COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA - BILANCIO SOCIALE 2014 - Città Rete

 
COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA - BILANCIO SOCIALE 2014 - Città Rete
BILANCIO
SOCIALE
   2014

            COMUNE DI
           CAMPOFELICE
           DI ROCCELLA
COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA - BILANCIO SOCIALE 2014 - Città Rete
BILANCIO SOCIALE DEL COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA
Presentazione ................................................................................................................................................... 1
NOTA METODOLOGICA .................................................................................................................................... 2
1.      Il contesto ................................................................................................................................................. 4
     La storia ........................................................................................................................................................ 4
     Il territorio .................................................................................................................................................... 5
     La società ...................................................................................................................................................... 6
2.      L’ente locale: identità del Comune ........................................................................................................... 7
     Missione del Comune.................................................................................................................................... 7
     Assetto istituzionale e organizzativo del Comune ...................................................................................... 8
     Principali stakeholders ............................................................................................................................... 10
     Orari e accessibilità .................................................................................................................................... 11
3.      Le risorse ................................................................................................................................................. 13
     Il personale attivo ....................................................................................................................................... 13
     Le risorse economiche ................................................................................................................................ 14
4.      Ambiti di Rendicontazione ..................................................................................................................... 19
     Area di intervento: Servizi sociali, istruzione e volontariato .................................................................... 20
     Area di intervento: Turismo, cultura e sport ............................................................................................. 26
     Area di intervento: Ambiente ed energia ................................................................................................... 29
     Area di intervento: Lavori pubblici ............................................................................................................ 33
     Allegato 1: Stato di avanzamento delle opere pubbliche .......................................................................... 34
5.      Crediti ..................................................................................................................................................... 37
COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA - BILANCIO SOCIALE 2014 - Città Rete
PRESENTAZIONE
Gentili concittadini,
vi presento il primo Bilancio Sociale del Comune di Campofelice di Roccella.
Il Comune ha aderito al progetto Trasparenza e Legalità promosso dalla Città a Rete Madonie-Termini e finanziato
dalla Regione Siciliana con l’obiettivo di continuare il percorso di trasparenza amministrativa e coinvolgimento attivo
dei cittadini nei processi decisionali intrapresa sin dall’elezione di questa amministrazione comunale.
Il bilancio sociale è, infatti, uno strumento attraverso cui un’organizzazione rende conto, in una prospettiva sia con-
suntiva che programmatica, della propria missione, delle proprie strategie, delle attività realizzate, dei risultati pro-
dotti, in relazione al complesso del suo agire e con riferimento a tutti i portatori di interesse coinvolti.
Con questo Bilancio Sociale desidero presentare a voi, cittadini di Campofelice di Roccella, le azioni intraprese dal
Comune per migliorare il Comune di Campofelice di Roccella e per fronteggiare le varie difficoltà economiche, sociali
e ambientali che hanno caratterizzato la nostra realtà nel 2014.
E' stato un anno intenso e pieno di eventi e difficoltà straordinari. Abbiamo dovuto fronteggiare l'emergenza legata
all’organizzazione del servizio di raccolta dei rifiuti, il fallimento della società APS che gestiva il servizio idrico, i
problemi ambientali causati dal raddoppio ferroviario ed infine la drastica riduzione dei trasferimenti dello Stato e
della Regione Siciliana. Davanti a queste problematiche e ad una situazione di incertezza economica,
l’amministrazione comunale non è rimasta in attesa, ma ha agito sin da subito per dare una risposta concreta a que-
ste ed altre problematiche, così come leggerete nella rendicontazione del settore Ambiente ed energia, Lavori pubbli-
ci, Servizi alla persona e Turismo, cultura e sport. Alcuni risultati sono stati già ottenuti. Basta ricordare che il Co-
mune di Campofelice ha ottenuto un buon risultato finanziario nel 2014 oppure le iniziative attuate in ambito am-
bientale(i.e. potenziamento del depuratore, ecc) o sociale.
C’è tanto ancora da costruire, ma abbiamo anche tante potenzialità e tante energie da liberare per far grande la no-
stra Campofelice di Roccella.

                                              Il Sindaco Massimo Battaglia

BILANCIO SOCIALE 2014 DEL COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA                                                             1
COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA - BILANCIO SOCIALE 2014 - Città Rete
NOTA METODOLOGIC A
Il bilancio sociale è uno strumento attraverso cui un’organizzazione rende conto, in una prospettiva sia consuntiva
che programmatica, della propria missione, delle proprie strategie, delle attività realizzate, dei risultati prodotti, in
relazione al complesso del suo agire e con riferimento a tutti i portatori di interesse coinvolti.
Per il Comune di Campofelice di Roccella il Bilancio sociale svolge, quindi, la funzione di informare tutti coloro che
hanno una legittimo interesse rispetto alle azioni intraprese e al loro esito, all’impiego delle risorse umane ed eco-
nomiche, consolidando un dialogo con la cittadinanza e una relazione di fiducia con i suoi diversi interlocutori.
Il presente documento è stato realizzato nell’ambito del percorso di assistenza tecnica e consulenza gestionale alle
amministrazioni pubbliche finalizzato ad incrementare la cultura della responsabilità sociale, la trasparenza
dell’azione amministrativa e la partecipazione dei cittadini, rivolto ai 28 Comuni della Coalizione territoriale Mado-
nie-Termini Imerese e finanziato dalla Regione Sicilia nell’ambito del PO FESR 2007-2013 Asse 7, Linea d’intervento
7.2.1.2 – Lotto 1. Il periodo di rendicontazione è relativo all’anno 2014.
Il documento è articolato in due parti. La prima parte intitolata ‘chi siamo’ illustra alcune informazioni essenziali sul
territorio comunale (storia, popolazione ecc.) e sull’amministrazione comunale, sia dal punto di vista degli obiettivi
programmatici e strategici, che con riferimento agli assetti istituzionali e organizzativi, con uno sguardo alle risorse
sia umane che economico-finanziarie impiegate dall’ente nel periodo di rendicontazione. Nella seconda parte del
documento vengono rendicontate le attività svolte dall’amministrazione comunale nell’anno in esame. La rendicon-
tazione considera i seguenti ambiti di intervento del Comune: politiche sociale (welfare, istruzione) e volontariato;
turismo, sport e cultura; politiche ambientali e lavori pubblici.
Le fonti dei dati e delle informazioni presentati nel bilancio sociale sono per lo più interne quali statuti, atti ammi-
nistrativi, documenti economici e finanziari, sito web comunale, ecc. Sono stati poi raccolti dati primari attraverso
griglie e tracce predisposte ad hoc ad esempio per approfondire la mission dell’ente, il livello di coinvolgimento de-
gli stakeholder, ed anche i principali dati ed indicatori per ricostruire i risultati raggiunti con la attività realizzate.
Una volta approvato da parte della Giunta, il Bilancio Sociale sarà divulgato ai principali stakeholder e sarà pubblica-
to sul sito del Comune oltre che sul sito della Coalizione (www.cittarete.it).
Per la redazione del presente documento è stata identificata un’apposita ‘cabina di regia’ interna all’ente, composta
da: Sindaco Massimo Battaglia; presidente del Consiglio Comunale Emanuele Sceusi, Assessore Antonella Di Maggio; Re-
sponsabile URP, Giuseppina di Maggio; Responsabile Politiche Sociali, Taravella Crocifissa, Assistente Sociale Angela
Fazio; Responsabile Settore Investimenti e Manutenzione geometra Carmelo Di Maggio; responsabile settore Territorio
e Ambiente ing. Giuseppe Ranzino.

