Bollettino Novità Novità Luglio 2019 - Comune di Cittadella

 
DIAPOSITIVE SUCCESSIVE
Bollettino Novità Novità Luglio 2019 - Comune di Cittadella
Bollettino Novità
                       Novità Luglio 2019

A un metro da te / Rachael Lippincott ; con Mikki Daughtry e Tobias
Iaconis ; traduzione di Francesca Novajra
Lippincott, Rachael
Mondadori 2019; 236 p. 23 cm
A Stella piace avere il controllo su tutto, il che è piuttosto ironico, visto che da quando è
bambina è costretta a entrare e uscire dall'ospedale per colpa dei suoi polmoni totalmente
fuori controllo. Lei però è determinata a tenere testa alla sua malattia, il che significa stare
rigorosamente alla larga da chiunque o qualunque cosa possa passarle un'infezione e
vanificare così la possibilità di un trapianto di polmoni. Una sola regola tra lei e il mondo:
mantenere la "distanza di sicurezza". Nessuna eccezione. L'unica cosa che Will vorrebbe
poter controllare è la possibilità di uscire una volta per tutte dalla gabbia in cui è costretto
praticamente da sempre. Non potrebbe essere meno interessato a curarsi o a provare la più
recente e innovativa terapia sperimentale. L'importante, per lui, è che presto compirà diciotto
anni e a quel punto nessuno potrà più impedirgli di voltare le spalle a quella vita vuota e non
vissuta, un viaggio estenuante da una città all'altra, da un ospedale all'altro, e di andare
finalmente a conoscerlo, il mondo. Will è esattamente tutto ciò da cui Stella dovrebbe stare
alla larga. Se solo lui le si avvicinasse troppo, infatti, lei potrebbe veder sfumare la possibilità
di ricevere dei polmoni nuovi. Anzi, potrebbero rischiare la vita entrambi. L'unica soluzione
per non correre rischi sarebbe rispettare a regola e stare lontani, troppo lontani, uno
dall'altra. Però, più imparano a conoscersi, più quella "distanza di sicurezza" inizia ad
assomigliare a "una punizione", che nessuno dei due si è meritato. Dopo tutto, che cosa mai
potrebbe accadere se, per una volta, fossero loro a rubare qualcosa alla malattia, anche solo
un po' dello spazio che questa ha sottratto alle loro vite? Sarebbe davvero così pericoloso
fare un passo l'uno verso l'altra se questo significasse impedire ai loro cuori di spezzarsi?

Copie presenti nel sistema 21 in biblioteca: 1 Coll: 813.6 LIP

Bugie sepolte / Kristina Ohlsson ; traduzione di Samanta K. Milton
Knowles
Ohlsson, Kristina
Salani 2019; 425 p. 25 cm
A Martin Benner non manca nulla. È un avvocato in carriera, le donne fanno la fila per lui, la
sua vita è una scalata verso il successo. Ma più in cima si sale, più vertiginosa è la caduta e
Benner fa il primo passo nel precipizio quando Bobby T varca la soglia del suo ufficio.
Quell'uomo dall'aspetto inquietante vuole ingaggiare Martin per scagionare sua sorella Sara:
un'assassina che ha confessato cinque efferati omicidi. Ma come si fa a riabilitare un serial
killer? Soprattutto quando l'assassina in questione, Sara, si è uccisa buttandosi da un ponte?
Benner ha un debole per le sfide e accetta di lavorare sul caso, che da Stoccolma lo porta
fino all'arido Texas. L'indagine condurrà Martin in un gioco malvagio dove nessuno sembra
volere - o potere - dire la verità, un gioco da cui non può più ritirarsi perché la posta è la sua
stessa vita.

