Bilancio Consolidato e Report Ambiente e Sicurezza 2017 - Fedrigoni

 
Bilancio Consolidato e Report Ambiente e Sicurezza 2017 - Fedrigoni
Bilancio Consolidato
e Report Ambiente
e Sicurezza 2017
Bilancio Consolidato e Report Ambiente e Sicurezza 2017 - Fedrigoni
Gruppo Fedrigoni
Bilancio Consolidato
e Report Ambiente
e Sicurezza 2017
Bilancio Consolidato e Report Ambiente e Sicurezza 2017 - Fedrigoni
Egregi Azionisti,
           nonostante i danni procuratici dal terremoto e la diminuzione del fatturato security,
la vostra Azienda ha chiuso i propri bilanci ancora una volta con risultati molto positivi.
           Tutte le società del gruppo hanno dimostrato di essere guidate in modo encomiabile,
raggiungendo gli obiettivi prefissati.
           Tutta la struttura del gruppo, in sintonia con gli amministratori ed il collegio
sindacale, ha contribuito a far crescere la vostra Società a livello nazionale ed internazionale,
superando brillantemente le difficoltà di un settore sempre più competitivo, calato in una
economia globale in continua evoluzione.
           In questo contesto la Società ha continuato a portare avanti investimenti molto
significativi nei tempi previsti.
           Alla fine dell’anno ci ha lasciato, per motivi personali, il nostro storico consigliere
delegato, Claudio Alfonsi, dopo 37 anni di collaborazione. Anche a lui vanno i nostri
ringraziamenti e i migliori auguri per il suo futuro.
           Purtroppo, come avviene in alcune aziende familiari, non vi è stata la possibilità
di cambio generazionale da parte di alcuni soci di riferimento al fine di poter proseguire nel
mandato lasciatoci dai nostri progenitori 130 anni orsono, cioè dalla data di fondazione delle
Cartiere Fedrigoni.
           Dopo aver portato l’Azienda ai massimi livelli, sia industriali che di redditività,
coadiuvati e sorretti da persone di primissima qualità, abbiamo preso atto della necessità di
investimenti sempre più importanti per sostenere lo sviluppo continuo.
           Pertanto è stata presa la decisione da parte dei soci di individuare chi potesse dare
maggiori garanzie nel portare avanti la missione di Cartiere Fedrigoni.
           Come è ormai noto, la vostra Azienda verrà ceduta, nel corso dell’aprile 2018, alla
società di investimenti americana Bain Capital al 90%, mentre un 10% resterà in mani di uno
degli attuali azionisti.
           Ci auguriamo di cuore che, chi subentrerà, possa raccogliere il testimone e
sviluppare sia i valori umani che industriali, entrambi ultracentenari, che hanno reso famoso
in tutto il mondo il nome Fedrigoni, sinonimo di professionalità, qualità, integrità, trasparenza
e coesione di gruppo.

Il Presidente e Amministratore Delegato
Alessandro Fedrigoni
Sommario        Il Gruppo Fedrigoni         Bilancio                                Rapporto integrato
                                            Consolidato                             di gruppo per
           8    Il Gruppo Fedrigoni
                                            2017                                    l’ambiente, la sicurezza
           10   La struttura                                                        e la salute 2017
                                       14   Organi societari

                                       16   Principali risultati del Gruppo   138   Sostenibilità ed etica

                                       21   Dati dei principali settori       144   La responsabilità sociale d'impresa
                                            di attività
                                                                              158   Il prodotto ed i processi
                                      30    Relazione sulla gestione
                                                                              168   Le prestazioni nel comparto della
                                      52    Situazione patrimoniale                 produzione di carta
                                            finanziaria consolidata
                                                                              196   Le prestazioni nel comparto
                                      54    Conto economico                         adesivo/converting
                                            consolidato separato
                                                                              204   Le prestazioni di sicurezza e salute
                                      55    Conto economico                         sui luoghi di lavoro
                                            consolidato complessivo

                                      56    Rendiconto finanziario
                                            consolidato

                                      58    Movimentazione del
                                            patrimonio netto consolidato

                                      60    Note illustrative al bilancio
                                            consolidato

                                      118   Note al conto economico

                                      129   Allegato 1

                                      130   Allegato 2
F come FEDRIGONI
Il Gruppo Fedrigoni è protagonista
a livello internazionale nel settore
della produzione e vendita di carte
ad alto valore aggiunto, di prodotti
di sicurezza e prodotti autoadesivi.

                                            Il Gruppo Fedrigoni
                                       8    Il Gruppo Fedrigoni

                                       10   La struttura
8   Bilancio Consolidato                      Il Gruppo Fedrigoni   9
                                                                                                                     e Report Ambiente
                                                                                                                     e Sicurezza 2017

Il Gruppo Fedrigoni                                                                                                                                                                  Sintesi per segmenti
                                                                                                                                                                                         Carta e sicurezza   Converting

Fedrigoni dal 1888 significa eccellenza nella carta     strategici e ad alto tasso di crescita del settore
ed è oggi un gruppo privato multinazionale con un       cartario mondiale. Fedrigoni opera con Società                                      CARTA E SICUREZZA
fatturato di 1.082 milioni di Euro.                     dirette in 11 Paesi nel mondo e ne serve più di 100                                 68% del fatturato
   I settori di applicazione dei prodotti progettati    attraverso partner qualificati.                                                     del Gruppo
                                                                                                                                                                                                                                    EDITORIA
e realizzati negli impianti delle aziende del gruppo       I dipendenti sono 2.693 in 11 paesi nel mondo,                                   2.160 dipendenti
                                                                                                                                                                        PACKAGING
Fedrigoni si sintetizzano nei principali segmenti:      scelti per il loro coinvolgimento e approccio pro-                                  446.586 t/a                 E AVVOLGIMENTO                                                   15%
Carta e Sicurezza da un lato – che serve sia ambiti     attivo al lavoro, la passione per la produzione di                                                             5%
                                                                                                                                                                                                                                 BANCONOTE
industriali che spaziano dal packaging alla moda, sia   qualità, per la responsabilità etica e sociale, ogni
studenti e uffici, fino alle Banche Centrali –          anno circa il 75% del personale prende parte ad                                                                                                                                  14%

e Converting – che invece serve le industrie            almeno un corso di formazione, e la sicurezza sul                                                               STAMPA TRAD.
                                                                                                                                                                        E DIGITALE
farmaceutiche, alimentari, vinicole e di liquori. Le    lavoro riveste un ruolo prioritario.                                                                                                                                   DISEGNO/ARTE
                                                                                                                                                                        32%
diverse divisioni e aziende produttive del Gruppo si       Il gruppo Fedrigoni investe continuamente gli utili                                                                                                                            4%
configurano entro questi due segmenti basilari.         in innovazione di processo e tecnologie per offrire
   La realtà attuale del gruppo Fedrigoni integra la    gamme di prodotto con il minor impatto sull’ambiente                                                            ELEMENTI SICUREZZA
                                                                                                                                                                                                                                    OFFICE/
competenza di 15 divisioni produttive e 7 aziende       e le migliori prestazioni qualitative possibili.                                                                                                                         STATIONERY
distributive per servire segmenti di mercato                                                                                                                           6%
                                                                                                                                                                                                                                         18%
                                                                                                                                                                        VALORI
                                                                                                                                                                                                                                    CASTING
                                                                                                                                                                       6%
                                                                                                                                                                                                                                    RELEASE

                                                                                                                                                                                                                                          1%

                                                                                                                                                                        ADESIVO PER ENOLOGICO

                                                                                                                                                                       24%

                                                                                                                                            CONVERTING
                                                                                                                                            32% del fatturato
                                                                                                                                            del Gruppo
                                                                                                                                            533 dipendenti
                                                                                                                                            806.617 m2/a

                                                                                                                                                                                                                          ADESIVO PER USI IND.LI

                                                                                                                                                                                                                                            76%
10   Bilancio Consolidato
                                    e Report Ambiente
                                    e Sicurezza 2017

                                                            Arconvert      Arconvert SA
                                                               SpA             100 %
                                                               100 %

                                                             Fedrigoni       GPA Ltd
                                                           Brasil Papeis       100 %
                                                               Ltda
                                                               100 %

Fedrigoni SpA
al dicembre 2017

                                                            Fedrigoni       Fedrigoni      Fedrigoni    Fedrigoni   Fedrigoni   Fedrigoni   Fedrigoni     Concept
                                                              UK Ltd       France Sarl    Deutschland   Austria     España SI   Benelux      Asia Ltd     Couleurs
                                                               100 %           100 %        GmbH         GmbH         100 %       Sprl         100 %        Sàrl
                                                                                             100 %        100 %                   100 %                     100 %

                                                           Cartamano          Miliani       Canale                                          Fedrigoni
                                                           Deutschland Immobiliare        Camuzzoni                                         Trading Ltd

  Carta e sicurezza
                                                              GmbH              Srl          Scarl                                             100 %
                                                               100 %           100 %         25 %

  Converting e carte adesive

  Immobiliari

  Energia
A come AMBIENTE
                                  Rapporto
Il nostro impegno ambientale
inizia molti anni fa. Dal 2002
                                  integrato
                                  di gruppo per
pubblichiamo annualmente un
bilancio ambientale. Il primo
certificato ISO 14001 è stato

                                  l’ambiente,
ottenuto nel 1999 e oggi tutti
i siti produttivi sono conformi
a questo standard.

