OSPEDALE DI CATTINARA - Azienda Ospedaliero-Universitaria "OSPEDALI RIUNITI" di Trieste

 
OSPEDALE DI CATTINARA - Azienda Ospedaliero-Universitaria "OSPEDALI RIUNITI" di Trieste
OSPEDALE DI CATTINARA
         Azienda Ospedaliero-Universitaria
          “OSPEDALI RIUNITI” di Trieste
OSPEDALE DI CATTINARA - Azienda Ospedaliero-Universitaria "OSPEDALI RIUNITI" di Trieste
Strada di Fiume 447 Trieste 34149

                                    2
OSPEDALE DI CATTINARA - Azienda Ospedaliero-Universitaria "OSPEDALI RIUNITI" di Trieste
3
OSPEDALE DI CATTINARA - Azienda Ospedaliero-Universitaria "OSPEDALI RIUNITI" di Trieste
LINEE AUTOBUS
                      22      Stazione Centrale – Cattinara
                      25      Piazza Borsa – Cattinara
                      26/     Largo Osoppo – Cattinara (solo
                              festivo)
                      39/     Aurisina – Cattinara
                      48-37   Largo Barriera – Cattinara
                      49/     Muggia – Cattinara
                      A       DOPO LE ORE 21

   L EGENDA
Pronto soccorso                      Fermate autobus

Ingresso visitatori                  Taxi

Accesso disabili                     Punto informativo

Parcheggio disabili

Ingresso disabili
accompagnati

Parcheggi a
pagamento
(gratis primi 30 min)

                                                               4
OSPEDALE DI CATTINARA PRESENTAZIONE
 “L’ospedale–città, arroccato sul colle di Cattinara, domina la collina, la
città, il porto, il mare. Dal 1965 ad oggi ha costantemente dimostrato di
essere un lavoro senza fine anche se nato come progetto chiuso e
definitivo col suo impianto quadrato a simmetria diagonale e le alte torri
poggianti su un basamento con paraste e trabeazioni. Questa
architettura pubblica si definisce durante la costruzione e si accresce per
le aggiunte successive. Le nuove parti, che si affiancano al nucleo
iniziale, non ne sono affatto condizionate nella forma ma piuttosto
mutano volontariamente l’aspetto complessivo non ancora definitivo.”
(Semerani-Tamaro)

Il comprensorio ospedaliero-universitario si sviluppa su una superficie di
ca. 210.000 mq lungo il versante meridionale del colle di Cattinara, nella
fascia compresa tra la città e l'altopiano carsico, nella area orientale del
territorio comunale di Trieste. La morfologia del comprensorio è stata
nettamente modificata dall'azione antropica, prioritariamente nella parte
sommitale del colle con l'insediamento abitativo e le linee di
comunicazione e successivamente con la realizzazione dei 90.000 m²
edificati del complesso ospedaliero-universitario collegato ai fianchi con
la grande viabilità triestina.

L’Ospedale e le Cliniche Universitarie vennero progettate dagli architetti
Luciano Semerani e Gigetta Tamaro con Carlo e Luciano Celli e Dario
Tognon per il progetto del Monoblocco e con Luigi Semerani per il
Dipartimento di Cardiologia e Cardiochirurgia. “Il nucleo originario venne
concepito nel 1965 come un assemblaggio di due torri di degenza
appoggiate su di una base quadrilatera destinata alla diagnostica e alla
terapia, una sorta di castello, con un impianto a simmetria bilaterale
costruito su una diagonale e sull’iterazione, alle diverse quote, di distinti
percorsi in croce”. (Semerani-Tamaro)

                                                                            5
Nato come un ospedale regionale clinicizzato dimensionato su 800 posti
letto per malati acuti, come un nucleo chiuso ornato da imponenti
paraste e coronato da trabeazioni forate, si è accresciuto con
integrazioni successive a partire dal 1990 per compensare le esigenze
didattiche e di ricerca della Facoltà di Medicina e Chirurgia fino alla
realizzazione del Dipartimento di Cardiologia e Cardiochirurgia, iniziato
nel 1996 ed ultimato nel 2003, ed al completamento dell’Anatomia
Patologica, ultimata nel 2005, ed Aule Didattiche, ultimate nel 2006.

