ISTITUTO COMPRENSIVO SAN PANCRAZIO SALENTINO

 
ISTITUTO COMPRENSIVO SAN PANCRAZIO SALENTINO
                     SCUOLA INFANZIA- PRIMARIA – SECONDARIA I GRADO
                                        AMBITO TERRITORIALE N. 11
                            Via Monsignor Lacarra, 4 – 72026 San Pancrazio Salentino (BR)
                          e-mail: bric82400a@istruzione.it - Pec: bric82400a@pec.istruzione.it
                                   sito web: http://www.icsanpancraziosalentino.gov.it/
                                    Cod. Fisc.: 91071270747 - Tel/Fax.: 0831/666037

Piano di Formazione I.C. San Pancrazio Salentino – triennio 2016-2019
IL DIRIGENTE SCOLASTICO

VISTA la Legge n.107/2015 ed in particolare il comma 124, relativo allo sviluppo professionale del personale scolastico che
          sancisce:
a. il principio della obbligatorietà della formazione in servizio in una logica strategica e funzionale al miglioramento;
b. la definizione e il finanziamento di un Piano nazionale di formazione triennale;
c. l’inserimento, nel piano triennale dell’offerta formativa di ogni scuola, della ricognizione dei bisogni formativi e delle conseguenti
          azioni di formazione da realizzare;
d. l’assegnazione ai docenti di una carta elettronica personale per la formazione e i consumi culturali;
e. il riconoscimento della partecipazione alla ricerca e alla documentazione di buone pratiche, come criteri per valorizzare e
          incentivare la professionalità docente;

VISTO l'Accordo di rete dell'Ambito 11BR sottoscritto in data 25/07/2016;

VISTO il Piano per la Formazione dei docenti 2016-2019 presentato dal MIUR in data 3 ottobre 2016;

VISTO il Piano per la Formazione dei docenti 2016-2019 presentato dalla rete di scopo “Athena” dell’Ambito 11 per la provincia di
Brindisi;

CONSIDERATO che il Piano di Formazione e Aggiornamento del personale docente deve essere sviluppato in coerenza con il RAV
di scuola e il Piano di Miglioramento di cui al D.P.R. n.80 del 28 marzo 2013;

VISTO il fabbisogno formativo emerso dall’indagine sui Bisogni Formativi dei Docenti per il triennio scolastico 2016/17, 2017/18,
2018/19 e le conseguenti aree di interesse;

TENUTO CONTO di quanto già previsto a livello di formazione del personale scolastico nel PTOF, deliberato dal Collegio dei docenti
in data 27 ottobre 2016 (delibera n. 2) e approvato dal Consiglio di Istituto in data 28 ottobre 2016 con delibera n. 2;

                                                              PRESENTA

                          Il Piano di Formazione dell’Istituzione Scolastica per il triennio 2016/2019

              Piano di Formazione I.C. San Pancrazio Salentino – triennio 2016-2019
Il Piano si articolerà in unità formative che saranno riconosciute come credito formativo dei docenti, secondo il seguente iter
procedurale:

 a) I docenti parteciperanno ad almeno un’attività di formazione per ciascun anno del triennio che costituirà l’Unità formativa a cui
 fa riferimento il Piano nazionale del MIUR, inerente a una delle aree tematiche risultate prioritarie a seguito di rilevazione dei
 bisogni formativi dei docenti.
 b) Ciascuna Unità Formativa avrà la durata di 25 ore, suddivise in moduli in presenza o in FAD (formazione a distanza o WBT -
 Web based training; ricerca-azione; studio individuale).
 c) I docenti potranno optare per la tematica dell’unità formativa fra quelle proposte dal presente Piano o in modo equivalente dal
 Piano della formazione elaborato dall’Ambito territoriale BR11 a cui appartiene l’Istituto, predisposto dalla scuola capofila ITT
 “Giorgi” di Brindisi per la Rete di scopo “Athena”;
 d) I docenti, in alternativa, potranno prendere parte ad attività di formazione proposte da Enti e Istituzioni accreditate alla
 formazione dei docenti da parte del MIUR previa la presentazione di un percorso formativo, autorizzato dal Dirigente Scolastico e
 in stretta coerenza con le priorità tematiche strategiche individuate dal presente Piano.
 e) Sono da considerarsi privilegiati i percorsi di Istituto o di Ambito, pur non essendo esclusa la opportunità di integrare
 individualmente la personale formazione attraverso convegni, workshop, master e seminari, anche utilizzando la Carta del
 docente.
 f) Sono considerate unità formative del piano le iniziative di formazione promosse dal MIUR o dagli Uffici Scolastici o dalle Reti di
 Scuole su tematiche coerenti con le aree di processo indicate nel RAV e gli obiettivi e i traguardi stabiliti dall’Istituto nel Piano di
 miglioramento.

Il Piano è composto da quattro sezioni:
SEZIONE A: rilevati, tabulati e clusterizzati i bisogni formativi dei docenti, sono stati elencati gli ambiti risultati prioritari.
SEZIONE B: gli ambiti tematici prioritari sono stati agganciati ai traguardi e agli obiettivi di processo, già individuati nel PdM con
             riferimento alle aree di processo proprie del RAV.
             Nella sezione è presente anche l'area di riferimento degli indicatori di qualità di processo, coerentemente con la check-
             list di cui al §8.1 del Piano Nazionale MIUR.
SEZIONE C: nella sezione sono dichiarate le caratteristiche dei percorsi formativi progettati, risultati prioritari in sede di mappatura
             dei bisogni dei docenti
SEZIONE D: per ciascun percorso formativo sono state descritte le Azioni Formative riferite ai diversi livelli, (MIUR, Ambito, Rete di
             scopo, Scuola) e le Unità Formative di cui si compongono le Azioni Formative.

              Piano di Formazione I.C. San Pancrazio Salentino – triennio 2016-2019
ANAGRAFICA ISTITUZIONE SCOLASTICA

CODICE MECCANOGRAFICO: BRIC82400A
DENOMINAZIONE: I.C. SAN PANCRAZIO SALENTINO
PROVINCIA: BRINDISI
CITTA’: SAN PANCRAZIO SALENTINO
INDIRIZZO: VIA MONSIGNOR LACARRA, 4
COGNOME E NOME DEL DIRIGENTE SCOLASTICO: VAGLIO LUCILLA
INDIRIZZO E-MAIL DEL DIRIGENTE SCOLASTICO: lucilla.vaglio@libero.it
NUMERO DOCENTI A TEMPO INDETERMINATO: 87
NUMERO DOCENTI A TEMPO DETERMINATO: 4
NUMERO PERSONALE ATA A TEMPO INDETERMINATO: 18
NUMERO PERSONALE ATA A TEMPO DETERMINATO: 2 (18+18 ore)
NUMERO PLESSI: 6

NUMERO LABORATORI

INFORMATICI 1
LINGUISTICI 1
SCIENTIFICI 1
ARTISTICI/MUSICALI/ALTRI 1

RETI A CUI L’ISTITUZIONE SCOLASTICA PARTECIPA

1.   Rete   di   scopo   “Saper fare per saper essere”
2.   Rete   di   scopo   “Hermes”
3.   Rete   di   scopo   “Clil & Go”
4.   Rete   di   scopo   “Sicurmed”
5.   Rete   di   scopo   “GenerAzione Welfare”

                    Piano di Formazione I.C. San Pancrazio Salentino – triennio 2016-2019
Ambiti tematici e priorità clusterizzate - Indicare l'ordine di priorità - Rilevati, tabulati e clusterizzati i bisogni formativi dei docenti, rilevati
con riferimento agli indicatori contenuti nella scheda di cui all’All. n. 1, vi chiediamo di voler procedere ad elencare gli ambiti risultati
prioritari.

