Regione Umbria: normativa in tema di servizi e politiche attive per il lavoro - Direzione Benchmarking e Relazioni Internazionali Banche Dati di ...

 
Regione Umbria:
 normativa in tema di
servizi e politiche attive
      per il lavoro

 Direzione Benchmarking e Relazioni Internazionali
           Banche Dati di ANPAL Servizi

                   Marzo 2019
PREMESSA

Per valorizzare il patrimonio di informazioni sulla legislazione regionale relativa alle politiche del
lavoro, ANPAL Servizi ha predisposto una scheda per ogni Regione e Provincia autonoma che,
aggiornata costantemente, dà conto della principale normativa nel contesto territoriale di
riferimento. Agli operatori territoriali viene anche messa a disposizione una serie di
approfondimenti realizzati da ANPAL Servizi sulle principali norme ed approfondimenti, a livello
nazionale, in materia di mercato del lavoro, per offrire un supporto operativo.

La scheda si articola quindi in tre sezioni che contengono la normativa di riferimento in materia di:

   Rete regionale dei Servizi per il lavoro, che offre un approfondimento sui sistemi territoriali dei
    Servizi per il lavoro.
   Politiche regionali del lavoro, sezione che include specifici riferimenti normativi circa le politiche
    del territorio, con riferimento alle tematiche di interesse alle Divisioni aziendali (SPL e
    Transizioni).
   Focus territoriali, dedicati a peculiari politiche/misure eventualmente promosse dalla Regione.

L’obiettivo è di mettere a disposizione in un unico prodotto le fonti di diritto per farne un valido
strumento di lavoro anche per gli operatori della Rete nazionale dei Servizi per le politiche del lavoro
e per quelli del Sistema nazionale di istruzione e formazione, oltre agli stakeholder del settore. Viene
dato conto in modo più approfondito, fornendo anche un abstract, della normativa dal 2015 ad oggi,
ossia dal periodo successivo al “Jobs Act” - Legge n. 183/14 e relativi Decreti attuativi. Per il periodo
pregresso sono indicati solo i riferimenti normativi.

Le schede sono predisposte dalle Banche Dati di ANPAL Servizi, in collaborazione con le Divisioni
Servizi per il lavoro e Transizioni di ANPAL Servizi. Ogni atto normativo proposto, prevede il relativo
link alla Banca Dati Normativa, le cui schede di riferimento contengono una breve sintesi del
documento a cui si aggiungono una serie di correlati e la sitografia. Le Banche Dati di ANPAL Servizi
hanno per oggetto le tematiche del lavoro e, complessivamente, consistono in oltre 22 mila
documenti, europei, nazionali, regionali. In quest’ultimo caso viene dato conto di Leggi, Delibere di
Giunta, Determine Dirigenziali. Si tratta pertanto di un repository regionale unico, per la quantità e
qualità della normativa e documentazione archiviata.

                                                                                                        2
APPROFONDIMENTI SULLA NORMATIVA DI RIFERIMENTO A LIVELLO NAZIONALE REALIZZATI DA
ANPAL SERVIZI

Legge di Bilancio 2019, 30 dicembre 2018, n. 145 – Sintesi in materia di lavoro. La Legge n.
145/18 definisce i contenuti della manovra annuale di finanza pubblica, al fine di conseguire gli
obiettivi programmati nella Nota di aggiornamento del DEF 2018.

DL 28 gennaio 2019, n. 4 su Reddito di Cittadinanza e pensioni. La nota approfondisce il Capo I,
inerente il Reddito di cittadinanza (RdC) istituito a decorrere dal mese di aprile 2019, quale
misura di politica attiva del lavoro a garanzia del diritto al lavoro e di contrasto alla povertà.

DL n. 87/18, coordinato con la Legge di conversione 9 agosto 2018 n. 96 “Decreto Dignità”. Il
Decreto Dignità ha l'obiettivo, con riferimento al mercato del lavoro, di contrastare il precariato
e la delocalizzazione delle aziende, nonché di offrire maggiori tutele ai lavoratori con contratto
a tempo determinato.

Contrasto alla povertà DLgs n. 147/17 e Legge di Bilancio 2018. Il DLgs n. 147/17 conclude il
percorso di attuazione del Reddito di inclusione (REI), la nuova misura unica di contrasto alla
povertà. Viene dato conto della Legge di Bilancio 2018 e del il DL 18 maggio 2018.

Il lavoro agile o smart working nella Pubblica Amministrazione. Viene dato conto della Direttiva
PCM 1° giugno 2017, n. 3. Vanno anche considerate la Legge n. 81/17 a la Circolare INAIL n.
48/17. Tali disposizioni si applicano infatti, in quanto compatibili, anche nei rapporti di lavoro
alle dipendenze delle PA.

Le politiche di istruzione e formazione in Europa – Indice guidato. Approfondimento sulla
principale normativa e documentazione, nell'ambito dell'UE relativa alle tematiche
dell'istruzione e della formazione, con l'obiettivo di offrire informazioni aggiornate
sull'evoluzione delle politiche e degli indirizzi in materia.

Contrasto al lavoro nero e al caporalato in agricoltura. Il documento si articola in tre parti: il
lavoro nero e il caporalato - principali aspetti; la principale normativa di riferimento; alcuni dei
principali provvedimenti regionali di contrasto al caporalato.

Il DLgs n. 150/15 Analisi della riforma dei servizi e delle politiche attive introdotta dal DLgs n.
150/15, a partire dalla novità dell’istituzione dell’ANPAL e con le integrazioni del “Correttivo
Jobs Act”.