                                  la sicurezza
                                  e la salute
                                  2017

                                  Sirio Color Limone 210 g/m2
136   Bilancio Consolidato   Report Ambiente    137
                                                                                                                         e Report Ambiente      e Sicurezza 2017
                                                                                                                         e Sicurezza 2017

Stakeholder                                                                                                                                                          Stakeholder diretti e indiretti                                  Azioni
                                                                                                                                                                     per segmento produttivo
                                                                                                                                                                     • D ipendenti e agenti diretti                                  – incontri di formazione professionale
Il mondo degli stakeholder Fedrigoni è complesso.          suoi prodotti. Altri prescrittori nel settore grafica e                                                                                                                    – incontri di aggiornamento sui prodotti e cataloghi
   È utile distinguere subito negli stakeholder più        ufficio sono ad esempio i produttori di macchine da
                                                                                                                                                                     • Fornitori materie prime, ausialiarie e servizi                incontri diretti
vicini all’azienda tra clienti effettivi – presenti nei    stampa digitali, nel settore arte e scuola sono
                                                                                                                                                                     •A
                                                                                                                                                                       lunni, studenti, genitori, insegnanti di scuole di ogni       –B  ig Draw, iniziativa di divulgazione del disegno come
database di fatturazione del Gruppo – come ad              i docenti.                                                                                                 ordine e grado, didattiche museali, artisti di belle arti          strumento di comunicazione e formazione
esempio stampatori, etichettifici, cartotecniche              Si va quindi da realtà giovani, piccole e                                                                                                                               – lezioni a studenti dei corsi superiori di design sull’uso
                                                                                                                                                                                                                                         della carta nella progettazione grafica
(parte carte grafiche e converting), oppure                dinamiche come i designer freelance, a
                                                                                                                                                                     • M ondo accademico/ricercatori                                 – a ttraverso la Fondazione Gianfranco Fedrigoni-Istocarta,
grossisti di materiale per ufficio, scolastico e           grandi aziende di stampa e packaging per
                                                                                                                                                                                                                                         giornate di studio e congressi
artistico (settore carta) o ancora banche centrali         clienti internazionali.
                                                                                                                                                                     • B anche                                                       incontri di informazione
(sicurezza) da un lato, e i prescrittori – studi grafici      Ci sono poi naturalmente i dipendenti, i fornitori,
                                                                                                                                                                     • O rganizzazioni sindacali dei lavoratori                      incontri di informazione
e agenzie creative che consigliano il committente          le comunità vicinali e gli stakeholder istituzionali:
                                                                                                                                                                     •A
                                                                                                                                                                       ssociazioni di categoria ed enti di settore (Assografici,     – incontri di informazione
finale, il quale a sua volta commissiona i prodotti        come le banche, le organizzazioni sindacali, le
                                                                                                                                                                      Associazione Design Industriale, German Design Council,         – aggiornamento
adesivi o stampati o le confezioni packaging per i         associazioni di categoria, ecc..                                                                           ecc.)                                                           – collaborazioni

                                                                                                                                                                     •O
                                                                                                                                                                       rganizzazioni non governative (Greepeace, WWF,                – incontri di informazione
                                                                                                                                                                      Fai, ecc.)                                                      – collaborazioni

                                                                                                                                                                     • Clienti, prescrittori, utilizzatori finali per settore:       vedi sotto il dettaglio

                                                                                                                                                                     CONVERTING

                                                                                                                                                                     •C
                                                                                                                                                                       lienti                                                        –   contatti diretti agenti e tecnici
                                                                                                                                                                      Arti grafiche, etichettifici, concerie                         –   assistenza e consulenza tecnica
                                                                                                                                                                                                                                      –   messa a punto prodotti speciali
                                                                                                                                                                                                                                      –   invio aggiornamento cataloghi
                                                                                                                                                                     • D
                                                                                                                                                                         esigner                                                     – informazione e aggiornamento cataloghi
                                                                                                                                                                        Agenzie pubblicitarie, s tudi di progettazione grafica         prodotti tramite la forza vendita e E-mailing
                                                                                                                                                                     •U
                                                                                                                                                                       tilizzatori finali                                            – a zioni mirate di informazione sui prodotti e servizi tramite
                                                                                                                                                                      Cantine vinicole, birrifici, distillerie, distributori vini e      forza vendita e azioni dedicate
                                                                                                                                                                      liquori, aziende alimentari, cosmetiche e farmaceutiche,
                                                                                                                                                                      istituzioni statali internazionali, grande distribuzione,
                                                                                                                                                                      pelletterie e produttori accessori in pelle

                                                                                                                                                                     CARTA E SICUREZZA
                                                                                                                                                                     Carta
                                                                                                                                                                     •C
                                                                                                                                                                       lienti                                                        – contatti diretti agenti commerciali
                                                                                                                                                                      Editori, arti grafiche, cartotecniche, serigrafie,              – a ssistenza e consulenza tecnica
                                                                                                                                                                      scatolifici, sacchettifici, grande distribuzione,                  pre e post vendita
                                                                                                                                                                      negozi belle arti, cartolerie                                   – messa a punto prodotti su misura
                                                                                                                                                                                                                                      – aggiornamento cataloghi
                                                                                                                                                                                                                                      – inviti a eventi speciali
                                                                                                                                                                                                                                      – realizzazione e invio rivista di graphic design e carta, PULP
                                                                                                                                                                     •D
                                                                                                                                                                       esigner                                                       – informazione e aggiornamento cataloghi prodotti
                                                                                                                                                                      Agenzie pubblicitarie, studi di progettazione grafica,          – consulenza tecnica tramite promoter dedicati
                                                                                                                                                                      illustratori, fotografi                                         – inviti a eventi speciali
                                                                                                                                                                     •U
                                                                                                                                                                       tilizzatori finali                                            – a zioni mirate di informazione sui prodotti
                                                                                                                                                                      Case di moda, produttori accessori moda e arredamento,             e servizi tramite promotori
                                                                                                                                                                      aziende alimentari, industrie cosmetiche e cura della           – azioni di marketing dedicate
                                                                                                                                                                      persona, studenti, artisti, incisori
                                                                                                                                                                     Sicurezza

                                                                                                                                                                     • Clienti
                                                                                                                                                                                                                                    – incontri diretti
                                                                                                                                                                       Istituzioni statali internazionali                             – partecipazioni a gare
138   Bilancio Consolidato                 Report Ambiente    139
                                                                                                                       e Report Ambiente                    e Sicurezza 2017
                                                                                                                       e Sicurezza 2017

Sostenibilità ed etica                                                                                                                                                                      Fig. 01   Breakdown di materie prime e costi per servizi 2017

Da quando ha visto la luce negli anni ‘60 il concetto     attraversa ormai tre secoli di storia industriale,
                                                                                                                                                                               30 %
di responsabilità sociale dell'impresa si è sempre        risulta sempre impegnata, anno dopo anno ed
più allargato fino a coinvolgere diversi ambiti non       esercizio dopo esercizio, a migliorare le proprie
                                                                                                                                                                               25 %
solo sociali ma anche ambientali ed economici. Gli        performance ambientali e sociali.
stakeholders, i cosiddetti «portatori d'interesse»,          A prescindere dalle congiunture economiche
                                                                                                                                                                               20 %
che inizialmente includevano prevalentemente i            che possono condizionare il mercato, ogni soggetto
dipendenti, i clienti, i fornitori e le comunità che      individuale e pubblico ha la responsabilità di fare la
                                                                                                                                                                               15 %
vivono nelle vicinanze degli insediamenti industriali,    sua parte. Da qui a metà secolo, secondo le stime
oggi vanno a ricomprendere anche gli azionisti, i         di crescita della popolazione, ci sarà un ulteriore,
                                                                                                                                                                               10 %
collaboratori, le parti sociali e datoriali, i governi    prevedibile aggravio sullo sfruttamento delle risorse
locali e nazionali, le organizzazioni sovrannazionali     naturali, quantunque rinnovabili, ma comunque
                                                                                                                                                                               5%
governative e non, insomma qualsiasi soggetto che         rese sempre più scarse in termini di disponibilità
possa risultare interessato dalle attività condotte       condizionata quest’ultima anche dal progressivo
dal Gruppo.                                               aumento della temperatura media del pianeta Terra.
   Per non compromettere il benessere delle                  Fedrigoni, responsabilmente e concretamente,                                                                                         26 %           23 %                 25 %              9%                 7%              10 %
generazioni future, siamo convinti che le imprese,        ha fatti suoi questi principi ambientali di sostenibilità                                                                          Fibre e cotoni        Chimici          Frontali e      Altri materiali    Energie totali      Logistica
                                                                                                                                                                                                                                  supporti per
per dovuta aderenza etica, in prospettiva debbano         da molto tempo coniugandoli, in quasi 130 anni di                                                                                                                        converting
impegnarsi a ridurre i loro impatti sull'ambiente a       attività, alla produzione ed alla valorizzazione di
tutela della società attuale e futura a salvaguardia      carte speciali, che stimolano vista, tatto e fantasia,
dell’integrità dei propri lavoratori e di tutte le        ricordando superfici naturali nel pieno rispetto
parti interessate.                                        dell’ambiente e della sicurezza del prodotto                                                                          compromesso ambientale, nel campo della                      conto anche del patrimonio non solo industriale,
   Ogni anno sempre maggiore è l’impegno nella            utilizzando in via esclusiva materie prime ed                                                                         sicurezza e salute sui luoghi di lavoro ed, in generale,     che dovrà essere lasciato in gestione alle
sostenibilità. In un pianeta dove la popolazione, ed      ausiliarie sicure, non impattanti e provenienti da                                                                    nell'impatto globale delle proprie attività industriali      future generazioni.
i relativi fabbisogni, cresce in termini esponenziali1,   origini controllate e tracciabili.                                                                                    e distributive.                                                  La società, forte della strada percorsa sin
le terre coltivate e le risorse idriche restano              Il costante impegno, tramite investimenti                                                                               Non meno, un principio fondamentale su cui              qui e del suo patrimonio conoscitivo, è sempre
sotto pressione e le emissioni nell'atmosfera non         impegnativi ma anche attraverso una miriade di                                                                        si basa l’operatività della Società è quello di non          in cammino verso un domani ancora più verde,
accennano a diminuire, nessuno può seriamente             piccoli perfezionamenti tecnologici, soprattutto                                                                      creare interferenze che possano creare effetti               sostenibile e sicuro.
e responsabilmente sentirsi escluso dagli sforzi          negli ultimi venti/trenta anni, ha determinato un                                                                     negativi per le persone che vivono nei pressi dei                Tutti questi impegni vengono perseguiti
verso un obiettivo universale di sostenibilità,           innegabile miglioramento complessivo delle sue                                                                        propri insediamenti e sul territorio che li ospita,          operando su 6 direttrici fondamentali che,
anno dopo anno sempre più attuale, nei termini            prestazioni ambientali e di sicurezza.                                                                                garantendo contestualmente la tutela della salute e          allo stesso tempo, hanno anche l’effetto
proposti dalla Commissione Brundtland delle                  Il Gruppo, oltre a rispettare l’ampio e complesso                                                                  sicurezza dei propri dipendenti.                             benefico di accrescere il know-how della
Nazioni Unite che nel 1987 lo enunciava come «uno         insieme di regolamentazioni derivanti da leggi e                                                                           La sostenibilità è un cammino, spesso                   Società: l’organizzazione, il coinvolgimento,
sviluppo che soddisfi i bisogni del presente senza        norme nazionali ed internazionali, fin dal 1998 si                                                                    difficoltoso, però, senza un preciso punto di                la sensibilizzazione, la prevenzione, la formazione
compromettere la possibilità delle generazioni            è dotata di un proprio Codice Etico, rivisto ed                                                                       arrivo, stanti i margini di miglioramento e di               e l’informazione.
future di soddisfare i propri».                           affinato nel tempo, e di una Politica Integrata per la                                                                perfezionamento sempre presenti, le opportunità                  E con questo Rapporto integrato sull'ambiente
   Pertanto anche il Gruppo, forte anche della            qualità, l’ambiente e la sicurezza che la impegnano          1 L'Onu prevede che nell'anno                            al cambiamento, le nuove risorse tecnologiche e              e sulla sicurezza e sulla salute, il gruppo Fedrigoni
costante innovazione tecnologica che anima i              a rispettare regole di condotta che superano le              2030 sul nostro pianeta ci saranno                       tecniche per l'innovazione. Ogni anno gli spunti sono        vuole quindi illustrare i progressi fatti nel campo
                                                                                                                       circa 8,5 miliardi di abitanti.
suoi stabilimenti produttivi lungo un percorso che        mere previsioni normative a garanzia di qualsiasi            Successivamente, è stimato                               sempre maggiori ed il Gruppo, ad ogni chiusura               della sostenibilità in nome dei cittadini del mondo
                                                                                                                       che la popolazione continuerà a
                                                                                                                                                                                d'esercizio, si pone sempre nuovi obiettivi tenendo          di oggi e di quello futuro.
                                                                                                                       crescere raggiungendo 9,7 miliardi
                                                                                                                       nel 2050 e 11,2 miliardi nel 2100.
140   Bilancio Consolidato                       Report Ambiente    141
                                                         e Report Ambiente                          e Sicurezza 2017
                                                         e Sicurezza 2017

