Metro per metro - Condizioni di polizza

Metro per metro - Condizioni di polizza

metro per metro Condizioni di polizza Ed. 07.2001

Metro per metro - Condizioni di polizza

Gentile cliente, nel ringraziarla per aver scelto il gruppo Zurich Italia, la invitiamo a leggere con attenzione le condizioni riportate nel presente libretto. In caso di dubbi o necessità, potrà telefonare al Suo Intermediario assicurativo Zurich oppure rivolgersi al servizio clienti Zurich (0259662510). Per una migliore consultazione, tenga presente che il contratto di assicurazione è composto da: - il presente “libretto”(Mod. 1620) che riporta le descrizioni delle garanzie e le Condizioni Generali di Assicurazione; - una scheda amministrativa (Mod.

1621) nella quale vengono riportati i suoi dati anagrafici e gli estremi della copertura assicurativa, tra i quali anche le forme o le opzioni prescelte delle singole garanzie.

Per semplificare la consultazione, il presente “libretto” è stato diviso in 7 sezioni e corredato da un modulo per la denuncia di eventuali sinistri. per una migliore consultazione

Metro per metro - Condizioni di polizza

Il testo della presente polizza modello 1620 ed. 07/2001 è stato depositato presso lo Studio Notarile Dott. Claudio Luppi in Milano in data 23/07/2001, con atto n. 135928/14857 di repertorio.

Metro per metro - Condizioni di polizza

IN CASO DI SINISTRO PER CAPIRE MEGLIO ALCUNI TERMINI CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE ASSISTENZA FAMIGLIA DANNI A TERZI FURTO indice Cosa e come assicuriamo 7 Delimitazioni ed esclusioni 10 Definizioni 5 Cosa e come assicuriamo 11 Delimitazioni ed esclusioni 13 INCENDIO/FURTO Come indennizziamo i Danni alle proprie cose e il Furto 14 Cosa e come assicuriamo 17 Delimitazioni ed esclusioni 18 Come risarcisce la Compagnia in caso di sinistro 19 Cosa e come assicuriamo 20 Delimitazioni ed esclusioni 22 In caso di sinistro 22 Condizioni generali 23 Cosa fare in caso di sinistro 25 Modulo denuncia sinistro 27 INCENDIO E DANNI ALLE PROPRIE COSE

5 Ai seguenti termini viene attribuito il significato qui precisato:
  • Abitazione/dimora abituale: casa unifamiliare od appartamento, comprese le pertinenze quali cantine, soffitte, box anche se in corpi separati, ove l’Assicurato e/o i suoi familiari conviventi ed il “convivente more uxorio”, abbiano residenza anagrafica, ovvero ove gli stessi risiedano per la maggior parte dell’anno, posta in territorio italiano. Abitazione di tipo A: appartamento facente parte di fabbricato destinato ad abitazioni tra loro contigue, sovrastanti o sottostanti ma non intercomunicanti, ciascuna con proprio accesso dall’interno ma con accesso comune dall’esterno del fabbricato (es. appartamento in condominio) Abitazione di tipo B: casa unifamiliare, villa o appartamento facente parte di fabbricato destinato ad abitazioni tra loro contigue, sovrastanti o sottostanti ma non intercomunicanti, ciascuna con proprio accesso dall’esterno del fabbricato (es. villetta a schiera).
  • Abitazione/dimora saltuaria: casa unifamiliare od appartamento, comprese le pertinenze quali cantine, soffitte, box anche se in corpi separati, ove l’Assicurato non dimori abitualmente, posta in territorio italiano. La multiproprietà non è considerata dimora saltuaria.
  • Animali domestici: cani, gatti, cavalli da sella, pesci, criceti, uccelli.
  • Assicurato: soggetto il cui interesse è protetto dall’Assicurazione.
  • Cassaforte o armadio corazzato: mobile con pareti e battenti di spessore adeguato, costruiti usando materiali specifici di difesa ed accorgimenti difensivi atti ad opporre valida resistenza ai tentativi di effrazione. La corazzatura deve costituire un complesso monolitico dove materiali specifici ed accorgimenti difensivi si integrano fra di loro per la massima difesa.
  • Cassette di sicurezza: mobili studiati e realizzati per la custodia dei valori.
  • Compagnia: è la Società Assicuratrice ovvero Zurich Insurance plc - Rappresentanza Generale per l’Italia.
  • Contenuto: per contenuto s’intende: - tutto quanto serve per uso domestico e personale dell’Assicurato, dei suoi familiari conviventi e dei suoi collaboratori domestici, presente nella dimora abituale o saltuaria dell’Assicurato; impianti di prevenzione e di allarme; il tutto anche se di proprietà di terzi; - valori, raccolte e collezioni, gioielli e preziosi; - migliorie apportate all’abitazione dal locatario anche se rientranti nella voce “Fabbricato”.
  • Sono esclusi veicoli a motore, natanti e/o loro parti. Sono altresì esclusi gli animali.
  • Contraente: il soggetto che stipula la polizza nell’interesse proprio e/o di altre persone.
  • Effetti personali: valori, oggetti di solo uso personale, indumenti e relativi accessori. Non sono considerati effetti personali: biciclette, veicoli a motore e loro parti, natanti e loro parti, sci e racchette da sci.
  • Esplosione: sviluppo di gas o vapori ad alta temperatura e pressione, dovuto a reazione chimica che si auto-propaga con elevata velocità.

Fabbricato: per fabbricato s’intende: - l’edificio o porzione di edificio occupato dai locali di proprietà o in locazione all’Assicurato, costituenti la sua dimora abituale o saltuaria, comprese le opere di fondazione o interrate nonché la quota delle parti di fabbricato costituente proprietà comune; - tutti gli impianti od installazioni considerati fissi per natura e destinazione, comprese le piscine, le recinzioni, le cancellate ed i cancelli; - pertinenze quali cantine, soffitte, box anche se in corpi separati; - vetri e specchi stabilmente collocati su porte, finestre, porte finestre, vetrate e pareti; - opere d’arte fisse di valore singolo non superiore a 5.000 Euro.

