SEMINARIO FORMATIVO ED INFORMATIVO ORGANI TERRITORIALI F.I.BI.S - C.P.O. "GIULIO ONESTI" ACQUA ACETOSA- ROMA - FIBIS

 
SEMINARIO FORMATIVO ED INFORMATIVO ORGANI TERRITORIALI F.I.BI.S - C.P.O. "GIULIO ONESTI" ACQUA ACETOSA- ROMA - FIBIS
SEMINARIO
 FORMATIVO ED INFORMATIVO
ORGANI TERRITORIALI F.I.Bi.S.

       C.P.O. “Giulio Onesti”
       Acqua Acetosa- Roma

          11-12 ottobre 2014
SEMINARIO FORMATIVO ED INFORMATIVO ORGANI TERRITORIALI F.I.BI.S - C.P.O. "GIULIO ONESTI" ACQUA ACETOSA- ROMA - FIBIS
MATTINA

                                            Ore 9,00- Saluti e presentazione del seminario
                                            Ore10,00- Il Registro delle Società Sportive: Evoluzioni e impatto sulle
                                                      modalità di affiliazione e tesseramento
                                            Ore11,00- Programma gestione gare e integrazione con il Registro
timinig del seminario

                                            Ore12,00- Procedure amministrativo–contabili per i comitati regionali
                                                      e provinciali

                                            Ore13,30- Pausa lavori
                        Sabato 11 ottobre

                                                                           POMERIGGIO

                                            Ore15,00- Nuovo regolamento di Giustizia e modifiche statutarie
                                            Ore16,00- Omologazione materiali sportivi – Albo Fornitori Ufficiali
                                            Ore17,00- Progetto Scuola
                                                       •la FIBIS a Scuola
                                                       •Campionati Sportivi Studenteschi
                                            Ore18,00- Attività di Formazione
                                                       •Nuovo regolamento Istruttori Federali
                                                       •Nuovo regolamento Arbitri e Direttori di gara
SEMINARIO FORMATIVO ED INFORMATIVO ORGANI TERRITORIALI F.I.BI.S - C.P.O. "GIULIO ONESTI" ACQUA ACETOSA- ROMA - FIBIS
MATTINA

                                              Ore9,00- Promozione del Biliardo
                                                        •Convenzioni con Enti di Promozione Sportiva
                                              Ore10,00- Attività Sportiva delle Sezioni e risultati:
                                                         •Boccette
                                                         •Carambola
timinig del seminario

                                                         •Pool/Snooker
                                                         •Stecca
                                              Ore12,00- Grandi Eventi
                        Domenica 12 ottobre

                                                         •Attività Internazionale
                                                         •Mondiali stecca 5 Birilli - Milano– 17-27 Settembre 2015
                                                         •International Cup Boccette - Milano– 17-27 Settembre 2015
                                              Ore13,00- Chiusura Lavori
SEMINARIO FORMATIVO ED INFORMATIVO ORGANI TERRITORIALI F.I.BI.S - C.P.O. "GIULIO ONESTI" ACQUA ACETOSA- ROMA - FIBIS
LA FEDERAZIONE

                              30.254 atleti tesserati alla F.I.Bi.S
                       983    società affiliate che praticano attività sportiva

                 circa le altre figure direttamente connesse al mondo del biliardo
                 6.000 sportivo (dirigenti societari, tecnici, ufficiali di gara ed istruttori)
SEMINARIO FORMATIVO ED INFORMATIVO ORGANI TERRITORIALI F.I.BI.S - C.P.O. "GIULIO ONESTI" ACQUA ACETOSA- ROMA - FIBIS
Posizione di rilievo nel mondo delle discipline sportive associate (DSA)
                                         Atleti                      Società                      Operatori
                          1°         55.367 (FID)                  991 (FIBiS)                  5.899 (FIBiS)
                          2°       31.837 (FIBiS)                  437 (FIKBMS)                 4.532 (FIKBMS)
                          3°     24.748 (FITETREC)                   338 (FIGB)                3.789(FITETREC)
                          4°        22.209 (FIGB)                366 (FITETREC)                   3.520 (FIPT)
                          5°       19.732 (FIGeST)                    361 (FSI)                    3.172 (FSI)
                        [fonte: CONI SERVIZI 2014 ( Centro Studi e Osservatori Statistici per lo Sport)]
LA FEDERAZIONE

