Bando di concorso A.A.2018/2019 - per l'attribuzione di borse, altri contributi e servizi per il diritto allo studio universitario dell'E.R.S.U ...

 
Bando di concorso A.A.2018/2019 - per l'attribuzione di borse, altri contributi e servizi per il diritto allo studio universitario dell'E.R.S.U ...
Bando di concorso
per l'attribuzione di borse, altri contributi e
servizi per il diritto allo studio universitario
           dell'E.R.S.U. di Messina
                 A.A.2018/2019
Bando di concorso del 09.07.2018
redatto a cura di:
        arch. Mazzola Ugo Dirigente dell’U.O.B. 2 “Residenze e ristorazione universitaria”;
        Cordaro Giovanni, Funzionario direttivo U.O.B. 1 “Ufficio Borse di studio”.
Collaboratori:
        Bertino Sebastiano, Operatore U.O.B. 2 “Residenze e ristorazione universitaria”;
        Costa Santa, Operatore U.O.B. 1 “Ufficio Borse di studio”;
        D’Amuri Raffaele, Operatore U.O.B. 1 “Ufficio Borse di studio”;
        Donato Emilia, Operatore U.O.B. 1 “Ufficio Borse di studio”;
        Guglielmo Daniela, Operatore U.O.B. 1 “Ufficio Borse di studio”;
        Russo Maria Stella, Operatore U.O.B. 1 “Ufficio Borse di studio”;
        Urzì Maria, Operatore U.O.B. 1 “Ufficio Borse di studio”.

Il presente bando potrebbe essere soggetto a eventuali aggiornamenti nei contenuti, che in ogni caso verranno
preventivamente comunicati con nostri avvisi pubblicati sul sito istituzionale www.ersumessina.it

Bando di concorso del 09.07.2018                                                                  pag. 2 di 48
SEZIONI
        1. NORME GENERALI .................................pag. 5
        2. BORSE DI STUDIO ..................................pag. 22
        3. SERVIZI ABITATIVI ..................................pag. 29
        4. ALTRI CONCORSI ...................................pag. 33
        5. SERVIZI DI RISTORAZIONE ................... pag. 36
        TABELLA A (CREDITI RICHIESTI)............................ pag. 39
        TABELLA B (IMPORTI BORSA DI STUDIO) .................. pag. 41
        TABELLA C (PAESI PARTICOLARMENTE POVERI) ........pag. 42
        TABELLA D (ELENCO C.A.F.CONVENZIONATI).............pag. 43
        TABELLA E (ATTRIBUZIONE BORSE PRIMO ANNO) .......pag. 45
        INFORMATIVA PRIVACY .............................. pag. 46

Bando di concorso del 09.07.2018                                     pag. 3 di 48
PROMEMORIA
   10 AGOSTO 2018, termine di riferimento per il              31 DICEMBRE 2018, termine compilazione delle
    possesso dei requisiti di merito riferiti agli studenti     domande on-line per la Mobilità Internazionale.
    iscritti ad anni successivi al primo.                      31 DICEMBRE 2018, termine ultimo per l’eroga-
   20 AGOSTO 2018, inizio compilazione delle do-               zione della prima rata della borsa di studio.
    mande on-line per l’assegnazione temporanea                04 GENNAIO 2019 ore 14:00, termine di carica-
    dell’alloggio solo per gli studenti di primo anno           mento (upload) in unico file formato “.pdf” dell’au-
    (matricole).                                                tocertificazione relativa alla Mobilità stampata e
   31 AGOSTO 2018 ore 14:00, fine compilazione                 firmata, unitamente alla copia del documento
    delle domande on-line per l’assegnazione tempo-             d’identità in corso di validità.
    ranea dell’alloggio solo per gli studenti di primo         10 GENNAIO 2019, termine di presentazione
    anno (matricole).                                           della dichiarazione di locazione.
   05 SETTEMBRE 2018, pubblicazione della gra-                01 FEBBRAIO 2019, pubblicazione degli elen-
    duatoria per l’assegnazione temporanea dell’al-             chi dei partecipanti per la Mobilità Internazio-
    loggio solo per gli studenti di primo anno (matri-          nale.
    cole).
                                                               15 FEBBRAIO 2019, termine di compilazione
   11 SETTEMBRE 2018, termine di compilazione                  eventuali ricorsi e/o rettifiche della mobilità inter-
    delle domande on-line per i benefici messi a con-           nazionale utilizzando la procedura on line e di ca-
    corso “borsa di studio e servizio abitativo”, per gli       ricamento (upload) in unico file formato “.pdf” del
    studenti iscritti a tutti i corsi di laurea (compresi       modulo di rettifica/integrazione dati stampata e
    quelli che partecipano ai test di accesso per i corsi       firmata.
    a numero programmato e che formalizzeranno
    l’iscrizione successivamente).                             15 MARZO 2019, pubblicazione delle graduatorie
                                                                mobilità internazionale con designazione degli
   14 SETTEMBRE 2018 ore 14:00, termine di ca-                 assegnatari.
    ricamento (upload) in unico file formato “.pdf”
    dell’autocertificazione stampata e firmata, unita-         01 APRILE 2019, inizio compilazione delle do-
    mente alla copia del documento d’identità in corso          mande on-line per il premio di laurea.
    di validità e all’eventuale documentazione ag-             30 APRILE 2019, termine presentazione do-
    giuntiva prevista dal bando.                                mande del premio di laurea.
   05 OTTOBRE 2018, pubblicazione degli elenchi               03 MAGGIO 2019 ore 14:00, termine di carica-
    dei partecipanti borsa di studio e servizio abita-          mento (upload) in unico file formato “.pdf” dell’au-
    tivo.                                                       tocertificazione relativa al premio di laurea stam-
   15 OTTOBRE 2018, termine di presentazione                   pata e firmata, unitamente alla copia del docu-
    eventuali ricorsi e/o rettifiche utilizzando la proce-      mento d’identità in corso di validità.
    dura on line “borsa di studio e servizio abitativo”        Entro il 31 MAGGIO 2019, pubblicazione della
    e di caricamento (upload) in unico file formato             graduatoria assestata della borsa di studio.
    “.pdf” della documentazione di rettifica prevista          17 MAGGIO 2019, pubblicazione degli elenchi
    dal bando.                                                  dei partecipanti del premio di laurea.
   22 OTTOBRE 2018, termine trasferimento richie-             31 MAGGIO 2019, termine presentazione rettifi-
      ste servizio abitativo provenienti da altri Enti.         che del premio di laurea e di caricamento (upload)
     25 OTTOBRE 2018, pubblicazione delle gradua-              in unico file formato “.pdf” del modulo di retti-
      torie servizio abitativo con designazione asse-           fica/integrazione dati stampata e firmata, unita-
      gnatari.                                                  mente alla copia del documento d’identità in corso
     31 OTTOBRE 2018, pubblicazione calendario as-             di validità e all’eventuale documentazione ag-
      segnazione di posti alloggio gratuiti.                    giuntiva prevista dal bando.
     02 NOVEMBRE 2018, assegnazione di posti al-              14 GIUGNO 2019, pubblicazione graduatorie del
      loggio gratuiti.                                          premio di laurea con designazione degli assegna-
                                                                tari.
     16 NOVEMBRE 2018, termine trasferimento ri-
                                                               30 GIUGNO 2019, termine per l’erogazione della
      chieste borsa di studio provenienti da altri Enti.
                                                                seconda rata della borsa di studio per anni suc-
     20 NOVEMBRE 2018, pubblicazione della gra-                cessivi al primo.
      duatoria con designazione assegnatari della
      borsa di studio. Primo anno ed anni successivi al        30 NOVEMBRE 2019, termine di riferimento per
      primo.                                                    il possesso dei requisiti di merito, a pena di re-
                                                                voca della borsa di studio, riferito agli studenti di
     23 NOVEMBRE 2018, inizio compilazione delle               primo anno.
      domande on-line per la Mobilità Internazionale.
                                                               Entro il 31 DICEMBRE 2019, pubblicazione della
     23 NOVEMBRE 2018, inizio compilazione delle               graduatoria con designazione assegnatari di
      domande on-line per la dichiarazione di loca-             primo anno.
      zione.