I passi della riforma del mercato del lavoro. Mappa di tutti i provvedimenti attuativi del Jobs
Act (dai decreti attuativi alle norme di rango inferiore).

Gli accreditati ai Servizi per il lavoro in Italia. Il documento rappresenta una visione d’insieme
sui soggetti accreditati ai Servizi per il Lavoro in Italia

Legge 7 aprile 2014 n 56 c.d. Legge Delrio. Quadro della normativa e della documentazione di
attuazione delle disposizioni della Legge.

                                                                                                       3
RETE REGIONALE DEI SERVIZI PER IL LAVORO

 Servizi per il lavoro   DGR n. 25 del 15 gennaio 2018 “Approvazione schema di Convenzione
                         fra Regione Umbria e ANPAL Servizi S.p.A”. La Giunta Regionale, in data
                         15 gennaio 2018, approva lo schema di Convenzione sottoscritta con
                         ANPAL Servizi S.p.A. nella persona dell'Amministratore unico prof.
                         Maurizio Del Conte, al fine di realizzare e sviluppare, a livello territoriale,
                         le attività e le linee di intervento in essa delineate. Nello specifico, le Parti
                         hanno tenuto conto della normativa vigente e in particolare dell'Accordo
                         di Partenariato 2014-2020 tra l'Italia e la Commissione Europea con cui è
                         stata definita la strategia di impiego dei fondi strutturali europei per il
                         periodo 2014-2020 e in particolare l'O.T. 8 "Promuovere un'occupazione
                         sostenibile e di qualità e sostenere la mobilità dei lavoratori"; l'O.T. 9
                         "Promuovere l'inclusione sociale e lottare contro la povertà e qualsiasi
                         discriminazione"; l'O.T. 10 "Investire in istruzione, formazione e
                         apprendimento permanente"; l'O.T. 11 "Migliorare l'efficienza della
                         Pubblica Amministrazione".

                         Determina Dirigenziale n. 1315 8 febbraio 2018 “Approvazione
                         dell’avviso Crisi_Aziendali_2018 - Azioni di politica attiva del lavoro per
                         i lavoratori coinvolti in crisi aziendali, per i quali non si prospetta un
                         rientro in azienda, e in cassa integrazione guadagni straordinaria, del
                         territorio dell'area di crisi complessa Terni-Narni - Finanziato dal POR FSE
                         Umbria 2014-2020 Ob. Investimenti a favore della crescita e
                         dell’occupazione - Asse I Occupazione - Priorità di investimento 8.1 - R.A.
                         8.5 - Priorità di investimento 8.5 - R.A. 8.6 e della relativa modulistica”.

                         Determina Dirigenziale n. 9798 del 27 settembre 2017 “Approvazione
                         versione aggiornata ai fini della riapertura dell’Avviso pubblico per
                         l'erogazione di servizi alle imprese con piano di sviluppo occupazionale
                         anno 2016-2017 Cre.s.c.o. (Crescita, sviluppo, competitività,
                         occupazione) – POR Umbria FSE 2014-2020 Asse I Occupazione, P.I. 8.1
                         R.A. 8.5 e Asse III Istruzione e Formazione, P.I. 10.3 R.A. 10.4 e della
                         relativa modulistica”. Finalità dell'avviso è favorire la ripresa del sistema
                         produttivo regionale sostenendo le imprese che investono nella
                         realizzazione dei loro piani di sviluppo, incrementando l'occupazione e
                         migliorando l'efficacia e la qualità dei Servizi per il lavoro attraverso
                         interventi diretti dei Centri per l’Impiego e azioni congiunte con gli Enti di
                         Formazione accreditati.

                                                                                                             4
DGR n. 964 del 29 agosto 2017 “LR n. 11/03, Por Umbria FSE 2014-2020.
Programma delle politiche del lavoro 2016-2017: integrazione risorse e
indirizzi attuativi”. Tra le misure sono previste risorse per progetti
integrati per l'erogazione di servizi e strumenti in favore delle imprese
interessate da piani di sviluppo o di riconversione tecnologica e
organizzativa e con ampliamento dell'organico aziendale, attraverso
l'azione congiunta tra i Centri per l'Impiego e gli Enti di Formazione
accreditati.

DD n. 3011 del 29 marzo 2017 “Avviso per la presentazione delle
domande per l’accreditamento dei servizi per il lavoro e procedura
operativa prevista dalla DGR del 24 ottobre 2016, n. 1209”. L'avviso
pubblico specifica requisiti (giuridici, finanziari e strutturali), nonché le
modalità per l'accreditamento dei Servizi per il lavoro a livello regionale.

DGR n. 1355 del 21 novembre 2016 “Accordo per la gestione degli
ammortizzatori sociali in deroga anno 2016-2017 in conformità alla
Circolare del MLPS n. 34/16 a seguito dell’incontro con il partenariato
del 14 novembre 2016”. Relativamente ai residui delle risorse per la cassa
in deroga degli anni 2014-2015-2016, almeno un terzo siano destinati al
finanziamento di politiche attive rivolte, con particolare riguardo, alle aree
di crisi e alle zone colpite dal sisma e la restante parte per gli
ammortizzatori sociali in deroga.

DGR n. 1209 del 24 ottobre 2016 “Disciplina regionale per
l'accreditamento dei servizi per il lavoro”. La Giunta Regionale delibera
l'adozione del documento in oggetto, allegato alla presente delibera e
realizzato con il supporto di Italia Lavoro nell'ambito del Programma ACT
- Azioni di sostegno per l'attuazione sul territorio delle politiche del lavoro.

