Programma per le scuole-VENEZIA- Ca' Foscari

 
Programma per le scuole-VENEZIA- Ca' Foscari
con il patrocinio di

                   — VENEZIA —

                 14-18 maggio 2018
MESTRE, Campus Scientifico di Via Torino - via Torino 155
VENEZIA, sede Fondazione di Venezia - Dorsoduro 3488/U

Programma per le scuole
                  www.unive.it/kids

      UNO PER TUTTI, TUTTI PER UNO
        Lezioni e laboratori sui temi dell’inclusione
Programma per le scuole-VENEZIA- Ca' Foscari
Indice
Come iscriversi                          3

Lunedì 14 maggio                         4

Martedì 15 maggio                        8

Mercoledì 16 maggio                      11

Giovedì 17 maggio                        14

Venerdì 18 maggio                        17

Festa finale                             20

promosso da

con il contributo di

                        www.duelle-promotions.com

in collaborazione con

                                                                 Associazione
                                                    A

                                                    Ca’Foscari
                                                                 laureati di
                                                    Alumni       Ca’ Foscari
Programma per le scuole-VENEZIA- Ca' Foscari
3

                                                      Come iscriversi
Per cinque giorni, tra il 14 e il 18 maggio 2018,     Da lunedì 14 a venerdì 18 maggio 2018 si
la nostra Università ospiterà nelle aule e nei        svolgeranno i laboratori Kids University Venezia -
laboratori del Campus Scientifico di Mestre - e       presso
quest’anno per la prima volta anche a Venezia         - il Campus Scientifico di Ca’ Foscari,
centro storico grazie a Fondazione di Venezia -         in via Torino 155, MESTRE
la seconda edizione di Kids University Venezia,       - la sede di Fondazione di Venezia,
realizzata insieme a Pleiadi.                           a Dorsoduro 3488/U, VENEZIA
Ca’ Foscari apre le porte ad alunni e alunne
dalla terza primaria alla terza secondaria
di primo grado, proponendo laboratori                 Ogni laboratorio ha una durata di 90 minuti
sperimentali e interattivi tenuti dai nostri          e - salvo dove specificato diversamente nel
docenti sui temi legati all’inclusione,               programma - verrà ripetuto in due turni durante
all’accessibilità e alla diversità. Sono temi         la stessa mattinata:
che Ca’ Foscari studia con i suoi ricercatori         turno A dalle ore 8:45 alle 10:15
e ai quali presta molta attenzione con                turno B dalle ore 10:45 alle 12:15.
iniziative di ricerca, didattiche e culturali
aperte alla cittadinanza. Tra i nostri obiettivi
c’è infatti il rafforzamento del rapporto con         La prenotazione è obbligatoria ed è valida per un
il territorio, il trasferimento di conoscenza,        massimo di 30 studenti a laboratorio, salvo dove
la collaborazione con le istituzioni e le             specificato diversamente nel programma.
aziende. In questo contesto il rapporto con gli
istituti scolastici è un’occasione reciproca di       Per prenotare è necessario:
dialogo e interazione, di incontro tra i saperi       - Scaricare il modulo di prenotazione dal sito web
dell’università e il mondo della scuola.              www.unive.it/kids, oppure scaricarlo dalla mail
                                                      ricevuta dalla segreteria dell’evento;
I laboratori saranno dedicati all’inclusione          - Compilarlo in tutti i campi richiesti, con
nelle sue diverse declinazioni: da quella             particolare attenzione al numero esatto
sociale a quella culturale, fino a quella digitale.   dell’attività;
Gli alunni avranno modo di sperimentare e             - Inviarlo via mail, entro il 27/04/2018, a
imparare divertendosi.                                partecipa@gruppopleiadi.it;
Al termine della settimana, il 18 maggio, ci sarà     - attendere conferma della prenotazione.
una festa al Campus Scientifico di Mestre,            La prenotazione sarà valida solo se confermata
aperta alle famiglie, che prevede anche la            dalla segreteria dell’evento.
consegna dei diplomi ai giovani ‘laureati’ della
Kids University Venezia.
Sarà un piacere arricchire il nostro campus           Il programma completo dei laboratori è inoltre
con la vivacità dei bambini e dei ragazzi. Vi         pubblicato sul sito www.unive.it/kids
aspettiamo numerosi!

Un saluto cordiale,
Prof. Michele Bugliesi
                                                      Informazioni
Rettore dell’ Università Ca’ Foscari Venezia
                                                      Segreteria Pleiadi
                                                      dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:00 alle 17:00
                                                      Tel. +39 049 701778 / 389 5996105
                                                      Email partecipa@gruppopleiadi.it
Programma per le scuole-VENEZIA- Ca' Foscari
4

Programma laboratori
riservati alle scuole
 LUNEDÌ 14 MAGGIO
                 LABORATORI A MESTRE, CAMPUS SCIENTIFICO, VIA TORINO 155

Codice__1                                             Codice__2
ANCHE LA NATURA CE LO DICE:                           I CARE! MI STA A CUORE,
INSIEME SI STA MEGLIO!                                PARTECIPO E PROMUOVO INCLUSIONE!
DOCENTE: Sabrina Manente, docente a contratto         DOCENTE: Francesca Campomori, docente di
di Microbiologia per il restauro, dipartimento di     Politiche di inclusione sociale, dipartimento di
Scienze Molecolari e Nanosistemi                      Filosofia e Beni culturali
DOVE: Mestre Campus Scientifico                       DOVE: Mestre Campus Scientifico
TURNI: turno A 8.45 – 10.15                           TURNI: turno A 8.45 – 10.15
         turno B 10.45 – 12.15                                  turno B 10.45 – 12.15
FASCIA D’ETÀ CONSIGLIATA: dalla 4^ classe             FASCIA D’ETÀ CONSIGLIATA: dalla 4^ classe
primaria alla 3^ classe secondaria di I° grado        primaria alla 1^ classe secondaria di I° grado

L’obiettivo del laboratorio didattico è dimostrare    Attraverso questo laboratorio gli studenti
come l’inclusione sia in natura una strategia         potranno sperimentare come la consapevolezza
ben consolidata e vincente. Mettendosi insieme        e la partecipazione informata alla vita sociale e
stabilmente e funzionalmente si creano, infatti,      politica delle nostre comunità sia a tutti gli effetti
forme di vita simbiotiche come i licheni, capaci      uno strumento di inclusione, perché permette di
di resistere in ambienti estremi, o le micorrize,     smontare pregiudizi e stereotipi sulla diversità
che aiutano le piante a crescere rigogliose. Gli      percepita come ostacolo a una convivenza
studenti potranno osservare entrambi questi           pacifica. Il laboratorio si articolerà in due parti,
organismi al microscopio, capire le caratteristiche   una introduttiva in cui saranno presentate le
che si acquisiscono quando si include un altro        caratteristiche di una democrazia partecipativa,
organismo nel proprio ciclo vitale, dando origine     e una interattiva, dove gli studenti, suddivisi in
a qualche cosa di diverso, ma con maggiore            piccoli gruppi, mediante giochi di ruolo potranno
capacità di sopravvivenza. Lo stesso processo         immedesimarsi e sperimentare situazioni e casi a
si osserva in biochimica: il colore intenso di        rischio esclusione sociale, cercando di immaginare
alcuni vegetali deriva in realtà da più pigmenti      per ogni storia un “finale diverso”.
colorati, che cooperano tra di loro nella cellula     Suggerimenti per preparare in classe il
per un ottimale funzionamento della pianta. I         laboratorio: Proporre attività di brainstorming
partecipanti verranno, quindi, invitati con l’aiuto   con gli studenti sui termini “partecipazione” e
di semplici strumenti da laboratorio ad estrarre      “inclusione”.
il colore di foglie verdi e a scoprire (attraverso
una cromatografia su carta) quante sono le
componenti che danno quello specifico colore.
Suggerimenti per preparare in classe il
laboratorio: Richiamare le caratteristiche di una
cellula e ricordare la suddivisione dei regni degli
organismi viventi.
5

