APPELLO AL GOVERNO DA ASSOIMMOBILIARE DOPO IL VIA LIBERA DEL SENATO AL DL CRESCITA

 
 
APPELLO AL GOVERNO DA ASSOIMMOBILIARE DOPO IL VIA LIBERA DEL SENATO AL DL CRESCITA
Rassegna stampa



APPELLO AL GOVERNO DA ASSOIMMOBILIARE DOPO IL VIA LIBERA DEL
                   SENATO AL DL CRESCITA


                       28 giugno – 3 luglio 2019
APPELLO AL GOVERNO DA ASSOIMMOBILIARE DOPO IL VIA LIBERA DEL SENATO AL DL CRESCITA
AGENZIE DI STAMPA
    Radiocor | Immobili: Assoimmobiliare, misure in Dl crescita non sostengono rilancio settore         4

    Ansa | Dl Crescita: Assoimmobiliare, servono misure adeguate settore                                6

    MF Dow Jones | Edilizia: Assoimmobiliare a Governo, urgente supportare settore                      7

    ARTICOLI ONLINE
    Ilqi.it | Assoimmobiliare su DL Crescita: poca attenzione all'industria immobiliare                 9

    Internews.biz | Assoimmobiliare: il Dl Crescita -dopo il via libera del Senato – non incentiva lo
    sviluppo dell’industria immobiliare. La fiscalità in materia è ancora obsoleta e inadeguata         10
    Requadro.com | Rovere (Assoimmobiliare): “Mettere l’immobiliare al centro delle politiche di
    rilancio del Paese”                                                                                 12

    Monitorimmobiliare.it | Assoimmobiliare, nel Dl Crescita nessuna misura per rilancio settore        14

    Firstonline.info | Assoimmobiliare, appello al governo dopo Dl Crescita                             16

    CARTA STAMPATA
    Milano Finanza | Assoimmobiliare boccia il Dl Crescita sui temi del real estate                     19

    Il Sole 24 Ore | Dimenticati gli investitori come fondi e Siiq                                      20




28 giugno – 3 luglio 2019
                                                                                                         2
2017
APPELLO AL GOVERNO DA ASSOIMMOBILIARE DOPO IL VIA LIBERA DEL SENATO AL DL CRESCITA
AGENZIE DI STAMPA




28 giugno – 3 luglio 2019
                                           3
2017
APPELLO AL GOVERNO DA ASSOIMMOBILIARE DOPO IL VIA LIBERA DEL SENATO AL DL CRESCITA
Radiocor | Immobili: Assoimmobiliare, misure in Dl crescita non sostengono rilancio settore




    (RADIOCOR) 28-06-19 14:07:32
    Immobili: Assoimmobiliare, misure in Dl crescita non sostengono rilancio settore

    (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 28 giu - "Le norme in materia immobiliare contenute nel Dl
    Crescita approvato ieri dal Senato non vanno, infatti, nella direzione di sostenere il rilancio del settore
    e dell'intera filiera, che generano il 18,6% del Pil e rappresentano un importante volano per la crescita
    economica del Paese". Cosi' una nota dell'Assoimmobiliare, l'Associazione che rappresenta
    gli operatori e gli investitori dell'industria immobiliare e aderente a Confindustria, che "si appella
    nuovamente al Governo per riportare la giusta attenzione sull'industria immobiliare con misure
    adeguate e creare le corrette condizioni per supportare lo sviluppo dell'intero
    comparto". L'Associazione rileva ancora che "purtroppo il Dl crescita non contiene nessuna delle
    misure che Assoimmobiliare ha da tempo presentato per favorire e attrarre gli investimenti privati a
    vantaggio degli interventi di rigenerazione urbana che sono una priorita' per il Paese".


