AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL COMPLESSO NATATORIO PISCINA COMUNALE VIA DI ROSANO A PONTASSIEVE CAPITOLATO SPECIALE

 
AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL COMPLESSO NATATORIO PISCINA COMUNALE VIA DI ROSANO A PONTASSIEVE CAPITOLATO SPECIALE
Affidamento in concessione del complesso natatorio Piscina Comunale Pontassieve - periodo 01/06/2010-31/05/2014
                                            CAPITOLATO SPECIALE

                                         Comune di Pontassieve
                                       Area Governo del Territorio

     AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE
      DEL COMPLESSO NATATORIO
          PISCINA COMUNALE
     VIA DI ROSANO A PONTASSIEVE

                   CAPITOLATO SPECIALE

                                                    Pag. 1
Affidamento in concessione del complesso natatorio Piscina Comunale Pontassieve - periodo 01/06/2010-31/05/2014
                                            CAPITOLATO SPECIALE

CAPITOLO I        OGGETTO DELL'APPALTO ..................................................................................pag. 3
 ART.1         OGGETTO DELL'APPALTO.......................................................................................... pag. 3
 ART.2         CARATTERISTICHE DEGLI IMPIANTI....................................................................... pag. 3
 ART. 3        NORME REGOLATRICI L’APPALTO .......................................................................... pag. 4
 ART. 4        PROPRIETA’ DELL’IMPIANTO.................................................................................... pag. 5
 ART. 5        INTERVENTI PREVISTI PER IL COMPLESSO NATATORIO ........................ pag. 5
 ART. 6        CONSEGNA DEGLI IMPIANTI E DURATA DELL'APPALTO ................................... pag. 5
 ART. 7        CARATTERI DEL SERVIZIO......................................................................................... pag. 5
 ART.8         SOGGETTI DI RIFERIMENTO ...................................................................................... pag. 5
CAPITOLO II          OBBLIGHI DEL GESTORE.................................................................................pag. 6
 ART.9         PRESA IN CONSEGNA .................................................................................................. pag. 6
 ART.10        RESPONSABILITA’ COPERTURE ASSICURATIVE .................................................. pag. 6
 ART.11        STIPULA DEL CONTRATTO SPESE CONTRATTUALI............................................. pag. 7
 ART.12        POLIZZA FIDEIUSSORIA A GARANZIA DELLA CORRETTA ESECUZIONE DEGLI
               INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA ...................................................... pag. 8
 ART.13        UTILIZZO DEGLI IMPIANTI......................................................................................... pag. 8
 ART.14        SPESE DI GESTIONE ..................................................................................................... pag. 9
 ART. 15       MANUTENZIONE ORDINARIA ................................................................................... pag. 9
 ART. 16       MANUTENZIONE STRAORDINARIA NON PROGRAMMABILE.......................... pag. 16
 ART.17        DOC. TEC. RELATIVA AGLI INTERVENTI DI MANUTENZIONE......................... pag. 16
 ART. 18       CAMPIONAMENTI ED ANALISI................................................................................ pag. 17
 ART. 19       PERSONALE IN SERVIZIO ......................................................................................... pag. 17
 ART. 20       DOCUMENTAZIONE DA TENERE PRESSO LA SEDE DELL’IMPIANTO............. pag. 17
 ART. 21       DOCUMENTAZIONE DA INVIARE AL COMUNE ................................................... pag. 17
 ART. 22       SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ED IGIENE LUOGHI DI LAVORO......................... pag. 18
 ART.23        ANTINFORTUNISTICA ED ASSICURAZIONE DEL PERSONALE......................... pag. 18
CAPITOLO III            CONDIZIONI ECONOMICHE........................................................................pag. 19
 ART.24        DEFINIZIONE DELLE TARIFFE ................................................................................. pag. 19
 ART.25        DICHIARAZIONE DI CONOSCENZA......................................................................... pag. 19
 ART. 26       CESSIONE E SUB-APPALTO ...................................................................................... pag. 19
 ART. 27       TEMPI E MODALITA’ DI EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO DA PARTE DEL
               COMUNE....................................................................................................................... pag. 19

                                                                  Pag. 2
Affidamento in concessione del complesso natatorio Piscina Comunale Pontassieve - periodo 01/06/2010-31/05/2014
                                            CAPITOLATO SPECIALE

                                           CAPITOLO I

                                       Oggetto dell'appalto

ART.1 - OGGETTO DELL'APPALTO
Il servizio oggetto del presente appalto riguarda la gestione e la conduzione del complesso delle
piscine Comunali di via di Rosano con servizi annessi, e comprende:

    a) la conduzione e manutenzione ordinaria delle piscine e degli impianti collegati secondo
       le disposizioni del presente capitolato e delle specifiche normative vigenti.
    b) la programmazione ed il coordinamento dell’attività sportiva in relazione alle finalità di
       cui all’art.8 del Regolamento approvato con del di C.C. n°30 del 31/3/08, compresa la
       promozione dell’impianto e la pubblicizzazione delle attività secondo il “programma di
       gestione”, da presentare in fase di gara.

ART.2 CARATTERISTICHE DEGLI IMPIANTI
IMPIANTO COPERTO di via Rosano.

L'impianto è sito nel Comune di Pontassieve in via di Rosano nel Capoluogo. La struttura
principale è stata realizzata negli anni settanta, ma è stata completamente ristrutturata nelle parti
principali nell’anno 1991/92 ed è così composto:

    - vasca natatoria per adulti superficie m 25 x 12,50.
    - vasca natatoria per bambini superficie m 12.5 x 6
L'impianto è costituto sommariamente dai seguenti complessi:

   palazzina servizi tecnologici (centrale termica, impianto di condizionamento, impianto di
    trattamento dell’acqua composto da: - vasca di compenso di mc. 45, pompe di riciclo, filtri a
    sabbia con strato superiore di carbone, disinfezione tramite ozonizzatore, attualmente non in
    funzione, disinfezione supplementare con composti a base di cloro, quadri elettrici di
    comando).
   palazzina servizi al pubblico (ingresso biglietteria, uffici, magazzino, ristoro, spogliatoi
    maschi-femmine divisi, guardaroba, zona di accesso al piano vasca attrezzata con phon,
    bagni e docce suddivisi maschi-femmine, zona riservata a visitatori).
   zona riservata esclusivamente ai nuotatori ricavata all’interno di una cupola realizzata in
    cemento armato di diametro circa 36 metri con accesso consentito attraversando vaschette
    lavapiedi e docce con le due vasche, una per adulti e l’altra per i bambini, completa il piano
    vasche un infermeria ed un ripostiglio di servizio.
   zona all’aperto adibita a “solarium” all’intorno dell’edificio principale.
   tribuna per il pubblico posta al primo piano, a cui si accede tramite il vano scala interno
    posto sulla sinistra dell’ingresso attuale. Dispone di due uscite di emergenza, che
    consentono, tramite un camminamento sulla copertura piana adiacente, di arrivare alla scala
    di sicurezza.

