A cura della Commissione Promozionale Minivolley Fipav C.P. Lucca

 
A cura della Commissione Promozionale Minivolley Fipav C.P. Lucca
a cura della Commissione Promozionale Minivolley
                Fipav C.P. Lucca
A cura della Commissione Promozionale Minivolley Fipav C.P. Lucca
Indice Generale
     Indice                                              pag. 1
     Composizione Commissione e numeri telefonici utili pag. 2
     Indizione attività minivolley a.s. 2013-2014        pag. 3
     Quote iscrizione – sanzioni                          pag. 4
     Regole di gioco del minivolley adottate dalla Fipav
      Comitato di Lucca                                    pag. 5
     Palla Rilanciata: il gioco e le sue regole           pag. 7
     Tabella riassuntiva regole minivolley                pag. 8
     Norme operative da seguire nei concentramenti        pag. 9
     ……i “Concorsi”….fotografia, disegno, narrativa       pag. 10

Fac-simili stampati disponibili sul sito http://www.luccafedervolley.it
Documenti - Attività Promozionale:

   Modulo di indizione/iscrizioni squadre        Mod. A
   Modulo di autocertificazione sostitutiva
    del documento d’identità                      Mod. B
   Elenco atleti partecipanti ai tornei
     Provinciali                                  Mod. C
   Elenco atleti partecipanti ai concentra-
    menti                                         Mod. D
   Referti palla rilanciata – minivolley –
  superminivolley                Mod. E/PR –     E/MV – E/SMV
   Riepilogo risultati gare concentramenti      Mod. F
   Rapporto del Commissario di Campo            Mod. G

I dati personali contenuti nella presente guida, come pure quelli
richiesti nei moduli di iscrizione/adesione, saranno utilizzati ai soli fini
dell’ attività promozionale FIPAV.

                                   pag. 1
A cura della Commissione Promozionale Minivolley Fipav C.P. Lucca
COMMISSIONE ORGANIZZATIVA MINIVOLLEY

                                  COORDINATORE

Chiappini Maurizio               cel. 347.5265976     Referente provinciale
                                 Tel. 0584.340469     attività promozionale minivolley –
                                                      Coordinatore attività Società-Scuola
                                                      E-mail mauriziochiappini@alice.it

                                         ********

Mei Roberto                      cel. 338.8108265     Referente zona Versilia -
                                                      E-mail robertomei@hotmail.com

Casciani Sonia                   cel. 338.0209654     Referente zona Lucchesia –
                                                      E-mail sonia_casciani@virgilio.it

Barsi Giacomo                    cel. 328.5722654     Referente zona Mediavalle/Garfagnana
                                                      E-mail gb11@inwind.it

                                     RISULTATI

Per la stagione agonistica 2013/2014 i risultati dei concentramenti dei campionati di mini e
super-mini volley dovranno essere inviati al seguente referente-risultati dal Commissario di
campo entro la fine della settimana.

Laura Chiappini                                       E-mail laura.chiappini@alice.it

                                   FORMAZIONE

Marsili Monica                   cel. 347.7636446     Formazione Istruttori Minivolley e
                                                      Docenti Scuole
                                                      E-mail momo1975@live.it

                              Recapito Segreteria Comitato

Segreteria del C.P. Fipav        tel. 0583.53179
                                Fax 0583.312807     E-mail segreteria@fipavlucca.it

                                           pag. 2
A cura della Commissione Promozionale Minivolley Fipav C.P. Lucca
INDIZIONE
                                                F. I. P. A. V. COMITATO
                                                PROVINCIALE Di LUCCA
                                                Via Einaudi 150 - 55100 Lucca
                                                Tel. 0583 53179 Fax 0583 312807
                                                e-mail lucca@federvolley.it
                                                www.fipavlucca.it

       ATTIVITA' di MINIVOLLEY 2013/2014 Comitato Provinciale di Lucca

LE ATTIVITA' (tra parentesi le “sigle” abbreviate delle categorie)

