PROGETTO DI PLESSO "IO COME UN ALBERO" - SCUOLA DELL'INFANZIA "GIANNI RODARI" di LONIGO

 
PROGETTO DI PLESSO "IO COME UN ALBERO" - SCUOLA DELL'INFANZIA "GIANNI RODARI" di LONIGO
PROGETTO DI PLESSO
      “IO COME UN ALBERO”

SCUOLA DELL'INFANZIA “GIANNI RODARI” di LONIGO
         ANNO SCOLASTICO 2018-2019
PROGETTO DI PLESSO "IO COME UN ALBERO" - SCUOLA DELL'INFANZIA "GIANNI RODARI" di LONIGO
IL PROGETTO DI PLESSO

                                “Ogni frutto è stato primo un albero infinito. Ogni bambino un uomo infinito”1

Dall’uovo (seme) della tartaruga nasce una piccola tartaruga, da quello del serpente dei piccoli serpenti, dal seme
del cavallo un puledro, un piccolo cavallo, come con il gatto, il leone e l’elefante, dai loro semi nascono i loro simili.
Perciò è sorprendente scoprire che dal seme della mela non nasce una mela, ma un albero. Anzi dal seme della
mela nasce un melo, da quello della pera un pero, da quello della pesca un pesco.

È come se l’albero rappresentasse il tempo che passa, il tempo che serve al frutto per riprodursi nuovamente in
frutto, di ritrovarsi. Se noi abbiamo cura dell’albero i frutti che vi cresceranno saranno tanti. È come se il bambino
fosse un po’ il nostro albero, l’albero umano: prima che possa produrre dei frutti deve vivere, crescere, incontrare,
condividere.

                               Come un albero ha bisogno di cure e di sostegno per diventare forte e fertile,

                                                          anche i bambini avranno bisogno di questo.

Da fuori non tutti sanno riconoscere l’albero che sta crescendo nel nostro giardino, riconoscendone le foglie o la
corteccia, così anche ogni essere umano contiene sorprese e opportunità, che solamente crescendo verranno
svelate e realizzate pienamente. Proviamo ad essere dei giardinieri attenti, pazienti, consapevoli delle leggi e dei
tempi della natura: per fruttificare ogni albero deve prima di tutto fiorire e i fiori, per natura, sono delicati e fragili,
sensibili alle intemperie del tempo. Perché la vera frutta dell’uomo non è il bambino, ma è un bambino che
attraverso la crescita e il tempo si è trasformato in un adulto, uomo o donna, a sua volta pronto per seminare nuovi
alberi, piccoli e delicati in quel giardino meraviglioso che è l’infanzia.

Ogni frutto è stato primo un albero infinito. Ogni bambino un uomo infinito. In questo modo poi, ogni adulto, ogni
frutto, avrà un suo gusto delicato, un suo colore intenso e una propria forma unica.

1
    https://www.bambinienatura.it/2017/03/18/io-albero/

                                                                             3
Il progetto educativo-didattico di quest’anno si intitola “IO COME UN ALBERO” e si articola in tre ambiti:
    1. “Scopro la natura”
          ✓ Conosco e mi conosco
          ✓ Esploro la natura
          ✓ I sensi
    2. “Vedo, sento e mi emoziono”
          ✓ Le fiabe (animazione della lettura)
          ✓ Cantiamo la natura
          ✓ Suoni, colori, profumi della natura
          ✓ Osservazione e riproduzione di opere d’arte
    3. “Io e gli altri”
          ✓ Giochi collettivi, collaborativi e cooperativi
          ✓ Conosco e apprezzo le differenze
          ✓ Tanti bambini, tanti amici

                               La giornata nazionale degli alberi è il 21 novembre

                         Albero, albero, che cosa dici quando sussurri, quando stormisci?
                            Ai tuoi amici, pieno di premura offri ombra, riparo, frescura.
                       Ci dai la frutta buona da mangiare e il tronco per la casa da abitare.
                       Le foglie rosse che in autunno perdi in primavera son germogli verdi.
                         Ogni mattina tu saluti il giorno, il sole, il cielo e le nuvole intorno.
                         Ogni notte corteggi fra i tuoi rami la bianca luna fino all’indomani.
                      E se nel buio scherzi con la brezza il tuo stormire è come una carezza,
                                       che ninna lieve il bimbo addormentato…
                                          Albero, che cosa hai raccontato?