“Un ospedale che diventa nel tempo un ospedale-città, o meglio una
acropoli, nella quale la dislocazione dei diversi fabbricati alle diverse
quote, le loro specifiche configurazioni volumetriche e spaziali, le
distanze, le modulazioni e le forme degli spalti, dei camminamenti, delle
piazze, il ritmo della narrazione nei portici, i confini e l’indefinito aperto
sul golfo, sperimentano la complessità di una stratificazione in cui
esistono regole precise da rispettare, in primis quelle derivanti dalla
ragion d’essere della costruzione, nella quale, tuttavia, esistono
numerose variabili, possibili estensioni dei concetti iniziali e persino
talune, controllate, trasgressioni. Il progetto si arricchisce così di
valutazioni retroattive, rielaborazioni, integrazioni possibili o necessarie.
Così, ai piedi delle torri di degenza, le piastre radiologica, operatoria, del
pronto soccorso, sistemi di ambienti che ruotano per lo più intorno ad un
centro operativo, si incastrano con i laboratori centralizzati mentre tra un
piano e l’altro scorrono fluidi impiantistici e flussi di persone. I laboratori
dei Dipartimenti, le aule, la biblioteca si aggrappano ai versanti
ridisegnandone la gradonatura con i loro sviluppi lineari. Gli ambulatori
concludono la piazza maggiore con un profilo a shed ripreso dal mondo
del lavoro. La rampa per l’accesso diretto al Pronto Soccorso
compenetra il corpo delle officine e delle centrali impiantistiche sulle
quali si alza l’altissima ciminiera cilindrica”. (Semerani-Tamaro).

Il nucleo storico del “progetto Cattinara” venne inaugurato il 19 marzo
1984 con l’apertura del nuovo ospedale, gli edifici integrativi quasi un
ventennio dopo. Proprio nel trentennale di vita della acropoli sanitaria del
capoluogo giuliano un concorso internazionale di progettazione

                                                                             6
proseguirà l’opera di sviluppo della città della salute e della ricerca
transfrontaliera di dimensione europea.

LA RISTRUTTURAZIONE DEL COMPRENSORIO
1984-2014: progetto di ristrutturazione e ampliamento del nucleo storico
e realizzazione della nuovo ospedale materno infantile I.R.C.C.S. Burlo
Garofolo

2004 approvazione dello          “Studio di fattibilità sul riordino della rete
ospedaliera triestina” che detta gli indirizzi in merito alla riqualificazione
dei comprensori ospedaliero-universitari di Cattinara e del Maggiore
coinvolgendo l’Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico materno
infantile triestino. Questo studio interpreta gli ospedali presenti nel
territorio triestino con ruoli sanitari distinti:

   il comprensorio di Cattinara deve ricoprire il ruolo principale per
   l'offerta di servizi nei settori dell'emergenza/urgenza, alta specialità
   medica e chirurgica, medicina molecolare, aree di innovazione e
   ricerca, chirurgia, aree didattiche
   il comprensorio del Maggiore deve diventare sede di funzioni
   ospedaliere di base e low care, nonchè di tutte le attività di
   interfaccia fra l'ospedale ed il territorio. In questa ottica le nuove
   strutture che lo studio di riorganizzazione sanitaria prevede di
   inserire nel tempo nel complesso ospedaliero-universitario di
   Cattinara sono volte alla creazione di una “città della salute e della
   ricerca” transfrontaliera
   l’I.R.C.C.S. Burlo Garofolo (20.000 m² per 120 posti letto di degenze
   e day hospital) per l’attività assistenziale e di ricerca materno infantile

                                                                             7
il Centro di Medicina Molecolare e innovazione (10.000 m²) per le
   funzioni cliniche ed assistenziali, in sinergia con gli enti di ricerca
   scientifica e tecnologica e le scuole di formazione avanzata di fama
   internazionale presenti nel territorio del capoluogo giuliano
   il Padiglione didattico universitario (4.000 m²) con circa 20 aule della
   facoltà di Medicina e Chirurgia e per la formazione continua del
   personale sanitario
   un Padiglione servizi (6.000 m²) con spogliatoi del personale,
   magazzini, farmacia, mensa collegato a parcheggi e viabilità interna
   integrativa e di collegamento con la grande viabilità triestina.

