Programma triennale per la prevenzione della corruzione 2019 2021

 
Programma triennale per la prevenzione della corruzione 2019 2021
Consorzio Acquedottistico Marsicano S.p.A.
                                        Via Caruscino, 1 - 67051 Avezzano (AQ)
                                           Tel. 0863/090030 - Fax 0863/4589215
                Iscrizione n. 01270510660 del Registro delle Imprese de L’Aquila
                           Cap. Soc. € 26.419.100,00 C.F. e P. IVA 01270510660
                                 www.cam-spa.com - E-mail: cam@cam-spa.com

Programma triennale per la
prevenzione della corruzione
        2019 - 2021

                                                                               1
Consorzio Acquedottistico Marsicano S.p.A.
                                                                                      Via Caruscino, 1 - 67051 Avezzano (AQ)
                                                                                         Tel. 0863/090030 - Fax 0863/4589215
                                                              Iscrizione n. 01270510660 del Registro delle Imprese de L’Aquila
                                                                         Cap. Soc. € 26.419.100,00 C.F. e P. IVA 01270510660
                                                                               www.cam-spa.com - E-mail: cam@cam-spa.com

1. Il principio di prevenzione della corruzione.

In attuazione degli obiettivi indicati dagli organismi internazionali, nel novembre 2012, con la legge
n. 190, per la prima volta è stato introdotto nel nostro ordinamento un sistema organico di prevenzione
della corruzione.
È stata creata un’autorità nazionale anticorruzione che approva il piano nazionale anticorruzione e ne
verifica l’attuazione. Ogni amministrazione pubblica è tenuta ad effettuare l’analisi e la valutazione
dei rischi specifici di corruzione e mettere in atto i conseguenti interventi organizzativi di
prevenzione.
Il primo Piano Nazionale anticorruzione è stato approvato dall’Autorità nazionale anticorruzione con
delibera n. 72/2013 dell’11 settembre 2013.
Il concetto di corruzione preso a riferimento dal PNA ha un’accezione più ampia di quella descritta
dagli artt. 318, 319 e 319 ter del codice penale, nonché dalle altre fattispecie di reato contro la pubblica
amministrazione previste nel titolo II, capo I, del codice penale, prendendo in considerazione “anche
le situazioni in cui – a prescindere dalla rilevanza penale – venga in evidenza un
malfunzionamento dell’amministrazione a causa dell’uso a fini privati delle funzioni attribuite
ovvero l’inquinamento dell’azione amministrativa ab externo, sia che tale azione abbia successo
sia nel caso in cui rimanga a livello di tentativo”.
Nell’aggiornamento 2015 al PNA, approvato con determina n. 12 del 28/10/2015, l’ANAC ha
ribadito che per corruzione debba intendersi “… la maladministration, intesa come assunzione di
decisioni (di assetto di interessi a conclusione di procedimenti, di determinazioni di fasi interne a
singoli procedimenti, di gestione di risorse pubbliche) devianti dalla cura dell’interesse generale a
causa del condizionamento improprio da parte di interessi particolari. Occorre, cioè, avere
riguardo ad atti e comportamenti che, anche se non consistenti in specifici reati, contrastano con
la necessaria cura dell’interesse pubblico e pregiudicano l’affidamento dei cittadini
nell’imparzialità delle amministrazioni e dei soggetti che svolgono attività di pubblico interesse”.

L’assetto normativo in materia di prevenzione della corruzione comprende inoltre:
     il d.lgs. n. 235/2012, Testo unico delle disposizioni in materia di incandidabilità e di divieto
       di ricoprire cariche elettive e di governo conseguenti a sentenze definitive di condanna per
       delitti non colposi, a norma dell’art. 1, comma 62 della l. n. 190/2012;
     il d.lgs. n. 33/2013, sul riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli
       obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche
       amministrazioni (così come modificato dal d.lgs. n. 97/2016), in attuazione dei commi 35 e
       36 dell’art. 1 della l. 190/2012;
     il d.lgs. n. 39/2013, con le disposizioni in materia di inconferibilità e incompatibilità di
       incarichi presso le pubbliche amministrazioni e presso gli enti privati in controllo pubblico,
       in attuazione dei commi 49 e 50, art. 1 della l. n. 190/2012;
     il Codice di comportamento per i dipendenti delle pubbliche amministrazioni, approvato con
       il dPR n. 62/2013, in attuazione dell’art. 54 del d.lgs. 165/2001, come sostituito dalla l. n.
       190/12.
Gli obiettivi strategici definiti con il PNA sono:

                                                                                                                             2
Consorzio Acquedottistico Marsicano S.p.A.
                                                                                       Via Caruscino, 1 - 67051 Avezzano (AQ)
                                                                                          Tel. 0863/090030 - Fax 0863/4589215
                                                               Iscrizione n. 01270510660 del Registro delle Imprese de L’Aquila
                                                                          Cap. Soc. € 26.419.100,00 C.F. e P. IVA 01270510660
                                                                                www.cam-spa.com - E-mail: cam@cam-spa.com

           ridurre le opportunità che si manifestino casi di corruzione;
           aumentare la capacità di scoprire casi di corruzione;
           creare un contesto sfavorevole alla corruzione.

I destinatari del sistema di norme per la prevenzione della corruzione sono tutte le pubbliche
amministrazioni di cui all’art. 1, comma 2, del d.lgs. n. 165/2001, nonché gli enti pubblici economici,
gli enti di diritto privato in controllo pubblico, le società partecipate e quelle controllate ai sensi
dell’art. 2359 cc. Per enti di diritto privato in controllo pubblico si intendono: le società e gli altri enti
di diritto privato che esercitano funzioni amministrative, attività di produzione di beni e servizi a
favore delle pubbliche amministrazioni, gli enti nei quali siano riconosciuti alle pubbliche
amministrazioni, anche in assenza di partecipazione azionaria, potere di nomina dei vertici o dei
componenti degli organi.
Le pubbliche amministrazioni devono adottare i piani triennali di prevenzione della corruzione
(PTCP) devono altresì nominare un responsabile della prevenzione della corruzione e della
trasparenza (i due ruoli sono stati unificati con il d.lgs. 97/2016).
Con determinazione n. 12 del 28/10/2015, l’ANAC ha approvato l’aggiornamento 2015 del PNA.
Ad agosto 2016 l’ANAC ha approvato il nuovo PNA per il triennio 2016 - 2018.

2. Organizzazione e funzioni del Consorzio Acquedottistico Marsicano
S.p.A. d’ora in poi CAM SPA

2.1 Contesto di riferimento esterno

CAM spa è un’azienda a totale partecipazione pubblica. Il suo capitale sociale è detenuto
esclusivamente da comuni ricompresi nel Già Ente di Ambito n. 2 Marsicano.
Opera prevalentemente per i comuni soci per la gestione del servizio idrico integrato: l’insieme dei
servizi pubblici di captazione, adduzione e distribuzione di acqua per usi civili, di fognatura e di
depurazione delle acque reflue, così come è definito dal D.L.vo 152/06. Non può operare in aree
territoriali diverse da quelle dei comuni soci.
Il servizio è svolto secondo il modello dell’in house providing ai sensi dell’art. 113, comma 5, lettera
c, del D.L.vo 267/2000 e s. i. e m. L’attività del CAM SPA è regolata dal d.lgs. n. 175/2016, testo
unico in materia di società a partecipazione pubblica, entrato in vigore il 23 settembre 2016. Ciò
comporta che l’azienda è soggetta al cosiddetto controllo analogo in capo ai soci ed all’Autorità di
controllo designata dalla regione, costituito da un insieme di poteri ulteriori rispetto a quelli previsti
dal codice civile in capo ai soci per le società commerciali e, in particolare, quello di approvare
preventivamente le decisioni più importanti che attengono al governo della società.
Ne deriva quindi che l’azienda deve sottostare al potere di controllo, direzione, coordinamento e
supervisione, senza autonomia decisionale per tutti quegli atti, procedimenti e iniziative che
riguardano la gestione del servizio idrico integrato ed in particolare l’attuazione delle direttive, della
programmazione e delle previsioni fornite dal Piano d’Ambito approvato dall’Assemblea dell’Ente
d’Ambito.
Con L. R. n. 9 del 12/4/11 la Regione Abruzzo ha soppresso gli enti d’ambito e ha riordinato il
Servizio idrico Integrato regionale istituendo l’Ambito Territoriale Unico Regionale, coincidente con
                                                                                                                              3
Consorzio Acquedottistico Marsicano S.p.A.
                                                                                      Via Caruscino, 1 - 67051 Avezzano (AQ)
                                                                                         Tel. 0863/090030 - Fax 0863/4589215
                                                              Iscrizione n. 01270510660 del Registro delle Imprese de L’Aquila
                                                                         Cap. Soc. € 26.419.100,00 C.F. e P. IVA 01270510660
                                                                               www.cam-spa.com - E-mail: cam@cam-spa.com