Bando di concorso del 09.07.2018                                                                        pag. 4 di 48
SEZIONE 1 – NORME GENERALI

                                            Art. 1
                                   DEFINIZIONI ED ACRONIMI
1. E.R.S.U.
    Ente Regionale per il diritto allo Studio Universitario, istituito con L.R. n°20/2002;
2. borsa di studio
    prestazione sociale agevolata, in Sicilia erogata dall’E.R.S.U. agli studenti aventi diritto,
    capaci e meritevoli, privi di mezzi.
3. alloggio
    unità immobiliare autonoma con servizi annessi in camera o collettivi, contenente uno o più
    posti letto;
4. residenza
    edificio organizzato su uno o più livelli contenente gli alloggi, ed i relativi spazi di servizio e
    collettivi di pertinenza;
5. mensa
    edificio o spazio organizzato per la distribuzione ed il consumo di pasti completi nell’ambito
    dei servizi di ristorazione;
6. pasto completo
    si intende per pasto completo l’insieme di un primo piatto, di un secondo piatto, un con-
    torno, pane, una frutta o dolce e bevande in bottiglia o alla spina;
7. servizio ristorazione
    servizio per la distribuzione dei pasti completi serviti con la formula del self service presso
    le mense;
8. A.N.DI.S.U.
    Associazione Nazionale degli organismi per il DIritto allo Studio Universitario;
9. M.I.U.R.
    Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca
10. A.A.
    Periodo dell’anno in cui l’Università svolge la propria attività, in allineamento alle normative
    vigenti;
11. “.pdf”
    Il “Portable Document Format” è un formato di file basato su un linguaggio di descrizione
    di pagina sviluppato da Adobe Systems nel 1993 per rappresentare documenti in modo
    indipendente dall'hardware e dal software utilizzati per generarli o per visualizzarli.
12. P.E.C.
    Posta Elettronica Certificata, avente effetto di raccomandata se inviata ad e-mail conven-
    zionale e di raccomandata con ricevuta di ritorno se inviata ad altra P.E.C.;
13. I.S.E.E.
    Indicatore della Situazione Economica Equivalente: è un indicatore che misura la ricchezza
    posseduta dalle famiglie al fine di accedere a servizi, agevolazioni e contributi erogati
    dall'I.N.P.S. o da altri enti, quali comuni e Università;
14. I.S.E.E.U.
    Indicatore della Situazione Economica Equivalente Universitario: è un ricalcolo dell'I.S.E.E.
    che tiene conto di alcuni criteri specifici previsti per l'Università;
15. D.S.U.
    Dichiarazione Sostitutiva Unica: contiene informazioni anagrafiche, economiche e patrimo-
    niale del nucleo familiare;
Bando di concorso del 09.07.2018                                                            pag. 5 di 48
16. I.S.P.E.
    Indicatore Situazione Patrimoniale Equivalente;
17. I.S.P.E.U.
    Indicatore Situazione Patrimoniale Equivalente Universitario;
18. I.B.A.N.
    International Bank Account Number, più noto nella forma abbreviata I.B.A.N., è uno stan-
    dard internazionale utilizzato per identificare un'utenza bancaria.
19. C.A.F.
    Centro Assistenza Fiscale;
20. I.R.PE.F.
    Imposta sul Reddito delle PErsone Fisiche, istituita con la Riforma Tributaria del 1973.
21. A.I.R.E.
    Anagrafe Italiani Residenti all’Estero;
22. I.N.P.S.
    Istituto Nazionale di Previdenza Sociale;
23. T.A.R.
    Tribunale Amministrativo Regionale;
24. C.F.U.
    Crediti Formativi Universitari;
25. I.V.I.E.
    Imposta sugli inVestimenti Immobiliari all'Estero;
26. C.d.A.
    Consiglio di Amministrazione.
27. F.S.E.
    Il Fondo Sociale Europeo è uno dei Fondi strutturali e di investimento dell'Unione europea.
28. D.S.A.
    Disturbi Specifici dell’Apprendimento.

                                            Art. 2
                                   NORMATIVA DI RIFERIMENTO
1. Il bando di concorso per il conferimento dei benefici per A.A.2018/2019, approvato con
   Decreto del Presidente del C.d.A. n°51 del 09.07.2018, tiene conto dell’offerta formativa
   2018/2019 dell’Università degli Studi di Messina e delle seguenti norme:
   a. art. 21 della legge N°390 del 02.12.1991 non abrogato;
   b. L.R. n°10 del 27.04.1999 “Misure di finanza regionale e norme in materia di program-
       mazione, contabilità e controllo. Disposizioni varie aventi riflessi di natura finanziaria”;
   c. D.M. n°509/99 recante disposizioni sul nuovo ordinamento didattico degli Atenei che
       prevede: corsi di laurea triennale, laurea magistrale, laurea magistrale a ciclo unico,
       specializzazione e dottorato di ricerca e l’introduzione dei crediti formativi universitari;
   d. legge 21.12.1999, n°508 “Riforma dei conservatori musicali”;
   e. D.P.C.M. 09.04.2001 recante disposizioni per l'uniformità di trattamento sul diritto agli
       studi universitari;
   f. L. R. n°20 del 25.11.2002 sul diritto allo studio universitario in Sicilia;
   g. legge del 22.12.2011 n°214 recante disposizioni urgenti per la crescita, l’equità e il
       consolidamento dei conti pubblici;
   h. D. Lgs. n°68 del 29.03.2012 recante disposizioni in materia di revisione della normativa
       di principio in materia di diritto allo studio e valorizzazione dei collegi universitari legal-
       mente riconosciuti;
   i. D.P.C.M. n°159 del 05.12.2013 e del Decreto del Ministero del lavoro e delle politiche
Bando di concorso del 09.07.2018                                                           pag. 6 di 48
sociali del 07.11.2014 adottato di concerto con il Capo del Dipartimento delle Finanze
         del Ministero dell’Economia e delle Finanze, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del
         17.11.2014;
    j.   Decreto interministeriale n°798 del 11.10.2017 “Decreto fabbisogni finanziari regionali”;
    k.   Decreto Ministeriale n°218 del 15.03.2018 “Aggiornamento degli importi minimi delle
         borse di studio A.A. 2018/2019”;
    l.   Decreto Ministeriale n°248 del 27.03.2018 “Aggiornamento soglie I.S.E.E. e I.S.P.E.
         A.A. 2018/2019”;
    m.   D.M. n°351 del 03.05.2018 avente per oggetto “Definizione dei Paesi in via di sviluppo,
         ai fini delle disposizioni di cui all’art. 13, comma 5 del D.P.C.M. 09.04.2001”;
    n.   Verbali del tavolo tecnico tenutosi presso le sedi degli Enti di diritto allo studio della
         Sicilia nelle date 15 maggio 2018 - 7, 14 e 20 giugno 2018 - 5 luglio 2018;
    o.   D.M. 10/08/2017 n°616 avente per oggetto “Formazione iniziale e tirocinio e
         inserimento nella funzione docente per i docenti della scuola secondaria”;