Il necessario procedimento urbanistico preliminare all'intervento di
riordino infrastrutturale del comprensorio ha portato nel 2007 alla
redazione dell'Accordo di Programma (AdP) per l'approvazione della
Variante al Piano Regolatore Generale Comunale (P.R.G.C.) tra
Regione Friuli Venezia Giulia, Provincia di Trieste, Comune di Trieste,
Azienda Ospedaliero-Universitaria "Ospedali Riuniti" di Trieste, IRCCS
Burlo Garofolo, ANAS. Con tale documento rielaborato nel 2009 ed
entrato in vigore con la pubblicazione sul BUR del F.V.G. il 27.05.2009
(D.P.Reg.n. 0126/Pres. dd. 12.5.09), si è stabilito l’iter per l’avvio degli
interventi edilizi ed infrastrutturali previsti negli allegati tecnici che
definiscono puntualmente le trasformazioni previste nel comprensorio
ospedaliero e ne regolano le modalità attuative. Nel contempo il Comune
di Trieste si è impegnato a progettare e realizzare le opere di viabilità
esterne al comprensorio di proprietà ospedaliera, finanziate con fondi
regionali; la cui realizzazione va oculatamente coordinata con quella
della riqualificazione del comprensorio ospedaliero-universitario.

Con l’esecutività dell’Accordo di programma per il riordino della rete
ospedaliera triestina, il Burlo Garofolo, l’Azienda Ospedaliero –
Universitaria “Ospedali Riuniti” di Trieste e l’Agenzia Regionale della
Sanità, hanno quindi ritenuto di procedere agli adempimenti previsti dal
Protocollo d’Intesa del 2007, organizzando un gruppo operativo
interaziendale di gestione della commessa ivi previsto, col compito di
predisporre lo Studio di Fattibilità per la riqualificazione del comprensorio
ospedaliero-universitario di Cattinara entro il 2009 e procedere con
l’istituto normativo del project financing (progettazione-esecuzione-
gestione). Nel 2010 la Regione ha confermato, nell’ambito del
programma delle opere del piano degli investimenti pluriennale del SSR,
l’intervento di riordino della rete ospedaliera triestina - adeguamento
dell’Ospedale di Cattinara, nuova sede dell’IRCCS Burlo e adeguamento
                                                                            8
logistico del comprensorio, prevedendo altresì, in relazione alla mutata
situazione economico-finanziaria di riferimento e alle valutazioni svolte
sull’onerosità finanziaria degli strumenti a suo tempo individuati, di
modificare la scelta precedentemente fatta in merito all’utilizzo
dell’istituto della finanza di progetto, optando ora per la modalità
dell’appalto diretto, da subordinare allo stanziamento a bilancio delle
risorse finanziarie necessarie.

Il Gruppo operativo interaziendale ha quindi redatto il Documento
Preliminare alla Progettazione posto a base di gara per l’indizione del
concorso di progettazione internazionale, mantenendo l’idea progettuale
dello studio di fattibilità fondata sulla organizzazione sanitaria dell’intera
rete assistenziale triestina volta a garantire l’interazione strutturale e
professionale tra l’Azienda Ospedaliero Universitaria Ospedali Riuniti di
Trieste e l’IRCCS Burlo Garofolo, oltre che a rappresentare un intervento
radicale di adeguamento dell’attuale Ospedale di Cattinara, il cui
progetto originario risalente ai primi anni Sessanta, non può più essere
considerato in linea con i più evoluti standard internazionali, anche dal
punto di vista del doveroso adeguamento alle prescrizioni normative di
recente adozione.

Nel gennaio 2013 è stato inviato alla GUCE il bando del Concorso di
Progettazione ai fini dell’acquisizione della progettazione preliminare
complessiva del comprensorio e della progettazione definitiva del primo
lotto funzionale per un importo stanziato di €. 140.000.000, di cui €.
59.005.000 per il primo lotto appunto. A conclusione delle operazioni di
preselezione previste dal Regolamento di Concorso nell’aprile 2013,
sono stati invitati i dieci gruppi concorrenti individuati, con scadenza di
presentazione delle offerte/progetti preliminari fissato al giorno 30 agosto
2013:

   PINEARQ S.L. / STEAM / dott. geol. GIORGIO CONTRATTI
   NICKL & PARTNER ARCHITEKTEN AG / 5+1 AGENZIA DI
   ARCHITETTURA ALFONSO FEMIA GIANLUCA PELUFFO SRL /
   HAPPOLD INGENIEURBURO GMBH -Germania
   AIDHOS ARQUITEC / ESTUDIO LAMELA SLP / OVE ARUP &
   PARTNERS INTERNATIONAL LIMITED / ARUP ITALIA SRL / MAIN
   MANAGEMENT INGEGNERIA S.P.A.
   JONATHAN BAILEY USA / DBA PROGETTI S.r.l. / ACT PROGETTI
   S.r.l. / PARISE VITTORINO

                                                                            9
BVN ARCHITECTURE PTY LTD (SYDNEY) / STUDIO TECNICO
   GRUPPO MARCHE / OTTAVIANI ASSOCIATI / Arch. MASSIMO
   COCCIOLITO
   HEINLE WISCHER UND PARTNER FREIE ARCHITEKTEN /
   STUDIO CANGEMI S.A.S.
   ARGOLA ARQUITECTOS SLP / STUDIO VALLE PROGETTAZIONI
   / TECHNOPROJECT S.R.L.
   RPA S.R.L. / TECNICA Y PROYECTOS S.A. (TYPSA) (Madrid –
   Spagna)
   TMK ARCHITEKTEN INGENIEURE GbR / LENZI CONSULTANT
   SRL / SBG & PARTNERS Biggiguerrini Ingegneria S.p.a. / ENETEC
   Ingegneria energetica realizzazione impianti S.r.l. / VENETO
   PROGETTI s.c.
   ALTIERI S.P.A. / SVEI S.P.A. / MASOLI dott. geologo CARLO
   ALBERTO
Nel marzo 2014 la Commissione giudicatrice, composta dal r.u.p. ing.
Elena Clio Pavan – prof. arch. Stefan Tischer – D.G. AOU Meyer dott.
Tommaso Langiano – AOU Policlinico Bologna ing. Daniela Pedrini –
CRO INT ing. Ermes Greatti – AOUTS dott. Dario Carlevaris - ha
proclamato vincitore del concorso il progetto del costituendo
raggruppamento tra BVN ARCHITECTURE PTY LTD (SIDNEY) -
STUDIO TECNICO GRUPPO MARCHE - OTTAVIANI ASSOCIATI -
Arch. MASSIMO COCCIOLITO.

La tempistica dettata dall’Accordo di Programma Stato-Regione FVG per
il co-finanziamento ex art. 20 L. 67/1988, prevede che entro diciotto mesi
dalla sottoscrizione del medesimo venga consegnato in sede ministeriale
il progetto validato (11 settembre) da porre a base di gara la gara di
appalto integrato per l’affidamento dell’esecuzione delle opere
programmate da indire entro il 31.12.2014. l cantieri, auspicabilmente
quinquennali/decennali, potrebbero aprire nell’autunno 2015 per
concludersi nel 2020/2025.

                                                                        10
PALAZZINA UFFICI
  PIANO TERRA:
PORTINERIA PRINCIPALE /SERVIZIO DI PORTIERATO (elenco
ricoverati)
    tel. 040 – 399 4393

Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia SPA
   tel. 040 – 912 281

  1° PIANO:
DIREZIONE GENERALE E UFFICI DI STAFF
   tel. 040 – 399 4000

DIREZIONE INFERMIERISTICA
   tel. 040 – 399 4241

                                                        11
PALAZZINA POLIAMBULATORI

  PIANO TERRA:
Telefoni pubblici

Distributore di bevande e merende

DIREZIONE E SEGRETERIA DIPARTIMENTO UNIVERSITARIO
CLINICO DI SCIENZE MEDICHE , CHIRURGICHE E DELLA
SALUTE

AMBULATORIO CLINICA OTORINOLARINGOIATRICA
  Telefono: 040 – 399 4475

AMBULATORIO PRIMA CHIRURGICA Stanza 38
  Telefono: 040 – 399 4310

CLINICA NEUROLOGICA Stanze 46 /47 /48
   Telefono: 040 – 399 4908

  1° PIANO: corridoio 1
AMBULATORIO CHIRURGIA TORACICA Stanze 122 / 123
  Telefono: 040 – 399 4745

CHIRURGIA PLASTICA (Interventi chirurgici, Medicazioni, Visite)
Stanze 125 / 126 / 127
    Telefono: 040 – 399 4747

