ISTITUTO COMPRENSIVO "VILLA VERROCCHIO" MONTESILVANO CURRICOLO VERTICALE - Triennio 2019/2022

 
ISTITUTO COMPRENSIVO "VILLA VERROCCHIO" MONTESILVANO CURRICOLO VERTICALE - Triennio 2019/2022
ISTITUTO COMPRENSIVO

“VILLA VERROCCHIO” MONTESILVANO

     CURRICOLO VERTICALE
        Triennio 2019/2022
PREMESSA

Il curricolo del nostro Istituto si articola attraverso i campi d’esperienza nella scuola dell’infanzia e attraverso le discipline nella
scuola del primo ciclo dell’istruzione, perseguendo finalità specifiche poste in continuità orizzontale con l’ambiente di vita
dell’alunno e verticale fra i due segmenti. La verticalità del curricolo, pur rispettandone le diverse fasi, risponde al bisogno di dare
continuità all’insegnamento attraverso un itinerario progressivo e continuo, come viene ampiamente sottolineato dalle Indicazioni
Nazionali del 2012 e dal Documento a cura del Comitato Scientifico Nazionale “Indicazioni Nazionali e nuovi scenari” del 2018.
Essa, inoltre,   offre agli alunni preziose occasioni di apprendimento attivo e motivante, anche         attraverso l’interazione con i
compagni.

                                                                  2
FINALITÀ

❖   Evitare frammentazioni, segmentazioni, ripetitività;

❖   Favorire una comunicazione efficace tra i diversi ordini di scuola del nostro
    istituto;

❖   Assicurare un percorso graduale di crescita globale;
❖   Consentire l'acquisizione di: competenze, abilità, conoscenze e quadri concettuali
    adeguati alle potenzialità di ciascun alunno;
❖   Realizzare le finalità dell'uomo e del cittadino;
❖   Orientare nella continuità e favorire la realizzazione del proprio "Progetto di vita".
FONTI NORMATIVE
       Il curricolo verticale per competenze è stato elaborato dalla nostra scuola sulla base del rispetto
       della normativa vigente:

         ❖ D.P.R. 275/99

        ❖ 2006 Quadro della competenze chiave per l’apprendimento permanente definite dal
            Parlamento Europeo e dal Consiglio dell’Unione europea (Raccomandazione del 18
            dicembre 2006).
        ❖ Competenze chiave di cittadinanza (archivio normativa Pubb. Istr. 2007).
            Indicazioni Nazionali per il Curricolo 04/09/2012, con Profilo dello
            studente.
        ❖ CM n. 3 del 13 /02/2015: certificazione delle competenze modello per il primo
            ciclo.

        ❖ Legge n° 107 del 13/7/2015 : art.1 ; c. 14: PTO ; Curricolo di istituto; Rav e Piani di miglioramento.
        ❖    2018 Raccomandazione del Consiglio d’Europa sulle competenze per l’apprendimento permanente

        ❖ Documento “Indicazioni Nazionali e nuovi scenari” 2018.

Dalle Indicazioni Nazionali al Curricolo di scuola:
Le Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione 2012, ai sensi dell’articolo 1, comma 4, del decreto del
Presidente della Repubblica 20 marzo 2009 -n. 89- secondo i criteri indicati dalla C.M. n. 31 del 18 aprile 2012 (D.M.31.07.2007), e vista la
Raccomandazione del Parlamento europeo e del Consiglio dell’Unione europea del 18 dicembre 2006, delineano il quadro di riferimento nazionale
nell’ambito del quale le scuole realizzano il curricolo di scuola.
La scuola nel nuovo scenario, la centralità della persona, una nuova cittadinanza, un nuovo umanesimo rappresentano la cornice valoriale nella
quale si realizzano le azioni della scuola.
È compito della scuola individuare “come” conseguire i traguardi per lo sviluppo delle competenze, indicando contenuti, metodi e mezzi, tempi,
modalità organizzative, strumenti di verifica e criteri di valutazione, modalità di recupero, consolidamento, sviluppo e potenziamento “a partire dalle
effettive esigenze degli alunni concretamente rilevate e sulla base della necessità di garantire efficaci azioni di continuità e di orientamento” (art.8,
D.P.R.275/99).
Il Curricolo verticale di scuola è parte integrante del PTOF.

                 LE COMPETENZE CHIAVE PER L’APPRENDIMENTO PERMANENTE 2018
  1) Competenza alfabetica funzionale: capacità di esprimere ed interpretare concetti, pensieri, sentimenti, fatti e opinioni
  in forma orale e scritta ed interagire in modo creativo in un’intera gamma di contesti culturali e sociali.

  2) Competenza multilinguistica :oltre alle abilità richieste per la comunicazione nella madrelingua, richiede la mediazione
  e la comprensione interculturale.

  3)Competenza matematica e competenza in scienze, tecnologie e ingegneria: abilità di applicare il pensieromatematico per
  risolvere problemi in situazioni quotidiane. Tale competenza è associata a quello scientifico- tecnologica che
  comporta la comprensione di tanti cambiamenti determinati dall’uomo stesso e che sono sua responsabilità.

  4) Competenza digitale:capacità di saper utilizzare con spirito critico le tecnologie per il lavoro, il tempo libero, la
  comunicazione.

  5) Competenza personale, sociale e capacità di imparare ad imparare: comporta l’acquisizione, l’elaborazione e
  l’assimilazione di nuove conoscenze e abilità che potranno poi essere applicate nel futuro in vari contesti di vita: casa,
  lavoro, istruzione e formazione.
  6) Competenza in materia di cittadinanza: riguardano tutte le forme di comportamento che consentono alle
  personedi partecipare in modo costruttivo alla vita sociale e lavorativa.

  7) Competenza imprenditoriale:capacità di una persona di tradurre le idee in azioni, dove rientrano la creatività,
  l’innovazione, e la capacità di pianificare e gestire progetti per raggiungere obiettivi.

  8) Competenza in materia di consapevolezza ed espressione culturali: si dà spazio all’espressione creativa di idee,
  esperienze, emozioni in una vasta gamma di mezzi di comunicazione, compresi musica, spettacolo, letteratura ed arti
  visive.
Competenze chiave di cittadinanza da acquisire al termine dell’istruzione
obbligatoria D.M. 22/08/07
                                                  Scuole: Infanzia, Primaria e Secondaria I grado
                                                         Costruzione del sé
1. Imparare ad imparare: organizzare il proprio apprendimento, individuando, scegliendo ed utilizzando varie fonti e varie modalità di
informazione e di formazione (formale, non formale ed informale), anche in funzione dei tempi disponibili, delle proprie strategie e del
proprio metodo di lavoro e di studio.
2. Progettare: formulare progetti riguardanti lo sviluppo delle proprie attività di studio e di lavoro, utilizzando le conoscenze apprese per
stabilire obiettivi significativi e realistici e le relative priorità, valutando i vincoli e le possibilità esistenti, definendo strategie di azione e
verificando i risultati raggiunti.

                                                        Relazioni con gli altri
3. Comunicare: - comprendere messaggi di genere diverso (quotidiano, letterario, tecnico, scientifico) e di complessità diversa, trasmessi
utilizzando linguaggi diversi (verbale, matematico, scientifico, simbolico, ecc.) mediante diversi supporti (cartacei, informatici e multimediali)
- rappresentare eventi, fenomeni, principi, concetti, norme, procedure, atteggiamenti, stati d’animo, emozioni, ecc. utilizzando linguaggi
diversi (verbale, matematico, scientifico, simbolico, ecc.) e diverse conoscenze disciplinari, mediante diversi supporti (cartacei, informatici e
multimediali)
4. Collaborare e partecipare: interagire in gruppo, comprendendo i diversi punti di vista, contribuendo all’apprendimento comune ed alla
realizzazione delle attività collettive, nel riconoscimento dei diritti fondamentali degli altri.
5. Agire in modo autonomo e responsabile: sapersi inserire in modo attivo e consapevole nella vita sociale e far valere al suo interno i
propri diritti e bisogni riconoscendo al contempo quelli altrui.
                         Positiva interazione con la realtà naturale e sociale
6. Risolvere problemi: affrontare situazioni problematiche costruendo e verificando ipotesi, individuando le fonti, raccogliendo e valutando
i dati, proponendo soluzioni utilizzando, secondo il tipo di problema, contenuti e metodi delle diverse discipline.
7. Individuare collegamenti e relazioni: individuare e rappresentare, elaborando argomentazioni coerenti, collegamenti e relazioni tra
fenomeni, eventi e concetti diversi, anche appartenenti a diversi ambiti disciplinari, e lontani nello spazio e nel tempo, cogliendone la natura
sistemica, individuando analogie e differenze, coerenze ed incoerenze, cause ed effetti e la loro natura probabilistica.
8. Acquisire ed interpretare l’informazione: acquisire ed interpretare criticamente l’informazione ricevuta nei diversi ambiti ed attraverso
diversi strumenti comunicativi, valutandone l’attendibilità e l’utilità, distinguendo fatti e opinioni.
Le otto competenze di cittadinanza dell’obbligo di istruzione sono promosse continuamente in tutte le attività di apprendimento attraverso il
contributo di tutte le discipline e sono perfettamente integrabili nelle competenze chiave, delle quali possono rappresentare declinazioni. Le
competenze chiave, quindi restano a buon diritto un contenitore completo così come illustrato nello schema seguente che rappresenta la sintesi
esplicativa del Curricolo Verticale del nostro Istituto.