Palla Rilanciata                     :   nati   2005   –   2006   –   2007   -   2008   (PR)
Minivolley 1° livello                :   nati   2004   –   2005   –   2006   -   2007   (MV)
Minivolley 2° livello                :   nati   2002   –   2003   –   2004   -   2005   (SMV)
Minivolley 2° livello principianti   :   nati   2002   –   2003   –   2004   -   2005   (SMVP)

FORMULA DI GIOCO
L’attività di minivolley si svolgerà con la formula dei concentramenti a 3 o più squadre
infrasettimanali e/o a 4 o più squadre nei giorni festivi (mattina e/o pomeriggio). Per poter
partecipare è dunque importante avere a disposizione il campo di gioco, dove organizzare almeno
2 campi per giocare simultaneamente.
La formula di ogni campionato verrà stabilita anche sulla base del numero delle squadre iscritte e
dalla disponibilità dei campi.

ADESIONE ATTIVITÀ DI MINIVOLLEY:
   per tutte le società affiliate/non affiliate Fipav è sufficiente seguire le procedure di
     affiliazione e tesseramento ON-LINE previste.
     Si precisa che il tesseramento atleti alle attività federali è possibile a partire da 5 anni.

TESSERAMENTO E ASSICURAZIONE
Ogni società dovrà obbligatoriamente effettuare l’affiliazione e/o il tesseramento prima
dell’inizio dell’attività. Il tesseramento atleti è gratuito e potrà essere fatto in qualunque
momento della stagione.

Tornei Promozionali
Richieste di eventi e tornei a rapido svolgimento, fino alla categoria Under 12, organizzati da
società sportive regolarmente affiliate alla Fipav, di carattere provinciale, regionale,
interregionale, nazionale ed internazionale, dovranno essere valutati da competenti comitati
provinciali e regionali ed autorizzati dall’organo corrispondente.

Tutela Sanitaria
Per la partecipazione all’attività promozionale (s’intende naturalmente quella per cat. Palla
rilanciata – minivolley – superminivolley) le società dovranno essere in possesso dei “certificati
di buona salute” degli atleti partecipanti.

                                                  pag. 3
QUOTE CONTRIBUTO DI PARTECIPAZIONE ALL’ATTIVITA’

Euro 30,00 per Società, unitamente a Euro 20,00 per ogni squadra iscritta, con un importo
massimo di Euro 150,00.
Quindi una società che iscrive più di sei squadre (ovviamente considerando tutte le categorie) dovrà
pagare, in totale, l’importo di Euro 150,00.
Le quote sopra indicate sono valide per tutte le categorie previste dall’attività (Palla rilanciata, Mini-
volley, Supermini-volley e Supermini-volley principianti).

Il tesseramento degli atleti è gratuito e prevede automaticamente la copertura assicurativa di base e
la partecipazione alle attività promozionali organizzate.

I versamenti dovranno essere effettuati sul
c.c.p. n. 12087557 int. Fed. Italiana Pallavolo – Comitato Provinciale di Lucca – Via Einaudi
150 – 55100 Lucca
indicando nella causale “contributo minivolley + iscrizione n…….squadre”                          (indicando il numero
complessivo delle squadre iscritte).
ATTENZIONE: Allegare copia ricevuta versamento alla scheda di iscrizione da inviare via fax e/o
mail presso il Comitato e, in copia, via e-mail, direttamente al coordinatore dell’attività, al seguente
indirizzo mauriziochiappini@alice.it .

Si avvisano le Società che, a partire da quest’anno, NON saranno accettate le iscrizioni
all’attività nel caso in cui non venga allegata la copia dell’attestato di pagamento di quanto
previsto.