                                                             e non solo …
                           rispetto alle 45 Federazioni Sportive Nazionale (FSN)
                                             la FIBiS si colloca al:
                 •26° posto per atleti tesserati;
                 •18° posto per società affiliate;
                 •24° posto per numero di operatori.
                                        posizionandosi avanti a sport quali:
                  Baseball-Softball, Canoa Kayak, Disciplina Armi Sportive da Caccia, Hanball, Hockey e
                      Pattinaggio, Motonautica, Pentathlon Moderno, Pesistica, Pugilistica, Scherma,
                   Sci Nautico e Wakeboard, Sport del Ghiaccio, Squash, Tennistavolo, Tiro con l’Arco,
                                                  Tiro a Volo e Triathlon
                                                       [fonte: CONI SERVIZI 2014 ( Centro Studi e Osservatori Statistici per lo Sport)]
SEMINARIO FORMATIVO ED INFORMATIVO ORGANI TERRITORIALI F.I.BI.S - C.P.O. "GIULIO ONESTI" ACQUA ACETOSA- ROMA - FIBIS
IL REGISTRO DELLE
   SOCIETÀ SPORTIVE:

EVOLUZIONI E IMPATTO SULLE
MODALITÀ DI AFFILIAZIONE E
     TESSERAMENTO
Registro Nazionale delle Associazioni    Il decreto legislativo del 23 luglio 1999, n.242 di riordino del CONI, all’art. 5,
                                        attribuisce al Consiglio Nazionale il compito di stabilire i principi fondamentali
e Società Sportive dilettantistiche       ai quali devono uniformarsi, allo scopo del riconoscimento ai fini sportivi gli
                                        statuti delle Federazioni Sportive Nazionali, delle Discipline Sportive Associate,
                                        degli Enti di Promozione Sportiva e delle associazioni sportive dilettantistiche e
                                                                          società sportive

                                                            CONSIGLIO NAZIONALE CONI
                                                                         con delibera
                                                               dell’11 novembre 2004, n.1288,
                                                                         ha istituito il

                                              REGISTRO NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI E SOCIETÀ
                                                        SPORTIVE DILETTANTISTICHE

                                                                      specificando che
                                          “ alle Federazioni Sportive Nazionali, alle Discipline Sportive Associate
                                         riconosciute ed agli Enti di Promozione Sportiva riconosciuti è attribuita
                                        la delega al riconoscimento provvisorio ai fini sportivi delle associazioni e
                                              società sportive dilettantistiche con relativa raccolta, verifica e
                                        conservazione della documentazione necessaria (atti costitutivi, statuti e
                                            relativi verbali di modifica) e che il riconoscimento definitivo ai fini
                                                sportivi delle stesse è collegato all’iscrizione al Registro delle
                                                       Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche”
Registro Nazionale delle Associazioni
e Società Sportive dilettantistiche                              IL REGISTRO NAZIONALE

                                        1. È un database delle associazioni e società sportive che praticano
                                           l’attività sportiva dilettantistica organizzata da FSN/DSA/EPS
                                           riconosciuti dal CONI.

                                        2. È      pubblicato      sul    sito    istituzionale  del       CONI
                                           (http://www.coni.it/it/registro-societa-sportive.html),      e   la
                                           gestione è affidata alla Direzione Territorio e Promozione dello
                                           Sport- Ufficio Riconoscimenti Sportivi; ogni anno i dati in esso
                                           contenuti sono comunicati all’Agenzia delle Entrate per la verifica
                                           dei legittimi       fruitori delle agevolazioni fiscali riservate
                                           all’associazionismo sportivo    così come stabilito dall’art. 7 del
                                           decreto legge del 28 maggio 2004.

                                        3. Il Registro è suddiviso in tre sezione riferite a:
                                           •Associazioni sportive dilettantistiche senza personalità giuridica;
                                           •Associazioni sportive dilettantistiche con personalità giuridica;
                                           •Società sportive dilettantistiche costituite nella forma si società di capitali o
                                            società cooperative

                                        4. Ad ogni rapporto di affiliazione (FSN/DSA+ EPS, EPS+ EPS) deve
                                           corrispondere una distinta iscrizione.
Registro Nazionale delle Associazioni
                                                  REQUISITI STATUTARI PER L’ISCRIZIONE (1/2)
e Società Sportive dilettantistiche

                                         indicazione, nella denominazione dell’ente, della finalità sportiva
                                          dilettantistica;

                                         scopo o oggetto sociale riferiti all’organizzazione di attività sportive
                                          dilettantistiche, compresa l’attività didattica;

                                         attribuzione della legale rappresentanza dell’associazione;

                                         esclusione di ogni scopo di lucro e divieto di divisione degli utili tra i
                                          soci anche in forme indirette;

                                         rispetto del principio di democrazia interna e del diritto di
                                          uguaglianza tra gli associati;

                                         previsione di elettività delle cariche sociali (ad esclusione delle
                                          società sportive di capitali o cooperative per le quali si applicano le
                                          norme del codice civile);
Registro Nazionale delle Associazioni
                                                  REQUISITI STATUTARI PER L’ISCRIZIONE (2/2)
e Società Sportive dilettantistiche

