Linee guida per la valutazione dei MOOC linguistici - Milton Keynes 2018

 
Linee guida per la valutazione dei MOOC linguistici - Milton Keynes 2018
Linee guida
per la valutazione dei MOOC linguistici

            Milton Keynes
                2018
Linee guida per la valutazione dei MOOC linguistici - Milton Keynes 2018
Le opinioni espresse non riflettono necessariamente la posizione ufficiale della Commissione europea o di
chiunque agisca a nome della Commissione.

Autori
Angelica Andrei
Petre Botnariuc
Chris Edwards
Delia Goia
Mihai Iacob
Qian Kan
Maria-Luisa Perez-Cavana
Alessia Plutino

Copertina e Grafica
Stavroula Sokoli

Partners del progetto MOVE-ME (http://movemeproject.eu)
The Open University (UK)
Institutul de Ştiinte ale Educaţiei (RO)
Università per Stranieri di Siena (IT)
NUI Galway (IR)
Computer Technology Institute and Press "Diophantus" (EL)
Federazione Nazionale Insegnanti Centro Iniziativa Per l’Europa (IT)

2
Indice

1. Il progetto MOVEME                                                                                 5
    1.1. Descrizione del progetto                                                                     5
    1.2. Risultati de progetto                                                                        5
2. Informazioni preliminari sui due corsi MOOC                                                        6
    2.1. Informazioni preliminari                                                                     7
      a)       Gli studenti target                                                                    7
      b)       Progettazione del corso                                                                7
      c)       Impatto a lungo termine                                                                7
    2.2. Risultati dei questionari pre-corso e dati statistici                                        8
      2.2.1. Corso MOVEME di Inglese per scopi accademici                                             8
           a
      (1 programmazione )                                                                             8
           2.2.1.1. Questionari pre-corso (n =150)                                                    8
               a) Profilo dei rispondenti                                                             8
               b) Aspettative degli studenti                                                          8
               c) Esperienza preliminare in materia e fiducia nelle proprie capacità di gestione di un
               corso online                                                                            9
               d) Esperienza preliminare con corsi online                                             9
               a) Profilo degli studenti                                                              9
               b) Participazione e tasso di abbandono dal corso                                      12
      2.2.2. Corso MOVEME di lingua italiana e letteratura                                           14
           a
      (1 programmazione )                                                                            14
           2.2.2.1. Questionari pre-corso (n = 81)                                                   14
               a) Profilo dei rispondenti                                                            14
               b) Aspettative degli studenti                                                         14
               c) Esperienza preliminare in materia e fiducia nelle proprie capacità di gestione di un
               corso online                                                                          17
           2.2.2.2 Statistiche                                                                       17
               a) Profilo degli studenti                                                             17
               b) Participazione e tasso di abbandono dal corso                                      18
               c) La partecipazione attiva                                                           19
               d) Prestazione degli studenti                                                         21

3
3. Criteri usati per l’analisi dei dati                                                     22
    3.1 Contenuto                                                                           23
    3.2 Criteri pedagogici                                                                  25
    3.3. Valutazione                                                                        26
    3.4. La creazione di una comunità                                                       27
4. Lezioni apprese e raccomandazioni                                                        28
    4.1. Lezioni apprese sulla raccolta dati                                                28
    4.2. Raccomandazioni                                                                    28
      a) L’importanza di avere in mente la diversità degli studenti                         29
      b) L’importanza di insegnare strategie per l’apprendimento e lo sviluppo di abilità
      metacognitive                                                                         29
      c) L’importanza dell’attività di revisione paritetica                                 29
      d) Consigli forniti dagli studenti                                                    31
5. Quality criteria for language MOOCs                                                      31
6. Bibliografia                                                                             33
    Appendice A: domande del questionario Post-corso del Corso MOVEME di inglese per scopi
    accademici                                                                           34
    Appendice B: Esempi e linee guida per l’attività di valutazione paritetica              34

4
1. Il progetto MOVEME

1.1. Descrizione del progetto

Ogni anno, grazie al programma Erasmus, migliaia di studenti in Europa completano parte dei
loro studi universitari in un altro paese utilizzando una seconda lingua che conoscono a livello di
competenza B1 / B2. Molti studi hanno evidenziato il fatto che le competenze nell'uso comune e
generale della lingua differiscono dalle competenze e dalle conoscenze richieste per la
comunicazione accademica; ciò è stato confermato anche dalle analisi dei bisogni condotte dai
partner Move-Me sugli studenti che partecipano ai programmi di mobilità. La mancanza di
un'adeguata competenza linguistica accademica può influire negativamente sui voti degli
studenti, sui tempi di completamento e, più in generale, sulla loro capacità di raggiungere un
livello di multilinguismo che consenta loro, in quanto cittadini europei, di viaggiare e inserirsi
più efficacemente nel mercato del lavoro.

Secondo il Quadro comune europeo di riferimento per le lingue (2001), le competenze
linguistico-comunicative descrivono un continuum multidimensionale articolato in una serie di
livelli che includono le diverse abilità e conoscenze necessarie per interagire in vari campi
dell'uso linguistico. La progressione verticale della competenza in un dominio e la
corrispondente acquisizione di maggiore accuratezza ed efficacia comunicativa non garantiscono
lo stesso livello di padronanza in altri contesti d’uso. Questo è il caso di molti studenti in
mobilità che, nonostante abbiano una buona padronanza della seconda lingua e siano in grado di
interagire fluentemente nella comunicazione quotidiana, hanno tuttavia difficoltà a comprendere
discorsi lunghi - ad es. lezioni universitarie o manuali di studio caratterizzati da complesse
strutture sintattiche nonché scelte lessicali e convenzioni testuali non presenti normalmente nella
comunicazione quotidiana.

Gli obiettivi dei MOOC Move-Me erano quindi i seguenti:
creare un percorso di apprendimento finalizzato allo sviluppo delle competenze linguistiche in
ambito accademico supportando gli studenti nell'acquisizione delle conoscenze e delle abilità
necessarie per comprendere testi espositivi orali e scritti relativi a discipline specifiche; aiutare
gli studenti a sviluppare e perfezionare le abilità richieste per produrre vari tipi di testi
accademici (note, sintesi, tesi, conversazione orale) relativi alla loro disciplina.

1.2. Risultati de progetto

A sostegno della comunità degli insegnanti di lingue, il progetto MOVE-ME ha deciso di
creare due manuali guida da utilizzare come riferimento per la creazione,
l’implementazione e la valutazione dei MOOC linguistici. I due manuali si basano
sull'esperienza aquisita nel creare e distribuire MOOC in due lingue, uno sull'uso
dell'inglese e uno sull'uso dell'italiano in contesti accademici.

5
Il primo manuale:

a) Linee guida per la creazione di Mooc linguistici

Le linee guida per la creazione di Mooc linguistici (indicato nella domanda di applicazione
del progetto come IO01 – Intellectual Output 01) comprendono una serie di argomenti
ritenuti utili per la creazione e l’implementazione di questo tipo di corsi. Gli argomenti
principali che sono affrontati comprendono: un quadro di riferimento teorico per
l'implementazione didattica; il design generale dei percorsi di apprendimento in inglese e
in italiano; la definizione dei profili di apprendimento dei partecipanti per cui sono stati
creati tali percorsi di apprendimento; i criteri per la definizione degli obiettivi; i criteri per
l'identificazione delle aree tematiche; i criteri di selezione per i video, gli audio e i testi
scritti; la gestione delle particolarità socioculturali dell'ambiente accademico in cui gli
studenti saranno attivi; i criteri e gli strumenti per la valutazione formativa e sommativa e
l'autovalutazione; gli accordi per l’implementazione dei MOOC; i possibili tipi di
certificazione.