    (RADIOCOR) 28-06-19 14:09:06
    Immobili: Assoimmobiliare, misure in Dl crescita non sostengono rilancio settore -2-

    (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 28 giu - "Infatti, per poter intervenire supportando i costi delle
    bonifiche e della trasformazione delle aree urbane senza ulteriore consumo di suolo, e' necessario
    introdurre una normativa che semplifichi i processi e contenga una serie di incentivi e premialita',
    come da proposta dell'Associazione. Cio' consentirebbe di attivare capitali privati senza necessita' di
    risorse pubbliche e quindi con impatto positivo sul bilancio dello Stato. In questa fase, sui mercati
    e' disponibile molta liquidita' che, con incentivi mirati, potrebbe contribuire in modo determinante
    alla crescita economica del Paese, come nel caso degli interventi che verranno fatti in Lombardia e
    Veneto per le Olimpiadi Invernali 2026 conquistate da Milano-Cortina. Una seconda proposta - si
    legge ancora nella nota - e' contenuta nel 'Libro Bianco della Fiscalita' Immobiliare' pubblicato da
    Assoimmobiliare e Ance con il supporto di tutte le rappresentanze della filiera (tra cui gli ordini
    degli architetti e degli ingegneri, le cooperative di abitazione e Legambiente). Il Libro Bianco contiene
    un pacchetto di proposte mirate a favorire gli immobili residenziali destinati a locazione, per cui esiste
    una domanda da parte di studenti e famiglie che richiede di essere soddisfatta con urgenza. Un altro
    punto cruciale trattato nel Libro Bianco riguarda la rigenerazione del prodotto immobiliare
    esistente, che necessita di un percorso fiscale agevolato con l'obiettivo ultimo di garantire sicurezza
    sismica, benessere abitativo ed emissioni zero. A tale proposito, gli incentivi esistenti andrebbero
    estesi agli investitori istituzionali che ad oggi ne sono esclusi".


28 giugno – 3 luglio 2019
                                                                                                             4
2017
APPELLO AL GOVERNO DA ASSOIMMOBILIARE DOPO IL VIA LIBERA DEL SENATO AL DL CRESCITA
(RADIOCOR) 28-06-19 14:10:13
    Immobili: Assoimmobiliare, misure in Dl crescita non sostengono rilancio settore -3-

    (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 28 giu - "Assoimmobiliare, guidata dalla presidente Silvia M.
    Rovere, confida che ci sia la volonta' da parte delle istituzioni di incentivare il settore real estate,
    apportando con urgenza alcune correzioni, come nel caso degli incentivi per la valorizzazione edilizia
    in vigore fino a fine 2021. Si chiede che le agevolazioni fiscali previste a favore delle imprese di
    costruzione o di ristrutturazione immobiliare vengano estese ad altri operatori, quali i fondi
    immobiliari, le societa' quotate e le Siiq. Questi sono i soggetti che avranno un ruolo fondamentale
    per il buon esito del programma di privatizzazione degli immobili pubblici o venduti da societa'
    pubbliche, ad esempio gli scali ferroviari che sono un'occasione di valorizzazione su tutto il
    territorio. L'Associazione auspica che vengano al piu' presto recepite le misure proposte, a conferma
    della volonta' da parte delle istituzioni di confrontarsi in modo costruttivo con le
    principali rappresentanze dell'industria real estate, per contribuire al rilancio del settore e in ultima
    istanza ad una maggiore competitivita' del Paese".
    com-nep




28 giugno – 3 luglio 2019
                                                                                                           5
2017
APPELLO AL GOVERNO DA ASSOIMMOBILIARE DOPO IL VIA LIBERA DEL SENATO AL DL CRESCITA
Ansa | Dl Crescita: Assoimmobiliare, servono misure adeguate settore




    2019-06-28 13:22
    Dl Crescita: Assoimmobiliare, servono misure adeguate settore
    Norme approvate non vanno nella direzione del rilancio

