User ed End User.

69                  Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003

                                            I Ruoli nel Progetto

      Project Manager:
      E’ un ruolo cruciale, di cui abbiamo già parlato. Coniuga
      tecnica del project management, esperienza di Business e
      competenza nel campo dei Sistemi Informativi. Su progetti
      di maggiore complessità possiamo avere un gruppo di
      persone che comprende anche alcuni “Project Leader”.
      Change Management:
      Sappiamo che il progetto provocherà cambiamenti negli
      equilibri organizzativi e specificamente dei poteri.
      Tipicamente nel gruppo di Project Management può
      risiedere la competenza di change management che si
      concretizzerà, tra l’altro, nel governare i processi formativi
      e di informazione e di tenere sotto controllo le criticità
      organizzative.

70                  Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003
L’equilibrio tra personale interno
                                         ed esterno

     L’inserimento nel gruppo di progetto di
      personale interno ed esterno richiede di essere
      gestito con attenzione;
     Il progetto è anche la fase in cui gli utenti
      prendono confidenza (e possesso) del sistema,
      e determinano la forma che i loro strumenti
      lavorativi assumeranno;
     L’esperienza mostra che nella situazione
      ottimale responsabilità e scelte restano
      all’interno mentre una parte delle competenze,
      e delle energie, possono venire dall’esterno.

71                  Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003

                               Le persone con un background
                          economico-aziendale e competenze nei
                            S.I. hanno oggi diverse opportunità

      Presso le società di consulenza:
       Cercano persone da formare sui moduli di un package
       per fornire consulenza progettuale ai propri Clienti.
      Presso Società di Software:
       Per sviluppo ed evoluzioni del package o assistenza
       Clienti. Con i nuovi strumenti di sviluppo software si è,
       infatti, ristretta la necessità di programmatori puri a
       favore di persone che conoscano il problema.
      Presso Società di servizi:
       Per “outsourcing”, ASP (Application Service Providing) o
       servizi simili alle aziende Clienti.

72                  Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003
La funzione Sistemi Informativi

      Unità nell’ambito della struttura organizzativa
       aziendale, delegata alla gestione dell’infrastruttura IT
       ed alla fornitura dei servizi informatici. I compiti
       principali sono:
        Attività necessarie alla raccolta delle informazioni;
        Gestione del personale specializzato (analisti,
         programmatori, sistemisti, ecc.);
        Gestione di hardware e dispositivi di comunicazione,
         manutenzione ed aggiornamento del software aziendale;
        Pianificazione delle evoluzioni del Sistema Informativo
         Aziendale

73                  Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003

                           La funzione Sistemi Informativi (2)

      In funzione dell’evoluzione dell’Azienda e
       dell’importanza della risorsa informativa nei suoi
       prodotti e servizi la funzione Sistemi può avere focus
       diversi:
        Presidio Essenzialmente Tecnico:
         La responsabilità primaria è l’efficienza del sistema
         tecnico sottostante e delle procedure utilizzate, lo scnario
         è piuttosto statico;
        Presidio ai processi in supporto al Business:
         Il fuoco è sul continuo allineamento (IT Alignment) tra gli
         obiettivi e le strategie di Business e le migliori tecnologie
         disponibili per supportarle. Il ruolo è anticipativo rispetto
         alle esigenze dell’Impresa.

74                  Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003
La funzione Sistemi Informativi
                                     nella gerarchia organizzativa

                        Posizione Gerarchica della Funzione Sistemi

                                            Direzione
                                            Aziendale

                                    (1)
                                    Staff

 Acquisti          Produzione           Amministrazione                   Vendite        (2)
                                                                                    Area Funz. Aut.

                                .               .        (3)
                                                     Subordinata

75                     Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3               Angelo Caruso, 2003

                                La funzione Sistemi Informativi
                                nella gerarchia organizzativa (2)

       Subordinata ad un’area funzionale (3):
            Mette in rilievo che una funzione, storicamente
            l’amministrazione, è il principale Cliente.
       In Staff alla Direzione (1):
            Mette in rilievo il carattere di Servizio della funzione e la
            colloca al di sopra delle altre.
       Come funzione Autonoma (2):
            Enfatizza il rilievo strategico della funzione per
            l’Impresa.
       Quale funzione trasversale (Org. A Matrice);
       In Outsourcing o quale Azienda Autonoma.

76                     Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3               Angelo Caruso, 2003
Una Possibilità di Struttura Interna

77                Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003

                                I Profili Professionali: Sviluppo
                                             Software

      Architetti di Sistema:
       Studiano le Esigenze di Business e definiscono le
       architetture dei Sistemi Software necessari, progettano
       interfacce coerenti e standardizzate;
      Analisti di Sistemi:
       Definiscono le esigenze informative con l’utenza e
       progettano modifiche e piani di sviluppo.
      Programmatori:
       Conoscono linguaggi e strumenti utilizzati e realizzano a
       partire dalle specifiche di analisi il software necessario.
       Spesso operano sull’integrazione di software già esistente
       o commerciale.

78                Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003
I Profili Professionali: Gestione
                                Infrastruttura Hardware e Software

       Direttore del Centro Elaborazione Dati:
        Organizza il Centro, gestisce le persone e pianifica gli
        investimenti;
       Amministratore di DataBase:
        Sviluppa e realizza le strutture dati, assicura l’efficienza dei
        DB Aziendali;
       Sistemisti:
        Curano, sviluppano e manutengono hardware e software di
        sistemi e reti;
       Addetti all’Help Desk:
        Accolgono e risolvono le chiamate dell’utenza, in particolare
        quelle relative a PC e informatica individuale.

79                    Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003

                             I Profili Professionali: Org.ne, Pianif.ne
                               e Gestione del Sistema Informativo

      Manager dell’Informazione (Chief Information Officer):
      E’ il Senior Manager responsabile della pianificazione
      strategica dell’Organizzazione IT;
      Revisori EDP (o Auditor):
      Controllano e garantiscono correttezza e sicurezza delle
      applicazioni;
      Consulenti Software:
      Assistono dirigenti ed utenza nella scelta e nell’adozione di
      nuove procedure informatizzate.

80                    Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003
I Profili Professionali: Nuovi Ruoli

      Progettista HTML e Internet:
      Progetta e sviluppa siti ed interfacce internet per l’esterno e
      l’interno dell’Impresa;
      Animatore di Comunità Virtuali:
      Gestisce la comunicazione tra azienda, Clienti e Fornitori su
      Internet; assicura che l’Azienda fornisca risposte coerenti
      tempestive.
      Sviluppatore Intranet e Portali Interni:
      Realizza e gestisce strume,ti di comunicazione interna basati
      sugli standard di Internet.
     …

81                   Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003

                                            Facciamo il punto…

      Abbiamo discusso l’evoluzione del mercato del
       lavoro per le figure professionali vicine al Sistema
       Informativo;
      Abbiamo visto ruoli professionali progettuali e
       successivi alla fase di progetto;
      Abbiamo discusso qualche aspetto relativo a
       collocazione e ruolo dell’IT nell’organizzazione;
      Abbiamo visto casi di organizzazione della
       funzione Sistemi Informativi.

82                   Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 3   Angelo Caruso, 2003
Puoi anche leggere
DIAPOSITIVE SUCCESSIVE ... Annulla