Fig. 02 Origine   della cellulosa                                                                                       Le materie prime

                                                                                                                        L’industria cartaria nel suo complesso, perlomeno         costituita, sempre e comunque solo da fibre di
                                                         EU                                                             nei Paesi occidentali, l’ha ben compreso. E di fatto      tipo controllato.
                                                         20%
                                                                                                                        oggi praticamente la totalità del legno utilizzato           Considerando poi l'acqua che, a buon diritto
                                                                                                                        per produrre cellulosa, materia prima di base             è considerata la “seconda materia prima”

                              NORD AMERICA                                                                              del settore, proviene, oltre che da residui o             dell'industria cartaria dopo la cellulosa, ebbene,
                              2%                                                                                        sottoprodotti generati da altri settori industriali del   attraverso investimenti mirati, costanti innovazioni
                                                                                                                        legno, anche da operazioni di sfoltimento forestale       tecnologiche continue ed una sempre maggiore
                                                                                                                        necessarie a conservare le foreste in condizioni          sensibilizzazione dei propri lavoratori, Fedrigoni
                                                                                                                        di salute ed a promuovere un loro corretto                è riuscita nel tempo a diminuirne sensibilmente
                                                                                                                        rinnovamento. Il tutto rispettando norme di gestione      l’impiego nei propri processi. E, di fatto, fra il 2002
                                                                                                                        forestale finalizzate ad una loro gestione sostenibile    ed il 2017, a fronte di un incremento produttivo del
                                                                                                                        nel rispetto di standards internazionalmente              +60%, il consumo medio unitario di acqua fresca per
                                     SUD AMERICA
                                     78%                                                                                accreditati e riconosciuti.                               tonnellata di carta si è ridotto del 45%.
                                                                                                                             Quindi, contrariamente a quanto si pensi ed in          Con riguardo alle altre materie prime ed
                                                                                                                        antitesi a tanti luoghi comuni, l’industria cartaria      ausiliarie di origine non fibrosa, quali le cariche
                                                                                                                        europea svolge oggi un ruolo importante per il            minerali, gli agenti coloranti, i leganti, ecc. vengono
                                                                                                                        rinnovamento e l’incremento dell’estensione della         scelte privilegiando quelle che assicurano prima,
                                                                                                                        superficie forestale mondiale. Simili considerazioni      durante e dopo il loro impiego, i minori impatti
                                                                                                                        si estendono in modo dimostrato anche alla                ambientali possibili, sicurezza per chi le deve
                                                                                                                        riduzione di altri impatti ambientali significativi       manipolare ed una ottima funzionalità sul prodotto
                                                                                                                        quali il consumo d’acqua, i consumi energetici e le       finale una volta arrivato al consumatore.
                                                                                                                        emissioni in atmosfera.
                                                                                                                             In base alla politica integrata aziendale ed         Emissioni ed energia
                                                                                                                        in coerenza con il codice etico della società
                                                                                                                        e dell’industria cartaria europea, recepito               L'energia elettrica e termica sono componenti
                                                                                                                        integralmente da Fedrigoni, vengono acquistate            essenziali per la produzione cartaria, ma è indubbio
                                                                                                                        solo cellulose provenienti da impianti boschivi gestiti   che la loro produzione va inevitabilmente a scontrarsi
                                                                                                                        secondo schemi di sostenibilità forestale normati e       con il riscaldamento globale conseguente dalle
                                                                                                                        riconosciuti a livello internazionale, in particolare     emissioni di gas ad effetto serra.
                                                                                                                        quello FSC®, sia in termini di tracciabilità (Chain          Per ovviare a questa dicotomia di base
                                                                                                                        of Custody ) che di origine controllata e legale del
                                                                                                                                    2
                                                                                                                                                                                  Fedrigoni è impegnata già dagli anni ’90 con
                                                                                                                        legno (Controlled Wood3).                                 rilevanti investimenti per l’installazione di impianti
                                                                                                                        Questa particolare attenzione si è concretizzata          di cogenerazione alimentati a gas metano presso
                                                                                                                        nell’acquisto esclusivo di cellulose controllate          i principali stabilimenti del Gruppo, intervenendo
                                                                                                                        ripartite per il 71% in tipi CoC-FSC (Chain of
                                                                                                                                                             ®
                                                                                                                                                                                  anche con ogni altro possibile miglioramento
                                                                                2 CoC-FSC ® secondo il FSC-
                                                                                STD-40-004 V3-0 EN (Standard for        custody) e per il 29% in tipi CW-FSC® (Controlled         tecnologico per ottimizzare l'efficienza energetica nel
                                                                                Chain of Custody Certification).        Wood). Il che ha permesso all’Azienda di potere           suo insieme. E questo, indipendentemente dal fatto
                                                                                3 CW-FSC secondo FSC-
                                                                                          ®                             vendere il 67% delle proprie carte certificate            di essere soggetto obbligato ai previsti della Direttiva
                                                                                STD-40-005 V2-1 EN (Standard
                                                                                                                        CoC-FSC® di tipo misto, e la rimanente quota              europea nr. 2003/87/CE e ss.mm. (Emission Trading)
                                                                                for Company Evaluation of FSC®
                                                                                Controlled Wood).
142   Bilancio Consolidato                       Report Ambiente     143
                                                                                                                            e Report Ambiente                          e Sicurezza 2017
                                                                                                                            e Sicurezza 2016

con cui l’Unione Europea ha recepito dei principi del      Chiaramente per ridurne la produzione, ancorché                                                                                  Fig. 03    Input e output del processo industriale
Protocollo di Kyoto e dal 2015 del Decreto Legislativo     i costi di gestione, il Gruppo, sfruttate appieno le                                                                               Input     Output