I muri di contenimento sono esclusi dal fabbricato. definizioni PER CAPIRE MEGLIO ALCUNI TERMINI

  • Fenomeno elettrico: azione di correnti o scariche elettriche da qualunque causa provocate.
  • Franchigia: l’importo prestabilito che in caso di sinistro viene detratto dall’indennizzo o dal risarcimento determinati a termini di contratto e che rimane a carico dell’Assicurato.
  • Furto: impossessamento di cosa mobile altrui, sottraendola a chi la detiene, al fine di trarne profitto per sé o per altri.
  • Furto con destrezza: furto commesso con speciale abilità eludendo l’attenzione del derubato e di altre persone presenti.
  • Gioielli e preziosi: oggetti d’oro, d’argento o di platino, pietre preziose, perle naturali e di coltura e relative raccolte e collezioni.
  • Incendio: combustione con fiamma, di beni materiali al di fuori di appropriato focolare, che può autoestendersi o propagarsi. Non sono considerate incendio le bruciature non accompagnate da sviluppo di fiamma.
  • Indennizzo: la somma dovuta dalla Compagnia all’Assicurato in caso di sinistro.
  • Inondazione/alluvione: fuoriuscita d’acqua e quanto da essa trasportato dalle usuali sponde di corsi d’acqua o bacini; - l’inondazione si caratterizza come esteso allagamento provocato dallo straripamento di corsi d’acqua o bacini, a seguito di qualsivoglia causa; - per alluvione si intende una fattispecie più specifica di inondazione provocata da piogge eccezionali.
  • Lastre: vetri, cristalli e specchi, semplici o stratificati, anche lavorati e decorati, fissi nelle loro installazioni o scorrevoli su guide.
  • Pertinenze: locali quali cantine, soffitte, box anche se in corpi separati di fabbricato.
  • Polizza: il documento che prova l’assicurazione.
  • Premio: la somma dovuta dal Contraente alla Compagnia.
  • Primo rischio assoluto: forma di assicurazione in base alla quale la somma assicurata può corrispondere solo ad una parte del valore complessivo delle cose assicurate, che costituisce il limite massimo di indennizzo e che viene riconosciuto indipendentemente dalla relazione con il valore totale del bene.
  • Rapina: sottrazione di cosa mobile altrui mediante violenza o minaccia alla persona che la detiene.
  • Risarcimento: la somma dovuta dalla Compagnia al danneggiato a seguito di sinistro.
  • Rischio: la probabilità che si verifichi il sinistro.
  • Scippo: furto commesso strappando la cosa mobile di mano o di dosso alla persona che la detiene.
  • Scoperto: percentuale dell’ammontare del danno a termini di polizza che rimane a carico dell’Assicurato per ciascun sinistro.
  • Scoppio/implosione: repentino dirompersi o cedere di contenitori e tubazioni per eccesso o difetto di pressione.
  • Sinistro: il verificarsi dell’evento dannoso per il quale è prestata l’assicurazione.
  • Superficie commerciale: criterio di stima della superficie degli appartamenti usualmente adottato per il calcolo del valore degli immobili nei contratti di compravendita.
  • Territorio Italiano: quello della Repubblica Italiana, della Città del Vaticano, della Repubblica di San Marino.
  • Valore a nuovo: s’intende: - per il fabbricato, il costo di riparazione o di ricostruzione a nuovo con analoghe caratteristiche costruttive (esclusa l’area); - per il contenuto, il costo di rimpiazzo delle cose assicurate con altre nuove uguali oppure, in mancanza, equivalenti per uso, qualità e destinazione.
  • Valore totale: forma di assicurazione in base alla quale la somma assicurata deve corrispondere al valore totale complessivo delle cose assicurate; se al momento del sinistro il valore totale reale risultasse superiore alla somma assicurata, si applicherà la regola proporzionale di cui all’art. 1907 del Codice Civile, ovvero si decurterà l’indennizzo di una percentuale pari alla differenza tra il valore totale (dichiarato in polizza) e quello reale (definito dalla perizia)
  • Valori: denaro e titoli di credito.

7 INCENDIO E DANNI ALLE PROPRIE COSE Colpa grave I danni causati dagli “Eventi coperti” vengono indennizzati anche se causati con colpa grave dell’Assicurato e/o dei familiari conviventi. Eventi coperti - Forma di garanzia standard. a) Incendio; b) Fulmine; c) Azione di correnti, scariche od altri fenomeni elettrici da qualunque causa provocati, con il limite di indennizzo di 500 Euro per sinistro e per anno assicurativo. Non saranno rimborsati i primi 50 Euro per sinistro; d) Scoppio, esplosione ed implosione anche esterni compresi quelli di materie o sostanze esplosive detenute dall’Assicurato e consentite per legge, nonché di altri esplosivi presenti a sua insaputa anche nelle immediate vicinanze; e) Rovina di ascensori e montacarichi a seguito di rottura congegni; f) Urto di veicoli stradali, esclusi quelli dell’Assicurato; g) Fumo, gas, vapori fuoriusciti a seguito di guasto accidentale degli impianti termici esistenti nel fabbricato, oppure sviluppatisi da eventi garantiti in polizza che abbiano colpito anche cose diverse da quelle assicurate; h) Guasti cagionati allo scopo di impedire o limitare i danni causati dagli eventi assicurati.

Spese demolizione e sgombero Sono comprese le spese necessarie per demolire, sgomberare, trasportare al più vicino scarico i residuati del sinistro, sino al 5% dell’indennizzo liquidabile a termini di polizza a partire da 250 Euro, fermo quanto previsto alla voce “Limite massimo di indennizzo” del capitolo “in caso di sinistro” Incendio/Furto. È assicurato l’indennizzo dei danni materiali e diretti arrecati al fabbricato e/o al contenuto esclusivamente dagli “Eventi coperti” previsti dalla forma di garanzia prescelta ed indicata in polizza (forma standard o completa).

Per quanto riguarda il contenuto, i valori, i preziosi, le collezioni, le pellicce, i quadri, gli arazzi, i tappeti sono assicurati anche quando custoditi temporaneamente in Istituti di custodia specializzati.

Gli effetti personali sono assicurati anche quando posti in locali temporaneamente abitati dall’Assicurato e/o da persone con lui conviventi, comprese dimore saltuarie, siti in luoghi diversi da quelli indicati in polizza purché in territorio Europeo. L’assicurazione viene prestata, relativamente al fabbricato, garantendo il costo di riparazione o ricostruzione (valore a nuovo).