Copie presenti nel sistema 7 in biblioteca: 1 Coll: 839.73 OHL

                              Pag 1 di 7
Bollettino Novità Novità Luglio 2019 - Comune di Cittadella
Biblioteca di Cittadella                                                                       Stampato il : 26/07/2019
Bollettino Novità - Novità Luglio 2019

                      Cracking : romanzo / Gianfranco Bettin
                      Bettin, Gianfranco 
                      Mondadori 2019; 187 p. 21 cm
                      Celeste Vanni ha lavorato per una vita, quasi una vita, al Petrolchimico di Porto Marghera, e
                      lì nello spettacolare scenario di una delle più grandi industrie del mondo, produttrice di
                      ricchezza e di morte, tra rovine spettrali e reparti in metamorfosi, tra i quali il cracking in cui si
                      spaccano le molecole, solo e isolato continua a vivere, a contare i morti, a raccontare storie
                      di lotta e malavita, e a lasciarsi visitare da infiammati pensieri di giustizia. Gli è accanto,
                      quasi figura di nebbia, la moglie Rosi, che, attraverso il filtro del tempo, gli appare indomita e
                      dolcissima, a rammentare, senza nostalgia, quando esisteva una forte classe operaia,
                      esistevano parole d'ordine fiere e condivise, ed esisteva anche il monte Civetta a promettere
                      il conforto di fughe in altezza. E anche ora, mentre la fabbrica giace, smoke on the water ,
                      davanti alla laguna, Celeste pensa a un gesto che ha a che fare con l'altezza. Lui e la
                      ciminiera incisa come un allarme nel cielo della notte: si arma di zaino, di corde, e sale, sale,
                      sale, fin dove si può vedere in lontananza la cima pallida e rocciosa. Che cosa ha in mente?
                      Che cosa ha da opporre al silenzio, alla rassegnazione, al vuoto? Cosa può fare un uomo
                      solo? Mentre l'alba si avvicina, lungo la parabola della notte, torna la vita vissuta, tornano le
                      promesse fatte, e, tornito nel buio, prende forma un gesto di rivolta, perché là sotto, da
                      Venezia all'Europa, nella distesa del tempo bisogna decidere: se la Storia è davvero finita o è
                      appena cominciata.

                      Copie presenti nel sistema 10 in biblioteca: 1 Coll: 853.9 BET

                      Cronaca di una passione argentina / Maria Pia Morelli
                      Morelli, Maria Pia
                      Cairo 2019; 344 p. 22 cm

                      Copie presenti nel sistema 1 in biblioteca: 1 Coll: 853.92 MOR

                      Divino amore / Stefania Bertola
                      Bertola, Stefania
                      Einaudi 2019; 262 p. 22 cm
                      Il Palazzo degli Sposi è un edificio dagli stucchi rosa tra centro e periferia che Lucia
                      Lombardi ha avuto in regalo dal suo ex, il calciatore e playboy Tony Cosenza. Per anni è
                      stata un'agenzia di wedding planning di successo, ma ultimamente gli affari si stanno
                      mettendo male e Lucia, occhi da cerbiatta e voluttuosa fumatrice, deve assolutamente
                      trovare cinquantamila euro, o sprofonderà nell'abisso. Come fare? Lei un'idea ce l'avrebbe:
                      sono tutti d'accordo a commettere un reato? Mentre spose, madri di spose, sorelle, cognate,
                      cugine e amiche di spose vanno e vengono dal Palazzo, Lucia porta avanti il suo piano,
                      circondata dalle sue aiutanti, ragazze per nulla avverse al crimine e alle prese con vite che di
                      lineare hanno ben poco. Gemma, trent'anni traboccanti di energia, ha intravisto l'amore della
                      sua vita all'aeroporto di Fiumicino, ma di lui sa soltanto che gira con uno zainetto rosso.
                      Stella crea abiti bianchi fatti con la materia dei sogni in attesa che il Divino Amore si accorga
                      di lei. Carolina, che scrive improbabili Storie di noi due per le coppie di fidanzati, il Divino
                      Amore l'ha trovato, ma gravi minacce sono dietro l'angolo. E poi ci sono le sorelle Corbani,
                      Maria Elisabetta, premiata autrice di \"La vera storia di Vera Storia\", e Maria Vittoria, che
                      abbina la passione per le tragedie greche a un fidanzato parecchio elusivo...

