Servizio Civile Unpli - un anno che cambia la vita 2016 03 - Unpli Nazionale

 
Servizio Civile Unpli - un anno che cambia la vita 2016 03 - Unpli Nazionale
“Spedizione in Abbonamento Postale D.L. 353/2003 (convertita in Legge 27/02/2004 n.46) art.1 comma 1 D.C.B. Roma”

                                                                                                                                  2016 • 03

                        Servizio Civile Unpli...
un anno che cambia la vita
Servizio Civile Unpli - un anno che cambia la vita 2016 03 - Unpli Nazionale
Cerca su You Tube il canale
                “Memoria Immateriale”
     Trova la pagina Unpli su Facebook                                 SOMMARIO
                           Foto di copertina
                       di Gabriele Desiderio
                                                            EDITORIALE                 31 - Miss Italia e le Pro Loco
                                                                                            promovuono i dialetti
                                                                                            a cura della Redazione
                                                 04 - Se ci sono riuscito io,
                                                      ci possono riuscire tutti
                                                      di Claudio Nardocci
                                                                                       32 - Unpli e Città del Bio per la
                                                                                            promozione del territorio
                                                        CAMMINITALIANI.IT                   di Maria Enrica Rubino

                                                 06 - Camminando...                               INTERVISTE
                                                      nel Patrimonio Culturale
                                                      di Patrizia Forlani
                                                                                       20 - Gabriele Desiderio
                                                                                            Unesco, insieme
                                                        SPECIALE ELEZIONI                   per promuovere la cultura
                                                                                            di Patrizia Forlani
                       Arcobaleno d’Italia
    Organo ufficiale delle Pro Loco d’Italia     10 - L’Unpli rinnova gli organi
            Rivista a diffusione nazionale            periferici                       38 - Pasquale Menchise
                                                      di Roberto Prescendi                  Da New York
                Redazione: Via Ancona, 40                                                   con la musica nel cuore
                  00055 • Ladispoli (Roma)                                                  di Maria Enrica Rubino
                            Tel: 06 9949615      11 - La parola si presidente
                           Fax: 06 99223348           dei Comitati Regionali
           mail: ufficiostampa@Unpli.info
                   Registrazione Tribunale                                                           EVENTI
                            di Civitavecchia
                  N°6/2004 del 09/06/2004
                                                          SERVIZIO CIVILE

  Direttore Responsabile: Patrizia Forlani
                                                                                       34 - La regata di Is Fassonis
                                                 24 - Una scelta che cambia la vita,        di Gabriele Desiderio
  Stampa: Edizioni Grafiche Manfredi s.n.c.           la tua... la nostra
                      di Ferruzzi Luigi e C.          di P. Forlani e B. Tavella
 via Gaetano Mazzoni, 39/a - 00166 Roma                                                35 - Pitta chjina e tarantella
                                                                                            di Costantino Suppa
                  Grafica e impaginazione:                INFORMAZIONE
                      Vincenzo Di Lorenzo
                                                                                       36 - Cento piatti di gusto
                      Hanno collaborato:         18 - La campagna 5x1000 delle              di Davide Francescutti
       Roberto Prescendi, Luca Caroselli,             Pro Loco d’Italia
     Gabriele Desiderio, M.Enrica Rubino,             a cura della Redazione
    Costantino Suppa, Bernardina Tavella,                                              41 - Quando l’arte sposa
     Davide Francescutti, Rosaria Matera,                                                   la tradizione
     Emanuela Marotta, Paolo Ribaldone,                                                     di Emanuela Marotta
                    Vincenzo Di Lorenzo.
                                                 20 - Il canale Youtube Unpli
                                                      “Memoria Immateriale”
      I contenuti e le immagini fanno parte           di G. Desiderio e L. Caroselli
dell’archivio Unpli o sono pubblicate sotto                                            46 - E... state a Metaponto
          la responsabilità dei singoli autori                                              di Rosaria Matera
                                                 30 - Orme di storia e di bellezza
      Spedizione in abbonamento postale               a cura della Redazione
       C/C 13692009 per tutte le Pro Loco
                         associate Unpli
                   Quota annuale 10,00 €

                                                                                                                           3
Servizio Civile Unpli - un anno che cambia la vita 2016 03 - Unpli Nazionale
EDITORIALE                                                                                UnioneNazionaleProLocod’Italia    UnioneNazionaleProLocod’Italia
                                                                                                                                                                                                                             EDITORIALE

     Ricambio si, ricambio no… parliamone                                                                                          tanti ma anche faticosissimi la mia esperienza di      ma quando la vedrete ultimata, ne rimarrete en-
                                                                                                                                   Presidente Nazionale.                                  tusiasti. La nuova sede ospiterà anche i libri ed i
                                                                                                                                   Occorreva almeno avviare il rinnovamento e             materiali della bibliomediateca al momento an-
                                                                                                                                   qualcuno doveva dare il buon esempio, così ho          cora custoditi a Civitella D’Agliano, creando così

     Se ci sono riuscito io,                                                                                                       deciso di farlo io. In questi venti anni spesso mi
                                                                                                                                   sono assunto la responsabilità di decisioni anche
                                                                                                                                   difficili ma le ho sempre prese con coraggio se
                                                                                                                                                                                          le basi del “Centro studi per il Patrimonio Cultu-
                                                                                                                                                                                          rale Immateriale”.
                                                                                                                                                                                          La disponibilità di due sale attrezzate permanen-

     ci possono riuscire tutti…
                                                                                                                                   convinto che le stesse potessero essere utili ad       temente ci permetterà anche di ospitare piccoli
                                                                                                                                   Unpli e Pro Loco, e questo ritengo possa essere        convegni ed appuntamenti di formazione dedi-
                                                                                                                                   una bella scossa. Anche per individuare il mio         cati ai dirigenti Unpli ed a quelli delle Pro Loco,
                                                                                                                                   successore ho messo in moto, grazie alla dispo-        sempre con l’obiettivo di migliorare la qualità
     di Claudio Nardocci                                                                                                           nibilità dei Presidenti Regionali, un meccanismo       dei servizi offerti alle associate.
                                                                                                                                   che potesse dare precise indicazioni ai candidati      Come vedete siamo impegnati su più fronti per
                                                                                                                                   sulle iniziative e sui programmi che l’unanimità       garantire all’intero movimento Pro Loco una co-

     F
                                                                                                                                   dei Comitati Regionali ha individuato come indi-       stante assistenza.
             inalmente si è chiusa la prima fase delle       a caso scritte con l’iniziale maiuscola;                              spensabili per il futuro, nell’ultima riunione del     La segreteria nazionale e quelle regionali stanno
             Assemblee regionali legate al rinnovo dei       avere un fisico bestiale con scarsissimo bisogno                      9 luglio a Roma. Nelle varie indicazioni è conte-      assorbendo efficacemente gli ulteriori impegni
             dirigenti Unpli per il prossimo quadrien-       di sonno;                                                             nuto anche l’invito ad investire per migliorare la     legati ai rinnovi e per quanto ci riguarda noi diri-
             nio, quella legata, per intenderci, alla sca-   avere una notevole quantità di tempo a disposi-                       struttura amministrativa dell’Unpli, una segrete-      genti cerchiamo di dare tutta la nostra diponibi-
     denza del 30 giugno.                                    zione;                                                                ria ancora più efficiente e dotata delle più mo-       lità come abbiamo sempre fatto, affinché non vi
     Come già saprete tutte le operazioni previste           ma soprattutto bisogna avere una consorte da                          derne attrezzature. Inoltre l’avvio dei lavori per     sentirete mai soli.
     dalle nostre norme interne si concluderanno con         premio Nobel per la sopportazione!                                    la nuova sede di Roma garantirà dei locali ade-        Soprattutto ora che con l’estate arrivano gli im-
     la grande Assemblea di Roma del 5 e 6 novem-            Ora veniamo all’argomento principale che voglio                       guati e di notevole immagine, infatti sarà ubicata     pegni più pesanti, Sagre, iniziative, spettacoli ecc.
     bre quando saremo chiamati anche ad eleggere            trattare con voi in questo editoriale, il ricambio                    in un edificio storico, quello della Stazione ferro-   E allora non mi rimane che augurare il solito
     il nuovo Presidente nazionale. La mia sostituzio-       generale. Prima della scorsa Assemblea, quella                        viaria di Trastevere, questo ci ha fatto allungare     grande successo.
     ne sarà un passaggio delicato perché nel bene           di Loano, stabilimmo con modifica statutaria e                        i tempi per le autorizzazioni di inizio dei lavori     Salute e prosperità a tutti.
     e nel male ho ricoperto questa carica per venti         regolamentarie che tutte le cariche provinciali,
     anni e ho accumulato una grande esperienza              regionali e nazionali potessero essere ricoperte,
     insieme ad un innumerevole numero di contatti           in maniera continuativa, per non più di due man-
     molto importanti per il futuro dell’Unpli.              dati. Quei mandati sarebbero decaduti tutti con
     Ci vorrà un po’ di tempo per trasferire tutte que-      il 2016, così avevamo deciso. Ricambio totale!
     ste competenze e conoscenze ma, con una buo-            Con l’avvicinarsi della scadenza però iniziammo
     na dose di pazienza, il prossimo Presidente riu-        a riflettere, era davvero opportuno decapitare
     scirà ad essere pronto ed autonomo in un tempo          l’Unpli completamente e contemporaneamen-
     ragionevole.                                            te?
     Se ci sono riuscito io a fare il Presidente naziona-    Quante persone nuove preparate, esperte e
     le, ci possono riuscire tutti…                          pronte a ricoprire quei ruoli delicati avremmo
     Le principali doti richieste sono:                      trovato? Poche, soprattutto se, come tutti noi,
     visione nazionale, non farsi influenzare dai loca-      avrebbero dovuto lavorare gratis.
     lismi;                                                  Così sono state trovate altre soluzioni, modifi-
     collegamento permanente per conoscere i biso-           cando il regolamento e lo statuto, per permette-
     gni delle Pro Loco piccole e grandi;                    re ai Dirigenti Regionali ed a quelli Provinciali di
     collegamento mentale permanente per trovare             candidarsi di nuovo.
     le risposte ai problemi di tutte le Pro Loco;           Io, invece, ho fatto una scelta diversa avendo già
     avere tonnellate di Pazienza e Diplomazia, non          deciso di concludere dopo 20 anni belli ed esal-