L’assicurazione viene prestata, relativamente al contenuto, a primo rischio assoluto. Buona fede L’Assicurazione presuppone la buona fede del Contraente. Per la Compagnia, infatti, le inesatte o incomplete dichiarazioni rese all’atto della stipulazione della polizza, così come la mancata comunicazione da parte dell’Assicurato/Contraente di mutamenti aggravanti il rischio, non comporteranno decadenza del diritto al risarcimento né riduzione dello stesso, sempreché tali inesattezze od omissioni non investano le caratteristiche essenziali e durevoli del rischio e l’Assicurato/Contraente abbia agito senza dolo e colpa grave.

La Compagnia ha peraltro il diritto di percepire la differenza di premio corrispondente al maggior rischio a decorrere dal momento in cui la circostanza si è verificata. cosa e come assicuriamo

8 Indennità aggiuntiva All’Assicurato verrà inoltre riconosciuta una somma forfettaria fino al 10% dell’indennizzo liquidato per Fabbricato, Rischio Locativo e Contenuto, fermo quanto previsto alla voce “Limite massimo di indennizzo” del capitolo “come indennizziamo” Incendio/Furto per le seguenti spese in quanto sostenute e documentate: - mancato godimento dei locali o perdita della pigione; - spese di trasferimento e/o soggiorno in albergo sostenute dall’Assicurato per sé e per i suoi familiari conviventi; - onorari a Periti, Consulenti, Ingegneri, Architetti; - oneri di urbanizzazione dovuti al Comune; - ricostruzione di documenti, attestati, diplomi, titoli di credito (procedura di ammortamento); - rimozione e ricollocamento del contenuto; - altri oneri incombenti all’Assicurato.

Rischio locativo Questa forma è riservata agli Assicurati che non siano proprietari dei locali, ma che debbano comunque rispondere nei casi di loro responsabilità ai termini degli art. 1588, 1589 e 1611 del Codice Civile. In tali casi, la Compagnia risponde dei danni materiali e diretti cagionati ai locali tenuti in locazione da incendio od altro evento garantito previsto nella presente sezione, dalla forma di garanzia prescelta, nei limiti della somma assicurata.

Ricorso terzi e/o locatari La Compagnia risponde, fino al massimale indicato in polizza, delle somme che l’Assicurato sia tenuto a corrispondere per capitale, interessi e spese - quale civilmente responsabile ai sensi di legge – per danni materiali e diretti cagionati alle cose di terzi e/o dei locatari da sinistro indennizzabile a termini della voce “Eventi coperti” della presente sezione previsti dalla forma di garanzia prescelta. Ai soli fini della garanzia Ricorso Terzi l’assicurazione è estesa ai danni derivanti da interruzioni o sospensioni - totali o parziali - dell’utilizzo di beni, nonché di attività industriali, commerciali, artigianali, agricole o di servizi, sino alla concorrenza del 10% del massimale stabilito.

Non sono comunque considerati terzi: il coniuge o il convivente “more uxorio”, i genitori, i figli dell’Assicurato, ogni altro parente o persona con lui convivente nonché le persone che si trovino con loro in rapporti di lavoro anche occasionali. L’Assicurato deve immediatamente informare la Compagnia delle procedure civili o penali promosse contro di lui, fornendo tutti i documenti e le prove utili alla difesa e la Compagnia avrà la facoltà di assumere la direzione della causa e la difesa dell’Assicurato.

L’Assicurato deve astenersi da qualunque transazione o riconoscimento della propria responsabilità senza il consenso della Compagnia.

Eventi coperti Forma di garanzia completa (le garanzie sottoindicate si intendono operanti, in aggiunta a quelle previste nella forma di garanzia standard) Rottura di lastre È assicurato l’indennizzo dei danni materiali e diretti conseguenti a rottura di lastre stabilmente collocate su finestre, porte, porte finestre, tavoli, vetrine, mensole e mobili. La garanzia non comprende: a) le rotture derivanti da vizio di costruzione o difetto di installazione; b) le rotture verificatesi in occasione di traslochi, riparazioni o lavori in genere che richiedano la prestazione di operai,

9 nonché in occasione di lavori sulle lastre stesse; c) le rotture di lucernari. L’assicurazione per tale garanzia è prestata a primo rischio assoluto fino a concorrenza di 1.000 Euro per sinistro con una franchigia di 50 Euro. Eventi atmosferici È assicurato l’indennizzo dei danni materiali e diretti derivanti da: Uragani, bufere, tempeste, grandine, vento e trombe d’aria e cose da essi trasportate, compresi i danni di bagnamento da essi direttamente provocati all’interno dei locali ed al loro contenuto, avvenuti contestualmente all’evento atmosferico stesso, nonché quelli arrecati al fabbricato ed al contenuto dalla caduta di alberi provocata dai predetti eventi, con esclusione: - dei danni provocati da acqua e/o grandine penetrata attraverso finestre e/o lucernari lasciati aperti o da aperture prive di protezione; - dei danni provocati da accumulo esterno di acqua; - delle antenne, dei collettori solari, tettoie, verande, serre e quanto in esse riposto, nonché di simili installazioni esterne; - dei primi 150 Euro per sinistro.

Danni da acqua È assicurato, con il limite massimo di 1.500 Euro, l’indennizzo dei danni materiali e diretti derivanti da acqua fuoriuscita a seguito di rottura accidentale di pluviali, grondaie, impianti fissi idrici, igienico sanitari e di condizionamento installati nei muri e nei pavimenti del fabbricato assicurato e di sua esclusiva pertinenza, con esclusione: - delle spese di ricerca e di riparazione della rottura, nonché delle spese sostenute per lo smantellamento e/o il ripristino di parti del fabbricato allo scopo di ricercare ed eliminare il danno; - dei primi 150 Euro per sinistro.

Spese demolizione e sgombero Il limite di rimborso per le spese necessarie per demolire, sgomberare, trasportare al più vicino scarico i residuati del sinistro viene elevato al 10% dell’indennizzo liquidabile a termine di polizza. Questo in deroga a quanto previsto nella corrispondente voce della forma di garanzia standard. Eventi socio-politici È assicurato l’indennizzo dei danni materiali e diretti conseguenti ad atti vandalici e dolosi verificatisi anche in occasione di scioperi, tumulti e sommosse, nonché atti di terrorismo e sabotaggio, con esclusione dei primi 150 Euro per sinistro.