                                              Art. 3
                                            FINALITÀ
1. In ottemperanza a quanto previsto dalla normativa ora richiamata, le regole a cui devono
   attenersi gli studenti che presentano domanda di partecipazione ai concorsi per
   l'A.A.2018/2019 variano a seconda che si tratti di iscritti al primo anno di corso oppure
   iscritti ad anni di corso successivi al primo.
2. L’E.R.S.U. di Messina mette a concorso, con il presente bando di concorso, i seguenti
   benefici per l'A.A.2018/2019:
   a. borse di studio riservate agli studenti in possesso dei requisiti di merito e di reddito
       meglio specificati agli articoli seguenti.
   b. posti alloggio riservati agli studenti “fuori sede” che chiedono di alloggiare a titolo
       gratuito presso le residenze universitarie;
   c. dichiarazione di locazione per studenti che frequentano le sedi distaccate di Noto,
       Priolo e Reggio Calabria; la sede universitaria di Messina, solo per casi eccezionali,
       che dovranno essere opportunamente documentati e che saranno valutati da una
       apposita commissione, così come indicato all’Art. 23. Si intendono per eccezionali tutti
       quei casi che comportano la necessità da parte dello studente di alloggiare nei pressi
       della sede del corso frequentato per particolari disagi (es. ragazza madre con figlio
       minore al seguito, disabilità grave anche con accompagnatore, ecc.);
   d. borse di studio per la mobilità internazionale riservato a studenti idonei alla borsa di
       studio A.A.2018/2019;
   e. borse di studio per la mobilità internazionale riservato agli studenti, con reddito
       superiore sino al 40% del limite massimo dei valori reddituali (I.S.E.E. ed I.S.P.E.),
       aventi i requisiti di merito previsti dall’Art. 9.
   f. premio di laurea riservato a studenti, idonei della Borsa di Studio per l’A.A. 2017/2018,
       che conseguono il titolo di laurea triennale, di laurea magistrale o di laurea magistrale
       a ciclo unico entro la durata prevista dai rispettivi ordinamenti didattici e comunque non
       oltre il 30.04.2019 (purché laureati nel corso dell’A.A. 2017/2018);
   g. servizio di ristorazione destinato alla totalità degli studenti, così come dettagliato alla
       SEZIONE 5.

                                              Art. 4
                                   MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE
1. Per partecipare ai concorsi occorre che il concorrente segua la seguente procedura affin-
   ché la richiesta di benefici sia ritenuta valida.

Bando di concorso del 09.07.2018                                                        pag. 7 di 48
a. registrarsi al portale dei servizi allo studente dell’E.R.S.U. di Messina;
    b. accedere all’applicazione internet predisposta dall’Ente nel sito istituzionale www.ersu-
       messina.it, con le credenziali ottenute in fase di registrazione e di cui al punto prece-
       dente;
    c. compilare online la richiesta di partecipazione ai benefici entro la data fissata da ogni
       singolo concorso;
    d. stampare e firmare la richiesta di partecipazione ai benefici (autocertificazione);
    e. scannerizzare in unico file formato “.pdf” e della dimensione massima di 2 Megabyte,
       l’autocertificazione stampata e firmata, unitamente alla copia del documento d’identità
       in corso di validità e all’eventuale documentazione aggiuntiva;
    f. caricare (upload) il file di cui al punto precedente entro la data fissata da ogni singolo
       concorso.
2. Le domande inoltrate con mezzi diversi dalla procedura on-line appositamente predisposta
   e descritta al comma precedente, saranno escluse dal concorso.
3. La richiesta di partecipazione al concorso deve contenere tutti i dati anagrafici, i dati sul
   merito e la carriera scolastica e/o universitaria. Deve contenere altresì i dati sulle condizioni
   economiche della famiglia dello studente che risultano nell’attestazione I.S.E.E. per le pre-
   stazioni per il diritto allo studio universitario, rilasciata dal C.A.F. con in nuovi criteri previsti
   dal regolamento sulle modalità di determinazione del nuovo I.S.E.E., approvato con il
   D.P.C.M. 05.12.2013.
4. Nei giorni successivi al caricamento, l’interessato riceverà sulla casella di posta elettronica
   indicata in fase di registrazione, la ricevuta di avvenuta protocollazione. Si invitano pertanto
   gli studenti ad indicare casella di posta elettronica valida. Qualora lo studente intende ret-
   tificare i dati di una domanda già inoltrata, deve annullarla e ripetere l’intera procedura
   (inoltrare via internet e spedire la domanda) con le modalità descritte al comma 1. del pre-
   sente articolo. L'ultima domanda inoltrata sarà quella ritenuta valida ai fini del concorso.
    Lo studente che volesse richiedere il trasferimento della domanda per l’attribuzione delle
    borse di studio ed altri benefici, presentata ad altri Enti per il diritto allo studio, deve pre-
    sentare l’istanza all’Ente di appartenenza che dovrà far pervenire, esclusivamente a mezzo
    P.E.C. al seguente indirizzo di posta elettronica borsedistudio@pec.ersumessina.it, la do-
    manda e la documentazione a corredo, entro il 22.10.2018 per il servizio abitativo e entro
    il 16.11.2018 per la borsa di studio, con indicato in oggetto “Trasferimento richiesta benefici
    A.A.2018/2019”, a condizione che la domanda di partecipazione trasmessa ad altro Ente
    per il diritto allo studio sia stata presentata entro la scadenza prevista da questo bando (11
    settembre 2018). Fanno eccezione i corsi di laurea per i quali è prevista una graduatoria
    nazionale, cioè Medicina e Chirurgia, Odontoiatria, Veterinaria, Professioni sanitarie,
    Scienze formazione primaria, per i quali l’attribuzione dei posti viene effettuata in modo
    bilanciato tra coefficienti strutturali forniti dalle Università e fabbisogno del mercato del la-
    voro fornito dallo Stato e dalle regioni.
    Lo studente che volesse richiedere il trasferimento “in uscita” della domanda di borsa di
    studio presentata all’E.R.S.U. di Messina dovrà inoltrare istanza all’E.R.S.U. di Messina
    utilizzando apposita applicazione online disponibile nella pagina personale dei servizi “er-
    suonline” del portale studenti. L’E.R.S.U. di Messina provvederà d’ufficio alla trasmissione
    della stessa presso l’E.R.S.U. di destinazione.
5. L’E.R.S.U. di Messina declina ogni responsabilità nel caso in cui la documentazione do-
   vesse pervenire oltre le date su indicate.
6. Qualora non fosse possibile acquisire d’ufficio le informazioni relative alle carriere univer-
   sitarie ed il merito conseguito, l’E.R.S.U. si riserva di chiedere idonea documentazione allo
   studente. Le modalità di presentazione della eventuale documentazione saranno rese note
   successivamente.
7. L’E.R.S.U. pubblicherà gli elenchi dei partecipanti nei termini stabiliti dai vari concorsi. La
Bando di concorso del 09.07.2018                                                             pag. 8 di 48
pubblicazione degli esiti provvisori si riferisce alla idoneità o meno dello studente interes-
    sato al concorso, vale a dire se lo stesso è in possesso o meno dei requisiti richiesti dal
    bando. Con la pubblicazione degli elenchi si intende assolto e soddisfatto ogni adempi-
    mento informativo riguardo al suddetto esito concorsuale e di conseguenza non verrà ef-
    fettuata agli interessati alcun altra comunicazione di riferimento. Per eventuali contestuali
    o successive comunicazioni alla pubblicazione, si adotteranno sistemi e procedure idonee
    alla tutela della riservatezza dei dati personali. L'E.R.S.U. non fornisce, direttamente al
    domicilio degli studenti, alcun avviso sull’esito del concorso. La pubblicazione degli elenchi
    sul sito internet costituisce notifica all’interessato (art. 32 comma 1 legge n°69 del
    18.06.2009).
8. Eventuali rettifiche/integrazioni ai dati personali o dichiarazioni rese, possono essere effet-
   tuate presentando all’Ufficio “Borse di studio” di questo Ente, nel periodo indicato nella
   pagina 4, il “Modulo di rettifiche/integrazioni dati”, disponibile nella pagina personale
   E.R.S.U. del portale studenti.
9. La rettifica/integrazione deve essere compilata con le modalità di cui all’Art. 4 comma 1.
   lettere da b. a f. e deve contenere l’indicazione del numero di protocollo della nuova atte-
   stazione I.S.E.E. rilasciata dall’I.N.P.S., in caso di esclusione o modifiche relative alla con-
   dizione economico/patrimoniale e conseguente D.S.U., se dovuta. In caso di esclusione
   per altri motivi, deve essere allegato alla rettifica qualsiasi altro documento che possa sa-
   nare l’esclusione dalla graduatoria.
10. L’ufficio “Borse di studio” esaminerà le richieste di rettifica/integrazione pervenute ed i re-
    lativi esiti saranno comunicati attraverso la pubblicazione on line delle graduatorie sul sito
    istituzionale www.ersumessina.it.
11. Avverso la graduatoria è esperibile esclusivamente il ricorso giurisdizionale davanti al
    T.A.R. di Catania ovvero ricorso straordinario al Presidente della Regione Siciliana.
12. Scaduti i termini per la rettifica/integrazione dei dati personali o dichiarazioni rese, gli stu-
    denti risultati idonei o vincitori in graduatoria possono rettificare eventuali errori e/o omis-
    sioni presentando la “Dichiarazione integrativa” prima che l’Ente accerti l’errore, comunque
    non oltre trenta giorni dalla data di pubblicazione della graduatoria del concorso di riferi-
    mento. La “Dichiarazione integrativa” sarà disponibile nella pagina personale dello stu-
    dente.
13. Trattandosi di un “ravvedimento”, lo studente non incorrerà nella revoca prevista dall’Art.
    15, ma sarà posizionato in coda alla graduatoria, mantenendo in tal caso l’idoneità ai be-
    nefici.

