FACE THE CHALLENGE PROGRAMMA INTEGRALE SENATO&CDA - Face. The. Challenge

 
FACE THE CHALLENGE PROGRAMMA INTEGRALE SENATO&CDA - Face. The. Challenge
PROGRAMMA INTEGRALE
                         SENATO&CDA
                         LISTA APERTA PER IL DIRITTO ALLO STUDIO
                         ELEZIONI 2019

                  FACE THE CHALLENGE
INTRODUZIONE
Tutti i giorni vieni al Poli: lezioni, studio, esami. Qualcuno potrebbe chiamarla una condanna,
una fatica necessaria per conquistare una laurea. Davvero è solo questo? L’università è solo
un pesante erogatore di nozioni utili per accedere al mondo del lavoro?
Spesso verrebbe da dire di sì, ma noi siamo certi che non ci si possa limitare a questo, che
l’università possa non solo prepararci professionalmente ma anche farci diventare uomini.
La chiave per muoversi in questa direzione è rispondere alle sfide che in ogni momento ci
sono poste davanti. A lezione devi decidere: ascolti la dimostrazione o guardi instagram? E
quando finalmente arriva la pausa, stai per i fatti tuoi o ti giri a conoscere il vicino di banco? E
infine, davanti a qualcosa che non va, grande o piccola che sia, ti rassegni ad una sterile
lamentela o ti muovi per risolverla?
I posti per studiare mancano, ci sono code chilometriche ai microonde, la lezione è monotona
e in aula non ci si sta e magari fa anche caldo... Cosa fai? Come reagisci?
Noi abbiamo deciso di accettare le sfide che l’università ci lancia ogni giorno, ci
interessa rispondere e giocarci, scoprire il contributo che il Poli può dare alla nostra
formazione e poter partecipare anche noi alla costruzione di questo luogo.
Per fare questo abbiamo deciso di candidarci: vogliamo impegnarci attivamente negli organi
dell’Ateneo e lavorare per migliorare il Diritto allo Studio, la qualità della didattica, i servizi e
gli spazi in ateneo, come aule studio e microonde.
La rappresentanza studentesca è una modalità di rispondere e noi abbiamo scelto questa
strada, ma la sfida è lanciata a tutti, sempre, in ogni momento e in ogni angolo del Poli.
E tu? Cosa fai, accetti la sfida? Face the challenge!

Ascoltare, discutere e confrontarsi con chi ha a cuore l’università è stato il fondamento da cui
siamo partiti per scrivere il nostro programma. Riteniamo utile continuare a lavorare su alcune
particolari tematiche che, per l’attenzione che riponiamo su esse, da sempre
contraddistinguono il lavoro della nostra Lista.

                                                                                                   1
I NOSTRI PILASTRI

 Didattica                        Diritto allo                       Vivibilità
                                  Studio
 Puntiamo alla creazione di       Siamo convinti che la              Lavoriamo per garantire a
 un     percorso    di    studi   formazione         universitaria   tutti gli studenti di vivere in
 caratterizzato     da     una    debba essere accessibile a         un’università sempre più
 didattica di qualità, aperta a   tutti “i capaci e meritevoli,      bella      ed      accogliente,
 forme innovative e ad            anche se privi di mezzi”           ponendo             particolare
 esperienze nel mondo del         come        espresso      dalla    attenzione a spazi studio,
 lavoro.                          Costituzione. Per questo da        aule per le lezioni, mense e
 Riteniamo fondamentale che       sempre        chiediamo      ed    utilities come i microonde.
 il Piano di Studi possa          otteniamo che al Politecnico       Desideriamo garantire tutti
 essere costruito da ciascuno     tutti gli idonei alle borse di     quei servizi che facilitano e
 studente seguendo le proprie     studio       siano       anche     migliorano la vita in Ateneo e
 passioni     con    maggiore     assegnatari. Lavoreremo su         la sicurezza nei campus.
 autonomia e libertà, pur         tutti gli aspetti che possono
 dentro le linee guida poste      facilitare lo studente durante
 dall’Ateneo.                     la vita universitaria, come ad
                                  esempio esoneri dalle tasse,
                                  convenzioni e possibilità di
                                  lavori su chiamata.