4 luglio 2014, nr. 102 in attuazione della Direttiva nr.   potenzialità impiantistiche di depurazione a valle
2012/27/UE sull’efficienza energetica.                     del ciclo produttivo, a monte, compatibilmente con                                                                  Cellulosa
                                                                                                                                                                             300.735 tons
   Nell’arco che va dal 2002 al 2017, il Gruppo ha         le esigenze del processo produttivo, si attuano
progressivamente ridotto le proprie emissioni              interventi tecnici e tecnologici per minimizzare quanto                                                                                                                                        Prodotti di
                                                                                                                                                                                                                                                          sicurezza
specifiche di CO2 del 29% e degli ossidi di azoto          più possibile il conferimento di sostanze inquinanti                                                                                                                                           10.760 tons
                                                                                                                                                                                   Filler, minerali
(NOx) del 49% nel comparto carta a riscontro di            veicolate dalle acque di processo verso l’impianto
                                                                                                                                                                                          e siliconi
una produzione lorda cresciuta del 60% , mentre            di trattamento. In tal modo quanto più basso sarà il                                                                         229.819 tons
                                                                                                                                                                                                                                                                                                 Carta
nel comparto adesivi/converting sia quelle di CO2 che      carico di sostanze da trattare e tanto minore sarà la
                                                                                                                                                                                                                                                                                                 407.572 tons
degli ossidi di azoto (NOX) sono decresciute del 17%       quantità di fanghi prodotti.
                                                                                                                                                                                    Materiali e carta per
a margine di un incremento produttivo del 117%.               La bontà di tali interventi è confermata da un                                                                   frontali e supporti adesivi
   Sullo stesso periodo il consumo specifico di            sensibile decremento del carico specifico dei fanghi,                                                                               129.780 tons
                                                                                                                                                                                                                                                              Rifiuti
Energia totale (elettrica + termica) è sceso del           che nel periodo tra il 2002 ed il 2017 è scesa del 40%,                                                                                                                                            16.555 tons
44% accompagnato da una riduzione del consumo              a fronte di un incremento produttivo del +60%
                                                                                                                                                                                                                    Cotone
specifico di gas metano del 21% e dell’energia                Andando a considerare invece la produzione totale                                                                                                  12.340 tons
termica del 47%.                                           di rifiuti, comprendente i fanghi di risulta e tutte le
                                                                                                                                                                                                                                                                                            Carta adesiva
                                                           altre classi di rifiuti generati, la loro decrescita è                                                                                                                                                                           806.617 m2 (’000)
Depurazione acque e gestione rifiuti                       stata del 24%.                                                                                    Acqua
                                                                                                                                                    14.320 m3 (’000)
Un aspetto fondamentale ai fini della sostenibilità,       Il prodotto finale                                                                                                                                                                             Energia elettrica venduta
e non solo per l’industria cartaria, è il trattamento                                                                                                                                                                                                     di cui il 38% idroelettrica
                                                                                                                                                                                                                                                          65,8 kWh/000
delle acque di processo prima che queste possano           Per il Gruppo l’identificazione, la valutazione e la                                                   Gas naturali
essere restituite in un corpo idrico accettore.            gestione dei propri aspetti ambientali è un approccio                                           133.068 std m3 (’000)

Questo è un fronte su cui il Gruppo ha investito           volto a considerare i processi produttivi e il loro
moltissimo, e continua ad investire, per assicurare        impatto sull’ambiente in una prospettiva che trascende
una prestazione che garantisca ampi margini di             i ristretti confini del singolo sito ove si svolge la                                       Elettricità
                                                                                                                                                   13.265 kWh/000
rispetto delle soglie qualitative stabilite dalla legge.   produzione, andando a prendere in esame anche
   Però, da questo processo, sia esso di natura            tutte la fasi, a monte ed a valle della produzione (dalla
chimico-fisica o biologica o congiunta, deriva la          progettazione, alla distribuzione, al consumo, ecc.)
produzione di quello che è il rifiuto più importante       fino alla fine vita dei prodotti, indipendentemente dal                                                                          non terminano. Il prodotto finito, risultato di tutto   I prodotti di Fedrigoni, sia nel settore cartario che del
in termini quantitativi nell’industria cartaria: il così   luogo dove materialmente si svolgono tali fasi e dai                                                                             questo, richiede molta attenzione in tutti i suoi       converting, assicurano garanzie di eco-compatibilità
detto fango di risulta. Questo rifiuto, classificato       soggetti cui fa capo la responsabilità di conduzione                                                                             dettagli e Fedrigoni li persegue costantemente e        e di sicurezza per il consumatore. Tali peculiarità
come speciale non pericoloso e che ad oggi incide          di tali attività (fornitori, progettisti, trasportatori,                                                                         coerentemente al proprio Codice etico, alla propria     sono attestate anche da enti terzi che confermano
per un 60% sul totale dei rifiuti generati dai siti        smaltitori, ecc.).                                                                                                               Politica integrata ed alla legislazione ponendo una     l’aderenza ai requisiti dei principali standards
manifatturieri del Gruppo, non è riutilizzabile come          Quindi, una volta selezionati e gestiti attentamente                                                                          particolare attenzione agli aspetti di sicurezza del    internazionali della serie ISO.
materia prima secondaria nei processi del Gruppo,          gli elementi in entrata al processo industriale, governati                                                                       prodotto ed ai suoi impatti ambientali una volta
per cui deve essere conferito all’esterno per essere       gli output ambientali e minimizzati gli effetti di pericolo,                                                                     esaurito il suo ciclo di vita.
sottoposto ad un processo di smaltimento o, ove            i doveri di un’impresa socialmente responsabile
possibile, di recupero.
144      Bilancio Consolidato   Report Ambiente    145
                                                                                                                              e Report Ambiente      e Sicurezza 2017
                                                                                                                              e Sicurezza 2017

La responsabilità sociale
d’impresa

Il codice etico e la politica integrata
per la qualità, l’ambiente e la sicurezza

La Società ha definito per la prima volta il suo                 accumulate rese ancora più forti dalla dovuta                                                            quello di assicurare la fornitura, la funzionalità      • la sensibilizzazione e la consapevolezza dei
Codice Etico nel 1998 e nel tempo lo ha modificato               coesione e dalla tensione morale dei Dipendenti;                                                         e la più appropriata prestazione dei prodotti e          dipendenti e dei collaboratori esterni sui possibili
integrando nuovi principi ed affinando quelli originali,       • per potere raggiungere i propri obiettivi, la Società                                                   dei servizi, un uso razionale e responsabile delle        rischi d’esercizio, legati alla conduzione delle
per arrivare alla sua versione più recente del 2013.             reputa presupposto irrinunciabile un ampio,                                                              risorse, la minimizzazione degli impatti ambientali,      rispettive attività, risulta fattore determinante;
Come capisaldi irrinunciabili rimangono sempre il                armonioso ed integrato coordinamento tra tutte                                                           dei fenomeni infortunistici e delle tecnopatie;         • la Società da preferenza a quei fornitori e
rispetto della persona, delle leggi e norme, la tutela           le sue funzioni, richiedendo ad ogni dipendente e                                                      • ogni attività deve essere condotta e gestita           collaboratori esterni che adottano condotte
dell’ambiente, la trasparenza nella conduzione degli             collaboratore incaricati di gestire strategie, processi,                                                 secondo criteri di sostenibilità e di responsabilità    coerenti a principi di sostenibilità e che attuano una
affari e la tutela della riservatezza nei rapporti               relazioni, cambiamenti, risorse umane e strumentali                                                      sociale, assicurando da una parte la qualità            gestione del rischio a lungo termine;
con le parti terze, considerando inclusi tra questi              un’ampia coesione ed adattamento reciproco,                                                              del prodotto e del servizio, la salvaguardia            • l’intera Società risulta impegnata ad applicare
gli azionisti, i clienti, i dipendenti, i fornitori, i           comportamenti in linea con le regole, le direttive e                                                     dell’ambiente e la tutela della sicurezza e della        e rispettare un sistema di buone pratiche nel
collaboratori, ma anche gli organi d’informazione,               le politiche aziendali, convergenza nel conseguire le                                                    salute dei lavoratori e, dall’altra, la redditività e     pieno rispetto delle leggi e delle norme applicabili,
la pubblica amministrazione, le associazioni datoriali           prestazioni, mutua sinergia nelle attività professionali,                                                l’integrità dei beni aziendali;                          attraverso un comportamento che risulti sempre
e sociali e le associazioni volontarie per la tutela             pur nel rispetto delle singole autonomie specialistiche                                                • la Società individua la gestione del rischio come       coerente ai principi del codice etico anche a
ambientale e la sicurezza e la salute sui luoghi                 di ciascuno ed uniformità nella specificazione dei                                                       componente essenziale nella conduzione dei                tutela da qualsiasi possibile rischio per la normale
di lavoro.                                                       risultati materiali ed immateriali.                                                                      processi produttivi, commerciali ed amministrativi,      conduzione delle attività;
    A questo si integra il documento di Politica               • La Società è impegnata a mettere a disposizione                                                         ritenendola un presupposto fondamentale per             • risulta presupposto essenziale per la crescita
Integrata recante l’impegno della Società sotto il               le necessarie risorse per perseguire gli obiettivi di                                                    assicurare la loro regolare continuità nel tempo         della Società intrattenere e mantenere relazioni
profilo della qualità del prodotto, dei servizi offerti,         miglioramento qualitativi, quantitativi, ambientali,                                                     oltre a risultare indispensabile per                     corrette e trasparenti con le organizzazioni dei
delle prestazioni, dell’organizzazione, dell'ambiente            di sicurezza, di salute e di minimizzazione dei rischi                                                   il miglioramento;                                         lavoratori, con quelle datoriali ed imprenditoriali,
e della sicurezza riportando testualmente nella sua              non solo come parte integrante delle normali attività,                                                 • con l’adozione di un sistema di gestione integrato      con le istituzioni pubbliche e private, con le
versione più aggiornata:                                         ma anche come impegno strategico rispetto alle sue                                                       comprendente il controllo del rischio, si vuole          autorità, con le associazioni e con le parti
• la soddisfazione dei Clienti è l’obiettivo primario           finalità più generali, adottando al tempo stesso le                                                      mettere a disposizione dell’intera organizzazione         terze interessate;
  della Società. Pertanto il rapporto con essi prima,            migliori tecniche disponibili compatibilmente con i                                                      societaria uno strumento per poterli riconoscere        • ogni dipendente della Società deve partecipare,
  durante e dopo l’impiego dei nostri prodotti e                 principi di economicità gestionale e del rapporto                                                        tempestivamente e potere così avviare le                 contribuire e concorrere in modo responsabile,
  l’erogazione dei servizi di supporto, è improntato             costo/beneficio;                                                                                         misure volte a eliminarli, ridurli o, quanto              in base al ruolo assegnato ed alle competenze
  alla massima apertura e collaborazione per                   • da un punto di vista attuativo, in rapporto ai rispettivi                                               meno, ad affrontarli in modo consapevole. Tale           acquisite, al raggiungimento degli obiettivi di
  potere apprezzare correttamente le loro esigenze,              ruoli e funzioni, la responsabilità per l'implementazione                                                sistema risulta profilato anche al fine di creare         miglioramento stabiliti, inclusi quelli per la
  rispondendo poi in modo tempestivo, rapido ed                  della gestione integrata per la qualità, l’ambiente, la                                                  la necessaria resilienza organizzativa per               qualità, l’ambiente, la sicurezza e la salute sui
  efficace con lo sviluppo e la fornitura di prodotti            sicurezza, la salute e per la prevenzione dei rischi                                                     assicurare la capacità intrinseca di modificare il        luoghi di lavoro.
  idonei agli utilizzi richiesti ed attesi a l'erogazione di     associabili, spetta localmente al management delle                                                       funzionamento dell’organizzazione prima, durante
  servizi atti a soddisfare le loro aspettative;                 singole unità organizzative nel rispetto delle indicazioni,                                              e dopo un cambiamento od una criticità per poter
• mantenere e migliorare la competitività sul mercato           anche di natura strategica, indicate dall’Alta Direzione;                                                assicurare la necessaria continuità del business,
  globale è un traguardo fondamentale conseguibile             • ai fini del miglioramento continuo, l’adozione e                                                        sia in condizioni previste che impreviste;
  solo facendo leva sulla tradizione, sulle competenze,          l’applicazione di un sistema di gestione integrato per
  sulla specializzazione e sulle conoscenze                      la qualità, l’ambiente, la sicurezza e la salute, che
                                                                 tenga conto anche dei rischi, ha come scopo primario
146   Bilancio Consolidato                        Report Ambiente     147
                                                                                                                       e Report Ambiente                           e Sicurezza 2017
                                                                                                                       e Sicurezza 2017

