Food Design. Come "disegniamo" il nostro cibo. Creatività a più voci.

 
DIAPOSITIVE SUCCESSIVE
Food Design. Come "disegniamo" il nostro cibo. Creatività a più voci.
UNIVERSITÀ DI PISA

                                        Nutri Dialogo
                               Il Diritto incontra le altre Scienze su Agricoltura, Alimentazione, Ambiente

                              Food Design.
                       Come “disegniamo” il nostro cibo.
                            Creatività a più voci.
                                                 Pisa, 7 marzo 2014
                Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Agro-Ambientali - Via del Borghetto, 80

                Il Food Design viene a volte percepito come una pratica dallo sviluppo recente, legata
                all’avvento di una società di consumo, con una forte componente estetica e di marketing.
                Ma il Food Design, inteso in senso ampio, è risalente nel tempo. Il “disegno”, il “progetto”, la
                “costruzione” del cibo e sul cibo accompagnano la vita dell’uomo e sono tra le espressioni
                che più caratterizzano le culture, le società, le civiltà. Al “disegno” del cibo partecipano vari
                attori esprimendo, sia nella fase della realizzazione dell’alimento che in quella dell’acquisto,
                il proprio personale rapporto con l’alimentazione chiamata a rispondere a bisogni fisiologici
                ma anche sociali, identitari, simbolici. Cambiano i profumi, le forme, i colori, i gusti, i consumi,
                gli stili, i modelli alimentari, le regole, i valori del cibo e se ne riscoprono di “antichi”. Il mondo
                del cibo è fecondo, racchiude memorie ed è contrassegnato da movimenti contraddittori
                che risentono di spinte verso la “naturalità”, l’artificialità, la tradizione, l’innovazione, la
                differenziazione e l’omologazione. Il Food Design è nei prodotti agricoli di base, nei prodotti
                trasformati, nelle diverse qualità dell’alimento, nelle modalità di presentazione, nei luoghi di
                consumo, nelle pratiche culinarie, nei rituali, nelle performance alimentari, nel racconto del
                cibo. Anche le “regole” dettate a diversi livelli “scolpiscono” le dimensioni polisensoriali del
                cibo e, nello stesso tempo, evidenziano le esigenze, i limiti e le speranze della nostra società.
                E’ noto che la cucina è stata considerata alla stregua del “linguaggio per una civiltà” e la
                formula “buono da pensare, buono da mangiare” (Levi Strauss) continua ad essere al centro
                dei dibattiti soprattutto in un epoca caratterizzata dalla mobilità dei prodotti, delle persone,
                delle culture. Cosa consideriamo alimento? Quali sono i limiti dell’innovazione intorno al cibo?
                Quale funzione e quale uso attribuiamo oggi all’alimento? Come le regole ed i produttori
                contribuiscono o possono contribuire a promuovere e a consolidare le aspettative nutrizionali,
                estetiche, sociali, salutistiche esistenti intorno al cibo? E che fine fanno le carote “diseguali”?
Nutri Dialogo
                                                                             Il Diritto incontra le altre Scienze su Agricoltura, Alimentazione, Ambiente

Programma
ore 9     Indirizzi di saluto

          Massimo Mario Augello, Rettore dell’Università di Pisa
          Pier Francesco Pacini, Presidente della Camera di Commercio di Pisa
          Rossano Massai, Direttore del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Agro-Ambientali, Università di Pisa
          Presiede e Introduce
          Ferdinando Albisinni
          Giurista, Professore di Diritto Agrario, Università della Tuscia, Viterbo

Il Food Design visto da:
          IED, Istituto Europeo di Design di Roma
          Francesco Subioli, Coordinatore Master Internazionale in Food Design, Istituto Europeo di Design, Roma
          L’Ecole de Design Nantes-Atlantique. Design Lab Nouvelles pratiques alimentaires
          Benoit Millet, Directeur du Design Lab Nouvelles pratiques alimentaires. L’Ecole de Design Nantes-Atlantique

Come “disegniamo” il nostro cibo tra tradizione e
modernità.
Parte I
          Rossano Massai, La mela di Biancaneve. L’evoluzione del design dell’ortofrutta.
          Ecofisiologo Vegetale, Professore di Arboricoltura Generale, Università di Pisa
          Ferdinando Albisinni, Come le regole disegnano i prodotti agricoli e alimentari.
          Giurista, Professore di Diritto Agrario, Università della Tuscia, Viterbo
          Manuela Giovannetti, Evoluzione e trasformazione del cibo: “magie” al microscopio.
          Microbiologa, Professore di Microbiologia Agraria, Università di Pisa
          Francesco Subioli - Nerina Di Nunzio, Food Design: dalla logica del Format alla poesia di
          Heinz Beck.
          Designer e Consigliere dei Progettisti Associazione per il Disegno Industriale (ADI)
          Esperta in Marketing digitale comunicazione, Coordinatore Master Internazionale in Food Design
          Benoit Millet, Innover par le design et le co-design: les expérimentations et positions du
          Design Lab Nouvelles pratiques alimentaires.
          Designer - Chercheur en anthropologie et design, L’Ecole de Design Nantes-Atlantique, Nantes
          Ilaria Kutufà, La tutela industriale della forma del prodotto alimentare.
          Giurista, Ricercatore di Diritto Commerciale, Università di Pisa
          Daniele Dalli, Nuove dimensioni del rapporto tra il consumatore e il cibo: etica, autenticità e
          auto-produzione.
          Economista, Professore di Marketing e Comportamento del Consumatore, Università di Pisa
          Alessandra Di Lauro, L’etichetta degli alimenti: un racconto antropologico fra creatività e limiti.
          Giurista, Professore di Diritto Agrario, Università di Pisa
          Gianluca Brunori, Come i cittadini-consumatori possono influenzare l’innovazione di prodotto.
          Economista, Professore di Economia agro-alimentare, Università di Pisa