DGR n. 1168 del 17 ottobre 2016 “Definizione degli standard dei servizi
regionali per l'impiego in funzione delle novità introdotte dal DLgs n.
150/15. Modifiche ed integrazioni alla DGR 425/14”. L'attuale
ridefinizione dell'articolazione dei Servizi per il lavoro della Regione tiene
conto dell'evoluzione normativa ed in particolare della necessità di
recepire le indicazioni del DLgs n. 150/15 che ridefinisce i "livelli essenziali
delle prestazioni" che devono essere garantiti dalla Regione, per il tramite
delle strutture preposte, ossia i Centri per l'Impiego.

DGR n. 881 del 1 agosto 2016 “Disciplina regionale per l’accreditamento
dei servizi per il lavoro – Preadozione”. Il sistema di accreditamento
regionale, mantiene in capo alle strutture regionali dei servizi per

                                                                                   5
l'impiego un fondamentale ruolo di coordinamento e di regia della rete. I
soggetti accreditati svolgono le loro attività in raccordo con tali strutture
nell'attuazione delle politiche di intervento definite dalla Giunta regionale
e a completamento della gamma dei servizi erogati dai Centri per
l'Impiego.

DGR n. 882 del 1 agosto 2016 "Definizione degli standard dei servizi
regionali per l'impiego in funzione delle novità introdotte dal DLgs n.
150/15. Modifiche ed integrazioni alla DGR n. 425/14. Preadozione." La
Giunta delibera di preadottare il documento "Definizione degli standard
dei servizi regionali per l'impiego in funzione delle novità introdotte dal
DLgs n. 150/15" che si allega al presente atto costituendone parte
integrante e sostanziale (Allegato A).

Legge Regionale n. 10 del 2 aprile 2015 “Riordino delle funzioni
amministrative regionali, di area vasta, delle forme associative di
Comuni e comunali, conseguenti modificazioni normative”. La Legge è
finalizzata all’adeguamento del sistema amministrativo regionale e delle
autonomie locali ai principi di sussidiarietà, differenziazione e
adeguatezza. Inoltre, detta le norme in materia di riordino istituzionale
regionale, di ambiti territoriali e di società partecipate dalle province
nonché di soppressione delle unioni speciali di comuni.

                                 ARCHIVIO

DGR n. 425 del 15 aprile 2014 "Definizione degli standard dei servizi
regionali per l'impiego e della metodologia di calcolo delle relative unità
di costo standard."

DGR n. 1498 del 16 dicembre 2013 “Indirizzi per l’attuazione nel sistema
regionale dei servizi per l’impiego del D.lgs. n. 181/2000 e s.m.i.”.

DGR n. 1778 del 15 dicembre 2008 “Indirizzi per l’attuazione del sistema
regionale dei servizi per l’impiego del DLgs n. 181/00, recante
disposizioni per agevolare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro,
come modificato dal DLgs n. 297/02 e dalla Legge n. 296/06”.

Legge Regionale n.11 del 23 luglio 2003 “Interventi a sostegno delle
politiche attive del lavoro, modificazioni ed integrazioni della Legge
Regionale 25.11.98, n. 41 e disciplina del Fondo regionale per
l’occupazione dei disabili”.

                                                                                6
DGR n. 1706 del 4 dicembre 2002 “Masterplan dei Servizi per l’impiego
                      dell’Umbria”.

                      Delibera del Consiglio Regionale n. 792 del 21 febbraio 2000 "Piano
                      Regionale per il lavoro".

                      Legge Regionale n. 41 del 25 novembre 1998 "Norme in materia di
                      politiche regionali del lavoro e di Servizi per l'Impiego".

Agenzia Regionale DGR n. 721 del 29 giugno 2018 “Legge regionale n. 1/18, articolo 49, c. 7
per il Lavoro o Ente - Provvedimenti attuativi per l'operatività dell'Agenzia Regionale per le
similare             Politiche Attive del Lavoro (ARPAL Umbria)”. L'ARPAL Umbria, ente
                     pubblico strumentale della Regione, persegue obiettivi di gestione e
                     qualificazione dei servizi per il mercato del lavoro, l’apprendimento
                     permanente e la promozione dell’occupazione erogando servizi a tutti i
                     cittadini e i soggetti pubblici e privati.

                      LR n. 1 del 14 febbraio 2018 “Sistema integrato per il mercato del lavoro,
                      l'apprendimento permanente e la promozione dell'occupazione.
                      Istituzione dell'Agenzia regionale per le politiche attive del lavoro”. La
                      Legge istituisce, tra l’altro, l'Agenzia regionale per le politiche attive del
                      lavoro (ARPAL Umbria) quale ente strumentale competente soprattutto
                      nella gestione dei Centri per l’impiego.

                                                       ARCHIVIO

                      LR n. 10 del 2 maggio 2007 “Ulteriori modificazioni della Legge Regionale
                      25 novembre 1998 n. 41 (Norme in materia di politiche regionali del
                      lavoro e di servizi per l’impiego). Soppressione dell’Agenzia Umbria
                      Lavoro”.

                      LR n. 41 del 25 novembre 1998 “Norme in materia di politiche regionali
                      del lavoro e di servizi per l'impiego”.