                                            Art. 5
                                       INCOMPATIBILITÀ
1. Le borse di studio erogate dall’E.R.S.U. sono incompatibili con altre borse di studio even-
   tualmente concesse da altri Enti pubblici o privati e con le collaborazioni universitarie (atti-
   vità di part-time o di tutorato secondo il bando delle istituzioni interessate) bandite per
   l'A.A.2018/2019 In ogni caso, non sarà riconosciuto alcun conguaglio agli studenti am-
   messi alle collaborazioni part-time ai servizi dell’E.R.S.U. o dell’Ateneo.
2. Per lo stesso A.A. i benefici non sono compatibili con assegni, borse o premi istituiti da enti
   pubblici o privati, compresi i concorsi banditi dall’Ateneo messinese “Casa Unime”, “Onore
   al merito” e “Premio alla laurea”. È fatta salva comunque la possibilità di optare per l'uno o
   per l'altro beneficio. I vincitori di borse di studio hanno comunque diritto al conguaglio tra
   l’importo della borsa dell’E.R.S.U. e quello ricevuto dall’Ateneo.

Bando di concorso del 09.07.2018                                                          pag. 9 di 48
Art. 6
                    DESTINATARI DELLA CONCESSIONE DEI BENEFICI
1. Possono concorrere al presente bando di concorso gli studenti:
   a. che risultino regolarmente iscritti o che si iscriveranno regolarmente per
      l’A.A.2018/2019, nei termini previsti dall’Università di Messina ai corsi,
       di laurea triennale;
       di laurea magistrale;
       di laurea magistrale a ciclo unico;
       di specializzazione (ad eccezione di quelli dell’area medica di cui al D.Lgs
           04.08.1999, n° 368);
       di dottorato di ricerca, che non beneficiano di borse di studio di cui al D.M.
           30.04.1999 n°224 o di altre borse di studio;
       ai corsi triennali e magistrali del Conservatorio “A. Corelli” di Messina;
   b. in attesa dell’esito dei test di accesso per i corsi a numero programmato, che intendano
      iscriversi regolarmente all’Università di Messina, purché l’iscrizione venga formalizzata
      e comunicata tempestivamente all’E.R.S.U.;
   c. stranieri non appartenenti all'Unione Europea che, a parità di trattamento con gli stu-
      denti comunitari, accedano ai servizi e agli interventi per il diritto allo studio, purché in
      regola con il visto d'ingresso e con il permesso di soggiorno, ai sensi dell'art. 37 della
      legge n°40 del 06.03.1998;
   d. che abbiano effettuato per il corrente A.A. passaggio di corso o di facoltà con convalida
      esami iscrivendosi ad un nuovo corso, anche se non risulti congruente con l’anno di
      prima immatricolazione, purché non abbiano usufruito di benefici per lo stesso anno di
      corso. In questo caso, la carriera universitaria verrà valutata al netto delle convalide;
   e. in possesso di un titolo accademico di corso triennale che siano ammessi ad un corso
      di laurea magistrale a ciclo unico, convenzionalmente corrispondente e congruente con
      quello di provenienza, per la differenza tra il numero degli anni impiegati per il conse-
      guimento del titolo posseduto e la durata legale del corso di laurea;
   f. in possesso della laurea triennale, che si iscrivano ad un corso di laurea a ciclo unico,
      a condizione che per il corso in questione sia stata abolita la laurea magistrale biennale.
      Gli stessi possono beneficiare per due anni, più l’ulteriore eventuale semestre fuori
      corso, a partire dal quarto anno e parteciperanno al concorso selezionando, nel modulo
      on line, la voce “prosecuzione della laurea triennale”. Verranno poi inseriti in graduato-
      rie separate, con i criteri stabiliti al successivo Art. 18 comma b.;
   g. laureati in possesso di laurea triennale che si iscrivano per l’A.A.2018/2019 ad un ma-
      ster di primo livello;
   h. iscritti per l’A.A.2018/2019 ad un corso per il conseguimento del diploma accademico
      attivato dal Conservatorio “A. Corelli” di Messina, cui si accede con il possesso del
      diploma di scuola secondaria di secondo grado, ai sensi della legge n°228 del
      24.12.2012 art.107 bis;
   i. in regola con la tassa regionale per il Diritto allo Studio per l’A.A.2018/2019;
   j. che, ove ritengano di non conseguire la laurea entro il 30.04.2019, presentino domanda
      di borsa di studio e/o posto alloggio, in qualità di iscritti al primo semestre fuori corso,
      con situazione sospesa in attesa dell’effettiva iscrizione;
   k. che conseguano la laurea nell’A.A.2018/2019 entro il termine del 30.04.2019 e che
      risultino iscritti al primo semestre fuori corso. L’E.R.S.U. si riserva di pagare la borsa di
      studio e rimborsare la tassa regionale per il diritto allo studio universitario in base a
      quanto stabilito dall’Ateneo messinese riguardo la regolarità dell’iscrizione;

Bando di concorso del 09.07.2018                                                       pag. 10 di 48
l. che si iscrivano a tempo parziale nell’A.A. di riferimento, purché in possesso del merito;
    m. che accedano contemporaneamente agli insegnamenti dei percorsi formativi previsti
       dal D.M. 616/17 (FIT), purché in possesso dei requisiti di merito richiesti agli iscritti al
       primo semestre fuori corso e di reddito previsti dal presente bando. In questo caso, la
       durata normale del corso di studio frequentato è aumentata di un semestre ad ogni fine
       relativo alla posizione di studente in corso, anche con riferimento alla fruizione dei ser-
       vizi di diritto allo studio.