2                                                       BILANCIO SOCIALE 2014 DEL COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA
COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA - BILANCIO SOCIALE 2014 - Città Rete
CHI SIAMO

BILANCIO SOCIALE 2014 DEL COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA   3
COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA - BILANCIO SOCIALE 2014 - Città Rete
1. IL CONTESTO

La storia
Porta delle Madonie, il Comune di Campofelice di Roccella trae le sue
origini dal Casale di Roccella, fondato dal principe palermitano Don
Gaspare La Grutta Guccio nel 1699 su un feudo di sua proprietà. Otte-
nuta la “Licentia Populandi”, Don Gaspare fece costruire nel 1700, cen-
to case, quattordici botteghe, la chiesa e una fonte che costituirono il
nucleo primitivo del nuovo Comune. Oppresso dai debiti per la costru-
zione delle case e delle terre, fu costretto a vendere il Feudo Roccella.
Messa in vendita, la Baronia passò nelle mani dei Marziani che per un
secolo furono i nuovi feudatari.
Nel frattempo, nel 1812, il Parlamento Siciliano emanò la Costituzione
con cui abolì tutti i privilegi feudali e dispose controlli più severi con-
tro la pretesa dei Baroni di esercitare la giurisdizione. Nel 1813, quan-
do il Parlamento Siciliano approvò quella parte della Costituzione ri-
guardante le Amministrazioni Comunali, tutti i comuni della Sicilia e il Casale di Roccella potettero, per libere ele-
                                            zioni, dotarsi di Sindaco, Giunta e Consiglio Comunale.
                                         Sulle ragioni che spinsero gli abitanti di Roccella o i signori feudali ad ag-
                                         giungere il nome di Campofelice a quello già esistente di Roccella, l’Avv. Pa-
                                         squale Cipolla scrive che il Comune si chiamò così “forse per velare con la
                                         beltà del nome le condizioni disagevoli e poco igieniche del luogo, centro
                                         delle risiere di malaria (…) oggi (…) migliorate le condizioni igieniche, il pa-
                                         ese per la mitezza del clima, è degno del suo nome”. Negli ultimi anni del
                                         secolo XVIII compare il nuovo nome di Campofelice utilizzato insieme a
                                         quello di Roccella fino al 1919, anno in cui l’Amministrazione comunale in-
                                         dividuò: Comune di Campofelice di Roccella.
                                          II Comune di Campofelice di Roccella è rinomato per la Targa Florio, una
                                          gara automobilistica su strada, iniziata nel 1906. Questa epopea per ben 70
                                          anni ha rappresentato la massima espressione dello sport automobilistico.
Oggi la corsa è stata trasformata in un rally.

4                                                      BILANCIO SOCIALE 2014 DEL COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA
Il territorio
Il Comune di Campofelice di Roccella sorge sulla costa Nord della Sicilia a metà strada tra la provincia di Palermo e
quella di Messina e confina con i Comuni di Lascari, Termini Imerese, Collesano.

                    Figura 1 – Campofelice di Roccella (in arancione) all’interno della Città a Rete

Il Comune ha un’estensione di 14,51 Km quadrati. Con una densità abitativa di 500,8 abitanti per kilometro quadrato,
nel 2014 Campofelice di Roccella si riconferma il comune più abitato delle Madonie.
L’economia di Campofelice è trainata da tre settori: il commercio, l’edilizia e il turismo (alloggi e ristorazione).
Negli ultimi anni, il Comune ha conosciuto, infatti, uno sviluppo continuo del settore turistico legato da un lato alla
costruzione dei villaggi turistici e dall’altro al turismo delle seconde case.
450 sono le attività economiche1 presenti sul territorio comunale. Si tratta perlopiù di piccole imprese famigliari:
l’81% del totale ha tra 1 e 5 addetti; il 65% del totale è composto da imprese individuali.

1
    Dato della CCIAA di Palermo, 2013

BILANCIO SOCIALE 2014 DEL COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA                                                          5
La società
Il Comune di Campofelice di Roccella non ha conosciuto solo uno sviluppo economico, ma anche una rilevante cre-
scita demografica. Con +36,2% di persone tra il 1991 e 2014, Campofelice di Roccella è il primo Comune delle Ma-
donie che registra un bilancio demografico positivo.
Il Comune registra, infatti, anche un saldo migratorio positivo (220 persone), in aumento rispetto al 2013 quando
si attestava su 109 persone. Si tratta perlopiù di un’immigrazione italiana. La % di popolazione straniera è, infatti,
bassissima (lo 0,4% della popolazione totale del Comune) e in riduzione rispetto al 2013 (-6 punti percentuali).
Campofelice di Roccella ha una popolazione piuttosto giovane: 23,8% del totale della popolazione sono giovani/e
tra 15 e 34 anni, mentre la popolazione anziana (over 65) ammonta al
18,7% della popolazione. Si tratta di valori costanti rispetto al 2013. Figura 2 Figura 3 – Distribuzione della
L’indice di vecchia2 ammonta a 139,8%, ciò che indica che il peso della   popolazione per classi di età, 2014
popolazione anziana (over 65) è maggiore di quella giovanissima (popo-
lazione tra 0 e 14 anni). Si tratta di un valore in aumento di 4,8 punti
percentuali rispetto al 2013. Nonostante il quadro demografico piutto-
sto positivo, un indice di vecchia sopra al 100% e in aumento rappre-
senta un segnale di allarme per l’amministrazione comunale impegnata
da un lato nel cercare nuove opportunità di crescita economica che
consentano ai giovani di vivere e lavorare a Campofelice e dall’altro
nell’offrire un assistenza adeguata alla popolazione anziana. Il carico
demografico sulla popolazione in età attiva, ovvero l’indice di dipen-
denza3, è pari al 47,1%.

2
    L’indice di vecchiaia è un rapporto demografico di composizione, definito come il rapporto percentuale tra la popolazione in età anziana (65 anni e
più) e la popolazione in età giovanile (meno di 15 anni). Il valore è stato calcolato su dati dell’ISTAT al 1° gennaio 2014.
3
   L’indice di dipendenza si ottiene rapportando la popolazione residente in età non attiva (da 0 a 14 anni e da 65 anni e oltre) sulla popolazione in età
lavorativa (da 15 a 64 anni). Tale rapporto, che viene generalmente moltiplicato per cento, misura il carico demografico sulla popolazione in età attiva.
Il valore è stato calcolato su dati dell’ISTAT al 1° gennaio 2014.