Indicare le priorità

                                                                          Prima Seconda Terza Quarta Quinta             Sesta Settima Ottava        Nona
1. Autonomia organizzativa e didattica
2. Didattica per competenze, innovazione metodologica e
competenze di base
3. Competenze digitali e nuovi ambienti per l’apprendimento
4. Competenze di lingua straniera
5. Inclusione e disabilità
6. Coesione sociale e prevenzione del disagio giovanile globale
7. Integrazione, competenze di cittadinanza e cittadinanza globale
8. Scuola e Lavoro
9. Valutazione e miglioramento

CONTENUTI FORMATIVI PRIORITARI NELL’AMBITO DELLE AREE TEMATICHE

                         Prima          Seconda          Terza            Quarta           Quinta          Sesta       Settima       Ottava        Nona

                                                                                                                      Gestione
1. Autonomia
                                                                                                                        della
organizzativa e
                                                                                                                       classe
didattica
                                                                                                                       55,4%
2. Didattica per      Compiti di

                Piano di Formazione I.C. San Pancrazio Salentino – triennio 2016-2019
Prima         Seconda          Terza           Quarta           Quinta      Sesta   Settima   Ottava   Nona

competenze,          realtà e
innovazione       apprendimento
metodologica e       efficace
competenze di        91,8%
base                Rubriche
                    valutative
                     67,1%
3.
                                  Tecniche di
 Competenze
                                  costruzione
 digitali e
                                       di
 nuovi
                                   contenuti
 ambienti per
                                  digitali per
 l’apprendimen
                                  la didattica
 to -
                                    68,2%

                                                                                      Lingue
                                                                                     straniere
                                                                                      77,4%
4. Competenze                                                                           La
di lingua                                                                           dimensione
straniera                                                                           linguistica
                                                                                       della
                                                                                    metodologia
                                                                                       CLIL
                                                                                      76,2%
                                                                   Progettazione
                                                                 individualizzata
5. Inclusione e                                                          e
disabilità                                                        personalizzata:
                                                                     modelli e
                                                                    metodologie
                                                                     77,4%
6. Coesione                                      Progettazione

              Piano di Formazione I.C. San Pancrazio Salentino – triennio 2016-2019
Prima       Seconda        Terza         Quarta        Quinta       Sesta       Settima      Ottava        Nona

sociale e                                   di interventi
prevenzione del                             per il
disagio                                     recupero del
giovanile                                   disagio e per
globale –                                   prevenire
                                            fenomeni di
                                            violenza a
                                            scuola
                                               52,9%
                                             Prevenzione
                                            del bullismo e
                                                 del
                                            cyberbullismo
                                               52,9%

                                                                                      Cittadinanza
7. Integrazione,
                                                                                         attiva e
competenze di
                                                                                        diritti del
cittadinanza e
                                                                                        cittadino
cittadinanza
globale
                                                                                        40,5%

                                                                                                                Valutazione
                                                                                                                didattica:
                                                                                                                valutazione
                                                                                                                formativa e
                                                                                                                sommativa,
                                                                                                                compiti di
8. Valutazione e                                                                                                realtà e
miglioramento                                                                                                   valutazione
                                                                                                                autentica,
                                                                                                                valutazione
                                                                                                                certificazione
                                                                                                                delle
                                                                                                                competenze,
                                                                                                                  86,7 %

              Piano di Formazione I.C. San Pancrazio Salentino – triennio 2016-2019
Vi chiediamo di agganciare gli ambiti tematici, risultanti come prioritari da detta mappatura, ai traguardi e agli obiettivi di
     processo, già individuati nel PdM con riferimento alle aree di processo proprie del RAV, dopo averli sviluppati in ipotesi di
     azioni formative, oggetto di progettazione di dettaglio nella scheda di cui alla “sezione D”. Vi chiediamo, inoltre, di indicare
     l'area di riferimento degli indicatori di qualità di processo, coerentemente con la check-list di cui al §8.1 del Piano Nazionale
     MIUR. Agli indicatori seguono i corrispondenti valori-target, individuati in sede di progettazione di dettaglio di cui alle schede
     “sezione D”, e i correlati strumenti di rilevazione ed esiti attesi.
     Aree tematiche di riferimento (§ 4 linee guida): selezionare e declinare in dettaglio su obiettivi di apprendimento specifici
     coerenti con le aree di processo scelte)

     PERCORSO N. 1 : PROGETTARE E VALUTARE LE COMPETENZE

     B.1 – AREE TEMATICHE DI RIFERIMENTO:
DIDATTICA PER COMPETENZE, INNOVAZIONE METODOLOGICA E COMPETENZE DI BASE / VALUTAZIONE E
MIGLIORAMENTO

      Azione in rete di scuole (SAPER FARE PER SAPER ESSERE)
UDA; compiti autentici e valutazione per competenze

                     o   Autonomia didattica e organizzativa
                     o   Valutazione e miglioramento
                     o   Didattica per competenze, innovazione metodologica
                     o   Lingue straniere
                     o   Competenze digitali e nuovi ambienti per l’apprendimento
                     o   Scuola e Lavoro
                     o   Integrazione, competenze di cittadinanza e cittadinanza globale
                     o   Inclusione e disabilità
                     o   Coesione sociale e prevenzione del disagio giovanile

     Numero azioni formative progettate per l'area tematica suindicata 1

            Piano di Formazione I.C. San Pancrazio Salentino – triennio 2016-2019
Numero totale dei destinatari per le azioni formative progettate suindicate 85

      Obiettivi di processo del PdM: individuare gli obiettivi di processo, coerenti con i traguardi, sui quali si interviene con le
      singole azioni formative individuate

1. Promuovere percorsi di formazione/aggiornamento sulla progettazione per competenze e sulla valutazione delle
competenze.
2. Adottare strumenti condivisi e oggettivi per la progettazione delle UDA e per la valutazione delle competenze chiave e di
cittadinanza.

       Traguardi del PdM: indicare le aree dei traguardi sulle quali si interviene con le singole azioni formative individuate
1. Sviluppare le competenze chiave e di cittadinanza, con particolare riferimento a quelle sociali e civiche.

      Aree di processo (dal framework Scuola del RAV)

                       o   Risultati scolastici
                       o   Risultati INVALSI (e altre rilevazioni internazionali)
                       o   Competenze chiave
                       o   Risultati a distanza
                       o   Ambienti di apprendimento
                       o   Curricolo, progettazione e valutazione
                       o   Inclusione e differenziazione
                       o   Continuità e orientamento
                       o   Orientamento strategico e organizzazione
                       o   Integrazione con il territorio e rapporti con le famiglie
                       o   Sviluppo e valorizzazione delle risorse umane

      Aree del Framework Scuola del RAV

                       o   Esiti formativi ed educativi
                       o   Pratiche educative e didattiche
                       o   Pratiche gestionali e organizzative

      Aree di indicatori di qualità (check list di indicatori di cui al §8.1 Piano Nazionale MIUR)
                     o   Qualità del coinvolgimento

              Piano di Formazione I.C. San Pancrazio Salentino – triennio 2016-2019
1. La scelta dell’attività formativa è stata oggetto di approfondimento collegiale.
              2. L’attività formativa è coerente con le priorità individuate nel RAV
              3. Gli obiettivi di apprendimento sono stati resi noti prima dell’avvio della formazione
                         o   Qualità metodologica
              1. L’attività formativa prevede momenti di laboratorio tra i docenti
              2. L’attività formativa prevede confronti, scambi di esperienze e interazione tra partecipanti.
              3. Il programma dell’iniziativa formativa e la sua organizzazione temporale sono rispettati.
                         o   Qualità dell'impatto
              1. L’attività formativa consente di valutare la ricaduta dei temi trattati nella pratica quotidiana in classe
                         o   Qualità della trasferibilità e della diffusione
          1. L’attività formativa impegna i partecipanti a diffondere i contenuti approfonditi e le esperienze realizzate agli altri
          docenti della scuola
          2. Il percorso prevede la produzione di materiali spendibili nel proprio contesto lavorativo.

       Target/indicatore(individuare target specifico/ciascun indicatore selezionato)
 1. Presenza dei docenti ai gruppi di formazione-ricerca.
2. UdA trasversali e disciplinari, compiti autentici e rubriche valutative elaborate.
3. Percentuale di docenti che attua le metodologie proposte nella fase di formazione/ ricerca
4. Misura del gradimento espresso dai docenti in ordine alle azioni formative e alla ricaduta concreta sulle proprie pratiche di
insegnamento

        Strumenti/modalità di rilevazione
1. UdA trasversali e disciplinari, compiti autentici e rubriche valutative elaborate.
2. Questionario
        Esiti attesi(coerenti con profili di progettazione, indicatori, target definiti)
        1. Partecipazione di tutti i docenti dell’Istituto alla formazione.
2. Realizzazione di UDA trasversali, per lo sviluppo di competenze sociali e civiche.
3. Livelli delle competenze sociali e civiche riferiti alle lettere B/A della certificazione delle competenze per la maggior parte degli
alunni.