Il secondo manuale:

b) Linee guida per la valutazione dei MOOC linguistici

È stato pensato come una guida complementare al manuale per la creazione di MOOC in
lingua straniera. Esso offre considerazioni e valutazioni da parte del team del progetto
Move-ME sui corsi ed i risultati del progetto, formulando una serie di conclusioni che
potrebbero essere applicate a diversi contesti educativi.

La valutazione dei MOOC è stata effettuata utilizzando i dati generati dalla piattaforma
online distributrice del corso (FutureLearn), così come dai questionari pre-corso e fine
corso per entrambi i MOOC di inglese e italiano. I questionari si sono concentrati sulla
motivazione e le aspettative degli studenti, sulle attività di apprendimento, sul carico di
lavoro e sulla soddisfazione degli studenti a fine corso.

Entrambe le linee guida di cui sopra sono disponibili gratuitamente, sia in italiano che in
inglese, come risorse educative aperte per insegnanti, ricercatori e futuri progettisti di
MOOC linguistici o corsi online.

2. Informazioni preliminari sui due corsi MOOC

6
2.1. Informazioni preliminari

    a) Gli studenti target
Indicatori
Il progetto prevedeva la realizzazione di due corsi di 6 settimane ciascuno (uno per la
lingua inglese e uno per la lingua italiana). Entrambe i corsi, una volta resi disponibili,
possono essere completati a seconda dei ritmi individuali di studio di ogni studente iscritto.
Anche se il corso è stato progettato come un corso di massa e aperto a tutti fin dall'inizio, il
numero di studenti coinvolti durante il primo corso è stato inizialmente stimato in poche
dozzine. Questo numero è stato notevolmente superato la seconda volta che il corso è stato
attivato, con oltre 6000 studenti iscritti per il MOOC di lingua inglese e più di 3000 per il
MOOC di lingua italiana.
Altri indicatori che sono stati presi in considerazione sono stati: il numero di studenti che
hanno attivamente aderito alla Comunità di Pratica messa a disposizione dal progetto; il
grado di soddisfazione per il corso; il numero di post e commenti sul forum del MOOC per
la durata del progetto.
Per informazioni più dettagliate sugli studenti target vedi Linee Guda per la creazione di
MOOC linguistici (http://movemeproject.eu/)

    b) Progettazione del corso

Il corso è stato progettato in modo che le sue varie componenti (audio, video, testo)
potessero essere offerte come risorse educative aperte (OER). La stima iniziale del
progetto era che più di 200 risorse sarebbero state prodotte come OER ed incluse in un
archivio indicizzato sul sito web del progetto.
Al fine di rendere il contenuto accessibile e per fornire un'esperienza di apprendimento
interattivo è stato previsto che il 40% del contenuto sarebbe stato in formato audio /
multimediale, il 40% dei contenuti avrebbe avuto il supporto di immagini e l'80% sarebbe
stato dedicato ai test (40 prove scritte per il MOOC di lingua italiana e 50 prove scritte per
il MOOC di lingua inglese).
L'esposizione degli studenti a contenuti audio e video è stata ritenuta essenziale per
raggiungere i livelli di competenza prefissati dal progetto in entrambe le lingue.

    c) Impatto a lungo termine
I partner del progetto hanno inoltre convenuto che, nel valutare l'impatto a lungo termine,
dopo la fine del progetto, si sarebbero seguiti diversi indicatori, come ad esempio: il
numero di nuovi corsi di lingua italiana e inglese come seconda lingua che utilizzeranno i

7
MOOC creati dal progetto; il numero di università che introdurranno nei loro piani di
mobilità per studenti gli argomenti trattati dal progetto con i suoi corsi e contenuti; il
numero di studenti che utilizzeranno i corsi al di fuori di percorsi formali di apprendimento
di lingua L2 promossi dai partner, e li utilizzeranno invece all'interno dell’istruzione
formativa continua.

2.2. Risultati dei questionari pre-corso e dati statistici

2.2.1. Corso MOVEME di Inglese per scopi accademici

(1a programmazione )

2.2.1.1. Questionari pre-corso (n =150)

a) Profilo dei rispondenti

Il 62% degli studenti iscritti al corso è risultato essere di sesso femminile. L'età media dei
rispondenti era di 35,5 anni. I partecipanti provenivano da diversi Paesi con una varietà di
lingue native.

La maggior parte degli studenti risulta avere un’educazione di livello più elevato, con il
49% di essi in possesso di un diploma di laurea e il 30% in possesso di un Master. Il 67%
dei rispondenti ha dichiarato di lavorare attivamente (a tempo pieno, a tempo parziale o
autonomo), l'11% in cerca di lavoro e l'11% a tempo pieno. Questo profilo è
rappresentativo del profilo degli studenti registrati (vedi 2.2.1.2).

b) Aspettative degli studenti

La maggior parte dei partecipanti mirava a migliorare in generale la propria conoscenza
della lingua inglese, ma ha menzionato anche l'inglese per la scrittura accademica, la
lettura, la conversazione e l'ascolto. In alcuni casi, sono stati menzionati requisiti molto
specifici, come l'inglese per il diritto e le relazioni internazionali, per gli studi medici o la
necessità di superare l'esame IELTS. C'erano quattro principali ragioni per iscriversi al

8
corso: a) migliorare la propria carriera; b) sviluppo delle capacità accademiche; c) motivi
personali; e d) interazione sociale.

La maggior parte dei rispondenti voleva studiare l'argomento del corso in maniera
approfondita (65%), mentre percentuali minori volevano avere un'introduzione
all'argomento (18%) e l'apprendimento di un argomento specifico all'interno del corso
(17%).

c) Esperienza preliminare in materia e fiducia nelle proprie capacità di gestione di un
corso online

La maggior parte dei rispondenti ha dichiarato di aver studiato inglese a scuola e
all'università (58%), con circa il 22% che lavorava in un campo correlato, mentre per il
39% l'inglese era un interesse personale o un hobby. Circa il 20% ha dichiarato di non aver
avuto precedenti esperienze in materia. In media, i rispondenti hanno dichiarato un livello
moderato di fiducia nelle proprie conoscenze sull'argomento del corso.

La maggior parte dei rispondenti (54%) ha concordato di poter imparare una lingua
online mentre il 30% ne è fermamente convinto. Il livello generale di fiducia in se stessi
nella capacità di gestione del corso online è stato elevato (punteggio medio di 4,20 su un
massimo di 5), con una percentuale leggermente inferiore per ciò che riguarda il livello di
competenza nel prendere parte alle discussioni con altri studenti del corso (punteggio
medio di 3,84 su 5 ).

d) Esperienza preliminare con corsi online

Più della metà dei rispondenti (56%) ha dichiarato di non aver mai partecipato ad un corso
online in precedenza, mentre il 67% non ha partecipato a corsi di lingua che fossero per la
maggiorparte o completamente online. Tra coloro che hanno dichiarato di avere esperienza
con i corsi online, il 54% ha utilizzato FutureLearn o altre piattaforme simili, come
Coursera o EdX (37%); altri hanno utilizzato in precedenza dei corsi online per il credito
universitario (30%), dei corsi di formazione online inerenti alla propria professione (28%)
o hanno utilizzato risorse aperte, come ad esempio YouTube e Wikipedia per imparare su
argomenti di loro interesse (33%).