6                                                                       BILANCIO SOCIALE 2014 DEL COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA
2. L’ENTE LOCALE: IDENT ITÀ DEL COMUNE

Missione del Comune
La missione del Comune di Campofelice di Roccella consiste nel:
      rappresentare la propria comunità;
      recepire i bisogni e gli interessi generali espressi dalla comunità e indirizzare il funzionamento della propria
       organizzazione, affinché provveda a soddisfarli;
      assicurare pari dignità ai cittadini e tutelare i loro diritti fondamentali, ispirando la sua azione a principi di
       equità e di solidarietà per il superamento degli squilibri economici, sociali e culturali esistenti nella comuni-
       tà;
      promuovere iniziative mirate a rimuovere gli ostacoli che di fatto costituiscono discriminazione diretta e/o
       indiretta nei confronti delle donne, per valorizzare la differenza di genere e per favorire le condizioni di rie-
       quilibrio della rappresentanza tra uomo e donna in tutti i luoghi decisionali del territorio;
      promuovere e fare propria la cultura della tolleranza e dell'antirazzismo, della partecipazione alla vita socia-
       le dei portatori di handicap, del rispetto dell'ambiente e per gli animali;
      promuovere la trasparenza dell’azione dell’amministrazione, la partecipazione dei cittadini e dei vari porta-
       tori di interesse alla governance della comunità locale e favorire la cittadinanza attiva;
      costituirsi parte civile in tutti i processi di mafia;
      assumere il ruolo di agente di sviluppo locale promovendo e sostenendo la concertazione e la partecipazione
       dei cittadini, delle forze sociali, economiche e sindacali allo sviluppo del proprio territorio;
      promuovere lo sviluppo sociale, economico, culturale e territoriale della propria comunità anche attraverso la
       collaborazione e il sostegno delle iniziative di altri istituzioni pubbliche nazionali, regionali, provinciali e lo-
       cali;
      promuovere e tutelare lo sviluppo delle risorse naturali, ambientali storiche e culturali presenti nel territorio,
       assicurare una migliore qualità della vita alla propria collettività.
I principali obiettivi che guidano l’azione del Comune sono:
      obiettivi politico-amministrativo – basare la propria attività sui seguenti principi: la partecipazione democra-
       tica, l’imparzialità e la trasparenza; armonizzare dei sistemi e degli orari di funzionamento dei servizi alle
       esigenze degli utenti; garantire ai cittadini la partecipazione al procedimento amministrativo;
      obiettivi politico-territoriali ed economici - tutela dei valori ambientali e paesaggistici del territorio e del suo
       patrimonio artistico come beni essenziali della comunità, salvaguardando la storia della città;

BILANCIO SOCIALE 2014 DEL COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA                                                              7
   obiettivi politico-sociali - tutela e promozione della persona contro ogni forma di sopraffazione e di violen-
        za, e la lotta al fenomeno mafioso;
       obiettivi culturali ed educativi – promozione del diritto fondamentale dei cittadini di raccogliere e conservare
        la memoria della propria comunità tramite iniziative culturali e di ricerca, di informazione e di educazione.
Nel 2014, così come nel 2013, l’azione politica e amministrativa del Comune è stata orientata, in particolare, dai se-
guenti obiettivi:
       tutela e valorizzazione delle risorse paesaggistiche e culturali del territorio, ed in particolare: recupero del
        patrimonio storico e monumentale; prevenzione dell’erosione della costa e riqualificazione del centro urba-
        no;
       promozione di politiche turistiche, anche di natura sovracomunale, per incentivare lo sviluppo economico
        del Comune;
       lotta all’evasione fiscale;
       tutela degli interessi dei cittadini e promozione della loro partecipazione alla vita amministrativa attraverso
        la creazione degli assessori di quartiere nel 2014 e dell’Ufficio del Cittadino nel 2013.

Assetto istituzionale e organizza tivo del Comune
I principali organi di governo del Comune sono:
       la Giunta comunale, presieduta dal 10 giugno 2013 dal sindaco Rosario Massimo Battaglia.
Oltre al sindaco, la Giunta comunale è composta da 5 membri:
       Sanzio Roberto – vice-sindaco, responsabile del bilancio, finanza, pianificazione economico - finanziaria, per-
        sonale e patrimonio;
       Fotia Antonino - assessore alle Infrastrutture, Lavori Pubblici ed Ambiente;
       Di Maggio Antonella - assessore alla scuola, all'istruzione alle politiche sociali;
       Parisi Paola - assessore all’edilizia privata, sviluppo turistico e pianificazione territoriale, politiche giovanili,
        del lavoro e dello sport;
       Quagliana Vincenzo – Segretario comunale.
Nel 2014 la Giunta comunale ha approvato 196 delibere.
       Il Consiglio Comunale
Il Consiglio Comunale è composto da 15 membri rappresentanti dei due gruppi politici: “Campofelice sempre” (grup-
po di maggioranza) e “Campofelice nel cuore” (gruppo di minoranza). Il Consiglio Comunale è presieduto da Ema-

8                                                        BILANCIO SOCIALE 2014 DEL COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA
nuele Sceusi e include:
      per la maggioranza: Fricano Calogero (vice-presidente); Elena Maria Martoro (consigliere campogruppo di
       maggioranza); Calvaruso Maria; Vaccaro Francesco; Cimo’ Ilenia; Di Francesca Claudio; Marchese France-
       sco; Scavone Elena Maria; Crisanti Salvatore
      per la minoranza: Ingrao Giuseppina (vice capogruppo di minoranza), Palazzolo Francesco (consigliere
       capogruppo minoranza); Re Gaspare Michelangelo; Vaccaro Giuseppina Maria e Taravella Giuseppe Ma-
       rio.
Nel 2014, il Consiglio Comunale ha approvato 52 delibere.
Dal punto di vista organizzativo, il Comune è suddiviso in 6 settori.

                          Figura 4 – Organigramma del Comune di Campofelice di Roccell

BILANCIO SOCIALE 2014 DEL COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA                                                 9
Principali stakeholders
I principali stakeholders del Comune di Campofelice sono:
        partner pubblici e/o pubblico-privati con cui il Comune collabora stabilmente;
        soggetti privati che possono influenzare e usufruire dei servizi resi dal Comune: cittadini, parti sociali, asso-
         ciazioni, organizzazioni non profit, imprese, ecc.

