I KPI: Il punto nave logistico - Global Logistics & Manufacturing 12 Novembre 2014

 
I KPI: Il punto nave logistico - Global Logistics & Manufacturing 12 Novembre 2014
I KPI: Il punto nave logistico

         Global Logistics & Manufacturing
         12 Novembre 2014

Gabriele Costetti
Knowledge Manager
I KPI: Il punto nave logistico - Global Logistics & Manufacturing 12 Novembre 2014
Stima e realtà: un po’ di storia

                                                1707 – Il disastro delle Isole Scilly: 4 navi da guerra
                                                   inglesi, sulla via del ritorno in patria dopo uno
                                                   scontro vittorioso con la flotta francese nel
                                                   Mediterraneo, si incagliano tra gli scogli e
                                                   affondano al largo della Cornovaglia; 2000 uomini
                                                   perdono la vita.
                                                       Il comandante aveva commesso errori nella stima
                                                       della longitudine e perso l’orientamento.

      1714 – Longitude Act: Il Parlamento Inglese offre un
         premio di 20.000£ d’oro (circa 10 Milioni di Euro
         attualizzati) a chi avesse scoperto come
         determinare la longitudine di una nave nell’Oceano.

2                                  Company Confidential All Rights Reserved   Powerfully Simple
I KPI: Il punto nave logistico - Global Logistics & Manufacturing 12 Novembre 2014
Dalla stima alla misurazione reale

     Un sistema di pianificazione su base previsiva disgiunto da un costante ed efficace
      monitoraggio corre rischi analoghi ad una nave che procede in mare aperto basandosi
      solo sulla navigazione stimata senza mai fare il punto nave, e cioè determinare la propria
      latitudine e longitudine.

     Un sistema sotto controllo garantisce la
      stabilità e la convergenza del processo di
      pianificazione, prevenendo pericolose derive
      nelle fasi di determinazione e distribuzione
      delle scorte nella rete logistica ed i rischi di
      divergere sempre più rispetto alla realtà.

     La misurazione dei KPI costituisce lo
      strumento più efficace per monitorare ed
      analizzare le prestazioni un sistema di
      pianificazione su base previsiva ed indurre in
      tempo utile le opportune azioni correttive.

3                                   Company Confidential All Rights Reserved   Powerfully Simple
I KPI: Il punto nave logistico - Global Logistics & Manufacturing 12 Novembre 2014
I KPI punto nave della pianificazione logistica

                             Forecast Accuracy

                             Livello di servizio erogato

                             Analisi delle giacenze

                             Vendor rating

4                          Company Confidential All Rights Reserved   Powerfully Simple
I KPI: Il punto nave logistico - Global Logistics & Manufacturing 12 Novembre 2014
L’integrazione dei KPI: Closed Loop Methodology

            Forecast                                                                       Stock
            Accuracy                                                                       Turns

                        Sales                                            Inventory
                       Planning                                          Planning

                                                 SI&OP

                 Budget
                Planning                                                         Supply
                                                                                Planning

                                             Purchasing
            Vendor                            Planning                                   Customer
            Rating                                                                        service

5                             Company Confidential All Rights Reserved     Powerfully Simple
I KPI: Il punto nave logistico - Global Logistics & Manufacturing 12 Novembre 2014
Monitoraggio dei KPI: i requisiti di base

                      1. Disponibilità e affidabilità delle informazioni

                      2. Scelta del metodo di misurazione opportuno

                      3. Modalità di presentazione dei risultati

6                         Company Confidential All Rights Reserved   Powerfully Simple
I KPI: Il punto nave logistico - Global Logistics & Manufacturing 12 Novembre 2014
Forecast Accuracy: quali elementi considerare

     Livello di aggregazione prodotto/mercato/unità temporale su cui
      effettuare la misura

     Anticipo di congelamento della previsione

     Metodo di misurazione

     Grado di accuratezza obiettivo

7                        Company Confidential All Rights Reserved   Powerfully Simple
I KPI: Il punto nave logistico - Global Logistics & Manufacturing 12 Novembre 2014
Forecast Accuracy: Livello di aggregazione

     Statisticamente significativo

     Compreso da chi inserisce intelligenza commerciale nel Sistema
      previsivo (marketing, forza vendita,…)

     Compreso da chi utilizza la previsione (purchasing planner,
      production planner, distribution planner)

                           In base al livello di aggregazione scelto, si
                           possono ottenere risultati molto differenti.