                      Copie presenti nel sistema 9 in biblioteca: 1 Coll: 853.9 BER

                                                    Pag 2 di 7
Bollettino Novità Novità Luglio 2019 - Comune di Cittadella
Biblioteca di Cittadella                                                                       Stampato il : 26/07/2019
Bollettino Novità - Novità Luglio 2019

                      E come il vento : L'infinito, lo strano bacio del poeta al mondo / Davide
                      Rondoni
                      Rondoni, Davide
                      Fazi 2019; 166 p. 22 cm

                      Copie presenti nel sistema 1 in biblioteca: 1 Coll: 851.7 RON

                      Gli accordi di Stradivari : romanzo / Marco Ghizzoni
                      Ghizzoni, Marco
                      TEA 2019; 287 p. 22 cm
                      Cremona, città di violini e liutai, è sconvolta: lo Stradivari Conte De Fontana del 1702, violino
                      di inestimabile valore, è scomparso. Brutto affare per il commissario Valentina Raffa,
                      poliziotta giovane e sexy in preda all'ennesima delusione d'amore e in perenne lotta contro le
                      battutine e i goffi tentativi di abbordaggio del suo capo, il questore De Paoli Ambrosis. Come
                      se non bastasse, ci si mette anche uno svampito liutaio olandese, Peter van Basten, che
                      prima la seduce con la sua aria esotica e poi l'abbandona nel bel mezzo del primo
                      appuntamento, sparendo misteriosamente. Per sua fortuna, il commissario Raffa è troppo
                      impegnata per mettersi sulle sue tracce: c'è in gioco un simbolo della città e, soprattutto, la
                      sua reputazione. Nonostante il paziente aiuto del collega, l'ispettore Davide Tranquillo,
                      segretamente innamorato di lei, per «la Raffa» il caso si fa sempre più intricato, tra ricatti,
                      foto compromettenti, pedinamenti e vendette...

                      Copie presenti nel sistema 2 in biblioteca: 1 Coll: 853.92 GHI

                      Il libro dei vulcani d'Islanda : storie di uomini, fuoco e caducità /
                      Leonardo Piccione
                      Piccione, Leonardo
                      Iperborea 2019; 381 p. ill. 20 cm
                      Qui da noi ogni dieci anni in media compare una nuova montagna o un nuovo campo di lava
                      a cui tocca trovare un nome. È il Paese stesso a renderci creativi.» Così lo scrittore
                      Hallgrímur Helgason ha spiegato quella ricchezza letteraria e quel gusto del narrare che
                      accompagnano l'intera storia d'Islanda, e che sono all'origine di questo libro. Una raccolta di
                      47 storie legate in vario modo ad altrettanti vulcani, che spaziano dalle avventure dei primi
                      colonizzatori dell'isola alle imprese di esploratori estremi, dalle antiche saghe norrene alle
                      missioni della NASA nei canyon «lunari» degli altipiani interni, alternando scienza, poesia,
                      cronaca e leggenda. Il viaggio di William Morris nella mitica Snæfellsnes, il «match del
                      secolo» tra Bobby Fischer e Boris Spassky nella Reykjavik del '72, il mistero che avvolge la
                      spedizione Von Knebel nel cratere di Askja si affiancano all'epopea dello schiavo caraibico
                      che divenne il primo islandese nero della storia, alle attuali sfide dei vulcanologi per
                      prevedere le eruzioni, allo studio dei tunnel di lava che potrebbero aprirci una strada verso
                      Marte. "Il libro dei vulcani d'Islanda" è un viaggio curioso intorno all'unicità geologica di
                      un'isola che conta trenta diversi sistemi vulcanici attivi, di tutte le tipologie conosciute. È il
                      ritratto di un Paese che è «un esperimento, prima naturale e poi umano», e che per questo
                      ha attirato attraverso i secoli studiosi, avventurieri e poeti, diventando un bacino inesauribile
                      di storie. Grandiosi protagonisti o impassibili spettatori delle vicende narrate, signori di una
                      terra in cui il creato si crea, si distrugge e si trasforma ogni giorno, i vulcani ci ricordano che il
                      suolo su cui camminiamo non è eterno, che non c'è eternità negli sforzi umani, nell'arte e
                      nella scienza. Ma al tempo stesso ci offrono un contatto vivido con la «creazione», con
                      l'imprescindibile guerra tra gli elementi che è all'origine della vita sul nostro pianeta, e
                      racchiudono forse la

