GRUPPO BANCARIO INTESA SANPAOLO CARIFANO - CASSA DI RISPARMIO DI FANO S.P.A.

 
GRUPPO BANCARIO INTESA SANPAOLO

                       CARIFANO - CASSA DI RISPARMIO DI FANO S.P.A.

                                   Società iscritta all’Albo delle Banche
                        Facente parte del Gruppo Bancario INTESA SANPAOLO
                                   iscritto all’Albo dei Gruppi Bancari
                           Sede sociale in Piazza XX Settembre 19, Fano (PU)
                         Capitale sociale Euro 77.289.674,04 interamente versato
                            Codice fiscale, partita I.V.A. e numero iscrizione
                         Registro delle Imprese di Pesaro Urbino: 00129820411
                             Numero iscrizione Albo delle Banche: 06145.7
                                            Codice ABI 06145.7
                          Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi

                                             PROSPETTO DI BASE

                           relativo al Programma di obbligazioni a Tasso Misto

                           di CARIFANO - Cassa di Risparmio di Fano S.p.A.

Il presente documento costituisce un prospetto di base (il Prospetto di Base, in cui si devono ritenere ricompresi i
documenti indicati come inclusi mediante riferimento, così come modificati ed aggiornati) ed è stato predisposto da
CARIFANO - Cassa di Risparmio di Fano S.p.A. (l'Emittente o la Banca) in conformità ed ai sensi della Direttiva
2003/71/CE (la Direttiva Prospetti o la Direttiva) ed è redatto in conformità all’articolo 26 ed agli Schemi di cui al
Regolamento 2004/809/CE ed al Regolamento CONSOB n. 11971 del 14 maggio 1999 (e successive modifiche). Il
Documento di Registrazione relativo a CARIFANO - Cassa di Risparmio di Fano S.p.A. depositato presso la CONSOB in
data 26 settembre 2008, a seguito di approvazione comunicata con nota n. 8088048 del 25 settembre 2008 è incluso
mediante riferimento alla Sezione V del Prospetto di Base.
L’informativa completa sull'Emittente e sull'offerta degli strumenti finanziari può essere ottenuta solo sulla base della
consultazione congiunta del Prospetto di Base (ivi inclusi i documenti incorporati per riferimento) e, con riferimento a
ciascuna offerta che sarà effettuata nell'ambito del Programma, delle Condizioni Definitive.
Si veda inoltre il Capitolo "Fattori di Rischio" di cui alla Sezione VI del Prospetto di Base, al Documento di
Registrazione, nonché nelle Condizioni Definitive, per l'esame dei fattori di rischio che devono essere presi in
considerazione prima di procedere ad un investimento negli strumenti finanziari.
Il Prospetto di Base è stato depositato presso la CONSOB in data 26 settembre 2008, a seguito di approvazione
comunicata con nota n. 8088048 del 25 settembre 2008.
L'adempimento di pubblicazione del Prospetto di Base non comporta alcun giudizio della CONSOB sull'opportunità
dell'investimento proposto e sul merito dei dati e delle notizie allo stesso relativi.
Il Prospetto di Base sarà consultabile sul sito internet dell'Emittente www.carifano.it, dove sono altresì consultabili le
Condizioni Definitive.
Ulteriori luoghi di messa a disposizione del Prospetto di Base e delle Condizioni Definitive saranno indicati in queste
ultime. Una copia cartacea del Prospetto di Base e delle Condizioni Definitive verrà consegnata gratuitamente ad ogni
potenziale investitore che ne faccia richiesta.
CARIFANO - Cassa di Risparmio di Fano S.p.A.                                                                         Prospetto di Base Tasso Misto

                                                                      INDICE

Articolo                                                                                                                                       Pagina

GLOSSARIO ...............................................................................................................................................4
SEZIONE I – DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITÀ...........................................................................9
      1.1          Denominazione e sede della persona giuridica che si assume la responsabilità
                   del presente documento .................................................................................................9
      1.2          Dichiarazione di responsabilità ......................................................................................9
SEZIONE II - DESCRIZIONE GENERALE DEL PROGRAMMA............................................................10
SEZIONE III: FATTORI DI RISCHIO.......................................................................................................11
SEZIONE IV: NOTA DI SINTESI .............................................................................................................12
SEZIONE V: INFORMAZIONI SULL'EMITTENTE ................................................................................20
SEZIONE VI: INFORMAZIONI SUGLI STRUMENTI FINANZIARI E SULL'OFFERTA.......................21
1.    DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITÀ ..................................................................................21
2.    FATTORI DI RISCHIO.................................................................................................................22
      2.1          DESCRIZIONE SINTETICA DELLE CARATTERISTICHE DELLO
                   STRUMENTO FINANZIARIO...................................................................................22
      2.2          ESEMPLIFICAZIONE E SCOMPOSIZIONE DELLO STRUMENTO.......................22
      2.3          FATTORI DI RISCHIO RELATIVI ALLE OBBLIGAZIONI.....................................23
      2.4          ESEMPLIFICAZIONE E SCOMPOSIZIONE DELLO STRUMENTO.......................28
3.    INFORMAZIONI FONDAMENTALI ...........................................................................................35
      3.1          Conflitto di interessi ....................................................................................................35
      3.2          Ragioni dell'offerta ed impiego dei proventi ................................................................35
4.    INFORMAZIONI RIGUARDANTI GLI STRUMENTI FINANZIARI DA OFFRIRE...................36
      4.1          Descrizione del Tipo e della classe dei Titoli offerti.....................................................36
      4.2          Legislazione in base alla quale i Titoli sono stati creati ................................................37
      4.3          Accentramento dei Titoli e Anagrafica ........................................................................37
      4.4          Valuta di emissione dei Titoli ......................................................................................37
      4.5          Ranking dei Titoli........................................................................................................37
      4.6          Diritti connessi ai Titoli e relative limitazioni ..............................................................37
      4.7          Tasso di interesse ........................................................................................................37
      4.8          Data di Scadenza e procedure di rimborso ...................................................................41
      4.9          Tasso di rendimento effettivo ......................................................................................41
      4.10         Organizzazioni rappresentative dei portatori dei Titoli .................................................42
      4.11         Delibere ed autorizzazioni relative ai Titoli..................................................................42
      4.12         Data di Emissione .......................................................................................................42
      4.13         Restrizioni alla libera trasferibilità dei Titoli................................................................42
      4.14         Regime fiscale.............................................................................................................42
5.    CONDIZIONI DELL'OFFERTA ...................................................................................................44
      5.1          Statistiche relative all'Offerta, calendario previsto e modalità di sottoscrizione
                   dell'Offerta ..................................................................................................................44
      5.2          Piano di ripartizione ed assegnazione...........................................................................47
      5.3          Fissazione del prezzo...................................................................................................48
      5.4          Collocamento e sottoscrizione .....................................................................................48
6.    AMMISSIONE E MODALITÀ DI NEGOZIAZIONE ...................................................................50
      6.1          Mercati regolamentati presso i quali gli strumenti finanziari potrebbero essere
                   ammessi alla quotazione..............................................................................................50
      6.2          Mercati regolamentati o equivalenti sui quali, per quanto a conoscenza
                   dell'Emittente, sono già ammessi alla negoziazione, strumenti della stessa classe
                   di quelli offerti ............................................................................................................50
      6.3          Nome e indirizzo dei soggetti che si sono assunti il fermo impegno di agire quali
                   intermediari nelle operazioni sul mercato secondario ...................................................50

       
CARIFANO - Cassa di Risparmio di Fano S.p.A.                                                                   Prospetto di Base Tasso Misto