                                         obbligo di redazione di rendiconti economico-finanziari, nonché
                                          modalità di approvazione degli stesse;

                                         modalità di scioglimento dell’associazione;

                                         devoluzione del patrimonio a fini sportivi;

                                         obbligo i conformarsi alle direttive del CONI, nonché agli statuti ed
                                          ai regolamenti delle Federazioni Sportive Nazionali (FSN) e delle
                                          Discipline Sportive Associate (DSA) o dell’Ente di Promozione
                                          Sportiva (EPS) cui la società o associazione intende affiliarsi;

                                         divieto di doppi incarichi per gli amministratori in altre società o
                                          associazioni sportive dilettantistiche nell’ambito della stessa
                                          appartenenza;
Registro Nazionale delle Associazioni
e Società Sportive dilettantistiche                               ITER D’ISCRIZIONE

                                        l’iscrizione è obbligatoria entro 90 gg. dalla data di acquisizione dei
                                        flussi di aggiornamento trasmessi dalle FSN/DSA/EPS ovvero entro la
                                        fine dell’anno sportivo se l’acquisizione avviene negli ultimi 90gg.

                                        FASE 1: IDENTIFICAZIONE
                                        chiesta e conferma del login di accesso all’area riservata dell’applicativo
                                        web ed assenso al trattamento dei dati.

                                        FASE 2: INSERIMENTO DATI
                                        compilazione delle schede sull’applicativo        web   e   stampa    della
                                        dichiarazione sostitutiva.

                                        FASE 3: CONVALIDA
                                        presentazione della dichiarazione sostitutiva e copia documento
                                        d’identità al C.R. CONI territorialmente competente per la convalida dei
                                        dati inseriti nell’applicativo web
Registro Nazionale delle Associazioni
e Società Sportive dilettantistiche
                                           EFFETTI DELLA MANCATA ISCRIZIONE AL REGISTRO (1/2)

                                        inapplicabilità delle disposizioni delle legge n. 398 del 1991 e delle
                                         altre norme tributarie riguardanti le associazioni sportive
                                         dilettantistiche;

                                        inapplicabilità della franchigia sul primo livello di non imponibilità
                                         IRPEF per i compensi e le indennità agli sportivi dilettanti;

                                        impossibilità di qualificare come “redditi diversi” i compensi
                                         corrisposti ai titolari di rapporto di collaborazione coordinata e
                                         continuativa a carattere amministrativo-gestionale, resi in favore di
                                         organizzazioni sportive dilettantistiche;

                                        inapplicabilità, per i soggetti eroganti, della qualificazione di spese di
                                         pubblicità, per i corrispettivi in denaro o in natura di importo annuo
                                         non superiore a 200.000 euro, versati ad organizzazioni sportive
                                         dilettantistiche;
Registro Nazionale delle Associazioni
e Società Sportive dilettantistiche
                                           EFFETTI DELLA MANCATA ISCRIZIONE AL REGISTRO (2/2)

                                        imponibilità IRAP per le indennità e i compensi erogati a sportivi
                                        dilettanti, oltre ché per gli emolumenti assimilati;

                                        applicabilità delle disposizioni in materia di perdita di qualifica non
                                         commerciale di cui all’art. 149, Dpr. n. 917 del 1986;

                                        inapplicabilità del regime agevolativo in materia di imposta di
                                         registro e delle esenzioni in materia di tasse e concessioni
                                         governative;

                                        impossibilità di accedere al fondo di garanzia sussidiaria, istituito
                                         dell’Istituto per il credito sportivo, con riferimento agli impianti
                                         sportivi;
Registro Nazionale delle Associazioni                                   TESSERAMENTO                      REGISTRO               DIFF.
                                             REGIONI                                                                                                %
                                                                             (A)                           CONI (B)              (A-B)
e Società Sportive dilettantistiche
                                        Abruzzo/Molise                               30                           20                10             66,7%
                                        Basilicata                                   12                           4                  8             33,3%
                                        Calabria                                     23                           6                 17             26,1%
                                        Campania                                     50                           17                33              34%
                                        E. Romagna                                  152                           84                68             55,3%
                                        Friuli V.G.                                  11                           5                  6             45,5%
                                        Lazio                                        43                           13                30             30,2%
                                        Liguria                                      40                           27                13             67,5%
                                        Lombardia                                   136                           83                53              61%
                                        Marche                                       92                           75                17             81,5%
                                        Piemonte                                     61                           54                 7             88,5%
                                        Puglia                                       68                           19                49             27,9%
                                        Sardegna                                     30                           20                10             66,7%
                                        Sicilia                                      69                           64                 5             98,5%
                                        Toscana                                     102                           45                57             44,1%
                                        Trentino A.A.                                 3                           2                  1             66,7%
                                        Umbria                                       20                           8                 12              40%
                                        Valle d’Aosta                                 1                           1                  0             100%
                                        Veneto                                       40                           22                18              55%