 4                                                                                                                                                                                                                                                5
                                                                                                      Arcobaleno d’Italia   Arcobaleno d’Italia
Servizio Civile Unpli - un anno che cambia la vita 2016 03 - Unpli Nazionale
CAMMINITALIANI.IT                                                                         UnioneNazionaleProLocod’Italia    UnioneNazionaleProLocod’Italia
                                                                                                                                                                                                             CAMMINITALIANI.IT

     Il 4 ottobre da Assisi al via la staffetta “Da Francesco a Francesco”

     Camminando…
     nel Patrimonio Culturale
     di Patrizia Forlani

     C
               irca 300 chilometri, suddivisi in 19 tappe,   maggiore riappropriazione sociale del territorio.
               attraverso i luoghi in cui San Francesco      La “Staffetta da Francesco a Francesco”, coordi-
               ha vissuto gran parte della sua vita. Un      nata da Rossano Tantari, con la direzione tecnica
               viaggiare “lento” dove i protagonisti in-     di Gaia Ferrara e con l’ausilio dei coordinatori di
     discussi, aldilà di ogni campanilismo, sono i ter-      zona: Francesco Fiorelli, Felice Marchioni e Fran-
     ritori e le Pro Loco, uniti nell’obiettivo comune di    cesco Cestari, è il frutto di un lungo lavoro e da
     facilitare ed agevolare lo sviluppo di un Cammi-        questa edizione è interamente percorribile e su
     no sostenibile e di facile fruizione promovendo i       tutto il percorso è possibile trovare accoglienza
     luoghi di appartenenza.                                 e informazioni attraverso la rete delle Pro Loco.
     Tutto questo è la terza edizione della staffetta        “Non solo questo, - dichiara Rossano Tantari - i                      Alcune Pro loco, organizzano passeggiate lungo         saper dare ai visitatori quelle esperienze ed emo-
     da Francesco a Francesco che prenderà il via il         continui e frequenti incontri avuti, e che ancora                     i sentieri dei propri territori per portare la popo-   zioni, e di esser partecipi, e non solo occasionali
     prossimo 4 ottobre dalla Piazza antistante la           ho (quasi a cadenza settimanale), con le Pro Loco                     lazione a conoscenza di un turismo sostenibile         fruitori di un luogo. Approfitto di queste pagine
     Basilica inferiore di San Francesco di Assisi, per      della Valle Santa Reatina, della Sabina Romana,                       e accettabile, altre per far scoprire scorci e pa-     per sensibilizzare affinché sia possibile ripetere
     concludersi il 23 ottobre a Roma, in Piazza San         Sabina Reatina e della Campagna Romana, stan-                         esaggi inconsueti. Altre ancora, invece, organiz-      questi incontri perché ora più di allora ritengo
     Pietro.                                                 no portando alla definizione di un modello che                        zano più spesso visite guidate per far meglio co-      che i tempi siano maturi alla diffusione della co-
     Un percorso, tra boschi, strade e sentieri di Um-       poi potremmo replicare, come un cliché, alle sva-                     noscere il proprio patrimonio culturale sia alla       noscenza dei mezzi e soprattutto dare opportu-
     bria e Lazio, tra gli splendidi scorci della Valle      riate esigenze di altri cammini che non godono                        popolazione locale, che ai turisti che accorrono       nità ai nuovi dirigenti di Pro Loco e dell’Unpli di
     Santa Reatina e lungo la ciclabile Spoleto-Nor-         di statistiche alte in merito a numeri di cammi-                      in occasione di sagre, invitando questi ultimi a       affinare le tecniche che possano portare i nostri
     cia, attraversando la Sabina reatina e romana,          natori, escursionisti o pellegrini che siano. Molti,                  tornare presto senza il caos conseguente la ma-        territori ad uno sviluppo ulteriore e indirizzarlo
     che unisce in un abbraccio ideale San Francesco         sono oggigiorno, gli apporti che ci giungono dai                      nifestazione per scoprire le peculiarità di quei       verso la naturale crescita del turismo italiano”.
     a Papa Francesco.                                       fruitori del cammino, coi quali spesso si interagi-                   luoghi che hanno appena conosciuto.                    “Fatti… solo i fatti – ha concluso Tantari - ci posso-
     La “Staffetta da Francesco a Francesco” è inserita      sce, vuoi in termini di percorribilità, segnaletica                   “In questa evoluzione – ha proseguito Tantari - e,     no dare il segnale giusto di un movimento. Dopo
     in Camminitaliani.it, il progetto fortemente volu-      mancante o quant’altro necessita alle esigenze                        allo stesso tempo, oserei dire, presa di coscien-      tante e spesso inutili parole, ecco i primi effet-
     to dall’Unpli che è nato dalla volontà di sostene-      lungo il cammino. Le Pro Loco si stanno promuo-                       za, mi sembra di vedere attuati, in parte, gli inse-   ti, tangibili, percepibili e misurabili: più 130% di
     re gratuitamente tutti i Cammini italiani esistenti     vendo, verso chiunque percorra i cammini, molto                       gnamenti del grande Giancarlo Dall’Ara, esper-         crescita dei camminatori rilevati solo dallo scor-
     e di collegare gli uni agli altri per mezzo delle       meglio che nel passato. Spesso lasciano i propri                      to di marketing turistico, che più volte abbiamo       so anno (2015) ad oggi. Sinceramente non penso
     attività delle Pro Loco stesse, nell’intento di pro-    recapiti per essere di aiuto ai camminatori, o per                    ascoltato nei Convegni organizzati dall’Unpli e        che sia bastato il fatto che il MIBACT il 24 ottobre
     muoverli e valorizzarli anche e soprattutto all’e-      andarli addirittura a riprendere se smarriscono                       fortemente voluti dal nostro presidente Claudio        2015 abbia dichiarato il “2016 anno dei Cammi-
     stero. I Cammini italiani, infatti, rappresentano       il sentiero, si offrono di accompagnarli ai vari                      Nardocci. Accogliere col sorriso autentico, rac-       ni”. Un’attenta analisi ci dice che la relativa sen-
     un patrimonio antico di un turismo inteso come          punti scelti per il pernotto, che opportunamen-                       contare aneddoti appartenenti ai luoghi visitati o     sibilizzazione attraverso le Pro Loco, dall’idea-
     viaggio alla scoperta, di luoghi o di se stessi, per-   te convenzionati con la “Tessera del Socio Pro                        di personaggi caratteristici del territorio, essere    zione di Camminitaliani.it nell’ estate 2014, sia
     corsi che se valorizzati possono permettere una         Loco” offrono sconti un tempo impensabili”.                           esperti conoscitori della propria storia locale e      stata determinante per innescare quelle reazioni