2.2.1.2 Dati statistici

a) Profilo degli studenti1

1
    Queste informazioni sono state fornite volontariamente dagli studenti all’atto della registrazione al corso.
9
I dati demografici degli studenti registrati sono rappresentati nelle tabelle e nei grafici a
torta di cui alla figura 1.

10
Paesi                               %
                                                     Great Britain
     Gran Bretagna                      537          China
     Cina                               389          Romania
     Romania                            335          Egypt
                                                     other/not declared
     Egitto                             324
     altro/non dichiarato               4415

     Ambito lavorativo                   %
     Insegnamento, Educazione           29.5
                                                       Teaching and education
     Salute e Assistenza Sociale        9.3
                                                       Health and social care
     Ingegneria                         6.4
     Ragionieri, Commercialisti,                       Engineering and manufacturing
     bancari                             6
                                                       Accounting, banking and rinance
     altro/non dichiarato               48.8
                                                       other/not declared

     Stato occupazionale                 %
     Lavoratore a tempo pieno           40.5           working full time
     Student a tempo pieno               17
                                                       full time student
     Lavoratore part time               11.6
                                                       working part time
     In cerca di occupazione            11.2
     Lavoratore autonomo                 6             looking for work
     altro/non dichiarato               13.7

     Livello scolastico                  %
                                                       University degree
     Laurea                             41.6
     Master                             27.2           Masters degree

     Diploma di scuola secondaria        16            Secondary level education

     Dottorato                          6.7            PhD

     altro/non dichiarato               8.5            other/not declared

     Età                                 %
                                                       26-35
     26-35                               30
     18-25                              26.3           18-25
     36-45                              20.2           36-45
     altro/non dichiarato               23.5           other/not declared

     Sesso                               %
     Femminile                          64.9             Female
     Maschile                           34.9             Male

Figura 1. Tabelle e grafici a torta con dati demografici, dove riportati.
11
b) Participazione e tasso di abbandono dal corso

Dei 4396 studenti che hanno visitato la prima attività del corso, oltre 2000 studenti l’hanno
completata (ossia il 53,7%) e più di 1000 ne hanno commentato l’approccio didattico e
l'utilità. Il tasso di abbandono è aumentato costantemente durante le attività partendo da
un totale iniziale di 2364 partecipanti, il 30,2% ha continuato durante la seconda
settimana, scendendo al 17,4% nella terza e continuando a scendere fino al 13% nella
quarta settimana raggiungendo il 10,4% nella quinta e solo l’8% ha partecipato
attivamente durante la sesta settimana, con il 6,9% degli studenti che hanno effettivamente
terminato l'ultima attività della sesta settimana (6.6). Il calo più considerevole di studenti
(61,5%) si è verificato durante la prima impartizione del corso online. I dati settimana per
settimana relativi agli studenti attivi sono disponibili nella Tabella 1. Tra coloro che erano
attivi all’inizio della seconda settimana, circa il 25% ha completato il corso intero.

                    Settimana        Studenti Attivi        Percentuale
                         1               2770                  1.00
                         2                865                  0.31
                         3                372                  0.18
                         4                497                  0.13
                         5                281                  0.10

                          Tabella 2: Studenti Attivi per settimana

     1. La partecipazione attiva

Tra gli studenti attivi, la più grande maggioranza ha studiato meno di un'ora alla settimana,
soprattutto nella prima e ultima settimana del corso (cioè la sesta). Nelle settimane dalla
seconda alla sesta la percentuale di studenti attivi che ha dedicato al corso da una a due ore
di studio è aumentata fino al 20%. Gli studenti attivi hanno dedicato da due o tre ore al
10%, mentre quelli che hanno dedicato più di tre ore di studio al corso sono risutati il 15%
(vedi figura 4).

Figura 2. Percentuale di ore che gli studenti attivi hanno dedicato per settimana allo studio

12
Il calo significativo della partecipazione attiva nelle attività del corso indicate in figura 3
potrebbe essere stato causato, oltre che dal calo naturale che subisce qualsiasi corso on-
line, anche dal fatto che la tempistica del corso potrebbe essersi sovrapposta ai periodi di
vacanza degli studenti.

        Figura 3. Numero di studenti attivi e ore dedicate allo studio per settimana.

Complessivamente 1270 studenti hanno contribuito con commenti riguardo alle attività
proposte, per un totale di 7371 commenti, con una media di 28.12 parole per messaggio (
conteggio più frequente tra le 20 e le 70 parole, vedi Figura 12) e un totale di 4106
commenti di apprezzamento.

     Figura 4. Istogramma rappresentante il numero di parole dei commenti ricevuti.

Il numero di commenti e apprezzamenti (cioè il numero di “mi piace”) riflette i tassi di
partecipazione al corso e quindi si nota una significativa partecipazione alle prime attività
con oltre 1200 commenti nelle settimane iniziali (circa 100 commenti per attività) e un calo
nelle successive settimane fino a solo 20 commenti per attività (Figura 9 e Figura 10).

13
2.2.2. Corso MOVEME di lingua italiana e letteratura

(1a programmazione )

2.2.2.1. Questionari pre-corso (n = 81)

a) Profilo dei rispondenti

I dati demografici per i rispondenti al sondaggio non sono stati ottenuti. Per il profilo di
tutti gli studenti registrati, vedi 2.2.2.2 .

b) Aspettative degli studenti 2

Le ragioni più frequentemente indicate per cui seguire questo corso in relazione al lavoro
sono state: contribuire allo sviluppo professionale (64,79%); sviluppare abilità pratiche e
professionali da utilizzare nel proprio lavoro (57,35%); lavorare per ottenere una qualifica
professionale (49,25%); miglioramento delle prospettive di carriera (45,59%); aiutare a
decidere cosa fare nella propria carriera (41,54%). L'elenco completo è mostrato nella
Figura 6.

        to contribute towards my continuing professional
    to develop practical and professional skills I can use in
              to work towards a professional qualirication
                    to improve my future career prospects
           to help me decide what to do next in my career
    to keep up to date with new developments in my rield
               to help me achieve a current work objective
          to support an application for a job or promotion
                                 to help me start a business

                                                                0   10   20   30    40         50   60   70

Figura 6. Il grafico mostra le ragioni lavorative per seguire questo corso. I valori riflettono
tutti coloro che hanno risposto positivamente, seppur in gradi diversi, a queste categorie.