     COMPETENZE CHIAVE EUROPEE                                   COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA

     COMUNICAZIONE ALFABETICO-FUNZIONALE                         COMUNICARE
     COMUNICAZIONE MULTILINGUISTICA

     COMPETENZA MATEMATICA E COMPETENZE IN                       ACQUISIRE E INTERPRETARE L’INFORMAZIONE. INDIVIDUARE
     SCIENZE, TECNOLOGIA E INGEGNERIA                            COLLEGAMENTI E RELAZIONI. RISOLVERE PROBLEMI

     COMPETENZA DIGITALE                                         COMUNICARE

     COMPETENZE PERSONALI, SOCIALI E CAPACITA’ DI                IMPARARE A IMPARARE. ACQUISIRE E INTERPRETARE L’INFORMAZIONE.
     IMPARARE A IMPARARE                                         INDIVIDUARE COLLEGAMENTI E RELAZIONI

     COMPETENZA IN MATERIA DI CITTADINANZA                       AGIRE IN MODO AUTONOMO E RESPONSABILE. COLLABORARE E
                                                                 PARTECIPARE. COMUNICARE

                                                                 RISOLVERE PROBLEMI. PROGETTARE
     COMPETENZA IMPRENDITORIALE

     COMPETENZA IN MATERIA DI CONSAPEVOLEZZA ED                  COMUNICARE
     ESPRESSIONI CULTURALI
Visione dinamica del Curricolo

                               Campi di esperienza- Scuola dell’Infanzia
                                           Aree disciplinari - Scuola Primaria
I Discorsi e le        Il sé e l’altro     La                Immagini,        Il corpo e il
parole                                     conoscenza        suoni e colori   movimento
                                           del mondo

                      DISCIPLINE- SCUOLA PRIMARIA E SCUOLA SECONDARIA 1° grado

 Italiano - Inglese       Matematica -      Storia -          Scienze         Arte e Musica
 - Francese               Scienze -         Geografia -       Motorie
                          Tecnologia        Cittadinanza e
                                            Costituzione -
METODOLOGIA
Le linee metodologiche che i docenti intendono perseguire nell’attuazione del
curricolo si innestano su alcuni principi basilari che connotano fortemente tutta
l’azione didattica della scuola.
Il punto di partenza è la valorizzare delle esperienze e delle conoscenze degli
alunni per ancorarvi nuovi contenuti e per attuare interventi adeguati nei riguardi
delle diversità (difficoltà nell’apprendere, alunni non italiani, disabili …)
Favorire, inoltre, l’esplorazione e la scoperta (problematizzazione, pensiero
divergente e creativo), incoraggiare l’apprendimento
collaborativo (aiuto reciproco, gruppo cooperativo…) sia interno alla classe sia
per gruppi di lavoro di classi e di età diverse, promuovere la consapevolezza del
proprio modo di apprendere (difficoltà incontrate, strategie adottate per superarle,
comprensione delle ragioni di un insuccesso, conoscenza dei propri punti di forza)
e sviluppare l’autonomia nello studio sono, senza dubbio, i binari metodologici
lungo i quali si snoderà l’azione educativa dei docenti . Punti di forza
dell’intervento didattico saranno anche la realizzazione di percorsi in forma di
laboratorio( sia all’interno che all’esterno della scuola) valorizzando il territorio
come risorsa per l’apprendimento, l’applicazione all’insegnamento della                    SINTESI
tecnologia moderna e l’attività di ricerca, promuovendo sempre di più                   METODOLOGICA
l’alfabetizzazione informatica per favorire lo sviluppo delle capacità creative,
logiche ed organizzative. Inoltre l’acquisizione e il potenziamento dei contenuti
delle discipline, lo sviluppo del ragionamento logico necessario alla gestione delle
informazioni e la capacità di progettazione ed di organizzazione del lavoro.

                                                                                 10
VALUTAZIONE
La valutazione è parte integrante della progettazione, non solo come controllo degli apprendimenti, ma anche come verifica
dell’intervento didattico, al fine di operare con flessibilità sul progetto educativo. I docenti pertanto hanno nella valutazione lo strumento
privilegiato che permette loro la continua e flessibile regolazione della progettazione educativo/didattica.
 La valutazione periodica e finale degli apprendimenti degli alunni delle singole classi è effettuata collegialmente da tutti i docenti del
team, sulla base dei risultati emersi al seguito della somministrazione delle prove di verifica; ciò al fine di assicurare omogeneità e
congruenza con gli standard di apprendimento che la scuola si prefigge di raggiungere.
La valutazione periodica e annuale terrà conto, oltre che dei risultati delle singole prove oggettive e non, anche dell’aspetto formativo
nella scuola di base, senza fermarsi esclusivamente all’esito delle singole verifiche.
Nella pratica didattica della nostra scuola distinguiamo alcuni momenti valutativi precisi, diversi tra loro a seconda delle finalità che si intendono
perseguire.

           VALUTAZIONE                                                                                VALUTAZIONE FORMATIVA

         Come analisi delle situazioni iniziali dei                                                 Per una costante verifica della validità dei
        requisiti di base per affrontare un compito                                                 percorsi formativi. Serve ai docenti per
                      di apprendimento.                                                             monitorare il percorso di apprendimento in
                                                                                                    itinere e scegliere le soluzioni migliori,
                    Viene effettuata tramite:
                                                                                                    riprogettando eventualmente percorsi diversi.
              - Osservazioni sistematiche e non;                                                                Viene effettuata tramite:
              - Prove oggettive o strutturate a
          risposta chiusa (concordate per classi                                                   - Osservazioni sistematiche e non;
          parallele)                                                                                  - verifiche oggettive o strutturate a risposta
                                                                                                    chiusa          degli obiettivi intermedi e finali
                    - Libere elaborazioni.
                                                                                                    (concordate per classi parallele);
                                                                                                   - Analisi della congruenza tra obiettivi e
                                                                                                risultati,
                                                                                                   - Libere elaborazioni.
VALUTAZIONE
                                                                                                                     VALUTAZIONE
                      (intermedia e finale)                                                                          ORIENTATIVA
 Legge n.169/2008 di conversione del D.L. 137/2008
Fa un bilancio consuntivo degli apprendimenti degli                                                                 Favorisce un’accurata
alunni, mediante l’attribuzione di voti numerici espressi in                                                       conoscenza di sé in vista
decimi e delle competenze acquisite a livello di                                                                      delle scelte future.
maturazione culturale e personale mediante un giudizio
analitico. Essa svolge una funzione comunicativa, non
solo per l’alunno, ma anche per le famiglie.

                                     CRITERI DI VALUTAZIONE ADOTTATI
  Si stabiliscono pertanto criteri generali ai quali ci si deve attenere al fine di rendere omogenei gli standard utilizzati nella scuola.