 6                                                                                                                                                                                                                                                 7
                                                                                                      Arcobaleno d’Italia   Arcobaleno d’Italia
Servizio Civile Unpli - un anno che cambia la vita 2016 03 - Unpli Nazionale
CAMMINITALIANI.IT                                                                         UnioneNazionaleProLocod’Italia    UnioneNazionaleProLocod’Italia
                                                                                                                                                                                                           CAMMINITALIANI.IT

     a catena necessarie a far scaturire le interazio-       Pro Loco che animano e danno modo di muovere
     ni tra sistemi ed enti, affinché cominciassero a        flussi per le sagre, le Pro Loco che muovono flussi
     dialogare e collaborare insieme, con un unico           di turismo con visite guidate, le Pro Loco che uni-
     obiettivo in comune: mettere i camminatori in           scono i vari tratti dei cammini brevi con altri, in
     condizione di camminare sui tanti cammini ita-          modo di rendere abbastanza lunghi e praticabili
     liani. Recentemente le Regioni Toscana, Umbria,         quei tratti che ora non sono neanche attraversati
     Marche e Lazio si stanno incontrando molto              dai camminatori e, non da ultimo, anzi... le Pro
     spesso con l’intento di far conoscere i Cammini         Loco che, tutte insieme trainano il Paese Italia
     che attraversano i propri territori ad un’utenza        verso la pratica del turismo a livello nazionale,
     mondiale, con il coinvolgimento di giornalisti da       avendo finalmente fatto capire a tutti, che il Bel
     tutto il mondo, che saranno portati sul posto a         Paese è la nostra amata Nazione e che, tra l’al-
     conoscere le eccellenze e le peculiarità locali”.       tro, a detta dell’UNESCO, detiene più del 60 % di
     A tal proposito e con il supporto del Protocollo        tutto il patrimonio culturale, monumentale, arti-
     d’Intesa siglato il 18 luglio scorso tra Unpli Lazio    stico e paesaggistico, (aggiungo, con nota di puro
     e la Regione Lazio, le Pro Loco situate nei punti       orgoglio, enogastronomico) del mondo intero”.
     d’incontro laziali e non, saranno chiamate a far        Grandi le novità per questa terza edizione del-
     muovere i rispettivi territori in tutte le loro arti-   la “Staffetta da Francesco a Francesco” a partire
     colazioni, sociali, enogastronomiche, folkloristi-      dall’arrivo a Roma non il mercoledì ma la dome-
     che e culturali in genere.                              nica ed un conseguente prolungamento delle
     “Dopo i vari slogan - ha concluso Tantari - che         giornate di cammino: questo permetterà di af-
     ci hanno contraddistinto negli anni, vedi: “Pro         frontare il percorso con più tempo a disposizio-
     Loco, Una Grande Risorsa per il Paese” e “Le Pro        ne. Inoltre, in ogni punto di arrivo del percorso, i
     Loco, i Tuoi Amici per l’Italia” oggi potrei gridare    pellegrini che parteciperanno alla “Staffetta da
     “La Pro Loco Fa Muovere il Paese” dando modo            Francesco a Francesco” potranno prendere parte                        ritorio. Eventi ed incontri che legheranno e con-     Durante il tragitto i pellegrini, nella Valle Santa
     di pensare che sia lo slogan che lega insieme le        a numerose manifestazioni alla scoperta del ter-                      solideranno ancora di più le due regioni, Umbria      Reatina, potranno attraversare due Porte Sante:
                                                                                                                                   e Lazio, con la grande speranza e il grande pro-      una a Poggio Bustone dove San Francesco ha ri-
                                                                                                                                   getto di ampliare i cammini storici più importan-     cevuto il perdono e l’altra alla Cattedrale di Rie-
                                                                                                                                   ti anche nelle altre regioni, creando una catena      ti. Nel bosco alle pendici del Monte Fausola, nel
                                                                                                                                   e un grande gemellaggio regionale.                    Comune di Rivodutri, i camminatori passeranno
                                                                                                                                   Altro grande progetto sarà quello per creare          accanto al Faggio di San Francesco dove, secon-
                                                                                                                                   luoghi di ristoro e accoglienza come tappe fisse      do la leggenda popolare il Santo, sorpreso da
                                                                                                                                   sul Cammino di Francesco. Realizzare dei punti        una fitta pioggia, si sarebbe riparato: da allora,
                                                                                                                                   informativi e un turismo alternativo per i piccoli    per virtù divina, l’albero avrebbe piegato i suoi
                                                                                                                                   borghi sempre valorizzando le tradizioni del no-      rami come un salice piangente per proteggerlo.
                                                                                                                                   stro paese.                                           Da non perdere la Cappelletta, primo luogo dove
                                                                                                                                   Le tappe del percorso sono 19 su 261 chilometri.      soggiornò San Francesco nel 1209 e Fonte Lupet-
                                                                                                                                   In particolare: Assisi – Foligno – Cannara (4 otto-   ta, dove ancora oggi sgorga un’acqua minerale
                                                                                                                                   bre), Trevi (5 ottobre), Poreta – Campello sul Cli-   di indubbie capacità terapeutiche. Nella parte
                                                                                                                                   tunno (6 ottobre), Spoleto (7 ottobre), Scheggino     più nascosta di un bosco di lecci secolari, sulla
                                                                                                                                   Ceselli (8 ottobre), Arrone Marmore (9 ottobre),      costa del Monte Ranierio, i pellegrini potranno
                                                                                                                                   Piediluco (10 ottobre), Rivodutri (11 ottobre),       visitare il Santuario di Fonte Colombo che, come
                                                                                                                                   Greccio (12 ottobre), Contigliano (13 ottobre),       dice l’Anonimo Reatino è il Sinai francescano, è,
                                                                                                                                   Rieti - Cantalice (14 ottobre), Poggio Bustone (15    infatti, il monte scelto da Francesco per stilare
                                                                                                                                   ottobre), Rieti (16 ottobre), Poggio San Lorenzo      la Regola definitiva del suo Ordine. Poi ancora
                                                                                                                                   (17 ottobre), Scandriglia (18 ottobre), Monteli-      il Sacro Speco e Cantalice da cui si domina una
                                                                                                                                   bretti (19 ottobre), Palombara Sabina (20 otto-       vasta porzione della Valle Santa.
                                                                                                                                   bre), Monterotondo (21 ottobre), Montesacro
                                                                                                                                   (22 ottobre), Roma San Pietro (23 ottobre).           Foto gentilmente concesse da Roberto Maiolati.

 8                                                                                                                                                                                                                                             9
                                                                                                      Arcobaleno d’Italia   Arcobaleno d’Italia
Servizio Civile Unpli - un anno che cambia la vita 2016 03 - Unpli Nazionale
COMITATI REGIONALI                                                                        UnioneNazionaleProLocod’Italia    UnioneNazionaleProLocod’Italia
                                                                                                                                                                                                        COMITATI REGIONALI

     In vista dell’Assemblea nazionale fissata per novembre all’Ergife di Roma                                                     erano e non saranno ammesse e alla preferenza          ma volta la modifica statutaria che ha rimosso
                                                                                                                                   unica esprimibile in tutte le votazioni dell’assem-    la incompatibilità fra componente di Giunta e
                                                                                                                                   blea nazionale.                                        Consigliere Nazionale ma anzi ha stabilito che
                                                                                                                                   Ma la proclamazione degli eletti, Presidente Na-       la Giunta debba essere composta per più della

     L’Unpli rinnova
                                                                                                                                   zionale, in primis, Consiglio Nazionale, Collegio      metà da Consiglieri.
                                                                                                                                   Nazionale dei Revisori dei Conti, Collegio Nazio-      Arriveremo quindi nel mese di dicembre dove
                                                                                                                                   nale dei Probiviri non esaurirà completamente          sarà giocoforza procedere alla redazione del

     gli organi periferici
                                                                                                                                   gli adempimenti in quanto rimarranno da eleg-          bilancio di previsione e alla sua approvazione
                                                                                                                                   gere i Presidenti dei Collegi e la Giunta Esecutiva.   prima della fine dell’anno; insomma non ci sarà
                                                                                                                                   Per entrambi i collegi il componente più votato        di che annoiarsi sia per i riconfermati che per le
                                                                                                                                   avrà cura di riunire i rispettivi componenti en-       new entry.
                                                                                                                                   tro sette giorni per l’elezione del Presidente del     Ma in questo siamo sempre stati campioni di
     di Roberto Prescendi                                                                                                          Collegio mentre il Presidente Nazionale eletto         adattabilità e, da bravi uomini e donne di Pro
                                                                                                                                   dovrà nello stesso periodo comunicare la com-          Loco, siamo sempre riusciti nel miracolo di fare
                                                                                                                                   posizione della propria Giunta da sottoporre ad        apparire perfettamente funzionale quello che

