Organizzazione prove INVALSI 2018 - 21 marzo 2018

 
AUTONOME PROVINZ BOZEN - SÜDTIROL                                                       PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE
                             Landes-Evaluationsstelle für das italienischsprachige     Servizio provinciale di valutazione per l'istruzione e la formazione in lingua
                                                                  Bildungssystem       italiana

                                                              Organizzazione
                                                            prove INVALSI 2018

                                                                              21 marzo 2018

Servizio.valutazione[at]provincia.bz.it
Le prove INVALSI 2018, classi campione

                                         2
Le prove INVALSI 2018, le finestre temporali per le prove CBT

Livello 8, periodo di somministrazione classi NON
campione, dal 4 al 21 aprile 2018. Finestra di recupero
e privatisti, dal 23 al 28 aprile 2018

Livello 10, periodo di somministrazione classi NON
campione dal 7 al 19 maggio 2018.

                                                                  3
Livello 8 (terza media)

L'Osservatore esterno opera in stretto contatto con chi organizza le prove
(Dirigente o Insegnante delegato), poiché cambia completamente l'a
modalità di somministrazione. Il protocollo prevede che sia il Dirigente
scolastico a contattare l'Osservatore, ma comunque è dovere
dell'Osservatore essere pro-attivo in caso contrario.

Ogni scuola può infatti organizzare la somministrazione in più turni
nell'arco delle 3 giornate (dipende dalla disponibilità dei pc e della banda
per la connettività, e dal numero di studenti), sia al mattino sia al
pomeriggio.

L'Osservatore non sostituisce la figura del somministratore, ma la affianca
nelle procedure di distribuzione e ritiro dei talloncini con le password, nel
far accomodare gli studenti davanti al PC, nel redigere appositi verbali
secondo i fac-simile, che saranno disponibili       sul sito INVALSI entro il
03.04.2018

Grande importanza assume la figura del somministratore, che a
discrezione del Dirigente può essere lo stesso in tutte le giornate di
somministrazione oppure cambiare da una giornata all’altra o
anche all’interno della stessa giornata      se la classe è
                                                                                4
suddivisa in due o più gruppi.
Livello 8 (terza media)

        Cosa deve fare la scuola nei giorni precedenti la somministrazione?

        Nei due       giorni precedenti al l primo giorno di
        somministrazione nell’area riservata del    Dirigente scolastico è
        disponibile per essere stampate l’elenco studenti per la
        somministrazione.

        Per ciascun allievo l’elenco studenti per la       somministrazione contiene:
        – Nome e cognome
        – Mese e anno di nascita
        – Genere
        – UserName
        – Password d’Italiano
        – Password di Matematica
        – Password d’Inglese       (lettura)
        – Password d’Inglese       (ascolto)

NB: che a nessuno venga l'idea di provare un accesso prima delle date stabilite
per le singole prove, poiché invaliderebbe la prova per lo studente associato e si
configurerebbe come atto giuridicamente rilevante.
                                                                                        5
Livello 8 (terza media)

Cosa deve fare la scuola nei giorni precedenti la somministrazione?

La scuola dovrà quindi predisporre per ogni classe, (da consegnare ai somministratori 45
minuti prima di ogni prova, alla presenza dell'Osservatore primo giorno e 2 seguenti):

1) Una busta chiusa, contrassegnata con il codice meccanografico del plesso e la lettera o
dicitura della Sezione della classe interessata, contenete l’elenco studenti per la
somministrazione per ciascuna disciplina (Italiano, Matematica, Inglese lettura, Inglese
ascolto) e le loro credenziali (vedi slide precedente)

2) Una busta, contrassegnata con il       codice meccanografico del plesso e la lettera o
dicitura della Sezione della classe interessata, in   cui al termine della        prova
INVALSI CBT possano essere riposte le credenziali eventualmente non              utilizzate e
l’elenco studenti per la somministrazione per le discipline ancora da svolgere.