IMPIANTO SCOPERTO

L’impianto è situato nell’area confinante con quella della piscina coperta. All’impianto si accede
dall’ingresso principale su via di Rosano.
Le strutture sono:

                                                    Pag. 3
Affidamento in concessione del complesso natatorio Piscina Comunale Pontassieve - periodo 01/06/2010-31/05/2014
                                            CAPITOLATO SPECIALE

   vasca natatoria scoperta superficie mt. 50x21, profondità massima mt.2, profondità minima
    mt.1,20, e relativa vasca di compenso.
   palazzina spogliatoi realizzata su due piani di circa 600 mq. Ciascuno, di cui uno
    parzialmente interrato riservato agli uomini ed uno fuori terra riservato alle donne. L’accesso
    agli spogliatoi avviene mediante rampe di pendenza idonea per il superamento delle barriere
    architettoniche. Nel corridoio spogliatoio maschile è presente il seguente macchinario:
        1 pompa di sollevamento nel canale di ventilazione delle fondazioni spogliatoio
   locali tecnici con accesso riservato da via di Vittorio costituiti da centrale termoventilazione,
    locali Enel, Centrale termica, Centrale trattamento acque, Centrale Idrica. Nei locali tecnici
    sono presenti i seguenti macchinari a servizio della piscina:
        Centrale di trattamento aria
     - 1 quadro di potenza e comando
     - 1 UTA di mandata con motore, ventilatore e batteria di riscaldamento
     - 1 Cassonetto di estrazione con motore e ventilatore
        Centrale termica
     - 1 quadro di potenza e comando
     - 2 caldaie modello Riello 3900-400 portata cad. 549.46, con circolatori antishock
     - 3 coppie circolatori gemellari su collettore di mandata
     - 2 vasi espansione da 50 lt
        Centrale filtraggio e trattamento acqua
     - 2 filtri a sabbia
     - 1 scambiatore di calore a piastre
     - 1 gruppo elettrogeno a benzina a servizio delle pompe di sollevamento
     - 2 pompe di sollevamento
     - 3 motori per circolazione acqua piscina
     - 2 serbatoi in polietilene bianco
     - 2 pompe dosatrici
        Centrale idrica
     - 2 serbatoi accumulo acqua calda sanitari da lt 2500 cad.
     - 2 vasi espansione
     - 2 coppie circolatori gemellari
     - 1 scambiatore di calore a piastre
     - 1 addolcitore a resine e Sali
     - 3 serbatoi da lt 3000 in polietilene
     - 1 autoclave in ferro zincato con pompe gemellari

Una migliore identificazione delle strutture sportive si può ottenere dagli elaborati grafici facenti
parte della documentazione tecnica allegata al bando di gara

ART. 3 NORME REGOLATRICI L’APPALTO
L’appalto sarà eseguito in osservanza di quanto previsto:

    a) dalla convenzione/contratto di appalto, di cui al presente capitolato, incluso gli allegati
       tecnico-amministrativi che ne formano parte integrante.
    b) dalle norme di legge e regolamenti in vigore alla data odierna, e successive modifiche
       e/o integrazioni sia per gli aspetti giuridico-amministrativi che per gli aspetti igienico-
       sanitari.

                                                    Pag. 4
Affidamento in concessione del complesso natatorio Piscina Comunale Pontassieve - periodo 01/06/2010-31/05/2014
                                            CAPITOLATO SPECIALE

ART. 4 - PROPRIETA’ DELL’IMPIANTO
1 – L’impianto è e resta di esclusiva proprietà del Comune, come sono di proprietà comunale le
attrezzature tecniche ed i beni mobili in esso esistenti al momento della redazione dell’iniziale
stato di consistenza.
2 – I beni mobili successivamente forniti dal gestore per il corrente funzionamento del complesso
ed inseriti nel verbale di consistenza, resteranno, al termine dell’appalto di esclusiva proprietà
del Comune, senza dar luogo al pagamento di alcun corrispettivo.
3 – Il gestore potrà effettuare solo interventi previamente autorizzati dalla amministrazione
comunale nei modi di legge.

ART. 5 -INTERVENTI PREVISTI PER IL COMPLESSO NATATORIO
L’amministrazione comunale si farà carico dell’esecuzione degli interventi riguardanti il
complesso natatorio di cui alla delibera di G.M. n°111 del 15/10/2009 (elenco annuale 2010
delle Opere Pubbliche). Nessuna pretesa di carattere economico potrà essere rivendicata da parte
del gestore nei confronti del Comune per la eventuale inattività, totale o parziale, dell'impianto in
conseguenza degli stessi.

ART. 6 CONSEGNA DEGLI IMPIANTI E DURATA DELL'APPALTO
Il presente appalto ha la durata di anni 4 (quattro) a partire dal 01/06/2010.

La consegna del complesso natatorio avverrà alla data indicata al punto precedente quale inizio
dell’appalto. L’amministrazione, ove ciò non intralci l’attività del gestore uscente, potrà mettere
a disposizione dell’aggiudicatario la piscina scoperta e i locali accessori anche prima dell’avvio
della nuova gestione.

ART. 7 -CARATTERI DEL SERVIZIO
Il Concessionario è tenuto a gestire l’impianto garantendone la fruibilità secondo quanto previsto
dal Regolamento per la concessione in gestione degli impianti sportivi comunali, approvato del
Del. C.C. n°30 del 31/3/09

ART. 8 -SOGGETTI DI RIFERIMENTO
1. I soggetti a cui fare riferimento per la gestione dei rapporti posti in essere con l'appalto del
   servizio, sono:
a) per il Comune, il Dirigente Area Governo del Territorio, il responsabile tecnico per gli
   impianti sportivi, e l’UOC Amministrativa-Ufficio Sport.
b) per il concessionario, il gestore o suo delegato, da comunicare al momento della stipula del
   contratto di concessione.

2. Il gestore è unico responsabile nei confronti del Comune anche per quei servizi
   eventualmente subappaltati o gestiti da terzi, in caso di loro accertate inadempienze

                                                    Pag. 5
Affidamento in concessione del complesso natatorio Piscina Comunale Pontassieve - periodo 01/06/2010-31/05/2014
                                            CAPITOLATO SPECIALE

                                          CAPITOLO II

                               Obblighi principali del gestore

ART. 9 – PRESA IN CONSEGNA
La consegna degli impianti avverrà secondo le formalità previste all’art.18 del Regolamento per
la concessione in gestione degli impianti sportivi comunali, approvato del Del. C.C. n°30 del
31/3/09.
L’amministrazione, ove ciò non intralci l’attività del gestore uscente, potrà mettere a
disposizione dell’aggiudicatario la piscina scoperta e i locali accessori anche prima dell’avvio
della nuova gestione

ART.10 – RESPONSABILITA’ COPERTURE ASSICURATIVE
Il gestore dell’impianto è obbligato ad adottare tutte le misure di sicurezza ed antinfortunistiche
ed ogni altro accorgimento e cautela, atti ad evitare rischi o danni alle persone animali o cose,
come indicato all’art. 19 del Regolamento per la concessione in gestione degli impianti sportivi
comunali, approvato del Del. C.C. n°30 del 31/3/09

Il gestore è tenuto a contrarre con Compagnie Assicuratrici di primaria importanza le polizze
assicurative di seguito specificate:

A) Assicurazione a rischio locativo dei fabbricati, macchinari impianti installazioni, attrezzature,
dei danni derivanti dall’esercizio dell’impianto sportivo.

