AMA S.p.A. Piano di Prevenzione della Corruzione ex L. 190/2012 ALLEGATO D Programma delle misure di rafforzamento 2017 2019

 
AMA S.p.A.

 Piano di Prevenzione della Corruzione ex L. 190/2012

ALLEGATO D ‐ Programma delle misure di rafforzamento
                    2017‐2019

                                                        1
PRIORITIZZAZIONE DEL RISCHIO E RELATIVE MISURE

In base alla valutazione dei differenti profili di rischio e all’attribuzione di una
qualificazione del livello rischio ALTO, MEDIO o BASSO nella mappatura ex L.
190/12/PNA, cui si rimanda per maggiori dettagli, il trattamento del rischio è effettuato
secondo i seguenti criteri:

   Livello rischio     Misure obbligatorie    Misure di carattere   Misure di rafforzamento
                                                  generale             da implementare

   BASSO                                             
   MEDIO                                                                    
   ALTO                                                                     

                                                                                              2
PARTE 1
      MISURE DI RAFFORZAMENTO
DA IMPLEMENTARE SULLE AREE DI RISCHIO

                                        3
1. ACQUISIZIONE E PROGRESSIONE DEL PERSONALE
                                         Massima esposizione
               Area di rischio           al rischio rilevata in                         Ambiti di maggior sensibilità
                                              mappatura

                                                                  •   Processo di selezione del personale
                                                                  •   Nomina o influenza sulla nomina dei soggetti incaricati delle
    Acquisizione e progressione del                                   valutazioni del personale
                                                ALTO              •   Riconoscimento di progressioni economiche o di carriera
               personale
                                                                  •   Assunzioni agevolate, stabilizzazioni del personale, piani di esodo, ecc.

                                                        Misure da implementare
•   Formalizzazione dei criteri di pianificazione delle assunzioni e delle progressioni di carriera
•   Sorteggio o comunque rotazione, nel rispetto delle competenze necessarie, dei membri degli organi incaricati delle valutazioni in
    caso di assunzione o progressioni di carriera
•   Progressioni di carriera: approvazione degli incrementi retributivi di natura discrezionale da parte dell’Organo Amministrativo
    /Direzione Generale
•   Aggiornamento del Codice per la ricerca e selezione del personale con approfondimento sulle progressioni economiche e di
    carriera

                                                                                                                                                  4
2. AFFIDAMENTO DI LAVORI SERVIZI O FORNITURE
                                            Massima esposizione
            Area di rischio                 al rischio rilevata in                        Ambiti di maggior sensibilità
                                                 mappatura

                                                                     Procedure ex D. Lgs. 50/2016:
                                                                     • Definizione dei requisiti di accesso
                                                                     • Definizione del capitolato tecnico
                                                                     • Definizione della base d’asta
                                                                     • Definizione dei lotti
                                                                     • Definizione dei criteri di aggiudicazione
    Contratti Pubblici (procedure ex                                 • Individuazione della procedura da applicare
                                                   ALTO              • Nomina RUP
            D.Lgs. 50/2016)
                                                                     • Nomina delle Commissioni nei casi previsti ex lege
                                                                     • Processo di valutazione delle offerte
                                                                     • Gestione dei vincoli per subappalto
                                                                     • Provvedimenti di revoca o ri‐pianificazione del bando
                                                                     • Gestione delle varianti in corso di esecuzione
                                                                     • Validazione dei SAL e dei riscontri d’avvenuta prestazione

                                                           Misure da implementare
•   Rafforzamento delle misure di monitoraggio dei razionali sottostanti alla divisione in lotti dei singoli bandi
•   Monitoraggio del rispetto dell’obiettivo di pubblicazione dei bandi nel più breve tempo possibile e, tendenzialmente, entro 120
    giorni dall’approvazione del budget e/o dalla scadenza dell’appalto in essere, evitando di pubblicare bandi nel mese di agosto salvo
    casi di reale necessità ed urgenza

                                                                                                                                           5
2. AFFIDAMENTO DI LAVORI SERVIZI O FORNITURE
                                                               Misure da implementare

•   Monitoraggio con controlli di secondo livello sui presidi di controllo sul rispetto dei seguenti principi, formalizzati in procedura:
      •   ricorrere in via preferenziale a procedure di gara aperta
      •   applicare il principio di nomina della Commissione successivamente alla data di presentazione dell’offerta nei casi previsti
          dalla normativa
     • limitare il più possibile le voci che comportano valutazioni ampiamente discrezionali della commissione aggiudicatrice e
          evitare di inserire nei capitolati voci tecniche che attengono o dovrebbero attenere ai requisiti minimi di partecipazione
     • specificare sempre i criteri motivazionali e, quando necessario, i sotto‐criteri di attribuzione dei punteggi
     • motivare adeguatamente le determinazioni a contrarre che prevedano il ricorso a procedure negoziate ex art. 36 D.Lgs
          50/2016, specificando le ragioni per cui si è ritenuto di non procedere a una gara aperta
     • attenersi rigorosamente ai limiti delle perizie di varianti stabiliti ex lege
     • limitare allo stretto indispensabile denominazioni commerciali di determinati prodotti seguiti dalla parola “equivalente” o
          simile negli atti di gara
     • ridurre allo stretto indispensabile l’indicazione di prodotti o servizi oggetto di privativa industriale, predisponendo nel caso di
          inserimento una relazione esplicativa
•   Perfezionamento dei flussi informativi già introdotti nei confronti di RPC e Direzione aziendale, per attivazione delle misure di
    monitoraggio, nei seguenti casi:
      •    nei casi di ritardo di pubblicazione dei bandi rispetto a quanto previsto ai punti precedenti, specificando le ragioni del ritardo
      •    per la predisposizione di flussi informativi relativamente agli affidamenti diretti, alle procedure di estrema urgenza, alle procedure negoziate ex art.
           36 D.Lgs 50/2016, ai casi di aggiudicazione provvisoria, ai casi di mancata stipula del contratto nei tempi previsti, alle procedure per le quali il
           collaudo non sia intervenuto nei tempi previsti, alle perizie di varianti, all’imprevedibilità di opere complementari

                                                                                                                                                                      6
2. AFFIDAMENTO DI LAVORI SERVIZI O FORNITURE

                                                        Misure da implementare

•   Monitoraggio dell’effettivo rafforzamento dei controlli previsti in procedura sulla valutazione di congruità delle offerte, avvalendosi
    delle prerogative riconosciute dall’art. 97 del D.Lgs 50/2016
•   Per gli appalti o contratti per servizi, forniture e lavori, monitoraggio dell’effettivo ricorso in via preferenziale alla formula
    dell’accordo quadro (almeno triennale), con suddivisione, tutte le volte che sia possibile, in lotti funzionali conformemente alle
    relative previsioni normative e con previsione dei limiti all’aggiudicazione da parte del medesimo operatore economico di più lotti
•   Rafforzamento delle logiche di tenuta e aggiornamento dell’albo fornitori
•   Rafforzamento dei controlli periodici di secondo e terzo livello sull’albo fornitori e introduzione di logiche di vendor rating
•   Rafforzamento delle misure di ottimizzazione dei processi di acquisto, volte ad assicurare che l’aggiudicazione avvenga il più
    rapidamente possibile, la stipula del contratto avvenga entro i termini ex lege e il collaudo avvenga nei tempi previsti
•   Monitoraggio dell’effettivo rafforzamento della frequenza e dei controlli nonchè miglioramento della tracciabilità delle verifiche
    sull’attività svolta dai fornitori / SAL / collaudi e contestuale applicazione di penali in casi di irregolarità
•   Archiviazione formalizzata dei DDT, di tutti i verbali di collaudo e dei documenti alla base dei SAL
•   Necessità di ottenere autorizzazione dalla Direzione aziendale in caso di revoca o ri‐pianificazione dei bandi, con controlli di
    secondo livello volti a monitorare la corretta applicazione nei casi di revoca