      PERCORSO N. 2 : DIDAMOBILE

    B.1 –AREA TEMATICA DI RIFERIMENTO:
COMPETENZE DIGITALI E NUOVI AMBIENTI PER L’APPRENDIMENTO

              Piano di Formazione I.C. San Pancrazio Salentino – triennio 2016-2019
Aree tematiche di riferimento (§ 4 linee guida): selezionare e declinare in dettaglio su obiettivi di apprendimento specifici
     coerenti con le aree di processo scelte)

                     o   Autonomia didattica e organizzativa
                     o   Valutazione e miglioramento
                     o   Didattica per competenze, innovazione metodologica
                     o   Lingue straniere
                     o   Competenze digitali e nuovi ambienti per l’apprendimento
                     o   Scuola e Lavoro
                     o   Integrazione, competenze di cittadinanza e cittadinanza globale
                     o   Inclusione e disabilità
                     o   Coesione sociale e prevenzione del disagio giovanile

     Numero azioni formative progettate per l'area tematica suindicata 1
     Numero totale dei destinatari per le azioni formative progettate suindicate : 85

     Obiettivi di processo del PdM: individuare gli obiettivi di processo, coerenti con i traguardi, sui quali si interviene con le
     singole azioni formative individuate

     1. Implementare l’utilizzo dei laboratori, nella scuola secondaria I grado, ricorrendo a metodologie didattiche
     innovative

       Traguardi del PdM: indicare le aree dei traguardi sulle quali si interviene con le singole azioni formative individuate

1. Sviluppare le competenze chiave e di cittadinanza, con particolare riferimento a quelle sociali e civiche.

      Aree di processo (dal framework Scuola del RAV)

                     o   Risultati scolastici
                     o   Risultati INVALSI (e altre rilevazioni internazionali)
                     o   Competenze chiave
                     o   Risultati a distanza
                     o   Ambienti di apprendimento
                     o   Curricolo, progettazione e valutazione

            Piano di Formazione I.C. San Pancrazio Salentino – triennio 2016-2019
o   Inclusione e differenziazione
                o   Continuità e orientamento
                o   Orientamento strategico e organizzazione
                o   Integrazione con il territorio e rapporti con le famiglie
                o   Sviluppo e valorizzazione delle risorse umane

Aree del Framework Scuola del RAV

                o   Esiti formativi ed educativi
                o   Pratiche educative e didattiche
                o   Pratiche gestionali e organizzative

Aree di indicatori di qualità (check list di indicatori di cui al §8.1 Piano Nazionale MIUR)
Seleziona tutte le voci applicabili.
     o Qualità del coinvolgimento
       1. La scelta dell’attività formativa è stata oggetto di approfondimento collegiale.
       2. L’attività formativa è coerente con le priorità individuate nel RAV
       3. Gli obiettivi di apprendimento sono stati resi noti prima dell’avvio della formazione
     o Qualità metodologica
       1. L’attività formativa prevede uno sviluppo progressivo nel tempo
     o Qualità dell'impatto
       1. L’attività formativa impegna i partecipanti nella mappatura e valutazione dell’effettiva acquisizione di nuove
       competenze (competenze in ingresso e in uscita)
     o Qualità della trasferibilità e della diffusione
   1. L’attività formativa impegna i partecipanti a diffondere i contenuti approfonditi e le esperienze realizzate agli altri
   docenti della scuola

Target/indicatore(individuare target specifico/ciascun indicatore selezionato)
   o Migliorare le competenze digitali degli insegnanti. Flipped classroom, EAS o Episodi di apprendimento situati. PBL.
   o Applicazione da parte di almeno il 50% dei docenti sulle attività ordinarie di classe
   o Qualità della trasferibilità e della diffusione – Buona. La standardizzazione delle pratiche permette una loro buona
      trasferibilità e diffusione.

       Piano di Formazione I.C. San Pancrazio Salentino – triennio 2016-2019
Utilizzo da parte di almeno il 50% dei docenti delle tecnologie didattiche funzionali al miglioramento degli apprendimenti degli
      allievi.
      Misura del gradimento espresso dai docenti in ordine alle azioni formative e alla ricaduta concreta sulle proprie pratiche di
      insegnamento

      Strumenti/modalità di rilevazione
- Questionario di rilevazione

        Esiti attesi(coerenti con profili di progettazione, indicatori, target definiti)
Utilizzo dei laboratori multimediali e di tecnologie e metodologie didattiche funzionali al miglioramento degli
apprendimenti degli allievi.

     B.1 – AREA TEMATICA DI RIFERIMENTO:
. COESIONE SOCIALE E PREVENZIONE DEL DISAGIO GIOVANILE GLOBALE –

      PERCORSO N. 3 : UNA SCUOLA PER TUTTI
      B.1 –AREE TEMATICHE DI RIFERIMENTO: COESIONE SOCIALE E PREVENZIONE DEL DISAGIO GIOVANILE GLOBALE
                                           INCLUSIONE E DISABILITÀ

      Aree tematiche di riferimento (§ 4 linee guida): selezionare e declinare in dettaglio su obiettivi di apprendimento specifici
      coerenti con le aree di processo scelte)

                      o   Autonomia didattica e organizzativa
                      o   Valutazione e miglioramento
                      o   Didattica per competenze, innovazione metodologica
                      o   Lingue straniere
                      o   Competenze digitali e nuovi ambienti per l’apprendimento
                      o   Scuola e Lavoro
                      o   Integrazione, competenze di cittadinanza e cittadinanza globale
                      o   Inclusione e disabilità
                      o   Coesione sociale e prevenzione del disagio giovanile

             Piano di Formazione I.C. San Pancrazio Salentino – triennio 2016-2019
Numero azioni formative progettate per l'area tematica suindicata 1
      Numero totale dei destinatari per le azioni formative progettate suindicate : 87

      Obiettivi di processo del PdM: individuare gli obiettivi di processo, coerenti con i traguardi, sui quali si interviene con le
      singole azioni formative individuate

1. Promuovere percorsi formativi, rivolti ai docenti, sulla tematica dell'inclusione.
2. Elaborare strumenti operativi condivisi per la programmazione di interventi educativo-didattici a favore di alunni con
disabilità certificata, BES,DSA

       Traguardi del PdM: indicare le aree dei traguardi sulle quali si interviene con le singole azioni formative individuate

1. Sviluppare le competenze chiave e di cittadinanza, con particolare riferimento a quelle sociali e civiche.

       Aree di processo (dal framework Scuola del RAV)

                      o   Risultati scolastici
                      o   Risultati INVALSI (e altre rilevazioni internazionali)
                      o   Competenze chiave
                      o   Risultati a distanza
                      o   Ambienti di apprendimento
                      o   Curricolo, progettazione e valutazione
                      o   Inclusione e differenziazione
                      o   Continuità e orientamento
                      o   Orientamento strategico e organizzazione
                      o   Integrazione con il territorio e rapporti con le famiglie
                      o   Sviluppo e valorizzazione delle risorse umane

      Aree del Framework Scuola del RAV

                      o   Esiti formativi ed educativi
                      o   Pratiche educative e didattiche
                      o   Pratiche gestionali e organizzative

             Piano di Formazione I.C. San Pancrazio Salentino – triennio 2016-2019
Aree di indicatori di qualità (check list di indicatori di cui al §8.1 Piano Nazionale MIUR)
       Seleziona tutte le voci applicabili.
            o Qualità del coinvolgimento
              1. La scelta dell’attività formativa è stata oggetto di approfondimento collegiale.
              2. L’attività formativa è coerente con le priorità individuate nel RAV
              3. Gli obiettivi di apprendimento sono stati resi noti prima dell’avvio della formazione
            o Qualità metodologica
              1. L’attività formativa prevede momenti di laboratorio tra i docenti
              2. L’attività formativa prevede confronti, scambi di esperienze e interazione tra partecipanti.
            o Qualità dell'impatto
              1. L’attività formativa impegna i partecipanti nella mappatura e valutazione dell’effettiva acquisizione di nuove
              competenze.
            o Qualità della trasferibilità e della diffusione
          1. L’attività formativa impegna i partecipanti a diffondere i contenuti approfonditi e le esperienze realizzate agli altri
          docenti della scuola
          2. Il percorso prevede la produzione di materiali spendibili nel proprio contesto lavorativo.