Per tutto il periodo di gestione degli impianti il concessionario dovrà contrarre a sue spese una o
più polizze assicurative che risarciscono i danni materiali causati dall'incendio a cose, manufatti,
installazioni, macchinari, sezioni dì impianto, o per furto di attrezzature
Si indicano di seguito i massimali minimi richiesti:
furto € 100.000,00
incendio, relativo al complesso natatorio nella sua globalità (fabbricati, opere elettromeccaniche,
attrezzature) € 2.000.000,00:
In ogni caso il gestore dovrà contrarre una polizza di copertura con la Compagnia tale da
assicurare le varie partite per un somma dì importo pari al valore di mercato.

B) Assicurazioni di responsabilità civile verso terzi (RCT)e prestatori di lavoro (RCO)

Rischi assicurati con RCT. Massimale unico richiesto 5 milioni di euro
Per tutto il periodo di gestione del complesso natatorio Piscina Comunale, il concessionario
dovrà contrarre, a sue spese, una o più polizze assicurative che garantiscano il risarcimento
(capitale, interessi e spese) di tutti i danni, dei quali esso sia tenuto a rispondere quale civilmente
responsabile ai sensi di legge, per danni materiali e/o danni corporali involontariamente
cagionati a terzi in relazione all’attività di conduzione e gestione del complesso natatorio Piscina
Comunale, ovunque svolte nei limiti territoriali previsti, sia presso ubicazioni proprie che
altrove. L’assicurazione deve valere anche per la responsabilità che possa derivare al
Concessionario da:
- fatto, anche doloso, di persone fisiche delle quali debba rispondere
- per i danni cagionati a terzi da appaltatori, subappaltatori e rispettivi prestatori di lavoro,
mentre eseguono i lavori per contro del concessionario stesso;

                                                    Pag. 6
Affidamento in concessione del complesso natatorio Piscina Comunale Pontassieve - periodo 01/06/2010-31/05/2014
                                            CAPITOLATO SPECIALE

- per le azioni di rivalsa dell’INPS ai sensi dell’art. 14 della Legge n°222 del 12/6/1984 e/o
successive modifiche, dall’INAIL e/o da altri soggetti e/o da altri enti previdenziali e/o
assistenziali

Rischi assicurati con RCO. Massimale unico richiesto 5 milioni di euro, con il limite di
1.500.000,00 per persona
Per tutto il periodo di gestione del complesso natatorio Piscina Comunale, il concessionario
dovrà contrarre, a sue spese, apposita polizza assicurativa che garantisca il risarcimento di
eventuali somme dovute (capitale, interessi e spese), delle quali esso sia tenuto a rispondere
quale civilmente responsabile ai sensi di legge, per danni corporali in conseguenza di infortuni
sul lavoro sofferti da “prestatori di lavoro” (anche se distaccati presso altre sedi) di cui il
medesimo si avvale, addetti alle attività inerenti la conduzione e gestione del complesso
natatorio Piscina Comunale. I soci ed i familiari coadiuvanti (purché assicurati presso l’Istituto
stesso) sono equiparati ai dipendenti limitatamente alla rivalsa INAIL.
L’assicurazione contratta deve valere anche per le azioni di rivalsa degli Istituti previdenziali
(INPS, INAIL e/o altri soggetti/istituti previdenziali per specifiche categorie) secondo le
previsioni di legge.

Con le stipulazioni delle assicurazioni indicate, il gestore non esaurisce le sue responsabilità
riguardo ai sinistri che si verificassero durante lo svolgimento dei lavori e dei servizi previsti nel
presente appalto.

Il gestore resta per contro obbligato a risarcire qualsiasi danno, anche per la parte che eccedesse
le somme obbligatoriamente assicurate, che costituiscono esclusivamente dei minimi
contrattualmente prescritti e che pertanto non limitano la sua possibilità di adeguare la copertura
assicurativa al maggiore rischio che egli ritenga connesso con i lavori.

Eventuali modifiche o deroghe alle prescrizioni del presente articolo dovranno essere, per
iscritto, richieste dal concessionario ed autorizzate dall'Amministrazione Comunale

ART.11 – STIPULA DEL CONTRATTO SPESE CONTRATTUALI
Nei termini che saranno stabiliti dall’Amministrazione Comunale, e resi noti con apposita
comunicazione, il concessionario dovrà provvedere a consegnare la polizza fideiussoria indicata
al seguente art. 12, al versamento dell’eventuale contributo economico offerto per la
realizzazione della copertura pressostatica della piscina olimpionica scoperta, e al pagamento
delle spese di contratto e di registro, nonché produrre la documentazione ed adempiere alle
formalità per la stipula del contratto

Nel caso di ritardo o di diniego a provvedere agli adempimenti di propria competenza, il
concessionario è dichiarato decaduto dall'appalto con le conseguenze previste dalla normativa
vigente in materia.
Nel caso suddetto o nel caso in cui per qualsiasi motivo il primo aggiudicatario non possa
procedere all’esecuzione del contratto, il Comune si riserva la facoltà di scorrere la graduatoria
per la nuova aggiudicazione.

Sono a carico del concessionario tutte le spese del contratto. La determinazione di queste spese è
fatta in base alle tariffe vigenti.

A carico del gestore sono pure tutte le spese di bollo inerenti agli atti occorrenti per la gestione
del servizio dal giorno dì consegna fino a quello della scadenza del contratto, come pure sono a
suo carico le marche di liquidazione, dì quietanza, di bollo sui documenti contabili di spesa.

                                                    Pag. 7
Affidamento in concessione del complesso natatorio Piscina Comunale Pontassieve - periodo 01/06/2010-31/05/2014
                                            CAPITOLATO SPECIALE

L'Amministrazione ha la facoltà di trattenere sui crediti del concessionario le somme per
l'assolvimento delle imposte, sovraimposte, tasse, soprattasse, multe, danni e di altri oneri cui
fosse obbligato per vincoli di solidarietà.

ART.12 – POLIZZA FIDEIUSSORIA A GARANZIA DELLA CORRETTA
ESECUZIONE DEGLI INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA
Alla sottoscrizione della convenzione di affidamento sarà prevista la presentazione di una
polizza fideiussoria a garanzia della corretta esecuzione delle opere di manutenzione ordinaria di
importo corrispondente al valore complessivo stimato per l’intero quadriennio pari ad
€200.000,00 (€ 50.000 per ciascun anno, escutibile in quota parte ove se ne ravvisi la necessità).
La garanzia dovrà prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione
del debitore principale, la rinuncia all’eccezione di cui all’art. 1957, comma 2, del C.C., nonché
l’operatività della garanzia medesima entro 15 giorni, a semplice richiesta scritta della stazione
appaltante.
La fideiussione dovrà avere validità dal giorno di decorrenza dell’affidamento in gestione
(compreso) fino allo svincolo della stessa, ovvero alla riconsegna del complesso sportivo (vedi
art.22 Regolamento per la concessione in gestione degli impianti sportivi comunali).

