Sottocomitato Monitoraggio e controllo 2014-2020 - Roma, 11 gennaio 2018 - Agenzia per la Coesione Territoriale

 
Sottocomitato Monitoraggio e controllo 2014-2020 - Roma, 11 gennaio 2018 - Agenzia per la Coesione Territoriale
Agenzia per la Coesione Territoriale   Ispettorato Generale per i Rapporti Finanziari con l'Unione Europea

               Sottocomitato Monitoraggio e
                    controllo 2014-2020

                             Roma, 11 gennaio 2018
Sottocomitato Monitoraggio e controllo 2014-2020 - Roma, 11 gennaio 2018 - Agenzia per la Coesione Territoriale
Ordine del giorno
1. Programmazione 2007/13
a) Stato della procedura di chiusura
b) Informativa sulla stabilizzazione dei dati e sulla correzione anomalie
    ancora presenti
2. Esame dello stato di avanzamento della Programmazione 2014/20
a) Informativa sullo stato di designazione delle autorità e follow up dei Piani
    di Azione designazioni AdG e AdC
b) Informativa sullo stato delle designazioni delle Autorità dei programmi
    CTE e sul monitoraggio CTE;
c) Informativa sul Sistema Conoscitivo e reportistica standard
d) Informativa sul monitoraggio Aree Interne e BUL
3. Attività di capacity building e supporto metodologico per le Autorità di
    Audit: stato dell'arte
4. Sistema ARACHNE – Stato dell’arte
Dibattito

                                                                                  2
Sottocomitato Monitoraggio e controllo 2014-2020 - Roma, 11 gennaio 2018 - Agenzia per la Coesione Territoriale
Ordine del giorno

5. Monitoraggio del Performance Framework: documento tecnico relativo
    al metodo di calcolo degli indicatori, reportistica dedicata,
    consolidamento e validazione dei dati per la verifica intermedia;
Dibattito
6. a. Relazioni tra tipologie di patrimoni informativi oggetto di iniziative di
    trasparenza (OpenCoesione e Cohesion Data)
  b. La politica di trasparenza e open data del complesso delle politiche
           pubbliche
7. Opportunità di finanziamento offerte dai Programmi SIE 2014-2020:
    utilizzo delle fonti informative disponibili per l’alimentazione del portale
    unico nazionale;
Dibattito
8. Monitoraggio Fondo Sviluppo e Coesione (FSC): Informativa attività task-
    force Patti per lo Sviluppo, Piani operativi/stralcio
9. Varie ed eventuali.

                                                                                   3
Sottocomitato Monitoraggio e controllo 2014-2020 - Roma, 11 gennaio 2018 - Agenzia per la Coesione Territoriale
Ordine del giorno

1. Programmazione 2007/13:

a)    Stato della procedura di chiusura ;

b)    Informativa sulla stabilizzazione dei dati e sulla correzione anomalie
     ancora presenti.

                                                                               4
Sottocomitato Monitoraggio e controllo 2014-2020 - Roma, 11 gennaio 2018 - Agenzia per la Coesione Territoriale
1. Stato dell'arte della chiusura dei Programmi 2007-2013
                     Situazione al 31 marzo 2017
La chiusura ha riguardato 59 Programmi Operativi, così distinti:

             PROGRAMMI                                 FONDI
      PO CTE                6                  FESR                34
    PON e POIn              11                 FSE                 24
       POR                  42                 FEP                 1
       Totale               59                Totale               59

    14 Pareri qualificati                                 16 Pareri con
                                                       Limitazione di scopo

                                                                              5
Sottocomitato Monitoraggio e controllo 2014-2020 - Roma, 11 gennaio 2018 - Agenzia per la Coesione Territoriale
2. PO che hanno già chiuso la Programmazione 2007-2013

              Programmi Operativi FESR 2007 - 2013                           Programmi Operativi CTE 2007-2013

                                                            +

   Il contributo comunitario                                                   Il contributo comunitario
 riconosciuto FESR ammonta                                                  riconosciuto CTE ammonta a
     a EUR 398.565.870,00                                                         EUR 505.697.757,56

Sulla base dell’ultimo rilevamento IGRUE di dicembre 2017, sono 10 i Programmi Operativi ad aver concluso le procedura di
  Chiusura 2007-2013, ovvero i POR Bolzano, Emilia-Romagna, Lombardia, Piemonte e Valle d’Aosta ed i CTE Italia-Austria
                     Interreg, Italia-Francia Alcotra, Italia-Slovenia, Italia-Svizzera, Italia-Francia marittima
Sottocomitato Monitoraggio e controllo 2014-2020 - Roma, 11 gennaio 2018 - Agenzia per la Coesione Territoriale
3. POR FESR e FSE - Monitoraggio della fase di contraddittorio
dell’Italia con la Commissione europea

          5 POR                                   5 Amministrazioni
   che hanno accettato la                     che stanno predisponendo le
proposta di chiusura della CE                   proprie controdeduzioni

    EUR 398.565.870,00
     il contributo comunitario                          32 POR
        riconosciuto al FESR               che sono in attesa di una proposta di
                                                chiusura da parte della CE

                                                                           7
Sottocomitato Monitoraggio e controllo 2014-2020 - Roma, 11 gennaio 2018 - Agenzia per la Coesione Territoriale
5. PON - Monitoraggio della fase di contraddittorio dell’Italia
con la Commissione europea

          0 PON                                           2 PON
   che hanno accettato la                      che stanno predisponendo le
proposta di chiusura della CE                    proprie controdeduzioni

          EUR 0,00                                        7 PON
    il contributo comunitario               che sono in attesa di una proposta di
       riconosciuto ai PON                       chiusura da parte della CE

                                                                            8
Sottocomitato Monitoraggio e controllo 2014-2020 - Roma, 11 gennaio 2018 - Agenzia per la Coesione Territoriale
Ordine del giorno

1. Programmazione 2007/13:

a)    Stato della procedura di chiusura ;

b)    Informativa sulla stabilizzazione dei dati e sulla correzione anomalie
     ancora presenti.

                                                                               9
Sottocomitato Monitoraggio e controllo 2014-2020 - Roma, 11 gennaio 2018 - Agenzia per la Coesione Territoriale
Programmazione 2007-2013: informativa sulla stabilizzazione
     dei dati e sulla correzione anomalie ancora presenti
 L’IGRUE, in collaborazione con il NUVAP e l’ ACT, ha individuato 9
  casistiche di anomalie sui dati di monitoraggio 2007-2013 che
  riguardano in particolare:

    o Disallineamento tra la spesa certificata e quella monitorata;
    o Incongruenze tra diverse sezioni informative dei progetti (es.:
       progetti «non avviati» che presentano pagamenti ammessi al
       contributo comunitario);
    o Incongruenze all’interno della medesima sezione informativa
       ( es.: Pagamenti totali superiori ai finanziamenti totali)
    o Incompletezza del set informativo (es.: assenza del codice
       Grande Progetto per i programmi con GP approvati).
 Si registrano inoltre duplicazioni di progetti inseriti più volte in BDU
  in associazione a diversi Piani o Programmi (segnalazione da
  OpenCoesione a novembre 2016)
                                                                      10
Programmazione 2007-2013: informativa sulla stabilizzazione
       dei dati e sulla correzione anomalie ancora presenti
 A partire dalle sessione di monitoraggio del 31/12/2016, tali
   anomalie, con le relative misure correttive, sono state comunicate
   alle singole Amministrazioni. Sono state effettuate riunioni
   bilaterali e assistenza on demand per la correzione dei dati