7.   INFORMAZIONI SUPPLEMENTARI ..........................................................................................51
     7.1        Consulenti legati all'emissione.....................................................................................51
     7.2        Informazioni contenute nel Prospetto di Base sottoposte a revisione ............................51
     7.3        Pareri o relazioni di esperti, indirizzo e qualifica..........................................................51
     7.4        Informazioni provenienti da terzi.................................................................................51
     7.5        Rating .........................................................................................................................51
APPENDICE 1 - REGOLAMENTO GENERALE DEI TITOLI.................................................................52
APPENDICE 2 – MODELLO DI AVVISO INTEGRATIVO CONTENENTE LE CONDIZIONI
     DEFINITIVE – OBBLIGAZIONI A TASSO MISTO ....................................................................60
1.   FATTORI DI RISCHIO.................................................................................................................62
2.   CARATTERISTICHE DEL PRESTITO ........................................................................................68
3.   ESEMPLIFICAZIONE E SCOMPOSIZIONE DELLO STRUMENTO..........................................73

      
CARIFANO - Cassa di Risparmio di Fano S.p.A.                               Prospetto di Base Tasso Misto

         GLOSSARIO

Agente per il Calcolo                          Il soggetto, indicato nelle Condizioni Definitive,
                                               incaricato della determinazione dei pagamenti
                                               relativi alle Obbligazioni.

Avviso Integrativo                             L'avviso integrativo a mezzo del quale sono
                                               comunicate al pubblico le Condizioni Definitive.

Base di Calcolo                                La Base di Calcolo indica ciascuna delle convenzioni
                                               di calcolo che sono specificate nelle Condizioni
                                               Definitive, fra cui quelle di seguito riportate:

                                               (a) "Actual/Actual (ICMA)" indica il numero di
                                               giorni a partire dalla data in cui gli interessi
                                               cominciano a decorrere (inclusa) sino alla data in cui
                                               gli interessi sono dovuti (esclusa), diviso per il
                                               numero effettivo di giorni nel relativo periodo di
                                               calcolo degli interessi;

                                               (b) "Actual/365" o "Actual/Actual (ISDA)" indica il
                                               numero effettivo di giorni nel periodo di calcolo
                                               degli interessi diviso per 365 (o, se qualunque parte
                                               di quel periodo di calcolo degli interessi cade in un
                                               anno bisestile, la somma di (A) il numero effettivo di
                                               giorni in quella parte di periodo di calcolo degli
                                               interessi che cade in un anno bisestile diviso per 366
                                               e (B) l’effettivo numero di giorni in quella parte di
                                               periodo di calcolo degli interessi che cade in un anno
                                               non bisestile diviso per 365);

                                               (c) "Actual/365 (Fixed)" indica il numero effettivo
                                               di giorni nel periodo di calcolo degli interessi diviso
                                               per 365;

                                               (d) "Actual/365 (Sterling)" indica il numero effettivo
                                               di giorni nel periodo di calcolo degli interessi diviso
                                               per 365, oppure, nel caso di una Data di Pagamento
                                               degli Interessi che cada in un anno bisestile, per 366;

                                               (e) "Actual/360" indica il numero effettivo di giorni
                                               nel periodo di calcolo degli interessi diviso per 360;

                                               (f) "30/360" indica il numero di giorni nel periodo di
                                               calcolo degli interessi diviso per 360 (il numero di
                                               giorni da calcolarsi sulla base di un anno di 360
                                               giorni con dodici mesi di 30 giorni (salvo il caso in
                                               cui (i) l’ultimo giorno del periodo di calcolo degli
                                               interessi sia il giorno 31 di un mese, ma il primo
                                               giorno del periodo di calcolo degli interessi sia un
                                               giorno diverso dal giorno 30 o 31 di un mese, nel
                                               qual caso il mese che include tale ultimo giorno non
                                               deve essere ridotto ad un mese di 30 giorni, o (ii)

     
CARIFANO - Cassa di Risparmio di Fano S.p.A.                                Prospetto di Base Tasso Misto

                                               l’ultimo giorno del periodo di calcolo degli interessi
                                               è l’ultimo giorno del mese di febbraio, nel qual caso
                                               il mese di febbraio non deve essere esteso ad un
                                               mese di 30 giorni).

Collocatori                                    Le banche e gli intermediari finanziari che
                                               collocheranno i Titoli di volta in volta offerti ai sensi
                                               del Programma.

Condizioni Definitive                          Le condizioni definitive relative all’offerta delle
                                               Obbligazioni. Le condizioni definitive sono
                                               comunicate agli investitori e trasmesse all’autorità
                                               competente in occasione di ogni singola offerta,
                                               entro il giorno antecedente l’inizio dell’offerta o
                                               comunque in conformità alla vigente normativa
                                               applicabile, dall’Emittente, tramite l’Avviso
                                               Integrativo che sarà messo a disposizione del
                                               pubblico sul sito internet dell'Emittente, nonché negli
                                               altri luoghi indicati nelle condizioni definitive, quali,
                                               ad esempio, il sito internet del Responsabile del
                                               Collocamento e dei Collocatori. Copia dell’Avviso
                                               Integrativo è contestualmente trasmessa alla
                                               CONSOB.

CONSOB                                         La Commissione Nazionale per le Società e la Borsa.

Convenzione di Calcolo                         Indica ciascuna delle convenzioni di calcolo che
                                               sono specificate nelle Condizioni Definitive, fra cui
                                               quelle indicate di seguito:

                                               Following Business Day Convention, indica che, ai
                                               fini del pagamento dell'ammontare del rimborso
                                               finale, e/o di una Cedola, qualora la relativa data di
                                               pagamento cada in un giorno che non è un Giorno
                                               Lavorativo, tale ammontare sarà accreditato il primo
                                               Giorno Lavorativo successivo alla suddetta data.

                                               Modified Following Business Day Convention
                                               indica che, ai fini del pagamento dell’ammontare del
                                               rimborso finale, e/o di una Cedola, qualora la relativa
                                               data di pagamento cada in un giorno che non è un
                                               Giorno Lavorativo, tale ammontare sarà accreditato
                                               il primo Giorno Lavorativo successivo alla suddetta
                                               data; qualora ciò comporti il passaggio al mese
                                               solare successivo, tale ammontare sarà accreditato il
                                               Giorno Lavorativo immediatamente precedente alla
                                               suddetta data.

                                               La Convenzione di Calcolo può essere Adjusted
                                               ovvero Unadjusted:

                                               Adjusted indica che al verificarsi della circostanza
                                               ovvero delle circostanze indicate nella pertinente
                                               Convenzione di Calcolo, sarà modificata la durata
                                               del computo degli interessi;

   
CARIFANO - Cassa di Risparmio di Fano S.p.A.                               Prospetto di Base Tasso Misto

                                               Unadjusted indica che, al verificarsi della
                                               circostanza ovvero delle circostanze indicate nella
                                               pertinente Convenzione di Calcolo, non sarà
                                               modificata la durata del computo degli interessi.

Data di Emissione                              La data di emissione dei Titoli ai sensi del
                                               Programma.

Data di Godimento                              La data a partire dalla quale i Titoli offerti ai sensi
                                               del Programma maturano diritto al pagamento degli
                                               importi nonché all'esercizio dei diritti ad essi
                                               collegati.

Data di Pagamento degli Interessi              Ciascuna data di pagamento degli interessi relativi
                                               alle Obbligazioni.

Data di Regolamento                            Data in cui i Titoli sono accreditati sui conti degli
                                               investitori a fronte dell'avvenuto pagamento del
                                               corrispettivo per la sottoscrizione dei Titoli
                                               medesimi.