                                       (https://www.filastrocche.it/contenuti/lalbero-6/)

                                                             4
Organizzazione scolastica

1. I bambini presenti a scuola
sezione VERDE                     22 bambini grandi
sezione GIALLA                    22 bambini grandi.
sezione SMERALDO                  22 bambini (grandi e piccoli), di cui un certificato.
sezione BLU                       23 bambini medi.
sezione ROSA                      25 bambini medi, di cui un certificato.
sezione ARANCIONE                 22 bambini piccoli.
sezione TURCHESE                  22 bambini piccoli, di cui un certificato.
                                  Totale: 158 bambini, di cui 3 certificati

2. Personale che opera nella scuola
Vi sono 15 insegnanti di sezione, 3 insegnanti di sostegno (2 a tempo pieno e una per 7 ore), due assistenti ULSS e un’insegnante di
religione. Le collaboratrici scolastiche presenti sono 4: Muzzolon Cristina, Santosuosso Maria, Valeria Dal Bon, Giovanna
D’Alessandro.

INSEGNANTI DI SEZIONE
sezione Turchese                  Lunardi Stefania (coordinatore di plesso), Telatin Claudia
sezione Arancione                 Castagnaro Antonella, Parisato Silvia
sezione Smeraldo                  Guelfi Sabrina, Dalla Verde Nadia (part-time), Turra Annalisa (part-time).
sezione Gialla                    Belviso Loretta (coordinatore di plesso), Brandiele Serena.
sezione Verde                     Mistrorigo Emanuela, Lavezzo Morena
sezione Blu                       Dal Lago Stefania, Veronese Erica.
sezione Rosa                      Oboe Federica, Ambrosini Myriam

INSEGNANTI DI SOSTEGNO: Pajarin Anna, Spoto Anna, Facciuolo Vincenza
INSEGNANTE DI RELIGIONE: Pandian Anna
ASSISTENTE ULSS: Favaretto Cinzia e De Gaetanis Mirella

                                                                  5
6
I PROGETTI
                        DI PLESSO
Progetto Accoglienza
Progetto Inclusione
Progetto Continuità
Progetto Lingua Inglese
Progetto Educazione alla Sicurezza
Progetto Acquaticità
Progetto Musica
Progetto Teatro
Progetto “Parole per parlare, parole per pensare”
Progetto IRC

                                     7
LA NOSTRA MAPPA

      8
PROGETTO ACCOGLIENZA
                                                      Referente: Oboe Federica

Destinatari
  • Bambini nuovi iscritti (SCUOLA APERTA).
  • Genitori dei bambini nuovi iscritti (ASSEMBLEA GENITORI).
  • Tutti gli alunni e i genitori della scuola dell’infanzia (SCUOLA IN FESTA).

Obiettivi
            1. Favorire l’inserimento degli alunni nuovi iscritti.
            2. Favorire la conoscenza dell’ambiente e delle attività scolastiche per alunni e genitori.
            3. Creare un clima di benessere, di condivisione e di collaborazione tra scuola e famiglia.

Contenuti
• ASSEMBLEA GENITORI: incontro con i genitori dei bambini nuovi iscritti nel mese di Settembre 2018.
• SCUOLA APERTA ai bambini nuovi iscritti e ai loro genitori per ambientamento e laboratori creativi (SCUOLA APERTA) nel mese
  di Settembre 2018.
• ASSEMBLEA GENITORI: incontro con tutti i genitori 24 ottobre 2018.
• SCUOLA IN FESTA: Festa dei Nonni (25 ottobre 2018), Feste di Natale (19 e 20 dicembre 2018) e Festa di fine anno scolastico (31
  maggio 2019).
• SCUOLA APERTA per i genitori e i bambini (che possono essere iscritti nel prossimo anno scolastico) nel mese di Gennaio 2019.
• COLLOQUI INDIVIDUALI nei mesi di Gennaio-Marzo 2019.

Tempi
Anno scolastico 2018-2019.

Verifica
La verifica del progetto viene fatta collegialmente, durante tutto l’anno scolastico, per migliorare la qualità dell’offerta e rispondere ai
bisogni emergenti.

                                                                   9
PROGETTO INCLUSIONE
                                                        Referente: Pajarin Anna

Destinatari
Tutti i bambini della scuola.