       Target/indicatore(individuare target specifico/ciascun indicatore selezionato)

1. Presenza dei docenti ai gruppi di formazione-ricerca.
2. Percentuale di docenti che attua le metodologie proposte nella fase di formazione/ ricerca
3. Utilizzo degli strumenti operativi condivisi per la programmazione di interventi educativo-didattici a favore di alunni con disabilità
certificata, BES,DSA
4. Misura del gradimento espresso dai docenti in ordine alle azioni formative e alla ricaduta concreta sulle proprie pratiche di
insegnamento

       Strumenti/modalità di rilevazione
- Questionario
- Piani didattici personalizzati realizzati per alunni con DSA, BES

        Esiti attesi (coerenti con profili di progettazione, indicatori, target definiti)

1. Partecipazione di docenti di sostegno e curricolari dell’Istituto alla formazione.

              Piano di Formazione I.C. San Pancrazio Salentino – triennio 2016-2019
2. Realizzazione di strumenti operativi condivisi per la programmazione di interventi educativo-didattici a favore di alunni con
disabilità certificata, BES,DSA

       PERCORSO N. 4 : LINGUA INGLESE
       B.1 – AREA TEMATICA DI RIFERIMENTO: COMPETENZE DI LINGUA STRANIERA

               Aree tematiche di riferimento (§ 4 linee guida): selezionare e declinare in dettaglio su obiettivi di apprendimento
specifici coerenti con le aree di processo scelte)

                       o   Autonomia didattica e organizzativa
                       o   Valutazione e miglioramento
                       o   Didattica per competenze, innovazione metodologica
                       o   Lingue straniere
                       o   Competenze digitali e nuovi ambienti per l’apprendimento
                       o   Scuola e Lavoro
                       o   Integrazione, competenze di cittadinanza e cittadinanza globale
                       o   Inclusione e disabilità
                       o   Coesione sociale e prevenzione del disagio giovanile

       Numero azioni formative progettate per l'area tematica suindicata 1
       Numero totale dei destinatari per le azioni formative progettate suindicate 84

      Obiettivi di processo del PdM: individuare gli obiettivi di processo, coerenti con i traguardi, sui quali si interviene con le
      singole azioni formative individuate
1. Promuovere percorsi di formazione/aggiornamento sulla progettazione per competenze e sulla valutazione delle
competenze.

       Traguardi del PdM: indicare le aree dei traguardi sulle quali si interviene con le singole azioni formative individuate
1. Sviluppare le competenze chiave e di cittadinanza, con particolare riferimento a quelle sociali e civiche.

       Aree di processo (dal framework Scuola del RAV)

                       o   Risultati scolastici
                       o   Risultati INVALSI (e altre rilevazioni internazionali)

              Piano di Formazione I.C. San Pancrazio Salentino – triennio 2016-2019
o   Competenze chiave
                       o   Risultati a distanza
                       o   Ambienti di apprendimento
                       o   Curricolo, progettazione e valutazione
                       o   Inclusione e differenziazione
                       o   Continuità e orientamento
                       o   Orientamento strategico e organizzazione
                       o   Integrazione con il territorio e rapporti con le famiglie
                       o   Sviluppo e valorizzazione delle risorse umane

      Aree del Framework Scuola del RAV

                       o   Esiti formativi ed educativi
                       o   Pratiche educative e didattiche
                       o   Pratiche gestionali e organizzative

      Aree di indicatori di qualità (check list di indicatori di cui al §8.1 Piano Nazionale MIUR)
                 o Qualità del coinvolgimento
             1. La scelta dell’attività formativa è stata oggetto di approfondimento collegiale.
             2. L’attività formativa è coerente con le priorità individuate nel RAV
             3. Gli obiettivi di apprendimento sono stati resi noti prima dell’avvio della formazione
                 o Qualità metodologica
            1. L’attività formativa prevede uno sviluppo progressivo nel tempo
                 o Qualità dell'impatto
             1. L’attività formativa impegna i partecipanti nella mappatura e valutazione dell’effettiva acquisizione di nuove
             competenze (competenze in ingresso e in uscita)

      Target/indicatore(individuare target specifico/ciascun indicatore selezionato)
1. Misura del gradimento espresso dai docenti in ordine alle azioni formative e alla ricaduta concreta sulle proprie pratiche di
insegnamento

        Strumenti/modalità di rilevazione
- Questionario

        Esiti attesi (coerenti con profili di progettazione, indicatori, target definiti)

              Piano di Formazione I.C. San Pancrazio Salentino – triennio 2016-2019
1. Partecipazione di una alta percentuale di docenti dell’Istituto alla formazione.
2. Avvio della progettazione di moduli CLIL.

      Vi chiediamo di procedere, a dichiarare quali caratteristiche dei percorsi formativi, risultate prioritarie in sede di mappatura
      dei bisogni dei docenti, sono ritenute prioritarie dalla Scuola e qualificanti dei percorsi formativi, la cui progettazione di
      dettaglio si fornisce alla “sezione d”.
      Organizzazione

                        Sessioni pomeridiane settimanali di n.3/4 ore88,2%
                        o
                        sessioni pomeridiane bisettimanali di n. ¾ ore
                        o
                        giornate di formazione
                        o
                        altro
                        o
      Metodologia - in presenza

                        o lezione frontale 84,5%
                        o seminario
                        o modalità cooperative e collaborative (es.: cooperative learning, PBL, nominalgrouptecnique, role-play,
                          simulazioni psicosociali, ecc.)
                        o studio/lavoro individuale strutturato
                        o altro

      Metodologia - Formazione a Distanza

                        o   Videolezioni 68,2%
                        o   webinar
                        o   modalità cooperative e collaborative online
                        o   Altro

      Verifiche - tipologia prove

                        o   scritte
              Piano di Formazione I.C. San Pancrazio Salentino – triennio 2016-2019
o   orali
                 o   pratiche
                 o   strutturate 56%
                 o   semistrutturate
                 o   aperte
                 o   autentiche
                 o   portfolio
                 o   Altro

Verifiche - modalità di somministrazione

                 o   in presenza 71,8%
                 o   FAD
                 o   miste
                 o   Altro:

Valutazione

                 o   formale 75,3%
                 o   -autentica
                 o   Altro

Certificazione

                 o   attestazione di frequenza 77,6%
                 o   -attestato di competenze
                 o   -bilancio di competenze
                 o   Altro

      Piano di Formazione I.C. San Pancrazio Salentino – triennio 2016-2019
ANAGRAFE ISTITUZIONE SCOLASTICA
                                            Provincia BRINDISI
                                                 Città SAN PANCRAZIO SALENTINO
                               Codice meccanografico BRIC82400A
                                  Dirigente scolastico Lucilla Vaglio
                                                                                                     Tel/Fax: 0831/666037
                                                         E-mail (istituzionale della scuola e personale del DS: bric82400a@istruzione.it
                                                                                                                lucilla.vaglio@libero.it

                                                                                          Cognome e nome: VAGLIO LUCILLA
                                                                                                   Qualifica: Dirigente Scolastico
                                            Referente
                                                                                                         cell.
                                                                                           e-mail personale: lucilla.vaglio@libero.it
                            Denominazione della rete: SAPER FARE PER SAPER ESSERE

CARATTERISTICHE STRUTTURALI
Risorse umane:

N° docenti a T.I. 87
N° docenti a T.D. 4
N° Personale ATA a T.I. 18
N° Personale ATA a T.D. 2 (18 + 18 ore)
Risorse strutturali     6 Plessi – 1 Plesso Di Scuola Secondaria I Grado, 2 Plessi Di Scuola Primaria, 2 Plessi Di Scuola Dell’infanzia
Risorse infrastrutturali (laboratori, ecc.)
N° LABORATORI:
  INFORMATICI 1
   LINGUISTICI 1
   SCIENTIFICI 1
   ARTISTICI/MUSICALI/ALTRI 1 N° BIBLIOTECHE 3 N° PALESTRE 3

               Piano di Formazione I.C. San Pancrazio Salentino – triennio 2016-2019
TITOLO AZIONE FORMATIVA: UdA, compiti autentici e valutazione per competenze
AZIONE FORMATIVA N° 1
LIVELLO: Rete di scopo “Saper fare per saper essere”
LIVELLO: Scuola

                                              AREE TEMATICHE DI INTERVENTO

1.    Autonomia organizzativa e didattica
2.    Didattica per competenze, innovazione metodologica e competenze di base
3.    Competenze digitali e nuovi ambienti per l’apprendimento
4.    Competenze di lingua straniera
5.    Inclusione e disabilità
6.    Coesione sociale e prevenzione del disagio giovanile globale
7.    Integrazione, competenze di cittadinanza e cittadinanza globale
8.    Scuola e Lavoro
9.    Valutazione e miglioramento