10 Sono esclusi i danni: - causati con dolo dell’Assicurato o del Contraente; - causati da alluvioni o inondazioni, terremoti, maremoti, eruzioni vulcaniche, franamenti e smottamenti del terreno, crollo e collasso strutturale, fatti di guerra e insurrezioni; - causati da gelo, sovraccarico di neve, umidità, stillicidio, traboccamenti, rigurgito e occlusione dei sistemi di scarico, nonché da infiltrazioni di acqua piovana; - a cose mobili all’aperto, ad alberi, fiori e coltivazioni in genere; - subiti dalle scorte domestiche in refrigerazione per effetto di mancata od anormale produzione o distribuzione del freddo o di fuoriuscita del fluido frigorigeno, anche se conseguenti ad eventi per i quali è prestata l’assicurazione; - conseguenti a furto e rapina; - indiretti e che non riguardino la materialità delle cose assicurate, salvo quanto previsto alla voce “Indennità aggiuntiva” del capitolo “Cosa e come assicuriamo”; - da imbrattamento.

Caratteristiche del fabbricato Le garanzie sono operative a condizione che i fabbricati: - siano costruiti in cemento armato, laterizi, pietra, conglomerati artificiali incombustibili, metallo, elementi prefabbricati cementizi, vetrocemento; sono ammessi materiali diversi nei solai, nelle strutture portanti del tetto, nei rivestimenti e nelle coibentazioni; - siano adibiti per almeno 2/3 della superficie complessiva dei piani ad abitazioni, uffici e studi professionali; - siano ubicati in territorio italiano. delimitazioni ed esclusioni (per tutte le forme di garanzia)

11 FURTO cosa e come assicuriamo È assicurato l’indennizzo per la perdita del contenuto posto nei locali di abitazione indicati in polizza in conseguenza degli “Eventi coperti” previsti dalla forma di garanzia prescelta ed indicata in polizza. L’assicurazione viene prestata a primo rischio assoluto. Limiti di indennizzo La garanzia vale sino ai seguenti limiti sulla somma assicurata: Categorie di Beni Contenuto della dimora assicurata di uso domestico e personale (mobili, vestiario, elettrodomestici, dotazioni domestiche, impianti di prevenzione e di allarme).

Gioielli, preziosi, titoli di credito, raccolte e collezioni, pellicce, tappeti, arazzi, quadri, sculture e simili oggetti d’arte, oggetti e servizi di argenteria.

a) Denaro b) mobilio, arredamento, vestiario, provviste, attrezzi e dotazioni comuni contenuti in locali di ripostiglio, di pertinenza del fabbricato ma non comunicanti con i locali di abitazione Limite di indennizzo dimora abituale Limite di indennizzo dimora saltuaria 100% della somma assicurata 80% della somma assicurata 50% della somma assicurata 40% della somma assicurata 5% della somma assicurata 4% della somma assicurata Eventi coperti Forma di garanzia standard - Furto commesso con rottura o scasso delle difese esterne dei locali e dei relativi mezzi di protezione e di chiusura (porte, finestre, tapparelle e quanto normalmente previsto nelle abitazioni civili) o commesso con uso fraudolento di chiavi, grimaldelli o arnesi, oppure praticando un’apertura o breccia nei soffitti, nei pavimenti o nei muri dei locali stessi.

Le difese esterne ed i mezzi devono avere almeno le caratteristiche di cui alla voce “Mezzi di chiusura” del capitolo “Delimitazioni”.

Furto in modo clandestino, commesso cioè da persone rimaste clandestinamente nei locali e che abbiano asportato, poi, la refurtiva a locali chiusi. Il tutto in assenza dell’assicurato o delle persone con lui conviventi. - Furto durante la presenza in casa dell’Assicurato o delle persone con lui conviventi, avvenuto con introduzione dei ladri a loro insaputa e con mezzi di chiusura dei locali non posti in essere, con un massimo di indennizzo pari al 75% dell’importo liquidabile a termini di polizza.

Furto con scalata commesso, cioè, mediante introduzione nei locali per via diversa da quella ordinaria;

12 - Rapina avvenuta nei locali anche nel caso in cui le persone sulle quali viene fatta violenza o minaccia vengano prelevate dall’esterno e siano costrette a recarsi nei locali stessi. Eventi coperti Forma di garanzia completa (le garanzie sottoindicate si intendono operanti, in aggiunta agli eventi coperti previsti nella forma di garanzia standard) La garanzia comprende inoltre l’indennizzo dei danni conseguenti a: - Guasti cagionati dai ladri alle cose assicurate, compresi impianti di protezione e di allarme; - Guasti cagionati dai ladri ai locali ed agli infissi con il limite di 1.000 Euro; - Atti vandalici o dolosi alle cose assicurate, poste nei locali dell’abitazione indicata in polizza, in occasione di furto, tentato furto, rapina; - Furto o smarrimento di effetti personali contenuti nel bagaglio aereo durante i viaggi dell’Assicurato, fino a 250 Euro, con esclusione di gioielli, preziosi, denaro e valori, macchine fotografiche e cinematografiche.

Tale garanzia s’intende valida sempre che l’Assicurato abbia fatto regolare denuncia al vettore-aereo; - Furto commesso nei locali dell’abitazione indicata in polizza, dagli addetti ai servizi domestici, in servizio anche non continuativo ed anche se non a libro paga, purché l’Assicurato denunci l’infedeltà del collaboratore all’Autorità competente ed esibisca copia di tale denuncia vistata dall’Autorità alla Compagnia. Ciò a parziale deroga delle “Esclusioni” più avanti riportate. Tale garanzia è prestata sino al 10% della somma assicurata, con il massimo del 20% di ogni limite di indennizzo; - Furto e rapina fuori residenza di capi di vestiario ed oggetti personali, valori e preziosi quando portati dall’Assicurato e dai suoi familiari conviventi in locali di villeggiatura di terzi.

Tale garanzia è valida solo durante il periodo di soggiorno e sino a 1.500 Euro per ogni sinistro, fermi restando i limiti di indennizzo previsti.