DIDATTICA
Una grande sfida che vogliamo affrontare è la possibilità di disegnare un percorso
accademico che assecondi nel miglior modo possibile gli interessi di ogni studente e favorisca
il contatto con il mondo del lavoro.

LAUREA TRIENNALE
Vogliamo progettare un percorso didattico triennale che non sia solo in funzione di una
Magistrale ma che possa formare anche laureati di primo livello con le competenze adatte ad
entrare nel mondo del lavoro.
In questi casi riteniamo opportuno, soprattutto al terzo anno, dare la possibilità di integrare il
proprio Piano di Studi con corsi di tipo sperimentale e progettuale e con maggiori
possibilità di tirocinio.
Per ideare percorsi che rispondano alle richieste del mercato del lavoro, pensiamo ad un
tavolo di confronto tra studenti, docenti e professionisti di aziende

ACCESSO IN MAGISTRALE
  ● Criteri di accesso
     Per stabilire i criteri di accesso ai diversi Corsi della nostra università, riteniamo siano
     da seguire alcune fondamentali linee guida: garantire una didattica di qualità,
     assecondare la domanda degli studenti, considerare le risorse disponibili, ed infine
     tenere conto della domanda del mondo del lavoro. Vogliamo quindi collaborare con
     i singoli Corsi di Studio affinché anche le soglie di accesso in Magistrale seguano i
     criteri sopracitati e affinché le modifiche ai regolamenti non entrino in vigore in maniera
     retroattiva.

                                                                                                   2
● Lauree in discontinuità
     Proponiamo la creazione, in ogni Corso di Studi, di un database con informazioni ed
     esempi utili agli studenti che volessero intraprendere una Laurea Magistrale di indirizzo
     differente da quello della Triennale. In questo modo lo studente verrebbe guidato nella
     progettazione di un percorso accademico che segua al meglio i suoi interessi e le sue
     inclinazioni.
   ● Studenti da altri Atenei
     Spesso gli studenti provenienti da Atenei esterni che si iscrivono al Poli si trovano
     spaesati, senza le basi necessarie ad affrontare le nostre Magistrali. Crediamo sia
     necessario rivedere il sistema di valutazione del curriculum didattico di tali studenti,
     affinché, tramite opportune integrazioni, siano fornite a tutti le basi necessarie ad
     affrontare la Magistrale.

LAUREA MAGISTRALE
  ● Progettazione del proprio percorso
     Riteniamo che in Laurea Magistrale si debba favorire sempre di più la possibilità di
     costruire un Piano di Studi personalizzato in cui poter inserire anche esami relativi ad
     altri Corsi di Studio, appartenenti e non all’Ateneo.
  ● Tesi in collaborazione con altri Corsi
     Desideriamo aumentare le possibilità di svolgere tesi magistrali o parti di esse in
     collaborazione con studenti di altri Corsi e Scuole. La cooperazione di persone che
     hanno un approccio ai problemi diverso può diventare un valore aggiunto e
     un’esperienza di questo tipo non è lontana da un possibile lavoro in un team aziendale
     eterogeneo.
  ● Sessione straordinaria
     Come già avviene con la sessione straordinaria di Novembre, lavoreremo per
     aggiungere una sessione equivalente nel mese di Marzo, che permetta di accedere
     all’appello di laurea di Aprile. Inoltre, in un’ottica di “smaltimento’’ degli studenti che
     hanno completato i loro insegnamenti, desideriamo allargare la possibilità di usufruire
     di queste sessioni a tutti gli studenti prossimi alla conclusione degli studi.
  ● Project Work
     I Project Work rappresentano la possibilità di coinvolgersi in un’attività lavorativa a
     stretto contatto con le aziende durante il proprio percorso di studi di Laurea Magistrale.
     Su proposta dei nostri rappresentanti, sono stati introdotti nel 2014 ad Ingegneria
     dell’Automazione e, negli anni successivi, è stato avviato un lavoro anche ad altri corsi
     di                                                                              Ingegneria.
     Ci interessa lavorare affinché sia estesa questa possibilità a sempre più Corsi di
     Studio.