      • L’accertamento del possesso dei prerequisiti nelle diverse classi viene valutato in decimi.
      • Le prove di verifica relative alla valutazione intermedia e finale sono uguali per tutte le classi parallele della scuola primaria.
• La valutazione intermedia e finale degli apprendimenti è effettuata mediante l’attribuzione di voti numerici espressi in decimi, tranne
che per l'insegnamento della religione cattolica che continua ad essere espressa con un giudizio sintetico.
• Il gruppo docente di classe decide l’ammissione alla classe successiva o al successivo grado d’istruzione all’unanimità e può
promuovere l’alunno anche in presenza di carenze; in questo caso la scuola provvede ad inserire una specifica nota al riguardo nel
documento individuale di valutazione.
• La valutazione delle produzioni quotidiane, di esercitazioni in classe, di compiti a casa, ecc. viene espressa dai docenti del team
attraverso un giudizio di tipo descrittivo o espresso in decimi.
• La rilevazione dei progressi nell’apprendimento e nello sviluppo personale e sociale dell’alunno viene effettuata su un modello
comune per classi parallele (documento di valutazione).
• La rilevazione dei progressi nell’apprendimento e nello sviluppo personale e sociale dell’alunno disabile va rapportata al P.E.I.          che
costituisce il punto di riferimento per le attività educative a favore dell’alunno con disabilità. Inoltre la valutazione dovrà sempre essere
considerata come valutazione di processi e non solo come valutazione di performance.
• La valutazione degli alunni con difficoltà specifica di apprendimento (DSA) e le verifiche degli apprendimenti, comprese quelle effettuate
in sede di esame conclusivo del primo ciclo, devono tenere conto delle specifiche situazioni soggettive di tali alunni. Nel diploma
finale rilasciato al termine degli esami non viene fatta menzione delle modalità di svolgimento e della differenziazione delle prove.
Gli studenti con diagnosi di DSA hanno diritto a fruire di appositi provvedimenti dispensativi e compensativi di flessibilità
didattica; ad essi sono garantite adeguate forme di verifica e di valutazione periodica e finale, che deve essere coerente con gli interventi
pedagogico-didattici enunciati nel D.M. MIUR 12.07.2011, prot. n. 5669.
Il nostro istituto adotta modalità valutative che consentono all'alunno con DSA di dimostrare effettivamente il livello di apprendimento
raggiunto, mediante l'applicazione di misure che determinino le condizioni ottimali per l'espletamento della prestazione da valutare -
relativamente ai tempi di effettuazione e alle modalità di strutturazione delle prove - riservando particolare attenzione alla padronanza dei
contenuti disciplinari, a prescindere dagli aspetti legati all'abilità deficitaria
TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLA COMPETENZA

ORIZZONTE DI RIFERIMENTO EUROPEO:                     Competenza alfabetico-funzionale.
PROFILO DELLA COMPETENZE AL TERMINE DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE: Legge, comprende e produce testi di vario tipo appropriati a
diverse situazioni rispettando i principi di coesione e coerenza.

    CAMPO D’ESPERIENZA
  “I DISCORSI E LE PAROLE”                                                                            ITALIANO

     AL TERMINE DELLA SCUOLA                   AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA              AL TERMINE DELLA CLASSE QUINTA                  AL TERMINE DEL TERZO ANNO
           DELL’INFANZIA                           DELLA SCUOLA PRIMARIA                       DELLA SCUOLA PRIMARIA                   DELLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

Il bambino usa la lingua italiana,                      ASCOLTO/PARLATO                             ASCOLTO/PARLATO                              ASCOLTO/PARLATO
arricchisce e precisa il proprio lessico,    Ascolta e comprende testi orali             Ascolta e comprende testi orali diretti o    Ascolta, comprende e padroneggia gli
comprende parole e discorsi, fa              diretti, cogliendone il senso, le           trasmessi dai media, cogliendone il          strumenti espressivi ed argomentativi
ipotesi sui significati .Sa esprimere e      informazioni principali e lo scopo.         senso, le informazioni principali e lo       indispensabili per gestire l’interazione
comunicare agli altri emozioni ,             Partecipa a scambi comunicativi             scopo                                        comunicativa verbale in vari contesti
sentimenti, argomentazioni attraverso        con compagni e docenti.                     Partecipa a scambi comunicativi con          (competenza comunicativa orale)
il linguaggio verbale che utilizza in                                                    compagni ed insegnanti, rispettando
differenti situazioni comunicative                                                       il turno e formulando messaggi chiari
Sperimenta rime, filastrocche,                                                           e pertinenti, in un registro il più
drammatizzazioni; inventa nuove                                                          possibile adeguato alla situazione.
parole, cerca somiglianze e analogie                                                     E’ consapevole che nella
tra i suoni e i significati. Ascolta e
                                                                                         comunicazione sono usate varietà
comprende narrazioni ,racconta e
inventa storie ,chiede e offre                                                           diverse di lingua e lingue differenti.
spiegazioni, usa il linguaggio per
progettare attività e per definirne                           LETTURA                                       LETTURA                                     LETTURA
regole. Ragiona sulla lingua, scopre la     Legge e comprende testi di vario Tipo,      Legge e comprende testi di vario tipo,       Legge, comprende ed interpreta testi di
presenza di lingue diverse ,riconosce       ne individua il senso globale e le          ne individua il senso globale e le           vario tipo, ne individua il significato,
esperimenta la pluralità dei linguaggi,     informazioni principali, utilizzando        informazioni principali, utilizzando         utilizzando strategie di lettura adeguate
si misura con la creatività e la            strategie di lettura adeguate agli scopi.   strategie di lettura adeguate agli scopi.
fantasia. Si avvicina alla lingua scritta                                                                                            agli scopi (competenza testuale).
                                                                                          Utilizza abilità funzionali allo studio:
,esplora e sperimenta prime forme di                                                      individua nei testi scritti informazioni
comunicazione attraverso la scrittura,                                                utili per l’apprendimento di un
incontrando anche le tecnologie                                                       argomento dato e le mette in
digitali e i nuovi media.                                                             relazione anche in funzione
                                                                                      dell’esposizione orale

                                                         SCRITTURA                                    SCRITTURA                                   SCRITTURA
                                         Scrive testi corretti nell’ortografia legati Scrive testi corretti nell’ortografia,     Produce elaborati scritti disciplinari e non
                                         all’esperienza e alle diverse occasioni di chiari e coerenti, legati all’esperienza e   in forma corretta e adeguata allo scopo e
                                         scrittura che la scuola offre.               alle diverse occasioni di scrittura che    al destinatario(competenza comunicativa
                                                                                      la scuola offre; rielabora testi           scritta).
                                                                                      parafrasandoli, completandoli,
                                                                                      trasformandoli.

                                         ACQUISIZIONE ED ESPANSIONE                 ACQUISIZIONE ED ESPANSIONE                   ACQUISIZIONE ED ESPANSIONE
                                         DEL LESSICO RICETTIVO E                    DEL LESSICO RICETTIVO E                      DEL LESSICO RICETTIVO E
                                         PRODUTTIVO                                 PRODUTTIVO                                   PRODUTTIVO
                                         Capisce e utilizza i vocaboli               Conosce e utilizza i vocaboli                Individua il significato di un vocabolo che
                                         fondamentali e i più frequenti              fondamentali, quelli di alto uso             è pertinente in un determinato contesto e
                                         termini     specifici legati alle                                                        le relazioni di significato tra vocaboli in
                                                                                     e i più frequenti termini
                                         discipline.                                                                              vari punti del testo; utilizza in modo
                                                                                     specifici legati alle discipline.            corretto ed appropriato il lessico
                                                                                                                                  (competenza lessicale).