Data di Scadenza                               Data in cui è previsto il rimborso dei Titoli ai sensi
                                               del Programma.

Direttiva Prospetti o Direttiva                La Direttiva 2003/71/CE del Parlamento Europeo e
                                               del Consiglio del 4 novembre 2003.

Documento di Registrazione                     Il Documento di Registrazione, depositato presso la
                                               CONSOB in data 26 settembre 2008, a seguito di
                                               approvazione comunicata con nota n. 8088048 del 25
                                               settembre 2008.

Emittente                                      CARIFANO - Cassa di Risparmio di Fano S.p.A.

Giorno Lavorativo                              Indica qualunque giorno in cui il Trans-European
                                               Automated Real-Time Gross Settlement Express
                                               Transfer System (TARGET) è operativo, ovvero il
                                               diverso giorno specificato nelle Condizioni
                                               Definitive.

Gruppo Intesa Sanpaolo                         Intesa Sanpaolo S.p.A. e le società bancarie,
                                               finanziarie e strumentali da essa controllate, tra cui
                                               l'Emittente, secondo le previsioni del D. Lgs.
                                               1.9.1993 n. 385 – Testo Unico delle leggi in materia
                                               bancaria e creditizia.

Investitori Qualificati                        Gli investitori qualificati di cui all'articolo 100 del
                                               Testo Unico, e relativa normativa regolamentare di
                                               attuazione.

Nota di Sintesi                                La nota di sintesi, redatta in conformità all'Articolo
                                               5, secondo comma, della Direttiva Prospetti.

Obbligazioni o Titoli o Prestito               Le obbligazioni che sono di volta in volta offerte ai

   
CARIFANO - Cassa di Risparmio di Fano S.p.A.                                          Prospetto di Base Tasso Misto

                                                         sensi del Programma.

Parametro di Riferimento                                 Il parametro di riferimento cui è indicizzato il
                                                         calcolo del tasso di interesse delle Obbligazioni a
                                                         Tasso Misto. Il parametro di riferimento può essere
                                                         scelto tra il tasso Euribor (a tre, sei o dodici mesi) ed
                                                         il tasso del rendimento d'asta del BOT (a tre, sei o
                                                         dodici mesi), e sarà indicato nelle Condizioni
                                                         Definitive.

Programma                                                Il Programma di Obbligazioni a Tasso Misto di
                                                         CARIFANO - Cassa di Risparmio di Fano S.p.A.

Prospetto di Base                                        Il presente prospetto di base redatto in conformità
                                                         all'articolo 26 ed agli Schemi di cui al Regolamento
                                                         2004/809/CE ed al Regolamento CONSOB n. 11971
                                                         del 14 maggio 1999 (e successive modifiche).

Regolamento Generale dei Titoli                          Il regolamento che disciplina termini e condizioni dei
                                                         Titoli offerti ai sensi del Programma, contenuto
                                                         nell'Appendice 1 alla Sezione VI del Prospetto di
                                                         Base.

Regolamento dei Titoli o Regolamento                     Il Regolamento Generale dei Titoli, supplementato
                                                         ed integrato dalle Condizioni Definitive.

Regolamento Emittenti                                    Il Regolamento adottato dalla CONSOB con delibera
                                                         n. 11971 del 14 maggio 1999, come successivamente
                                                         modificato.

Responsabile del Collocamento                            Il soggetto, indicato nelle Condizioni Definitive, che
                                                         organizza e costituisce il consorzio di collocamento,
                                                         il coordinatore del collocamento o il collocatore
                                                         unico dei Titoli di volta in volta offerti.

Singola Offerta                                          L'offerta di sottoscrizione delle Obbligazioni di volta
                                                         in volta rilevanti ai sensi del Programma, le cui
                                                         specifiche caratteristiche sono contenute nelle
                                                         Condizioni Definitive.

Spread                                                   Importo che può essere aggiunto o sottratto al tasso
                                                         di interesse riferito al Parametro di Riferimento ai
                                                         fini della determinazione del tasso di interesse dei
                                                         Titoli.

Testo Unico                                              Il Decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58 come
                                                         successivamente modificato.

Valore Nominale o VN                                     Il valore nominale delle Obbligazioni.

I riferimenti normativi contenuti nel Prospetto di Base, ivi incluso il Glossario, devono ritenersi relativi ai
riferimenti normativi così come di volta in volta modificati ovvero sostituiti dalla normativa di volta in volta
vigente.

   
CARIFANO - Cassa di Risparmio di Fano S.p.A.                                  Prospetto di Base Tasso Misto

Ove consentito o richiesto dal contesto, le definizioni e i termini al singolare comprenderanno anche i
corrispondenti termini al plurale e viceversa.

   
CARIFANO - Cassa di Risparmio di Fano S.p.A.                                        Prospetto di Base Tasso Misto

SEZIONE I – DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITÀ

       1.1    Denominazione e sede della persona giuridica che si assume la responsabilità del presente
              documento

CARIFANO - Cassa di Risparmio di Fano S.p.A., in persona del legale rappresentante Dott. Mario Pesaresi,
con sede in Piazza XX Settembre 19, Fano, assume la responsabilità delle informazioni e dei dati contenuti
nel Prospetto di Base.

        1.2   Dichiarazione di responsabilità

Il Prospetto di Base è conforme al modello depositato presso la CONSOB in data 26 settembre 2008, a
seguito di approvazione comunicata con nota n. 8088048 del 25 settembre 2008 e contiene tutte le
informazioni necessarie a valutare con fondatezza i diritti connessi con i Titoli.

CARIFANO - Cassa di Risparmio di Fano S.p.A., in persona del legale rappresentante Dott. Mario Pesaresi,
con sede in Piazza XX Settembre 19, Fano, si assume la responsabilità della completezza e veridicità dei dati
e delle notizie contenuti nel Prospetto di Base e attesta che, avendo adottato tutta la ragionevole diligenza a
tale scopo, le informazioni contenute nel Prospetto di Base sono, per quanto di sua conoscenza, conformi ai
fatti e non presentano omissioni tali da alterarne il senso.

   
CARIFANO - Cassa di Risparmio di Fano S.p.A.                                         Prospetto di Base Tasso Misto

SEZIONE II - DESCRIZIONE GENERALE DEL PROGRAMMA

CARIFANO - Cassa di Risparmio di Fano S.p.A. ha redatto il presente Prospetto di Base nel quadro di un
programma per l’offerta di obbligazioni a medio/lungo termine, deliberato in data 7 maggio 2008, per un
ammontare totale complessivo pari a € 130.000.000, da emettersi nei 12 mesi successivi alla pubblicazione
del presente Prospetto di Base.

Il presente Prospetto di Base è relativo all’emissione di Obbligazioni a Tasso Misto.

Le Obbligazioni a Tasso Misto sono titoli di debito che garantiscono il rimborso del 100% del Valore
Nominale a scadenza. Le Obbligazioni danno inoltre diritto al pagamento di cedole periodiche il cui
ammontare, per una parte della loro durata è a tasso fisso, o a tasso fisso step up, o a tasso fisso step down, e
per una parte della loro durata, è determinato in ragione dell'andamento del Parametro di Riferimento
prescelto, eventualmente maggiorato o diminuito di un importo (Spread), pagabile a ciascuna Data di
Pagamento degli Interessi. Per informazioni dettagliate sulle Obbligazioni si veda il Capitolo 4 della Sezione
VI del presente Prospetto di Base.

La Banca potrà effettuare singole sollecitazioni a valere sul programma di offerta, ai sensi di quanto previsto
al Capitolo 5 della Sezione VI del presente Prospetto di Base.