                           Figura 5 – Stakeholders del Comune di Campofelice di Roccella

10                                                       BILANCIO SOCIALE 2014 DEL COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA
Orari e accessibilità
       Indirizzo: Via C.Civello 22, Campofelice di Roccella, Palermo, Sicilia
       Sito web: http://www.comune.campofelicediroccella.pa.it
       Telefono: 0921939111 - Fax: 0921428091;
       E-mail:urp@comune.campofelicediroccella.pa.it; segreteria@comune.campofelicediroccella.pa.it

Per migliorare l’accesso alle informazioni, il Comune dispone di un sito web e di un Ufficio per le Relazioni con il
Pubblico sito in Via Cesare Civello, 62, Campofelice di Roccella e disponibile anche all’indirizzo e-mail
urp@comune.campofelicediroccella.pa.it. Inoltre, l’amministrazione ha istituito gli assessori di quartiere.
Il Comune ha attivato anche la pagina web della trasparenza amministrativa che include informazioni sugli organi
amministrativi e di indirizzo politico del Comune, sul tasso di assenza del personale e sulla programmazione pluri-
ennale dell’ente. Il completamento e l’aggiornamento delle informazioni pubblicate nella sezione “Amministrazione
trasparente” rientrano tra gli obiettivi di miglioramento del Comune. Il miglioramento della pagina della trasparenza
amministrativa è solo uno degli obiettivi che il Comune si è posto per ovviare ad alcune debolezze in tema di traspa-
renza dell’azione amministrativa (vedi tabella 1) attraverso l’adozione e implementazione del Piano per la Traspa-
renza e l’Integrità 2014-2016.
Le azioni previste dal Piano e implementate in questo ambito sono:
   predisposizione, aggiornamento e collegamento tra il Piano degli Obiettivi e il Piano della Performance;
   integrazione e aggiornamento dei dati della sezione “Amministrazione trasparente”;
   sensibilizzare i cittadini all’utilizzo del sito istituzionale dell’Ente, al fine di sfruttarne tutte le potenzialità, sia
    dal punto di vista meramente informativo che di erogazione di servizi online;
   assegnazione ed all’aggiornamento di caselle di posta PEC all’interno dell’ente;
   realizzazione della Carta della Qualità dei Servizi;
   promozione, diffusione e consolidamento della trasparenza dell’azione amministrativa attraverso continuo un
    continuo coinvolgimento degli stakeholders del Comune nelle politiche promosse dall’amministrazione.

BILANCIO SOCIALE 2014 DEL COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA                                                                11
Tabella 1- Stato dell’arte dei sistemi di programmazione, controllo e trasparenza a dicembre 2014
                                              Livello di trasparenza
                                              dell’Amministrazione
Pagina dell’amministrazione trasparente
PEC – posta elettronica certificata
Organi di indirizzo politico-amministrativo
Organigramma
Regolamento degli uffici e dei servizi
Organico comunale
Tasso di assenza del personale
Relazione Previsionale e programmatica
PEG – Piano esecutivo di gestione
Piano della Performance
Relazione annuale sulla performance
Piano triennale dell’integrità e della tra-
sparenza
OIV
Sistema di valutazione del personale ed
esiti della valutazione
Bilancio consuntivo e preventivo
Guida ai servizi/BRS/altre valutazioni
Tempestività dei pagamenti

12                                                    BILANCIO SOCIALE 2014 DEL COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA
3. LE RISORSE

Il personale a ttivo
Il personale impegnato nel Comune di Campofelice di Roccella ammonta a 67 persone. Il personale del Comune è re-
lativamente stabile negli ultimi anni: 69 persone nel 2011, 65 nel 2012, 67 nel 2013 e nel 2014. Il 95% del personale
(64 unità) è assunto a tempo indeterminato full-time. Il personale a tempo determinato ammonta a due unità, di cui
una usufruisce del part-time. Inoltre, un dipendente ha un altro tipo di contratto. Il 70% del personale comunale è
di categoria B e C. L’organico del comune prevede anche la posizione di Segretario Comunale. Il personale comunale
è soprattutto femminile: il 55,2% del totale. Dal punto di vista del livello di educazione, i laureati ed i diplomati
ammontano al 62,7% del personale comunale. Per quanto riguarda la formazione del personale comunale, nel 2014
sono state erogate 108 ore di formazione sui procedimenti amministrativi inerenti i servizi di appartenenza dei par-
tecipanti. Ai corsi di formazione hanno partecipato 12 dipendenti.

                        Figura 6 – Personale per tipo di contratto e titolo di studio, 2014

BILANCIO SOCIALE 2014 DEL COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA                                                       13
Le Risorse economiche
Le entrate
Nel 2014, le entrate del Comune ammontano a 6.078.668,84 euro, di cui l’87% deriva da entrate di natura tributaria,
extra-tributaria e da altre fonti, mentre il restante 13% da trasferimenti correnti dello Stato e della Regione.
Il Comune di Campofelice si caratterizza, infatti, per un livello ridotto di dipendenza finanziaria 4 (15%), in ridu-
zione di 7 punti percentuali rispetto al 2013, e un livello alto di autonomia finanziaria 5 (85%, in aumento di 7 punti
percentuali rispetto al 2013). Ciò significa, che il Comune riesce a coprire la maggior parte delle sue entrate da entra-
te proprie (tributarie, extra-tributarie) senza dipendere dai trasferimenti dello Stato. Si tratta di un dato estrema-
mente positivo e rilevante per il mantenimento e miglioramento dei servizi offerti dal Comune in un quadro di
riduzione continua e drammatica delle entrate dallo Stato e Regione (-65% nel quadriennio).
Come nel 2013, anche nel 2014, il Comune di Campofelice ha un alto livello di autonomia tributaria6 (78%). I tributi
rappresentano la principale fonte di entrate del Comune. Nonostante un aumento di 16 punti percentuali del peso
delle entrate tributarie sul totale delle entrate, guardando ai valori assoluti si nota una certa stabilità delle entrate
tributarie nel quadriennio (+2%).
                                                      I tributi a Campofelice di Roccella
         Sia nel 2013 sia nel 2014, l’azione dell’amministrazione comunale è stata improntata al mantenimen-
          to/riduzione del livello dei tributi. Ad esempio, nel 2014 l’amministrazione comunale ha adottato
          l’abolizione della TASI.
         Il 95% dell’IMU accertata è stata incassata;
         L’IMU rappresenta il 43% delle entrate tributarie e 39% di quelle correnti;
         La TARI rappresenta il 29% delle entrate tributarie e il 27% di quelle correnti

4
  L’indice di dipendenza dallo Stato indica la quota di entrate correnti coperta dai contributi e dai trasferimenti dello stato/regioni/altri enti e si ottie-
ne attraverso il rapporto tra entrate da trasferimenti e contributi di un ente e le sue entrate correnti complessive moltiplicato per 100
5
  L’indice di autonomia finanziaria mostra quante delle entrate correnti di un ente locale sono coperte dalle entrate proprie (entrate tributarie ed ex-
tra-tributarie) e si ottiene attraverso la seguente formula di calcolo: (entrate tributarie + entrate extratributarie)/( entrate tributarie + entrate extratri-
butarie + entrate da trasferimenti e/o contributi correnti)*100
6
  L’autonomia tributaria mette in rapporto le entrate di natura tributaria con le entrate correnti complessive di un ente locale. Si ottiene attraverso il
seguente rapporto: entrate tributarie/(entrate tributarie + entrate extra-tributarie + entrate da contributi e/o trasferimenti dello Stato/Regioni/altri enti
pubblici) *100