                                                                                                                                              7
3. ALTRI PROFILI DI RISCHIO ALTO
                                            Massima esposizione
            Area di rischio                 al rischio rilevata in                         Ambiti di maggior sensibilità
                                                 mappatura

                                                                     •   Gestione degli appaltatori dei servizi di raccolta / trattamento dei
                                                                         rifiuti/Gestione flussi e gestione dei contratti di trasporto e
    Gestione del servizio raccolta e
                                                   ALTO                  trattamento dei rifiuti indifferenziati e differenziati: rischio di omessa
          trattamento rifiuti                                            segnalazione dell'inosservanza dei tempi, delle non conformità o della
                                                                         mancata ovvero irregolare esecuzione di servizi

                                                           Misure da implementare
•   Rafforzamento dei processi di controllo in loco sulle attività di raccolta affidate in appalto, con introduzione di controlli di secondo e
    terzo livello in merito a tracciabilità dei riscontri documentali sulle attività svolte, non conformità, applicazioni di penali, ecc.
•   Rafforzamento del monitoraggio e controllo della gestione dei flussi e della gestione dei contratti di trasporto e trattamento dei
    rifiuti indifferenziati e differenziati con introduzione di controlli di secondo e terzo livello in merito a tracciabilità dei riscontri
    documentali sulle attività svolte

                                                                                                                                                      8
4. ALTRI PROFILI DI RISCHIO MEDIO
                                           Massima esposizione
            Area di rischio                al rischio rilevata in                         Ambiti di maggior sensibilità
                                                mappatura

Affidamento di incarichi e prestazioni                              •   Incarichi extra D.Lgs 50/2016: definizione dell’oggetto della
   d’opera intellettuali (extra D.lgs           MEDIO                   prestazione, definizione dei requisiti di qualificazione, determinazione
              50/2016)                                                  del compenso, monitoraggio dell’avvenuta prestazione

                                                          Misure da implementare

•   Incarichi extra D.Lgs 50/2016: valutazione comparativa di almeno tre professionisti (ove applicabile) e formalizzazione preventiva dei
    requisiti per prestazioni d’opera e incarichi professionali
•   Incarichi extra D.Lgs 50/2016: rafforzamento dei controlli di secondo e terzo livello sulle procedure di assegnazione dell’incarico e
    sull’avvenuta prestazione

                                           Massima esposizione
            Area di rischio                al rischio rilevata in                         Ambiti di maggior sensibilità
                                                mappatura

    Gestione delle locazioni non                                    •   Locazioni: scelta soluzione immobiliare, definizione condizioni
                                                MEDIO
           intercompany                                                 contrattuali

                                                          Misure da implementare

•   Adozione di metodologia di analisi costi‐benefici per la scelta delle soluzioni immobiliari
•   Monitoraggio del permanere della funzionalità dell’immobile alle esigenze aziendali
•   Formalizzazione del processo di riconsegna dell’immobile

                                                                                                                                                   9
4. ALTRI PROFILI DI RISCHIO MEDIO
                                                       Massima esposizione
               Area di rischio                         al rischio rilevata in                         Ambiti di maggior sensibilità
                                                            mappatura
  Provvedimenti ampliativi della sfera giuridica dei
  destinatari privi di effetto economico diretto ed
immediato per il destinatario (anche in concorso con                            •   Rilascio delle autorizzazioni relative agli operatori funebri
          l'Amministrazione concedente)                     MEDIO
     Gestione dei servizi funebri e
              cimiteriali

                                                                      Misure da implementare

•    Verifiche a campione sulle autocertificazioni prodotte dagli operatori e controlli sui dati di accesso alle aree cimiteriali e sui lavori
     eseguiti. Formalizzazione in procedura.

                                                       Massima esposizione
               Area di rischio                         al rischio rilevata in                         Ambiti di maggior sensibilità
                                                            mappatura

  Provvedimenti ampliativi della sfera giuridica dei
  destinatari privi di effetto economico diretto ed                             •   Autorizzazioni cambio turno agli operatori
immediato per il destinatario (anche in concorso con        MEDIO               •   Trasferimenti personale
          l'Amministrazione concedente)

                                                                      Misure da implementare

•    Rilascio di una procedura per la concessione di cambi ed esenzioni turno con formalizzazione dei controlli
•    Formalizzazione dei criteri adottati per i trasferimenti del personale

                                                                                                                                                    10
4. ALTRI PROFILI DI RISCHIO MEDIO
                                                       Massima esposizione
               Area di rischio                         al rischio rilevata in                         Ambiti di maggior sensibilità
                                                            mappatura
  Provvedimenti ampliativi della sfera giuridica dei
    destinatari con effetto economico diretto ed
immediato per il destinatario (anche in concorso con
                                                                                •   Adozione di provvedimenti aventi ad oggetto la verifica delle avvenute
                                                            MEDIO
          l'Amministrazione concedente)                                             condizioni di esenzione tariffaria
        Gestione del servizio TARI

                                                                      Misure da implementare

•    Formalizzazione in procedura dei controlli effettuati sulle esenzione tariffarie ed archiviazione informatizzata dei documenti alla
     base dei provvedimenti
•    Potenziamento delle analisi a campione delle autocertificazioni prodotte dai contribuenti
                                                       Massima esposizione
               Area di rischio                         al rischio rilevata in                         Ambiti di maggior sensibilità
                                                            mappatura

        Attività di rappresentanza                                              •   Occasioni di relazione con funzionari pubblici in caso di incontri o
                                                            MEDIO
                istituzionale                                                       interlocuzioni di carattere istituzionale

                                                                      Misure da implementare

•    N/A

                                                                                                                                                             11
4. ALTRI PROFILI DI RISCHIO MEDIO
                                               Massima esposizione
               Area di rischio                 al rischio rilevata in                         Ambiti di maggior sensibilità
                                                    mappatura

                                                                        Rapporti relativi a:
                                                                        • contratto di servizio per la raccolta, selezione, trattamento, recupero,
                                                                           smaltimento dei rifiuti
     Gestione dei rapporti con il socio
                                                    MEDIO               • gestione della convenzione TARI, regolamento applicativo tariffa e
            Comune di Roma                                                 piano finanziario tariffa
                                                                        • gestione della convenzione relativa all’affidamento dei servizi
                                                                           cimiteriali e gestione dei conseguenti flussi informativi e reportistica.

                                                              Misure da implementare

•      Rafforzamento della tracciabilità dei dati e delle stime quantitative a supporto della reportistica e analisi degli scostamenti in caso di
       variazioni sul budget, con controlli di terzo livello

                                               Massima esposizione
               Area di rischio                 al rischio rilevata in                         Ambiti di maggior sensibilità
                                                    mappatura

    Gestione dei rapporti con Pubbliche                                 •   Ottenimento o rinnovo di autorizzazioni, licenze, permessi,
    Amministrazioni per l’esercizio delle                                   concessioni, nulla osta, ecc. necessari per lo svolgimento di attività
                                                    MEDIO
     attività aziendali (autorizzazioni,                                    aziendali
               permessi, ecc.)