Codice__3                                                 Codice__4
INCLUSIONI D’ARIA: LA PARTE DEL CLIMA                     SVILUPPIAMO LA “SUPERVISTA”
INVISIBILE AGLI OCCHI                                     PER SCOPRIRE LE MOLECOLE INVISIBILI
DOCENTE: Warren Raymond Lee Cairns,                       CHE UNISCONO
ricercatore CNR Istituto per la Dinamica dei              DOCENTE: Michela Signoretto, docente di Chimica
Processi Ambientali e docente di chimica analitica,       Industriale e Formulazioni, dipartimento di Scienze
dipartimento di Scienze Molecolari e Nanosistemi,         Molecolari e Nanosistemi
Fabiana Fazzi, dottoranda di glottodidattica,             DOVE: Mestre Campus Scientifico
dipartimento di Studi Linguistici e Culturali             TURNI: turno A 8.45 – 10.15
Comparati, Federico Dallo, ricercatore CNR Istituto                turno B 10.45 – 12.15
per la Dinamica dei Processi Ambientali                   FASCIA D’ETÀ CONSIGLIATA: dalla 3^ alla 5^
DOVE: Mestre Campus Scientifico                           classe primaria
TURNI: turno A 8.45 – 10.15
          turno B 10.45 – 12.15                           Il laboratorio introduce i bambini al linguaggio
FASCIA D’ETÀ CONSIGLIATA: dalla 3^ classe                 della scienza attraverso semplici attività
primaria alla 3^ classe secondaria di I° grado            mirate a dimostrare, a partire dal tema sociale
                                                          dell’inclusione, come nella realtà quotidiana
Per secoli l’aria è stata considerata elemento            vi siano numerosi esempi di cose o sostanze
intangibile! Oggi, grazie a sistemi di analisi            apparentemente diverse e incompatibili, come per
sempre più complessi e basati su analisi                  esempio acqua ed olio, che possono però essere
chimiche, è possibile rilevare le particelle incluse      unite e miscelate grazie alla presenza di molecole
in questa miscela che ci circonda. Gli studenti           “magiche”. Accompagneremo gli studenti più
potranno vedere in azione una stazione meteo              giovani alla scoperta di queste molecole invisibili
e capire che tipo di analisi compie. Attraverso           facendoli sentire piccoli supereroi. I partecipanti
l’osservazione di campioni di aria filtrata in            saranno divisi in piccoli gruppi e faranno
diversi luoghi del mondo, potranno comprendere            esperimenti diversi, usando piccola vetreria da
cosa si nasconde nell’”etere” e cosa cambia tra           laboratorio e materie prime che loro già conoscono
le varie “arie” del mondo. Potranno osservare             in quanto presenti in casa come acqua, alcool,
come le inclusioni di aria nel ghiaccio polare ci         sapone, bicarbonato, olio, ecc.
danno elementi preziosi per indagare il clima             Suggerimenti per preparare in classe il
del passato, aiutandoci ad orientarci su quelle           laboratorio: proporre agli studenti di sperimentare
che sono le cause dei cambiamenti climatici               a casa, con l’aiuto degli adulti, a miscelare alcune
odierni. L’attività potrà introdurre gli studenti, in     sostanze come acqua e olio per vedere cosa
modo graduato e corrispondente al loro livello            accade.
scolastico, alla scoperta di alcuni termini scientifici
in lingua inglese, la lingua ufficiale della scienza,
che permette ai ricercatori di tutto il mondo di
condividere i propri risultati e collaborare.
6

Codice__5                                                Codice__6
SVELARE L’INVISIBILE                                     LABORATORIO DI INCLUSIONE DIGITALE:
DOCENTE: Giulia Bencini, docente di Lingua               I SEGRETI DELLA PROGRAMMAZIONE
inglese, dipartimento di Studi Linguistici e Culturali   DOCENTI: Andrea Ferraresso e Nicola Miotello di
Comparati, delegata per le iniziative a supporto         Digiveneto
dell’assistenza, integrazione e benessere delle          DOVE: Mestre Campus Scientifico
persone con disabilità                                   TURNI: turno A 8.45 – 10.15
DOVE: Mestre Campus Scientifico                                   turno B 10.45 – 12.15
TURNI: turno A 8.45 – 10.15                              FASCIA D’ETÀ CONSIGLIATA: dalla 3^ classe
          turno B 10.45 – 12.15                          primaria alla 3^ classe secondaria di I° grado
FASCIA D’ETÀ CONSIGLIATA: dalla 3^ classe                LIMITAZIONI: il laboratorio è aperto a classi di
primaria alla 3^ classe secondaria di I° grado           max 23 studenti

Il laboratorio affronta il tema della disabilità         Il laboratorio vuole introdurre i giovani studenti
e il concetto di salute e benessere secondo              ai principi della programmazione informatica
l’Organizzazione Mondiale della Sanità e secondo         attraverso la creazione di un semplice videogioco o
gli obiettivi dello sviluppo sostenibile contenuti       di una scena animata. L’obiettivo non è
nell’Agenda ONU 2030. Attraverso attività                quello di fornire competenze tecniche, quanto
esperienziali, gli studenti potranno mettersi in         piuttosto di proporre un nuovo
gioco ed esplorare l’ambiente che li circonda            tipo di alfabetizzazione e una forma di espressione
facendo a meno di uno dei sensi, ad esempio              personale preziosa per i futuri cittadini. I cosiddetti
la vista, e cercando di orientarsi grazie all’uso        “nativi digitali” mostrano quotidianamente la loro
degli altri, ad esempio voce e tatto. Il laboratorio     confidenza con le nuove
ha lo scopo di sensibilizzare lo studente sulle          tecnologie, ma spesso si tratta di un utilizzo
difficoltà che le persone con disabilità incontrano      passivo, che ignora totalmente le regole e i
giornalmente e di stimolarlo alla ricerca di             meccanismi sottostanti. Il laboratorio può essere
soluzioni, anche tecnologiche, che aiutino a             quindi visto come un piccolo passo di inclusione
migliorare le condizioni di vita. Le attività saranno    digitale.
condotte grazie all’aiuto di studenti con disabilità
iscritti all’Ateneo.
Suggerimenti per preparare in classe il
laboratorio: proporre in classe un momento
brainstorming affrontando le diverse tipologie di
disabilità conosciute dagli studenti.
7

 LABORATORI A VENEZIA, FONDAZIONE DI VENEZIA, DORSODURO 3488/U*

Codice__A                                                        Codice__B
LABORATORIO DI LETTURA ESPRESSIVA E                              SCIENZIATI 2.0
PRODUZIONE RADIOFONICA                                           DOCENTE: Fondazione Radio Magica Onlus
DOCENTE: Fondazione Radio Magica Onlus                           DOVE: Venezia, sede di Fondazione di Venezia
DOVE: Venezia, sede di Fondazione di Venezia                     TURNI: turno B 10.45 – 12.15
TURNI: turno A 8.45 – 10.15                                      FASCIA D’ETÀ CONSIGLIATA: 2^ alla 3^ classe
FASCIA D’ETÀ CONSIGLIATA: dalla 3^ classe                        secondaria di I° grado
primaria alla 1^ classe secondaria di I° grado                   LIMITAZIONI: il laboratorio è aperto a due classi in
LIMITAZIONI: il laboratorio è aperto a classi di                 contemporanea fino ad un max di 60 studenti
max 22 studenti
                                                                 Cinque scienziati del passato sono tornati tra
Inclusione significa anche ridurre o eliminare le                noi per incontrare le scuole secondarie di primo
barriere all’accesso di un testo scritto.                        grado e raccontare aneddoti e vicende del periodo
In questo laboratorio i partecipanti si                          storico in cui hanno vissuto e fatto ricerca. Gli
cimenteranno nella realizzazione di audio clip                   studenti, durante questa singolare esperienza
per rendere accessibile il numero di giugno di                   didattica, potranno intervistare dal vivo i geni del
Focus Junior, rivista scientifica per giovani lettori.           passato, da Galileo Galilei a Rita Levi Montalcini,
Il laboratorio si suddivide in due parti, una che                per scoprire aneddoti e curiosità sulla loro vita e
prevede un training di lettura espressiva e l’altra              sulla loro attività di ricerca.
la registrazione degli audio clip in piccoli gruppi.             Tutti gli incontri, creati sfruttando il linguaggio
I laboratori di Kids University saranno raccontati               universale dello storytelling, saranno diffusi
nell’editoriale della rivista e gli audio clip saranno           attraverso il sito Radio Magica e Radio Ca’ Foscari.
resi disponibili per tutti i lettori di Focus Junior
attraverso l’app Mondadori per la realtà aumentata
e sul sito di Radio Magica.