                                                                                                       7
POLITICHE REGIONALI DEL LAVORO

Piano per il lavoro o Determina Dirigenziale n. 6837 del 29 giugno 2018 “Approvazione avviso
piano          target pubblico per la presentazione di azioni integrate in favore di giovani fino
rilevante             a 18 anni annualità 2018-2019 'IntegrAzioni Giovani 2018' - PON Iniziativa
                      Occupazione Giovani - Piano di attuazione Regione Umbria e POR Umbria
                      FSE 2014-2020 Asse III Istruzione e Formazione. Priorità di investimento
                      10.1 R.A. 10.1 e relativa modulistica”. L'avviso mira all'approvazione di
                      progetti integrati per percorsi formativi personalizzati di durata biennale, al
                      fine del conseguimento di qualifiche professionali nell'ambito dell'esercizio
                      del diritto-dovere di istruzione e formazione; promuove inoltre strumenti di
                      sostegno alla frequenza delle attività, attraverso azioni integrate di
                      orientamento educativo, recupero e sviluppo di competenze, sostegno
                      all'apprendimento, accompagnamento al lavoro.

                        DGR n. 964 del 24 luglio 2017 “LR n. 11/03, Por Umbria FSE 2014-2020.
                        Programma delle politiche del lavoro 2016-2017: integrazione risorse e
                        indirizzi attuativi”. Si dispone l'integrazione della dotazione finanziaria del
                        Programma delle Politiche del Lavoro 2016-2017, per complessivi 8,1
                        milioni di euro, in favore, tra gli altri, di progetti integrati per l'erogazione di
                        servizi e strumenti in favore delle imprese interessate da piani di sviluppo o
                        di riconversione tecnologica e organizzativa e con ampliamento
                        dell'organico aziendale, attraverso l'azione congiunta tra i Centri per
                        l'Impiego e gli Enti di Formazione accreditati.

                        DGR n. 849 del 24 luglio 2017. “Programma Operativo Nazionale per
                        l’attuazione della Iniziativa Europea per l'Occupazione dei Giovani.
                        Rimodulazione finanziaria”. La Delibera approva la rimodulazione
                        finanziaria a valere sui fondi YEI, derivante dalle economie verificatesi in
                        alcune delle misure previste dall'attuazione del Programma Garanzia
                        Giovani.

                        DGR n. 1643 del 28 dicembre 2016 “Adozione del Piano per la gestione
                        delle Azioni di Politica Attiva del Lavoro a valere sulle risorse di cui all’art.
                        44 c. 6 bis del DLgs n. 148/15 e smi”. Sono previsti pacchetti di strumenti
                        destinati a target diversi tra cui il “Pacchetto Adulti”, l’Avviso pubblico
                        “Cresco” e il Percorso ITS. La Regione Umbria intende utilizzare i residui di
                        cui all’ all’art. 44 c. 6bis del DLgs n. 148/15 e smi. sopra indicati, ad
                        incremento della dotazione finanziaria già prevista dalla DGR n. 833/16 e
                        smi.

                                                                                                          8
Determina Dirigenziale n. 7329 del 5 agosto 2016 “Avviso Programma
                       delle Politiche Lavoro 2016-2017”. La Regione Umbria intende dare
                       continuità al Programma Nazionale Garanzia Giovani con risorse del POR
                       FSE UMBRIA 2014-2020 e prevede altresì misure di politica attiva per
                       persone alla ricerca di lavoro da almeno 6 mesi che hanno almeno 30 anni.

                       DGR n. 905 del 27 luglio 2015 “PON YEI (Programma Operativo Nazionale
                       per l'attuazione dell'Iniziativa Europea per l'occupazione dei Giovani) -
                       Modifiche ed integrazioni al Piano esecutivo regionale di cui alla DGR n.
                       514 del 12/05/2014 e s.m.i.”. La Giunta regionale delibera di approvare le
                       modifiche/integrazioni riportate nel documento istruttorio e inserite nel
                       Piano esecutivo regionale che si ripropone nella versione consolidata
                       (Allegato A). Approva inoltre l'incremento della dotazione finanziaria
                       destinata alla misura 2A "Formazione per l'inserimento lavorativo" per euro
                       2.000.000 a valere sul POR FSE 2007-2013.

                                                       ARCHIVIO

                       DGR n. 514 del 12 maggio 2014 “PON YEI - Programma Operativo
                       Nazionale per l’attuazione dell’Iniziativa Europea per l’occupazione dei
                       Giovani - Piano di attuazione nazionale della garanzia per i giovani”.

                       LR 17 n. 17 del 17 settembre 2013 "Ulteriori modificazioni ed integrazioni
                       delle Leggi Regionali 21 ottobre 1981, n. 69 (Norme sul sistema formativo
                       regionale) e 23 marzo 1995, n. 12 (Agevolazioni per favorire l'occupazione
                       giovanile con il sostegno di nuove iniziative imprenditoriali)".

                       DGR n. 837 del 26 luglio 2011 “Piano operativo delle politiche per la
                       crescita e l'occupazione - Sezione 2: Programma annuale regionale per gli
                       interventi a sostegno del lavoro”.

                       Delibera del Consiglio Regionale n. 72 del 5 luglio 2011 “Piano triennale
                       2011/2013 per le politiche del lavoro - Art. 3 della LR 25/11/1998, n. 41 e
                       smi”.

                       Delibera del Consiglio Regionale n. 792 del 21 febbraio 2000 “Piano
                       Regionale per il lavoro”.

Politiche         di   DGR n. 1498 del 20 dicembre 2018 “Atto di programmazione delle risorse
reinserimento          del Fondo Nazionale Politiche Sociali, ex. art. 20 della Legge n. 328/00 -
lavorativo/contrasto   anno 2018 - e disposizioni”. La Giunta Regionale approva il riparto delle
crisi                  risorse del FNPS per l’annualità 2018, precisando che le stesse sono

                                                                                                9
assegnate ai Comuni capofila delle Zone sociali/Unione dei Comuni del
Trasimeno, per la gestione associata dei servizi e degli interventi sociali.