Indennità aggiuntiva La Compagnia riconoscerà all’Assicurato una somma forfettaria fino al 10% dell’indennizzo liquidato ai termini di polizza, fermo quanto previsto alla voce “Limite massimo di indennizzo” del capitolo “come indennizziamo” Incendio/Furto, per le seguenti spese in quanto sostenute e documentate: - onorari del Perito scelto dall’Assicurato in conformità a quanto previsto alla voce “Procedura per la valutazione del danno” del capitolo “come indennizziamo” Incendio/Furto; - costi sostenuti per la documentazione del danno; - costi per il rifacimento e la duplicazione di documenti sottratti all’interno dei locali; - altri oneri o costi incombenti all’Assicurato a seguito del sinistro indennizzabile ai termini di polizza, quali, ad esempio, il potenziamento dei mezzi di chiusura e protezione danneggiati.

13 Mezzi di chiusura La garanzia è operante a condizione che i mezzi posti a chiusura ed a protezione delle aperture dell’abitazione (quali porte, tapparelle, serramenti in genere, e quant’altro di inerente) siano almeno quelli usualmente installati nelle abitazioni private. Nel caso le aperture dell’abitazione siano poste a meno di 4 metri di altezza dal suolo o superfici praticabili e l’abitazione medesima rimanga incustodita, il furto avvenuto con introduzione del ladro mediante la rottura del solo vetro o cristallo (entrambi non antisfondamento) è comunque egualmente risarcibile con la decurtazione del 25% dell’importo liquidabile (scoperto a carico dell’Assicurato).

Esclusioni Sono esclusi dall’assicurazione i danni: a) a cose all’aperto o poste in spazi di uso comune; b) verificatisi in occasione di incendi, esplosioni, scoppi, trombe d’aria, uragani, ed altri sconvolgimenti della natura, atti di guerra anche civile, invasione, occupazione militare, ostilità (con o senza dichiarazione di guerra), terrorismo o sabotaggio organizzato, rivolta, scioperi, tumulti popolari, sommosse; c) agevolati dall’Assicurato o dal Contraente con dolo o colpa grave nonché i danni commessi od agevolati con dolo o colpa grave da: - persone che abitano con l’Assicurato od il Contraente od occupano i locali contenenti le cose assicurate o locali con questi comunicanti; - persone del fatto delle quali l’Assicurato od il Contraente deve rispondere; - incaricati della sorveglianza delle cose stesse o dei locali che le contengono; - persone legate all’Assicurato od al Contraente da vincoli di parentela o affinità che rientrino nella previsione dell’art.

649 del Codice Penale (n.1,2,3) anche se non coabitanti; d) causati alle cose assicurate da incendi, esplosioni o scoppi, provocati dai ladri, anche in caso di tentato furto; e) alle cose assicurate, in locali adibiti a dimora abituale, che rimangano disabitati per più di 60 giorni consecutivi, avvenuti a partire dalle ore 24 del sessantesimo giorno.

Relativamente a gioielli, preziosi, carte valori, titoli di credito in genere, denaro, raccolte e collezioni, l’esclusione decorre dalle ore 24 del ventunesimo giorno. Restano altresì esclusi i danni derivanti dal mancato godimento od uso delle cose assicurate, di altri eventuali pregiudizi o dei profitti sperati. Recupero della refurtiva Se le cose rubate vengono recuperate in tutto o in parte, l’Assicurato deve darne avviso alla Compagnia appena ne abbia notizia. Le cose recuperate divengono di proprietà della Compagnia se questa ha risarcito integralmente il danno. Se invece la compagnia ha risarcito il danno soltanto in parte, il valore del recupero spetta all’Assicurato fino ad un importo pari alla parte di danno eventualmente rimasta scoperta di assicurazione; il resto spetta alla Compagnia.

delimitazioni ed esclusioni (per tutte le forme di garanzia)

come indennizziamo i Danni alle proprie cose e il Furto Procedura per la valutazione del danno - L’ammontare del danno è concordato con le seguenti modalità: a) direttamente dalla Compagnia, o persona da questa incaricata, con il Contraente o persona da lui designata; oppure, a richiesta di una delle Parti b) tra due Periti nominati uno dalla Compagnia ed uno dal Contraente con apposito atto unico. I due Periti devono nominarne un terzo quando si verifichi disaccordo fra loro ed anche prima su richiesta di uno di essi.

Il terzo Perito interviene soltanto in caso di disaccordo e le decisioni sui punti controversi sono prese a maggioranza. Ciascun Perito ha facoltà di farsi assistere e coadiuvare da altre persone, le quali potranno intervenire nelle operazioni peritali, senza però avere alcun voto deliberativo.

Se una delle Parti non provvede alla nomina del proprio Perito o se i Periti non si accordano sulla nomina del terzo, tali nomine, anche su istanza di una sola delle Parti, sono demandate al Presidente del Tribunale nella cui giurisdizione il sinistro è avvenuto. Ciascuna delle Parti sostiene le spese del proprio Perito, quelle del terzo Perito sono ripartite a metà. Mandato dei periti I Periti devono: 1) indagare su circostanze, natura, causa e modalità del sinistro; 2) verificare l’esattezza delle descrizioni e delle dichiarazioni risultanti dagli atti contrattuali e riferire se al momento del sinistro esistevano circostanze aggravanti il rischio e non comunicate, nonché verificare se l’Assicurato o il Contraente ha adempiuto a quanto descritto nel capitolo “Cosa fare in caso di sinistro”; 3) verificare l’esistenza, la qualità e la quantità delle cose assicurate, determinando il valore che le cose medesime avevano al momento del sinistro secondo i criteri di valutazione previsti alla voce “Valore delle cose assicurate e determinazione del danno” del presente capitolo; 4) procedere alla stima ed alla liquidazione del danno in conformità alle disposizioni contrattuali.

Nel caso di procedura per la valutazione del danno effettuata con la modalità b) ovvero tra due Periti, i risultati delle operazioni peritali devono essere raccolti in apposito verbale (con allegate le stime dettagliate) da redigersi in doppio esemplare, uno per ognuna delle Parti. I risultati delle valutazioni di cui al punti 3) e 4) sono obbligatori per le Parti, le quali rinunciano fin da ora a qualsiasi impugnativa, salvo il caso di dolo, errori, violenza o di violazione dei patti contrattuali, impregiudicata in ogni caso qualsivoglia azione ed eccezione inerente all’indennizzabilità dei danni.

La perizia collegiale è valida anche se un Perito si rifiuta di sottoscriverla; tale rifiuto deve essere attestato dagli altri Periti nel verbale definitivo di perizia.