8                             Company Confidential All Rights Reserved   Powerfully Simple
I KPI: Il punto nave logistico - Global Logistics & Manufacturing 12 Novembre 2014
Forecast Accuracy: Anticipo di congelamento (Lag)

     Anticipo temporale necessario per consolidare la previsione

    Esempio: se il processo serve per pianificare ordini per un fornitore il
    cui lead time è di 2 mesi, questo sarà il lag minimo di riferimento.

                                                Il Forecast Lag e l’accuratezza previsiva
                                                sono di solito correlate in modo
                                                inversamente proporzionale: al diminuire
                                                del primo corrisponde generalmente
                                                l’aumento della seconda.

9                           Company Confidential All Rights Reserved   Powerfully Simple
I KPI: Il punto nave logistico - Global Logistics & Manufacturing 12 Novembre 2014
Forecast Accuracy: metodo di misurazione

      Demand Deviation (riferimento Domanda) o Forecast Error
       (Riferimento Previsione)

      Errori algebrici

      Errori assoluti o quadratici

      Errori percentuali

      Errori pesati

10                            Company Confidential All Rights Reserved   Powerfully Simple
Forecast Accuracy: obiettivo di accuratezza

     Dipende da:

      tipo di prodotto
      tipo di mercato in cui si opera
      livelli di aggregazione scelti
      forecast lag di riferimento
      livello di servizio target

     Ad esempio, in mercati stabili e maturi e per prodotti a ciclo di vita
     lungo (ricambi) si punterà a valori di accuratezza elevati, mentre in
     mercati nuovi o particolarmente aggressivi e per prodotti con ciclo di
     vita breve (moda) potranno essere accettati valori più bassi. Tenendo
     sempre sotto controllo i costi…

11                                  Company Confidential All Rights Reserved   Powerfully Simple
Livello di servizio erogato: Quali elementi considerare

      Tipologia di livello di servizio

      Metodo di misurazione/valutazione

      Livello di servizio obiettivo

12                       Company Confidential All Rights Reserved   Powerfully Simple
Livello di servizio erogato: tipologie

    Livello di Servizio “Type I” (“Alpha” o Livello di Servizio “event-based”):
     complemento a 1 della probabilità di “stock-out” in un dato periodo di
     tempo

         È quello più adatto a rappresentare la disponibilità
         di prodotto a scaffale (product availability)

    Livello di Servizio “Type II” (“Beta” o Livello di Servizio “quantity-based” o
     “Fill-rate”): rapporto tra la domanda servita e la domanda totale ricevuta.

                                     È quello più adatto a rappresentare il tasso di
                                     soddisfazione del cliente (customer satisfaction)

13                            Company Confidential All Rights Reserved   Powerfully Simple
Livello di servizio erogato: customer satisfaction

 Il livello di servizio “Type II” o “fill-rate” si declina secondo due tipologie :

 a) “complete order-lines fill-rate”: rapporto tra il numero di righe ordine
    completamente servite ed il numero di righe ordine ricevute; è indipendente dal
    livello di aggregazione;

 a) “volume fill-rate”: rapporto tra la quantità servita e la quantità richiesta; a livello
    di dettaglio (articolo/magazzino) è indipendente dall’unità di misura utilizzata
    (unità, cartoni, kg, costo, prezzo, pallets, ecc.); a livello aggregato può portare a
    risultati molto diversi a seconda dell’unità di misura scelta.

                                                   a) è più adatto alla misurazione del livello di servizio
                                                   al cliente finale (magazzini di front-end), b) è più
                                                   rappresentativo nel caso di servizio erogato da hub
                                                   o magazzini centrali verso altri magazzini della rete

14   Company Confidential         Company Confidential All Rights Reserved   Powerfully Simple
     All Rights Reserved
Livello di servizio erogato: target

     L’individuazione del target dipende da diversi fattori, e principalmente :

            caratteristiche del prodotto
                   classe ABC di vendita
                   flagship product
                   classe ABC di margine

            caratteristiche del mercato
                   monopolio/concorrenza
                   nuovo/maturo
                   presenza di SLA/penali nei contratti di vendita

15                              Company Confidential All Rights Reserved   Powerfully Simple
Livello di servizio erogato: misurazione

 Il livello di servizio può essere misurato in modo deterministico o valutato in modo
 statistico

 a) Misurazione deterministica : metodo da preferirsi se si hanno a disposizione
    le informazioni di base (data di richiesta consegna, quantità richiesta, data di
    saldo ordine, quantità servita on time, storico della domanda)

 b) Valutazione statistica : metodo da utilizzarsi in alternativa o come validazione
    della misurazione deterministica, se non si dispone delle informazioni di base
    per la misurazione deterministica o tali informazioni non siano ritenute
    completamente affidabili.