                                                  SANZIONI
Al fine di garantire l'impegno di tutti e salvaguardare i diritti dei partecipanti all'attività Minivolley Fipav di
Lucca, rispetto al regolare svolgimento delle manifestazioni si ricorda che, in caso delle seguenti irregolarità,
saranno applicate le seguenti sanzioni :
- Il ritiro di squadre iscritte ai campionati dopo l’avvenuta programmazione (pena ammenda di Euro 100,00);
- Chi ospita i concentramenti deve mettere a disposizione un Commissario di campo che faccia rispettare le norme
emanate (pena ammenda di Euro 50,00);
- La rinuncia o il ritiro dalle manifestazioni e/o concentramenti dovrà essere segnalata almeno con 5 giorni di anticipo
sia al Coordinatore C.P. FIPAV che alla società eventualmente interessata all’organizzazione (pena ammenda di Euro
50,00). In caso di avviso, anche se non entro i termini previsti dal regolamento, è prevista una riduzione del 50%
dell’importo della sanzione (pena ammenda di Euro 25,00);
- Non è ammesso l'utilizzo di atleti non inclusi negli elenchi di partecipazione e privi di autocertificato d'identità (pena
ammenda di Euro 25,00 e responsabilità diretta del presidente della società interessata);
- E' obbligatorio mettere a disposizione arbitri e segnapunti (anche atleti coadiuvati dai dirigenti) se espressamente
indicato in occasione della pubblicazione dei calendari (pena ammenda di Euro 50,00);
- Non sono ammessi ritardi di alcun genere rispetto agli orari di convocazione e di inizio delle gare.
(pena ammenda di Euro 25,00 fino a 30' di ritardo e di Euro 50,00 per ritardi superiori)
- Dovrà essere sempre garantito un comportamento finalizzato alla filosofia del Minivolley ed a garanzia del rispetto dei
giovani atleti (pena sanzioni sia tecniche sia pecuniarie stabilite dalla commissione tecnica minivolley).
- NON SARANNO AMMESSI RECLAMI.
• Le multe dovranno essere versate entro 30 giorni dalla pubblicazione sul comunicato nei modi in esso riportati.
• Gli importi relativi alle sanzioni saranno utilizzati esclusivamente per l'acquisto di materiale per la
commissione, da mettere a disposizione delle società in occasione delle manifestazioni (come ad esempio mini
impianti di amplificazione, segnapunti, reti, palloni ecc.).

                                                               pag. 4
REGOLE DI GIOCO DEL MINIVOLLEY
                             ADOTTATE DALLA FIPAV LUCCA
Art. 1 Regole di gioco.