     (ANSA) - MILANO, 28 GIU - Assoimmobiliare, l'Associazione che rappresenta gli operatori e gli
    investitori dell'industria immobiliare e aderente a Confindustria, si appella nuovamente al Governo
    per riportare la giusta attenzione sull'industria immobiliare con misure adeguate e creare le corrette
    condizioni per supportare lo sviluppo dell'intero comparto. Le norme in materia immobiliare
    contenute nel Dl Crescita approvato ieri dal Senato "non vanno - sottolinea l'associazione - nella
    direzione di sostenere il rilancio del settore e dell'intera filiera, che generano il 18,6% del Pil e
    rappresentano un importante volano per la crescita economica del Paese". "Purtroppo - viene
    evidenziato in una nota - il Dl Crescita non contiene nessuna delle misure che Assoimmobiliare ha da
    tempo presentato per favorire e attrarre gli investimenti privati a vantaggio degli interventi di
    rigenerazione urbana che sono una priorità per il Paese. Infatti, per poter intervenire supportando i
    costi delle bonifiche e della trasformazione delle aree urbane senza ulteriore consumo di suolo, è
    necessario introdurre una normativa che semplifichi i processi e contenga una serie di incentivi e
    premialità. Ciò consentirebbe - spiega Assoimmobiliare - di attivare capitali privati senza necessità di
    risorse pubbliche e quindi con impatto positivo sul bilancio dello Stato. In questa fase, sui mercati è
    disponibile molta liquidità che, con incentivi mirati, potrebbe contribuire in modo determinante alla
    crescita economica del Paese, come nel caso degli interventi che verranno fatti in Lombardia e Veneto
    per le Olimpiadi Invernali 2026 conquistate da Milano-Cortina". (ANSA).
    PEG/ IAF X405




28 giugno – 3 luglio 2019
                                                                                                          6
2017
MF Dow Jones | Edilizia: Assoimmobiliare a Governo, urgente supportare settore




    28 Jun 2019 13:20

    Edilizia: Assoimmobiliare a Governo, urgente supportare settore

    ROMA (MF-DJ)--Assoimmobiliare, l'associazione che rappresenta gli operatori e gli investitori dell'industria
    immobiliare e aderente a Confindustria, si appella nuovamente al Governo per riportare la giusta attenzione
    sull'industria immobiliare con misure adeguate e creare le corrette condizioni per supportare lo sviluppo
    dell'intero comparto.

    Le norme in materia immobiliare contenute nel dl crescita, si legge in una nota, non vanno nella direzione di
    sostenere il rilancio del settore e dell'intera filiera, che generano il 18,6% del Pil e rappresentano un importante
    volano per la crescita economica del Paese. Purtroppo il dl crescita non contiene nessuna delle misure che
    Assoimmobiliare ha da tempo presentato per favorire e attrarre gli investimenti privati a vantaggio degli
    interventi di rigenerazione urbana che sono una priorità per il Paese. Infatti, per poter intervenire supportando
    i costi delle bonifiche e della trasformazione delle aree urbane senza ulteriore consumo di suolo, è necessario
    introdurre una normativa che semplifichi i processi e contenga una serie di incentivi e premialità, come da
    proposta dell'Associazione. Ciò consentirebbe di attivare capitali privati senza necessità di risorse pubbliche e
    quindi con impatto positivo sul bilancio dello Stato. In questa fase, sui mercati è disponibile molta liquidità che,
    con incentivi mirati, potrebbe contribuire in modo determinante alla crescita economica del Paese, come nel
    caso degli interventi che verranno fatti in Lombardia e Veneto per le Olimpiadi Invernali 2026 conquistate da
    Milano-Cortina.

    Assoimmobiliare confida che ci sia la volontà da parte delle istituzioni di incentivare il settore real estate,
    apportando con urgenza alcune correzioni, come nel caso degli incentivi per la valorizzazione edilizia in vigore
    fino a fine 2021. Si chiede che le agevolazioni fiscali previste a favore delle imprese di costruzione o di
    ristrutturazione immobiliare vengano estese ad altri operatori, quali i fondi immobiliari, le società quotate e le
    SIIQ. Questi sono i soggetti che avranno un ruolo fondamentale per il buon esito del programma di
    privatizzazione degli immobili pubblici o venduti da società pubbliche, ad esempio gli scali ferroviari che sono
    un'occasione di valorizzazione su tutto il territorio. L'Associazione auspica che vengano al più presto recepite
    le misure proposte, a conferma della volontà da parte delle istituzioni di confrontarsi in modo costruttivo con
    le principali rappresentanze dell'industria real estate, per contribuire al rilancio del settore e in ultima istanza
    ad una maggiore competitività del Paese.

    liv

    (END) Dow Jones Newswires
    June 28, 2019 07:20 ET (11:20 GMT)
    Copyright (c) 2019 MF-Dow Jones News Srl.