* I laboratori di VENEZIA sono ideati e realizzati per Kids University Venezia da Fondazione Radio Magica onlus – prima
web radio dedicata a tutti i bambini, che ha l’Università Ca’ Foscari tra i soci fondatori - con il supporto di Fondazione di
Venezia e la collaborazione di Radio Ca’ Foscari.
Si svolgono presso la sede di Fondazione di Venezia, Dorsoduro 3488/U, 30123 VENEZIA.
8

 MARTEDÌ 15 MAGGIO
                 LABORATORI A MESTRE, CAMPUS SCIENTIFICO, VIA TORINO 155

Codice__7                                               introduzione sulle curiosità e diversità fonetiche,
IO E LE NAZIONI UNITE: RAPPRESENTO                      utile per capire le difficoltà di chi si trova a
UN PAESE, RAPPRESENTO IL MONDO                          imparare una lingua così diversa dalla propria, si
DOCENTE: Sara De Vido, docente di Diritto               affronterà un aspetto culturale affascinante: lo
internazionale, dipartimento di Economia                zodiaco cinese. Verrà spiegato il funzionamento
DOVE: Mestre Campus Scientifico                         della successione dei segni e i giovani partecipanti
TURNI: turno A 8.45 – 10.15                             si cimenteranno in un gioco matematico per
         turno B 10.45 – 12.15                          indovinare a quale segno corrispondono i nati di
FASCIA D’ETÀ CONSIGLIATA: dalla 4^ classe               diversi anni. Da qui gli studenti saranno guidati alla
primaria alla 3^ classe secondaria di I° grado          scoperta degli ideogrammi cinesi, indovinando il
                                                        significato a partire dall’immagine e poi, con un
Il laboratorio consiste in una mini simulazione di un   gioco di logica che richiama il funzionamento della
comitato ONU alle Nazioni Unite, secondo il modello     lingua cinese, indovinando parole composte da più
universitario dei Model United Nations (MUN). Gli       caratteri. Infine il gioco si complicherà: montando
studenti hanno la possibilità di conoscere più da       e smontando le parole di un proverbio come in un
vicino le Nazioni Unite, sviluppando competenze di      puzzle, i bambini apprenderanno alcune perle di
negoziazione, scoprendo le basi della diplomazia,       saggezza cinese.
potenziando le loro capacità di esprimersi in
pubblico in modo sintetico.
Il tema della discussione sarà la discriminazione
di esseri umani in base alla nazionalità, puntando      Codice__9
quindi sui concetti fondamentali quali diritti e        OK IL PREZZO È GIUSTO…OPPURE NO?
diversità. I partecipanti, guidati dal team di Ca’      DECIDILO TU!
Foscari, potranno rappresentare la posizione di uno     DOCENTI: Caterina Cruciani, Gloria Gardenal e
stato e simulare un mini dibattito per arrivare ad un   Ugo Rigoni, docenti di Economia degli intermediari
accordo comune, simile ad una risoluzione ONU.          finanziari e Finanza aziendale, dipartimento di
Suggerimenti per preparare in classe il                 Management
laboratorio: introdurre il concetto di diversità e      DOVE: Mestre Campus Scientifico
spiegare cosa sono le Nazioni Unite.                    TURNI: turno A 8.45 – 10.15
                                                                  turno B 10.45 – 12.15
                                                        FASCIA D’ETÀ CONSIGLIATA: dalla 4^ classe
                                                        primaria alla 3^ classe secondaria di I° grado
Codice__8
ALLA SCOPERTA DELLA LINGUA CINESE,                      Il laboratorio affronta l’importanza dell’inclusione
ATTRAVERSO I GIOCHI E LO ZODIACO                        finanziaria che permette, fin dalla più giovane età,
DOCENTE: Qinghua Liu, docente di Lingua cinese          di agire consapevolmente e di avere gli strumenti
presso l’ Istituto Confucio, dipartimento di Studi      utili per gestire al meglio le proprie risorse
sull’Asia e sull’Africa Mediterranea                    economiche. Spesso l’esclusione finanziaria – che
DOVE: Mestre Campus Scientifico                         coinvolge chi non conosce le ‘regole’ del mercato -
TURNI: turno A 8.45 – 10.15                             è una delle ragioni principali di marginalità sociale
           turno B 10.45 – 12.15                        e rappresenta un ostacolo per l’orientamento delle
FASCIA D’ETÀ CONSIGLIATA: 3^, 4^ e 5^ classi            politiche inclusive. Attraverso attività interattive
primarie                                                e giochi di ruolo gli studenti capiranno come si
Il laboratorio sarà l’occasione per un vivace           determinano i prezzi e quanto potere hanno le
confronto sulle differenze linguistiche tra il          loro scelte quotidiane sul mercato e sull’economia
cinese e l’italiano, che toccherà anche alcuni          per essere consumatori consapevoli già oggi e
aspetti culturali dei due popoli. Dopo una breve        investitori consapevoli domani.
9

Codice__10                                                Codice__11
INCLUSIONI D’ARIA: LA PARTE DEL CLIMA                     L’OSMOSI. UN PROCESSO
INVISIBILE AGLI OCCHI                                     DI SCAMBIO E INCLUSIONE
DOCENTI: Warren Raymond Lee Cairns,                       DOCENTE: Angela Maria Stortini, docente di
ricercatore CNR Istituto per la Dinamica dei              Chimica Analitica, dipartimento di Scienze
Processi Ambientali e docente di chimica analitica,       Molecolari e Nanosistemi
dipartimento di Scienze Molecolari e Nanosistemi;         DOVE: Mestre Campus Scientifico
Fabiana Fazzi, dottoranda di glottodidattica,             TURNI: turno A 8.45 – 10.15
dipartimento di Studi Linguistici e Culturali                      turno B 10.45 – 12.15
Comparati; Federico Dallo, ricercatore CNR Istituto       FASCIA D’ETÀ CONSIGLIATA: dalla 5^ classe
per la Dinamica dei Processi Ambientali                   primaria alla 3^ classe secondaria di I° grado
DOVE: Mestre Campus Scientifico
TURNI: turno A 8.45 – 10.15                               Dal punto di vista biologico e chimico, lo scambio
          turno B 10.45 – 12.15                           è di vitale importanza per gli esseri viventi, a tutti
FASCIA D’ETÀ CONSIGLIATA: dalla 3^ classe                 i livelli. Durante il laboratorio gli studenti saranno
primaria alla 3^ classe secondaria di I° grado            guidati alla scoperta di alcuni fenomeni/processi
                                                          di scambio a livello cellulare -in particolare
Per secoli l’aria è stata considerata elemento            l’osmosi- fondamentali per molti processi biologici
intangibile! Oggi, grazie a sistemi di analisi            e per il bilancio idrico delle cellule. Si introdurrà
sempre più complessi e basati su analisi                  il concetto di osmosi attraverso esperienze con
chimiche, è possibile rilevare le particelle incluse      elementi vegetali di consumo quotidiano (patate,
in questa miscela che ci circonda. Gli studenti           cetrioli, pomodori), uova, piante (appassite e
potranno vedere in azione una stazione meteo              idratate) e con esempi ripresi dalla natura (pesci e
e capire che tipo di analisi compie. Attraverso           mangrovie).
l’osservazione di campioni di aria filtrata in            Suggerimenti per preparare in classe il
diversi luoghi del mondo, potranno comprendere            laboratorio: Si consiglia agli insegnanti di
cosa si nasconde nell’”etere” e cosa cambia tra           introdurre i concetti di trasporto cellulare e
le varie “arie” del mondo. Potranno osservare             osmosi, anche grazie alle seguenti domande o
come le inclusioni di aria nel ghiaccio polare ci         argomentazioni: Ti sei mai dimenticato di innaffiare
danno elementi preziosi per indagare il clima             una pianta per alcuni giorni e quando ritorni, hai
del passato, aiutandoci ad orientarci su quelle           trovato tutto appassito? Perché l’acqua esce dalle
che sono le cause dei cambiamenti climatici               cellule?
odierni. L’attività potrà introdurre gli studenti, in
modo graduato e corrispondente al loro livello
scolastico, alla scoperta di alcuni termini scientifici
in lingua inglese, la lingua ufficiale della scienza,
che permette ai ricercatori di tutto il mondo di
condividere i propri risultati e collaborare.
10