Progetti:
   1. Inclusione bambini con certificazione
   2. Progetto Lingua 2
   3. Progetto Osservazione in sezione e Counselling

Obiettivi
  • Osservare e individuare le modalità comportali, relazionali e di apprendimento dei bambini per intervenire nelle situazioni di
      difficoltà e disagio.
  • Promuovere percorsi di sviluppo, rinforzo e potenziamento nella relazione e nell’apprendimento.
  • Promuovere l’adozione di strategie e metodologie inclusive.

Contenuti
Insegnare ad alunni con tipologie diverse di difficoltà è un aspetto del saper insegnare. Si ha bisogno di buone prassi didattiche e di
mezzi che “possono rendersi adatti alle capacità di ognuno” (M. Montessori). Occorre conoscere molti strumenti didattici, molti metodi,
molti modi di lavorare e di organizzare la classe, e molti processi attraverso cui poter di volta in volta trasformarli, modificarli, curvarli
per renderli efficaci per le singole capacità e potenzialità.

Insegnanti coinvolte: Insegnanti della scuola e dell’Istituto + Funzione Strumentale Disabilità Infanzia.

Tempi
Intero anno scolastico

Verifica
La verifica e la valutazione delle attività avvengono attraverso l’osservazione e l’annotazione su griglie degli obiettivi del progetto,
trasformati in indicatori di verifica alla fine dell’esperienza.
Le insegnanti curano un registro delle attività, che viene consegnato all’ufficio di segreteria al termine del progetto.
                                                                    10
PROGETTO CONTINUITA’ SCUOLA PRIMARIA/SCUOLA DELL’INFANZIA
                                                     Referente: Belviso Loretta

Destinatari
  •   Alunni delle classi prime della scuola primaria “F. Scortegagna”
  •   Alunni delle sezioni Verde, Gialla, Smeraldo (grandi) della Scuola “G. Rodari”.

Obiettivi
  1. Favorire la conoscenza di contesti scolastici (ambienti, insegnanti, strutture ed attività).
  2. Favorire la socializzazione tra bambini di diverse età.
  3. Permettere ai bambini della scuola dell’infanzia di vivere esperienze ed attività proprie della scuola primaria, evitandone in tal
      modo l’estraneità nel momento dell’ingresso.
  4. Favorire lo scambio educativo-didattico fra insegnanti di diverso ordine di scuola.

Contenuti
I bambini delle due età lavoreranno in gruppi misti all’interno di laboratori gestiti da una o due insegnanti (di scuola dell’infanzia e/o
primaria). I gruppi si formeranno in abbinamento tra una sezione di scuola dell’infanzia ed una di classe di scuola primaria.
L’attività proposta sarà presentata anticipatamente ai bambini della scuola dell’infanzia (una settimana prima) attraverso una lettura
animata, con modalità da definire, in modo da favorire il coinvolgimento emotivo e motivazionale.

Tempi
Gli incontri si svolgeranno dalle ore 9.30 alle ore 11.30, indicativamente nel periodo marzo-aprile 2019.

Verifica
La referente di progetto è impegnata in due incontri: uno di programmazione e uno di verifica a progetto ultimato.
La valutazione viene effettuata dapprima nel team docente di plesso e poi condivisa nella Commissione Continuità per porre le basi
progettuali del prossimo anno.

                                                                  11
PROGETTO LINGUA INGLESE
                                                      Referente: Oboe Federica

Destinatari
Bambini grandi delle sezioni Verde, Gialla, Smeraldo.

Obiettivi
  1. Avvicinarsi alla lingua inglese attraverso una drammatizzazione collettiva.
  2. Raccontare insieme ai compagni una breve storia in inglese.
  3. Partecipare a giochi, drammatizzazioni, rielaborazioni con materiali strutturati (raccoglitore delle attività).

Contenuti
Il Metodo Artigal, adottato dalle scuole primarie del nostro Istituto, si avvale di piccoli racconti che i bambini ripetono collettivamente
utilizzando la parola, la gestualità e il ritmo. Ciò permette di avviare, fin da subito e in modo concreto, la conoscenza basilare della
lingua inglese durante l’attività. In un secondo momento le storie vengono riprese con una serie di esperienze, materiali e attività
collegati tra loro (v. uso di murales, canzoni, flash-cards, giochi…), che offrono nuove opportunità di rivisitazione e consolidamento.
Anche quest'anno viene proposto “THE BALOON” perché accattivante per i bambini di scuola dell’infanzia.