14                                                                       BILANCIO SOCIALE 2014 DEL COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA
Le entrate extra-tributarie si caratterizzano per una forte contrazione nel quadriennio sia in termini di peso per-
centuale sul totale delle entrate (-4 punti percentuali) sia per quanto riguarda il valore assoluto (-51%). Ciò si deve, in
particolare, al fatto che si sono ridotte notevolmente la richiesta di concessioni edilizie. La riduzione degli oneri di
urbanizzazione è dovuta a tre fattori: saturazione del territorio comunale, crisi del mercato edilizio e la definizione
in corso del piano regolatore.
Le entrate da altri fonti hanno un andamento altalenante nel quadriennio, poiché la loro composizione è influenzata
dai finanziamenti che il Comune riesce ad ottenere per spese di investimenti. Infatti, esse raggiungono il livello mas-
simo nel 2013, quando il Comune ha ottenuto due finanziamenti regionali di un valore di circa 3.900.000 euro per il
potenziamento del depuratore.
                 Figura 7 – Entrate: fonte e peso percentuale sul totale nel quadriennio 2011-2014

                                                          Entrate

                                                    12%       13%
                                         18%
                              29%
                                                              10%
                                         12%
                                                               7%
                               7%                   40%                     entrate da
                                         7%
                                                                            trasferimenti correnti
                              11%                                           altra fonte

                                                    5%                      extra-tributarie

                                                              69%
                                         64%                                tributarie
                              53%
                                                    43%

                              2011       2012      2013       2014

BILANCIO SOCIALE 2014 DEL COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA                                                             15
Tabella 2 – Entrate: entità e fonte nel quadriennio 2011-2014 (valori assoluti)
Fonte                               2011                 2012                    2013                     2014
Tributarie                        4.160.889,45          5.416.863,80             5.300.070,15             4.224.374,73
Extra-tributarie                    853.729,57            555.592,68               574.948,52               418.767,42
Altra fonte                         511.128,60          1.003.912,98             4.886.003,06               629.635,56
Entrate da trasferimenti          2.311.076,02          1.501.217,48             1.530.669,98               805.891,13
correnti
Totale                           7.836.823,64          8.477.586,94           12.291.691,71              6.078.668,84
La spesa
Nel 2014, la spesa del Comune di Campofelice di Roccella ammonta a 5.170.246,58 euro, in continua riduzione nel
quadriennio: -30% nel 2014 rispetto al 2011 e -43/ rispetto al 2013.
Nel 2014 si riduce in maniera rilevante la spesa corrente (-34% rispetto al 2011 e -37% rispetto al 2013 in valori as-
soluti).
Al contrario, la spesa in conto capitale cresce del 9% (in valori assoluti) nel quadriennio, raggiungendo il massimo
nel 2013 quando ammonta a 4.886.003, 06 euro, ciò che mostra una buona capacità dell’amministrazione di attrar-
re fondi per investimenti. Infatti, come già accennato in precedenza, nel 2013 l’amministrazione è riuscita ad otte-
nere dei finanziamenti rilevanti per investimenti riguardanti il depuratore di acqua.
La spesa per il personale rappresenta il 55% della spesa corrente comunale, nonostante una lieve riduzione (-2%)
tra il 2013 e il 2014. Nel 2014, il 54% la spesa per il personale è coperta dalle entrate tributarie.
Il livello di copertura della spesa corrente dalle entrate proprie del Comune ammonta a 102%, ciò che significa
che il Comune è in grado di coprire l’intera spesa corrente dalle entrate tributarie ed extra-tributarie. Si tratta di un
dato estremamente positivo.

16                                                      BILANCIO SOCIALE 2014 DEL COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA
Figura 8 – Composizione della spesa nel quadriennio 2011-2014

                                                    Spese

                          8%          5%                      12%
                                                 40%

                                                                            Spese in conto
                                                                            capitale
                          92%        95%                      88%           Spese correnti
                                                 60%

                        2011         2012        2013         2014

                  Tabella 3 – Spesa: entità e fonte nel quadriennio 2011-2014 (valori assoluti)
                                  2011              2012                   2013                   2014
     Spese correnti             6.861.682,92       6.857.267,00            7.263.191,96           4.556.892,10
Spese in conto capitale           560.468,04         324.328,79            4.771.517,41             613.354,48
         Totale                 7.422.150,96       7.181.595,79          12.034.709,37            5.170.246,58

BILANCIO SOCIALE 2014 DEL COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA                                                17
LE NOSTRE ATTIVITÀ

18       BILANCIO SOCIALE 2014 DEL COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA
4. AMBITI DI RENDICONTA ZIONE
Il processo di rendicontazione segue una logica ad “albero” in cui il tronco è rappresentato dall’area di rendiconta-
zione, i rami più grossi dalle aree di intervento/dimensione di analisi, le ramificazioni ulteriori, delle azioni messe in
campo.
Per ciascuna area che si rendiconta sono identificati:
       gli obiettivi iniziali dell’area
       i bisogni rilevati e le priorità a cui si intende rispondere
       l’offerta di servizi e interventi in essere e le risorse economiche impiegate
       i prodotti e i risultati raggiunti attraverso opportuni dati ed indicatori
       eventuali criticità, impegni e azioni previste per il futuro.
Sono inoltre evidenziati e descritti:
       eventuali stakeholders specifici dell’area, aggiuntivi rispetto alla mappatura iniziale e ritenuti rilevanti ai fini
        delle attività poste in essere;
       le modalità di gestione dei servizi;
       eventuali iniziative e/o progetti realizzati al di là dei servizi strutturalmente erogati.
Dopo una prima sperimentazione della rendicontazione sociale nel 2013 che ha interessato il settore servizi sociali,
nel 2014 il processo di rendicontazione sociale riguarda i seguenti settori: servizi sociali e volontariato; turismo, cul-
tura e sport; lavori pubblici; e ambiente ed energia.

BILANCIO SOCIALE 2014 DEL COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA                                                              19
Area di intervento: Servizi sociali, istruzione e volontaria to
    Obiettivi/Priorità

    Obiettivo 1: miglioramento delle forme di assistenza e tutela dei minori, degli anziani, dei disabili e delle persone in
    difficoltà attraverso un sostegno attivo e partecipato e una ridefinizione del regolamento sui servizi di assistenza
    sociale.
    Obiettivo 2: assicurare il diritto allo studio attraverso l’erogazione di borse di studio, contributi alle scuole, traspor-
    to scolastico gratuito e il miglioramento della performance del servizio di mensa scolastica
    Azioni/interventi realizzati nel 2014
    Obiettivo 1
    interventi di assistenza agli anziani:
       servizio di assistenza domiciliare (SAD) – il servizio mira a ridurre le richieste di collocamento in strutture resi-
        denziali attraverso l’assistenza domiciliare. Il SAD include diversi tipi di assistenza: assistenza per il disbrigo
        delle pratiche amministrative, accompagnamento, igiene e cura della persona e aiuto domestico. Il servizio è
        stato erogato fino a maggio 2014. Tuttavia, per mantenere il servizio tutto l’anno, il Comune ha colto l’occasione
        del progetto “Si può fare”, coinvolgendo i volontari partecipanti a questo progetto nelle attività di assistenza a-
        gli anziani, in particolare quanto riguarda il disbrigo delle pratiche amministrative. Inoltre, la pulizia delle case
        è stata assicurata attraverso il coinvolgimento delle persone che hanno usufruito del servizio civico a favore di
        soggetti in una situazione di disagio economico e sociale (vedi descrizione del progetto di seguito)
       ginnastica e fisioterapia per anziani – il servizio è offerto dal Comune all’interno di un progetto più ampio di so-
        cializzazione degli anziani realizzato in collaborazione con l’Auser ( vedi descrizione del progetto di seguito )
    interventi di tutela dei minori:
        collocamento in strutture residenziali dei minori sottoposti a provvedimenti dell’autorità giudiziaria;
        tempo d’estate – durante le vacanze estive, il Comune organizza delle attività ricreative utilizzando le strutture
         messe a disposizione dalle scuole. Il servizio si rivolge ai bambini/e delle scuole elementari e medie.
    interventi per minori, ragazzi, adulti e anziani con disabilità: assistenza igienico-personale per i bambini portatori
    di handicap – Il servizio mira ad assicurare il diritto allo studio dei bambini con disabilità attraverso un’attività di as-
    sistenza igienico-personale.
    interventi per le persone in una situazione di disagio economico:
        Assistenza straordinaria – il servizio consiste nell’erogazione di contributi economici in caso di eventi particola-