Il Modello Organizzativo

Il Gruppo, incluse le aziende controllate, è              • un insieme di procedure operative e protocolli                                                                             di sicurezza funzionale nel loro intero ciclo di vita,       la ISO 9001 per la gestione della Qualità, la ISO 14001
dotato di un “Modello Organizzativo” fin dai primi          per la formazione, la definizione e l’attuazione                                                                            dalla loro creazione fino al loro fine vita.                 per la tutela ambientale, la OHSAS 18001 (futura ISO
tempi di applicazione del Decreto Legislativo nr.           delle decisioni;                                                                                                                 Quest’impegno, semplice a dirsi ma impegnativo          45001) per la prevenzione nel campo della sicurezza
231/01 e ss.mm., che disciplina la responsabilità         • un Organismo di Vigilanza con il compito di                                                                                da attuare, necessita trovare in ogni caso una               e salute sui luoghi di lavoro e gli standards FSC® per
amministrativa delle persone giuridiche, delle              sorvegliare sull’efficace e sostanziale attuazione                                                                          propria visibilità e, dall’altra, potere essere              la tutela forestale.
società e delle associazioni anche prive di                 del modello;                                                                                                                riscontrato in forma certa ed oggettiva agli occhi              Il tutto è partito nel lontano 1993 con la prima
personalità giuridica. Con questo testo normativo         • un sistema disciplinare interno;                                                                                           del consumatore.                                             certificazione di sistema ISO 9001, andando poi ad
per la prima volta è stata introdotta nel nostro          • attività di formazione specifica;                                                                                               Ecco allora, che il Gruppo da molti anni è              ampliarsi negli anni con successivi riconoscimenti di
ordinamento, sotto particolari condizioni e per           • schede di valutazione dei singoli rischi associabili ai                                                                    organizzato ed opera in conformità a diversi                 conformità a diverse norme gestionali, configurando
specifici reati dolosi e colposi, una responsabilità        reati previsti dal Decreto con le conseguenti azioni                                                                        standard gestionali con valenza internazionale quali         un contesto che oggi è così rappresentabile:
estesa alle società ed agli enti, integrando le             di prevenzione e di mitigazione;
sanzioni penali già previste in capo alla persona         • Codice Etico.
fisica che realizza materialmente uno o più dei fatti     Per rendere efficace e diffusa l’applicazione dei
illeciti ricompresi nel Decreto Legislativo. Alcuni dei   principi ivi contenuti e per avere la sua massima                                                                             Tab. 01

reati previsti nel Decreto Legislativo sono afferenti     condivisione in Azienda, a numerosi dipendenti, sia
la sicurezza e la salute sui luoghi di lavoro e la        in posizione apicale che subordinata, con ruoli                                                                                                                       Fedrigoni SpA    Arconvert SpA Arconvert SA             Arconvert
                                                                                                                                                                                                                               (Italia)          (Italia)            (Spagna – ex       Brasil Ltda
tutela ambientale.                                        attivi nei settori in cui potrebbero determinarsi i
                                                                                                                                                                                                                                                                     Manter SA)         (inizio attività 2009)
   Sebbene la legge non lo preveda in forma               reati normati dal Decreto, è stata erogata specifica
                                                                                                                                                                                        UNI EN ISO 9001:2008
espressa, considerando comunque anche il                  formazione per fornire loro tutte le principali                                                                               Sistema di Gestione per la Qualità     X                 X                   X                  X
richiamo indiretto all’art. nr. 30 del DLGS nr.           nozioni sui reati previsti, sulle possibili conseguenze
                                                                                                                                                                                        Anno di decorrenza 1a certificazione   1993              1997                1995               2010
81/08 e ss.mm. (Testo unico per la Sicurezza) e           in caso di applicazione delle sanzioni e su come sia
                                                                                                                                                                                                                                                                                        FS 562456
la sua funzione esimente, Fedrigoni con questo            organizzata Fedrigoni per prevenirli.                                               4 Tale certificazione è rilasciata
                                                                                                                                                                                        Numero certificato                     CQ 539            CH 97/0116          ES–0277/1995       BSI America
                                                                                                                                              dalla Direzione centrale presso
documento d’indirizzo ha voluto dotarsi di un                                                                                                 l’Agenzia delle Dogane per la             UNI EN ISO 14001:2004
ulteriore strumento atto a garantire un controllo         Le certificazioni volontarie dei sistemi                                            gestione tributi e rapporto con gli       Sistema di Gestione per l'Ambiente     X                 X                   X                  –
                                                                                                                                              utenti – Ufficio per i regimi doganali
ancora più efficace sul rispetto dei principi enunciati   di gestione                                                                         e fiscali e risulta regolata dall’art.
                                                                                                                                                                                        Anno di decorrenza 1a certificazione   1999              2002                2009               –
sia nel Codice Etico che nella Politica Integrata,                                                                                            5 bis del Regolamento (CEE) nr.
                                                                                                                                              2913/92 (CDC), come modificato
articolandolo su 6 differenti sezioni:                    Per il Gruppo l’obiettivo primario è che la qualità                                 dal Regolamento (CE) nr. 648/2005         Numero certificato                     CQ 7847           CH 02/0955          ES–2009/0056       –
                                                          dei prodotti forniti e dei servizi erogati soddisfino le                            e dagli articoli dal 14bis a 14           BSI – OHSAS 18001:2007
                                                                                                                                              quindicies del Regolamento (CEE)          Sistema di Gestione per la Sicurezza
                                                          aspettative del Cliente a tutto tondo.                                              nr. 2454/93 (DAC) come modificati         e la Salute sui Luoghi di Lavoro       X                 X                   X                  –
                                                                                                                                              dal Regolamento (CE) nr. 1875/2006.
                                                              La domanda di sostenibilità da parte di
                                                                                                                                              Viene concessa dopo apposito
                                                          qualunque parte interessata è sempre più diffusa. Il                                accertamento dell’Autorità Doganale       Anno di decorrenza 1a certificazione   2006              2008                2011               –
                                                                                                                                              nazionale a chi comprova il rispetto
                                                          mercato chiede, e si aspetta, prodotti e processi                                   degli obblighi doganali, il rispetto
                                                                                                                                                                                        Numero certificato                     CQ 15229          CH 08/1328          ES–SST–0102/2011   –
                                                          produttivi sempre meno impattanti sull’ambiente                                     dei criteri previsti per il sistema
                                                                                                                                              contabile, la solvibilità finanziaria,    AEOF   4

                                                          e sulla salute e sicurezza stimolando in tal modo                                   il rispetto di appropriati standard       Operatore Economico Autorizzato
                                                          l’industria a fornire prodotti che, una volta immessi                               di tenuta delle registrazioni             di tipo full                           X                 –                   –                  –
                                                                                                                                              contabili e della normativa inerente
                                                          sul mercato, diano garanzie di eco-compatibilità e                                  la sicurezza e la salute sui luoghi       Anno di decorrenza 1a certificazione   2010              –                   –                  –
                                                                                                                                              di lavoro e viene monitorata con
                                                                                                                                              frequenza annuale tramite audit di
                                                                                                                                              mantenimento condotti dagli uffici        Numero certificato                     IT AEOF 10 0251   –                   –                  –
                                                                                                                                              distrettuali dall’Agenzia delle Dogane
                                                                                                                                              competenti territorialmente per le
                                                                                                                                              unità della Società.
148   Bilancio Consolidato                   Report Ambiente    149
                                                                                                                         e Report Ambiente                      e Sicurezza 2017
                                                                                                                         e Sicurezza 2017