APPELLI D’ESAME
  ● Itinere ≠ Primo Appello
     Nei corsi in cui sono previste le prove in itinere, vogliamo inserire la possibilità di
     sostenere l’esame completo nella data del secondo parziale affinché sia garantita
     a tutti la possibilità di affrontare 5 appelli completi, anche a chi non avesse passato o
     non si fosse iscritto al primo parziale.
  ● Calendario esami automatizzato

                                                                                              3
La calendarizzazione degli appelli d’esame oggi è effettuata manualmente. Riteniamo
       che una sua automatizzazione possa garantire alcuni vincoli che riteniamo
       fondamentali:
          ○ Una settimana di sospensione tra lezioni ed esami;
          ○ Due giorni interi (tre notti) di distanza tra appelli dello stesso anno e semestre;
          ○ Quindici giorni di distanza tra due appelli dello stesso esame;
          ○ Gli appelli previsti per una sessione non siano ripetuti nello stesso ordine e con
              le stesse distanze gli uni dagli altri;
          ○ La possibilità di sapere le date degli esami all’inizio del semestre.

UNIFORMITÀ TRA GLI SCAGLIONI
Al Poli, in molti Corsi di Studio, la suddivisione in scaglioni avviene esclusivamente secondo
l’ordine alfabetico. È necessario pertanto garantire l’uniformità di programmi, temi d’esame
e criteri di valutazione tra scaglioni diversi, pur nel rispetto delle peculiarità e delle personali
inclinazioni di ogni docente.

EFFETTIVITÀ DEI CREDITI
Ci muoveremo per garantire che i crediti di un determinato insegnamento siano sempre
coerenti con il carico di studio richiesto.

VALUTAZIONE DELLA DIDATTICA
Nell’ambito dei questionari di valutazione della didattica, proponiamo di:
   ● Introdurre un nuovo questionario post-esame facoltativo per dare voce a tutte quelle
       criticità che possono emergere soltanto dopo aver preparato e sostenuto l’esame;
   ● Introdurre un nuovo layout per ottenere una compilazione dei questionari più
       scorrevole;
   ● Aggiungere alcune domande specifiche per la valutazione di esercitatori e tutor,
       laddove presenti.

DIDATTICA INNOVATIVA
Riteniamo interessante la modalità di didattica innovativa, su cui il nostro Ateneo ha molto
spinto negli ultimi anni, perché può permettere un apprendimento attivo di tutti i partecipanti
al corso e uno studio basato su problematiche reali, da affrontare con conoscenze trasversali.
Su questo fronte vogliamo lavorare:
    ● Raccogliendo feedback dagli studenti al fine di identificare e valorizzare le modalità
        più efficaci di didattica innovativa
    ● Allargando questo concetto di didattica anche a modalità d’esame innovative, come
        presentazioni e progetti per sviluppare capacità di lavoro in team, di problem solving e
        capacità comunicative. In questo modo anche la prova finale può diventare occasione
        per sviluppare competenze e skills oggi molto richieste nel mondo del lavoro.

CAREER SERVICE
Il Career Service svolge la fondamentale funzione di raccordo tra l’università e il mondo del
lavoro per gli studenti del Politecnico.
    ● Desideriamo collaborare per ottenere non solo una migliore offerta di proposte di
       lavoro in termini quantitativi e qualitativi, ma anche un potenziamento dei servizi per
       lo sviluppo di competenze e soft skills utili a uno studente prossimo all’ingresso in
       azienda.

                                                                                                  4
●   È fondamentale avere un punto di riferimento in ogni Campus che permetta a questo
        servizio di raggiungere ogni studente, rispettando le esigenze del rispettivo Corso di
        Studi. Per questo proponiamo di aprire una nuova sede nel campus di Design.