                                      Art. 7
                       DURATA DELLA CONCESSIONE DEI BENEFICI
1. I benefici sono concessi, a condizione che ricorrano i requisiti economici e di merito previsti
   alle seguenti lettere:
   a. agli studenti di cui all’Art. 6 che frequentano i corsi del nuovo ordinamento, compresi i
       corsi triennali e biennali sperimentali dell’Alta Formazione Musicale, la durata della con-
       cessione dei benefici è:
        di sette semestri per i corsi di laurea triennale;
        di cinque semestri per i corsi di laurea magistrale biennale;
        di nove semestri per i corsi di laurea magistrale a ciclo unico della durata di 4 anni;
        di undici semestri per i corsi di laurea magistrale a ciclo unico della durata di 5 anni;
        di tredici semestri per i corsi di laurea magistrale a ciclo unico della durata di 6 anni.
       Relativamente alla borsa di studio per il primo semestre del primo anno fuori corso lo
       studente ha diritto all'erogazione della borsa di studio dimezzata, come dettagliato nella
       TABELLA B.
   b. agli studenti diversamente abili, che frequentano i corsi del nuovo ordinamento, com-
       presi i corsi triennali e biennali sperimentali dell'Alta Formazione Musicale, la durata
       della concessione dei benefici è:
        di nove semestri per i corsi di laurea triennale;
        di sette semestri per i corsi di laurea magistrale biennale;
        di undici semestri per i corsi di laurea magistrale a ciclo unico della durata di 4 anni;
        di tredici semestri per i corsi di laurea magistrale a ciclo unico della durata di 5 anni;
        di quindici semestri per i corsi di laurea magistrale a ciclo unico della durata di 6
           anni.
       Relativamente alla borsa di studio per il primo semestre del secondo anno fuori corso,
       lo studente ha diritto all'erogazione della borsa di studio dimezzata, come dettagliato
       nella TABELLA B.

                                      Art. 8
              MOTIVI DI ESCLUSIONE DALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI
1. Sono esclusi dalla concessione dei benefici gli studenti di cui all’Art. 6 che:
   a. siano iscritti da due o più semestri oltre la durata legale del corso di laurea triennale,
      del corso di laurea magistrale, del corso di laurea magistrale a ciclo unico e del corso
      presso il Conservatorio “A. Corelli” di Messina;
   b. si iscrivano per il conseguimento di una seconda laurea ad un ulteriore corso di laurea
      triennale, corso di laurea magistrale, corso di laurea magistrale a ciclo unico e corso
      presso il Conservatorio “A. Corelli” di Messina;
   c. non siano in possesso dei requisiti minimi di merito e/o di reddito previsti dal presente
      bando di concorso;

Bando di concorso del 09.07.2018                                                       pag. 11 di 48
d. non siano in regola con il pagamento della tassa regionale per il diritto allo studio per
       l’A.A.2018/2019 perché non immatricolati o non iscritti all’Ateneo di Messina;
    e. non si iscrivano all’A.A. per cui chiedono la concessione dei benefici;
    f. frequentino corsi singoli;
    g. abbiano già usufruito della concessione di benefici per lo stesso A.A.;
    h. abbiano presentato la domanda per accedere alla concessione dei benefici in modo
       difforme da quanto previsto all’Art. 4;
    i. autocertifichino dati che risultano difformi da quanto riscontrabile nei documenti allegati
       alla domanda di partecipazione per la concessione dei benefici prevista all’Art. 4;
    j. abbiano avuto revocato qualsivoglia beneficio erogato dall’E.R.S.U., a seguito di di-
       chiarazioni false o mendaci, così come previsto all’Art. 16;
    k. siano in condizione di morosità nei confronti dell’E.R.S.U., anche per il mancato rispetto
       dei tempi e delle modalità per la restituzione delle somme, a qualsiasi titolo e per qual-
       siasi motivo dovute, così come previsto all’Art. 15 comma 3.;
    l. beneficino per l’A.A.2018/2019, della borsa di studio del Ministero degli Affari Esteri in
       quanto extracomunitari;
    m. si trasferiscano in un altro Ateneo;
    n. rinuncino agli studi per il corrente A.A.;
    o. indichino gli estremi di attestazione I.S.E.E. che non reca la dicitura “si applica alle
       prestazioni agevolate per il diritto allo studio universitario” o reca annotazioni relative a
       omissioni/difformità rilevate dall’Agenzia delle Entrate;
    p. non abbiano sanato, entro il periodo previsto per la presentazione del modulo di retti-
       fica/integrazione dati, le irregolarità rilevate d’ufficio e pubblicati negli elenchi dei par-
       tecipanti al concorso;
    q. abbiano inserito nel conteggio dei crediti convalide di esami derivanti da precedenti
       iscrizioni a corsi di laurea diversi da quello attualmente frequentato;
    r. si iscrivano per abbreviazione di corso o carriera universitaria.

                                           Art. 9
                                     REQUISITI DI MERITO
1. Studenti iscritti al primo anno:
   a. nei corsi di laurea triennale, di laurea magistrale, di laurea magistrale a ciclo unico, fatto
      salvo il possesso del titolo di scuola media superiore, devono conseguire almeno 15
      C.F.U. alla data del 10.08.2019 ed almeno 20 C.F.U. entro il 30.11.2019 (art. 6 comma
      1 e 3 D.P.C.M. 09.04.2001) così come dettagliato nella TABELLA E. Il mancato rag-
      giungimento del merito sopra indicato comporterà la revoca di tutti i benefici percepiti.
      I laureati in un corso di laurea triennale che vengono iscritti al quarto anno della laurea
      specialistica a ciclo unico corrispondente, sono inseriti in una graduatoria denominata
      “prosecuzione laurea triennale” e sono considerati come se fossero iscritti al primo
      anno di laurea magistrale. Devono quindi conseguire almeno 15 C.F.U. alla data del
      10.08.2019 ed almeno 20 C.F.U. entro il 30.11.2019 (Art. 6 comma 1 e 3 D.P.C.M.
      09.04.2001) così come dettagliato nella TABELLA E. Il mancato raggiungimento del
      merito sopra indicato comporterà la revoca di tutti i benefici percepiti;
   b. con una invalidità non inferiore al 66% devono conseguire almeno 9 C.F.U. alla data
      del 10.08.2019 ed almeno 12 C.F.U. entro il 30.11.2019 (Art. 6 comma 1 e 3 D.P.C.M.
      09.04.2001) così come dettagliato nella TABELLA E. Il mancato raggiungimento del
      merito prima indicato comporterà la revoca di tutti i benefici percepiti.
2. Studenti iscritti agli anni successivi al primo:
   a. i benefici ed i servizi sono concessi per un numero di anni pari alla durata legale dei
      corsi di studio più un semestre, a partire dall'anno di immatricolazione (si intende “anno
      di immatricolazione” quello nel quale per la prima volta è avvenuta l’iscrizione al corso
      di laurea attualmente frequentato, ovunque e in qualunque momento sia avvenuta o
Bando di concorso del 09.07.2018                                                         pag. 12 di 48
“reimmatricolazione” solo nel caso in cui oltre alla rinuncia agli studi lo studente abbia
        anche rinunciato ai crediti acquisiti). I servizi abitativi sono concessi per un ulteriore
        semestre, sempre a partire dall'anno della prima immatricolazione;
    b. i crediti a qualsiasi titolo convalidati non possono essere considerati, ai fini della valu-
        tazione del merito, anche nel caso in cui lo studente risulti rinunciatario o decaduto
        dagli studi presso qualunque Ateneo o Istituto di grado universitario;
    c. nel calcolo dei crediti richiesti vanno considerati tutti quelli acquisiti, anche derivanti da
        prove superate con giudizio o idoneità, purché le prove risultino registrate dalla segre-
        teria di competenza, sul libretto on line, con data non successiva al 10.08.2018. In caso
        di mancata registrazione di C.F.U. da parte della segreteria, la posizione dello studente
        verrà sospesa in attesa di definizione della stessa;
    d. per i corsi di laurea il cui ordinamento didattico prevede i moduli o i blocchi, vanno presi
        in considerazione esclusivamente i crediti provenienti da moduli o blocchi chiusi che
        risultano registrati dalla segreteria di competenza sul libretto on line con data non suc-
        cessiva al 10.08.2018. I tirocini, i laboratori, i seminari e le altre attività formative sono
        considerati validi solo se registrati dalle segreterie, sul libretto on line, con data non
        successiva al 10.08.2018;
    e. i crediti sono validi solo se riconosciuti per il corso di studio per il quale lo studente
        chiede i benefici. Lo studente che ha effettuato passaggio di facoltà o corso di laurea
        prima dell’A.A.2018/2019 non può inserire nel calcolo del merito i crediti provenienti da
        prove convalidate;
    f. in caso di passaggio ad altro corso di laurea successivamente alla pubblicazione delle
        relative graduatorie, lo studente idoneo o beneficiario di borsa di studio mantiene nella
        graduatoria del nuovo corso soltanto la condizione di idoneo non beneficiario e può
        percepire i benefici solo in caso di copertura della totalità delle richieste;
    g. le norme elencate nei precedenti commi si applicano anche agli studenti diversamente
        abili;
    h. nel caso in cui l’E.R.S.U. verifichi l’esistenza di piani di studio che prevedono una di-
        stribuzione dei C.F.U. diversa da quella stabilita dall’articolo 5 comma 2 del decreto
        M.I.U.R. del 03.11.1999 (ovvero 60 C.F.U. per ogni anno di corso), per consentire agli
        studenti di partecipare al concorso, si riserva di rivalutare il numero di C.F.U. previsto
        nella TABELLA A applicando la medesima proporzione, secondo l’art. 6 comma 4 del
        D.P.C.M. 09.04.2001. Il numero minimo di crediti che ne discenderà sarà arrotondato
        utilizzando il criterio aritmetico;
    i. gli studenti devono acquisire entro il 10.08.2018 i “crediti richiesti” della TABELLA A;
    j. gli studenti diversamente abili e gli studenti affetti da disturbi specifici dell'apprendi-
        mento in possesso di idonea certificazione rilasciata da strutture pubbliche devono ac-
        quisire entro il 10.08.2018 il 60 % i “crediti richiesti” nella TABELLA A.
    In casi eccezionali e comunque non imputabili agli studenti, a seguito dei quali non viene
    garantita da parte dell’Università di Messina la possibilità di sostenere appelli, l’E.R.S.U. di
    Messina disciplinerà le eventuali proroghe per l’acquisizione del merito previsto.
3. Bonus utilizzabile in caso di mancanza del merito:
   a. qualora lo studente iscritto ai corsi di laurea triennale, laurea magistrale a ciclo unico e
      al Conservatorio “A. Corelli” di Messina, non abbia conseguito il numero di crediti pre-
      visti, può utilizzare, in aggiunta ai crediti effettivamente conseguiti, un “bonus”. Tale
      “bonus”, utilizzabile una sola volta e non cumulabile nel corso dei successivi anni
      (esempio: lo studente iscritto al terzo anno ha diritto a 12 crediti di “bonus” e non a 17),
      viene maturato con le seguenti modalità:
       5 crediti se il “bonus” viene utilizzato per la prima volta per il conseguimento dei
           benefici per il secondo anno accademico. Qualora lo studente utilizzi solo parte del
           “bonus” i restanti punti possono essere utilizzati durante il prosieguo della carriera
           universitaria.