                                                              Misure da implementare

•      N/A

                                                                                                                                                       12
4. ALTRI PROFILI DI RISCHIO MEDIO
                                            Massima esposizione
            Area di rischio                 al rischio rilevata in                         Ambiti di maggior sensibilità
                                                 mappatura

                                                                     •   Gestione, utilizzo e manutenzione dei veicoli
       Gestione parco mezzi e                                        •   Rischi di scorretta gestione degli interventi manutentivi
                                                 MEDIO
        manutenzione veicoli                                         •   Rischi di appropriazione indebita del carburante
                                                                     •   Rischi di segnalazione di guasti inesistenti

                                                           Misure da implementare
•   Rafforzamento dei controlli di secondo e terzo livello sugli interventi manutentivi (es. verifiche a campione sull’acquisizione di
    documentazione attestante gli interventi effettuati da manutentori terzi)
•   Monitoraggio di eventuali anomalie statistiche nella frequenza o nell’entità di segnalazione guasti e interventi in caso di evidenze
    d’anomalia
•   Rafforzamento delle verifiche in loco sull’utilizzo dei mezzi aziendali
•   Rafforzamento dei processi di controllo sulle attività di gestione dell’assegnazione delle vetture sostitutive per i mezzi a noleggio,
    con introduzione di controlli di secondo e terzo livello in merito a tracciabilità dei riscontri documentali sulle attività svolte
•   Controlli di secondo e terzo livello sui consumi di carburante
•   Controllo di primo e secondo livello sulla rilevazione della posizione dei mezzi aziendali e predisposizione della reportistica sugli esiti

                                                                                                                                                  13
4. ALTRI PROFILI DI RISCHIO MEDIO

                                             Massima esposizione
              Area di rischio                al rischio rilevata in                          Ambiti di maggior sensibilità
                                                  mappatura

                                                                      •   Attività di contrasto all’evasione
    Gestione del servizio di riscossione
                                                  MEDIO               •   Identificazione soggetti tenuti al pagamento e riscossione TARI
                   TARI                                               •   Gestione delle iscrizioni al ruolo

                                                            Misure da implementare

•     Consolidamento dei controlli di secondo e terzo livello sui servizi di riscossione TARI

                                             Massima esposizione
              Area di rischio                al rischio rilevata in                          Ambiti di maggior sensibilità
                                                  mappatura

             Gestione omaggi                      MEDIO               •   Omaggi e regalie

                                                            Misure da implementare

N/A

                                                                                                                                            14
4. ALTRI PROFILI DI RISCHIO MEDIO

                                            Massima esposizione
            Area di rischio                 al rischio rilevata in                          Ambiti di maggior sensibilità
                                                 mappatura

Gestione dei procedimenti giudiziali e                               •   Gestione dei procedimenti giudiziali e stragiudiziali
                                                 MEDIO
            stragiudiziali                                           •   Rischi di induzione a rendere falsa testimonianza

                                                           Misure da implementare

•   N/A

                                            Massima esposizione
            Area di rischio                 al rischio rilevata in                          Ambiti di maggior sensibilità
                                                 mappatura

                                                                     •   Rimborsi spese e spese di rappresentanza
      Rimborsi spese e spese di
                                                 MEDIO               •   Utilizzo di carta di credito aziendale (per i soli soggetti per cui la carta è
          rappresentanza                                                 in dotazione)

                                                           Misure da implementare
•   Rafforzamento dei controlli di secondo o terzo livello sul processo, ad esempio attraverso riconciliazione con i giustificativi di spesa e
    redazione di procedura integrata con procedura trasferte, con recepimento dei controlli

                                                                                                                                                          15
4. ALTRI PROFILI DI RISCHIO MEDIO
                                              Massima esposizione
               Area di rischio                al rischio rilevata in                         Ambiti di maggior sensibilità
                                                   mappatura

       Erogazione dei servizi: recupero
        risorsa rifiuti, servizi funebri e
                                                                       •   Comportamenti dolosi che possono compromettere la regolarità o
     cimiteriali, servizi riscossione TARI,         MEDIO
                                                                           comportare l’interruzione del servizio
    attività di monitoraggio ambientale,
                       ecc.

                                                              Misure da implementare
Rafforzamento delle verifiche di secondo e terzo livello, a campione o su segnalazione, in merito all’effettiva presenza sui luoghi di
lavoro
                                              Massima esposizione
               Area di rischio                al rischio rilevata in                         Ambiti di maggior sensibilità
                                                   mappatura

Erogazione dei servizi: servizi funebri
e cimiteriali, servizi riscossione TARI,
 attività di monitoraggio ambientale,              MEDIO               •   Incassi derivanti dall’erogazione dei servizi o dei provvedimenti
                  ecc.
      Servizi funebri e cimiteriali

                                                              Misure da implementare

•     Rafforzamento delle verifiche di secondo e terzo livello sui flussi di incasso (ad esempio riconciliazioni formalizzate tra incassi e
      operazioni effettuate o analisi delle posizioni chiuse senza incasso o con incasso parziale) sulle aree giudicate a maggior sensibilità
•     Riattivazione dello smistamento elettronico delle pratiche relative ai servizi cimiteriali con rendiconto del dettaglio delle operazioni
•     Rilascio procedura gestione processo di cremazione con integrazione degli aspetti gestionali a quelli amministrativi, formalizzazione
      dei controlli

                                                                                                                                                 16
4. ALTRI PROFILI DI RISCHIO MEDIO
                                               Massima esposizione
               Area di rischio                 al rischio rilevata in                          Ambiti di maggior sensibilità
                                                    mappatura

Erogazione dei servizi: servizi funebri
e cimiteriali, servizi riscossione TARI,
                                                    MEDIO               •   Gestione degli interventi ispettivi e sanzionatori di vigilanza
 attività di monitoraggio ambientale,
                                                                            ambientale
                  ecc.

                                                              Misure da implementare

•      Formalizzazione delle modalità di rotazione degli operatori nell’ambito dell’attività pianificata di monitoraggio ambientale

                                              Massima esposizione
               Area di rischio                al rischio rilevata in                          Ambiti di maggior sensibilità
                                                   mappatura

    Gestione recupero crediti extra TARI            MEDIO               •   Incassi derivanti dall’erogazione dei servizi extra TARI

                                                              Misure da implementare

•      Rilascio procedura per la gestione dei crediti extra TARI con formalizzazione dei controlli

                                                                                                                                              17
PARTE 2
  PROGRAMMA DELLE MISURE DI
RAFFORZAMENTO DA IMPLEMENTARE

                                18
MONITORAGGIO PROGRAMMA DELLE MISURE DI RAFFORZAMENTO

Codifiche delle strutture aziendali coinvolte
        Direzione               Servizio/Area          Struttura                          Descrizione