Codice__12                                                       Il laboratorio vuole avvicinare i bambini allo studio
LINGUISTIADI: GIOCHI LINGUISTICI                                 della linguistica e della lingua dei segni italiana
CON LE PAROLE E LE FRASI                                         (LIS). La proposta consiste in una serie di attività
DOCENTI: Anna Cardinaletti, Chiara Branchini e                   ludico-didattiche basate sull’insegnamento
Francesca Volpato, Docenti di Linguistica teorica                esplicito di ipotesi linguistiche per la derivazione
e applicata e Linguistica clinica; Lingua dei segni              di frasi complesse (per esempio: il movimento
italiana; Linguistica per la sordità e i disturbi del            sintattico nelle frasi relative) e di alcuni aspetti
linguaggio, dipartimento di Studi Linguistici e                  della LIS, tra cui la dattilologia e i classificatori.
culturali comparati                                              Saranno proposti tre giochi: I like to move it,
In collaborazione con le dottorande Elena                        move it (movimento sintattico); Dattilogiochiamo
Fornasiero, Beatrice Giuliano e Silvia D’Ortenzio                (dattilologia, alfabeto manuale); Pictionary
DOVE: Mestre Campus Scientifico                                  (classificatori della LIS).
TURNI: turno A 8.45 – 10.15
           turno B 10.45 – 12.15
FASCIA D’ETÀ CONSIGLIATA: dalla 3^ classe
primaria alla 3^ classe secondaria di I° grado

 LABORATORI A VENEZIA, FONDAZIONE DI VENEZIA, DORSODURO 3488/U*
Codice__C                                                        Codice__D
LABORATORIO DI LETTURA ESPRESSIVA E                              SCIENZIATI 2.0
PRODUZIONE RADIOFONICA                                           DOCENTE: Fondazione Radio Magica Onlus
DOCENTE: Fondazione Radio Magica Onlus                           DOVE: Venezia, sede di Fondazione di Venezia
DOVE: Venezia, sede di Fondazione di Venezia                     TURNI: turno B 10.45 – 12.15
TURNI: turno A 8.45 – 10.15                                      FASCIA D’ETÀ CONSIGLIATA: 2^ alla 3^ classe
FASCIA D’ETÀ CONSIGLIATA: dalla 3^ classe                        secondaria di I° grado
primaria alla 1^ classe secondaria di I° grado                   LIMITAZIONI: il laboratorio è aperto a due classi in
LIMITAZIONI: il laboratorio è aperto a classi di                 contemporanea fino ad un max di 60 studenti
max 22 studenti
                                                                 Cinque scienziati del passato sono tornati tra
Inclusione significa anche ridurre o eliminare le                noi per incontrare le scuole secondarie di primo
barriere all’accesso di un testo scritto.                        grado e raccontare aneddoti e vicende del periodo
In questo laboratorio i partecipanti si cimenteranno             storico in cui hanno vissuto e fatto ricerca. Gli
nella realizzazione di audio clip per rendere                    studenti, durante questa singolare esperienza
accessibile il numero di giugno di Focus Junior,                 didattica, potranno intervistare dal vivo i geni del
rivista scientifica per giovani lettori. Il laboratorio si       passato, da Galileo Galilei a Rita Levi Montalcini,
suddivide in due parti, una che prevede un training di           per scoprire aneddoti e curiosità sulla loro vita e
lettura espressiva e l’altra la registrazione degli audio        sulla loro attività di ricerca.
clip in piccoli gruppi. I laboratori di Kids University          Tutti gli incontri, creati sfruttando il linguaggio
saranno raccontati nell’editoriale della rivista e gli           universale dello storytelling, saranno diffusi
audio clip saranno resi disponibili per tutti i lettori di       attraverso il sito Radio Magica e Radio Ca’ Foscari.
Focus Junior attraverso l’app Mondadori per la realtà
aumentata e sul sito di Radio Magica.

* I laboratori di VENEZIA sono ideati e realizzati per Kids University Venezia da Fondazione Radio Magica onlus – prima
web radio dedicata a tutti i bambini, che ha l’Università Ca’ Foscari tra i soci fondatori - con il supporto di Fondazione di
Venezia e la collaborazione di Radio Ca’ Foscari.
Si svolgono presso la sede di Fondazione di Venezia, Dorsoduro 3488/U, 30123 VENEZIA.
11

 MERCOLEDÌ 16 MAGGIO
                 LABORATORI A MESTRE, CAMPUS SCIENTIFICO, VIA TORINO 155

Codice__13                                            Codice__14
ANCHE LA NATURA CE LO DICE:                           TRASGRESSIONE E INCLUSIONE:
INSIEME SI STA MEGLIO!                                IL PICCOLO RIBELLE NELLA LETTERATURA
DOCENTE: Sabrina Manente, docente a contratto         DOCENTE: Valerio Vianello, docente di Letteratura
di Microbiologia per il restauro, dipartimento di     Italiana, dipartimento di Studi Umanistici
Scienze Molecolari e Nanosistemi                      DOVE: Mestre Campus Scientifico
DOVE: Mestre Campus Scientifico                       TURNI: turno A 8.45 – 10.15
TURNI: turno A 8.45 – 10.15                                      turno B 10.45 – 12.15
         turno B 10.45 – 12.15                        FASCIA D’ETÀ CONSIGLIATA: dalla 3^ classe
FASCIA D’ETÀ CONSIGLIATA: dalla 4^ classe             primaria alla 1^ classe secondaria di I° grado
primaria alla 3^ classe secondaria di I° grado
                                                      Dagli ultimi decenni dell’Ottocento si affermano
L’obiettivo del laboratorio didattico è dimostrare    nell’immaginario alcuni personaggi che guardano
come l’inclusione sia in natura una strategia         al mondo adulto senza timori reverenziali, come
ben consolidata e vincente. Mettendosi insieme        il Pinocchio di Collodi, il Gian Burrasca di Vamba,
stabilmente e funzionalmente si creano, infatti,      la Pippi Calzelunghe di Lindgren. Questi esempi
forme di vita simbiotiche come i licheni, capaci      possono offrire uno spunto utile per far pensare che
di resistere in ambienti estremi, o le micorrize,     il ribelle ha solo passioni e inclinazioni diverse e che
che aiutano le piante a crescere rigogliose. Gli      parlare di inclusione significa riconoscere i diritti
studenti potranno osservare entrambi questi           dell’altro e valorizzare la “diversità” con disponibilità
organismi al microscopio, capire le caratteristiche   al confronto.
che si acquisiscono quando si include un altro        Partendo dalla lettura di alcuni passi e dalla visione
organismo nel proprio ciclo vitale, dando origine     di filmati, gli studenti avranno modo di riflettere sul
a qualche cosa di diverso, ma con maggiore            tema attraverso un momento di discussione e di
capacità di sopravvivenza. Lo stesso processo         cimentarsi in un momento di creatività con l’invito a
si osserva in biochimica: il colore intenso di        calare le storie nella loro realtà.
alcuni vegetali deriva in realtà da più pigmenti
colorati, che cooperano tra di loro nella cellula
per un ottimale funzionamento della pianta. I
partecipanti verranno, quindi, invitati con l’aiuto   Codice__15
di semplici strumenti da laboratorio ad estrarre      LA GIUSTA OPPORTUNITÀ
il colore di foglie verdi e a scoprire (attraverso    PER OGNI BAMBINO E BAMBINA:
una cromatografia su carta) quante sono le            NESSUNO ESCLUSO
componenti che danno quello specifico colore.         DOCENTE: Anna Gimma, Comitato italiano
Suggerimenti per preparare in classe il               per l’UNICEF
laboratorio: Richiamare le caratteristiche di una     DOVE: Mestre Campus Scientifico
cellula e ricordare la suddivisione dei regni degli   TURNI: turno A 8.45 – 10.15
organismi viventi.                                             turno B 10.45 – 12.15
                                                      FASCIA D’ETÀ CONSIGLIATA: dalla 3^ classe
                                                      primaria alla 3^ classe secondaria di I° grado