                                          ELEMENTI DI GRAMMATICA                    ELEMENTI DI GRAMMATICA                       ELEMENTI DI GRAMMATICA
                                         ESPLICITA E RIFLESSIONE SUGLI              ESPLICITA E RIFLESSIONE SUGLI                ESPLICITA E RIFLESSIONE SUGLI USI
                                         USI DELLA LINGUA                           USI DELLA LINGUA                             DELLA LINGUA
                                         Riflette sui testi propri e altrui per     Riflette sui testi propri e altrui per       Riconosce le strutture morfosintattiche
                                         cogliere regolarità morfosintattiche e     cogliere regolarità morfosintattiche e       della frase e le strutture interpuntive in
                                         caratteristiche del lessico.               caratteristiche del lessico.                 funzione della loro pertinenza testuale
                                                                                    Padroneggia e applica in situazioni          (competenza grammaticale).
                                                                                    diverse le conoscenze fondamentali
                                                                                    relative all’organizzazione logico-
                                                                                    sintattica della frase.
ORIZZONTE DI RIFERIMENTO EUROPEO:                     Competenza multilinguistica.
 PROFILO DELLA COMPETENZE AL TERMINE DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE:
 Utilizza funzioni comunicative, lessico e strutture grammaticali atti a comprendere e ad esprimersi su argomenti di
 carattere generale in modo efficace ed appropriato al contesto e alla situazione.
                                                INGLESE                                                                  INGLESE/FRANCESE
 AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA DELLA SCUOLA                   AL TERMINE DELLA CLASSE QUINTA DELLA                         AL TERMINE DEL TERZO ANNO
                  PRIMARIA                                             SCUOLA PRIMARIA                                  DELLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

                    ASCOLTO                                                     ASCOLTO                         Comprende frasi ed espressioni di uso frequente
L’alunno comprende brevi messaggi orali relativi ad     L’alunno comprende brevi messaggi orali relativi ad     relative ad ambiti di immediata rilevanza (ad
ambiti familiari.                                       ambiti familiari ed esterni e/o legati alla propria     esempio: informazioni di base sulla persona e sulla
                                                        esperienza.                                             famiglia, acquisti, geografia locale, lavoro), da
                                                                                                                interazioni comunicative, dalla visione di contenuti
                      PARLATO                                                  PARLATO                          multimediali, dalla lettura di testi.
L’alunno interagisce nel gioco in scambi di semplici    L’alunno descrive oralmente aspetti del proprio
informazioni                                            vissuto e del proprio ambiente.                         Interagisce oralmente in situazioni di vita
                                                        Comunica in modo comprensibile, anche con               quotidiana scambiando informazioni semplici e
                                                        espressioni e frasi memorizzate, in scambi di           dirette su argomenti familiari e abituali, anche
                                                        informazioni semplici e di routine.                     attraverso l’uso degli strumenti digitali.

                    LETTURA                                                    LETTURA                          Interagisce per iscritto, anche in formato digitale e in
L’alunno comprende brevi messaggi scritti relativi ad L’alunno legge e comprende brevi e semplici               rete, per esprimere informazioni e stati d’animo,
ambiti familiari.                                     messaggi scritti relativi ad ambiti familiari e/o         semplici aspetti del proprio vissuto e del proprio
                                                      legati alla propria esperienza.                           ambiente ed elementi che si riferiscono a bisogni
                                                                                                                immediati.
                      SCRITTURA                                                SCRITTURA
L’alunno descrive per iscritto, in modo semplice,       L’alunno descrive per iscritto, in modo semplice,
 elementi che si riferiscono a bisogni immediati.       aspetti del proprio vissuto e del proprio ambiente ed
                                                        elementi che si riferiscono a bisogni immediati.
                                                                        RIFLESSIONE LINGUISTICA
                                                         L’alunno individua elementi della cultura
                                                         anglosassone. Coglie rapporti tra forme linguistiche
                                                         e usi della lingua inglese.
ORIZZONTE DI RIFERIMENTO EUROPEO:                Competenza in materia di cittadinanza
 PROFILO DELLA COMPETENZE AL TERMINE DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE: Rispetta le regole condivise e collabora con gli altri per la
 costruzione del bene comune

       CAMPO D’ESPERIENZA
          “Il sé e l’altro”
                                                                                                   STORIA
                                                                                                                                    AL TERMINE DEL TERZO ANNO
      AL TERMINE DELLA SCUOLA                 AL TERMINE DELLA CLASSE                 AL TERMINE DELLA CLASSE                       DELLA SECONDARIA DI PRIMO
           DELL’INFANZIA                         TERZA DELLA SCUOLA                       QUINTA DELLA SCUOLA                                 GRADO
                                                 PRIMARIA                                 PRIMARIA
                                            USO DELLE FONTI                          USO DELLE FONTI                             Si orienta nel tempo facendo confronti
Il bambino sa di avere una storia                                                                                                tra realtà storiche diverse e comprende
personale e familiare, conosce le           L’alunno riconosce elementi              Riconosce ed esplora in modo più            le caratteristiche specifiche della civiltà
tradizioni della famiglia, della comunità   significativi del passato del suo        approfondito le tracce storiche             globale, ricercando ed analizzando
e le mette a confronto con altre.           ambiente di vita.                        presenti nel territorio e comprende         attivamente somiglianze e differenze
-Si orienta nelle prime generalizzazioni    Comprende i testi storici proposti e     l’importanza del patrimonio artistico e     tra la nostra e le altre civiltà del mondo
di passato, presente, futuro.               sa individuarne le caratteristiche.      culturale.                                  L'alunno si informa in modo autonomo
-Riconosce i più importanti segni della                                              Comprende i testi storici proposti, ne      su fatti e problemi storici anche
sua cultura e del territorio, le                                                     individua caratteristiche e ne ricava       mediante l’uso di risorse digitali.
istituzioni, i servizi pubblici, il                                                  informazioni .                              Produce informazioni storiche con fonti
funzionamento delle piccole comunità                                                                                             di vario genere – anche digitali – e le
e della città.                                                                                                                   sa organizzare in testi.
Riconosce le regole fondamentali di         ORGANIZZAZIONE DELLE                     ORGANIZZAZIONE DELLE
convivenza nei gruppi di                    INFORMAZIONI                             INFORMAZIONI                                Comprende testi storici e li sa
                                            Usa la linea del tempo per               Individua le relazioni tra gruppi umani e   rielaborare con un personale metodo di
appartenenza
                                            organizzare informazioni,                contesti spaziali.                          studio,
Rispetto e accettazione dell’altro e di
quanto lo circonda.                         conoscenze, periodi e individuare        Organizza le informazioni e le              Espone oralmente e con scritture –
                                            successioni, contemporaneità,            conoscenze, tematizzando e usando           anche digitali – le conoscenze storiche
                                            durate, periodizzazioni.                 le concettualizzazioni pertinenti.          acquisite operando collegamenti e
                                            STRUMENTI CONCETTUALI                    STRUMENTI CONCETTUALI                       argomentando le proprie riflessioni.
                                            Usa carte geo- storiche, anche con       Comprende aspetti fondamentali del          Usa le conoscenze e le abilità per
                                            l’ausilio di strumenti informatici.      passato dell’Italia dal paleolitico alla    orientarsi  nella   complessità    del
                                            Comprende avvenimenti, fatti e           fine dell’Impero Romano                     presente, comprende opinioni e culture
                                            fenomeni delle società e civiltà che     d’Occidente, con possibilità di apertura    diverse,    capisce     i    problemi
                                            hanno caratterizzato la storia           e di confronto con la contemporaneità.      fondamentali        del        mondo
                                            dell’umanità dal paleolitico alla fine   PRODUZIONE ORALE E SCRITTA                  contemporaneo.
del mondo antico con possibilità di   Racconta i fatti studiati utilizzando il   Comprende        aspetti,  processi   e
apertura e di confronto con la        linguaggio specifico della disciplina e    avvenimenti fondamentali della storia
contemporaneità.                      sa produrre semplici testi storici,        italiana dalle forme di insediamento e
PRODUZIONE ORALE E SCRITTA            anche con risorse digitali.                di potere medievali alla formazione
Racconta i fatti studiati in modo                                                dello stato unitario fino alla nascita
semplice e coerente,                                                             della Repubblica, anche con possibilità
rappresentando le conoscenze                                                     di aperture e confronti con il mondo
apprese mediante grafismi,                                                       antico.
disegni, testi scritti e/o risorse
                                                                                 Conosce       aspetti    e     processi
digitali.
                                                                                 fondamentali della storia europea
                                                                                 medievale, moderna e contemporanea,
                                                                                 anche con possibilità di aperture e
                                                                                 confronti con il mondo antico.
ORIZZONTE DI RIFERIMENTO EUROPEO:                    Competenza in materia di cittadinanza
  PROFILO DELLA COMPETENZE AL TERMINE DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE: Rispetta le regole condivise e collabora con gli
  altri per la costruzione del bene comune.
      CAMPO D’ESPERIENZA
   “La conoscenza del mondo”                                                            GEOGRAFIA
                                                                                                                            AL TERMINE DEL TERZO ANNO
       AL TERMINE DELLA SCUOLA             AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA        AL TERMINE DELLA CLASSE QUINTA
                                                                                                                            DELLA SECONDARIA DI PRIMO
              DELL’INFANZIA                    DELLA SCUOLA PRIMARIA                  DELLA SCUOLA PRIMARIA
                                                                                                                                        GRADO
Sviluppa la consapevolezza e la        ORIENTAMENTO                           ORIENTAMENTO                           Lo studente si orienta nello spazio e sulle
padronanza del proprio corpo in        Si orienta nello spazio circostante    Si orienta nello spazio e sulle carte, carte di diversa scala in base ai punti
relazione all'ambiente e alle persone. utilizzando riferimenti topologici e i utilizzando i punti cardinali e le     cardinali e alle coordinate geografiche; sa
Si orienta nello spazio.               punti cardinali.                       coordinate geografiche.                orientare una carta geografica a grande
Osserva con interesse il mondo per                                                                                   scala facendo ricorso a punti di riferimento
ricavarne informazioni e               LINGUAGGIO DELLA                       LINGUAGGIO DELLA                       fissi.
rappresentarle.
                                        GEOGRAFICITA’                               GEOGRAFICITA’
Sviluppa un comportamento
                                        Utilizza il linguaggio della geografi- cità Utilizza termini del linguaggio          Utilizza opportunamente carte geografiche,
critico e propositivo verso il
                                                                                    geografico specifico per interpretare    fotografie attuali e d’epoca, immagini da
proprio contesto ambientale.
                                                                                    carte geografiche.                       telerilevamento, elaborazioni digitali, grafici,
Osserva i fenomeni                                                                                                           dati statistici, sistemi informativi geografici
naturali.                               PAESAGGIO                                   PAESAGGIO
                                        Conosce e distingue gli elementi fisici Conosce lo spazio geografico come            per comunicare efficacemente informazioni
                                        ed antropici di un paesaggio.               sistema territoriale costituito da       spaziali.
                                        Conosce e descrive gli elementi             elementi fisici ed antropici legati da   Riconosce nei paesaggi europei e mondiali,
                                        caratterizzanti dei paesaggi.               rapporti di connessione e/o
                                                                                                                             raffrontandoli in particolare a quelli italiani,
                                                                                    interdipendenza.
                                                                                                                             gli elementi fisici significativi e le
                                        REGIONE E SISTEMA TERRITORIALE
                                                                                                                             emergenze         storiche,    artistiche     e
                                        Individua, conosce e descrive gli           REGIONE E SISTEMA TERRITORIALE architettoniche, come patrimonio naturale e
                                        elementi caratterizzanti gli spazi sia      Individua, conosce e descrive gli
                                        del territorio che del proprio ambiente. elementi caratterizzanti dei paesaggi,      culturale da tutelare e valorizzare.
                                        Conosce e localizza i principali            con particolare riferimento a quelli     Osserva, legge e analizza sistemi territoriali
                                        “oggetti” geografici fisici ed              italiani.                                vicini e lontani, nello spazio e nel tempo e
                                        antropici dell’Italia.                      Conosce e localizza i principali         valuta gli effetti di azioni dell'uomo sui
                                                                                    “oggetti” geografici fisici ed antropici sistemi territoriali alle diverse scale
                                                                                    dell’Italia.                             geografiche.
                                                                                    Riconosce gli interventi dell’uomo
                                                                                    sull’ambiente esercitando la
                                                                                    cittadinanza attiva
ORIZZONTE DI RIFERIMENTO EUROPEO:                    Competenza in materia di cittadinanza