CLINICA UROLOGICA (Andrologia farmaco riabilitazione
andrologica, Moduli preoperatori, Urologia generale, Urologia
Oncologica, DIG, Ambulatorio Stomizzati, Uroflussometria)
Stanze 129/ 130/131/132/133
   Telefono: 040 – 399 4427

                                                                  12
1° PIANO: corridoio 2
MEDICINA DEL LAVORO (Medico competente, Medico autorizzato
per la radioprotezione) Stanze 98 / 99

DIREZIONE MEDICA Servizio di Vigilanza e Prevenzione Stanza
100

  1° PIANO: corridoio 3
MEDICINA CLINICA Stanza 89
  Telefono: 040 – 399 4290

ANESTESIA RIANIMAZIONE TERAPIA ANTALGICA (ARTA)
(Visite pre operatorie) Stanza 90/91
     Telefono: 040 – 399 4769

CLINICA DERMATOLOGICA (Fototerapia, Sala Visite)
Stanze 92 / 93 / 94/ 95 / 96 / 97
   Telefono: 040 – 399 4374

                                                              13
1° PIANO: corridoio 4
DIPARTIMENTO CHIRURGIA GENERALE (Moduli pre operatori,
Ambulatori Chirurgia Generale e Chirurgia Toracica ) Stanza 78
   Telefono: 040 – 399 4649

CHIRURGIA GENERALE E CHIRURGIA DELL’OBESITÀ
PATOLOGICA E DEL DIABETE: (Centro Universitario di Chirurgia
Bariatrica) Stanze 79 /80
   Telefono: 040 – 399 4382

CHIRURGIA GENERALE Stanza 81
   Telefono: 040 - 3994358

CLINICA MEDICA (Endocrinologia e Metabolismo, Epatologia,
Nutrizione clinica e nutrizione artificiale, Terapia integrata
dell’obesità, Reumatologia) Stanze 82 / 83 / 84 / 85
     Telefono: 040 – 399 4797

CHIRURGIA VASCOLARE (Moduli preoperatori, visite
angiologiche, medicazioni)
Stanze 86 / 87/ 88
   Telefono: 040 – 399 4407

                                                                 14
1° PIANO: corridoio 6
 :
NEUROCHIRURGIA (Neurochirurgia, Neuro-oncologia, Patologia
nervosa periferica, Patologia spinale complessa) Stanza 49
   Telefono: 040 – 399 4790

GASTROENTEROLOGIA (Ambulatorio Gastroenterologico,
Epatologico, Malattie infiammatorie croniche intestinali) Stanza 50
   Telefono: 040 – 399 4094

MEDICINA CLINICA (Cardiologia preventiva, Immunoematologia,
Endocrinologia, Ipertensione Arteriosa) Stanze 52 / 53 / 54
   Telefono: 040 – 399 4290

PNEUMOLOGIA E ALLERGOLOGIA (Asme respiratorie,
Insufficienza respiratoria, Disturbi respiratori del sonno) Stanze 55 /
56 / 57
    Telefono: 040 – 399 4788

                                                                          15
PIASTRA SERVIZI
     2° PIANO:
     :
 RADIOLOGIA
   Telefono: 040 – 399 4556

 GASTROENTEROLOGIA
   Telefono: 040 – 399 4972

 NEUROFISIOPATOLOGIA
   Telefono: 040 – 399 4332

 CUP – Centro Unico di Prenotazione
   Telefono: 040 – 399 4843/4888

 CENTRO PRELIEVI
   Telefono: 040 – 399 4782

 PUNTO INFORMATIVO – UFFICIO RELAZIONI CON IL
 PUBBLICO
   Telefono: 040 – 399 4035/4880

 Bar, pizzeria, giornali, macchinette incassatrici, web point

 MEDICINA NUCLEARE
   Coordinatore Tecnico: 040 – 399 6071
   Segreteria Appuntamenti: 040 – 399 6416

 MEDICINA SUBACQUEA ED IPERBARICA
   Telefono: 040 – 399 4171

 AMBULATORIO CLINICA ORTOPEDICA
   Telefono: 040 – 399 4755

                                                                16
3° PIANO:
   :
PORTINERIA PRONTO SOCCORSO
  Telefono: 040 – 399 4325

PRONTO SOCCORSO
  Triage Telefono: 040 – 399 4563
  Osservazione Temporanea Telefono: 040 – 399 4567