Tempi
Il progetto sarà proposto nei Laboratori di sezione per un totale di 8 incontri.
Alla fine del percorso didattico i genitori dei bambini grandi vengono invitati a scuola per una piccola rappresentazione collettiva.

Verifica
Attraverso l’osservazione diretta durante le drammatizzazioni e le attività, l’insegnante verifica il grado di partecipazione e di utilizzo
del lessico/strutture linguistiche da parte dei singoli alunni.

                                                                   12
PROGETTO EDUCAZIONE ALLA SICUREZZA
                                                  Referente: Castagnaro Antonella

Destinatari
Tutti i bambini della scuola ed in modo particolare quelli delle sezioni grandi dell’ultimo anno.

Obiettivi
  1. Muoversi spontaneamente ed in modo guidato nell’ambiente scolastico da soli o in gruppo (piano di evacuazione).
  2. Conoscere ed applicare le regole della scuola relative alla sicurezza (lettura segni e simboli presenti nell’ambiente).
  3. Saper prendere iniziative comportamentali di sicurezza adeguate alla situazione (ed. stradale).
  4. Riconoscere cause ed effetti delle proprie azioni.

Contenuti
L’educazione alla sicurezza nella scuola dell’infanzia costituisce un formidabile strumento per lo sviluppo di comportamenti corretti e
responsabili, individuali e di gruppo, orientati ad intuire i rischi e a prevenire incidenti fin dalla più tenera età.
I bambini, infatti, sono portati per la loro stessa natura alla curiosità, alla sperimentazione e all’esplorazione degli spazi: pertanto
risulta fondamentale incrementare la sicurezza degli ambienti di vita (scuola, casa, strada) ed insegnare le norme comportamentali
idonee nei diversi contesti per imparare ad affrontare in modo efficace sia le situazioni impreviste sia quelle prevedibili.
Questa educazione è attivata in ogni momento educativo e didattico della giornata scolastica perché è trasversale ed interdisciplinare
nel vissuto quotidiano
Per i bambini dell’ultimo anno l’attività sarà supportata dall’incontro a scuola con un rappresentante della Polizia Municipale e
dall’uscita presso la Stazione dei Vigili del Fuoco

Tempi
Intero anno scolastico.

Verifica
La valutazione del progetto si baserà sulle osservazioni costanti e sistematiche rivolte ai comportamenti assunti dai bambini nei diversi
contesti di gioco o di attività all’interno della scuola e all’esterno in caso di uscite programmate.

                                                                   13
PROGETTO ACQUATICITA’
                                                   Referente: Mistrorigo Emanuela

Destinatari
Bambini grandi delle sezioni Verde, Gialla, Smeraldo.

Obiettivi
  1. Favorire e stimolare l’acquaticità.
  2. Educare l’equilibrio e la respirazione.
  3. Esercitare le abilità di galleggiamento, di scivolamento e di battuta degli arti inferiori.
  4. Favorire l’autonomia personale (svestirsi e vestirsi).

Contenuti
I bambini (suddivisi in 3 o 4 gruppi di livello) svolgono in acqua diversi esercizi e/o giochi per raggiungere gli obiettivi proposti.
L’istruttore, in maniera più o meno giocosa, propone delle attività coadiuvato da strumenti quali cerchi, conchiglie, palle, tavolette e
galleggianti di altro genere.

Tempi
Monte ore settimanale per ciascun gruppo di alunni: 45 minuti.
Giorno: mercoledì mattina.
Periodo: da febbraio a maggio 2019

Verifica e valutazione:
La verifica, eseguita dall’istruttore, si concretizza nella consegna di un tesserino, che si diversifica in base al livello raggiunto: BIANCO
(livello minimo), BIANCO/GIALLO (livello medio), GIALLO (livello buono) equivalente alla prestazione di saper galleggiare.

                                                                    14
PROGETTO TEATRO (finanziamento comunale)
                                                       Referente: Dal Lago Stefania

Destinatari
Bambini grandi delle sezioni Verde, Gialla, Smeraldo.