Bando di concorso del 09.07.2018                                                          pag. 13 di 48
   12 crediti se il “bonus” viene utilizzato per la prima volta per il conseguimento dei
            benefici per il terzo anno accademico. Qualora lo studente utilizzi solo parte del
            “bonus” i restanti punti possono essere utilizzati durante il prosieguo della carriera
            universitaria.
           15 se il “bonus” viene utilizzato per la prima volta per il conseguimento dei benefici
            per gli anni accademici successivi Qualora lo studente utilizzi solo parte del “bonus”
            i restanti punti possono essere utilizzati durante il prosieguo della carriera universi-
            taria.
            Esempi esplicativi:
            Caso 1: lo studente che chiede di utilizzare il “bonus” per il raggiungimento del re-
            quisito di merito per il secondo anno della laurea triennale ha diritto ad un “bonus”
            totale di 5 crediti da utilizzare per tutta la carriera universitaria (laurea triennale più
            laurea magistrale). Pertanto, se utilizza solo 3 crediti “bonus” al secondo anno, ha
            diritto ad utilizzare, per tutta la carriera universitaria, solo i restanti 2 crediti;
            Caso 2: Lo studente che decide di usare il “bonus” per il terzo anno ha diritto a 12
            crediti da utilizzare per tutta la carriera universitaria (laurea triennale più laurea ma-
            gistrale). Pertanto se utilizza 3 crediti di “bonus” per il terzo anno ha diritto ad utiliz-
            zare, per tutta la carriera universitaria, i rimanenti 9 crediti “bonus”;
            Caso 3: Lo studente che non utilizza il “bonus” durante i primi tre anni, ha diritto a
            conservare tutti i 15 punti di “bonus” maturati da utilizzare durante tutta la rimanente
            carriera universitaria.
4. Gli studenti diversamente abili e gli studenti affetti da disturbi specifici dell'apprendimento
   in possesso di idonea certificazione rilasciata da strutture pubbliche possono usufruire
   dell’applicazione del “bonus” nella seguente misura:
   a. 3 crediti se il “bonus” viene utilizzato per la prima volta per il conseguimento dei benefici
       per il secondo anno accademico. Qualora lo studente utilizzi solo parte del “bonus” i
       restanti punti possono essere utilizzati durante il prosieguo della carriera universitaria;
   b. 7 crediti se il “bonus” viene utilizzato per la prima volta per il conseguimento dei benefici
       per il terzo anno accademico. Qualora lo studente utilizzi solo parte del “bonus” i re-
       stanti punti possono essere utilizzati durante il prosieguo della carriera universitaria;
   c. 9 crediti se il “bonus” viene utilizzato per la prima volta per il conseguimento dei benefici
       per gli anni accademici successivi Qualora lo studente utilizzi solo parte del “bonus” i
       restanti punti possono essere utilizzati durante il prosieguo della carriera universitaria.
       Esempi esplicativi:
       Caso 1: lo studente che chiede di utilizzare il “bonus” per il raggiungimento del requisito
       di merito per il secondo anno della laurea triennale ha diritto ad un “bonus” totale di 3
       crediti da utilizzare per tutta la carriera universitaria (laurea triennale più laurea magi-
       strale). Pertanto, se utilizza solo 1 credito “bonus” al secondo anno, ha diritto ad utiliz-
       zare, per tutta la carriera universitaria, solo i restanti 2 crediti.
       Caso. 2: Lo studente che decide di usare il “bonus” per il terzo anno ha diritto a 9 crediti
       da utilizzare per tutta la carriera universitaria (laurea triennale più laurea magistrale).
       Pertanto se utilizza 3 crediti di “bonus” per il terzo anno ha diritto ad utilizzare, per tutta
       la carriera universitaria, i rimanenti 6 crediti “bonus”.
       Caso 3: Lo studente che non utilizza il “bonus” durante i primi tre anni, ha diritto a
       conservare tutti i 9 punti di “bonus” maturati da utilizzare durante tutta la rimanente
       carriera universitaria.

                                         Art. 10
                           REQUISITI ECONOMICI E PATRIMONIALI
1. Le condizioni economiche e patrimoniali dello studente sono individuate, rispettivamente,
   sulla base dell’I.S.E.E. e dell’I.S.P.E., ai sensi del regolamento sulle modalità di determi-