INGRESSO AL POLI - NUOVO TOL
Le nuove modalità di ingresso introdotte quest’anno sono un grande cambiamento per chi
sceglie di iscriversi ad un corso di Ingegneria nel nostro Ateneo. Per questo vogliamo
accompagnare questa fase di transizione, verificando l’effettivo impatto dei numeri
programmati ed eventualmente intervenendo su di essi. Crediamo sia fondamentale
assecondare il più possibile la domanda degli studenti di ogni Corso di Studi, senza ledere la
qualità della didattica e in funzione delle risorse disponibili.

DIRITTO ALLO STUDIO
Una sfida da affrontare è continuare a lavorare affinché al Poli venga garantito ciò che esprime
l’articolo 34 della Costituzione Italiana: “I capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno
diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi”, offrendo agli studenti la possibilità di affrontare
al meglio il percorso universitario.

BORSE DI STUDIO
  ● Idonei=Assegnatari
     Come abbiamo sempre fatto, continueremo ad assicurarci e a chiedere che ogni anno
     tutti gli studenti idonei a ricevere la borsa per il Diritto allo Studio risultino anche
     assegnatari.
  ● Aziende in azione
     Ci muoveremo affinché le numerose aziende legate al Politecnico siano incentivate a
     investire in borse di studio e iniziative rivolte agli studenti.
TASSE
  ● Seconda rata: si fa in due!
     Vogliamo introdurre la possibilità di suddividere la seconda rata in due quote. Per
     chi risulta in una fascia di reddito medio-alta o per chi ha fratelli in università, pagare
     una rata molto onerosa in una sola tranche risulta spesso complicato.
  ● Rimborsi                                                                               rapidi
     I rimborsi per esoneri, certificazioni di lingua, ISEE e DSU vengono spesso ricevuti con
     largo ritardo: vogliamo quindi lavorare per ridurre i tempi di attesa.

LAVORIAMO AL POLI - 150 ORE
  ● Inserimento delle proprie disponibilità
     Desideriamo lavorare per migliorare il sistema di assegnazione degli incarichi
     introducendo la possibilità, da parte degli studenti, di comunicare le proprie
     indisponibilità nella domanda del bando. In questo modo non ci si troverebbe più
     nella situazione di dover rifiutare un incarico solo per problemi di disponibilità oraria.
  ● Nuovi                                                                                 lavori
     Vogliamo incrementare le possibilità di lavoro per gli studenti del Poli all’interno
     del bando delle 150 ore, come ad esempio assistendo più professori nel loro lavoro di
     ricerca.
  ● Tutorato non coincidente con le 150 ore

                                                                                                       5
Per i corsi di Laurea Magistrale il bando per le 150 ore e per il tutorato coincidono, non
       permettendo di candidarsi per una sola delle due attività. Vogliamo introdurre la
       possibilità, in sede di compilazione della domanda, di fornire una preferenza su una
       sola delle due o su entrambe.

LAVORIAMO TRAMITE IL POLI
Vogliamo realizzare delle collaborazioni tra il Politecnico e alcune agenzie per il lavoro
interinale, ovvero agenzie che raccolgono lavori a tempo determinato e li offrono a chi ha un
contratto con loro. Mentre le 150 ore includono soltanto lavori svolti internamente al Poli,
questa novità introdurrebbe l’offerta di short assignments per gli studenti con un massimo
di ore di lavoro ciascuno e il miglioramento del servizio del Career Service, aumentando le
offerte formative che le aziende possono offrire agli studenti.

RESIDENZE DEL POLI
  ● Tempistiche di assegnazione
     Dopo la modifica di alcune scadenze dovute all’introduzione del nuovo test d’ingresso
     (TOL) per ingegneria, ci impegneremo a monitorare l’assegnazione tempestiva delle
     stanze delle residenze in modo da garantire condizioni migliori per gli studenti fuori
     sede.
  ● Servizi
     Lavoreremo affinché vengano migliorati i servizi offerti dalle residenze del Politecnico
     che ha da poco iniziato a gestire direttamente molte strutture prima soltanto
     convenzionate, come per esempio la residenza di Lecco che oggi dispone di una
     cucina per oltre 200 studenti. Inoltre ci impegneremo per far sì che ad ad ogni studente
     venga offerta la possibilità di invitare amici a dormire con un limite massimo di volte
     al mese.