I Periti sono dispensati dall’osservanza di ogni formalità. Valore delle cose assicurate e determinazione del danno Per il fabbricato È assicurata l’integrale ricostruzione a nuovo del fabbricato medesimo, escludendo soltanto il valore dell’area. L’ammontare del danno si determina stimando la spesa necessaria per ricostruire a nuovo le parti distrutte e per riparare quelle soltanto INCENDIO FURTO 14

15 danneggiate e deducendo da tale risultato il valore dei recuperi. Criteri di stima della superficie del fabbricato: la superficie del fabbricato assicurato si calcola considerando la superficie commerciale complessiva di tutti i locali dell’abitazione, compresi balconi, solai, terrazze, verande, cantine, box, ripostigli anche se in corpi separati.

Per il contenuto l’ammontare del danno indennizzabile si determina come differenza fra il valore di rimpiazzo delle cose assicurate con altre nuove od equivalenti per rendimento economico, tipo, qualità, funzionalità, ed il valore di ciò che rimane dopo il sinistro del contenuto stesso, fermi i limiti previsti. L’Assicurato acquista il diritto al pagamento dell’intero indennizzo purché proceda al rimpiazzo del contenuto e/o alla riparazione o ricostruzione del fabbricato entro 12 mesi dalla data del sinistro, nello stesso luogo o in altra località, sempreché non ne derivi aggravio alla Compagnia.

In caso di mancata riparazione o rimpiazzo, la Compagnia limita l’indennizzo al costo di ricostruzione o rimpiazzo delle cose al momento del sinistro al netto di un deprezzamento stabilito in relazione all’età, allo stato di conservazione, al modo di costruzione, all’ubicazione, alla destinazione, all’uso ed a ogni altra circostanza concomitante. Le spese di demolizione e sgombero dei residui del sinistro devono essere tenute separate dalle stime di cui sopra in quanto per esse non è operante il disposto dell’art. 1907 del Codice Civile. Forma a valore totale Tolleranza in caso di assicurazione parziale Se al momento del sinistro: - la superficie dichiarata del fabbricato risulta inferiore a quella reale determinata con i criteri indicati nell’apposito paragrafo; - la superficie dichiarata dei locali tenuti in locazione per il rischio locativo risulta inferiore a quella reale determinata con i criteri indicati nell’apposito paragrafo; la Compagnia risponde dei danni nel rapporto esistente tra quanto dichiarato e quanto accertato.

Tuttavia, se al momento del sinistro, i valori di esistenza accertati non superano di oltre il 20% quelli dichiarati, non si darà luogo all’applicazione della regola proporzionale.

Assicurazione presso diversi assicuratori Se sulle medesime cose e per il medesimo rischio coesistono altre assicurazioni, il Contraente non è tenuto, alla data della stipulazione di polizza, a comunicarle alla Compagnia. In caso di sinistro, tuttavia, il Contraente o l’Assicurato deve darne avviso a tutti gli assicuratori ed è tenuto a richiedere a ciascuno di essi l’indennizzo dovuto secondo il rispettivo contratto autonomamente considerato. Qualora la somma di tali indennizzi - escluso dal conteggio l’indennizzo dovuto dall’assicuratore insolvente - superi l’ammontare del danno, la Compagnia è tenuta a pagare soltanto la sua quota proporzionale in ragione dell’indennizzo calcolato secondo il proprio contratto, escluso comunque ogni obbligo solidale con gli altri assicuratori.

Esagerazione dolosa del danno L’Assicurato che esagera dolosamente l’ammontare del danno, dichiara distrutte o perdute cose che non esistevano al momento del sinistro, occulta, sottrae o manomette cose salvate, adopera a giustificazione mezzi o documenti menzogneri o fraudolenti, altera dolosamente le tracce, gli indizi materiali ed i residui del sinistro o facilita il progresso di questo, perde il diritto all’indennizzo.

Riduzione della somma assicurata (limitatamente alle garanzie previste alla sezione Furto) La somma assicurata deve intendersi come limite massimo di indennizzo per sinistro e per anno; pertanto, in caso di sinistro, la somma assicurata stessa ed i relativi limiti di indennizzo, si intendono ridotti, con effetto immediato e fino al termine del periodo di assicurazione in corso, di un importo uguale a quello indennizzabile, al netto di eventuali franchigie o scoperti.

Titoli di credito Per quanto riguarda i titoli di credito, rimane stabilito che: - la Compagnia non pagherà l’importo per essi liquidato prima delle rispettive scadenze; - l’Assicurato deve restituire alla Compagnia l’indennizzo per essi percepito non appena, per effetto della procedura di ammortamento - se consentita - i titoli di credito siano divenuti inefficaci; - il loro valore è dato dalla somma da essi portata.

Per quanto riguarda in particolare gli effetti cambiari, rimane inoltre stabilito che l’assicurazione vale soltanto per gli effetti per i quali sia possibile l’esercizio dell’Azione cambiaria. Raccolte e collezioni Qualora la raccolta o collezione venga asportata o danneggiata parzialmente, la Compagnia indennizzerà soltanto il valore dei singoli pezzi perduti o danneggiati, escluso qualsiasi conseguente deprezzamento della raccolta o collezione o delle rispettive parti. Titolarità dei diritti nascenti dalla polizza Le azioni, le ragioni ed i diritti nascenti dalla polizza non possono essere esercitati che dal Contraente e dalla Compagnia.

Spetta in particolare al Contraente compiere gli atti necessari all’accertamento ed alla liquidazione dei danni.

L’accertamento e la liquidazione dei danni così effettuati sono vincolanti anche per l’Assicurato, restando esclusa ogni sua facoltà di impugnativa. L’indennizzo liquidato a termini di polizza non può tuttavia essere pagato se non nei confronti o col consenso dei titolari dell’interesse assicurato. Pagamento dell’indennizzo Il pagamento dell’indennizzo è eseguito dalla Compagnia presso la propria Sede, ovvero presso quella dell’Intermediario assicurativo al quale è assegnata la polizza, entro trenta giorni dalla data dell’atto di liquidazione amichevole o del verbale di perizia definitivo sempreché non sia stata fatta opposizione.