Obiettivi
            •   Scoperta e sviluppo delle proprie abilità creative.
            •   Sviluppo della concentrazione e dell'attenzione.
            •   Valorizzazione della fantasia e dell'espressività mimica.
            •   Sviluppo della capacità di relazione e di socializzazione.
            •   Manifestazione dell'espressività attraverso il gesto, la voce, i colori, oggetti, suoni, musica.
            •   Favorire il benessere psico-fisico del bambino.

Contenuti
L’attività di teatralità incoraggia i bambini nella scoperta e nello sviluppo delle loro capacità mimiche e gestuali, così come nel
linguaggio verbale e non verbale. Attraverso le attività presentate sotto la veste di gioco, il bambino dà voce alle sue emozioni, scopre
e valorizza le proprie potenzialità espressive, prende consapevolezza di se stesso e del mondo che lo circonda.
L' esperienza teatrale è intesa come “gioco di finzione” ed è un momento magico per il bambino perché esplora e immagina,
divertendosi con piacere. Già a quest'età il bambino è in grado di esprimere naturalmente una teatralità spontanea e istintiva che,
proprio attraverso questo laboratorio, potrà essere stimolata, valorizzata e arricchita in modo consapevole all'interno di uno spazio
teatrale a sua misura. Il teatro spinge a fare comunicazione in uno spazio diverso da quello convenzionale: attraverso la fantasia si
può raccontare di sé, si possono esprimere desideri, si può riportare rabbia o paura, sostenuti dalla leggerezza del “far finta di…”
È un percorso che gioca al FAR FINTA mettendo in scena il gioco simbolico, il corpo mimico e la voce come interpretazione. vestire
personaggi scatena emozioni, le rielabora nei vissuti... gioca con il corpo e creare molta ilarità e divertimento... diventare grandi
entrando nella profondità delle proprie pulsioni.

Tempi di attuazione
Si ipotizzano 8 incontri per tre gruppi di bambini, a cadenza settimanale, nel periodo primaverile.

Verifica
Vengono verificati, con osservazioni dirette delle insegnanti di sezione, il grado di coinvolgimento, partecipazione, disponibilità dei
bambini verso le proposte e l’adesione del progetto stesso agli obiettivi prefissati.
                                                                      15
PROGETTO MUSICA (finanziamento comunale)
                                                   Referente: Dal Lago Stefania

Destinatari
Bambini medi della sezione Blu e Rosa.

Obiettivi
Obiettivo formativo: il bambino si pone di fronte alla realtà musicale per conoscere, sperimentare, interpretare e produrre in modo
creativo attraverso musiche, danze, canti.

Obiettivi specifici:
•  acquisire le basi della Musica come propedeutica al ritmo e alla melodia;
•  sviluppare una disciplina adatta ad esternare emozioni e sensazioni positive nel bambino;
•  sviluppare le proprie capacità innate musicali, dal senso del ritmo al senso della melodia, con l'utilizzo di una voce che sa
   esprimersi in tono, nel gruppo;
•  possibilità di sfogo delle proprie energie, attraverso regole e disciplina proprie del linguaggio musicale;
•  disinibire bambini estremamente timidi ed introversi attraverso un linguaggio facile e gratificante;
•  contenere bambini estremamente estroversi, a volte aggressivi, attraverso un linguaggio che sa scatenare e allo stesso modo
   rilassare.

Tempi
Si ipotizzano 8 incontri per tre gruppi di bambini, a cadenza settimanale, nel periodo primaverile.

Verifica
Vengono verificati, con osservazioni dirette delle insegnanti di sezione, il grado di coinvolgimento, partecipazione, disponibilità dei
bambini verso le proposte e l’adesione del progetto stesso agli obiettivi prefissati.

Metodi e strumenti
Utilizzo di strumenti a percussione, riverbero, melodia in quanto facili ed immediati, senza necessità di competenza.
La musica verrà intesa come canale espressivo, quindi non si affronterà la tecnica strutturale della musica se non in propedeutica
strutturale, ma la parte emozionale/ludico/espressiva secondo il metodo della Musica come terapia ed espressività.

                                                                  16
PROGETTO “PAROLE PER PARLARE, PAROLE PER PENSARE” (finanziamento comunale)
                                                    Referente: Mistrorigo Emanuela

Destinatari: tutti i bambini della scuola (circa 158 suddivisi in sette sezioni).