Determina Dirigenziale n. 5763 del 6 giugno 2018 “DGR n. 346/18 seduta
del 16 aprile 2018 - Dispositivo attuativo - Avviso 2018 per il finanziamento
di iniziative e progetti di rilevanza locale ai sensi dell’articolo 72 del
decreto legislativo 3 luglio 2017, n. 117 - Anno 2018 - Accordo di
programma per il sostegno allo svolgimento di attività di interesse
generale da parte di organizzazioni di volontariato e associazioni di
promozione sociale”. Si approva l'Avviso pubblico 2018 per il finanziamento
di iniziative e progetti di rilevanza locale promossi da parte di organizzazioni
di volontariato e associazioni di promozione sociale. In linea con gli obiettivi
individuati dall'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, i progetti da
finanziare devono concorrere al raggiungimento di una serie di obiettivi, tra
cui: un'educazione di qualità con opportunità di apprendimento per tutti,
una crescita economica duratura, un'occupazione e un lavoro dignitoso per
tutti.

Determina Dirigenziale n. 5482 del 31 maggio 2018 “Avviso pubblico
Post_Voucher_2018 - Concessione di aiuti per le assunzioni di soggetti già
assegnatari di voucher formativi ex DD n. 7329/16 Parte 3 - Incentivi
all'assunzione Pacchetto Giovani Pacchetto Adulti Finanziato dal POR FSE
Umbria 2014-2020 OB. Investimenti a favore della crescita e
dell’occupazione Asse I Occupazione - Priorità di investimento 8.2 - R.A.
8.1 - Azione 8.1.1 - Intervento specifico 8.1.1.6 - Scheda GE.O 6.1.3 Aiuti
all’assunzione - Priorità di investimento 8.1 - R.A. 8.5 - Azione 8.5.1 -
Intervento specifico 8.5.1.6 - Scheda GE.O 6.1.3 Aiuti all’assunzione”.
L'Avviso detta disposizioni per il finanziamento degli incentivi per le imprese
che assumono i soggetti giovani o adulti che, a seguito dell'assegnazione
della misura da parte dei Centri per l'impiego, siano stati assegnatari di un
voucher per la frequenza di corsi di formazione iscritti a Catalogo Unico
Regionale degli Apprendimenti per il conseguimento di una qualificazione o
di abilitazione professionale.

DGR n. 346 del 16 aprile 2018 “Approvazione Accordo di programma in
attuazione degli artt. 72 e 73 del Codice del Terzo Settore - Sostegno
regionale alle iniziative e progetti di rilevanza locale da parte di
organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale, Piano
operativo e linee guida”. Educazione di qualità, crescita economica
duratura, riduzione delle disuguaglianze e un mercato del lavoro per tutti
sono gli obiettivi principali da conseguire. La Giunta approva pertanto il
Piano operativo regionale, allegato alla presente Delibera, che prevede

                                                                            10
l'emanazione di un Avviso pubblico senza però specificare le aree prioritarie
di intervento, lasciando tale scelta ai potenziali beneficiari nelle relative
proposte progettuali.

LR n. 1 del 14 febbraio 2018 “Sistema integrato per il mercato del lavoro,
l'apprendimento permanente e la promozione dell'occupazione.
Istituzione dell'Agenzia regionale per le politiche attive del lavoro”. Il
dispositivo, tra gli ambiti di intervento previsti, prevede di affiancare gli
strumenti nazionali di sostegno al reddito con politiche attive che
favoriscano l'effettiva ricollocazione dei lavoratori tramite percorsi
personalizzati utili all'acquisizione di nuove competenze.

Determina Dirigenziale n. 1315 del 9 febbraio 2018 “Approvazione
dell’avviso Crisi_Aziendali_2018 - Azioni di politica attiva del lavoro per i
lavoratori coinvolti in crisi aziendali, per i quali non si prospetta un rientro
in azienda, e in cassa integrazione guadagni straordinaria, del territorio
dell'area di crisi complessa Terni-Narni - Finanziato dal POR FSE Umbria
2014-2020 Ob. Investimenti a favore della crescita e dell’occupazione -
Asse I Occupazione - Priorità di investimento 8.1 - R.A. 8.5 - Priorità di
investimento 8.5 - R.A. 8.6 e della relativa modulistica”. Obiettivo
dell'avviso è, tra gli altri, di incrementare e migliorare l'occupazione nel
territorio regionale attraverso un recupero occupazionale di lavoratori in
uscita dai contesti aziendali, valorizzando le competenze possedute dagli
stessi e riqualificandoli verso i profili ricercati dal mercato del lavoro.

Determina Dirigenziale n. 9798 del 27 settembre 2017 “Approvazione
versione aggiornata ai fini della riapertura dell’Avviso pubblico per
l'erogazione di servizi alle imprese con piano di sviluppo occupazionale
anno 2016-2017 Cre.s.c.o. (Crescita, sviluppo, competitività, occupazione)
– POR Umbria FSE 2014-2020 Asse I Occupazione, P.I. 8.1 R.A. 8.5 e Asse
III Istruzione e Formazione, P.I. 10.3 R.A. 10.4 e della relativa modulistica”.
Finalità dell'avviso è favorire la ripresa del sistema produttivo regionale
sostenendo le imprese che investono nella realizzazione dei loro piani di
sviluppo, incrementando l'occupazione e migliorando l'efficacia e la qualità
dei Servizi per il lavoro.