Si segnala che l’ISO (International Organization for      • l’individuazione e la gestione del rischio, ma                                                                        • la conoscenza organizzativa deve essere gestita al   • per i prodotti ed i servizi acquisiti dall’esterno
Standardization) nel 2015 ha terminata una graduale         anche delle opportunità, che risulta il primo                                                                            pari di una risorsa e la comunicazione deve dare        vanno accorpati ed equiparati i requisiti relativi a
revisione delle norme che regolano i sistemi di             requisito mandatorio delle nuove norme, deve                                                                             maggiore importanza alle scelte organizzative in        beni e servizi acquistati direttamente od ottenuti
gestione aziendali per la qualità, l’ambiente e la          costituire il caposaldo per la gestione di tutti i                                                                       materia di comunicazione, sia interna che esterna;      da processi assegnati in outsourcing, non ponendo
sicurezza e salute sui luoghi di lavoro con l’obiettivo     processi individuati dall’organizzazione, andando                                                                      • le attività di controllo da esercitare sulla           più distinzioni in base alla loro provenienza, ma
di meglio integrarle tra loro per terminologia,             a considerare anche gli aspetti ad essa correlati                                                                        documentazione prescrittiva e sulle registrazioni       piuttosto in base alla loro criticità sul prodotto o
per struttura e per modalità di approccio.                  come, ad esempio, le opportunità, le probabilità,                                                                        obbligatorie confluiscono in un unico requisito;        sul servizio finale.
Contestualmente la norma inglese BSI OHSAS                  le conseguenze, ecc.. Tale valutazione viene                                                                           • nel caso specifico della ISO 14001:2015 si deve      Gli stabilimenti di Fabriano (AN) e di Bollate (MI),
18001 viene integrata proprio nel corso del 2018 nel        vista anche come uno dei fattori da tenere in                                                                            prevedere l’implementazione di un “Life Cycle         per alcune loro produzioni particolari quali carta
sistema ISO, assumendo il nome di ISO 450015.               considerazione nei momenti di pianificazione                                                                             Perspective”, recependo le considerazioni del         moneta, carte valori ed elementi di sicurezza,
   L’entrata a pieno regime delle nuove norme ISO           strategica condotta dall’organizzazione;                                                                                 Report ISO “Future Challenges for EMS” andando        risultano fornitori accreditati presso la Banca
9001:2015 e ISO 14001:2015 è fissata nel 2018, anno       • l’organizzazione deve determinare i fattori critici,                                                                    a coinvolgere anche la fase di progettazione e la     Centrale Europea (BCE) e la Banca d’Italia. Tale
oltre il quale le certificazioni già in essere dovranno     interni ed esterni, rilevanti per il business e le                                                                       scelta delle materie prime dei prodotti a conferma    omologo si estende poi anche ad altre Banche
essere obbligatoriamente riconfermate secondo               strategie, anche di prevenzione, che vorrà attuare,                                                                      della tendenza, già manifestata nel corso degli       Centrali di diversi Paesi nel mondo e di cui si
questi nuovi standards. Fedrigoni procederà in tal          prevedendo contestualemnte un rafforzato                                                                                 ultimi anni, a sviluppare maggiormente il controllo   è fornitori.
senso nel giungo 2018.                                      concetto del miglioramento continuo;                                                                                     sugli aspetti ambientali connessi al ciclo di vita
   Le nuove ISO 9001:2015 e ISO 14001:2015 si             • si devono privilegiare gli aspetti prestazionali                                                                        del prodotto fino al suo termine, introducendo
basano su strutture pressoché sovrapponibili                nella gestione e non più quelli formali e prescrittivi                                                                   nella catena di fornitura anche maggiori controlli
favorendo in tal modo una piena integrazione                incluso un miglioramento nella misurazione delle                                                                         a monte nei riguardi dei fornitori e dei processi a
attuativa tra i due sistemi. Analoga impostazione è         prestazioni (raggiungimento degli obiettivi rispetto                                                                     margine affidati in outsourcing;
prevista per la ISO 45001:2018.                             agli aspetti di miglioramento);
   Le principali novità, comuni ad ambedue le nuove       • il requisito “responsabilità della direzione” viene
edizioni normative, sono:                                   sostituito da quello della “leadership ed impegno”
                                                            da declinare nei confronti sia del sistema di
                                                            gestione del business, sia dei bisogni e delle
                                                            aspettative dei clienti e delle parti
                                                            terze interessate;

                                                                                                                         5 Il nuovo standard prevede tre anni
                                                                                                                         per la transizione dal sistema OHSAS
                                                                                                                         18001 a quello ISO 45001.
150   Bilancio Consolidato                                               Report Ambiente     151
                                                                                                                            e Report Ambiente                                                  e Sicurezza 2017
                                                                                                                            e Sicurezza 2017

Le certificazioni ed i marchi volontari                                                                                                                                                                             Tab. 02

di prodotto                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                      Arconvert
                                                                                                                                                                                                                                                                                                     Arconvert SpA        Arconvert SA           Brasil Ltda
                                                                                                                                                                                                                                                                 Fedrigoni SpA                       (Italia)             (Spagna)               (Brasil)
Oltre a richiedere all’impresa una gestione normata           In un sistema globale sempre più autoreferenziale,                                                                                                    FSC® – CHAIN OF CUSTODY
dei processi, il mercato è sempre più attento alla            dove pullulano numerose norme, ognuna                                                                                                                 secondo lo FSC – STD – 40 – 004 / V 2 –1    X                                    X                    X                      X
                                                                                                                                                                                                                                                                Tipo misto con sistema a crediti     Sistema a            Sistema a              Sistema a
sostenibilità, alla sicurezza ed all'impatto ambientale       accompagnata da un proprio certificato, etichetta,
                                                                                                                                                                                                                    Tipologia di certificazione                 e sistema a trasferimento            trasferimento        trasferimento          trasferimento
dei prodotti in tutte le fasi del loro ciclo di vita, tanté   dichiarazione di prodotto, ecc. che di fatto enunciano                                                                                                Anno di decorrenza 1a
che queste prerogative sono diventate addirittura             le medesime caratteristiche di sostenibilità                                                                                                          certificazione                              2005                                 2010                 2011                   2015

requisito portante del sistema gestionale delineato           differenziandosi solo nella forma e non nella sostanza,
                                                                                                                                                                                                                    Numero certificato                          CQ – COC 000010                      ICILA – COC 000382   AEN-COC-000015         RA-COC 00681
dalle nuove norme ISO.                                        è facile che i consumatori ne escano davvero
   Questi attributi sono fattori determinanti nelle           disorientate, ma anche gli stessi addetti di settore.                                                                                                 Settore certificato                         Tutta l'azienda                      Tutta l'azienda      Tutta l'azienda        Tutta l'azienda
                                                                                                                                                                                                                    FSC® – CHAIN OF CUSTODY
scelte d'acquisto del consumatore, addirittura                   Pertanto, Fedrigoni in un’ottica di riconoscimento
                                                                                                                                                                                                                    secondo lo FSC – STD – 40 – 003 / V 2–0     X                                    –                    –                      –
spesso posponendo il prezzo, e le aziende ben sanno           internazionale, referenzia i propri prodotti sotto il                                                                                                                                            Certificazione Chain of Custody per
che andando a soddisfare tali aspettative riescono a          profilo ambientale, ecologico e della sostenibilità                                                                                                   Tipologia di certificazione                azienda multi-sito                    –                    –                      –
                                                                                                                                                                                                                    Anno di decorrenza 1a
creare anche un fattore di competitività che integra e        secondo standards di ampia e riconosciuta diffusione
                                                                                                                                                                                                                    certificazione                              2011                                 –                    –                      –
supporta le caratteristiche tecniche del prodotto.            quali FSC®6, ISO 140217, ISO 140248 e ISO 140259.
   Fedrigoni da lungo tempo ha fatte proprie queste              Oggi i principali marchi di prodotto rilasciati al                                                                                                 Numero certificato                          CQ – COC 000010                      –                    –                      –

attese, migliorando nel tempo non solo la qualità             Gruppo da enti terzi indipendenti accreditati sono
                                                                                                                                                                                                                    Settore certificato                         Tutta l'azienda                      –                    –                      –
dei prodotti e dei servizi offerti, ma gestendo i             descritti nella tabella 02.                                                                                                                           FSC® – CONTROLLED WOOD
propri processi industriali nel rispetto dell’ambiente,                                                                                                                                                             secondo lo FSC – STD – 40 – 005 / V 2–1     X                                    –                    –                      –