     C
                                                                                                                                   approvazione da parte del Consiglio Nazionale          fino ad un minuto prima appariva un caotico
               on il classico gruppone compatto si sono     seno al Consiglio Nazionale e dei Delegati che                         che dovrà svolgersi non prima di 20 giorni e non       cantiere.
               conclusi domenica lo scorso 26 giugno        prenderanno parte attiva ai lavori.                                    oltre 40 dalla proclamazione assembleare.              Così sarà anche questa volta e all’alzarsi del si-
               tutti i rinnovi degli Organi periferici      Il loro limite invalicabile è rappresentato dalle                      Anche in questo caso verrà applicata per la pri-       pario tutto sarà assolutamente perfetto!
               dell’Unpli.                                  ore 24 del 5 ottobre 2016 entro cui dovranno fare
     La prima assemblea regionale si è svolta il 18         pervenire gli elenchi degli eletti e le candidature
     marzo in Trentino mentre fra sabato 25 e dome-         alle cariche nazionali con l’unica eccezione rap-
     nica 26 si sono svolte quelle di Abruzzo, Basilica-    presentata da quella a Presidente Nazionale per
     ta, Calabria, Emilia Romagna, Marche, Puglia e
     Veneto. Le figure apicali dei Comitati sono cam-
                                                            cui il limite, anch’esso invalicabile, è anticipato
                                                            alle ore 24 del 20 settembre 2016.
                                                                                                                                           LA PAROLA AI PRESIDENTI DEI COMITATI REGIONALI
     biate per 5/20 e fra di esse merita una citazione      In queste ultime settimane si è rinnovata l’intera
                                                                                                                                      All’indomani delle elezioni che si sono svolte lo scorso giugno, abbiamo inviato a tutti i Co-
     particolare la neo presidentessa dell’Abruzzo          struttura di tutta l’organizzazione periferica Un-
                                                                                                                                      mitati regionali il seguente quesito: “Quali sono i tre obiettivi che il Presidente, insieme al suo
     che affianca la riconfermata presidentessa della       pli, dai consorzi/bacini, ai comitati provinciali,
                                                                                                                                      Comitato regionale, vuole raggiungere a favore delle Pro Loco nei prossimi 4 anni”.
     Liguria. Il 10% di quote rosa non è molto ma è         ai comitati regionali, e tutto ora è finalizzato al
                                                                                                                                      Di seguito ed in ordine alfabetico per regione riportiamo le dichiarazioni dei Presidenti regio-
     pur sempre un incremento del 100% rispetto al          rinnovo della struttura centrale che avverrà il 5
                                                                                                                                      nali alle quali manca la Campania che non ci ha fatto pervenire il materiale richiesto.
     quadriennio precedente.                                novembre con la elezione diretta del Presidente
     In 14 Comitati si è provveduto anche alla elezio-      Nazionale e quella dei componenti del Collegio
     ne di 22 Consiglieri Nazionali che risultano so-       Nazionale dei Revisori dei Conti e del Collegio
     stituiti per 12/22 e la presenza di una sola quota     Nazionale del Probiviri.
     rosa; confidiamo che gli ulteriori 8 da eleggere,      Nel corso di questa assemblea verranno appli-
     oltre al Presidente Nazionale, possano fare in-        cate per la prima volta le modifiche introdotte
     crementare questo valore.                              dalla ultima assemblea statutaria svoltasi in                                             Comitato Regionale
     Al momento in cui scrivo e nei 14 Comitati in cui      Roma presso l’Atahotel Villa Pamphili il 29 no-                                             Unpli Abruzzo
     vi sono state le elezioni dei Consiglieri Nazionali,   vembre 2015. La più evidente è il dimezzamento
     risultano eletti 5 Presidenti di Comitati Regionali    dei delegati che sono passati da 1 ogni 10 Pro                           Innanzitutto la riorganizzazione interna che è stata pur-
     malgrado l’esigenza in più occasioni manifesta-        Loco aventi il requisito della bi annualità asso-                        troppo carente negli ultimi anni, dobbiamo poter essere
     ta di creare un cordone ombelicale diretto fra         ciativa ad uno ogni 20 Pro Loco; altra correzione                        in grado di dire alle Pro Loco chi fa cosa. Il rapporto con
     Consiglio Nazionale e Presidenti Regionali visti       evidente è la definitiva scomparsa delle figure                          le Pro Loco attraverso internet ed i social media oramai
     come gli insostituibili rappresentanti del loro        dei supplenti sia nel Collegio Nazionale dei Re-                         parte integrante delle nostre vite.
     territorio.                                            visori dei Conti, che sarà costituito unicamente                         Non meno importante è la formazione sui temi vitali come
     Gli ultimi 6 Comitati hanno ritenuto di rinviare       da 3 revisori effettivi, che in quello dei Probiviri,                    fiscalità, SIAE ed ASL.
     a data più prossima all’apertura dei lavori as-        che risulterà costituito da 5 componenti effettivi.                                                                                            Paola Di Francescantonio
     sembleari l’elezione dei propri rappresentanti in      Nulla è cambiato rispetto alle deleghe che non

10                                                                                                                                                                                                                                             11
                                                                                                      Arcobaleno d’Italia   Arcobaleno d’Italia
Servizio Civile Unpli - un anno che cambia la vita 2016 03 - Unpli Nazionale
COMITATI REGIONALI                                                                 UnioneNazionaleProLocod’Italia    UnioneNazionaleProLocod’Italia
                                                                                                                                                                                             COMITATI REGIONALI

                     Comitato Regionale                                                                                                       Comitato Regionale
                       Unpli Basilicata                                                                                                     Unpli Friuli Venezia Giulia
     Con Matera a Capitale Europea della Cultura per il 2019                                                                  Proseguire nel rapporto positivo con le istituzioni, pro-
     è al centro della ribalta turistica mondiale, dobbiamo pro-                                                              muovere la formazione continua dei volontari e il lavoro
     muovere l’immenso                                                                                                        di squadra. Decisivo sarà anche il passaggio generaziona-
     patrimonio storico, monumentale e delle tradizioni. Coin-                                                                le, coinvolgendo sempre di più i giovani e l’utilizzo delle
     volgimento attivo delle Pro Loco nel PSR FEASR 2014-2020                                                                 nuove tecnologie per promuovere il territorio. Il tutto per
     legato alle Strategie di Sviluppo Locale.                                                                                alzare ulteriormente la riconosciuta qualità delle manife-
     Rafforzare le intese con Regione, Apt, i Parchi e l’Anci.              Rocco Franciosa                                   stazioni.                                                              Valter Pezzarini

                                                            Comitato Regionale                                                                                                       Comitato Regionale
                                                              Unpli Calabria                                                                                                            Unpli Lazio
                                           Far approvare (finalmente) la prima legge regionale a                                                                    Nel Lazio, si è instaurato un dialogo costante con il nuovo
                                           favore delle Pro Loco calabresi. Dare nuovo impulso alle                                                                 Assessore Regionale, il vice Presidente On. Smeriglio. Gra-
                                           attività dell’Unpli e delle Pro Loco creando le condizioni                                                               zie a questo Brainstorming permanente abbiamo aperto
                                           per superare il campanilismo che frena la nascita di una                                                                 gli “Stati generali delle Pro Loco del Lazio” tutto questo
                                           vera azione di promozione turistica. Tentare, con l’aiuto                                                                viene sostenuto da uno specifico protocollo su cultura e
                                           dell’Unpli Nazionale, di avvicinare alle nostre associazioni                                                             cammini tra Unpli Lazio e Regione Lazio firmato proprio
              Vincenzino Ruberto           le giovani generazioni.                                                                         Claudio Nardocci         dall’On. Smeriglio e dal sottoscritto lo scorso 18 luglio.

                     Comitato Regionale                                                                                                          Comitato Regionale
                    Unpli Emilia Romagna                                                                                                           Unpli Liguria

     “Dopo il successo dell’approvazione della Legge Regiona-                                                                 Iscrivere la maggior parte delle Pro Loco al Registro delle
     le, gli obiettivi di questo mandato saranno la costituzio-                                                               Associazioni di Promozione Sociale. Riottenere contribu-
     ne di reti e consorzi Pro Loco che consentano di portare                                                                 ti dalla Regione Liguria per permettere alle Pro Loco di
     a finanziamento i progetti in essere, il rafforzamento dei                                                               lavorare con più tranquillità. Fare in modo che ogni Pro
     Comitati Provinciali e l’accrescimento del valore del Co-                                                                Loco riesca ad organizzare sagre di qualità che valorizzi-
     mitato e delle Pro Loco nei confronti delle istituzioni.”                                                                no i prodotti del territorio rispettando tutte le norme.
                                                                             Stefano Ferrari                                                                                                          Bruna Terrile

12                                                                                                                                                                                                                                13
                                                                                               Arcobaleno d’Italia   Arcobaleno d’Italia
Servizio Civile Unpli - un anno che cambia la vita 2016 03 - Unpli Nazionale
COMITATI REGIONALI                                                                    UnioneNazionaleProLocod’Italia    UnioneNazionaleProLocod’Italia
                                                                                                                                                                                                COMITATI REGIONALI

                     Comitato Regionale                                                                                                            Comitato Regionale
                      Unpli Lombardia                                                                                                                Unpli Piemonte
     Vogliamo garantire alle Pro Loco Unpli il supporto e una                                                                    Le Pro Loco devono fare il salto di qualità utile per otte-
     vicinanza operativa a partire dal Direttivo fino ai Coor-                                                                   nere lo spazio che meritano nella società. Partendo dalla
     dinatori di Bacino. Formazione e informazione dal punto                                                                     consapevolezza del ruolo che hanno e potranno avere ter-
     di vista istituzionale, amministrativo e fiscale. Rafforzare                                                                ritorialmente dovranno continuare il percorso di rispetto
     rapporti con Istituzioni (Regione, Comuni, ANCI). Proget-                                                                   delle regole, di trasparenza e miglioramento in un’ottica
     ti a sostegno della protezione e valorizzazione dei nostri                                                                  di crescita qualitativa, condividendo progetti e mantenen-
     territori.                                                                 Pietro Segalini                                  do la propria individualità.                                         Giuliano Degiovanni