1. Didattica per competenze, innovazione metodologica e competenze di base
2. Valutazione e miglioramento
   o didattica per competenze;
   o innovazione metodologica;
   o competenze di base;
   o valutazione e miglioramento

 SPECIFICHE COMPETENZE DEL PROFILO PROFESSIONALE DEI DESTINATARI SULLE QUALI SI VUOLE INTERVENIRE CON
                                                      IL PERCORSO FORMATIVO
                    RIF. AI PROFILI DI COMPETENZE INDIVIDUATI - BARRARE UNA O PIÙ COMPETENZE
Area didattica
      Progettazione-organizzazione situazioni di apprendimento
      Strategie-metodologie
      Osservazione - valutazione dell’efficacia dell’insegnamento e degli apprendimenti
Empowerment professionale
      Incubazione/generazione/promozione di innovazione (documentazione, portfolio, ricerca educativa ed organizzativa)

             Piano di Formazione I.C. San Pancrazio Salentino – triennio 2016-2019
UNITÀ FORMATIVE COERENTI CON LE PRIORITÀ NAZIONALI E CON LE PRIORITÀ FORMATIVE RIVENIENTI DAI RAV DELLE
                                        ISTITUZIONI SCOLASTICHE

Bisogni formativi individuati dalla istituzione scolastica / rete (con riferimento alle aree tematiche di intervento e alle competenze
individuate)

AMBITO TEMATICO                                AREA DI PROCESSO                             AREA DEL PROFILO DI COMPETENZE
1. Valutazione e miglioramento                 1. Curricolo, progettazione e valutazione
2. Didattica per competenze, innovazione       2. Sviluppo e valorizzazione delle risorse      Area Didattica
   metodologica e competenze di base              umane                                        Empowerment professionale

rilevati con i seguenti strumenti: Sondaggio

                                                          PERCORSO 1: 50 ore

Area tematica/contenuto formativo:
       Valutazione e miglioramento;
       Didattica per competenze, innovazione metodologica e competenze di base

Titolo: UdA, compiti autentici e valutazione per competenze

Periodo di realizzazione: a.s. 2016 –2017

              Piano di Formazione I.C. San Pancrazio Salentino – triennio 2016-2019
MODULO 1: 25 ore

DESTINATARI
PROFILO                                                          NUMERO PARTECIPANTI
DOCENTI (SCUOLA DELL’INFANZIA,PRIMARIA, SEC. I GRADO)            10 PER SCUOLA IN RETE

MODELLO FORMATIVO                                  PROPOSTA PROGETTUALE – AZIONE 1, B1
UFC 25 H                                           METODOLOGIE      CONTENUTI        STRUMENTI VERIFICA VALUTAZIONE
                                                                  Presentazione
                                                                  attività
                                                                  Consegne per i
        da 8
                  lezioni frontali e/o                LEZIONE     gruppi di lavoro.
UDA1    a 12                              n. ore 8
                laboratori in presenza               FRONTALE     Compiti
         h
                                                                  autentici e         Rav
                                                                  rubriche di         Ptof
                                                                  valutazione         Curricolo
                                                                  Lavori di           Verticale
                                                                  gruppo:             Indicazioni
                                                                  costruzione di      Nazionali
                                                                  compiti             Piano
                                                                  autentici e         Nazionale
       da 6      esercitazioni/tutoring              LAVORO DI    relative rubriche   Formazion
UDA2                                      n. ore 7
       a8h         pratica didattica                  GRUPPO      di valutazione      e
                                                                  Restituzione e
                                                                  riflessione sui
                                                                  lavori svolti -
                                                                  Punti di forza e
                                                                  criticità
                                                                                     Riordino dei
                                                                 Autoformazione -
        da 8                                                                         materiali
                                           n. ore     Lavoro in        Analisi e
UDA3    a 10    Studio/documentazione                                                predisposti
                                             10     cooperazione  predisposizione
         h                                                                           nei lavori di
                                                                 materiali didattici
                                                                                     gruppo
       H tot.                              H tot.
        25                                   25
            Piano di Formazione I.C. San Pancrazio Salentino – triennio 2016-2019
Definizione di standard per formazione e monitoraggio delle iniziative formative

1. Possesso ed esercizio di competenze culturali, disciplinari, didattiche e metodologiche in relazione ai traguardi di competenza ed
   agli obiettivi di apprendimento previsti dagli ordinamenti scolastici;
2. possesso ed esercizio delle competenze relazionali e organizzative in relazione alla migliore gestione dell’insegnamento e degli
   ambienti di apprendimento;
3. partecipazione responsabile all’organizzazione scolastica, al lavoro collaborativo in rete, anche assicurando funzioni di
   coordinamento e animazione;
4. cura della propria formazione in forma di ricerca didattica, documentazione, riflessione sulle pratiche, diffusione di esperienze di
   eccellenza.

INDICATORI DI MONITORAGGIO E DI EFFICIENZA QUALI-QUANTITATIVI DELLE INIZIATIVE FORMATIVE

       Indicatori di qualità metodologica
   o   Chiarezza, coerenza ed efficacia dell’impianto formativo;
   o   Obiettivi ben definiti;
   o   Presenza di azioni di monitoraggio e valutazione ex-post della formazione proposta;
   o   Ricaduta sugli allievi, sull’organizzazione della scuola e sulla professionalità del formando;

      Indicatori di qualità dell’impatto
L’impatto atteso del progetto a medio e lungo termine riguarda i seguenti aspetti:
    o migliore qualità didattica - L’insegnante è protagonista attivo e motore di riferimento del proprio sviluppo professionale?
    o flessibilità crescente del sistema di istruzione e formazione – Permette la formazione lo sviluppo di un proprio percorso
      educativo e formativo?
    o migliore organizzazione della scuola autonoma – La formazione è finalizzata ad una migliore organizzazione delle istituzioni
      scolastiche autonome?
    o migliori risultati di apprendimento delle giovani generazioni - La formazione è finalizzata al miglioramento degli apprendimenti
      degli allievi?

       Indicatori di qualità della trasferibilità e della diffusione
   o   Produzione di documenti informatici
   o   Pubblicizzazione in rete e sul sito di scuola (pagine web)
   o   creare comunicazione tra le scuole e le altre agenzie presenti sul territorio per la circolazione dei dati emersi;
   o   formazione di una banca-dati per raccogliere, memorizzare e usare i dati per ricerche all’interno e all’esterno del sistema

              Piano di Formazione I.C. San Pancrazio Salentino – triennio 2016-2019
scolastico;
   o   creazione di una comunità di ricerca e di confronto sui modi aperti della realizzazione dell’autonomia scolastica;

Modalità di documentazione dei percorsi formativi / di ricerca progettati e relativi prodotti attesi:

MODALITÀ DI DOCUMENTAZIONE: Documenti informatici e cartacei (verbali di incontro, materiali prodotti dai corsisti, ecc…)
METODOLOGIE DI DOCUMENTAZIONE: Si creerà un’apposita area sul sito web di istituto
PRODOTTI ATTESI: UdA, Compiti autentici, Rubriche di valutazione
AZIONI ULTERIORI SULLA DOCUMENTAZIONE PRODOTTA: //

Presentazione, diffusione, confronto sulle esperienze realizzate tra gli operatori scolastici, con gli studenti, con le famiglie: //
Area tematica/contenuto formativo: Progettare il curricolo verticale per competenze

Titolo: Realizzare compiti autentici e valutarli

Periodo di realizzazione: a.s. 2016/2017

                                                            MODULO 2: 25 ore

DESTINATARI
PROFILO                                                                NUMERO PARTECIPANTI
DOCENTI (SCUOLA DELL’INFANZIA,PRIMARIA, SEC. I GRADO)                  TUTTI

MODELLO
                    PROPOSTA PROGETTUALE – AZIONE 1, B1a
FORMATIVO
UFC 25 H             METODOLOGIE                         CONTENUTI                          STRUMENTI           VERIFICA     VALUTAZIONE

              Piano di Formazione I.C. San Pancrazio Salentino – triennio 2016-2019
Rav
                                                                                       Ptof
                                                                                       Curricolo
                                        Presentazione attività
                       LEZIONE                                                         verticale
                                        Consegne per i gruppi di lavoro.
UDA1   n. ore 3       FRONTALE                                                         Indicazioni
                      TUTORING          Compiti autentici e rubriche di
                                                                                       nazionali
                                        valutazione
                                                                                       Materiali
                                                                                       predisposti
                                                                                      nel modulo 1