28 giugno – 3 luglio 2019
                                                                                                                      7
2017
ARTICOLI ONLINE




28 giugno – 3 luglio 2019
                                         8
2017
Ilqi.it | Assoimmobiliare su DL Crescita: poca attenzione all'industria immobiliare

    https://www.ilqi.it/post/quotidiano-immobiliare/329773-assoimmobiliare-su-dl-crescita-poca-attenzione-allindustria-
    immobiliare




    COMUNICATO STAMPA

    OGGI, 14:47

    Assoimmobiliare su DL Crescita: poca attenzione all'industria immobiliare




    Assoimmobiliare, l’Associazione che rappresenta gli operatori e gli investitori dell’industria
    immobiliare e aderente a Confindustria, si appella nuovamente al Governo per riportare la giusta
    attenzione sull’industria immobiliare con misure adeguate e creare le corrette condizioni per
    supportare lo sviluppo dell’intero comparto.

    Le norme in materia immobiliare contenute nel Dl Crescita approvato ieri dal Senato non vanno,
    infatti, nella direzione di sostenere il rilancio del settore e dell’intera filiera, che generano
    il 18,6% (Fonte: Nomisma) del PIL e rappresentano un importante volano per la crescita economica
    del Paese. Purtroppo il Dl Crescita non contiene nessuna delle misure che Assoimmobiliare ha da
    tempo presentato per favorire e attrarre gli investimenti privati a vantaggio degli interventi di
    rigenerazione urbana che sono una priorità per il Paese. Infatti, per poter intervenire supportando i
    costi delle bonifiche e della trasformazione delle aree urbane senza ulteriore consumo di suolo, è
    necessario introdurre una normativa che semplifichi i processi e contenga una serie di incentivi e
    premialità, come da proposta dell’Associazione. Ciò consentirebbe di attivare capitali privati senza
    necessità di risorse pubbliche e quindi con impatto positivo sul bilancio dello Stato. In questa fase, sui
    mercati è disponibile molta liquidità che, con incentivi mirati, potrebbe contribuire in modo
    determinante alla crescita economica del Paese, come nel caso degli interventi che verranno fatti in
    Lombardia e Veneto per le Olimpiadi Invernali 2026 conquistate da Milano-Cortina.




28 giugno – 3 luglio 2019
                                                                                                                          9
2017
Internews.biz | Assoimmobiliare: il Dl Crescita -dopo il via libera del Senato – non incentiva lo
    sviluppo dell’industria immobiliare. La fiscalità in materia è ancora obsoleta e inadeguata

    http://www.internews.biz/assoimmobiliare-il-dl-crescita-dopo-il-via-libera-del-senato-non-incentiva-lo-
    sviluppo-dellindustria-immobiliare-la-fiscalita-in-materia-e-ancora-obsoleta-e-inadeguata/




    EDITORIALI


    Assoimmobiliare: il Dl Crescita -dopo il via libera del Senato – non
    incentiva lo sviluppo dell’industria immobiliare. La fiscalità in
    materia è ancora obsoleta e inadeguata
    28 Giugno 2019



    Assoimmobiliare, l’Associazione che rappresenta gli operatori e gli investitori dell’industria immobiliare e
    aderente a Confindustria, si appella nuovamente al Governo per riportare la giusta attenzione
    sull’industria immobiliare con misure adeguate e creare le corrette condizioni per supportare lo sviluppo
    dell’intero comparto.

    Le norme in materia immobiliare contenute nel Dl Crescita approvato ieri dal Senato non vanno, infatti,
    nella direzione di sostenere il rilancio del settore e dell’intera filiera, che generano il 18,6%[1] del PIL e
    rappresentano un importante volano per la crescita economica del Paese.

    Purtroppo il Dl Crescita non contiene nessuna delle misure che Assoimmobiliare ha da tempo presentato
    per favorire e attrarre gli investimenti privati a vantaggio degli interventi di rigenerazione urbana che sono
    una priorità per il Paese. Infatti, per poter intervenire supportando i costi delle bonifiche e della
    trasformazione delle aree urbane senza ulteriore consumo di suolo, è necessario introdurre una
    normativa che semplifichi i processi e contenga una serie di incentivi e premialità, come da proposta
    dell’Associazione.