2
    I rispondenti possono selezionare più di una opzione tra quelle riportate nella tabella.

14
Le ragioni accademiche più frequentemente indicate per cui seguire questo corso sono
state: sviluppare abilità pratiche da utilizzare negli studi accademici (61,77%); integrare
ciò che si sta imparando in un altro corso (52,31%); aiutare a raggiungere un obiettivo di
studio corrente (ad esempio, completare un compito o superare un esame) (43,28%);
aiutare a decidere cosa fare nei propri studi universitari (42,19%); completare una
qualifica con FutureLearn (41.79%); tenersi aggiornati con i nuovi sviluppi relativi ai
propri studi universitari(41,79%). L'elenco completo è mostrato nella Figura 7.

     to develop practical skills I can use in my academic
                           studies
     to supplement what I am learning in another course
            to help me achieve a current study objective
                 (e.g. pass an assignment or exam)
      to help me decide what to do next in my academic
                             studies
            to complete a qualirication with FutureLeam
 to keep up to date with new developments relating to
                 my academic studies
           to support a university or college application

                                to earn university credit

                                                            0   10   20   30   40   50   60   70

Figura 7. Il grafico mostra le ragioni accademiche per cui seguire questo corso. I valori
riflettono tutti coloro che hanno risposto positivamente, seppur in gradi diversi, a queste
categorie.

Le ragioni personali più frequentemente indicate per seguire questo corso sono state:
mantenere attivo il cervello (95,46%); passare il tempo in modo piacevole e costruttivo
(92,19%); imparare un'abilità pratica da usare nella vita privata (es. una lingua o gestione
del denaro) (90,91); rafforzare la fiducia nelle proprie capacità (87,10%); imparare di più
sui propri hobby / interessi personali (74,19%); essere informato su temi sociali, culturali
o politici e di attualità (72,58%).

15
to keep my brain active

     to pass my time in an enjoyable and constructive way

       to learn a practical skill I can use in my personal life

                          to build conridence in my abilities

      to learn more about my hobbies / personal interests

     to be informed about social, cultural or political topics

           to support me through a change in my personal

  to share what I've learned with my community, friends

 to better understand / manage the health and wellbeing

                                                                  0    10    20    30   40   50   60    70    80   90   100

Figura 8. Il grafico mostra le ragioni personali per cui seguire questo corso. I valori
riflettono tutti coloro che hanno risposto positivamente, seppur in gradi diversi, a queste
categorie.

Le ragioni per la creazione di una rete di contatti più frequentemente indicate per
seguire questo corso sono state: imparare dalle esperienze o dalle prospettive altrui
(77,78%); stabilire una rete di contatti con professionisti ed esperti (58,7%); socializzare
con altri studenti (55,74%); ricevere feedback e supporto dagli altri (51,67%).

 to learn from others' experiences or perspectives

          to network with professionals and experts

                      to socialise with other learners

            to get feedback and support from others

           to share my expertise and support others

                 to rind out how FutureLearn works

            to remind myself to take the course later

 to rind out more about the organisation or people

                                                         0        10    20        30    40   50    60        70    80   90

Figura 9. Il grafico mostra le ragioni per cui seguire questo corso nell’ambito della
creazione di una rete di contatti. I valori riflettono tutti coloro che hanno risposto
positivamente, seppur in gradi diversi, a queste categorie.

16
Più della metà dei rispondenti era interessata a conoscere a fondo l'argomento e più di un
quinto era interessato ad avere un'introduzione generale sull'argomento. Altri rispondenti
hanno dichiarato di essere interessati all'apprendimento dell'italiano per studiare o per
vivere in Italia e per migliorare la loro conoscenza della grammatica italiana. Un'alta
percentuale di rispondenti (84,6%) ha affermato di voler migliorare la propria conoscenza
della lingua italiana: parlare correntemente, capire, scrivere, ed usare l’italiano
professionale.

c) Esperienza preliminare in materia e fiducia nelle proprie capacità di gestione di un
corso online

Il 60,29% dei rispondenti ha specificato un interesse personale o un hobby nell'area
tematica del corso; un quarto di loro ha indicato di aver precedentemente frequentato un
corso in presenza su questa materia (25%). Meno di un quarto dei rispondenti ha
dichiarato di non aver avuto precedenti esperienze di corsi in presenza (23,53%) o non
aver frequentato corsi online in questa materia (22,06%).

 Per quanto riguarda l’appropriatezza del proprio livello di conoscenza di base della
materia del corso, il 9% dei rispondenti ha dichiarato di essere estremamente sicuro della
propria conoscenza, il 24% leggermente sicuro; e il 43% moderatamente sicuro. Il 26% non
si sentiva affatto sicuro.

Per quanto riguarda la precedente esperienza con i corsi online, il 61,97% dei rispondenti
ha dichiarato di aver seguito un corso parzialmente o completamente impartito online; il
33.80% ha invece affermato di non aver partecipato a simili corsi.

2.2.2.2 Statistiche

a) Profilo degli studenti 3

Il tasso di iscrizione è stato molto buono, con un totale di 3026 studenti iscritti al corso. I
partecipanti provenivano da una varietà di Paesi, la maggiorparte dei quali dalla Gran
Bretagna, Italia, Russia, Francia, Brasile, Spagna e Stati Uniti. Solo 423 hanno dichiarato il
loro sesso, e tra loro 323 erano donne.

3
    Informazioni fornite volontariamente all’atto della regisrazine al corso..
17
Le fasce di età dei partecipanti erano abbastanza equilibrate, con un numero compreso tra i
50 e gli 80 partecipanti per ogni fascia di età (18-25, 26-35, 36-45, 46-55, 56-65 e oltre i 65
anni). Il livello di istruzione dei partecipanti è nella stragrande maggioranza di livello
universitario, con solo il 15% circa dei partecipanti con un livello di istruzione inferiore.

Un numero di 421 partecipanti ha dichiarato il proprio status lavorativo, con oltre la metà
(238) in una qualche forma di impiego. 340 partecipanti hanno menzionato la propria area
di lavoro, con il maggior numero (139) proveniente da ambiti "dell’insegnamento e dell’
istruzione".

b) Participazione e tasso di abbandono dal corso

Su 2193 studenti che hanno visitato l'attività della prima programmazione del corso, oltre
1000 studenti hanno anche completato le prime attività (ovvero il 50,56% per la prima
attività) e oltre 200 hanno postato commenti sull’approccio e la loro utilità. Il tasso di
abbandono è aumentato costantemente durante le attività da un totale iniziale di 1109
partecipanti che hanno completato la prima attività a 345 (31%) nella seconda settimana, a
207 (18,6%) nella settimana tre, 166 (14,96 %) nella settimana quattro, 135 (12,17%)
nella settimana 5, 116 (10,45%) nella settimana 6 e 101 (9%) che hanno effettivamente
completato l'ultima attività 6.16.

Ciò vale anche per il coinvolgimento attivo nelle attività di apprendimento: partendo da
1235 studenti nella prima settimana, il coinvolgimento attivo è sceso a 129 (o 10,44%)
nell'ultima settimana del corso. I dati relativi a tutte e sei le settimane sono inclusi nella
Tabella 3.

                     Settimana         Studenti Attivi        Percentuale
                          1                1235                  1.00
                          2                 390                  0.32
                          3                 227                  0.18
                          4                 192                  0.18
                          5                 148                  0.12
                          6                 129                  0.10
                            Tabella 3. Studenti Attivi per settimana

18
c) La partecipazione attiva

Tra gli studenti attivi, la maggior parte di loro ha studiato meno di un'ora alla settimana,
specialmente nella prima e nell'ultima (cioè la sesta) settimana del corso. Nelle settimane
dalla due alla cinque la percentuale di studenti attivi che ha dedicato da una a due ore allo
studio è aumentata fino a quasi il 50%; quelli attivi da due a tre ore a più del 25% e quelli
con oltre tre ore dedicate allo studio a quasi il 20% (cfr. Figura 3).