1. Le partite saranno disputate su due set obbligatori: nella cat. Minivolley il set si effettuerà su
30 azioni di gioco e nella cat. Superminivolley, invece, su 36 azioni, col sistema del rally point
system. Nel caso in cui il risultato, al termine delle previste azioni di gioco, sia in parità si proseguirà
con un’unica azione di gioco che determinerà la squadra vincitrice del set. In questo caso il servizio
spetterà alla squadra che aveva ottenuto l’ultimo punto.
Peraltro in occasione di manifestazioni e/o tornei organizzati da società, previo autorizzazione della
Commissione Provinciale, i punteggi dei set come pure il numero dei set da giocare potranno essere
stabiliti nell’indizione o concordati tra le squadre partecipanti prima dell’inizio
2. Il campo di gioco è diviso da una rete in due quadrati di dimensioni variabili a secondo del livello di
appartenenza:
MINIVOLLEY mt. 4,50 x 4,50                                      SUPERMINIVOLLEY mt. 6,00 x 6,00.
L’altezza della rete è:
MINIVOLLEY mt. 2,00                                             SUPERMINIVOLLEY mt. 2,00
Per il MINIVOLLEY si devono usare palloni specifici in PVC del peso che dai 180 ai 220 grammi
circonferenza min. 62 – max 67; per il SUPERMINIVOLLEY si devono utilizzare palloni del tipo
MOLTEN V5M2501-L o il precedente modello “Volley School” light weight gr. 230-250.
3. Ogni squadra deve essere costituita da un minimo di 4 per il MINIVOLLEY (tre in campo + un
sostituto a rotazione obbligatoria) e 5 per il SUPERMINIVOLLEY (quattro in campo + un sostituto a
rotazione obbligatoria). A questo proposito si precisa che il numero minimo vale in tutti i casi e cioè
anche nel caso in cui durante una partita la squadra, a causa di un infortunio, rimanga con un numero di
atleti inferiore al minimo previsto; a questo proposito si precisa che, nel caso in cui ciò si verifichi nel
secondo set, solo in questo caso il risultato del primo sarà considerato valido, mentre la squadra con il
numero inferiore perderà il secondo set in corso “a tavolino”). Nel caso in cui una squadra presenti un
numero di atleti inferiore al minimo alla stessa verrà naturalmente consentita la partecipazione ma sarà
penalizzata con la sconfitta “a tavolino” (senza l’applicazione di ulteriori pene pecuniarie)
Non c’è limite al numero di atleti in una squadra. Si raccomanda tuttavia di limitare il numero al fine
di poter far giocare con maggior frequenza gli atleti presenti.
4. Le società che presenteranno più di una squadra dovranno contrassegnarle, prettamente ai fini
organizzativi concernente la composizione di eventuali gironi, con le lettere A, B, C, ecc., secondo una
scala di valori, partendo naturalmente dalla squadra A.
5. NON sono consentiti cambi di atleti da una squadra all’altra. E’ comunque sempre possibile
l’inserimento di nuovi atleti, previa comunicazione scritta all’ Organizzazione e tesseramento, non
presenti nelle liste presentate prima dell’avvio del campionato.
Si conferma la possibilità di utilizzo degli atleti provenienti dalle cat. PR/SMVP nelle cat.
MV/SMV, naturalmente nel rispetto dell’età prevista dalla categoria, con eventuale successiva
ricollocazione nelle categorie di provenienza.
6. Nel corso di una manifestazione e/o concentramento tutti i giocatori presenti dovranno giocare.
7. Il giocatore cui spetta il turno di battuta deve essere sostituito (chi va in battuta esce).
8. I giocatori entreranno secondo l’ordine indicato nella lista da consegnare all’arbitro prima
dell’inizio della gara.
9. Nel caso in cui la squadra sia composta da un numerosi atleti sarà consentito all’allenatore di
decidere di far partecipare al set una parte di loro previo indicazione degli stessi all’arbitro; tuttavia
nel rimanente set dovrà inserire obbligatoriamente gli atleti rimasti fuori nel primo.
                                                pag. 5
10 . Ogni giocatore al servizio effettuerà 3 battute consecutivamente, indipendentemente dal
risultato delle tre azioni. Dopo il turno di battuta la palla passerà alla squadra avversaria e si
effettuerà la prevista rotazione da parte della squadra che andrà al servizio. Il primo servizio,
ovviamente, spetterà a chi si aggiudicato il sorteggio prima della partita.
11. Il servizio deve essere effettuato colpendo la palla dal basso (sotto l’altezza della spalla). L’effettuazione
del servizio dall’alto (tennis), laterale (sopra l’altezza della spalla), a bilanciere, sarà considerata fallosa.
12. Il contatto del giocatore con la palla può avvenire con ogni parte del corpo.
Dopo un massimo di tre tocchi la palla deve nuovamente superare la rete. Un giocatore non può toccare la
palla, nella stessa azione, per due volte consecutive, salvo che dopo il muro.
La squadra che ha effettuati il muro ha diritto ancora a tre tocchi.
13. Falli di invasione a rete (anche il superamento in linea verticale) e di invasione del terreno
avversario: nel SUPERMINIVOLLEY devono essere considerati falli di gioco mentre nel MINIVOLLEY
si considera fallosa solo l’invasione del terreno avversario.
14. Falli di trattenuta e di doppia: la palla non deve essere afferrata o tenuta, ma deve rimbalzare. Si
ritengono fallose le palle accompagnate MOLTO EVIDENTI nel palleggio (in particolar modo nel
supermini-volley) e le riprese a mani aperte dal basso (una o due mani).
15. Non è ammessa la penetrazione sistematica di un giocatore dalla seconda linea nella zona di attacco
allo scopo di impostare il gioco per la propria squadra. L’utilizzo di schemi di gioco che prevedono la
penetrazione sistematica dalla seconda linea sarà considerato fallo di gioco.
16. Il cambio di posizione tra giocatori, in qualsiasi fase di gioco, sarà considerato fallo di posizione e
sarà sanzionato con la perdita del punto. La regola ha lo scopo di favorire il gioco con il palleggiatore in
posto due e/o tre, a rotazione.
17. Il giocatore di entrambe le squadre che ha effettuato il servizio non può attaccare colpendo la
palla al di sopra della rete ne effettuare il muro.
Non è possibile fare muro e/o attaccare con palla sopra la rete sul servizio avversario.
18. Se una partita deve essere interrotta per un caso fortuito e l’interruzione non è definitiva, essa
sarà ripresa dal punteggio in cui si era interrotta.
19. L’allenatore può chiedere n. 2 interruzioni del gioco all’interno di un set per un tempo massimo
di 30 secondi (la variazione è nell’ottica di dare la possibilità al tecnico di illustrare agli atleti le
correzioni da apportare nei fondamentali e nelle azioni di gioco).
20. Al termine della partita è obbligatorio il saluto tra i componenti delle due squadre.