Se è stata aperta una procedura giudiziaria sulla causa del sinistro, il pagamento verrà effettuato qualora, dalla procedura stessa, risulti che non ricorre alcuno dei casi previsti dalla voce “Esclusioni” dei rispettivi Settori. Limite massimo d’indennizzo Esclusivamente nel caso in cui la somma tra importo indennizzabile e Spese di Salvataggio, previste dall’art. 1914 del Codice Civile, sia superiore al valore assicurato, potrà verificarsi il pagamento di una somma maggiore di quella assicurata da parte della Compagnia.

Opzione 1 È assicurato il risarcimento delle somme (capitali, interessi e spese) che l’Assicurato sia tenuto a pagare, quale civilmente responsabile ai sensi di legge, a titolo di risarcimento per danni involontariamente cagionati a terzi, per morte, per lesioni personali e per danneggiamenti a cose ed animali in conseguenza di un fatto verificatosi in relazione alla proprietà della abitazione assicurata.

L’assicurazione è operante anche per la Responsabilità Civile che possa derivare all’Assicurato in relazione: - ai danni provocati dalla caduta di neve o ghiaccio non rimossi tempestivamente dal tetto del fabbricato, compresi i danni a veicoli in genere; tale garanzia è prestata con una franchigia fissa di 100 Euro; - agli spazi adiacenti di pertinenza del fabbricato, anche tenuti a giardino, compresi parchi, alberi d’alto fusto, attrezzature sportive e per giochi, strade private e recinzioni in genere (esclusi comunque muri di sostegno o di contenimento di altezza superiore ai metri 2) nonché cancelli anche automatici; - alla conduzione dei locali assicurati, e quindi inerente l’uso del fabbricato, impianti fissi ed apparecchi elettrodomestici, compresi i relativi allacciamenti, con esclusione comunque dei danni che dovessero verificarsi all’appartamento dell’Assicurato; - alla sola committenza di lavori di straordinaria manutenzione, ampliamenti, sopraelevazioni e demolizioni dell’abitazione assicurata, in deroga a quanto previsto nel paragrafo “Esclusioni”.

La compagnia risponde anche nei casi di applicazione del Decreto Legislativo 494/96 e successive modifiche, purché l’Assicurato abbia adempiuto agli obblighi del decreto stesso.

Qualora i locali assicurati facciano parte di un condominio, l’assicurazione comprende tanto la responsabilità per i danni di cui l’Assicurato debba rispondere in proprio, quanto la responsabilità per i danni di cui debba rispondere pro quota, escluso il maggior onere eventualmente derivante da obblighi solidali con gli altri condomini. Opzione 2 In aggiunta a quanto ricompreso nell’opzione 1, l’assicurazione si estende alla responsabilità civile imputabile all’Assicurato o ai familiari con lui conviventi (coniuge o convivente “more uxorio”, figli maggiorenni e altri congiunti) per danni involontariamente cagionati a terzi in tutto il mondo nell’ambito della vita privata, in conseguenza di fatto proprio, dei figli minorenni, di minori anche se in affidamento temporaneo, nonché degli addetti ai servizi domestici, “baby sitter” e persone “alla pari” o degli animali domestici.

Relativamente ai soli rischi derivanti dalla proprietà e/o conduzione dell’abitazione, la copertura assicurativa si intende estesa anche a tutte le altre eventuali dimore (abituale o saltuarie) a disposizione del nucleo familiare. cosa e come assicuriamo DANNI A TERZI 17

Non sono considerati terzi: - tutti coloro la cui responsabilità è coperta dalla presente assicurazione; - il coniuge o il convivente “more uxorio”, i genitori, i figli delle persone sopra indicate, nonché qualsiasi altro parente od affine con loro convivente; - il legale rappresentante, i soci a responsabilità illimitata ed i loro coniugi parenti ed affini, quando il Contraente sia persona giuridica e sia stata prescelta l’opzione 1.

A parziale deroga di quanto previsto sopra sono considerati terzi, limitatamente alle lesioni personali o alla morte, gli addetti ai servizi domestici, “baby sitter” e persone “alla pari” che subiscano infortuni in conseguenza di lavoro o di servizio. La garanzia non comprende i danni derivanti: - da lavori di manutenzione straordinaria, ampliamento, sopraelevazione o demolizione; - da umidità, stillicidio ed in genere da insalubrità dei locali; - da interruzioni o sospensioni totali o parziali di attività artigianali, commerciali o industriali esercitate nei fabbricati assicurati.

Sono inoltre esclusi dall’assicurazione i danni: - cagionati dall’esercizio di qualsiasi attività professionale, o connessa con affari, locazioni o noleggi; - derivanti dalla proprietà degli immobili locati a terzi; - alle cose ed agli animali che l’Assicurato abbia in consegna o custodia a qualsiasi titolo o destinazione; - da furto; - alle cose altrui derivanti da incendio di cose dell’Assicurato o da lui detenute; l’esclusione non si applica qualora l’Assicurato si trovi al di fuori da immobili di proprietà di un qualsiasi componente del nucleo familiare assicurato; - derivanti dalla proprietà, uso o detenzione di animali non domestici; - dalla circolazione di veicoli a motore, natanti a motore, natanti a vela o remi con lunghezza “fuori tutto” superiore a 7,5 mt., uso di velivoli di qualsiasi genere; - conseguenti ad inadempienza di obblighi contrattuali o fiscali; - di qualsiasi natura conseguenti ad inquinamento dell’acqua, dell’aria e del suolo.

Nei casi in cui risulti operante altra assicurazione (ad esempio polizza stipulata dal condominio per l’intera proprietà, ecc.), la garanzia di cui alla presente polizza è prestata a secondo rischio (per l’eccedenza rispetto ai massimali dell’altra assicurazione). delimitazioni ed esclusioni 18

Gestione vertenze/spese legali La Compagnia assume fino a quando ne ha interesse, la gestione della vertenza tanto in sede stragiudiziale che giudiziale, sia civile che penale a nome dell’Assicurato, designando, ove occorra, legali e tecnici ed avvalendosi di tutti i diritti ed azioni spettanti all’Assicurato stesso.

Sono a carico della Compagnia le spese sostenute per resistere all’azione promossa contro l’Assicurato, entro il limite di un importo pari al quarto del massimale stabilito in polizza. Qualora la somma dovuta al danneggiato superi detto massimale, le spese vengono ripartite fra Compagnia e Assicurato in proporzione del rispettivo interesse.