ART.13 – UTILIZZO DEGLI IMPIANTI
Il concessionario si impegna a tenere aperto e funzionante l’impianto tutti i giorni della settimana
per un minimo di 70 ore settimanali, da articolarsi secondo un piano d’utilizzazione presentato in
fase di gara di appalto e che assicuri il rispetto di quanto previsto nei commi successivi del
presente articolo. Durante l’arco dell’anno potrà essere prevista una sospensione non superiore a
30(trenta) giorni, ripartiti anche in più periodi, per consentire operazioni di manutenzione
ordinaria, da concordare preventivamente con il Comune.

Il Concessionario è tenuto a promuovere, attuare, coordinare, e controllare tutte le attività
relative all’utilizzazione del centro nuoto e delle eventuali attività collaterali assicurando
comunque le seguenti attività, con tariffe agevolate nei casi indicati nel successivo art.24:
- corsi di avviamento al nuoto;
- corsi di nuoto;
- corsi di nuoto in orario scolastico antimeridiano per gli alunni delle scuole del Comune e dei
    Comuni limitrofi nel periodo settembre-maggio, di concerto con le scuole
- nuoto libero;
- nuoto agonistico;
- attività complementari: nuoto subacqueo, nuoto terapeutico, ecc.;
- attività ludiche varie;
- accesso all’impianto per attività organizzate dal Comune nei mesi estivi secondo modalità e
    tariffe da concordare preventivamente

Il Concessionario è tenuto inoltre:
- a collaborare con le Associazioni Sportive presenti sul territorio promuovendone lo sviluppo
    e riservando ad esse adeguato spazio all’interno delle attività previste nell’impianto, con
    tariffe agevolate.
- concedere gratuitamente l’impianto al Comune, in caso di manifestazioni da questo
    organizzate, per un massimo di 4 (quattro) giorni all’anno;

All’inizio del periodo di gestione, se ancora in corso di svolgimento, il Concessionario è tenuto a
proseguire senza soluzione di continuità, fino alla fine dell’anno scolastico in corso, le attività
rivolte agli alunni delle scuole organizzati dal precedente gestore

                                                    Pag. 8
Affidamento in concessione del complesso natatorio Piscina Comunale Pontassieve - periodo 01/06/2010-31/05/2014
                                            CAPITOLATO SPECIALE

ART.14 – SPESE DI GESTIONE
Le spese di gestione, nessuna esclusa, relative al funzionamento della struttura nel suo
complesso e quelle di manutenzione ordinaria sono interamente a carico del concessionario Sono
a totale carico le spese inerenti:
     - utenze (acqua, energia elettrica, gas)
     - la custodia, pulizia, funzionamento degli impianti, attrezzature e servizi annessi;
     - una opportuna pubblicizzazione e promozione delle attività
     - tutto il personale necessario per il funzionamento dei vari servizi (direzione,
         amministrazione, pulizia, controllo, istruttori, conduzione impianti, assistenza igienico-
         sanitaria;
     - la ordinaria manutenzione.

Tutti i reagenti che risulta necessario aggiungere al processo chimico fisico dei due impianti
sono a carico del gestore
I prodotti utilizzati devono essere acquistati tra le ditte primarie produttrici e devono essere
certificati dal Ministero della Sanità idonei all’uso per impianti di piscine o/e all’uso per acqua
potabile.

ART. 15 - MANUTENZIONE ORDINARIA
Premessa
La conduzione e la manutenzione degli spazi di una piscina devono essere finalizzati, oltre che a
far svolgere l'attività secondo le esigenze dell'utenza, anche a mantenere idonee condizioni di
sicurezza e di confort.
La manutenzione comprende gli interventi necessari per il raggiungimento, il mantenimento ed il
ripristino di un idoneo standard di uso degli spazi e delle attrezzature per lo svolgimento delle
varie attività e di benessere (igiene, sicurezza, illuminazione, ventilazione, riscaldamento,
igrometria, acustica).
La manutenzione ordinaria comprende quelle operazioni periodiche (giornaliere, settimanali,
mensili, semestrali ed annuali) necessarie per assicurare il funzionamento dell'impianto e delle
attrezzature tramite revisioni o riparazioni dei componenti.

Gli interventi manutentivi più frequenti sono:
 1) di ripristino;
 2) di adeguamento e di miglioramento.

I lavori di ripristino sono destinati alla sostituzione di parti o pezzi deteriorati in modo che
l'efficienza dell'impianto sportivo non venga ostacolata.
Quelli di adeguamento e miglioramento servono a rendere l'impianto più rispondente ad
eventuali nuove esigenze dell'utenza, dell'attività e della legislazione e per migliorare la
funzionalità e la sicurezza degli spazi e delle attrezzature.

Schema programma manutenzioni
Per una gestione corretta della piscina si deve ottemperare a quando proposto nel seguente
quadro schematico delle varie operazioni manutentive per le principali categorie di intervento
suddivise temporalmente (giornaliere, settimanali, mensili, ecc. )

Qualsiasi intervento urgente, causa di malfunzionamento, dovrà comunque essere eseguito
tempestivamente, ogni qual volta se ne presenti la necessità

Le principali categorie di intervento sono:
  1. Immobili.

                                                    Pag. 9
Affidamento in concessione del complesso natatorio Piscina Comunale Pontassieve - periodo 01/06/2010-31/05/2014
                                            CAPITOLATO SPECIALE

  2. Impianto di produzione calore, riscaldamento, ventilazione e condizionamento,
     distribuzione acqua calda.
  3. Impianto idrotermosanitario.
  4. Impianti distribuzione energia elettrica e messa a terra.
  5. Impianti di illuminazione e segnalazioni di emergenza
  6. Impianto di trattamento acqua piscina.
  7. Arredi ed attrezzature
  8. Varie

1.Immobili

GIORNALIERA
Pulizia di tutti i locali e spazi di attività: raccolta ed allontanamento dei rifiuti dalle aree
circostanti l'impianto.
Disinfezione di tutti i locali, spazi di attività, arredi fissi e mobili.
Dotazione dei locali dei materiali di consumo (carta, sapone, ecc.)

SETTIMANALE
Verifica della dotazione dei materiali e delle attrezzature di pronto soccorso e relativi reintegri.

MENSILE
Pulizia: pozzetti acque nere e bianche: griglie di raccolta acque piovane (asportazione di foglie e
terriccio).
Controllo efficienza impianto fognario e scarichi.
Pulizia dei locali tecnici e sistemazione dei materiali.
Disinfestazione di tutti i locali (insetti vari, con particolare attenzione alle misure preventive
di profilassi antizanzare, blatte etc..).
Derattizzazione ove necessario

SEMESTRALE
Controllo delle condizioni delle chiusure mobili, (porte finestre, tende, parti soggette in genere a
movimento e usura) con eventuale esecuzione di piccoli interventi.

ANNUALE
Controllo: del rivestimento delle vasche (eventuali distacchi) e delle strutture delle vasche
(tenuta); stato delle coperture e dei rivestimenti esterni.
Riprese di tinteggiature e di verniciature di parti dell'impianto deteriorate. Sostituzione di parti
deteriorate di strutture, pareti, coperture, guaine impermeabilizzanti, infissi, attrezzature.
Riprese di intonaci, tinteggiature, verniciature, piccoli interventi di riparazione per
deterioramento o manomissioni.
Pulizia a fondo di tutti i locali e spazi di attività con rimozione di tutti i mobili e del loro
contenuto.