Organo Amministrativo
                        AAFL                    AREA               Affari Legali
                        SCOM                    SERVIZIO           Compliance
                        AIA                     AREA               Internal Audit
DG                                              DIREZIONE          Direzione Generale
                        AIT                     AREA               IT e WF Management
                        SACQ                    SERVIZIO           Acquisti
DCC                                             DIREZIONE          Direzione Cimiteri Capitolini
                        ACCA                    AREA               Amministrazione
                        ACCE                    AREA               Esercizio
DAF                                             DIREZIONE          Direzione Amministrazione e Finanza
                        SAB                     SERVIZIO           Amministrazione e Bilancio
                        STARI                   SERVIZIO           TARI
                        ACDG                    AREA               Controllo di Gestione
DOPER                                           DIREZIONE          Direzione Operativa
                        SGFO                    SERVIZIO           Gestione Flotta
                        SEGO                    SERVIZIO           Gestione Operativa

                        SIMP                    SERVIZIO           Gestione Impianti

                        SENG                    SERVIZIO           Engineering

                        ACOA                    AREA               Controllo Operativo e Accertamento
DRU                                             DIREZIONE          Direzione Risorse Umane

                        SGEPE                   SERVIZIO           Gestione del Personale
                        AFSPE                   AREA               Formazione e Sviluppo                 19
PROGRAMMA DELLE MISURE DI RAFFORZAMENTO
                                  Area di rischio                                                         Misure già implementate
                                                                                       •     Misure
                                                                                       •     Codice per la ricerca e selezione del personale
                                                                                       •     Accettazione del Codice Etico e del MOGC 231 per i neo‐assunti
                                                                                       •     Acquisizione della dichiarazione di insussistenza di cause di
                                                                                             incompatibilità / inconferibilità
                                                                                       •     Pubblicazione sul sito della selezione del personale
               Acquisizione e progressione del personale                               •     Rafforzamento delle verifiche in loco sull’utilizzo dei mezzi aziendali
                                                                                       •     Analisi e monitoraggio di casi anomali di assenza prolungata
                                                                                       •     Segregazione tra il soggetto che definisce i criteri di incentivazione
                                                                                             all’esodo e chi effettua la negoziazione
                                                                                       •     Pubblicazione sulla intranet di avvisi per copertura di posizioni
                                                                                             interne e comunicazione relativi esiti

                                                                           Strutture
     Ulteriori misure di rafforzamento da
                                                           Resp.le         coinvolte       Obiettivo 2017             Obiettivo 2018             Obiettivo 2019
                implementare

1. Formalizzazione del processo per la gestione
degli incarichi svolti dai dipendenti
                                                       SGEPE              SCOM                   
2. Progressioni di carriera: approvazione degli
incrementi retributivi di natura discrezionale da      Organo
parte dell’Organo Amministrativo (Dirigenti e          Amministrativo,                           
Quadri) e della Direzione Generale (altri              DG
Dipendenti)

3. Acquisizione delle dichiarazioni di conflitto di
                                                       Tutte         le
interesse delle posizioni aziendali potenzialmente
                                                       strutture
                                                                          DRU                    
esposte al rischio

4. Formalizzazione dei criteri delle progressioni di
carriera sulla base delle risultanze del progetto di   AFSPE                                                                                            
gestione –valorizzazione talenti

                                                                                                                                                                       20
PROGRAMMA DELLE MISURE DI RAFFORZAMENTO
                                Area di rischio                                                   Misure già implementate
                                                                               •     Misure
                                                                               •     Codice per la ricerca e selezione del personale
                                                                               •     Accettazione del Codice Etico e del MOGC 231 per i neo‐assunti
                                                                               •     Acquisizione della dichiarazione di insussistenza di cause di
                                                                                     incompatibilità / inconferibilità
                                                                               •     Pubblicazione sul sito della selezione del personale
              Acquisizione e progressione del personale                        •     Rafforzamento delle verifiche in loco sull’utilizzo dei mezzi aziendali
                                                                               •     Analisi e monitoraggio di casi anomali di assenza prolungata
                                                                               •     Segregazione tra il soggetto che definisce i criteri di incentivazione
                                                                                     all’esodo e chi effettua la negoziazione
                                                                               •     Pubblicazione sulla intranet di avvisi per copertura di posizioni
                                                                                     interne e comunicazione relativi esiti

                                                                   Strutture
     Ulteriori misure di rafforzamento da
                                                       Resp.le     coinvolte       Obiettivo 2017             Obiettivo 2018             Obiettivo 2019
                implementare

5. Commissioni di selezione personale ‐ sorteggio
presidente e membri tecnici nel rispetto delle      AFSPE                                                             
competenze necessarie

6. Aggiornamento del Codice per la ricerca e
selezione del personale con approfondimento
sulle progressioni economiche e di carriera
                                                    SGEPE, AFSPE                         

                                                                                                                                                               21
PROGRAMMA DELLE MISURE DI RAFFORZAMENTO
                                Area di rischio                                                                       Misure già implementate
                                                                                 •      Misure indicate nel Modello 231 e Codice Etico
                                                                                 •      Programmazione degli acquisti anno 2017
                                                                                 •      OdS 199/2016 e 202/2016 Macrostruttura aziendale
                                                                                 •      Implementazione sistema SAP per la gestione del ciclo attivo/passivo
                                                                                 •      Implementazione sistema ALICE per la gestione della documentazione di gara
                                                                                 •      PR 380 Flusso informativo per la gestione del contenzioso fornitori
                                                                                 •      Implementazione albo fornitori on line
  Contratti Pubblici (procedure ex D. Lgs. 50/2016)                              •      Adozione di strumenti per il monitoraggio dei contratti in scadenza/esaurimento, con
                                                                                        formalizzazione in procedura della pianificazione del fabbisogno
                                                                                 •      PR 319 Gestione Acquisti per l’approvvigionamento di beni servizi lavori con
                                                                                        istituzionalizzazione dei principali controlli su requisiti di ammissione, aggiudicazione e
                                                                                        formalizzazione dei contratti e SOD
                                                                                 •      Implementazione flussi informativi verso RPC
                                                                                 •      Istituzione albo interno dei membri delle commissioni giudicatrici sorteggiati a rotazione
                                                                                 •      Benchmark esterno per la definizione della base d’asta

 Ulteriori misure di rafforzamento da                                Strutture
                                                           Resp.le                            Obiettivo 2017                      Obiettivo 2018              Obiettivo 2019
            implementare                                             coinvolte

7. Adozione di strumenti per il monitoraggio dei
                                                                     DG,
contratti      in    scadenza/esaurimento,       con
                                                                                                       
formalizzazione in procedura della pianificazione del
fabbisogno anno‐su‐anno e della programmazione
                                                           SACQ      SCOM ,          ( monitoraggio secondo e terzo livello sui         
                                                                     AIA                             controlli
degli acquisti

8. Rafforzamento dei controlli di secondo e terzo
                                                                     DG,                               
livello sui requisiti di ammissione, sul capitolato, sui
criteri di aggiudicazione
                                                           SACQ
                                                                     SCOM            ( monitoraggio secondo e terzo livello sui         
                                                                                                     controlli

                                                                     DG,
9. Rafforzamento delle misure di monitoraggio sul
                                                                                                       
frazionamento delle esigenze di acquisto e dei
razionali sottostanti la divisione in lotti
                                                           SACQ      SCOM ,          ( monitoraggio secondo e terzo livello sui         
                                                                     AIA                             controlli