Le Condizioni Definitive, che conterranno i termini e le condizioni specifiche dei titoli di volta in volta
emessi, saranno redatte secondo il modello esposto nell'Appendice 2 della Sezione VI del presente Prospetto
di Base e pubblicate entro l'inizio del periodo di offerta sul sito internet www.carifano.it e, contestualmente,
inviate alla Consob.

   
CARIFANO - Cassa di Risparmio di Fano S.p.A.                                      Prospetto di Base Tasso Misto

SEZIONE III: FATTORI DI RISCHIO

FATTORI DI RISCHIO RELATIVI ALL’EMITTENTE

Con riferimento ai fattori di rischio relativi all'Emittente, si rinvia al Capitolo 3 del Documento di
Registrazione, incorporato per riferimento alla Sezione V del presente Prospetto di Base.

FATTORI DI RISCHIO RELATIVI AGLI STRUMENTI FINANZIARI OFFERTI

Con riferimento ai fattori di rischio relativi agli strumenti finanziari offerti, si rinvia alla Sezione VI,
Capitolo 2 del presente Prospetto di Base.

   
CARIFANO - Cassa di Risparmio di Fano S.p.A.                                        Prospetto di Base Tasso Misto

         SEZIONE IV: NOTA DI SINTESI

                                                  AVVERTENZA

La presente Nota di Sintesi deve essere letta come un'introduzione al Prospetto di Base. Qualsiasi
decisione di investire nelle Obbligazioni dovrebbe basarsi sull'esame da parte dell'investitore del
Prospetto di Base nella sua completezza.

Qualora venga proposta un'azione legale in merito alle informazioni contenute nel Prospetto di Base
dinanzi all'autorità giudiziaria di uno degli stati dell'Area Economica Europea, prima dell'inizio del
procedimento il ricorrente potrebbe dover sostenere i costi della traduzione del Prospetto di Base, ai
sensi della legislazione nazionale dello stato nel quale tale azione sia stata intentata.

A seguito dell’attuazione delle disposizioni della Direttiva Prospetti in ognuno degli Stati Membri
dell'Area Economica Europea, nessuna responsabilità civile sarà attribuita in uno qualsiasi di tali Stati
Membri alle persone che si sono assunte la responsabilità del Prospetto di Base, con riferimento alla
Nota di Sintesi, ivi compresa la sua traduzione, a meno che la stessa non risulti fuorviante, imprecisa o
incoerente se letta insieme con le altre parti del Prospetto di Base.

I termini e le espressioni definiti nel Regolamento Generale dei Titoli a Tasso Misto, o nel Prospetto di Base
manterranno lo stesso significato nella presente Nota di Sintesi.
                                                       ***
DESCRIZIONE             SINTETICA              DELLE   CARATTERISTICHE           DELLO         STRUMENTO
FINANZIARIO

I titoli oggetto della presente Nota di Sintesi (i Titoli) sono rappresentati da Obbligazioni a tasso misto (le
Obbligazioni a Tasso Misto) emesse da CARIFANO - Cassa di Risparmio di Fano S.p.A.

Le Obbligazioni a Tasso Misto sono titoli di debito che garantiscono il rimborso del 100% del Valore
Nominale a scadenza e maturano interessi periodici (annuali, semestrali o trimestrali, secondo quanto
indicato nelle Condizioni Definitive) che, per una parte della loro durata, possono essere a tasso fisso, o a
tasso fisso step up, o a tasso fisso step down (Periodo con Interessi a Tasso Fisso, o a Tasso Fisso Step Up,
o a Tasso Fisso Step Down) e per una parte della loro durata sono a tasso variabile (Periodo con Interessi a
Tasso Variabile).

Con riferimento al Periodo con Interessi a Tasso Variabile, le Obbligazioni danno diritto al pagamento di
cedole il cui ammontare è determinato in ragione dell'andamento del Parametro di Riferimento prescelto,
eventualmente maggiorato o diminuito di un importo (spread), pagabile a ciascuna Data di Pagamento degli
Interessi. Il Parametro di Riferimento può essere scelto tra il tasso Euribor (a tre, sei o dodici mesi) ed il
tasso del rendimento d'asta del BOT (a tre, sei o dodici mesi).
Il Parametro di Riferimento prescelto e l'eventuale Spread saranno indicati nelle Condizioni Definitive. Nel
caso in cui sia previsto uno spread negativo, il rendimento delle Obbligazioni nel Periodo con Interessi a
Tasso Variabile, sarà inferiore a quello di un titolo indicizzato esclusivamente al Parametro di Riferimento
prescelto.

Ove la Banca svolga il ruolo di Collocatore degli strumenti finanziari non sarà applicata alcuna
commissione, esplicita o implicita, in fase di collocamento, di sottoscrizione o di rimborso. Ove invece il
ruolo di Collocatore sia svolto da un soggetto terzo, potrà essere prevista una commissione implicita di
collocamento, la cui entità sarà indicata nelle Condizioni Definitive. Non sarà applicata alcuna altra
commissione in fase di sottoscrizione o di rimborso.

ESEMPLIFICAZIONE E SCOMPOSIZIONE DELLO STRUMENTO

   
CARIFANO - Cassa di Risparmio di Fano S.p.A.                                         Prospetto di Base Tasso Misto

La scomposizione delle Obbligazioni, le esemplificazioni del rendimento delle Obbligazioni, la simulazione
retrospettiva dell'andamento delle Obbligazioni, l'andamento storico del Parametro di Riferimento ed il
confronto tra il rendimento dei Titoli e quello di un titolo di stato (BTP di similare scadenza) saranno
contenuti nelle Condizioni Definitive.

FATTORI DI RISCHIO

Esistono taluni rischi connessi all'Emittente ed ai Titoli che gli investitori devono tenere in considerazione al
fine di un migliore apprezzamento dell'investimento. In particolare, con riferimento all'attività dell'Emittente,
gli investitori devono tenere in considerazione i seguenti rischi dettagliatamente descritti nel Capitolo 3 del
Documento di Registrazione incorporato mediante riferimento nella Sezione V del Prospetto di Base, e nel
Capitolo 2 della Sezione VI del Prospetto di Base:

A)           FATTORI DI RISCHIO RELATIVI ALL'EMITTENTE:

·        RISCHIO EMITTENTE;

·        RISCHIO DI NATURA LEGALE E REGOLAMENTARE;

·        RISCHIO CONNESSO ALL'USCITA DELLA BANCA DAL GRUPPO INTESA SANPAOLO ED
         ALL'INGRESSO NEL GRUPPO BANCARIO CREDITO VALTELLINESE

B)           FATTORI DI RISCHIO RELATIVI AI TITOLI ED ALL'OFFERTA DEI MEDESIMI:

    · DESCRIZIONE SINTETICA DELLE CARATTERISTICHE DELLO STRUMENTO FINANZIARIO;

    · ESEMPLIFICAZIONE E SCOMPOSIZIONE DELLO STRUMENTO;

    · FATTORI DI RISCHIO RELATIVI ALLE OBBLIGAZIONI;

         ·     RISCHIO EMITTENTE;

         ·     RISCHIO CONNESSO ALLA MANCANZA DI GARANZIE PER LE OBBLIGAZIONI;

         ·     RISCHIO DI LIQUIDITÀ DEI TITOLI;

         ·     DEPREZZAMENTO DEI TITOLI IN PRESENZA DI COMMISSIONI IMPLICITE UP-
               FRONT;

         ·     RISCHIO DI SPREAD NEGATIVO;

         ·     RISCHIO DI TASSO/PREZZO;

         ·     RISCHIO DI INDICIZZAZIONE;