                                                             Comitato Regionale                                                                                                         Comitato Regionale
                                                               Unpli Marche                                                                                                                Unpli Puglia
                                            L’approvazione della legge Regionale sulle “Sagre di Qua-                                                                  Stimolare le Pro loco a lavorare insieme mantenendo la
                                            lità” per regolarizzare le manifestazioni enogastronomi-                                                                   propria autonomia. Creare una rete di Pro Loco che riesca
                                            che. L’attivazione di “SISTEMA SIAE-PORTUP” per coa-                                                                       a raccogliere le sfide del terzo millennio, potenziando gli
                                            diuvare le Pro Loco nelle pratiche SIAE. La creazione di                                                                   strumenti di coordinamento per sostenere il territorio in
                                            Consorzi tra Pro Loco che abbiano affinità di territorio, di                                                               ambito turistico/culturale e sociale. Estendere la rappre-
                                            prodotti e di area geografica. L’istituzione di un ufficio per                                                             sentanza Unpli alle sedi dove si discute di turismo, volon-
                 Mario Borroni              la stipula di convenzioni dei soci Unpli.                                                         Rocco Lauciello          tariato e associazionismo.

                     Comitato Regionale                                                                                                            Comitato Regionale
                        Unpli Molise                                                                                                                 Unpli Sardegna
     La promozione del dialogo con le istituzioni regionali af-                                                                  Gli obiettivi da raggiungere sono: coinvolgere maggior-
     finché si torni a discutere di Turismo come volàno di svi-                                                                  mente le Pro Loco del territorio con progetti qualificanti
     luppo per il nostro territorio. Ci impegneremo per favorire                                                                 e mirati; potenziare il coordinamento ed assistenza alle
     la riforma della legge regionale sul turismo chiedendo il                                                                   stesse; rafforzare e migliorare il rapporto con l’Assesso-
     riconoscimento formale del ruolo delle Pro Loco.                                                                            rato Regionale al Turismo chiedendo anche un maggiore
     Dovremo diventare un laboratorio di idee in grado di for-                                                                   aiuto finanziario e tempi più brevi nella liquidazione dei
     mare i volontari e assistere le Pro Loco.                                 Angelo Primiani                                   contributi.                                                             Raffaele Sestu

14                                                                                                                                                                                                                                   15
                                                                                                  Arcobaleno d’Italia   Arcobaleno d’Italia
Servizio Civile Unpli - un anno che cambia la vita 2016 03 - Unpli Nazionale
COMITATI REGIONALI                                                                        UnioneNazionaleProLocod’Italia      UnioneNazionaleProLocod’Italia
                                                                                                                                                                                                              COMITATI REGIONALI

                     Comitato Regionale                                                                                                                   Comitato Regionale
                        Unpli Sicilia                                                                                                                       Unpli Umbria
     Insieme con tutti i volontari delle Pro Loco continuerò                                                                           L’iscrizione di tutte le Pro loco umbre all’Unpli, l’applicazione in
     nel solco dell’attività svolta, proseguendo nella promo-                                                                          pieno del nuovo Testo unico sul turismo adottato dalla Giunta
     zione della nostra isola e nel recupero dell’immenso pa-                                                                          regionale umbra lo scorso 13 giugno 2016 (prevede 250 punti in-
     trimonio culturale immateriale. Vere leve della nostra                                                                            formativi), il completamento del “reticolo” di Cammini tra fede e
     azione saranno, ancora una volta, l’innovazione tecnolo-                                                                          profano, tra arte e storia che hanno le nostre piccole Pro loco come
     gica e l’impiego produttivo dei pochissimi fondi pubblici                                                                         protagoniste.
     disponibili.                                                                   Nino La Spina                                      Ad maiora.                                                                  Francesco Fiorelli

                                                               Comitato Regionale                                                                                                                     Comitato Regionale
                                                                 Unpli Toscana                                                                                                                        Unpli Valle d’Aosta
                                            Nel prossimo mandato sarà prioritario costituire una rete effetti-                                                                     Ricercare tra i giovani neo presidenti coloro che sostitui-
                                            va di Pro Loco, in particolare tra quelle che gestiscono Uffici Infor-                                                                 ranno i Consiglieri del Comitato con più mandati. Promuo-
                                            mazione. I rapporti con la Regione e i Comuni saranno mantenuti                                                                        vere l’informazione e la formazione sulla buona e sana
                                            e migliorati. Proseguiremo con il Servizio Civile, sia Regionale che                                                                   amministrazione di una Pro Loco. Sollecitare la promozio-
                                            Nazionale accreditando nuove sedi. Saranno effettuati corsi di                                                                         ne di una rete tra le Pro Loco, sviluppando una maggiore
                                            formazione per dirigenti Pro Loco a livello provinciale e cerchere-                                                                    capacità di lavorare in sinergia, ottimizzando le risorse e
               Mauro Giannarelli            mo di migliorare la già buona diffusione della “tessera del socio”.                                     Pericle Calgaro                massimizzando i risultati.

                     Comitato Regionale                                                                                                                   Comitato Regionale
                       Unpli Trentino                                                                                                                       Unpli Veneto

     Già a partire dal 2012 le Pro Loco del Trentino sono state                                                                        Aprire nuovi canali di dialogo con le istituzioni, affinché
     mosse dall’intenzione di rientrare a pieno titolo nel setto-                                                                      Unpli sia riconosciuta sempre più partner nella progetta-
     re turistico provinciale. Questo è anche il filo conduttore                                                                       zione culturale e turistica. Strategico resta l’ufficio proget-
     del quadriennio 2016-2020. Attenzione alla turisticità de-                                                                        tazione che in questi anni ha gestito fondi per 1,6 milioni.
     gli eventi, innovazione legata alla promozione su social                                                                          Punti fermi: comunicazione (newsletter, social, l’APP #Fuo-
     network e qualità della proposta turistica saranno i princi-                                                                      ri, sito), tesseramento e coinvolgimento dei giovani, anche
     pali temi di lavoro.                                                             Enrico Faes                                      con raduno annuale.                                                         Giovanni Follador

16                                                                                                                                                                                                                                               17
                                                                                                        Arcobaleno d’Italia   Arcobaleno d’Italia
Servizio Civile Unpli - un anno che cambia la vita 2016 03 - Unpli Nazionale
INFORMAZIONE                                                                             UnioneNazionaleProLocod’Italia    UnioneNazionaleProLocod’Italia

     Custodiamo la Nostra Storia per sostenere le nostre Associate

     La Campagna 5x1000
     delle Pro Loco d’Italia
     a cura della Redazione

     A
               lessandra Furnari, consulente del-          nità, il nostro territorio e le nostre tradizioni: il
               la Scuola di Roma Fund-Raising.it ed        nostro Patrimonio Culturale Immateriale.
               esperta in materia di raccolta 5x1000,      Con una donazione si potrà sostenere l’Unpli nel
               che ci parla della campagna Unpli “Cu-      continuare a farlo ogni giorno.
     stodiamo la nostra storia” e ci spiega quali sono     Moltiplicare il sostegno è semplicissimo: basta
     gli adempimenti delle prossime settimane.             comunicare questa scelta ai contatti più sensibili
     Innanzitutto: ci spieghi cos’è il 5x1000?             e invitarli a donare il loro 5x1000 all’Unpli.
     Il 5x1000 è una quota di imposte che può essere       Quali sono le date e le prossime scadenze da ri-
     destinata ad una organizzazione no profit quan-       cordare?
     do si compila la dichiarazione dei redditi.           Il termine per la consegna del 730 era il 23 luglio
     Donare il 5x1000 non costa nulla: se si rinuncia a    2016. Era possibile presentare il Modello Unico
     destinarla ad un’organizzazione la stessa quota       fino al 30 giugno presso gli uffici postali ma per
     resta allo Stato.                                     via telematica lo si può inviare fino al 30 settem-
     Il 5x1000 non sostituisce l’otto per mille destina-   bre 2016.
     to alle confessioni religiose. Sono due possibili-    Entro il 30 settembre 2016 si può donare il
     tà diverse e possono essere utilizzate entrambe       5x1000 anche senza presentare la dichiarazione
     contemporaneamente e per fini diversi.                dei redditi. Basta presentare la scheda allegata
     Come destinarlo all’Unione Nazionale delle Pro        alla Certificazione Unica in busta chiusa agli uf-
     Loco d’Italia?                                        fici postali, inviarla per via telematica o chiedere
     Bisogna compilare la sezione dedicata al 5x1000       sostegno ad un CAF o ad un commercialista per
     all’interno dei moduli per la dichiarazione dei       l’invio.
     redditi, inserire il codice fiscale 91031800583       Vuoi approfon-
     nello spazio dedicato al “Sostegno del volonta-       dire o scarica-
     riato e delle altre organizzazioni non lucrative di   re i materiali di
     utilità sociale, delle associazioni di promozione     promozione che
     sociale e delle associazioni e fondazioni ricono-     Unpli ha messo a
     sciute che operano nei settori di cui all’art. 10,    disposizione per
     C.1, Lett.A), del D.lgs. n. 460 del 1997” e appor-    te?
     reuna firma.                                          Vai      al     link
     Perché donare il 5x1000 all’Unpli?                    www.5x1000pro-
     Perché da oltre 50 anni l’Unpli è impegnata nel-      loco.it o eccoti il
     la cura, tutela e salvaguardia delle nostre comu-     nostro QR code