Bando di concorso del 09.07.2018                                                           pag. 14 di 48
nazione del nuovo I.S.E.E. di cui al D.P.C.M. 05.12.2013 con specifico riferimento alle pre-
    stazioni per il diritto allo studio universitario. Possono partecipare al concorso gli studenti
    in possesso dell’attestazione I.S.E.E. in corso di validità con specifico riferimento alle pre-
    stazioni per il diritto allo studio universitario.
2. Sono esclusi dai benefici previsti dal presente bando gli studenti per i quali il valore I.S.E.E.
   e/o I.S.P.E. superi i seguenti limiti:
   I.S.E.E. ...................... € 23.253,00.
   I.S.P.E. ...................... € 50.550,00.
3. L’attestazione I.S.E.E. è una certificazione prevista dal D.L. 31.03.1998, n°109 e s.m.i. che
   permette di valutare in maniera sintetica la situazione economica dei singoli componenti di
   un nucleo familiare, considerando reddito, patrimonio e caratteristiche dello stesso. Essa
   deve essere rilasciata ai sensi del D.P.C.M. 05.12.2013 n°159.
4. La D.S.U., ai fini del calcolo dell’I.S.E.E. per prestazioni per il diritto allo studio universitario
   2015, può essere presentata all’I.N.P.S., in via esclusivamente telematica collegandosi al
   sito internet www.inps.it o mediante le postazioni informatiche self-service presenti presso
   le sedi I.N.P.S., ai comuni, ai C.A.F. o all’E.R.S.U. di Messina (Ente che fornisce la presta-
   zione sociale agevolata) per tramite dei C.A.F. aderenti alla Consulta Nazionale e firmatari
   del protocollo d’intesa con l’A.N.DI.S.U., sottoscritto in data del 03.06.2016 così come det-
   tagliato nella TABELLA D. L’attestazione I.S.E.E. per prestazioni per il diritto allo studio
   universitario è rilasciata senza oneri per lo studente.
5. Qualora gli interessati, pur avendo richiesto l’attestazione I.S.E.E. per prestazioni per il
   diritto allo studio universitario, non siano ancora in possesso della stessa all’atto della com-
   pilazione della domanda, in prossimità della scadenza dei termini per la partecipazione al
   concorso, possono indicare nella richiesta on-line gli estremi della ricevuta, rilasciata dal
   C.A.F., attestante l’avvenuta presentazione della D.S.U. per il rilascio dell’attestazione
   I.S.E.E. Devono poi comunicare all’Ente l’avvenuto rilascio dell’attestazione I.S.E.E., entro
   e non oltre il termine previsto dal bando (durante il periodo di presentazione della richiesta
   rettifica/integrazione dati), pena l’esclusione dal concorso per l’impossibilità di valutare il
   possesso delle condizioni economiche previste dal bando.
6. Si precisa che l’art. 14 comma 1 del suddetto D.P.C.M. n°159 del 2013 prevede che le
   D.S.U. in corso di validità, presentate sulla base del D. Lgs. 109/1998 non sono più utiliz-
   zabili ai fini della richiesta di nuove prestazioni. Pertanto, tutti gli studenti che partecipano
   al concorso devono richiedere una nuova attestazione I.S.E.E. per prestazioni per il diritto
   allo studio universitario (che deve essere rilasciata in data successiva all’01.01.2017) e
   devono indicare nella domanda di partecipazione al concorso i nuovi dati sulle condizioni
   economiche della famiglia.
7. Il D.P.C.M. n°159/2013 prevede la possibilità di presentare I.S.E.E. corrente qualora gli
   studenti richiedenti i benefici intendano far rilevare variazioni nelle condizioni familiari ed
   economiche, ai fini del calcolo dell’I.S.E.E. del proprio nucleo familiare. I nuovi valori
   I.S.E.E. e I.S.P.E., per poter partecipare ai concorsi, devono risultare inferiori ai limiti pre-
   visti al comma 2. del presente articolo.
8. In relazione ai dati autodichiarati nella D.S.U., l’Agenzia delle entrate effettua appositi con-
   trolli anche per verificare se vi sia corrispondenza tra quanto indicato dagli utenti nella se-
   zione relativa al patrimonio mobiliare e le informazioni presenti nell’anagrafe dei rapporti
   (art. 11, comma 3 del D.P.C.M. n°159/2013). Se da tali controlli risultano omissioni e/o
   difformità tra i dati autodichiarati e le informazioni presenti nell’anagrafe dei rapporti, l’Agen-
   zia rende disponibile all’I.N.P.S. tali anomalie evidenziando nelle annotazioni dell’attesta-
   zione I.S.E.E. le specifiche delle omissioni/difformità, la data in cui è avvenuto il controllo,
   il protocollo della D.S.U. ed i codici fiscali dei componenti il nucleo a cui si riferisce l’ano-

Bando di concorso del 09.07.2018                                                           pag. 15 di 48
malia riscontrata. Con particolare riferimento al patrimonio mobiliare, qualora uno dei com-
    ponenti del nucleo, nel compilare la D.S.U., abbia omesso o esposto in modo non corretto
    uno o più rapporti finanziari, nelle predette annotazioni verrà riportata la lista completa di
    tutti rapporti finanziari riferiti a quel componente.
9. Nei casi di omissioni e/o difformità, secondo la normativa in vigore (art. 11, comma 5 del
   D.P.C.M. n°159/2013), il richiedente una qualsiasi prestazione, ha due alternative possibili:
   a. presentare una nuova D.S.U., comprensiva delle informazioni in precedenza omesse
       o diversamente esposte;
   b. presentare domanda per la prestazione di suo interesse avvalendosi della stessa atte-
       stazione I.S.E.E. recante l’annotazione delle omissioni e/o difformità ed allegando ido-
       nea documentazione per comprovare la completezza e veridicità dei dati indicati nella
       dichiarazione. La documentazione deve essere richiesta esclusivamente dall’utente
       all’intermediario (Banca, Poste Italiane, ecc.) che ha comunicato i rapporti finanziari
       all’Agenzia delle entrate.
   Pertanto, a far data dalla pubblicazione degli elenchi ed entro la data della fine del periodo
   delle rettifiche/integrazioni il richiedente deve attivarsi per risolvere il provvisorio respingi-
   mento della domanda in una delle due summenzionate possibilità.

                                       Art. 11
                    DEFINIZIONE DI NUCLEO FAMILIARE AI FINI I.S.E.E.
1. Il nucleo familiare dello studente è composto dallo studente richiedente i benefici e da tutti
   coloro che risultano inclusi nello stato di famiglia anagrafico alla data di presentazione della
   domanda, anche se non legati da vincoli di parentela, nonché componenti a carico
   I.R.PE.F. anche se non conviventi con la famiglia di origine.
2. Pertanto, lo studente che risiede con soggetti estranei al nucleo familiare convenzionale
   (ad es. nonni, zii, e/o altro), ma risulta a carico fiscale dei genitori, deve integrare, ai fini
   I.S.E.E., al proprio stato di famiglia anagrafico, anche i genitori e dichiarare i redditi prodotti
   nell’anno 2016, dai soggetti con i quali convive, e dai propri genitori.
3. In caso di separazione o divorzio il nucleo familiare dello studente richiedente i benefici è
   integrato con quello del genitore che percepisce gli assegni di mantenimento dello stu-
   dente. Nel caso in cui i genitori facciano parte di due diversi nuclei, in assenza di separa-
   zione o divorzio, il nucleo familiare dello studente è integrato con quelli di entrambi i geni-
   tori.
4. Per i corsi di dottorato di ricerca e le specializzazioni, il richiedente i benefici ha la facoltà
   di dichiarare un nucleo familiare “ristretto” composto da se stesso, coniuge e figli se pre-
   senti (D.P.C.M. n°159/2013). Tale condizione va dichiarata al C.A.F. al momento della
   compilazione della D.S.U.
5. Lo studente autonomo, il cui nucleo familiare non tiene conto dei componenti la famiglia
   d’origine, viene considerato tale se in possesso di entrambi i seguenti requisiti:
   a. residenza esterna all’unità abitativa della famiglia di origine, da almeno due anni ri-
       spetto alla data di presentazione della domanda, in alloggio non di proprietà di un suo
       membro;
   b. redditi da lavoro dipendente o assimilati fiscalmente dichiarati, da almeno due anni,
       non inferiori di norma a € 6.500,00 con riferimento ad un nucleo familiare di una sola
       persona.
   In assenza anche di uno solo dei suddetti requisiti, lo studente dovrà indicare nell’attesta-
   zione I.S.E.E., anche i redditi percepiti dai componenti della famiglia d’origine.
6. Lo studente extracomunitario è tenuto a presentare il calcolo dell'I.S.E.E.U./I.S.P.E.U. pa-
   rificato rivolgendosi ai C.A.F. per la determinazione. È necessario allegare altresì alla ri-

Bando di concorso del 09.07.2018                                                          pag. 16 di 48
chiesta di borsa di studio, la documentazione, tradotta in italiano ed eventualmente lega-
    lizzata, rilasciata dalle competenti Autorità del Paese in cui sono prodotti i redditi ed il pa-
    trimonio della famiglia d'origine. Lo studente extracomunitario è sempre obbligato a dichia-
    rare anche i redditi ed il patrimonio eventualmente posseduti in Italia dal proprio nucleo
    familiare. Lo studente extracomunitario residente in Italia, senza redditi e patrimonio all'e-
    stero, essendo equiparato agli studenti comunitari, deve essere in possesso dell'attesta-
    zione I.S.E.E. per le prestazioni per il diritto allo studio universitario.
7. Ai fini della corretta determinazione del nucleo familiare si rimanda a quanto previsto dalla
   normativa vigente.