l’intero territorio regionale. Tutte le funzioni in precedenza attribuite agli Enti d’Ambito sono state
delegate all’Ente Regionale per il Servizio Idrico Integrato, ERSI. La legge regionale prevede infine
che in ciascuna provincia sia istituita l’assemblea dei Sindaci, denominata ASSI, per lo svolgimento
delle competenze assegnate dalla legge ai comuni.
L’Organizzazione gestisce il Servizio idrico Integrato per i comuni soci.
La gestione del servizio Idrico Integrato comprende interventi di gestione sia sulle strutture
patrimoniali, che sui settori delle reti distributive, delle reti fognanti e degli impianti depurativi; la
gestione consiste in interventi di manutenzione ordinaria ed in interventi di manutenzione
straordinaria ed interventi di potenziamento;
Vengono inoltre effettuate attività di tipo specialistico (telecontrollo, clorazione, filtrazione,
accertamento analitici sull’acqua destinata al consumo umano, esercizio di apparecchiatura di misura,
sollevamenti, esercizio del potabilizzatore ecc.)

I principali riferimenti normativi sono i seguenti:
Legge Galli L. 36/94: ha dato avvio al processo di riorganizzazione territoriale, funzionale ed
economica dei servizi pubblici di acquedotto, fognatura, depurazione, separando le funzioni di
indirizzo, pianificazione e controllo da quelle più propriamente gestionali.
Testo unico Ambientale: D.Lgs 152/2006 – Parte III: che ha riordinato le norme in materia
ambientale, riprendendo quanto fissato con la Legge Galli.
Testo unico in materia di società a partecipazione pubblica: d.lgs. n. 175/2016, che ha riordinato
la materia a seguito del referendum abrogativo del 2011 dell’art. 23 bis del dl 112/2008 e dei
successivi e numerosi interventi del legislatore e della Corte Costituzionale che avevano prodotto una
disciplina caotica e spesso contraddittoria.
La società è tenuta a rispettare il testo unico sugli appalti, d.lgs. 50/2016, e, unicamente per quanto
riguarda le assunzioni di personale, i principi previsti nell’art. 35 del d.lgs. 165/2001, relativo alla
gestione del personale delle pubbliche amministrazioni.
L’azione della società è infine condizionata dai provvedimenti dell’Autorità per l’energia elettrica,
il gas e il sistema idrico che approva le tariffe e definisce i livelli standard del servizio idrico (
ARERA). In particolare con la delibera n. 655 del 23/12/2015 e s.m.i. è stata definita la qualità del
servizio idrico integrato che ogni gestore deve garantire all’utenza.

Il complesso dei servizi idrici vengono gestiti all'interno dei cosiddetti ambiti territoriali ottimali,
che rappresentano la forma di cooperazione tra comuni appartenenti al medesimo ambito per
l’organizzazione del Servizio idrico integrato nell’ambito territoriale unico regionale (ATUR)
La AATO, che per la Regione Abruzzo è detta ERSI ( ENTE REGIONALE SERVIZIO IDRICO) ai
sensi della L.R. Abruzzo 9 del 12/4/11 è chiamata ad esercitare le funzioni di programmazione,
pianificazione, vigilanza e controllo del servizio idrico integrato e, di conseguenza , del gestore in
house affidatario convenzionato.
Ai sensi della Convenzione sono attribuite al gestore, in relazione agli investimenti programmati, le
FUNZIONI DI STAZIONE APPALTANTE, in relazione alla gestione dei fondi regionali e nazionali
destinati all’ammodernamento delle reti del servizio idrico integrato (fondi FAS).
Queste situazioni, molto particolari, sono state considerate ed analizzate nell’elaborazione del
presente documento.
Si allega tabella riassuntiva relativa a tutti gli appalti delle infrastrutture del servizio idrico integrato
con fondi pubblici e lo stato di attuazione ad oggi.

                                                                                                                             4
Consorzio Acquedottistico Marsicano S.p.A.
                                                                                                   Via Caruscino, 1 - 67051 Avezzano (AQ)
                                                                                                      Tel. 0863/090030 - Fax 0863/4589215
                                                                           Iscrizione n. 01270510660 del Registro delle Imprese de L’Aquila
                                                                                      Cap. Soc. € 26.419.100,00 C.F. e P. IVA 01270510660
                                                                                            www.cam-spa.com - E-mail: cam@cam-spa.com

                                                                                                  importo
                                                                                                contratto al
                                                                                                   netto                    economie
                                                                                                sicurezza e       economie   CAM
       Titolo             CUP             CIG        Costo totale (€) Base d'asta (€) ribasso_%  dell'IVA         quota R.A 10%
Potenziamento
impianto di
depurazione Gioia-
Lecce-Ortucchio      D71B14000270005   6374747FA0      1.647.101,27    1.324.612,93        21,20 1.043.794,99 217.965,64 24.218,40
Completamento
rete fognaria
Cappadocia           D27H14000640001 63835743E 9         402.612,51     318.744,54         31,68     217.772,64     85.902,04    9.544,63
Adeguamento
Trasacco 36 - II
lotto                D91E14000120002                     742.951,27
                                       6375847B61                     1.413.854,00
Adeguamento
Trasacco 36 - I
lotto                D91E14000120002                   1.051.681,62                        21,07 1.115.896,58 254.594,24 28.288,24
Adeguamento
Pozzillo             D31E14000030003   6374722B00      1.569.125,19    1.237.626,61         4,76 1.178.762,41       16.559,82    1.839,27
Adeguamento
Tagliacozzo          D61E14000130002   6374767026      2.364.629,07    1.865.382,14        23,50 1.427.017,34 387.159,66 43.017,40
Adeguamento
Carsoli              D41E14000030002   6374784E 29     1.232.676,53     971.152,08         10,00     874.000,00     53.139,71    5.904,42
Adeguamento
Celano "Rio Pago"    D21E14000020002   637479466C      2.087.264,41    1.644.396,00        15,60 1.387.870,22 193.469,41 21.496,60
Capistrello "S.
Barbara"             D81E14000110002   63748271A9        749.786,19     590.699,20          5,00     561.164,24      6.222,09 69.109,00
Adeguamento
Morino-Rendinara     D91E14000050002   63748504A3        181.591,94     141.620,69         12,72     123.606,50     10.844,01    1.204,89
Rete fognaria e
impianto Ortona
"Aschi"              D67B14000090002 6383723EDB          149.644,97     107.724,41         12,72      94.021,86     15.767,14    1.751,90

Misuratori Idrici    D35I14000070002   6390601AC4        685.400,10     499.057,00         18,00     409.256,62     80.847,24    8.983,02

2.2 Contesto di riferimento interno.

                                                     Prima costituzione

A seguito della Pubblicazione della L.R. 66 del 16/9/1987 e degli atti collegati, il 26/10/1989 con Delibera
n.5 della Assemblea dei Comuni ricompresi nella area geografica della Marsica, si costituisce il Consorzio
Comprensoriale delle opere acquedottistiche della Marsica.
Tale Ente si costituisce per conferimento delle Infrastrutture connesse agli schemi idraulici principali di
cui alla L. Regionale medesima, la dotazione Patrimoniale è costituita sulla base dell’Art. 39 che ne
trasferisce la proprietà.
                                                                                                                                          5
Consorzio Acquedottistico Marsicano S.p.A.
                                                                                      Via Caruscino, 1 - 67051 Avezzano (AQ)
                                                                                         Tel. 0863/090030 - Fax 0863/4589215
                                                              Iscrizione n. 01270510660 del Registro delle Imprese de L’Aquila
                                                                         Cap. Soc. € 26.419.100,00 C.F. e P. IVA 01270510660
                                                                               www.cam-spa.com - E-mail: cam@cam-spa.com

In base a tali norme, tutti i Comuni interessati da Opere ed acquedotti intercomunali, si costituiscono in
consorzio e conferiscono il Patrimonio a tale struttura.