PERIODICI
Controllo: delle strutture dell'edificio (annuale o biennale per le strutture in acciaio o legno; ogni
3 anni per quella in c.a.; variabile a seconda delle prescrizioni di collaudo per le tensostrutture).
Rifacimento di tinteggiature e verniciature esterne, secondo le caratteristiche delle finiture (circa
ogni tre anni).
Tinteggiatura e riverniciatura dei locali: almeno ogni due o tre anni secondo il tipo di impianto e
l'uso.
Riparazione di oggetti o parti di chiusure (vetri, maniglie, attaccapanni, ecc.) accidentalmente
rotti: secondo l'occorrenza.
Tinteggiatura dei locali di servizio, verniciatura delle parti in ferro.

                                                   Pag. 10
Affidamento in concessione del complesso natatorio Piscina Comunale Pontassieve - periodo 01/06/2010-31/05/2014
                                            CAPITOLATO SPECIALE

2.Impianto produzione calore, riscaldamento , ventilazione, distribuzione aria calda.
Presso il centro natatorio sono presenti due centrali termiche (una per l’impianto coperto e una
per l’impianto scoperto).
A servizio dell’impianto coperto è presente n° 1 caldaia modello Riello 3900/600 di portata 764,
completa di accessori per il funzionamento.
Per quanto riguarda l’impianto scoperto si veda precedente paragrafo “CARATTERISTISCHE
DEGLI IMPIANTI” Impianto scoperto a pag. 4 del presente capitolato
Data la potenza delle caldaie superiori ai 500 Kw, ai sensi del DPR 26/8/93 n°412 e successive
modifiche ed integrazioni, si rende necessario per l’esercizio e la manutenzione delle stesse,
l’individuazione di una figura di terzo responsabile iscritto in appositi albi nazionali e in
possesso di patentino di conduzione.

SETTIMANALE
Controllo: di eventuali perdite dalle caldaie, serbatoi, tubazioni, ecc.; regolare funzionamento
delle valvole di sicurezza (caldaie scalda-acqua, serbatoi vari)
Pulizia:; tubi e giri di fumo (caldaie);
Permuta del funzionamento delle caldaie per la piscina scoperta.
Verifica del premistoppa.
Controllo presenza eventuali perdite idriche.

MENSILE
Controllo: fumi e regolazione della combustione; tiraggio canne fumarie.
Manovra di tutte le valvole saracinesche e rubinetti.
Lubrificazione di aste e rinvii.
Sostituzione di volantini e targhette rotte.
Controllo dei contatori e degli apparecchi di misura.
Pulizia: filtri aria con sostituzione delle parti deteriorate; batterie.
Verifica e regolazione della tensione delle cinghie.

TRIMESTRALE
Controllo: tutti gli strumenti di misura e sicurezza (termometri, pressostati, chiusura rapida
combustibile, ecc.); consumo di acqua nel vaso di espansione (mediante contatore: deve essere
minimo); valvola di sicurezza vaso di espansione chiuso.
Spurgo scarichi generatori.

SEMESTRALE
Controllo del funzionamento dei bruciatori e dei relativi organi di accensione e regolazione
(trasformatore, cellule, ecc.).

ANNUALE
Verifica: tenuta delle guarnizioni (portello, attacco bruciatore);
Smontaggio dei bruciatori, sostituzione di parti difettose, pulizia e regolazione.
Verniciatura parti deteriorate.
Controllo: condizione dei motori e dei manicotti elastici; allineamento pulegge e tiranti.
Controllo: reti e caldaie per eventuali perdite; durezza acqua di alimentazione.
Controllo isolamenti termici ed eventuali rifacimenti.
Controllo ed eventuale sostituzione di giunti antivibranti.
Serraggio dei bulloni.
Verifica fissaggio dei corpi scaldanti ed eventuali ripristini.
Pulizia: scarico fuliggine.

3. Impianto idrotermosanitario

                                                   Pag. 11
Affidamento in concessione del complesso natatorio Piscina Comunale Pontassieve - periodo 01/06/2010-31/05/2014
                                            CAPITOLATO SPECIALE

SETTIMANALE
Controllo: efficienza scarichi a pavimento (assenza di ristagni d'acqua, in particolare per le
docce); livello acqua autoclavi, per la piscina scoperta
Pulizia sifoni griglie di scarico.

MENSILE
Controllo: efficienza di scarichi WC, scarichi a tempo, rubinetti, ecc.: valvola di sicurezza degli
autoclavi, per la piscina scoperta.
Controllo: guarnizioni rubinetti.
Pulizia dissabbiatori.
Rigenerazione decalcificatori a seconda dell'uso e delle indicazioni dei fabbricanti, con
immissione dei Sali, per la piscina scoperta

SEMESTRALE
Revisione degli apparecchi di utilizzazione (rubinetti, comandi doccia, ecc.)
Controllo efficienza impianto antincendio (parte idrica).

ANNUALE
Pulizia fosse settiche e relativi pozzetti acque nere: a seconda dell'uso (almeno semestralmente).
Controllo: potabilità acque di alimentazione (presso laboratorio); stato degli apparecchi sanitari
(fessurazione, rotture) e relativi organi di fissaggio.
Pulizia e disinfezione dei serbatoi di accumulo e controllo della loro tenuta.
Smontaggio e pulizia delle valvole di sicurezza dell'autoclave.
Verniciatura parti metalliche deteriorate.

4. Impianti distribuzione energia elettrica e messa a terra

SETTIMANALE
Controllo (esterno) del quadro elettrico generale e dei quadri secondari (accensione spie, etc..).

MENSILE
Controllo e serraggio morsetti.
Prova efficienza interruttori automatici (scatto).

SEMESTRALE
Controllo (interno) del quadro elettrico generale e dei quadri secondari con pulizia dei contatti e
verifica del funzionamento di spie, telesalvamotori, interruttori magneto termici, fusibili,
differenziali, ecc. e sostituzione parti difettose.

ANNUALE
Controllo efficienza di tutte le prese, interruttori, ecc., morsetti, collegamento di terra.
Verifica dell'impianto di messa a terra.
Verifica dell'impianto di protezione dalle scariche atmosferiche (collegamenti, dispersori,
parafulmini, ecc.).
Verniciatura parti metalliche deteriorate.

5. Impianti illuminazione segnalazione ed emergenza

MENSILE
Prova di funzionamento dell'impianto di emergenza .
Controllo efficienza impianti di segnalazione ed eventuali regolazioni.

                                                   Pag. 12
Affidamento in concessione del complesso natatorio Piscina Comunale Pontassieve - periodo 01/06/2010-31/05/2014
                                            CAPITOLATO SPECIALE

SEMESTRALE
Controllo fotocellule e dispositivi di inserzione automatica a tempo.
Pulizia apparecchi illuminanti interni ed esterni e controllo parabole (stato e orientamento).
Controllo della tenuta delle guarnizioni.
Regolazione dei proiettori e serraggio delle viti di fissaggio.