La Compagnia non riconosce spese sostenute dall’assicurato per legali, o tecnici che non siano da essa designati e non risponde di multe, ammende, ne’ delle spese di giustizia penale. 19 come risarcisce la Compagnia in caso di sinistro

Premessa La Compagnia per la gestione e la liquidazione dei sinistri relativi alla garanzia Assistenza Famiglia si avvale di EUROP ASSISTANCE ITALIA S.p.A. con sede in Milano 20135 - Piazza Trento, 8. per chiamate dall’estero telefono +39.0258286160 telex 321363 EURA I. Definizioni specifiche Europ Assistance si avvarrà, per erogare le prestazioni, della sua Centrale Operativa in funzione 24 ore su 24, tutti i giorni dell’anno.

La Centrale Operativa, in virtù di specifica convenzione sottoscritta con la Compagnia provvede, per incarico di quest’ultima, al contatto telefonico con l’Assicurato ed organizza ed eroga le prestazioni di assistenza previste in polizza.

Le prestazioni erogate dalla centrale operativa sono le seguenti: Segnalazione di un idraulico Qualora presso l’abitazione dell’Assicurato sia necessario l’intervento di un idraulico, per un’ emergenza, per una riparazione o manutenzione dell’impianto idraulico, la Centrale Operativa provvederà alla segnalazione dello stesso. Restano a carico dell’Assicurato l’uscita, la mano d’opera e i materiali. Segnalazione di un elettricista Qualora presso l’abitazione dell’Assicurato sia necessario l’intervento di un elettricista a causa di mancanza di corrente elettrica in tutti i locali dell’abitazione stessa per guasti agli interruttori di accensione, agli impianti di distribuzione interna o alle prese di corrente oppure in caso di guasto, o scasso dell’impianto di allarme, la Centrale Operativa provvederà alla segnalazione di un elettricista.

Restano a carico dell’Assicurato le spese di uscita e i relativi costi. Segnalazione di un fabbro Qualora presso l’abitazione dell’Assicurato sia necessario l’intervento di un fabbro a causa della rottura di infissi, la Centrale Operativa provvederà alla segnalazione di un artigiano. Restano a carico dell’Assicurato le spese di uscita e i relativi costi. Segnalazione di un sorvegliante Qualora a seguito di sinistro che abbia colpito l’abitazione, si renda necessaria la vigilanza dell’abitazione stessa, la Centrale Operativa provvederà, dietro richiesta scritta dell’Assicurato, a segnalare una Compagnia di vigilanza.

Restano a carico dell’assicurato le spese di uscita e i relativi costi. Segnalazione di una colf /baby sitter Qualora l’Assicurato sia temporaneamente impossibilitato ad accudire i figli minori di anni 15, la Centrale Operativa segnalerà il nominativo di una baby sitter nella zona in cui si trova.

Informazioni burocratiche, legali (Dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.00 esclusi i festiviinfrasettimanali) Qualora l’assicurato desideri avere informazioni relativamente a: a. Equo canone: durata delle locazioni, adeguamento, aggiornamento, rinnovo contratto, perdita avviamento, risoluzione del contratto di affitto. b. Normative legali di locazione: diritti e doveri del locatore, cessione del cosa e come assicuriamo ASSISTENZA FAMIGLIA 800-401390 20

21 contratto di locazione, successioni nel contratto, rilascio dell’immobile, procedure di sfratto; c.

Diritto del lavoro: contributi assicurativi e sociali, assegni familiari, trattamento di fine rapporto, normativa del contratto collettivo; d. Diritto previdenziale: consulenze su trattamenti pensionistici; e. Rifacimento documenti: informazioni su procedure burocratiche; f. Segnalazioni ed informazioni su fiere e manifestazioni nazionali ed internazionali; telefonando alla Centrale Operativa potrà ricevere le informazioni richieste. Verranno fornite tutte le informazioni riguardanti le imposte con l’esclusione dei calcoli per ogni caso specifico.

Esclusioni ed effetti giuridici a. Sono esclusi dall’assistenza i danni provocati con dolo dell’assicurato e delle persone di cui deve rispondere, con esclusione dei minori di 14 anni. b. Sono a carico dell’assicurato tutte le spese necessarie al ripristino di parti dell’abitazione interessate dall’intervento di assistenza. c. Qualora l’assicurato non usufruisca di una o più prestazioni relative al servizio, la Compagnia non è tenuta a fornire indennizzi o prestazioni alternative di alcun genere a titolo di compensazione. d. La Compagnia non assume responsabilità per danni causati dall’intervento delle Autorità del paese nel quale è prestata l’assistenza o conseguenti ad ogni altra circostanza fortuita ed imprevedibile.

e. Ogni diritto nei confronti della Compagnia si prescrive entro il termine di un anno dalla data del sinistro che ha dato origine al diritto alla prestazione in conformità con quanto previsto all’art. 2952 C.C..

f. A parziale deroga di quanto previsto dall’art. 1910 del C.C., all’Assicurato che godesse di prestazioni analoghe alle presenti, anche a titolo di mero risarcimento, in forza dei contratti sottoscritti con altra impresa di assicurazione, è fatto obbligo di dare comunque avviso del sinistro ad ogni impresa assicuratrice e specificatamente alla Compagnia nel termine di tre giorni a pena di decadenza. Nel caso in cui attivasse altra impresa, le presenti prestazioni di assistenza saranno operanti, nei limiti ed alle condizioni previste, esclusivamente quale rimborso delimitazioni ed esclusioni 22 all’Assicurato degli eventuali maggiori costi a lui addebitati dall’impresa assicuratrice che ha erogato la prestazione assistenza.

g. Per tutto quanto non è qui espressamente disciplinato si applicano le disposizioni di legge.

h. Il diritto alle assistenze fornite dalla Compagnia decade qualora l’assicurato non abbia preso contatto con la Centrale Operativa al verificarsi dal sinistro. i. La polizza è regolata dalla legge italiana. Tutte le controversie relative alla polizza sono soggette alla giurisdizione italiana. j. La polizza è operante per le abitazioni assicurate situate in Italia, Città del Vaticano e Repubblica di San Marino. Prova E’ a carico di chi richiede l’assistenza di provare che sussistono tutti gli elementi che valgono a costituire il suo diritto ai termini di polizza.

in caso di sinistro

Metro per metro - Condizioni di polizza
Parte successiva ... Annulla