ADEGUAMENTO ALLA L.142/90 E ALLA L.R. 26 DEL 29/6/1993

Il 16/11/1994 il consorzio Acquedottistico comprensoriale della Marsica in virtù delle norme di cui
all’Art. 26 della L.142/1990 e della L.R. 26 del 29/6/1993, delibera l’atto di adeguamento dello Statuto
ed assume per la prima volta la denominazione di “ Consorzio Acquedottistico Marsicano” e l’acronimo
di C.A.M., a tale atto partecipano e deliberano a favore TUTTI i Sindaci e/o Loro delegati nessuno escluso
( trattandosi di Consorzio volontario), dopo che gli Atti propedeutici hanno ricevuto il formale assenso
dei rispettivi Consigli Comunali.
Per quanto concerne l’aspetto patrimoniale, lo Statuto e lo stesso Atto costitutivo richiamano l’Art.22,
alla L.R. 26/1993.
Se ne deduce, che ancora una volta, per Atto espresso dei Comuni in forza di norma, gli stessi
riconferiscono il Patrimonio di Proprietà a suo tempo trasferito loro con L.R. Abruzzo 66/1987, come da
allegato alla medesima Legge, nonché quello costruito o completato nel corso degli anni tra il 1989 ed il
1994, le quote sociali vengono definite ed assegnate con atto assembleare, sulla base sostanzialmente del
criterio del numero di abitanti residenti e fluttuanti di ciascun Comune.
Ne consegue che il Patrimonio del C.A.M. rimane sostanzialmente quello dei sistemi Idraulici di
adduzione e delle opere connesse.

                                 LA TRASFORMAZIONE IN S.P.A.

 A seguito della approvazione della Legge finanziaria 2002 (c.d. Legge Tremonti 448/2001) , i Consorzi
gestori di servizi pubblici locali, quale era il C.A.M., sono a quella data obbligati per legge a
trasformarsi in Società di Capitali entro il 31/12/2002 in ossequio all’Art. 35 della legge medesima nei
modi e con le procedure di cui all’art. 115 del D.Lgs.267/2000 e precedenti.

E’ in virtù del Comma 3, che il capitale sociale della Società viene attribuito ai soci in via provvisoria,
sostanzialmente con le modalità del 1994 e contestualmente vengono avviate le procedure previste dalle
norme di settore e dal Codice Civile dalla Legge richiamato espressamente, al fine della Valutazione e
della Attribuzione definitiva del Patrimonio.
A questo punto viene investito il Tribunale di Avezzano ai fini della individuazione del Perito che dovrà
effettuare tale adempimento e che viene dal medesimo Tribunale individuato.
Le operazioni connesse alla valutazione e quindi alla conseguente Perizia giurata sono più complicate del
previsto, e si concludono nel 2005 con atto prima del C.d.A. n.171 del 25/10/2005 e quindi con Assemblea
Straordinaria del 21/11/2005 con la quale i Soci deliberano l’Attribuzione definitiva del Capitale sociale
e delle Azioni dei singoli Comuni soci e che tutt’ora vigono.
E’ del tutto evidente, che tali operazioni avvengono in forza di legge, senza contestazione alcuna ed in
coerenza con i comportamenti dei Comuni sin dal 1989. Se ne deduce che sia la Determinazione del
patrimonio conferito dai Comuni e da sempre posseduto dalla Società C.A.M. S.p.a., sia i criteri di
assegnazione e di ripartizione delle Azioni ( sostanzialmente Tre: Abitanti residenti, abitanti fluttuanti e
Consumo Acqua in adduzione ), ancorché legittima dal punto di vista Normativo e contabile è di fatto e
di Diritto deliberata espressamente dai Comuni, in forza dell’Assemblea che ne ha titolo in virtù di quanto
espressamente previsto dalla L.488/2001 in tema di Trasformazione di Società pubbliche.

                                                                                                                             6
Consorzio Acquedottistico Marsicano S.p.A.
                                                                                        Via Caruscino, 1 - 67051 Avezzano (AQ)
                                                                                           Tel. 0863/090030 - Fax 0863/4589215
                                                                Iscrizione n. 01270510660 del Registro delle Imprese de L’Aquila
                                                                           Cap. Soc. € 26.419.100,00 C.F. e P. IVA 01270510660
                                                                                 www.cam-spa.com - E-mail: cam@cam-spa.com

                          La TRASFORMAZIONE IN HOUSE PROVIDING

Per “house providing (traduzione letterale gestione in proprio)” si intende quel modello di organizzazione
e gestione dei pubblici servizi (erogazione di servizi, forniture, lavori) che le pubbliche amministrazioni
adottano     attraverso     propri      organismi,     cioè    senza   ricorrere     al    libero    mercato.
Tale tipo di gestione trova la propria origine nella giurisprudenza comunitaria ( Sentenza “Teckal”
18.11.1999 in causa C-107/98): la Corte di Giustizia ha delineato le condizioni in base alle quali
un’amministrazione aggiudicatrice può procedere all’affidamento di un servizio senza dover ricorrere al
previo espletamento di procedure ad evidenza pubblica chiarendo che, ancorché la controparte
contrattuale sia un’entità giuridicamente distinta dall’amministrazione aggiudicatrice, ciò può avvenire
“qualora l’ente locale (amministrazione aggiudicatrice) eserciti sulla persona di cui trattasi un controllo
analogo a quello da esso esercitato sui propri servizi e questa persona realizzi la parte più importante della
propria attività con l’ente o gli enti pubblici che la controllano”.

Due sono, pertanto, i criteri cumulativi elaborati dalla giurisprudenza comunitaria atti a giustificare la
sottrazione di un servizio all’ambito di operatività delle regole dell’evidenza pubblica: la circostanza che
l’affidamento abbia luogo in favore di soggetti che, sebbene giuridicamente distinti dall’amministrazione
aggiudicatrice, costituiscano elementi del sistema che a tale amministrazione fanno capo essendo soggetti
a “controllo analogo” e il fatto che il destinatario dell’appalto svolga la parte più importante della propria
attività in favore dell’amministrazione o delle amministrazioni che la controllano.

Trattasi, quindi, di un modello organizzativo: la pubblica amministrazione si avvale di propri organismi
appartenenti all’organizzazione amministrativa che fa loro capo.
Qualora, poi, la società sia partecipata da più enti pubblici aventi interessi omogenei, per la realizzazione
in comune di servizi affidati “in house”, l’attività di controllo deve essere esercitata da detti enti
collettivamente (Consiglio di Stato, sez. VI, 6 maggio 2002, n.2418).

In definitiva, ai sensi della richiamata giurisprudenza, il “controllo analogo” sulla società pubblica
affidataria del servizio può ritenersi garantito dalla previsione espressa nell’atto costitutivo e nello statuto
della società di stringenti poteri di controllo finanziario e gestionale a favore dell’amministrazione
aggiudicatrice. Il controllo deve riguardare le attività fondamentali e di straordinaria amministrazione, il
perseguimento degli obiettivi di interesse pubblico assegnati nonché gli organi della società.