    20                                                       BILANCIO SOCIALE 2014 DEL COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA
ri (ad esempio: sfratti per morosità, persone affette da gravi patologie invalidanti, ecc)
   Assistenza ordinaria – erogazione di contributi economici due volte all’anno alle persone in difficoltà in base al
    reddito e allo stato di famiglia.
   Servizio civico a favore di soggetti in condizione di disagio economico e sociale – incarichi di lavoro occasionale
    messi a bando dal Comune per le persone prive di un reddito minimo vitale. Ad ogni persona impiegata viene
    erogato un contributo pari a 300 euro per lo svolgimento di 18 ore di lavoro settimanali per 3 mesi. Gli utenti
    del servizio civico sono state coinvolte in diverse attività di utilità sociale: i) pulizia delle case delle persone an-
    ziane – il progetto è iniziato ad agosto 2014 e finirà a febbraio 2014; ii) manutenzione degli immobili comunali;
    iii) cura del territorio.
   Borse lavoro a favore di soggetti in condizione di disagio economico e sociale – il servizio consiste
    nell’assegnazione tramite bando di prestazioni occasionali a persone che si trovano in una condizione di grave
    disagio economico. I/le borsisti/e sono impegnati/e nelle attività di supporto scolastico e in particolare di assi-
    stenza igienico-sanitaria. Ad ogni borsista viene erogato un contributo pari a 500 euro mensili per 4 mesi per un
    impiego di 3 ore al giorno per 6 giorni settimanali.
   Assistenza farmaceutica - il servizio consiste nell’erogazione di contributi economici ai soggetti che si trovano
    in condizioni di disagio economico e che devono fronteggiare situazioni di malattia.
   Fondo di solidarietà – il fondo di solidarietà è stato istituito dal Sindaco e gli assessori della giunta per supporta-
    re le persone che si trovano in una situazione di disagio economico. 10% dello stipendio del Sindaco e degli as-
    sessori alimenta il fondo utilizzato per l’erogazione dei buoni spesa e pagamento delle bollette di luce e gas.
Obiettivo 2:
Le principali azioni attuate nel 2014 hanno riguardato:
       Mensa scolastica – erogazione del servizio di mensa agli alunni della scuola materna, elementare e media
       Trasporto scolastico – servizio di scuola bus gratuito per tutti gli alunni della scuola dell’obbligo
       Contributi per i libri di testo a favore degli alunni delle scuole medie e superiori
       Borse di studio agli alunni della scuola primaria, media e superiore e per gli studenti universitari - il
        servizio include le borse di studio finanziate attraverso finanziamenti regionali e le borse di studio “Ciccio
        Cirincione” e “Pietro Testaiuti” finanziate dal Comune. Per quanto riguarda gli studenti universitari, nel 2014,
        l’amministrazione ha adottato un provvedimento che prevede il sostegno agli studenti universitari attraverso
        l’erogazione di 1.000 euro per ciascun studente vincitore del bando. Per ricevere il contributo, lo studente
        dovrà prestare 200 ore di lavoro a favore del Comune.
       Contributi alle scuole per progetti di scambi di esperienza e gite scolastiche

BILANCIO SOCIALE 2014 DEL COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA                                                             21
Indicatori, anno 2014
Obiettivo 1                                                    Obiettivo 2
Assistenza agli anziani:                                       Mensa scolastica (anno scolastico 2013-2014)
    53 utenti SAD (100% delle richieste ricevute) - dura-        676 utenti anno scolastico 2013/2014; pasti eroga-
     ta servizio: 35 settimane all’anno - costo servizio:          ti: 44.081; costo del servizio, comprese le compar-
     31.369,99 euro                                                tecipazioni: 81.081,57 euro; costo medio pasto:
Tutela dei minori:                                                 1,81 euro
    2 minori ricoverati in strutture fino a giugno; 1 mi-     Trasporto scolastico (anno scolastico 2013-2014)
     nore da giugno a dicembre; 1 minore in affido (100%          264 utenti scuole superiori - costo del servizio:
     delle domande ricevute) - durata del servizio di ri-          139.804, 30 euro - costo medio per utente scuole
     covero e affido: 365 giorni - costo del servizio:             superiori: 529,56 euro - durata del servizio: da ot-
     42.166,28 euro                                                tobre a maggio (il servizio inizia una volta con
    103 bambini partecipanti al tempo d’estate (100%              l’inizio dell’orario scolastico a tempo pieno)
     domande evase) - costo del servizio: 5.000 euro              Servizio bus scolastico gratuito a gestione comunale
Assistenza ai disabili:                                            per le scuole materni, elementari e medie presenti
                                                                   sul territorio comunale
    10 bambini/e assistiti/e dall’assistente igienico-
     sanitario (100% delle domande evase) - durata del         Borse di studio: si danno sempre su anno precedente
     servizio: 18 ore settimanali - costo del servizio:           6 borse studio “Ciccio Cirincione”- ammontare to-
     14.718 euro                                                   tale: 3000 euro
    8 disabili ricoverati in strutture (100% delle doman-        5 borse studio “Pietro Testaiuti” (progetto dei con-
     de evase) - durata del servizio: 365 giorni - costo del       siglieri comunali)- ammontare totale: 2.880,60 euro
     servizio: 114.742 euro                                    Contributi alle scuole:
Assistenza alle persone in una situazione di disagio e-           1000 euro per la partecipazione al progetto Come-
conomico:                                                          nius e 14.000 euro per la realizzazione della gita del
Assistenza straordinaria:                                          terzo anno
    28 utenti - costo del servizio: 11.480 euro
Assistenza ordinaria:
    171 utenti - costo del servizio: 15.350 euro