COSTI INSOSTENIBILI PER I PROGETTI
Nelle Scuole di Architettura e Design la spesa da sostenere per i modelli e le stampe è
annualmente superiore ai 400€.
Lavoreremo per garantire che venga messo a disposizione per ciascuno studente un fondo
per sostenere tali spese, come avviene in diverse università estere.

CONVENZIONI PER GLI STUDENTI
Lavoreremo con il Politecnico affinché vengano stipulate nuove convenzioni per gli studenti in
strutture esterne al Poli. In particolare proponiamo di stabilire accordi nei seguenti settori:
     ● punti ristoro;
     ● assistenza informatica e riparazioni di PC;
     ● negozi di abbigliamento e materiale sportivo;
     ● strutture sanitarie come poliambulatori e centri di analisi;
     ● copisterie e negozi per modellistica;
     ● mobilità sostenibile.

VIVIAMO IL POLI
Vivere il Poli è una sfida! Non ci accontentiamo di venire in università soltanto per frequentare
lezioni e dare esami, ma desideriamo avere un luogo accogliente dove studiare e trascorrere
del tempo insieme perché vivere l’università pienamente è più affascinante!

                                                                                               6
SPAZI
Al Poli l’argomento spazi è critico: mancano aule per studiare singolarmente o in gruppo, aule
per le lezioni o luoghi dove consumare il proprio pranzo. Pertanto, sulla scia dei nostri
predecessori, lavoreremo per:
     ● Più spazi studio e ben distribuiti
           Oggi il numero delle postazioni studio disponibili è meno del 10% del numero degli
           studenti del Poli. Come aumentarli?
                 ○ Nei prossimi anni l’Università Statale si sposterà da Città Studi aprendo uno
                      scenario in cui il Politecnico potrà acquistare alcuni dei suoi spazi come ad
                      esempio la facoltà di Veterinaria già liberata.
                 ○ Segnaleremo la presenza di spazi inutilizzati per far sì che vengano adibiti
                      ad aule studio come fatto in questi anni. Lavoreremo in Leonardo sugli Edifici
                      4 e 5 e sul parco Smerlo, mentre in Bovisa ci concentreremo soprattutto sulla
                      veranda del B12, il B8 e il BL28.
     ● Più servizi in biblioteca
           Vogliamo lavorare al fine di:
                 ○ Tenere aperta una biblioteca anche nel campus Bovisa fino alle 23:45
                      durante la settimana ed aprirla nel fine settimana.
                 ○ Introdurre la possibilità di indicare l’orario di rientro da una pausa, per
                      rendere la propria postazione disponibile durante l’assenza ma tenendola
                      prenotata per il rientro.
                 ○ Migliorare l’applicazione per smartphone PoliMi Library.
     ● Più spazi per mangiare
           Riteniamo necessario avere dei luoghi dove sia possibile consumare il proprio pranzo
           anche in periodo invernale e quando piove poiché nelle mense non è consentito
           portare cibo dall’esterno. Oltre ad aumentare le sedie e i tavoli negli spazi comuni già
           in uso, vorremmo sfruttare gli spazi aperti, creando per esempio delle tensostrutture
           riscaldate.
     ● Riqualificare il Patio
           Proponiamo una riqualificazione del Patio del Campus Leonardo, che vada a
           regolarne l’utilizzo per renderlo uno spazio idoneo allo studio ed al lavoro su progetti
           e modellini. Pensiamo per esempio all’introduzione di uno spazio apposito per l’uso
           delle vernici e delle bombolette.
     ● Più sport in Bovisa e nei Poli Territoriali
           Riteniamo importante aumentare le opportunità sportive al campus Bovisa e nei Poli
           territoriali costruendo, come già al campus Leonardo, una palestra e dei campi
           sportivi.
     ● Più visibilità in aula
           In molte aule di grandi dimensioni non si riesce a vedere bene la lavagna; sono
           dunque necessari alcuni interventi come l’inserimento di platee rialzate e il
           posizionamento di cattedre e lavagne più in alto.