                                                      Ogni bambino ha diritto ad avere le giuste
                                                      opportunità e ogni società deve renderle
                                                      accessibili a tutti, senza lasciare indietro
                                                      nessuno. Il percorso prenderà avvio dalla
                                                      Convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia
                                                      e dell’adolescenza declinando il diritto alla non
12

discriminazione nell’orizzonte specifico: dell’equità    Fabiana Fazzi, dottoranda di glottodidattica,
e dell’inclusione. Le proposte che presenteremo,         dipartimento di Studi Linguistici e Culturali
utilizzando linguaggi diversi, kit didattici, video,     Comparati; Federico Dallo, ricercatore CNR Istituto
infografiche, hanno l’obiettivo di accompagnare          per la Dinamica dei Processi Ambientali
i ragazzi in percorsi legati all’accoglienza,            DOVE: Mestre Campus Scientifico
all’inclusione, all’assunzione di responsabilità.        TURNI: turno A 8.45 – 10.15
                                                                    turno B 10.45 – 12.15
                                                         FASCIA D’ETÀ CONSIGLIATA: dalla 3^ classe
                                                         primaria alla 3^ classe secondaria di I° grado
Codice__16                                               Per secoli l’aria è stata considerata elemento
L’OSMOSI. UN PROCESSO                                    intangibile! Oggi, grazie a sistemi di analisi
DI SCAMBIO E INCLUSIONE                                  sempre più complessi e basati su analisi
DOCENTE: Angela Maria Stortini, docente di               chimiche, è possibile rilevare le particelle incluse
Chimica Analitica, dipartimento di Scienze               in questa miscela che ci circonda. Gli studenti
Molecolari e Nanosistemi                                 potranno vedere in azione una stazione meteo
DOVE: Mestre Campus Scientifico                          e capire che tipo di analisi compie. Attraverso
TURNI: turno A 8.45 – 10.15                              l’osservazione di campioni di aria filtrata in
         turno B 10.45 – 12.15                           diversi luoghi del mondo, potranno comprendere
FASCIA D’ETÀ CONSIGLIATA: dalla 5^ classe                cosa si nasconde nell’”etere” e cosa cambia tra
primaria alla 3^ classe secondaria di I° grado           le varie “arie” del mondo. Potranno osservare
                                                         come le inclusioni di aria nel ghiaccio polare ci
Dal punto di vista biologico e chimico, lo scambio       danno elementi preziosi per indagare il clima
è di vitale importanza per gli esseri viventi, a tutti   del passato, aiutandoci ad orientarci su quelle
i livelli. Durante il laboratorio gli studenti saranno   che sono le cause dei cambiamenti climatici
guidati alla scoperta di alcuni fenomeni/processi        odierni. L’attività potrà introdurre gli studenti, in
di scambio a livello cellulare -in particolare           modo graduato e corrispondente al loro livello
l’osmosi- fondamentali per molti processi biologici      scolastico, alla scoperta di alcuni termini scientifici
e per il bilancio idrico delle cellule. Si introdurrà    in lingua inglese, la lingua ufficiale della scienza,
il concetto di osmosi attraverso esperienze con          che permette ai ricercatori di tutto il mondo di
elementi vegetali di consumo quotidiano (patate,         condividere i propri risultati e collaborare.
cetrioli, pomodori), uova, piante (appassite e
idratate) e con esempi ripresi dalla natura (pesci e
mangrovie).
Suggerimenti per preparare in classe il                  Codice__18
laboratorio: Si consiglia agli insegnanti di             SVELARE L’INVISIBILE
introdurre i concetti di trasporto cellulare e           DOCENTE: Giulia Bencini, docente di Lingua
osmosi, anche grazie alle seguenti domande o             inglese, dipartimento di Studi Linguistici e Culturali
argomentazioni: Ti sei mai dimenticato di innaffiare     Comparati
una pianta per alcuni giorni e quando ritorni, hai       DOVE: Mestre Campus Scientifico
trovato tutto appassito? Perché l’acqua esce dalle       TURNI: turno A 8.45 – 10.15
cellule?                                                           turno B 10.45 – 12.15
                                                         FASCIA D’ETÀ CONSIGLIATA: dalla 3^ classe
                                                         primaria alla 3^ classe secondaria di I° grado

Codice__17                                               Il laboratorio affronta il tema della disabilità
INCLUSIONI D’ARIA: LA PARTE DEL CLIMA e il concetto di salute e benessere secondo
INVISIBILE AGLI OCCHI                 l’Organizzazione Mondiale della Sanità e secondo
DOCENTI: Warren Raymond Lee Cairns,                      gli obiettivi dello sviluppo sostenibile contenuti
ricercatore CNR Istituto per la Dinamica dei             nell’Agenda ONU 2030. Attraverso attività
Processi Ambientali e docente di chimica analitica,      esperienziali, gli studenti potranno mettersi in
dipartimento di Scienze Molecolari e Nanosistemi;        gioco ed esplorare l’ambiente che li circonda
13

facendo a meno di uno dei sensi, ad esempio                      migliorare le condizioni di vita. Le attività saranno
la vista, e cercando di orientarsi grazie all’uso                condotte grazie all’aiuto di studenti con disabilità
degli altri, ad esempio voce e tatto. Il laboratorio             iscritti all’Ateneo.
ha lo scopo di sensibilizzare lo studente sulle                  Suggerimenti per preparare in classe il
difficoltà che le persone con disabilità incontrano              laboratorio: proporre in classe un momento
giornalmente e di stimolarlo alla ricerca di                     brainstorming affrontando le diverse tipologie di
soluzioni, anche tecnologiche, che aiutino a                     disabilità conosciute dagli studenti.

 LABORATORI A VENEZIA, FONDAZIONE DI VENEZIA, DORSODURO 3488/U*

Codice__E                                                        Codice__F
LABORATORIO DI LETTURA ESPRESSIVA E                              SCIENZIATI 2.0
PRODUZIONE RADIOFONICA                                           DOCENTE: Fondazione Radio Magica Onlus
DOCENTE: Fondazione Radio Magica Onlus                           DOVE: Venezia, sede di Fondazione di Venezia
DOVE: Venezia, sede di Fondazione di Venezia                     TURNI: turno B 10.45 – 12.15
TURNI: turno A 8.45 – 10.15                                      FASCIA D’ETÀ CONSIGLIATA: 2^ alla 3^ classe
FASCIA D’ETÀ CONSIGLIATA: dalla 3^ classe                        secondaria di I° grado
primaria alla 1^ classe secondaria di I° grado                   LIMITAZIONI: il laboratorio è aperto a due classi in
LIMITAZIONI: il laboratorio è aperto a classi di                 contemporanea fino ad un max di 60 studenti
max 22 studenti
                                                                 Cinque scienziati del passato sono tornati tra
Inclusione significa anche ridurre o eliminare le                noi per incontrare le scuole secondarie di primo
barriere all’accesso di un testo scritto.                        grado e raccontare aneddoti e vicende del periodo
In questo laboratorio i partecipanti si                          storico in cui hanno vissuto e fatto ricerca. Gli
cimenteranno nella realizzazione di audio clip                   studenti, durante questa singolare esperienza
per rendere accessibile il numero di giugno di                   didattica, potranno intervistare dal vivo i geni del
Focus Junior, rivista scientifica per giovani lettori.           passato, da Galileo Galilei a Rita Levi Montalcini,
Il laboratorio si suddivide in due parti, una che                per scoprire aneddoti e curiosità sulla loro vita e
prevede un training di lettura espressiva e l’altra              sulla loro attività di ricerca.
la registrazione degli audio clip in piccoli gruppi.             Tutti gli incontri, creati sfruttando il linguaggio
I laboratori di Kids University saranno raccontati               universale dello storytelling, saranno diffusi
nell’editoriale della rivista e gli audio clip saranno           attraverso il sito Radio Magica e Radio Ca’ Foscari.
resi disponibili per tutti i lettori di Focus Junior
attraverso l’app Mondadori per la realtà aumentata
e sul sito di Radio Magica.