                                             TOTALE                                983                          569                414             57,8%
                                                  fonte: tesseramento FIBIS e Registro Nazionale delle Ass. e Società Sportive Dilettantistiche.
PROGRAMMA GESTIONE GARE
   E INTEGRAZIONE CON
       IL REGISTRO
PROCEDURE
AMMINISTRATIVO–CONTABILI
PER I COMITATI REGIONALI E
        PROVINCIALI
LA CIRCOLARE
                                            AFFILIAZIONE E TESSERAMENTO
CONTBAILI COMITATI REGIONALI E
                                                      2014/2015
PROCEDURE AMMINISTRATIVO

                                      ha introdotto tre importanti novità rispetto al passato:

                                      Relativa alle modalità di raccolta e versamento, da parte dei
                                 1ª   comitati provinciali, delle quote relative ad affiliazioni e
                                      tesseramento.
PROVINCIALI

                                      Prevede l’apertura di conti correnti federali per i comitati
                                 2ª   provinciali con più di 500 tesserati con riferimento alla
                                      stagione sportiva 2013/2014.

                                      Attività di rendicontazione dal parte dei comitati provinciali
                                 3ª   e regionali al termine di ogni trimestre.
VERSAMENTO DELLE QUOTE RELATIVE AL TESSERAMENTO
                                         STAGIONE 13/14                         STAGIONE 14/15
CONTBAILI COMITATI REGIONALI E
                                  Affiliazioni: 107€ FIBIS e 33€ CP;  Affiliazioni: 107€ FIBIS e 33€ CP;
                                   Tess. Ord.: 23€ FIBIS 10€CP 2€CR;    Tess. Ord.: 23€ FIBIS 10€CP 2€CR;
PROCEDURE AMMINISTRATIVO

                                   Tess. Fem.: 20€ CP                   Tess. Fem.: 11€ FIBIS 7€ CP 2€CR
                                   Tess. Gio.: 10€ CP                   Tess. Gio.: 10€ CP
                                   IV cat.: 2€ CP                       IV cat.: 2€ CP

                                  devoluzione ex ante ai comitati  devoluzione ex post ai comitati
                                   provinciali e regionali delle quote provinciali e regionali delle quote
                                   relative    ad     affiliazione   e relative ad affiliazione e tesseramento.
                                   tesseramento. La Federazione ed i   La Federazione riceve dai comitati
                                   comitati regionali ricevevano dai   provinciali l’intera quota relativa al
                                   comitati provinciali le sole quote  tesseramento ed alle affiliazioni (ad
                                   di competenza.                      eccezione delle tessere di IV). La
PROVINCIALI

                                                                       Federazione entro 48h rende ai
                                                                       comitati provinciali le quote di
                                                                       competenza. Sempre la Federazione
                                                                       versa le quote di competenza ai
                                                                       comitati regionali.

                                                                       Maggiore attenzione sui trasferimenti
                                                                        e ristampa tessere degli atleti. Tali
                                                                        procedure avranno un costo di 20€
                                                                        (quota suddivisa in parti uguali tra
                                                                        FIBIS e CP).
NOTE PER COMPILAZIONE RENDICONTO
CONTABILI COMITATI REGIONALI E
                                                 COMITATI REGIONALI E PROVINCIALI
PROCEDURE AMMINISTRATIVO

                                 Tali disposizioni, previste dai Regolamenti di Amministrazione e Contabilità
                                 CONI, hanno un triplice obiettivo:

                                 1. agevolare la compilazione della modulistica relativa alla rendicontazione
                                    trimestrale;
                                 2. uniformare la modulistica utilizzata su tutto il territorio nazionale;
                                 3. aumentare la tempestività di rilevazione delle informazioni e
                                    trasmissione delle stesse alla Federazione.
PROVINCIALI

                                   N.B. Tutti i moduli presentati nelle prossime slide potranno essere scaricati
                                   direttamente dal sito Federale, in apposita sezione dedicata, a partire dal
                                   20-10-2014; una volta compilati dovranno essere inviati tramite posta
                                   elettronica o posta ordinaria.
DOCUMENTI ATTESTANTI LE ENTRATE

                                 Contributi da enti pubblici
                                 Bisogna allegare la delibera da cui risulta il contributo a favore del comitato
CONTABILI COMITATI REGIONALI E

                                 regionale e la motivazione dello stesso.
                                 Quote percepite dai tesserati o dai circoli affiliati
PROCEDURE AMMINISTRATIVO