                                                                                                                                                                                      22
PROGRAMMA DELLE MISURE DI RAFFORZAMENTO
                                  Area di rischio                                                                 Misure già implementate
                                                                                  •      Misure indicate nel Modello 231 e Codice Etico
                                                                                  •      Programmazione degli acquisti anno 2017
                                                                                  •      OdS 199/2016 e 202/2016 Macrostruttura aziendale
                                                                                  •      Implementazione sistema SAP per la gestione del ciclo attivo/passivo
                                                                                  •      Implementazione sistema ALICE per la gestione della documentazione di gara
                                                                                  •      PR 380 Flusso informativo per la gestione del contenzioso fornitori
                                                                                  •      Implementazione albo fornitori on line
                                                                                  •      Adozione di strumenti per il monitoraggio dei contratti in scadenza/esaurimento,
      Contratti Pubblici (procedure ex D. Lgs. 50/2016)                                  con formalizzazione in procedura della pianificazione del fabbisogno
                                                                                  •      PR 319 Gestione Acquisti per l’approvvigionamento di beni servizi lavori con
                                                                                         istituzionalizzazione dei principali controlli su requisiti di ammissione,
                                                                                         aggiudicazione e formalizzazione dei contratti e SOD
                                                                                  •      Implementazione flussi informativi verso RPC
                                                                                  •      Istituzione albo interno dei membri delle commissioni giudicatrici sorteggiati a
                                                                                         rotazione
                                                                                  •      Benchmark esterno per la definizione della base d’asta

                                                                      Strutture
  Ulteriori misure di rafforzamento da
                                                           Resp.le    coinvolte                 Obiettivo 2017                           Obiettivo 2018   Obiettivo 2019
             implementare

10. Definizione di un albo interno dei membri delle
commissioni giudicatrici, sorteggiati a rotazione         SACQ
                                                                     SCOM , AIA                                                              
                                                                                        ( monitoraggio secondo e terzo livello)

11. Pubblicazione dei bandi nel più breve tempo
possibile e, tendenzialmente, entro 120 giorni
dall’approvazione del budget e/o dalla scadenza           SACQ
                                                                     DG, SCOM ,
                                                                     AIA
                                                                                                                                             
                                                                                  ( monitoraggio secondo e terzo livello sui controlli
dell’appalto in essere

12. Rafforzamento dei presidi di controllo           su
adozione procedure di gara, nomina commissione
                                                                     DG, SCOM ,                          
aggiudicatrice, criteri di valutazione delle offerte e
formalizzazione degli stessi nell’ambito della gestione
                                                          SACQ
                                                                     AIA              ( monitoraggio secondo e terzo livello sui              
                                                                                                      controlli
delle procedure

                                                                                                                                                                            23
PROGRAMMA DELLE MISURE DI RAFFORZAMENTO

                            Area di rischio                                                              Misure già implementate
                                                                        •     Misure indicate nel Modello 231 e Codice Etico
                                                                        •     Programmazione degli acquisti anno 2017
                                                                        •     OdS 199/2016 e 202/2016 Macrostruttura aziendale
                                                                        •     Implementazione sistema SAP per la gestione del ciclo attivo/passivo
                                                                        •     Implementazione sistema ALICE per la gestione della documentazione di gara
                                                                        •     PR 380 Flusso informativo per la gestione del contenzioso fornitori
                                                                        •     Implementazione albo fornitori on line
                                                                        •     Adozione di strumenti per il monitoraggio dei contratti in scadenza/esaurimento,
   Contratti Pubblici (procedure ex D. Lgs. 50/2016)                          con formalizzazione in procedura della pianificazione del fabbisogno
                                                                        •     PR 319 Gestione Acquisti per l’approvvigionamento di beni servizi lavori con
                                                                              istituzionalizzazione dei principali controlli su requisiti di ammissione,
                                                                              aggiudicazione e formalizzazione dei contratti e SOD
                                                                        •     Implementazione flussi informativi verso RPC
                                                                        •     Istituzione albo interno dei membri delle commissioni giudicatrici sorteggiati a
                                                                              rotazione
                                                                        •     Benchmark esterno per la definizione della base d’asta

                                                            Strutture
Ulteriori misure di rafforzamento da
                                                Resp.le     coinvolte            Obiettivo 2017                      Obiettivo 2018       Obiettivo 2019
           implementare

13. Previsione di flussi informativi a RPC e                                              
Direzione aziendale per attivazione delle      SACQ       AIT           (limitatamente all’automazione dei flussi)
misure di monitoraggio

14. Rafforzamento delle verifiche nella
valutazione di congruità delle offerte,                   DG, SCOM ,                      
                                                                            (monitoraggio secondo e terzo sui
avvalendosi delle prerogative riconosciute     SACQ       AIA                           controlli)
dall’art.97 del D.Lgs 50/2016

                                                                                                                                                                 24
PROGRAMMA DELLE MISURE DI RAFFORZAMENTO
                         Area di rischio                                                                     Misure già implementate
                                                                      •        Misure indicate nel Modello 231 e Codice Etico
                                                                      •        Programmazione degli acquisti anno 2017
                                                                      •        OdS 199/2016 e 202/2016 Macrostruttura aziendale
                                                                      •        Implementazione sistema SAP per la gestione del ciclo attivo/passivo
                                                                      •        Implementazione sistema ALICE per la gestione della documentazione di gara
                                                                      •        PR 380 Flusso informativo per la gestione del contenzioso fornitori
                                                                      •        Implementazione albo fornitori on line
 Contratti Pubblici (procedure ex D. Lgs. 50/2016)                    •        Adozione di strumenti per il monitoraggio dei contratti in scadenza/esaurimento, con
                                                                               formalizzazione in procedura della pianificazione del fabbisogno
                                                                      •        PR 319 Gestione Acquisti per l’approvvigionamento di beni                servizi lavori con
                                                                               istituzionalizzazione dei principali controlli su requisiti di ammissione, aggiudicazione e
                                                                               formalizzazione dei contratti e SOD
                                                                      •        Implementazione flussi informativi verso RPC
                                                                      •        Istituzione albo interno dei membri delle commissioni giudicatrici sorteggiati a rotazione
                                                                      •        Benchmark esterno per la definizione della base d’asta

                                                          Strutture
Ulteriori misure di rafforzamento da
                                                Resp.le   coinvolte             Obiettivo 2017                      Obiettivo 2018                 Obiettivo 2019
           implementare

15. Per gli appalti o contratti per servizi,
forniture e lavori, ricorso in via
preferenziale alla formula dell’accordo
quadro      (almeno       triennale),
suddivisione, tutte le volte che sia
                                        con
                                               SACQ
                                                          DG, SCOM                                                       
                                                                          (monitoraggio di secondo livello sui
possibile, in lotti funzionali e con                                                  controlli)
previsione dei limiti all’aggiudicazione da
parte     del    medesimo         operatore
economico di più lotti

16. Rafforzamento dei controlli periodici
                                                          DG,
di secondo e terzo livello sull’albo
fornitori e introduzione di logiche di
                                               SACQ       SCOM, AIA                                                      
                                                                      (perfezionamento del vendor rating )
vendor rating