         ·     RISCHIO CONNESSO ALLA PRESENZA DI CONFLITTI DI INTERESSI;

         ·     RISCHIO RELATIVO ALL'ASSENZA DI RATING;

         ·     RISCHIO DI DISALLINEAMENTO TRA IL PARAMETRO DI INDICIZZAZIONE E LA
               PERIODICITÀ DELLE CEDOLE;

         ·     RISCHIO RELATIVO ALL'ASSENZA DI INFORMAZIONI;

         ·     RISCHIO DI ANNULLAMENTO DELL'OFFERTA;

     
CARIFANO - Cassa di Risparmio di Fano S.p.A.                                         Prospetto di Base Tasso Misto

       ·    RISCHIO DI CHIUSURA ANTICIPATA DELL'OFFERTA;

       ·    RISCHIO RELATIVO AL RIACQUISTO ED ANNULLAMENTO DEI TITOLI DA PARTE
            DELL'EMITTENTE;

       ·    RISCHIO DI EVENTI DI TURBATIVA;

       ·    RISCHIO CONNESSO ALLA VARIAZIONE DEL REGIME FISCALE;

INFORMAZIONI RELATIVE ALL'EMITTENTE

Emittente: CARIFANO - Cassa di Risparmio di Fano S.p.A. (l'Emittente o la Banca) è una società
costituita in forma di società per azioni iscritta nel Registro delle Imprese di Pesaro e Urbino al numero
00129820411. La Banca è stata costituita in data 1 luglio 1992 e fa parte del gruppo bancario Intesa
Sanpaolo (il Gruppo Intesa Sanpaolo). La Banca è soggetta all'attività di direzione e coordinamento svolta
dalla capogruppo Intesa Sanpaolo S.p.A., in coerenza con la normativa di Vigilanza bancaria e con il
disposto dell’articolo 2359, comma 1, punto 3, nonché degli articoli 2497 e seguenti del Codice Civile. La
durata della Banca è stabilita sino al 31 dicembre 2050. La sede legale della Banca è sita in Fano - Piazza
XX Settembre n. 19 - tel. 0721 8861. L'Emittente è una banca ai sensi del Decreto Legislativo 1° settembre
1993, n. 385, opera in base alla legislazione italiana ed è iscritta all'albo delle banche al n. 5177.

La Banca opera prevalentemente nella provincia di Pesaro e Urbino attraverso 41 sportelli alla data della
presente Nota di Sintesi.

Per ulteriori informazioni si vedano i Capitoli 4 e 5, intitolati, rispettivamente, "Informazioni sull'Emittente"
e "Panoramica delle Attività", contenuti nel Documento di Registrazione.

Organi di Amministrazione, direzione e vigilanza:

Consiglio di amministrazione:

Alla data del Documento di Registrazione il Consiglio di Amministrazione dell'Emittente è composto da:
Mario Pesaresi, Roberto Ferrario, Aldo Dante, Paolo Andreani, Paolo Baessato, Folco Di Santo, Andrea
Livio, Mario Romano Negri, Gennaro Pieralisi, Massimo Virgili e Antonella Storoni. Maurizio Parisini
ricopre la carica di Direttore Generale.

Collegio Sindacale:

Alla data del Documento di Registrazione il Collegio Sindacale dell'Emittente è composto da: Stefano
Caringi, Evildo Polidori, Alessandro Santucci, Maurizio Longhi, Piergiorgio Valente.

Tutti domiciliati per la carica presso la sede dell'Emittente.

Principali Azionisti: Alla Data del Documento di Registrazione, la compagine sociale dell’Emittente è la
seguente:

F.C.M. S.p.A. possiede il 56,63% del capitale sociale;

Casse del Centro S.p.A. possiede il 30% del capitale sociale;

Terzi investitori ne possiedono il 13,37%.

   
CARIFANO - Cassa di Risparmio di Fano S.p.A.                                                                        Prospetto di Base Tasso Misto

Posizione finanziaria dell'Emittente: Si riporta di seguito la tabella contenente i principali indicatori
economico-finanziari relativi all'Emittente, aggiornata al 31 dicembre 2007.

 Indici                                                                     31.12.2007                                                 31.12.2006
 Tier one capital ratio (1)                                                       9,73%                                                     10,86%
 Total capital ratio (2)                                                         11,20%                                                     11,47%
 Sofferenze lorde/impieghi lordi (3)                                              0,23%                                                       0,03%
 Sofferenze nette/impieghi netti (4)                                              0,08%                                                       0,01%
 Partite anomale lorde/impieghi (5)                                               0,66%                                                       0,48%
 Patrimonio di Vigilanza (6)                                                    130.400                                                    118.826
                                                                        migliaia di Euro                                          migliaia di Euro
Con riferimento agli indici (1) e (2), la riduzione rispetto al dato dell’esercizio precedente risulta dovuta a seguito dell’incremento intervenuto negli
impieghi che ha determinato un maggior assorbimento di capitale.

I rapporti (3), (4) e (5), comunque su livelli fisiologici per l’attività, risultano cresciuti rispetto al 2006 (caratterizzato, soprattutto nei rapporti
sofferenze/impieghi, da percentuali prossime allo zero) per effetto della cessione di partite già contabilizzate a sofferenza nel quadro dell’articolato
contratto di cessione della Carifano dal gruppo BPU al gruppo Intesa.

Il Patrimonio di Vigilanza risulta significativamente incrementato rispetto al 2006 per effetto dell’adozione di nuovo criterio di valutazione degli
immobili, nel rispetto del dettato IAS 16 (si veda anche nota alla pagina seguente relativa alla Voce “Patrimonio Netto”).

Al 31.12.2007 il coefficiente di solvibilità dell'Emittente (rapporto tra il Patrimonio di Vigilanza e le attività
di rischio ponderate) era pari al 11,20% a fronte di un coefficiente di solvibilità minimo richiesto da Banca
d’Italia pari al 7%.

Con riferimento al free capital (inteso come patrimonio al netto degli investimenti in immobilizzazioni
materiali e immateriali, delle partecipazioni e delle sofferenze nette), l’importo individuale dell'Emittente era
pari a 99.072 migliaia di Euro.

Si riporta di seguito altresì una sintesi dei principali dati patrimoniali e di conto economico dell'Emittente.
Per maggiori dettagli in merito alle informazioni finanziarie dell'Emittente si rinvia al Capitolo 11
"Informazioni finanziarie riguardanti le attività e le passività, la situazione finanziaria e i profitti e le perdite
dell’Emittente" del Documento di Registrazione.

 Voce                                                                      31.12.2007                                                  31.12.2006
                                                                  in migliaia di Euro                                          in migliaia di Euro
 Margine di interesse                                                            57.763                                                      43.474
 Margine di intermediazione                                                      58.975                                                      53.056
 Risultato netto della gestione finanziaria                                      57.468                                                      49.146
 Utile di esercizio                                                              14.764                                                      12.011

 Voce                                                                     31.12.2007                                                31.12.2006
                                                                        in migliaia di                                       in migliaia di Euro
                                                                                 Euro
 Raccolta diretta da clientela                                             1.217.785                                                     1.060.014

   
CARIFANO - Cassa di Risparmio di Fano S.p.A.                                                                      Prospetto di Base Tasso Misto

 Impieghi verso clientela                                                 1.200.412                                                    1.135.712
 Patrimonio netto                                                          144.488*                                                      130.333
* A decorrere dal bilancio relativo all'esercizio chiuso il 31 dicembre 2007 è stato cambiato il principio contabile adottato per la valutazione degli
immobili. L’operazione, effettuata nel rispetto del dettato dello IAS 16, è stata effettuata al fine di aggiornare i valori patrimoniali alle effettive
quotazioni di mercato, generando conseguentemente un più congruo patrimonio netto in relazione ai futuri piani di sviluppo.

