UNISMART 2008 UBI Offerta pubblica di sottoscrizione di

 
UNISMART 2008 UBI Offerta pubblica di sottoscrizione di
Società del gruppo ALLIANZ S.p.A.

                       Offerta pubblica di sottoscrizione di
                               UNISMART 2008 UBI
                prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked
                            (Codice Prodotto ULM8USI)

 ‰   Parte III – Altre informazioni

Il presente Prospetto Informativo è stato depositato in CONSOB in data 30 novembre 2007 ed è valido
dal 3 dicembre 2007 al 30 giugno 2008.
La presente Parte III è stata depositata in CONSOB il 30 novembre 2007 ed è valida a partire dal 3 dicembre 2007.

                              Offerta pubblica di sottoscrizione di UNISMART 2008 UBI
                                 Prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked

PARTE III DEL PROSPETTO INFORMATIVO – ALTRE INFORMAZIONI

A) INFORMAZIONI GENERALI

1. LA SOCIETÀ DI ASSICURAZIONE ED IL GRUPPO DI APPARTENENZA
CREDITRAS VITA Società per Azioni, in forma abbreviata CREDITRAS VITA S.p.A. (Società) è stata autorizzata
all’esercizio dell’attività assicurativa con provvedimento dell’ISVAP n.259 del 16/5/1996 (G.U. n. 121 del
25/5/1996) e appartiene al gruppo assicurativo ALLIANZ S.p.A., che fa capo ad ALLIANZ SE.

La durata della Società è fissata fino al 31 dicembre 2100 e la chiusura dell’esercizio sociale è stabilita al 31
dicembre di ogni anno.

Le attività esercitate dalla Società sono le seguenti:
- la prestazione di servizi assicurativi e finanziari realizzata attraverso l’emissione, la promozione e
    l’organizzazione di prodotti assicurativi e finanziari collegati a gestioni assicurative separate e a fondi interni
    d’investimento, curando l’amministrazione dei rapporti con gli investitori-contraenti;
- la prestazione di servizi previdenziali realizzata attraverso l’emissione, la promozione e l’organizzazione di
    piani individuali pensionistici collegati a gestioni assicurative separate e a fondi interni d’investimento e fondi
    pensione aperti, curando l’amministrazione dei rapporti con gli iscritti.

Il Gruppo ALLIANZ S.p.A. opera prevalentemente nei mercati assicurativo e finanziario. L'offerta spazia dalla
protezione dai rischi alla previdenza integrativa, dal risparmio gestito e amministrato ai prodotti tipicamente
bancari. Il Gruppo utilizza una molteplicità di canali distributivi, da quelli tradizionali (agenti, promotori finanziari,
broker, sportelli bancari) a quelli di più recente affermazione (telefono e Internet).

Il capitale sociale della Società è di euro 102.000.000,00.

Essa è pariteticamente partecipata da UniCredit Banca S.p.A. (50%) e ALLIANZ S.p.A. (50%).
UniCredit Banca S.p.A. appartiene al Gruppo UniCredito Italiano e ALLIANZ S.p.A. appartiene al Gruppo ALLIANZ
SE di Monaco di Baviera.

Altre informazioni relative alle attività esercitate dalla Società e al Gruppo di appartenenza, all’organo
amministrativo, all’organo di controllo e ai componenti di tali organi, nonché alle persone che esercitano
funzioni direttive della Società e agli altri prodotti finanziari offerti sono fornite sul sito internet della Società
www.creditrasvita.it.

2. IL FONDO INTERNO
Il fondo interno CREDITRAS SMART 08 viene istituito in data 3 dicembre 2007.

Il fondo non prevede alcun parametro di riferimento significativo (Benchmark) per lo stile gestionale adottato, in
virtù dell’obiettivo di rendimento assoluto e della suddivisione flessibile tra le diverse classi d’investimento che
caratterizza il fondo stesso.