18                                                                                                                                                          19
                                                                                                     Arcobaleno d’Italia   Arcobaleno d’Italia
INIZIATIVE UNPLI                                                                          UnioneNazionaleProLocod’Italia

     Il primo inventario online delle tradizioni

     Il canale Youtube Unpli
     “Memoria Immateriale”
     di Gabriele Desiderio e Luca Caroselli

     U
                n lavoro di raccolta che ormai dura da     folcloristiche sono solo alcuni dei punti di forza
                più di 5 anni. Più di 1300 video prove-    dei nostri territori, che li rendono unici e così
                nienti da ogni angolo d’Italia. Più di 3   seducenti agli occhi di un pubblico sempre più
                milioni di minuti visualizzati, con una    interessato agli aspetti più intimi e profondi del-
     media di oltre 1000 visualizzazioni al giorno!        la nostra cultura. Il nostro canale Youtube vuo-
     Questi sono solo alcuni dei numeri che testi-         le quindi offrire una duplice possibilità: da una
     moniano il successo e la rilevanza che il canale      parte rendere questi patrimoni accessibili a tutti
     Youtube Memoria Immateriale ha conquistato            dando visibilità e risalto alle comunità, e dall’al-
     nel corso degli anni grazie ai numerosi contribu-     tra fornire uno spazio alle nostre associazioni
     ti prodotti dall’Unpli e dalle Pro Loco nel corso     per condividere i propri contenuti e aiutarli a
     dei tanti progetti che si sono susseguiti in questi   valorizzare le proprie peculiarità nell’ambito di
     ultimi anni. Un ambito, quello della salvaguar-       una promozione sempre più indirizzata ai nuovi
     dia del patrimonio culturale immateriale, che         pubblici, attraverso i social media e il web in ge-
     ha visto l’Unpli svolgere un ruolo da protagoni-      nerale. Per questo abbiamo cominciato a pubbli-
     sta all’interno del Forum delle ONG accreditate       care una playlist settimanale con i video più visti
     Unesco, dove periodicamente vengono condi-            e condivisi sui social e, a breve, avvieremo una
     vise, confrontate e discusse le azioni e le espe-     nuova sezione sul canale youtube con gli estrat-
     rienze di ricerca e di tutela che vengono portate     ti delle performance di tutte quelle interviste in
     avanti a livello internazionale. Con l’inventario     cui si sono esibiti artisti, artigiani e tutti quei de-
     online Memoria Immateriale l’Unpli ha voluto          tentori di saperi che abbiamo incontrato durante
     rendere pubblico un contenitore di saperi, di tra-    questi anni. L’Unpli è a disposizione di tutte le
     dizioni, di conoscenze e di folclore a beneficio      Pro Loco che vogliono intraprendere un percor-
     della memoria stessa e dell’identità culturale        so di documentazione delle peculiarità dei pro-
     delle nostre comunità. È risaputo infatti che le      pri territori. Basta scrivere a progetti@Unpli.info
     tradizioni italiane sono un tratto caratteristico     o telefonare al numero 069949615 e sarete se-
     della nostra cultura e rendono uniche le nostre       guiti passo passo nella costruzione di un percor-
     comunità e molto interessanti anche, e forse          so che molte volte è anche l’occasione per coin-
     soprattutto, agli occhi nei nuovi turisti che pre-    volgere le nuove generazioni (magari grazie alla
     feriscono “vivere” una tradizione a contatto di-      maggiore dimestichezza con le nuove tecnolo-
     retto con le comunità dei territori. Le peculiarità   gie). Ogni Pro Loco avrà così a disposizione uno
     dell’enogastronomia, gli antichi saperi artigiana-    spazio dedicato al cui interno promuovere e fa
     li, il sentimento delle manifestazioni religiose e    conoscere le attività realizzate in questi ambiti.

20
                                                                                                      Arcobaleno d’Italia
INIZIATIVE UNPLI                                                                         UnioneNazionaleProLocod’Italia    UnioneNazionaleProLocod’Italia
                                                                                                                                                                                                                  INIZIATIVE UNPLI

     Intervista a Gabriele Desiderio, rappresentante dell’Unpli a Parigi                                                          delle comunità locali. È stata un’esperienza che          lia. Il Premio ha ricevuto l’adesione del professor
                                                                                                                                  ci ha permesso di presentare le nostre attività e         Tullio De Mauro, linguista di fama internazio-
                                                                                                                                  le potenzialità della rete delle Pro Loco non solo        nale, nominato Presidente onorario. Durante la
                                                                                                                                  come associazioni in grado di dialogare e di fun-         Giornata Nazionale del Dialetto e delle lingue

     Unesco, insieme per
                                                                                                                                  zionare da intermediari con le comunità locali            locali (che si svolge il 17 gennaio di ogni anno)
                                                                                                                                  ma anche come modello di coinvolgimento alla              invece tutte le Pro Loco vengono invitate ad in-
                                                                                                                                  vita comunitaria e di salvaguardia delle tradizio-        serire nelle loro manifestazioni uno spazio an-

     promuovere la cultura
                                                                                                                                  ni locali. Il “modello” Pro Loco ha destato molta         che piccolo che ricordi l’importanza delle lingue
                                                                                                                                  curiosità e sono stati diversi i punti di contatto        e dei dialetti locali. Nell’ultima edizione abbia-
                                                                                                                                  e di scambio di esperienze con altre realtà. Nel          mo registrato centinaia di eventi in tutta Italia,
                                                                                                                                  contesto italiano siamo in prima linea per la co-         realizzati non solo da Pro Loco ma anche da al-
                                                                                                                                  struzione di una rete italiana di Ong accreditate         tre realtà attive in questo settore.
     di Patrizia Forlani                                                                                                          al fine di promuovere un dialogo costruttivo tra          Quali sono gli obiettivi per i prossimi anni?
                                                                                                                                  le comunità locali, gli esperti, i ministeri e gli enti   A gennaio 2017 ci aspetta un esame impegna-
                                                                                                                                  preposti all’applicazione della Convenzione che           tivo. Ogni quattro anni le realtà accreditate de-