                                 A fronte di quote percepite in contanti dai tesserati o dai circoli affiliati i
                                 comitati regionali dovranno rilasciare apposita ricevuta da allegare al
                                 prospetto trimestrale.
                                 In caso di bonifico bancario non sarà necessario il rilascio di una ricevuta in
                                 quanto la copia del bonifico fungerà da ricevuta.
                                 Vendite di beni
                                 In caso di vendite di beni o di sponsorizzazioni si ricorda che la fattura
                                 dovrà essere emessa dagli uffici amministrativi della Federazione.
PROVINCIALI

                                                      DOCUMENTI ATTESTANTI LE USCITE

                                 Spese telefoniche, spese di cancelleria, spese postali, spese di locazione
                                 Ogni tipo di costo sostenuto dal comitato, ma non documentato da fatture o
                                 ricevute fiscali intestate alla federazione, rientra nel regime dei rimborsi
                                 forfetari.
                                 Al fine di evitare che tali somme vengano considerate rimborsi forfetari per il
                                 presidente o per il tesoriere del comitato, concorrendo al raggiungimento del
                                 limite dei 7.500 euro, si invita a farsi rilasciare regolare fattura o ricevuta
                                 fiscale.
PROCEDURE AMMINISTRATIVO
CONTABILI COMITATI REGIONALI E
PROVINCIALI
MODULO PER PRESTAZIONE TECNICO-SPORTIVA
                                 Le indennità di trasferta, i rimborsi forfettari di spesa, i premi ed i compensi
                                 erogati nell’ esercizio diretto di attività sportive dilettantistiche del CONI
CONTABILI COMITATI REGIONALI E
                                 assumono la veste di redditi diversi.

                                 Indennità, rimborsi forfettari, premi e compensi non concorrono a formare
PROCEDURE AMMINISTRATIVO

                                 reddito per un importo non superiore complessivamente nel periodo
                                 d’imposta a 7.500 €.
PROVINCIALI
MODULO RIMBORSO SPESE ANALITICO
                                 Non concorrono a formare il reddito i rimborsi di spese documentate relative
                                 al vitto, all’alloggio, al viaggio ed alle spese sostenute per conto della
                                 Federazione (acquisto materiale sportivo, anticipazioni varie, etc.) e
CONTABILI COMITATI REGIONALI E

                                 sostenute in occasione di missioni effettuate al di fuori del territorio
                                 comunale.
PROCEDURE AMMINISTRATIVO

                                 Il modulo di nota spese deve essere compilato allegando alla stessa i
                                 documenti giustificativi in originale; per quanto attiene alle indennità
                                 chilometriche è necessario indicare la targa dell’auto utilizzata, il percorso
                                 compiuto e i chilometri percorsi
PROVINCIALI
MODULO PER
                                        PRESTAZIONE
                                        OCCASIONALE
CONTABILI COMITATI REGIONALI E
PROCEDURE AMMINISTRATIVO

                                 Trattasi di rapporto di lavoro
                                 con durata non superiore a
                                 trenta giorni ed un rimborso
                                 spese non superiore a 5.000 €
                                 nel corso dello stesso anno
                                 solare.

                                 Il rimborso della prestazione
                                 lavorativa è sottoposto al
PROVINCIALI

                                 regime    della    ritenuta    di
                                 acconto fissa nella misura del
                                 20%. È necessario allegare alla
                                 presente il relativo contratto di
                                 collaborazione
MODIFICHE STATUTARIE
          E
NUOVO REGOLAMENTO DI
      GIUSTIZIA
Lo Statuto Federale ed il Regolamento di Giustizia sono stati
                               emendati come previsto dalle deliberazioni n.1510 e n.1511
                               “Principi Fondamentali degli Statuti delle FSN e DSA” da parte del
MODIFICHE STATUTARIE E NUOVO

                               Commissario ad acta nominato dal CONI prof. Pier Luigi Matera.
REGOLAMENTO DI GIUSTIZIA

                               Il nuovo Statuto ed il nuovo Regolamento di Giustizia sono stati
                               approvati dalla Giunta Nazionale del CONI in data 16/09/2014
                               con delibera n.377 (già pubblicati sul sito istituzionale F.I.Bi.S.)

                               Gli elementi più importanti sono rappresentate da:

                                           Art.11 Principi Fondamentali degli Statuti delle FSN
                                                  e DSA “principio di trasparenza”

                                           Art.15 Principi di Giustizia Sportiva
ART. 11 “PRINCIPIO DI TRASPARENZA”
                                  si riferisce al bilancio di previsione ed a quello d’esercizio da
                               sottoporre all’approvazione della Giunta Nazionale del CONI, siano
MODIFICHE STATUTARIE E NUOVO

                                redatti nel rispetto dei principi contabili- economico- patrimoniali.
                                                               (art.11.1)
REGOLAMENTO DI GIUSTIZIA