          Ad oggi le Amministrazioni non hanno ancora completato in
          tutti i casi le azioni correttive necessarie a garantire la
          qualità e la correttezza dei dati.
 L’IGRUE continuerà l’azione di supporto operativo e invierà una
  ulteriore verifica entro il 20 gennaio 2018 e posticiperà il
  consolidamento dei dati relativi al VI bimestre 2017 al 28 febbraio
  2018 per consentire alle Amministrazioni di procedere alle
  opportune correzioni. Saranno inoltre richieste le liste dei progetti a
  chiusura dei singoli PO.
                                                                     11
Dati PO 2007-2013: una lenta convergenza

            Costo Ammesso        Pagamenti Ammessi       Dotazione Programmi
60 Mld

55 Mld

50 Mld

45 Mld

    Per molti Programmi non ancora pienamente allineati si osserva un mancato
    aggiornamento dei dati nella BDU 2007-2013: alla validazione di ottobre 2017
40 Mld
    36
     giuProgrammi
         16        su 52ott
              ago 16     NON16 più dic
                                   aggiornati
                                       16  febda17almeno
                                                      apr due
                                                          17 bimestri.
                                                               giu 17  ago 17  ott 17

                                                                                12
70%
           80%
                 90%
                        100%
                                  110%
                                            120%
                                                     130%
                                                              140%
                                                                        150%
                                                                                160%
                                                                                                180%

                                                                                         170%
                                              POIN ATTRATTORI

                                 POIN ENERGIE

                                PON GOVERNANCE
                               PON ISTRUZIONE

                                                   PON R&C
                          PON RETI
                                                                                                       Costo ammesso

                                PON SICUREZZA

                                                             POR BASILICATA

                                                                           POR CALABRIA
                                                                               POR CAMPANIA

                                                     POR PUGLIA

                                                             POR SICILIA
                                POR ABRUZZO
                                                                                                       Pagamenti ammessi

                                                                                       POR EMILIA
                                                                                        ROMAGNA
                                 POR FRIULI VENEZIA GIULIA

                                  POR LAZIO

                                         POR LIGURIA

                               POR LOMBARDIA
                               POR MARCHE

                               POR MOLISE
                                   POR PA BOLZANO
                                                                                                       Spesa Certificata (31.3.2017)

                   POR PA TRENTO

                                          POR PIEMONTE

                                             POR SARDEGNA

                                                                     POR TOSCANA
                                                                                                                                       L’assestamento dei Programmi FESR: dati al 31.10.2017

                                          POR UMBRIA
                                                                                                       Dotazione

                                                                         POR VALLE D'AOSTA
13

                                           POR VENETO
70%
           80%
                 90%
                                   110%
                                                120%
                                                            130%
                                                                       140%
                                                                                 150%

                       100%
                              PON COMPETENZE

                               PON GOVERNANCE
                                                                   PON AZIONI
                                                                   DI SISTEMA
                              POR BASILICATA

                                                                     POR CALABRIA
                                                                                        Costo ammesso

                                                       POR CAMPANIA

                                      POR PUGLIA

                                              POR SICILIA

                                   POR ABRUZZO

                                          POR EMILIA ROMAGNA

                               POR FRIULI VENEZIA GIULIA
                                                                                        Pagamenti ammessi

                                                       POR LAZIO

                                              POR LIGURIA

                                POR LOMBARDIA

                              POR MARCHE

                          POR MOLISE

                                                            POR PA BOLZANO

                                            POR PA TRENTO
                                                                                        Spesa Certificata (31.3.2017)

                                          POR PIEMONTE

                                                POR SARDEGNA

                                   POR TOSCANA
                                                                                                                        L’assestamento dei Programmi FSE: dati al 31.10.2017

                                  POR UMBRIA
                                                                                        Dotazione

                                                             POR VALLE D'AOSTA
14

                                 POR VENETO
Ordine del giorno

2. Esame dello stato di avanzamento della Programmazione 2014/20:

a. Informativa sullo stato di designazione delle autorità e follow up dei
   Piani di Azione designazioni AdG e AdC;

b. Informativa sullo stato delle designazioni delle Autorità dei programmi CTE
    e sul monitoraggio CTE;

c. Informativa sul Sistema Conoscitivo e reportistica standard;

d. Informativa sul monitoraggio Aree Interne e BUL

                                                                             15
16
17
Monitoraggio dei piani di azione della procedura di designazione AdG – AdC
                          PO FSE/FESR 2014-2020
              • 2 designazioni
  Ottobre     • 2 Piani d’azione
   2016       • 48 Autorità ancora da designare
              • 40 designazioni
              • 36 Piani d’azione
 Dicembre
   2016
              • 10 Autorità ancora da designare

              • 44 designazioni
              • 40 Piani d’azione
Giugno 2017   • 6 Autorità ancora da designare

              • 47 designazioni
              • 43 Piani d’azione
  Ottobre     • 3 Autorità ancora da designare
   2017

              • 49 designazioni
              • 32 Piani d’azione
 Dicembre
   2017       • 1 Autorità ancora da designare

                                                                             18
Stato dell’arte dei Piani d’azione a dicembre 2017

                                      7 chiusi

                           25 in
                         progress

                                                  32 Piani
                                                 d’azione

                                                             19
Dettaglio delle criticità dei Piani d’azione ancora aperti
FESR – dicembre 2017

                                                                                         Sistema
                                                                                         informativo

                                                                                         45%

                                                          Adozione misure   Attuazione
                                                          antifrode         PRA

                                                              15%             15%
                    Individuazione OI   Piste Controllo

    Aggiornamento
    SIGECO
                       10%               10%
     5%

      (1)               (2)                  (2)                (3)            (3)        (10)
     1 PO              2 PO                2 PO                3 PO           3 PO        8 PO

                                                                                                       20
Dettaglio delle criticità dei Piani d’azione ancora aperti
 FSE - dicembre 2017
                                                                                            Sistema
                                                                                          informativo

                                                                                            50%
                                                                             25%
                                                                             Attuazione
                                                                                PRA

                                                           Adozione misure
                                                           antifrode
                                                                             20%
8%
 8%
 8%                               8%                       8%
                                                                15%

Aggiornamento
SIGECO          Piste Controllo        Individuazione OI

  5%                5%                       5%

   (1)              (1)                       (1)                (2)         (3)            (8)
    1 PO            1 PO                       1 PO             2 PO          3 PO            8 PO
                                                                                                        21
Tempi di chiusura delle criticità: annualità 2018

             Fondo FESR (2018)
Gen                                              11
Feb               4
Mar   1
Apr   1
Giu               4

                  Fondo FSE(2018)
Gen                                     6
Feb                                 5

Apr           2

Giu                        4

                                                              22
CIRCABC: Collaborazione tra i servizi della Commissione, l’IGRUE e
le Autorità di Audit

CIRCABC è l’acronimo di Centro risorse di comunicazione e informazione per
amministrazioni, imprese e cittadini. E’ stato sviluppato dalla Commissione Europea
nell'ambito del programma ISA, consente a gruppi distribuiti su base geografica di
condividere informazioni e risorse in spazi di lavoro privati