                                                                                                                                                                         8 ISO 14024 – Regolamenta il                                                          Approvvigionamento di cellulosa
assicurando l’eco-sostenibilità delle proprie carte e
                                                                                                                                                                         rilascio delle etichette ecologiche        Tipologia di certificazione                derivate da legno controllato         –                    –                      –
la sicurezza nel loro impiego.                                                                                              6 FSC ® (Forest Stewardship                  (dichiarazioni ambientali di 1° tipo)      Anno di decorrenza 1a
                                                                                                                            Council) – E’ un'organizzazione              volontarie sottoposte a certificazione
   La sostenibilità del prodotto, per risultare                                                                                                                                                                     certificazione                              2009                                 –                    –                      –
                                                                                                                            internazionale indipendente non              esterna di parte terza, basate su un
credibile, non può esaurirsi in semplici enunciazioni                                                                       governativa e senza scopo di lucro,          sistema multicriteria che considera
                                                                                                                            almeno così si dichiara, creata per          l’intero ciclo di vita del prodotto        Numero certificato                          CQ – CW 000010                       –                    –                      –
d’intenti o profilarsi solo in termini di responsabile                                                                      promuovere la gestione responsabile          attraverso una L.C.A. (Life Cycle
gestione dei processi industriali, ma proprio per                                                                           delle foreste mondiali. Fornisce             Analysis) condotta secondo le              Settore certificato                         Tutta l'azienda                      –                    –                      –
                                                                                                                            standard, assicurazione del marchio          indicazioni riportate nella norma          FSC® – RECYCLED
sua stessa definizione, deve trovare riscontro in                                                                           e servizi di accreditamento per              ISO 14040 in modo da garantire             secondo lo FSC – STD – 40 – 007 / V 2–0     X                                    –                    –                      –
un’azione di attenta verifica e scrupolosa selezione                                                                        società e organismi interessati              l’oggettività delle informazioni.
                                                                                                                                                                                                                                                                Prodotti FSC®
                                                                                                                            alla gestione responsabile delle             I criteri fissano dei valori soglia da
già in fase di approvvigionamento delle materie prime                                                                                                                                                               Tipologia di certificazione                 di tipo riciclato                    –                    –                      –
                                                                                                                            risorse forestali. I prodotti con            rispettare per ottenere il rilascio del
                                                                                                                            certificazione FSC® sono certificati         marchio e l’organismo competente           Anno di decorrenza 1a
per arrivare poi a considerare il prodotto finito in
                                                                                                                            in modo indipendente per garantire           per l’assegnazione del marchio può         certificazione                              2016                                 –                    –                      –
tutte le sue fasi d’impiego fin quando rientrerà nel                                                                        ai clienti che provengono da foreste         essere pubblico o privato.
                                                                                                                            gestite in maniera tale da rispettare
ciclo virtuoso del riciclo.                                                                                                                                                                                         Numero certificato                          CQ – COC – 000010                    –                    –                      –
                                                                                                                            le esigenze sociali, economiche e            9 ISO 14025 – Regolamenta
                                                                                                                            ambientali delle generazioni attuali         l’emissione delle dichiarazioni
                                                                                                                                                                                                                    Settore certificato                         Tutta l'azienda                      –                    –                      –
                                                                                                                            e future.                                    ecologiche (dichiarazioni ambientali
                                                                                                                                                                         di 3° tipo) che riportano informazioni     PEFC
                                                                                                                            7 ISO 14021 – Regolamenta l’impiego          basate su parametri stabiliti che          Standard nazionali                          –                                    X                    X                      –
                                                                                                                            delle etichette e dichiarazioni              contengono una quantificazione degli
                                                                                                                            ecologiche (dichiarazioni ambientali         impatti ambientali associati al ciclo      Tipologia di certificazione                 –                                    Per percentuale      Per percentuale        –
                                                                                                                            di 2° tipo) che riportano informazioni       di vita del prodotto calcolati
                                                                                                                                                                                                                    Anno di decorrenza 1a
                                                                                                                            ambientali dichiarate da parte di            attraverso un sistema LCA.
                                                                                                                            produttori, importatori o distributori di    Sono sottoposte a un controllo             certificazione                              –                                    2010                 2010                   –
                                                                                                                            prodotti, senza che vi sia l’intervento      indipendente e presentate in                                                                                                ICILA – COC – PEFC
                                                                                                                            di un organismo indipendente di              forma chiara e confrontabile. Tra          Numero certificato                          –                                    148                  PEFC 14 – 35 – 00113   –
                                                                                                                            certificazione. È prevista, comunque,        di esse rientrano, ad esempio,
                                                                                                                            una serie di vincoli da rispettare sulle     le "dichiarazioni ambientali di            Settore certificato                         –                                    Tutta l'azienda      Tutta l'azienda        –
                                                                                                                            modalità di diffusione e sui requisiti dei   prodotto" note anche come E.P.D.
                                                                                                                            contenuti dell’informazione.                 (Environmental Product Declaration).
152   Bilancio Consolidato                          Report Ambiente      153
                                                                                                                    e Report Ambiente                             e Sicurezza 2017
                                                                                                                    e Sicurezza 2017

Altre etichette e marchi di natura volontaria che
accompagnano i prodotti a conferma di specifiche
attribuzioni ecologiche e/o di sicurezza, adottate
su base volontaria nel rispetto della norma
ISO 14021, sono:

pH Neutral                        Acid free                            Long life                                                                                                        Annual Fibers                        Well managed forest                    Cotton based product
L’estratto acquoso del supporto   Impiego di processi produttivi       Rispetto dei requisiti della norma                                                                               Impiego di fibre cellulosiche        Impiego di cellulose derivate da       Impiego di fibre di cotone (pianta
fibroso possiede un pH neutro.    condotti in ambiente non acido       ISO 9706 che, se soddisfatti,                                                                                    provenienti da piante annuali non    legni provenienti da foreste gestite   annuale) nella costituzione fibrosa
                                  ed in particolare per quanto         permettono di qualificare la carta                                                                               ad alto fusto come il bamboo,        in modo sostenibile. Tale logo         del prodotto.
                                  concerne le fasi di collatura        a "lunga durata" garantendone                                                                                    la canapa, la kenaf, il lino, ecc.   serve per attestare la conformità
                                  della carta.                         l’integrità nel tempo, attestando                                                                                a contribuzione della riduzione      delle materie prime a base
                                                                       altresì un contenuto di pasta legno                                                                              dell’abbattimento di piante ad       legno ai migliori principi di eco-
                                                                       o pasta semichimica non superiore                                                                                alto fusto.                          sostenibilità per i prodotti qualora
                                                                       al 5%, un pH compreso tra 7,5 e                                                                                                                       non rientrino nelle nostre serie già
                                                                       10 sull’estratto acquoso ed una                                                                                                                       certificate CoC-FSC®.
Elemental                                                              riserva alcalina superiore al 2%
Chlorine Free                                                                                                                                                                                                                                                       Heavy Metal Absence
La cellulosa è stata bianchita                                                                                                                                                                                                                                      Rispetto specifico della Direttiva
                                  Total Chlorine Free                                                                                                                                                                             WET
con processi ecologici che                                                                                                                                                                                                                                          Europea nr. 94/62/CE ripresa in
                                  La cellulosa è stata bianchita con
garantiscono un contenuto                                                                                                                                                                                                                                           Italia dal DLGS nr. 22 del 05.02.1997
                                  processi ecologici che escludono

                                                                                                                                                                                                                             ST

                                                                                                                                                                                                                                    TH
massimo di composti cloro                                                                                                                                                               Hydro Power                           RE                                    e ss.mm. che definisce le soglie
                                  l’impiego di prodotti a base cloro                                                                                                                                                               NG
organico derivati inferiore a                                                                                                                                                           Prodotto realizzato impiegando                                              massime di presenza ammissibile
                                  e garantiscono un contenuto          Selected                                                                                                                                              Wet strength product
0,8kg/Ton.                                                                                                                                                                              energia idroelettrica e                                                     per i metalli pesanti negli
                                  massimo di composti cloro                                                                                                                                                                  Prodotto con caratteristiche di
                                  organico derivati non superiore
                                                                       Secondary Fibers                                                                                                 quindi rinnovabile.                                                         imballaggi e nei rifiuti derivanti
                                                                                                                                                                                                                             elevata resistenza all'umido.
                                                                       Impiego di fibre secondarie                                                                                                                                                                  da imballaggi.
                                  a 0,2kg /Ton.
                                                                       di riciclo sia pre-consumer che
                                                                       post-consumer altamente selezionate.

                                                                                                                                            NOTA PER IL LOGO
                                                                                                                                           "HEAVY METAL ABSENCE"
                                                                                                                                            Nato inizialmente per attestare
                                                                                                                                            esclusivamente la conformità ai
                                                                                                                                            dettami della Direttiva Europea
                                                                                                                                            nr. 94/62/CE estende ora la sua
                                                                                                                                            pertinenza anche al rispetto di
                                                                                                                                            altre Direttive Europee che in modo
                                                                                                                                            diverso regolano la presenza dei
                                                                                                                                            metalli pesanti tra cui la nr. 2002/ 61/
                                                                                                                                            CE, nr. 2003/03/CE, nr. 76/769/CEE,
                                                                                                                                            nr. 2002/96/CE, nr. 2002/96/CE, nr.
                                                                                                                                            88/378/CEE e nella Norma Europea
                                                                                                                                            EN 71–1:1998 / Parte III, come
                                                                                                                                            aggiornata dalla comunicazione della
                                                                                                                                            Commissione Europea nr. 2002 / C
                                                                                                                                            188 / 08 e la nr. 2003/11/CE recante
                                                                                                                                            la XXIV modifica alla Direttiva
                                                                                                                                            Europea nr. 76/769/CEE.
154   Bilancio Consolidato                                                Report Ambiente      155
                                                                                                                                           e Report Ambiente                                                   e Sicurezza 2017
                                                                                                                                           e Sicurezza 2017