                                                                                                                                                                             25
PROGRAMMA DELLE MISURE DI RAFFORZAMENTO
                          Area di rischio                                                                 Misure già implementate
                                                                       •     Misure indicate nel Modello 231 e Codice Etico
                                                                       •     Programmazione degli acquisti anno 2017
                                                                       •     OdS 199/2016 e 202/2016 Macrostruttura aziendale
                                                                       •     Implementazione sistema SAP per la gestione del ciclo attivo/passivo
                                                                       •     Implementazione sistema ALICE per la gestione della documentazione di gara
                                                                       •     PR 380 Flusso informativo per la gestione del contenzioso fornitori
                                                                       •     Implementazione albo fornitori on line
                                                                       •     Adozione di strumenti per il monitoraggio dei contratti in scadenza/esaurimento,
  Contratti Pubblici (procedure ex D. Lgs. 50/2016)                          con formalizzazione in procedura della pianificazione del fabbisogno
                                                                       •     PR 319 Gestione Acquisti per l’approvvigionamento di beni servizi lavori con
                                                                             istituzionalizzazione dei principali controlli su requisiti di ammissione, aggiudicazione
                                                                             e formalizzazione dei contratti e SOD
                                                                       •     Implementazione flussi informativi verso RPC
                                                                       •     Istituzione albo interno dei membri delle commissioni giudicatrici sorteggiati a
                                                                             rotazione
                                                                       •     Benchmark esterno per la definizione della base d’asta

                                                           Strutture
 Ulteriori misure di rafforzamento da           Resp.le
                                                           coinvolte         Obiettivo 2017                     Obiettivo 2018                 Obiettivo 2019
            implementare

17. Rafforzamento delle misure di
ottimizzazione dei processi di acquisto,                                              
volte ad assicurare che l’aggiudicazione
avvenga il più rapidamente possibile, la        SACQ      AIT
                                                                       (integrazione dei sistemi gestionali
                                                                           e monitoraggio dei tempi di               
                                                                        esecuzione delle fasi dei processi)
stipula del contratto avvenga entro i
termini ex legge e il collaudo avvenga nei
tempi previsti

18. Rafforzamento della frequenza e dei
controlli nonché miglioramento della
tracciabilità delle verifiche sull’attività               DG, SCOM,                   
svolta dai fornitori / SAL / collaudi e
                                                SACQ
                                                          AIA          (monitoraggio di secondo livello sui          
contestuale applicazione di penali in casi di                                       controlli)

irregolarità

                                                                                                                                                                         26
PROGRAMMA DELLE MISURE DI RAFFORZAMENTO
                             Area di rischio                                                                      Misure già implementate
                                                                            •        Misure indicate nel Modello 231 e Codice Etico
                                                                            •        Programmazione degli acquisti anno 2017
                                                                            •        OdS 199/2016 e 202/2016 Macrostruttura aziendale
                                                                            •        Implementazione sistema SAP per la gestione del ciclo attivo/passivo
                                                                            •        Implementazione sistema ALICE per la gestione della documentazione di gara
                                                                            •        PR 380 Flusso informativo per la gestione del contenzioso fornitori
                                                                            •        Implementazione albo fornitori on line
                                                                            •        Adozione di strumenti per il monitoraggio dei contratti in scadenza/esaurimento,
    Contratti Pubblici (procedure ex D. Lgs. 50/2016)                                con formalizzazione in procedura della pianificazione del fabbisogno
                                                                            •        PR 319 Gestione Acquisti per l’approvvigionamento di beni servizi lavori con
                                                                                     istituzionalizzazione dei principali controlli su requisiti di ammissione,
                                                                                     aggiudicazione e formalizzazione dei contratti e SOD
                                                                            •        Implementazione flussi informativi verso RPC
                                                                            •        Istituzione albo interno dei membri delle commissioni giudicatrici sorteggiati a
                                                                                     rotazione
                                                                            •        Benchmark esterno per la definizione della base d’asta

                                                                Strutture
   Ulteriori misure di rafforzamento da               Resp.le
                                                                coinvolte          Obiettivo 2017                      Obiettivo 2018           Obiettivo 2019
              implementare

19. Creazione di un archivio informatico dei
                                                                Tutte le                     
DDT, di tutti i verbali di collaudo e dei documenti   AIT
                                                                strutture       (Formalizzazione dei criteri di                                      
alla base dei SAL .                                                                    archiviazione)

20. Necessità di ottenere autorizzazione dalla
Direzione aziendale in caso di revoca o ri‐
                                                                DG, SCOM,                    
pianificazione dei bandi, con controlli di secondo    SACQ      AIA         (monitoraggio di secondo livello                
livello volti a monitorare la corretta applicazione                              sui controlli previsti)
nei casi di revoca

21. Aggiornamento procedura per l’acquisto di
beni, servizi e lavori
                                                      SACQ      SCOM, AIT                    

                                                                                                                                                                        27
PROGRAMMA DELLE MISURE DI RAFFORZAMENTO
                            Area di rischio                                                                             Misure già implementate

                                                                          •      Misure indicate nel Modello 231 e Codice Etico
                                                                          •      Istituzione Funzione Gestione Appalti c/to AMA (Ordine di Servizio 7 del
Gestione del servizio raccolta e trattamento rifiuti                             30/01/2015)
                                                                          •      Istituzione Funzione Servizio Gestione Impianti (Ordine di Servizio 199‐202/17)

                                                              Strutture
Ulteriori misure di rafforzamento da                Resp.le
                                                              coinvolte            Obiettivo 2017                            Obiettivo 2018       Obiettivo 2019
           implementare

22. Rafforzamento dei processi di controllo in
loco sulle attività di raccolta affidate in                   DG,
appalto, con introduzione di controlli di                                                    
secondo e terzo livello in merito a tracciabilità
                                                    SEGO      SCOM,       (formalizzazione dell’attività di controllo             
dei riscontri documentali sulle attività svolte,              AIA               sui livelli di servizio erogati
non conformità, applicazioni di penali, ecc.

23. Individuazione di modalità per la
certificazione dell’avvenuto servizio da parte
dei fornitori dei servizi di trasporto e
trattamento dei rifiuti indifferenziati e
                                                    SIMP      SACQ                           
differenziati con inserimento della modalità
individuata nei contratti

24. Rafforzamento del monitoraggio e
controllo della gestione dei flussi e della
gestione dei contratti di trasporto e
trattamento dei rifiuti indifferenziati e
differenziati con introduzione di controlli di
                                                    SIMP                                                                                             
secondo e terzo livello in merito a tracciabilità
dei riscontri documentali sulle attività svolte

                                                                                                                                                                   28
PROGRAMMA DELLE MISURE DI RAFFORZAMENTO

                      Area di rischio                                                             Misure già implementate

   Affidamento di incarichi e prestazioni d’opera
                                                                 •   Misure indicate nel Modello 231 e Codice Etico
                    intellettuali                                •   Procedura per l’affidamento di incarichi per prestazioni d’opera intellettuale

                                                     Strutture
Ulteriori misure di rafforzamento da
                                          Resp.le    coinvolte         Obiettivo 2017                    Obiettivo 2018         Obiettivo 2019
           implementare

25. Incarichi e prestazioni d’opera
intellettuali: nuova procedura con
                                         SCOM        AIT, AAFL                 
formalizzazione dei controlli sul                                    (rilascio nuova procedura)
processo

26. Incarichi e prestazioni d’opera
intellettuali:  rafforzamento      dei
controlli di secondo e terzo livello     Tutte le    SCOM,                                                   
sulle procedure di assegnazione          strutture   AIA
dell’incarico     e      sull’avvenuta
prestazione

                                                                                                                                                      29
PROGRAMMA DELLE MISURE DI RAFFORZAMENTO
                      Area di rischio                                                  Misure già implementate