UTILITIES
In questi anni il lavoro sulle piccole necessità degli studenti è stato molto importante e
vogliamo quindi che resti un punto cardine del nostro impegno e sforzo, cercando di:
     ● Aumentare il cablaggio nelle aule e negli spazi studio chiusi e realizzare delle
        colonnine per il cablaggio dei tavoli all’aperto;

                                                                                                  7
●   Migliorare il servizio di prenotazione degli armadietti aumentandone il numero e la
         diffusione nei campus e dando la possibilità di prenotarli semestralmente con
         l’opzione di confermare l’armadietto per il semestre successivo;
     ●   Aumentare gli spazi per il deposito di modelli di architetti e designers;
     ●   Incrementare il numero di bagni in alcuni edifici per evitare code infinite nelle
         pause, e migliorare la manutenzione e la pulizia in quelli già esistenti;
     ●   Migliorare la qualità e la logistica del servizio mensa, portando a una diminuzione
         delle code, e introdurre una mensa nel campus di Design, oltre al bar già esistente;
     ●   Migliorare la raccolta differenziata nei campus con una segnaletica più efficace;
     ●   Aumentare ulteriormente il numero dei microonde sparsi nei campus;
     ●   Migliorare l’impianto di climatizzazione delle aule e installarlo dove non è presente;
     ●   Aggiungere altri tavoli all’aperto;
     ●   Aumentare i posti per parcheggiare le biciclette, rendendoli più sicuri;
     ●   Reinserire il Kit di benvenuto per le matricole, che preveda una borraccia in
         alluminio ed un quadernone ad anelli di cartone, contenente informazioni sul
         funzionamento dell’università;
     ●   Più distributori gratuiti di acqua, anche frizzante, così da poterne garantire uno
         per edificio;
     ●   Ripensare all’interfaccia di Politamtam migliorando l’interazione tra chi propone le
         attività e gli studenti.

POLI 4.0
Vogliamo un Politecnico sempre più connesso, al passo coi tempi e digitale; quindi lavoreremo
per:
     ● Migliorare l’Applicazione PoliMi per Smartphone, inserendo l’accesso ai Servizi
        Online ed al canale Beep con la possibilità di svolgere tutte le attività da telefono. Per
        esempio: ricevere notifiche in tempo reale, iscriversi agli esami, visualizzare e
        scaricare file, prenotare aule, armadietti e spazi, segnalare guasti e mettersi in
        contatto con i rappresentanti degli studenti. Inoltre, rendere possibile un’integrazione
        automatica del calendario accademico con il calendario dello smartphone.
     ● Ottenere che l’accesso al canale Beep venga reso più semplice, garantendo
        sessioni di utilizzo prolungate ed un’interfaccia semplificata da computer.
     ● Aumentare la potenza del Wi-Fi di Ateneo in modo da prevenire i sovraccarichi nei
        giorni di maggiore utilizzo.

SICUREZZA
Purtroppo, il Poli è spesso teatro di furti di libri, zaini, ma soprattutto di tanti PC che
scompaiono di continuo. In questi anni siamo riusciti ad inserire un’assicurazione contro i furti
e desideriamo continuare a lavorare sul tema aumentando il personale e introducendo
telecamere per rendere il Poli un luogo sicuro in cui ogni studente possa studiare e vivere
serenamente.