                       LAVORI DI                                                       Rav
                        GRUPPO                                                         Ptof
                   Gruppi di max 10     Lavori di gruppo: costruzione di compiti       Curricolo
                   docenti suddivisi    autentici e relative rubriche di               verticale
UDA2   n. ore 12    per intersezione    valutazione                                    Indicazioni
                   e/o interclasse e    Restituzione e riflessione sui lavori          nazionali
                   coordinati da un     svolti -Punti di forza e criticità             Materiali
                        docente                                                        predisposti nel
                     disseminatore                                                     modulo 1
                                         5 ore per progettazione di un’UdA (con
                                         due o tre discipline) da somministrare
                                         in classe che sia diversa da quella
                                         preparata nelle sessioni di formazione,
                                         completa di verifica per compiti
                       LAVORO                                                         Materiali
                                         autentici degli apprendimenti e rubrica
                     AUTONOMO                                                         riguardanti le     Materiali
UDA3   n. ore 10                         di valutazione;
                    esercitazioni/                                                    tematiche          predisposti
                                         2 h per reperimento dati, informazioni,
                   pratica didattica                                                  affrontate
                                         materiali, ecc. ai fini della preparazione
                                         dell’UdA;
                                       3 ore per la rendicontazione dell’attività,
                                       con relazione dei risultati ottenuti e dei
                                       punti critici riscontrati.
       H tot. 25

            Piano di Formazione I.C. San Pancrazio Salentino – triennio 2016-2019
Definizione di standard per formazione e monitoraggio delle iniziative formative

5. Possesso ed esercizio di competenze culturali, disciplinari, didattiche e metodologiche in relazione ai traguardi di competenza ed
   agli obiettivi di apprendimento previsti dagli ordinamenti scolastici;
6. possesso ed esercizio delle competenze relazionali e organizzative in relazione alla migliore gestione dell’insegnamento e degli
   ambienti di apprendimento;
7. partecipazione responsabile all’organizzazione scolastica, al lavoro collaborativo in rete, anche assicurando funzioni di
   coordinamento e animazione;
8. cura della propria formazione in forma di ricerca didattica, documentazione, riflessione sulle pratiche, diffusione di esperienze di
   eccellenza.

INDICATORI DI MONITORAGGIO E DI EFFICIENZA QUALI-QUANTITATIVI DELLE INIZIATIVE FORMATIVE
      Indicatori di qualità metodologica
    o Chiarezza, coerenza ed efficacia dell’impianto formativo;
    o Obiettivi ben definiti;
    o Presenza di azioni di monitoraggio e valutazione ex-post della formazione proposta;
    o Ricaduta sugli allievi, sull’organizzazione della scuola e sulla professionalità del formando;
      Indicatori di qualità dell’impatto
L’impatto atteso del progetto a medio e lungo termine riguarda i seguenti aspetti:
    o migliore qualità didattica - L’insegnate è protagonista attivo e motore di riferimento del proprio sviluppo professionale?
    o flessibilità crescente del sistema di istruzione e formazione – Permette la formazione lo sviluppo di un proprio percorso
      educativo e formativo?
    o migliore organizzazione della scuola autonoma – La formazione è finalizzata ad una migliore organizzazione delle istituzioni
      scolastiche autonome?
    o migliori risultati di apprendimento delle giovani generazioni - La formazione è finalizzata al miglioramento degli apprendimenti
      degli allievi?
      Indicatori di qualità della trasferibilità e della diffusione
    o Produzione di documenti informatici
    o Pubblicizzazione in rete e sul sito di scuola (pagine web)
    o creare comunicazione tra le scuole e le altre agenzie presenti sul territorio per la circolazione dei dati emersi;
    o formazione di una banca-dati per raccogliere, memorizzare e usare i dati per ricerche all’interno e all’esterno del sistema
      scolastico;
    o creazione di una comunità di ricerca e di confronto sui modi aperti della realizzazione dell’autonomia scolastica;

              Piano di Formazione I.C. San Pancrazio Salentino – triennio 2016-2019
Modalità di documentazione dei percorsi formativi / di ricerca progettati e relativi prodotti attesi:

MODALITÀ DI DOCUMENTAZIONE: Documenti informatici e cartacei (verbali di incontro, materiali prodotti dai corsisti, ecc…)
METODOLOGIE DI DOCUMENTAZIONE: Si creerà un’apposita area sul sito web di istituto
PRODOTTI ATTESI: UdA, Compiti autentici, Rubriche di valutazione

AZIONI ULTERIORI SULLA DOCUMENTAZIONE PRODOTTA: //
Presentazione, diffusione, confronto sulle esperienze realizzate tra gli operatori scolastici, con gli studenti, con le famiglie: //
Area tematica/contenuto formativo: Progettare il curricolo verticale per competenze

Titolo: UdA, compiti autentici e valutazione per competenze
Periodo di realizzazione: a.s. 2016/2017

              Piano di Formazione I.C. San Pancrazio Salentino – triennio 2016-2019
ANAGRAFE ISTITUZIONE SCOLASTICA

                                            Provincia BRINDISI
                                                 Città SAN PANCRAZIO SALENTINO
                               Codice meccanografico BRIC82400A
                                  Dirigente scolastico Lucilla Vaglio
                                                                                                     Tel/Fax: 0831/666037
                                                         E-mail (istituzionale della scuola e personale del DS: bric82400a@istruzione.it
                                                                                                                lucilla.vaglio@libero.it

                                                                                          Cognome e nome: VAGLIO LUCILLA
                                                                                                   Qualifica: Dirigente Scolastico
                                            Referente
                                                                                                         cell.
                                                                                           e-mail personale: lucilla.vaglio@libero.it
                            Denominazione della rete: HERMES

CARATTERISTICHE STRUTTURALI
Risorse umane:

N° docenti a T.I. 87
N° docenti a T.D. 4
N° Personale ATA a T.I. 18
N° Personale ATA a T.D. 2 (18 + 18 ore)
Risorse strutturali     6 Plessi – 1 Plesso Di Scuola Secondaria I Grado, 2 Plessi Di Scuola Primaria, 2 Plessi Di Scuola Dell’infanzia
Risorse infrastrutturali (laboratori, ecc.)
N° LABORATORI:
  INFORMATICI 1
   LINGUISTICI 1
   SCIENTIFICI 1
   ARTISTICI/MUSICALI/ALTRI 1 N° BIBLIOTECHE 3 N° PALESTRE 3

               Piano di Formazione I.C. San Pancrazio Salentino – triennio 2016-2019
TITOLO AZIONE FORMATIVA: DIDAMOBILE
AZIONE FORMATIVA N° 2
LIVELLO: Rete di scopo “Hermes”
LIVELLO: Scuola

                                              AREE TEMATICHE DI INTERVENTO

       1. Autonomia organizzativa e didattica
2.    Didattica per competenze, innovazione metodologica e competenze di base
3.    Competenze digitali e nuovi ambienti per l’apprendimento
4.    Competenze di lingua straniera
5.    Inclusione e disabilità
6.    Coesione sociale e prevenzione del disagio giovanile globale
7.    Integrazione, competenze di cittadinanza e cittadinanza globale
8.    Scuola e Lavoro
9.    Valutazione e miglioramento

Competenze digitali e nuovi ambienti per l’apprendimento

 SPECIFICHE COMPETENZE DEL PROFILO PROFESSIONALE DEI DESTINATARI SULLE QUALI SI VUOLE INTERVENIRE CON
                                                   IL PERCORSO FORMATIVO
                    RIF. AI PROFILI DI COMPETENZE INDIVIDUATI - BARRARE UNA O PIÙ COMPETENZE
Area didattica
      Progettazione-organizzazione situazioni di apprendimento
      Strategie-metodologie
Empowerment professionale
      Cura formazione continua

             Piano di Formazione I.C. San Pancrazio Salentino – triennio 2016-2019
UNITÀ FORMATIVE COERENTI CON LE PRIORITÀ NAZIONALI E CON LE PRIORITÀ FORMATIVE RIVENIENTI DAI RAV DELLE
                                        ISTITUZIONI SCOLASTICHE

Bisogni formativi individuati dalla istituzione scolastica / rete (con riferimento alle aree tematiche di intervento e alle competenze
individuate),