                                                                •   Analisi canoni di locazione attivi e eventuale allineamento secondo range
    Gestione delle locazioni non intercompany                       Agenzia delle entrate
                                                                •   Attività di Audit interno sulle locazioni

                                                    Strutture
Ulteriori misure di rafforzamento da
                                          Resp.le   coinvolte       Obiettivo 2017               Obiettivo 2018             Obiettivo 2019
           implementare

27. Adozione di metodologia di analisi
costi‐benefici per la scelta degli       SENG
                                                                          
immobili da acquisire

28. Monitoraggio del permanere nel
tempo     della    idoneità all’uso      SENG
dell’immobile in relazione      alle                                      
esigenze aziendali

29. Rilascio procedura di gestione
locazione        immobili      con       SENG       SCOM                                               
formalizzazione dei controlli

30. Formalizzazione del processo di
rinnovo/proroga      contratto     e     SENG
riconsegna dell’immobile a seguito di                                     
scadenza/risoluzione del contratto

                                                                                                                                                30
PROGRAMMA DELLE MISURE DI RAFFORZAMENTO

                     Area di rischio                                                            Misure già implementate

 Provvedimenti ampliativi della sfera giuridica dei
  destinatari privi di effetto economico diretto ed
                                                              •     Misure indicate nel Modello 231 e Codice Etico
 immediato per il destinatario (anche in concorso
                                                              •     Rafforzamento dei controlli di secondo e terzo livello sulle concessioni
        con l'Amministrazione concedente)                           cimiteriali private attraverso rilascio procedura informatica (Lotus)

      Gestione dei servizi funebri e cimiteriali

                                                  Strutture
Ulteriori misure di rafforzamento da
                                        Resp.le   coinvolte          Obiettivo 2017                    Obiettivo 2018          Obiettivo 2019
           implementare

31. Verifiche a campione sulle
autocertificazioni prodotte dagli
operatori e controlli sui dati di                                                                                                  
                                       ACCA                   (Limitatamente a formalizzazione atto
accesso alle aree cimiteriali e sui                             interno aziendale con introduzione
lavori eseguiti. Formalizzazione in                                 delle modalità di controllo)

procedura

                                                                                                                                                31
PROGRAMMA DELLE MISURE DI RAFFORZAMENTO

                       Area di rischio                                                   Misure già implementate
 Provvedimenti ampliativi della sfera giuridica dei
  destinatari privi di effetto economico diretto ed
                                                                  •   Misure indicate nel Modello 231 e Codice Etico
 immediato per il destinatario (anche in concorso
        con l'Amministrazione concedente)

                                                      Strutture
Ulteriori misure di rafforzamento da
                                            Resp.le   coinvolte       Obiettivo 2017               Obiettivo 2018      Obiettivo 2019
           implementare

                                                      DCC,
32. Rilascio di una procedura per la
concessione di cambi ed esenzioni
                                           DRU
                                                      SGFO,
                                                      SEGO,                                             
turno con formalizzazione dei
                                                      SIMP,
controlli
                                                      SCOM

33. Formalizzazione dei criteri adottati
per i trasferimenti del personale
                                           SGEPE                            

                                                                                                                                        32
PROGRAMMA DELLE MISURE DI RAFFORZAMENTO

                      Area di rischio                                                               Misure già implementate

 Provvedimenti ampliativi della sfera giuridica dei
                                                                • Misure indicate nel Modello 231 e Codice Etico
   destinatari con effetto economico diretto ed                 • Pianificazione annuale per accertamento elusione
 immediato per il destinatario (anche in concorso               • Istituito ufficio contrasto evasione e strutturata l’attività secondo obiettivi fissati con Roma
                                                                  Capitale
       con l'Amministrazione concedente)                        • Firmato protocollo d’intesa GdF lotta all’evasione
                                                                • Attività di «bonifica incassi» attraverso «pulizia» del DB
                                                                • Riconciliazione periodica incassi su c/c diversi da quello indicato su MAV e «pulizia» insoluti
               Gestione del servizio TARI

                                                    Strutture
Ulteriori misure di rafforzamento da      Resp.le
                                                    coinvolte          Obiettivo 2017                      Obiettivo 2018                  Obiettivo 2019
           implementare

34. Formalizzazione in procedura dei
controlli effettuati sulle esenzioni
                                                                                
tariffarie      ed       archiviazione   STARI                   (monitoraggio di secondo livello dei            
informatizzata dei documenti alla                                            controlli)
base dei provvedimenti

35. Potenziamento delle analisi a
campione delle autocertificazioni        STARI
                                                                                
prodotte dai contribuenti

                                                                                                                                                                     33
PROGRAMMA DELLE MISURE DI RAFFORZAMENTO

                      Area di rischio                                                  Misure già implementate

   Gestione dei rapporti con il socio Comune di                 •   Misure indicate nel Modello 231 e Codice Etico
                     Roma

                                                    Strutture
Ulteriori misure di rafforzamento da      Resp.le
                                                    coinvolte       Obiettivo 2017               Obiettivo 2018      Obiettivo 2019
           implementare

36. Rafforzamento della tracciabilità
dei dati e delle stime quantitative a
                                                    Tutte le
supporto della reportistica e analisi
                                          ACDG      strutture             
degli scostamenti in caso di variazioni
sul budget, con controlli di terzo
livello

                                                                                                                                      34
PROGRAMMA DELLE MISURE DI RAFFORZAMENTO
                         Area di rischio                                                                   Misure già implementate
                                                                     •        Misure indicate nel Modello 231 e Codice Etico
                                                                     •        IS 103 – Gestione lavorazioni interne veicoli leggeri e pesanti di proprietà
   Gestione parco mezzi e manutenzione veicoli                       •        IS 104 – Gestione lavorazioni presso officine esterne veicoli leggeri e pesanti di proprietà
                                                                     •        Cablaggio di 1400 veicoli
                                                                     •        Realizzazione infrastruttura tecnologica per la rilevazione della posizione dei veicoli
                                                                     •        Ods 78/2016 mantenimento sicurezza funzionalità operativa dei veicoli

                                                         Strutture
Ulteriori misure di rafforzamento da
                                               Resp.le   coinvolte             Obiettivo 2017                     Obiettivo 2018                    Obiettivo 2019
           implementare

37. Monitoraggio di eventuali anomalie
statistiche nella frequenza o nell’entità di
                                               SGFO
                                                                                                                         
segnalazione guasti e interventi in caso di
evidenze d’anomalia

38. Rafforzamento dei controlli di
                                                         DG,                            
secondo e terzo livello sugli interventi       SGFO
                                                         SCOM,          (strutturare attività di controllo                
manutentivi                                                          avviata da formalizzare in procedura)

                                                                                        
39. Rafforzamento delle verifiche in loco                                      (monitoraggio guasti
                                               SGFO      DRU
sull’utilizzo dei mezzi aziendali                                      ricorrenti/accidentali, formazione
                                                                     addestramento in coordinamento con                   
                                                                           la funzione Risorse Umane)