22                                                     BILANCIO SOCIALE 2014 DEL COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA
Servizio civico:
   28 utenti - durata del servizio: 4 mesi - costo del
    servizio: 11.500 euro
Borse lavoro:
    10 utenti - durata del servizio: 3 mesi, 50 ore men-
     sili per 5 giorni settimanali - costo del servizio:
     15.500 euro
Assistenza farmaceutica:
   42 utenti - costo del servizio: 7500 euro
Fondo solidarietà:
    Costo del servizio: 4800 euro
Stakeholders coinvolti
Gli interlocutori principali del Comune in questo ambito sono: il privato sociale (AUSER, Croce Rossa, Caritas, etc); la
Consulta giovanile; le case famiglia presenti nel territorio; il Comune capofila del distretto 33 e i relativi comuni af-
ferenti al distretto; Istituto Comprensivo del territorio; l’ASP.
Modalità di gestione degli interventi realizzati
Servizi esternalizzati: trasporto scolastico scuole superiori (tramite convenzioni con diverse società di trasporto);
mensa scolastica (affidamento tramite bando di gara); SAD (fino a maggaio 2014)
Servizi gestiti direttamente dal Comune: tutti gli altri servizi sociali, compreso il SAD da maggio a dicembre
Iniziative/progetti di particolare rilievo
  Progetto di socializzazione degli anziani - durante 7 mesi (dicembre 2014-maggio 2015), il progetto ha proposto
   agli anziani di Campofelice di Roccella diverse attività di socializzazione: ginnastica; laboratori di supporto mul-
   timediatico, di riciclo e musicali; attività di socializzazione durante le feste da calendario. Il progetto ha avuto un
   costo di 12.000 euro e ha visto la partecipazione di 103 anziani/e.
  Centro diurno per disabili – il Comune si è proposto di creare un Centro diurno per i disabili attraverso l’uso del-
   la Villa Pio La Torre confiscata alla mafia. Il progetto ha un duplice obiettivo sociale: da un lato dare un chiaro se-
   gnale di lotta ad ogni forma di illegalità e messa a servizio della cittadinanza del bene, anziché lasciarlo divenire

BILANCIO SOCIALE 2014 DEL COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA                                                            23
esempio di abbandono da parte delle stesse istituzioni; e dall’altro offrire delle opportunità di inclusione sociale e
   socializzazione alle persone disabili. Nel 2014, il progetto è stato finanziato con 335.000 euro dalla Regione Sici-
   liana.
  Lotta alla dispersione scolastica – l’amministrazione ha messo a punto un intervento per combattere la disper-
   sione scolastica dei ragazzi/e tra i 16 e 18 anni. Utilizzando i ragazzi/e che stanno realizzando il servizio civile
   nell’ambito del progetto Girotondo, l’amministrazione mira a mettere a disposizione dei destinatari un servizio di
   post scuola. Tale servizio consiste nella messa a disposizione delle famiglie di questi/e ragazzi/e un volontario
   che potrà offrirle assistenza allo studio dopo scuola. Progettato nel 2013, il servizio è stato attuato all’inizio
   dell’anno scolastico 2’14/2015 e ha coinvolto 8 volontari del servizio civile e 10 bambini che usufruiscono quoti-
   dianamente del servizio dopo scuola.
  Tempo d’estate – progetto rivolto ai bambini/e ed ai genitori dopo la chiusura delle scuole (luglio-agosto 2014). Il
   progetto è stato realizzato in collaborazione con l’associazione Arte del Sorriso e con i volontari del servizio civi-
   le e ha coinvolto circa 70 bambini/e.
  Sostegno agli studenti universitari – Nel 2014 il Consiglio comunale ha approvato un regolamento comunale a
   sostegno degli studenti universitari attraverso la creazione di un capitolo di bilancio di 30.000 euro da dedicare
   agli studenti universitari. Attraverso l’erogazione di contributi a favore degli studenti universitari, il progetto si
   propone di sostenere i giovani a intraprendere e a continuare la loro carriera universitaria in un momento in cui
   l'istruzione è diventata un privilegio, visto i costi che le famiglie già dilaniate dalla crisi, devono sostenere. Il pro-
   getto prevede l’erogazione di un contributo pari a 1.000 euro per ciascun studente partecipante. Per poter perce-
   pire il contributi, ciascun utente dovrà prestare 200 ore di lavoro a favore del Comune. Il rapporto tra il Comune e
   lo studente che usufruisce di tali agevolazioni non si esaurisce con la prestazione di servizio. Il regolamento pre-
   vede, infatti, che al fine di riformare il sistema assistenziale, lo studente rimane obbligato nei confronti del Co-
   mune con una condizione sospensiva. Nel caso in cui il beneficiario delle misure di sostegno al reddito, a decor-
   rere dal conseguimento del titolo di laurea, entro due anni dovesse percepire un reddito stabile e superiore ad
   una certa soglia, dovrà porre in essere un’opera dell’ingegno o prestazione di servizio da concordare con
   l’amministrazione compatibilmente alle esigenze e le opportunità sia dell’ente sia del soggetto obbligato. Ciò
   sebbene comporti un impegno aggiuntivo per l’utente, è un ulteriore possibilità, per lo stesso, di effettuare
   un’esperienza lavorativa presso l’ente e contestualmente stabilire un contatto e una rete di conoscenze utile ai fi-
   ni dell’inserimento nel mondo del lavoro.
Oltre a questi progetti, nel 2014, il Comune ha promosso anche un progetto di tutela degli animali, in particolare
dei cani abbandonati. Il progetto prevede uno sgravio di 300 euro della TARES per qualsiasi cittadino che intende
adottare un cane abbandonato e custodito nei canili comunali. Il progetto ha un duplice obiettivo: da un lato miglio-
rare le condizioni di vita dei cani abbandonati e dall’altro ridurre la spesa comunale destinata ai canili che ammonta

24                                                       BILANCIO SOCIALE 2014 DEL COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA
annualmente a circa 40.000 euro.
Punti di forza, debolezza e prospettive di miglioramento

Il principale punto di forza consiste nell’interesse dell’amministrazione comunale ad investire nel sociale. Nono-
stante i tagli alle risorse dell’ente, il Comune ha mantenuto i servizi sociali, cercando anche di potenziarli attraverso
risorse proprie (si veda ad esempio il Fondo di Solidarietà, le borse studio erogate dal Comune o l’adozione del nuo-
vo regolamento comunale a favore degli studenti universitari).
La principale debolezza riguarda, infatti, i tagli alle entrate comunali dalla Regione e dello stato. Considerato
l’incremento continuo dei tagli alle entrate degli enti locali, l’amministrazione comunale mira a trovare modalità
diverse di gestione e organizzazione dei servizi sociali per assicurare lo stesso livello dei servizi con entrate
minori. Ad esempio, nell’ambito dei servizi sociali sono state avviate le procedure per l’adozione del sistema del
voucher e sono stati realizzati dei controlli più approfonditi sul reddito effettivo delle persone che fanno richie-
sta di assistenza sociale.
Inoltre, l’amministrazione mira anche a migliorare l’uso dei fondi strutturali/nazionali in questo ambito. Ad e-
sempio, nel 2013 sono stati presentati due progetti PAC: il PAC minori ha come obiettivo la scolarizzazione dei ra-
gazzi/e tra 24 e 36 mesi; il PAC anziani mira a incrementare l’assistenza agli anziani attraverso il potenziamento del
SAD e la creazione di un servizio di assistenza domiciliare integrata. Al momento i due progetti sono bloccati per
ragioni indipendenti dalla volontà e dall’azione dell’amministrazione comunale.