                               a) I bilanci devono essere pubblicati entro 15 gg. dall’approvazione
                                  del CONI sul sito istituzionale in apposita sezione prontamente
                                  rintracciabile; in tale sezione dovranno essere pubblicati il
                                  bilancio di previsione dell’esercizio corrente ed i bilanci
                                  d’esercizio dell’ultimo triennio (art. 11.2);

                               b) Ove le FSN e le DSA costituiscano società strumentali allo
                                  svolgimento dei propri compiti anche il loro bilancio d’esercizio
                                  deve essere pubblicato sul sito internet federale con le stesse
                                  modalità previste al punto precedente (art. 11.3);

                               c) Il Collegio dei Revisori dei Conti esercita il controllo contabile. A
                                  partire dal 2016 è fatto obbligo alle FSN e DSA della revisione
                                  dei propri bilanci e di quelle delle società partecipate da
                                  effettuarsi a cura di una primaria società di revisione (art.
                                  11.6);
ART. 15 “PRINCIPIO DI GIUSTIZIA SPORTIVA”
                               Le FSN e le DSA devono adeguare i propri statuti e regolamenti ai
                                Principi di Giustizia Sportiva emanati dal Consiglio Nazionale del
MODIFICHE STATUTARIE E NUOVO

                                                                CONI
                                         PRINCIPALI NOVITA’ : PROCURA FEDERALE
REGOLAMENTO DI GIUSTIZIA

                               a) Presso la Federazione è costituito l’Ufficio del Procuratore
                                  Federale che esercita le proprie funzioni davanti agli Organi di
                                  Giustizia della Federazione;
                               b) L’Ufficio del Procuratore si compone da un Procuratore Federale
                                  e due Procuratori aggiunti;
                               c) Il Procuratore Federale è nominato dal Consiglio Federale su
                                  proposta del Presidente Federale ed è scelto tra i soggetti
                                  dichiarati idonei dalla Commissione Federale di Garanzia;
                               d) I Procuratori aggiunti sono nominati dal Consiglio Federale
                                  previo parere del Procuratore Federale e sono scelti tra i soggetti
                                  dichiarati idonei dalla Commissione Federale di Garanzia;
                               e) Il Procuratore Federale ed i Procuratori aggiunti durano in
                                  carica per un mandato di 4 anni. Il mandato del Procuratore
                                  Federale non può essere rinnovato più di due volte;
ART. 15 “PRINCIPIO DI GIUSTIZIA SPORTIVA”
                               Le FSN e le DSA devono adeguare i propri statuti e regolamenti ai
                                Principi di Giustizia Sportiva emanati dal Consiglio Nazionale del
MODIFICHE STATUTARIE E NUOVO

                                                                CONI

                               PRINCIPALI NOVITA’: COMMISSIONE FEDERALE DI GARANZIA
REGOLAMENTO DI GIUSTIZIA

                                 La Commissione Federale di Garanzia tutela l’autonomia e
                                 l’indipendenza degli Organi di Giustizia presso la Federazione e
                                 dell’Ufficio del Procuratore Federale. Essa si compone di tre
                                 soggetti, uno dei quali funziona come Presidente, nominati dal
                                 Consiglio Federale con maggioranza qualificata, pari ai due terzi
                                 degli avanti diritto al voto nei primi due scrutini e alla
                                 maggioranza assoluta a partire dal terzo scrutinio.
                                 I componenti durano in carica sei anni e il loro mandato può
                                 essere rinnovato una sola volta. I componenti sono scelti tra
                                 magistrati, anche a riposo, delle giurisdizioni ordinarie,
                                 amministrativa, contabile o militare, tra i professori universitari
                                 di ruolo, anche a riposo, in materie giuridiche, tra gli avvocati
                                 dello Stato e tra gli avvocati abilitati all’esercizio dinnanzi alle
                                 giurisdizioni superiori.
ART. 15 “PRINCIPIO DI GIUSTIZIA SPORTIVA”
                               Le FSN e le DSA devono adeguare i propri statuti e regolamenti ai
                                Principi di Giustizia Sportiva emanati dal Consiglio Nazionale del
MODIFICHE STATUTARIE E NUOVO

                                                                CONI

                                            PRINCIPALI NOVITA’: GIUDICI SPORTIVI
REGOLAMENTO DI GIUSTIZIA

                               a) Presso ogni Federazione sono istituiti i Giudici Sportivi;

                               b) I Giudici Sportivi si distinguono in: Giudice Sportivo Nazionale,
                                  Giudici Sportivi Territoriali e la Corte Sportiva d’Appello;

                               c) Il Giudice Sportivo Nazionale ed i Giudici Sportivi Territoriali
                                  sono nominati dal Consiglio Federale su proposta del Presidente
                                  tra i soggetti in possesso dei requisiti previsti dalla Federazione
                                  ai sensi dell’art. 49 del nuovo Statuto;