AMBITO TEMATICO                       AREA DI PROCESSO                                                  AREA DEL PROFILO DI
                                                                                                        COMPETENZE
Competenze digitali e nuovi              Ambiente di apprendimento
                                                                                                            Area Didattica
ambienti per l’apprendimento             Curricolo, progettazione e valutazione
                                                                                                            Empowerment professionale

rilevati con i seguenti strumenti: Rilevazione durante incontro collegiale

                                                          PERCORSO 1: 50 ore

Area tematica/contenuto formativo: Competenze digitali e nuovi ambienti per l’apprendimento
Titolo: DIDAMOBILE - http://www.didattikamente.net/GuestBook_2016.htm

Periodo di realizzazione: a.s. 2016/2017
                         a.s. 2017/2018

              Piano di Formazione I.C. San Pancrazio Salentino – triennio 2016-2019
MODULO 1: 27 ore

DESTINATARI
PROFILO                                                          NUMERO PARTECIPANTI 30
DOCENTI (SCUOLA PRIMARIA e SECONDARIA I GARDO)                   3 docenti dall’IC di San Pancrazio Salentino

MODELLO
                  PROPOSTA PROGETTUALE – AZIONE 2
FORMATIVO
UFC 27 H          METODOLOGIE                         CONTENUTI                        STRUMENTI        VERIFICA VALUTAZIONE
                                     Iscrizione sulla FAD
                                     Questionario/profilatura docente
UDA1   n. ore 7
                                     Test d'ingresso in modalità elettronica
                                     Controllo e/o creazione account con Google
                                     Il Cloud nella didattica
                                     Risorse nel WEB
                                     Didattica: Costruire il sapere
UDA2   n. ore 7                      La Flipped Classroom                                PC
                                     Piattaforma CMS nel cloud                           LIM
                                     Test e sondaggi di valutazione elettronica con      SOFTWARE
                                     utilizzo dei BYOD                                   Materiali
                    LEZIONE          Creare lezioni                                      didattici:
                   FRONTALE          interattive/multimediali Condivise                  video
                                     Lesson Plan                                         lezioni
                                     Tool per il brainstorming                           Attività LIM
UDA3   n. ore 7                      Il video nella didattica                            Presentazio
                                     I dispositivi Mobile nell’apprendimento             ni PPT
                                     Portfolio Digitale
                                     Bacheche e muri virtuali
                                     Didattica: EAS
                                     Licenze CC
UDA                                  Privacy
       n. ore 4
 4                                   Mind mapping, organizzare le conoscenze per
                                     concetti chiave. Le applicazioni web e mobile
UDA    n. ore 2     WEBINAR           Introduzione al coding;

            Piano di Formazione I.C. San Pancrazio Salentino – triennio 2016-2019
5                                     Educazione al media, social network e al
                                        safety;
                                        Cittadinanza digitale;
                                        Sicurezza dei dati e privacy;
                                        Ambienti di apprendimento per la didattica
                                        digitale integrata.
         Tot. H
          27

                                                         MODULO 2: 23 ore

                                               avere ambienti di collaborazione e condivisione
                                               relativi agli argomenti del corso al fine di
                                               promuovere la costruzione di una Comunità di
                                               pratiche;
                                               ottenere    risorse     digitali  di     testo e
                      LEZIONI ON LINE
                                               multimediali (immagini, animazioni, video,
                      E-LEARNING SU
UDA                                            video tutorial, audio, interazioni ecc);
         n. ore 23     PIATTAFORMA
 6                                             scaricare dispense digitali di studio;
                          MOODLE
                                               svolgere esercitazioni, svolgere Test e ricevere
                     AUTOFORMAZIONE
                                               le correzioni e le valutazioni degli stessi;
                                               partecipare attivamente ai forum;
                                               avere assistenza continua al percorso
                                               formativo garantita costantemente per tutta la
                                               durata del corso
         N. ORE
         TOT. 50

Definizione di standard per formazione e monitoraggio delle iniziative formative

9. Possesso ed esercizio di competenze culturali, disciplinari, didattiche e metodologiche in relazione ai traguardi di competenza ed
   agli obiettivi di apprendimento previsti dagli ordinamenti scolastici;

              Piano di Formazione I.C. San Pancrazio Salentino – triennio 2016-2019
10. possesso ed esercizio delle competenze relazionali e organizzative in relazione alla migliore gestione dell’insegnamento e degli
    ambienti di apprendimento;
11. partecipazione responsabile all’organizzazione scolastica, al lavoro collaborativo in rete, anche assicurando funzioni di
    coordinamento e animazione;
12. cura della propria formazione in forma di ricerca didattica, documentazione, riflessione sulle pratiche, diffusione di esperienze di
    eccellenza.

INDICATORI DI MONITORAGGIO E DI EFFICIENZA QUALI-QUANTITATIVI DELLE INIZIATIVE FORMATIVE

       Indicatori di qualità metodologica
   o   Chiarezza, coerenza ed efficacia dell’impianto formativo;
   o   Obiettivi ben definiti;
   o   Presenza di azioni di monitoraggio e valutazione ex-post della formazione proposta;
   o   Ricaduta sugli allievi, sull’organizzazione della scuola e sulla professionalità del formando;

      Indicatori di qualità dell’impatto
L’impatto atteso del progetto a medio e lungo termine riguarda i seguenti aspetti:
    o migliore qualità didattica - L’insegnate è protagonista attivo e motore di riferimento del proprio sviluppo professionale?
    o flessibilità crescente del sistema di istruzione e formazione – Permette la formazione lo sviluppo di un proprio percorso
      educativo e formativo?
    o migliore organizzazione della scuola autonoma – La formazione è finalizzata ad una migliore organizzazione delle istituzioni
      scolastiche autonome?
    o migliori risultati di apprendimento delle giovani generazioni - La formazione è finalizzata al miglioramento degli apprendimenti
      degli allievi?

       Indicatori di qualità della trasferibilità e della diffusione
   o   Produzione di documenti informatici
   o   Pubblicizzazione in rete e sul sito di scuola (pagine web)
   o   creare comunicazione tra le scuole e le altre agenzie presenti sul territorio per la circolazione dei dati emersi;
   o   formazione di una banca-dati per raccogliere, memorizzare e usare i dati per ricerche all’interno e all’esterno del sistema
       scolastico;
   o   creazione di una comunità di ricerca e di confronto sui modi aperti della realizzazione dell’autonomia scolastica;

Modalità di documentazione dei percorsi formativi / di ricerca progettati e relativi prodotti attesi:
MODALITÀ DI DOCUMENTAZIONE: Documenti informatici e cartacei (verbali di incontro, materiali prodotti dai corsisti, ecc…)

              Piano di Formazione I.C. San Pancrazio Salentino – triennio 2016-2019
METODOLOGIE DI DOCUMENTAZIONE: Si creerà un’apposita area sul sito web di istituto
PRODOTTI ATTESI: //
AZIONI ULTERIORI SULLA DOCUMENTAZIONE PRODOTTA: //

Presentazione, diffusione, confronto sulle esperienze realizzate tra gli operatori scolastici, con gli studenti, con le famiglie:
Area tematica/contenuto formativo: Competenze digitali e nuovi ambienti per l’apprendimento

              Piano di Formazione I.C. San Pancrazio Salentino – triennio 2016-2019
ANAGRAFE ISTITUZIONE SCOLASTICA

                                            Provincia BRINDISI
                                                 Città SAN PANCRAZIO SALENTINO
                               Codice meccanografico BRIC82400A
                                  Dirigente scolastico Lucilla Vaglio
                                                                                                     Tel/Fax: 0831/666037
                                                         E-mail (istituzionale della scuola e personale del DS: bric82400a@istruzione.it
                                                                                                                lucilla.vaglio@libero.it

                                                                                          Cognome e nome: VAGLIO LUCILLA
                                                                                                   Qualifica: Dirigente Scolastico
                                            Referente
                                                                                                         cell.
                                                                                           e-mail personale: lucilla.vaglio@libero.it
                            Denominazione della rete: //

CARATTERISTICHE STRUTTURALI
Risorse umane:

N° docenti a T.I. 87
N° docenti a T.D. 4
N° Personale ATA a T.I. 18
N° Personale ATA a T.D. 2 (18 + 18 ore)
Risorse strutturali     6 Plessi – 1 Plesso Di Scuola Secondaria I Grado, 2 Plessi Di Scuola Primaria, 2 Plessi Di Scuola Dell’infanzia
Risorse infrastrutturali (laboratori, ecc.)
N° LABORATORI:
  INFORMATICI 1
   LINGUISTICI 1
   SCIENTIFICI 1
   ARTISTICI/MUSICALI/ALTRI 1 N° BIBLIOTECHE 3 N° PALESTRE 3