                                 Art. 12
       DOCUMENTAZIONE RICHIESTA PER LA PARTECIPAZIONE AI CONCORSI
1. Gli studenti, dopo aver compilato online la richiesta dei benefici, sono tenuti a caricare
   (upload) in unico file formato “.pdf” della dimensione massima di 2 Megabyte, l’autocertifi-
   cazione stampata e firmata e la copia del documento d’identità in corso di validità.
2. Al momento della richiesta dei benefici, devono inserire la seguente documentazione ag-
   giuntiva all'interno dello stesso unico file di cui al comma precedente, gli studenti:
   a. extracomunitari: fotocopia del permesso di soggiorno in corso di validità o copia della
       ricevuta di versamento per il suo rinnovo e calcolo dell’I.S.E.E.U./ I.S.P.E.U. parificato.
       In ogni caso, prima del pagamento della prima rata della borsa di studio, gli studenti
       extracomunitari che hanno presentato copia della ricevuta di versamento per il rinnovo
       del permesso di soggiorno dovranno esibire il permesso stesso;
   b. extracomunitari provenienti da paesi di cui alla TABELLA C: fotocopia del permesso di
       soggiorno in corso di validità o copia della ricevuta di versamento per il suo rinnovo e
       certificazione della rappresentanza italiana nel paese di provenienza, che attesti che lo
       studente non appartiene ad una famiglia notoriamente di alto reddito ed elevato livello
       sociale. In ogni caso, prima del pagamento della prima rata della borsa di studio, gli
       studenti extracomunitari che hanno presentato copia della ricevuta di versamento per
       il rinnovo del permesso di soggiorno dovranno esibire il permesso stesso;
   c. apolidi: attestazione rilasciata dal Tribunale Civile;
   d. rifugiati politici aventi diritto alla protezione internazionale: attestazione rilasciata dalla
       Commissione del Ministero dell'Interno;
   e. orfani per motivi di mafia: attestazione rilasciata dalla Prefettura competente;
   f. orfani di vittime del lavoro: dichiarazione dell’INAIL attestante che il genitore è deceduto
       per cause di lavoro;
   g. stranieri figli di emigrati siciliani all'estero: certificato di residenza estero proprio e della
       famiglia d'origine ed eventuale calcolo dell’I.S.E.E.U./I.S.P.E.U. parificato;
   h. figli di vittime dell’usura: documentazione rilasciata dalle autorità competenti;
   i. orfani ospiti di strutture di accoglienza pubbliche o private: documentazione rilasciata
       dalla struttura competente;
   j. diversamente abili: certificazione medica, rilasciata dall’amministrazione competente,
       attestante il livello di invalidità che non deve essere inferiore al 66% o la posizione di
       “portatore di handicap”, ai sensi dell’art. 3 comma 3 della legge 05.02.1992 n°104;
   k. affetti da disturbi specifici dell'apprendimento: idonea certificazione rilasciata da strut-
       ture pubbliche.

                                           Art. 13
                                      TRATTAMENTO DATI
1. Ai sensi del D.Lgs. 196/2003 e del Regolamento UE 2016/679 del 27.04.2016, i dati per-
   sonali forniti dai partecipanti al concorso sono raccolti presso l’U.O.B.1 dell’E.R.S.U. di

Bando di concorso del 09.07.2018                                                          pag. 17 di 48
Messina per le finalità di gestione del concorso e saranno utilizzati anche successivamente
    alla scadenza dell’A.A. di riferimento per finalità di controllo e di ricerca statistica, proprie
    di questo Ente.
2. Il conferimento dei dati è obbligatorio, pena l’esclusione dal concorso, ai fini della valuta-
   zione dei requisiti di partecipazione.
3. I dati anagrafici, quelli economici e di merito saranno parzialmente riportati nelle graduato-
   rie. Le medesime informazioni potranno essere comunicate ad altre amministrazioni pub-
   bliche al fine di effettuare controlli.
4. I partecipanti nei limiti delle scadenze fissate dal presente bando, godono dei diritti di cui
   all’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 e s.m.i.
5. Lo studente all’atto della presentazione della domanda esprime il proprio consenso:
   a. al trattamento dei propri dati personali per le finalità proprie dell'Ente (es. generazione
       e pubblicazione delle graduatorie, ricerche statistiche, ecc.);
   b. all’invio di materiale informativo (es. periodico dell'Ente, ecc.), anche tramite ditte
       esterne.
6. Le figure preposte alla garanzia della tutela dei dati forniti sono indicate sulla domanda di
   benefici.

                                           Art. 14
                                        ACCERTAMENTI
1. L’E.R.S.U. può richiedere agli studenti chiarimenti su quanto dichiarato in autocertifica-
   zione, anche successivamente all'erogazione dei benefici, effettuando il controllo sulla ve-
   ridicità delle dichiarazioni rese e dei documenti presentati, avvalendosi della collaborazione
   delle Agenzie Delle Entrate, dei comuni, dell'I.N.P.S., dell'Università di Messina, del Con-
   servatorio “A. Corelli” di Messina, della Guardia di Finanza e/o della Polizia Urbana del
   comune di residenza del richiedente, (se si tratta di studenti italiani), dei Consolati (se si
   tratta di studenti stranieri o i cui familiari risiedono all’estero).
2. L’E.R.S.U. potrà altresì avvalersi dei dati in possesso del sistema informativo dell'I.N.P.S.,
   del Ministero delle Finanze e del Ministero del Tesoro del Bilancio e della Programmazione
   Economica, nonché del Sistema di Interscambio Dati, elaborati dall’Agenzia delle Entrate
   sui conti correnti dei contribuenti.
3. L’E.R.S.U. provvederà, inoltre, ad inviare all’I.N.P.S. gli elenchi dei vincitori delle borse di
   studio per gli adempimenti previsti dal decreto 08.03.2013 relativo alla “Definizione delle
   modalità di rafforzamento del sistema dei controlli dell’I.S.E.E.”.

                                         Art. 15
                            REVOCA DEI BENEFICI E DECADENZA
1. Saranno revocati i benefici agli studenti che:
   a. non formalizzino l’iscrizione all’Università di Messina per l’A.A.2018/2019;
   b. rinuncino agli studi;
   c. si trasferiscano ad altra sede universitaria;
   d. producano dichiarazioni non veritiere;
   e. iscritti al primo anno di corso di laurea triennale, di laurea magistrale, di laurea magi-
      strale a ciclo unico e al Conservatorio “A. Corelli” di Messina, non conseguano almeno
      15 C.F.U. alla data del 10.08.2018 e 20 C.F.U. entro il 30.11.2018, come dettagliato
      nella TABELLA E;
   f. vengano meno all’invito di questo Ente a presentare ulteriori chiarimenti a conferma
      delle dichiarazioni rese entro i termini previsti nella comunicazione personale ricevuta;
Bando di concorso del 09.07.2018                                                         pag. 18 di 48
Puoi anche leggere
DIAPOSITIVE SUCCESSIVE ... Annulla