                                                    Pag 3 di 7
Bollettino Novità Novità Luglio 2019 - Comune di Cittadella
Biblioteca di Cittadella                                                                     Stampato il : 26/07/2019
Bollettino Novità - Novità Luglio 2019
                      nostra via d'accesso all'universo
                      Copie presenti nel sistema 3 in biblioteca: 1 Coll: 949.12 PIC

                      L'amore è cieco : la passione di Brodie Moncur / William Boyd ;
                      traduzione dall'inglese di Laura Prandino
                      Boyd, William 
                      N. Pozza 2019; 443 p. 22 cm
                      Edimburgo, 1894. Brodie Moncur ha ventiquattro anni e da sei lavora per la Channon & Co.,
                      il quarto maggior produttore di pianoforti in Gran Bretagna. Valente accordatore, viene
                      invitato un giorno da Ainsley Channon a trasferirsi nella sede di Parigi, dove i pianoforti
                      Channon stentano a conquistare le simpatie francesi. Nell'imponente negozio parigino, due
                      grandi vetrine che si affacciano in avenue de l'Alma, Brodie abbraccia con entusiasmo la sua
                      nuova vita, lontana dalla Scozia, soprattutto, lontana dal suo tirannico padre. Si rimbocca le
                      maniche e concepisce un'idea brillante: ingaggiare un grande pianista, un virtuoso dello
                      strumento, che suoni un Channon nei suoi concerti e dia, così, lustro all'azienda. L'occasione
                      per realizzarla gliela offre il Theatre de la Republique, in una serata in cui John Kilbarron, ex
                      bambino prodigio e musicista di indiscusso talento chiamato Le Liszt irlandais, esegue la
                      Sinfonia n. 3 di Cajkovskij e un poema sinfonico di Panin per la voce solista di Lydia Blum,
                      soprano russa. Capelli scuri pettinati all'indietro, profonde rughe che gli solcano le guance,
                      Kilbarron sembra un individuo freddo, con un atteggiamento arrogante studiato apposta per
                      le scene. La sua esecuzione, tuttavia, è a dir poco impeccabile: un uragano; probabilmente
                      ciò che gli spettatori dovevano aver provato ai concerti di Liszt. Alla fine della serata, Brodie
                      si reca nei camerini degli artisti e, bussando a una porta, si ritrova al cospetto di una giovane
                      donna. Capelli biondi mossi e arruffati, occhi azzurri e labbra rosee, una vestaglia sgargiante
                      addosso a coprire un'evidente nudità, una sigaretta tra le labbra con qualche briciola di
                      tabacco raccolta alla punta della lingua, Lydia Blum,la soprano russa, fissa i suoi occhi nei
                      suoi, e una grossa bolla d'aria si fa largo, come un pugno, nel petto di Brodie Moncur,
                      giovane accordatore scozzese. Storia di un amore folle e cieco, intimo ritratto della vita di un
                      uomo e, al contempo, lucido sguardo sullo spirito del tempo, "L'amore è cieco" è il nuovo
                      romanzo di William Boyd. Un romanzo di vertiginosa passione e brutale vendetta, in cui arte
                      e vita si danno la mano dinanzi alle speranze e alle illusioni, alla potenza e alle crudeltà che
                      l'amore puntualmente riserva.