 PROFILO DELLA COMPETENZE AL TERMINE DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE: Rispetta le regole condivise e collabora con gli
 altri per la costruzione del bene comune.

                                                                         RELIGIONE
                                                                                                                               AL TERMINE DEL TERZO ANNO
AL TERMINE DELLA SCUOLA                 AL TERMINE DELLA CLASSE                     AL TERMINE DELLA CLASSE
                                                                                                                               DELLA SECONDARIA DI PRIMO
DELL’INFANZIA                           TERZA DELLA SCUOLA                          QUINTA DELLA SCUOLA
                                                                                                                               GRADO
                                        PRIMARIA                                    PRIMARIA
Il sé e l’altro                         DIO E L’ UOMO                               DIO E L’ UOMO                              Riflette sui grandi interrogativi posti
Scopre nel Vangelo la persona e         LA BIBBIA E LE ALTRE FONTI                  L’alunno riflette su Dio creatore e        dalla condizione umana.
l’insegnamento di Gesù. Matura un       IL LINGUAGGIO RELIGIOSO I                   Padre, sui dati fondamentali della vita    Si orienta, nell'esercizio della propria
positivo senso di sé e sperimenta       VALORI ETICI E RELIGIOSI                    di Gesù e sa collegare i contenuti         libertà, per la scelta di un responsabile
relazioni serene con gli altri, anche   Sa che per l’uomo religioso ogni storia     principali del suo insegnamento alle       progetto di vita.
appartenenti a differenti tradizioni    ha inizio da Dio. Riflette sugli elementi   tradizioni dell’ambiente in cui vive,      Partendo dal contesto in cui vive sa
culturali e religiose                   fondamentali della vita di Gesù e           riconosce il significato cristiano del     interagire con persone di religione
                                        riconosce il significato cristiano del      Natale e della Pasqua. Identifica nella    differente sviluppando un’identità
                                        Natale e della Pasqua. Identifica nella     Chiesa la comunità di coloro che           capace di accoglienza, confronto e
                                        Chiesa la comunità di coloro che            credono in Gesù Cristo e cercano di        dialogo..
                                        credono in Gesù Cristo.                     mettere in pratica il suo
                                        Riconosce nella Bibbia gli                  insegnamento
                                        avvenimenti principali della storia d’
                                        Israele. Riconosce il significato
                                        cristiano del Natale e della Pasqua.        LA BIBBIA E LE ALTRE FONTI
                                        Riconosce che ogni persona è un             IL LINGUAGGIO RELIGIOSO I
                                        valore per vivere insieme in unione e       VALORI ETICI E RELIGIOSI
                                        amicizia                                    Riconosce che la Bibbia è il libro sacro
                                                                                    per cristiani ed ebrei e documento
Il corpo e il movimento Esprime               fondamentale della nostra cultura
con il corpo la propria esperienza            sapendola distinguere da altre tipologia
religiosa                                     di testi, identifica le caratteristiche
                                              essenziali di un brano biblico, sa farsi
Immagini, suoni, colori                       accompagnare
Riconosce alcuni linguaggi simbolici e        nell’analisi delle pagine a lui più
figurativi tipici della vita dei cristiani    accessibili. Si confronta con
(feste, preghiere, canti, spazi, arte..)per   l’esperienza religiosa e distingue la
esprimere con creatività il proprio           specificità della proposta di salvezza
vissuto religioso                             del Cristianesimo.

I discorsi e le parole
Riconosce alcuni linguaggi simbolici e
figurativi tipici della vita dei cristiani
(feste, preghiere, canti, spazi,
arte..)per esprimere con creatività il
proprio vissuto religioso
La conoscenza del mondo
Osserva con meraviglia ed esplora
con curiosità il mondo
ORIZZONTE DI RIFERIMENTO EUROPEO:                      Competenza in materia di consapevolezza ed espressione
 culturali
 PROFILO DELLA COMPETENZE AL TERMINE DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE : Utilizza la pratica vocale/strumentale e
 comprende il valore del patrimonio musicale.