                      Figura 10. Ore dedicate allo studio per settimana

Complessivamente, 287 studenti hanno contribuito con commenti relativi alle attività
proposte, per un totale di 3775 commenti, con una media di 38,85 parole per commento e
un totale di 5936 tag di apprezzamento.

                         Commenti totali         3775
                         Autore unico            287
                         Media delle parole      38.85 (s.d.=38.46)
                         Totale dei “Mi Piace”   5936

                 Tabella 4. Riassunto dei dettagli di commenti e “Mi Piace”

19
Figura 11. Istogramma del conteggio delle parole nei commenti del corso.

Il numero di commenti e il tagging di apprezzamento (ovvero il numero di "Mi piace")
riflettono i tassi di partecipazione durante il corso con una significativa partecipazione alle
prime attività e rispettive settimane di inizio (circa 150 commenti per attività) mentre i
numeri sono più bassi nelle settimane successive.

          Figura 12. Commenti per data (le righe indicano le settimane del corso).

20
Conteggio dei “Mi Piace” per ogni attività del corso:

          Figura 13. “Mi Piace” per data (le righe indicano le settimane del corso).

d) Prestazione degli studenti

Al contrario di una distribuzione Gaussiana, in cui la maggioranza dimostra risultati quasi
mediani, mentre piccole percentuali mostrano risultati molto alti o molto bassi, la
distribuzione della prestazine degli studenti nei quiz e nei test di apprendimento è
altamente polarizzata. Pertanto, in questo MOOC, la maggioranza degli studenti ha ottenuto
un punteggio inferiore al 25%, mentre un numero inferiore tra di loro ha ottenuto buoni
risultati nei test. Gli studenti dimostrano moderata determinazione e perseveranza
nell'apprendimento, con la maggior parte di loro che ha cercato solo una volta di
correggere le risposte sbagliate.

21
Figura 14. Distribuzione dei punteggi delle domande.

3. Criteri usati per l’analisi dei dati

Per analizzare i risultati, si è fatto riferimento a quattro criteri di qualità per la valutazione
dei MOOC che consistono di quattro elementi: "Contenuto, metodi pedagogici, valutazione e
creazione della comunità". (Toolkit LangMOOC, 2016). L'analisi riportata in questa sezione
si basa su tre fonti di dati dalla prima programmazione del MOOC Inglese per scopi
accademici4: questionario pre-corso (n = 150), questionario post-corso (n = 45) e
statistiche della piattaforma.

Ognuno degli elementi di cui sopra include diversi aspetti che hanno un impatto quando si
valuta un MOOC.

4
 Solo 14 rispondenti hanno completato il questionario post-course per il MOOC di Lingua e Cultura Italiana (1a
programmazione), per cui i dati non erano rappresentativi e la nostra analisi è stata basata per questo motivo sul
MOOC di Inglese per scopi accademici.
22
3.1 Contenuto

In termini di contenuto, possiamo valutare le risorse educative scelte per i MOOC, l'uso di
strumenti interattivi per illustrare il contenuto e le attività per mettere in pratica le
conoscenze teoriche.

Un aspetto essenziale del contenuto è l'organizzazione: la necessità di una chiara
organizzazione e struttura del contenuto (Yepes-Baldo et al. 2016; Aleman et al. 2015,
CRUE, 2015) . È necessaria un'organizzazione gerarchica basata su titoli e sottotitoli, oltre
alla chiara distinzione tra informazioni di base e supplementari (Arias, 2007). Come parte
del contenuto è anche essenziale avere sia una chiara presentazione degli obiettivi del
corso sia una coerenza interna tra attività, contenuti e obiettivi (Arias, 2007; CRUE, 2015).
Non solo la struttura deve essere chiara, ma la qualità del contenuto è fondamentale (Liu,
Kang e McKelroy, 2015).

Oltre alla qualità del contenuto, gli studenti dovrebbero avere la possibilità di adattare i
contenuti a secondo della difficoltà.(Arias, 2007; CRUE, 2015). Questo aspetto non è stato
implementato nei MOVEME MOOC, ma riconosciamo che sarebbe stato utile per gli
studenti.

Complessivamente, più della metà dei rispondenti ha ritenuto che il corso corrispondesse
adeguatamente al livello desiderato. Un quinto dei rispondenti ha trovato il corso
leggermente più facile di quanto volessero. La durata del corso è stata riportata come
adeguata dal 68,29% dei rispondenti.

L'analisi delle parole positive nei commenti scritti dagli studenti rispetto a quelle negative
indica un atteggiamento positivo degli studenti verso le attività di apprendimento
proposte. (cfr. figura 5 - numeri positivi nella parte superiore del grafico associati a parole
positive) La figura 5 indica anche, attraverso i punti nella parte inferior del grafico, le fasi
con cui gli studenti hanno incontrato difficoltà. Queste dovrebbero essere prese in
considerazione nella fase di revisione del corso, introducendo ulteriori chiarimenti e
meccanismi di supporto per le attività di apprendimento.

23
Figura 5. Punteggio della “sentiment analysis” per attività. I numeri positivi indicano la
ricorrenza di parole positive.

Più della metà dei rispondenti ha ritenuto che il corso li abbia aiutati nel loro attuale lavoro,
nello sviluppo professionale o nella progressione della propria carriera. Molti dei
rispondenti hanno dichiarato che useranno il corso e ciò che hanno appreso per i seguenti
motivi (i rispondenti potevano selezionare più di una opzione): sviluppare abilità pratiche
e professionali che possono utilizzare nel proprio lavoro (58%), contribuire al loro
sviluppo professionale (58%), migliorare le loro prospettive di carriera (51,6%),
condividere ciò che hanno appreso con altri (41,94%), tenersi aggiornati sui nuovi sviluppi
nel proprio campo (38,7%) o per relazionarsi con altri professionisti (32,2%).

Molti partecipanti hanno concordato sul fatto che, avendo seguito questo corso (i
rispondenti potevano selezionare più di una opzione): hanno acquisito nuove competenze
(67,7%), hanno acquisito conoscenze che possono utilizzare sul lavoro / nella loro carriera
(64,5%), si sentono sicuri nell'utilizzare ciò che hanno appreso dal corso nel proprio lavoro
/ carriera (64,5%), hanno trovato il contenuto del corso rilevante per il proprio lavoro /
carriera (54,8%), hanno migliorato le loro pratiche lavorative in seguito alla frequenza di
questo corso (41,94%), l'applicazione di quanto appreso dal corso ha avuto un impatto
positivo sui risultati del proprio lavoro (41,94%).

Il 61% dei rispondenti ha dichiarato che la partecipazione a questo corso li ha aiutati molto
negli studi attuali o nei loro futuri obiettivi accademici.

24
3.2 Criteri pedagogici

Uno dei principali elementi nei criteri pedagogici è l'interazione, così come la relazione tra
materiali di apprendimento statici e interattivi, per consentire agli utenti di creare un piano
di apprendimento personalizzato (LangMOOC toolkit, 2016).