Art 2 - Classifiche.
    1. La classifica sarà determinata seguendo i seguenti criteri di assegnazione dei punti:
         Per ogni partita sono previsti:
             - 1 punto per ogni set vinto; la partita può quindi terminare anche in parità.
    2. In caso di parità tra due o più squadre al termine della manifestazione e/o il concentramento
         (dopo aver quindi esaminato tutte le classifiche) queste saranno considerate ex-aequo, salvo il
         caso in cui sia necessario determinare esattamente tutte le posizioni (ad esempio per
         consentire la composizione di gironi di una fase successiva).
    3. In quest'ultima eventualità per stabilire le classifiche si terrà conto, nell'ordine, dei seguenti
         fattori:
     risultato dei confronti diretti (se la parità è tra due squadre) o classifica avulsa dei confronti
         diretti (se la parità è fra tre o più squadre);
     differenza punti nei confronti diretti (se la parità è tra due squadre) o differenza punti nella
         classifica avulsa dei confronti diretti (se la parità è fra tre o più squadre);
     differenza punti generale;
     ove la parità dovesse ancora sussistere si procederà alla classificazione per sorteggio.
    N.B. Nel caso in cui siano previste “prove” e/o “giochi”, ad integrazione delle partite, i punti
    attribuiti saranno decisi dalla Commissione e comunicati alle Società partecipanti prima dello
    svolgimento.                                          pag. 6
Art. 3 – Rinuncia a gare e/o concentramenti.
    1. La società che rinuncia alla partecipazione a concentramenti e/o gare subisce la perdita “a
         tavolino” (2-0) delle gare. Il preavviso deve pervenire al Coordinatore dell’attività e alla Soc.
         Organizzatrice (in caso di concentramenti) almeno 5 giorni prima della data prevista della
         gara e/o concentramento. In caso di mancato preavviso la pena pecuniaria sarà di Euro 50,00.
         Nel caso in cui la società preavvisi, anche se non entro i termini previsti dal regolamento, la
         pena pecuniaria è ridotta a Euro 25,00.
    2. Non saranno applicate sanzioni in caso di ritiro di una o più squadre, previo preavviso entro la
         data di programmazione, tra una fase ed un'altra del campionato.

Art. 4 – Spostamento gare e/o concentramenti.