3) Per ogni prova: un elenco nominativo degli         studenti che sostengono quella      prova
    CBT, predisposto con le colonne per contenere:
    1. Tipologia di prova (Italiano, Matematica, Inglese lettura, Inglese ascolto)
    2. data di svolgimento della prova
    3. ora d’inizio della prova di ciascun allievo
    4. ora di fine delle prova di ciascun allievo
    5. firma dell’allievo
    6. firma del somministratore della prova                                                6
Livello 8 (terza media)

Cosa succede il giorno della somministrazione?
Fase iniziale della consegna del materiale per la somministrazione

45 minuti prima del primo turno di somministrazione, per ognuna delle 3 giornate di
somministrazione, il dirigente o Insegnante delegato convoca:
a. l’osservatore esterno
b. il docente somministratore

Consegna al docente somministratore i 3 documenti descritti nella slide n 6.

L'Osservatore esterno constata che la busta chiusa contente l’elenco            studenti per
la somministrazione è chiusa e redige apposito verbale, il cui fac-simile sarà scaricabile in
tempo utile dal sito INVALSI.

Somministratore e Osservatore si spostano quindi nell'aula computer, dove dovranno trovare
tutti i pc accesi e predisposti (è auspicabile che una/un insegnante competente si occupi di
controllare la parte tecnica e sia reperibile durante le prove).

Su ogni postazione dovrà essere attivo il link su cui gli studenti dovranno inserire le   7
credenziali, disponibile nell'area riservata della scuola dal giorno prima.
Livello 8 (terza media)

Cosa succede il giorno della somministrazione?
Fase preparatoria in aula computer

Il Somministratore e l'Osservatore aspettano gli studenti nell'aula. Li fanno accomodare
ognuno davanti alla propria postazione.

Aprono la busta delle credenziali (Punto 1 slide 6).

Il Somministratore e l'Osservatore ritagliano i talloncini con le credenziali per la prova da
svolgere di ciascuno studente presente.

Il Somministratore ripone i talloncini non utilizzati nella busta apposita (Punto 2 slide 6).

Il Somministratore, aiutato dall'Osservatore, distribuisce agli allievi le credenziali per
lo svolgimento della       prova INVALSI CBT d’Italiano e li invita a non utilizzarle prima di
aver ascoltato bene le istruzioni.

                                                                                            8
Livello 8 (terza media)

Cosa succede il giorno della somministrazione?
Durante la prova

Il Somministratore ricorda agli studenti che:
a. possono usare carta e penna per i loro appunti;
b. dovranno consegnare eventuali appunti al termine della prova;
(il Somministratore provvederà subito a distruggerli. L'Osservatore vigilerà che questo
accada).
c. il tempo complessivo di svolgimento della          prova INVALSI CBT d’Italiano è
definito alla piattaforma;
d. una volta chiusa la prova INVALSI CBT d’Italiano (o che il tempo sarà scaduto) non
sarà più possibile accedere nuovamente alla prova stessa.
Raccomandazione: dire agli studenti che in caso di blocco del pc o disconnessione dalla rete
avvertano subito.
La prova viene “congelata” nella sua forma e nella durata per 10 minuti su server.
In caso di blocco più lungo si provvederà con apposito verbale, e il Dirigente scolastico
dovrà chiedere all'INVALSI la possibilità di far sostenere la prova di nuovo, dichiarando
sotto la propria responsabilità che si tratta di guasto tecnico non prevedibile e non
                                                                                          9
imputabile a manomissione dello studente.
Livello 8 (terza media)

Cosa succede il giorno della somministrazione?
Dopo il turno della prova

Al termine della prova INVALSI CBT ciascuno studente si reca dal Somministratore.
Ciascuno studente firma l’elenco (Punto 3 slide 6) , compilato via via Somministratore
durante le fasi di svolgimento della prova.
Ciascuno studente riconsegna al docente somministratore il talloncino con le proprie
credenziali. Il talloncino deve essere firmato dall’allievo stesso e controfirmato dal
Somministratore. Deve anche riconsegnare eventuali appunti cartacei.
Il Somministratore, aiutato dall'Osservatore, ripone all’interno della busta
 (Punto 2 slide 6) tutti i talloncini, firmati e controfirmati, controfirmati e l’elenco (Punto 3
slide 6) , sottoscritto da tutti gli allievi presenti durante il turno di somministrazione.