Ciò stante il C.A.M. S.p.A. come si evince dagli Atti statutari conseguenti, ha pedissequamente
ottemperato sulla base di quanto in premessa, sino al punto di inserire il “Regolamento sull’esercizio del
controllo analogo” in allegato allo Statuto di cui ne costituisce parte integrante e sostanziale.
Con gli adeguamenti Statutari intervenuti nel corso del 2006 la Società C.A.M. S.p.A. ha assunto la
configurazione di Società in House così come delineata dall’allora vigente art.113 del T.U.E.L. ed in data
28/12/2006 a seguito della approvazione dello Schema di Convenzione tipo da parte della Giunta
Regionale Abruzzese integralmente recepito dall’ATO2 Marsicano, ha avuto in concessione per la durata
di anni venti, la gestione del Servizio Idrico Integrato dei 35 Comuni ricadenti nell’Ambito.
A seguito della approvazione della legge regionale n.37/2007 da parte della allora Giunta regionale, il
C.A.M. S.p.A. e con la stipula della Convenzione di affidamento in House, tra ATO E C.A.M. S.P.A.
dell’8-01-2007 definitiva e sulla base dello Schema di Convenzione deliberato dalla Giunta Regionale
abruzzese 979/ 2006- per una durata di Venti anni che segue la delibera dell’ATO2 Marsicano n°10
dell’11-07-2006 di approvazione del regime tariffario, si riordina e si dà certezza all’intero settore e si
completano gli affidamenti da parte dei Comuni. Rimane da evidenziare e segnalare la “certificazione“

                                                                                                                               7
Consorzio Acquedottistico Marsicano S.p.A.
                                                                                        Via Caruscino, 1 - 67051 Avezzano (AQ)
                                                                                           Tel. 0863/090030 - Fax 0863/4589215
                                                                Iscrizione n. 01270510660 del Registro delle Imprese de L’Aquila
                                                                           Cap. Soc. € 26.419.100,00 C.F. e P. IVA 01270510660
                                                                                 www.cam-spa.com - E-mail: cam@cam-spa.com

della Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici di servizi, lavori e forniture che con delibera del 1/4/2009
ha verificato e controllato con esito positivo la Società.
Con delibera ASSEMBLEA STRAORDINARIA DEL 7 DICEMBRE 2012 – Rep.42050 Racc. n.16261
i comuni soci hanno Modificato lo Statuto e adottato il c.d. MODELLO DUALISTICO in sostituzione
del c.d. Modello Tradizionale, che a tutt’oggi definisce e limita la Forma Societaria. Il sistema di
amministrazione e controllo adottato è caratterizzato da una struttura che prevede l'elezione da parte
dell'assemblea di un organo denominato consiglio di sorveglianza, il quale elegge a sua volta un consiglio
di gestione.
Lo Statuto è stato successivamente adeguato, allineato e modificato in ottemperanza al D.Lgs.175/2016 e
smi , il c.d. TUSP ( TESTO UNICO SOCIETA’ PARTECIPATE) in particolare ai dettami di cui all’art.11
del testo richiamato con DELIBERA ASSEMBLEA STRAORDINARIA DEL 18/01/2018.
Vi è da annotare che il C.A.M. S.p.A., ottemperando pedissequamente alle leggi, regolamenti e statuto
trasmette all’ERSI, per il cosiddetto controllo analogo, tutti gli atti adottati.
L’oggetto dell’attività della società, com’è ben noto, è quello della somministrazione di acqua potabile
per uso domestico e per altri usi, mediante le reti dei Comuni convenzionati così come da essi affidate in
comodato d’uso gratuito ai sensi della Convenzione di affidamento di cui alla CONVENZIONE PER
L’AFFIDAMENTO “in house providing” DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO NELLA REGIONE
ABRUZZO TRA ENTE D’AMBITO n.2 MARSICANO E CAM spa (art. 15 L.R. Abruzzo 13/01/1997,
n.2; art. 151 D.Lgs. 3 aprile 2006. n.152; D.Lgs 267/2000 art.113 comma 5, lett.c) – allegata alla delibera
assembleare dell’Ente D’Ambito n° 2 Marsicano n° 16 del 28.12.06 - così come novata dalla successiva
Deliberazione n.8 del 9 agosto 2016 del CUS dell’ERSI.
L’articolo 4, comma 1, lettera f) della legge Galli (L. 5 gennaio 1994 n. 36 – Disposizioni in materia di
risorse idriche-) così come integrato e modificato dal D.Lgs.152/2006 stabilisce, in sintesi, che il S.I.I.
è inteso come “…l’insieme dei servizi pubblici di captazione, adduzione e distribuzione dell' acqua a usi
civili, di fognatura e di depurazione delle acque reflue…”. Il C.A.M. S.p.A. persegue l’obiettivo di
gestire in maniera ottimale tale servizio adottando i criteri che seguono:
             Efficienza: nel garantire il corretto uso delle risorse idriche e ottimizzare le risorse
                interne;
             Efficacia: nel garantire la qualità del servizio in accordo alla domanda e al fine di
                salvaguardare l’ambiente in riferimento alla qualità di acqua erogata e scaricata;
             Economicità: nell’assicurare il massimo contenimento dei costi in base agli obiettivi
                prefissati. La tariffa è il parametro indicatore elementare dell’economicità della
                gestione che deve garantire la copertura totale dei costi e tenere conto della qualità
                del servizio offerto.
            
L’acqua distribuita è attinta dalle sorgenti site sul territorio servito e dai pozzi tramite emungimento.
Serbatoi di compensazione ed accumulo sono integrati alle reti: oltre allo sfruttamento della loro capacità
volumetrica per la copertura dei prelievi nelle ore di punta, assicurano il mantenimento di una certa quota
piezometrica, necessaria per garantire un livello di pressione sufficiente per la distribuzione dell’acqua.
Il Consorzio Acquedottistico Marsicano gestisce il Servizio Idrico Integrato nell’ambito territoriale
ottimale n. 2 Marsicano con affidamento diretto "in house providing" fino al 31/12/2026 in forza di
convenzione sottoscritta in data 08/01/2007 e riformulata con atto del Commissario Unico Straordinario
dell'Ente D'Ambito Aquilano n. 8 del 09/08/2016.
In data 18/01/2017 è stata presentata istanza di proroga della scadenza della convenzione, alla luce
dell’art. 25 ter co.1 lettera c) della convenzione tipo di cui alla deliberazione AEEGSI 656/2015/R/Idr.
La popolazione servita è di oltre 129.000 abitanti residenti oltre a circa 71.000 abitanti fluttuanti per
un numero di utenze pari a 84.450.
                                                                                                                               8
Consorzio Acquedottistico Marsicano S.p.A.
                                                                                    Via Caruscino, 1 - 67051 Avezzano (AQ)
                                                                                       Tel. 0863/090030 - Fax 0863/4589215
                                                            Iscrizione n. 01270510660 del Registro delle Imprese de L’Aquila
                                                                       Cap. Soc. € 26.419.100,00 C.F. e P. IVA 01270510660
                                                                             www.cam-spa.com - E-mail: cam@cam-spa.com

Le tariffe e l'attività della società, oltre che all'Ente D'Ambito 2 Marsicano, sono sottoposte al
controllo dell'Autorità per l'Energia Elettrica il Gas ed il Servizio Idrico cui l'art. 21 commi 13 e 19
del Decreto Legge 201/11 ha trasferito “le funzioni di regolazione e controllo dei servizi idrici”,
precisando che tali funzioni “vengono esercitate con i medesimi poteri attribuiti all’Autorità stessa
dalla legge 14 novembre 1995, n. 481”.
In data 09/03/2017 l’AEEGSI ha approvato la delibera n°131/2017/R/Idr avente per oggetto
“approvazione dello specifico schema regolatorio, recante le predisposizioni tariffarie per il periodo
2016-2019, proposto dall’Ente d’Ambito 2 Marsicano”:

CAM spa è uno dei sei soggetti gestori del Servizio Idrico Integrato istituiti nella Regione Abruzzo
e, in conformità a quanto previsto dalla normativa, è una società in house a totale partecipazione
pubblica.
Gli organi amministrativi dell’ente sono: l’assemblea dei soci, costituita dai sindaci dei comuni soci
o loro delegati; il consiglio di SORVEGLIANZA composto da tre membri di cui uno in possesso dei
requisiti e della iscrizione all’albo dei revisori; Il Consiglio di Gestione composto da due membri di
cui uno ed uno solo, il Presidente , con deleghe, in deroga al nuovo testo unico in materia di società
a partecipazione pubblica, d.lgs. 175/2016, il quale prevede che l’organo amministrativo delle società
a controllo pubblico sia costituito, di norma, da un amministratore unico;
Vi risulta una Società di Revisione dei conti (revisore o società di revisione); l’organismo di vigilanza
ex d.lgs. 231.