    1. Relativamente alla fase zonale, in particolar moda riferita alla zona Versilia, si precisa che, in
       caso di mini concentramenti previsti con la partecipazione di 3 squadre il rinvio e/o lo
       spostamento della data dev’essere concordato da tutte le squadre interessate. Non è ammesso,
       quindi, lo svolgimento di un concentramento con sole 2 squadre. In caso d’improvviso
       impedimento che non consenta, in tempi utili, lo spostamento del previsto concentramento, la
       squadra assente sarà comunque sanzionata con l’ammenda prevista in caso di preavviso fuori dai
       termini previsti (euro 25,00). L’incontro sarà dato perso “a tavolino”. Le altre squadre
       partecipanti potranno, non obbligatoriamente, concedere di poter giocare la partita con la
       squadra assente in altra data concordata (non valida per la classifica).
       Non è invece possibile concordare il recupero (seppur non valido ai fini della classifica) della
       partita nel caso in cui la squadra richiedente non abbia preavvisato l’assenza per il giorno
       fissato per il concentramento (sconfitta “a tavolino” e ammenda di Euro 50,00).
    2. Il rinvio e/o lo spostamento del concentramento deve essere comunicato dalla società
       organizzatrice, per iscritto (via e-mail), al coordinatore dell’attività e, per conoscenza, alle
       altre Società interessate.
    3. E’ consentita la richiesta di rinvio e/o spostamento di un mini-concentramento nella misura di
       una volta. E’ altresì obbligo della Società organizzatrice di consentire a ciò nell’analoga misura.
                                                *      *       *

              “Palla rilanciata”: il gioco e le sue “regole”
La “palla rilanciata” è un gioco propedeutico al “minivolley”. Pur considerando la caratteristica ludica dell’attività,
nell’ottica di rendere lo stesso effettivamente propedeutico al “minivolley”, su richiesta anche di alcune Società
interessate,, si è deciso di inserire alcune norme da osservare durante le azioni di gioco. In dettaglio:
      Dimensioni del campo: mt. 9 x 4,5 (come per minivolley). Altezza rete: mt. 2,00.
      Ogni squadra è costituita da tre giocatori in campo, con una o più riserve che a turno devono entrare in
          campo ogni qualvolta si va alla battuta. Il servizio si effettuerà alternativamente al di là di come si conclude
          l’azione di gioco. Ciò non comporterà modifiche nell’attribuzione dei punti.
      La battuta dovrà essere fatta con un lancio ad una o due mani, dal basso verso l’alto (è ammessa la battuta ad
          uso nel minivolley). Il servizio, in casi particolari, può essere consentito anche leggermente all’interno del
          campo.
      Sviluppo del gioco: la palla dovrà essere ricevuta e deve essere sempre rilanciata dall’altezza della testa. I
          passaggi saranno effettuati da fermo, il giocatore non potrà camminare nel proprio campo con la palla in
          mano.
          I tre tocchi/passaggi sono obbligatori; il terzo tocco dovrà essere verso il campo avversario ed effettuato,
          naturalmente sopra la testa, anche in “palleggio”.
      Punteggio: si potranno effettuare 2 set a 10 punti. Per necessità organizzative è possibile anche scegliere di
          far giocare i set stabilendo una durata “a tempo” e/o con la suddivisione delle squadre in mini-gironi.

Naturalmente, pur invitando al rispetto delle norme tecniche previste, al fine di “avvicinare” meglio il bambino/la
bambina al minivolley è opportuno ricordare che le stesse sono da applicarsi sempre con il “buon senso”, soprattutto
in considerazione delle caratteristiche ludiche dell’attività.
                                                              pag. 7
TABELLA RIASSUNTIVA REGOLE PRINCIPALI MINIVOLLEY

CATEGORIE                             MV(1°liv.)                            SMV(2°liv.)

N. MIN/MAX ATLETE
- da iscrivere al campionato          5/illimitato                          6/illimitato
- da presentare per le gare (**)      4/illimitato                          5/illimitato

DIMENSIONI CAMPO                      mt. 4,5 x 4,5                         mt. 6 x 6

ALTEZZA RETE                          mt. 2,00                              mt. 2,00

PALLONE                               PVC tipo Mondo                        MOLTEN V5M2501-L
                                      Circ. min.62 max 67                   o mod.Volley School
                                      Peso 180/220 gr.                      Peso 230/250 gr.