L'impegno nella responsabilità
sociale d’impresa                                                                                                                                                                                                                    2008                                                                 2014/2015
                                                                                                                                                                                                                                     Assegnazione del premio della "Fondazione Giuseppe                   Adesione al progetto di Assocarta sulle diagnosi energetiche
                                                                                                                                                                                                                                     Lazzareschi" di Porcari (LU), promosso per promuovere la             previste dal DLGS nr. 102/14 con cui ci si propone un lavoro
Il Gruppo, quantunque non sia certificato secondo                   Tra l'atro, identico principio, seppure in un’ottica più
                                                                                                                                                                                                                                     sensibilizzazione alla sicurezza delle aziende e degli operatori     collettivo di settore per la definizione di linee guida e
le norme SA 800010 o AA 100011, per propria politica                ampia, trova enunciazione, anche nell’art. 41 della                                                                                                              delle aziende del settore cartario italiano.                         metodologie comuni finalizzate a realizzare audit energetici
applica e rispetta da sempre i principi d’indirizzo                 Costituzione italiana13. Quindi per creare una maggiore                                                                                                               Fornitura al Fondo per l’Ambiente Italiano (FAI) della          conformi alle nuove norma di legge.
                                                                                                                                                                                                                                     carta Freelife Vellum con duplice certificazione (CoC-FSC ed
enunciati nel 2010 dalla Linea guida ISO 2600012                    interazione con la collettività e con i suoi rappresentanti,
                                                                                                                                                                                                                                     Ecolabel) per le loro pubblicazioni più significative.
fondanti la Corporate Social Responsibility (nota                   privati e pubblici, attraverso un dialogo aperto e                                                                                                                                                                                    2015
                                                                                                                                                                                                                                                                                                          Partecipazione al gruppo di lavoro Assocarta per la definizione
anche con l’acronimo C.S.R.), riconoscendo che                      trasparente, ponendo un’elevata attenzione alle
                                                                                                                                                                                                                                     2008/2013                                                            delle modalità metodologiche per la conduzione della
la responsabilità sociale nel fare impresa è una                    legittime aspettative di ciascun portatore d’interesse e                                                                                                         Docenza da parte del Direttore Qualità, Ambiente e                   valutazione ai fini della verifica dell’obbligo di assoggettabilità
componente imprescindibile per lo sviluppo sostenibile.             per la salvaguardia del patrimonio naturale dei territori                                                                                                        Sicurezza di Fedrigoni SpA presso l’Università degli Studi di        alla presentazione della relazione di riferimento e per la
                                                                    in cui la società opera, nel tempo ci si è resi parte attiva                                                                                                     Verona – Facoltà di Economia nel corso master di 1° livello          presentazione delle conclusioni finali ex DLGS nr. 46/2014
                                                                                                                                                                                                                                     di perfezionamento ed aggiornamento post-laurea in tema              in attuazione della Direttiva nr. 2010/75/UE per le emissioni
                                                                    sia in piccole che grandi iniziative quali:
                                                                                                                                                                                                                                     di Internal Auditing sull’area tematica "Iprincipi base e le         industriali a modifica del DLGS nr. 152/2006 e ss.mm..
                                                                                                                                                                                                                                     procedure applicative dell’audit di qualità e di sicurezza".             Rinnovata partecipazione tra i più importanti produttori di
Sin dalla costituzione                                              dal 2005 al 2009                                                                                                                                                                                                                      carta nel mondo alla terza edizione dell’Environmental Paper
Membri della Commissione Ambiente, Sicurezza                        Partecipazione al progetto "Verona Aziende Sicure"                                                                                                                                                                                    Company Index 2015 organizzato dal WWF14. In questa edizione
ed energia di Assocarta.                                            promosso dal coordinamento Provinciale dello SPISAL (ULSS
                                                                                                                                                                                                                                     2010                                                                 Fedrigoni, unico gruppo cartario italiano del comparto carte
                                                                                                                                                                                                                                     Partecipazione all’indagine condotta da Greenpeace sull’origine,
    Membri e presenza a livello europeo nel C.E.P.I.                nr. 20, 21 e 22) e presieduto dallo SPISAL della ULSS nr. 20                                                                                                                                                                          grafiche, rispetto a quella del 2013 ha migliorato del 8% la
                                                                                                                                                                                                                                     sull’approvvigionamento, sui criteri di valutazione dei fornitori,
                                                                    di Verona con il patrocinio di diversi soggetti istituzionali                                                                                                                                                                         valutazione globale assegnatali, mediata fondamentalmente
                                                                                                                                                                                                                                     sulla gestione e sull’utilizzo delle materie prime a base legno
                                                                    tra cui il Comune di Verona, la Provincia di Verona, l’INAIL,                                                                                                                                                                         sulle politiche sostenibili di approvvigionamento delle
1998                                                                la Camera di Commercio di Verona, la CGIL, la CISL, la UIL,
                                                                                                                                                                                                                                     nell’industria cartaria italiana.
                                                                                                                                                                                                                                                                                                          cellulose, sulla trasparenza nei processi produttivi, sulle
Promozione e partecipazione al progetto di
                                                                    Confindustria Verona, Apindustria Verona, le Associazioni                                                                                                                                                                             politiche energetiche, sulla reportistica ambientale e su altri
Ecogestione presso le Cartiere italiane sotto il coordinamento
di Assocarta.
                                                                    Artigiane (C.N.A., U.P.A. e Artigiani Riuniti).                                                                                                                  2011                                                                 dati qualificanti la prestazione ambientale del gruppo. Uno
                                                                        I risultati ottenuti sono disponibili alla consultazione e                                                                                                   Partecipazione all’indagine condotta da WWF sull’origine,            dei risultati concorrenti al punteggio finale e degno di nota è
                                                                    fruizione pubblica dall’inizio del 2009 sono:                                                                                                                    sull’approvvigionamento, sui criteri di valutazione dei fornitori,   stato in particolare un miglioramento del 19% nel punteggio
2002                                                                • MANUALE TECNICO – OPERATIVO per l’attuazione di un                                                                                                            sulla gestione e sull’utilizzo delle materie prime a base legno      assegnato all’acquisto responsabile di cellulose partendo
Collaborazione con Assocarta per la definizione di linee guida        sistema per la gestione della sicurezza e della salute sui                                                                                                     nell’industria europea della carta.                                  da un target ottenuto nel 2013 già di per sé lusinghiero.
per la richiesta dell’Autorizzazione Integrata Ambientale nel         luoghi di lavoro (Autore: Dr. Paolo Azzolini – Direttore
settore cartario.                                                     Qualità, Ambiente e Sicurezza di Fedrigoni SpA);
                                                                                                                                                                                                                                     2012                                                                 2016
                                                                    • RACCOLTA DI CHECK LIST OPERATIVE
                                                                                                                                                                                                                                     Partecipazione al tavolo tecnico istituito dal Ministero             Partecipazione come società relatrice sulla gestione di eventi
                                                                      con riferimento al precedente Manuale tecnico- operativo
2002/2003                                                            (Autore: Dr. Paolo Azzolini – Direttore
                                                                                                                                                                                                                                     dell’Ambiente con delega alle Regioni Marche e Toscana per il        straordinari nell’ambito dell’iniziativa “Le buone pratiche nella
Partecipazione alla definizione del nuovo portale                                                                                                                                                                                    parere italiano sulla revisione del Bref Report for the Production   gestione dello stress al lavoro per la promozione del benessere
                                                                      Qualità, Ambiente e Sicurezza di Fedrigoni SpA).
web "Osservatorio Ambientale" di Assocarta.                                                                                                                                             12 La ISO 26000 "Guida alla                  of Pulp, Paper and Board – Versione Draft 2 del maggio 2012 –        organizzativo” coordinata dagli SPISAL delle ULSS nr. 20, 21 e
                                                                                                                                                                                        responsabilità sociale" si propone           ai sensi della Direttiva 2010/75/UE ed alla Direttiva Europea        22 del Veneto – Provincia di Verona – ora ULSS nr. 9.
                                                                                                                                                                                        di fornire delle linee guida che
                                                                    2006                                                                                                                                                             nr. 61/96/CE, nota anche come Direttiva I.P.P.C. (acronimo di
2003                                                                Adesione alla Dichiarazione di sostenibilità del settore
                                                                                                                                                                                        possano aiutare le imprese ad
                                                                                                                                                                                                                                     Integrated Pollution Prevention and Control).
Partecipazione elle attività di "Agenda 21" organizzate
                                                                    cartario internazionale nel corso del C.E.O. del Round
                                                                                                                                                                                        adottare comportamenti socialmente
                                                                                                                                                                                        responsabili con il coinvolgimento di
                                                                                                                                                                                                                                                                                                          2017
dal Comune di Riva del Garda (TN).                                                                                                                                                      tutti gli stakeholder.                                                                                            Partecipazione, assieme ai più importanti produttori di
                                                                    Table di I.C.F.P.A. "International Council of Forest and Paper
                                                                                                                                                                                                                                     2013                                                                 carta nel mondo, alla quarta edizione dell’Environmental
                                                                    Association" costituito da 40 Paesi. Questo documento
                                                                                                                                           10 La norma SA 8000 assicura                 13 Art. 41 della Costituzione italiana:      Nei primi mesi del 2013 il WWF ha invitato 70 tra i più importanti   Paper Company Index 2017 organizzato dal WWF15 . In
2003/2004                                                           illustra i principali impegni assunti dall’industria cartaria          nelle aziende condizioni di lavoro          "L'iniziativa economica privata è libera.     produttori al mondo di carta a partecipare alla terza edizione       questa edizione Fedrigoni, unico gruppo cartario italiano
Contributo al progetto "Emission Trading" di Assocarta per          nel coniugare competitività economica con la sostenibilità             che rispettino la responsabilità              Non può svolgersi in contrasto con
                                                                                                                                                                                                                                     dell’Environmental Paper Company Index 2013. Resi pubblici           del comparto carte grafiche, rispetto a quella del 2015 ha
l’applicazione della Direttiva Europea nr. 2003/87/CE relativa      ambientale e sociale.                                                  sociale, un approvvigionamento                l'utilità sociale o in modo da recare
                                                                                                                                           giusto di risorse ed un processo             danno alla sicurezza, alla libertà, alla     i risultati, Fedrigoni SpA si è distinta, come unico gruppo          migliorato del 3% la valutazione globale assegnata rispetto a
all’adesione della Comunità Europea al protocollo di Kyoto per                                                                                                                                                                       cartario italiano del comparto carte grafiche, tra le 25
                                                                                                                                           indipendente di controllo per la             dignità umana. La legge determina                                                                                 quella del 2015, mediata sulla valutazione di politiche sostenibili
la riduzione dei gas ad effetto serra.
                                                                    2007                                                                   tutela dei lavoratori.                        i programmi e i controlli opportuni         aziende del settore segnalate come "leader in trasparenza",          di approvvigionamento delle cellulose, della trasparenza
                                                                                                                                                                                        perché l'attività economica pubblica         per aver accettato l’invito promosso dal WWF a rendere
                                                                    Assegnazione da parte del Comune di Verona del premio                                                                                                                                                                                 nei processi produttivi, delle politiche energetiche, della
                                                                                                                                           11 Lo standard AA1000 (o Account             e privata possa essere indirizzata e
2005                                                                "VERONA AZIENDE SICURE 2006" come Azienda virtuosa nel                 Ability 1000) è uno standard inglese         coordinata a fini sociali".
                                                                                                                                                                                                                                     volontariamente pubblici i dati sul proprio impatto ambientale.      reportistica ambientale e di altri dati qualificanti la
Membro del gruppo di lavoro di Assocarta per la definizione         campo della prevenzione della sicurezza sul lavoro.                    di processo elaborato per valutare                                                                                                                             prestazione ambientale del gruppo.
delle linee guida per la formazione dei Responsabili del Servizio                                                                          i risultati delle imprese nel campo          14   Vedi sito "http://epci.panda.org/".
                                                                                                                                           dell'investimento etico e sociale e dello
di Prevenzione e Protezione (RSPP) nel settore cartario.
                                                                                                                                           sviluppo sostenibile.                        15   Vedi sito “ http://epci.panda.org/”.
Puoi anche leggere