SALA GESSI
   Telefono: 040 – 399 4573

RADIOLOGIA D’URGENZA (attiva solo per il Pronto Soccorso)
  Telefono: 040 – 399 4549

LABORATORIO RICERCHE CLINICHE
   Telefono:040 – 399 4341

ACCETTAZIONE AMMINISTRATIVA
  Telefono: 040 – 399 4301

TERAPIA ANTALGICA
  Telefono: 040 – 399 4795

CENTRO IMMUNOTRASFUSIONALE
  Telefono: 040 – 399 4338/4337

Posto Fisso di Polizia

Distributori bevande/merende

CENTRO INTERDISCIPLINARE INTERDIPARTIMENTALE DI
EMODINAMICA E ULTRASONOGRAFIA (CIEU)
  Telefono: 040 – 399 4225

                                                            17
4° PIANO:
  :
ANESTESIA E RIANIMAZIONE E TERAPIA ANTALGICA (ARTA)
  Telefono: 040 – 399 4538
  Prelievo d’Organo: 040 – 399 4538
  Terapia Intensiva: 040 – 399 4539
  Complesso Operatorio: 040 – 399 4926

Distributori bevande/merende

DIREZIONE SANITARIA
   Telefono: 040 – 399 4375

                                                      18
TORRE MEDICA           (cartellonistica colore blu)

   6° PIANO:
CLINICA MEDICA
   Segreteria universitaria Telefono: 040 – 399 4533
   Degenza Telefono: 040 – 399 4313

   7° PIANO:
CLINICA MEDICA
   Degenza Telefono: 040 – 399 4314

MEDICINA MOLECOLARE
  Telefono: 040 – 399 4532

  8° PIANO:
                 ZONA IN RISTRUTTURAZIONE

 9° PIANO:
PRIMA MEDICA
   Degenza Telefono: 040 – 399 4745
   Segreteria Telefono: 040 – 399 4530

Post Acuzie Medica
   Segreteria Telefono: 040 – 399 4742

                                                       19
10° PIANO:
CLINICA NEUROLOGICA
   Degenza Telefono: 040 – 399 4569
   Segreteria Telefono: 040 – 399 4282
   Centro Studio per la Sclerosi Multipla Telefono: 040 – 399
   4908

  11° PIANO:
PNEUMOLOGIA
  Degenza Telefono: 040 – 399 4675
  Segreteria Telefono: 040 – 399 4667

BRONCOLOGIA
  Telefono: 040 – 399 4502

RIABILITAZIONE RESPIRATORIA
   Telefono: 040 – 399 4944

FISIOPATOLOGIA RESPIRATORIA
   Telefono: 040 – 399 4574

  12° PIANO:
CLINICA PATOLOGIE DEL FEGATO
   Telefono: 040 – 399 4044

CHIRURGIA PLASTICA
   Telefono: 040 – 399 4258

                                                                20
13° PIANO:
TERZA MEDICA
  Degenza Telefono: 040 – 399 4587
  Segreteria Telefono: 040 – 399 4527

REUMATOLOGIA
Telefono: 040 – 399 4527

  14° PIANO:
ORTOPEDICA E TRAUMAOLOGIA
  Degenza Telefono: 040 – 399 6448/6930
  Segreteria Telefono: 040 – 399 6470/6406

AMBULATORIO PRONTO SOCCORSO UROLOGICO
  Telefono 040 – 399 4253

  15 PIANO:
MEDICINA CLINICA
  Degenza Telefono: 040 – 399 4512
  Segreteria Telefono: 040 – 3994 619

CENTRO IPERTENSIONE ARTERIOSA
  Telefono: 040 – 399 4619

                                             21
TORRE CHIRUGICA          (cartellonistica colore verde)

   6° PIANO:
MEDICINA D’URGENZA
  Degenza Telefono: 040 – 399 4457
  Segreteria Telefono: 040 – 399 4061

AMBULATORIO CHIRURGIA VASCOLARE
  Telefono: 040 – 399 4222

   7° PIANO:
NEUROCHIRURGIA
  Degenza Telefono: 040 – 399 4514
  Segreteria Telefono: 040 – 399 4735