Raccomandazioni (superflue?): le prove devono svolgersi in silenzio. Né il somministratore
né l'Osservatore possono aiutare lo studente con spiegazioni sul contenuto o l'interfaccia
della prova. Unica cosa possibile: invitare a rileggere attentamente. Se uno studente finisce
in anticipo la prova, e manifesta nervosismo che può distrarre gli altri compagni, è
possibile anticipare per lui la procedura di riconsegna dei talloncini e può uscire dall'aula.
Va vigilato attentamente affinché nessun dispositivo personale atto ad acquisire foto o10per
la comunicazione sia utilizzato. Per la prova di matematica è presente la calcolatrice.
Livello 8 (terza media)

Cosa succede il giorno della somministrazione?
Turni ulteriori e riconsegna al Dirigente o Insegnante delegato

Possono determinarsi 3 situazioni:

Se è previsto un altro turno di studenti immediatamente successivo, Somministratore e
Osservatore procedono nella stessa aula all'accoglienza degli studenti in analogia con
quanto già detto nelle slide 8 e 9;

Se è previsto un altro turno di studenti, ma non immediatamente successivo (al pomeriggio),
Somministratore e Osservatore chiudono la busta (Punto 2 slide 6) , appongono le proprie
firme, depositano presso il Dirigente o Insegnante delegato. La procedura per la riconsegna
al turno successivo (pomeriggio) procederà come descritto nelle slide 7, 8, 9.

Se è previsto un unico turno di studenti, la giornata di prova è conclusa. Somministratore e
Osservatore chiudono la busta (Punto 2 slide 6) , appongono le proprie firme, depositano
presso il Dirigente o Insegnante delegato.

Verrà redatto dall'Osservatore un apposito verbale di riconsegna.
                                                                                         11
Nota rispetto agli alunni leggi 104 e 170

Ai sensi       dell’art. 11 del D. Lgs. 62/2017 l’attribuzione     di misure
dispensative/compensative è             riservata   solo a:
1. allievi con disabilità certificata aisensi     della   legge n. 104/1992 (art.11,
comma 4 del D. Lgs. 62/2017), di seguito DVA (Diversamente Abili);
2. allievi con disturbi specifici di apprendimento certificati  ai sensi  della legge
n.170/2010 (art.11, comma 9 del D. Lgs. 62/2017), di seguito DSA;

Tutte le altre tipologie di allievi con Bisogni educativi speciali (BES) svolgono le prove
INVALSI      computer       based      (CBT)    standard,    SENZA        alcuna    misura
dispensativa/compensativa.

L’attribuzione    di misure dispensative/compensative è competenza e
responsabilità del Dirigente       scolastico, che ha provveduto entro il giorno 9
marzo con la validazione dell'elenco studenti.

                                                                                       12
Tipologia di strumenti compensativi e misure dispensative per alunni leggi 104 e 170

               Alunni con DSA                                                    Alunni 104

Gli allievi     DSA svolgono le prove             La certificazione di competenza
INVALSI CBT con l’eventuale adozione              INVALSI (art. 9, comma 3, lettera f
delle      misure compensative elencate           del D. Lgs. 62/2017) è rilasciata solo
nell’Elenco studenti elettronico.                 nel caso in cui l’allievo svolga la
Ai sensi dell’art. 11, comma 14 del D. Lgs.       prova     INVALSI CBT con l’eventuale
62/2017, e se previsto dal PDP, gli allievi DSA   indicazione di una o più delle
certificati dispensati dalla prova scritta (di    seguenti misure compensative :
scuola) di lingua straniera oppure esonerati      – donatore di voce
dall’insegnamento della lingua straniera NON      – tempo aggiuntivo
sostengono la prova INVALSI CBT d’Inglese         La certificazione di competenza
(cioè non svolgono né la parte di ascolto né      INVALSI non è rilasciata nei casi di
quella di lettura).                               esonero o svolgimento in formato per
Conseguentemente l’alunno NON riceve la           sordi    o   Braille di una o più prove
certificazione INVALSI relativa alla prova di     INVALSI.
Inglese.
                                                  http://www.provincia.bz.it/servizio-valutazione-italiano/download/indicazioni_dv
                                                  a_dsa_elenco_studenti_elettronico_g8.pdf

                                                  Se previsto dal PEI, l’utilizzo del dizionario e della calcolatrice personali
                                                  dell’allievo può essere previsto senza comunicazione di tale misura compensativa
                                                  all’INVALSI.