Obiettivi di competenza specifica nel bambino:
          •   Utilizza la lingua italiana, arricchisce e precisa il proprio lessico
          •   Comprende parole e discorsi, ascolta e comprende narrazioni.
          •   Si esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, argomentazioni attraverso il linguaggio verbale che utilizza in
              differenti situazioni comunicative.
          •   Ragiona sulla lingua, scopre la presenza di lingue diverse, riconosce e sperimenta la pluralità dei linguaggi, si misura
              con la creatività e la fantasia.

Proposte:
   1. Proposta di un percorso linguistico di animazione alla lettura, specifico per i bambini del primo anno, finalizzato al
      potenziamento delle attività espressive di base a cura delle insegnanti di plesso (seguirà presentazione del progetto).
   2. Proposta di attività di animazione alla lettura da parte di specialisti per le tre età dei bambini.
   3. Acquisto di libri specifici e aggiornati per la biblioteca.
   4. Intervento di esperti.

Tempi
Anno scolastico 2018-2019.

Verifica
Vengono verificati, con osservazioni dirette delle insegnanti di sezione, il grado di coinvolgimento, partecipazione, disponibilità dei
bambini verso le proposte e l’adesione del progetto stesso agli obiettivi prefissati.

                                                                     17
PROGETTO IRC
                                                         Docente: Pandian Anna

L’insegnamento della Religione Cattolica si prefigge di educare il bambino alla scoperta del valore e della dignità della propria persona
e intende far comprendere che la propria vita, come tutto il creato, è un dono meraviglioso.
Le attività in questo ambito offrono quindi occasioni per lo sviluppo integrale della personalità dei bambini, aprendo alla dimensione
religiosa e valorizzandola, promuovendo la riflessione sul loro patrimonio di esperienze e contribuendo a rispondere al bisogno di
significato di cui anch’essi sono portatori.
Attraverso l’espressione e la comunicazione con parole e gesti, il bambino e la bambina vengono aiutati a maturare il rispetto e la
gioia di stare insieme.

CONTENUTI
Nel progetto per quest’anno scolastico, prendendo spunto dalla vita di San Francesco, le proposte educativo-didattiche toccheranno
tre assi interconnessi:
    • LA CURA DEL SE’, come persona unica e irripetibile;
    • LA CURA DELL’ALTRO, come uguale e diverso dal se’;
    • LA CURA DELLA “CASA” COMUNE, come spazio che ci è stato affidato per tutti e di tutti.

OBIETTIVI
  1. Aprirsi alla meraviglia e allo stupore nei confronti dell’esperienza religiosa, che si incontra nell’ambiente di vita, nelle persone,
     nel mondo circostante, attraverso tanti segni.
  2. Far incontrare i bambini con Dio Creatore
  3. Condurre il bambino a scoprirsi “Amato” e nella gioia di questa scoperta, rispondere con l’Amore
  4. Vedere nella natura l'opera di Dio e sviluppare la capacità di rispettarla.

DESTINATARI
Tutti i bambini che hanno scelto di avvalersi dell’IRC

DURATA
Una lezione settimanale, per ogni sezione, della durata di h.1.30

                                                                    18
METODOLOGIA e VERIFICA
L’insegnante effettuerà proposte positive e gratificanti, soprattutto dal punto di vista affettivo ed emotivo, per favorire un approccio
sereno e gioioso con l’educazione religiosa.
Le attività educative vengono svolte seguendo una pluralità di metodologie:
    • ascolto e comunicazione verbale attraverso racconti,
    • attività di osservazione,
    • utilizzo di schede da colorare,
    • conversazioni e riflessioni guidate,
    • attività ludiche, espressive e grafico-pittoriche.

Si avrà modo di osservare al termine delle attività l’interesse dei bambini, la loro partecipazione, la capacità di ricordare le attività
svolte e di operare dei collegamenti tra le conoscenze acquisite.