                                            CIRCABC è utilizzato nell'attuazione di molte
                                            politiche dell'UE, sia all'interno delle istituzioni
                                            dell'UE, sia negli Stati membri, fornendo loro un
                                            sistema affidabile e di facile utilizzo per la
                                            collaborazione e lo scambio di informazioni

                                                                                             23
CIRCABC: Collaborazione tra i servizi della Commissione, l’IGRUE e
le Autorità di Audit
Con l’ausilio di CIRCABC, l’IGRUE distribuisce e gestisce documenti e file (Piani d’Azione, Strategie,
Campionamento, Cartelle specifiche per le AdA ecc.) con i servizi della Commissione e le Autorità di
Audit in qualsiasi formato e con un elevato livello di sicurezza :

                                                                                              24
Stato di attuazione Fondi SIE 2014-2020
Dall’analisi dei dati presenti nella Banca Dati Unitaria (BDU) e da
comunicazioni extra sistema emerge il seguente stato di
avanzamento dei PO cofinanziati dai Fondi SIE

                                                                    in milioni di euro
                                 Impegni     Pagamenti % Impegni/ % Pagamenti/
     Fondo        Programmato
                                 ammessi      ammessi Programmato Programmato

  F.E.S.R. (*)          33.576       4.495        1.504       13%                 4%

  F.S.E. (+YEI)         19.122       5.002        1.847       26%               10%

  F.E.A.S.R.            20.857         320         218         2%                 1%

  F.E.A.M.P.              978          179          48        18%                 5%
         Totale         74.533       9.995        3.618       13%                 5%

 (*) comprensivo di CTE

                                                                                     25
Stato di avanzamento del Sistema Nazionale di
                          Monitoraggio

                             % dati in BDU e % dati extra-sistema
                     Impegni ammessi                                        Pagamenti ammessi

 F.E.A.M.P.                                             F.E.A.M.P.

                                                         F.E.A.S.R.
  F.E.A.S.R.

                                                       F.S.E. (+YEI)
F.S.E. (+YEI)
                                                           F.E.S.R.
    F.E.S.R.
                                                                       0%      20%    40%    60%    80%   100%
                0%     20%   40%   60%    80% 100%                          % pagamenti in BDU
     % impegni in BDU        % impegni extra-sistema                        % pagamenti extra-sistema

                                                                                                          26
Fondi SIE 2014-2020: stato di avanzamento del
         Sistema Nazionale di Monitoraggio
 Nella I^ sessione di monitoraggio (7 giugno 2017-8 agosto 2017)
  hanno validato i dati sul Sistema Nazionale di Monitoraggio solo 29
  PO di cui: 7 PON e 22 POR

 Ad oggi, risultano 43 PO di cui: di cui 8 PON, 32 POR, 1 PO CTE e 2
  PSR
          I^ sessione                         Ad oggi
                                              32

                  22

           7                              8
                                                    1         2

           PON    POR                   PON   POR       CTE       PSR
Programmi di azione e coesione 2014-2020: stato di
avanzamento del Sistema Nazionale di Monitoraggio
Ad oggi, a fronte di 10 Programmi di azione e coesione approvati e
censiti sul Sistema IGRUE, soltanto 2 hanno validato dati di
attuazione sul medesimo Sistema.
                                                in milioni di euro

                                                                     28
Sistema Nazionale di Monitoraggio 2014-2020:
                   criticità

      Mancata messa a regime dei Sistemi informativi locali

        Mancata alimentazione dei dati di attuazione nei
        Sistemi informativi locali

      Mancato accesso da parte dei Beneficiari ai Sistemi
      informativi locali

                                                            29
Sistema Nazionale di Monitoraggio 2014-2020: punti di
                          attenzione

      La mancata presenza dei dati sul SNM determina:

        Performance                  Piani di Rafforzamento
                                                                                 SISTAF
         Framework                      Amministrativo
Difficoltà di verificare i target   Mancata evidenza del livello di   Mancata alimentazione della
al 2018 per il PF ai fini           raggiungimento dei target         Piattaforma SISTAF
dell’assegnazione delle risorse     relativi ai PRA II^ fase
aggiuntive

          ARACHNE                        Finanza Pubblica                      My Audit

Impossibilità di utilizzare il      Impossibilità di fornire          Difficoltà per le AdA di acquisire
sistema ARACHNE con                 informazioni complete e           le informazioni necessarie alle
conseguenze sull’adeguatezza        tempestive a ISTAT,               attività di verifica
del sistema di gestione e           EUROSTAT, Banca d’Italia,
controllo                           Corte dei Conti, ecc.
Informativa sul Sistema ARACHNE
• Dal 6 al 10 novembre 2017 si è svolta, presso il Ministero dell’Economia e
  delle Finanze, la I^ edizione del corso di formazione sul sistema
  ARACHNE organizzato dall’IGRUE in collaborazione con la Commissione
  Europea e l’Agenzia per la Coesione Territoriale.

• La I^ edizione ha coinvolto 27 PO (6 PON e 21 POR) per un totale di 48
  partecipanti (32 appartenenti alle strutture dell’AdG e 16 alle strutture
  dell’AdC). Tutti i partecipanti sono stati profilati per accedere al sistema
  ARACHNE.

• A conclusione del percorso formativo, è stato inviato il materiale
  didattico e la manualistica del sistema ARACHNE, nonché il software
  d’installazione del sistema.

• L’IGRUE, in qualità di Amministratore Locale, gestirà le richieste di
  accesso al Sistema ARACHNE.

                                                                          31
Sistema ARACNHE: prossime attività

 Gennaio 2018: II^ trasferimento dati
  validati relativi ai PO FESR e FSE
  2014/2020 al Sistema ARACHNE.

 Dal 29 gennaio al 2 febbraio 2018: II^
  edizione del corso di formazione rivolta
  sia al personale AdG/AdC e sia al
  personale delle AdA. A breve sarà inviata
  la relativa convocazione.

                                              32
Ordine del giorno

2. Esame dello stato di avanzamento della Programmazione 2014/20:

a. Informativa sullo stato di designazione delle autorità e follow up dei Piani
    di Azione designazioni AdG e AdC;

b. Informativa sullo stato delle designazioni delle Autorità dei programmi
   CTE e sul monitoraggio CTE;

c. Informativa sul Sistema Conoscitivo e reportistica standard;

d. Informativa sul monitoraggio Aree Interne e BUL

                                                                              33
Monitoraggio della procedura di designazione AdG – AdC

            • 1 designazioni
            • 1 Piani d’azione
 Dicembre
   2016     • 9 ancora da designare

            • 2 designate
            • 2 Piani d’azione
Settembre
  2017      • 8 ancora da designare

            • 7 designate
            • 7 Piani d’azione
 Gennaio
  2018      • 3 Autorità ancora da designare

                                                     34
Stato dell’arte della designazione dei Programmi CTE

                     CTE

                                30%

                                       3 AdG-AdC da designare
                    70%                7 AdG-AdC designate

                                                             35
Situazione attuale del processo di designazione AdG-AdC
                   dei Programmi CTE

            • Italia Francia Marittimo   •   Italia Malta (Sicilia
              (Toscana)
                                         •   ENI CBC Italia
            • Italia Austria (Bolzano)       Tunisia (Sicilia)
            • Italia Croazia (Veneto)    •   ENI CBC MED
                                             (Sardegna)
            • IPA Italia Albania
              Montenegro (Puglia)
            • Italia Slovenia (Friuli)
            • Italia Svizzera
              (Lombardia)
            • Adrion (Emilia Romagna)

                                                                     36
Istituzione tavolo tecnico permanente con le AdA italiane dei
                              PO CTE
L’IGRUE ha istituito un tavolo tecnico permanente riservato alle sole Autorità di
audit italiane dei PO CTE, al fine di analizzare le motivazioni dei ritardi accumulati
nella designazione delle AdG e AdC e porre in essere, per quanto di sua
competenza, azioni per il superamento delle stesse.