BILANCIO SOCIALE 2014 DEL COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA                                                           25
Area di intervento: Turismo, cultura e spor t
O b ie t t iv i / P r io r i tà
            Valorizzare il patrimonio e le tradizioni culturali del Comune di Campofelice di Roccella come leva di svilup-
             po economico e di miglioramento della qualità della vita dei cittadini
            Offrire a cittadini e turisti delle opportunità per passare il tempo libero
            Valorizzare le manifestazioni sportive organizzate nel Comune per incentivare il turismo sportivo
            Incentivare la pratica sportiva e sostenere le associazioni sportive del territorio
Azioni/interventi realizzati
Turismo e cultura
             Recupero e gestione del Castello la Roccia attraverso convenzione
             Organizzazione di eventi musicali, artistici e culturali in collaborazione con le associazioni del territorio:
              i) Festa della primavera che ha coinvolto 300 volontari e numerose associazioni del territorio per
              l’organizzazione di eventi artistici e culturali; ii) Festa dell’estate all’insegna della promozione del territorio,
              dei suoi talenti, delle sue tradizioni enogastronomiche e culturali, ma anche dell’apertura verso altri mondi;
              iii) Roccamaris: incontri d'estate al castello per la valorizzazione del territorio comunale partendo dal suo
              nucleo storico più importante, il Castello di Roccella
Sport: organizzazione di eventi sportivi in collaborazione con associazioni territoriali e nazionali; organizzazione
annuale della giornata dello sport; modernizzazione del campo calcistico Paolo Fazio; costruzione e manutenzione
degli impianti sportivi
Indicatori , anno 2014
Turismo e cultura
            9 alberghi con 1181 camere e 2135 posti letto; 2B&B e 4 agriturismi
            Festa della primavera: mostra itinerante “Infiorata” con 24.000 garofani utilizzati per la realizzazione di
             quadri infiorati sull’intero territorio comunale; mostra di antiquariato “I carretti Siciliani”; mostra artigianato
             e gastronomia; 5 concerti; 1 spettacolo di cabaret; giochi per bambini
            5 feste religiose: Festeggiamenti S. Giuseppe, Festa SS. Crocifisso, Festa S. Rosalia, Festeggiamenti natalizi
             (realizzazione di presepi e serate di degustazione; raffigurazione Natale e Beffana; filodiffusione vie e piaz-
             za)

26                                                             BILANCIO SOCIALE 2014 DEL COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA
   Festa dell’estate: 11 spettacoli musicali, di cui 2 di livello internazionale (primo Pre-
        mio internazionale per i giovani talenti del Jazz intitolato a Tony Scott e primo Folk Fe-
        stival internazionale Castrum Roccelae); 2 spettacoli di cabaret; 1 spettacolo folkloristi-
        co; diversi spettacoli di teatro, presentazioni di libri e laboratori per bambini
       Roccamaris: incontri d'estate al castello: 21 eventi culturali, musicali e teatrali organiz-
        zati all’interno del castello; 2700 le presenze registrate nei due mesi di eventi
       833 visitatori del Castello tra 13 luglio e 14 settembre 2014 di cui 129 residenti a Cam-
        pofelice di Rocella, 99 stranieri e 605 italiani residenti in altri comuni
       Apertura 7 giorni su 7 del Castello durante il periodo estivo con il coinvolgimento di vo-
        lontari e soci dell’Associazione SiciliaAntica
       Museo Targa Florio: mediamente circa 200 visitatori mensili
       Spesa totale sostenuta dal Comune nel 2014: 155.784 euro
Sport
       25.500 euro di contributi alle associazioni del territorio per l’organizzazione di manifestazioni sportive
       14.300 euro di contributi per l’organizzazione dei seguenti eventi sportivi: i) Torneo delle Madonie – torneo
        calcistico di grande rilevanza e storia per le Madonie; ii) 98esima tappa della Targa Florio – gara di rally di
        livello internazionale: 5000 presenze e 130 equipaggi partecipanti alla gara; iii) gara podistica; iv) gara
        motoristica di karting; iv) realizzazione del verde attrezzato (campo da tennis e giochi)
Stakeholders coinvolti
Associazioni territoriali culturali, sportive e religiose; Comitato per le feste religiose e per le manifestazioni artisti-
che
Modalità di gestione degli interventi realizzati
Il Castello Rocella è gestito tramite convenzione con l’associazione Sicilia Antica. Le manifestazioni culturali sono
organizzate sia in collaborazione con le associazioni del territorio attraverso affidamento diretto o convenzioni
Iniziative/progetti di particolare rilievo
Recupero e l’avvio di un percorso di valorizzazione del Castello (Torre) di Rocella
Fortemente voluto dall’amministrazione per restituire al territorio non solo un obiettivo turistico e culturale ma an-
che un frammento della propria storia. Il Castello è stato riaperto al pubblico il 13 luglio 2014, dopo la sottoscrizione
di una convenzione tra l’amministrazione comunale e l'Associazione SiciliAntica. Il Castello ha ospitato diverse mi-

BILANCIO SOCIALE 2014 DEL COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA                                                             27
gliaia di visitatori durante il periodo estivo, grazie anche all'organizzazione della I edizione di eventi culturali “Roc-
camaris. Incontri d'estate al Castello”. La manifestazione che mette al centro la storia e la cultura del territorio di
Campofelice di Rocella rientra in un più ampio percorso di valorizzazione del territorio comunale partendo dal suo
nucleo storico più importante, il Castello di Roccella.
Centro sportivo polifunzionale
Si tratta di un progetto estremamente rilevante per il miglioramento dell’infrastruttura sportiva del Comune e per in-
centivare la pratica dello sport. Il progetto, di un valore di 1.850.000 euro, è realizzato in collaborazione con il Prov-
veditorato delle Opere Pubbliche. I lavori in corso di realizzazione.
Punti di forza, debolezza e prospettive di miglioramento

 Punti di forza: sensibilità e impegno dell’amministrazione verso la valorizzazione delle risorse culturali e turistiche
del territorio; una forte collaborazione con le associazioni del territorio che consente alla cittadinanza ed ai turisti di
godere di un’ampia proposta di manifestazioni culturali, sportive e turistiche.
Punti di debolezza: riduzione delle risorse economiche a disposizione dell’amministrazione per poter investire nel
settore della cultura e del turismo
Prospettive di miglioramento: miglioramento dell’allestimento e dei servizi offerti dal Castello Rocella; una maggio-
re valorizzazione del Museo Targa Florio che rimane pressoché sconosciuto alla cittadinanza di Campofelice di Roc-
cella, mentre è un punto di attrazione per turisti esteri; valorizzazione della biblioteca comunale.

28                                                       BILANCIO SOCIALE 2014 DEL COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA
Puoi anche leggere