                                                  PARTE III – PROSPETTO INFORMATIVO UNISMART 2008 UBI - Pagina 1 di 8
Al fine di valutare il profilo di rischio del fondo interno, si precisa che la volatilità media annua attesa del fondo
stesso è pari all’8%, intendendo per volatilità l’indicatore del livello di rischio insito nell’investimento espresso
come scostamento medio percentuale rispetto al rendimento atteso del fondo interno stesso in un determinato
periodo di tempo.

Alla data di redazione della presente Parte III del Prospetto Informativo non sono intervenute variazioni nella
politica di investimento seguito, e non sono state effettuate sostituzioni dei soggetti incaricati della gestione.

3. I SOGGETTI CHE PRESTANO GARANZIE E CONTENUTO DELLA GARANZIA
Il fondo interno CREDITRAS SMART 08 prevede che alla scadenza contrattuale venga rimborsato ai beneficiari un
capitale pari ad almeno il capitale investito.

In particolare, alla scadenza del contratto – fissata al 30 gennaio 2015 - la Società corrisponde ai beneficiari
designati un importo pari al prodotto tra il numero delle quote acquisite dal contratto e il valore unitario della
quota del fondo interno, calcolato in base al maggiore tra:
1. il valore unitario delle quote del fondo interno quale rilevato alla data della scadenza;
2. il valore delle quote alla data di costituzione del fondo interno, pari a 5,00 euro;
3. il massimo valore unitario raggiunto dalle quote del fondo interno nel periodo di osservazione che va dalla
     data della sua costituzione al 30 giugno 2009.
L’eventuale differenza positiva tra il massimo valore unitario delle quote raggiunto nel periodo di osservazione, di
cui al punto 3., e quello definito al punto 1. viene corrisposta alla Società da HVB Milano.
A tal fine la Società ha sottoscritto con HVB Milano un accordo che impegna quest’ultima a corrispondere
l’importo sopra indicato e la Società ad utilizzare uno strumento di risk management denominato SPIN (Secure
Principal Index Note), ideato da HVB Milano, che nell’ambito di una gestione dinamica degli investimenti applica
un meccanismo che monitora la rischiosità del patrimonio netto del fondo interno.

HVB Milano - Bayerische Hypo - und Vereinsbank AG succursale di Milano (denominata HVB Milano, ex UBM),
con sede in Milano, Via Tommaso Grossi 10 – 20121, è una società appartenente al Gruppo UniCredito Italiano
ed alla data di validità del presente Prospetto Informativo è stata classificata con rating a lungo termine A di
Standard & Poor’s.

Si precisa che il rischio di controparte relativo alla prestazione sopra indicata, e quindi il rischio che HVB Milano
non provveda ad eseguirla in quanto insolvente e/o soggetta a procedure concorsuali, non viene assunto dalla
Società e resta a carico dell’investitore-contraente.

4. I SOGGETTI DISTRIBUTORI
I soggetti distributori del prodotto sono:
- UniCredit Banca d'Impresa S.p.A.
Sede Legale e Direzione Generale in Verona, via Garibaldi 1 - 37121 Verona

5. GLI INTERMEDIARI NEGOZIATORI
Per l’esecuzione delle operazioni in OICR disposte per conto del fondo, il soggetto incaricato della gestione
(Pioneer Investment Management SGRpA) non si avvale di alcun operatore in quanto gli ordini di sottoscrizione,
conversione e rimborso sugli OICR sottostanti sono inviati direttamente ai transfer agent delle controparti.
Per l’esecuzione delle altre operazioni disposte per conto del fondo, la società di gestione si avvale dei principali
operatori del mercato nazionale ed internazionale che offrono garanzie di elevata specializzazione sui singoli
mercati di riferimento. In particolare i principali soggetti di cui la società si avvale appartengono ai seguenti
gruppi: Abn Amro, Barclays, BNP Paribas, Calyon, Citigroup, Credit Suisse Group, Deutsche Bank, Dresdner
Kleinwort, Euromobiliare, Goldman Sachs, HSBC, HVB, JP Morgan Chase, Lehman Brothers, Merrill Lynch, Morgan
Stanley, Santander, Societe Generale, State Street, UBS.