     S
                                                                                                                                  l’Italia ha ratificato nel 2007.                          vono infatti presentare all’UNESCO un report
            ono passati 4 anni dal prestigioso ricono-      è emersa la necessità di uno spazio per condi-                        Cosa ha pensato di organizzare l’Unpli per pro-           dettagliato delle attività svolte al fine di poter
            scimento che l’Unpli ha ricevuto dall’UNE-      videre le proprie realtà ed attività, un luogo di                     muovere queste tematiche?                                 vedere rinnovato l’accredito. Siamo già al lavo-
            SCO grazie alle attività svolte con proget-     confronto e di approfondimento per contribuire                        L’Unpli si è attivata per la creazione strumenti ed       ro su questo documento e la recente partecipa-
            ti nazionali. Insieme a Gabriele Desiderio      a far conoscere l’importante ruolo che queste                         iniziative per la valorizzazione del lavoro svolto        zione alla Sesta Assemblea Generale UNESCO a
     facciamo un bilancio del lavoro svolto e cono-         Ong ed Associazioni, provenienti da tutto il mon-                     sui territori dalle Pro Loco in questi ambiti. Oltre      Parigi dal 30 maggio al 1 giugno 2016 è servita
     sciamo meglio questa realtà.                           do, svolgono sui territori a contatto le comunità.                    alla costituzione di un canale/inventario sulle           anche a raccogliere elementi e spunti da inserire
     “Oltre alla importante opera di sensibilizzazio-       Ho proposto l’idea in una di queste riunioni e mi                     tradizioni “MEMORIA IMMATERIALE” (per mag-                nel nostro report. Un altro importante obiettivo
     ne nei confronti delle Pro Loco siamo impegnati        sono reso disponibile a realizzarla in modo che                       giori informazioni si veda l’articolo precedente)         è quello di continuare la raccolta delle peculia-
     in un grande lavoro di tessitura di rapporti con       fosse funzionale alle esigenze emerse. E’ così                        abbiamo realizzato due importanti iniziative che          rità territoriali e delle buone pratiche realizzate
     enti ed istituzioni nazionali ed internazionali con    che nel giro di qualche mese è stato realizzato il                    registrano un’attenzione crescente. Il Premio let-        dalle Pro Loco e per fare ciò abbiamo prodotto
     l’obiettivo di far conoscere meglio la poliedrica      sito www.ichngoforum.org al cui aggiornamento                         terario “Salva la tua lingua locale”, aperto a tutti      anche un piccolo vademecum per realizzare vi-
     realtà di questo movimento associativo e le sue        lavoro ormai da tre anni. Oltre al sito internet,                     gli autori in lingua locale e articolato in diverse       deointerviste che può essere richiesto via email
     enormi potenzialità.                                   curo i profili social collegati (Facebook e Twitter)                  sezioni in una delle lingue locali o dialetti d’Ita-      a progetti@Unpli.info o allo 06/9949615.
     Che ruolo svolge l’Unpli nell’ambito della Con-        e la newsletter periodica che viene realizzata in
     venzione UNESCO del 2003?                              collaborazione con il direttivo del Forum. Oggi il
     L’Unione delle Pro loco è tra le 164 organizza-        sito è diventato uno strumento importante di vi-
     zioni accreditate dal Comitato intergovernativo        sibilità del Forum e delle singole Ong che vi ade-
     della Convenzione UNESCO sul patrimonio cul-           riscono. È stato riconosciuto più volte durante le
     turale immateriale. Una realtà che, con le oltre 6     riunioni ufficiali, sia del Comitato Intergovernati-
     mila Pro Loco iscritte, rappresenta una delle reti     vo che dell’Assemblea Generale, come uno stru-
     di associazioni accreditate più grandi a livello in-   mento importante per la costruzione di questa
     ternazionale. Una rete costituita dalle comunità       rete internazionale di associazioni ed ONG.
     locali che contribuisce alla tutela e alla trasmis-    Cosa ha significato questo accredito ricevuto
     sione dei patrimoni immateriali e alla promozio-       dall’UNESCO?
     ne dei territori. Subito dopo l’accredito abbiamo      Per noi è stata una grande soddisfazione perché
     partecipato immediatamente alle riunioni delle         c’è stato il riconoscimento del lavoro svolto sul
     Ong che si svolgevano a margine dei lavori uffi-       campo e la certificazione delle competenze ac-
     ciali UNESCO.                                          quisite in questi oltre 10 anni di lavoro sui temi
     Come è nata il sito web del Forum delle Ong ac-        legati ai patrimoni culturali immateriali. E’ sta-
     creditate?                                             to inoltre un traguardo importante anche per le
     A giugno 2012 ho avuto modo di partecipare alle        Pro Loco che hanno visto riconosciuto il ruolo
     prime riunioni informali del Forum e da subito         che le queste associazioni rivestono all’interno

22                                                                                                                                                                                                                                                23
                                                                                                     Arcobaleno d’Italia   Arcobaleno d’Italia
SERVIZIO CIVILE                                                                              UnioneNazionaleProLocod’Italia     UnioneNazionaleProLocod’Italia
                                                                                                                                                                                                                        SERVIZIO CIVILE

     Servizio Civile Nazionale Unpli dal 2004 al 2016

     Una scelta che cambia
     la vita, la tua… la nostra
     a cura di Patrizia Forlani e Bernardina Tavella

     C
               he cos’è il Servizio Civile per i giovani im-   riale) perché solo così potremo, insieme alle re-
               pegnati nelle nostre Pro Loco?                  altà culturali, politiche, amministrative, sociali,
               Il Servizio Civile è la scelta consapevole      scolastiche e del no-profit presenti sul territorio,
               di giovani, donne e uomini, che si met-         arginare e sconfiggere il rischio di cancellare la
     tono in gioco con noi per la salvaguardia e la            nostra storia, la nostra cultura e il nostro paesag-
     promozione della nostra cultura, della nostra             gio.
     storia... sopratutto quella fatta di ricordi, quella      La formazione                                                           porteranno in 17 regioni italiane 1.350 nuovi vo-       in tutta Italia per la presenza del Sacrario, mo-
     fatta di vita vissuta, del fare, dell’ingegno e della     I giovani volontari Unpli, per raggiungere gli                          lontari del Servizio Civile Unpli, scopriamo insie-     numentale cimitero militare costruito in epoca
     creatività, di ogni essere umano che ha lasciato          obiettivi sopra indicati, sono formati, informati e                     me alcuni dei progetti a cui le giovani donne e         fascista e dedicato alla memoria di oltre 100.000
     traccia del suo passaggio e quella vissuta attra-         seguiti. 42 ore di formazione generale permette                         uomini in servizio stanno attualmente lavorando.        soldati italiani caduti durante il primo conflitto
     verso il sapore dei sentimenti personali e sociali        loro di prendere coscienza dell’ente che li acco-                       Per motivi di spazio e tempo non siamo riusci-          mondiale. E, ancora il Monte San Michele e il
     che sono il cuore di ogni comunità…                       glie, dei loro diritti e dei loro doveri, dello scopo                   ti a riportare tutto il materiale che è arrivato in     Parco culturale “Giuseppe Ungaretti”, che più di
     Gli obiettivi                                             e degli obiettivi del Volontariato civile, ripercor-                    redazione. Testimonianze dalle quali scaturisce         tutti tra gli scrittori italiani del primo Novecento
     Il settore d’intervento dell’Unpli in ambito di ser-      rendone anche la storia. Inoltre sono previste 75                       l’entusiasmo e la grande voglia di essere parteci-      ha saputo descrivere in poesia le atrocità della
     vizio Civile è il Patrimonio Artistico e Culturale        ore di formazione specifica, oltre a 10 ore di for-                     pi di qualcosa di unico e irripetibile. Poi il grande   guerra nelle zone del Carso. Durante lo scorso
     D/03 - Valorizzazione Storie e Culture Locali, ed         mazione a distanza; questa formazione dà loro                           “tuffo” nel nostro immenso patrimonio culturale         mese di giugno i volontari hanno partecipato
     è in questo ambito che i nostri giovani ricercano,        gli strumenti e la conoscenza per poter raggiun-                        materiale e immateriale tra storia, tradizioni, fol-    anche ad una escursione nelle Valli del Natiso-
     studiano, promuovono il nostro territorio. Que-           gere gli obiettivi specifici prefissati in ogni singo-                  clore, miti, leggende ed enogastronomia.                ne, zona del Friuli molto vicina al confine slove-
     ste ricerche permettono, anche e a soprattutto            lo progetto a cui loro i volontari aderiscono.                          I progetti                                              no, dove hanno attraversato un lungo percorso
     piccole realtà, di misurarsi in ambito nazionale          “Il Servizio Civile è una scelta che cambia la                          I 41 volontari (in 25 sedi Pro Loco delle provin-       nei boschi della zona che si snoda tra le trincee
     offrendo una concreta possibilità di svilupparsi          vita... tua e degli altri”: sono mille i ragazzi che                    cie di Udine, Pordenone, Gorizia e, in parte mi-        della Grande Guerra nelle quali si è combattuta
     e, soprattutto, di farlo all’interno di una proget-       dallo scorso ottobre 2015, stanno affrontando                           nore, nei Consorzi Pro Loco e nella Segreteria          quella che nei libri di storia è conosciuta come la
     tazione che favorisce la cittadinanza attiva of-          questa sfida.                                                           del Comitato Regionale) sono protagonisti di “La        “disfatta di Caporetto”. Infine hanno percorso il
     frendo, in sintesi, la possibilità di crescere e di       Un’avventura irripetibile, lunga un anno, durante                       Grande Guerra in Friuli Venezia Giulia: luoghi,         “Sentiero dei poeti”, dove si possono trovare la-
     essere più efficaci sul territorio nella promozio-        la quale questi giovani si stanno mettendo alla                         persone, eventi e memorie in tempo di guerra e          pidi di pietra con incise le parole dei più famosi
     ne dei valori dell’appartenenza, della solidarietà        prova diventando, di volta in volta, custodi del                        in tempo di pace”. Dopo la formazione specifica,        poeti delle guerre.
     sociale, della cultura e delle tradizioni delle no-       nostro patrimonio culturale materiale e immate-                         suddivisa in varie giornate di studio e approfondi-     Anche in Veneto i giovani volontari stanno risco-
     stre popolazioni.                                         riale, ricercatori e promotori del territorio in cui                    mento nella sede del Comitato Regionale a Villa         prendo la memoria storica del proprio territorio
     Uno dei nostri principali obiettivi, quindi, è quel-      vivono. Un lavoro appassionante spinto sia dalla                        Manin di Passariano, i ragazzi hanno toccato con        con VV Veneto. Il filo rosso, che accomuna tut-
     lo di favorire una presa di coscienza, soprattutto        voglia di scoprire che di far “ri-scoprire” le pro-                     mano i territori teatro della Grande Guerra sotto       te le circa 40 sedi inserite nel progetto, è quel-
     da parte dei residenti, del valore del proprio pa-        prie radici rendendole, finalmente, fruibili a tutti.                   la guida di storici ed esperti locali. Tra i luoghi     lo relativo alla Grande Guerra del 1915-1918.
     trimonio culturale locale (materiale ed immate-           Mentre si sono appena concluse le selezioni che                         visitati Fogliano Redipuglia, località conosciuta       Il Veneto fu una delle Regioni più fortemente