          Pranzo
Nutri Dialogo
                                                                              Il Diritto incontra le altre Scienze su Agricoltura, Alimentazione, Ambiente

Parte II
ore 14,30   Tavola Rotonda

            Presiede e Anima
            Gianluca Brunori
            Economista, Professore di Economia agro-alimentare, Università di Pisa

            Il Vino
            Giampaolo Andrich, Il vino di domani sulla base delle evidenze sperimentali di oggi.
            Tecnologo alimentare, Professore di Tecnologie Alimentari, Università di Pisa
            Francesca Venturi, L’impatto del calice nella degustazione di un vino (in relazione con gli
            aspetti emozionali, sensoriali e chimici).
            Tecnologa alimentare, Ricercatore di Tecnologie Alimentari, Università di Pisa
            Vito Rubino, La costruzione di valore attraverso marchi pubblici di qualità territoriale: il
            caso del vino e degli altri prodotti alimentari a confronto.
            Giurista, Ricercatore di Diritto Agrario, Università del Piemonte Orientale, Torino

            L’Olio
            Riccardo Gucci, L’Olio extra vergine di oliva.
            Agronomo, Professore di Coltivazioni Arboree, Università di Pisa
            Giuliana Strambi, La presentazione degli oli vergini di oliva nei pubblici esercizi: contro il
            “suicidio” l’antirabbocco?
            Giurista, Ricercatore di Diritto Agrario, CNR-IDAIC di Firenze

            Il Pane
            Angela Zinnai, Il pane Toscano a lievitazione naturale: un esempio dell’incontro tra
            tradizione e conoscenza.
            Tecnologa alimentare, Professore di Tecnologie Alimentari, Università di Pisa
            Ilaria Trapè, Creatività e tradizione nei regimi di qualità.
            Giurista, Professore di Diritto Agrario, Università di Pisa

            I fiori a tavola
            Daniela Romano, Non solo bellezza: possibilità d’impiego delle piante ornamentali edibili.
            Agronomo, Professore di orticoltura e Floricoltura, Università di Catania
            Alessandra Forti, Il fiore come prodotto agricolo ad uso alimentare: quali le regole di
            produzione e di commercializzazione.
            Giurista, Ricercatore di Diritto Agrario, Università LUM, Jean Monnet, Bari

            Design culinario e performance culinaria
            Alfredo Pelle, Il bello e il buono nel piatto.
            Giornalista, Segretario del Centro Studi dell’Accademia Italiana della Cucina e Direttore del Centro Studi
            dell’Accademia Italiana della Cucina della Toscana
            Davide Cassi, La Cucina Molecolare.
            Fisico, Professore di Fisica della Materia, Università di Parma
            Nerina Di Nunzio, Food Confidential Factory. La prima scuola di scrittura eno-gastronomica.
            Story telling e tecniche di scrittura creativa per raccontare il cibo e i suoi protagonisti.
            Fondatore Food Confidential Factory
Nutri Dialogo
                                                                                                                                                   Il Diritto incontra le altre Scienze su Agricoltura, Alimentazione, Ambiente

L’iniziativa è promossa dal Prof. Alessandra Di Lauro.
Gli Incontri e i Colloqui sono aperti al pubblico, la partecipazione è gratuita
e l’entrata libera nei limiti dei posti disponibili. E’ consigliata l’iscrizione su:
nutridialogo@unipi.it
Segreteria organizzativa
Prof. Alessandra Di Lauro
Dott. Mariagrazia Alabrese
nutridialogo@unipi.it
cell. +39 338 6832343
cell. +39 331 6589334

Il Ciclo degli Incontri e dei Colloqui si colloca nell’ambito del PRIN 2009, Prot. 2009T5BNHDY, Unità di Ricerca
Università di Pisa, “Alimenti e salute: regole del commercio nei mercati nazionale, comunitario e internazionale e
tutela dei diritti alla sicurezza e all’informazione”, Coordinatore Prof. Marco Goldoni.

                  inventivadna
                  D I G I T A L   N A T U R A L   A G E N C Y

                  LOGO ARTWORK: INTERSECTION OF FLAVORS - PROPOSAL 1

Con il sostegno                                                                                          ARMONIC INTERSECTIONS

                                                                                                 italian food & WINE

                                                                RED & BLACK BASELINE                                    RED & BLACK VARIATIONS

Si ringraziano inoltre                                                                 italian food & WINE                                       italian food & WINE

                                                                                                                                                                         Francesca Tanzini
                                                                                                                                                                                                                                  Foto
Puoi anche leggere
DIAPOSITIVE SUCCESSIVE ... Annulla