Si segnala altresì che non vi sono stati deterioramenti della solvibilità aziendale a decorrere dal bilancio
relativo all'esercizio chiuso il 31 dicembre 2007

Attestazioni dell'Emittente

L'Emittente attesta che, successivamente alla pubblicazione dell'ultimo bilancio sottoposto a revisione e
pubblicato relativo all'esercizio chiuso al 31 dicembre 2007, salvo quanto riportato nel Capitolo 4, Paragrafo
4.1.5, del Documento di Registrazione:

- non si sono verificati eventi recenti sostanzialmente rilevanti per la valutazione della sua solvibilità;

- non si sono verificati cambiamenti negativi sostanziali nelle sue prospettive;

- non si sono verificati tendenze, incertezze, richieste, impegni o fatti noti che potrebbero ragionevolmente
  avere ripercussioni significative sulle sue prospettive almeno per l'esercizio in corso;

- non si sono verificati cambiamenti significativi nella situazione finanziaria o commerciale del Gruppo.
INFORMAZIONI RELATIVE AGLI STRUMENTI FINANZIARI

Tipologia dei Titoli: I titoli oggetto della presente Nota di Sintesi (i Titoli) sono rappresentati da
Obbligazioni a tasso misto (le Obbligazioni a Tasso Misto) emesse da CARIFANO - Cassa di Risparmio di
Fano S.p.A. Le Obbligazioni a Tasso Misto garantiscono il rimborso del 100% del Valore Nominale a
scadenza.

Le Obbligazioni maturano interessi periodici (annuali, semestrali o trimestrali, secondo quanto indicato nelle
Condizioni Definitive) che, per una parte della loro durata, sono a tasso fisso, o a tasso fisso step up, o a
tasso fisso step down (Periodo con Interessi a Tasso Fisso, o a Tasso Fisso Step Up, o a Tasso Fisso Step
Down) e per una parte della loro durata interessi a tasso variabile (Periodo con Interessi a Tasso
Variabile).

Con riferimento al Periodo con Interessi a Tasso Variabile, le Obbligazioni danno diritto al pagamento di
cedole il cui ammontare è determinato in ragione dell'andamento del Parametro di Riferimento prescelto,
eventualmente maggiorato o diminuito di un importo (spread), pagabile a ciascuna Data di Pagamento degli
Interessi. Il Parametro di Riferimento può essere scelto tra il tasso Euribor (a tre, sei o dodici mesi) ed il
tasso del rendimento d'asta del BOT (a tre, sei o dodici mesi).

Nel caso in cui sia previsto uno spread negativo, il rendimento delle Obbligazioni nel Periodo con Interessi a
Tasso Variabile, sarà inferiore a quello di un titolo indicizzato esclusivamente al parametro prescelto.

Il Codice ISIN delle Obbligazioni di volta in volta offerte ai sensi del Programma è indicato nelle Condizioni
Definitive.
Status dei Titoli: I Titoli che saranno offerti ai sensi del Programma costituiscono obbligazioni dirette, non
garantite e non subordinate della Banca e sono parimenti ordinate (pari passu) tra loro e con altre
obbligazioni non garantite (diverse dalle obbligazioni subordinate) della Banca.
Forma dei Titoli: I Titoli sono al portatore e sono ammessi al sistema di gestione accentrata presso Monte
Titoli S.p.A. in regime di dematerializzazione ai sensi del Regolamento congiunto Consob - Banca d'Italia
del 22 febbraio 2008 e successive modifiche ed integrazioni. I portatori dei Titoli non potranno richiedere la

   
CARIFANO - Cassa di Risparmio di Fano S.p.A.                                          Prospetto di Base Tasso Misto

consegna materiale dei Titoli. La cessione dei Titoli sarà effettuata con scritture contabili in regime di
dematerializzazione in conformità al regolamento del sistema di gestione e amministrazione accentrata della
Monte Titoli S.p.A.
Prezzo di Emissione: I Titoli saranno emessi alla pari. Il prezzo viene determinato attualizzando i flussi di
cassa sulla base della curva dei tassi swap.
Taglio dei Titoli: I Titoli saranno emessi nei tagli stabiliti dall'Emittente ed indicati nelle Condizioni
Definitive.
Rimborso: Le Condizioni Definitive indicheranno la Data di Scadenza dei Titoli. Non è prevista la facoltà di
rimborso anticipato. Ciascun Titolo cessa di essere fruttifero alla Data di Scadenza.
Sistema di Gestione Accentrata: Monte Titoli S.p.A., Via Mantegna, 6, 20154 Milano.
Valuta: Euro.
Commissioni: Le commissioni, ove previste ed indicate nelle Condizioni Definitive, costituiscono una
componente implicita del prezzo di offerta delle Obbligazioni che non partecipa alla determinazione del
prezzo in sede di mercato secondario. In particolare, saranno previste commissioni implicite solo nel caso in
cui il Collocatore sia un soggetto terzo rispetto all'Emittente.
Collocamento: I Titoli saranno offerti da uno o più soggetti collocatori che saranno di volta in volta indicati
nelle Condizioni Definitive. Il ruolo di Responsabile del Collocamento, ove previsto, sarà svolto dal soggetto
indicato nelle Condizioni Definitive. Salvo ove diversamente indicato nelle Condizioni Definitive, i Titoli
saranno collocati attraverso la rete di sportelli della Banca e il ruolo di Responsabile del Collocamento sarà
svolto dall'Emittente medesimo.

Criteri di riparto ed assegnazione: Non sono previsti criteri di riparto e la ripartizione e relativa
assegnazione avverranno secondo le seguenti modalità. Saranno assegnate tutte le Obbligazioni richieste dai
sottoscrittori durante il Periodo di Offerta fino al raggiungimento dell'importo massimo dell'Offerta
(comprensivo dell'eventuale importo, indicato nelle Condizioni Definitive, destinato all'assegnazione delle
Obbligazioni prenotate successivamente alla pubblicazione dell'avviso di chiusura anticipata dell'Offerta e
fino all'effettiva chiusura anticipata dell'Offerta ovvero l’ultimo giorno dell’Offerta ed eccedente un importo
per ciascuna Singola Offerta, indicato nelle Condizioni Definitive). Infatti, qualora durante il Periodo di
Offerta le richieste raggiungessero l'importo indicato nelle Condizioni Definitive, si procederà alla chiusura
anticipata dell'Offerta, che sarà comunicata al pubblico con apposito avviso da pubblicarsi sul sito internet
del Responsabile del Collocamento e dell'Emittente, e, contestualmente, trasmesso alla CONSOB, ovvero
con le modalità indicate nelle Condizioni Definitive e la chiusura dell'Offerta sarà efficace dal giorno
successivo alla pubblicazione dell'avviso.

In ogni caso saranno assegnate ai richiedenti tutte le Obbligazioni prenotate prima della pubblicazione
dell’avviso di chiusura anticipata; mentre alle Obbligazioni prenotate (i) l'ultimo giorno dell'Offerta o (ii) nel
caso di chiusura anticipata, nel periodo compreso tra la pubblicazione dell'avviso di chiusura anticipata
dell'Offerta e l'ultimo giorno di Offerta effettivo ed eccedenti l'ammontare specificato nelle Condizioni
Definitive sarà destinato l'importo residuo specificato nelle Condizioni Definitive. Ove tale importo non
fosse tuttavia sufficiente a soddisfare le richieste di prenotazione eccedenti l'ammontare specificato nelle
Condizioni Definitive, le Obbligazioni verranno assegnate con criterio cronologico fino ad esaurimento delle
medesime. Per ogni prenotazione soddisfatta i Collocatori invieranno apposita "nota di eseguito", sempre
salvo ove diversamente indicato nelle Condizioni Definitive, attestante l'avvenuta assegnazione delle
Obbligazioni e le condizioni di aggiudicazione delle stesse.