                              LUNEDI’                MARTEDI’              MERCOLEDI’                 GIOVEDI’               VENERDI’

Mattina                                          Sezione Arancione       Sezione Smeraldo                                   Sezione Rosa
                                                 Sezione Turchese                                                            Sezione Blu

Pomeriggio                                         Sezione Gialla                                  Sezione Verde

                                                                    19
PROGETTO USCITE DIDATTICHE
                                          Referente: Oboe Federica

    SEZIONI COINVOLTE           PARTECIPANTI                      LUOGO                     DATA

   Verde, Gialla, Smeraldo           57                        Istituto Trentin           Da definire
      (bambini grandi)                                   Scuola Primaria (1 sezione)
                                                         Scuola Primaria (1 sezione)
                                                              Vigili del Fuoco

         Blu, Rosa                   48                        Parco Pavoni               Da definire
       (bambini medi)

Turchese, Arancione, Smeraldo        53                        Parco Pavoni               Da definire
       (bambini piccoli)

       Tutta la scuola              158                       Teatro Comunale          24 Novembre 2018

                                                    20
ORGANIZZAZIONE DELLA GIORNATA
              ORARI                    SPAZI                                ATTIVITA’

8.00-9.00                  SALONE ARCOBALENO E VIOLA         ACCOGLIENZA, GIOCO LIBERO

9.00-9.20                        SALONI o SEZIONI            PRESENZE e MERENDA

9.20-10.00                            SEZIONI                ROUTINES, CALENDARIO,
                                                             GIOCHI NEGLI SPAZI DI SEZIONE

10.00-12.00                        LABORATORI                ATTIVITA’ DI PICCOLO GRUPPO

12.00-12.45                           SEZIONI                PRANZO

12.45-13.15                     SALONI O GIARDINI            GIOCO LIBERO

13.30-15.00                   SALONE ARCOBALENO              RIPOSO PICCOLI E MEDI

14.00-15.00                SEZIONI Verde, Gialla, Smeraldo   ATTIVITA’ POMERIDIANE ALUNNI
                                                             GRANDI

15.00-15.20                           SEZIONI                MERENDA, RIORDINO PERSONALE E
                                                             USCITA ALUNNI CON SCUOLABUS

15.30-16.00                SALONI VIOLA E ARCOBALENO         PREPARAZIONE ALL’USCITA, CANTI

                                       21
ORGANIZZAZIONE SETTIMANALE DEI LABORATORI per i bambini piccoli

                                                         SEZIONE TURCHESE

        LUNEDI’                     MARTEDI’                MERCOLEDI’         GIOVEDI’         VENERDI’

   LABORATORIO                      RELIGIONE              LABORATORIO         SEZIONE        LABORATORIO
   PSICOMOTORIO                 (Attività alternativa)     DEI PERCORSI                     GRAFICO-PITTORICO

    LABORATORIO                    BIBLIOTECA              LABORATORIO                        LABORATORIO
    MANIPOLATIVO                                            LINGUISTICO                          TATTILE

                                                         SEZIONE ARANCIONE

        LUNEDI’                     MARTEDI’                MERCOLEDI’         GIOVEDI’         VENERDI’

    LABORATORIO                     RELIGIONE              LABORATORIO       LABORATORIO        SEZIONE
     LINGUISTICO                (Attività alternativa)      LINGUISTICO      FINO-MOTORIO
                                                                                                (GRAFICO)
    LABORATORIO                    BIBLIOTECA              LABORATORIO       LABORATORIO
    DEI PERCORSI                                           PSICOMOTORIO         TATTILE

Per le due sezioni i laboratori sono quindicinali.

                                                               22
ORGANIZZAZIONE SETTIMANALE DEI LABORATORI per i bambini medi

                                                       SEZIONE ROSA

        LUNEDI’                     MARTEDI’            MERCOLEDI’          GIOVEDI’         VENERDI’

    LABORATORIO                 LABORATORIO            LABORATORIO       LABORATORIO        RELIGIONE
       TATTILE                  PSICOMOTORIO            LINGUISTICO      DEI PERCORSI   (Attività alternativa)

    LABORATORIO             PROGETTO DI PLESSO         LABORATORIO       LABORATORIO    Salone Arcobaleno
     LINGUISTICO                                     GRAFICO-PITTORICO   MANIPOLATIVO

                                                        SEZIONE BLU

         LUNEDI’                      MARTEDI’           MERCOLEDI’        GIOVEDI’          VENERDI’

     LABORATORIO                   LABORATORIO          LABORATORIO      LABORATORIO        RELIGIONE
      LINGUISTICO                  DEI PERCORSI            TATTILE       PSICOMOTORIO   (Attività alternativa)

   LABORATORIO                PROGETTO DI PLESSO        PROGETTO DI      LABORATORIO    Salone Arcobaleno
 GRAFICO-PITTORICO                                        PLESSO         MANIPOLATIVO

Per le due sezioni i laboratori sono quindicinali.