ATTIVITÀ
La vita in università è fatta di lezioni, studio ed esami, ma anche di incontri e rapporti. Per
questo ci impegneremo a creare occasioni di incontro tra noi studenti, continuando a proporre
come Lista Aperta:
     ● l’Accoglienza matricole tramite banchetti nei diversi campus durante le prime
         settimane di ogni anno;

                                                                                                8
●   la Sagra della matricola: una serata insieme dedicata prevalentemente alle
         matricole
     ●   il Polipo: giornalino semestrale di Lista Aperta scritto con alcuni amici, mettendo a
         tema l’università e ciò che accade intorno a noi;
     ●   i Gruppi studio: gruppi di aiuto gratuito allo studio di Analisi 1 tenuti da studenti più
         grandi;
     ●   i Preview di Design e Architettura: momento dedicato agli studenti del liceo per
         conoscere gli universitari e i loro progetti.
     ●   i Pretest: corsi di preparazione ai test d’ingresso del Politecnico organizzati e tenuti
         da noi studenti;
     ●   Discovering Milan: tour organizzato per far conoscere Milano agli studenti stranieri
         del Poli, seguito solitamente da una cena insieme con piatti tipici italiani;
     ●   i Viaggi: organizzati da noi con il contributo economico del Politecnico, sono una
         grande opportunità per conoscere l’Italia, l’Europa e il mondo, visitando città,
         scoprendo nuove culture e conoscendo nuovi amici;
     ●   altre attività, come mostre, incontri o visite ad aziende, ma anche attività di tipo
         sportivo.

PIÙ ASSOCIAZIONI, MENO BUROCRAZIA
Fondare una nuova associazione al Politecnico oggi è un processo lungo e complicato, che
talvolta rischia di scoraggiare la buona iniziativa di molti gruppi di studenti. Riteniamo
opportuno velocizzare il processo di creazione delle associazioni, snellendo la burocrazia e
rendere ancora più nota agli studenti la possibilità di fondarne una, di entrare a far parte di
quelle già esistenti e di usufruire del Bando delle Attività Culturali e dei Viaggi.

INTERNAZIONALIZZAZIONE
L’internazionalizzazione è una sfida in quanto rappresenta un’opportunità per entrare in
contatto con culture, società, metodi e approcci differenti e inoltre può essere un valido
strumento per migliorare la didattica.

MOBILITÀ INTERNAZIONALE - ERASMUS
Avere la possibilità di un’esperienza di studio all’estero è un requisito fondamentale in un
percorso formativo. Per questo lavoreremo sui seguenti fronti:
    ● Referenti Erasmus: Chiediamo più attenzione nel lavoro di supporto agli studenti da
        parte dei professori referenti nei vari Corsi di Studio, partendo da alcuni esempi
        virtuosi già esistenti.
    ● Tripadvisor Erasmus: Lo scorso anno abbiamo fatto introdurre sui Servizi Online il
        “portale” degli studenti Erasmus del Politecnico per aiutare nella scelta chi è
        interessato ad andare all’estero. Continueremo a lavorare per migliorare il servizio,
        introducendo filtri e informazioni dettagliate, incentivando la registrazione delle
        esperienze vissute da parte di studenti appena rientrati dall’Erasmus e facendo sì
        che questi siano contattati facilmente da altri studenti.
    ● Più informazioni per Erasmus in entrata: Proponiamo maggiore chiarezza nelle
        informazioni fornite agli studenti Erasmus che arrivano al Politecnico poiché spesso
        non sono a conoscenza dei contenuti e della lingua in cui è erogato il corso al quale
        partecipano.

                                                                                                9
INGLESE
Vogliamo continuare a lavorare nella direzione già intrapresa in questi anni dal Poli. La nostra
posizione a riguardo è semplice: l’erogazione dei corsi in lingua inglese è sicuramente un
prezioso strumento che il nostro Ateneo ci offre. Uno strumento però e non un obiettivo, e
come tale non va confuso con gli obiettivi propri di un Ateneo universitario, che sono la ricerca
e la didattica. Solo la chiarezza di questa distinzione ci permette, e ci ha permesso in questi
anni di lavoro, di superare la superficialità di una posizione ideologica pro o contro l’inglese.
Come i nostri predecessori, siamo convinti che un lavoro dal “basso”, cioè nei singoli CCS,
possa essere utile a valutare in ogni Corso se sia meglio erogare la didattica in italiano o in
inglese.

                                                                                              10
11
Puoi anche leggere
DIAPOSITIVE SUCCESSIVE ... Annulla