    Ciò consentirebbe di attivare capitali privati senza necessità di risorse pubbliche e quindi con impatto
    positivo sul bilancio dello Stato. In questa fase, sui mercati è disponibile molta liquidità che, con incentivi
    mirati, potrebbe contribuire in modo determinante alla crescita economica del Paese, come nel caso degli
    interventi che verranno fatti in Lombardia e Veneto per le Olimpiadi Invernali 2026 conquistate da Milano-
    Cortina.

    Una seconda proposta è contenuta nel “Libro Bianco della Fiscalità Immobiliare” pubblicato da
    Assoimmobiliare e ANCE con il supporto di tutte le rappresentanze della filiera (tra cui gli ordini degli


28 giugno – 3 luglio 2019
                                                                                                                10
2017
architetti e degli ingegneri, le cooperative di abitazione e Legambiente). Il Libro Bianco contiene un
    pacchetto di proposte mirate a favorire gli immobili residenziali destinati a locazione, per cui esiste una
    domanda da parte di studenti e famiglie che richiede di essere soddisfatta con urgenza. Un altro punto
    cruciale trattato nel Libro Bianco riguarda la rigenerazione del prodotto immobiliare esistente, che
    necessita di un percorso fiscale agevolato con l’obiettivo ultimo di garantire sicurezza sismica, benessere
    abitativo ed emissioni zero. A tale proposito, gli incentivi esistenti andrebbero estesi agli investitori
    istituzionali che ad oggi ne sono esclusi.

    Assoimmobiliare, guidata dalla Presidente Silvia M. Rovere, confida che ci sia la volontà da parte delle
    istituzioni di incentivare il settore real estate, apportando con urgenza alcune correzioni, come nel caso
    degli incentivi per la valorizzazione edilizia in vigore fino a fine 2021. Si chiede che le agevolazioni fiscali
    previste a favore delle imprese di costruzione o di ristrutturazione immobiliare vengano estese ad altri
    operatori, quali i fondi immobiliari, le società quotate e le SIIQ. Questi sono i soggetti che avranno un
    ruolo fondamentale per il buon esito del programma di privatizzazione degli immobili pubblici o venduti
    da società pubbliche, ad esempio gli scali ferroviari che sono un’occasione di valorizzazione su tutto il
    territorio.

    L’Associazione auspica che vengano al più presto recepite le misure proposte, a conferma della volontà
    da parte delle istituzioni di confrontarsi in modo costruttivo con le principali rappresentanze
    dell’industria real estate, per contribuire al rilancio del settoree in ultima istanza a una maggiore
    competitività del Paese.

    Fonte: Assoimmobiliare
    [1]   Fonte: Nomisma




28 giugno – 3 luglio 2019
                                                                                                                 11
2017
Requadro.com | Rovere (Assoimmobiliare): “Mettere l’immobiliare al centro delle politiche di
    rilancio del Paese”

    http://www.requadro.com/rovere-assoimmobiliare-mettere-limmobiliare-al-centro-delle-politiche-rilancio-del-paese




    Rovere (Assoimmobiliare): “Mettere l’immobiliare al centro delle politiche di
    rilancio del Paese”
    Di Redazione -

    28 Giugno 2019




    Riceviamo dall’ufficio stampa di Assoimmobiliare, e volentieri pubblichiamo, un appello della
    presidente Silvia Rovere al governo dopo l’approvazione del decreto crescita

    Assoimmobiliare, l’associazione che rappresenta gli operatori e gli investitori dell’industria
    immobiliare e aderente a Confindustria, si appella nuovamente al governo per riportare la giusta
    attenzione sull’industria immobiliare con misure adeguate e creare le corrette condizioni per
    supportare lo sviluppo dell’intero comparto.

    Le norme in materia immobiliare contenute nel Dl Crescita approvato ieri dal Senato non vanno,
    infatti, nella direzione di sostenere il rilancio del settore e dell’intera filiera, che generano il 18,6% del
    Pil e rappresentano un importante volano per la crescita economica del Paese.