La struttura organizzativa è così articolata:
    Direzione Finanziaria, Amministrativa e Commerciale: Si occupa delle attività finanziarie, fiscali
    e contabili nonché alla gestione amministrativa delle risorse umane. Gestisce le problematiche
    relative al diritto societario, al diritto del servizi pubblici ed alla regolazione stabilita
    dall’Autorità di settore (ARERA). Sovrintende alla gestione delle attività di sportello utenti, di
    fatturazione, di recupero crediti e di stipula dei contratti di somministrazione del Servizio Idrico
    Integrato. Il dirigente del servizio è datore di lavoro ex d.l.vo 81/2008 per il personale di propria
    competenza PER FUNZIONE DELEGATA CON ATTO DEL CDG..
    Direzione Tecnica: cui sono attribuite le responsabilità della gestione delle attività tecniche
    inerenti il corretto funzionamento delle strutture, degli impianti e delle reti del SII. Si occupa
    della gestione di tutti i segmenti che costituiscono il ciclo idrico: Captazione, Adduzione,
    distribuzione, fognatura e depurazione provvedendo a tutte le attività di manutenzione ordinaria
    e straordinaria delle infrastrutture nonché alle opere di estendimento della rete, di costruzione di
    nuovi impianti e di ampliamento di quelli esistenti. Allo stesso è delegata la rappresentanza ed
    attribuita la responsabilità in materia di gestione e conduzione degli impianti di depurazione ,
    nonché tutte le materie e responsabilità , anche penali , in tema di qualità degli scarichi e delle
    acque PER FUNZIONE DELEGATA CON ATTO DEL CDG e procura legale conferita
    con atto pubblico..

Le risorse umane di cui dispone l’Organizzazione sono essenzialmente costituite da impiegati e operai
di area tecnica ed amministrativa.

                                                                                                                           9
Consorzio Acquedottistico Marsicano S.p.A.
                                                                                    Via Caruscino, 1 - 67051 Avezzano (AQ)
                                                                                       Tel. 0863/090030 - Fax 0863/4589215
                                                            Iscrizione n. 01270510660 del Registro delle Imprese de L’Aquila
                                                                       Cap. Soc. € 26.419.100,00 C.F. e P. IVA 01270510660
                                                                             www.cam-spa.com - E-mail: cam@cam-spa.com

                                        ORGANI SOCIALI

N.B l’AREA ECONOMICO-FINANZIARIA E L’AREA GESTIONALE SONO STE
ACCORPATE E RIUNITE SOTO UNA UNICA DIREZIONE

La Società ha ,inoltre, adottato un modello di gestione ex d.l.vo 231/2001 e nominato un organismo
collegiale di tre membri, di cui due esterni, con il compito di vigilare sul funzionamento e
l’osservanza del modello e di curarne l’aggiornamento. Il Modello è stato rivisto nell’estate 2016 in
relazione all’introduzione dei nuovi reati ambientali per i quali è stata eseguita specifica analisi dei
rischi.

All’indomani dell’emanazione del primo PNA l’organizzazione aveva incaricato IL Dirigente di
Gestione Ing. Leo Corsini di svolgere anche le funzioni di responsabile della prevenzione della

                                                                                                                          10
Consorzio Acquedottistico Marsicano S.p.A.
                                                                                     Via Caruscino, 1 - 67051 Avezzano (AQ)
                                                                                        Tel. 0863/090030 - Fax 0863/4589215
                                                             Iscrizione n. 01270510660 del Registro delle Imprese de L’Aquila
                                                                        Cap. Soc. € 26.419.100,00 C.F. e P. IVA 01270510660
                                                                              www.cam-spa.com - E-mail: cam@cam-spa.com

corruzione e responsabile della trasparenza. In questa veste egli ha predisposto il primo piano per la
prevenzione della corruzione e per la trasparenza.
Successivamente, in seguito al cambiamento dell’orientamento dell’ANAC, che disponeva
l’internalizzazione di queste funzioni e la incompatibilità con funzioni gestorie attribuite ai dirigenti,
il cdg ha nominato il Dipendente dell’area amministrativa RSPC ed RT, nella persona di Domenico
Balzani.
Ad ogni modo, per l’elaborazione del presente documento si è tenuto conto delle raccomandazioni e
della metodologia indicati nell’aggiornamento del nuovo PNA 2018.
In particolare, sono stati coinvolte tutte le figure apicali dell’organizzazione insieme alle quali è in
corso una analitica mappatura dei processi, non limitando l’analisi alle sole aree a rischio obbligatorie
di cui all’art. 1, comma 16 della L. 190/2012 in vista della prossima Riorganizzazione aziendale
funzionale agli obbiettivi previsti nel Piano, presentato per l’ottenimento dell’omologa da parte
del Tribunale Civile di Avezzano del Concordato in continuità.
Si sono svolte più riunioni con i singoli responsabili e collegialmente al fine di condividere il metodo
ed i risultati delle rilevazioni. Prima di essere licenziato, il presente documento è stato diffuso,
discusso e corretto con tutti i responsabili degli uffici e poi condiviso in una riunione finale.

3. Gestione del rischio corruzione. Mappatura dei processi,
   valutazione e trattamento dei rischi
                            3.1 Gestione del rischio di corruzione
Seguendo le istruzioni del PNA si è proceduto a mappare i processi attuati dall’amministrazione e
valutarne i rischi di eventi corruttivi attraverso un procedimento di identificazione, analisi e
ponderazione.
L’analisi è consistita nella valutazione della probabilità che si realizzino eventi di
malamministrazione e delle conseguenze che possono verificarsi (probabilità e impatto), con
determinazione del livello di rischio attraverso un valore numerico.
Per determinare la probabilità e l’impatto e valutare il livello di rischio sono stati utilizzati i valori
riportati nel Piano Nazionale Anticorruzione.
Per la stima della probabilità si è tenuto conto del contesto organizzativo del CAM SPA. e dei sistemi
di controllo già in uso.
L’impatto è stato misurato in termini di:

            impatto economico,
            impatto organizzativo,
            impatto reputazionale.

Il prodotto del valore della probabilità per il valore dell’impatto esprime il livello di rischio del
processo.
Si è quindi proceduto al trattamento del rischio con l’individuazione delle misure di prevenzione per
neutralizzarlo o ridurlo.
Le misure di prevenzione si distinguono in:

                                                                                                                           11
Consorzio Acquedottistico Marsicano S.p.A.
                                                                                    Via Caruscino, 1 - 67051 Avezzano (AQ)
                                                                                       Tel. 0863/090030 - Fax 0863/4589215
                                                            Iscrizione n. 01270510660 del Registro delle Imprese de L’Aquila
                                                                       Cap. Soc. € 26.419.100,00 C.F. e P. IVA 01270510660
                                                                             www.cam-spa.com - E-mail: cam@cam-spa.com

        obbligatorie, la cui applicazione discende dalla legge o da altri fonti normative,
        ulteriori, non discendono dalla legge ma sono obbligatorie in quanto inserite nel presente
         piano della prevenzione della corruzione.