                               d) Il Giudice Sportivo Nazionale ed i Giudici Sportivi Territoriali
                                  durano in carica 4 anni ed il loro mandato non può essere
                                  rinnovato per più di due volte.
ART. 15 “PRINCIPIO DI GIUSTIZIA SPORTIVA”
                               Le FSN e le DSA devono adeguare i propri statuti e regolamenti ai
                                Principi di Giustizia Sportiva emanati dal Consiglio Nazionale del
MODIFICHE STATUTARIE E NUOVO

                                                                CONI

                                     PRINCIPALI NOVITA’: CORTE SPORTIVA D’APPELLO
REGOLAMENTO DI GIUSTIZIA

                               a) I componenti della Corte Sportiva d’Appello sono nominati dal
                                  Consiglio Federale su proposta del Presidente tra i soggetti in
                                  possesso dei requisiti previsti dall’art. 50 dello Statuto;

                               b) I componenti della Corte Sportiva d’Appello durano in carica 4
                                  anni ed il loro mandato non può essere rinnovato per più di due
                                  volte.
ART. 15 “PRINCIPIO DI GIUSTIZIA SPORTIVA”
                               Le FSN e le DSA devono adeguare i propri statuti e regolamenti ai
                                Principi di Giustizia Sportiva emanati dal Consiglio Nazionale del
MODIFICHE STATUTARIE E NUOVO

                                                                CONI

                                  PRINCIPALI NOVITA’: UFFICIO DI GRATUITO PATROCINIO
REGOLAMENTO DI GIUSTIZIA

                               a) Al fine di garantire l’accesso alla giustizia federale coloro i quali
                                  non possono sostenere i costi di assistenza legale hanno facoltà
                                  di avvalersi dell’Ufficio di Gratuito Patrocinio istituito presso il
                                  CONI;

                               b) Le condizioni per l’ammissione al Gratuito Patrocinio sono
                                  disciplinate  dal    Regolamento     di    Organizzazione e
                                  Funzionamento del Collegio di Garanzia dello Sport.
OMOLOGAZIONE
  MATERIALI SPORTIVI

ALBO FORNITORI UFFICIALI
ISCRIZIONE ALBO FORNITORI UFFICIALI 2014/2015
                         Per la sezione “stecche” su 17 aziende affiliate per la stagione 13/14
                          hanno rinnovato 9 (di cui 1 nuova);

                         Per la sezione “manutenzione panni” su 39 aziende affiliate per la
                          stagione 13/14 hanno rinnovato  28 (di cui 5 nuove);
                                                    riferimento

                         Per la sezione “produttori biliardi” su 2 aziende affiliate per la
                          stagione 13/14 solo 1 ha rinnovato;
Omologazione materiali

                                            Andamento settore omologazioni
                         al 03-10-14                                                        € 44.599

                               2013                                                € 40.834

                               2012                                          € 35.785
sportivi

                               2011                                                        € 43.925

                               2010                                                       € 43.471

                               2009
                                  € 5.000      € 15.000   € 25.000     € 35.000         € 45.000
PROGETTO SCUOLA
           ed
ATTIVITÀ DI FORMAZIONE
        TECNICI
PROMOZIONE DEL
        BILIARDO

    CONVENZIONI CON GLI
ENTI DI PROMOZIONE SPORTIVA
Gli accordi con gli Enti di Promozione Sportiva (EPS) sono stati
                              sottoscritti per sviluppare azioni comuni volte a favorire la
                              promozione del biliardo sportivo, stabilendone         le regole nel
                              rispetto dei singoli ruoli tra DSA ed EPS.
ENTI DI PROMOZIONE SPORTIVA

                              Per la F.I.Bi.S. la competenza tecnica dell’attività agonistica
                              nazionale e per gli EPS la promozione di attività fisico sportive con
                              finalità ludiche e formative .
CONVENZIONI CON GLI

                                                               da febbraio 2014 ad oggi

                              Le convenzioni stipulate tendono ad instaurare un più stretto e
                              reciproco rapporto che faciliti il conseguimento del comune
                              obiettivo di una maggiore e più razionale diffusione della cultura
                              sportiva nel rispetto delle comuni specialità e peculiarità impostati
                              sulla base della reciproca soddisfazione.
Le convenzioni stipulate dalla Federazione con i diversi Enti di
                              Promozione Sportiva sono disponibili sul sito federale www.fibis.it

                              1. Dalla homepage (in fondo alla pagina) cliccare su CARTE FEDERALI
ENTI DI PROMOZIONE SPORTIVA
CONVENZIONI CON GLI

                              2. Una volta aperta la nuova pagina andare sul menù di sinistra e cliccare su
                                 SEGRETERIA

                                                                        3. Sulla parte destra compariranno
                                                                           tutte le convenzioni con i diversi
                                                                           Enti di Promozione
ATTIVITÀ SPORTIVA
    DELLE SEZIONI
     E RISULTATI