ANNUALE
Controllo collegamenti elettrici e di terra.
Verniciatura parti metalliche corrose (sostegni, apparecchi).
Sostituzione lampade: secondo la loro vita utile (incandescenza circa 1000 ore, fluorescenza
5000 ore, altri tipi secondo indicazioni delle case costruttrici)

6. Impianto di trattamento acqua piscina

Premessa
Le operazioni di manutenzione eseguite sulle apparecchiature di seguito descritte, ove presenti e
funzionanti (in particolare si precisa che le macchine relative alla produzione e al controllo
dell’ozono non risultano allo stato utilizzate), devono essere affidate, per la particolare
complessità degli impianti in questione, a ditte qualificate preferibilmente scelte tra quelle
indicate dalla Casa Costruttrice degli Impianti come centri di assistenza locali, così come la
sostituzione dei pezzi difettosi deve essere garantita con pezzi originali forniti dalle stesse Case
Costruttrici degli impianti.

Di seguito si riporta a titolo indicativo l’elenco delle apparecchiature a servizio dell’impianto
coperto, con l’indicazione delle case produttrici.

TIPI DI APPARECCHIATURE IMPIANTO COPERTO

- N. 1 Prefiltro CILLIT-BERMUDA 160-200
- N. 2 Filtri CILLIT-BERMUDA PLUSMATIC 80A
- N. 3 Pompe di riciclo da 80 mc/h
- N. 12 predisposizioni per attacco pompe dosatrici
- N. 4 Pompe dosatrici (regolazione pH-flocculazione-antialghe-1 di stand-by)
- N. 4 contenitori plastici di prodotti chimici (di cui 1 in stand by)
- N. 1 Dosatore di ipoclorito di calcio
- N. 2 lambitori di acido isocianurico
- N. 1 Strumentazione di misurazione CILLIT-PCR PH-Cl-RX
- N. 1 Registratore a tre piste CILLIT-PCR
- N. 1 Apparecchiatura per la disinfezione CILLIT-DERMAT
- N.1 Pompa dosatrice CILLIT-DP34INEXL completa di contatore CILLIT-MDB 89 3/4"
- N. 3 Valvole pneumatiche DN 80
- N. 1 Valvola pneumatica DN 200
- N. 1 Generatore di Ozono CILLIT-NFW 200
- N. 1 Miscelatore Idrocinetico NFW 130
- N. 1 Torre di contatto e reazione da 160 mc/h
- N. 1 Misuratore di Ozono residuo
- N. 1 Eliminatore Ozono residuo
- Quadri elettrici per il comando delle apparecchiature descritte
NB: le apparecchiature relative all’impianto di produzione e controllo dell’ozono sono presenti
ma non funzionati allo stato attuale

Relativamente ai TIPI DI APPARECCHIATURE a servizio dell’IMPIANTO SCOPERTO si
veda precedente paragrafo “CARATTERISTISCHE DEGLI IMPIANTI” Impianto scoperto a

                                                   Pag. 13
Affidamento in concessione del complesso natatorio Piscina Comunale Pontassieve - periodo 01/06/2010-31/05/2014
                                            CAPITOLATO SPECIALE

pag. 4 del presente capitolato.

GIORNALIERA
   - Controlavaggio dei filtri: in relazione alla perdita di carico e secondo le indicazioni del
     fabbricante.
   - Pulizia: fondo e lati della vasca con aspirafango.
   - Controllo: pH e potenziale Redox (almeno ogni due ore), dosaggio di flocculante e
     sterilizzante, perdita di carico nei filtri, portata di ricircolo, trasparenza dell'acqua,
     funzionamento sfioratori.
   - Disinfezione: dell'acqua nelle vasche lavapiedi.
   - Annotazione su apposito registro dei dosaggi di flocculante, sterilizzante, cloro residuo,
     e numero dei bagnanti.
   - Pompe di ricircolo da 80 mc/h: prova visiva ed uditiva sul regolare scorrimento del
     rotore nei cuscinetti e sul funzionamento della girante, controllo dell'assorbimento di
     corrente
   - Generatore di Ozono Cillit-NFW 200: verifiche su alimentazione acqua di
     raffreddamento, temperatura, pressione e portata.
   - Miscelatore idrocinetico NFW 130: verifiche sulla pompa di innalzamento, controllo
     della prevalenza e della portata, controllo assorbimento di corrente. Verifiche sul
     regolare funzionamento dell'eiettore.
   - Pompe dosatrici Cillit-Optidos e Cillit-DP 34 INEX L: verifiche di funzionamento.
   - Strumentazione di misurazione Cillit-PCR: verifiche sul flusso dell'acqua da analizzare.

SETTIMANALE
   - Trattamento antialghe se necessario.
   - Prefiltro Cillit-Bermuda 160-200: controllo ed eventuale pulizia.
   - Pompe ricircolo da 80 mc/h: verifica sulla tenuta dell'albero della pompa.
   - Generatore di Ozono Cillit-NFW 200: controllo sul funzionamento degli essicatori,
      controllo sul funzionamento dei temporizzatori di rigenerazione e di commutazione alla
      fase di esercizio degli essicatori, verifiche degli automatismi sulle fasi di lavoro
      dell'impianto di essicazione e della commutazione degli elementi assorbenti, verifiche
      sui dispositivi di sicurezza per il funzionamento di stacco e di segnalazione di guasto,
      controllo ed eventuale taratura sulla quantità di aria che attraversa il generatore di
      Ozono.
   - Miscelatore idrocinetico NFW 130: controllo sulle tenute, verifiche di tenuta della
      valvola di ritegno, eventuali regolazioni e tarature delle saracinesche di sezionamento.
   - Filtri Cillit-Bermuda Plusmatic 80A Ozonmatic: verifiche di funzionamento delle fasi di
      servizio e di lavaggio, verifiche di funzionamento dei gruppi centralizzati a
      funzionamento iodraulico che eseguono la distribuzione dell'acqua sia per la filtrazione
      che per il lavaggio, verifiche di funzionamento delle elettrovalvole pilota e sulla
      distribuzione aria di comando nelle varie fasi, verifiche di funzionamento della camera
      con molla di contrasto, verifiche sugli automatismi di comando posti sul quadro
      elettrico.
   - Eliminatore Ozono residuo: verifiche con prove analitiche della regolare filtrazione per
      accertare l'assenza di ozono allo scarico.
   - Pompe dosatrici: verifiche sui dosaggi dei vari prodotti chimici con prove analitiche per
      accettarne l'esatta concentrazione, pulizia iniettori e tubi.
   - Strumentazione di misurazione Cillit-PCR: controllo sulla precisione di lettura delle
      sonde e dei segnali trasmessi al registratore a tre piste ed alle pompe dosatrici, eventuali
      tarature, pulizia sonde.
   - Registratore a tre piste: verifiche sulla regolarità dei segnali modulanti provenienti dagli
      strumenti di misurazione, verifiche sulla regolarità di rotazione della carta e dei tracciati.
   - Quadro elettrico: controlli e verifiche di funzionamento degli automatismi e dei comandi

                                                   Pag. 14
Affidamento in concessione del complesso natatorio Piscina Comunale Pontassieve - periodo 01/06/2010-31/05/2014
                                            CAPITOLATO SPECIALE

         di tutte le apparecchiature installate, eventuali regolazioni.
    -    Misuratore Ozono residuo: controllo di taratura del sistema ed eventuali correzioni,
         controllo del termisore NTC 100 Kohm, verifica di funzionamento del segnale di blocco
         in presenza di ozono.
    -    Apparecchiatura per la disinfezione Cillit-Dermat: pulizia filtro di protezione, controllo
         sul regolare funzionamento del motore pompa e del pistone, eventuali regolazioni sulla
         valvola di dosaggio, controllo prevalenza, controllo dell'erogazione del prodotto nei
         punti interessati, verifiche sugli automatismi e comandi elettrici.