                      Copie presenti nel sistema 10 in biblioteca: 1 Coll: 823.9 BOY

                      L'atroce delitto di via Lurcini : commedia nera n. 3 / Francesco Recami

                      Recami, Francesco
                      Sellerio 2019; 187 p. 17 cm
                      La scena si svolge in un edificio fatiscente occupato da miserabili di ogni estrazione etnica,
                      sociale o criminale. Su questa corte dei miracoli regna dispotico un furfante, un feroce
                      imprenditore della miseria, che affitta ai senzatetto piccoli spazi, sfruttandoli quanto si può.
                      Quando il gaglioffo si sveglia da ubriaco e trova su di sé le tracce inequivocabili di un delitto
                      sanguinoso, comincia a compiere le azioni più ingegnose e orripilanti per non essere
                      scoperto. Ma i suoi piani vengono sconvolti dal coreografo di fama mondiale Netzer, il quale
                      inscena nello stanzone l'ultimo suo capolavoro, utilizzando i senzatetto come danzatori e
                      attori della loro tragedia. Titolo: \"Gli Ultimi\". In questa serie delle scorrettissime «commedie
                      nere» di Recami, il piacere di leggere è acceso dalla forma appunto di teatro degli equivoci.
                      Ad ogni pagina è offerto lo spettacolo delle continue peripezie che affaccendano individui che
                      hanno qualcosa da nascondere: imbrogli o truffe non previsti, crimini inutili, sporche slealtà,
                      colpi

                                                   Pag 4 di 7
Biblioteca di Cittadella                                                                      Stampato il : 26/07/2019
Bollettino Novità - Novità Luglio 2019
                      bari del caso, equivoci intrecciati con nuovi equivoci. Non c'è spazio, volutamente, per
                      nessuna vera solidarietà sociale. L'umorismo è sarcastico, lo sguardo cinico senza vergogna.
                      I personaggi sono picari, volgari, che non hanno tempo per i buoni sentimenti perché devono
                      solo occuparsi di sopravvivere. Il loro destino è inscenare la farsa dell'esistenza.

                      Copie presenti nel sistema 15 in biblioteca: 1 Coll: 853.92 REC

                      L'importanza di chiamarti amore / Anna Premoli
                      Premoli, Anna 
                      Newton Compton 2016; 315 p. 22 cm
                      Giada sa bene di essere una ragazza dal carattere piuttosto difficile, quindi non si stupisce
                      affatto di trovarsi in una fase della propria vita nella quale non va d'accordo quasi con
                      nessuno: con il suo ragazzo storico la situazione è appesa a un filo e del rapporto con i suoi
                      genitori... meglio non parlare. Ma Giada ha un obiettivo ben preciso: laurearsi con il massimo
                      dei voti e il prima possibile. Il resto dei problemi può passare in secondo piano. Così credeva,
                      almeno finché lo stage presso una prestigiosa società di consulenza di Milano non la mette di
                      fronte a quello che per lei è sempre stato il prototipo dei ragazzi da evitare come la peste:
                      Ariberto Castelli, fiero rappresentante del partito delle camicie su misura e dei pullover
                      firmati. E tra loro c'è un precedente molto imbarazzante che potrebbe crearle qualche
                      complicazione che non aveva assolutamente messo in conto...

                      Copie presenti nel sistema 26 in biblioteca: 1 Coll: 853.9 PRE

                      L'intelligenza artificiale / Margarert A. Boden
                      Boden, Margaret A.
                      Il mulino 2019; 188 p. 21 cm
                      Siamo continuamente alle prese con l’Intelligenza Artificiale e le sue applicazioni pratiche:
                      nelle nostre case, in ufficio, a scuola, al cinema, in auto, oltre che sulla Rete. Al di là delle
                      ricadute tecnologiche, inestimabile è il contributo che l’Intelligenza Artificiale ha dato al lavoro
                      degli psicologi, dei neuroscienziati e dei biologi, i quali ne hanno ricavato nuove prospettive e
                      conoscenze sulla mente, sul cervello e sulla natura stessa della vita. Altrettanto significativa
                      è l’influenza che essa ha avuto in campo filosofico, in particolare su temi controversi come il
                      rapporto mente-corpo, il libero arbitrio e la coscienza.