L'esistenza di una guida didattica è utile in quanto consente agli studenti di sapere in quale
fase si trovano (CRUE 2015). Si raccomanda anche una varietà di risorse: materiali video e
audio, applicazioni per computer (CRUE, 2015; Sanchez et al.2015). In particolare , una
relazione equilibrata tra sezioni statiche e interattive è fondamentale per garantire e
massimizzare l'efficacia di un corso (LangMOOC toolkit, 2016). I materiali di
apprendimento interattivi (quiz, cloze-answer, drag and drop ecc.) sono utilizzati per
testare la comprensione dell'utente, ma anche l'aspetto comunicativo è fondamentale per il
processo di apprendimento online. Ciò include l' apprendimento tra pari, l'interazione
studente-insegnante e la comunità aperta di apprendimento.

In relazione a questo elemento c'è la motivazione, nella definizione di Alvarez-Alvarez
(2005) "la forza che dà inizio ad un comportamento e lo mantiene, producendo alla fine dei
risultati". L'elevato tasso di abbandono dei MOOCs rende necessario fare in modo che siano
in atto strategie e condizioni per facilitare il mantenimento della motivazione. Alcuni modi
per mantenere la motivazione sono i premi, un design e dei contenuti accattivanti, attività
collaborative in modo che gli studenti si sentano di appartenere a una comunità di
apprendimento e anche la rilevanza che il corso può avere per i propri studi o per la
carrier, presenti o futuri.

È evidente che il corso MOOC inglese per scopi accademici sia stato ben accolto: i
rispondenti hanno dichiarato di aver apprezzato fortemente le seguenti attività:
completare quiz (65,12%), guardare o ascoltare video (50%), fare test (47,73%), leggere
articoli e parti del corso (45,45%) leggere commenti postati da educatori o tutor (40,91%).
Le prime tre attività preferite del corso menzionate nel questionario post-corso sono state:
scrittura e conversazione, quiz e la preparazione/presentazione orale

Per ovvi motivi di accessibilità è essenziale fornire i sottotitoli. Elevate percentuali di
rispondenti hanno dichiarato molta soddisfazione/soddisfazione per i sottotitoli dei video
(95%), per i contenuti scritti del corso (93%) per i video e animazioni (93%).

Nei loro commenti aggiuntivi, i rispondenti hanno dichiarato il loro alto apprezzamento per
questo corso. Alcuni di loro hanno chiesto materiali più pratici. Il 34,29% dei rispondenti
ha dichiarato di essere estremamente propenso a raccomandare questo corso a un amico o
a un familiare. Il 37% ha dichiarato di essere estremamente propenso a raccomandare
questo corso a un collega.

La giusta proporzione di diversi tipi di attività e diversi livelli di difficoltà può aiutare a
creare negli studenti la fiducia nelle proprie abilità. Nel questionario post-corso, oltre
l'83% dei rispondenti non si è sentito affatto nervoso per il fatto che questo corso fosse

25
online. Altri rispondenti si sono detti totalmente d'accordo (29,41%) e d’accordo (52,94%)
nel sentirsi a proprio agio con l'apprendimento di una lingua online. Altri sono totalmente
d'accordo (28,57%) e d’accordo (48,57%) con il fatto di essere diventati ancora più sicuri
del loro livello di competenza nell'uso della piattaforma del corso online.

3.3. Valutazione

La valutazione è chiaramente legata al processo di apprendimento. Ha lo scopo di
consentire allo studente di acquisire una comprensione di ciò che ha imparato, di
migliorare il proprio apprendimento, di fissare obiettivi. Il processo di valutazione ha i
seguenti obiettivi: documentare e migliorare l'apprendimento degli studenti (LangMOOC
toolkit, 2016). C'è una distinzione tra xMOOC e cMOOC. Essenzialmente , gli xMOOC in cui
l'insegnante svolge un ruolo fondamentale (Mudavanhu, 2015), sono normalmente basati
sulla valutazione sommativa, mentre i cMOOC (MOOC basati sul networking e sulla
produzione di conoscenza da parte dei partecipanti) tendono a utilizzare una valutazione
più formativa. Al momento di decidere la strategia di valutazione, è fondamentale fornire
una struttura diversificata: valutazione automatica istantanea (quiz, ecc.), valutazione
paritaria (forum di discussione, commenti e / o valutazione paritaria su compiti individuali
o collaborativi) e valutazione insegnante-studente (risposte alle domande del forum).

La distribuzione delle prestazioni degli studenti nel MOOC sui quiz e sui test di
apprendimento è risultata altamente polarizzata, al contrario di una distribuzione
Gaussiana, in cui la maggioranza degli individui dimostra risultati quasi mediani, mentre
piccole percentuali mostrano risultati molto alti o molto bassi. In questo MOOC, la
maggioranza degli studenti ha ottenuto un punteggio inferiore al 25% e un numero
inferiore ha ottenuto un buon rendimento/un rendimento molto buono nei test.

Gli studenti hanno dimostrato una moderata determinazione e perseveranza
nell'apprendimento, con la maggior parte di loro che ha cercato solo una volta di
correggere risposte sbagliate. Il 2 ° e il 3 ° tentativo erano comuni per praticamente tutte le
domande del quiz, ma il 4 ° e il 5 ° tentativo erano limitati a una manciata di domande e
sono comparsi solo durante le prime tre settimane del corso. Questo potrebbe essere
considerato un possibile indicatore del fatto che gli studenti con competenze più elevate
sono quelli che tendono a seguire il corso fino alla fine.

Le domande del questionario che hanno attratto la maggior parte dei tentativi ripetuti sono
state, prevedibilmente, quelle che hanno chiesto agli studenti di abbinare alcune opzioni
(ad es. 'nel seguente quiz, vedrai un numero di suffissi molto comuni. Puoi inserirli negli
spazi corrispondenti?' ) o identificare le risposte corrette all'interno di un elenco
predefinito (ad es . 'Le abilità di ordine superiore ci aiutano a decodificare le informazioni
paralinguistiche, che contengono spunti in relazione alle emozioni, opinioni, inclinazione,
umorismo, ecc. del relatore. Nel seguente quiz, solo 3 sono abilità di ordine superiore, puoi
identificarle? ').

26
La maggior parte dei compiti scritti presentati ha una media di 218 parole e gli 82
presentati sono stati esaminati da 110 studenti, con una durata minima della prima
revisione di 15,83 minuti.

3.4. La creazione di una comunità

È fondamentale creare una forte comunità interattiva (LangMOOC Toolkit, 2016; Aleman et
al, 2015) in quanto questa consente agli studenti di monitorare il loro apprendimento,
pianificare e migliorare le loro prestazioni e interagire tra di loro per imparare. Questa è
proprio una delle caratteristiche distintive dei corsi online. L'interazione sociale all’interno
della communità con i propri pari conferisce agli studenti un ruolo proattivo nella loro
educazione e favorisce l'autoregolamentazione e lo sviluppo delle proprie strategie, come
evidenziato in un commento da parte di uno student: "la lezione più importante che ho
imparato su questo corso è come posso esprimermi con altri studenti online "

Nel MOOC per Inglese per scopi accademici naturalmente, un’attività di valutazione tra pari
durnate la quinta settimana ha dimostrato di aver funzionato ed aiutato nella creazione di
una comunità. Il 41,94% dei rispondenti ha dichiarato di aver preso parte all'attività di
revisione tra studenti nella quinta settimana presentando il proprio lavoro. Alcuni dei
motivi menzionati dai rispondenti sono stati: è un buon modo per ricevere una valutazione
costruttiva del nostro lavoro (4 risposte), per trovare informazioni interessanti (1
risposta), ecc.