     CAMPO D’ESPERIENZA
    “Immagini, suoni e colori”                                                                    MUSICA
                                                                                                                                     AL TERMINE DEL TERZO ANNO
      AL TERMINE DELLA SCUOLA                AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA             AL TERMINE DELLA CLASSE QUINTA
                                                                                                                                     DELLA SECONDARIA DI PRIMO
            DELL’INFANZIA                        DELLA SCUOLA PRIMARIA                      DELLA SCUOLA PRIMARIA
                                                                                                                                               GRADO
                                          ASCOLTO, PERCEZIONE , RITMO,              ASCOLTO, PERCEZIONE, RITMO,                 Usa il linguaggio espressivo musicale
Ascolta brani musicali e li commenta      MOVIMENTO E VOCE.                         MOVIMENTO E VOCE.                           nelle sue diverse forme, effettuando
dal punto di vista delle sollecitazioni   L’alunno esplora, discrimina ed            Articola combinazioni timbriche,           pratiche musicali individuali e di
emotive.                                  elabora eventi sonori dal punto di         ritmiche e melodiche, applicando           orchestra.
Produce eventi sonori utilizzando         vista qualitativo, spaziale e in           schemi elementari; le esegue con la        Conosce, apprezza e propone
strumenti non convenzionali.              riferimento alla loro fonte.               voce, il corpo e gli strumenti, ivi        iniziative di tutela del patrimonio
Canta in coro.                            Esplora diverse possibilità espressive     compresi quelli della tecnologia           musicale-culturale nel territorio.
Distingue alcune caratteristiche          della voce, di oggetti sonori e strumenti informatica.                                È in grado di ideare e realizzare, anche
fondamentali dei suoni.                   musicali, imparando ad ascoltare se        Improvvisa liberamente e in modo           attraverso       l’improvvisazione        o
Si muove seguendo ritmi, li sa            stesso e gli altri.                        creativo, imparando gradualmente a         partecipando         a      processi      di
riprodurre.                               Esegue, da solo e in gruppo semplici       dominare tecniche e materiali, suoni       elaborazione       collettiva,   messaggi
                                          brani vocali appartenenti a generi e       e silenzi.                                 musicali e multimediali, nel confronto
                                          culture differenti, utilizzando anche      Esegue, da solo e in gruppo,               critico con modelli appartenenti al
                                          strumenti didattici e auto-costruiti.      semplici brani vocali appartenenti a       patrimonio musicale, utilizzando anche
                                          Riconosce gli elementi costitutivi di      generi e culture differenti, utilizzando   sistemi informatici.
                                          un semplice brano musicale,                anche strumenti didattici e auto-          Integra con altri saperi e altre pratiche
                                          utilizzandoli nella pratica.               costruiti. Riconosce gli elementi          artistiche le proprie esperienze musicali,
                                          Ascolta, interpreta e descrive brani       costitutivi di un semplice brano           servendosi anche di appropriati codici e
                                          musicali di diverso genere.                musicale..                                 sistemi di codifica
                                                                                     Ascolta, interpreta e descrive brani
                                                                                     musicali di diverso genere.                STRUMENTO MUSICALE
                                                                                                                                Esegue con consapevolezza brani
                                                                                                                                solistici e d’insieme appartenenti a
                                                                                                                                diversi generi, epoche , stili, di
                                                                                                                                difficoltà tecnica adeguata al
                                                                                                                                percorso compiuto.
ORIZZONTE DI RIFERIMENTO EUROPEO:                      Competenza in materia di consapevolezza ed espressione
 culturali
 PROFILO DELLA COMPETENZE AL TERMINE DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE: Utilizza tecniche/codici visivi e comprende il
 valore culturale del patrimonio artistico.

      CAMPO D’ESPERIENZA
     “Immagini, suoni, colori”                                                         ARTE E IMMAGINE
                                                                                                                                    AL TERMINE DEL TERZO ANNO
      AL TERMINE DELLA SCUOLA                AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA           AL TERMINE DELLA CLASSE QUINTA
                                                                                                                                    DELLA SECONDARIA DI PRIMO
            DELL’INFANZIA                        DELLA SCUOLA PRIMARIA                    DELLA SCUOLA PRIMARIA
                                                                                                                                              GRADO
                                           ESPRIMERSI E COMUNICARE                 ESPRIMERSI E COMUNICARE                      Padroneggia gli strumenti necessari
Osserva immagini statiche, foto,           Utilizza gli elementi grammaticali di   Utilizza le conoscenze e le abilità          a un utilizzo consapevole del
opere d’arte, filmati riferendone          base del linguaggio visuale per         relative al linguaggio visivo per            patrimonio artistico e letterario
l’argomento e le sensazioni evocate.       osservare , descrivere e leggere        produrre varie tipologie di testi visivi (   (strumenti e tecniche di fruizione e
Distingue forme, colori ed elementi        immagini statiche.                      espressivi, narrativi, rappresentativi e     produzione, lettura critica).
figurativi presenti in immagini statiche   Utilizza le conoscenze sul linguaggio   comunicativi) e rielaborare in modo          L’alunno realizza elaborati personali e
di diverso tipo.                           visuale per produrre e rielaborare in   creativo le immagini con molteplici          creativi sulla base di un’ideazione e
Sa descrivere, su domande stimolo,         modo creativo le immagini attraverso    tecniche, materiali e strumenti              progettazione originale, applicando le
gli elementi distinguenti di immagini      molteplici tecniche.                    ( grafico – espressivi, pittorici e          conoscenze e le regole del linguaggio
diverse: disegni, foto, pitture, film      Dà forma all’esperienza attraverso      plastici, ma anche audiovisivi e             visivo, scegliendo in modo funzionale
d’animazione e non.                        modalità grafico – pittoriche e         multimediali) .                              tecniche e materiali differenti anche
Produce oggetti attraverso la              plastiche                                                                            con l’integrazione di più media e
manipolazione di materiali, con la                                                                                              codici espressivi.
guida dell’insegnante.                                                                                                          Padroneggia gli elementi principali del
Disegna spontaneamente,                                                                                                         linguaggio visivo, legge e comprende i
esprimendo sensazioni ed emozioni.         OSSERVARE E LEGGERE LE                  OSSERVARE E LEGGERE LE                       significati di immagini statiche e in
                                                                                                                                movimento, di filmati audiovisivi e di
                                           IMMAGINI                                IMMAGINI
                                                                                                                                prodotti multimediali.
                                           L’alunno utilizza la capacità di        Osserva, esplora , descrive e legge
                                           osservare, esplorare, descrivere e      immagini ( opere d’arte, fotografie,
                                           leggere immagini e messaggi             manifesti, fumetti …) e messaggi
                                           multimediali.                           multimediali ( spot, brevi filmati,
                                                                                   videoclip … )
COMPRENDERE E APPREZZARE LE                COMPRENDERE E APPREZZARE
OPERE D’ARTE                               LE OPERE D’ARTE
Conosce i principali beni artistico        Conosce i principali beni artistico-
culturali nel territorio e mette in atto   culturali presenti nel proprio territorio e
pratiche di rispetto e di salvaguardia.    manifesta sensibilità e rispetto per la
                                           loro salvaguardia. Individua i principali
                                           aspetti formali dell’opera d’arte;
                                           apprezza le opere artistiche e
                                           artigianali provenienti da culture
                                           diverse dalla propria.
ORIZZONTE DI RIFERIMENTO EUROPEO:                        Competenza in materia di consapevolezza ed espressione
 culturali
 PROFILO DELLA COMPETENZE AL TERMINE DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE: Utilizza il proprio corpo con consapevolezza nei
 diversi contesti.