TIPO SERVIZIO                         dal basso                             dal basso
                                      (sotto l’altezza della spalla)        (sotto l’altezza della spalla)

FREQUENZA SERVIZIO                 3 consecutivi per squadra             3 consecutivi per squadra

TIPO RICEZIONE                        libera                                libera

CAMBIO                                obbligatorio                          obbligatorio

MURO/SCHIACCIATA                      ammesso                               ammesso

INVASIONI                             punibili solo se                      non ammesse
                                      nel terreno avversario

PUNTEGGI                              2 set fissi                          2 set fissi
                                      a 30 azioni                          a 36 azioni
                                      (in caso di parità 15-15 nel MV si andrà al 16° punto “secco”,
                                      in caso di parità 18-18 nel SMV si andrà al 19° punto “secco”)

TEMPI                                 2 per set (30”)                       2 per set (30”)

Note aggiuntive:

1. (**) cat. MV/SMV : si precisa che, nel caso in cui una squadra nel corso di una partita (vedi nota
successiva) o di un concentramento rimanga - per qualsiasi motivo (anche infortunio) - con un
numero di atleti inferiore al minimo previsto, la stessa sarà penalizzata con la “sconfitta a tavolino”;
tuttavia se il 1° set la squadra era regolare si considererà valido il risultato acquisito in quel
set ;
2. cat. MV/SMV: durante il gioco le atlete non potranno effettuare “cambi tattici” di posizione nel
campo.
N.B. in “neretto” le variazioni apportate.

                                                     pag. 8
NORME OPERATIVE
              DA SEGUIRE NEI CONCENTRAMENTI DI MINIVOLLEY

Le Squadre dovranno:
• Presentarsi al Commissario di campo puntuali almeno 15 minuti prima dell’orario indicata nel
calendario di concentramento. In caso di eventuale ritardo avvisare telefonicamente il Commissario
di campo.
• Consegnare obbligatoriamente almeno 15 minuti prima dell'inizio delle gare, al Commissario di
campo, la documentazione di riconoscimento (che sarà restituita a fine concentramento salvo
contestazioni sull'identità o sulla data di nascita). Sarà sufficiente predisporre dichiarazioni a firma
dei genitori e del presidente fotocopiando il mod. B (autocertificazione identificativa). Sono
comunque validi altri documenti attestanti l’identità (per le squadre versiliesi anche l’autocert. CSI).
Si precisa, a questo proposito, che su tutti i documenti presentabili per l’identificazione dovrà essere
presente la foto dell’atleta.
A questo proposito si precisa che, per l’attività di “Palla Rilanciata” e di “Super minivolley
principianti” non è previsto il riconoscimento.
• Consegnare al Commissario di campo l’elenco degli atleti partecipanti al concentramento (mod.
D), con i nomi e la data di nascita dei partecipanti, anche per l’attività di “Palla Rilanciata” e di
“Superminivolley principianti”.
• Essere pronti per iniziare l'incontro all’orario stabilito.
• Rivolgersi solo ed esclusivamente al Commissario di campo per ogni chiarimento e/o
informazione. Il C.d.C. è persona che, in occasione del concentramento, fa le funzioni di controllo
delegate dalla Commissione e, quindi, dal Comitato.