Il 51,61% dei rispondenti ha dichiarato di aver commentato il lavoro altrui. Alcune delle
ragioni menzionate dai rispondenti sono state: è una buona opportunità per condividere la
nostra esperienza, incoraggiare altre persone e dare loro critiche costruttive, aiutando gli
altri a migliorare il loro lavoro.

Il 46,43% dei rispondenti ha dichiarato di aver trovato molto utili i commenti ricevuti da
altri studenti e il 42,86% li ha trovati abbastanza utili. Vedi la Sezione 4 e l' Appendice B
per ulteriori informazioni sull’attività di valutazione tra pari.

Abbiamo anche incluso web links a strumenti esterni che consentono agli studenti di
visualizzare dati in tempo reale, ad esempio il perché i loro compagni abbiano deciso di
fare questo corso (mostrando la percentuale di ciascuna opzione); come gli studenti hanno
interpretato determinati concetti (mostrando la percentuale di ciascuna opzione). Li ha
aiutati a sentirsi membri di una comunità di apprendimento.

Per quanto riguarda il livello di interazione, circa la metà dei rispondenti ha valutato come
"giusto" il livello di interazione con altri studenti durante il corso e il livello di interazione

27
con gli educatori del corso. Gli educatori sono stati considerati molto o abbastanza bene
coinvolti da quasi il 70% dei rispondenti.

 L'esperienza complessiva del corso è stata giudicata eccellente dei rispondenti (44,12%) e
buona (44,12%). Un quarto di loro ha ritenuto che il corso abbia soddisfatto perfettamente
le loro esigenze e il 60% si è ritenuto soddisfatto per la maggior parte. L'86,96% dei
rispondenti ha concordato totalmente di aver passato il proprio tempo in modo piacevole e
costruttivo e il 63,64% ha concordato totalmente sul fatto di essere sicuri delle proprie
conoscenze / nell'utilizzare ciò che hanno appreso nella propria vita.

4. Lezioni apprese e raccomandazioni
4.1. Lezioni apprese sulla raccolta dati

a) I dati demografici dei rispondenti che hanno completato i questionari pre-corso e post-
corso per il MOVEME MOOC di lingua e cultura italiana e quello per l'inglese per scopi
accademici non sono stati raccolti. Questi dati sono importanti in quanto è necessario
assicurarsi che il profilo dei rispondenti sia rappresentativo del profilo degli studenti per
quel particolare corso.

b) Nel questionario post-corso sarebbe dovuta essere inclusa una domanda finale che
invitava le persone a completare un’intervista su Skype o altre forme di colloquio post-
corso (es. Saresti disposto a prendere parte a una breve intervista su Skype?) . Ciò avrebbe
fornito al team del progetto un'ulteriore opportunità di raccogliere dati più dettagliati e
ricchi sull'esperienza degli studenti per ulteriori ricerche.

c) Non abbiamo usato un breve questionario a metà del corso come strumento
motivazionale. Vale però la pena prenderlo in considerazione per controllare la
motivazione degli studenti: chiedendogli, ad esempio, di riferire le cose che trovano più
difficili e quali hanno trovato più vantaggiose; le strategie che hanno usato. Questo breve
questionario non servirebbe solo a raccogliere dati utili per valutare il corso, ma
funzionerebbe anche come una strategia motivazionale per incoraggiare gli studenti a
continuare.

4.2. Raccomandazioni
In aggiunta ai quattro criteri usati per valutare i MOOC linguistici menzionati nella Sezione
3, quelle che seguono sono raccomandazioni ulteriori da parte degli educatori e studenti

28
dei corsi. Se tali raccomandazioni venissero adottate, necessiteranno di essere anch’esse
valutate.

a) L’importanza di avere in mente la diversità degli studenti

A causa della diversità dei discenti dei MOOC online, sarebbe una buona idea includere
materiale didattico extra e risorse utili alla fine di ogni settimana del corso per gli studenti
che sono in grado e desiderosi di completare ulteriori attività.

b) L’importanza di insegnare strategie per l’apprendimento e lo sviluppo di
abilità metacognitive

Il corso MOVEME Inglese per scopi accademici include strategie metacognitive ogni
settimana, che sono state apprezzate dagli studenti, come evidenziato nei dati del
questionario post corso. Alla domanda su quali elementi del corso fossero stati i più
importanti , i rispondenti hanno riferito: "come organizzare un corso online in modo
accademico o come strutturare correttamente un discorso", "pensare in maniera critica ed
analitica, appropriata esposizione del proprio pensiero per iscritto", "il modo accademico
di esprimersi, di essere più formali e di capire altri modi di pensare".

Oltre l'82% dei rispondenti ha dichiarato di sentirsi sicuro nell'usare nei loro studi
accademici ciò che hanno appreso durante questo corso, il che dimostra l'importanza di
insegnare loro ad imparare.

c) L’importanza dell’attività di revisione paritetica

Raccomandiamo vivamente di progettare attività linguistiche che incoraggino la
collaborazione e la revisione tra pari. I nostri dati rivelano che oltre il 40% dei partecipanti
ha preso parte alle attività di valutazione tra pari nel corso Inglese per scopi accademici
(vedi 3. 2 sopra).

Di seguito è riportato un esempio di uno dei lavori presentati da uno studente e un
commento di un altro studente (solo quelli che hanno pubblicato il proprio lavoro hanno
avuto la possibilità di commentare il lavoro degli altri).

Lavoro condiviso sul sito del corso

'La mia breve descrizione:

29
1 Introduzione: cos'è la privazione del sonno? Indica il fatto che la privazione del sonno
costa all'economia miliardi e causa la morte precoce dei lavoratori. Trasforma il titolo in
una dichiarazione. Indica lo studio di Rand Europe e una possibile soluzione per una forza
lavoro migliore.

2 Corpo principale: indica i costi dell'insonnia: discuti gli esempi. Discutere il ruolo dei
datori di lavoro per migliorare la situazione, ad esempio una possibile settimana lavorativa
più breve per consentire più tempo libero. Fornire soluzioni ai problemi per un migliore
equilibrio della vita lavorativa.

3 Conclusione: riassumere tutti i punti discussi e collegare all'introduzione. Dare la mia
opinione

Commenti dell’altro studente

" Sì, la struttura è chiara e ogni punto è menzionato. Sembra che siano presenti alcune
ripetizioni - che potrebbero essere evitate - ma dal momento che questa è solo una
panoramica, va bene, sarà diverso se presentato oralmente. "

Questo indica che l'attività di valutazione tra pari, se attentamente progettata con chiare
linee guida per l’attività da completare e linee guida per i commenti, può incoraggiare la
collaborazione e funziona bene come attività linguistica.

Vedere l'Appendice B per i dettagli di questa attività di valutazione tra pari.

Puoi accedere alla versione stampata dell'attività da utilizzare per apprendere od insegnare
andando sul sito web del progetto MOVEME:

per le linee guida di valutazione prima di condividere il lavoro:
http://movemeproject.eu/wp-content/uploads/2018/02/Structuring-oral-presentations-
based-on-written-texts_-Share-your-draft-outline.pdf

per le "Linee guida per commentare" per questa particolare atttività:
https://drive.google.com/file/d/1lLI1ddNkG6oeVaQVrjRCVaaYk_5lJXee/view

30
d) Consigli forniti dagli studenti
I rispondenti hanno fornito il seguente tipo di consigli per coloro che volessero completare
un MOOC di lingua:“è necessario avere la perseveranza nell'apprendimento online”,
“assicurarsi di dedicare il tempo necessario per completare le attività al fine di ottenere buoni
risultati”, “partecipare attivamente a tutte le attività e condividere le proprie idee e pensieri
con gli altri partecipanti”.