                                                PARTE III – PROSPETTO INFORMATIVO UNISMART 2008 UBI - Pagina 2 di 8
6. LA SOCIETÀ DI REVISIONE
La revisione della contabilità e il giudizio sui rendiconti del fondo nonché la revisione della contabilità e il giudizio
sul bilancio di esercizio della Società sono effettuati dalla società di revisione KPMG S.p.A. con sede in Italia, Via
Vittor Pisani, 25 - 20124 Milano.

B) TECNICHE DI GESTIONE DEI RISCHI DI PORTAFOGLIO

7. TECNICHE ADOTTATE PER LA GESTIONE DEI RISCHI DI PORTAFOGLIO DEL FONDO INTERNO IN RELAZIONE AGLI
OBIETTIVI E ALLA POLITICA DI INVESTIMENTO
L’attività svolta dalla funzione Investment Risk Management (I.R.M.), effettuata con cadenza settimanale, si
sostanzia nel monitoraggio dell’aderenza dei modelli elaborati dalla delegata PIM Ltd alle politiche di
investimento stabilite dal Comitato Esecutivo di Pioneer Investment Management SGRpA, in termini di: duration
ponderata della componente obbligazionaria, percentuale di investimento complessiva e per macro aree
geografiche (Europa, USA, Pacifico, Emergenti) in titoli azionari e percentuale di investimento complessiva in
obbligazioni societarie sul totale di portafoglio.
Le decisioni relative alle politiche di investimento sono formalizzate in apposite tabelle, nelle quali sono indicati i
“range di oscillazione” entro i quali i gestori sono liberi di muoversi per sfruttare il “timing” di investimento
ottimale e per gestire al meglio i flussi di sottoscrizioni e disinvestimenti.
Nel caso in cui uno dei limiti previsti dal Comitato Esecutivo sia stato superato, la Funzione I.R.M., utilizzando
l’Investments Risk Module, ne invia segnalazione al Responsabile degli Investimenti di Pioneer Investment
Management SGRpA, al Portfolio Manager, alla Funzione di Investment Control di Pioneer Investment
Management SGRpA e al Global Risk Manager di Pioneer Global Asset Management S.p.A., chiedendo la ragione
del disallineamento.
La Funzione I.R.M. provvede a preparare un report riassuntivo di tutti gli sforamenti registrati nel periodo che
viene presentato al Comitato Esecutivo.

7.1 MODALITA’ GESTIONALI DEL FONDO
L’acquisto delle quote del fondo interno CREDITRAS SMART 08 comporta una garanzia finanziaria di restituzione
del capitale investito a scadenza, prestata da HVB Milano.
Le modalità gestionali adottate per la protezione consistono nell’acquisto di strumenti finanziari in grado di
coprire le oscillazioni negative delle posizioni aperte dal fondo in un arco temporale di sette anni e due mesi (dal
03/12/2007 al 30/01/2015). A tal fine, la Società modifica sistematicamente la composizione del fondo
applicando regole definite, basate sulla differenza, di volta in volta, registrata tra il valore del patrimonio del
fondo e il valore attuale del patrimonio necessario per la corresponsione, al momento della liquidazione di un
importo pari al maggiore tra :
1. il valore unitario delle quote del fondo interno quale rilevato alla data della scadenza;
2. il valore delle quote alla data di costituzione del fondo interno, pari a 5,00 euro;
3. il massimo valore unitario raggiunto dalle quote del fondo interno nel periodo di osservazione che va dalla
     data della sua costituzione al 30 giugno 2009.

Nel caso in cui il valore del fondo risulti prossimo al valore attuale del capitale garantito alla scadenza, esso potrà,
da quel momento in poi, essere investito per la parte prevalente in strumenti finanziari monetari.