                                  ARCHIVIO

Modifica e integrazione degli Accordi Regione Umbria del 20/12/2012 e
del 22/03/2013 in materia di ammortizzatori sociali in deroga anno 2013

                                                                            11
Determina Dirigenziale n. 1785 del 26 marzo 2013 “Procedure per
                       l'autorizzazione degli ammortizzatori sociali in deroga anno 2013”.

                       Accordo di programma per la disciplina degli interventi di
                       reindustrializzazione delle aree coinvolte dalla crisi del gruppo Antonio
                       Merloni, del 18 ottobre 2012

                       DGR n. 1560 del 9 novembre 2009 “Approvazione definitiva del
                       Programma degli interventi per la gestione degli ammortizzatori sociali in
                       deroga e la gestione delle politiche attive del lavoro in attuazione
                       dell'Accordo Stato, Regioni e Province autonome del 12.02.2009,
                       preadottato con DGR 1114/09”.

Apprendistato,       DGR n. 202 del 25 febbraio 2019 “Disposizioni della Regione Umbria,
tirocini           e relative all’attuazione e svolgimento dei tirocini extracurriculari.
certificazione delle Recepimento delle 'Linee guida in materia di tirocini formativi e di
competenze           orientamento' adottate, nella seduta del 25 maggio 2017, dalla
                     Conferenza fra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e
                     Bolzano, in applicazione dell'art. 1, commi da 34 a 36, Legge 28 giugno
                     2012, n. 92". Viene tra l’altro disposto il monitoraggio dei tirocini da parte
                     della Regione, tramite report annuale, assieme alla reportistica di analisi
                     predisposta dal Ministero del Lavoro e dall'ANPAL, con il supporto di INAPP
                     e ANPAL Servizi.

                       DGR n. 1009 del 19 settembre 2018 “Programma annuale per il diritto allo
                       studio anno 2018”. Il Programma tiene conto dell'evoluzione del quadro
                       normativo a livello europeo e nazionale verso l'integrazione fra politiche
                       educative, formative e del lavoro.

                       DGR n. 51 del 30 agosto 2018 “DGR n. 816/18 - approvazione degli avvisi
                       'Elenco pubblico aperto degli operatori abilitati all'esercizio delle funzioni
                       a presidio dell'erogazione dei servizi di individuazione e validazione,
                       riconoscimento dei crediti formativi e certificazione delle competenze' e
                       Certificazione delle unità di competenza 'Esercitare l'accompagnamento
                       ed il supporto alla individuazione ed alla messa in trasparenza delle
                       competenze, ai sensi del Decreto MLPS 30 giugno 2015, anche al fine del
                       riconoscimento dei crediti formativi nella Regione Umbria' e 'Esercitare la
                       pianificazione e la realizzazione delle attività valutative ai sensi del
                       Decreto MLPS 30 giugno 2015, anche al fine del riconoscimento dei crediti
                       formativi nella Regione Umbria”. Funzioni dell'elenco pubblico, oggetto del
                       primo avviso allegato alla delibera di cui si tratta, è di assicurare il rispetto
                       del LEP e degli standard minimi di servizio per quanto concerne l'erogazione

                                                                                                    12
dei servizi di individuazione e validazione, riconoscimento dei crediti
formativi e certificazione delle competenze.

DGR n. 816 del 23 luglio 2018 “Disposizioni per l'abilitazione degli
operatori e la titolazione degli organismi all'esercizio delle funzioni a
presidio dell’erogazione dei servizi di individuazione e validazione e
certificazione delle competenze di cui al Decreto del Ministero del lavoro,
di concerto con il MIUR, 'Definizione di un quadro operativo per il
riconoscimento a livello nazionale delle qualificazioni regionali e delle
relative competenze, nell'ambito del Repertorio nazionale dei titoli di
istruzione e formazione e delle qualificazioni professionali di cui
all'articolo 8 del DL n. 13/13', del 30 giugno 2015, nonché per l’abilitazione
al riconoscimento dei crediti formativi”. Viene disposta l'istituzione di un
elenco pubblico, nel rispetto dei LEP e degli standard minimi di servizio
applicabili, degli operatori abilitati all'esercizio: delle funzioni di
accompagnamento e supporto all'individuazione e messa in trasparenza
delle competenze; della pianificazione e realizzazione delle attività
valutative, sia per il riconoscimento dei crediti formativi che per gli aspetti
di contenuto curriculare e professionale.

Determina Dirigenziale n. 3213 del 3 aprile 2018 “D.G.R. n. 810/2017 -
Avviso pubblico apprendistato_pro per l’offerta formativa regionale in
apprendistato professionalizzante: approvazione progetti e costituzione
della sezione apprendistato all’interno del CURA: rettifica D.D. n.
2947/2018”. Viene rettificata la Determina n. 2947/18 che, per mero errore
materiale relativo all'elenco dei progetti approvati per la costituzione della
sezione apprendistato del CURA ("Catalogo unico regionale dell'offerta di
apprendimento categoria offerta formativa ad accesso individualizzato"),
indicava delle sedi di erogazione delle attività formative non corrette.

DGR n. 842 del 25 luglio 2017 “Protocollo bilaterale Regione Umbria e
Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali sul progetto sperimentale
Azioni di accompagnamento, sviluppo e rafforzamento del sistema duale
nell'ambito del sistema dell'istruzione e formazione Professionale di cui
all'Accordo Stato Regioni del 24 settembre 2015: approvazione Linee di
indirizzo”. La Giunta Regionale delibera di avviare a partire dall'anno
scolastico 2016/2017 percorsi formativi triennali sperimentali nell'ambito
del sistema duale, individuando allo scopo specifici Organismi di
Formazione Professionale.