               3.2    Elenco dei reati contro la pubblica amministrazione
Ai fini di una preliminare individuazione dei rischi si ritiene utile elencare i reati contro la pubblica
amministrazione previsti nel codice penale.

   1) appropriarsi di denaro o altra cosa mobile dell’azienda di cui si ha il possesso o comunque la
       disponibilità per ragioni di servizio (art. 314 cp Peculato);
   2) usare momentaneamente beni aziendali di cui si ha il possesso o comunque la disponibilità
       per ragioni di servizio (art. 314 cp Peculato d’uso);
   3) ricevere o trattenere denaro o altra utilità per sé o per un terzo giovandosi dell’errore altrui
       (art. 316 cp Peculato);
   4) ricevere indebitamente denaro o altra utilità o accettarne la promessa per l’esercizio delle
       funzioni e dei poteri insiti nel ruolo all’interno dell’azienda (art. 318 cp Corruzione);
   5) ricevere denaro o altra utilità o accettarne la promessa per omettere o ritardare o per aver
       omesso o ritardato un atto del proprio ufficio, ovvero per compiere o per aver compiuto un
       atto contrario ai doveri di ufficio (art. 319 cp Corruzione);
   6) abusare della propria qualità o dei poteri per indurre taluno a dare o a promettere
       indebitamente, a lui o a un terzo, denaro o altra utilità (art. 319 quater Induzione);
   7) svolgere le funzioni o il servizio in violazione di norme di legge o di regolamento, ovvero
       omettendo di astenersi in presenza di un interesse proprio o di un prossimo congiunto o negli
       altri casi prescritti, intenzionalmente procurando a sé o ad altri un ingiusto vantaggio
       patrimoniale ovvero arrecando ad altri un danno ingiusto (art. 323 cp Abuso d’ufficio);
   8) violare i doveri inerenti alle funzioni o al servizio, o comunque abusare della propria qualità,
       rivelando notizie d'ufficio, le quali debbano rimanere segrete, o agevolandone in qualsiasi
       modo la conoscenza (art. 326 cp Rilevazione di segreti);
   9) procurare a sé o ad altri un indebito profitto patrimoniale, avvalendosi illegittimamente di
       notizie d'ufficio, le quali debbano rimanere segrete (art.326 cp);
   10) procurare a sé o ad altri un ingiusto profitto non patrimoniale o cagionare ad altri un danno
       ingiusto, avvalendosi illegittimamente di notizie d'ufficio, le quali debbano rimanere segrete
       (art. 326 cp);
   11) non compiere un atto del proprio ufficio e non rispondere per esporre le ragioni del ritardo
       entro trenta giorni la richiesta di chi vi abbia interesse (art. 328 cp Omissione);
   12) interrompere il servizio, ovvero sospendere il lavoro del proprio ufficio, in modo da turbare
       la regolarità del servizio (art. 331 cp Interruzione di un servizio pubblico).

         3.3    Il concetto di corruzione nel Piano Nazionale Anticorruzione
Abbiamo già ricordato che già nel PNA approvato con delibera dell’ANAC n. 72/2013 per corruzione
si intende non solo le fattispecie delittuose disciplinate dal codice penale e descritte nel paragrafo
precedente, “… ma anche le situazioni in cui – a prescindere dalla rilevanza penale – venga in
evidenza un malfunzionamento dell’amministrazione a causa dell’uso a fini privati delle funzioni

                                                                                                                          12
Consorzio Acquedottistico Marsicano S.p.A.
                                                                                                   Via Caruscino, 1 - 67051 Avezzano (AQ)
                                                                                                      Tel. 0863/090030 - Fax 0863/4589215
                                                                           Iscrizione n. 01270510660 del Registro delle Imprese de L’Aquila
                                                                                      Cap. Soc. € 26.419.100,00 C.F. e P. IVA 01270510660
                                                                                            www.cam-spa.com - E-mail: cam@cam-spa.com

attribuite ovvero l’inquinamento dell’azione amministrativa ab externo, sia che tale azione abbia
successo sia nel caso in cui rimanga a livello di tentativo”.
Nell’aggiornamento 2015 al PNA, approvato con determina n. 12 del 28/10/2015, l’ANAC ha
ribadito che per corruzione debba intendersi “… la maladministratione, intesa come assunzione di
decisioni (di assetto di interessi a conclusione di procedimenti, di determinazioni di fasi interne a
singoli procedimenti, di gestione di risorse pubbliche) devianti dalla cura dell’interesse generale a
causa del condizionamento improprio da parte di interessi particolari. Occorre, cioè, avere riguardo
ad atti e comportamenti che, anche se non consistenti in specifici reati, contrastano con la necessaria
cura dell’interesse pubblico e pregiudicano l’affidamento dei cittadini nell’imparzialità delle
amministrazioni e dei soggetti che svolgono attività di pubblico interesse”.

Passiamo ora ad illustrare il risultato dell’attività di gestione del rischio, vale a dire l’attività di
mappatura, individuazione, valutazione e trattamento del rischio di corruzione, descritta nel presente
capitolo.

                  AREA DI RISCHIO A: ACQUISIZIONE DEL PERSONALE

Soggetti coinvolti nella gestione: ATO 2 Marsicano-ERSI (soggetto esterno deputato al controllo
analogo), assemblea dei soci, consiglio di Gestione di CAM SpA, Dirigenti e responsabili del
procedimento.

Mappatura del processo

Il processo è così articolato:

                   Programmazione

                                    Selezione

                                                     Verifica e
                                                individuazione del
                                                     vincitore

                                                                     Assunzione e
                                                                       contratto

                                                                                                                                         13
Consorzio Acquedottistico Marsicano S.p.A.
                                                                                                Via Caruscino, 1 - 67051 Avezzano (AQ)
                                                                                                   Tel. 0863/090030 - Fax 0863/4589215
                                                                        Iscrizione n. 01270510660 del Registro delle Imprese de L’Aquila
                                                                                   Cap. Soc. € 26.419.100,00 C.F. e P. IVA 01270510660
                                                                                         www.cam-spa.com - E-mail: cam@cam-spa.com

All’interno di ogni fase sono state individuate le seguenti principali attività svolte dagli uffici per le
selezioni del personale da assumere con contratto di lavoro dipendente a tempo indeterminato e
determinato:

Fase 1: programmazione

                          Attività                                                       Competenza
 Atto di indirizzo                                              Consiglio di Sorveglianza
 Approvazione dell’avviso di selezione                          Consiglio di Gestione
 Controllo analogo                                              ATO 2 Marsicano-ERSI

Fase 2: svolgimento della selezione

                             Attività                                                     Competenza
 Per i contratti a tempo indeterminato: Pubblicazione
 dell’avviso sul sito internet aziendale, sui siti dei comuni
 soci e sulla Gazzetta Ufficiale Concorsi ed esami; per i
                                                                Ufficio Personale
 contratti a tempo determinato invito dei candidati che
 hanno presentato un curriculum vitae nei precedenti sei
 mesi rispetto all’indizione della selezione.
 Pubblicazione dell’avviso sulla Gazzetta Uff. sez concorsi
                                                                Ufficio Personale
 ed esami ex d.lgs. 175/16
 Ricezione domande                                              Ufficio Personale
 Archiviazione e custodia delle domande                         Ufficio Personale
 Verifica della documentazione                                  Ufficio Personale
 Nomina commissione                                             Consiglio di gestione
 Pubblicazione dei nomi dei candidati ammessi ed esclusi
                                                                Ufficio Personale
 sul sito internet aziendale
 Svolgimento delle prove                                        Commissione di selezione
 Elaborazione dei risultati delle prove                         Commissione di selezione

Fase 3: verifiche e proclamazione del vincitore

                          Attività                                                        Competenza
 Verifica dei requisiti                                         Dirigente del Personale
 Proclamazione del vincitore                                    Consiglio di Gestione
 Pubblicazione della graduatoria finale sul sito internet
                                                                Ufficio Personale
 aziendale e dei comuni soci