Regime Fiscale: Le informazioni fornite di seguito riassumono il regime fiscale proprio dell’acquisto, della
detenzione e della cessione delle Obbligazioni per certe categorie di investitori, ai sensi della legislazione
tributaria italiana e della prassi vigente alla data di pubblicazione della presente Nota di Sintesi. Quanto
segue non intende essere un'analisi esauriente di tutte le conseguenze fiscali dell’acquisto, della detenzione e
della cessione delle Obbligazioni. Gli investitori sono tenuti a consultare i loro consulenti in merito al regime
fiscale applicabile alle Obbligazioni. Si segnala che non è possibile prevedere eventuali modifiche all'attuale

   
CARIFANO - Cassa di Risparmio di Fano S.p.A.                                           Prospetto di Base Tasso Misto

regime fiscale durante la vita delle Obbligazioni né può essere escluso che, in caso di modifiche, i valori netti
degli interessi indicati nel Prospetto di Base, ivi inclusa la Nota di Sintesi, possano discostarsi, anche
sensibilmente, da quelli che saranno effettivamente applicabili alle Obbligazioni alla data di pagamento delle
somme dovute ai sensi delle medesime.

In particolare, le Obbligazioni sono soggette al regime fiscale descritto alla Sezione VI, Capitolo 4,
Paragrafo 4.14, cui si rimanda, ed avente ad oggetto:

•        Redditi di capitale: agli interessi ed agli altri frutti delle Obbligazioni è applicabile l’imposta
         sostitutiva delle imposte sui redditi nella misura del 12,50%.

•        Tassazione delle plusvalenze: le plusvalenze, che non costituiscono redditi di capitale, diverse da
         quelle conseguite nell’esercizio di imprese commerciali, realizzate mediante cessione a titolo
         oneroso ovvero rimborso delle Obbligazioni sono soggette ad imposta sostitutiva delle imposte sui
         redditi con l’aliquota del 12,50%.

•        Tassa sui contratti di borsa: a seguito dell'abrogazione della tassa sui contratti di borsa, a partire dal
         31 Dicembre 2007, gli atti aventi ad oggetto la negoziazione di titoli scontano l'imposta di registro
         come segue: (i) gli atti pubblici e le scritture private autenticate scontano l'imposta di registro in
         misura fissa pari a Euro 168 (ii) le scritture private non autenticate scontano l'imposta di registro solo
         in "caso d'uso" o a seguito di registrazione volontaria.

Con riferimento a ciascun Prestito, eventuali modifiche al regime fiscale di cui sopra vengono rappresentate
nelle Condizioni Definitive.

Ammissione alle Negoziazioni: L'Emittente non ha presentato richiesta di giudizio di ammissibilità alla
quotazione del Programma.

L’Emittente si riserva la facoltà di poter richiedere la quotazione dei Titoli oggetto di ciascuna Singola
Offerta in mercati regolamentati, MOT o altro mercato. In caso di ammissione a quotazione delle
Obbligazioni su mercati regolamentati, l’Emittente ne darà comunicazione ai portatori delle Obbligazioni
nelle Condizioni Definitive.

L’Emittente si riserva inoltre la facoltà di richiedere in futuro l’ammissione alla negoziazione su Sistemi
Multilaterali di Negoziazione (Multilateral Trading Facility - MTF), tra cui EuroTLX. Il Sistema
Multilaterale di Negoziazione prescelto sarà indicato nelle Condizioni Definitive ovvero comunicato
successivamente agli investitori con le modalità di cui all'Articolo 13 del Regolamento dei Titoli.
L’Emittente negozierà altresì le Obbligazioni in conto proprio in modo non sistematico, assumendosi l'onere
di controparte, con l’obiettivo di garantire adeguati livelli di liquidità per i Titoli di propria emissione.

In merito, al fine di garantire un mercato secondario per le Obbligazioni, l’Emittente renderà disponibili per
la clientela, durante i normali orari di negoziazione, quotazioni denaro/lettera per i Titoli nel rispetto delle
regole di best execution. In particolare, l'Emittente si impegna a negoziare le proprie Obbligazioni
considerando un titolo di Stato avente caratteristiche simili al Titolo oggetto di negoziazione, applicando uno
Spread massimo denaro/lettera pari a 0,50%.

Non sono previsti limiti alla quantità di Titoli su cui l'Emittente può svolgere attività di negoziazione.

Restrizioni alla Vendita: Non esistono clausole limitative della trasferibilità e/o della circolazione dei Titoli
in Italia.

Legge che governa i Titoli e foro competente: I Titoli sono emessi e creati in Italia ed il regolamento dei
Titoli è sottoposto alla legge italiana. L'autorità giudiziaria competente per le controversie relative alle
Obbligazioni sarà il Tribunale di Pesaro; tuttavia, ove il portatore delle Obbligazioni rivesta la qualifica di

    
CARIFANO - Cassa di Risparmio di Fano S.p.A.                                      Prospetto di Base Tasso Misto

consumatore ai sensi e per gli effetti dell’art. 1469 bis del Codice Civile e 33 e 63 del codice del consumo
(Decreto Legislativo 6 settembre 2005, n. 206), il foro competente sarà quello di residenza o domicilio
elettivo di quest’ultimo.

Estremi dei provvedimenti di approvazione del Prospetto di Base: Il Prospetto di Base, incluso il
Documento di Registrazione, è stato depositato presso la CONSOB in data 26 settembre 2008, a seguito di
approvazione comunicata con nota n. 8088048 del 25 settembre 2008.

Documentazione a disposizione del pubblico: Copia del Prospetto di Base, ivi incluso il Documento di
Registrazione, dei bilanci di esercizio di CARIFANO - Cassa di Risparmio di Fano S.p.A. per gli esercizi
2007 e 2006, nonché dell'atto costitutivo e dello statuto dell'Emittente sono disponibili presso la sede
legale dell'Emittente e sul sito Internet www.carifano.it.

La documentazione relativa alla capogruppo Intesa Sanpaolo S.p.A. ed al Gruppo Bancario Intesa
Sanpaolo, è a disposizione per la consultazione presso il sito internet www.intesasanpaolo.com.

   
CARIFANO - Cassa di Risparmio di Fano S.p.A.                                   Prospetto di Base Tasso Misto

         SEZIONE V: INFORMAZIONI SULL'EMITTENTE

La presente sezione include mediante riferimento le informazioni contenute nel Documento di Registrazione
sull'Emittente, depositato presso CONSOB in data 26 settembre 2008, a seguito di approvazione comunicata
con nota n. 8088048 del 25 settembre 2008. Il Documento di Registrazione è consultabile sul sito internet
dell'Emittente: www.carifano.it e copie cartacee del documento possono essere ottenute gratuitamente
presso la sede legale dell'Emittente. Ulteriori luoghi di messa a disposizione del Documento di
Registrazione saranno indicati nelle Condizioni Definitive.

   
CARIFANO - Cassa di Risparmio di Fano S.p.A.                                           Prospetto di Base Tasso Misto

SEZIONE VI: INFORMAZIONI SUGLI STRUMENTI FINANZIARI E SULL'OFFERTA

         1.       DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITÀ

Si rinvia alla dichiarazione di responsabilità di cui alla Sezione I del Prospetto di Base.