Determina Dirigenziale n. 6034 del 5 luglio 2016 “DGR n. 448/16 recante
Attuazione sperimentale della validazione delle competenze rivolta ai

                                                                           13
volontari del Servizio Civile svolto presso Enti accreditati di Servizio Civile
nazionale nell'ambito del PON IOG Garanzia Giovani – Piano di attuazione
regionale. Integrazione elenco ammessi”. Secondo quanto disposto dalla
DGR n. 448/16, la seguente Determina dispone l’Integrazione dell’elenco
ammessi alla validazione delle competenze.

Determina Dirigenziale n. 4755 dell’8 giugno 2016 “Attivazione dello
specifico percorso formativo di aggiornamento, rivolto agli iscritti
all'elenco regionale aperto degli operatori in possesso della competenza
certificata: "Esercitare le attività di assistenza al riconoscimento dei crediti
formativi ai sensi della DGR n. 1429/07 della Regione Umbria”, in
attuazione da quanto disposto con DGR n. 448/16”. La Determina avvia il
percorso il relativo formativo di aggiornamento rivolto agli iscritti all'elenco
regionale aperto degli operatori in possesso della competenza certificata
"tutor di credito".

Determina Dirigenziale. n. 4440 del 31 maggio 2016 “DGR n. 448/2016
recante “Attuazione sperimentale della validazione delle competenze
rivolta ai volontari del Servizio Civile svolto presso Enti accreditati di
Servizio Civile nazionale nell'ambito del PON IOG "Garanzia Giovani" –
Piano di attuazione regionale”. Determinazioni”. In ottemperanza a
quanto disposto dalla delibera in oggetto la Determina prevede due fasce
temporali per la presentazione delle istanze, la prima delle quali definita
entro il 17 giugno 2016, solamente per i giovani che hanno svolto tale
servizio presso Enti accreditati all'albo regionale.

Determina Dirigenziale n. 4118 24 maggio 2016 “Elenco Regionale aperto
per l'erogazione di offerta formativa nell'ambito dell'apprendistato
professionalizzante ex art. 44 del DLgs n. 81/15 - Aggiornamento elenco
dei soggetti erogatori”. Con la Determina di cui si tratta si procede
all'integrazione ed aggiornamento dell'Elenco regionale di soggetti
erogatori di offerta formativa.

DGR n. 448 del 26 aprile 2016 “Attuazione sperimentale della validazione
delle competenze rivolta ai volontari del Servizio civile svolto presso Enti
accreditati di Servizio civile nazionale nell’ambito del PON IOG Garanzia
Giovani - Piano di attuazione regionale”. Sono validabili esclusivamente le
competenze costituenti il profilo di certificabilità del progetto in cui il
richiedente ha operato in qualità di volontario.

Determina Dirigenziale n. 2549 del 1 aprile 2016 “Repertorio regionale
degli standard di percorso formativo: "Tecnico meccatronico delle

                                                                            14
autoriparazioni". Norma applicativa di quanto disposto nell'allegato B
punto C, §1 della D.G.R. 959/2014. Percorsi compensativi per responsabili
tecnici di imprese già iscritte nel registro delle imprese o nell'albo delle
imprese artigiane e abilitate alle attività di meccanica e motoristica o a
quelle di elettrauto”. Si approva lo standard formativo "Tecnico
meccatronico delle autoriparazioni”, inserendolo nei “Percorsi
compensativi per responsabili tecnici di imprese già iscritte nel registro delle
imprese o nell'albo delle imprese artigiane e abilitate alle attività di
meccanica e motoristica o a quelle di elettrauto", nel Repertorio regionale
degli standard di percorso formativo della Regione Umbria.

DGR n. 196 del 20 febbraio 2016 “Revisione dell'articolazione dei settori
dei Repertori Regionali degli standard professionali e formativi ed
approvazione di venti nuovi standard ai sensi della D.G.R. 51/2010
(Settori: Area comune; Servizi culturali e di spettacolo; Servizi di
distribuzione commerciale; Stampa ed editoria; Vetro ceramica e
materiale da costruzione; Tessile, abbigliamento, calzature e sistema
moda)”. I repertori regionali sono oggetto di un aggiornamento costante,
basato sull’andamento del mercato del lavoro e dell’economia locale e
sull’offerta e domanda formativa afferente al Catalogo unico regionale
dell'offerta formativa individuale. Viene pertanto approvato l'inserimento
nel Repertorio regionale dei profili professionali minimi di 20 nuovi standard
e dei relativi criteri di percorso formativo minimo.

DGR n. 1615 del 29 dicembre 2015 “Offerta formativa regionale in
apprendistato professionalizzante ex art. 44 DLgs n. 81/15 - Adeguamento
della disciplina regionale.” La DGR recepisce il DLgs n. 81/15, adegua la
disciplina regionale alle disposizioni nazionali e programmano l’offerta
formativa pubblica per l’acquisizione delle competenze di base e trasversali
nell’ambito dell’apprendistato professionalizzante.

DGR n. 1546 del 21 dicembre 2015 “Approvazione di otto nuovi standard
di profilo professionale e relativi standard di percorso formativo da
inserire nei Repertori regionali di cui alla D.G.R. 51/2010 (Settori: Legno e
Arredo; Meccanica; Produzioni alimentari; Distribuzione commerciale)”. I
repertori regionali sono oggetto di un aggiornamento costante, basato
sull'andamento del mercato del lavoro e dell'economia locale e sull'offerta
e domanda formativa afferente al Catalogo unico regionale dell'offerta
formativa individuale. Sono quindi approvati 8 standard minimi di profili
professionali con i relativi standard di percorso formativo ed il conseguente
inserimento nel Repertorio regionale.