                                                           23
ORGANIZZAZIONE SETTIMANALE DEI LABORATORI per i bambini piccoli e grandi
Da gennaio 2019 per i bambini grandi si attiveranno le esperienze educativo-didattiche di Acquaticità, Yoga e Teatro

                                                            SEZIONE SMERALDO

                       LUNEDI’                   MARTEDI’                  MERCOLEDI’                 GIOVEDI’           VENERDI’

   Prima           INTERSEZIONE               INTERSEZIONE                  RELIGIONE              INTERSEZIONE         SCREENING E
 settimana                                                                                                             POTENZIAMENTO
 GRANDI                                                                       Sezione

                 LABORATORIO DEI              LABORATORIO                   RELIGIONE              LABORATORIO         LABORATORIO
  PICCOLI           PERCORSI                    TATTIILE                                            LINGUISTICO        PSICOMOTORIO
                                                                              Sezione

 Seconda           INTERSEZIONE               INTERSEZIONE                  RELIGIONE            LABORATORIO            SCREENING E
 settimana                                                                                     GRAFICO-PITTORICO       POTENZIAMENTO
 GRANDI                                                                       Sezione

                 LABORATORIO DEI              LABORATORIO                   RELIGIONE            LABORATORIO           LABORATORIO
  PICCOLI           PERCORSI                  MANIPOLATIVO                                     GRAFICO-PITTORICO       PSICOMOTORIO
                                                                              Sezione

Pomeriggio        LABORATORIO                LABORATORIO                      LETTURE              LABORATORIO          SCREENING E
 GRANDI         GRAFICO-PITTORICO            PSICOMOTORIO                  IN BIBLIOTECA            DI GRAFISMO        POTENZIAMENTO

                                                                      24
ORGANIZZAZIONE SETTIMANALE DEI LABORATORI per i bambini grandi
                                            SEZIONE VERDE

     LUNEDI’              MARTEDI’           MERCOLEDI’             GIOVEDI’              VENERDI’
      mattina

 Settembre-Gennaio     INTERSEZIONE        Progetto di Plesso   INTERSEZIONE           LABORATORIO DI
  INTERSEZIONE                                                                            GRAFISMO

  Febbraio-Giugno       LABORATORIO           Progetto          LABORATORIO DI         TEATRO/INGLESE
   LABORATORIO       LOGICO-MATEMATICO      ACQUATICITA’           GRAFISMO
LOGICO-MATEMATICO
                       LABORATORIO
  LABORATORIO           LINGUISTICO
   LINGUISTICO

    pomeriggio

  LABORATORIO          LABORATORIO          LABORATORIO            RELIGIONE           LABORATORIO
  SCREENING E          SCREENING E        GRAFICO-PITTORICO                            PSICOMOTORIO
 POTENZIAMENTO        POTENZIAMENTO                             Attività alternativa

GIOCHI STRUTTURATI   GIOCHI STRUTTURATI         YOGA

                                                  25
ORGANIZZAZIONE SETTIMANALE DEI LABORATORI per i bambini grandi
                                              SEZIONE GIALLA

     LUNEDI’               MARTEDI’             MERCOLEDI’              GIOVEDI’             VENERDI’
      mattina

 Settembre-Gennaio     INTERSEZIONE           Progetto di Plesso     INTERSEZIONE         LABORATORIO DI
  INTERSEZIONE                                                                               GRAFISMO

  Febbraio-Giugno       LABORATORIO              Progetto           LABORATORIO DI        TEATRO/INGLESE
   LABORATORIO       LOGICO-MATEMATICO         ACQUATICITA’            GRAFISMO
LOGICO-MATEMATICO
                       LABORATORIO
  LABORATORIO           LINGUISTICO
   LINGUISTICO

    pomeriggio

   LABORATORIO            RELIGIONE            LABORATORIO           LABORATORIO           LABORATORIO
GIOCHI STRUTTURATI                             SCREENING E           PSICOMOTORIO            DI YOGA
    E LETTURA          Attività alternativa   POTENZIAMENTO

                                              LABORATORIO             LABORATORIO       GIOCHI STRUTTURATI/
  LABORATORIO                                 PSICOMOTORIO         GIOCHI STRUTTURATI   ATTIVITA’ DI SEZIONE
  SCREENING E                                                          E LETTURA
 POTENZIAMENTO

                                                     26
Puoi anche leggere