NEUROCHIRURGIA FUNZIONALE STEREOTASSICA E AREE
CRITICHE
   Telefono: 040 – 399 4735

MEDICINA RIABILITATIVA AMBULATORI
  Telefono: 040 – 399 4406

                                                          22
8° PIANO:
NEFROLOGIA E DIALISI
  Sezione Dialisi Telefono: 040 – 399 4268
  Sezione Nefrologia Telefono: 040 – 399 4515

CLINICA DELLA PATOLOGIA RENALE CRONICA
   Telefono: 040 – 399 4264

IMMUNONEFROLOGIA
   Telefono: 040 – 399 4460

AMBULATORI CLINICA UROLOGICA
  Telefono: 040 – 399 4292

   9° PIANO:
PRIMA CHIRURGICA
   Degenza Telefono: 040 – 399 4816
   Segreteria Telefono: 040 – 399 4690

DAY SURGERY PRIMA CHIRURGICA
  Telefono: 040 – 399 4822

CHIRURGIA ENDOCRINO METABOLICA
   Telefono: 040 – 399 4823

CHIRURGIA PLASTICA
   Degenza Telefono: 040 – 399 4562

                                                23
10° PIANO:
CLINICA OTORINOLARINGOIATRICA
   Degenza Telefono: 040 – 399 4736
   Segreteria Telefono: 040 – 399 4932

FONIATRIA
  Telefono: 040 – 399 4708

CHIRURGIA VASCOLARE
   Degenza Telefono: 040 – 399 4891
   Segreteria Telefono: 040 – 399 4645

   11° PIANO:
CLINICA ORTOPEDICA E TRAUMATOLOGICA /ORTOPEDIA E
TRAUMATOLOGIA
   Degenza Telefono: 040 – 399 4518
   Segreteria Telefono: 040 – 399 4799

POLITRAUMA ALL’APPARATO LOCOMOTORE
  Telefono: 040 – 399 4055

TRAUMATOLOGIA DELL’ANZIANO
  Telefono: 040 – 399 4728

TRAUMATOLOGIA
  Telefono: 040 – 399 4202

                                                   24
12° PIANO:
CLINICA UROLOGICA
   Degenza Telefono: 040 – 399 4577
   Segreteria Telefono: 040 – 399 4170

URONEFROLOGIA
  Telefono: 040 – 399 4423

DISTURBI DELL’IDENTITÀ DI GENERE
   Telefono: 040 – 399 4427

   13° PIANO:
CHIRURGIA PLASTICA
   Ambulatori e Segreteria Telefono: 040 – 399 4258

CLINICA PATOLOGIE DEL FEGATO
   Telefono: 040 – 399 4044

CLINICA NEUROLOGICA (Studi Medici)

                                                      25
14° PIANO:
CHIRURGIA GENERALE
   Degenza Telefono: 040 – 399 4522
   Segreteria Telefono: 040 – 399 4920

CHIRURGIA SENOLOGICA
   Telefono: 040 – 399 4581

CHIRURGIA TORACICA
   Degenza Telefono: 040 – 399 4298
   Segreteria Telefono: 040 – 399 4591

  15° PIANO:
CHIRURGIA GENERALE
   Degenza Telefono: 040 – 399 4580
   Segreteria Telefono: 040 – 399 4152

CHIRURGIA DELL’OBESITÀ PATOLOGICA E DEL DIABETE
   Telefono: 040 – 399 4152

                                                  26
POLO CARDIOLOGICO
   PIANO TERRA:

PORTINERIA
  Telefono: 040 – 399 4042

Macchinetta incassatrice, web piont

AMBULATORI CARDIOLOGIA
  Segreteria Telefono: 040 – 399 4865

   1° PIANO:
SALE OPERATORIE CARDIOCHIRURGIA
   Telefono: 040 – 399 4485

CARDIOCHIRURGIA
  Terapia Intensiva Post-Operatoria Telefono: 040 – 399 4119

CARDIOCHIRURGIA CLINICA PERIOPERATORIA
  Telefono: 040 – 399 4489/4873

                                                               27
2° PIANO:
CARDIOLOGIA
  Degenza Telefono: 040 – 399 4871
  Segreteria Telefono: 040 – 399 4875

EMODINAMICA DIAGNOSTICA E INTERVENTISTICA
  Telefono: 040 – 399 4988

CARDIOCHIRURGIA
  Degenza Telefono: 040 – 399 4873
  Segreteria Telefono: 040 – 399 4856