* I laboratori di VENEZIA sono ideati e realizzati per Kids University Venezia da Fondazione Radio Magica onlus – prima
web radio dedicata a tutti i bambini, che ha l’Università Ca’ Foscari tra i soci fondatori - con il supporto di Fondazione di
Venezia e la collaborazione di Radio Ca’ Foscari.
Si svolgono presso la sede di Fondazione di Venezia, Dorsoduro 3488/U, 30123 VENEZIA.
14

 GIOVEDÌ 17 MAGGIO
                  LABORATORI A MESTRE, CAMPUS SCIENTIFICO, VIA TORINO 155

Codice__19                                               FASCIA D’ETÀ CONSIGLIATA: dalla 3^ classe
I CARE! MI STA A CUORE, PARTECIPO                        primaria alla 3^ classe secondaria di I° grado
E PROMUOVO INCLUSIONE!
DOCENTE: Francesca Campomori, docente di                 Per secoli l’aria è stata considerata elemento
Politiche di inclusione sociale, dipartimento di         intangibile! Oggi, grazie a sistemi di analisi
Filosofia e Beni culturali                               sempre più complessi e basati su analisi
DOVE: Mestre Campus Scientifico                          chimiche, è possibile rilevare le particelle incluse
TURNI: turno A 8.45 – 10.15                              in questa miscela che ci circonda. Gli studenti
          turno B 10.45 – 12.15                          potranno vedere in azione una stazione meteo
FASCIA D’ETÀ CONSIGLIATA: dalla 4^ classe                e capire che tipo di analisi compie. Attraverso
primaria alla 1^ classe secondaria di I° grado           l’osservazione di campioni di aria filtrata in
                                                         diversi luoghi del mondo, potranno comprendere
Attraverso questo laboratorio gli studenti               cosa si nasconde nell’”etere” e cosa cambia tra
potranno sperimentare come la consapevolezza             le varie “arie” del mondo. Potranno osservare
e la partecipazione informata alla vita sociale e        come le inclusioni di aria nel ghiaccio polare ci
politica delle nostre comunità sia a tutti gli effetti   danno elementi preziosi per indagare il clima
uno strumento di inclusione, perché permette di          del passato, aiutandoci ad orientarci su quelle
smontare pregiudizi e stereotipi sulla diversità         che sono le cause dei cambiamenti climatici
percepita come ostacolo a una convivenza                 odierni. L’attività potrà introdurre gli studenti, in
pacifica. Il laboratorio si articolerà in due parti,     modo graduato e corrispondente al loro livello
una introduttiva in cui saranno presentate le            scolastico, alla scoperta di alcuni termini scientifici
caratteristiche di una democrazia partecipativa,         in lingua inglese, la lingua ufficiale della scienza,
e una interattiva, dove gli studenti, suddivisi in       che permette ai ricercatori di tutto il mondo di
piccoli gruppi, mediante giochi di ruolo potranno        condividere i propri risultati e collaborare.
immedesimarsi e sperimentare situazioni e casi a
rischio esclusione sociale, cercando di immaginare
per ogni storia un “finale diverso”.
Suggerimenti per preparare in classe il                  Codice__21
laboratorio: Proporre attività di brainstorming          SVILUPPIAMO LA “SUPERVISTA”
con gli studenti sui termini “partecipazione” e          PER SCOPRIRE LE MOLECOLE INVISIBILI
“inclusione”.                                            CHE UNISCONO
                                                         DOCENTE: Michela Signoretto, docente di Chimica
                                                         Industriale e Formulazioni, dipartimento di Scienze
Codice__20                                               Molecolari e Nanosistemi
INCLUSIONI D’ARIA: LA PARTE DEL CLIMA                    DOVE: Mestre Campus Scientifico
INVISIBILE AGLI OCCHI                                    TURNI: turno A 8.45 – 10.15
DOCENTI: Warren Raymond Lee Cairns,                               turno B 10.45 – 12.15
ricercatore CNR Istituto per la Dinamica dei             FASCIA D’ETÀ CONSIGLIATA: dalla 3^ alla 5^
Processi Ambientali e docente di chimica analitica,      classe primaria
dipartimento di Scienze Molecolari e Nanosistemi;
Fabiana Fazzi, dottoranda di glottodidattica,            Il laboratorio introduce i bambini al linguaggio
dipartimento di Studi Linguistici e Culturali            della scienza attraverso semplici attività
Comparati; Federico Dallo, ricercatore CNR Istituto      mirate a dimostrare, a partire dal tema sociale
per la Dinamica dei Processi Ambientali                  dell’inclusione, come nella realtà quotidiana
DOVE: Mestre Campus Scientifico                          vi siano numerosi esempi di cose o sostanze
TURNI: turno A 8.45 – 10.15                              apparentemente diverse e incompatibili, come per
          turno B 10.45 – 12.15                          esempio acqua ed olio, che possono però essere
15

unite e miscelate grazie alla presenza di molecole        Codice__23
“magiche”. Accompagneremo gli studenti più                PRESTAMI LE ALI.
giovani alla scoperta di queste molecole invisibili       STORIA DI CLARA LA RINOCERONTE
facendoli sentire piccoli supereroi. I partecipanti       DOCENTE: Igiaba Scego, scrittrice assegnista di
saranno divisi in piccoli gruppi e faranno                ricerca presso il Dipartimento di Studi Umanistici,
esperimenti diversi, usando piccola vetreria da           fellow dell’international Center for the Humanities
laboratorio e materie prime che loro già conoscono        and Social Change di Ca’ Foscari
in quanto presenti in casa come acqua, alcool,            DOVE: Mestre Campus Scientifico
sapone, bicarbonato, olio, ecc.                           TURNI: turno A 8.45 – 10.15
Suggerimenti per preparare in classe il                             turno B 10.45 – 12.15
laboratorio: proporre agli studenti di sperimentare       FASCIA D’ETÀ CONSIGLIATA: 3^ e 4^ classi
a casa, con l’aiuto degli adulti, a miscelare alcune      primarie
sostanze come acqua e olio per vedere cosa
accade.                                                   Il libro per bambini Prestami le ali. Storia di Clara
                                                          la rinoceronte, (Rrose Sélavy) prende le mosse
                                                          dalla storia del famoso rinoceronte indiano che
                                                          intorno al 1750 fu portato a spasso in modo
Codice__22                                                barbarico per l’Europa da un capitano olandese.
LABORATORIO DI INCLUSIONE DIGITALE:                       Il povero animale è morto in cattività, dopo aver
I SEGRETI DELLA PROGRAMMAZIONE                            passato l’esistenza ad essere trattato come un
DOCENTI: Alvise Spanò e Marta Simeoni –                   fenomeno da baraccone. Ne hanno parlato scrittori
assistenti Flaminia Luccio e Alessandra Raffaetà          e poeti settecenteschi e ci sono vari quadri che
Docenti di Informatica Del Dipartimento di Scienze        la ritraggono, tra cui uno famosissimo di Pietro
Ambientali, Informatica e Statistica                      Longhi oggi al museo Ca’ Rezzonico di Venezia che
DOVE: Mestre Campus Scientifico                           ricorda proprio la visita del rinoceronte in laguna.
TURNI: turno A 8.45 – 10.15                               La storia del libro prende spunto da questa storia
         turno B 10.45 – 12.15                            vera per stravolgerla: Clara e i suoi due amici
FASCIA D’ETÀ CONSIGLIATA: dalla 3^ classe                 (una bambina ebrea del ghetto di Venezia e uno
primaria alla 3^ classe secondaria di I° grado            schiavetto di origine africana inventati per questo
LIMITAZIONI: il laboratorio è aperto a classi di          volume) cercheranno la libertà dalla schiavitù in
max 23 studenti                                           cui sono stata costretti da una umanità avida e
                                                          crudele. Una favola, tutta ambientata a Venezia,
Il laboratorio vuole introdurre i giovani studenti        per capire quanto sia importante il valore della
ai principi della programmazione informatica              libertà.
attraverso la creazione di un semplice videogioco o       Il laboratorio consisterà in un lavoro con i bambini
di una scena animata. L’obiettivo non è                   dei manufatti artistici reali prodotti nel settecento
quello di fornire competenze tecniche, quanto             su Clara. Il tutto verrà presentato ai bambini come
piuttosto di proporre un nuovo                            un gioco e un esercizio di educazione all’immagine.
tipo di alfabetizzazione e una forma di espressione       La parte iniziale sarà dedicata tutta all’animale
personale preziosa per i futuri cittadini. I cosiddetti   rinoceronte con cui i bambini fin dall’inizio,
“nativi digitali” mostrano quotidianamente la loro        attraverso il disegno, prenderanno familiarità.
confidenza con le nuove
tecnologie, ma spesso si tratta di un utilizzo
passivo, che ignora totalmente le regole e i
meccanismi sottostanti. Il laboratorio può essere
quindi visto come un piccolo passo di inclusione
digitale.
16