               Piano di Formazione I.C. San Pancrazio Salentino – triennio 2016-2019
TITOLO AZIONE FORMATIVA: UNA SCUOLA PER TUTTI
AZIONE FORMATIVA N° 3
LIVELLO: Scuola

                                                AREE TEMATICHE DI INTERVENTO

       1. Autonomia organizzativa e didattica
2.    Didattica per competenze, innovazione metodologica e competenze di base
3.    Competenze digitali e nuovi ambienti per l’apprendimento
4.    Competenze di lingua straniera
5.    Inclusione e disabilità
6.    Coesione sociale e prevenzione del disagio giovanile globale
7.    Integrazione, competenze di cittadinanza e cittadinanza globale
8.    Scuola e Lavoro
9.    Valutazione e miglioramento

1. Inclusione e disabilità
2. Coesione sociale e prevenzione del disagio giovanile globale

 SPECIFICHE COMPETENZE DEL PROFILO PROFESSIONALE DEI DESTINATARI SULLE QUALI SI VUOLE INTERVENIRE CON
                                                   IL PERCORSO FORMATIVO
                    RIF. AI PROFILI DI COMPETENZE INDIVIDUATI - BARRARE UNA O PIÙ COMPETENZE
Area didattica
      Progettazione-organizzazione situazioni di apprendimento
      Strategie-metodologie
Empowerment professionale
      Cura formazione continua

              Piano di Formazione I.C. San Pancrazio Salentino – triennio 2016-2019
UNITÀ FORMATIVE COERENTI CON LE PRIORITÀ NAZIONALI E CON LE PRIORITÀ FORMATIVE RIVENIENTI DAI RAV DELLE
                                        ISTITUZIONI SCOLASTICHE

Bisogni formativi individuati dalla istituzione scolastica / rete (con riferimento alle aree tematiche di intervento e alle competenze
individuate),

AMBITO TEMATICO                       AREA DI PROCESSO                                                  AREA DEL PROFILO DI
                                                                                                        COMPETENZE
                                         Inclusione e differenziazione
1. Inclusione e disabilità               Curricolo, progettazione e valutazione                             Area Didattica
2. Coesione sociale e prevenzione
                                                                                                            Empowerment professionale
del disagio giovanile globale

rilevati con i seguenti strumenti: Rilevazione durante incontro collegiale

                                                          PERCORSO 1: 25 ore

Area tematica/contenuto formativo: Inclusione e disabilità. Coesione sociale e prevenzione del disagio giovanile globale.
Integrazione, competenze di cittadinanza e cittadinanza globale
Titolo: UNA SCUOLA PER TUTTI -

Periodo di realizzazione: a.s. 2017/2018

                                                           MODULO 1: 15 ore

DESTINATARI
PROFILO                                                                NUMERO PARTECIPANTI
DOCENTI (SCUOLA DELL’INFANZIA PRIMARIA E SECONDARIA                    TUTTI
I GRADO)

PROPOSTAPROGETTUALE – AZIONE 1, B1

              Piano di Formazione triennio 2016/2019 – I.C. San Pancrazio Salentino
UFC 15 H
                                                              CONTENUTI            STRUMENTI         VERIFICA       VALUTAZIONE
                 METODOLOGIE
                                                            Presentazione
                                                            contenuti del
       lezioni frontali e/o
                                                            corso.
UDA1       laboratori in       n. ore 3
                                                            I disturbi specifici
             presenza
                                                            di apprendimento:       Normativa
                                                            caratteristiche         sui DSA
                                             Lezione        Gli strumenti           Esempi di
       lezioni frontali e/o                  frontale       compensativi e          diagnosi di
UDA2       laboratori in       n. ore 3                     dispensativi.           DSA e PDP
             presenza                                       Le ICT per alunni       LIM
                                                            con DSA
                                                          - Dalla diagnosi al
       lezioni frontali e/o
                                                          PdP
UDA3       laboratori in       n. ore 3
                                                          - Esperienze di
             presenza
                                                          didattica inclusiva
                                                          Analisi e                                 In presenza:
                                                          predisposizione                           - strutturate     Formale
                                                          materiali didattici:                       -autentiche
                                                                                   Esempi di
        lezioni frontali e/o                              Piani didattici
                                                                                   Piani
UDA4   laboratori in           n. ore 3                   personalizzati;
                                                                                   didattici
       presenza                                           compiti autentici e
                                                                                   personalizzati
                                                          relative rubriche di
                                          Laboratori      valutazione per
                                          in presenza     alunni con DSA
                                          Lavori di       - Analisi e
                                          gruppo          predisposizione
                                                          materiali didattici:     Riordino dei
        lezioni frontali e/o                              Piani didattici          materiali
UDA5   laboratori in           n. ore 3                   personalizzati;          predisposti
       presenza                                           compiti autentici e      nei lavori di
                                                          rubriche di              gruppo
                                                          valutazione per
                                                          alunni con DSA
         Piano di Formazione triennio 2016/2019 – I.C. San Pancrazio Salentino
- Restituzione e
                                                             riflessione sui lavori
                                                             svolti -Punti di forza
                                                             e criticità
                                 H tot. 15

                                                         MODULO 2: 10 ore

DESTINATARI
PROFILO                                                              NUMERO PARTECIPANTI
DOCENTI (SCUOLA DELL’INFANZIA E PRIMARIA E                           TUTTI
SECONDARIA I GRADO)

MODELLO
                  PROPOSTA PROGETTUALE – AZIONE 2
FORMATIVO
UFC 10 H           METODOLOGIE                         CONTENUTI                         STRUMENTI          VERIFICA VALUTAZIONE

                                         Documentazione e studio di materiali,
                                                                                      BIBLIOGRAFIA
                                         reperibili su siti/testi specializzati,
                  Studio individuale                                                  SITOGRAFIA
UDA1   n. ore 5                          riguardanti le tematiche trattate in
                                                                                      specializzata sugli
                                         presenza.
                                                                                      argomenti trattati

                                                                                       LIM
                                         Utilizzo di strumenti compensativi            Computer
UDA2   n. ore 5   Pratica didattica
                                         anche con ausilio di tecnologie               Software didattici
                                                                                       specifici
       H tot.
        10

            Piano di Formazione triennio 2016/2019 – I.C. San Pancrazio Salentino
ATTIVAZIONE DI EVENTUALI ACCORDI E COLLABORAZIONI CON AGENZIE FORMATIVE TERRITORIALI/ENTI/ASSOCIAZIONI IN
RETE

N.          DENOMINAZIONE                                 TIPOLOGIA                     RAPPRESENTANTE           COMPITO
                                                                                        LEGALE
1           AID – Associazione Italiana Dislessia - Associazione                                                 Formazione docenti
            BRINDISI

Definizione di standard per formazione e monitoraggio delle iniziative formative

13. Possesso ed esercizio di competenze culturali, disciplinari, didattiche e metodologiche in relazione ai traguardi di competenza ed
    agli obiettivi di apprendimento previsti dagli ordinamenti scolastici;
14. possesso ed esercizio delle competenze relazionali e organizzative in relazione alla migliore gestione dell’insegnamento e degli
    ambienti di apprendimento;
15. partecipazione responsabile all’organizzazione scolastica, al lavoro collaborativo in rete, anche assicurando funzioni di
    coordinamento e animazione;
16. cura della propria formazione in forma di ricerca didattica, documentazione, riflessione sulle pratiche, diffusione di esperienze di
    eccellenza.

INDICATORI DI MONITORAGGIO E DI EFFICIENZA QUALI-QUANTITATIVI DELLE INIZIATIVE FORMATIVE

         Indicatori di qualità metodologica
               1. L’attività formativa prevede momenti di laboratorio tra i docenti
               2. L’attività formativa prevede confronti, scambi di esperienze e interazione tra partecipanti.

     o   Promozione di metodologie e didattiche inclusive
     o   Sperimentazione di modelli di collaborazione e cooperazione del team docenti.

      Indicatori di qualità dell’impatto
      1. L’attività formativa impegna i partecipanti nella mappatura e valutazione dell’effettiva acquisizione di nuove competenze.
L’impatto atteso del progetto a medio e lungo termine riguarda i seguenti aspetti:

                Piano di Formazione triennio 2016/2019 – I.C. San Pancrazio Salentino
Puoi anche leggere
Prossima slide ... Annulla