Nella tabella sottostante sono rappresentati gli scenari probabilistici di rendimento alla data di scadenza del
capitale investito nel fondo CREDITRAS SMART 08, confrontati con il rendimento di attività finanziarie prive di
rischio sul medesimo orizzonte temporale del contratto.

Le probabilità sono state calcolate sulla base della simulazione di uno strumento privo di rischio con rendimento
atteso calibrato sulla curva dei tassi EONIA Euro OverNight Index Average (fonte Bloomberg). Tale simulazione è
stata elaborata utilizzando una misura di probabilità neutrale al rischio.

                                                 PARTE III – PROSPETTO INFORMATIVO UNISMART 2008 UBI - Pagina 3 di 8
Scenari prudenziale di rendimento atteso                             Probabilità dell’evento
    dell’investimento nel fondo CREDITRAS SMART 08
Il rendimento atteso è negativo                                                        0,00%
Il rendimento atteso è positivo, ma inferiore a quello
dei titoli obbligazionari privi di rischio con durata                                 54,50%
analoga all’orizzonte temporale d’investimento
Il rendimento atteso è positivo e in linea con quello dei
titoli obbligazionari privi di rischio con durata analoga                             32,10%
all’orizzonte temporale d’investimento
Il rendimento atteso è positivo e superiore a quello dei
titoli obbligazionari privi di rischio con durata analoga                             13,40%
all’orizzonte temporale d’investimento

Ulteriori dettagli:
• la protezione offerta intende immunizzare le posizioni dal rischio di eccessivo ribasso delle attività
    finanziarie detenute, con particolare riferimento ad eventuali shock borsistici e della curva dei tassi
    d’interesse;
• le modalità di immunizzazione del rischio è realizzata attraverso tecniche gestionali ed è quindi tesa alla
    limitazione della probabilità di conseguire una perdita finanziaria;
• il periodo di sottoscrizione termina il 30/06/2008;
• il periodo di immunizzazione dl rischio ha validità di sette anni e due mesi non rinnovabile alla scadenza;
• l’immunizzazione del rischio va dal 03/12/2007 al 30/01/2015, quindi il momento nel quale sono acquistate
    le quote del fondo non è rilevante per la definizione del profilo di rischio/rendimento dell’investimento.

Di seguito sono riportati gli esempi numerici di rendimento per differenti ipotesi di andamento dei mercati di
investimento.
Al fine di rappresentare il rendimento atteso dell’investimento in scenari estremi di mercato, sia in senso positivo
che negativo, sono state formulare le seguenti ipotesi di shock:
• nello scenario positivo, il rendimento del fondo è pari a quello dell’attività priva di rischio aumentato per
     l’intero periodo di un “premio al rischio” costante su base annua e stimato in misura pari al 3,50%;
• nello scenario negativo, il rendimento del fondo è pari a quello dell’attività priva di rischio diminuito per
     l’intero periodo di un “premio al rischio” costante su base annua e stimato in misura pari al 3,50%.

Scenario positivo di mercato
SIMULAZIONE “Il rendimento atteso è positivo, ma inferiore a quello dei titoli obbligazionari privi di rischio con
durata analoga all’orizzonte temporale d’investimento” (probabilità 39,60%):
Valore iniziale delle quote:                               5
Valore atteso delle quote a scadenza:                      5,531

SIMULAZIONE “Il rendimento atteso è positivo e in linea con quello dei titoli obbligazionari privi di rischio con durata
analoga all’orizzonte temporale d’investimento.” (probabilità 36,50%):
Valore iniziale delle quote:                                 5
Valore atteso delle quote a scadenza:                        6,830

SIMULAZIONE “Il rendimento atteso è positivo e superiore a quello dei titoli obbligazionari privi di rischio con durata
analoga all’orizzonte temporale d’investimento.” (probabilità 23,90%):
Valore iniziale delle quote:                                 5
Valore atteso delle quote a scadenza:                        9,104