                                                Il metodo statistico consiste nel calcolare, in base alle serie
                                                storiche, le caratteristiche del modello statistico di
                                                domanda, nel generare un numero statisticamente
                                                significativo di simulazioni di domanda in base alle
                                                caratteristiche del modello e di confrontarle con il profilo
                                                temporale di giacenza

16   Company Confidential      Company Confidential All Rights Reserved   Powerfully Simple
     All Rights Reserved
Analisi delle giacenze: quali elementi considerare

      Individuare gli indicatori da analizzare

      Individuare l’opportuno metodo di misurazione

      Definire i livelli e le politiche di scorta

17                          Company Confidential All Rights Reserved   Powerfully Simple
Analisi delle giacenze: indicatori e misurazione

        Indice di Rotazione
         L’indice di rotazione consente di valutare la giacenza in relazione al
         livello di movimentazione riferito ad un periodo di tempo, tipicamente
         l’anno:
                               IR = domanda / stock

         Il significato varia molto a seconda che si stia:

          considerando l’IR a livello di singolo SKU/L oppure a livello di
           aggregati
          esaminando valori di stock puntuali o medi
          considerando il valore della domanda passata o prevista

        Copertura
         La copertura è calcolata come l’inverso della rotazione, esprime dunque
         l’entità della giacenza in periodi calcolata rispetto alla domanda:

                               C = stock / domanda
18                               Company Confidential All Rights Reserved   Powerfully Simple
Analisi delle giacenze: livelli e politiche di scorta

        1° Step - Analisi ABC dei codici in anagrafica per valore di giacenza media (12 mesi)

        2° Step - Analisi ABC dei codici in anagrafica per valore di consumo medio previsto

        3° Step - Costruzione della matrice-incrocio (cross-analysis) delle due analisi ABC

                         Gestione                           CONSUMI
                      ottimizzata su                                                            Area del
                      base previsiva           Classe            Classe           Classe        controllo
                                                 A                 B                C           continuo

                                 Classe
                                   A
                      GIACENZA

                                 Classe
                                   B

                                 Classe
                                   C

                                                                                                   Gestione a
                                          Gestione a                                               fabbisogno
                                          scorta fissa

19                                          Company Confidential All Rights Reserved       Powerfully Simple
Vendor rating: quali elementi considerare

      Indicatori da analizzare

      Intervallo temporale di analisi

      Metodo di misurazione

      Livello di servizio richiesto al fornitore

20                        Company Confidential All Rights Reserved   Powerfully Simple
Vendor rating: indicatori da analizzare e misurazione

        Livello di servizio ricevuto

          Occorre archiviare:

           Data richiesta di consegna
           Quantità ricevuta on time
         Si veda anche quanto detto a proposito del livello di servizio erogato
         (misurazione deterministica)

        Ritardo medio di fornitura

          Occorre storicizzare, per ogni ordine fornitore:

           Data di saldo ordine
         Viene calcolato come differenza tra la data di richiesta consegna e la data
         di saldo ordine su di un intervallo temporale opportunamente definito.

21                                 Company Confidential All Rights Reserved   Powerfully Simple
Vendor rating: orizzonte temporale di analisi

     Dipende principalmente dall’obiettivo che ci si pone e dalle caratteristiche
     della fornitura :

            Orizzonti lunghi danno indicazioni sulla affidabilità media di un
             fornitore, mentre orizzonti brevi servono ad individuare un trend di
             comportamento
            Va valutata la presenza di andamenti stagionali nel
             comportamento del fornitore

22                              Company Confidential All Rights Reserved   Powerfully Simple
Vendor rating: livello di servizio richiesto al fornitore

     L’individuazione di un target di livello di servizio del fornitore dipende da
     diversi fattori, e principalmente :

            Livello di servizio da erogare
            Grado di forecast accuracy che si riesce ad ottenere
            Costo della giacenza
            Fornitore esterno/interno

23                              Company Confidential All Rights Reserved   Powerfully Simple
Grazie per l’attenzione!

ToolsGroup Italy, Via San Vittore 34, 20123 Milano
tel. +39 02 87064250
it-info@toolsgroup.com
www.toolsgroup.it
Puoi anche leggere
DIAPOSITIVE SUCCESSIVE ... Annulla