      CAMPO D’ESPERIENZA
     “Il corpo e il movimento”                                                       EDUCAZIONE FISICA
                                                                                                                               AL TERMINE DEL TERZO ANNO
      AL TERMINE DELLA SCUOLA                  AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA          AL TERMINE DELLA CLASSE QUINTA
                                                                                                                               DELLA SECONDARIA DI PRIMO
            DELL’INFANZIA                          DELLA SCUOLA PRIMARIA                   DELLA SCUOLA PRIMARIA
                                                                                                                                         GRADO
                                             IL CORPO E LA SUA RELAZIONE            IL CORPO E LA SUA RELAZIONE           Padroneggia abilità motorie di base in
Il bambino vive la propria corporeità,       CON LO SPAZIO E IL TEMPO               CON LO SPAZIO E IL TEMPO              situazioni diverse.
ne percepisce il potenziale                  L’alunno acquisisce maggiore           L’alunno matura piena
comunicativo ed espressivo, matura           consapevolezza di sé attraverso la     consapevolezza di sé attraverso la    Partecipa alle attività di gioco e di
condotte che gli consentono una buona        percezione del proprio corpo e delle   percezione del proprio corpo e la     sport, rispettandone le regole;
autonomia nella gestione della giornata      sue potenzialità.                      padronanza degli schemi motori e      assumere la responsabilità delle
a scuola.                                                                           posturali nel continuo adattamento    proprie azioni per il bene comune.
Riconosce i segnali e i ritmi del                                                   alle variabili spaziali e temporali
proprio corpo, le differenze sessuali e                                             contingenti.                          Utilizza gli aspetti comunicativo -
adotta pratiche corrette di cura di sé,                                                                                   relazionali del messaggio
di igiene e di sana alimentazione.                                                                                        corporeo.
Prova il piacere nel movimento e
sperimenta schemi posturali e motori,        IL LINGUAGGIO DEL CORPO COME           IL LINGUAGGIO DEL CORPO               Utilizza nell’esperienza le conoscenze
li applica nei giochi individuali e di       MODALITÀ COMUNICATIVO                  COME MODALITÀ COMUNICATIVO            relative alla salute, alla sicurezza, alla
gruppo anche con l’uso di piccoli            ESPRESSIVA                             ESPRESSIVA                            prevenzione e ai corretti stili di vita.
attrezzi ed è in grado di adattarli alle     Sperimenta, in forma semplificata e    Utilizza il linguaggio corporeo e
situazioni ambientali all’interno della      progressivamente sempre più            motorio per comunicare ed
scuola e all’aperto .                        complessa diverse gestualità           esprimere i propri stati d’animo,
Controlla l’esecuzione del gesto .           tecniche.                              anche attraverso la
                                                                                    drammatizzazione e le esperienze
Valuta i rischi, si coordina con gli altri
                                                                                    ritmico-musicali e coreutiche.
nei giochi di movimento, nella
comunicazione espressiva.
IL GIOCO, LO SPORT, LE REGOLE IL            IL GIOCO, LO SPORT, LE REGOLE IL
FAIR PLAY                                   FAIR PLAY
Sperimenta una pluralità di esperienze      Comprende, all’interno delle varie
che permettono di maturare competenze       occasioni di gioco e di sport, il valore
di gioco sport anche come orientamento      delle regole e l’importanza di rispettarle.
alla futura pratica sportiva.
SALUTE E BENESSERE,                         SALUTE E BENESSERE,
PREVENZIONE E SICUREZZA                     PREVENZIONE E SICUREZZA
Agisce rispettando i criteri base di        Riconosce alcuni essenziali principi
sicurezza per sé e per gli altri, sia nel   relativi al proprio benessere psico-
movimento sia nell’uso degli attrezzi e     fisico legati alla cura del proprio corpo
trasferisce tale competenza                 , a un corretto regime alimentare e
nell’ambiente scolastico ed                 alla prevenzione dell’uso di sostanze
extrascolastico.                            che inducono dipendenza.
ORIZZONTE DI RIFERIMENTO EUROPEO:                         Competenza matematica e competenza in scienze,
 tecnologia e ingegneria.
 PROFILO DELLA COMPETENZE AL TERMINE DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE: Analizza dati e fatti della realtà, verifica
 l’attendibilita delle analisi, possiede un pensiero razionale con cui affronta problemi e situazioni sulla base di elementi certi.

     CAMPO D’ESPERIENZA
   “La conoscenza del mondo”                                                                   MATEMATICA
                                                                                                                                       AL TERMINE DEL TERZO ANNO
      AL TERMINE DELLA SCUOLA                   AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA            AL TERMINE DELLA CLASSE QUINTA
                                                                                                                                       DELLA SECONDARIA DI PRIMO
            DELL’INFANZIA                           DELLA SCUOLA PRIMARIA                     DELLA SCUOLA PRIMARIA
                                                                                                                                                 GRADO
Il bambino utilizza materiali e                               NUMERI                                     NUMERI                    Conosce e padroneggia le tecniche e
strumenti per eseguire operazioni             Conosce i numeri naturali e la loro      L’alunno si muove con sicurezza nel         le procedure di calcolo aritmetico i
logiche.                                      successione sulla linea dei numeri .     calcolo scritto e mentale con i numeri      contenuti specifici della matematica,
Raggruppa e ordina oggetti e materiali        Opera confronti con essi, li compone e   naturali e sa valutare l’opportunità di     algoritmi e procedure, diverse forme
secondo criteri diversi, ne identifica        li scompone, riconoscendo il valore      ricorrere a una calcolatrice.               di rappresentazione e sa passare da
alcune proprietà, confronta e valuta          posizionale delle cifre.                 Riconosce ed utilizza                       una all’altra.
quantità; utilizza simboli per registrarle;   Applica strategie di calcolo scritto e   rappresentazioni diverse di oggetti         Rappresenta, confronta e analizza
esegue misurazioni usando strumenti           mentale.                                 matematici( numeri decimali,                figure geometriche, individuandone
alla sua portata.                                                                      frazioni, percentuali, scale di             varianti, invarianti, relazioni,
Ha familiarità sia con le strategie del                                                riduzione…).                                soprattutto a partire da situazioni
contare e dell’operare con i numeri sia                                                Sviluppa un atteggiamento positivo          reali.
con quelle necessarie per eseguire le                                                  rispetto alla matematica, attraverso        Rileva dati significativi, analizza,
prime misurazioni di lunghezze, pesi ,e                                                esperienze significative che gli fanno      interpreta, sviluppare ragionamenti
altre quantità.                                                                        intuire come gli strumenti matematici       sugli stessi, utilizzando
Individua le posizioni di oggetti e                                                    che ha imparato ad utilizzare siano utili
                                                                                                                                   consapevolmente rappresentazioni
persone nello spazio, usano termini                                                    per operare nella realtà.
                                                                                                                                   grafiche e strumenti di calcolo.
come avanti/dietro ,sopra/sotto,          LO SPAZIO, L E FIGURE E LA MISURA LO SPAZIO, L E FIGURE E LA MISURA Riconosce e risolve problemi di vario
destra/sinistra, ecc; segue               Riconosce e rappresenta forme del        Descrive, denomina e classifica figure  genere, individuando le strategie
correttamente un percorso sulla base di   piano e dello spazio, relazioni e        base a caratteristiche geometriche, ne  appropriate, giustificando il
indicazioni verbali.                      strutture che si trovano in natura o che determina misure, progetta e costruisce procedimento seguito mantenendo il
                                          sono state create dall’uomo.             modelli concreti di vario tipo.         controllo sia sul processo risolutivo
                                                                                   Utilizza strumenti per il disegno       sia sui risultati.
                                                                                   geometrico( riga, compasso, squadra) e Utilizza il linguaggio e gli strumenti
                                                                                   i più comuni strumenti di               matematici nei vari ambiti per
                                                                                   misura( metro, goniometro).             operare nella realtà.
                                          RELAZIONI, DATI E PREVISIONI             RELAZIONI, DATI E PREVISIONI
                                          Ricerca dati per ricavare                Ricerca dati per ricavare informazioni e
                                          informazioni .                           costruisce rappresentazioni (tabelle e
                                          Ricava informazioni da dati              grafici).
                                          rappresentati in tabelle e grafici.      Ricava informazioni anche da dati
                                          Riesce a risolvere facili problemi in    rappresentati in tabelle e grafici. Legge
                                          tutti gli ambiti di contenuto.           e comprende testi che coinvolgono
                                                                                   aspetti logici e matematici.
                                                                                   Riesce a risolvere facili problemi in
                                                                                   tutti gli ambiti di contenuto,
                                                                                   mantenendo il controllo sia sul
                                                                                   processo risolutivo, sia sui risultati.
ORIZZONTE DI RIFERIMENTO EUROPEO:                      Competenza matematica e competenza in scienze,
 tecnologia e ingegneria.
 PROFILO DELLA COMPETENZA AL TERMINE DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE: Analizza dati e fatti della realtà, verifica
 l’attendibilita delle analisi, possiede un pensiero razionale con cui affronta problemi e situazioni sulla base di elementi certi.