Fase 4: assunzione e firma del contratto

                            Attività                                                      Competenza
 Delibera di assunzione                                         Consiglio di Gestione

                                                                                                                                      14
Consorzio Acquedottistico Marsicano S.p.A.
                                                                                       Via Caruscino, 1 - 67051 Avezzano (AQ)
                                                                                          Tel. 0863/090030 - Fax 0863/4589215
                                                               Iscrizione n. 01270510660 del Registro delle Imprese de L’Aquila
                                                                          Cap. Soc. € 26.419.100,00 C.F. e P. IVA 01270510660
                                                                                www.cam-spa.com - E-mail: cam@cam-spa.com

                         Attività                                             Competenza
 Firma del contratto                                  Ufficio Personale
 Comunicazioni obbligatorie (INPS, INAIL)             Ufficio Personale
 Visita medica                                        Medico competente
 Formazione e affiancamento                           Dirigente competente (tecnico- amministrativo)
 Assegnazione al ruolo                                Dirigente competente (tecnico- amministrativo)

                  Livello del rischio (probabilità x impatto) = 3 x 2 = 6 Rischio basso

Per ogni fase e attività del processo sono stati individuati i seguenti maggiori rischi di reato o di
cattiva amministrazione

                       PROCESSI                                             FATTORI DI RISCHIO
     1)    programmazione
                                                       Rappresentazione ai soci di esigenze di nuovo personale non
          Atto di indirizzo                           rispondente alle reali necessità dell’azienda e predisposizione
          Approvazione dell’avviso di selezione       di un avviso di selezione al fine di addivenire all’assunzione di
                                                       una persona in particolare.

                                                       Previsione di requisiti di accesso “personalizzati” ed
                                                       insufficienza di meccanismi oggettivi e trasparenti idonei a
                                                       verificare il possesso dei requisiti attitudinali e professionali
                                                       richiesti in relazione alla posizione da ricoprire allo scopo di
                                                       reclutare candidati particolari.

Anomalie significative

Il ritardo o la mancata predisposizione da parte degli uffici competenti dei documenti di
programmazione.
Il ritardo o la mancata approvazione da parte degli organi competenti (CDS e assemblea dei soci) del
Piano Industriale e del bilancio di previsione.

Indicatori

Predisposizione di analisi sul carico di lavoro degli uffici e del personale esterno e con riferimento al
rapporto tra il personale adibito ai servizi esterni e quello interno agli uffici, che giustifichi
l’assunzione di nuovo personale.

Misure di prevenzione obbligatorie:

           applicazione dei principi di cui all’art. 35 del d.lgs. 165/2001;
           applicazione delle norme sulla trasparenza ex d.lgs. 33/2013.

Misure di prevenzione ulteriori:

           obbligo di adeguata motivazione in sede di predisposizione dell’atto di indirizzo circa le
            necessità di personale dell’azienda;

                                                                                                                             15
Consorzio Acquedottistico Marsicano S.p.A.
                                                                                              Via Caruscino, 1 - 67051 Avezzano (AQ)
                                                                                                 Tel. 0863/090030 - Fax 0863/4589215
                                                                      Iscrizione n. 01270510660 del Registro delle Imprese de L’Aquila
                                                                                 Cap. Soc. € 26.419.100,00 C.F. e P. IVA 01270510660
                                                                                       www.cam-spa.com - E-mail: cam@cam-spa.com

           obbligo di illustrare l’organigramma aziendale evidenziando le carenze di personale e
            l’attività per la quale necessita l’assunzione;
           elencare il personale assunto a tempo indeterminato e determinato indicando le date di
            assunzioni e scadenza del contratto.

                        PROCESSI                                                   FATTORI DI RISCHIO
     2)    Svolgimento della selezione
                                                             Ritardare o non pubblicare l’avviso sul sito aziendale e sui siti di
              Per i contratti a tempo indeterminato:        tutti i comuni soci o sulla Gazzetta Ufficiale sezione concorsi ed
               pubblicazione dell’avviso sul sito internet   esami, ai sensi dell’art. 19 d.lgs. 175/16, per restringere il
               aziendale, sui siti dei comuni soci e sulla   numero dei concorrenti
               Gazzetta Ufficiale Concorsi ed esami; per i
               contratti a tempo determinato invito dei      Irregolare composizione della commissione di concorso
               candidati che hanno presentato un             finalizzata al reclutamento di candidati particolari.
               curriculum vitae nei precedenti sei mesi
               rispetto all’indizione della selezione.       Inosservanza delle regole procedurali a garanzia della
              Ricezione domanda                             trasparenza e dell’imparzialità della selezione.
              Archiviazione e custodia delle domande
              Verifica della documentazione                 Attestare falsamente la regolarità di documentazione allo scopo
              Nomina commissione                            di non escludere un candidato particolare
              Pubblicazione dei nomi dei candidati
               ammessi ed esclusi sul sito internet          Attestare falsamente la irregolarità della documentazione
               aziendale                                     presentata allo scopo di escludere candidati
              Svolgimento delle prove
              Elaborazione dei risultati delle prove        Comunicare in anticipo al candidato il testo delle prove oggetto
                                                             della selezione

                                                             Suggerire al candidato le risposte nel corso della prova

                                                             Esprimere giudizi non rispondenti alla realtà della prova al fine
                                                             di ammettere o escludere un candidato

                                                             Difetto di imparzialità della commissione

Anomalie significative

Violazione delle norme che regolano la nomina di commissioni di concorso (formalizzazione della
nomina prima della scadenza del termine del bando; nomina di commissari esterni senza previa
verifica dell’esistenza di professionalità interne; omessa verifica dell’assenza di cause di conflitto di
interessi o incompatibilità).
Alto numero di concorrenti esclusi, la presenza di reclami o ricorsi da parte di concorrenti esclusi.
Assenza di criteri motivazionali sufficienti a rendere trasparente l’iter logico seguito nell’attribuzione
dei punteggi nonché una valutazione delle prove non chiara/trasparente/giustificata.
Selezione con un ristretto numero di partecipanti.

Misure di prevenzione obbligatorie:

           applicazione dei principi di cui all’art. 35 del d.lgs. 165/2001;
           applicazione delle norme sulla trasparenza ex d.lgs. 33/2013.
                                                                                                                                    16
Consorzio Acquedottistico Marsicano S.p.A.
                                                                                             Via Caruscino, 1 - 67051 Avezzano (AQ)
                                                                                                Tel. 0863/090030 - Fax 0863/4589215
                                                                     Iscrizione n. 01270510660 del Registro delle Imprese de L’Aquila
                                                                                Cap. Soc. € 26.419.100,00 C.F. e P. IVA 01270510660
                                                                                      www.cam-spa.com - E-mail: cam@cam-spa.com

Misure di prevenzione ulteriori:

          scelta dei componenti della commissione tra soggetti in possesso dei necessari requisiti
           mediante estrazione a sorte in un’ampia rosa di candidati;
          rilascio da parte dei commissari di dichiarazioni attestanti:

                 o l’impiego / il lavoro svolto negli ultimi 5 anni;
                 o se professionisti, di essere iscritti in albi professionali da almeno 5 anni;
                 o di non aver concorso, in qualità di membri delle commissioni giudicatrici, con dolo
                   o colpa grave accertati in sede giurisdizionale con sentenza anche non definitiva,
                   all’approvazione di atti dichiarati illegittimi;
                 o di non trovarsi in una condizione di incompatibilità rispetto ai concorrenti tenuto
                   conto delle cause di astensione di cui all’art. 51 del cpc;
                 o di non avere e di non avere mai avuto rapporti personali con nessuno degli
                   esaminandi tali da far sorgere il sospetto che il candidato possa essere giudicato
                   non in base al risultato delle prove bensì in virtù delle conoscenze personali
                   (criterio sintomatico di incompatibilità);
                 o di conoscere il sistema 231 nonché le norme del piano triennale anticorruzione
                   adottati dall’azienda impegnandosi a rispettarne i principi riportati nel codice etico
                   e di comportamento;

          obbligo di documentare in modo chiaro e semplice il procedimento di valutazione delle
           prove;
          pubblicazione delle modalità di scelta, dei nominativi e del curriculum dei componenti la
           commissione di gara;
          obbligo di preventiva pubblicazione online del calendario delle prove;
          nel caso di affidamento all’esterno di tutta la procedura di selezione del personale si
           applicano le misure di cui all’area di rischio 2: contratti pubblici, con la specificazione che
           dovrà essere garantito, dal soggetto incaricato della selezione, il rispetto e l’applicazione
           delle misure obbligatorie ed ulteriori previste nel presente capitolo.