MENSILE
  - Analisi batteriologica e chimica dell'acqua presso laboratorio specializzato.

    -    Generatore di ozono Cillit-NFW 200: controllo sul funzionamento dei termostati, pulizia
         filtro di protezione e controllo funzionamento dosatore Cillit-Immuno 150 su acqua di
         raffreddamento con prove analitiche, verifiche sul quadro comandi degli organi di
         comando posti per il funzionamento automatico dell'essicazione aria e della produzione
         ozono.
    -    Torre di contatto e reazione: verifiche con prove analitiche del contenuto di ozono
         nell'acqua.
    -    Filtri Cillit-Bermuda Plusmatic 80A Ozonmatic: verifiche sul funzionamento ed il livello
         delle masse filtranti, delle perdite di carico ed eventuale reintegro del Cillit-2000.
    -    Registratore a tre piste: sostituzione dei pennini e della carta all'occorrenza.
    -    Apparecchiatura per la disinfezione Cillit-Dermat: controllo sul funzionamento del
         galleggiante nel vaso di raccolta, verifiche del livello dell'olio nel gruppo pompa.
    -    Valvole pneumatiche DN 80 e DN 200: verifiche del perfetto funzionamento, sia in
         apertura che in chiusura.

SEMESTRALE
   - Controllo delle condizioni dei serbatoi (disinfettante, flocculante, ecc.)
   - Controllo di tutti gli automatismi e dei collegamenti elettrici e di terra.
   - Generatore di Ozono Cillit-NFW 200: controllo con serratura dei contatti elettrici,
     verifiche sul trasformatore di alta tensione dell'isolamento e della commutazione.
   - Pompe dosatrici: sostituzione delle valvole di aspirazione e di mandata, sostituzione
     degli iniettori.

ANNUALE
  - Controllo ed eventuale disincrostazione scambiatore di calore acqua-vasca.
  - Verniciatura delle parti metalliche deteriorate dell'impianto di flitrazione.
  - Pompe di ricircolo da 80 mc/h: sostituzione dei cuscinetti e dei premistoppa delle
     pompe.
  - Miscelatore idrocinetico NFW 130: sostituzione dei cuscinetti e dei premistoppa della
     pompa di innalzamento.
  - Eliminatore di Ozono residuo: sostituzione del carbone attivo.
  - Pompe dosatrici: sostituzione delle crepine di aspirazione e delle membrane di dosaggio
     a contatto con i prodotti chimici.

7. Arredi ed attrezzature

MENSILE
  - Controllo delle condizioni di conservazione delle attrezzature, accantonamento di quelle
     da riparare o sostituire, piccole riparazioni.
  - Controllo: condizioni degli arredi (armadi, panche, ecc.) ed esecuzione di piccole
     riparazioni.

                                                   Pag. 15
Affidamento in concessione del complesso natatorio Piscina Comunale Pontassieve - periodo 01/06/2010-31/05/2014
                                            CAPITOLATO SPECIALE

ANNUALE
  - Riparazione e sostituzione di arredi ed attrezzature.

8.Varie

SETTIMANALE
   - Controllo dell'efficienza delle apparecchiature accessorie (asciugacapelli, distributori
      automatici, ecc.)

MENSILE
  - Controllo dello stato di carica degli estintori e dei contenitori (bombole) sotto pressione.

SEMESTRALE
   - Revisione degli estintori da parte di ditta abilitata.

ART.16– MANUTENZIONE STRAORDINARIA NON PROGRAMMABILE
L'esecuzione di riparazioni e/o sostituzione di componenti di impianti di importo, calcolato sulla
base dei prezzi dì listino dei prodotti e del costo della manodopera, inferiore a € 500,00
(cinquecento) sono a completo carico del Gestore; tali interventi dovranno essere sottoposti
all'approvazione dell’Amministrazione Comunale, solo nel caso in cui si intenda utilizzare
materiale di tipo e marca diverso da quello installato.

Le riparazioni o sostituzioni di componenti di impianti di costo superiore a quanto indicato nel
paragrafo precedente sono a carico del Comune; purché non derivanti da una mancata o
inadeguata attuazione degli interventi manutentivi da parte del concessionario Il gestore è tenuto
a provvedervi, previa approvazione dell'intervento da parte dell’Amministrazione Comunale.

Il Comune verificherà l'evento segnalato e controllerà le cause che lo hanno determinato,
dopodiché si procederà alla redazione, alla approvazione ed al relativo finanziamento di
specifica perizia di manutenzione straordinaria.
Eseguiti i lavori si procederà al pagamento delle somme spettanti al gestore, previa presentazione
da parte dello stesso di apposita richiesta, mediante emissione di atto di liquidazione da parte del
Comune.

Il Comune si riserva la possibilità, qualora lo ritenesse necessario, di provvedere direttamente o
tramite ditta specializzata all'esecuzione degli interventi di manutenzione straordinaria che si
rendessero necessari.

Nel caso di situazioni di somma urgenza l'intervento potrà essere eseguito direttamente dal
gestore previa autorizzazione del Comune. Entro 30 giorni dall'esecuzione dell'intervento di
Somma Urgenza si procederà all'approvazione della perizia giustificativa della spesa e
successivamente alla liquidazione dei lavori.

ART.17 – DOCUMENTAZIONE TECNICA RELATIVA AGLI INTERVENTI DI
MANUTENZIONE

Il Concessionario è tenuto a predisporre dall’inizio della gestione, apposito registro (sia cartaceo
che in versione informatica) riportante l’annotazione di tutti gli interventi di manutenzione
programmati e non.

                                                   Pag. 16
Affidamento in concessione del complesso natatorio Piscina Comunale Pontassieve - periodo 01/06/2010-31/05/2014
                                            CAPITOLATO SPECIALE

Per ogni intervento dovrà essere indicato quanto segue:
     • Data intervento
     • Descrizione sommaria del tipo di intervento eseguito
     • Indicazione se sono stati sostituite parti o impiegati pezzi di ricambio

Il Concessionario inoltre dovrà tenere il registro indicato al paragrafo “trattamento acqua
piscina” per i dosaggi di sterilizzanti, cloro, etc, e numero dei bagnanti.

Tali registri dovranno essere messi a disposizione del Comune, per le eventuali verifiche.

ART.18 – CAMPIONAMENTI ED ANALISI
Il gestore ha l'obbligo far eseguire presso un laboratorio chimico-biologico autorizzato, tutte le
operazioni analitiche per il controllo della conformità dell’acqua, del processo di trattamento,
alle specifiche normative sanitarie.
Tali analisi dovranno essere eseguite stabilmente almeno una volta al mese. I risultati dovranno
essere conservati a cura del gestore presso l’impianto e messi a disposizione del Comune e/o
delle autorità competenti in caso di verifiche e controlli

ART. 19 – PERSONALE IN SERVIZIO
Il concessionario effettuerà la gestione del servizio, con personale in possesso delle qualifiche e
nel numero necessario relativamente al periodo e alle ore di funzionamento dell'impianto, alla
tipologia delle attività che vi si svolgono, alle diverse soluzioni tecnico-organizzative oggetto del
progetto di gestione presentato dal candidato affidatario.