24                                                                                                                                                                                                                                                    25
                                                                                                          Arcobaleno d’Italia   Arcobaleno d’Italia
SERVIZIO CIVILE                                                                           UnioneNazionaleProLocod’Italia    UnioneNazionaleProLocod’Italia
                                                                                                                                                                                                                      SERVIZIO CIVILE

     segnate dall’evento bellico e di questo, ancora        dia ne sono splendidi esempi i “Tortelli di zucca”                     (Ancona, Pesaro-Urbino, Ma-
     oggi, sono rilevabili innumerevoli storie, tracce e    casalaschi, con ripieno di mostarda, zucca, ama-                       cerata) ha come obiettivo l’in-
     monumenti. Inoltre molte sedi di progetto sono         retti e noce moscata, tipici del periodo invernale,                    dividuazione dei siti meritevoli
     state scenario della Grande Guerra. V.V. Vene-         quando le famiglie si riunivano per preparare i                        di interesse ma sconosciuti alla
     to vuole far “riscoprire il Veneto” attraverso la      salami…; così come la radice amara, che veniva                         stragrande maggioranza dei
     rilettura della sua storia con le testimonianze        mangiata anche per le sue proprietà depurative,                        possibili fruitori. Il tutto raffor-
     storiche, materiali ed immateriali, legate alla        rimedio naturale per le sue particolari proprietà;                     zando, soprattutto tra i citta-
     Grande Guerra per dare un senso di riappropria-        oppure il fagiolo dell’occhio, che veniva mangia-                      dini, la consapevolezza delle
     zione collettiva di una memoria storica, che per       to nelle solennità dei defunti … piatti e alimenti                     risorse storiche, artistiche ed
     molti e per molti anni è venuto meno. Grazie ad        considerati poveri, piatti tipici del mondo conta-                     architettoniche del territorio
     un lavoro a più mani svolto dai ragazzi del Ser-       dino, piatti che ci permettono di ripercorrere le                      di appartenenza. Stimolando,
     vizio Civile si possono vedere le attività svolte      nostre origini, per comprendere il nostro presen-                      infine, il desiderio di conoscen-
     in ognuna delle sedi. Attività che spaziano dalla      te e costruire il nostro futuro. Ogni alimento è                       za e di salvaguardia, attraverso
     creazione di un blog con articoli settimanali, dal-    legato al suo territorio, al suo paesaggio, ai suoi                    la fruizione e il potenziamento
     la catalogazione e condivisione di segni e simbo-      elementi architettonici, agli usi, ai costumi del                      delle reti museali esistente nel-
     li (monumenti, cippi, etc.) all’organizzazione di      luogo... è legato al suo dialetto, ai sogni e ai rac-                  la regione Marche. In partico-
     conferenze e seminari o attività sul campo come        conti dei nostri anziani…                                              lare i volontari stanno lavoran-                         zese e delle sue fonti storiche, geografiche, arti-
     accompagnare i visitatori lungo percorsi che           Nel Lazio, invece, sono circa 80 i volontari di Ser-                   do sul Monumento alla Battaglia e sulla Selva di         stiche e letterarie più importanti con particolare
     sono stati scenario di guerra.                         vizio Civile stanno lavorando su due progetti: “Le                     Castelfidardo a Castelfidardo, l’Acquedotto degli        attenzione alle varianti locali. In questi mesi i
     La ricerca, lo studio, la tutela e la promozione       Origini della Nostra Storia: miti, leggende e tra-                     Archi a Loreto, la Chiesa del Santissimo Sacra-          volontari stanno effettuando un lavoro di ricerca
     delle tipicità alimentari sono al centro di “Risco-    dizioni e “Uomini e Donne delle nostre terre”.                         mento e il Santuario di Nostra Signora dei Lumi          sui beni immateriali locali, a partire dagli eventi,
     perta e valorizzazione del cibo tipico, strumento      “Le Origini della Nostra Storia: miti, leggende e                      di Montemarciano, la Cinta Muraria e il Palazzo          passando per folclore fino ad arrivare alle mani-
     di promozione locale. Il territorio e le sue pecu-     tradizioni” riguarda tutto ciò che è legato alla                       dei Padri Conventuali a Ostra, il Parco archeolo-        festazioni di fede, dove si risalta il dialetto locale.
     liarità”, il progetto di cui si occupano i volontari   storia del proprio paese partendo dai miti o dalle                     gico di Suasa, i Conventi di Morrovalle, il Parco        Per catalogare il materiale si stanno utilizzando
     della Lombardia. Il lavoro che stanno portando         leggende legate alla nascita del luogo, passan-                        nazionale dei Monti Sibillini che ospita Treia, la       delle schede dei Beni culturali e si sta redigendo
     avanti questi ragazzi vuole valorizzare le tipici-     do per avvenimenti particolari e per le tradizioni                     Mostra mercato dell’oliva e dell’olio extravergi-        una relazione sullo status dei dialetti abruzzesi,
     tà del territorio che stanno scomparendo o che         e le manifestazioni culturali e/o folkloristiche                       ne di Cartoceto, il Beato Sante Brancorsini Mon-         sulla loro storia, sulla provenienza e sulla situa-
     hanno bisogno di essere maggiormente promos-           spesso antiche e molto sentite dagli abitanti. Il                      tefabbri di Mombaroccio, la Battaglia del Metau-         zione attuale, sia per i vocaboli che per la fonia e
     se. Ogni piatto, ogni alimento, è legato al tempo,     secondo progetto riguarda invece uomini e don-                         ro svoltasi a Fermignano e sulle Mura Castellane         l’utilizzo dei dialetti soprattutto nel mondo con-
     e al tempo sono legate la cultura e le tradizioni      ne, nativi e non, che sono stati importanti per il                     di S. Costanzo. “Fonti e reti informative culturali      tadino. In tutte le sedi sono stati video nel quale
     dei luoghi, la storia di ognuno di noi. In Lombar-     territorio. Papi, cardinali, poeti, scrittori e tutti                  marchigiane” prevede inoltre la catalogazione e          si può constatare come il dialetto si sia modifica-
                                                                                     coloro che hanno porta-                       la ricerca dei canali idonei alla visibilità e la cre-   to e venga usato sempre meno dai giovani.
                                                                                     to lustro al proprio pa-                      azione di una newsletter informativa sulle attivi-       Napoli è anche sinonimo di presepe. Con “Tra-
                                                                                     ese. Entrambi i progetti                      tà dei volontari. In programma anche il rinnovo          dizione e cultura del Presepe napoletano”, che
                                                                                     si concluderanno con la                       dell’immagine dei loghi di riferimento.                  vede impiegati 46 volontari e attuato dall’Unpli
                                                                                     redazione di opuscoli e di                    Il dialetto in Abruzzo non è una unità omogenea          Napoli, si vuole valorizzare la ricca tradizione
                                                                                     filmati audio-visivi.                         sul territorio: si può tranquillamente dire che in       partenopea legata al presepe tramandandola ai
                                                                                     Nelle Marche, come dice                       ogni centro abitato si parli una lingua diversa. I       giovani. Dallo scorso ottobre i volontari hanno
                                                                                     una metafora marinara,                        dialetti abruzzesi possono essere suddivisi in 2         seguito corsi di arte presepiale e hanno avuto
                                                                                     “sembrerebbe che l’aria                       gruppi (il secondo dei quali ulteriormente rami-         l’opportunità di una crescita personale attraver-
                                                                                     tiri nella direzione giusta                   ficato) a loro volta articolati in 7 aree comples-       so l’acquisizione di competenze specifiche e la
                                                                                     alla navigazione e ci con-                    sive. Al primo gruppo appartengono i dialetti            maturazione di una maggiore coscienza civica.
                                                                                     duca facilmente in por-                       dell’area Amiternina, mentre al secondo quelli           Oltre alle visite guidate nei luoghi dove sono sta-
                                                                                     to” … Il progetto “Fonti e                    dell’area Abruzzese orientale - adriatico Ascola-        ti realizzati dei presepi artistici, i volontari stan-
                                                                                     reti informative culturali                    no. Attraverso il progetto “Il dialetto tra globaliz-    no realizzando delle brochure e dei video sulle
                                                                                     marchigiane” che coin-                        zazione e localismo” i ragazzi del Servizio Civile       attività corsistiche. Inoltre hanno avuto un primo
                                                                                     volge 30 volontari per 14                     stanno cercando di promuovere lo studio, la ri-          approccio sull’arte presepiale documentandosi
                                                                                     Pro Loco su tre province                      scoperta e la valorizzazione del dialetto abruz-         attraverso ricerche presso gli archivi storici co-

26                                                                                                                                                                                                                                                    27
                                                                                                      Arcobaleno d’Italia   Arcobaleno d’Italia
Puoi anche leggere
DIAPOSITIVE SUCCESSIVE ... Annulla