I punti più importanti citati dai partecipanti riguardo all’apprendimento online sono stati:
“è importante essere costanti e dedicare abbastanza tempo per fare le attività”, “questo è un
modo facile e piacevole di imparare e interagire con persone simpatiche”, “si può beneficiare
del corso MOOC come un supporto al tradizionale modo di imparare dai libri e dalle
esperienze pratiche”,

5. Quality criteria for language MOOCs

È stato sottolineato in letteratura la necessità di implementare sistemi di valutazione che
stabiliscano criteri di qualità pedagogica, che non si basino solo sulla reputazione e sul
nome di un'istituzione universitaria (Menéndez, 2013).

Nell'ultimo decennio il tema della definizione dei criteri di qualità per i MOOC e in
particolare per i MOOC linguistici è stato oggetto di numerosi studi (Yepes-Baldo et al,
2016; LangMOOC toolkit, 2016; Aleman et al, 2015; CRUE, 2015; Roig Vila et al, 2014) per
citarne solo alcuni. Non è nostra intenzione replicare qui ciò che questi studi hanno
stabilito. Il nostro approccio è più orientato agli educatori. Il nostro obiettivo è quello di
fornire una lista di cose pratiche da tenere in considerazione durante la progettazione o la
valutazione di un MOOC linguistico. Attingendo alle categorie stabilite dal toolkit
LangMOOC, dalla nostra esperienza di progettazione e implementazione dei MOOC
linguistici, nonché dai dati raccolti e dalle percezioni degli studenti, abbiamo sviluppato la
seguente lista per valutare la qualità di un MOOC.

31
Sì   No

 Contenuto

I materiali e le attività sono organizzati in modo chiaro?

Il corso ha una struttura chiara?

Presenta un'organizzazione gerarchica basata su titoli e
sottotitoli descrittivi?
La distinzione tra informazioni di base e informazioni
supplementari è chiara?

Gli obiettivi del corso sono chiaramente presentati?

Esiste coerenza interna tra attività, contenuti e obiettivi?

La qualità dei materiali è di alto livello?

Gli studenti hanno la possibilità di adattare i contenuti
secondo livelli di difficoltà diversi?

Metodi pedagogici

Esiste un equilibrio tra materiali statici e interattivi?

Gli utenti possono creare un piano di apprendimento
individualizzato?
C'è una guida educativa per far sapere agli studenti in che fase
si trovano?

Esiste una varietà di risorse: video, audio, applicazioni
informatiche, ecc.?

Ci sono abbastanza materiali interattivi (quiz, risposte cloze,
drag and drop ecc.)?

Questi materiali interattivi testano la comprensione del corso
da parte dell'utente?

32
C’è apprendimento peer-peer, interazione studente-insegnante
 e comunità online?

 Esistono strategie e condizioni per facilitare il mantenimento
 della motivazione, ad esempio premi, design e contenuti
 interessanti, pertinenza del corso per studi futuri o carriera?

 Valutazione

 La valutazione consente agli studenti di comprendere e
 migliorare il proprio apprendimento?
 Permette loro di fissare obiettivi e analizzare i risultati?

 La valutazione è in linea con il tipo di MOOC, ad es. sommativo
 per xMOOC o formativo per cMOOCs?
 Esiste un chiaro supporto per la strategia di valutazione?
 (valutazione automatica per i quiz, valutazione paritaria nei
 forum di discussione, valutazione da insegnante a studente
 attraverso le risposte alle domande del forum)
 Creazione della comunità

 Il MOOC crea una forte comunità interattiva?

 Permette agli studenti di monitorare il loro apprendimento,
 pianificare e migliorare le loro prestazioni e interagire tra di
 loro per imparare?

6. Bibliografia
Alemán, L.Y., Sancho -Vinuesa, T., & Gómez, M.G. (2015) Indicadores de calidad pedagogica para el diseño de
un curso en línea masivo y abierto de actualización docente, RUSC Universities and Knowledge Society
Journal, 12, 104-119

Alvarez-Alvarez, M. (2005) Adaptación del método docente al Espacio Europeo de Educación Superior: La
motivación de los alumnos como instrumento clave (Adapting the teaching method to the European Higher
Education: The student motivation as a key instrument). Estudios sobre Educación, 9, 107-126.

33
Arias, J. (2007) Evaluación de la calidad de Cursos Virtuales: Indicadores de calidad y construcción de un
cuestionario a media. Aplicación al ámbito de asignaturas de Ingeniería Telemática ( Virtual courses quality
assessment: Quality indicators and construction of a questionnaire. Application to the field of Telematic
Engeneering courses.) ( Doctoral Dissertation) Retrieved from http://dehesa.unex.es/handle/10662/333

CRUE. (2015) Informe MOOC y criterios de calidad. Version 1.0 (MOOC report and quality indicators, Version
1.0)          Toledo:        CRUE.             Retrieved           from          http://tic.crue.org/wp-
content/uploads/2016/03/InformeMOOC_CRUETIC_ver1-0.pdf

LangMOOC (2016) Language Massive Open Online Courses, Lang MOOC Toolkit, www.langmooc.com

Liu, M., Kang,J., & McKelroy, E. (2015) Examining learners’ perspective of taking a MOOC: Reasons,
excitement, and perception of usefulness. Educational Media International, 52, 129-146.

Menéndez, L. (2013). Estudiar ‘online’ y gratis. Escritura Pública, 80, 18-21. Retrieved from
http://www.notariado.org/
liferay/c/document_library/get_file?folderId=12092yname=DLFE-89971.pdf

Mudavanhu, F (2015) MOOC Types: The xMOOC, cMOOC and rMOOC,
http://teachingandlearning.org.za/mooc-types-the-xmooc-cmooc-and-rmooc/

Roig Vila, R., Mengual Andres, S., & Suárez Guerrero, C. (2014) Evaluación de la calidad pedagógica de los
MOOC (MOOC educational quality assessment).Profesorado. Revista de Currículum y Formación de
Profesorado,              18,               27-41.                            Retrieved              from
http://repositorio.minedu.gob.pe/bitstream/handle/123456789/3145/Evaluaci%C3%B3n%20de%20la%2
0calidad%20pedag%C3%B3gica%20de%20los%20MOOC.pdf?sequence=1

Yepes-Baldo, M., Romeo, M., Martin, C., Garcia, M.A., Monzo, G. & Besoli, A. (2016) Quality indicators:
Developing “MOOCs” in the European Higher Education Area, Educational Media International, vol 53, No 3,
184-197.

Appendice A: domande del questionario Post-corso del Corso MOVEME5 di
inglese per scopi accademici

Appendice B: Esempi e linee guida per l’attività di valutazione paritetica

5
 La maggiornaza delle domande in questo questionario sono domande standard usate da FutureLearn nei questionari
post-corso con alcune domande specifiche sull’apprendmento delle lingue create dal team del progetto MOVEME.
34
Puoi anche leggere
DIAPOSITIVE SUCCESSIVE ... Annulla