                      Copie presenti nel sistema 2 in biblioteca: 1 Coll: 006.3 BOD

                      La bottega delle essenze / Erica Bauermeister ; traduzione di Sara
                      Caraffini
                      Bauermeister, Erica
                      Garzanti 2019; 333 p. 23 cm
                      In casa c'è una stanza in cui Emmeline ha sempre sbirciato con curiosità, senza mai osarvi
                      entrare: lo studio del padre dove, su scaffali altissimi, sono custodite file e file di boccette.
                      Nessuno può toccarle, perché non sono comuni ampolle di profumo. Al loro interno
                      racchiudono una piccola pergamena su cui sono impresse rare essenze: l'odore della pioggia
                      in una mattina di temporale, il sentore del fumo nell'istante in cui fuoriesce dalla pipa, la
                      dolcezza del miele di cui profumano le promesse di una madre. Emmeline ne è ipnotizzata:
                      vorrebbe saperne di più, vorrebbe che il padre le raccontasse le storie legate a ciascuna di
                      esse e le insegnasse a catturare quei profumi. Ogni volta, però, è costretta a fare i conti con
                      la reticenza del burbero genitore, che gli impedisce di condividere i segreti del mestiere e,
                      soprattutto, di parlarle di una madre che lei non ha mai

                                                    Pag 5 di 7
Biblioteca di Cittadella                                                                       Stampato il : 26/07/2019
Bollettino Novità - Novità Luglio 2019
                      incontrato. Finché la sua improvvisa scomparsa non cambia tutto. Ormai sola, Emmeline
                      inizia a interrogarsi sulle proprie origini e sente che è arrivato il momento di scoprire da dove
                      viene e se ha altre radici oltre a quelle che ha imparato a conoscere. Per farlo deve, prima di
                      tutto, trovare il modo di arrivare alle boccette che tanto la affascinano e dissipare il mistero
                      che avvolge la creazione di quelle essenze. Solo uno di quei profumi, ne è certa, potrà
                      indicarle la strada giusta da percorrere per capire chi è davvero. Per trovare e abbracciare
                      quella madre che è sicura esistere da qualche parte là fuori.

                      Copie presenti nel sistema 8 in biblioteca: 1 Coll: 813.6 BAU

                      M : il figlio del secolo / Antonio Scurati
                      Scurati, Antonio
                      Bompiani 2018; 839 p. 21 cm
                      Lui è come una bestia: sente il tempo che viene. Lo fiuta. E quel che fiuta è un'Italia sfinita,
                      stanca della casta politica, della democrazia in agonia, dei moderati inetti e complici. Allora
                      lui si mette a capo degli irregolari, dei delinquenti, degli incendiari e anche dei "puri", i più
                      fessi e i più feroci. Lui, invece, in un rapporto di Pubblica Sicurezza del 1919 è descritto
                      come "intelligente, di forte costituzione, benché sifilitico, sensuale, emotivo, audace, facile
                      alle pronte simpatie e antipatie, ambiziosissimo, al fondo sentimentale". Lui è Benito
                      Mussolini, ex leader socialista cacciato dal partito, agitatore politico indefesso, direttore di un
                      piccolo giornale di opposizione. Sarebbe un personaggio da romanzo se non fosse l'uomo
                      che più d'ogni altro ha marchiato a sangue il corpo dell'Italia. La saggistica ha dissezionato
                      ogni aspetto della sua vita. Nessuno però aveva mai trattato la parabola di Mussolini e del
                      fascismo come se si trattasse di un romanzo. Un romanzo - e questo è il punto cruciale - in
                      cui d'inventato non c'è nulla. Non è inventato nulla del dramma di cui qui si compie il primo
                      atto fatale, tra il 1919 e il 1925: nulla di ciò che Mussolini dice o pensa, nulla dei protagonisti -
                      D'Annunzio, Margherita Sarfatti, un Matteotti stupefacente per il coraggio come per le
                      ossessioni che lo divorano - né della pletora di squadristi, Arditi, socialisti, anarchici che
                      sembrerebbero partoriti da uno sceneggiatore in stato di sovreccitazione creativa. Il risultato
                      è un romanzo documentario impressionante non soltanto per la sterminata quantità di fonti a
                      cui l'autore attinge, ma soprattutto per l'effetto che produce. Fatti dei quali credevamo di
                      sapere tutto, una volta illuminati dal talento del romanziere, producono una storia che suona
                      inaudita e un'opera senza precedenti nella letteratura italiana. Raccontando il fascismo come
                      un romanzo, per la prima volta dall'interno e senza nessun filtro politico o ideologico, Scurati
                      svela una realtà rimossa da decenni e di fatto rifonda il nostro antifascismo.