Il Commissario di campo dovrà:
• Essere nominato preventivamente dalla società ospitante ricercando persona capace e
possibilmente esperta.
• Designare gli arbitri e i segnapunti, istruendoli sulle regole arbitrali in vigore, evitare - se possibile
- che siano utilizzati arbitri dello stesso sodalizio che gioca.
• Controllare gli elenchi degli Atleti presenti al concentramento rilevando i nomi dai documenti o
dalle dichiarazioni d’identità (con esclusione dell’attività di “Palla Rilanciata” e di “Minivolley
open principianti”).
• Verificare che durante le gare non siano utilizzati giocatori diversi da quelli di cui è in possesso
della documentazione e rapportare immediatamente ogni anomalia.
• Inviare al C.P. FIPAV Lucca le dichiarazioni per cui risulti dubbia l'identità degli Atleti seguito
contestazioni dei partecipanti.
• Controllare la regolarità dello svolgimento della manifestazione, trascrivendo i risultati sul
rapporto con l'esatta indicazione del numero di gara (se indicato nel programma).
• Consegnare tutta la documentazione all'incaricato FIPAV nel caso di controlli casuali durante lo
svolgimento delle Manifestazioni.
• Al termine del concentramento il C.d.C. dovrà compilare il “rapporto” (mod. G) ed inviarlo,
unitamente al riepilogo dei risultati, entro la settimana successiva, tramite e-mail, direttamente al
Coordinatore dell’attività o a collaboratore designato.
In merito al “rapporto” si precisa che, solo in caso di mini-concentramenti (3 e/o 4 squadre), il
C.d.C. si potrà astenere dalla sua redazione, comunicando tuttavia la regolarità del concentramento
e/o eventuali irregolarità riscontrate.
L’originale del “rapporto”, del riepilogo-risultati, i referti-gare e gli elenchi degli atleti, dovranno
essere conservati dalla Società Organizzatrice del concentramento (mini o maxi) sino al termine dei
campionati, a disposizione, eventuale, del Coordinatore dell’attività.
                                                     pag. 9
Non solo minivolley………
                      ………….I nostri “CONCORSI”
  2° C O N C O R S O D I F O TO G R A F I A
La Commissione Promozionale Minivolley e Scuola Comitato FIPAV di Lucca indice il 1°
concorso di fotografia riservato alle squadre del superminivolley e superminivolley principianti.
Ogni squadra partecipante realizzerà la sua foto (tema la pallavolo) e la farà pervenire sotto forma
di file PDF all’indirizzo e-mail: robertomei@hotmail.com oppure mauriziochiappini59@gmail.com entro la
fine della prima fase dei concentramenti.
Con la foto dovranno essere allegati il nome della squadra, la denominazione della società, nome,
cognome e data di nascita di tutti gli atleti/e facenti parte della squadra stessa che ha partecipato al
concorso. La Commissione Promozionale valuterà tutte le foto pervenute e sceglierà la foto
vincente. Il giudizio della suddetta commissione è insindacabile. Verrà premiata una sola squadra e
il premio potrebbe essere ……una sorpresa “indimenticabile”.
A tutte le squadre partecipanti sarà rilasciato un attestato di partecipazione.

                          riservato ai partecipanti alle categorie
                       “Palla Rilanciata” e “Mini-volley”
                                           Regolamento

I disegni dovranno essere realizzati su un foglio da disegno e consegnati entro il termine della 1°
fase ai referenti di zona della Commissione Provinciale Minivolley del C.P. di Lucca..

Dietro al foglio dovranno essere indicati i seguenti dati:
                   Nome e Cognome, data di nascita e Società di appartenenza.

Verranno premiati i migliori 3 elaborati. A tutti i partecipanti sarà rilasciato un “attestato” di
partecipazione.

                                                  pag. 10
… crea il tuo racconto di “fantasia” sulla pallavolo o il
minivolley.
riservato ai partecipanti alle categorie
                   “Super mini-volley” e “Supermv. Principianti”.

                                                Regolamento

Le composizioni dovranno essere redatti su un foglio a righe e consegnati entro il termine della 1°
fase ai referenti di zona della Commissione Provinciale Minivolley del C.P. Lucca.

Dietro al foglio dovranno essere indicati i seguenti dati:

                   Nome e Cognome, data di nascita e Società di appartenenza.

Verranno premiati i migliori 3 elaborati. A tutti i partecipanti sarà rilasciato un “attestato” di
partecipazione.

                          *****************************************************

   Avviso alle Società:

   Contrariamente a quanto preannunciato, per motivi organizzativi, si è preferito mantenere il “programma
   dell’attività”, dove sono presenti i calendari dei concentramenti, sia della 1° fase zonale sia della 2° fase
   zonale-interzonale, in un documento specifico che è già presente nel sito del nostro Comitato e che è stato
   inviato anche direttamente alle Società che parteciperanno all’attività.

               La Commissione Promozionale-Minivolley della Fipav Comitato Provinciale di Lucca

                                                     pag. 11
Puoi anche leggere
DIAPOSITIVE SUCCESSIVE ... Annulla