                                                             Sistema
                                                             informativo

                                                             Aggiornamento
                                                             SI.GE.CO.

                                                             Misure Anti frode

                                                                                 37
Monitoraggio Programmi CTE- Attività svolte

 Riunione del 19 ottobre presso il MEF (IGRUE - Agenzia Coesione Territoriale -
  AdG PO CTE)
    o Analisi criticità legate alla trasmissione dati al SNM

 Riunione del 30 ottobre presso l’ACT (IGRUE - Agenzia Coesione Territoriale - AdG
  PO CTE)
    o Riunione con il coordinamento dell’ACT per l’analisi del Protocollo Unico di
       Colloquio e definizione di proposte di integrazione al PUC

A seguito della documentazione prodotta dall’ACT e delle interlocuzioni con
PCM, ACT e AdG, l’IGRUE ha definito una bozza di nota tecnica a
chiarimento di alcune osservazioni formulate dalle AdG CTE.

                                                                                38
Monitoraggio Programmi CTE- Principali indicazioni

 I Programmi saranno monitorati nella loro interezza, ovvero
  considerando il cofinanziamento degli Stati che partecipano a ciascun
  Programma ed il cofinanziamento comunitario, fatta eccezione per le
  eventuali risorse extra - UE (ad esempio fondi federali, ecc.);

 Sono monitorati anche i Programmi ENI e IPA (Programmi con Autorità di
  Gestione italiane)

 La trasmissione dei dati al Sistema Nazionale di Monitoraggio può
  avvenire “per progetto” o per “partner” in linea con la modalità di
  inserimento all’origine nel Sistema locale e sempre nel rispetto del PUC.

 Si può utilizzare il “progetto complesso” per una lettura aggregata dei
  dati

                                                                       39
Monitoraggio Programmi CTE- Principali indicazioni

 Implementate le tabelle di contesto del Protocollo unico di colloquio con
  i valori pertinenti la programmazione CTE (ad es. TC16 “Localizzazione
  progetto”; TC44 “Indicatori di output comuni nazionali/comunitari” ecc.)

 La trasmissione delle strutture dati FO00 - Formazione e SC01 -
  Partecipanti inclusi in politiche attive non è necessaria per i programmi
  di Cooperazione Territoriale

 La valorizzazione degli Indicatori di Risultato (Comuni o di Programma) e
  degli Indicatori di Output Comuni è obbligatoria. Non possono essere
  eliminati i controlli.

                                                                       40
Ordine del giorno

2. Esame dello stato di avanzamento della Programmazione 2014/20:

a. Informativa sullo stato di designazione delle autorità e follow up dei Piani
    di Azione designazioni AdG e AdC;

b. Informativa sullo stato delle designazioni delle Autorità dei programmi CTE
    e sul monitoraggio CTE;

c. Informativa sul Sistema Conoscitivo e reportistica standard;

d. Informativa sul monitoraggio Aree Interne e BUL

                                                                              41
Ordine del giorno

2. Esame dello stato di avanzamento della Programmazione 2014/20:

a. Informativa sullo stato di designazione delle autorità e follow up dei Piani
    di Azione designazioni AdG e AdC;

b. Informativa sullo stato delle designazioni delle Autorità dei programmi CTE
    e sul monitoraggio CTE;

c. Informativa sul Sistema Conoscitivo e reportistica standard;

d. Informativa sul monitoraggio Aree Interne e BUL

                                                                              42
Monitoraggio Strategia Nazionale delle Aree Interne
                        Contesto
I progetti afferenti alla Strategia Nazionale Aree Interne (SNAI)
possono essere finanziati con:

                                    Risorse Fondi SIE
                                       2014-2020

                                                      Risorse Fondo di
                Altre risorse
                                                    Rotazione ( Legge di
              nazionali, locali o
                                                    stabilità per gli anni
                   private
                                                    2014, 2015 e 2016)

                                                                             43
Monitoraggio Strategia Nazionale delle Aree Interne
 Per definire regole comuni di monitoraggio, nel corso dell’anno 2017,
  sono stati svolti diversi incontri operativi che hanno coinvolto PCM –
  DPCoe-NUVAP, MEF-IGRUE e ACT.

               Principali esiti

      Nel caso di interventi finanziati:
           con risorse comunitarie, questi saranno monitorati
             nell’ambito dei PO 2014/2020 già censiti sul SNM;
           con risorse nazionali (Fondo di rotazione-Legge di Stabilità)
             questi saranno        monitorati nell’ambito di 20 specifici
             programmi regionali censiti sul SNM.
           La validazione dei dati di monitoraggio relativi alle risorse
             nazionali (FdR) sul Sistema Nazionale di Monitoraggio IGRUE è
             attribuita alle Regioni (Responsabile Programma).

                                                                      44
Monitoraggio Strategia Nazionale delle Aree Interne –
                      Risorse nazionali
A livello di struttura programmatica, i Programmi Regionali - e
le relative strutture dei Piani Finanziari - saranno articolati sul
Sistema IGRUE in:
    • “Aree interne”;
    • ogni “Area interna”, a sua volta, sarà articolata nei
      seguenti “Settori”:
        • Salute;
        • Mobilità;
        • Istruzione;
        • AT.

  A breve si terrà un incontro con ACT, MIUR, IGRUE, DPCOE, per definire le
  attività connesse alla rilevazione e validazione dei dati gestiti dal MIUR .
                                                                          45
Monitoraggio Strategia Nazionale delle Aree Interne
         Principali strutture del PUC interessate
 Tabella “TC07 – Progetti complessi”: tale associazione consentirà di aggregare i
  progetti finanziati a valere delle risorse comunitarie (FESR; FEASR; FEAMP; ecc.) e
  nazionali (FdR - Legge di Stabilità) al fine di consentire una lettura integrata della
  Strategia delle Aree interne.

 Tabella “TC 15 – Strumenti di attuazione”: tale associazione consentirà di
  ricondurre il progetto ai pertinenti strumenti di attuazione (es. PO; APQ ed
  ulteriori strumenti di attuazione diretta). La TC 15 sarà opportunamente integrata
  con gli APQ di volta in volta approvati.

 Tabelle “TC 42 – Indicatori di risultato comuni” tale associazione consentirà il
  monitoraggio dei risultati della SNAI. La tabella sarà integrata, se necessario, con
  indicatori propri della Strategia (attività in corso di definizione).