                                                 PARTE III – PROSPETTO INFORMATIVO UNISMART 2008 UBI - Pagina 4 di 8
Scenario negativo di mercato
SIMULAZIONE “Il rendimento atteso è negativo” (probabilità 0,10%):
Valore iniziale delle quote:                               5
Valore atteso delle quote a scadenza:                      4,891

SIMULAZIONE “Il rendimento atteso è positivo, ma inferiore a quello dei titoli obbligazionari privi di rischio con
durata analoga all’orizzonte temporale d’investimento” (probabilità 67,10%):
Valore iniziale delle quote:                               5
Valore atteso delle quote a scadenza:                      5,463

SIMULAZIONE “Il rendimento atteso è positivo e in linea con quello dei titoli obbligazionari privi di rischio con durata
analoga all’orizzonte temporale d’investimento.” (probabilità 26,20%):
Valore iniziale delle quote:                                 5
Valore atteso delle quote a scadenza:                        6,719

SIMULAZIONE “Il rendimento atteso è positivo e superiore a quello dei titoli obbligazionari privi di rischio con durata
analoga all’orizzonte temporale d’investimento.” (probabilità 6,60%):
Valore iniziale delle quote:                                 5
Valore atteso delle quote a scadenza:                        8,747

C) PROCEDURE DI SOTTOSCRIZIONE, RIMBORSO/RISCATTO

8. SOTTOSCRIZIONE
Il prodotto viene sottoscritto tramite consegna dell’apposito modulo di proposta, compilato in ogni sua parte,
presso gli sportelli bancari incaricati della distribuzione e versamento del premio.
Le coperture assicurative presenti nel prodotto avranno decorrenza a partire dalla data di conclusione del
contratto, stabilita il secondo giorno lavorativo successivo alla data di versamento del premio pattuito, a
condizione che sia stata sottoscritta la proposta da parte dell’investitore-contraente unitamente all’assicurato, se
persona diversa.

Il presente contratto è in ogni caso stipulabile a condizione che l’assicurato, alla data di decorrenza del contratto,
non abbia un’età inferiore a 18 anni e superiore a 90 anni.

Il premio versato dall’investitore-contraente, viene convertito in quote del fondo interno il secondo giorno
lavorativo successivo alla data di versamento del premio (data di decorrenza).

Pertanto all’investitore-contraente verranno assegnate un numero di quote del fondo interno pari al premio
versato diviso il valore unitario delle suddette quote.

Successivamente all’emissione del contratto, la Società si impegna a comunicare all’investitore-contraente,
mediante apposita lettera di conferma (polizza) inviata entro il termine di dieci giorni lavorativi dalla data di
valorizzazione delle quote, tra le altre informazioni, l’ammontare del premio di perfezionamento lordo versato e
di quello investito, la data di decorrenza del contratto, il numero delle “quote assicurate” attribuite, il loro valore
unitario e “il giorno di riferimento” la data di valorizzazione relativa alla data di versamento del premio.

9. RISCATTO
Il contratto prevede, su richiesta scritta dell’investitore-contraente, la possibilità di esercitare il riscatto, purché sia
trascorso almeno un anno dalla decorrenza del contratto e l’assicurato sia in vita. L’importo relativo al riscatto
totale è pari al numero di quote acquisite al momento della richiesta moltiplicato per il valore delle quote del
fondo interno rilevato il secondo giorno lavorativo successivo alla data in cui la Società riceve la relativa richiesta
di rimborso.

                                                  PARTE III – PROSPETTO INFORMATIVO UNISMART 2008 UBI - Pagina 5 di 8
Come specificato al par. 13.1.3 della Parte I, l’importo di riscatto viene corrisposto al netto di un’eventuale penale
di riscatto determinata in funzione dell’epoca di richiesta del riscatto.
La liquidazione del valore di riscatto totale determina l’immediato scioglimento del contratto.