 LABORATORI A VENEZIA, FONDAZIONE DI VENEZIA, DORSODURO 3488/U*

Codice__G                                                        Codice__H
LABORATORIO DI LETTURA ESPRESSIVA E                              SCIENZIATI 2.0
PRODUZIONE RADIOFONICA                                           DOCENTE: Fondazione Radio Magica Onlus
DOCENTE: Fondazione Radio Magica Onlus                           DOVE: Venezia, sede di Fondazione di Venezia
DOVE: Venezia, sede di Fondazione di Venezia                     TURNI: turno B 10.45 – 12.15
TURNI: turno A 8.45 – 10.15                                      FASCIA D’ETÀ CONSIGLIATA: 2^ alla 3^ classe
FASCIA D’ETÀ CONSIGLIATA: dalla 3^ classe                        secondaria di I° grado
primaria alla 1^ classe secondaria di I° grado                   LIMITAZIONI: il laboratorio è aperto a due classi in
LIMITAZIONI: il laboratorio è aperto a classi di                 contemporanea fino ad un max di 60 studenti
max 22 studenti
                                                                 Cinque scienziati del passato sono tornati tra
Inclusione significa anche ridurre o eliminare le                noi per incontrare le scuole secondarie di primo
barriere all’accesso di un testo scritto.                        grado e raccontare aneddoti e vicende del periodo
In questo laboratorio i partecipanti si                          storico in cui hanno vissuto e fatto ricerca. Gli
cimenteranno nella realizzazione di audio clip                   studenti, durante questa singolare esperienza
per rendere accessibile il numero di giugno di                   didattica, potranno intervistare dal vivo i geni del
Focus Junior, rivista scientifica per giovani lettori.           passato, da Galileo Galilei a Rita Levi Montalcini,
Il laboratorio si suddivide in due parti, una che                per scoprire aneddoti e curiosità sulla loro vita e
prevede un training di lettura espressiva e l’altra              sulla loro attività di ricerca.
la registrazione degli audio clip in piccoli gruppi.             Tutti gli incontri, creati sfruttando il linguaggio
I laboratori di Kids University saranno raccontati               universale dello storytelling, saranno diffusi
nell’editoriale della rivista e gli audio clip saranno           attraverso il sito Radio Magica e Radio Ca’ Foscari.
resi disponibili per tutti i lettori di Focus Junior
attraverso l’app Mondadori per la realtà aumentata
e sul sito di Radio Magica.

* I laboratori di VENEZIA sono ideati e realizzati per Kids University Venezia da Fondazione Radio Magica onlus – prima
web radio dedicata a tutti i bambini, che ha l’Università Ca’ Foscari tra i soci fondatori - con il supporto di Fondazione di
Venezia e la collaborazione di Radio Ca’ Foscari.
Si svolgono presso la sede di Fondazione di Venezia, Dorsoduro 3488/U, 30123 VENEZIA.
17

 VENERDÌ 18 MAGGIO
                 LABORATORI A MESTRE, CAMPUS SCIENTIFICO, VIA TORINO 155

Codice__24                                            Codice__25
ANCHE LA NATURA CE LO DICE:                           OK IL PREZZO È GIUSTO…OPPURE NO?
INSIEME SI STA MEGLIO!                                DECIDILO TU!
DOCENTE: Sabrina Manente, docente a contratto         DOCENTI: Caterina Cruciani, Gloria Gardenal e
di Microbiologia per il restauro, dipartimento di     Ugo Rigoni, docenti di Economia degli intermediari
Scienze Molecolari e Nanosistemi                      finanziari e Finanza aziendale, dipartimento di
DOVE: Mestre Campus Scientifico                       Management
TURNI: turno A 8.45 – 10.15                           DOVE: Mestre Campus Scientifico
         turno B 10.45 – 12.15                        TURNI: turno A 8.45 – 10.15
FASCIA D’ETÀ CONSIGLIATA: dalla 4^ classe                       turno B 10.45 – 12.15
primaria alla 3^ classe secondaria di I° grado        FASCIA D’ETÀ CONSIGLIATA: dalla 4^ classe
                                                      primaria alla 3^ classe secondaria di I° grado
L’obiettivo del laboratorio didattico è dimostrare
come l’inclusione sia in natura una strategia         Il laboratorio affronta l’importanza dell’inclusione
ben consolidata e vincente. Mettendosi insieme        finanziaria che permette, fin dalla più giovane età, di
stabilmente e funzionalmente si creano, infatti,      agire consapevolmente e di avere gli strumenti utili
forme di vita simbiotiche come i licheni, capaci      per gestire al meglio le proprie risorse economiche.
di resistere in ambienti estremi, o le micorrize,     Spesso l’esclusione finanziaria – che coinvolge
che aiutano le piante a crescere rigogliose. Gli      chi non conosce le ‘regole’ del mercato - è una
studenti potranno osservare entrambi questi           delle ragioni principali di marginalità sociale e
organismi al microscopio, capire le caratteristiche   rappresenta un ostacolo per l’orientamento delle
che si acquisiscono quando si include un altro        politiche inclusive. Attraverso attività interattive
organismo nel proprio ciclo vitale, dando origine     e giochi di ruolo gli studenti capiranno come si
a qualche cosa di diverso, ma con maggiore            determinano i prezzi e quanto potere hanno le loro
capacità di sopravvivenza. Lo stesso processo         scelte quotidiane sul mercato e sull’economia per
si osserva in biochimica: il colore intenso di        essere consumatori consapevoli già oggi e investitori
alcuni vegetali deriva in realtà da più pigmenti      consapevoli domani.
colorati, che cooperano tra di loro nella cellula
per un ottimale funzionamento della pianta. I
partecipanti verranno, quindi, invitati con l’aiuto
di semplici strumenti da laboratorio ad estrarre      Codice__26
il colore di foglie verdi e a scoprire (attraverso    INCLUSIONI D’ARIA: LA PARTE DEL CLIMA
una cromatografia su carta) quante sono le            INVISIBILE AGLI OCCHI
componenti che danno quello specifico colore.         DOCENTI: Warren Raymond Lee Cairns,
Suggerimenti per preparare in classe il               ricercatore CNR Istituto per la Dinamica dei
laboratorio: Richiamare le caratteristiche di una     Processi Ambientali e docente di chimica analitica,
cellula e ricordare la suddivisione dei regni degli   dipartimento di Scienze Molecolari e Nanosistemi;
organismi viventi.                                    Fabiana Fazzi, dottoranda di glottodidattica,
                                                      dipartimento di Studi Linguistici e Culturali
                                                      Comparati; Federico Dallo, ricercatore CNR Istituto
                                                      per la Dinamica dei Processi Ambientali
                                                      DOVE: Mestre Campus Scientifico
                                                      TURNI: turno A 8.45 – 10.15
                                                                turno B 10.45 – 12.15
                                                      FASCIA D’ETÀ CONSIGLIATA: dalla 3^ classe
                                                      primaria alla 3^ classe secondaria di I° grado
                                                      Per secoli l’aria è stata considerata elemento
18