    Purtroppo il Dl Crescita non contiene nessuna delle misure che Assoimmobiliare ha da tempo
    presentato per favorire e attrarre gli investimenti privati a vantaggio degli interventi di rigenerazione
    urbana che sono una priorità per il Paese. Infatti, per poter intervenire supportando i costi delle

28 giugno – 3 luglio 2019
                                                                                                                       12
2017
bonifiche e della trasformazione delle aree urbane senza ulteriore consumo di suolo, è necessario
    introdurre una normativa che semplifichi i processi e contenga una serie di incentivi e premialità,
    come da proposta dell’Associazione.

    Ciò consentirebbe di attivare capitali privati senza necessità di risorse pubbliche e quindi con impatto
    positivo sul bilancio dello Stato. In questa fase, sui mercati è disponibile molta liquidità che, con
    incentivi mirati, potrebbe contribuire in modo determinante alla crescita economica del Paese, come
    nel caso degli interventi che verranno fatti in Lombardia e Veneto per le Olimpiadi Invernali 2026
    conquistate da Milano-Cortina.

    Una seconda proposta è contenuta nel Libro Bianco della Fiscalità Immobiliare pubblicato
    da Assoimmobiliare e Ance con il supporto di tutte le rappresentanze della filiera (tra cui gli ordini
    degli architetti e degli ingegneri, le cooperative di abitazione e Legambiente). Il Libro Bianco contiene
    un pacchetto di proposte mirate a favorire gli immobili residenziali destinati a locazione, per cui esiste
    una domanda da parte di studenti e famiglie che richiede di essere soddisfatta con urgenza. Un altro
    punto cruciale trattato nel Libro Bianco riguarda la rigenerazione del prodotto immobiliare esistente,
    che necessita di un percorso fiscale agevolato con l’obiettivo ultimo di garantire sicurezza sismica,
    benessere abitativo ed emissioni zero. A tale proposito, gli incentivi esistenti andrebbero estesi agli
    investitori istituzionali che ad oggi ne sono esclusi.

    Assoimmobiliare, guidata dalla presidente Silvia M. Rovere, confida che ci sia la volontà da parte delle
    istituzioni di incentivare il settore real estate, apportando con urgenza alcune correzioni, come nel
    caso degli incentivi per la valorizzazione edilizia in vigore fino a fine 2021. Si chiede che le agevolazioni
    fiscali previste a favore delle imprese di costruzione o di ristrutturazione immobiliare vengano estese
    ad altri operatori, quali i fondi immobiliari, le società quotate e le Siiq. Questi sono i soggetti che
    avranno un ruolo fondamentale per il buon esito del programma di privatizzazione degli immobili
    pubblici o venduti da società pubbliche, ad esempio gli scali ferroviari che sono un’occasione di
    valorizzazione su tutto il territorio.

    L’Associazione auspica che vengano al più presto recepite le misure proposte, a conferma della
    volontà da parte delle istituzioni di confrontarsi in modo costruttivo con le principali rappresentanze
    dell’industria real estate, per contribuire al rilancio del settore e in ultima istanza ad una maggiore
    competitività del Paese.




28 giugno – 3 luglio 2019
                                                                                                              13
2017
Monitorimmobiliare.it | Assoimmobiliare, nel Dl Crescita nessuna misura per rilancio settore

    https://www.monitorimmobiliare.it/assoimmobiliare-nel-dl-crescita-nessuna-misura-per-rilancio-
    settore_20196281816




28 giugno – 3 luglio 2019
                                                                                                     14
2017
28 giugno – 3 luglio 2019
                            15
2017
Firstonline.info | Assoimmobiliare, appello al governo dopo Dl Crescita

    https://www.firstonline.info/assoimmobiliare-appello-al-governo-dopo-dl-crescita/




28 giugno – 3 luglio 2019
                                                                                        16
2017
28 giugno – 3 luglio 2019
                            17
2017
CARTA STAMPATA




28 giugno – 3 luglio 2019
                                       18
2017
Milano Finanza | Assoimmobiliare boccia il Dl Crescita sui temi del real estate

    29/06/2019




28 giugno – 3 luglio 2019
                                                                                      19
2017
Il Sole 24 Ore | Dimenticati gli investitori come fondi e Siiq

    3/07/2019




28 giugno – 3 luglio 2019
                                                                     20
2017
Parte successiva ... Annulla