Ad aprile 2018 sarà rilasciata una nuova versione del «Vademecum
sul monitoraggio 2014-2020» che conterrà le indicazioni sulle
modalità di monitoraggio delle Aree Interne.
                                                                                    46
Monitoraggio Strategia Nazionale Banda Ultra Larga
                         Contesto

 I progetti afferenti alla Strategia Nazionale Banda Ultra Larga (BUL) possono
  essere finanziati con risorse di:
   • PON Imprese e competitività (MISE)
   • POR (Programmi operativi regionali FESR)
   • PSR (Programmi di Sviluppo Rurale FEASR)
   • Fondo FSC, risorse assegnate con Delibera CIPE 65/2015 e successive
     Delibere CIPE
   • bilanci regionali

 Lo scorso 7 settembre 2017, è stata presentata alla Commissione europea
 la proposta di un “Grande progetto” ai sensi dell’art. 100 del Reg. (UE) n.
 1303/2013 (CCI 2017IT16RFMP024).
 Il grande progetto definisce, per ogni Regione coinvolta, indicatori e target
 di realizzazione.

                                                                            47
Monitoraggio Strategia Nazionale Banda Ultra Larga
 Per definire regole comuni di monitoraggio, nel corso dell’anno 2017,
  sono stati svolti diversi incontri operativi che hanno coinvolto ACT e MEF-
  IGRUE.

           Proposte per il monitoraggio

       Sul sistema informativo IGRUE sarà censito un programma
       specifico relativo alla fonte di finanziamento FSC, per consentire la
       gestione finanziaria ed il monitoraggio di tale fondo.

       Ai fini del monitoraggio, tutti i progetti afferenti alla Strategia
       Nazionale Banda Ultra Larga (BUL) dovranno riportare l’associazione
       al progetto complesso censito ad hoc sul sistema nazionale di
       monitoraggio, indipendentemente dal programma/fonte di
       finanziamento.

                                                                         48
Monitoraggio Strategia Nazionale Banda Ultra Larga

          Questioni aperte

   Modalità di individuazione delle operazioni ai fini dell’attribuzione
   del codice CUP;

   Omogeneizzazione degli indicatori di realizzazione previsti nei POR
   FESR, utilizzando l’indicatore unità immobiliari addizionali raggiunte
   con banda larga ad almeno 30 Mbps

   Eventuale modifica dei POR regionali in relazione ad indicatori e
   target del Performance Framework (2018) collegati a progetti
   rientranti nella BUL

A breve si terrà un incontro con ACT, MISE, IGRUE, INFRATEL per
individuare le azioni da porre in essere
                                                                     49
Ordine del giorno
3. Attività di capacity building e supporto metodologico per le Autorità di
   Audit: stato dell'arte;

                                                                              50
OFFERTA FORMATIVA 2017-2018

    • Corso base per neoassunti/neofiti

    • Corsi specialistici

    • Corsi My Audit

                                          51
CORSO BASE PER NEOASSUNTI/NEOFITI
La politica di coesione cofinanziata dai fondi strutturali europei, con
particolare riferimento al ruolo e alla funzione dell’Autorità di Audit
(modulo funzioni, processi e strumenti dell’Autorità di Audit)

             • Novembre 2016 – Giugno 2017

             • 8 giornate di formazione

             • 9 Edizioni: 5 Roma, 2 Caserta, 2 Milano

             • 209 Discenti: 70 AdA, 118 RTS, 21 MEF-IGRUE

                                                                  52
CORSI SPECIALISTICI: APPALTI PUBBLICI, AIUTI DI STATO, LOTTA ALLE FRODI

       • Gennaio – Novembre 2018

       • 39 Edizioni: 18 Roma, 12 Milano, 9 Caserta

       • 705 Discenti: 520 Funzionari AdA, 68 IGRUE, 117 Presìdi RTS

       • Nov.– Dic. 2017: Corsi pilota per testare adeguatezza dei contenuti
         didattici

                                                                           53
CORSO APPALTI PUBBLICI

• 1^ Giornata: Nuovo Codice dei Contratti Pubblici. Scelta delle procedure, criteri di
  aggiudicazione, gestione dei contratti ed il controllo della loro esecuzione.

• 2^ Giornata: La procedura negoziata senza bando e gli affidamenti sotto soglia.
  Approfondimento sulle fattispecie più ricorrenti tra quelle definite dalla decisione (2013) 9527
  finale della CE del 19.12.2013.

• 3^ Giornata: Il rischio della corruzione/collusione negli appalti pubblici.

• 4^ Giornata: Analisi di casi paradigmatici e delle relative problematiche. Individuazione delle
  soluzioni corrette dal punto di vista normativo e gestionale (cd. Approccio problem solving).

                                                                                           54
CORSO AIUTI DI STATO

• 1^ Giornata: Profili generali della disciplina sugli Aiuti di Stato. Conoscenza dei principi e delle
  procedure. Analisi e approfondimento di casi pratici.

• 2^ Giornata: Il sistema di controllo sugli Aiuti di Stato.

• 3^ Giornata: Il quadro normativo italiano in materia di Aiuti di Stato.

• 4^ Giornata: Approccio delle Autorità di Audit alla verifica delle operazioni recanti Aiuti di
  Stato: Punti di attenzione e casi pratici.

                                                                                              55
CORSO PREVENZIONE E CONTRASTO ALLE FRODI

      • 1^ Giornata: Sistema antifrode: Normativa e Istituzioni
        europee.      Le frodi a livello europeo e nazionale.
        Principali casistiche.            La strategia nazionale
        antifrode - attività progettuali in corso.

      • 2^ Giornata: Verifica da parte dell’AdA del requisito chiave
        7. Sistema Informativo Arachne: dialogo con il Sistema
        Informativo Nazionale di Monitoraggio e le principali
        funzionalità.

                                                                       56
CORSI MY AUDIT

• Novembre – Dicembre 2017

• 3 giornate formative pratiche in aula informatica

• 3^ Edizione: 5 Sessioni.

• 75 Discenti (3 per AdA + Team Statistico): 15 per sessione

                                                               57
ATTIVITA’ DI SUPPORTO METODOLOGICO PER LE ADA :
                  MANUALISTICA

  • Versione 4 del Manuale delle procedure di Audit 2014-2020 (26
    Allegati al Manuale delle procedure di Audit: Dicembre 2017):
    Dicembre 2017

  • Checklist Appalti Pubblici e Aiuti di Stato: oggetto di revisione e
    aggiornamento da parte dei rispettivi Tavoli Tecnici: Dicembre 2017

  • Versione 2.1 del Manuale: Caratteristiche generali del sistema
    nazionale di controllo dei programmi dell'obiettivo cooperazione
    territoriale europea 2014-2020: Dicembre 2017

                                                                       58
ATTIVITA’ DI SUPPORTO METODOLOGICO PER LE ADA :
   Workshop procedura di presentazione dei Conti e
            preparazione del parere di Audit

   • 12 Dicembre 2017

    • Commissione Europea, IGRUE, Agenzia per la Coesione
     Territoriale, Autorità di Audit, Autorità di Gestione e Autorità di
     Certificazione

    • Procedura di preparazione dei conti e del parere di audit

                                                                       59
Ordine del giorno
4. Sistema ARACHNE – Stato dell’arte

                                             60
Ordine del giorno

5. Monitoraggio del Performance Framework: documento tecnico relativo
   al metodo di calcolo degli indicatori, reportistica dedicata,
   consolidamento e validazione dei dati per la verifica intermedia;

                                                                    61
Ruolo del Sistema Nazionale di Monitoraggio nella verifica
               del Performance Framework

L’ Accordo di Partenariato (par. 2.4) assegna al Sistema
nazionale di monitoraggio il compito di garantire parità di
trattamento tra programmi nel processo di verifica in itinere e
finale del Performance Framework (PF).