                                                                                                                                     13
Livello 8 (terza media)

L'alunno DVA nella prova CBT

1. svolge regolarmente le prove INVALSI CBT nel loro formato standard
2. svolge le prove INVALSI CBT con l’ausilio di misure compensative
3. non svolge le prove INVALSI CBT

Nei casi 1 e 2     la piattaforma presenta automaticamente all’allievo la prova INVALSI CBT
conforme e lo studente svolge la prova in autonomia.
Nel caso 3 l'alunno non è presente nell'elenco studenti e:
In base a quanto stabilito nel suo PEI, l’allievo può svolgere una prova (cartacea o computer
based) predisposta dalla scuola oppure non svolge alcuna prova.
In base alla valutazione del Consiglio di classe, l’allievo disabile può essere presente nell’aula
in cui si svolgono le prove INVALSI CBT. L’eventuale presenza del docente di sostegno deve
essere organizzata in modo tale che essa non interferisca in alcun modo con la
somministrazione delle prove CBT degli altri allievi della classe.

NB: La certificazione di competenza INVALSI (art. 9, comma 3, lettera f del D. Lgs. 62/2017) é
rilasciata solo nel caso donatore di voce e tempo aggiuntivo. Se previsto dal PEI, l’utilizzo del
dizionario e della calcolatrice personali dell’allievo può essere previsto senza comunicazione di tale
misura compensativa all’INVALSI. Non è rilasciata nei casi di esonero o svolgimento in formato per 14
sordi o Braille di una o più prove INVALSI.
Livello 8 (terza media)

L'alunno DSA nella prova CBT

1. svolge regolarmente le prove INVALSI CBT nel loro formato standard
2. svolge le prove INVALSI CBT con l’ausilio di misure compensative
3. non svolge leprove INVALSI CBT Inglese, lettura e/o ascolto (come da PDP)

Nei casi 1 e 2      la piattaforma presenta automaticamente all’allievo la prova INVALSI CBT
conforme e lo studente svolge         la prova con il donatore di voce, ovvero per ogni
schermata della prova sarà disponibile un pulsante con la scritta Text to speech che, attivato,
evidenzierà il testo e lo leggerà.
L'allievo avrà diritto anche a tempo aggiuntivo di 15 minuti.

Nel caso 3 l'alunno non è presente nell'elenco studenti durante le prove di Inglese.

La certificazione di competenza INVALSI (art. 9,     comma 3,      lettera f    del D. Lgs.
62/2017) non è rilasciata nei casi di esonero.

                                                                                          15
Nota MIUR n. 2936/2018
Indicazioni per lo svolgimento delle prove INVALSI - Classi III secondarie di primo grado

 “Si richiama l’attenzione dei Dirigenti scolastici affinché esercitino la massima
 attenzione nell’attribuzione delle predette misure dispensative o degli strumenti
 compensativi, anche in considerazione del loro riflesso sulla certificazione delle
 competenze rilasciata dall’INVALSI ai sensi dell’art. 9, comma 3, lettera f) del decreto
 legislativo n. 62/2017.

 Si fa infatti presente che gli alunni dispensati da una o più prove INVALSI, o che
 sostengono una o più prove differenziate in forma cartacea, secondo quanto
 previsto dal consiglio di classe, non riceveranno la relativa certificazione delle
 competenze da parte di INVALSI.

 In tali casi, sarà cura del consiglio di classe integrare, in sede di scrutinio finale, la
 certificazione delle competenze rilasciata dalla scuola con puntuali elementi di
 informazione.”

                  https://invalsi-areaprove.cineca.it/docs/2018/MIUR_AOODGOSV_REGISTRO_UFFICIALE_20_02_2018.pdf

                                                                                                                  16
Livello 8 (terza media)

Alunni assenti

Gli alunni assenti durante le singole prove CBT delle classi campione potranno recuperare
una o più prove mancanti insieme alle classi non campione, durante la finestra di
somministrazione entro il 21 aprile. Gli alunni non sono più inseriti nel campione.

Se l'assenza dell'alunno della classe campione (o non campione) si protrarrà potrà sostenere
le prove durante la sessionesuppletiva (dal 23 al 28 aprile).

Se nella scuola non sono presenti classi NON campione (nelle sezioni uniche delle nostre
scuole di Bolzano), l’allievo assente a una o più prove INVALSI CBT potrà
recuperare le prove non svoltedurante la sessione suppletiva (dal 23 al 28 aprile).

Una nota specifica sulla sessione suppletiva delle prove         INVALSI CBT per la III
secondaria di primo grado sarà disponibile sul
sito INVALSI dal 31 marzo 2018.