intangibile! Oggi, grazie a sistemi di analisi            argomentazioni: Ti sei mai dimenticato di innaffiare
sempre più complessi e basati su analisi                  una pianta per alcuni giorni e quando ritorni, hai
chimiche, è possibile rilevare le particelle incluse      trovato tutto appassito? Perché l’acqua esce dalle
in questa miscela che ci circonda. Gli studenti           cellule?
potranno vedere in azione una stazione meteo
e capire che tipo di analisi compie. Attraverso
l’osservazione di campioni di aria filtrata in
diversi luoghi del mondo, potranno comprendere            Codice__28
cosa si nasconde nell’”etere” e cosa cambia tra           LE STEM, QUESTE SCONOSCIUTE. PAROLE
le varie “arie” del mondo. Potranno osservare             DA SMONTARE E RIMONTARE PER IMPARARE
come le inclusioni di aria nel ghiaccio polare ci         DOCENTE: Anna Cardinaletti, docente di
danno elementi preziosi per indagare il clima             Linguistica teorica e applicata e Linguistica
del passato, aiutandoci ad orientarci su quelle           clinica, dipartimento di Studi Linguistici e culturali
che sono le cause dei cambiamenti climatici               comparati
odierni. L’attività potrà introdurre gli studenti, in     DOVE: Mestre Campus Scientifico
modo graduato e corrispondente al loro livello            TURNI: turno A 8.45 – 10.15
scolastico, alla scoperta di alcuni termini scientifici              turno B 10.45 – 12.15
in lingua inglese, la lingua ufficiale della scienza,     FASCIA D’ETÀ CONSIGLIATA: dalla 3^ classe
che permette ai ricercatori di tutto il mondo di          primaria alla 3^ classe secondaria di I° grado
condividere i propri risultati e collaborare.
                                                          Le STEM presentano un lessico specialistico
                                                          lontano dal lessico della lingua quotidiana, formato
                                                          da parole complesse di origine latina o greca e da
Codice__27                                                prestiti da altre lingue. Questo può rappresentare
L’OSMOSI. UN PROCESSO                                     un ostacolo all’apprendimento, in particolare per
DI SCAMBIO E INCLUSIONE                                   studenti con DSA e disturbi del linguaggio.
DOCENTE: Angela Maria Stortini, docente di                Lo scopo del laboratorio è quello di imparare a
Chimica Analitica, dipartimento di Scienze                “smontare” le parole nelle loro componenti (idro,
Molecolari e Nanosistemi                                  idr-ico; elettr-ico), a cercare le stesse componenti
DOVE: Mestre Campus Scientifico                           in altre parole (es. idro-elettrico, idro-carburi) e a
TURNI: turno A 8.45 – 10.15                               cercare lo stesso significato in parole diverse (es.
         turno B 10.45 – 12.15                            acqua, idro-, idr-ico). L’attività sarà svolta per mezzo
FASCIA D’ETÀ CONSIGLIATA: dalla 5^ classe                 di una didattica laboratoriale in cui gli studenti
primaria alla 3^ classe secondaria di I° grado            lavoreranno in prima persona nella scoperta delle
                                                          regole con cui si formano le parole del lessico
Dal punto di vista biologico e chimico, lo scambio        specialistico. Questo permette di memorizzare
è di vitale importanza per gli esseri viventi, a tutti    meglio il lessico specialistico e di acquisire una
i livelli. Durante il laboratorio gli studenti saranno    capacità “predittiva” sul significato delle parole
guidati alla scoperta di alcuni fenomeni/processi         che si incontreranno procedendo nel percorso
di scambio a livello cellulare -in particolare            formativo. Questa consapevolezza permetterà
l’osmosi- fondamentali per molti processi biologici       anche di acquisire più facilmente il lessico delle
e per il bilancio idrico delle cellule. Si introdurrà     STEM in altre lingue, essendo anche questo basato
il concetto di osmosi attraverso esperienze con           su parole di origine latina o greca.
elementi vegetali di consumo quotidiano (patate,          Suggerimenti per preparare in classe il laboratorio:
cetrioli, pomodori), uova, piante (appassite e            Preparare una lista di parole “complesse” delle STEM
idratate) e con esempi ripresi dalla natura (pesci e      da analizzare insieme nel laboratorio.
mangrovie).
Suggerimenti per preparare in classe il
laboratorio: Si consiglia agli insegnanti di
introdurre i concetti di trasporto cellulare e
osmosi, anche grazie alle seguenti domande o
19

 LABORATORI A VENEZIA, FONDAZIONE DI VENEZIA, DORSODURO 3488/U*

Codice__I                                                        Codice__L
LABORATORIO DI LETTURA ESPRESSIVA E                              SCIENZIATI 2.0
PRODUZIONE RADIOFONICA                                           DOCENTE: Fondazione Radio Magica Onlus
DOCENTE: Fondazione Radio Magica Onlus                           DOVE: Venezia, sede di Fondazione di Venezia
DOVE: Venezia, sede di Fondazione di Venezia                     TURNI: turno B 10.45 – 12.15
TURNI: turno A 8.45 – 10.15                                      FASCIA D’ETÀ CONSIGLIATA: 2^ alla 3^ classe
FASCIA D’ETÀ CONSIGLIATA: dalla 3^ classe                        secondaria di I° grado
primaria alla 1^ classe secondaria di I° grado                   LIMITAZIONI: il laboratorio è aperto a due classi in
LIMITAZIONI: il laboratorio è aperto a classi di                 contemporanea fino ad un max di 60 studenti
max 22 studenti
                                                                 Cinque scienziati del passato sono tornati tra
Inclusione significa anche ridurre o eliminare le                noi per incontrare le scuole secondarie di primo
barriere all’accesso di un testo scritto.                        grado e raccontare aneddoti e vicende del periodo
In questo laboratorio i partecipanti si                          storico in cui hanno vissuto e fatto ricerca. Gli
cimenteranno nella realizzazione di audio clip                   studenti, durante questa singolare esperienza
per rendere accessibile il numero di giugno di                   didattica, potranno intervistare dal vivo i geni del
Focus Junior, rivista scientifica per giovani lettori.           passato, da Galileo Galilei a Rita Levi Montalcini,
Il laboratorio si suddivide in due parti, una che                per scoprire aneddoti e curiosità sulla loro vita e
prevede un training di lettura espressiva e l’altra              sulla loro attività di ricerca.
la registrazione degli audio clip in piccoli gruppi.             Tutti gli incontri, creati sfruttando il linguaggio
I laboratori di Kids University saranno raccontati               universale dello storytelling, saranno diffusi
nell’editoriale della rivista e gli audio clip saranno           attraverso il sito Radio Magica e Radio Ca’ Foscari.
resi disponibili per tutti i lettori di Focus Junior
attraverso l’app Mondadori per la realtà aumentata
e sul sito di Radio Magica.

* I laboratori di VENEZIA sono ideati e realizzati per Kids University Venezia da Fondazione Radio Magica onlus – prima
web radio dedicata a tutti i bambini, che ha l’Università Ca’ Foscari tra i soci fondatori - con il supporto di Fondazione di
Venezia e la collaborazione di Radio Ca’ Foscari.
Si svolgono presso la sede di Fondazione di Venezia, Dorsoduro 3488/U, 30123 VENEZIA.
Puoi anche leggere
DIAPOSITIVE SUCCESSIVE ... Annulla