         Cosa significa in pratica ?
         Ciascun programma ha scelto indicatori/target
         intermedi e finali per il PF, ma tutti i «conteggi in
         itinere e per la verifica» degli indicatori sono
         eseguiti secondo regole comuni di identificazione e
         calcolo basati su ciò che è visibile e validato nel
         sistema di monitoraggio unitario (BDU 14-20).
                                                             62
Istruttoria tecnica del gruppo di lavoro PF (IGRUE-
NUVAP-ACT-ANPAL-MIPAFF-RRN) – attivo da gennaio
2017

• Il sistema nazionale osserva l’avanzamento dei programmi
  attraverso i dati validati in BDU dalle ADG relativi a progetti-
  operazioni singolarmente monitorati.
• I dati in BDU sui progetti-operazioni sono resoconti
  standardizzati in variabili concordate nel Protocollo Unico di
  Colloquio (PUC)
• Necessità di condividere una metodologia chiara e trasparente
  per il calcolo degli indicatori del PF attraverso le informazioni
  gestite dalle «strutture dati» presenti nel PUC, considerando
  specificità dei diversi Fondi e Natura (CUP) dei progetti-
  operazioni.

                                                                63
Metodologia: princìpi di base

• Per gli indicatori finanziari (IF), i dati per la verifica del PF
  sono quelli più aggregati inseriti e validati in SFC14: il Sistema
  Nazionale di Monitoraggio riscontra coerenze da assicurare
  nel tempo;

• Per gli indicatori di avanzamento procedurale (IP) e per gli
  indicatori di output (IO) i dati utili al calcolo degli indicatori
  fanno perno sull’Iter procedurale di Progetto per
  l’individuazione dello stato di attuazione dei progetti-
  operazioni. Il punto dell’iter in cui il progetto si trova a ogni
  tempo consente di identificare i progetti rilevanti e utili ai
  conteggi per gli indicatori del PF: attraverso il calcolo di
  numerosità (rilevante soprattutto per IP) e/o di sommatoria
  degli indicatori di output associati (rilevante per IO).
                                                                 64
Documento tecnico sul Performance Framework

Il gruppo di lavoro IGRUE-NUVAP-ACT-ANPAL-MIPAFF-RRN - ha
realizzato e diffuso un Documento tecnico sul PF

          Principali contenuti
    a) richiama le tipologie di indicatori contenute nei PF;
    b) chiarisce le modalità di rilevazione e di calcolo del
       Sistema Nazionale di Monitoraggio per la valorizzazione
       degli indicatori dei PF;
    c) esplicita i contenuti della reportistica di supporto
       all’autovalutazione in itinere;
    d) indica la tempistica per la validazione (AdG) e il
       consolidamento dei dati (IGRUE) per la verifica intermedia
       del 2018.
                                                               65
Reportistica
E’ stata definita una reportistica di supporto che sarà disponibile nella sezione
conoscitiva del Sistema IGRUE che riporterà per ciascun programma in tre
sezioni/fogli le differenti tipologie di indicatori.

Report IF
                                                    Spesa
                                                  certificata
                                                                       Target
                                Categoria di     cumulata al /                      Target finale
 Asse/Priorità     Fondo                                             intermedio                      Delta 2018     Delta 2023
                                 Regione          Pagamenti                             2023
                                                                        2018
                                                  FEASR al
                                                    (data)

Report IP
                                           Progetti-
                                                               Di cui relativi ad
                            Categoria     Operazioni                                  Target        Target
                                                                    azioni                                     Delta      Delta
 Asse/Priorità   Fondo         di           avviati                                 intermedio      finale
                                                            rilevanti/sottomisure                              2018       2023
                            Regione      Asse/Priorità                                 2018          2023
                                                                    FEASR
                                              al

Report IO
                                                                             Di cui
                                         Indicatore                       relativo ad
                           Categoria                     Valore totale                    Target      Target
                                        (definizione                         azioni                               Delta   Delta
 Asse/Priorità   Fondo        di                         Asse/Priorità                  intermedio    finale
                                          e unità di                       rilevanti/                             2018    2023
                           Regione                            al                           2018        2023
                                           misura)                       sottomisure
                                                                            FEASR

                                                                                                                              66
Tempistiche per la verifica intermedia
Ipotesi di tempistiche per la verifica intermedia:
   5 marzo 2019: il presidio centrale di monitoraggio (RGS-IGRUE)
    effettuerà un primo consolidamento dei dati riferiti al 31/12/2018
    entro tale data. Le Amministrazioni titolari di Programmi, pertanto,
    avranno tempo fino al 28/02/2019 per effettuare le validazioni.
   30 marzo 2019: le Amministrazioni del gruppo ristretto (IGRUE, ACT,
    PCM-NUVAP, ANPAL, MIPAAF-RNN) avvieranno un’attività di verifica
    della completezza dei dati e dell’avanzamento degli indicatori rispetto
    ai target intermedi.
   30 aprile 2019: le Amministrazioni titolari dei Programmi dovranno
    adoperarsi per rimuovere eventuali anomalie e procedere di
    conseguenza ad un nuovo invio e validazione dei dati entro tale data
   06 maggio 2019.IGRUE effettuerà il consolidamento conclusivo. I dati
    consolidati costituiranno la base di riferimento ufficiale a supporto
    della verifica di efficacia dell’attuazione.
                                                                       67
Prossime attività

 Febbraio 2018: Revisione del documento tecnico a
  seguito delle osservazioni delle Amministrazioni
 Marzo 2018: Censimento delle Azioni-Linee di azioni
  rilevante ai fini del calcolo degli indicatori di avanzamento
  procedurale (IP) e fisico (IO) e dei relativi valori target al
  31/12/2018
 Aprile 2018: Aggiornamento del “Vademecum di
  monitoraggio 2014/2020”

                                                             68
Ordine del giorno

6a. Relazioni tra tipologie di patrimoni informativi oggetto di iniziative di
    trasparenza (OpenCoesione e Cohesion Data);

                                                                            69
Fonti informative e piattaforme

          SFC2014                               BDU
   Dati finanziari (art. 112)               Sistemi di
                                         monitoraggio locali
     Relazione annuale di
      attuazione (RAA)
                                              Sistema di
          Domande di                         Monitoraggio
          pagamento                            Unitario
                                                                        Portali delle
                                                                       Amministrazioni
     CohesionData                      OpenCoesione                     Opportunità di
  Portale open data CE                 Portale open data                finanziamento
                                           nazionale
  https://cohesiondata.ec.europa.eu                                      Bandi di gara e
                                      http://www.opencoesione.gov.it
                                                                          di concorso
                                            PROGETTI                         Elenco
      DATI AGGREGATI
                                        RISORSE UE+NAZ                     beneficiari
      RISORSE UE+NAZ
                                        e RISORSE TOTALI
Tempi di riferimento e pubblicazione

 Monitoraggio
    31/12      28/02           30/04           30/06          31/08           31/10   31/12
            + 20-25 gg per invio a BDU
               + 2-3 mesi per validazione IGRUE e
               pubblicazione OpenCoesione
               (incluso consolidamento IGRUE)
 Dati finanziari ex art. 112
   31/12                                       30/06                  30/09
            31/01 per caricamento su SFC                31/07                 31/10
              Pubblicazione immediata in CohesionData