                                                                                       17
Livello 8 (terza media)

In generale si raccomanda alla scuola di :

●   stabilire quali sono i pc dedicati alle prove, e non improvvisare spostamenti il giorno della
    somministrazione;
●   controllare il funzionamento dei pc dedicati alle prove, la loro configurazione, la presenza
    di browser compatibili (MAI usare Explorer o Edge per tutte le funzioni INVALSI; anche
    quelle di segreteria o di trasmissione dati), il funzionamento dell'audio attraverso le
    cuffie, in quantità sufficiente;
●   far sostenere agli studenti le simulazioni, soprattutto della prova di inglese, sia per abituarli
    all'interfaccia e al format della prova, sia per controllare il funzionamento dei pc.

Sarebbe opportuno che i computer configurati e predisposti non venissero utilizzati per altre
attività, per evitare che gli studenti possano configurare l'audio … in modo creativo e
imprevedibile.

Non è proibito usare la rete scolastica durante le somministrazioni per altre attività
didattiche o amministrative , ma va usato il buon senso: se la banda di rete è debole, e altri
accedono, è chiaro che la prova potrebbe risentirne.
                                                                                               18
La prova di Inglese nella classe V primaria

Per la prima volta viene indagata la comprensione della lettura (reading) e
dell’ascolto (listening) della lingua Inglese, in base alle Indicazioni nazionali                         per
il curricolo e riferita al livello A1 del QCER.

La somministrazione cartacea è prevista il 3 maggio 2018.

Non solo il contenuto della prova ma anche tutte le istruzioni saranno in Inglese,
formulate con una terminologia e una modalità corrispondente al livello A1 del
QCER.

Sono da tempo disponibili sul sito Invalsi alcuni sample della prova. I sample sono
rappresentativi delle diverse tipologie di compito (task) e non di una specifica prova.

Le prove INVALSI saranno composte da alcuni task selezionati tra le tipologie proposte
a titolo di esempio.

Si raccomanda la lettura di
https://invalsi-areaprove.cineca.it/docs/2018/esempi_inglese/066_Introduzione_Esempi_di_lettura_e_ascolto.pdf19
La prova di Inglese nella classe V primaria

Struttura della prova del 3 maggio 2018

Parte 1, comprensione della lettura (reading):
Durata: 30 minuti + eventuale tempo aggiuntivo (DVA o DSA) di 15 minuti
Composta da 4 compiti (task)

Parte 2, comprensione dell’ascolto (listening):
Durata: 30 minuti + eventuale tempo aggiuntivo (DVA o DSA) di 15 minuti
Composta da da 4 compiti (task)

Ogni task è formato da un testo della lunghezza massima di 110 parole o da un brano
audio di massimo 2 minuti con domande di comprensione (da un minimo di 3 a un
massimo di 8);
NB: le istruzioni sono in Inglese ma sono standardizzate:    ogni    tipologia    di
task, sia di reading sia di listening, è accompagnata        da istruzioni che
hanno sempre la stessa formulazione (vedi esempi INVALSI)

                                                                                   20
La prova di Inglese nella classe V primaria

Cosa deve predisporre la scuola prima della prova

È necessario che la scuola predisponga un un numero sufficiente, pari al numero delle classi
V e di alunni DVA/DSA, di dispositivi per la riproduzione di file mp3, (formato utilizzato e
scaricabile per la prova di ascolto), su cui è possibile caricare il file via USB e che ne verifichi
la qualità della riproduzione in ogni classe V. E, chiaramente, delle memorie esterne.

È importante che agli alunni di V siano proposte simulazioni utilizzando gli esempi disponibili
sul sito INVALSI. Sono presenti in rete internet alcuni esempi di case editrici che potrebbero
essere fuorvianti, si prega di non tenerne conto.

Il Dirigente deve predisporre le nomine per i docenti Somministratori e per la figura
opzionale del docente Collaboratore alla somministrazione. (NEWS)

La scuola deve prevedere il calendario delle “correzioni” delle prove, in base alla griglia di
correzione già disponibile nell’area riservata della scuola il giorno 3 maggio 2018 alle ore 12.