L’investitore-contraente ha inoltre la facoltà di esercitare parzialmente il diritto di riscatto, richiedendo la
liquidazione parziale con le stesse modalità della liquidazione totale, a condizione che l’importo lordo riscattato
ed il complessivo controvalore del numero di quote residuo non risultino inferiori a 2.500,00 euro.
In questo caso il contratto rimane in vigore per il numero di quote non riscattate.
In caso di riscatto parziale è previsto, in aggiunta alla penale sopra riportata, un costo fisso specificato al
par. 13.1.3 della Parte I.

La richiesta deve essere accompagnata dai documenti necessari a verificare l’effettiva esistenza dell’obbligo di
pagamento indicati nelle Condizioni di Assicurazione.
La Società si riserva la facoltà di indicare tempestivamente l’ulteriore documentazione che dovesse occorrere
qualora il singolo caso presentasse particolari esigenze istruttorie. La Società esegue i pagamenti entro il termine
di trenta giorni a decorrere dal giorno in cui è stata ricevuta la richiesta di liquidazione, la quale deve essere
accompagnata dalla documentazione completa. Decorso tale termine, sono dovuti gli interessi moratori, a
partire dal termine stesso, a favore degli aventi diritto.

Indipendentemente dalla tipologia della richiesta, la Società corrisponde all’investitore-contraente il valore di
riscatto al netto delle imposte previste dalla normativa vigente.

D) REGIME FISCALE

10. IL REGIME FISCALE E LE NORME A FAVORE DELL’INVESTITORE-CONTRAENTE

10.1    Detrazione fiscale dei premi
Sul premio versato non è prevista alcuna forma di detrazione fiscale.

10.2     Tassazione delle somme percepite
Le somme dovute dalla Società in dipendenza dell’assicurazione sulla vita qui descritta, se corrisposte in caso di
decesso dell’assicurato, sono esenti dall’IRPEF e dall’imposta sulle successioni.
Negli altri casi, è necessario fare le seguenti distinzioni:
- se corrisposte in forma di capitale, le somme liquidate sono soggette ad imposta sostitutiva pari al 12,50%
    sella differenza (plusvalenza) tra la somma dovuta e l’ammontare del premio versato (eventualmente
    riproporzionato in caso di riscatti parziali);
- se corrisposte in forma di rendita vitalizia, a seguito di conversione del capitale dovuto, le rate di rendita sono
    soggette ad imposta sostitutiva, pari al 12,50%, limitatamente alla quota parte di ogni rata derivante dal
    rendimento maturato in ciascun periodo d’imposta successivo all’inizio della corresponsione; la rendita
    iniziale viene determinata previa applicazione, al momento della conversione del capitale dovuto in rendita,
    di un’imposta sostitutiva, pari al 12,50% sulla differenza tra il valore capitale della rendita stessa e
    l’ammontare del premio versato (eventualmente riproporzionato in caso di riscatti parziali).

La Società non opera la ritenuta della predetta imposta sostitutiva sui proventi corrisposti a soggetti che
esercitano attività d’impresa. Se i proventi sono corrisposti a persone fisiche o ad enti non commerciali che
hanno stipulato il contratto nell’ambito di attività commerciale, la Società non applica la predetta imposta
sostitutiva qualora gli interessati presentino alla stessa una dichiarazione della sussistenza di tale requisito.

10.3      Non pignorabilità e non sequestrabilità
Ai sensi dell'articolo 1923 del Codice Civile, le somme dovute dalla Società in virtù dei contratti di assicurazione
sulla vita non sono pignorabili né sequestrabili, fatte salve specifiche disposizioni di legge.

                                                PARTE III – PROSPETTO INFORMATIVO UNISMART 2008 UBI - Pagina 6 di 8
10.4     Diritto proprio dei beneficiari designati
Ai sensi dell'articolo 1920 del Codice Civile, i beneficiari acquistano, per effetto della designazione, un diritto
proprio nei confronti della Società: pertanto le somme corrisposte a seguito del decesso dell'assicurato non
rientrano nell'asse ereditario.