                         PROCESSI                                                 FATTORI DI RISCHIO
    3)    Verifiche e proclamazione del vincitore
                                                            Ritardare o non pubblicare la graduatoria finale delle prove sul
         Verifica dei requisiti                            sito aziendale e dei comuni soci
         Proclamazione del vincitore
         Pubblicazione della graduatoria finale sul sito   Non rilevare difetti nei requisiti richiesti al fine di agevolare un
          internet aziendale e dei comuni soci              candidato in particolare

                                                            Rilevare falsamente difetti dei requisiti del vincitore al fine di
                                                            pretermetterlo e favorire il candidato successivo in graduatoria.

Anomalie significative

                                                                                                                                   17
Consorzio Acquedottistico Marsicano S.p.A.
                                                                                      Via Caruscino, 1 - 67051 Avezzano (AQ)
                                                                                         Tel. 0863/090030 - Fax 0863/4589215
                                                              Iscrizione n. 01270510660 del Registro delle Imprese de L’Aquila
                                                                         Cap. Soc. € 26.419.100,00 C.F. e P. IVA 01270510660
                                                                               www.cam-spa.com - E-mail: cam@cam-spa.com

Violazione delle norme che regolano la trasparenza delle fasi della selezione.

Misure di prevenzione obbligatorie:

          applicazione dei principi di cui all’art. 35 del d.lgs. 165/2001;
          applicazione delle norme sulla trasparenza ex d.lgs. 33/2013.

Misure di prevenzione ulteriori:

          sul sito internet dell’azienda le fasi della selezione devono essere pubblicati
           tempestivamente (entro e non oltre 24 ore dal momento in cui sono nella disponibilità
           dell’ufficio);
          tra i dati resi pubblici devono essere evidenziate le condizioni per presentare ricorsi nonché
           segnalazioni al responsabile dell’anticorruzione e all’Organismo di vigilanza e che su
           richiesta è possibile chiedere il rispetto della riservatezza del segnalante.

                         PROCESSI                                          FATTORI DI RISCHIO
         Determina di assunzione
         Firma del contratto                         Ritardare la definizione delle pratiche burocratiche necessarie
         Comunicazioni obbligatorie (INPS, INAIL)    all’assunzione del vincitore
         Visita medica
         Formazione e affiancamento                  Assegnare il vincitore a mansioni diverse da quelle per le quali
         Assegnazione al ruolo                       è stato selezionato

                                                      Mancata formazione e mancata visita medica

Anomalie significative

Violazione delle norme che regolano la trasparenza delle fasi della selezione.
Ritardi nell’espletamento delle pratiche burocratiche.

Misure di prevenzione obbligatorie:

          applicazione dei principi di cui all’art. 35 del d.lgs. 165/2001;
          applicazione delle norme sulla trasparenza ex d.lgs. 33/2013 e sulla sicurezza sul lavoro.

                           AREA DI RISCHIO B: CONTRATTI PUBBLICI

Soggetti coinvolti nella gestione: ATO 2 MARSICANO-ERSI (soggetto esterno deputato al controllo
analogo), Consiglio di Sorveglianza, consiglio di Gestione, Dirigente Tecnico, Dirigente
Amministrativo, Responsabile del procedimento, responsabili degli uffici e dipendenti

Mappatura del processo

Preliminarmente si è proceduto a raccogliere e tipizzare i contratti di appalto di opere e forniture di
beni e servizi effettuati dall’azienda.
                                                                                                                            18
Consorzio Acquedottistico Marsicano S.p.A.
                                                                                            Via Caruscino, 1 - 67051 Avezzano (AQ)
                                                                                               Tel. 0863/090030 - Fax 0863/4589215
                                                                    Iscrizione n. 01270510660 del Registro delle Imprese de L’Aquila
                                                                               Cap. Soc. € 26.419.100,00 C.F. e P. IVA 01270510660
                                                                                     www.cam-spa.com - E-mail: cam@cam-spa.com

                  TIPOLOGIA DI ACQUISTI                                        DESCRIZIONE SINTETICA
 Cancelleria                                               Carta, penne e matite, cartelline, raccoglitori ecc.
 Macchine (mezzi per l’attività)                           pneumatici, riparazioni, revisioni, assicurazioni, oneri
                                                           amministrativi, fluidi (carburanti e olio)
 Assicurazioni                                             civile RCA, assistenza legale, fidejussioni, incendi e furti, RCT
                                                           (Responsabilità civile terzi) e RCO (responsabilità civile Opere)
 Computers e software e servizi telematici                 acquisto, manutenzione e aggiornamenti
 Utenze e telefonini                                       Telefoniche, elettriche, gas, internet wifi, internet banda larga
 Servizi professionali                                     tecnici, legali, commerciali, lavoro, sanitari, ambientali (analisi e
                                                           monitoraggi), controlli interni (collegi sindacali e ODV)
 Formazione                                                obbligatoria e aggiornamenti
 Vestiario                                                 estivo ed invernale
 Presidi e dispositivi di sicurezza                        estintori, caschi, guanti ecc..
 Noleggi                                                   A caldo e a freddo
 Rappresentanza e Convegni                                 Spese di patrocinio, spese di iscrizione e partecipazione
 Appalti di Opere Pubbliche                                Impianti (Infrastrutture del Servizio Idrico Integrato)
 Servizi bancari                                           Servizi di c/c, di pagamento, mutui e finanziamenti a breve e a
                                                           m/l, fidejussioni ed aperture di credito, factoring.

In base allo statuto e alle procure conferite dal consiglio di amministrazione e alle deleghe specifiche
rilasciate volta per volta dal consiglio di Gestione e dai Dirigenti, le competenze a procedere nella
stipula di contratti è così ripartita:

                 POSIZIONE ORGANIZZATIVA                                              ATTIVITA’
 Consiglio di Gestione                                     Propone investimenti e indica le risorse
 Ente d’Ambito Marsicano-ERSI                              Esegue il controllo analogo
  Direzione Tecnica e Amministrativo                       Elabora progetti e proposte di spesa per le funzioni delegate
 Il Consiglio di Gestione                                  Approva i progetti e impegni di spesa e nomina il RUP
 Il Dirigente Amministrativo oppure il Dirigente Tecnico   Redige la delibera a contrarre per la realizzazione
                                                           dell’investimento o della spesa
 Ufficio Appalti                                           Si occupa delle procedure di gara
 Responsabile del Procedimento                             Si occupa della procedura di gara e dell’esecuzione dell’opera o
                                                           dell’impegno di spesa fino al collaudo o regolare esecuzione
                                                           delle prestazioni
 Direttori dei Lavori e/o dell’Esecuzione                  Si occupa della procedura di gara e dell’esecuzione dell’opera o
                                                           dell’impegno di spesa fino al collaudo o regolare esecuzione
                                                           delle prestazioni
 Uffici Finanziari                                         Si occupano di verificare la regolarità contabile delle fatture ed
                                                           emettono i relativi mandati di pagamento e archiviazione
                                                           documentale

                                                                                                                                  19
Puoi anche leggere
DIAPOSITIVE SUCCESSIVE ... Annulla