40.. Rafforzamento dei processi di
controllo sulle attività di gestione
dell’assegnazione       delle       vetture
                                               SGFO                                     
sostitutive per i mezzi a noleggio, con
                                                                         (limitatamente al rafforzamento dei              
introduzione di controlli di secondo e                                           processi di controllo)
terzo livello in merito a tracciabilità dei
riscontri documentali sulle attività svolte.
                                                                                                                                                                             35
PROGRAMMA DELLE MISURE DI RAFFORZAMENTO
                         Area di rischio                                                                    Misure già implementate
                                                                     •      Misure indicate nel Modello 231 e Codice Etico
                                                                     •      IS 103 – Gestione lavorazioni interne veicoli leggeri e pesanti di proprietà
   Gestione parco mezzi e manutenzione veicoli                       •      IS 104 – Gestione lavorazioni presso officine esterne veicoli leggeri e pesanti di proprietà
                                                                     •      Cablaggio di 1400 veicoli
                                                                     •      Realizzazione infrastruttura tecnologica per la rilevazione della posizione dei veicoli
                                                                     •      Ods 78/2016 mantenimento sicurezza funzionalità operativa dei veicoli

                                                         Strutture
Ulteriori misure di rafforzamento da
                                               Resp.le   coinvolte           Obiettivo 2017                        Obiettivo 2018                 Obiettivo 2019
           implementare

41. Controlli di secondo e terzo livello sui   SGFO                                                                    
consumi di carburante

42. Controllo di primo e secondo livello
sulla rilevazione della posizione dei mezzi    SGFO                                                                    
                                                                     (limitatamente ai controlli di I livello e
aziendali e predisposizione della                                    predisposizione reportistica aziendale
reportistica sugli esiti

                                                                                                                                                                           36
PROGRAMMA DELLE MISURE DI RAFFORZAMENTO
                      Area di rischio                                                   Misure già implementate

                                                                • Misure indicate nel Modello 231 e Codice Etico
                                                                • Pianificazione annuale accertamento elusione
                                                                • Istituito ufficio contrasto evasione e strutturata l’attività secondo obiettivi
                                                                  fissati con Roma Capitale (2015 recuperati 33 milioni di imponibile circa)
      Gestione del servizio di riscossione TARI                 • Firmato protocollo d’intesa GdF lotta all’evasione
                                                                • Attività di «bonifica incassi» attraverso «pulizia» del DB
                                                                • Riconciliazione periodica incassi su c/c diversi da quello indicato su MAV e
                                                                  «pulizia» insoluti

Ulteriori misure di rafforzamento da                Strutture
                                          Resp.le                    Obiettivo 2017               Obiettivo 2018              Obiettivo 2019
           implementare                             coinvolte

43. Consolidamento dei controlli di
                                                    DAF,
secondo e terzo livello sui servizi di   STARI
riscossione TARI
                                                    SCOM                   

                                                                                                                                                    37
PROGRAMMA DELLE MISURE DI RAFFORZAMENTO

                     Area di rischio                                                              Misure già implementate

     Rimborsi spese e spese di rappresentanza                  •     Misure indicate nel Modello 231 e Codice Etico
                                                               •     PR 304 Gestione trasferte

                                                   Strutture
Ulteriori misure di rafforzamento da
                                         Resp.le   coinvolte          Obiettivo 2017                     Obiettivo 2018     Obiettivo 2019
           implementare

44. Rafforzamento dei controlli di
secondo o terzo livello sul processo,                                          
ad esempio attraverso riconciliazione   AFSPE      SCOM,
con i giustificativi di spesa e                    SAB
                                                                 (limitatamente a integrazione con
                                                               procedura trasferte e formalizzazione          
                                                                       controlli in procedura)
redazione    di    procedura      con
recepimento dei controlli

                                                                                                                                             38
PROGRAMMA DELLE MISURE DI RAFFORZAMENTO
                         Area di rischio                                                                        Misure già implementate
     Erogazione dei servizi: servizio raccolta e
                                                                      •       Misure indicate nel Modello 231 e Codice Etico
                  trattamento rifiuti,                                •       PR 388 Concessione aree e retrocessione aree per edilizia privata
   servizi funebri e cimiteriali, servizi riscossione                 •       PR 390 Concessione loculi e tumulazioni collegate
   TARI, attività di monitoraggio ambientale, ecc.                    •       PR 393 Retrocessione e rimborso loculi
                                                                      •       Linee guida gestione contabile processo concessione loculi, retrocessioni e
                                                                              rimborsi
                Servizi funebri e cimiteriali
                                                          Strutture
Ulteriori misure di rafforzamento da           Resp.le
                                                          coinvolte             Obiettivo 2017                         Obiettivo 2018     Obiettivo 2019
           implementare

45. Rafforzamento delle verifiche di
secondo e terzo livello sui flussi di
                                              ACCA, SAB
                                                                                          
incasso sulle aree giudicate a maggior                                (attivazione del flusso e del quadro dei
sensibilità                                                                  dati per le analisi statistiche)

46. Aggiornamento delle PR 388, 390,
                                                          SCOM,
393 con integrazione dei controlli previsti   ACCA
                                                          SAB                             
dalle linee guida

47. Riattivazione dello smistamento
                                              ACCA,
elettronico delle pratiche relative ai
servizi cimiteriali con rendiconto del
                                              ACCE                                                                         
dettaglio delle operazioni

48. Rafforzamento dei controlli di
secondo e terzo livello sul processo di
cremazione con integrazione degli aspetti     ACCA,                                       
gestionali a quelli amministrativi e          ACCE
                                                          SCOM            (limitatamente alla redazione della                                 
                                                                                     procedura)
redazione di procedura dedicata con
recepimento controlli
                                                                                                                                                            39
PROGRAMMA DELLE MISURE DI RAFFORZAMENTO

                       Area di rischio                                                             Misure già implementate
     Erogazione dei servizi: servizio raccolta e
                  trattamento rifiuti,
                                                                  •    Misure indicate nel Modello 231 e Codice Etico
   servizi funebri e cimiteriali, servizi riscossione             •    PR 341 Rilevazione automatica delle presenze assenze del personale
   TARI, attività di monitoraggio ambientale, ecc.

Ulteriori misure di rafforzamento da                  Strutture
                                            Resp.le                     Obiettivo 2017                    Obiettivo 2018      Obiettivo 2019
           implementare                               coinvolte

49. Formalizzazione delle modalità di
rotazione degli operatori nell’ambito
dell’attività     pianificata      di
                                           ACOA                                  
monitoraggio ambientale

50. Rafforzamento delle verifiche di
secondo e terzo livello, a campione o                                            
su segnalazione, in merito all’effettiva   SGEPE                     (controllo di II livello sulla
                                                                  reportistica di cui alla misura 42)          
presenza sui luoghi di lavoro

                                                                                                                                               40
PROGRAMMA DELLE MISURE DI RAFFORZAMENTO

                     Area di rischio                                                                Misure già implementate

                                                              •       Misure indicate nel Modello 231 e Codice Etico
Erogazione altri servizi cd. extra TARI                       •       Linee guida recupero crediti extra TARI

Ulteriori misure di rafforzamento da              Strutture
                                        Resp.le                         Obiettivo 2017                     Obiettivo 2018     Obiettivo 2019
           implementare                           coinvolte

51. Rafforzamento dei controlli
secondo e terzo livello sul processo
                                                                                 
di gestione dei crediti extra TARI e   SAB        SCOM            (limitatamente alla redazione della                             
redazione di procedura dedicata con                                          procedura)
recepimento dei controlli

                                                                                                                                               41
Puoi anche leggere
Prossima slide ... Annulla