E) CONFLITTI DI INTERESSE

11. LE SITUAZIONI DI CONFLITTO DI INTERESSI
Allianz S.p.A. ed UniCredit Banca S.p.A. intrattengono rapporti di affari che, tra l’altro, si sono concretizzati nella
costituzione di CREDITRAS VITA S.p.A, di cui detengono pariteticamente l’intero capitale sociale, per l’offerta di
prodotti assicurativi sulla vita; il presente contratto è distribuito dagli sportelli bancari del gruppo UniCredito
Italiano.
CREDITRAS VITA S.p.A si riserva la facoltà di affidare la gestione del fondo interno, collegato al presente contratto,
a qualificate Società di Gestione del Risparmio, nel quadro dei criteri di allocazione del patrimonio predefiniti
dalla Società. Alla data di redazione del presente Prospetto Informativo, CREDITRAS VITA S.p.A ha scelto di
delegare la gestione del fondo interno a Pioneer Investment Management SGRpA, società di gestione del
risparmio iscritta al n.70 dell’Albo tenuto dalla Banca d’Italia - sede sociale in Galleria S. Carlo, 6 20122 Milano - e
appartenente al gruppo UniCredito Italiano.
Si precisa, inoltre, che potranno essere utilizzati quali intermediari negoziatori o broker società appartenenti al
gruppo UniCredito Italiano ovvero al gruppo ALLIANZ.

La Società si riserva la possibilità di investire anche in OICR e altri strumenti finanziari emessi, promossi o collocati
da Società appartenenti al Gruppo UniCredito.
In relazione all’investimento in OICR, la Società può investire anche in misura principale in OICR istituiti e gestiti
da Società appartenenti al gruppo UniCredito.

Per gli OICR utilizzati è stato stipulato un accordo di riconoscimento di utilità che prevede una retrocessione delle
commissioni di gestione degli OICR in misura non inferiore a:
•     0,15% su base annua del valore giornaliero di tali OICR;
•     50% delle commissioni di gestione gravanti sugli stessi OICR.
Tali retrocessioni sono interamente riconosciute, per il tramite della Società, al patrimonio del fondo interno con
la stessa frequenza di valorizzazione delle quote.
Il riconoscimento delle retrocessioni riduce della stessa misura le commissioni di gestione degli OICR addebitate
indirettamente al fondo interno.
Il valore monetario di tali utilità sarà quantificato nel rendiconto annuale del fondo interno e potrà variare in
funzione del diverso peso degli OICR appartenenti al comparto azionario, obbligazionario e monetario all’interno
del fondo interno stesso.
Nel caso in cui tali riconoscimenti di utilità subiscano variazioni sostanziali in senso sfavorevole per il fondo, la
Società adotterà le soluzioni più idonee al fine di neutralizzare le conseguenza economiche di tali variazioni.
Si precisa che CREDITRAS VITA S.p.A ha stipulato un accordo con Bayerische Hypo – und Vereinsbank AG
Succursale di Milano con sede in 20121 Milano, via Tommaso Grossi 10 (HVB Milano), appartenente al gruppo
UniCredito, al fine di corrispondere la prestazione prevista in caso di vita dell’investitore-contraente alla scadenza
contrattuale.

CREDITRAS VITA S.p.A è dotata di procedure per l’individuazione e la gestione delle situazioni di conflitto di
interesse originate da rapporti di gruppo o da rapporti di affari propri o di società del gruppo.

CREDITRAS VITA S.p.A, pur in presenza di inevitabile conflitto di interessi, opera in modo da non recare
pregiudizio agli investitori-contraenti e si impegna ad ottenere per gli investitori-contraenti stessi il miglior
risultato possibile indipendentemente da tale conflitto.

                                                 PARTE III – PROSPETTO INFORMATIVO UNISMART 2008 UBI - Pagina 7 di 8
codice modello: UBI008P3
edizione : 12/2007

                           PARTE III – PROSPETTO INFORMATIVO UNISMART 2008 UBI - Pagina 8 di 8
Puoi anche leggere
Prossima slide ... Annulla