   
CARIFANO - Cassa di Risparmio di Fano S.p.A.                                            Prospetto di Base Tasso Misto
                                                                                             FATTORI DI RISCHIO

2.         FATTORI DI RISCHIO

Le Obbligazioni oggetto del Prospetto di Base presentano elementi di rischio che gli investitori devono
considerare nel decidere se investire nelle stesse. Gli investitori, pertanto, sono invitati ad effettuare un
investimento in tali Titoli solo qualora abbiano compreso la loro natura e il grado di rischio sotteso.

Gli investitori sono invitati a valutare gli specifici fattori di rischio relativi all'Emittente ed agli strumenti
finanziari proposti, ed in particolare i fattori di rischio esposti nel Documento di Registrazione (Capitolo 3),
nella Nota di Sintesi, nella Sezione VI (Capitolo 2) del Prospetto di Base e nelle Condizioni Definitive.

I termini in maiuscolo non definiti nel presente capitolo hanno il significato ad essi attribuito in altri capitoli
del Prospetto di Base, ovvero del Documento di Registrazione.

2.1      DESCRIZIONE          SINTETICA        DELLE     CARATTERISTICHE             DELLO        STRUMENTO
         FINANZIARIO

I titoli oggetto del presente Prospetto di Base (i Titoli) sono rappresentati da Obbligazioni a tasso misto (le
Obbligazioni a Tasso Misto) emesse da CARIFANO - Cassa di Risparmio di Fano S.p.A.

Le Obbligazioni a Tasso Misto sono titoli di debito che garantiscono il rimborso del 100% del Valore
Nominale a scadenza e maturano interessi periodici (annuali, semestrali o trimestrali, secondo quanto
indicato nelle Condizioni Definitive) che, per una parte della loro durata, possono essere a tasso fisso, o a
tasso fisso step up, o a tasso fisso step down (Periodo con Interessi a Tasso Fisso, o a Tasso Fisso Step Up,
o a Tasso Fisso Step Down) e per una parte della loro durata sono a tasso variabile (Periodo con Interessi a
Tasso Variabile).

Con riferimento al Periodo con Interessi a Tasso Variabile, le Obbligazioni danno diritto al pagamento di
cedole il cui ammontare è determinato in ragione dell'andamento del Parametro di Riferimento prescelto,
eventualmente maggiorato o diminuito di un importo (spread), pagabile a ciascuna Data di Pagamento degli
Interessi. Il Parametro di Riferimento può essere scelto tra il tasso Euribor (a tre, sei o dodici mesi) ed il
tasso del rendimento d'asta del BOT (a tre, sei o dodici mesi).
Il Parametro di Riferimento prescelto e l'eventuale Spread saranno indicati nelle Condizioni Definitive. Nel
caso in cui sia previsto uno spread negativo, il rendimento delle Obbligazioni nel Periodo con Interessi a
Tasso Variabile, sarà inferiore a quello di un titolo indicizzato esclusivamente al Parametro di Riferimento
prescelto.

Ove la Banca svolga il ruolo di Collocatore degli strumenti finanziari non sarà applicata alcuna
commissione, esplicita o implicita, in fase di collocamento, di sottoscrizione o di rimborso. Ove invece il
ruolo di Collocatore sia svolto da un soggetto terzo, potrà essere prevista una commissione implicita di
collocamento, la cui entità sarà indicata nelle Condizioni Definitive. Non sarà applicata alcuna altra
commissione in fase di sottoscrizione o di rimborso.

2.2        ESEMPLIFICAZIONE E SCOMPOSIZIONE DELLO STRUMENTO

Nelle Condizioni Definitive saranno forniti:

- la scomposizione delle Obbligazioni;

- una tabella esemplificativa del rendimento lordo e netto delle Obbligazioni;

- una simulazione retrospettiva dell'andamento delle Obbligazioni;

     
CARIFANO - Cassa di Risparmio di Fano S.p.A.                                             Prospetto di Base Tasso Misto
                                                                                              FATTORI DI RISCHIO

- un grafico illustrativo dell'andamento storico del parametro di riferimento; e

- un confronto, al lordo e al netto dell'effetto fiscale, con un titolo di stato (BTP di similare scadenza).

Si precisa che tali informazioni sono fornite a titolo esemplificativo nel presente Prospetto di Base al
Capitolo 2, Paragrafo 2.4.

Si segnala altresì che le commissioni, ove previste ed indicate nelle Condizioni Definitive, costituiscono una
componente implicita del prezzo di offerta delle Obbligazioni che non partecipa alla determinazione del
prezzo in sede di mercato secondario. In particolare, saranno previste commissioni implicite solo nel caso in
cui il Collocatore sia un soggetto terzo rispetto all'Emittente.
Nelle Condizioni Definitive è riportata la scomposizione delle Obbligazioni che indicherà, qualora presenti,
anche le commissioni a carico dei sottoscrittori.

2.3        FATTORI DI RISCHIO RELATIVI ALLE OBBLIGAZIONI

2.3.1    RISCHIO EMITTENTE

Coloro che sottoscrivono le Obbligazioni diventano finanziatori dell’Emittente, assumendosi il rischio che
questi non sia in grado di adempiere, in caso di impossibilità finanziaria o patrimoniale, ai propri obblighi
relativamente al pagamento degli interessi e/o al rimborso del capitale a scadenza.

L’Emittente non ha previsto garanzie per il rimborso delle Obbligazioni e per il pagamento degli interessi ed
i Titoli non sono assistiti dalla garanzia del Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi.

Per una descrizione dei rischi relativi all'Emittente, si rinvia al Capitolo 3 del Documento di Registrazione.
2.3.2    RISCHIO CONNESSO ALLA MANCANZA DI GARANZIE PER LE OBBLIGAZIONI

Le Obbligazioni non sono coperte dalla garanzia del Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi.

Inoltre, il rimborso del Prestito e il pagamento degli interessi non sono assistiti da garanzie reali o personali
di terzi, né sono previsti impegni relativi alla assunzione di garanzie.

Infine l'Emittente può liberamente procedere a successive ed ulteriori emissioni di emissioni già effettuate,
con la conseguenza che, in tal caso, i portatori dei Titoli concorreranno nel soddisfacimento dei propri diritti,
anche con i portatori delle obbligazioni successivamente emesse.

2.3.3    RISCHIO DI LIQUIDITÀ DEI TITOLI
Tale rischio è rappresentato dalla difficoltà o impossibilità per un investitore di vendere i Titoli prontamente
prima della scadenza ad un prezzo in linea con il rendimento atteso al momento della sottoscrizione.

Non è prevista al momento attuale la presentazione di una domanda di ammissione alle negoziazioni presso
alcun mercato regolamentato delle Obbligazioni di cui al Prospetto di Base. L’Emittente si riserva tuttavia la
facoltà di poter richiedere in futuro la quotazione dei Titoli in mercati regolamentati.

L’Emittente si riserva inoltre la facoltà di richiedere in futuro l’ammissione alla negoziazione su Sistemi
Multilaterali di Negoziazione (Multilateral Trading Facility - MTF), tra cui EuroTLX. Il Sistema
Multilaterale di Negoziazione prescelto sarà indicato nelle Condizioni Definitive ovvero comunicato
successivamente agli investitori con le modalità di cui all'Articolo 13 del Regolamento dei Titoli.

L’Emittente negozierà altresì le Obbligazioni in conto proprio in modo non sistematico, assumendosi l'onere
di controparte, con l’obiettivo di garantire adeguati livelli di liquidità per i Titoli di propria emissione.

   
Puoi anche leggere
Prossima slide ... Annulla