Il personale impiegato dovrà essere in regola con la vigente normativa in materia di rapporti di
lavoro.

Il gestore, oltre a provvedere al pagamento dei dipendenti secondo i CCNL e gli integrativi
provinciali, assicurerà anche il rispetto e l'osservanza puntuale del pagamento di tutti gli oneri
previdenziali e assicurativi dei dipendenti.

ART.20 – DOCUMENTAZIONE DA TENERE PRESSO LA SEDE
DELL’IMPIANTO

Il concessionario ha l'obbligo di tenere presso l'impianto la seguente documentazione:
     a) Planimetria dell'impianto ed elaborati progettuali aggiornati di ogni singola sezione
        funzionale;
     b) Documentazione relativa alla sicurezza contro gli infortuni sul lavoro di cui al D.lgs.
        81/2008;
     c) Registro interventi di manutenzione (cartaceo ed elettronico) di cui all’Art 17 del
        presente capitolato;
     d) Registro indicato al paragrafo “trattamento acqua piscina” per i dosaggi di sterilizzanti,
        cloro, etc, e numero dei bagnanti;
     e) Risultati analisi chimico-fisiche;

ART.21 – DOCUMENTAZIONE DA INVIARE AL COMUNE

Il gestore ha l'obbligo di trasmettere all’Amministrazione la seguente documentazione:

                                                   Pag. 17
Affidamento in concessione del complesso natatorio Piscina Comunale Pontassieve - periodo 01/06/2010-31/05/2014
                                            CAPITOLATO SPECIALE

•  Entro 15 giorni dalla presa in consegna del complesso natatorio:
a) Nominativo del Direttore dell’Impianto
b) Copia polizze assicurative di cui all’Art. 10
c) Piano di sicurezza ai sensi del D.lgs. 81/2008
d) Indicazione del nominativo della Ditta incaricata della manutenzione degli impianti di
   trattamento acqua piscina e del terzo responsabile per gli impianti di produzione calore
e) Programma dell’attività di utilizzo degli spazi
f) Tariffe applicate

• Quando si verificano variazioni:
g) Aggiornamenti delle planimetrie dell'impianto a seguito intervenute variazioni di consistenza
   delle opere e/o modificazioni agli impianti idraulici, elettrici, etc.;
h) Aggiornamento delle informazioni di cui al punto precedente ove siano intervenute delle
   variazioni

•    annualmente:
i)   la documentazione di cui all’art. 20 del Regolamento comunale

ART.22 – SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ED IGIENE LUOGHI DI LAVORO

Il gestore ha responsabilità nei confronti sia degli addetti sia dei terzi che dovessero, per
disposizioni del Comune, recarsi sull'impianto. Il gestore dovrà controllare pertanto, anche se
l'impianto è già stato collaudato dalle competenti autorità, che tutto il complesso impiantistico
sia in regola e sia mantenuto tale per tutto il periodo di gestione nel rispetto di tutte le leggi
vigenti.

In particolare, oltre alle verifiche di legge, il gestore ha l'obbligo a verificare costantemente la
sicurezza degli impianti e la salubrità degli ambienti di lavoro, al fine di evidenziare, attuare e
promuovere ogni provvedimento atto ad eliminare eventuali rischi conseguenti l'esercizio
dell'impianto o contingenti le varie attività.

ART. 23 - ANTINFORTUNISTICA ED ASSICURAZIONE DEL PERSONALE
Il gestore è obbligato a garantire al proprio personale condizioni di lavoro sicure anche dal punto
di vista infortunistico, in ottemperanza delle norme vigenti (D.lgs. 81/2008)

L'Amministrazione si riserva la facoltà di porre fermo sui crediti dell'appaltatore a richiesta delle
Autorità competenti in materia di obblighi previdenziali/assicurativi del personale, per qualsiasi
inadempienza e infrazione che fosse segnalata a carico del gestore fino alla cessazione della
lamentata irregolarità, senza che il fermo comporti diritto ad interesse o ad altra pretesa nei
confronti dell'Amministrazione.

                                                   Pag. 18
Affidamento in concessione del complesso natatorio Piscina Comunale Pontassieve - periodo 01/06/2010-31/05/2014
                                            CAPITOLATO SPECIALE

                                        CAPITOLO I I I
                                     Condizioni Economiche

ART 24 - DEFINIZIONE DELLE TARIFFE
Il gestore formulerà le tariffe relative alla fruizione del servizio, assicurando prezzi agevolati per
favorire particolari attività (corsi di nuoto per scolaresche in orario mattutino), fasce di utenza
meritevoli di attenzione sociale (anziani, disabili, etc..), o per i residenti/associazioni del comune
di Pontassieve.

Le tariffe e le loro variazioni saranno proposte dal gestore e approvate della Giunta Municipale.
Tali tariffe dovranno essere esposte a cura del concessionario in maniera ben visibile all’interno
dell’impianto sportivo (vedi art. 17 Regolamento per la concessione in gestione degli impianti
sportivi comunali).

ART 25 -DICHIARAZIONE DI CONOSCENZA
Il gestore dichiara di aver preso esatta conoscenza dello stato costruttivo e manutentivo
dell’impianto

Il gestore è tenuto a consegnare, alla scadenza del contratto, le opere affidategli nello stato
normale di un impianto ben tenuto, senza alcun riferimento allo stato di cui dette opere furono
trovate all’inizio dell’appalto.

ART. 26 - CESSIONE E SUB-APPALTO
E’ fatto divieto di subconcedere a terzi l’impianto oggetto della concessione nella sua totalità o
di modificare la destinazione d’uso, pena la revoca della concessione stessa.

E’ data facoltà al soggetto aggiudicatario di poter subconcedere, per un periodo pari alla durata
della convenzione, alcuni servizi connessi all’attività sportiva quali la gestione dell’attività di
somministrazione di alimenti e bevande, della rivendita di articoli sportivi e della pubblicità,
previa autorizzazione da parte dell’Amministrazione Comunale e con le modalità previste nella
convenzione che regolerà i rapporti tra l’Amministrazione Comunale e il soggetto aggiudicatario.

Per l’esercizio di tornei, singole manifestazioni, od altre attività che richiedono l’uso temporaneo
dell’impianto da parte di altri soggetti mediante rapporti di convenzione da stipulare con gli
stessi, dovranno essere preventivamente autorizzate dall’Amministrazione Comunale.

L’utilizzo anche temporaneo per finalità diverse da quelle proprie dell’impianto può avvenire
con autorizzazione derivante da deliberazione della Giunta Comunale

ART. 27 - TEMPI E MODALITA’ DI EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO DA
PARTE DEL COMUNE
L’Amministrazione Comunale erogherà il contributo annuo indicato nell’offerta del candidato
aggiudicatario, o quello massimo messo a base di gara, pari a € 50.000,00 (cinquantamila),
entro il mese di giugno di ciascun anno, a seguito di presentazione di richiesta formale da parte
del concessionario

                                                   Pag. 19
Puoi anche leggere
DIAPOSITIVE SUCCESSIVE ... Annulla