 RAA
   31/12
                                    31/05
                                    (30/06 per 2017 e 2019)
Variabili fondamentali
    Dati finanziari (e CohesionData)    Monitoraggio (e OpenCoesione)

    Costo ammissibile totale                 IMPORTO_AMMESSO
                                           (FN01 – COSTO AMMESSO)
 • Progetti a cavallo (quota 14/20)
 • Progetti già selezionati
                                            In OpenCoesione 07/13:
 • Bandi pubblicati                       COSTO_RENDICONTABILE_UE

 Vedi Nota ACT del 13/01/2017                      IMPORTO
                                        (PA01 – PROCEDURA ATTIVAZIONE)
 «Decided» in CohesionData

   Spesa totale ammissibile                  IMPORTO_PAG_AMM
                                         (FN07 – PAGAMENTI AMMESSI)
          dichiarata
                                             In OpenCoesione 07/13:
 «Spent» in CohesionData               OC_TOT_PAGAMENTI_RENDICONTAB_UE

        Spesa certificata                  (FN09 – SPESE CERTIFICATE)
CohesionData: EC Open Data Platform
https://cohesiondata.ec.europa.eu/countries/IT

 Dataset su dati finanziari art. 112 CPR
 https://cohesiondata.ec.europa.eu/dataset/ESIF-2014-2020-Finance-Implementation-Details/99js-gm52
 Dataset su domande di pagamento
 https://cohesiondata.ec.europa.eu/EU-Level/ESIF-2014-2020-EU-payments-daily-update-/gayr-92qh
 Dataset su indicatori
 https://cohesiondata.ec.europa.eu/EU-Level/ESIF-2014-2020-Achievement-Details/aesb-873i
Portale OpenCoesione 2014-2020: novità I trim 2018

 •   Completo redesign dell’interfaccia grafica
 •   Visualizzazione di più cicli di programmazione
        Congelamento dati PO 2007-2013 con «pulizia» soggetti, a
         seguito assestamento dati al 31.12.2017!
        Pubblicazione dati 2000-2006 (solo in open data)
 •   Sezioni dedicate a opportunità di finanziamento e bandi
 •   Dettagli sullo stato procedurale dei progetti (timeline)
 •   Widget (ad es. liste operazioni/beneficiari)
 •   Interfaccia responsive per accesso da dispositivi mobili
 •   Potenziamento motore di ricerca e filtri di selezione
 •   Multilinguismo (IT-EN)
Le sfide di oggi

•   Open     data      come      crocevia     tra      monitoraggio,
    comunicazione/trasparenza e strumento per la valutazione
•   Necessario raccordo tra le diverse fonti informative e le
    piattaforme open data
•   Molti dati: dibattito aperto sulla capacità di rappresentazione della
    realtà
•   Importante assicurare coerenza con dati di certificazione della
    spesa e dati del Sistema di Monitoraggio Unitario RGS-IGRUE
    (monit ≥ certificazione)
•   Qualità dei dati: fondamentale garantire dati corretti quando
    caricati/trasmessi ai diversi sistemi (SFC2014, BDU)
•   Attenzione ai metadati e alle date di riferimento
Allineamento dati in diverse fonti

Dal Par. 4.2 dell’Accordo di Partenariato:

 Necessità di predisporre un glossario operativo per facilitare la
 comprensione delle diverse variabili
Ordine del giorno

6b. La politica di trasparenza e open data del complesso delle politiche
    pubbliche

                                                                           77
SPESA ORDINARIA E RISORSE AGGIUNTIVE (1)
…le risorse aggiuntive svolgono una funzione essenziale di sostegno allo
sviluppo anche se rappresentano una quota molto ridotta della spesa pubblica
totale…
                                                      PA - RISORSE AGGIUNTIVE
                                                 (anni 2000-2015; valori percentuali)
                 In % della spesa in conto capitale                                   In % della spesa totale primaria

 72%                                                                      72,0%   72%

 64%                                                                              64%
                                                               57,7%
                                                    55,3%
 56%                                                                              56%

 48%                                                                              48%
                                40,4%
 40%                                                                              40%

 32%                  28,4%                                                       32%
              27,0%

 24%                                                                              24%

 16%                                                                              16%
                                                                                                                             7,0%                  5,6%
  8%                                                                              8%                                                    4,3%
                                                                                        2,8%   1,8%     2,3%
  0%                                                                              0%
                       Italia                               Mezzogiorno                        Italia                                Mezzogiorno

                      media 2000-2002    media 2012-2014        2015                             media 2000-2002   media 2012-2014      2015

Fonte: Elaborazioni su fonti varie (cfr. Nota 31 del Rapporto)

                                                                                                                                                      78
SPESA ORDINARIA E RISORSE AGGIUNTIVE (2)
 …le risorse aggiuntive svolgono una funzione essenziale di sostegno allo
sviluppo … e, nel 2015, hanno corretto la caduta della spesa…
                                          PA - SPESA IN CONTO CAPITALE E RISORSE AGGIUNTIVE
                                              (anni 2013-2015; euro pro capite costanti 2010)

Fonte: Elaborazioni su fonti varie (cfr. Nota 31 del Rapporto)

                                                                                                79
IL CASO DELLA CULTURA…
 …anche nel settore della cultura la funzione di sostegno allo sviluppo è stata
 sostenuta nel Mezzogiorno soprattutto dalla risorse aggiuntive

                 SPA - SPESA IN CONTO CAPITALE IN CULTURA E SERVIZI RICREATIVI PER FONTE DI FINANZIAMENTO
                                                (euro pro capite costanti 2010)

                                   Centro-Nord                                                                           Mezzogiorno

75,0                                                                                75,0

60,0                                                                                60,0

45,0                                                                                45,0

30,0                                                                                30,0

15,0                                                                                15,0

 0,0                                                                                 0,0
       2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015          2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015

                                                                Spese ordinarie                   Risorse aggiuntive

Fonte: Sistema Conti Pubblici Territoriali

                                                                                                                                                         80
Ordine del giorno

7. Opportunità di finanziamento offerte dai Programmi SIE 2014-2020:
   utilizzo delle fonti informative disponibili per l’alimentazione del portale
   unico nazionale;

                                                                              81
Opportunità di finanziamento
• Sono le occasioni aperte rivolte ai potenziali beneficiari per
  l’attivazione di progetti nei Programmi
• A seconda della natura dei progetti, è possibile che il
  beneficiario sia anche il realizzatore del progetto oppure che
  il progetto dia luogo a bandi di gara e/o di concorso per
  l’individuazione dei soggetti realizzatori
• Esse rappresentano solo una parte delle possibili modalità
  di attivazione di progetti nei Programmi, che comprendono
  anche procedure negoziali o ammissione a finanziamento
  diretta, a seconda della tipologia degli interventi
• Le opportunità sono principalmente rivolte a soggetti privati
  e solo in misura ridotta prevedono una competizione tra
  soggetti pubblici
• Quindi il valore delle opportunità generalmente non
  raggiunge il 100% della dotazione programmatica
Le opportunità 2014-2020 sul portale OpenCoesione
• Banner in homepage aggiornato con cadenza quotidiana