 BOCCETTE, CARAMBOLA
POOL/SNOOKER e STECCA
GRANDI EVENTI
        EXPO 2015

  MONDIALI STECCA 5 BIRILLI
INTERNATIONAL CUP BOCCETTE
EVENTI IN PROGRAMMA
                     CAMPIONATO DEL MONDO INDIVIDUALE “5 BIRILLI”
                     INTERNATIONAL CUP BOCCETTE

                 LOCALITÀ
                     Milano (sedi da definire con gli Enti Locali: Regione, Provincia e
                     Comune)
MANIFESTAZIONI

                 FASI ELIMINATORIE
MILANO 2015

                     dal 17 al 25 settembre 2015

                 FASI FINALI (quarti, semifinali e finali)
                     26 e 27 settembre 2015
                     un’unica sede di gioco con l’allestimento un solo biliardo e la
                     presenza di pubblico.
La Manifestazione è stata assegnata
                         dall’U.M.B. e dalla C.E.B. che
                          hanno inserito nei rispettivi
                      calendari le fasi finali nei giorni del
                           26 e 27 settembre 2015.

                       NAZIONI PARTECIPANTI
                       Argentina, Belgio, Danimarca,
                         Egitto, Francia, Germania,
MONDO “5 BIRILLI”
CAMPIONATO DEL

                       Italia, Lussemburgo, Spagna,
                      Svizzera, Ungheria, Uruguay ed
                               altre accreditate.

                      MODALITÀ DI SVOLGIMENTO
                       DELLA MANIFESTAZIONE
                    È previsto un numero minimo di
                    giocatori pari a 512 di cui 40 teste di
                    serie     assegnate      alle     singole
                    Federazioni dall’U.M.B./C.E.B. e 8
                    giocatori    qualificati    dalle    fasi
                    eliminatorie.
                    I 48 giocatori disputeranno le gare dai sedicesimi di finale in poi.
                    (tenuto conto che l’ultimo mondiale disputato risale al 2009, il numero di giocatori
                    partecipanti potrà subire variazioni in aumento)
APPROVAZIONE ORGANISMI INTERNAZIONALI
                Per la prima volta sarà organizzata, dalla FIBiS, una Manifestazione
                internazionale di boccette. La specialità, praticata prevalentemente in Italia e
                riconosciuta dall’U.M.B., non è contemplata nei calendari della stessa
                organizzazione internazionale. L’evento ha quindi lo scopo di promuovere
                l’attività delle boccette negli altri Paesi aderenti all’UMB.

                                       NAZIONI PARTECIPANTI
                Austria, Croazia, Italia e Slovenia.
INTERNATIONAL
CUP BOCCETTE

                     MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELLA MANIFESTAZIONE
                Si prevede la partecipazione di 250 atleti. Le modalità tecniche di selezione
                saranno analoghe a quelle della specialità 5birilli.

                                          EVENTI COLLATERALI

                Per tutta la durata del Campionato si svolgeranno dimostrazioni da parte di
                giocatori e tecnici federali che saranno a disposizione del pubblico per prove di
                gioco gratuite.
                Creazione di spazi espositivi dedicati ai materiali presentati dalle aziende
                nazionali ed internazionali main sponsor dell’evento.
ACQUISIZIONE DEI PATROCINI DEL:
                      CONI - Regione Lombardia - Provincia di Milano - Comune di Milano

                      (entro gennaio 2015)
                      Conferenza stampa di presentazione del progetto tecnico-organizzativo,
                      presso il Palazzo delle Federazioni del CONI, in collaborazione con gli
PIANO COMUNICAIZONE

                      enti patrocinatori, sponsor tecnici e main sponsor acquisiti alla
                      presenza delle massime autorità civili e sportive.
                                  INFORMAZIONE PERIODICA SULL’ANDAMENTO
                                 ORGANIZZATIVO E TECNICO AI MEDIA COINVOLTI

                      (entro giugno/luglio 2015)
E MARKETING

                      Conferenza stampa congiunta in collaborazione con le Federazioni
                      Canoa e Kayak, Sci Nautico e Wakeboard per lancio eventi sportivi
                      internazionali EXPO 2015.

                      (settembre 2015 in prossimità dell’evento)
                      Organizzazione di un incontro con i vertici dell’ UMB e con le
                      Federazioni dei Paesi partecipanti, CONI, Regione, Provincia, Comune
                      ed atleti di vertice.
                      L’evento dovrà svolgersi in un luogo prestigioso della città di Milano
                      che farà da cornice alla presentazione ufficiale del logo ed al sorteggio
                      dei tabelloni di gara.
Puoi anche leggere
DIAPOSITIVE SUCCESSIVE ... Annulla