                                                                            15
DGR n. 940 del 3 agosto 2015 “Approvazione standard di profilo
professionale "Operatore di nido familiare" e il relativo standard di
percorso formativo”.       La Giunta Regionale delibera di approvare
l'inserimento del Profilo professionale di "Operatore di nido familiare"
(Allegato A) nel Repertorio regionale dei profili professionali e del relativo
Standard di percorso formativo (Allegato B) nel Repertorio degli standard di
percorso formativo.

                                 ARCHIVIO

Determina Dirigenziale n. 8222 del 10 ottobre 2014 "Avviso pubblico
'Piano Esecutivo Regione Umbria Garanzia Giovani'. Parte I°: Catalogo
unico regionale dell'offerta formativa attivazione della categoria 'Tirocini
extracurriculari finanziati con risorse pubbliche' Sezione 'Garanzia
Giovani'. Parte II°: Attuazione della misura Tirocinio extracurriculare per
la Garanzia Giovani'".

DGR n. 597 del 26 maggio 2014 “Disciplina tirocini extracurriculari ai sensi
dell'art. 1, della LR n. 17 del 17 settembre 2013 e disposizioni organizzative
in materia di tirocini. Modifiche e integrazioni della Direttiva di attuazione
dei tirocini extracurriculari”.

Determina Dirigenziale n. 10424 del 23 dicembre 2013 "Approvazione del
modello della Convenzione di tirocinio extracurriculare e dei modelli di
Progetto formativo ai sensi della 'Direttiva di attuazione dei tirocini
extracurriculari (art. 1, L.R. 17/09/2013, n. 17)".

DGR n. 168 del 8 febbraio 2010 "Approvazione dell'aggiornamento del
Repertorio regionale dei profili professionali".

DGR n. 51 del 18 gennaio 2010 "Approvazione della Direttiva sul sistema
regionale degli standard professionali, formativi, di certificazione e di
attestazione".

                                                                          16
FOCUS REGIONALI

Norme in materia di DGR n. 581 del 4 giugno 2018 “Avviso pubblico per la presentazione
transizione al lavoro dell'offerta formativa relativa a percorsi di istruzione e formazione
                      professionale con sperimentazione del Sistema Duale di cui alle Leggi
                      regionali n. 30/13 e n. 20/17: approvazione scheda di sintesi”. Si
                      propone di integrare la programmazione dei percorsi di IeFP con quella
                      del Sistema Duale, avviando, conseguentemente, in via sperimentale, a
                      partire dall’anno formativo 2018/2019, percorsi triennali di IeFP
                      comprensivi della sperimentazione duale per il conseguimento della
                      qualifica triennale.

                       LR n. 20 del 28 dicembre 2017 “Modificazioni ed integrazioni a leggi
                       regionali e ulteriori disposizioni”. Il dettato normativo interviene
                       modificando e/o integrando precedenti disposizioni regionali. Riguardo
                       l'alternanza scuola-lavoro, introduce percorsi di durata triennale
                       nell'ambito del Sistema Duale presso gli organismi di formazione
                       professionale accreditati con il conseguimento dell'attestato di qualifica
                       rilasciato al termine del terzo anno.

                       DGR n. 842 del 25 luglio 2016 “Protocollo bilaterale Regione Umbria e
                       Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali sul progetto sperimentale
                       Azioni di accompagnamento, sviluppo e rafforzamento del sistema
                       duale nell'ambito del sistema dell'istruzione e formazione
                       Professionale di cui all'Accordo Stato Regioni del 24 settembre 2015:
                       approvazione Linee di indirizzo”. La Giunta Regionale delibera di avviare
                       a partire dall'anno scolastico 2016/2017 percorsi formativi triennali
                       sperimentali nell'ambito del sistema duale, individuando allo scopo i
                       seguenti Organismi di Formazione Professionale: Associazione Cnos FAP
                       Regione Umbria-Sede di Perugia, Università dei Sapori, Associazione
                       Cnos FAP Regione Umbria-Sede di Foligno.

                       DGR n. 377 dell’11 aprile 2016 “Approvazione dello schema di accordo
                       quadro per la diffusione e l’implementazione di buone pratiche di
                       alternanza scuola-lavoro tra Ufficio Scolastico Regionale per l’Umbria,
                       Regione Umbria, Università degli Studi di Perugia e Confindustria
                       Umbria”. Le parti si impegnano ad operare congiuntamente per il
                       raccordo e l’intermediazione tra scuole, università e imprese al fine di
                       facilitare la nascita e la diffusione di progetti di collaborazione che
                       prevedano attività di orientamento e percorsi di alternanza nella
                       Regione.

                                                                                               17
Determina Dirigenziale n. 5240 del 17 luglio 2016 “DD 4087/16 - DGR
n. 377/16. “Accordo quadro per la diffusione e l'implementazione di
buone pratiche di alternanza scuola-lavoro tra Ufficio Scolastico
Regionale per l'Umbria, Regione Umbria, Università degli studi di
Perugia e Confindustria Umbria. Approvazione Avviso sperimentale.
Esiti valutazione”. Viene approvata la graduatoria delle domande
valutate, nonché la ripartizione dei posti riferibili ai percorsi di alternanza
scuola-lavoro da assegnare alle Istituzioni scolastiche.

                                                                             18
Puoi anche leggere
DIAPOSITIVE SUCCESSIVE ... Annulla