• Sezione dedicata con elenco opportunità navigabili e in
  open data
       www.opencoesione.gov.it/opportunita_2014_2020
Opportunità di finanziamento: i grandi numeri
• Al 31 dicembre 2017, su OpenCoesione 1.146 opportunità di
  finanziamento per 12,6 miliardi di euro, di cui 12,1 a valere sui
  Programmi cofinanziati dai Fondi SIE (6,0 mld su PO FESR, 2,9 mld
  su PO FSE, 3,2 mld su Progr. FEASR):
     In Corso: 302 per 3,5 miliardi di euro
     Scadute: 844 per 8,6 miliardi di euro
• Il valore finanziario attivato sui Programmi dalle opportunità finora
  pubblicate è pari al 17% della dotazione totale 2014-2020 (19% per
  i PO FESR, 16% per i PO FSE, 15% per il FEASR)
• Il 15% degli avvisi è pubblicato senza info sugli importi (9% di quelli
  in corso)
• Rilevazione basata sulle sezioni opportunità sui siti delle AdG (fonti)

  Prossima pubblicazione su OpenCoesione di una Pillola dedicata alle
  opportunità di finanziamento e valorizzazione delle migliori modalità
                   di pubblicazione adottate dalle AdG.
Le opportunità 2014-2020 dei vari Programmi

 •      I PO utilizzano in modo diverso questo meccanismo di
        selezione, in funzione delle relative specificità

     Le aree del grafico sono proporzionali al valore delle opportunità
Ordine del giorno

8. Monitoraggio Fondo Sviluppo e Coesione (FSC)
a. Informativa attività task-force Patti per      lo   Sviluppo,   Piani
   operativi/stralcio

                                                                       86
Monitoraggio FSC 2014-2020: Patti per lo Sviluppo e Piani Operativi/stralcio
Con Delibere CIPE nn. 25/2016, 26/2016, 52-56/2016, sono state assegnate le risorse del
Fondo Sviluppo e Coesione 2014/2020 per gli interventi afferenti ai Patti per lo Sviluppo
(Patti per il Sud e Patti Centro-Nord) e ai Piani Operativi/stralcio.

          Patti per lo sviluppo                                                    Piani operativi/stralcio
                   Patti Milano e
                    Lombardia
                                                 Patto Venezia                                                       PO Agricoltura

Patto Genova                                                                                                  PO Cultura

                                          Patto Abruzzo
     Patto Firenze                                                                                            PO Infrastrutture
                                                  Patto Molise
           Patto Lazio
                                                          Patti Bari e Puglia
                                                                                                               PO Ambiente
  Patti Cagliari                      Patti
   e Sardegna                        Napoli e                                                                     PO Ricerca
                                    Campania                    Patto Basilicata
                                                                                                              PO Imprese e competitività
                                                   Patti Reggio Cal. e Calabria

                       Patti Catania, Messina, Palermo
                              e Regione Siciliana

Totale risorse FSC assegnate pari a 31 MLD€ a cui si aggiungono ulteriori risorse dai Fondi SIE
2014/2020 (POR, PON e PSR), dai Programmi complementari nonché da altre fonti finanziarie
riferite anche al precedente periodo di programmazione
                                                                                                                           87
Monitoraggio FSC 2014-2020: Patti per lo Sviluppo e Piani Operativi/stralcio
                Stato di attuazione al 27 dicembre 2017

 Tutti i Patti per lo Sviluppo ed i Piani Operativi sono stati censiti sul Sistema
  informativo IGRUE.
                                                                                  in miliardi di euro
                                   Risorse FSC - Stato di attuazione
                               Numero
                                            Dotazione Risorse   Finanziamento
       Descrizione            Patti/Piani                                       Impegni Pagamenti
                                             FSC 2014/2020         progetti
                              approvati
Patti per il Sud                  15              13,4                 3,68      0,28        0,07

Patti per il Centro-Nord          6                0,9                 0,24             -           -

Piani Operativi/Stralcio          6               16,7                 0,96      0,19               -

                     Totale       27               31                  4,88      0,47        0,07

        7 Patti/Piani Operativi non hanno ancora trasmesso dati al SNM di cui:
                          4 Patti e 3 Piani operativi/stralcio

                                                                                                    88
Monitoraggio FSC 2014-2020
          Patti per lo Sviluppo e Piani operativi stralcio

       Le Amministrazioni sono tenute ad alimentare il Sistema
       Nazionale di Monitoraggio secondo le regole del Protocollo
       Unico di Colloquio e a garantire l’aggiornamento dei dati di
       monitoraggio con cadenza bimestrale.

       Il mancato o incompleto inserimento e/o aggiornamento
       di tali informazioni nel Sistema Nazionale di Monitoraggio
       determina:
       • la mancata erogazione delle anticipazioni
       • la sospensione dei successivi trasferimenti.

(Cfr. Circolare 1/2017 del Ministro per la Coesione Territoriale e il Mezzogiorno )

                                                                                89
Monitoraggio FSC 2014-2020
Patti per lo Sviluppo e Piani operativi stralcio: azioni attivate

 Supporto      Al fine di garantire regole comuni di alimentazione del SNM,
metodologico   l’IGRUE in collaborazione con la PCM e l’ACT ha diffuso ai
               Responsabili dei Patti per lo sviluppo specifica
               documentazione operativa (note MEF-RGS-IGRUE prot. 23387
               del 9 febbraio 2017 e prot. 102868 del 19 maggio 2017).

               E’ stata istituita un’apposita task-force composta da personale
               ACT e IGRUE che, a partire dal mese di ottobre 2017, ha
  Task-force
               realizzato incontri con le Amministrazioni per intercettare le
               possibili criticità e definire le opportune azioni di supporto.

                                       Realizzati 7 incontri    Diffuso materiale
                   Coinvolto
                                          tecnici anche        tecnico a supporto
                  Comitato di
                                         presso le stesse             delle
               indirizzo dei Patti
                                        Amministrazioni          Amministrazioni

                                                                              90
Monitoraggio FSC 2014-2020
               Focus sui Patti per lo Sviluppo: criticità emerse

A seguito degli incontri svolti con le diverse Amministrazioni sono
emerse le seguenti criticità

 Progetti finanziati           Città          Rimodulazione     Riorganizzazione
 con risorse di altri     Metropolitane        delle risorse      interna delle
  Programmi, ma          titolari dei Patti     finanziarie         strutture
 non ancora avviati     nuove alle regole                      responsabili della
                        del monitoraggio                       gestione del Patto

                                                                                91
Monitoraggio FSC 2014-2020
           Focus sui Patti per lo Sviluppo: punti di attenzione
             La complessità del monitoraggio degli interventi afferenti i Patti per lo
             Sviluppo deriva dal fatto che i progetti possono essere finanziati sia
             dal Programma Patto stesso (risorse FSC) e sia da altri Programmi
             (POR, PON, PSR, ecc.).

Da ciò, tenuto conto anche delle criticità rilevate, deriva la necessità di:
• rafforzare il raccordo e i canali di comunicazione tra le diverse Amministrazioni
   coinvolte;
• assicurare la trasmissione da un unico Sistema mittente al SNM dei dati relativi
   ai progetti afferenti più Programmi al fine di evitare la duplicazione di progetti in
   BDU

Le strutture centrali ACT e IGRUE continueranno a fornire il supporto
tecnico/amministrativo per il superamento delle criticità di alimentazione del SNM
anche ai fini della conseguente erogazione delle risorse finanziarie.

                                                                                    92
Puoi anche leggere
DIAPOSITIVE SUCCESSIVE ... Annulla