                      Copie presenti nel sistema 49 in biblioteca: 1 Coll: 853.92 SCU

                      Notre-Dame / Ken Follett ; traduzione di Annamaria Raffo
                      Follett, Ken
                      Mondadori 2019; 81 p. ill. 20 cm
                      "L'immagine di Notre-Dame in fiamme mi ha stupefatto e sconvolto nel profondo. Un bene di
                      inestimabile valore stava morendo davanti ai nostri occhi. È stato spaventoso come se il
                      suolo avesse cominciato a tremare sotto i nostri piedi". Così si esprime il grande scrittore
                      all'indomani del tragico incendio che ha devastato la cattedrale di Notre-Dame la sera del 15
                      aprile 2019. Nel suo romanzo più famoso, "I pilastri della terra", Ken Follett aveva descritto
                      minuziosamente il rogo della cattedrale di Kingsbridge, come fosse una premonizione di
                      quanto è accaduto a Parigi. In quel romanzo migliaia di uomini e donne erano giunti da
                      diversi paesi per aiutare a ricostruire la cattedrale. Con questo breve scritto Ken Follett ha
                      deciso di rendere omaggio a Notre-Dame, devolvendo i proventi alla Fondation du
                      Patrimoine, raccontando come si è

                                                    Pag 6 di 7
Biblioteca di Cittadella                                                                     Stampato il : 26/07/2019
Bollettino Novità - Novità Luglio 2019
                      sentito quando ha assistito a questo disastro, e ripercorre i momenti storici salienti della vita
                      della grande cattedrale che nei secoli ha esercitato una fascinazione universale, dalla sua
                      costruzione durata quasi un secolo, all'influenza che ha avuto sul genio narrativo di Victor
                      Hugo.
                      Copie presenti nel sistema 6 in biblioteca: 1 Coll: 823.9 FOL

                      Omicidio al Tour de France / Jorge Zepeda Patterson ; traduzione di
                      Carlotta Turrini ed Elena Vinciarelli
                      Zepeda Patterson, Jorge
                      Mondadori 2019; 362 p. 22 cm

                      Copie presenti nel sistema 1 in biblioteca: 1 Coll: 863.7 ZEP

                      Polvere d'agosto : romanzo / Hans Tuzzi
                      Tuzzi, Hans
                      Bollati Boringhieri 2019; 246 p. 21 cm
                      Quali fili invisibili collegano noti e apprezzati professionisti della buona borghesia milanese
                      alle piccole vite circoscritte nel povero periferico complesso delle Torri Zingales? Chi ha
                      ucciso il Cragna al suo esordio come spacciatore? E quel Santino Guardascione con obbligo
                      di firma che si direbbe svanito nel nulla? In tutta la Questura soltanto Melis sa che un mese
                      prima, nell'afosa notte del ferragosto 1989, in una villa deserta e piena di simboli esoterici, un
                      cadavere seduto in poltrona prima c'era e poi non c'era più. E se si aggiunge che ora in
                      quella stessa villa, di morti ammazzati ce ne sono ben due... Ma tutta questa bizzarra
                      indagine - nella quale, fresco di promozione a primo dirigente, Melis si trova a disagio come
                      chi abbia compiuto da subito un passo falso - si muove fra mondi dove le parole sembrano
                      rinviare ad altro. E, sempreché il cadavere scomparso fosse davvero un cadavere, e si
                      trovasse davvero là dove pareva trovarsi, Melis, impegnato ora su un efferato duplice
                      omicidio, non può che concordare con quanto afferma Umberto Eco, puntualmente citato da
                      Fiorenza: «Quando uno tira in ballo i Templari è quasi sempre un matto».

                      Copie presenti nel sistema 5 in biblioteca: 1 Coll: 853.92 TUZ

                                                   Pag 7 di 7
Puoi anche leggere
DIAPOSITIVE SUCCESSIVE ... Annulla