CARDIOANESTESIA
  Telefono: 040 – 399 4538

   3° PIANO:
UNITÀ CORONARICA
   Telefono: 040 – 399 4877

EMODINAMICA LABORATORIO
  Telefono: 040 – 399 4988

                                            28
ANATOMIA PATOLOGICA
   PIANO TERRA:
LABORATORI

   1° PIANO:
ZONA DIDATTICA
MEDICINA LEGALE

   2° PIANO:
AULA MAGNA

ANATOMIA ED ISTOLOGIA PATOLOGICA
  Accettazione e coordinamento Telefono: 040 – 399 6337/6338
  Coordinatore Tecnico Telefono: 040 – 399 6270

                                                               29
30
IL PRIMO ELIPORTO A TRIESTE - Dal 2 luglio 2001 le strutture
ospedaliere di Trieste hanno un eliporto. I mezzi di soccorso non sono
più costretti ad atterraggi sui moli del porto o in altre aree scelte a
seconda le condizioni metereologiche. Il progetto, costato oltre 700
milioni di lire, è stato finanziato dalla Fondazione della Cassa di
Risparmio di Trieste.
La piazzola costruita in 8 mesi è attrezzata con i più moderni impianti per
l'atterraggio sia diurno che notturno, si trova alle spalle dell’ospedale di
Cattinara, separata dalle due torri da una piccola pineta.
Per arrivare all’elisuperficie ci si deve inoltrare lungo via Valdoni che
porta al Polo Cardiologico.
A quest’area valutata ottimamente dalla Joint Commission International
nell’ambito del processo di accreditamento internazionale, fanno
riferimento sia i mezzi dell’elisoccorso regionale sia quelli di altri enti con
funzione di soccorso e, in alcuni casi, anche delle forze dell’ordine, delle
forze armate e dei vigili del fuoco. Normata da una fitta serie di regole
ministeriali e dell’aviazione civile, l’elisuperficie è considerata “a
destinazione sanitaria” e consente di accogliere malati da tutta la regione
oltre che dalla Slovenia e dalla Croazia.
Il movimento non è intensissimo: siamo nell’ordine del centinaio
d’interventi l’anno di cui oltre il 50 per cento di carattere sanitario.
L’utilizzo dell’eliambulanza, spiegano infatti gli esperti, è vantaggioso per
i malati quando si tratta di soccorsi alpini o in caso d’incidenti che
avvengano a più di 80 chilometri di distanza. Altrimenti la complessità
delle manovre di decollo e atterraggio fanno sì che spesso risulti assai
più veloce l’ambulanza. Al di là del grado di utilizzo, l’area rimane
comunque un elemento fondamentale nell’assetto dell’ospedale. In base
alla normativa vigente ogni Dipartimento d’emergenza di secondo livello,
quale quello del presidio di Cattinara, deve infatti disporre di
un’elisuperficie.
A gestire l’elisuperficie sono idipendenti dell’Azienda Ospedaliero
Universitaria. Tutti sono abilitati ad attività ad alto rischio d’incendio per
eliporti ed elisuperfici e, per fare fronte a qualsiasi emergenza, uno è
sempre presente alla portineria principale. Per questi addetti la cura
dell’elisuperficie è un impegno costante. A ogni inizio turno l’addetto
antincendio provvede infatti a una serie di controlli obbligatori a tutela
della sicurezza e provvede inoltre al registro di raccolta dati movimenti
predisposto dalla ditta Elifriulia che gestisce la base di riferimento
regionale di Udine unitamente all’attività di eliambulanza della regione
Friuli Venezia Giulia.

                                                                            31
ACCREDITED FOR ORGANIZATION BY
                                                              JOINT COMMISSION INTERNATIONAL

Edito dall’Ufficio Comunicazione in collaborazione con la SS Ufficio Relazioni con il
Pubblico - in aderenza agli standard di Accreditamento Joint Commission
International

Ufficio Comunicazione
tel. 040 – 399 6301, 040 - 3996300; fax 040 399 6298
e-mail: comunicazione@aots.sanita.fvg.it
Strada di Fiume 447 – 34 149 Trieste

                                                           REVISIONE 10 - maggio 2015

                                                                                               32
Puoi anche leggere