NB: si ricorda a questo proposito che per quanto riguarda la trasmissione dei risultati tutte
le classi, con Osservatore e senza, per la nostra provincia seguono il calendario delle classi
campione. Questo per tutte le prove cartacee di seconda e quinta primaria. Quindi       21 le

“correzioni” vanno previste e calendarizzate a ridosso delle prove.
La prova di Inglese nella classe V primaria

Alunni DVA e DSA nella prova di Inglese classe V

Gli allievi disabili svolgono le prove INVALSI, inclusa quella d’Inglese    (art. 11, c. 4
del D. Lgs. 62/2017 e nota MIUR 1865 del 10.10.2017).

Se previsto dal PEI o dal PDP, sono possibili:

Strumenti compensativi
Prova di lettura: + 15 minuti e file audio .Mp3
Prova di ascolto: file audio .Mp3 specifico con un terzo ascolto per ogni task, +15
mnuti

Misure dispensative
Esonero dall’intera prova
O da una delle due parti

Per tutte le altre tipologie di BES la prova di Inglese non prevede misure e strumenti.

                                                                                             22
La prova di Inglese nella classe V primaria

La prova INVALSI d’Inglese si svolge il 3 maggio 2018 come segue:

1) dalle ore 7.45 disponibilità per il download nell’area riservata alla segreteria:
●      del file audio standard (unico) in formato .mp3, cosiddetto sound file, per la
  sezione di ascolto (listening)
●      donatore di voce riservato agli allievi disabili o DSA su file audio in formato
  .mp3 per la sezione di lettura (reading)
●      del file audio riservato agli allievi disabili o DSA (unico) in formato .mp3,
  cosiddetto sound file, per la sezione di ascolto (listening)
2) ore 9.00 inizio della prova (reading):
●      durata effettiva sezione reading: 30 minuti + eventuale tempo aggiuntivo (allievi
  disabili o DSA) 15 minuti
3) ore 10.00-10.15 pausa
4) ore 10.15 inizio della prova di ascolto (listening)
●      durata effettiva sezione listening: 30 minuti + eventuale tempo aggiuntivo (allievi
  disabili o DSA) 15 minuti
5) ore 11.15 termine della prova

                                                                                        23
La prova di Inglese nella classe V primaria

Fase preliminare del 3 maggio. Il Dirigente scolastico (o un suo delegato):
1) si assicura che dall’area riservata alla segreteria (tra le 7.45 e le 9.00):
● siano scaricati il file audio (unico) in formato .mp3 (sound file), per la sezione di

  listening e gli eventuali file audio per DVA e DSA
● siano fatte tante copie del sound file quante sono le classi quinte e alunni DSA/DVA

2) alle ore 8.00 convoca TUTTI i docenti somministratori e i docenti collaboratori (se
previsti) e gli Osservatori per effettuare le seguenti operazioni:
      a) rimozione dei sigilli delle prove cartacee (reggette termosaldate incrociate e
involucro di plastica trasparente)
      b) consegna al docente somministratore e al docente collaboratore (se previsto) di
ciascuna classe:
           dei fascicoli della classe
           di un supporto di memoria esterna contenente la prova standard (listening)
           di N supporti di memoria esterna contenenti le prove per DSA/DVA
           dell’elenco studenti per la somministrazione
           delle etichette studenti da apporre su ciascun fascicolo
3) predisponga l'etichettatura da parte del docente somministratore e del docente
collaboratore (se previsto) dei fascicoli (unico per allievo) della classe loro assegnata.
L'Osservatore collabora in ogni fase. Redige appositi verbali i cui fac-simile saranno 24
disponibili in tempo utile.
La prova di Inglese nella classe V primaria

●   Svolgimento della prova di lettura (reading) (dalle ore 9 alle ore 10, poi pausa 15 minuti)

1) Il Somministratore coadiuvato dal Docente collaboratore (se presente) e dall’Osservatore
 (per le classi campione) distribuisce a ciascun allievo il proprio fascicolo (unico per
entrambe le prove) avendo cura:
  a) di seguire l’elenco studenti e che a ogni allievo sia assegnato il fascicolo sulla cui
  etichetta è rapportato il proprio codice
  b) di seguire la rotazione dei fascicoli in modo che due studenti vicini non abbiano lo
  stesso fascicolo
  c) che gli allievi DVA o DSA abbiano la strumentazione necessaria (se prevista) per
  l’ascolto individuale in audiocuffia della prova di lettura (reading) mediante l’ausilio del
  cosiddetto donatore di voce, file .mp3 scaricato.
2) Svolgimento della prova di lettura (reading): 30 minuti di tempo + 15 minuti per alunni
DSA/DVA
3) Terminata la prova di lettura (reading), il Somministratore invita gli studenti a lasciare sul
banco il fascicolo alla pagina di inizio della prova di ascolto (listening)
4) Il Somministratore invita gli studenti a fare la pausa e, insieme al Docente collaboratore
(se previsto) e l'eventuale Osservatore si assicura che gli studenti non si avvicinino al loro
fascicolo o quelli di altri allievi                                                         25
La prova di Inglese nella classe V primaria