    CAMPO D’ESPERIENZA
  “La conoscenza del mondo”                                                                        SCIENZE
                                                                                                                                       AL TERMINE DEL TERZO ANNO
      AL TERMINE DELLA SCUOLA                 AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA              AL TERMINE DELLA CLASSE QUINTA
                                                                                                                                       DELLA SECONDARIA DI PRIMO
            DELL’INFANZIA                         DELLA SCUOLA PRIMARIA                       DELLA SCUOLA PRIMARIA
                                                                                                                                                 GRADO
Raggruppa e ordina oggetti e materiali     ESPLORARE E DESCRIVERE                      ESPLORARE E DESCRIVERE                     Sviluppa atteggiamenti di curiosità e
di uso comune secondo criteri diversi,     OGGETTI E MATERIALI                         OGGETTI E MATERIALI                        riflessione nei confronti della realtà
ne identifica alcune proprietà,            L’alunno sviluppa atteggiamenti di          Esplora i fenomeni con un approccio        naturale.
confronta e valuta le quantità, utilizza   curiosità e modi di guardare il mondo       scientifico: con l’aiuto                   Osserva, analizza e descrive fenomeni
simboli per registrarli, esegue            che lo stimolano a cercare spiegazioni      dell’insegnante, dei compagni, in modo     appartenenti alla realtà naturale e agli
misurazioni usando strumenti alla sua      di quello che vede succedere.               autonomo, osserva e descrive lo            aspetti della vita quotidiana, formula
portata.                                   Riconosce e identifica nell’ambiente        svolgersi dei fatti, formula domande,      ipotesi e le verifica, utilizzando semplici
Osserva con attenzione il suo corpo,       che lo circonda elementi e fenomeni         anche sulla base di ipotesi personali,     schematizzazioni e modellizzazioni.
gli organismi viventi, i loro ambienti     di tipo artificiale.                        propone e realizza semplici                Riconosce le principali interazioni tra
naturali, accorgendosi dei loro            OSSERVARE E SPERIMENTARE                    esperimenti.                               mondo naturale e comunità umana,
cambiamenti.                               SUL CAMPO                                   OSSERVARE E SPERIMENTARE                   individuando alcune problematicità
Esegue semplici esperimenti con la         Individua nei fenomeni somiglianze e        SUL CAMPO                                  dell’intervento antropico negli
guida dell’insegnante.                     differenze, fa misurazioni, registra dati   Individua aspetti quantitativi e           ecosistemi.
                                           significativi, identifica relazioni         qualitativi nei fenomeni, produce          Utilizza il proprio patrimonio di
                                           spazio/temporali.                           rappresentazioni grafiche e schemi di      conoscenze per comprendere le
                                           L’UOMO I VIVENTI E L’AMBIENTE               livello adeguato, elabora semplici         problematiche scientifiche di attualità e
                                           Riconosce le principali caratteristiche e   modelli.                                   per assumere comportamenti
                                           i modi di vivere di organismi animali e     L’UOMO I VIVENTI E L’AMBIENTE              responsabili in relazione al proprio stile
                                           vegetali.                                   Ha consapevolezza della struttura e
                                           Riconosce in altri organismi viventi, in                                               di vita, alla promozione della salute e
                                                                                       dello sviluppo del proprio corpo, nei
                                           relazione con i loro ambienti, bisogni      suoi diversi organi e apparati, ne         all’uso delle risorse.
                                           analoghi ai propri.                         riconosce e descrive il funzionamento,
                                                                                       utilizzando modelli intuitivi ed ha cura
                                                                                       della sua salute.
ORIZZONTE DI RIFERIMENTO EUROPEO:                      Competenza matematica e competenza in scienze,
 tecnologia e ingegneria.
  PROFILO DELLA COMPETENZE AL TERMINE DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE: Analizza dati e fatti della realtà, verifica l’attendibilità
                        delle analisi, possiede un pensiero razionale con cui affronta problemi e situazioni sulla base di elementi
                        certi.

      CAMPO D’ESPERIENZA
    “La conoscenza del mondo”                                                                 TECNOLOGIA
                                                                                                                                       AL TERMINE DEL TERZO ANNO
      AL TERMINE DELLA SCUOLA            AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA DELLA            AL TERMINE DELLA CLASSE QUINTA
                                                                                                                                       DELLA SECONDARIA DI PRIMO
            DELL’INFANZIA                    SCUOLA PRIMARIA                                 DELLA SCUOLA PRIMARIA
                                                                                                                                                 GRADO
Si interessa a macchine e             VEDERE E OSSERVARE                           VEDERE E OSSERVARE                              Analizza e rappresenta processi.
strumenti tecnologici e sa            L’alunno identifica e riconosce nell’ambienteE’ a conoscenza di alcuni processi di           Predispone processi e procedure allo
scoprirne funzioni e possibili usi.   che lo circonda                              trasformazione di risorse e di consumo          scopo di ideare, progettare e
                                      elementi e fenomeni di tipo artificiale      di energia e del relativo impatto               realizzare oggetti fisici, grafici o
                                                                                   ambientale.                                     virtuali, seguendo una definita
                                                                                   Conosce e utilizza semplici oggetti e           metodologia
                                                                                   strumenti di uso quotidiano ed è in             Ricerca relazioni tra la tecnologia e i
                                                                                   grado di descriverne la funzione                contesti socio-ambientali che hanno
                                                                                   principale e la struttura e di spiegarne il     contribuito a determinarla Individua le
                                                                                   funzionamento.                                  potenzialità, i limiti e i rischi nell’uso
                                                                                   PREVEDERE E IMMAGINARE                          delle tecnologie, con particolare
                                      PREVEDERE E IMMAGINARE                       Sa ricavare informazioni utili su               riferimento al contesto produttivo,
                                      Si orienta tra i diversi mezzi di            proprietà e caratteristiche di beni o           culturale e sociale in cui vengono
                                      comunicazione ed è in grado di farne un uso servizi leggendo etichette, volantini o          applicate.
                                      adeguato a seconda delle diverse situazioni. altra documentazione tecnica e                  Sa utilizzare comunicazioni procedurali
                                                                                   commerciale.                                    e istruzioni tecniche per eseguire, in
                                                                                   Inizia a riconoscere in modo critico le         maniera metodica e razionale, compiti
                                                                                   caratteristiche, le funzioni e i limiti della   operativi complessi, anche
                                                                                   tecnologia attuale.                             collaborando e cooperando con i
                                      INTERVENIRE E TRASFORMARE
                                                                                                                                   compagni. Progetta e realizza
                                      Produrre manufatti, descrivendo e            INTERVENIRE E TRASFORMARE
                                                                                                                                   rappresentazioni grafiche o
                                      documentando la sequenza delle operazioni. Produce semplici modelli o
                                                                                                                                   infografiche, relative alla struttura e al
                                                                                   rappresentazioni grafiche del proprio           funzionamento di sistemi materiali o
                                                                                   operato, utilizzando elementi del               immateriali, utilizzando elementi del
                                                                                   disegno tecnico o strumenti                     disegno tecnico o altri linguaggi
                                                                                   multimediali.                                   multimediali e di programmazione
COMPETENZE TRASVERSALI
 ORIZZONTE DI RIFERIMENTO EUROPEO:                      Competenza personale, sociale e capacità di imparare a
 imparare.
 PROFILO DELLA COMPETENZE AL TERMINE DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE: Organizza il proprio apprendimento in modo
 autonomo

                                                                                                                           AL TERMINE DEL TERZO ANNO
      AL TERMINE DELLA SCUOLA                AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA      AL TERMINE DELLA CLASSE QUINTA
                                                                                                                           DELLA SECONDARIA DI PRIMO
            DELL’INFANZIA                        DELLA SCUOLA PRIMARIA               DELLA SCUOLA PRIMARIA
                                                                                                                                     GRADO
Organizza le esperienze in procedure       Struttura le proprie conoscenze,   Identifica gli aspetti essenziali e le   Legge un testo e si sa porre domande
e schemi mentali per l’orientamento in     risalendo dall’informazione al     interrelazioni di concetti ed            sull’ informazione.
situazioni simili a quelle sperimentate.   concetto.                          informazioni operando in                 Individua collegamenti e relazioni e li
                                                                              autonomia.                               trasferisce in altri contesti.
                                                                                                                       Organizza il proprio apprendimento,
                                                                                                                       individuando, scegliendo e utilizzando
                                                                                                                       varie fonti e varie modalità di
                                                                                                                       informazione e di formazione
                                                                                                                       (formale, non formale e informale),
                                                                                                                       anche in funzione dei tempi
                                                                                                                       disponibili, delle proprie strategie e
                                                                                                                       del proprio metodo di studio e di
                                                                                                                       lavoro.
Puoi anche leggere
DIAPOSITIVE SUCCESSIVE ... Annulla