●   Svolgimento della prova di ascolto (listening) (dalle ore 10.15 alle ore 11.15)

Durante la pausa (10.00-10.15) il Docente collaboratore (se previsto) o/e il
Somministratore si assicura che il sound file (file audio standard in formato .mp3) sia
correttamente funzionante sullo strumento previsto per la sua riproduzione, e che sul
dipositivo con audiocuffia per gli allievi DVA o DSA sia presente il file a loro destinato,
poiché solo per loro è prevista la ripetizione per tre volte del brano audio di ciascun
task.
Dalle ore 10.15: svolgimento della prova di ascolto, utilizzando gli stessi fascicoli
utilizzati per la prova di lettura.
1) Il Somministratore, aiutato dal Docente collaboratore e dall'Osservatore si assicura
che i fascicoli degli alunni siano aperti pagina di inizio della prova di ascolto, e che ogni
alunno riprenda posto davanti al proprio fascicolo.
2) Ricorda agli alunni di stare in silenzio, di essere molto attenti, di non interrompere e
che una volta iniziato l'audio non può essere fermato fino alla fine.
3) Avvia l'audio del dispositivo di riproduzione.
4) Con l'aiuto dell'Osservatore al termine raccoglie i fascicoli, li riconsegna al Dirigente
o a un suo Delegato. L'Osservatore redigerà apposito verbale.
Il file per la prova di ascolto (listening) contiene TUTTA la prova, e non prevede           26
nessun intervento del Somministratore fino alla fine
La prova di Inglese nella classe V primaria

Struttura del file per la prova di ascolto

●   Sarà un file unico per tutti i 4 task di cui è composta la prova
●   L'ascolto dovrà iniziare e terminare nello stesso momento per tutti gli allievi della
    classe
●   Una volta avviato il file audio (sound file) non deve mai essere interrotto poiché
    esso determina lo sviluppo temporale di tutta la parte di listening.

Ogni task contenuto nella prova di ascolto ha la stessa struttura:
● Avvio task

● Ascolto istruzioni in Inglese per il task (l’allievo ascolta e contestualmente legge le

  istruzioni),
● Pausa di 20 secondi per permettere all’allievo di visionare le domande collegate al

  task
● Primo ascolto del sound file del task

● Breve pausa tecnica di 5 secondi

● Secondo ascolto del sound file del task

● Pausa di 20 secondi per il completamento e la verifica delle risposte fornite

  dall’allievo
                                                                                            27
La prova CBT livello 10

Stesso format della prova livello 8, stesse considerazioni organizzative.

●   La segreteria potrà trasmettere i dati di contesto entro il 16.04 con le stesse modalità dello
    scorso anno, ovvero potrà gestire l'elenco studenti direttamente.
●   Sarà la Segreteria e non il Dirigente a indicare accanto a ogni studente la tipologia di prova
    di cui ha diritto, dopo il 16.04.2018 , raccordandosi con il Dirigente scolastico;
●   Dal 30-04 gli elenchi non potranno più essere modificati.
    Non conterranno il nome dello studente ma solo
●   CodicePopCorn
●   Genere;
●   Data di nascita dello studente (giorno, mese, anno);
●   Eventuale prova sordi, prova braille, mp3 e misure compensative necessarie ;
●   Credenziali di accesso alle prove (una per ciascuna prova)

    Quindi: durante le prove i Somministratori e anche gli Osservatori dovranno porre
    particolare attenzione a chi daranno le credenziali di accesso.
    E' opportuno che ogni scuola predisponga un elenco parlante di corrispondenza codice
    PopCorn-Nome alunno.
                                                                                            28
29
Puoi anche leggere
DIAPOSITIVE SUCCESSIVE ... Annulla